ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Vers SISTEMA DI SUPPORTO FV INTEGRATO NEL TETTO GEHRTEC INTRA. Con riserva di modifiche tecniche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Vers. 150710 SISTEMA DI SUPPORTO FV INTEGRATO NEL TETTO GEHRTEC INTRA. Con riserva di modifiche tecniche www.gehrlicher."

Transcript

1 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Vers SISTEMA DI SUPPORTO FV INTEGRATO NEL TETTO GEHRTEC INTRA Con riserva di modifiche tecniche 1

2 1 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA INFORMAZIONI IMPORTANTI E DI SICUREZZA 1... Informazioni importanti e di sicurezza...pag Uso appropriato...pag Istruzioni di montaggio generali...pag Prescrizioni... Pag Statica... Pag Componenti del sistema...pag Profilati di supporto... Pag Profilati di tenuta... Pag Giunti a croce... Pag Prima del montaggio La struttura portante...pag Fasi di montaggio...pag Manutenzione e riparazione... S. 13 2

3 Istruzioni sull'uso del presente manuale Il montaggio deve essere eseguito esclusivamente da personale qualificato. Orientamento Il presente manuale riporta nelle pagine iniziali un indice strutturato con i titoli degli argomenti e il numero delle rispettive pagine. Simboli Avvertenza sulla sicurezza Informazione importante Per la vostra sicurezza e la sicurezza delle altre persone, è indispensabile leggere completamente e con attenzione le avvertenze di sicurezza e le istruzioni di montaggio prima dell'inizio dei lavori. Qualora insorgessero delle difficoltà nella comprensione delle avvertenze di sicurezza e delle istruzioni di montaggio, rivolgersi all'ufficio vendite di competenza. I lavori di montaggio su tetto presuppongono assolutamente, prima dell'inizio dei lavori, l'adozione di misure di sicurezza anticaduta in conformità con le norme DIN "Lavori di costruzione e di impermeabilizzazione dei tetti", DIN "Lavori a impalcature e ponteggi con reti anticaduta" e DIN "Lavori da lattoniere". Devono altresì essere osservate le prescrizioni per la prevenzione degli infortuni delle associazioni di previdenza di categoria! Indossare sempre indumenti di sicurezza e i dispositivi personali anticaduta! I fattori di rischio cagionati dalla caduta di oggetti dall'alto devono essere fronteggiati mediante adozione di opportune misure quali lo sbarramento dell'accesso all'area di lavoro per le persone non autorizzate e il montaggio di dispositivi o reti di arresto. È consentito effettuare lavori in prossimità di cavi elettrici conduttori di tensione che potrebbero entrare in contatto con la persona solo quando: - la tensione venga disinserita e protetta contro un reinserimento accidentale per tutta la durata dei lavori - i componenti conduttori di tensione vengano protetti con opportune coperture o guaine - si rispettino le distanze di sicurezza come definite nelle norme DIN VDE 0210, 0211 e 0100 nonché DIN EN e di seguito riportate. Distanza di sicurezza 1 m...con tensione di V Distanza di sicurezza 3 m...con tensioni da a V Distanza di sicurezza 4 m...con tensioni da a V Distanza di sicurezza 5 m...con tensioni da a V Distanza di sicurezza >5 m... con tensioni non note L'avvicinamento o il contatto con cavi elettrici conduttori di tensione può provocare la morte. 3

4 2 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA USO APPROPRIATO Uso appropriato Non è ammesso apportare modifiche al sistema o farne un uso non appropriato al suo scopo. Il costruttore respinge qualsiasi responsabilità per un uso non appropriato, per modifiche ai componenti del sistema e per le conseguenze derivanti. Il sistema di supporto è destinato esclusivamente al fissaggio di moduli fotovoltaici GEHRLICHER approvati su tetti inclinati. L'uso del sistema di supporto è consentito solo se conforme al certificato statico. I limiti di impiego sono definiti dall'altezza propria e s.l.m. dell'edificio, in relazione agli indici di vento e di neve della regione in cui ha luogo installazione. Il sistema di supporto è idoneo al montaggio su tutte le comuni strutture portanti per tetti. GEHRTEC INTRA consente sia di realizzare una copertura completa del tetto, sia di annettere l'impianto, mediante opportuni pannelli di raccordo o di rivestimento, alle comuni coperture presenti, costituite, ad esempio, da elementi discontinui in argilla o calcestruzzo quali tegole o coppi, o da lamiere aggraffate o da pannelli ondulati. È indispensabile in ogni caso attenersi alle prescrizioni delle norme DIN "Lavori di costruzione e di impermeabilizzazione dei tetti" e DIN "Lavori da lattoniere". Il sistema di supporto non deve essere utilizzato per il fissaggio di altre strutture. 4

5 4 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA ISTRUZIONI DI MONTAGGIO GENERALI 3.1 Prescrizioni Il montaggio deve essere eseguito esclusivamente da personale qualificato! Prima di intraprendere i lavori informarsi delle norme e disposizioni in materia edilizia vigenti in loco. La realizzazione di impianti fotovoltaici richiede, a seconda delle regioni, opportune concessioni o permessi rilasciati da enti pubblici. 3.2 Statica Il sistema GEHRTEC INTRA è accompagnato da un certificato statico tipizzato recante i limiti statici di impiego in relazione agli indici di vento e di neve ammessi. o di neve insolitamente elevati, il sistema complessivo deve essere sottoposto ad un controllo statico da parte di uno specialista (ad es. un perito di statica). In situazioni particolari può rendersi necessario l'utilizzo di rinforzi o di strutture più resistenti. La neve deve poter scivolare liberamente dall'impianto fotovoltaico verso il basso. Per ogni caso concreto di applicazione è obbligatorio attenersi alle norme e disposizioni di legge vigenti e al certificato statico e ai limiti di applicazione in esso riportati. I limiti di impiego in relazione agli indici di neve e di vento ivi indicati sono vincolanti senza eccezioni. Il calcolo dei limiti di impiego si basa sulle norme di pertinenza, in particolare sulle norme EN 1991, DIN 1055, DIN e DIN Il montaggio deve essere realizzato solamente su strutture portanti della copertura sufficientemente resistenti ai carichi. Prima dell'inizio dei lavori, la struttura portante deve essere sottoposta a prove specifiche circa la sua resistenza ai carichi, sulla base delle sollecitazioni massime previste sul sito di installazione. Una particolare attenzione va conferita allo stato della struttura portante della copertura e alla sua idoneità al fissaggio di un sistema di supporto per moduli fotovoltaici. All'occorrenza, consultare uno specialista come ad es. un perito di statica. Le strutture portanti e il collegamento della capriata alla muratura devono essere conformi alla legislazione vigente in materia edilizia e devono essere certificate da un perito di statica. Qualora il sito di installazione fosse interessato da carichi di vento. 5

6 5 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA MATERIALE E ATTREZZI Il sistema di supporto per impianti fotovoltaici integrato nel tetto GEHRTEC INTRA è costituito da componenti di tre tipi diversi. Essi sono i profilati di supporto, i profilati di tenuta e i giunti a croce 4.1 Profilati di supporto I profilati di supporto (vedi fig.) vengono avvitati alla struttura portante sottostante. Assolvono la funzione di appoggio e fissaggio dei moduli fotovoltaici e di tenuta all'acqua piovana. I profilati di tenuta (vedi fig.) assolvono la funzione di tenuta laterale all'acqua dei moduli fotovoltaici. Guarnizione Modulo FV Modulo FV, lato superiore Profilato coprente Profilato di innesto Graffa 4.3 Giunti a croce I giunti a croce assolvono la funzione di impermeabilizzazione dei punti di giunzione incrociati. Profilati di appoggio Profilato con doppia guarnizione Modulo FV, lato inferiore profilato di tenuta profilato di supporto Vengono forniti al cantiere preconfigurati e tagliati su misura. Giunto a croce Tutti i componenti vengono forniti al cantiere nelle misure corrispondenti ai moduli prescelti, e nella quantità corrispondente alla grandezza dell'impianto progettato. 4.2 Profilati di tenuta 6

7 6 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA PRIMA DEL MONTAGGIO Prima del montaggio La struttura portante Prima di intraprendere il montaggio, controllare la completezza della fornitura e consultare con attenzione il presente manuale. Nella configurazione classica i travetti di listellatura sono avvitati alla travatura portante in una conformazione a travetti doppi di 3x5 cm o a travetti rinforzati. I travetti vanno montati in direzione parallela alla trave di colmo ad una distanza corrispondente alla larghezza dei moduli fotovoltaici da installare. (vedi fig.). 7

8 6 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA FASI DI MONTAGGIO Fase 1: Montaggio dei profilati di supporto I profilati di supporto vengono prima applicati nel punto più alto in posizione orizzontale parallela al colmo del tetto e quindi avvitati ai travetti. Tra due profilati di supporto conseguenti deve essere mantenuta una distanza reciproca in senso longitudinale, pari alla larghezza dei profilati di tenuta. Per definire con esattezza tale distanza può essere impiegato l'apposito dispositivo di montaggio di GEHRTEC INTRA specificatamente adattato al tipo di moduli da montare. L'uso del dispositivo di montaggio consente infatti di ottenere un montaggio semplice, rapido e senza errori. Al termine del montaggio della prima fila di profilati, due dispositivi di montaggio vanno agganciati negli spazi presenti tra le estremità dei profilati. L'uso dei dispositivi di montaggio garantisce un posizionamento della fila successiva alla distanza corretta e con un orientamento perfettamente parallelo. Un profilato di supporto viene inserito in entrambe le barre trasversali inferiori del dispositivo di montaggio e avvitato ai travetti del tetto. Si procede quindi con questo metodo con un profilato di supporto dopo l'altro fino a raggiungere la fila più in basso. 8

9 Fase 2: Montaggio dei moduli Al completamento del montaggio dei profilati di supporto si passa al montaggio dei moduli fotovoltaici, che ha luogo senza ricorrere all'uso di attrezzi. Il modulo fotovoltaico è infatti inserito dal basso verso l'alto nel profilato di supporto e quindi rilasciato fino a che non si blocchi nei ganci del profilato della fila inferiore. Quindi, lungo il bordo laterale del modulo viene inserito un profilato di tenuta e infine applicato il giunto a croce. Il modulo successivo viene montato allo stesso modo. Esso viene inserito tra due profilati di supporto e collegato elettricamente mediante connessione della spina di un modulo nella presa dell'altro modulo. Dopodiché il modulo viene spinto verso destra o verso sinistra lungo il profilato di supporto fino al modulo adiacente. Fase 3: Montaggio del giunto a croce I giunti a croce svolgono la funzione di elementi di collegamento e vengono semplicemente innestati tra due moduli adiacenti. Nella figura sottostante è raffigurato un giunto a croce in posizione montata. 9

10 Installazione a copertura integrale o parziale Nella figura in alto è facilmente riconoscibile il tipo di installazione in cui la funzione di deflusso dell'acqua piovana è svolta completamente dai moduli. Grazie alla posizione sfalsata dei bordi e l'impiego di guarnizioni, l'acqua piovana defluisce sempre verso il basso da un modulo a quello sottostante. 10

11 Transizione laterale sulle tegole Fase 4: Raccordi sul tetto Transizione sulle tegole La zona di transizione laterale tra il campo dei moduli e le tegole può essere realizzata mediante dei pannelli metallici di copertura da inserire nei profilati di tenuta. Raccordo con il bordo della falda Raccordo con il bordo della falda La zona di transizione laterale tra il campo dei moduli e la pannellatura del bordo della falda può essere realizzata mediante dei pannelli metallici di copertura da inserire nei profilati di tenuta. Raccordo superiore tegole Raccordo superiore tegole Il raccordo con la fila di tegole superiore può essere realizzato con comuni pannelli metallici di raccordo, da inserire nei ganci del profilato di supporto. 11

12 Raccordo inferiore tegole Raccordo inferiore tegole Il raccordo del lato inferiore del campo fotovoltaico con la fila di tegole più basse può altresì essere realizzato con comuni pannelli metalli di raccordo. Essi vanno fissati sulla struttura portante della copertura prima del montaggio dell'ultima fila di profilati di supporto e dotati, all'estremità, di una lastra di rivestimento al piombo. 12

13 7 SISTEMA INTEGRATO GEHRTEC INTRA MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Il sistema GEHRTEC INTRA è privo di manutenzione! Sostituzione dei moduli La sostituzione di moduli danneggiati di un campo fotovoltaico è sempre possibile semplicemente spingendo verso l'alto entrambi i profilati di tenuta laterali del modulo interessato e sganciando il modulo stesso, senza dover smontare anche i moduli adiacenti. (Prima di rimuovere il modulo danneggiato, ricordarsi di separare il collegamento elettrico.) La lacuna formatasi all'interno del campo fotovoltaico può essere quindi riempita rapidamente con il nuovo modulo. (Dopo aver montato il nuovo modulo, ricordarsi di collegare i connettori elettrici). È altresì opportuno sostituire anche i profilati di tenuta laterali. 13

14 Note 14

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA LINEE VITA E LE CADUTE DALL ALTO In Italia le cadute dall alto costituiscono il

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI Lavori di manutenzione su impianti elettrici Manutenzione Atto, effetto, insieme delle operazioni volte allo scopo di mantenere efficiente ed in buono stato,

Dettagli

LSK VF ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

LSK VF ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LSK VF ISTRUZIONI DI MONTAGGIO AVVERTENZE PER LA SICUREZZA In caso di montaggio sul tetto costruire necessariamente prima dell inizio dei lavori dispositivi anticaduta oppure di salvataggio a norma generici.

Dettagli

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 Cadute dall alto Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 ATTUA la direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

di SolarWorld Sistema di montaggio per impianti fotovoltaici su tetti inclinati Progettazione ed esecuzione

di SolarWorld Sistema di montaggio per impianti fotovoltaici su tetti inclinati Progettazione ed esecuzione di SolarWorld Sistema di montaggio per impianti fotovoltaici su tetti inclinati Progettazione ed esecuzione Traduzione delle istruzioni per il montaggio originali per installatori 05/01 www.solarworld.com

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 3 Conto Energia DM 6 Agosto 2010 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 2010 - GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. consultazione.ftv@gse.it

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

www.altrex.com EN 1004 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500

www.altrex.com EN 1004 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500 EN 1004 752903 www.altrex.com 1 of 32 Manuale montaggio e uso N art. 752903

Dettagli

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Seminario 8 novembre 2012 Die Naturkraft aus Schweizer Stein Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Mirko Galli Arch. Dipl. ETH physarch sagl, Viaganello FLUMROC AG Postfach

Dettagli

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO l dilucarossi, Ricercatore, Dipartimento Tecnologie di Sicurezza, ex-ispesl Osservatorio a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico DM 5 luglio 2012 5 Conto Energia Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule 1 ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO Ing. Guido Saule Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici 2 - sistemi di Categoria 0 (zero), chiamati anche a bassissima tensione,

Dettagli

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Obiettivo I lavoratori e i loro superiori conoscono le otto regole vitali da rispettare sistematicamente nell edilizia Formatori Assistenti, capi

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura

LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura Premessa Fra le strutture di legno, le capriate reticolari costituiscono un tipo di costruzione diffuso che sfruttano pienamente i vantaggi potenziali

Dettagli

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO professione sicurezza ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO 2 Le norme applicabili sono previste nel Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) Sicurezza sul lavoro

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

Il vetro nell architettura

Il vetro nell architettura Opuscolo tecnico Il vetro nell architettura upi Ufficio prevenzione infortuni Uso sicuro del vetro nell edilizia Nell architettura moderna il vetro non è utilizzato soltanto per le finestre, bensì come

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Vademecum

Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Vademecum Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Vademecum Obiettivo I lavoratori e i loro superiori conoscono le nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate e le rispettano sistematicamente.

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli

Solai osservazioni generali

Solai osservazioni generali SOLAI Struttura orizzontale posta ad ogni piano di un edificio. Ha lo scopo di sostenere il proprio peso, dei pavimenti, delle pareti divisorie e dei carichi di esercizio. Per orizzontamento si intende

Dettagli

PREVENZIONE DELLE CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI IN QUOTA NEI CANTIERI EDILI (Delibera Dell Assemblea Legislativa regionale n. 149, del 17.12.

PREVENZIONE DELLE CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI IN QUOTA NEI CANTIERI EDILI (Delibera Dell Assemblea Legislativa regionale n. 149, del 17.12. I Quaderni del RUE I Quaderni del RUE N. 10.1/2014 Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano PREVENZIONE DELLE CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI IN QUOTA NEI CANTIERI EDILI

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Laboratorio di sicurezza degli impianti industriali Docente: Prof. Ing. Lorenzo Fedele Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Andrea Spaziani 1318099 A. A.

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

TETTO IN LEGNO PIANO ED INCLINATO

TETTO IN LEGNO PIANO ED INCLINATO 13 TETTO IN LEGNO PIANO ED Tetto caldo e tetto freddo (ventilato) Impermeabilizzazione e isolamento termico dei tetti in legno con manto a vista Il presente documento riguarda l impermeabilizzazione delle

Dettagli

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non 2 Soluzioni Antigelo Ensto, niente ghiaccio anche in caso di temperature molto basse. I sistemi elettrici Ensto per la protezione dal

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com TIP-ON per TANDEMBOX Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia www.blum.com 2 Apertura facile basta un leggero tocco Nel moderno design del mobile, i frontali

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL STP5-10TL-20-BE-it-13 98-108600.03 Versione 1.3 ITALIANO Disposizioni legali SMA Solar Technology AG Disposizioni

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Scatole da incasso Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Principali caratteristiche tecnopolimero ad alta resistenza e indeformabilità temperatura durante l installazione

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Bollitore multifunzione Disgiuntori idraulici

Bollitore multifunzione Disgiuntori idraulici L evoluzione del recupero ecupero energetico Bollitore multifunzione Disgiuntori idraulici Energia solare Bollitore multifunzione EMISOLAR Il recupero energetico da fonti alternative secondo EMIFLEX Consapevoli

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

"A1" 795 795 - "A2").

A1 795 795 - A2). manuale d'uso LINEA VITA Linee di ancoraggio flessibili orizzontali (EN 795 Classe "C"). Ancoraggi strutturali (EN 795 Classe "A1" - "A2"). Componenti testati e certificati da organismo notificato di certificazione.

Dettagli

L impianto elettrico nei piccoli cantieri edili

L impianto elettrico nei piccoli cantieri edili Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia AZIENDE PER I SERVIZI SANITARI DIPARTIMENTI DI PREVENZIONE Servizi Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ufficio Operativo dd. 29/09/2011 L impianto elettrico

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli