PROGRAMMA DIDATTICO SCENOTECNICA AA 2013/14. Prof. Umberto Di Nino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DIDATTICO SCENOTECNICA AA 2013/14. Prof. Umberto Di Nino"

Transcript

1 PROGRAMMA DIDATTICO SCENOTECNICA AA 2013/14 Prof. Umberto Di Nino

2 Programma Generale didattico di Scenotecnica prof. Umberto Di Nino Il Programma si articola attraverso: Lezioni teoriche- pratiche sulla rappresentazione architettonica dello spazio. Lezioni teoriche pratiche sullo Spazio Scenico, l Edificio Teatrale dall antichità ai giorni nostri. Lezioni con l ausilio di proiezioni diapositive e filmati, esempi pratici. Lezioni pratiche attraverso l'esercitazione del disegno e della progettazione con mezzi convenzionali e informatici. Utilizzo del programma di progettazione 3D Sketc-up, Autocad, Photoshop applicate alla scenografia. Lezioni teorico- pratiche di disegno con ideazione ( in sinergia con la Cattedra di Scenografia ) e progettazione di una o più scenografie ambientate in spazi convenzionali come teatri, teatri di posa ecc e in spazi/location adibiti ad altri usi per la creazione di programmi Tv, riprese cinematografiche, rappresentazioni Teatrali, Eventi. Studio delle tecnologie e materiali applicati alla scenografia. Lezioni pratiche di Laboratorio attraverso le esercitazioni di realizzazione, costruzione, montaggio, sperimentazioni di elementi scenografici Lezioni teoriche pratiche sul Palcoscenico del Teatro dell'accademia con esercitazioni, conoscenza e applicazione del glossario. Oltre alle Tecniche, metodi e procedure per la messa in scena verranno trattati argomenti di Illuminotecnica- Light Design, Sound Design. Lezioni pratiche di Laboratorio attraverso la costruzione e realizzazione di progetti scenografici condivisi, con il montaggio nel Teatro dell'accademia, negli spazi comuni dell'accademia. Potranno esserci esercitazioni nei Teatri presenti nel territorio Abruzzese, spazi architettonici a scelta sul territorio. Lezioni teoriche - pratiche attraverso workshop e visite studio a Centri di Produzione Cine Tv, Set Cinematografici, Teatri, Fiere, Eventi, Laboratori di realizzazione e costruzione Scene e Aziende di fornitura materiali. Partecipazione a Festival cinematografici e teatrali, mostre e musei specifici nonché d'arte. Visione di Film e spettacoli dal vivo, con analisi e commento. Lezioni-Incontri dirette con gli allievi nell Aula di Scenografia con personalità, professionisti nel campo dell arte dello Spettacolo. Progettazione e realizzazione di idee per una scenografia condivise con Compagnie, Festival, Scuole di recitazione ( Salvo verifiche di collaborazioni interessanti sotto il profilo didattico) Studio e ricerca del Teatro cosiddetto all Italiana in special riferimento all uso odierno con e conservazione del Bene Architettonico e Storico.

3 Sicurezza e Agibilità Locali Pubblico Spettacolo e Certificazione Prevenzione Incendi. Progetti Scenici da inserire come partecipanti attivi alla Quadriennale di Praga 2015, nella sezione studenti e presenza attiva alle manifestazioni globali e professionali di QP15 Programma generale sui contenuti. Introduzione sul concetto di Scenografia; Come fare una scenografia, quali procedure e passaggi; Esigenze del Cliente,Committenza; Interazione artistica con la Drammaturgia, Regia, Epoca storica di ambientazione; Light Design, Costume. Drammaturgia per il Teatro Prosa, Teatro Lirico e Musicale,Cinema- Televisione, Evento... ecc.; I punti di vista dello spettatore, Fruizione dello spettacolare. Analisi degli spazi e dei luoghi di spettacolo; I luoghi della Rappresentazione: Teatro all' Aperto Teatro di Tradizione o Moderno, Teatro di Posa Studio Televisivo Abitazione Quartiere- Piazza ; Dal Palcoscenico alla piazza, cortile Analisi degli utenti che vivranno la Scenografia: Attori, Tecnici- Operatori Mezzi tecnici Pubblico...; Durabilità- Deperibilità della scenografia ; Ripetitività dell'allestimento, Quante volte dovrà essere montato l allestimento. Riutilizzo; Adeguamento: quanto deve la scenografia adattarsi, conformarsi o modificare lo spazio esistente e che lo circonda.; Compatibilità stilistica e materia; Analisi delle costruzioni scenografiche: Tecnologie dei materiali applicati alla scenografia. Strutture autoportanti, sospese, sorretta dalle strutture architettoniche esistenti... Scenografie su architetture con cui convivere, sorreggersi, vivere. Percorsi e procedure nell'ideazione scenografica: Richiesta del committente; Lettura Copione, Sceneggiatura; Analisi del periodo storico d'ambientazione; Sopralluogo e rilievi del luogo; Idea, schizzi preparatori, bozzetti - Illustrazione dell'idea Scenica in tutte le sue fasi drammaturgiche. Anali dei fabbisogni; Lista dei fabbisogni;

4 Elenco dei Teatri ove si svolgono gli spettacoli. Ricerca delle Ambientazioni Location per Movie, Fiction, Tv. Analisi Fattibilità e adattabilità; Progettazione completa di piante, prospetti, sezioni: rappresentazione architettonica dello spazio scenico; Analisi e scelta dei materiali: tecnologia e materiali applicati alla scenografia; Analisi dei Costi, Tempi di realizzazione; Supervisione alla Realizzazione e Costruzione ; Collaudo e accettazione dell Opera; Utilizzo dell Opera Scenografica: fruizione da parte di tutta la troupe. Interazione con Arredatore, Assistente, Attrezzista... Sovrintendere lo smontaggio e riconsegna dei materiali noleggiati. Analisi Tecniche per la rappresentazione architettonica dello spazio scenico. Come progettare per Cosa Costruire Cosa progettare per Dove Costruire Analisi delle tecnologie e materiali applicati alla scenografia. Carpenteria metallica Carpenteria lignea Scultura Resinatura Pittura patinatura e invecchiamento Decorazione. Analisi delle risorse che costruiscono: Aziende e Professionisti che progettano e realizzano la costruzione scenografica. Laboratori e atelier interni a Teatri, Enti, Produzioni Televisive e cinematografiche. Analisi dei Materiali applicati alla scenografia: Tela e tessuti Colori Materie Plastiche Vetro Plexiglass Ferro Legno Laminati- Polistirolo- Materiali e accessori per l edilizia - Materiali e accessori per l arredamento Corpi illuminanti... Le costruzioni elementi scenici :Quinte, Telai, Praticabili, Pedane, Soffitti... Analisi delle procedure : Il Cinema Il SET in Teatro di Posa ; in Esterno; in location. Tecniche progettuali e costruttive. L arte di costruire e adattarsi.

5 Fra le attività di Ricerca e laboratorio si prevedono Visite Studio sul campo presso Teatri di Posa a Roma e/o altri in ambito nazionale o internazionale ( Cinecittà Studios, Studios Tiburtina, Vides studi) La Fiction; Dalla visione collettiva su grande schermo alla visione domestica sullo schermo Il SET in Teatro di Posa ; in Esterno; in location. Tecniche progettuali e costruttive. L arte di costruire e adattarsi. Confronti con Cinema e Tv La Televisione Lo Studio televisivo; Intrattenimento, informazione, approfondimenti. Show, talk, news, Fra le attività di Ricerca e laboratorio si prevedono Visite Studio sul campo presso agli studi Televisivi legati sia al teritorio sia che nei CP TV a RomaRai/Mediaset. Il Teatro di Prosa e Il Teatro Lirico e Musicale il Teatro, l'edificio, le tecniche di rappresentazione Le tecniche di ideazione e Costruzione. I Tiri e le sospensioni in Graticcio I Carri scenici e gli accantonamenti Il Palcoscenico fisso, mobile, le botole e i ponti mobili La scenografia dipinta. Tecniche e procedure :dalla Colla di Farina alla Tempera industriale. La Pittura Scenografica dal Bibbiena ai giorni d oggi. Fra le attività di Ricerca e laboratorio si prevedono: Visite Studio sul campo presso Teatri legati al territorio o in campo Nazionale o Internazionale; Visionare il montaggio/smontaggio di allestimenti scenografici nei teatri presenti nel territorio appartenenti a stagioni teatrali o musicali in corso. Visita al Teatro dell'opera di Roma e i Laboratori di Scenografia e Costume dei Cerchi, Il Teatro alla Scala di Milano e i Laboratori alla Bovisa Considerazioni sulla professione di Scenografo e sul lavoro. Conoscenze e Competenze dello Scenografo Rif. Legge Quadro Regione Lazio su proposta ASC GLOSSARIO. Esercitazioni pratiche e laboratorio: Ideazione e Progettazione e costruzione di una o più scenografie.

6 Progettazione architettonica dello spazio scenico in varie modalità: da Location dell'accademia( Atrio, Cortile, Aula), a Teatro, o altro a disposizione degli studenti, location da scegliere in base a disponibilità. ( Sono in considerazione sinergie con altri istituti o scuole di formazione artistica e musicale per rappresentazione saggio fine corso. ) Esercitazioni di costruzioni elementi scenici :Quinte, Telai, Praticabili, Pedane, Soffitti... Esercitazioni nel Teatro dell'accademia con studio di procedure, metodi, nomenclature attraverso l'uso delle attrezzature e tecnologie come tiri in soffitta, quinte e corredo di scena, apertura e chiusura Sipario... Realizzazione e costruzione dell'idea e progetto condiviso attraverso uso di tecnologie, attrezzi, materiali. Fondamenti di illuminotecnica. Esercitazione di pittura di fondale scenografico di grandi dimensioni su tela attraverso la riproduzione di un bozzetto. Dalla posa a terra della tela, all'imprimitura; dal disegno acarbone alla messa in tinta e pittura; dalla squadratura alla fortezza tura. Dispense a cura del sottoscritto sulle Tecniche e le procedure della Scenografia, Schede didattiche di teatri, teatri di posa cine -Tv, Set, ecc..., oltre che liste Siti net con voce Scenografia Scenotecnica da vedere e consultare. Amplia Bibliografia sulla Scenografia e Scenotecnica. Dispense sulla Illuminotecnica. Umberto Di Nino

7 Scenotecnica I per il Triennio Prof. Umberto di Nino Programma Generale A.A. 2013/14 Introduzione propedeutica alla progettazione Scenografica e Scenotecnica. 1. La rappresentazione architettonica dello spazio. 2. Il disegno geometrico e Le proiezioni ortogonali. 3. Pianta, prospetti, sezioni, particolari costruttivi, assonometria. 4. Fasi progettuali, scale e proporzioni. 5. Layout, Impaginazione, Frontespizio, Legenda. Logo Accademia, Scuola,Corso, Docente, AA, Allievo, Tema,Titolo,Argomento. La Prospettiva: accidentale e centrale. Dallo schizzo idea e disegni preparatori al bozzetto. L'immagine scenica: Il Bozzetto. 1. La restituzione scenica: dal bozzetto alla pianta scenica. Analisi e studio dei luoghi di spettacolo. 1. Il Teatro. Dalle origini ai giorni nostri. 2. Il teatro all Italiana 3. Lo studio di posa Cine Tv Glossario Elementi Architettonici del Teatro: Il Rilievo e disegno di pianta e sezioni del Teatro Dell'Accademia in scala 1.50 / 1:20 Tecniche delle costruzioni scenografiche e tecnologia dei materiali scenici. La scultura e la pittura scenografica. Cenni di norme sulla sicurezza e antincendio. Cenni di Illuminotecnica e Light Design Progettazione completa dei Temi e Testi assegnati dalla Scuola di Scenografia con Plastico di scena in scala. Laboratorio di tecniche pittoriche scenografiche. Dalla progettazione scenografica alla tecnica di realizzazione di fondali dipinti alla Tecnica all'italiana.

8 Scenotecnica II per il triennio Prof. Umberto di Nino Programma generale AA 2013 /14 La progettazione Scenografica e Scenotecnica. 1. Analisi Scenica dell'idea e dei disegni preparatori al bozzetto. 2. I Bozzetti scenici consequenziali alla drammaturgia scenica. 3. La restituzione scenica, Piante e sezioni dei movimenti scenici. Analisi e studio dei luoghi di spettacolo. 1. Il Teatro. Dalle origini ai giorni nostri : i teatri storici e i teatri moderni. 2. I teatri a palcoscenici e platee multiple. 3. Il teatro all'aperto: difficoltà e soluzioni dei problemi. Dai servizi all'acustica e illuminazione. 4. Piante e rilievi comparativi fra Teatri. 5. Teatri di Prosa e Teatri Lirici Comparazioni e differenze. 6. Lo studio di posa Cine Tv e la location. 7. Le riprese in esterno Elementi Architettonici del Teatro: Il Rilievo e disegno di pianta e sezioni del Teatro Dell'Accademia in scala 1.50 / 1:20 Glossario italiano / Inglese. Tecnologie e sistemi di costruzione e montaggio. 1. Tecniche delle costruzioni scenografiche e tecnologia dei materiali scenici. 2. La scultura e la pittura scenografica. Interazione fra classico e moderno 3. L Architettura Scenografica 4. Le illusioni prospettiche 5. le materie illusorie 6. Materiali plastici, metallici, Cenni di norme sulla sicurezza e antincendio. Legge di attuazione e successive modificazioni. 1. Dal nulla osta CVLPS alla CPI dei Vigili del Fuoco 2. Il Palcoscenico e la sala. 3. I Materiali Ignifughi Cenni di Illuminotecnica e Light Design Progettazione completa dei Temi e Testi assegnati dalla Scuola con Plastico di scena in scala. I progetti oltre ad essere disegnati per la parte decorativa devono essere disegnati come spettano essere realizzati tenendo conto degli elementi di montaggio, trasporto e accantonamento. Laboratorio di tecniche pittoriche scenografiche. Dalla progettazione scenografica alla tecnica di realizzazione di fondali dipinti alla Tecnica all'italiana.

9 Laboratorio di Scenotecnica per il Biennio Programma Generale AA 2013/14 La progettazione Scenografica e Scenotecnica. Analisi Scenica dall'idea e dai disegni preparatori al bozzetto. I Bozzetti scenici consequenziali alla drammaturgia scenica. 1. La restituzione scenica, Piante e sezioni dei movimenti scenici. 2. La Progettazione completa in scala compreso di particolari costruttivi in scala 1.1. La progettazione manuale e la progettazione con software AutoCAD, MegaCAD e SketcUp Analisi e studio dei luoghi di spettacolo. 1. Il Teatro: Dalle origini ai giorni nostri. I Teatri storici all Italiana e i Teatri moderni. 2. I Teatri a palcoscenici e platee multiple. 3. Il teatro all'aperto e la location: difficoltà e soluzioni dei problemi. Dai servizi all'acustica e illuminazione 4. Lo Studio Cinematografico 5. Lo studio televisivo Difficoltà di messa in scena Glossario italiano / Inglese. Tecniche delle costruzioni scenografiche e tecnologia applicata ai materiali scenici. 1. Tecnologie e sistemi di costruzione e montaggio con utilizzazione di apparati manuali, artigianali e motorizzati. Studi di fattibilità, relazioni e calcoli di difficoltà, assemblaggi e trasporto, stoccaggio. Preventivi di spesa, La costruzione Teatrale / La costruzione cinematografica e Televisiva : Relazione e differenza. Leggi di Pubblico Spettacolo e Sicurezza. Normativa Antincendio CPI e CVLPS 1. Cenni di norme sulla sicurezza e antincendio : Il Palcoscenico e la Sala. 2. L Uso dei materiali Ignifughi e autoestinguenti. 3. Dall Omologazione alla conformità. Cenni di Illuminotecnica e Light Design Laboratorio di Ricerca : 1. tecniche pittoriche scenografiche. Dalla progettazione scenografica alla tecnica di realizzazione di fondali dipinti alla Tecnica all'italiana. Progettazione scenotecnica completa dei Temi e Testi assegnati dalla Scuola di Scenografia con Plastico di scena in scala.

DIPARTIMENTO DELL INDIRIZZO SCENOGRAFIA PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16

DIPARTIMENTO DELL INDIRIZZO SCENOGRAFIA PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 DIPARTIMENTO DELL INDIRIZZO SCENOGRAFIA PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 Indicazioni Ministeriali Nel Liceo Artistico della nuova riforma si evidenzia una specificità basata sugli insegnamenti costituenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo Prof. E. Galimberti SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: Laboratorio della Scenografia

Dettagli

5. SCENOGRAFIA FINALITA E OBIETTIVI ISTITUZIONALI OBIETTIVI E COMPETENZE

5. SCENOGRAFIA FINALITA E OBIETTIVI ISTITUZIONALI OBIETTIVI E COMPETENZE 5. SCENOGRAFIA FINALITA E OBIETTIVI ISTITUZIONALI Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: conoscere gli elementi costitutivi dell'allestimento scenico, dello spettacolo, del teatro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo Prof. E. Galimberti SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE Prof. E.

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Produzione audiovisiva e dello spettacolo dal vivo Sequenza

Dettagli

ISIA DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI GIAN BETTINO CIGNAROLI DI VERONA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA PER L OPERA LIRICA

ISIA DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI GIAN BETTINO CIGNAROLI DI VERONA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA PER L OPERA LIRICA ISIA DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI GIAN BETTINO CIGNAROLI DI VERONA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA PER L OPERA LIRICA Premessa Il teatro musicale è fin dalle sue origini uno dei banchi di

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA

DESCRIZIONE SINTETICA ALL A REGISTA DESCRIZIONE SINTETICA Il Regista è in grado di curare l'ideazione e la realizzazione di uno spettacolo dal vivo o di un opera coordinando il lavoro tecnico ed artistico di un gruppo di professionisti

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome / Nome Giura Valentina Indirizzo Via del Gallitello, 90, Potenza ( PZ ) Telefono Mobile: 3273647341 Fax E-mail valentinagiura.ufficiostile@gmail.com

Dettagli

Didattica delle discipline oggetto di insegnamento della classi di concorso con laboratori didattici e laboratori pedagogico-didattici

Didattica delle discipline oggetto di insegnamento della classi di concorso con laboratori didattici e laboratori pedagogico-didattici 1 A007 Arte della fotografia e grafica pubblicitaria A065 Tecnica fotografica ABP19 Progettazione grafica 6 75 ABPR31 Fotografia 6 75 1 2 A008 Arte della grafica e dell'incisione A009 Arte della stampa

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Produzione audiovisiva e dello spettacolo dal vivo Sequenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE CLASSE 4^ SEZ. C

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE CLASSE 4^ SEZ. C Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 2 del : 08/10/2013 Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI SCENOGRAFICHE

Dettagli

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura Scuola di Scultura Scuola di Decorazione Scuola di Grafica Dipartimento di Progettazione ed Arti

Dettagli

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI POLO ARTISTICO LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI Il Liceo Artistico, Musicale e Coreutico Misticoni Bellisario è organizzato operativamente in due sedi: V. Bellisario

Dettagli

TEATRO SOCIALE DI COMO - ASLICO in collaborazione con Fondazione Cariplo

TEATRO SOCIALE DI COMO - ASLICO in collaborazione con Fondazione Cariplo Il TEATRO SOCIALE DI COMO - ASLICO in collaborazione con Fondazione Cariplo organizza Corsi di formazione per tecnici teatrali (macchinisti, elettricisti, sarti teatrali, attrezzisti, truccatori/parrucchieri),

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico ISTITUTO STATALE D ARTE GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 Tel.0815362838- Fax 081.862.89.41-sito:www.isadechirico.it

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Bozza 16 novembre 2011 allegato B 4 Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL AQUILA

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL AQUILA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE ED ARTI APPLICATE SCUOLA DI SCENOGRAFIA corso di scenografia prof. Alessandro Zicoschi egr. Direttore prof.ssa Giovanna Cassese a seguito

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE GEOMETRICHE E SCENOTECNICHE CLASSE 4^ SEZ.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE GEOMETRICHE E SCENOTECNICHE CLASSE 4^ SEZ. Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 2 del : 08/10/2013 Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE GEOMETRICHE E

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN SCENOGRAFIA Art. 1 - Denominazione del Corso di studio È istituito presso la Rome University of Fine Arts - Accademia di Belle

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale PROGETTAZIONE DI SCENOGRAFIE TRADIZIONALI E MULTIMEDIALI PER TEATRO, TELEVISIONE, SFILATE DI MODA, CONCERTI DI MUSICA, CORTOMETRAGGI E FUMETTI ISPIRATI AL TEATRO. L insegnamento della scenografia, attraverso

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

Pittura. 1 anno CF ore. Storia dell Arte Medioevale 6 45. Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 6 45. Estetica 6 45

Pittura. 1 anno CF ore. Storia dell Arte Medioevale 6 45. Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 6 45. Estetica 6 45 Pittura Storia dell Arte Medioevale 6 45 Teoria della Percezione e Psicologia della Forma 6 45 Disegno per la pittura 8 100 Anatomia artistica 8 100 Pittura 1 12 150 Tecniche per la pittura 8 100 Antropologia

Dettagli

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive. Magia dell'opera.

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive. Magia dell'opera. Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Il Barbiere di Siviglia Gioachino Rossini Edizione 2009 L edizione 2009 del progetto Magia dell

Dettagli

CORSO DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA

CORSO DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA CORSO DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA CODICE DI COLLOCAMENTO 22.06.08.00 REQUISITI DI AMMISSIONE ETA' 18 anno di età TITOLO DI STUDIO Laureati e/o Laureandi AA.BB., Architettura. Gli allievi saranno esaminati

Dettagli

Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale

Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale Articolazione del percorso formativo Scopo del corso è di consentire agli studenti in possesso di Diploma d Accademia di proseguire e completare

Dettagli

Dipartimento di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica

Dipartimento di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica DISCIPLINE PROGETTUALI ARCHITETTURA E AMBIENTE 3 anno (6 ore settimanali) La materia propone l ampliamento, la conoscenza e l uso dei metodi proiettivi orientandoli verso lo studio e la rappresentazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DI LAVORO. Prof. Constantin Migliorini

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DI LAVORO. Prof. Constantin Migliorini Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Secondaria Superiore di II^ Grado LICEO ARTISTICO A. FRATTINI Via Valverde, 2-21100 Varese tel: 0332820670 fax: 0332820470

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CARRARA Ed.1 Rev.0

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CARRARA Ed.1 Rev.0 PROGRAMMA DIDATTICO ANNO ACCADEMICO 2011/12 DOCENTE DISCIPLINA Triennio Biennio CREDITI RIPA DI MEANA REGIA x x 8 TIPOLOGIA DISCIPLINA TEORICA xteorico-laboratoriale LABORATORIALE OBIETTIVI FORMATIVI CAPACITÀ

Dettagli

Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura)

Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura) Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura) PROFILO GENERALE E COMPETENZE Pittura Al termine del percorso liceale lo studente conoscerà e saprà

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI NAPOLI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO - a.a. 2014/15

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI NAPOLI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO - a.a. 2014/15 Gruppo 1 Arte e immagine - Disegno, storia dell'arte e del costume CLASSI A025 -A028-A024 G1 M-PED/03 Didattica generale 6 6 36 G1 M-PED/03 Didattica e pedagogia per i bisogni educativi speciali 6 6 36

Dettagli

La foto di scena - G. Prisco

La foto di scena - G. Prisco Obiettivi e problematiche della foto di scena In pratica: quando si fotografa, e con quali attrezzature Documentare l evento: equilibrio tra fattori Un caso di studio: Dove andate, Softmachine? Una variante:

Dettagli

59.11.00 Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi

59.11.00 Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi Profili Regionali Professioni normate potenzialmente ricadenti nelle ADA Processo - Produzione teatrale, musicale, di opere ed eventi culturali audiovisiva e dello dal vivo Sequenze di processo: Produzione

Dettagli

Denominazione: Progettazione plastica per la scenografia teatrale. Dipartimento Progettazione e arti applicate

Denominazione: Progettazione plastica per la scenografia teatrale. Dipartimento Progettazione e arti applicate ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE Via Ricasoli, - 50122 Firenze Tel. 055.215449 Fax 055.239921 Cod. Fisc. 80019050485 http://www.accademia.firenze.it e-mail: segreteria@accademia.firenze.it Tipologia:

Dettagli

PIANI DI STUDIO DEI CORSI DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA

PIANI DI STUDIO DEI CORSI DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA PIANI DI STUDIO DEI CORSI DELL ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA 1 CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO IN PITTURA Scuola di afferenza: Pittura Dipartimento di afferenza: Arti Visive Piano

Dettagli

Il teatro dietro le quinte: la scenotecnica

Il teatro dietro le quinte: la scenotecnica Il teatro dietro le quinte: la scenotecnica (Gaetano Oliva, Il teatro dietro le quinte: la scenotecnica, Scuola materna per l educazione dell infanzia, anno LXXXVIII n 14, 10 aprile 2001, pp. 18-19). Come

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI ARCHITETTURA E AMBIENTE CLASSE 4^ SEZ.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI ARCHITETTURA E AMBIENTE CLASSE 4^ SEZ. Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 2 del : 08/10/2013 Anno scolastico 2013/2014 INSEGNAMENTO DISCIPLINE PROGETTUALI ARCHITETTURA

Dettagli

SCULTURA - CORSO TRADIZIONALE

SCULTURA - CORSO TRADIZIONALE SCULTURA - CORSO TRADIZIONALE I corsi proposti nel nostro centro hanno l obiettivo di formare o consolidare le competenze artistiche e professionalità qualificate, che attraverso l acqusizione sia delle

Dettagli

Corsi di alta formazione in Design per il Teatro - Scenografia e Costumi

Corsi di alta formazione in Design per il Teatro - Scenografia e Costumi Corsi di alta formazione in Design per il Teatro - Scenografia e Costumi Seconda edizione, 2011 Due corsi di alta formazione di POLI.design Consorzio del Politecnico di Milano per lo sviluppo di competenze

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Produzione audiovisiva e dello spettacolo dal vivo Sequenza

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato L

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato L Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato L TABELLA DI CORRISPONDENZA DEI TITOLI DI STUDIO IN USCITA DAI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI SECONDO GRADO DELL ORDINAMENTO PREVIGENTE

Dettagli

CORSO N. 36 DI 38 TITOLO: Tecniche informatiche e multimediali per le scenografie

CORSO N. 36 DI 38 TITOLO: Tecniche informatiche e multimediali per le scenografie CORSO N. 36 DI 38 TITOLO: Tecniche informatiche e multimediali per le scenografie Tabella n. 1 Obiettivi formativi Settore di riferimento: * Spettacolo (19) Figura professionale di riferimento: * Denominazione:

Dettagli

Tabella di confluenza tra i precedenti ordinamenti e i nuovi percorsi liceali

Tabella di confluenza tra i precedenti ordinamenti e i nuovi percorsi liceali Tabella di confluenza tra i precedenti ordinamenti e i nuovi percorsi liceali TABELLA DI CONFLUENZA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PREVISTI Diploma di Istruzione Secondaria Superiore ad

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN SCENOGRAFIA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN SCENOGRAFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN SCENOGRAFIA INDICE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio... 1 Art. 2 - Scuola di appartenenza... 1 Art. 3 - Dipartimento afferente...

Dettagli

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Edizione 2010 L edizione 2010 del progetto Magia dell Opera Il progetto didattico Magia dell

Dettagli

LE MOSTRE DI "SCIENZA DELL'ARTE"

LE MOSTRE DI SCIENZA DELL'ARTE LE MOSTRE "SCIENZA DELL'ARTE" "SDA SPETTACOLO" SCUOLA RECITAZIONE E REGIA Direttore: Marco Rossati Anno Scolastico 2009-2010 STIAMO PER INIZIARE I COLLOQUI E I PROVINI PER FORMARE IL CAST DE LE NOZZE FIGARO

Dettagli

CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi

CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA Programma d'esame CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA Temi d'esame

Dettagli

ca Allegato L Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

ca Allegato L Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ca Allegato L TABELLA DI CORRISPONDENZA DEI TITOLI DI STUDIO IN USCITA DAI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI SECONDO GRADO DELL ORDINAMENTO

Dettagli

Tecnico di effetti speciali

Tecnico di effetti speciali Descrizione sintetica identificativo scheda: 24-018 stato scheda: Validata Il Tecnico degli effetti speciali inventa, progetta e realizza gli accorgimenti tecnici per simulare una scena pensata dal regista,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato L

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato L Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato L TABELLA DI CORRISPONDENZA DEI TITOLI DI STUDIO IN USCITA DAI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI SECONDO GRADO DELL ORDINAMENTO PREVIGENTE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI DESIGN INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE A.S. 2015-2016

DIPARTIMENTO DI DESIGN INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE A.S. 2015-2016 DIPARTIMENTO DI DESIGN INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE A.S. 2015-2016 DIPARTIMENTO: DISCIPLINA: CLASSI: DESIGN INDUSTRIALE PROGETTAZIONE e LABORATORIO TERZE QUARTE QUINTE FINALITÀ DA RAGGIUNGERE A FINE CURRICOLO

Dettagli

PROGETTO MICHELANGELO

PROGETTO MICHELANGELO PROGETTO MICHELANGELO Premessa Il progetto nasce dall esigenza di ridefinire, in termini didatticamente e culturalmente innovativi, l intera esperienza formativa degli istituti secondari di istruzione

Dettagli

TABELLA DI CONFLUENZA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PREVISTI DALL ORDINAMENTO PREVIGENTE NEI PERCORSI LICEALI DEL NUOVO ORDINAMENTO

TABELLA DI CONFLUENZA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PREVISTI DALL ORDINAMENTO PREVIGENTE NEI PERCORSI LICEALI DEL NUOVO ORDINAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato I TABELLA DI CONFLUENZA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PREVISTI DALL ORDINAMENTO PREVIGENTE NEI PERCORSI LICEALI DEL

Dettagli

ARTI FIGURATIVE PROGETTO CULTURALE E FORMATIVO ( nuovo ordinamento- Progettazione e Laboratorio)

ARTI FIGURATIVE PROGETTO CULTURALE E FORMATIVO ( nuovo ordinamento- Progettazione e Laboratorio) Obiettivi Tematiche Argomenti Dal profilo in uscita nuovo ordinamento Scopo del corso di studi di Arti Figurative è approfondire la consistenza delle conoscenze e delle abilità, affrontate e sviluppate

Dettagli

Gennaio 2013 oggi. Studio di Grafica e Illustrazione di Sabina Macalli, Via Turati 19, Caleppio di Settala (MI) Giugno 2012 Luglio 2012

Gennaio 2013 oggi. Studio di Grafica e Illustrazione di Sabina Macalli, Via Turati 19, Caleppio di Settala (MI) Giugno 2012 Luglio 2012 CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Indirizzo Via 2 Giugno, 4 20812 Limbiate (MB) ITALY Telefono 02-99480890 / cell. 338-9167909 E-mail Nazionalità valeeadelio@libero.it Italiana Data di nascita

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine -*-

COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine -*- COOPERATIVA SOCIALE GET Centro per la Ricerca e la Didattica dell Immagine -*- IL PROGETTO ACCADEMIA DEL CINEMA RAGAZZI ENZITETO è partito nell ottobre 2005 grazie ad un finanziamento della 1^ Circoscrizione

Dettagli

DELLE CORRELAZIONI CON LE VECCHIE CLASSI DI CONCORSO ACCADEMIE DI BELLE ARTI

DELLE CORRELAZIONI CON LE VECCHIE CLASSI DI CONCORSO ACCADEMIE DI BELLE ARTI ELENCO DEI NUOVI CODICI, DEI SETTORI DISCIPLINARI DEI CAMPI PARADIGMATICI - Tab.B E DELLE CORRELAZIONI CON LE VECCHIE CLASSI DI CONCORSO ACCADEMIE DI BELLE ARTI La presenza dell'asterisco indica la possibilità

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo

SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo 1. Figura: Attore L attore (teatrale, cinematografico, radiotelevisivo, ecc.) è colui che è chiamato ad interpretare un ruolo in una produzione artistica (teatrale,

Dettagli

N. corsi da programmare: 2 N. allievi da formare: 30 N. allievi per corso: 15 Sede: Sassari, Nuoro Durata ore: 600

N. corsi da programmare: 2 N. allievi da formare: 30 N. allievi per corso: 15 Sede: Sassari, Nuoro Durata ore: 600 SCHEDA PROGETTO A Settore Spettacolo 1. Figura: Tecnico delle luci Elettricista teatrale (ISFOL, Ministero del Lavoro D.L. 15 marzo 2005). L elettricista teatrale è un operaio specializzato, responsabile

Dettagli

Bando per l ammissione al Corso di specializzazione per SCENOGRAFO di TEATRO Biennio 2015/2017 a.f. 2015/2016 a.f. 2016/2017

Bando per l ammissione al Corso di specializzazione per SCENOGRAFO di TEATRO Biennio 2015/2017 a.f. 2015/2016 a.f. 2016/2017 Bando per l ammissione al Corso di specializzazione per SCENOGRAFO di TEATRO Biennio 2015/2017 a.f. 2015/2016 a.f. 2016/2017 La organizza un Corso di specializzazione per Scenografo di Teatro rivolto ad

Dettagli

LA DIREZIONE DEGLI ATTORI / ATTRICI durata: 72 ore

LA DIREZIONE DEGLI ATTORI / ATTRICI durata: 72 ore Workshop area REGIA LA DIREZIONE DEGLI ATTORI / ATTRICI Il workshop, condotto da importanti professionisti del cinema italiano e internazionale, sarà dedicato all'approfondimento delle tecniche e delle

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2011/12 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI DISCIPLINE GEOMETRICHE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2011/12 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI DISCIPLINE GEOMETRICHE Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 1 del : 12/06/03 Anno scolastico 2011/12 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI DISCIPLINE

Dettagli

ELENCO CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE ALBO DEI FORNITORI FONDAZIONE TEATRO DELL OPERA DI ROMA

ELENCO CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE ALBO DEI FORNITORI FONDAZIONE TEATRO DELL OPERA DI ROMA All. 1 ELENCO CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE ALBO DEI FORNITORI FONDAZIONE TEATRO DELL OPERA DI ROMA FORNITURE 01.01 Mobili in legno 01.02 Mobili in metallo e scaffalature 01.03 Arredi e accessori per ufficio

Dettagli

CREATIVITÀ E PROFESSIONALITÀ

CREATIVITÀ E PROFESSIONALITÀ CREATIVITÀ E PROFESSIONALITÀ Le Accademie di Bel le Arti costituiscono il grado più alto dell'istruzione Artistica in Italia. La Rome University of Fine Arts è l'unica Libera Accademia di Belle Arti di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato I

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato I Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato I TABELLA DI CONFLUENZA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PREVISTI DALL ORDINAMENTO PREVIGENTE NEI PERCORSI LICEALI DEL

Dettagli

Corso Biennale di Filmmaker

Corso Biennale di Filmmaker Corso Biennale di Filmmaker Cominciamo col descrivere il Corso di Istituzioni di Regia Cinematografica I e II Il corso di Istituzioni di Regia Cinematografica I e II si divide in due parti : 1) Grammatica

Dettagli

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo 1 Corso di Laurea in Musica e Spettacolo (Classe delle Lauree in Scienze e tecnologie delle Arti figurative, della Musica, dello Spettacolo e della Moda, classe 23) Regolamento didattico Art. 1. Denominazione

Dettagli

Corso di Laurea in Arredamento, Interno Architettonico e Design Classe delle lauree in Scienze dell Architettura e dell Ingegneria edile, Classe 4

Corso di Laurea in Arredamento, Interno Architettonico e Design Classe delle lauree in Scienze dell Architettura e dell Ingegneria edile, Classe 4 Corso di Laurea in Arredamento, Interno Architettonico e Design Classe delle lauree in Scienze dell Architettura e dell Ingegneria edile, Classe 4 Presidente: Prof. arch. FILIPPO ALISON Obiettivi formativi

Dettagli

OGGETTO. Corso biennale di specializzazione in Cinema e Audiovisivo

OGGETTO. Corso biennale di specializzazione in Cinema e Audiovisivo OGGETTO Corso biennale di specializzazione in Cinema e Audiovisivo Il biennio in oggetto ha la finalità di esplorare gli ambiti di interesse che vengono coinvolti nella produzione di un audiovisivo con

Dettagli

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD )

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: ARCHITETTURA E AMBIENTE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A: DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) SECONDO BIENNIO CLASSI : TERZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/14 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI LABORATORIO PROF. GARGIONI LUCIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013/14 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI LABORATORIO PROF. GARGIONI LUCIA Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 1 del : 12/06/03 Anno scolastico 2013/14 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI LABORATORIO

Dettagli

ARREDATORE D INTERNI

ARREDATORE D INTERNI ARREDATORE D INTERNI La RUFA Libera Accademia di Belle Arti di Roma, legalmente riconosciuta dal Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca - Alta Formazione Artistica e Musicale, con annesso, ha

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: LABORATORIO di DESIGN legno e arredamento Prof.

Dettagli

Einaudi Magenta. Liceo Artistico. . Arti Figurative. Architettura e ambiente. Indirizzi:

Einaudi Magenta. Liceo Artistico. . Arti Figurative. Architettura e ambiente. Indirizzi: Einaudi Magenta Liceo Artistico Indirizzi:. Arti Figurative. Architettura e ambiente LICEO ARTISTICO Profilo professionale Il percorso del Liceo Artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE Giacomo e Pio Manzù BERGAMO TABELLA DEI MINIMI DISCIPLINARI TRIENNIO RIFORMA DISCIPLINE PROGETTUALI INDIRIZZO DESIGN

LICEO ARTISTICO STATALE Giacomo e Pio Manzù BERGAMO TABELLA DEI MINIMI DISCIPLINARI TRIENNIO RIFORMA DISCIPLINE PROGETTUALI INDIRIZZO DESIGN DISCIPLINE PROGETTUALI CLASSE TERZA Riepilogo dei metodi proiettivi del disegno tecnico: - Proiezioni cilindriche proiezioni ortogonali (metodo di Monge) assonometrie oblique e ortogonali - Proiezioni

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA

DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN PITTURA DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SCUOLA DI PITTURA PITTURA Obiettivi formativi I corsi di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Pittura hanno l obiettivo di formare

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ARTE «M. Fabiani»

ISTITUTO STATALE D ARTE «M. Fabiani» ISTITUTO STATALE D ARTE «M. Fabiani» 1 ISCRIVERSI Chi può iscriversi agli indirizzi del Max Fabiani All Istituto Statale d Arte Max Fabiani possono iscriversi alunni maschi e femmine in possesso della

Dettagli

ELENCO DISCIPLINE DA AFFIDARE A PERSONALE DOCENTE DI RUOLO - A.A. 2008-09

ELENCO DISCIPLINE DA AFFIDARE A PERSONALE DOCENTE DI RUOLO - A.A. 2008-09 ELENCO DISCIPLINE DA AFFIDARE A PERSONALE DOCENTE DI RUOLO - A.A. 2008-09 CODICE ABVPA 64 ABPR 14 ABST 55 ABST 55 ABST 55 ABTEC 38 ABPR 14 ABVPA 61 ABPR 32 ABST 45 ABAV 11 ABAV 03 ABPR 16 ABTEC 38 ABPR

Dettagli

CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN ARTE CINEMATOGRAFICA

CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN ARTE CINEMATOGRAFICA CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN ARTE CINEMATOGRAFICA Un cinema fatto di contenuti e sperimentazione. Il cinema è un mondo composto da linguaggi differenti, ognuno nato per realizzare

Dettagli

CLASSE 18/A - DISCIPLINE GEOMETRICHE, ARCHITETTONICHE, ARREDAMENTO E SCENOTECNICA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi

CLASSE 18/A - DISCIPLINE GEOMETRICHE, ARCHITETTONICHE, ARREDAMENTO E SCENOTECNICA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 18/A - DISCIPLINE GEOMETRICHE, ARCHITETTONICHE, ARREDAMENTO E SCENOTECNICA Programma d'esame CLASSE 18/A - DISCIPLINE GEOMETRICHE, ARCHITETTONICHE, ARREDAMENTO E SCENOTECNICA Temi d'esame proposti

Dettagli

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe Capitolo 1 La realizzazione di un film: la troupe LA REALIZZAZIONE DI UN FILM Giuseppe Bertolucci racconta Le tre scritture del cinema LA REALIZZAZIONE DI UN FILM - Le tre scritture del cinema - PRE-PRODUZIONE

Dettagli

Master di II livello per scenografo-costumista del biodocumentario.

Master di II livello per scenografo-costumista del biodocumentario. Master di II livello per scenografo-costumista del biodocumentario. OBIETTIVI: il Master ha come finalità la formazione delle figure professionali ed artistiche in titolazione, che conoscano le metodologie

Dettagli

BANDO DI PARTECIPAZIONE 2014

BANDO DI PARTECIPAZIONE 2014 BANDO DI PARTECIPAZIONE 2014 ART. 1- titolarità L edizione 2014 del Giullare - Festival Nazionale del Teatro oltre ogni barriera (d ora in poi Il Giullare ) è organizzato dall Associazione Promozione Sociale

Dettagli

diploma accademico di primo livello anno ESAMI DI BASE cf tipol. ore DI BASE da 36 a 48 CFA 42 CARATTERIZZANTI da 60 a 72 CFA 66 108

diploma accademico di primo livello anno ESAMI DI BASE cf tipol. ore DI BASE da 36 a 48 CFA 42 CARATTERIZZANTI da 60 a 72 CFA 66 108 DIPARTIMENTO: Arti Visive SCUOLA: Pittura CORSO DI PITTURA ABAV01 2 Anatomia artistica 1 T/L 9 ABAV01 3 Anatomia artistica 2 T/L 9 ABST47 1 St.arte 1 T 39 ABST47 2 St.arte 2 T 39 da 3 a 4 CFA 42 ABST47

Dettagli

Corso superiore di recitazione

Corso superiore di recitazione Corso superiore di recitazione Laboratorio propedeutico all'avviamento professionale 3 ore al giorno per 3 volte alla settimana 3 nuovi modi di vivere la nostra scuola: AGILITA', PROFESSIONALITA' E COMPLETEZZA

Dettagli

ISIA DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI GIAN BETTINO CIGNAROLI DI VERONA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE DEL COSTUME PER L OPERA LIRICA

ISIA DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI GIAN BETTINO CIGNAROLI DI VERONA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE DEL COSTUME PER L OPERA LIRICA ISIA DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI GIAN BETTINO CIGNAROLI DI VERONA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE DEL COSTUME PER L OPERA LIRICA Premessa L accentuata spettacolarità che caratterizza

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA DELLO SPAZIO MULTIMEDIALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA DELLO SPAZIO MULTIMEDIALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE E TECNOLOGIA DELLO SPAZIO MULTIMEDIALE Art. 1 - Denominazione del Corso di studio È istituito presso la Rome University

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Accademia di Belle Arti di Foggia

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Accademia di Belle Arti di Foggia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Accademia di Belle Arti di Foggia Anno accademico 2014/15 PROGRAMMA CULTURA DEL PROGETTO Prof.ssa Ketty DI

Dettagli

Fotografo. Descrizione sintetica. Classificazione ATECO 2007 74.2 - ATTIVITÀ FOTOGRAFICHE. Situazioni-tipo di lavoro

Fotografo. Descrizione sintetica. Classificazione ATECO 2007 74.2 - ATTIVITÀ FOTOGRAFICHE. Situazioni-tipo di lavoro identificativo scheda: 24-005 stato scheda: Validata Descrizione sintetica Il riproduce immagini di persone, oggetti, situazioni e ambienti utilizzando la macchina fotografica analogica o digitale. Cura

Dettagli

Ciak a scuola a Castellammare di Stabia

Ciak a scuola a Castellammare di Stabia Il corso teorico/pratico CIAK A SCUOLA è orientato alla realizzazione di un cortometraggio di pochi minuti (da 2 a 8) in digitale, in modo da capire l intero processo della realizzazione di un filmato,

Dettagli

CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE Codice Tipo (*) Descrizione categoria Fornitori iscritti

CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE Codice Tipo (*) Descrizione categoria Fornitori iscritti ARREDAMENTO 01A VN Mobili, arredi, lampade ed accessori d arredamento 01B VN Vetri, cristalli, e specchi UFFICIO 02A V Carta, cancelleria, materiali per archivio ufficio 02B V Stampati e modulistica Materiali

Dettagli

confronto diretto tra colleghi, per far fronte all' inesperienza, a problematiche, incertezze e dubbi che

confronto diretto tra colleghi, per far fronte all' inesperienza, a problematiche, incertezze e dubbi che SICUREZZA NELLE ATTIVITÀ DI PUBBLICO SPETTACOLO : DECRETO PALCHI Obbiettivi del corso : il corso si propone di dare informazioni pratiche attuative, per il COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti FORUM ACADEMY Accademia dei Mestieri nelle Arti INTRODUZIONE All interno dei più importanti studi di registrazione d Italia nasce un accademia che si distingue per professionalità e competenza ad altissimi

Dettagli