Comune di Caderzone Terme (Tn)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Caderzone Terme (Tn)"

Transcript

1 il Garzonè 38 Comune di Caderzone Terme (Tn)

2 il Garzonè N Dicembre 2012 Periodico semestrale di informazione del Comune di Caderzone Terme (Val Rendena - TN) Delibera del Consiglio Comunale n. 42 del 7 settembre 1990 Autorizzazione del tribunale di Trento n. 686 del 20 maggio 1990 Direttore: Emilio Mosca Direttore responsabile: Walter Facchinelli Comitato di Redazione: Federico Polla, Alfredo Amadei, Rosanna Polla, Francesca Boselli, Flavia Frigotto, Maria Cristina Moratelli, Testoni Marinei Terezinha, Barbara Maria Mosca Direzione, Redazione, Amministrazione: Municipio, Via Regina Elena Caderzone Terme - Tel Fax e.mail: Grafica: Walter Facchinelli Stampa: Antolini Tipografia - Tione Spedizione in abbonamento postale art. 2 Legge 662/96 Distribuito gratuitamente a tutte le Famiglie dei Caderzoni residenti sia nel Comune sia in altre località in Italia ed all Estero ed a quanti ne facciano richiesta. Finito di stampare il 24 dicembre 2012 Copertina: Conca di Garzonè. Foto: Giacomo Masè, Tione

3 n. 38 sommario dal municipio pag. 2 vita dal cumün 12 opere pubbliche 15 attualità 22 speciale estate scuola 50 vita dalle associazioni 58 la nostra Storia 69 i Lettori scrivono 86 Inverno anomalo a Caderzone /98 (Diego Amadei) 1

4 dal municipio Saluto del Sindaco Emilio Mosca Un caro saluto a tutti i lettori de il Garzonè. Trattandosi di argomento portato agli onori della cronaca dalla spending review (revisione della spesa) nazionale prima e provinciale poi, vorrei approfittare di questo spazio per fare alcune considerazione sul ruolo dei Comuni. A più riprese ho criticato con una certa fermezza il rapporto tra Amministratori locali ed organi di governo provinciali, tanto da esporre le mie perplessità anche in una lettera ai vari presidenti (Giunta e Consiglio provinciale, Consiglio delle autonomie), che però è caduta nella più disarmante indifferenza, a riprova del fatto che chi giornalmente, e correttamente, si lamenta dell ingerenza della politica statale sulla nostra autonomia, tiene però in poco conto le autonomie locali. Ultima pensata in tal senso il percorso di accentramento di funzioni proprie dei Comuni in capo alle Comunità, nate col dichiarato scopo di portare la Provincia più vicina ai cittadini, ma che stanno in realtà allontanando i Comuni dal cittadino, in nome del risparmio e dell efficientazione dei servizi. Non passa giorno senza che chi di competenza appaia sul giornale a difesa del processo, sbandierando dati e numeri che sono frutto dello studio di un eminente centro, ma che nulla hanno a che fare con le logiche concrete di gestione di un Comune, in cui l impiegato non si occupa di una singola mansione, ma varia con flessibilità tra più compiti, riuscendo spesso anche a sostituire il collega malato o in ferie. Ma l errore più grande è voler rinchiudere l operato di un dipendente di un piccolo Comune in un freddo capitolario fatto di poche mansioni e numeri, senza tener conto del rapporto quotidiano dello stesso con l Amministrazione ed il pubblico. Grazie al contatto diretto e costante di ciascun dipendente con i censiti vengono evidenziate criticità e risolti i problemi quotidiani dei richiedenti e del paese, grazie a quello degli Amministratori con i vari uffici è possibile fare della programmazione, conoscendo risorse e bisogni, 2

5 municipio dal problemi e potenzialità di ogni ufficio. Un opera va pensata in funzione delle necessità, la sua realizzazione passa per un confronto puntuale con l ufficio tecnico, quello di programmazione finanziaria e la segreteria, solo per fare un esempio. Le procedure autorizzative comunali sono abbastanza snelle, spesso è a livello provinciale che s intoppano anche semplici pareri, e se è quello il modello di specializzazione che si propone per le Comunità permettetemi di essere un po scettico. Maggior specializzazione non è sinonimo di maggior efficienza e minori costi: vuol anche dire meno versatilità, quindi più tempi morti, e l istituzione di una scala di livelli gerarchici e di responsabilità, cui corrisponderà certamente una diversa retribuzione. La cosa più sconsolante è che il percorso viene presentato come condiviso, tacciando di campanilismo i pochi sindaci riottosi, voce di una platea di amministratori ben più ampia. Peccato che l organo di rappresentanza delle autonomie locali sia abbastanza spostato come composizione verso le Comunità ed i loro presidenti, e che non venga lasciato alcuno spazio di confronto alle idee degli Amministratori locali scontenti, che punterebbero piuttosto ad unioni di Comuni, anche finalizzate alla fusione. Un percorso che, contrariamente a quanto dichiarato sulla stampa, è fortemente osteggiato non solo dalla Giunta provinciale, ma anche dallo stesso Consiglio delle autonomie locali. Per quanto ci riguarda sono dell idea che bisogna iniziare ad unire i servizi comunali di Caderzone Terme, Strembo e Bocenago, anche in vista di una futura fusione tra i tre paesi. Si tratta di un percorso delicato, ma ineluttabile data la contrazione delle risorse e la volontà di continuare ad offrire ai paesani un servizio all altezza. Qualche contatto in tal senso c è già stato, ma la strada da percorrere è ancora lunga, sicuramente sarebbe più agevole se non fosse invisa alla Provincia ed alle Comunità di valle, e se tutti si rendessero conto che salvare i piccoli Comuni non significa salvarne sindaci ed amministratori, demandando ad altri i servizi, ma conservare questi ultimi a portata di utenza e con un buon livello qualitativo. 3

6 dal municipio ANAGRAFE 2011 NATI MORTI Maschi 1 - Femmine 4 Maschi 3 - Femmine 3 Totale 5 Totale 6 MATRIMONI N. 4 IMMIGRATI EMIGRATI Maschi 14 Femmine 10 Maschi 4 Femmine 17 Totale 24 Totale 21 SITUAZIONE AL Maschi 356 Femmine 325 Totale 681 Famiglie 314 CENSITI PER ANNO DI NASCITA AL TOTALE

7 municipio dal

8 dal municipio Cavezzo, una nuova scuola per ricominciare a sognare di Walter Facchinelli Il 25 novembre 2012 oltre 200 persone dalle Giudicarie sono partite alla volta di Cavezzo per inaugurare la scuola media Dante Alighieri. Questa struttura, intensamente voluta da Enti pubblici e privati delle Giudicarie con partner Cariparma Crédit Agricole e Gazzetta di Parma, è stata realizzata in soli 40 giorni con la regia della Comunità delle Giudicarie, per mezzo del Comitato Insieme, una scuola per Cavezzo, al quale ha contribuito anche la Comunità di Caderzone Terme. La cifra di 10 per ciascun abitante, proposta a livello di Comunità, ha pesato solo in parte sul bilancio comunale, avendovi contribuito volontariamente e personalmente anche la giunta comunale nella misura di euro. «Grazie trentini per aver permesso ai nostri sogni di prendere il largo. In questo tempo in cui sperare non è facile e la gioia è come se volasse via, voi ci avete dato una speranza, anche perché nessuno potrebbe credere che in questo posto in agosto c era un campo di mais», con queste parole e con il canto i 230 scolari della Dante Alighieri hanno accolto la folta delegazione giudicariese. Accanto al presidente della Giunta provinciale Lorenzo Dellai, agli esponenti della Giunta della Comunità, c era il vicesindaco di Caderzone Terme Giovanni Mosca, sua figlia Elisa con il gonfalone comunale, una ventina di altri sindaci, alcuni Vigili del Fuoco in rappresentanza dei corpi della Valle, i dirigenti degli Istituti scolastici, il Parco Naturale Adamello Brenta, la polizia municipale, Croce Rossa, Protezione civile, Alpini e giovani rappresentanti delle associazioni sportive delle Giudicarie. Ad intrattenere la cittadinanza c erano la Fanfara Ana di Pieve di Bono, il Gruppo Folk di Caderzone Terme, apprezzato e ammirato sia nell esibizione mattutina che nella sfilata inaugurale, il Coro Croz da la Stria di Spiazzo, la Banda degli studenti dell Istituto di istruzione Guetti di Tione e i polenter da Storo con della fumante polenta carbonera. L inaugurazione si è trasformata così in una bella festa, un grande abbraccio che ha preso avvio con le note squillanti della Fanfara alpina che dal centro di Cavezzo ha 6

9 municipio dal raggiunto la nuova scuola, costruita ai margini dell abitato. Nei discorsi ufficiali è emersa la gioia, la commozione e la gratitudine per quest edificio, diviso su più corpi di fabbrica, che ospita 10 aule, tre laboratori, un aula multimediale, tre uffici, una biblioteca, la sala professori e un aula per ragazzi diversamente abili, guardiola, spazi di disimpegno e servizi igienici, per complessivi 1240 metri quadri. Il costo sostenuto da Comitato, sponsor e dal Comune di Cavezzo è di 1 milione e euro. L edificio, in legno prefabbricato ad alta qualità energetica e antisismica, è di Ille Prefabbricati spa, gli impianti di Masè Termoimpianti e altre aziende non trentine, le rifiniture esterne di Pedretti Graniti. Un caloroso grazie è andato a Luigi Olivieri, vicepresidente del Comitato e responsabile del procedimento, al direttore dei lavori l architetto Maurizio Polla, capo dell Ufficio tecnico della Comunità, e all architetto emiliano Euro Manicardi, che hanno seguito con competenza le fasi costruttive. Il taglio del nastro da parte di Valentina Dal Pont del Gruppo Folk di Caderzone Terme, lo scoprimento di una targa con i principali finanziatori e la consegna di un registro dei benefattori sono i segni tangibili che rimarranno nella scuola a ricordo di questo miracolo della solidarietà, dell impegno, della voglia di esserci, aiutare e sostenere questa Comunità pesantemente colpita dal terremoto del 29 maggio Grazie al finanziamento raccolto da RCS TG LA7, entro settembre 2013 saranno realizzati la palestra, l auditorium e l ampliamento della scuola elementare con 3 aule e 2 laboratori (250 mq), nonché il collegamento delle scuole con il centro storico di Cavezzo, secondo il progetto di Carlo Ratti, l architetto che ha vinto il concorso di idee voluto dall architetto Renzo Piano. In chiusura le parole di Stefano Draghetti, sindaco di Cavezzo: «Grazie trentini, da soli non ce l avremmo fatta. Solo unendo le due comunità abbiamo dato vita a questa cosa straordinaria». 7

10 dal municipio 8

11 Cavezzo 25 novembre

12 dal municipio Cavezzo 25 novembre

13 dal municipio 11

14 vita dal cumün Campagna EfficiENTI Contribuisci anche tu a rendere il tuo comune più efficiente! Chiunque abbia effettuato negli ultimi 5 anni un intervento di efficienza energetica o fosse in procinto di farlo può contribuire senza alcuna spesa ulteriore a rendere più efficiente anche il Comune nel quale lo ha realizzato. In particolare risultano incentivabili: La sostituzione di scaldacqua elettrico con scaldacqua a metano a camera stagna e accensione piezoelettrica. L installazione di caldaia unifamiliare a 4 stelle di efficienza alimentata a gas naturale e di potenza termica nominale non superiore a 35 kw. La sostituzione di scaldacqua a gas, a camera aperta e fiamma pilota con scaldacqua a gas, a camera stagna e accensione piezoelettrica. La sostituzione di vetri semplici con doppi vetri. L isolamento delle pareti e delle coperture per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo. L impiego di impianti fotovoltaici di potenza elettrica inferiore a 20 kw non beneficiari dell incentivo Conto Energia. L installazione di collettori solari per la produzione di acqua calda sanitaria. L installazione di condizionatori ad aria esterna ad alta efficienza con potenza frigorifera inferiore a 12 kwf. Ciascuno di questi interventi può essere tradotto in Certificati Bianchi, Titoli di Efficienza Energetica che hanno un valore economico scambiabile in uno specifico mercato da soggetti abilitati, quali le Esco. La Campagna EfficiEnti, promossa da AzzeroCO2 e Legambiente, permette al Comune di ottenere gratuitamente servizi energetici e nuovi impianti semplicemente mappando gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sul territorio e valorizzandoli attraverso il soggetto abilitato (AzzeroCO2) sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica. 12

15 vita dal cumün Il Comune di Caderzone Terme, da sempre attento alle tematiche ambientali, promuove con decisione le buone pratiche dal punto di vista del risparmio energetico ed è quindi intenzionato ad aderire alla campagna. Grazie ad AzzeroCO2, per ognuno dei suddetti interventi, realizzati negli ultimi anni o da realizzare, riconoscerà a chi aderisse: la partecipazione, attraverso il corrispettivo simbolico della piantumazione di una pianta, ad un nuovo progetto di forestazione presso un Parco italiano in accordo con Federparchi, il numero di piante sarà proporzionale ai TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) risparmiati; un imbuto appositamente creato per la raccolta degli oli esausti. Si tratta di due segni simbolici, che vanno però ad aggiungersi alla possibilità ben più tangibile di permettere al Comune di realizzare ulteriori interventi di efficienza energetica gratuitamente od a costo ridotto. Investimenti necessari per la salvaguardia dell ambiente, ma che hanno anche un interessante risvolto economico, permettendo in taluni casi notevoli riduzioni dei costi di gestione di alcuni esercizi pubblici (riscaldamento dei locali, illuminazione pubblica ), in altri l accesso ad ulteriori incentivi economici utili a ridurre l impatto della spesa pubblica sul cittadino. Per aderire alla campagna e conoscerne gli adempimenti siete invitati a rivolgervi presso l ufficio tecnico comunale, telefonare allo , oppure inviare una mail all indirizzo caderzone.net. A tutti, oltre la soddisfazione di aver contribuito alla salvaguardia dell ambiente per sé e le generazioni future ed al funzionamento della macchina comunale, la mia personale riconoscenza. Il Sindaco Emilio Mosca 13

16 vita dal cumün Luigia Sartori: in pensione dopo 30 anni di lavoro Mosca Giovanni Per Luigia Sartori il 2 ottobre 2012 è stato un giorno particolare: dopo 30 anni di lavoro, svolto come bidella al Centro scolastico di Caderzone Terme, è stata festeggiata perché ha raggiunto la meritata pensione. A far festa con lei c erano tutti, i bambini della scuola che l hanno ringraziata con una canzone creata per l occasione, le insegnanti e il Dirigente scolastico Fabrizio Pizzini. Nel marzo del 1982, Luigia prese servizio con la mansione di bidello nella scuola elementare di Caderzone alle dipendenze del Comune di Caderzone e il 31 dicembre 2006 fu inquadrata nel ruolo del personale della Provincia autonoma di Trento. In questi 30 anni passati tra i banchi e le aule, Luigia ha dimostrato grande impegno e dedizione al proprio lavoro, oltre a curare la pulizia della scuola aveva un attento (e vigile) occhio di riguardo verso i bambini, e in questi anni ne ha visti davvero tanti crescere fra i banchi di scuola. Alla festa è intervenuto il sindaco Emilio Mosca, che ha portato il ringraziamento dell Amministrazione comunale ed ha ringraziato Luigia con un affettuoso pensiero per la sua meritata pensione. Luigia è intervenuta ripercorrendo i trent anni vissuti nella scuola, ha ricordato alcuni aneddoti che hanno coinvolto grandi e piccoli. Ha detto «sotto gli occhi sono passati i miei figli, quelli di alcuni Amministratori e persino tutti i miei nipoti», a testimoniare il lungo percorso lavorativo che ha svolto nella scuola. 14

17 opere pubbliche Ristrutturazione ed indipendenza energetica del Rifugio San Giuliano Dopo anni di pratiche autorizzative, burocratiche e mediazioni, che hanno portato alla definizione anche di qualche compromesso, finalmente quest anno sono iniziati i lavori di ristrutturazione del rifugio San Giuliano, in parallelo con quelli per l indipendenza energetica dello stesso da fonti fossili (realizzazione di turbina per la produzione di energia elettrica e sistema di accumulo energia basato sull impiego di idrogeno gassoso). Si tratta di interventi ormai improcrastinabili, data la fatiscenza della struttura, rovinata e rabberciata in più punti, la sua non adeguatezza alla normativa vigente in materia di strutture ricettive in genere e rifugi alpini nello specifico, nonché la totale dipendenza energetica da combustibili derivati dal petrolio. Il lungo iter burocratico dei due progetti, il cui preliminare risale ancora ad un idea della precedente Amministrazione, oltre alla definizione delle modalità realizzative ha permesso anche di accedere a contributi di settore. In particolare, dopo che la Conferenza provinciale per le strutture alpinistiche ha riconosciuto le peculiari condizioni del rifugio ponendolo in classe 3, nel dicembre 2011 il Servizio turismo ha concesso un contributo di ,20 per la ristrutturazione del rifugio ed uno di ,60 per la realizzazione dell opera di presa e della condotta forzata, in entrambi i casi si tratta dell 80% della spesa ammessa. Già a giugno del 2011 l APE (Agenzia provinciale per l energia) aveva stanziato un contributo di ,00, pari al 100% della spesa ammessa, ad esclusione dell IVA, per l impianto di accumulo ad idrogeno, la microturbina ed il sistema di gestione in grado di raccordare le diverse fonti energetiche e destinarne la produzione in relazione al carico richiesto. 15

18 opere pubbliche La progettazione esecutiva e i relativi lavori sono stati affidati in tempi particolarmente ristretti. La gara è stata infatti predisposta a cavallo di ferragosto 2012, ed ai primi di settembre le ditte erano già all opera in loco: la miglior risposta a chi sostiene l inefficienza degli uffici comunali in campo di appalti e la necessità di accentrare le procedure. Per quanto riguarda il progetto d indipendenza energetica, l impresa Salvadori Felice & C. di Bagolino, sotto la direzione dei lavori del geom. Giorgio Riccadonna, ha già realizzato l opera di presa sull emissario del lago, posato la condotta forzata, costruito il manufatto turbina al termine della stessa. Ha provveduto inoltre alla rimessa in pristino dei luoghi. A breve si procederà all affido degli incarichi relativi alla parte di accumulo ad idrogeno e gestione dell impianto. Per quanto riguarda invece la ristrutturazione del rifugio, della cui direzione lavori si occupa l ing. Giampaolo Mosca dello Studio Tecnico Ingeo, i lavori sono stati affidati al consorzio lavori alpinistici C.A.M. con sede a Mezzolombardo (Tn), attraverso le imprese associate Geo Rock s.r.l. con sede a Spiazzo e Nodari Angelo s.r.l. con sede a Pelugo. Si tratta di un primo stralcio funzionale del progetto complessivo di ristrutturazione, che costituisce anche un importante tassello del progetto di indipendenza energetica del rifugio. Le opere consistono nella realizzazione di un manufatto interrato sotterraneo, idoneamente isolato e impermeabilizzato, che ospiterà la dispensa-deposito del rifugio, alcune attrezzature provenienti dal vicino manufatto seminterrato (liberando, così, preziosi spazi che 16

19 opere pubbliche saranno destinati a ospitare l impianto a idrogeno) e costituirà, inoltre, il basamento sopra il quale sviluppare l ampliamento del rifugio. Entrambe le ditte si sono dimostrate all altezza del compito, realizzando il tutto in tempi rapidi e a regola d arte. Lo stesso può dirsi per i direttori dei lavori, costantemente presenti in loco. L intenzione dell Amministrazione Comunale è concentrare gli interventi di completamento dei lavori nel corso della prossima estate, limitando in tal modo i disagi prodotti dagli stessi alla fauna locale ed all attività del rifugio, ma per farlo servirà apposita deroga del Parco Adamello-Brenta, il cui regolamento non permetterebbe di iniziare i lavori prima della metà di luglio/primi di agosto: si conta di trovare nello stesso, e negli uffici provinciali competenti, la stessa disponibilità manifestata finora. 17

20 opere pubbliche Ristrutturazione della Casina da li Picinieli Giovanni Mosca Assessore comunale all Agricoltura e alle Foreste Da parecchio tempo si parla di questa casina ormai dimenticata dai molti, ma che si trova in un luogo magnifico, e così alcuni anni addietro un gruppo di persone del paese, tra le quali molti giovani, decise di recuperarla all uso collettivo. I lavori iniziarono tre anni fa con la pulizia e il recupero dei vecchi sedimi e con lo sgombero di tutte le travature del tetto, ridotto ormai a delle macerie, da parte di un gruppo di volontari. Al termine di questi lavori si iniziò a sistemare le murature, ma ben presto ci si rese conto che erano assai vetuste ed oltremodo deteriorate e che ben difficilmente si sarebbero potute ripristinare basandosi su forze esclusive del volontariato. L amministrazione comunale, attingendo a specifici finanziamenti provinciali, è riuscita a reperire parte dei fondi necessari per la ristrutturazione della Casina, premiando l impegno dei numerosi volontari che negli ultimi tre anni hanno creduto in questo progetto e si sono impegnati anche nel recupero del pascolo circostante. Nel frattempo il progetto della ristrutturazione procedeva nell iter autorizzativo. Grazie all interessamento del Tecnico co- 18

21 munale Francesco Maffei, aiutato nella stesura degli elaborati progettuali da Matteo Amadei, seguito anche dal Tecnico del Parco Adamello Brenta Federico Polla si è giunti all approvazione finale. Approvati gli elaborati tecnici e reperiti i fondi per la ricostruzione, si doveva trovare una ditta che con maestria potesse ricostruire la Casina, tenendo conto che in quella zona canta il gallo forcello e che non può essere disturbato dai lavori, che devono svolgersi dopo il 15 agosto di ogni anno. All asta per i lavori di ristrutturazione hanno partecipato alcune ditte, il lavoro è stato assegnato alla ditta Bonapace Dario Spacasas di Carisolo che il 25 settembre 2012 ha elitrasportato in loco tutti i materiali per iniziare i lavori. Sotto la direzione dei lavori dell ingegner Tullio Sartori dopo tre settimane i lavori di muratura furono completati. Per la costruzione del tetto furono individuate tre ditte locali e l offerta della Carpenteria in legno di Adriano Mosca è risultata la più vantaggiosa. Giovedì 18 ottobre 2012 il legname per il tetto è stato portato a Malga Campo ed il giorno successivo elitrasportato alle Picinieli. Il sabato seguente, di buon mattino, un gruppo di volontari coordinato da Adriano Mosca ha iniziato il montaggio del tetto senza l ausilio di gru o quant altro e alle 17 tutta la travatura grossa era assemblata. Il 23 ottobre 2012 a dar man forte al carpentiere sono saliti alle Picinieli Lucio e Guido e il sabato successivo il tetto è stato ultimato, completando così i lavori programmati, un risultato che personalmente mi rende particolarmente orgoglioso e che, ritengo, premia l impegno di molti artigiani e volontari. Il ringraziamento speciale dell Amministrazione comunale va a quanti - in questi anni - hanno creduto e si sono impegnati con caparbietà e tenacia per portare a termine il lavoro di ristrutturazione della Casina. Durante i lavori anche il tempo è stato clemente, ma domenica 28 ottobre 2012 sul tetto della casina c erano 10 cm di neve. La prossima primavera se ne completerà l interno, così da renderla utilizzabile ai censiti del Comune di Caderzone Terme. 19

22 L Arigo chi stroliga disegno di Alfredo Amadei

23 L Arigo Cul gran genio dal Arigo anima e cör al sa duparà, auto, progeti, studi e campiun par migliorar la viabilità. In bona cumpagnia dai sö amici i sa n dis di coti e di cröi, ma l Arigo sempru tenace cul so stile l ghi fa vigiar li pröi. Sa l Arigo nu le parsüas nu le se e nu le no, al stroliga n poc po l si grata sal co. Invantar e nbastir robi nöi nu le fazil sal sá, e chissà ca nui diga l Arigo l ghiva propriu ntivà. Amadei Alfredo 21

24 attualità In un libro i 25 anni del Locauto di Arrigo Sartori di Walter Facchinelli Il 28 luglio 2012 il Centro Studi Judicaria ha ospitato la presentazione del libro La Torre della pratica di Arrigo Sartori, dove Giuliano Beltrami con arguzia, ironia e scientificità, ha presentato l inventiva, la genialità, la caparbietà e l ostinazione di Arrigo Sartori, soprannominato l Archimede della Val Rendena. Lui, imprenditore edile di Caderzone Terme, Classe 1934, il 22 marzo 1987 imbottigliato in una colonna d auto in via Sanseverino a Trento decise che avrebbe cercato la soluzione ai problemi del traffico cittadino. Tornato a casa ideò il locauto, ossia il sistema che avrebbe risolto i problemi di parcheggio di tutte le città del mondo. Il 19 maggio 1990 a Caderzone, un gruppo di amici e tecnici, tiene a battesimo il locauto, abbreviativo di loculo automatico per automobili, che si componeva di un ingegnoso sistema di pianali movibili e carrucole per stivare le macchine in un vano interrato. Arrigo Sartori con indicibile caparbietà, ben documentata nel libro, in questi 25 anni non si è mai arreso, il suo pallino di contribuire a risolvere i problemi di parcheggio, di traffico e d inquinamento delle città, lo ha portato a scagliarsi contro i mulini a vento, nel suo caso rappresentati dai palazzi dei personaggi che contano, quelli che secondo lui dovevano accogliere la sua idea per «cambiare volto alle città». Non ha certo lesinato carta o francobolli per far conoscere al mondo intero la sua invenzione. In cambio ha ricevuto molte righe di saluto, di apprezzamento, di scusa, ma 22

25 attualità nessuno che lo abbia ascoltato veramente o che abbia saputo cogliere quell idea rivoluzionaria. Giuliano Beltrami vestendo i panni del narratore, del cronista e del tecnico di costruzioni, ha raccolto nelle 188 pagine del libro le testimonianze e i racconti di Arrigo, e con pazienza certosina ha selezionato lettere e comunicazioni inviate e ricevute dal Sartori. E poi, guidato dalla mano paziente del suo inventore, ci presenta le idee e le tecniche costruttive del locauto, della città della pratica e dell autostrada della pratica. Oggi resta la consapevolezza ben espressa dal libro La Torre della pratica e dalle parole di Arrigo «non è la mia storia, ma il mio contributo per il giorno in cui i cittadini daranno priorità alla vita, anziché al lucro». 23

26 attualità Benvenuto don Federico La Comunità parrocchiale di Caderzone Scritte colorate, sparse sulle strade principali che da Caderzone scendono fino a Pelugo, annunciavano da giorni, anche per chi non ne era a conoscenza, l arrivo di Don Federico. Anche all esterno delle chiese, si poteva notare un caro saluto di benvenuto al giovane prete. Proprio così i parrocchiani dei cinque paesi affidati al nuovo parroco, hanno accolto domenica 21 ottobre 2012 alle ore 15:00, in uno spirito di comunione, l arrivo del sacerdote nella grande chiesa di Spiazzo. Anche dalle pagine di questo notiziario, un grazie particolare a Lei don Federico, per la disponibilità a coltivare la vigna del Signore nelle nostre parrocchie ed a svolgere il suo ministero sacerdotale nei nostri paesi, in un esperienza di condivisione che siamo chiamati a svolgere assieme ad altri fedeli della valle, in una dimensione di unità pastorale. 24

27 attualità In questo cammino, avremo bisogno di aiuto reciproco, anche se con certezza possiamo dire che, insieme, offriamo fin d ora il nostro appoggio e la nostra disponibilità, per essere congiuntamente, caro parroco, una comunità aperta al confronto e al dialogo. Caderzone, come gli altri paesi della nostra valle, fonda la sua fede in epoche molto lontane, dove la gente sapeva affidarsi totalmente con fede e fiducia alla volontà di Dio. Negli anni più recenti, anche la nostra comunità ha conosciuto gli effetti dello sviluppo economico, legati in particolare all ambito turistico e con esso al benessere diffuso e alla propagazione di nuovi modelli di successo, forse distanti da quei principi e da quei valori che per anni erano rimasti capisaldi importanti per la nostra gente. Per questo, assieme a Lei caro don Federico, Le chiediamo di poter riscoprire e far rinascere, facendoci tenere per mano come un papà che conduce i suoi figli a quella fede autentica e vera che dà senso e significato alla nostra vita, per intraprendere con gioia ed entusiasmo il cammino vero che porta a Dio. Così oggi, vogliamo esprimerle con semplicità, ma dal cuore il nostro affetto, certi che potremmo ancora una volta trovare nel sacerdote che Dio ha voluto donarci, un Padre ed un amico, un parroco che sa ascoltare le nostre gioie e che condivide i nostri dolori e le nostre pene. Dal canto nostro Le assicuriamo preghiera, impegno, vicinanza e sostegno, affidandoci al Signore, e alla Vergine Maria, perché conservino e facciano sempre riscoprire in noi la gioia e la speranza, e ci sostengano sempre a compiere un cammino importante, sereno e fruttuoso, nella condivisione fraterna. Così, carissimo Don Federico, dandole un sincero benvenuto, Le giunga da parte di tutta la comunità parrocchiale di Caderzone, un segno di vicinanza ed affetto e un caloroso forte abbraccio. 25

28 attualità Saluto a don Federico di Emilio Mosca sindaco di Caderzone Terme In questa giornata di festa tanto importante per le cinque Comunità di Bocenago, Caderzone Terme, Pelugo, Spiazzo e Strembo, mi è stato lasciato il gradito compito di porgerle il benvenuto da parte delle Amministrazioni comunali e della società civile. Solo un mese fa ci siamo ritrovati in questa casa del Signore per salutare don Paolo e leggevo nello sguardo di molte persone la tristezza nel congedarsi da un amico e la preoccupazione di perdere un punto di riferimento in un periodo storico certamente non dei più sereni, visti i sacrifici imposti dalla società civile e la disarman- 26

Associazione CENTRO GIOVANILE DON GIOVANNI MACCANI

Associazione CENTRO GIOVANILE DON GIOVANNI MACCANI Associazione CENTRO GIOVANILE DON GIOVANNI MACCANI Largo Fermo Stella, 3 23100 - Sondrio Bilancio dell anno 2013 Caro Socio, anche quest anno, come previsto dallo statuto vigente, la nostra Associazione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

!! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" +

!!    # $ ! %& ' (  # ))' * * * +! + !! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" + , $ "!$ " " - )." $ -! $-$ ) / / " )/ 0 1 +, %" " --!/ + 2 /!" "-! - " ".!! $ # 3 # ""!"! % 4 + - " " 5 6 6 7 8& - $ -)" 9! %+! " #! $ % 4 + : ;, < = > 0 " )"

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS Iniziative 2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS via Aldighieri, 40-44121 Ferrara - www.associazionegiulia.com - info@associazionegiulia.com Testata: La Nuova Ferrara Edizione:

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Da marzo a settembre... eventi e sagre per tutti i gusti!

Da marzo a settembre... eventi e sagre per tutti i gusti! Da marzo a settembre... eventi e sagre per tutti i gusti! In primavera Dal 19 al 23 marzo tradizionale appuntamento Sagra della Seppia 3 giorni / 2 notti in camera 4**** a partire da 119,00 a persona 2

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA CON ELMER E GLI ALTRI ANIMALI A.S. 2009/2010

PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA CON ELMER E GLI ALTRI ANIMALI A.S. 2009/2010 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO G.B. PUERARI Via IV Novembre,34-26048 SOSPIRO (CR) - c.f. 93037640195 Tel. 0372 623476 telefax 0372 623372 E-mail: cree025005@istruzione.it

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse Il Vescovo di Crema Alla Comunità parrocchiale di Ripalta Guerina, al parroco don Elio Costi, ai membri del consiglio pastorale, ai catechisti e ai diversi collaboratori Sono state veramente giornate intense

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Intervento del Rettore Prof. Loris Borghi Parma, 16 dicembre 2014

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Un'Esperienza leggendaria

Un'Esperienza leggendaria Un'Esperienza leggendaria In inverno In estate Rifugio Nambino Una struttura ricettiva raffinata e confortevole sulle rive del Lago Nambino, nel cuore del Parco Naturale dell Adamello Brenta. Vi basterà

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

ALLEGATO N.1 BRIEF DI PROGETTO

ALLEGATO N.1 BRIEF DI PROGETTO ALLEGATO N.1 BRIEF DI PROGETTO 1. Le origini della Fiera Ogni anno, la prima domenica di settembre, segna la ripresa dell anno pastorale della Parrocchia di Pieve di Cento. La Festa della Beata Vergine

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 FESTA DI PRIMAVERA Il 29 marzo la Casa di Riposo Gallazzi Vismara ha dato ufficialmente il benvenuto alla primavera, una stagione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Anno 5 - N. 3 Notiziario dell Auser Provinciale di Bergamo Marzo 2009

Anno 5 - N. 3 Notiziario dell Auser Provinciale di Bergamo Marzo 2009 Anno 5 - N. 3 Notiziario dell Auser Provinciale di Bergamo Marzo 2009 Bergamo Notizie ciclostilato in proprio - supplemento al n. 3 del Notiziario città di Bergamo Via Corridoni 42 Bergamo tel: 035363070

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

QUESTIONARIO ALUNNI PRIMARIA (CLASSE II) 67/110 (Pitta 19 Padre Pio 72 Torelli 19) Collodi 24/40

QUESTIONARIO ALUNNI PRIMARIA (CLASSE II) 67/110 (Pitta 19 Padre Pio 72 Torelli 19) Collodi 24/40 QUESTIONARIO ALUNNI PRIMARIA (CLASSE II) 67/110 (Pitta 19 Padre Pio 72 Torelli 19) Collodi 24/40 Vieni volentieri a Scuola? Sì 76 In parte 8 No 5 Sì, perché? Imparo cose Faccio nuove Soddisfo la nuove

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

ALIO. dei BORGHI. www.prolocopiscina.it

ALIO. dei BORGHI. www.prolocopiscina.it P ALIO dei BORGHI PISCINA dal 12 giugno al 3 luglio 2011 PRO LOCO DI PISCINA www.prolocopiscina.it COMUNE DI PISCINA SALUTO DEL SINDACO DI PISCINA Ed eccoci al terzo, attesissimo appuntamento con il Palio

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030

Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030 Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030 COPIA OMAGGIO 1 Noi come Voi è un associazione che accoglie tutti i giorni mol ti giovani con disabilità

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

A mia moglie Patrizia, ai miei figli Marco e Diletta

A mia moglie Patrizia, ai miei figli Marco e Diletta A mia moglie Patrizia, ai miei figli Marco e Diletta Pubblicazione realizzata dalla Banca di Credito C ooperativo di Vignole FRANCO BENESPERI Quarrata identità di un territorio Progetto editoriale Franco

Dettagli

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO 15-22 Giugno 2014 Parrocchia SS. Pietro e Paolo Località CAMPOLUCI - AREZZO (Italy) Cari amici, anche quest anno, con molta gioia vi aspettiamo

Dettagli

Modulo 2. A Caccia di Risorse

Modulo 2. A Caccia di Risorse Modulo 2 A Caccia di Risorse FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di sviluppare negli studenti la capacità di analizzare le situazioni critiche della vita quotidiana al fine di renderli consapevoli

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Claudio Baglioni A modo mio

Claudio Baglioni A modo mio Claudio Baglioni A modo mio Contenuti: revisione passato prossimo, lessico, espressioni italiane. Livello QCER: B1 Tempo: 2 h Claudio Baglioni è un grande cantautore italiano, è nato a Roma il 16 maggio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Commissione Nuovi stili di vita Diocesi di Padova Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Dal mese della Missione al Mese del Creato C È POSTO PER TUTTI L ospitalità

Dettagli

Avviso n. 7 del 1 luglio 2011

Avviso n. 7 del 1 luglio 2011 Avviso n. 7 del 1 luglio 2011 Relazione sulle attività socio-culturali proposte e partecipate dal gruppo consiliare di maggioranza L attenzione e gli interventi messi in atto dall amministrazione nell

Dettagli

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIA SAN BERNARDINO DA SIENA TORINO 1907: anno di fondazione della Parrocchia 20.000: abitanti della Parrocchia 5 frati operanti in Parrocchia 1 diacono permanente diocesano

Dettagli

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco Sagra degli Abbà 2011 Come da tradizione, anche quest anno Frossasco si appresta a celebrare la Sagra degli Abbà le cui radici risiedono nel medioevo. Era una ricorrenza importante: nei giorni della festa

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA.

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. AIRC. DA OLTRE 40 ANNI LA NOSTRA FORZA SONO LE TANTE PERSONE CHE CREDONO IN NOI. Dietro la sigla AIRC ci sono quasi due milioni di soci

Dettagli

La scuola one time e i work shop

La scuola one time e i work shop 2 La scuola media del Collegio Rotondi si riconosce per un percorso culturale proiettato in una dimensione internazionale della form. La ricerca di nuove strade e nuove modalità del fare scuola coinvolge

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Piano Giovani Val Rendena

Piano Giovani Val Rendena Piano Giovani Val Rendena VERBALE DEL TAVOLO DEL PIANO GIOVANI DEL 24 NOVEMBRE 2009 (Approvazione Piano Giovani Val Rendena anno 2010) Il giorno 24 novembre 2009 alle ore 20.30 nella sala riunioni presso

Dettagli

CON IL PATROCINIO CITTÀ DI CARPI GRUPPO BPER

CON IL PATROCINIO CITTÀ DI CARPI GRUPPO BPER CON IL PATROCINIO CITTÀ DI CARPI GRUPPO BPER LA SPERANZA CHE NON DELUDE MA VOI AVETE ANCORA VOGLIA DI FAR FESTA? Questa domanda in quanti ce la potrebbero rivolgere e mai come quest anno non potremmo

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ENGLI. Attività di animazione estiva per bambini dal terzo anno della scuola d infanzia alla prima media PROPOSTA DAI COMUNI:

ENGLI. Attività di animazione estiva per bambini dal terzo anno della scuola d infanzia alla prima media PROPOSTA DAI COMUNI: 2014 Un estate divertimento! di ORT ABORATORI NIMAZIONE ENGLI Attività di animazione estiva per bambini dal terzo anno della scuola d infanzia alla prima media PROPOSTA DAI COMUNI: Carisolo Giustino Massimeno

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda

3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda 3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda Sommario INTRODUZIONE... 3 LA MISSION... 4 I RUOLI... 5 Aziende e istituzioni... 5 Imprenditori e manager...

Dettagli

Saluto del Sindaco. CAVOUR in FIORE 2-3 maggio 2015

Saluto del Sindaco. CAVOUR in FIORE 2-3 maggio 2015 5 Saluto del Sindaco La bellezza dei fiori, l accostamento omogeneo all interno del nostro bellissimo centro storico, i colori e i profumi della primavera fanno di Cavour in Fiore il week-end in cui il

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 Carissimi Educatori, come anticipato prima di Natale con alcune informazioni sulla Festa diocesana della Pace del 16 febbraio 2014, vi proponiamo

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza Scuola dell Infanzia Paritaria Beato G. Nascimbeni Via Fossà 1, 37010 Castelletto di Brenzone (VR) Tel. 045.6598480 Fax 045.6598481 e-mail: infanziacastelletto@pssf.it Progetto accoglienza Premessa I primi

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA: VIA C. ALBERTI VIA DEL GINESTRINO PROGETTO ACCOGLIENZA

SCUOLA DELL INFANZIA: VIA C. ALBERTI VIA DEL GINESTRINO PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA: VIA C. ALBERTI VIA DEL GINESTRINO PROGETTO ACCOGLIENZA 1 Il suddetto progetto consiste in una serie di proposte atte a promuovere un graduale inserimento alla Scuola dell Infanzia

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 17

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 17 Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 17 Stampato in proprio dicembre 2008 Una lettera catechesi del cardinale Tettamanzi per gustare la gioia del Natale e raccontare la straordinaria

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL FOGLIETTO. 7 volte GRAZIE!

IL FOGLIETTO. 7 volte GRAZIE! P A R R O C C H I A S. M A R I A A S S U N T A B A S S A 0 5 7 1 / 5 5 8 8 7 5 W W W. P A R R O C C H I A D I B A S S A. I T IL FOGLIETTO A N N O 3 N 5 M A G G I O / G I U G N O 2 0 1 4 7 volte GRAZIE!

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli