Comune di Caderzone Terme (Tn)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Caderzone Terme (Tn)"

Transcript

1 il Garzonè 38 Comune di Caderzone Terme (Tn)

2 il Garzonè N Dicembre 2012 Periodico semestrale di informazione del Comune di Caderzone Terme (Val Rendena - TN) Delibera del Consiglio Comunale n. 42 del 7 settembre 1990 Autorizzazione del tribunale di Trento n. 686 del 20 maggio 1990 Direttore: Emilio Mosca Direttore responsabile: Walter Facchinelli Comitato di Redazione: Federico Polla, Alfredo Amadei, Rosanna Polla, Francesca Boselli, Flavia Frigotto, Maria Cristina Moratelli, Testoni Marinei Terezinha, Barbara Maria Mosca Direzione, Redazione, Amministrazione: Municipio, Via Regina Elena Caderzone Terme - Tel Fax e.mail: Grafica: Walter Facchinelli Stampa: Antolini Tipografia - Tione Spedizione in abbonamento postale art. 2 Legge 662/96 Distribuito gratuitamente a tutte le Famiglie dei Caderzoni residenti sia nel Comune sia in altre località in Italia ed all Estero ed a quanti ne facciano richiesta. Finito di stampare il 24 dicembre 2012 Copertina: Conca di Garzonè. Foto: Giacomo Masè, Tione

3 n. 38 sommario dal municipio pag. 2 vita dal cumün 12 opere pubbliche 15 attualità 22 speciale estate scuola 50 vita dalle associazioni 58 la nostra Storia 69 i Lettori scrivono 86 Inverno anomalo a Caderzone /98 (Diego Amadei) 1

4 dal municipio Saluto del Sindaco Emilio Mosca Un caro saluto a tutti i lettori de il Garzonè. Trattandosi di argomento portato agli onori della cronaca dalla spending review (revisione della spesa) nazionale prima e provinciale poi, vorrei approfittare di questo spazio per fare alcune considerazione sul ruolo dei Comuni. A più riprese ho criticato con una certa fermezza il rapporto tra Amministratori locali ed organi di governo provinciali, tanto da esporre le mie perplessità anche in una lettera ai vari presidenti (Giunta e Consiglio provinciale, Consiglio delle autonomie), che però è caduta nella più disarmante indifferenza, a riprova del fatto che chi giornalmente, e correttamente, si lamenta dell ingerenza della politica statale sulla nostra autonomia, tiene però in poco conto le autonomie locali. Ultima pensata in tal senso il percorso di accentramento di funzioni proprie dei Comuni in capo alle Comunità, nate col dichiarato scopo di portare la Provincia più vicina ai cittadini, ma che stanno in realtà allontanando i Comuni dal cittadino, in nome del risparmio e dell efficientazione dei servizi. Non passa giorno senza che chi di competenza appaia sul giornale a difesa del processo, sbandierando dati e numeri che sono frutto dello studio di un eminente centro, ma che nulla hanno a che fare con le logiche concrete di gestione di un Comune, in cui l impiegato non si occupa di una singola mansione, ma varia con flessibilità tra più compiti, riuscendo spesso anche a sostituire il collega malato o in ferie. Ma l errore più grande è voler rinchiudere l operato di un dipendente di un piccolo Comune in un freddo capitolario fatto di poche mansioni e numeri, senza tener conto del rapporto quotidiano dello stesso con l Amministrazione ed il pubblico. Grazie al contatto diretto e costante di ciascun dipendente con i censiti vengono evidenziate criticità e risolti i problemi quotidiani dei richiedenti e del paese, grazie a quello degli Amministratori con i vari uffici è possibile fare della programmazione, conoscendo risorse e bisogni, 2

5 municipio dal problemi e potenzialità di ogni ufficio. Un opera va pensata in funzione delle necessità, la sua realizzazione passa per un confronto puntuale con l ufficio tecnico, quello di programmazione finanziaria e la segreteria, solo per fare un esempio. Le procedure autorizzative comunali sono abbastanza snelle, spesso è a livello provinciale che s intoppano anche semplici pareri, e se è quello il modello di specializzazione che si propone per le Comunità permettetemi di essere un po scettico. Maggior specializzazione non è sinonimo di maggior efficienza e minori costi: vuol anche dire meno versatilità, quindi più tempi morti, e l istituzione di una scala di livelli gerarchici e di responsabilità, cui corrisponderà certamente una diversa retribuzione. La cosa più sconsolante è che il percorso viene presentato come condiviso, tacciando di campanilismo i pochi sindaci riottosi, voce di una platea di amministratori ben più ampia. Peccato che l organo di rappresentanza delle autonomie locali sia abbastanza spostato come composizione verso le Comunità ed i loro presidenti, e che non venga lasciato alcuno spazio di confronto alle idee degli Amministratori locali scontenti, che punterebbero piuttosto ad unioni di Comuni, anche finalizzate alla fusione. Un percorso che, contrariamente a quanto dichiarato sulla stampa, è fortemente osteggiato non solo dalla Giunta provinciale, ma anche dallo stesso Consiglio delle autonomie locali. Per quanto ci riguarda sono dell idea che bisogna iniziare ad unire i servizi comunali di Caderzone Terme, Strembo e Bocenago, anche in vista di una futura fusione tra i tre paesi. Si tratta di un percorso delicato, ma ineluttabile data la contrazione delle risorse e la volontà di continuare ad offrire ai paesani un servizio all altezza. Qualche contatto in tal senso c è già stato, ma la strada da percorrere è ancora lunga, sicuramente sarebbe più agevole se non fosse invisa alla Provincia ed alle Comunità di valle, e se tutti si rendessero conto che salvare i piccoli Comuni non significa salvarne sindaci ed amministratori, demandando ad altri i servizi, ma conservare questi ultimi a portata di utenza e con un buon livello qualitativo. 3

6 dal municipio ANAGRAFE 2011 NATI MORTI Maschi 1 - Femmine 4 Maschi 3 - Femmine 3 Totale 5 Totale 6 MATRIMONI N. 4 IMMIGRATI EMIGRATI Maschi 14 Femmine 10 Maschi 4 Femmine 17 Totale 24 Totale 21 SITUAZIONE AL Maschi 356 Femmine 325 Totale 681 Famiglie 314 CENSITI PER ANNO DI NASCITA AL TOTALE

7 municipio dal

8 dal municipio Cavezzo, una nuova scuola per ricominciare a sognare di Walter Facchinelli Il 25 novembre 2012 oltre 200 persone dalle Giudicarie sono partite alla volta di Cavezzo per inaugurare la scuola media Dante Alighieri. Questa struttura, intensamente voluta da Enti pubblici e privati delle Giudicarie con partner Cariparma Crédit Agricole e Gazzetta di Parma, è stata realizzata in soli 40 giorni con la regia della Comunità delle Giudicarie, per mezzo del Comitato Insieme, una scuola per Cavezzo, al quale ha contribuito anche la Comunità di Caderzone Terme. La cifra di 10 per ciascun abitante, proposta a livello di Comunità, ha pesato solo in parte sul bilancio comunale, avendovi contribuito volontariamente e personalmente anche la giunta comunale nella misura di euro. «Grazie trentini per aver permesso ai nostri sogni di prendere il largo. In questo tempo in cui sperare non è facile e la gioia è come se volasse via, voi ci avete dato una speranza, anche perché nessuno potrebbe credere che in questo posto in agosto c era un campo di mais», con queste parole e con il canto i 230 scolari della Dante Alighieri hanno accolto la folta delegazione giudicariese. Accanto al presidente della Giunta provinciale Lorenzo Dellai, agli esponenti della Giunta della Comunità, c era il vicesindaco di Caderzone Terme Giovanni Mosca, sua figlia Elisa con il gonfalone comunale, una ventina di altri sindaci, alcuni Vigili del Fuoco in rappresentanza dei corpi della Valle, i dirigenti degli Istituti scolastici, il Parco Naturale Adamello Brenta, la polizia municipale, Croce Rossa, Protezione civile, Alpini e giovani rappresentanti delle associazioni sportive delle Giudicarie. Ad intrattenere la cittadinanza c erano la Fanfara Ana di Pieve di Bono, il Gruppo Folk di Caderzone Terme, apprezzato e ammirato sia nell esibizione mattutina che nella sfilata inaugurale, il Coro Croz da la Stria di Spiazzo, la Banda degli studenti dell Istituto di istruzione Guetti di Tione e i polenter da Storo con della fumante polenta carbonera. L inaugurazione si è trasformata così in una bella festa, un grande abbraccio che ha preso avvio con le note squillanti della Fanfara alpina che dal centro di Cavezzo ha 6

9 municipio dal raggiunto la nuova scuola, costruita ai margini dell abitato. Nei discorsi ufficiali è emersa la gioia, la commozione e la gratitudine per quest edificio, diviso su più corpi di fabbrica, che ospita 10 aule, tre laboratori, un aula multimediale, tre uffici, una biblioteca, la sala professori e un aula per ragazzi diversamente abili, guardiola, spazi di disimpegno e servizi igienici, per complessivi 1240 metri quadri. Il costo sostenuto da Comitato, sponsor e dal Comune di Cavezzo è di 1 milione e euro. L edificio, in legno prefabbricato ad alta qualità energetica e antisismica, è di Ille Prefabbricati spa, gli impianti di Masè Termoimpianti e altre aziende non trentine, le rifiniture esterne di Pedretti Graniti. Un caloroso grazie è andato a Luigi Olivieri, vicepresidente del Comitato e responsabile del procedimento, al direttore dei lavori l architetto Maurizio Polla, capo dell Ufficio tecnico della Comunità, e all architetto emiliano Euro Manicardi, che hanno seguito con competenza le fasi costruttive. Il taglio del nastro da parte di Valentina Dal Pont del Gruppo Folk di Caderzone Terme, lo scoprimento di una targa con i principali finanziatori e la consegna di un registro dei benefattori sono i segni tangibili che rimarranno nella scuola a ricordo di questo miracolo della solidarietà, dell impegno, della voglia di esserci, aiutare e sostenere questa Comunità pesantemente colpita dal terremoto del 29 maggio Grazie al finanziamento raccolto da RCS TG LA7, entro settembre 2013 saranno realizzati la palestra, l auditorium e l ampliamento della scuola elementare con 3 aule e 2 laboratori (250 mq), nonché il collegamento delle scuole con il centro storico di Cavezzo, secondo il progetto di Carlo Ratti, l architetto che ha vinto il concorso di idee voluto dall architetto Renzo Piano. In chiusura le parole di Stefano Draghetti, sindaco di Cavezzo: «Grazie trentini, da soli non ce l avremmo fatta. Solo unendo le due comunità abbiamo dato vita a questa cosa straordinaria». 7

10 dal municipio 8

11 Cavezzo 25 novembre

12 dal municipio Cavezzo 25 novembre

13 dal municipio 11

14 vita dal cumün Campagna EfficiENTI Contribuisci anche tu a rendere il tuo comune più efficiente! Chiunque abbia effettuato negli ultimi 5 anni un intervento di efficienza energetica o fosse in procinto di farlo può contribuire senza alcuna spesa ulteriore a rendere più efficiente anche il Comune nel quale lo ha realizzato. In particolare risultano incentivabili: La sostituzione di scaldacqua elettrico con scaldacqua a metano a camera stagna e accensione piezoelettrica. L installazione di caldaia unifamiliare a 4 stelle di efficienza alimentata a gas naturale e di potenza termica nominale non superiore a 35 kw. La sostituzione di scaldacqua a gas, a camera aperta e fiamma pilota con scaldacqua a gas, a camera stagna e accensione piezoelettrica. La sostituzione di vetri semplici con doppi vetri. L isolamento delle pareti e delle coperture per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo. L impiego di impianti fotovoltaici di potenza elettrica inferiore a 20 kw non beneficiari dell incentivo Conto Energia. L installazione di collettori solari per la produzione di acqua calda sanitaria. L installazione di condizionatori ad aria esterna ad alta efficienza con potenza frigorifera inferiore a 12 kwf. Ciascuno di questi interventi può essere tradotto in Certificati Bianchi, Titoli di Efficienza Energetica che hanno un valore economico scambiabile in uno specifico mercato da soggetti abilitati, quali le Esco. La Campagna EfficiEnti, promossa da AzzeroCO2 e Legambiente, permette al Comune di ottenere gratuitamente servizi energetici e nuovi impianti semplicemente mappando gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sul territorio e valorizzandoli attraverso il soggetto abilitato (AzzeroCO2) sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica. 12

15 vita dal cumün Il Comune di Caderzone Terme, da sempre attento alle tematiche ambientali, promuove con decisione le buone pratiche dal punto di vista del risparmio energetico ed è quindi intenzionato ad aderire alla campagna. Grazie ad AzzeroCO2, per ognuno dei suddetti interventi, realizzati negli ultimi anni o da realizzare, riconoscerà a chi aderisse: la partecipazione, attraverso il corrispettivo simbolico della piantumazione di una pianta, ad un nuovo progetto di forestazione presso un Parco italiano in accordo con Federparchi, il numero di piante sarà proporzionale ai TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) risparmiati; un imbuto appositamente creato per la raccolta degli oli esausti. Si tratta di due segni simbolici, che vanno però ad aggiungersi alla possibilità ben più tangibile di permettere al Comune di realizzare ulteriori interventi di efficienza energetica gratuitamente od a costo ridotto. Investimenti necessari per la salvaguardia dell ambiente, ma che hanno anche un interessante risvolto economico, permettendo in taluni casi notevoli riduzioni dei costi di gestione di alcuni esercizi pubblici (riscaldamento dei locali, illuminazione pubblica ), in altri l accesso ad ulteriori incentivi economici utili a ridurre l impatto della spesa pubblica sul cittadino. Per aderire alla campagna e conoscerne gli adempimenti siete invitati a rivolgervi presso l ufficio tecnico comunale, telefonare allo , oppure inviare una mail all indirizzo caderzone.net. A tutti, oltre la soddisfazione di aver contribuito alla salvaguardia dell ambiente per sé e le generazioni future ed al funzionamento della macchina comunale, la mia personale riconoscenza. Il Sindaco Emilio Mosca 13

16 vita dal cumün Luigia Sartori: in pensione dopo 30 anni di lavoro Mosca Giovanni Per Luigia Sartori il 2 ottobre 2012 è stato un giorno particolare: dopo 30 anni di lavoro, svolto come bidella al Centro scolastico di Caderzone Terme, è stata festeggiata perché ha raggiunto la meritata pensione. A far festa con lei c erano tutti, i bambini della scuola che l hanno ringraziata con una canzone creata per l occasione, le insegnanti e il Dirigente scolastico Fabrizio Pizzini. Nel marzo del 1982, Luigia prese servizio con la mansione di bidello nella scuola elementare di Caderzone alle dipendenze del Comune di Caderzone e il 31 dicembre 2006 fu inquadrata nel ruolo del personale della Provincia autonoma di Trento. In questi 30 anni passati tra i banchi e le aule, Luigia ha dimostrato grande impegno e dedizione al proprio lavoro, oltre a curare la pulizia della scuola aveva un attento (e vigile) occhio di riguardo verso i bambini, e in questi anni ne ha visti davvero tanti crescere fra i banchi di scuola. Alla festa è intervenuto il sindaco Emilio Mosca, che ha portato il ringraziamento dell Amministrazione comunale ed ha ringraziato Luigia con un affettuoso pensiero per la sua meritata pensione. Luigia è intervenuta ripercorrendo i trent anni vissuti nella scuola, ha ricordato alcuni aneddoti che hanno coinvolto grandi e piccoli. Ha detto «sotto gli occhi sono passati i miei figli, quelli di alcuni Amministratori e persino tutti i miei nipoti», a testimoniare il lungo percorso lavorativo che ha svolto nella scuola. 14

17 opere pubbliche Ristrutturazione ed indipendenza energetica del Rifugio San Giuliano Dopo anni di pratiche autorizzative, burocratiche e mediazioni, che hanno portato alla definizione anche di qualche compromesso, finalmente quest anno sono iniziati i lavori di ristrutturazione del rifugio San Giuliano, in parallelo con quelli per l indipendenza energetica dello stesso da fonti fossili (realizzazione di turbina per la produzione di energia elettrica e sistema di accumulo energia basato sull impiego di idrogeno gassoso). Si tratta di interventi ormai improcrastinabili, data la fatiscenza della struttura, rovinata e rabberciata in più punti, la sua non adeguatezza alla normativa vigente in materia di strutture ricettive in genere e rifugi alpini nello specifico, nonché la totale dipendenza energetica da combustibili derivati dal petrolio. Il lungo iter burocratico dei due progetti, il cui preliminare risale ancora ad un idea della precedente Amministrazione, oltre alla definizione delle modalità realizzative ha permesso anche di accedere a contributi di settore. In particolare, dopo che la Conferenza provinciale per le strutture alpinistiche ha riconosciuto le peculiari condizioni del rifugio ponendolo in classe 3, nel dicembre 2011 il Servizio turismo ha concesso un contributo di ,20 per la ristrutturazione del rifugio ed uno di ,60 per la realizzazione dell opera di presa e della condotta forzata, in entrambi i casi si tratta dell 80% della spesa ammessa. Già a giugno del 2011 l APE (Agenzia provinciale per l energia) aveva stanziato un contributo di ,00, pari al 100% della spesa ammessa, ad esclusione dell IVA, per l impianto di accumulo ad idrogeno, la microturbina ed il sistema di gestione in grado di raccordare le diverse fonti energetiche e destinarne la produzione in relazione al carico richiesto. 15

18 opere pubbliche La progettazione esecutiva e i relativi lavori sono stati affidati in tempi particolarmente ristretti. La gara è stata infatti predisposta a cavallo di ferragosto 2012, ed ai primi di settembre le ditte erano già all opera in loco: la miglior risposta a chi sostiene l inefficienza degli uffici comunali in campo di appalti e la necessità di accentrare le procedure. Per quanto riguarda il progetto d indipendenza energetica, l impresa Salvadori Felice & C. di Bagolino, sotto la direzione dei lavori del geom. Giorgio Riccadonna, ha già realizzato l opera di presa sull emissario del lago, posato la condotta forzata, costruito il manufatto turbina al termine della stessa. Ha provveduto inoltre alla rimessa in pristino dei luoghi. A breve si procederà all affido degli incarichi relativi alla parte di accumulo ad idrogeno e gestione dell impianto. Per quanto riguarda invece la ristrutturazione del rifugio, della cui direzione lavori si occupa l ing. Giampaolo Mosca dello Studio Tecnico Ingeo, i lavori sono stati affidati al consorzio lavori alpinistici C.A.M. con sede a Mezzolombardo (Tn), attraverso le imprese associate Geo Rock s.r.l. con sede a Spiazzo e Nodari Angelo s.r.l. con sede a Pelugo. Si tratta di un primo stralcio funzionale del progetto complessivo di ristrutturazione, che costituisce anche un importante tassello del progetto di indipendenza energetica del rifugio. Le opere consistono nella realizzazione di un manufatto interrato sotterraneo, idoneamente isolato e impermeabilizzato, che ospiterà la dispensa-deposito del rifugio, alcune attrezzature provenienti dal vicino manufatto seminterrato (liberando, così, preziosi spazi che 16

19 opere pubbliche saranno destinati a ospitare l impianto a idrogeno) e costituirà, inoltre, il basamento sopra il quale sviluppare l ampliamento del rifugio. Entrambe le ditte si sono dimostrate all altezza del compito, realizzando il tutto in tempi rapidi e a regola d arte. Lo stesso può dirsi per i direttori dei lavori, costantemente presenti in loco. L intenzione dell Amministrazione Comunale è concentrare gli interventi di completamento dei lavori nel corso della prossima estate, limitando in tal modo i disagi prodotti dagli stessi alla fauna locale ed all attività del rifugio, ma per farlo servirà apposita deroga del Parco Adamello-Brenta, il cui regolamento non permetterebbe di iniziare i lavori prima della metà di luglio/primi di agosto: si conta di trovare nello stesso, e negli uffici provinciali competenti, la stessa disponibilità manifestata finora. 17

20 opere pubbliche Ristrutturazione della Casina da li Picinieli Giovanni Mosca Assessore comunale all Agricoltura e alle Foreste Da parecchio tempo si parla di questa casina ormai dimenticata dai molti, ma che si trova in un luogo magnifico, e così alcuni anni addietro un gruppo di persone del paese, tra le quali molti giovani, decise di recuperarla all uso collettivo. I lavori iniziarono tre anni fa con la pulizia e il recupero dei vecchi sedimi e con lo sgombero di tutte le travature del tetto, ridotto ormai a delle macerie, da parte di un gruppo di volontari. Al termine di questi lavori si iniziò a sistemare le murature, ma ben presto ci si rese conto che erano assai vetuste ed oltremodo deteriorate e che ben difficilmente si sarebbero potute ripristinare basandosi su forze esclusive del volontariato. L amministrazione comunale, attingendo a specifici finanziamenti provinciali, è riuscita a reperire parte dei fondi necessari per la ristrutturazione della Casina, premiando l impegno dei numerosi volontari che negli ultimi tre anni hanno creduto in questo progetto e si sono impegnati anche nel recupero del pascolo circostante. Nel frattempo il progetto della ristrutturazione procedeva nell iter autorizzativo. Grazie all interessamento del Tecnico co- 18

21 munale Francesco Maffei, aiutato nella stesura degli elaborati progettuali da Matteo Amadei, seguito anche dal Tecnico del Parco Adamello Brenta Federico Polla si è giunti all approvazione finale. Approvati gli elaborati tecnici e reperiti i fondi per la ricostruzione, si doveva trovare una ditta che con maestria potesse ricostruire la Casina, tenendo conto che in quella zona canta il gallo forcello e che non può essere disturbato dai lavori, che devono svolgersi dopo il 15 agosto di ogni anno. All asta per i lavori di ristrutturazione hanno partecipato alcune ditte, il lavoro è stato assegnato alla ditta Bonapace Dario Spacasas di Carisolo che il 25 settembre 2012 ha elitrasportato in loco tutti i materiali per iniziare i lavori. Sotto la direzione dei lavori dell ingegner Tullio Sartori dopo tre settimane i lavori di muratura furono completati. Per la costruzione del tetto furono individuate tre ditte locali e l offerta della Carpenteria in legno di Adriano Mosca è risultata la più vantaggiosa. Giovedì 18 ottobre 2012 il legname per il tetto è stato portato a Malga Campo ed il giorno successivo elitrasportato alle Picinieli. Il sabato seguente, di buon mattino, un gruppo di volontari coordinato da Adriano Mosca ha iniziato il montaggio del tetto senza l ausilio di gru o quant altro e alle 17 tutta la travatura grossa era assemblata. Il 23 ottobre 2012 a dar man forte al carpentiere sono saliti alle Picinieli Lucio e Guido e il sabato successivo il tetto è stato ultimato, completando così i lavori programmati, un risultato che personalmente mi rende particolarmente orgoglioso e che, ritengo, premia l impegno di molti artigiani e volontari. Il ringraziamento speciale dell Amministrazione comunale va a quanti - in questi anni - hanno creduto e si sono impegnati con caparbietà e tenacia per portare a termine il lavoro di ristrutturazione della Casina. Durante i lavori anche il tempo è stato clemente, ma domenica 28 ottobre 2012 sul tetto della casina c erano 10 cm di neve. La prossima primavera se ne completerà l interno, così da renderla utilizzabile ai censiti del Comune di Caderzone Terme. 19

22 L Arigo chi stroliga disegno di Alfredo Amadei

23 L Arigo Cul gran genio dal Arigo anima e cör al sa duparà, auto, progeti, studi e campiun par migliorar la viabilità. In bona cumpagnia dai sö amici i sa n dis di coti e di cröi, ma l Arigo sempru tenace cul so stile l ghi fa vigiar li pröi. Sa l Arigo nu le parsüas nu le se e nu le no, al stroliga n poc po l si grata sal co. Invantar e nbastir robi nöi nu le fazil sal sá, e chissà ca nui diga l Arigo l ghiva propriu ntivà. Amadei Alfredo 21

24 attualità In un libro i 25 anni del Locauto di Arrigo Sartori di Walter Facchinelli Il 28 luglio 2012 il Centro Studi Judicaria ha ospitato la presentazione del libro La Torre della pratica di Arrigo Sartori, dove Giuliano Beltrami con arguzia, ironia e scientificità, ha presentato l inventiva, la genialità, la caparbietà e l ostinazione di Arrigo Sartori, soprannominato l Archimede della Val Rendena. Lui, imprenditore edile di Caderzone Terme, Classe 1934, il 22 marzo 1987 imbottigliato in una colonna d auto in via Sanseverino a Trento decise che avrebbe cercato la soluzione ai problemi del traffico cittadino. Tornato a casa ideò il locauto, ossia il sistema che avrebbe risolto i problemi di parcheggio di tutte le città del mondo. Il 19 maggio 1990 a Caderzone, un gruppo di amici e tecnici, tiene a battesimo il locauto, abbreviativo di loculo automatico per automobili, che si componeva di un ingegnoso sistema di pianali movibili e carrucole per stivare le macchine in un vano interrato. Arrigo Sartori con indicibile caparbietà, ben documentata nel libro, in questi 25 anni non si è mai arreso, il suo pallino di contribuire a risolvere i problemi di parcheggio, di traffico e d inquinamento delle città, lo ha portato a scagliarsi contro i mulini a vento, nel suo caso rappresentati dai palazzi dei personaggi che contano, quelli che secondo lui dovevano accogliere la sua idea per «cambiare volto alle città». Non ha certo lesinato carta o francobolli per far conoscere al mondo intero la sua invenzione. In cambio ha ricevuto molte righe di saluto, di apprezzamento, di scusa, ma 22

25 attualità nessuno che lo abbia ascoltato veramente o che abbia saputo cogliere quell idea rivoluzionaria. Giuliano Beltrami vestendo i panni del narratore, del cronista e del tecnico di costruzioni, ha raccolto nelle 188 pagine del libro le testimonianze e i racconti di Arrigo, e con pazienza certosina ha selezionato lettere e comunicazioni inviate e ricevute dal Sartori. E poi, guidato dalla mano paziente del suo inventore, ci presenta le idee e le tecniche costruttive del locauto, della città della pratica e dell autostrada della pratica. Oggi resta la consapevolezza ben espressa dal libro La Torre della pratica e dalle parole di Arrigo «non è la mia storia, ma il mio contributo per il giorno in cui i cittadini daranno priorità alla vita, anziché al lucro». 23

26 attualità Benvenuto don Federico La Comunità parrocchiale di Caderzone Scritte colorate, sparse sulle strade principali che da Caderzone scendono fino a Pelugo, annunciavano da giorni, anche per chi non ne era a conoscenza, l arrivo di Don Federico. Anche all esterno delle chiese, si poteva notare un caro saluto di benvenuto al giovane prete. Proprio così i parrocchiani dei cinque paesi affidati al nuovo parroco, hanno accolto domenica 21 ottobre 2012 alle ore 15:00, in uno spirito di comunione, l arrivo del sacerdote nella grande chiesa di Spiazzo. Anche dalle pagine di questo notiziario, un grazie particolare a Lei don Federico, per la disponibilità a coltivare la vigna del Signore nelle nostre parrocchie ed a svolgere il suo ministero sacerdotale nei nostri paesi, in un esperienza di condivisione che siamo chiamati a svolgere assieme ad altri fedeli della valle, in una dimensione di unità pastorale. 24

27 attualità In questo cammino, avremo bisogno di aiuto reciproco, anche se con certezza possiamo dire che, insieme, offriamo fin d ora il nostro appoggio e la nostra disponibilità, per essere congiuntamente, caro parroco, una comunità aperta al confronto e al dialogo. Caderzone, come gli altri paesi della nostra valle, fonda la sua fede in epoche molto lontane, dove la gente sapeva affidarsi totalmente con fede e fiducia alla volontà di Dio. Negli anni più recenti, anche la nostra comunità ha conosciuto gli effetti dello sviluppo economico, legati in particolare all ambito turistico e con esso al benessere diffuso e alla propagazione di nuovi modelli di successo, forse distanti da quei principi e da quei valori che per anni erano rimasti capisaldi importanti per la nostra gente. Per questo, assieme a Lei caro don Federico, Le chiediamo di poter riscoprire e far rinascere, facendoci tenere per mano come un papà che conduce i suoi figli a quella fede autentica e vera che dà senso e significato alla nostra vita, per intraprendere con gioia ed entusiasmo il cammino vero che porta a Dio. Così oggi, vogliamo esprimerle con semplicità, ma dal cuore il nostro affetto, certi che potremmo ancora una volta trovare nel sacerdote che Dio ha voluto donarci, un Padre ed un amico, un parroco che sa ascoltare le nostre gioie e che condivide i nostri dolori e le nostre pene. Dal canto nostro Le assicuriamo preghiera, impegno, vicinanza e sostegno, affidandoci al Signore, e alla Vergine Maria, perché conservino e facciano sempre riscoprire in noi la gioia e la speranza, e ci sostengano sempre a compiere un cammino importante, sereno e fruttuoso, nella condivisione fraterna. Così, carissimo Don Federico, dandole un sincero benvenuto, Le giunga da parte di tutta la comunità parrocchiale di Caderzone, un segno di vicinanza ed affetto e un caloroso forte abbraccio. 25

28 attualità Saluto a don Federico di Emilio Mosca sindaco di Caderzone Terme In questa giornata di festa tanto importante per le cinque Comunità di Bocenago, Caderzone Terme, Pelugo, Spiazzo e Strembo, mi è stato lasciato il gradito compito di porgerle il benvenuto da parte delle Amministrazioni comunali e della società civile. Solo un mese fa ci siamo ritrovati in questa casa del Signore per salutare don Paolo e leggevo nello sguardo di molte persone la tristezza nel congedarsi da un amico e la preoccupazione di perdere un punto di riferimento in un periodo storico certamente non dei più sereni, visti i sacrifici imposti dalla società civile e la disarman- 26

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli