INAUGURATA LA NUOVA AREA VERDE DI CASSACCO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INAUGURATA LA NUOVA AREA VERDE DI CASSACCO"

Transcript

1 Anno 29 - Numero 2 - Dicembre 2010 Sped. in A.P. - 70% - D.C.I. UD Direttore responsabile: Giorgio Baiutti Aut. del Tribunale di Udine n. 469 del 18/2/80 SEMESTRALE DI INFORMAZIONE A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CASSACCO Più spazio per i giovani e gli eventi culturali all aperto INAUGURATA LA NUOVA AREA VERDE DI CASSACCO Sono ben otto i cantieri aperti sul territorio comunale per la realizzazione di altrettante opere pubbliche che arricchiranno la dotazione patrimoniale del Comune di Cassacco. Di questi, come spiega l assessore Dario Ellero, quattro sono relativi a nuove realizzazioni, come il plesso della Scuola materna, la messa in sicurezza per pedoni ed alunni della Via Julia con la realizzazione di un marciapiede, la nuova area verde e ricreativa di Montegnacco e la casa dai fornasîrs di Martinazzo, come punto di incontro per la Comunità locale. Altri quattro interventi, continua Ellero, sono la costruzione dei nuovi spogliatoi della palestra, la ristrutturazione della sede della Protezione civile e magazzino comunale, i lavori di adeguamento del Polisportivo dedicato al calcio e la ristrutturazione della casa della Comunità di Conoglano, ricavata in un cinquecentesco immobile vincolato dalla Direzione dei beni culturali. Il Sindaco Vannes Assaloni sottolinea che l importo complessivo degli investimenti destinati alle otto nuove opere pubbliche sfiora i quattro milioni di euro, in larga parte assicurati da contributi della Regione (sia in quota capitale, che in conto interessi) assegnati negli ultimi anni, grazie all attenzione e al sostegno del Consigliere regionale Giorgio Baiutti. Abbiamo avuto alcune difficoltà operative, conclude Assaloni, ma negli ultimi dieci mesi siamo riusciti ad avviare tutti questi cantieri, che garantiranno maggiori servizi e un doveroso adeguamento alle più recenti norme di sicurezza di diversi immobili e strutture di proprietà comunale. L Amministrazione Comunale Augura Buon Natale e Felice 2011

2 2 UN ANNO POSITIVO PER LA PROTEZIONE CIVILE Si chiude con oltre 320 giornate di attività nell arco dell anno 2010 per i 20 volontari della Protezione civile. I volontari quest anno non sono stati impegnati in emergenze nazionali ma non è mancato il loro impegno nelle diverse attività che vanno nella partecipazione ai corsi di formazione, alla manutenzione ordinaria dei mezzi ed attrezzature, alle esercitazioni interne e distrettuali. Una foto si riferisce all esercitazione di evacuazione effettuata nella casa di riposo di Tricesimo eseguita assieme alla Croce Rossa. Tra le attività svolte spiccano la presenza dei volontari come supporto alla sicurezza nello svolgimento di tante manifestazioni nel territorio comunale e regionale. Meritevole il supporto alla logistica di oltre 1200 volontari della Protezione civile in occasione del 50 anniversario della pattuglia acrobatica a cui è seguito un evento dedicato alla sola Protezione civile come ringraziamento per il prezioso lavoro svolto (la foto si riferisce a quell evento). Proseguono a buon ritmo i lavori del primo lotto per la ristrutturazione del fabbricato che sarà la sede della Protezione civile di Cassacco e per la quale si prevede il completamento nei primi mesi del nuovo anno e tra l altro posso con soddisfazione annunciare l arrivo di un ulteriore contributo di euro per il completamento dei lavori che è stato assegnato dalla Protezione civile regionale e in particolare all Assessore Riccardi e al consigliere Baiutti. Un sentito ringraziamento mio e di tutta l amministrazione va a tutti i volontari per la loro preziosa collaborazione. Voglio rinnovare e ampliare un invito, che ho già fatto ai giovani che abbiamo incontrato durante la cerimonia di consegna della costituzione, a chiunque volesse entrare a far parte della squadra ogni secondo martedì del mese alle ore 20,30 presso la sede di Protezione civile all Auditorium Comunale di Cassacco in Via Divisione Julia può trovare il Coordinatore comunale. In Protezione Civile il volontario si impegna concretamente ad aiutare la propria gente non solo nei difficili momenti di una calamità naturale o di un evento tragico, ma tutti i giorni è pronto e disponibile a tendere la mano a chi si trovasse in stato di difficoltà. Chi pensa di poter dedicare qualche ora e condividere questa importante esperienza di volontariato con le altre persone del nostro gruppo, non esiti a contattare il sottoscritto o il coordinatore. Il nuovo monumento ai Caduti di Conoglano VENTI BORSE LAVORO ESTIVE PER I GIOVANI IN AMBITO ECOLOGICO Le borse lavoro per i giovani sono ritornate per il quinto anno consecutivo, organizzate dall assessorato ai servizi sociali in collaborazione con l ambito socio-assistenziale di Tarcento. Si tratta, come spiega l Assessore Ornella Baiutti, di un opportunità per i ragazzi nati dal 1990 al 1994 di lavorare all interno del territorio di residenza, vivendo un esperienza di vita partecipata perchè le borse lavoro hanno interessato l area ecologica. È stata un esperienza all aria aperta concretizzatasi prevalentemente in lavori di verniciatura, pittura e manutenzione di strutture pubbliche. Tali lavori sono stati intervallati da attività di manutenzione strade, aree verdi e altri spazi, dando modo ai partecipanti di esprimere manualità, ma anche di conoscere la durezza dei lavori più faticosi. Due turni delle borse lavoro 2010 a luglio e agosto hanno impegnato dieci ragazzi alla volta. I lavori si sono tenuti nelle mattinate e i borsisti erano affiancati dagli operai comunali, da un tutor e dal consigliere comunale delegato all arredo urbano Bruno Ellero che con il suo entusiasmo ha trascinato il gruppo. Vista l ampia adesione al progetto da parte dei giovani negli anni scorsi l Amministrazione anche in questa edizione ha deciso di dare ampia disponibilità di posti anche nel L attività delle borse lavoro ha un importante obiettivo, sviluppare un senso di appartenenza dei ragazzi alla propria comunità, attraverso una maturazione orientata a un processo di cura del proprio territorio.

3 3 L Amministrazione incontra i cittadini di Raspano PRESENTATI TRE DIPINTI DI OTTO D ANGELO Nello scorso giugno la popolazione di Raspano ha accolto numerosa l invito dell Amministrazione ad un incontro presso la sala della Comunità in cui è stato presentato un dipinto raffigurante piazza San Marco negli anni Grazie a fotografie dell epoca ed a preziose testimonianze da parte di alcuni cittadini, il noto artista di Caporiacco Otto D Angelo ha potuto abilmente raffigurare uno scorcio della piazza animata di scene di vita contadina. L opera è stata donata alla frazione dal Comune e poiché attraverso di essa possono essere trasmessi anche alle generazioni future i preziosi ricordi e tradizioni di tempi lontani. In tale occasione la popolazione ha potuto anche vedere la nuova vetrina, realizzata e gentilmente donata da Stefano Gerussi, in cui è stata esposta la bandiera dei combattenti con la cravatta e l asta verticale ricoperta di velluto, risalenti alla fine della grande guerra. La serata è poi proseguita con una serie di interventi da parte degli amministratori presenti, il Sindaco Vannes Assaloni, il sottoscritto e Amato Morocutti dai quali è stata presentata l azione dell Amministrazione in questo primo anno e in particolare è stata affrontata la sentita tematica della raccolta differenziata. Tra gli argomenti trattati e di particolare attenzione per tutti si è parlato dell applicazione dei sistemi preventivi per una circolazione in sicurezza lungo via Libertà; rilevatori di velocità, appropriata segnaletica e controlli da parte della Polizia Municipale che si intendono attuare. COSTITUZIONE IN OMAGGIO AI NEODICIOTTENNI

4 4 Glanegg ha organizzato una gita per i cassaccesi nella miniera di Bad Bleiberg GEMELLI DA UNA TERRA MYSTICA Gli amici di Glanegg, nell ambito del programma di gemellaggio, hanno organizzato una gita alla miniera Terra Mystica che si è svolta sabato 11 settembre. La miniera si trova nella cittadina di Bad Bleiberg in Carinzia. Un gruppo numeroso di nostri paesani ha colto l occasione di visitare questo sito che accoglie molti turisti incuriositi dalla possibilità di percorrere le gallerie e di conoscere il lavoro un tempo svolto dai minatori. Franz Petschenig e sua moglie, in rappresentanza dell Amministrazione comunale di Glanegg, hanno accolto gli ospiti e li hanno accompagnati nella visita. Indossati i caschetti di protezione e una tuta, il gruppo si è avventurato per uno scivolo lungo 68 metri che lo ha condotto nel sottosuolo. Qui una guida esperta ha raccontato la storia dell attività estrattiva di piombo e zinco durata fino al L esplorazione è continuata a piedi e a bordo di un trenino. Durante il percorso si sono potuti vedere attrezzi e documenti relativi alla storia della terra, della miniera, dei minerali in un modo suggestivo quasi mistico da cui il nome del sito Terra Mystica. La passeggiata ha messo appetito e gli amici austriaci hanno offerto un pranzo con piatti tipici come la Wiener Schnitzel (bistecca impanata e fritta) e lo Schweinsbraten (arrosto di maiale). Il cibo unisce tutti, italiani e austriaci. Anche la barriera costituita dalla lingua è stata facilmente superata grazie alla partecipazione nel gruppo, della concittadina Prisca Calligaris, per l occasione nominata interprete ufficiale. Nel pomeriggio attraverso la strada panoramica Villacher Alpenstrasse, il gruppo ha raggiunto la cima del monte Dobratsch. Da questa montagna, alta 2167 metri, è possibile ammirare le valli della Drava e del Gail con i verdi pascoli, le catene montuose, i ghiacciai e i laghi carinziani. Non a caso la zona dell Alpe di Villach e il Dobratsch sono stati posti sotto tutela come Parco naturale. Dopo aver salutato i gentili accompagnatori di Glanegg e aver spedito una cartolina al sindaco di Cassacco assente per impegni, il gruppo ha concluso la gita con una fresca birra in piazza Noacco. Visita di una delegazione congolese in Friuli Venezia Giulia per scambi e partnership CASSACCO CHIAMA BRAZZAVILLE

5 5 ARCHITETTURA: L AUSTRALIA PREMIA NEOLAUREATI FRIULANI Come i bambini vedono gli alpini Informatizzazione dell anagrafe canina AL GUINZAGLIO IN REGOLA NOTTE D AGOSTO TRA BOSCHI E STELLE

6 6 DUE CENTENARIE FESTEGGIATE DALLA COMUNITÀ Ben due centenarie sono state festeggiate a Cassacco: sono le signore Rina Canciani e Ada Geretti, alle quali hanno manifestato l affetto e la vicinanza parenti e amici, ma anche l amministrazione comunale, con il sindaco Vannes Assaloni, l assessore alle politiche sociali Ornella Baiutti e il consigliere regionale Giorgio Baiutti. Nell occasione il sindaco ha donato alle due centenarie un piatto artistico a nome di tutta la comunità. Rina Canciani, originaria di Pagnacco, ha avuto quattro figli, Walter, Silvano, Anna Maria e Silvana e ora è circondata da diversi nipoti e pronipoti, mentre Ada Geretti, rimasta vedova molto giovane, ha avuto la figlia Diana con la quale vive. «È particolarmente bello - ha sottolineato l assessore Ornella Baiutti - che entrambe vivano con le rispettive famiglie e vengono seguite con amore e grande disponibilità dai parenti più stretti». Orari di ricevimento di Sindaco e Assessori

7 7 ATTRAVERSO LO SGUARDO DI CARLO [\ [\

8 8 A Cassacco una mostra per ricordare lo studioso degli spettacoli viaggianti Giancarlo Pretini L UOMO CHE AMAVA IL CIRCO Nell ambito dei festeggiamenti parrocchiali della sagra della Madonna della Cintura è stata allestita una mostra di notevole interesse per ricordare Giancarlo Pretini, storico delle meraviglie, a poco più di un anno dalla sua scomparsa. Nella mostra è stato esposto molto materiale tra cui una selezione di manifesti originali del circo degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta; una selezione di rare fotografie originali raffiguranti rarità, fenomeni da baraccone, giostre, luna park, personaggi; l enciclopedia dello spettacolo Immaginifico scritta da Giancarlo Pretini esposta e visionabile nella sua completezza di 18 volumi; la raccolta della rivista trimestrale Immaginifico scritta da Giancarlo Pretini; burattini con scenografie originali di teatro dipinte dai F.lli Cagnoli; marionette; alcuni costumi da clown; alcune giostrine; quadretti riguardanti rappresentazioni teatrali o spettacoli circensi; francobolli creati e fatti emettere con annullo filatelico da Giancarlo Pretini; alcuni copioni di scenette per burattini dell epoca; alcune medaglie fatte coniare da Giancarlo Pretini. Ma chi era questo poliedrico personaggio che ha dedicato la sua vita allo studio dello spettacolo di strada? Giancarlo Pretini, nacque a Legnago (Vr) nel 1928, ma friulano d elezione e di studi (Istituto Malignani) è stato il massimo esperto di spettacoli popolari viaggianti, circo, fiere, luna park, burattini e marionette nel vastissimo TUTTI GLI APPUNTAMENTI CON LE FESTE A CASSACCO settore della cultura popolare. Affascinato fin da bambino dai baracconi, ha raccolto una quantità incredibile di fotografie di fenomeni da baraccone, appunto: donne con due teste, donne ragno o giraffa, o aquila, per non parlare delle donne cannone o dei giganti («Erano veri fenomeni: anche Primo Carnera ha cominciato, in Francia, a esibirsi nei circhi!»). Ha svolto una ricerca di straordinaria ampiezza, partendo da uno studio sul personaggio storico di Antonio Franconi, che fu uno degli iniziatori del circo moderno, accumulando un materiale documentario che non è esagerato definire sterminato. Ha conosciuto di persona centinaia di quelli che lui chiamava gli uomini del viaggio raccogliendo notizie, documenti, testimonianze, migliaia di vecchie fotografie, locandine, manifesti, nonché una raccolta di marionette che ha salvato dalla dispersione. Tra l altro ha recuperato il materiale dei Piccoli di Vittorio Podrecca, che è tornato sui palcoscenici di oggi con l organizzazione del Teatro Stabile di Trieste. Pretini ha recuperato anche le marionette della compagna Gal-Mi (Guido Galanti e Armando Miani) che gli udinesi in là con gli anni ricordano sulla scena del teatrino parrocchiale di San Quirino, nonché anche Facanapa, il simpatico personaggio del sandanielese Reccardini. Dall Italia alla Francia, dalla Svizzera alla Polonia, ha avuto modo di conoscere miti dello spettacolo come Charlot, incontrato in Svizzera dove abitava negli ultimi tempi, o Stanlio e Ollio, incrociati a Bologna negli anni Cinquanta dove erano in tournée con il loro show, ha sostato in teatri, musei, biblioteche, archivi fotografici, mercatini e bazar, raccogliendo un po di tutto. Alla fine degli anni Ottanta, quello che forse inizialmente era soltanto un interesse personale, derivante da una grande passione, si trasformò opportunamente in un fatto culturale importante tale che con una magia degna dei suoi personaggi, gli fece trasformare l attività lavorativa nella casa editrice Trapezio. Di getto cominciò a scrivere. Diciotto volumi, ciascuno in circa sei mesi, lavorando soprattutto il sabato e la domenica con l aiuto della moglie e dei figli. Questi, via via, gli argomenti (alcuni sviluppati in più temi): il circo, il luna park e le fiere, gli ambulanti, marionette e burattini, i clowns, le feste popolari, gli spettacoli a cavallo, music hall e varietà, il teatro di strada, il teatro dialettale attingendo a una scorta di più di 30mila fotografie d epoca. Inoltre fino al 2002 Pretini ha pubblicato periodicamente una rivista (Immaginifico) sull arte di strada, nomadismi, mestieri ambulanti e circo. La Comunità di Cassacco a poco più di un anno dalla sua scomparsa, gli ha dedicato una mostra a riconoscimento dell instancabile e approfondita ricerca che lascia alle generazioni presenti e future un bagaglio culturale di elevato spessore attraverso 18 straordinari volumi e materiali dell epoca visionabili durante la mostra, che ci consegnano una storia quanto meno inconsueta e certamente da rimeditare con attenzione. Un ringraziamento alla moglie Annamaria Foschiatti, ai figli Giulio e Luigina e ai familiari per aver messo a disposizione del pubblico il materiale esposto.

9 9 LINGUA, GASTRONOMIA E TRADIZIONE: È LA PRO LOCO MONTEGNACCO GRAZIE DALLA CULTURA PICCOLE VERITÀ UNIVERSALI SCRITTE NELLA LINGUA MADRE

10 10 FULMINI, IMPARIAMO A DIFENDERCI Gli americani dicono: Se puoi vedere il fulmine sbrigati, se puoi sentire il tuono fuggi. La luce del fulmine ha una velocità maggiore del tuono che lo accompagna, quindi se si può vedere il fulmine si ha la possibilità di allontanarsi dalla zona, mentre, se il tuono che lo accompagna è molto forte e lo segue con immediatezza, vi trovate nel bel mezzo di un temporale e dovete cercar rifugio. Se fulmine e tuono sono separati da un intervallo di 3 secondi, il temporale si trova a 1000 metri da voi. Molti erroneamente pensano che il fulmine perda la sua enorme potenza una volta che tocca il suolo. In realtà si può essere colpiti sia da ful- minazione diretta che da fulminazione indiretta, a causa della dispersione della carica nel terreno e nell aria circostante il bersaglio. I danni da fulminazione diretta spesso provocano la morte, mentre le folgorazioni indirette risultano più o meno gravi a seconda della distanza dalla scarica. Quali sono dunque alcuni comportamenti corretti da seguire in caso di fulmini, per non diventarne il loro bersaglio? Se vi trovate in montagna cercate di scendere di quota, allontanandovi da cime, creste, tralicci, recinzioni e alberi isolati. Se possibile, non state all aperto. Cercate dei rifugi chiusi come cavità o grotte, ma non state mai a meno di 1 metro dall apertura. Se siete in spazi aperti, accovacciatevi stringendo le gambe al petto, tenendole ben chiuse e toccando il suolo solo con i piedi: non appoggiate mai anche le mani. Se state camminando, evitate i passi lunghi e posate a terra un piede per volta. Non restate mai in gruppo, né tenuti per mano; distanziatevi almeno 10 metri l uno dall altro, in modo che il calore sprigionato dai vostri corpi non crei un canale termico, strada favorevole per il passaggio del fulmine. Allontanatevi dagli animali. È buona norma anche separarsi da oggetti in metallo quali gioielli, orologi, cinture, cellulari, radio/lettori mp3, attrezzature da montagna o, per esempio, dalla canna da pesca se ci si trova al mare o al lago. > Gli ultimi tre giorni di gennaio e il loro legame con la leggenda e la meteorologia QUEI GIORNI DELLA MERLA

11 11 Allontanatevi dalle rive dei fiumi, ruscelli, laghi o mare e uscite dall acqua se state facendo il bagno, perché sareste un ottimo conduttore della carica del fulmine. In spiaggia potreste essere molto esposti, perché è un luogo piano in cui voi potreste essere le parti più elevate. L automobile può essere considerata un buon rifugio perché è una cassa metallica che scarica a terra la corrente, attraverso i pneumatici bagnati. L importante però è non toccarne le parti metalliche, sportelli, finestrini, autoradio. Se invece siete in bicicletta, scendete dalla bici e allontanatevi. In qualsiasi luogo chiuso vi troviate evitate di stare vicino alle finestre. Se vi trovate in casa, staccate dalle prese di corrente le apparecchiature più sensibili come televisore, computer, impianti stereo e simili. Sarebbe bene staccare anche i cavi telefonici e i cavi d antenna. Evitate poi di toccare rubinetti e termosifoni, cioè quegli elementi che hanno prosecuzione in tubature esterne alla casa. Non utilizzate apparecchi elettrici a contatto con il corpo come phon o ferro da stiro. Prima di andare a fare una gita o un escursione è bene essere informati sulle condizioni meteorologiche previste, ma state attenti anche a piccoli fenomeni che potrete osservare se i fulmini sono vicini. L elevata elettricità nell aria potrebbe farvi rizzare i capelli e i peli verso l alto o potrebbe manifestarsi sotto forma di solletico e/o prurito sul cuoio capelluto o sulle parti scoperte dell epidermide. Potreste sentire anche dei leggeri suoni o ronzii negli oggetti di metallo oppure avvistare dei fuochi di Sant Elmo, piccole fiamme bluastre che si sprigionano in corrispondenza di oggetti metallici appuntiti (ad esempio croci nelle cime delle montagne, aste, piloni). Queste sono solo alcune delle piccole attenzioni che possono salvarvi la vita in caso di temporali. Non fatevi prendere dal panico e tenetele bene a mente. Le attività del gruppo di artisti che si è creato a Cassacco seguendo i corsi di pittura EVOLUZIONI D ARTE Presentati i diari realizzati dal pittore udinese durante le sue escursioni nel mondo IN VIAGGIO CON BORTA

12 12 LA CENTURIAZIONE ROMANA Osservando una cartina geografica (ad esempio quella edita dall I.G.M. a scala Ed. 1962, a cui si fa riferimento in questo scritto), è dato a tutti di notare, in particolare a Sud- Est di Tricesimo, un reticolo fatto di strade, canalizzazioni, delimitazioni di proprietà, confinazioni, ecc. che formano dei quadrati, (in effetti in questa località sono maggiormente riconoscibili dei rettangoli e si vedrà il perché in seguito) contigui a mo di scacchiera, fino a coprire tutta l area: si tratta appunto delle tracce, in parte ancora presenti, di quella che è stata la cosiddetta centuriazione romana. Ma se in questa parte del territorio le tracce lasciate dai romani sono molto evidenti, c è una restante parte che abbraccia tutta l area circostante, comprendendo vari Comuni, compreso quello di Cassacco, dove occorre una indagine più approfondita per ricavare il tracciato di questa grande opera di sistemazione del territorio che è stata la centuriazione romana. Molti studiosi in passato si sono interessati all argomento, cito ad esempio lo Stucchi, il Bosio, il Tagliaferri, la Moro (parlo di quelli che ho avuto modo, attraverso i loro studi, di consultare) senza comunque, che andassero oltre alla pura ammissione dell esistenza in questo territorio di un tracciato reticolare fatto appunto di strade, fossati, confinazioni, da far risalire alla centuriazione. Per questo motivo, forte della conoscenza del territorio a Nord di Tricesimo per averlo percorso in lungo in largo da ragazzino, ho voluto cimentarmi con questo argomento per addivenire possibilmente in via definitiva al vero tracciato romano. Qualche indicazione utile mi è venuta dagli studi di Alberto Alpago Novello (1977) che seppur solo in astratto e quindi senza topici riferimenti, ha disegnato la forma della centuriazione nell area a Nord di Udine, nonché da quelli di Tarcisio Venuti riguardanti il Comune di Reana del Rojale. In realtà le difficoltà sono state superiori a quanto immaginassi poiché i segni ancora percepibili sul territorio non sono molti e talvolta anche quei pochi contrastano tra loro, altre volte sovrabbondano tendendo a sviare la ricerca. Forse è proprio questo il motivo, per cui gli studiosi sopra ricordati, non avendo elementi di conoscenza diretta di questa area, hanno preferito non scendere nei particolari per una soluzione definitiva del problema. A garanzia di una maggiore attendibilità dei risultati, ho inteso avere una visione della centuriazione quanto più allargata possibile, estendendo l indagine oltre che al territorio di Tricesimo, a quelli di Reana del Rojale, Cassacco e Tarcento, addivenendo alla fine a coprire tutta l area interessata, come è risultata poi, della centuriazione tricesimana, eccetto il gemonese che vi dovrebbe pure rientrare. In questo scritto tratterò solamente del territorio del Comune di Cassacco. La centuriazione era una pratica che i Romani avevano appreso dagli Etruschi, a loro volta edotti nella stessa dai Greci. Essa non ha riguardato solo il Friuli, ma un po tutti i territori conquistati e colonizzati dai Romani. In Friuli sono ben note le centuriazioni dell agro aquileiese (Prima e Seconda Centuriazione) che arrivano fino a Nord di Udine, quella di Forum Iulium (Cividale), quella di Concordia e quella di Iulium Carnicum (Zuglio) in cui, a mio parere e sulla scorta degli autori che ho citato, dovrebbe rientrare anche quella di Tricesimo. A queste si aggiunge quella di Sandaniele - Fagagna, ma non è detto che si possano scoprire delle altre, anche se per quest ultime c è molta discordanza tra gli studiosi sul Municipium cui assegnarle. L operazione di centuriazione avveniva a cura degli agrimensori che erano esperti gromatici (il termine deriva dallo strumento da loro usato, chiamato groma, che serviva a tracciare linee, dette limites o rigores, intersecantisi ad angolo retto) e consisteva nella misurazione del terreno per dividerlo in tante particelle dalla forma di un quadrato (più raramente di un rettangolo), dette centurie. Quest ultime, a loro volta venivano divise da linee mediane parallele ai lati, dette limites intercisivi, in quattro sotto - particelle dette sortes o acceptae, da assegnare ai destinatari che normalmente erano veterani. Esclusi dalla assegnazione erano i terreni meno produttivi che rimanevano di proprietà collettiva per il pascolo comune (compasqua), oppure per il legnatico (raccolta di legna aperta a tutti), oppure ancora, trattandosi di paludi, per la raccolta delle canne, allora molto usate nella copertura dei tetti. Le operazioni di colonizzazione cominciavano normalmente dalla fondazione della città, adottando un impianto urbanistico simile a quello di un accampamento militare. Al centro si incrociavano perpendicolarmente due strade: il Cardo Maximus (di direzione indicativa Nord-Sud) e il Decumanus Maximus. Parallele a queste due vie e a distanza costante, venivano tracciate le altre, espandendosi all esterno della città, nel contado circostante. Ne risultava che sia la città, come la campagna dei dintorni, erano percorse da un reticolo di strade, fossi di scolo, ecc. che conferivano l aspetto di scacchiera a tutto il paesaggio. Nelle vicinanze dell incrocio dei due assi principali, trattandosi di una città, si collocava il Foro. I limites o rigores, oltre ad assumere la funzione di confini tra proprietà private, venivano a costituire strade di collegamento con i centri viciniori, oppure mediante operazioni di scavo o riporto terra, diventavano rispettivamente fossati di scolo delle acque o terrapieni di arginamento contro esonda-

13 13 IN COMUNE DI CASSACCO zioni dei fiumi, ecc. Ne derivavano degli appezzamenti tutti uguali tra loro, del lato di circa 710,4 m. (2400x2400 piedi romani; pari a 20x20actus. Un piede vale 29,64 centimetri, un actus è formato da 120 piedi) ed una superficie di circa mq.. La scelta dell orientamento (direzione del cardine massimo) che caratterizzava la centuriazione, differenziandola dalle altre, non era casuale, ma regolata dalle condizioni fisiche del terreno: i cardini normalmente si allineavano alla direzione dei fiumi, mentre i decumani, ai primi perpendicolari, seguivano il degradare del terreno verso il mare. Per questo motivo le centuriazioni dei vari agri di cui si è accennato sopra, possiedono orientamenti diversi. Ai veterani, come sopra ricordato, venivano assegnati quarti di centuria, detti sortes (proprio perché sorteggiati) formati da 50 iugeri ciascuno, pari a circa 12,5 ettari. Tito Livio ci dice che in occasione del primo invio di coloni ad Aquileia del 181 a. C. (Prima Centuriazione), ai pedites (i fanti di allora) fu assegnato un quarto di centuria (una delle sortes); ai centuriones (capi centuria, grado equivalente a quello di Maresciallo) due quarti (due sortes) vale a dire metà centuria; agli èquites (cavalieri) tre quarti di centuria (tre sortes), per l esattezza nel nostro caso 140 iugeri, come ci dice Tito Livio. La centuriazione ha cambiato volto al paesaggio agrario, condizionando le tecniche di lavorazione della terra e l organizzazione stessa del lavoro, sopravvivendo per secoli fino a giungere a noi. Il maso medioevale (di cui c è memoria nella nostra toponomastica) corrispondeva esattamente alla superficie di una sortes, mentre il campo friulano risulta essere un sottomultiplo della centuria, corrispondendo a 36 campi a la piçule (mq 3495,744) oppure a 24 campi a la grande (mq 5202): è come dire che le stesse misure usate fino a ieri in Friuli facevano direttamente riferimento alla centuriazione romana. Viceversa oggidì non si parla più di campi, ma vista l ampiezza delle proprietà terriere che fanno capo ai moderni imprenditori agricoli (non più contadini), più correttamente si parla in termini di ettari: questo ci spiega l eccezionalità dei cambiamenti avvenuti con l industrializzazione, che sono stati tali da modificare una situazione preesistente che durava da secoli. Anche i compasqua sono rimasti in vita fino al 1800 diventando i cosiddetti terreni comunali (comunai, pascs; le armentareze erano strade che conducevano a questi prati) che tanta importanza ebbero nel Medioevo dal punto di vista economico e di cui ancora oggi si serba memoria nella toponomastica locale. La centuriazione, come si può facilmente intuire, è stata un opera faraonica di pianificazione del territorio e di urbanizzazione, unica nel suo genere che, come si è visto, non si limitava al tracciamento dei confini tra i poderi e delle relative strade di accesso, ma provvedeva anche alle opere di bonifica del territorio, di disboscamento di una vastità di terreni da recuperare poi all agricoltura, i cui segni sul territorio sono giunti fino a noi, superando indenni, almeno in parte, ben due mila anni di storia. Per renderci conto della grandiosità del progetto dobbiamo pensare che i segni lasciati sul paesaggio hanno mantenuto una persistenza storica (fisica e toponomastica) che può essere paragonata solo a quella risalente agli elementi fisici del territorio, quali sono i monti, fiumi, laghi, paesi, ecc.! La centuriazione cosiddetta di Tricesimo abbraccia il territorio che a Nord di Udine, precisamente dalla linea ideale che unisce Beivars a Colugna si estende fin oltre Tarcento, rimanendo compresa tra il fiume Torre ed il torrente Cormor. Oltre questi due fiumi opera rispettivamente la centuriazione di Forum Iulium e quella cosiddetta di Sandaniele-Fagagna. A Sud, oltre la linea Beivars- Colugna, come già accennato, si estende la centuriazione dell agro aquileiese avvenuta in due tempi (Prima e Seconda Centuriazione). Il suo orientamento è Nord-Sud (per l esattezza c è una deviazione verso Ovest dal Nord rete di circa tre gradi). Poiché questo orientamento è stato sempre attribuito al Municipium di Julium Carnicum, la centuriazione del nostro territorio è stata fatta rientrare in quella di Zuglio: ma non tutti, come vedremo, sono d accordo. Questa centuriazione, risalente verosimilmente verso il 50 a. C. (ai tempi della presenza in Friuli di Giulio Cesare e la fondazione di Forum Iulium e Iulium Carnicum) è stata interessata da una successiva che si è sovrapposta alla prima senza cancellarla, da far risalire, a mio parere, ai tempi dei Longobardi, formata non più da quadrati, ma da rettangoli con lati di 2400x2880 piedi, oppure, se si vuole di 20x24 actus. Di quest ultima centuriazione, che pare possa interessare anche Cassacco, mentre è molto evidente a Sud di Tricesimo, come già ricordato, se ne parlerà, del caso, in un successivo scritto e ciò per non complicare l attuale esposizione. A questo punto rimane una domanda a cui non si è ancora risposto, ed alla quale non possiamo sottrarci. Ci viene subito da chiederci da dove sia partita questa centuriazione, quali siano stati cioè i suoi cardini e decumani massimi dai quali ha avuto origine tutto l impianto di lottizzazione del territorio. Non certo poteva originarsi da Iulium Carnicum, in considerazione delle tante montagne che vi si frappongono e che avrebbero impedito di dare continuità alla stessa. È da ricordare invece che il centro abitato più importante sulla strada di collegamento di Aquileia con il Norico (denominata nel corso del 1800 Iulia Augusta, nome che conserva tuttora), a ridosso delle prime colline moreniche era, quale mansio (località di sosta e cambio dei cavalli) Tricesimo posta a 30 miglia (circa 45 km) da Aquileia. Personalmente ritengo che il cardine massimo possa essere ritenuto quello che transita per questa cittadina, nei pressi del vecchio mercato il quale, considerata la sua forma rettangolare che tuttora mantiene, potrebbe aver avuto le funzioni di un Foro Romano. Più difficile è stabilire il cardine massimo che a mio avviso, potrebbe essere quello che transita a ridosso del Duomo di Tricesimo, ma ci sono altre ipotesi molto interessanti che non è qui il caso di esporre. Cosa mi abbia indotto a scegliere fra le tante possibili scacchiere di centuriazione configurabili sulla carta, quella che andrò ad esporre, è stata la stupefacente constatazione che tutti i nostri paesi vengono a trovarsi, come vedremo, o su decumani o su cardini, pochi di loro sugli assi intercisivi, nessuno al di fuori di essi. Analogo discorso vale per le chiese, le quali - c è da ritenere - almeno in parte, sono sorte su aree cimiteriali che - è risaputo - giacevano sempre lungo i limites (il caso più noto è quello dell area della chiesetta di San Pelagio di Adorgnano). A ciò si è aggiunta la mia conoscenza fisica del territorio compreso tra Tricesimo e Tarcento, che mi ha portato a scegliere il tracciato base ripescando nei cassetti della memoria alcuni sentieri e viottoli non più esistenti, facendomi viceversa escludere altri segni fisici che avrebbero potuto essere fuorvianti. Nell elencazione dei tracciati della centuriazione si procede da Ovest verso Est per i cardini e da Nord verso Sud per i decumani, dando loro, per meglio memorizzarli, un nome con riferimento alle località attraversate. Cardine di Borgo Lucchis (Treppo), Mulin Ferrant Transita per Casali Treppo Piccolo (presenza di ancona lungo la via che per un tratto percorre), per raggiungere il Cormor all altezza dei Casali Molin Ferrant. Cardine dei Casali Ermagora, Borgo Baiutti Dai Casali Ermagora scende per il Borgo Baiutti per identificarsi nell ultimo tratto col corso di Rio Valpor, là dove si immette nella Soima. Cardine di Conoglano, Ara Grande (Tricesimo) Passa davanti alla chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo di Conoglano, scende nella piana della Soima per puntare su Ara Grande (incrocio di via S. Bartolomeo con via Fella). Prosegue quindi verso il Cormor. Cardine di Cassacco, Ara Piccola (Tricesimo) Anche in questo caso transita di lato alla Chiesa di S. Giovanni Battista (Cassacco). Tracce si trovano nella piana della Soima. In Ara Piccola percorre prima la strada cosiddetta della Soima (interessante perché in trincea con sede basolata), quindi via S. Giovanni Battista. Scende verso il Cormor per puntare sul centro abitato di Pagnacco. Cardine di Collalto (Tarcento), Montegnacco Attraversa Collalto di Tarcento (Borgo di Sopra). Attraver-

TREKKING IN VAL MASTALLONE

TREKKING IN VAL MASTALLONE TREKKING IN VAL MASTALLONE ITINERARIO N 1 : Santa Maria (Fobello) Colle d Egua Partenza: Santa Maria di Fobello Arrivo : Colle d Egua Codice catasto : 517 Tempo : 3 ore e 15 minuti Dislivello : 1064 m

Dettagli

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

Villaggi Walser a due passi dal Cielo Martedì 7 Luglio Villaggi Walser a due passi dal Cielo I Walser, popolo di coloni contadini dissodatori, arrivò nel medioevo nell alta Valle di Gressoney, allora disabitata, attraverso il Monte Rosa fondando

Dettagli

1.1 DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI. 1.1 Struttura insediativa territoriale

1.1 DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI. 1.1 Struttura insediativa territoriale DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI 1.1 Struttura insediativa territoriale ANALISI E DATI La struttura insediativa è ciò che costituisce i punti fermi del territorio, che ha più lunga durata nel tempo e che

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI) 5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI) Legenda grado difficoltà Nordic/Turistico facile: percorso senza difficoltà in cui si utilizza la tecnica n.w. lungo

Dettagli

Fazzoletti ricamati dai soldati e molti oggetti originali della Grande Guerra.

Fazzoletti ricamati dai soldati e molti oggetti originali della Grande Guerra. FINO A MERCOLEDÌ 1 LUGLIO Il Merletto e la Guerra MOSTRA Fazzoletti ricamati dai soldati e molti oggetti originali della Grande Guerra. Info tel: 0432 899350-3894983088 mercoledì 15-18 sabato e domenica

Dettagli

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D+ 2.971/D- 2.974)

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D+ 2.971/D- 2.974) LOCANDINA SENTIERISTICA: A.S.V. = Antica Strada della Veddasca; 3V = Via Verde Varesina; S.I. = Sentiero Italia TML = Tra Monti e Lago DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D+

Dettagli

W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE. Struttura del Viaggio fotografico

W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE. Struttura del Viaggio fotografico W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE Questo workshop fotografico ci porterà all interno della zona di esclusione di Chernobyl, un luogo entrato tragicamente nella

Dettagli

La Ciclabile Adriatica

La Ciclabile Adriatica a Porto S.Giorgio un percorso ad ostacoli o un opportunità per il territorio? AP 10/2015 L associazione FIAB Ascoli Piceno ha realizzato questo dossier per sollecitare le istituzioni (Regione Marche, Provincia

Dettagli

Speciale Romagna CAPODANNO

Speciale Romagna CAPODANNO Speciale Romagna CAPODANNO I nostri pacchetti in Romagna sono l ideale per coloro che viaggiano in autonomia e desiderano una breve vacanza per Capodanno a prezzi convenienti. Le escursioni che proponiamo

Dettagli

Capodimonte. Fonte Wikipedia

Capodimonte. Fonte Wikipedia Capodimonte Fonte Wikipedia Il Museo nazionale di Capodimonte è un museo di Napoli, fu progettato dagli architetti Giovanni Antonio Medrano e Antonio Canevari ubicato all'interno della reggia omonima,

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

PROGRAMMA per un WE 21 > 22 giugno 2014

PROGRAMMA per un WE 21 > 22 giugno 2014 PRESENTA PROGRAMMA per un WE 21 > 22 giugno 2014 Gli Esercizi di Psicogeografia sono stati previsti come momenti di sosta in un viaggio che, con il prossimo ampliamento del PMVL a Milano e Monza, ha come

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROPOSTA DIDATTICA 2011/12

PROPOSTA DIDATTICA 2011/12 PROPOSTA DIDATTICA 2011/12 ATTIVITA DIDATTICHE 2011/12 SanGimignano1300 è uno spazio magico all interno del quale convivono armoniosamente Storia, Arte, Cultura e Tradizione. Un Museo particolarmente sensibile

Dettagli

la Seraphica Ciclostorica di Assisi

la Seraphica Ciclostorica di Assisi Il Comitato Organizzatore dell evento Strasubasio 2015 organizza per il 2 Giugno 2015 la Seraphica Ciclostorica di Assisi per Biciclette d Epoca con caratteristiche specificate sul sito www.strasubasio.it

Dettagli

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca Spett. DIRIGENTI SCOLASTICI COLLEGI DOCENTI della SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO di San Daniele del Friuli OGGETTO: proposta di attività di didattica

Dettagli

Passeggiandoinbicicletta.it

Passeggiandoinbicicletta.it Passeggiandoinbicicletta.it Percorso ad anello da Mantova a San Benedetto Po, su pista ciclabile e lungo gli argini del Mincio e del Po. Partendo da Mantova, un ampio giro nella pianura Padana e sugli

Dettagli

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 FEBBRAIO Sabato 15, ore 16 - Ponte coperto (lato città) MARZO Sabato 8, ore 16 - piazza S. Michele (basilica) PAVIA, CAPITALE DI REGNO

Dettagli

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina Descrizione Ubicato a 1542 m sul versante settentrionale della Maiella, alle coordinate geografiche N 42 008 09 E 14 003 39, il rifugio é intitolato a Paolo Barrasso,

Dettagli

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi Ci sono date nella nostra vita che difficilmente ci scorderemo, la mia è quella dell 11 settembre 2011. Tanti presupposti di questa esperienza

Dettagli

Massa. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore

Massa. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore Il percorso ad anello, con partenza dalla Biblioteca Civica, attraversa via Crispi e prosegue su viale Democrazia, sede del Liceo in cui insegnò

Dettagli

Stazioni e binari: un mondo da scoprire

Stazioni e binari: un mondo da scoprire Stazioni e binari: un mondo da scoprire LE CASE E LE SCARPE DEI TRENI Nell Europa di oggi tutti possiamo viaggiare liberamente, e per questo i treni sono importantissimi. Ma dove andrebbero i treni senza

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Il Parco di Villa Carcano

Il Parco di Villa Carcano Il Parco di Villa Carcano Punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Villa Carcano: punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Nel cuore dell Alta Brianza il Parco di Villa Carcano

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. Dal 19 al 21 marzo 2010

Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. Dal 19 al 21 marzo 2010 Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. PROGRAMMA (soggetto a modifiche per gli orari di apertura dei siti da visitare) Direzione culturale:

Dettagli

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo) A cura di A. Scolari Marcellise alto: itinerario lungo (Marcellise, Borgo, Casale, Cao di sopra, Casale di Tavola, San Briccio, Marion, Borgo, Marcellise). Dislivello m 205, tempo h 3.00'. Percorso facile.

Dettagli

ASSOCIAZIONE PER L ARNO O.N.L.U.S.

ASSOCIAZIONE PER L ARNO O.N.L.U.S. CON IL PATROCINIO DIMinistero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale ASSOCIAZIONE PER L ARNO O.N.L.U.S. c/o UISP Via Bocchi, 32-50126

Dettagli

L'ANGOLO D'ITALIA PIENZA: la città ideale. di Paolo Castellani. febbraio 2011 - GEOMONDO - 19

L'ANGOLO D'ITALIA PIENZA: la città ideale. di Paolo Castellani. febbraio 2011 - GEOMONDO - 19 PIENZA: la città ideale di Paolo Castellani febbraio 2011 - GEOMONDO - 19 Su una collina allungata a dominio della Val d Orcia, persa in una sinfonia di colli dolcissimi e di bianchi calanchi, tra file

Dettagli

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado) 42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado) La più classica delle gite in montagna della Grecia davvero imperdibile e non difficile, merita tutta la sua fama:

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CAPITALI D EUROPA IN MOTO 8 MAGGIO 23 SETTEMBRE 2007

CAPITALI D EUROPA IN MOTO 8 MAGGIO 23 SETTEMBRE 2007 50 ANNIVERSARIO DELL UNIONE EUROPEA CAPITALI D EUROPA IN MOTO 8 MAGGIO 23 SETTEMBRE 2007 Diario di Viaggio di Massimo Cenci Prima Tappa: partenza da Marostica Roma La Valletta 7 MAGGIO 2007 MAROSTICA:

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

ITINERARI ENOGASTRONOMICI

ITINERARI ENOGASTRONOMICI PRESENTAZIONE Il piacere di visitare e scoprire nuovi luoghi, scrutare affascinanti paesaggi, assaporare grandi vini, prodotti tipici e pietanze tradizionali tra itinerari del gusto e tradizioni popolari:

Dettagli

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno Il Cornizzolo da Civate Zona Prealpi Lombarde Triangolo Lariano Corni di Canzo Tipo itinerario Ad anello Difficoltà E (per Escursionisti) Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero

Dettagli

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016

LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016 LA VIA FRANCESCANA 2016 tra Marche e Umbria Un appuntamento imperdibile per un trek itinerante di 6 giorni e 5 notti dal 05/09 al 10/09/2016 Presentazione Il Cammino proposto tra le regioni di Marche e

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli I progetti che oggi vi illustrerò (il V ampliamento del cimitero di Voghera e il concorso per l ampliamento del cimitero sull isola di San

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

TREKKING E MOUNTAIN BIKE TREKKING E MOUNTAIN BIKE Il territorio del comune di Donato, per la sua conformazione, è particolarmente adatto alla pratica dello sport della mountain bike. In pochi chilometri si può passare dai boschi

Dettagli

Ferrara e il Grande Fiume, Comacchio e le sue Valli Proposta di viaggio (2 giorni/1 notte)

Ferrara e il Grande Fiume, Comacchio e le sue Valli Proposta di viaggio (2 giorni/1 notte) 2015 Proposte di viaggio ed itinerari BICI&BARCA per gruppi a Ferrara, Comacchio lungo il Grande Fiume e nel Delta del Po Ferrara e il Grande Fiume, Comacchio e le sue Valli Proposta di viaggio (2 giorni/1

Dettagli

CARTOGRAFIA. Analizziamo ora le diverse tipologie di supporto che si trovano sul mercato:

CARTOGRAFIA. Analizziamo ora le diverse tipologie di supporto che si trovano sul mercato: CARTOGRAFIA Con questa piccola guida vorrei illustrare in maniera semplice come si legge una carta topografica e come soprattutto si possa, in mancanza di un GPS tracciare una rotta o comunque decidere

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA Acqua dolce: l acqua del fiume non ha tanti sali, per questo non è salata, è acqua dolce. Aeroporto: è il luogo dove partono e arrivano gli aerei. Affluente: è un fiume piccolo che entra in un fiume grande.

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova NEL QUADRO DEI FESTEGGIAMENTI PER I CENTO ANNI DELLA NOSTRA SSOCIAZIONE SABATO 10 MAGGIO INAUGURAZIONE DEL NUOVO SENTIERO AQ2 AQ2 DATA: 10 maggio 2014 LOCALITA

Dettagli

Un'Esperienza leggendaria

Un'Esperienza leggendaria Un'Esperienza leggendaria In inverno In estate Rifugio Nambino Una struttura ricettiva raffinata e confortevole sulle rive del Lago Nambino, nel cuore del Parco Naturale dell Adamello Brenta. Vi basterà

Dettagli

Porta il cielo nelle tue mani...

Porta il cielo nelle tue mani... Porta il cielo nelle tue mani... Depliant.indd 1 11/09/13 10:36 Associazione ONLUS iscritta negli Albi comunale, provinciale e regionale del volontariato senza fini di lucro Facile da raggiungere: Presso

Dettagli

NATURALMENTE REGGELLO LEGAMBIENTE. Foresta di Sant Antonio. Le Balze. COMUNE DI REGGELLO Assessorato all Ambiente

NATURALMENTE REGGELLO LEGAMBIENTE. Foresta di Sant Antonio. Le Balze. COMUNE DI REGGELLO Assessorato all Ambiente NATURALMENTE REGGELLO 2011 LEGAMBIENTE Foresta di Sant Antonio Le Balze COMUNE DI REGGELLO Assessorato all Ambiente DOMENICA 1 MAGGIO 2011 CAVALCATA DELLE BALZE L Associazione Cavalieri delle Balze organizza

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO PREMESSA E CONTENUTI OBBIETTIVI AZIONI DI PROGETTO Il Comune di Porto Venere collabora da anni con il Comitato Provinciale Unicef della Spezia per promuovere nel territorio attività e manifestazioni finalizzate

Dettagli

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo!

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo! Lo scorso aprile la nostra scuola ha ospitato Maria Luisa Mesiano, un egittologa che ha partecipato agli scavi. Ci ha parlato di questa sua esperienza in Egitto e dei ritrovamenti effettuati. L egittologa

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti Mostra fotografica Arboreto salvatico alberi e boschi naturali delle montagne italiane omaggio a Mario Rigoni Stern RELAZIONE SULL EVENTO Il Presidente e il Consiglio Direttivo della Sezione hanno espresso

Dettagli

NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007

NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007 NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007 E..STATE A CANTALUPA - Bilancio favorevole per la «Tre Denti Bike» del 15 Luglio - Ferragosto cantalupese - 2 Settembre: «Di nuovo in volo per la vita»:festa del Freidour,

Dettagli

DENTRO E FUORI IL MUSEO INGRESSO LIBERO!

DENTRO E FUORI IL MUSEO INGRESSO LIBERO! DENTRO E FUORI IL MUSEO INGRESSO LIBERO! Attività didattica 2012-2013 del Civico Museo Luoghi e Genti dell Auser Presentazione Il Civico Museo Luoghi e Genti dell Auser si avvia a compiere il suo secondo

Dettagli

Casa Cüs. Luogo della Memoria della Gente e della Cultura di Montagna. Il Museo dello sci e della montagna

Casa Cüs. Luogo della Memoria della Gente e della Cultura di Montagna. Il Museo dello sci e della montagna Titolo Descrizione Localizzazione Come è nato «Viviamo in un tempo che si ciba di Presente, rimpiange il Passato e non riesce a immaginare il Futuro». Enrico Camanni Storia Mito - Tradizione - Modernità

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

Giorno 1 Check in Giorno2 Brescia Abbazia di Rodengo Saiano Visita a Cantina

Giorno 1 Check in Giorno2 Brescia Abbazia di Rodengo Saiano Visita a Cantina VINO E NATURA IN FRANCIACORTA 7 GIORNI IN HOTEL La Franciacorta è il punto di partenza ideale per conoscere l arte e la natura di questa parte d Italia. Ci divertiremo a piedi ed in bicicletta sul Lago

Dettagli

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni)

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni) Ecologico Tours Via Sacro Tugurio 30A 06081 Rivotorto di Assisi Tel. 075 4650184 E-mail: info@ecologicotours.it www.ecologicotours.it www.meravigliosaumbria.com P.I. 02417390545 Grande Traversata della

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15)

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15) INDICE Museo Archeologico: informazioni generali.....p. 2 Sezione etrusca... p. 3 Costi attività didattiche...........p. 5 Dove sono i musei e i siti... p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni

Dettagli

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint.

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. ESCURSIONI DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. Alla scoperta dei colli di Barga Questa è l escursione ideale per chi vuole scoprire senza

Dettagli

Mostra astronomica al Planetario Itinerante

Mostra astronomica al Planetario Itinerante Museo Civico di Storia Naturale Società Piacentina di Scienze Naturali Mostra astronomica al Planetario Itinerante Curatore Dott. Ing. Cifalinò Michele Anno 2013-2014 INDICE INDICE... 2 SCOPO DEL PROGETTO...

Dettagli

GLI EVENTI TERRA, STORIA, MEMORIA VALLARSA I SENTIERI RACCONTANO ALL ALBA DEL 24 MAGGIO TERRA, STORIA, MEMORIA

GLI EVENTI TERRA, STORIA, MEMORIA VALLARSA I SENTIERI RACCONTANO ALL ALBA DEL 24 MAGGIO TERRA, STORIA, MEMORIA GLI EVENTI TERRA, STORIA, MEMORIA Manifestazioni di commemorazione Mostra Il Pasubio di carta, scoprimento cippo, inaugurazione targa 23 maggio, dalle ore 10 alle ore 17 Campogrosso e Pian delle Fugazze,

Dettagli

Escursioni didattiche alla scoperta del Parco del Delta del Po

Escursioni didattiche alla scoperta del Parco del Delta del Po Escursioni didattiche alla scoperta del Parco del Delta del Po In motonave Dove il fiume incontra il mare Escursione alla riserva delle bocche del Po Navigazione sul ramo principale del Parco del Delta,

Dettagli

A mia moglie Patrizia, ai miei figli Marco e Diletta

A mia moglie Patrizia, ai miei figli Marco e Diletta A mia moglie Patrizia, ai miei figli Marco e Diletta Pubblicazione realizzata dalla Banca di Credito C ooperativo di Vignole FRANCO BENESPERI Quarrata identità di un territorio Progetto editoriale Franco

Dettagli

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame 2.5 Pontestura PATRIMONI INDIVIDUATI 1: PALAZZO MUNICIPALE, ARCHIVIO STORICO E DEPOSITO MUSEALE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO Il Palazzo, edificato a fine 800, è stato donato al Comune dopo la metà degli anni

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Tiere - Ceramiche e terrecotte bujesi MOSTRA collettiva

Tiere - Ceramiche e terrecotte bujesi MOSTRA collettiva FINO AL 2 AGOSTO Il Merletto e la Guerra MOSTRA Fazzoletti ricamati dai soldati e molti oggetti originali della Grande Guerra. Info: 0432 899350 3894983088 mercoledì 15-18 sabato e domenica 10-13 e 15-18

Dettagli

OGGETTO: Il Teatro va a Scuola - Presentazione spettacoli

OGGETTO: Il Teatro va a Scuola - Presentazione spettacoli Spett.le Dirigente Scolastico Funzione Strumentale OGGETTO: Il Teatro va a Scuola - Presentazione spettacoli Spett.le Dirigente Scolastico, la Compagnia teatrale TEATRO IN TOUR ha il piacere di presentarle

Dettagli

Corso di fotografia 27-29-31 maggio 2014 Scuola di Como Daniela Lietti, Michela Prest, Carlo Pozzoni

Corso di fotografia 27-29-31 maggio 2014 Scuola di Como Daniela Lietti, Michela Prest, Carlo Pozzoni Il corso di fotografia è stato suddiviso in tre incontri distinti: Corso di fotografia 27-29-31 maggio 2014 Scuola di Como Daniela Lietti, Michela Prest, Carlo Pozzoni Il primo è servito a consentirci

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

Sud Africa: Blyde River Canyon La forza della natura in uno scenario insuperabile

Sud Africa: Blyde River Canyon La forza della natura in uno scenario insuperabile Con i suoi 26 Km di lunghezza e gli 800 metri di profondità, nella lontana provincia di Mpumalanga, il Blyde Canyon è considerato per importanza ed estensione il terzo nel mondo.. eppure non è molto noto,

Dettagli

UNA MONTAGNA DI OPPORTUNITA VAL DI FIEMME ESTATE 2015

UNA MONTAGNA DI OPPORTUNITA VAL DI FIEMME ESTATE 2015 UNA MONTAGNA DI OPPORTUNITA VAL DI FIEMME ESTATE 2015 SABATO o DOMENICA arrivo e sistemazione in hotel, domenica sera incontro con personale SportAbili per conoscersi ed illustrare il programma settimanale

Dettagli

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso) CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso) Situazione 44.0982 / 7.5063 In questa zona trovate splendide soluzioni per alloggiare in albergo o per la sosta camper in libero. Base di partenza

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso 1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I Öberst, Obere Obisellalm 10,8 km 5.00 ore 1392 m 810 m 2160 m giu. ott. 26 Obere Obisellalm Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago Öberst Vernuer

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

Progetti SCOPRIAMO I SEGRETI DEL PARCO

Progetti SCOPRIAMO I SEGRETI DEL PARCO Progetti SCOPRIAMO I SEGRETI DEL PARCO Dalle pendici delle Prealpi si allunga un corridoio verde che giunge sino alle porte di Monza seguendo il corso del fiume. Il Parco della Valle del Lambro offre un

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

2 GIORNI UNA NOTTE DELTA DELL ORINOCO E CANAIMA

2 GIORNI UNA NOTTE DELTA DELL ORINOCO E CANAIMA 2 GIORNI UNA NOTTE DELTA DELL ORINOCO E CANAIMA 1 GIORNO DELTA DELL ORINOCO Di primo mattino trasferimento dall hotel all aeroporto di Porlamar e imbarco sul volo privato per Tucupita. Trasferimento al

Dettagli

ATTIVITA A PREZZO AGEVOLATO PER I CLIENTI DELLE STRUTTURE SPORT & OUTDOOR VAL DI FASSA - ESTATE 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE

ATTIVITA A PREZZO AGEVOLATO PER I CLIENTI DELLE STRUTTURE SPORT & OUTDOOR VAL DI FASSA - ESTATE 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE ATTIVITA A PREZZO AGEVOLATO PER I CLIENTI DELLE STRUTTURE SPORT & OUTDOOR VAL DI FASSA - ESTATE 2016 PROGRAMMA SETTIMANALE Lunedì - MTB TEST TOUR adulti Escursione medio/facile in MTB attraverso boschi

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte Museo della montagna Duca degli Abruzzi Torino: il più importante del mondo a colloquio con Aldo Audisio http://www.museomontagna.org/it/home/index.php Il Museo

Dettagli

UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA

UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA Giovedì 5 marzo noi alunni di I B siamo andati, insieme alla classe 1E, in visita al Museo Africano di Verona. Siamo partiti con l autobus di linea e siamo arrivati nel cortile

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO ROMA, 8 GIUGNO 2015 STADIO OLIMPICO 88 anni di Storia, di Campioni, di vere e proprie Leggende che si sono succedute indossando la Maglia dell AS

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli