INAUGURATA LA NUOVA AREA VERDE DI CASSACCO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INAUGURATA LA NUOVA AREA VERDE DI CASSACCO"

Transcript

1 Anno 29 - Numero 2 - Dicembre 2010 Sped. in A.P. - 70% - D.C.I. UD Direttore responsabile: Giorgio Baiutti Aut. del Tribunale di Udine n. 469 del 18/2/80 SEMESTRALE DI INFORMAZIONE A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CASSACCO Più spazio per i giovani e gli eventi culturali all aperto INAUGURATA LA NUOVA AREA VERDE DI CASSACCO Sono ben otto i cantieri aperti sul territorio comunale per la realizzazione di altrettante opere pubbliche che arricchiranno la dotazione patrimoniale del Comune di Cassacco. Di questi, come spiega l assessore Dario Ellero, quattro sono relativi a nuove realizzazioni, come il plesso della Scuola materna, la messa in sicurezza per pedoni ed alunni della Via Julia con la realizzazione di un marciapiede, la nuova area verde e ricreativa di Montegnacco e la casa dai fornasîrs di Martinazzo, come punto di incontro per la Comunità locale. Altri quattro interventi, continua Ellero, sono la costruzione dei nuovi spogliatoi della palestra, la ristrutturazione della sede della Protezione civile e magazzino comunale, i lavori di adeguamento del Polisportivo dedicato al calcio e la ristrutturazione della casa della Comunità di Conoglano, ricavata in un cinquecentesco immobile vincolato dalla Direzione dei beni culturali. Il Sindaco Vannes Assaloni sottolinea che l importo complessivo degli investimenti destinati alle otto nuove opere pubbliche sfiora i quattro milioni di euro, in larga parte assicurati da contributi della Regione (sia in quota capitale, che in conto interessi) assegnati negli ultimi anni, grazie all attenzione e al sostegno del Consigliere regionale Giorgio Baiutti. Abbiamo avuto alcune difficoltà operative, conclude Assaloni, ma negli ultimi dieci mesi siamo riusciti ad avviare tutti questi cantieri, che garantiranno maggiori servizi e un doveroso adeguamento alle più recenti norme di sicurezza di diversi immobili e strutture di proprietà comunale. L Amministrazione Comunale Augura Buon Natale e Felice 2011

2 2 UN ANNO POSITIVO PER LA PROTEZIONE CIVILE Si chiude con oltre 320 giornate di attività nell arco dell anno 2010 per i 20 volontari della Protezione civile. I volontari quest anno non sono stati impegnati in emergenze nazionali ma non è mancato il loro impegno nelle diverse attività che vanno nella partecipazione ai corsi di formazione, alla manutenzione ordinaria dei mezzi ed attrezzature, alle esercitazioni interne e distrettuali. Una foto si riferisce all esercitazione di evacuazione effettuata nella casa di riposo di Tricesimo eseguita assieme alla Croce Rossa. Tra le attività svolte spiccano la presenza dei volontari come supporto alla sicurezza nello svolgimento di tante manifestazioni nel territorio comunale e regionale. Meritevole il supporto alla logistica di oltre 1200 volontari della Protezione civile in occasione del 50 anniversario della pattuglia acrobatica a cui è seguito un evento dedicato alla sola Protezione civile come ringraziamento per il prezioso lavoro svolto (la foto si riferisce a quell evento). Proseguono a buon ritmo i lavori del primo lotto per la ristrutturazione del fabbricato che sarà la sede della Protezione civile di Cassacco e per la quale si prevede il completamento nei primi mesi del nuovo anno e tra l altro posso con soddisfazione annunciare l arrivo di un ulteriore contributo di euro per il completamento dei lavori che è stato assegnato dalla Protezione civile regionale e in particolare all Assessore Riccardi e al consigliere Baiutti. Un sentito ringraziamento mio e di tutta l amministrazione va a tutti i volontari per la loro preziosa collaborazione. Voglio rinnovare e ampliare un invito, che ho già fatto ai giovani che abbiamo incontrato durante la cerimonia di consegna della costituzione, a chiunque volesse entrare a far parte della squadra ogni secondo martedì del mese alle ore 20,30 presso la sede di Protezione civile all Auditorium Comunale di Cassacco in Via Divisione Julia può trovare il Coordinatore comunale. In Protezione Civile il volontario si impegna concretamente ad aiutare la propria gente non solo nei difficili momenti di una calamità naturale o di un evento tragico, ma tutti i giorni è pronto e disponibile a tendere la mano a chi si trovasse in stato di difficoltà. Chi pensa di poter dedicare qualche ora e condividere questa importante esperienza di volontariato con le altre persone del nostro gruppo, non esiti a contattare il sottoscritto o il coordinatore. Il nuovo monumento ai Caduti di Conoglano VENTI BORSE LAVORO ESTIVE PER I GIOVANI IN AMBITO ECOLOGICO Le borse lavoro per i giovani sono ritornate per il quinto anno consecutivo, organizzate dall assessorato ai servizi sociali in collaborazione con l ambito socio-assistenziale di Tarcento. Si tratta, come spiega l Assessore Ornella Baiutti, di un opportunità per i ragazzi nati dal 1990 al 1994 di lavorare all interno del territorio di residenza, vivendo un esperienza di vita partecipata perchè le borse lavoro hanno interessato l area ecologica. È stata un esperienza all aria aperta concretizzatasi prevalentemente in lavori di verniciatura, pittura e manutenzione di strutture pubbliche. Tali lavori sono stati intervallati da attività di manutenzione strade, aree verdi e altri spazi, dando modo ai partecipanti di esprimere manualità, ma anche di conoscere la durezza dei lavori più faticosi. Due turni delle borse lavoro 2010 a luglio e agosto hanno impegnato dieci ragazzi alla volta. I lavori si sono tenuti nelle mattinate e i borsisti erano affiancati dagli operai comunali, da un tutor e dal consigliere comunale delegato all arredo urbano Bruno Ellero che con il suo entusiasmo ha trascinato il gruppo. Vista l ampia adesione al progetto da parte dei giovani negli anni scorsi l Amministrazione anche in questa edizione ha deciso di dare ampia disponibilità di posti anche nel L attività delle borse lavoro ha un importante obiettivo, sviluppare un senso di appartenenza dei ragazzi alla propria comunità, attraverso una maturazione orientata a un processo di cura del proprio territorio.

3 3 L Amministrazione incontra i cittadini di Raspano PRESENTATI TRE DIPINTI DI OTTO D ANGELO Nello scorso giugno la popolazione di Raspano ha accolto numerosa l invito dell Amministrazione ad un incontro presso la sala della Comunità in cui è stato presentato un dipinto raffigurante piazza San Marco negli anni Grazie a fotografie dell epoca ed a preziose testimonianze da parte di alcuni cittadini, il noto artista di Caporiacco Otto D Angelo ha potuto abilmente raffigurare uno scorcio della piazza animata di scene di vita contadina. L opera è stata donata alla frazione dal Comune e poiché attraverso di essa possono essere trasmessi anche alle generazioni future i preziosi ricordi e tradizioni di tempi lontani. In tale occasione la popolazione ha potuto anche vedere la nuova vetrina, realizzata e gentilmente donata da Stefano Gerussi, in cui è stata esposta la bandiera dei combattenti con la cravatta e l asta verticale ricoperta di velluto, risalenti alla fine della grande guerra. La serata è poi proseguita con una serie di interventi da parte degli amministratori presenti, il Sindaco Vannes Assaloni, il sottoscritto e Amato Morocutti dai quali è stata presentata l azione dell Amministrazione in questo primo anno e in particolare è stata affrontata la sentita tematica della raccolta differenziata. Tra gli argomenti trattati e di particolare attenzione per tutti si è parlato dell applicazione dei sistemi preventivi per una circolazione in sicurezza lungo via Libertà; rilevatori di velocità, appropriata segnaletica e controlli da parte della Polizia Municipale che si intendono attuare. COSTITUZIONE IN OMAGGIO AI NEODICIOTTENNI

4 4 Glanegg ha organizzato una gita per i cassaccesi nella miniera di Bad Bleiberg GEMELLI DA UNA TERRA MYSTICA Gli amici di Glanegg, nell ambito del programma di gemellaggio, hanno organizzato una gita alla miniera Terra Mystica che si è svolta sabato 11 settembre. La miniera si trova nella cittadina di Bad Bleiberg in Carinzia. Un gruppo numeroso di nostri paesani ha colto l occasione di visitare questo sito che accoglie molti turisti incuriositi dalla possibilità di percorrere le gallerie e di conoscere il lavoro un tempo svolto dai minatori. Franz Petschenig e sua moglie, in rappresentanza dell Amministrazione comunale di Glanegg, hanno accolto gli ospiti e li hanno accompagnati nella visita. Indossati i caschetti di protezione e una tuta, il gruppo si è avventurato per uno scivolo lungo 68 metri che lo ha condotto nel sottosuolo. Qui una guida esperta ha raccontato la storia dell attività estrattiva di piombo e zinco durata fino al L esplorazione è continuata a piedi e a bordo di un trenino. Durante il percorso si sono potuti vedere attrezzi e documenti relativi alla storia della terra, della miniera, dei minerali in un modo suggestivo quasi mistico da cui il nome del sito Terra Mystica. La passeggiata ha messo appetito e gli amici austriaci hanno offerto un pranzo con piatti tipici come la Wiener Schnitzel (bistecca impanata e fritta) e lo Schweinsbraten (arrosto di maiale). Il cibo unisce tutti, italiani e austriaci. Anche la barriera costituita dalla lingua è stata facilmente superata grazie alla partecipazione nel gruppo, della concittadina Prisca Calligaris, per l occasione nominata interprete ufficiale. Nel pomeriggio attraverso la strada panoramica Villacher Alpenstrasse, il gruppo ha raggiunto la cima del monte Dobratsch. Da questa montagna, alta 2167 metri, è possibile ammirare le valli della Drava e del Gail con i verdi pascoli, le catene montuose, i ghiacciai e i laghi carinziani. Non a caso la zona dell Alpe di Villach e il Dobratsch sono stati posti sotto tutela come Parco naturale. Dopo aver salutato i gentili accompagnatori di Glanegg e aver spedito una cartolina al sindaco di Cassacco assente per impegni, il gruppo ha concluso la gita con una fresca birra in piazza Noacco. Visita di una delegazione congolese in Friuli Venezia Giulia per scambi e partnership CASSACCO CHIAMA BRAZZAVILLE

5 5 ARCHITETTURA: L AUSTRALIA PREMIA NEOLAUREATI FRIULANI Come i bambini vedono gli alpini Informatizzazione dell anagrafe canina AL GUINZAGLIO IN REGOLA NOTTE D AGOSTO TRA BOSCHI E STELLE

6 6 DUE CENTENARIE FESTEGGIATE DALLA COMUNITÀ Ben due centenarie sono state festeggiate a Cassacco: sono le signore Rina Canciani e Ada Geretti, alle quali hanno manifestato l affetto e la vicinanza parenti e amici, ma anche l amministrazione comunale, con il sindaco Vannes Assaloni, l assessore alle politiche sociali Ornella Baiutti e il consigliere regionale Giorgio Baiutti. Nell occasione il sindaco ha donato alle due centenarie un piatto artistico a nome di tutta la comunità. Rina Canciani, originaria di Pagnacco, ha avuto quattro figli, Walter, Silvano, Anna Maria e Silvana e ora è circondata da diversi nipoti e pronipoti, mentre Ada Geretti, rimasta vedova molto giovane, ha avuto la figlia Diana con la quale vive. «È particolarmente bello - ha sottolineato l assessore Ornella Baiutti - che entrambe vivano con le rispettive famiglie e vengono seguite con amore e grande disponibilità dai parenti più stretti». Orari di ricevimento di Sindaco e Assessori

7 7 ATTRAVERSO LO SGUARDO DI CARLO [\ [\

8 8 A Cassacco una mostra per ricordare lo studioso degli spettacoli viaggianti Giancarlo Pretini L UOMO CHE AMAVA IL CIRCO Nell ambito dei festeggiamenti parrocchiali della sagra della Madonna della Cintura è stata allestita una mostra di notevole interesse per ricordare Giancarlo Pretini, storico delle meraviglie, a poco più di un anno dalla sua scomparsa. Nella mostra è stato esposto molto materiale tra cui una selezione di manifesti originali del circo degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta; una selezione di rare fotografie originali raffiguranti rarità, fenomeni da baraccone, giostre, luna park, personaggi; l enciclopedia dello spettacolo Immaginifico scritta da Giancarlo Pretini esposta e visionabile nella sua completezza di 18 volumi; la raccolta della rivista trimestrale Immaginifico scritta da Giancarlo Pretini; burattini con scenografie originali di teatro dipinte dai F.lli Cagnoli; marionette; alcuni costumi da clown; alcune giostrine; quadretti riguardanti rappresentazioni teatrali o spettacoli circensi; francobolli creati e fatti emettere con annullo filatelico da Giancarlo Pretini; alcuni copioni di scenette per burattini dell epoca; alcune medaglie fatte coniare da Giancarlo Pretini. Ma chi era questo poliedrico personaggio che ha dedicato la sua vita allo studio dello spettacolo di strada? Giancarlo Pretini, nacque a Legnago (Vr) nel 1928, ma friulano d elezione e di studi (Istituto Malignani) è stato il massimo esperto di spettacoli popolari viaggianti, circo, fiere, luna park, burattini e marionette nel vastissimo TUTTI GLI APPUNTAMENTI CON LE FESTE A CASSACCO settore della cultura popolare. Affascinato fin da bambino dai baracconi, ha raccolto una quantità incredibile di fotografie di fenomeni da baraccone, appunto: donne con due teste, donne ragno o giraffa, o aquila, per non parlare delle donne cannone o dei giganti («Erano veri fenomeni: anche Primo Carnera ha cominciato, in Francia, a esibirsi nei circhi!»). Ha svolto una ricerca di straordinaria ampiezza, partendo da uno studio sul personaggio storico di Antonio Franconi, che fu uno degli iniziatori del circo moderno, accumulando un materiale documentario che non è esagerato definire sterminato. Ha conosciuto di persona centinaia di quelli che lui chiamava gli uomini del viaggio raccogliendo notizie, documenti, testimonianze, migliaia di vecchie fotografie, locandine, manifesti, nonché una raccolta di marionette che ha salvato dalla dispersione. Tra l altro ha recuperato il materiale dei Piccoli di Vittorio Podrecca, che è tornato sui palcoscenici di oggi con l organizzazione del Teatro Stabile di Trieste. Pretini ha recuperato anche le marionette della compagna Gal-Mi (Guido Galanti e Armando Miani) che gli udinesi in là con gli anni ricordano sulla scena del teatrino parrocchiale di San Quirino, nonché anche Facanapa, il simpatico personaggio del sandanielese Reccardini. Dall Italia alla Francia, dalla Svizzera alla Polonia, ha avuto modo di conoscere miti dello spettacolo come Charlot, incontrato in Svizzera dove abitava negli ultimi tempi, o Stanlio e Ollio, incrociati a Bologna negli anni Cinquanta dove erano in tournée con il loro show, ha sostato in teatri, musei, biblioteche, archivi fotografici, mercatini e bazar, raccogliendo un po di tutto. Alla fine degli anni Ottanta, quello che forse inizialmente era soltanto un interesse personale, derivante da una grande passione, si trasformò opportunamente in un fatto culturale importante tale che con una magia degna dei suoi personaggi, gli fece trasformare l attività lavorativa nella casa editrice Trapezio. Di getto cominciò a scrivere. Diciotto volumi, ciascuno in circa sei mesi, lavorando soprattutto il sabato e la domenica con l aiuto della moglie e dei figli. Questi, via via, gli argomenti (alcuni sviluppati in più temi): il circo, il luna park e le fiere, gli ambulanti, marionette e burattini, i clowns, le feste popolari, gli spettacoli a cavallo, music hall e varietà, il teatro di strada, il teatro dialettale attingendo a una scorta di più di 30mila fotografie d epoca. Inoltre fino al 2002 Pretini ha pubblicato periodicamente una rivista (Immaginifico) sull arte di strada, nomadismi, mestieri ambulanti e circo. La Comunità di Cassacco a poco più di un anno dalla sua scomparsa, gli ha dedicato una mostra a riconoscimento dell instancabile e approfondita ricerca che lascia alle generazioni presenti e future un bagaglio culturale di elevato spessore attraverso 18 straordinari volumi e materiali dell epoca visionabili durante la mostra, che ci consegnano una storia quanto meno inconsueta e certamente da rimeditare con attenzione. Un ringraziamento alla moglie Annamaria Foschiatti, ai figli Giulio e Luigina e ai familiari per aver messo a disposizione del pubblico il materiale esposto.

9 9 LINGUA, GASTRONOMIA E TRADIZIONE: È LA PRO LOCO MONTEGNACCO GRAZIE DALLA CULTURA PICCOLE VERITÀ UNIVERSALI SCRITTE NELLA LINGUA MADRE

10 10 FULMINI, IMPARIAMO A DIFENDERCI Gli americani dicono: Se puoi vedere il fulmine sbrigati, se puoi sentire il tuono fuggi. La luce del fulmine ha una velocità maggiore del tuono che lo accompagna, quindi se si può vedere il fulmine si ha la possibilità di allontanarsi dalla zona, mentre, se il tuono che lo accompagna è molto forte e lo segue con immediatezza, vi trovate nel bel mezzo di un temporale e dovete cercar rifugio. Se fulmine e tuono sono separati da un intervallo di 3 secondi, il temporale si trova a 1000 metri da voi. Molti erroneamente pensano che il fulmine perda la sua enorme potenza una volta che tocca il suolo. In realtà si può essere colpiti sia da ful- minazione diretta che da fulminazione indiretta, a causa della dispersione della carica nel terreno e nell aria circostante il bersaglio. I danni da fulminazione diretta spesso provocano la morte, mentre le folgorazioni indirette risultano più o meno gravi a seconda della distanza dalla scarica. Quali sono dunque alcuni comportamenti corretti da seguire in caso di fulmini, per non diventarne il loro bersaglio? Se vi trovate in montagna cercate di scendere di quota, allontanandovi da cime, creste, tralicci, recinzioni e alberi isolati. Se possibile, non state all aperto. Cercate dei rifugi chiusi come cavità o grotte, ma non state mai a meno di 1 metro dall apertura. Se siete in spazi aperti, accovacciatevi stringendo le gambe al petto, tenendole ben chiuse e toccando il suolo solo con i piedi: non appoggiate mai anche le mani. Se state camminando, evitate i passi lunghi e posate a terra un piede per volta. Non restate mai in gruppo, né tenuti per mano; distanziatevi almeno 10 metri l uno dall altro, in modo che il calore sprigionato dai vostri corpi non crei un canale termico, strada favorevole per il passaggio del fulmine. Allontanatevi dagli animali. È buona norma anche separarsi da oggetti in metallo quali gioielli, orologi, cinture, cellulari, radio/lettori mp3, attrezzature da montagna o, per esempio, dalla canna da pesca se ci si trova al mare o al lago. > Gli ultimi tre giorni di gennaio e il loro legame con la leggenda e la meteorologia QUEI GIORNI DELLA MERLA

11 11 Allontanatevi dalle rive dei fiumi, ruscelli, laghi o mare e uscite dall acqua se state facendo il bagno, perché sareste un ottimo conduttore della carica del fulmine. In spiaggia potreste essere molto esposti, perché è un luogo piano in cui voi potreste essere le parti più elevate. L automobile può essere considerata un buon rifugio perché è una cassa metallica che scarica a terra la corrente, attraverso i pneumatici bagnati. L importante però è non toccarne le parti metalliche, sportelli, finestrini, autoradio. Se invece siete in bicicletta, scendete dalla bici e allontanatevi. In qualsiasi luogo chiuso vi troviate evitate di stare vicino alle finestre. Se vi trovate in casa, staccate dalle prese di corrente le apparecchiature più sensibili come televisore, computer, impianti stereo e simili. Sarebbe bene staccare anche i cavi telefonici e i cavi d antenna. Evitate poi di toccare rubinetti e termosifoni, cioè quegli elementi che hanno prosecuzione in tubature esterne alla casa. Non utilizzate apparecchi elettrici a contatto con il corpo come phon o ferro da stiro. Prima di andare a fare una gita o un escursione è bene essere informati sulle condizioni meteorologiche previste, ma state attenti anche a piccoli fenomeni che potrete osservare se i fulmini sono vicini. L elevata elettricità nell aria potrebbe farvi rizzare i capelli e i peli verso l alto o potrebbe manifestarsi sotto forma di solletico e/o prurito sul cuoio capelluto o sulle parti scoperte dell epidermide. Potreste sentire anche dei leggeri suoni o ronzii negli oggetti di metallo oppure avvistare dei fuochi di Sant Elmo, piccole fiamme bluastre che si sprigionano in corrispondenza di oggetti metallici appuntiti (ad esempio croci nelle cime delle montagne, aste, piloni). Queste sono solo alcune delle piccole attenzioni che possono salvarvi la vita in caso di temporali. Non fatevi prendere dal panico e tenetele bene a mente. Le attività del gruppo di artisti che si è creato a Cassacco seguendo i corsi di pittura EVOLUZIONI D ARTE Presentati i diari realizzati dal pittore udinese durante le sue escursioni nel mondo IN VIAGGIO CON BORTA

12 12 LA CENTURIAZIONE ROMANA Osservando una cartina geografica (ad esempio quella edita dall I.G.M. a scala Ed. 1962, a cui si fa riferimento in questo scritto), è dato a tutti di notare, in particolare a Sud- Est di Tricesimo, un reticolo fatto di strade, canalizzazioni, delimitazioni di proprietà, confinazioni, ecc. che formano dei quadrati, (in effetti in questa località sono maggiormente riconoscibili dei rettangoli e si vedrà il perché in seguito) contigui a mo di scacchiera, fino a coprire tutta l area: si tratta appunto delle tracce, in parte ancora presenti, di quella che è stata la cosiddetta centuriazione romana. Ma se in questa parte del territorio le tracce lasciate dai romani sono molto evidenti, c è una restante parte che abbraccia tutta l area circostante, comprendendo vari Comuni, compreso quello di Cassacco, dove occorre una indagine più approfondita per ricavare il tracciato di questa grande opera di sistemazione del territorio che è stata la centuriazione romana. Molti studiosi in passato si sono interessati all argomento, cito ad esempio lo Stucchi, il Bosio, il Tagliaferri, la Moro (parlo di quelli che ho avuto modo, attraverso i loro studi, di consultare) senza comunque, che andassero oltre alla pura ammissione dell esistenza in questo territorio di un tracciato reticolare fatto appunto di strade, fossati, confinazioni, da far risalire alla centuriazione. Per questo motivo, forte della conoscenza del territorio a Nord di Tricesimo per averlo percorso in lungo in largo da ragazzino, ho voluto cimentarmi con questo argomento per addivenire possibilmente in via definitiva al vero tracciato romano. Qualche indicazione utile mi è venuta dagli studi di Alberto Alpago Novello (1977) che seppur solo in astratto e quindi senza topici riferimenti, ha disegnato la forma della centuriazione nell area a Nord di Udine, nonché da quelli di Tarcisio Venuti riguardanti il Comune di Reana del Rojale. In realtà le difficoltà sono state superiori a quanto immaginassi poiché i segni ancora percepibili sul territorio non sono molti e talvolta anche quei pochi contrastano tra loro, altre volte sovrabbondano tendendo a sviare la ricerca. Forse è proprio questo il motivo, per cui gli studiosi sopra ricordati, non avendo elementi di conoscenza diretta di questa area, hanno preferito non scendere nei particolari per una soluzione definitiva del problema. A garanzia di una maggiore attendibilità dei risultati, ho inteso avere una visione della centuriazione quanto più allargata possibile, estendendo l indagine oltre che al territorio di Tricesimo, a quelli di Reana del Rojale, Cassacco e Tarcento, addivenendo alla fine a coprire tutta l area interessata, come è risultata poi, della centuriazione tricesimana, eccetto il gemonese che vi dovrebbe pure rientrare. In questo scritto tratterò solamente del territorio del Comune di Cassacco. La centuriazione era una pratica che i Romani avevano appreso dagli Etruschi, a loro volta edotti nella stessa dai Greci. Essa non ha riguardato solo il Friuli, ma un po tutti i territori conquistati e colonizzati dai Romani. In Friuli sono ben note le centuriazioni dell agro aquileiese (Prima e Seconda Centuriazione) che arrivano fino a Nord di Udine, quella di Forum Iulium (Cividale), quella di Concordia e quella di Iulium Carnicum (Zuglio) in cui, a mio parere e sulla scorta degli autori che ho citato, dovrebbe rientrare anche quella di Tricesimo. A queste si aggiunge quella di Sandaniele - Fagagna, ma non è detto che si possano scoprire delle altre, anche se per quest ultime c è molta discordanza tra gli studiosi sul Municipium cui assegnarle. L operazione di centuriazione avveniva a cura degli agrimensori che erano esperti gromatici (il termine deriva dallo strumento da loro usato, chiamato groma, che serviva a tracciare linee, dette limites o rigores, intersecantisi ad angolo retto) e consisteva nella misurazione del terreno per dividerlo in tante particelle dalla forma di un quadrato (più raramente di un rettangolo), dette centurie. Quest ultime, a loro volta venivano divise da linee mediane parallele ai lati, dette limites intercisivi, in quattro sotto - particelle dette sortes o acceptae, da assegnare ai destinatari che normalmente erano veterani. Esclusi dalla assegnazione erano i terreni meno produttivi che rimanevano di proprietà collettiva per il pascolo comune (compasqua), oppure per il legnatico (raccolta di legna aperta a tutti), oppure ancora, trattandosi di paludi, per la raccolta delle canne, allora molto usate nella copertura dei tetti. Le operazioni di colonizzazione cominciavano normalmente dalla fondazione della città, adottando un impianto urbanistico simile a quello di un accampamento militare. Al centro si incrociavano perpendicolarmente due strade: il Cardo Maximus (di direzione indicativa Nord-Sud) e il Decumanus Maximus. Parallele a queste due vie e a distanza costante, venivano tracciate le altre, espandendosi all esterno della città, nel contado circostante. Ne risultava che sia la città, come la campagna dei dintorni, erano percorse da un reticolo di strade, fossi di scolo, ecc. che conferivano l aspetto di scacchiera a tutto il paesaggio. Nelle vicinanze dell incrocio dei due assi principali, trattandosi di una città, si collocava il Foro. I limites o rigores, oltre ad assumere la funzione di confini tra proprietà private, venivano a costituire strade di collegamento con i centri viciniori, oppure mediante operazioni di scavo o riporto terra, diventavano rispettivamente fossati di scolo delle acque o terrapieni di arginamento contro esonda-

13 13 IN COMUNE DI CASSACCO zioni dei fiumi, ecc. Ne derivavano degli appezzamenti tutti uguali tra loro, del lato di circa 710,4 m. (2400x2400 piedi romani; pari a 20x20actus. Un piede vale 29,64 centimetri, un actus è formato da 120 piedi) ed una superficie di circa mq.. La scelta dell orientamento (direzione del cardine massimo) che caratterizzava la centuriazione, differenziandola dalle altre, non era casuale, ma regolata dalle condizioni fisiche del terreno: i cardini normalmente si allineavano alla direzione dei fiumi, mentre i decumani, ai primi perpendicolari, seguivano il degradare del terreno verso il mare. Per questo motivo le centuriazioni dei vari agri di cui si è accennato sopra, possiedono orientamenti diversi. Ai veterani, come sopra ricordato, venivano assegnati quarti di centuria, detti sortes (proprio perché sorteggiati) formati da 50 iugeri ciascuno, pari a circa 12,5 ettari. Tito Livio ci dice che in occasione del primo invio di coloni ad Aquileia del 181 a. C. (Prima Centuriazione), ai pedites (i fanti di allora) fu assegnato un quarto di centuria (una delle sortes); ai centuriones (capi centuria, grado equivalente a quello di Maresciallo) due quarti (due sortes) vale a dire metà centuria; agli èquites (cavalieri) tre quarti di centuria (tre sortes), per l esattezza nel nostro caso 140 iugeri, come ci dice Tito Livio. La centuriazione ha cambiato volto al paesaggio agrario, condizionando le tecniche di lavorazione della terra e l organizzazione stessa del lavoro, sopravvivendo per secoli fino a giungere a noi. Il maso medioevale (di cui c è memoria nella nostra toponomastica) corrispondeva esattamente alla superficie di una sortes, mentre il campo friulano risulta essere un sottomultiplo della centuria, corrispondendo a 36 campi a la piçule (mq 3495,744) oppure a 24 campi a la grande (mq 5202): è come dire che le stesse misure usate fino a ieri in Friuli facevano direttamente riferimento alla centuriazione romana. Viceversa oggidì non si parla più di campi, ma vista l ampiezza delle proprietà terriere che fanno capo ai moderni imprenditori agricoli (non più contadini), più correttamente si parla in termini di ettari: questo ci spiega l eccezionalità dei cambiamenti avvenuti con l industrializzazione, che sono stati tali da modificare una situazione preesistente che durava da secoli. Anche i compasqua sono rimasti in vita fino al 1800 diventando i cosiddetti terreni comunali (comunai, pascs; le armentareze erano strade che conducevano a questi prati) che tanta importanza ebbero nel Medioevo dal punto di vista economico e di cui ancora oggi si serba memoria nella toponomastica locale. La centuriazione, come si può facilmente intuire, è stata un opera faraonica di pianificazione del territorio e di urbanizzazione, unica nel suo genere che, come si è visto, non si limitava al tracciamento dei confini tra i poderi e delle relative strade di accesso, ma provvedeva anche alle opere di bonifica del territorio, di disboscamento di una vastità di terreni da recuperare poi all agricoltura, i cui segni sul territorio sono giunti fino a noi, superando indenni, almeno in parte, ben due mila anni di storia. Per renderci conto della grandiosità del progetto dobbiamo pensare che i segni lasciati sul paesaggio hanno mantenuto una persistenza storica (fisica e toponomastica) che può essere paragonata solo a quella risalente agli elementi fisici del territorio, quali sono i monti, fiumi, laghi, paesi, ecc.! La centuriazione cosiddetta di Tricesimo abbraccia il territorio che a Nord di Udine, precisamente dalla linea ideale che unisce Beivars a Colugna si estende fin oltre Tarcento, rimanendo compresa tra il fiume Torre ed il torrente Cormor. Oltre questi due fiumi opera rispettivamente la centuriazione di Forum Iulium e quella cosiddetta di Sandaniele-Fagagna. A Sud, oltre la linea Beivars- Colugna, come già accennato, si estende la centuriazione dell agro aquileiese avvenuta in due tempi (Prima e Seconda Centuriazione). Il suo orientamento è Nord-Sud (per l esattezza c è una deviazione verso Ovest dal Nord rete di circa tre gradi). Poiché questo orientamento è stato sempre attribuito al Municipium di Julium Carnicum, la centuriazione del nostro territorio è stata fatta rientrare in quella di Zuglio: ma non tutti, come vedremo, sono d accordo. Questa centuriazione, risalente verosimilmente verso il 50 a. C. (ai tempi della presenza in Friuli di Giulio Cesare e la fondazione di Forum Iulium e Iulium Carnicum) è stata interessata da una successiva che si è sovrapposta alla prima senza cancellarla, da far risalire, a mio parere, ai tempi dei Longobardi, formata non più da quadrati, ma da rettangoli con lati di 2400x2880 piedi, oppure, se si vuole di 20x24 actus. Di quest ultima centuriazione, che pare possa interessare anche Cassacco, mentre è molto evidente a Sud di Tricesimo, come già ricordato, se ne parlerà, del caso, in un successivo scritto e ciò per non complicare l attuale esposizione. A questo punto rimane una domanda a cui non si è ancora risposto, ed alla quale non possiamo sottrarci. Ci viene subito da chiederci da dove sia partita questa centuriazione, quali siano stati cioè i suoi cardini e decumani massimi dai quali ha avuto origine tutto l impianto di lottizzazione del territorio. Non certo poteva originarsi da Iulium Carnicum, in considerazione delle tante montagne che vi si frappongono e che avrebbero impedito di dare continuità alla stessa. È da ricordare invece che il centro abitato più importante sulla strada di collegamento di Aquileia con il Norico (denominata nel corso del 1800 Iulia Augusta, nome che conserva tuttora), a ridosso delle prime colline moreniche era, quale mansio (località di sosta e cambio dei cavalli) Tricesimo posta a 30 miglia (circa 45 km) da Aquileia. Personalmente ritengo che il cardine massimo possa essere ritenuto quello che transita per questa cittadina, nei pressi del vecchio mercato il quale, considerata la sua forma rettangolare che tuttora mantiene, potrebbe aver avuto le funzioni di un Foro Romano. Più difficile è stabilire il cardine massimo che a mio avviso, potrebbe essere quello che transita a ridosso del Duomo di Tricesimo, ma ci sono altre ipotesi molto interessanti che non è qui il caso di esporre. Cosa mi abbia indotto a scegliere fra le tante possibili scacchiere di centuriazione configurabili sulla carta, quella che andrò ad esporre, è stata la stupefacente constatazione che tutti i nostri paesi vengono a trovarsi, come vedremo, o su decumani o su cardini, pochi di loro sugli assi intercisivi, nessuno al di fuori di essi. Analogo discorso vale per le chiese, le quali - c è da ritenere - almeno in parte, sono sorte su aree cimiteriali che - è risaputo - giacevano sempre lungo i limites (il caso più noto è quello dell area della chiesetta di San Pelagio di Adorgnano). A ciò si è aggiunta la mia conoscenza fisica del territorio compreso tra Tricesimo e Tarcento, che mi ha portato a scegliere il tracciato base ripescando nei cassetti della memoria alcuni sentieri e viottoli non più esistenti, facendomi viceversa escludere altri segni fisici che avrebbero potuto essere fuorvianti. Nell elencazione dei tracciati della centuriazione si procede da Ovest verso Est per i cardini e da Nord verso Sud per i decumani, dando loro, per meglio memorizzarli, un nome con riferimento alle località attraversate. Cardine di Borgo Lucchis (Treppo), Mulin Ferrant Transita per Casali Treppo Piccolo (presenza di ancona lungo la via che per un tratto percorre), per raggiungere il Cormor all altezza dei Casali Molin Ferrant. Cardine dei Casali Ermagora, Borgo Baiutti Dai Casali Ermagora scende per il Borgo Baiutti per identificarsi nell ultimo tratto col corso di Rio Valpor, là dove si immette nella Soima. Cardine di Conoglano, Ara Grande (Tricesimo) Passa davanti alla chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo di Conoglano, scende nella piana della Soima per puntare su Ara Grande (incrocio di via S. Bartolomeo con via Fella). Prosegue quindi verso il Cormor. Cardine di Cassacco, Ara Piccola (Tricesimo) Anche in questo caso transita di lato alla Chiesa di S. Giovanni Battista (Cassacco). Tracce si trovano nella piana della Soima. In Ara Piccola percorre prima la strada cosiddetta della Soima (interessante perché in trincea con sede basolata), quindi via S. Giovanni Battista. Scende verso il Cormor per puntare sul centro abitato di Pagnacco. Cardine di Collalto (Tarcento), Montegnacco Attraversa Collalto di Tarcento (Borgo di Sopra). Attraver-

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e Piccola ma efficace 134 L ALtrA réclame: CArtOLINE, CALENDArIEttI, FIGUrINE, OPUSCOLI Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: blocco per annotazioni e corrispondenza delle Generali destinato

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

In questo numero: Robecco in scena; Cena sociale; La guida di Robecco; Diamo una mano alla Proloco; Calendario manifestazioni; Indirizzi utili

In questo numero: Robecco in scena; Cena sociale; La guida di Robecco; Diamo una mano alla Proloco; Calendario manifestazioni; Indirizzi utili Info Loco Notiziario della Proloco di Robecco sul Naviglio Anno 6. Numero 2 giugno - luglio 2003 In questo numero: Robecco in scena; Cena sociale; La guida di Robecco; Diamo una mano alla Proloco; Calendario

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli