Sommario. Chi è L AFI La Famiglia & il fisco Le manifestazioni dell AFI Le politiche familiari Programma 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inform@Famiglia. Sommario. Chi è L AFI La Famiglia & il fisco Le manifestazioni dell AFI Le politiche familiari Programma 2006"

Transcript

1 Supplemento a 8 pagine di Famiglia Reg. Trib. di Verona n.1022 del 21.XI.1991 N. 1 Gennaio 2006 L Avvenire dell umanità passa attraverso la famiglia Giovanni Paolo II Q uesto foglio informativo, che viene alla luce in occasione della presentazione pubblica della nostra Associazione, vuole avere una triplice funzione: innanzitutto quella di informare i soci e i simpatizzanti delle attività che vengono realizzate dall - A.F.I. locale, spiegandone le motivazioni; poi quella di fare conoscere le normative che vengono emanate a livello nazionale e locale, sia destinate esplicitamente alla famiglia, sia quelle di carattere generale ma che possono avere su di essa, anche indirettamente ripercussioni positive o negative. Infine l vuole essere uno strumento di incontro e di confronto su problematiche che riguardano la vita della famiglia, nonché di segnalazione o denuncia di situazioni di disagio di cui, soprattutto a livello locale, essa è afflitta. Siamo ai primi passi, consapevoli che il cammino potrà essere più agevole e proficuo solo se tra le famiglie si instaura un clima di dialogo, di confronto e di Visita il sito dell AFI Per contattarci L AFI aderisce al Sommario Chi è L AFI La Famiglia & il fisco Le manifestazioni dell AFI Le politiche familiari Programma 2006 Dai voce alla tua famiglia: associati all Afi Angri - S. Antonio Abate

2 Numero 1, pag. 2 LA FAMIGLIA & l AFI Angri S.Antonio Abate Nel settembre del 2002 un gruppo di famiglie del nostro territorio ha dato vita ad un associazione delle famiglie. Questa decisione è maturata dalla consapevolezza della crisi che oggi attraversa la famiglia, nonché dalla convinzione diffusa che sia urgente rendere la famiglia un soggetto sociale che faccia sentire al propria voce. Essa nasce dal desiderio di promuovere una più efficace presenza sociale e politica della famiglia, attingendo ai valori propri della Costituzione Italiana (Art. 29) La Repubblica Italiana riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio e della Carta dei Diritti della Famiglia E doveroso che le coppie e le famiglie diventino sempre più protagoniste attive e responsabili di politiche familiari.. di grande importanza sono, a tal riguardo, varie forme di associazioni familiari.. (Direttorio Pastorale familiare n ). Nel febbraio del 2004 quest associazione di fatto si è data una veste legale costituendosi sotto forma di Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS) e decidendo di confederarsi con le altre associazioni familiari locali esistenti in Italia, aderendo all AFI Associazione delle Famiglie - Confederazione Italiana. Quest ultima ricomprende quindi le AFI Associazione Locali e tra queste proprio l AFI Angri S.Antonio Abate. L AFI, fondata a Verona nel 1991, è laica di ispirazione cristiana, è apartitica e non persegue fini di lucro, opera per la promozione della famiglia affinché questa recuperi la dovuta considerazione a livello sociale e politico. L AFI ha carattere nazionale e si articola in organismi provinciali e rappresentanze regionale che coordinano la province AFI; a livello nazionale è rappresentata dal Consiglio Nazionale. All attualità si contano circa venti AFI locali sparse su tutto il territorio nazionale (si veda la tabella qui sotto). Essa aderisce al FORUM delle Associazioni Familiari, l AFI è una realtà costruita da famiglie, animata da famiglie, per le famiglie, convinta che essa sia una risorsa irrinunciabile per una società che abbia al centro la persona. L associazione: Sensibilizza sulle problematiche familiari ; Promuove attività di formazione della soggettività politica e sociale della famiglia; Divulga ed informa sulle problematiche familiari (reddito e assegni familiari, casa, mondo del lavoro, scuola, ecc.) con presenza sui mass-media; Progetta nuovi servizi con le famiglie e per le famiglie; Collabora con altre associazioni familiari (aderisce al Forum delle Associazioni Familiari). La società di oggi vorrebbe costruirsi a misura di individuo, senza considerare l appartenenza ad un nucleo familiare. L identità di ognuno di noi, invece, deriva fondamentalmente dall ambiente familiare in cui vive. La famiglia è il nucleo fondante della società, il luogo dove i cittadini nascono, si formano e si educano nel rapporto di relazione tra le generazioni. La famiglia e la cellula primaria della società. Ma la famiglia muore se non si apre alla società, cioè a quello che c è fuori dalla porta di casa: dal pianerottolo alla piazza, fino ad arrivare alle istituzioni pubbliche. Si tratta di un apertura necessaria ed insostituibile: per dare certo ma anche per chiedere alla società ed alle istituzioni un aiuto fondamentale per la propria esistenza. Il privatismo della famiglia distrugge la famiglia e di riflesso danneggia la società. Occorre creare una nuova cultura della solidarietà tra le famiglie e per le famiglie. Una cultura del dare e del chiedere: solo questo aprirà la famiglia ad un futuro fecondo e migliore. Associazione delle Famiglie - Confederazione Italiana Sede Operativa: P.zza Angelici, Castelnuovo del Garda (VR) - ASSOCIAZIONI LOCALI Afi-Angri/S.A.Abate - Via dei Goti, 231 -Angri (SA) Afi-Augusta - Via della Rotonda, 69 -Augusta (SR) Afi-Avola - Via Procida, 10 - Avola (SR) Afi-Caltagirone - C.da Barbadoro, - Caltagirone (CT) Afi-Caltanissetta - Via S. Cuore, 7 - Caltanissetta (CL) Afi-Catania - Via Palermo, Catania Afi-Como - Via Alfieri, Cermenate (CO) Afi-Donnas - Via Treby, 35 - Donnas (AO) Afi-Enna - Corso Umberto, Leonforte (EN) Afi-Forlì-Cesena - Via Chiesa, Cesena - Afi-Lecce - Via San Giovanni, 49 - Veglie (LE) Afi-Monselice - Via Marco Polo, 14 - Monselice(PD) Afi-Mugello -Via Molinuccio,6 - Barberino di Mugello (FI) Afi-Ravenna - Via XXV Aprile, 33 - G. Bagnacavallo(RA) Afi-Reggio Calabria - Via Ipponio, 74 - Reggio Calabria Afi-Roma - Via Di Porta Pinciana, 4 - Roma Afi-Torre del Greco -Via Nazionale, T. Greco (NA) Afi-Treviso - Via Monte Grappa, 31 - Povegliano (TV) Afi-Udine - Via Valcellina, 18 Udine Afi-Vazzano - Via F. Fazzalari, 3 - Vazzano (VV) Afi-Verona - P.zza Angelini, 1 - C/nuovo del Garda (VR)

3 Numero 1, pag. 3 LA FAMIGLIA & il Fisco La famiglia, come prima forma di organizzazione tra persone, assume rilevanza anche ai fini fiscali. Il legislatore fiscale la individua usando il terminesinonimo di nucleo familiare : questi è dato dai soggetti fiscalmente a carico". Concettualmente vi è un allargamento della concezione più essenziale di famiglia composta da genitori-figli e v è la tendenza ad avvicinarsi il più possibile alle situazioni concrete che si presentano nella realtà di ogni giorno, generando in tal modo un concetto di famiglia allargato; il legislatore fiscale definisce infatti familiare a carico qualsiasi membro della famiglia per il quale si ha diritto a detrazioni fiscali. Dal punto di vista fiscale sono considerati familiari a carico tutti i membri della famiglia che nel corso di un anno di imposta (che coincide con quello civile) hanno posseduto un reddito complessivo non superiore a euro 2.840,51, al lordo degli oneri deducibili. Più precisamente possono essere considerati familiari carico: il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; i figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito. Questi familiari possono anche non convivere insieme e possono risiedere all estero. Anche i seguenti altri familiari possono essere considerati familiari a carico : il coniuge legalmente ed effettivamente separato; i discendenti dei figli; i genitori (compresi i genitori naturali e quelli adottivi); i generi e le nuore; il suocero e la suocera; i fratelli e le sorelle (anche unilaterali); i nonni e le nonne (compresi quelli naturali). I familiari di questo secondo gruppo possono essere a carico solo alle seguenti condizioni: devono convivere con il contribuente - dichiarante, oppure, devono ricevere, sempre da quest ultimo, assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell Autorità giudiziaria. A ben vedere quindi il concetto di famiglia risulta più esteso rispetto ad una visione classica, cercando di riprendere (ed il più delle volte riuscendoci) le più diverse situazioni reali. Tra le varie agevolazioni fiscali previste per la famiglia, come fin qui definita, si accennerà di seguito alle spese della famiglia che riducono l IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche). Nei numeri successivi si affronteranno temi affini quali l acquisto della prima casa e delle operazioni connesse (mutui, IVA agevolata, ecc.) ed anche delle problematiche fiscali che insorgono quando i coniugi si separano. LE SPESE DELLA FAMIGLIA CHE RIDUCONO L IRPEF Per recuperare parte delle spese cui fa fronte annualmente un nucleo familiare, le norme fiscali permettono al contribuente che le sostiene di chiedere, in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi, delle riduzioni delle imposte da versare. A seconda della tipologia, le spese possono essere fatte valere in due modi diversi: possono essere portate in diminuzione (deduzione) dal reddito imponibile (quello sul quale si calcola l imposta), oppure dare diritto a una detrazione d imposta (del 19%, o in misura forfetaria), vale a dire in diminuzione dell imposta calcolata. Quali spese riducono l Irpef Ve ne sono altre che consentono una riduzione d imposta quando sono sostenute nell interesse di familiari fiscalmente a carico, o anche non fiscalmente a carico o comunque nell interesse della famiglia. Per essere considerati a carico fiscale, lo si ripete, è necessario che i familiari non abbiano un reddito complessivo superiore a 2.840,51 euro. SPESE DEDUCIBILI O DETRAIBILI Sostenute per un familiare a carico Spese Sanitarie (medico generiche, specialistiche, chirurgiche, medicinali, analisi, ecc.) Assicurazioni vita, infortuni e invalidità Contributi previdenziali ed assistenziali versati alle gestioni di forme pensionistiche obbligatorie Spese di frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria Alcune spese dei disabili, tra cui, i mezzi necessari per l accompagnamento, la deambulazione, la locomozione e a l acquisto di sussidi tecnici ed informatici Contributi versati ai fondi integrativi al SSN Contributi e premi versati a forme pensionistiche complementari e/ o individuali Interessi sui mutui ipotecari per l acquisto o la costruzione della abitazione principale Sostenute per un familiare non a carico Spese mediche generiche e di assistenza specifica dei portatori di handicap Antonio DE GREGORIO Spese sanitarie per patologie che danno diritto all esenzione dalla partecipazione della spesa sanitaria pubblica Spese per gli addetti (badanti) per assistenza personale in casi di non autosufficienza Altre spese sostenute in ambito familiare Contributi per gli addetti ai servizi domestici e all assistenza personale o familiare Spese sostenute dai genitori adottivi per l adozione di minori stranieri Spese per la partecipazione dei genitori alla gestione dei microasili e dei nidi aziendali Spese sostenute per onoranze funebri a seguito della morte di familiari Fonte: Agenzia delle Entrate Nel prossimo notiziario, riporteremo una de- scrizione dettagliata delle spese deducibili

4 Numero 1, pag. 4 Festa della Famiglia prima edizione Dal 1994 l Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha scelto il 15 Maggio per celebrare la Giornata Internazionale della Famiglia e in tutti i paesi per questa occasione vengono organizzati e- venti celebrativi. Nell anno 2004, in occasione del decennale di questa festa internazionale, la neo Associazione, che ha tra i suoi obbiettivi principali quello della valorizzazione della famiglia come cellula fondamentale della società, si presentò alla collettività organizzando per i giorni 14 e15 maggio 2004, presso la struttura dei Padri Dehoniani, sita in Sant Antonio Abate alla Via Casa Russo, due giornate di incontri per gli abitanti di Angri e di Sant Antonio Abate (ai quali l Associazione si rivolge) a cui diede il nome di FESTA DELLA FAMIGLIA Prima edizione. L evento vide la partecipazione straordinaria della religiosa Martina Consolaro, meglio conosciuta la pubblico come SUOR GERMANA, nota a tutti per la sua spiccata arte culinaria ma anche e soprattutto per la sua alta sensibilità nei confronti delle famiglie. Il suo slogan : "Il cuore è vicino allo stomaco" (per cui l'amore si può esprimere anche con un piatto) costituisce un modo pratico per avvicinarsi alla famiglia, dove la proposta educativa consiste nel dare senso al quotidiano. Conosciuta dal grande pubblico televisivo, collaboratrice di quotidiani e periodici, autrice di libri divenuti best seller, nonché dell'agenda annuale che porta il suo nome e di "A tavola con Suor Germana", la sua più recente opera editoriale, la religiosa, che appartiene all'ordine Ordo Virginum, cerca di armonizzare attraverso la famiglia la sua missione apostolica di "donna consacrata a Dio". La Suora del Famulato Cristiano è stata la fondatrice della "Scuola delle fidanzate": il primo nucleo di quella grande iniziativa a carattere religioso, morale, psicologico, medico e formativo che diventerà "Punto Familia". Un'esperienza ricca di sfide e difficoltà, ma anche di gioie, "né più né meno di quanto succede in ogni famiglia" - spiega Suor Germana - che oggi si definisce "mammologa" o "suocera di complemento", perché è al calore dei rapporti e alle relazioni familiari che ha deciso di dedicarsi. Una simile attività l'impegna molto, persino da un punto di vista fisico, ma Suor Germana sembra mantenere comunque il buon umore e il senso delle proporzioni, per nulla disposta a far scomparire la suora dietro al ruolo di cuoca. Tanto che non perde occasione per ricordare a tutti, in qualsiasi ambiente, che il dono della famiglia e dell'amore sono ingredienti indispensabili per dare gusto e sapore alla vita. Punto Famila è un'associazione, che dal 1963 opera in Torino e provincia al servizio della famiglia. Il Punto Familia promuove attività di prevenzione e di aiuto ad ogni forma di relazione coniugale, parentale e sociale. Le attività dell'associazione propongono un cammino di formazione permanente per il singolo, la coppia, la famiglia. Tornando alla cronaca della Festa, gli incontri cominciarono il 14 maggio 2004, di venerdì sera, con una veglia di preghiera per la famiglia, guidata dal sacerdote Don Fabio Savarese l allora Responsabile della Pastorale familiare dell Arcidiocesi Sorrento / Castellammare. I lavori ripresero il giorno seguente, sabato 15 maggio 2004, con un incontro con Suor Germana sul tema Famiglia diventa ciò che sei ; il moderatore fu Padre Antonio Cuomo, nostro concittadino abatese sacerdote dei Padri Dehoniani di S.Antonio Abate. All incontro seguì, nella Chiesa di Gesù Bambino, una santa Messa con la benedizione delle Famiglie celebrata da Don Salvatore D Antuono anch egli abatese e sacerdote presso il Santuario di Pompei. Al forte momento spirituale seguì, nella splendida cornice del campo sportivo, sempre dei Padri Dehoniani di S.Antonio Abate, uno spettacolo musicale con il gruppo di musica cristiana Gli Anghelia, coronato da un momento di festa consumatosi sugli spalti del campo.

5 Numero 1, pag. 5 1 CONVEGNO REGIONALE La famiglia prima risorsa per il bene della società L AFI Angri-S.Antonio Abate, sulle ali dell entusiasmo apportato dalla buona riuscita della prima edizione della Festa della Famiglia, per l anno 2005, sempre in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia ha organizzato il suo primo convegno sul tema La famiglia prima risorsa per il bene della società che si è svolto nel nuovissimo teatro P. Dehon in S. Antonio Abate. Ad inaugurare i lavori della giornata è stato invitato il dott. Lucia- no Moia - giornalista e redattore della rivista mensile di Avvenire Noi Genitori e Figli che viene distribuita l ultima domenica del mese e che si occupa di tutto ciò che ruota intorno al pianeta famiglia. I relatori del convegno sono stati, in ordine di scaletta, il dottore Maurizio Sibilio - Assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Napoli, il professor Aniello Montano - professore di Storia della Filosofia all Università di Salerno, l Arcivescovo della diocesi Castellammare-Sorrento - Mons. Felice Cece, la dott.ssa Olimpia Tarzia - Segretario Generale del Movimento Italiano per la Vita - Don Nello Senatore - docente di Pedagogia e direttore dell Ufficio Comunicazioni Sociali dell Arcidiocesi Salerno-Campagna-Acerno la professoressa Lina Varchetta - Presidente Coordinamento Regionale Campano docenti di strumento musicale. Tutti hanno apportato il loro contributo al convegno con interventi mirati: la famiglia non è un fatto o un problema privato che appartiene solo ai cattolici, ma una risorsa che tocca trasversalmente tutta la società, di cui tutte le istituzioni devono farsene carico. L opinione comune è stata che oggi la famiglia risente di una cultura improntata su un relativismo sempre più dilagante, un indifferenza sociale e da un egoismo di fondo che rischia di rendere meno significativi i valori sui quali si fonda la famiglia ed in particolare la famiglia cristiana. Considerata l attualità e l interesse generale, in quella precisa epoca giugno referendum abrogativi della legge 40/2004 il tema proposto dalla dott.ssa Olimpia Tarzia, circa il risveglio delle coscienze in favore della famiglia e della vita, ha tenuto una platea attenta ed impegnata per più di un ora, aiutando gli intervenuti nelle comprensione attenta ed oculata della legge 40/2004 e le ragioni dell astensione al voto referendario. Ha chiuso il convegno l intervento conclusivo di uno dei soci dell AFI Angri-S.Antonio Abate che ha fatto una breve panoramica sulle attività sinora svolte dall Associazione e su quelle che vorrebbe svolgere. Il dott. Antonio De Gregorio ha rimarcato ancora una volta il concetto di famiglia quale prima risorsa per il bene della società invitando gli intervenuti, qualora l avessero voluto, ad associarsi a questa iniziativa. Le conclusioni della giornata ed i saluti finali sono toccati all abilissimo moderatore Luciano Moia accompagnato dal presidente dell AFI locale il Professore Michele Tarallo che assieme hanno omaggiato i relatori intervenuti con una targa ricordo dell evento. Questo 1 convegno sulla famiglia è stato dedicato, così come voluto dall AFI Angri-S.Antonio Abate, alla memoria del Padre Saverio Di Paola, che da sempre ha assistito le attività dell associazione, scomparso proprio poche giorni prima del convegno.

6 Numero 1, pag. 6 LE POLITICHE FAMILIARI L Afi Angri - S. Antonio Abate, associazione per le famiglie operante nel territorio tra Sant Antonio Abate e Angri, intende proporre delle indicazioni generali e un cartello di iniziative concrete e realizzabili per le politiche familiari a livello comunale. Le innumerevoli funzioni che la famiglia svolge per la società sono in gran parte fondamentali ed insostituibili, a partire dalla nascita e formazione della persona, al suo sviluppo armonico e alla sua educazione ai valori civili, alle funzioni di cura, di accoglienza e di solidarietà e, pertanto, il benessere della società locale è strettamente legato al benessere della famiglia. La situazione di sofferenza della famiglia in Italia e nelle nostre realtà locali è ormai evidente, come risulta dai diversi indicatori statistici e sociali. Al di là delle motivazioni culturali e di costume, è indubbia che le inadeguate politiche familiari realizzate a tutti i livelli nel nostro Paese penalizzano in maniera consistente la vita e le funzioni della famiglia, cioè di chi, di fronte all intera società, si assume l impegno del patto matrimoniale, del dovere genitoriale e del principio di riconoscenza verso i propri genitori. Di fronte alla sempre più marcata ritirata dello stato e delle istituzioni che non riescono a dare risposta ai crescenti bisogni di una società che invecchia rapidamente come la nostra, di fronte ad una crisi senza ritorno del welfare-state dell intero mondo occidentale, diventa imperativo invertire la rotta e ripartire dal concetto fondamentale che la famiglia è una risorsa vitale per la società e costituisce il tessuto fondamentale della comunità locale. Essa è un autentico capitale sociale, cioè patrimonio e risorsa culturale che sostiene le relazioni fiduciarie, di cooperazione e reciprocità fra le persone. Per invertire la rotta ed incominciare un percorso positivo per l intera società è necessario riconoscere alle famiglie le loro funzioni passando dalle obsolete politiche assistenziali per la famiglia, alle politiche del- la famiglia, con le quali la famiglia viene dotata degli strumenti culturali, economici, strutturali, sociali affinchè possa svolgere al meglio il proprio insostituibile ruolo secondo una corretta ed equilibrata applicazione dei principi di solidarietà e sussidiarietà. In una situazione nazionale che vede un assenza storica di politiche della famiglia, ma anche un crescente interesse per le problematiche familiari, l ente locale non può ignorare la necessità e l opportunità di intervenire per la promozione e il riconoscimento delle funzioni della famiglia. Risulta estremamente importante coinvolgere le famiglie, in particolare nelle forme associative, nei procedimenti amministrativi che le coinvolgono. E importante che a livello comunale, provinciale e regionale, gli enti promuovano la costituzione della Consulta della Famiglia, composta dalle associazioni e dai soggetti sociali che sul territorio si occupano della famiglia. Un organismo consultivo e partecipativo che possa interloquire ufficialmente con l Amministrazione Pubblica per tutte le problematiche inerenti la famiglia. La regione Campania, è fra quelle regioni che non ha una legge sulle politiche familiari, una legge che riconosca e sostenga come soggetto sociale essenziale la famiglia fondata sul matrimonio in qualità di istituzione primaria per la nascita, la cura e l'educazione dei figli e per l'assistenza ai suoi componenti. Una legge, che promuova il servizio pubblico alla famiglia, predisponga e attui iniziative e procedimenti mirati alla tutela dei componenti della famiglia, attraverso una organica e mirata politica sociale per promuovere e sostenere il diritto della famiglia al libero svolgimento delle sue funzioni, ritenendola l'ambito più importante in cui si forma e si sviluppa la personalità dell'individuo. La Regione, nella propria attività di programmazione e di indirizzo politico, d'intesa con le Province e con i comuni, dovrebbe attuare una politica organica volta a sostenere la famiglia e perseguire una serie di obiettivi che favoriscano la formazione e lo sviluppo delle famiglie esaminando quali sono le difficoltà di carattere abitativo, economico e della salute nel corso della vita familiare.

7 Numero 1, pag. 7 APPUNTAMENTI DELL AFI Febbraio GIORNATA PER LA VITA 14 Maggio DOMENICA PER LA FAMIGLIA 9 Giugno FESTA DELLA FAMIGLIA 10 Giugno MUSICAL IL SOGNO DI GIUSEP- Settembre CONVEGNO NAZIONALE A- Tutte le famiglie sono invitate a partecipare alle nostre iniziative, la formazione e il confronto ci aiutano a crescere e a formare una presenza forte e significati- va sul territorio. L ingresso è sempre gratuito. A b b i a m o b i s o g n o d e l t u o s o s Incarichi sociali dell Afi Angri - S.Antonio Abate Presidente Michele TARALLO Tesoriere Antonio DE GREGORIO Segretario Aniello D ANIELLO Consigliere Giovanni RUOTOLO Vice Presidente Ciro RISPOLI Consigliere Gerardo D AURIA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015 La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna Giugno 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato dal

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Tabelle retributive CASE DI CURA TABELLE RETRIBUTIVE DI ALCUNI CCNL

Tabelle retributive CASE DI CURA TABELLE RETRIBUTIVE DI ALCUNI CCNL TABELLE RETRIBUTIVE DI ALCUNI CCNL Tabelle retributive Una volta trovato il salario lordo, per calcolare il netto vedere IN FONDO Casa di cura Commercio Edilizia Metalmeccanica Pulizie Telecomunicazioni

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009:

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009: NOTA BENE L articolo 34 della legge 183/10 ha introdotto nuove componenti del reddito da dichiarare, oltre quelle previste dall art. 3, comma 1, delle norme integrate dai D.P.C.M. n. 221/99 e n. 242/01.

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW)

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Adottata dall Assemblea generale delle NU il 18.12.1979, in vigore internazionale dal 3.9.1981.

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro 1 ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) È istituita per opera dei coniugi GASPARINI LUCIANO e PRAVATO CANDIDA, l Associazione UNA NUOVA SPERANZA O.N.L.U.S. con sede in Mirano (VE) Scaltenigo Via

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma MARZO 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA l agenzia inf orma aggiornamento dicembre 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA INDICE 1. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI... 2 2. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO... 4 Chi ne

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI AGGIORNATA CON LA NORMATIVA IN VIGORE A MAGGIO 2008 INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco Pagina 1 di 5 Francesco Toppi 1928-2014 di Eliseo Cardarelli PROMOSSI ALLA GLORIA Francesco Toppi 1928 2014 Il pastore Francesco Toppi era nato a Roma il 1 gennaio del 1928, da Gioacchino e Gina Gorietti,

Dettagli

Le detrazioni d imposta nella busta-paga del lavoratore dipendente

Le detrazioni d imposta nella busta-paga del lavoratore dipendente DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE III REPARTO 7^ DIVISIONE Le detrazioni d imposta nella busta-paga del lavoratore dipendente Dispensa informativa destinata ai dipendenti civili dell Amministrazione

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA Gli aggiornamenti più recenti proroga al 31/12/2015 della maggior detrazione Irpef per l eliminazione delle barriere architettoniche agevolazione

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE

DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE Significato dei termini DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE 1. Tra le meravigliose invenzioni tecniche che, soprattutto nel nostro tempo, l ingegno umano è riuscito,

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli