Sommario. Chi è L AFI La Famiglia & il fisco Le manifestazioni dell AFI Le politiche familiari Programma 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inform@Famiglia. Sommario. Chi è L AFI La Famiglia & il fisco Le manifestazioni dell AFI Le politiche familiari Programma 2006"

Transcript

1 Supplemento a 8 pagine di Famiglia Reg. Trib. di Verona n.1022 del 21.XI.1991 N. 1 Gennaio 2006 L Avvenire dell umanità passa attraverso la famiglia Giovanni Paolo II Q uesto foglio informativo, che viene alla luce in occasione della presentazione pubblica della nostra Associazione, vuole avere una triplice funzione: innanzitutto quella di informare i soci e i simpatizzanti delle attività che vengono realizzate dall - A.F.I. locale, spiegandone le motivazioni; poi quella di fare conoscere le normative che vengono emanate a livello nazionale e locale, sia destinate esplicitamente alla famiglia, sia quelle di carattere generale ma che possono avere su di essa, anche indirettamente ripercussioni positive o negative. Infine l vuole essere uno strumento di incontro e di confronto su problematiche che riguardano la vita della famiglia, nonché di segnalazione o denuncia di situazioni di disagio di cui, soprattutto a livello locale, essa è afflitta. Siamo ai primi passi, consapevoli che il cammino potrà essere più agevole e proficuo solo se tra le famiglie si instaura un clima di dialogo, di confronto e di Visita il sito dell AFI Per contattarci L AFI aderisce al Sommario Chi è L AFI La Famiglia & il fisco Le manifestazioni dell AFI Le politiche familiari Programma 2006 Dai voce alla tua famiglia: associati all Afi Angri - S. Antonio Abate

2 Numero 1, pag. 2 LA FAMIGLIA & l AFI Angri S.Antonio Abate Nel settembre del 2002 un gruppo di famiglie del nostro territorio ha dato vita ad un associazione delle famiglie. Questa decisione è maturata dalla consapevolezza della crisi che oggi attraversa la famiglia, nonché dalla convinzione diffusa che sia urgente rendere la famiglia un soggetto sociale che faccia sentire al propria voce. Essa nasce dal desiderio di promuovere una più efficace presenza sociale e politica della famiglia, attingendo ai valori propri della Costituzione Italiana (Art. 29) La Repubblica Italiana riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio e della Carta dei Diritti della Famiglia E doveroso che le coppie e le famiglie diventino sempre più protagoniste attive e responsabili di politiche familiari.. di grande importanza sono, a tal riguardo, varie forme di associazioni familiari.. (Direttorio Pastorale familiare n ). Nel febbraio del 2004 quest associazione di fatto si è data una veste legale costituendosi sotto forma di Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS) e decidendo di confederarsi con le altre associazioni familiari locali esistenti in Italia, aderendo all AFI Associazione delle Famiglie - Confederazione Italiana. Quest ultima ricomprende quindi le AFI Associazione Locali e tra queste proprio l AFI Angri S.Antonio Abate. L AFI, fondata a Verona nel 1991, è laica di ispirazione cristiana, è apartitica e non persegue fini di lucro, opera per la promozione della famiglia affinché questa recuperi la dovuta considerazione a livello sociale e politico. L AFI ha carattere nazionale e si articola in organismi provinciali e rappresentanze regionale che coordinano la province AFI; a livello nazionale è rappresentata dal Consiglio Nazionale. All attualità si contano circa venti AFI locali sparse su tutto il territorio nazionale (si veda la tabella qui sotto). Essa aderisce al FORUM delle Associazioni Familiari, l AFI è una realtà costruita da famiglie, animata da famiglie, per le famiglie, convinta che essa sia una risorsa irrinunciabile per una società che abbia al centro la persona. L associazione: Sensibilizza sulle problematiche familiari ; Promuove attività di formazione della soggettività politica e sociale della famiglia; Divulga ed informa sulle problematiche familiari (reddito e assegni familiari, casa, mondo del lavoro, scuola, ecc.) con presenza sui mass-media; Progetta nuovi servizi con le famiglie e per le famiglie; Collabora con altre associazioni familiari (aderisce al Forum delle Associazioni Familiari). La società di oggi vorrebbe costruirsi a misura di individuo, senza considerare l appartenenza ad un nucleo familiare. L identità di ognuno di noi, invece, deriva fondamentalmente dall ambiente familiare in cui vive. La famiglia è il nucleo fondante della società, il luogo dove i cittadini nascono, si formano e si educano nel rapporto di relazione tra le generazioni. La famiglia e la cellula primaria della società. Ma la famiglia muore se non si apre alla società, cioè a quello che c è fuori dalla porta di casa: dal pianerottolo alla piazza, fino ad arrivare alle istituzioni pubbliche. Si tratta di un apertura necessaria ed insostituibile: per dare certo ma anche per chiedere alla società ed alle istituzioni un aiuto fondamentale per la propria esistenza. Il privatismo della famiglia distrugge la famiglia e di riflesso danneggia la società. Occorre creare una nuova cultura della solidarietà tra le famiglie e per le famiglie. Una cultura del dare e del chiedere: solo questo aprirà la famiglia ad un futuro fecondo e migliore. Associazione delle Famiglie - Confederazione Italiana Sede Operativa: P.zza Angelici, Castelnuovo del Garda (VR) - ASSOCIAZIONI LOCALI Afi-Angri/S.A.Abate - Via dei Goti, 231 -Angri (SA) Afi-Augusta - Via della Rotonda, 69 -Augusta (SR) Afi-Avola - Via Procida, 10 - Avola (SR) Afi-Caltagirone - C.da Barbadoro, - Caltagirone (CT) Afi-Caltanissetta - Via S. Cuore, 7 - Caltanissetta (CL) Afi-Catania - Via Palermo, Catania Afi-Como - Via Alfieri, Cermenate (CO) Afi-Donnas - Via Treby, 35 - Donnas (AO) Afi-Enna - Corso Umberto, Leonforte (EN) Afi-Forlì-Cesena - Via Chiesa, Cesena - Afi-Lecce - Via San Giovanni, 49 - Veglie (LE) Afi-Monselice - Via Marco Polo, 14 - Monselice(PD) Afi-Mugello -Via Molinuccio,6 - Barberino di Mugello (FI) Afi-Ravenna - Via XXV Aprile, 33 - G. Bagnacavallo(RA) Afi-Reggio Calabria - Via Ipponio, 74 - Reggio Calabria Afi-Roma - Via Di Porta Pinciana, 4 - Roma Afi-Torre del Greco -Via Nazionale, T. Greco (NA) Afi-Treviso - Via Monte Grappa, 31 - Povegliano (TV) Afi-Udine - Via Valcellina, 18 Udine Afi-Vazzano - Via F. Fazzalari, 3 - Vazzano (VV) Afi-Verona - P.zza Angelini, 1 - C/nuovo del Garda (VR)

3 Numero 1, pag. 3 LA FAMIGLIA & il Fisco La famiglia, come prima forma di organizzazione tra persone, assume rilevanza anche ai fini fiscali. Il legislatore fiscale la individua usando il terminesinonimo di nucleo familiare : questi è dato dai soggetti fiscalmente a carico". Concettualmente vi è un allargamento della concezione più essenziale di famiglia composta da genitori-figli e v è la tendenza ad avvicinarsi il più possibile alle situazioni concrete che si presentano nella realtà di ogni giorno, generando in tal modo un concetto di famiglia allargato; il legislatore fiscale definisce infatti familiare a carico qualsiasi membro della famiglia per il quale si ha diritto a detrazioni fiscali. Dal punto di vista fiscale sono considerati familiari a carico tutti i membri della famiglia che nel corso di un anno di imposta (che coincide con quello civile) hanno posseduto un reddito complessivo non superiore a euro 2.840,51, al lordo degli oneri deducibili. Più precisamente possono essere considerati familiari carico: il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; i figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito. Questi familiari possono anche non convivere insieme e possono risiedere all estero. Anche i seguenti altri familiari possono essere considerati familiari a carico : il coniuge legalmente ed effettivamente separato; i discendenti dei figli; i genitori (compresi i genitori naturali e quelli adottivi); i generi e le nuore; il suocero e la suocera; i fratelli e le sorelle (anche unilaterali); i nonni e le nonne (compresi quelli naturali). I familiari di questo secondo gruppo possono essere a carico solo alle seguenti condizioni: devono convivere con il contribuente - dichiarante, oppure, devono ricevere, sempre da quest ultimo, assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell Autorità giudiziaria. A ben vedere quindi il concetto di famiglia risulta più esteso rispetto ad una visione classica, cercando di riprendere (ed il più delle volte riuscendoci) le più diverse situazioni reali. Tra le varie agevolazioni fiscali previste per la famiglia, come fin qui definita, si accennerà di seguito alle spese della famiglia che riducono l IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche). Nei numeri successivi si affronteranno temi affini quali l acquisto della prima casa e delle operazioni connesse (mutui, IVA agevolata, ecc.) ed anche delle problematiche fiscali che insorgono quando i coniugi si separano. LE SPESE DELLA FAMIGLIA CHE RIDUCONO L IRPEF Per recuperare parte delle spese cui fa fronte annualmente un nucleo familiare, le norme fiscali permettono al contribuente che le sostiene di chiedere, in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi, delle riduzioni delle imposte da versare. A seconda della tipologia, le spese possono essere fatte valere in due modi diversi: possono essere portate in diminuzione (deduzione) dal reddito imponibile (quello sul quale si calcola l imposta), oppure dare diritto a una detrazione d imposta (del 19%, o in misura forfetaria), vale a dire in diminuzione dell imposta calcolata. Quali spese riducono l Irpef Ve ne sono altre che consentono una riduzione d imposta quando sono sostenute nell interesse di familiari fiscalmente a carico, o anche non fiscalmente a carico o comunque nell interesse della famiglia. Per essere considerati a carico fiscale, lo si ripete, è necessario che i familiari non abbiano un reddito complessivo superiore a 2.840,51 euro. SPESE DEDUCIBILI O DETRAIBILI Sostenute per un familiare a carico Spese Sanitarie (medico generiche, specialistiche, chirurgiche, medicinali, analisi, ecc.) Assicurazioni vita, infortuni e invalidità Contributi previdenziali ed assistenziali versati alle gestioni di forme pensionistiche obbligatorie Spese di frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria Alcune spese dei disabili, tra cui, i mezzi necessari per l accompagnamento, la deambulazione, la locomozione e a l acquisto di sussidi tecnici ed informatici Contributi versati ai fondi integrativi al SSN Contributi e premi versati a forme pensionistiche complementari e/ o individuali Interessi sui mutui ipotecari per l acquisto o la costruzione della abitazione principale Sostenute per un familiare non a carico Spese mediche generiche e di assistenza specifica dei portatori di handicap Antonio DE GREGORIO Spese sanitarie per patologie che danno diritto all esenzione dalla partecipazione della spesa sanitaria pubblica Spese per gli addetti (badanti) per assistenza personale in casi di non autosufficienza Altre spese sostenute in ambito familiare Contributi per gli addetti ai servizi domestici e all assistenza personale o familiare Spese sostenute dai genitori adottivi per l adozione di minori stranieri Spese per la partecipazione dei genitori alla gestione dei microasili e dei nidi aziendali Spese sostenute per onoranze funebri a seguito della morte di familiari Fonte: Agenzia delle Entrate Nel prossimo notiziario, riporteremo una de- scrizione dettagliata delle spese deducibili

4 Numero 1, pag. 4 Festa della Famiglia prima edizione Dal 1994 l Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha scelto il 15 Maggio per celebrare la Giornata Internazionale della Famiglia e in tutti i paesi per questa occasione vengono organizzati e- venti celebrativi. Nell anno 2004, in occasione del decennale di questa festa internazionale, la neo Associazione, che ha tra i suoi obbiettivi principali quello della valorizzazione della famiglia come cellula fondamentale della società, si presentò alla collettività organizzando per i giorni 14 e15 maggio 2004, presso la struttura dei Padri Dehoniani, sita in Sant Antonio Abate alla Via Casa Russo, due giornate di incontri per gli abitanti di Angri e di Sant Antonio Abate (ai quali l Associazione si rivolge) a cui diede il nome di FESTA DELLA FAMIGLIA Prima edizione. L evento vide la partecipazione straordinaria della religiosa Martina Consolaro, meglio conosciuta la pubblico come SUOR GERMANA, nota a tutti per la sua spiccata arte culinaria ma anche e soprattutto per la sua alta sensibilità nei confronti delle famiglie. Il suo slogan : "Il cuore è vicino allo stomaco" (per cui l'amore si può esprimere anche con un piatto) costituisce un modo pratico per avvicinarsi alla famiglia, dove la proposta educativa consiste nel dare senso al quotidiano. Conosciuta dal grande pubblico televisivo, collaboratrice di quotidiani e periodici, autrice di libri divenuti best seller, nonché dell'agenda annuale che porta il suo nome e di "A tavola con Suor Germana", la sua più recente opera editoriale, la religiosa, che appartiene all'ordine Ordo Virginum, cerca di armonizzare attraverso la famiglia la sua missione apostolica di "donna consacrata a Dio". La Suora del Famulato Cristiano è stata la fondatrice della "Scuola delle fidanzate": il primo nucleo di quella grande iniziativa a carattere religioso, morale, psicologico, medico e formativo che diventerà "Punto Familia". Un'esperienza ricca di sfide e difficoltà, ma anche di gioie, "né più né meno di quanto succede in ogni famiglia" - spiega Suor Germana - che oggi si definisce "mammologa" o "suocera di complemento", perché è al calore dei rapporti e alle relazioni familiari che ha deciso di dedicarsi. Una simile attività l'impegna molto, persino da un punto di vista fisico, ma Suor Germana sembra mantenere comunque il buon umore e il senso delle proporzioni, per nulla disposta a far scomparire la suora dietro al ruolo di cuoca. Tanto che non perde occasione per ricordare a tutti, in qualsiasi ambiente, che il dono della famiglia e dell'amore sono ingredienti indispensabili per dare gusto e sapore alla vita. Punto Famila è un'associazione, che dal 1963 opera in Torino e provincia al servizio della famiglia. Il Punto Familia promuove attività di prevenzione e di aiuto ad ogni forma di relazione coniugale, parentale e sociale. Le attività dell'associazione propongono un cammino di formazione permanente per il singolo, la coppia, la famiglia. Tornando alla cronaca della Festa, gli incontri cominciarono il 14 maggio 2004, di venerdì sera, con una veglia di preghiera per la famiglia, guidata dal sacerdote Don Fabio Savarese l allora Responsabile della Pastorale familiare dell Arcidiocesi Sorrento / Castellammare. I lavori ripresero il giorno seguente, sabato 15 maggio 2004, con un incontro con Suor Germana sul tema Famiglia diventa ciò che sei ; il moderatore fu Padre Antonio Cuomo, nostro concittadino abatese sacerdote dei Padri Dehoniani di S.Antonio Abate. All incontro seguì, nella Chiesa di Gesù Bambino, una santa Messa con la benedizione delle Famiglie celebrata da Don Salvatore D Antuono anch egli abatese e sacerdote presso il Santuario di Pompei. Al forte momento spirituale seguì, nella splendida cornice del campo sportivo, sempre dei Padri Dehoniani di S.Antonio Abate, uno spettacolo musicale con il gruppo di musica cristiana Gli Anghelia, coronato da un momento di festa consumatosi sugli spalti del campo.

5 Numero 1, pag. 5 1 CONVEGNO REGIONALE La famiglia prima risorsa per il bene della società L AFI Angri-S.Antonio Abate, sulle ali dell entusiasmo apportato dalla buona riuscita della prima edizione della Festa della Famiglia, per l anno 2005, sempre in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia ha organizzato il suo primo convegno sul tema La famiglia prima risorsa per il bene della società che si è svolto nel nuovissimo teatro P. Dehon in S. Antonio Abate. Ad inaugurare i lavori della giornata è stato invitato il dott. Lucia- no Moia - giornalista e redattore della rivista mensile di Avvenire Noi Genitori e Figli che viene distribuita l ultima domenica del mese e che si occupa di tutto ciò che ruota intorno al pianeta famiglia. I relatori del convegno sono stati, in ordine di scaletta, il dottore Maurizio Sibilio - Assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Napoli, il professor Aniello Montano - professore di Storia della Filosofia all Università di Salerno, l Arcivescovo della diocesi Castellammare-Sorrento - Mons. Felice Cece, la dott.ssa Olimpia Tarzia - Segretario Generale del Movimento Italiano per la Vita - Don Nello Senatore - docente di Pedagogia e direttore dell Ufficio Comunicazioni Sociali dell Arcidiocesi Salerno-Campagna-Acerno la professoressa Lina Varchetta - Presidente Coordinamento Regionale Campano docenti di strumento musicale. Tutti hanno apportato il loro contributo al convegno con interventi mirati: la famiglia non è un fatto o un problema privato che appartiene solo ai cattolici, ma una risorsa che tocca trasversalmente tutta la società, di cui tutte le istituzioni devono farsene carico. L opinione comune è stata che oggi la famiglia risente di una cultura improntata su un relativismo sempre più dilagante, un indifferenza sociale e da un egoismo di fondo che rischia di rendere meno significativi i valori sui quali si fonda la famiglia ed in particolare la famiglia cristiana. Considerata l attualità e l interesse generale, in quella precisa epoca giugno referendum abrogativi della legge 40/2004 il tema proposto dalla dott.ssa Olimpia Tarzia, circa il risveglio delle coscienze in favore della famiglia e della vita, ha tenuto una platea attenta ed impegnata per più di un ora, aiutando gli intervenuti nelle comprensione attenta ed oculata della legge 40/2004 e le ragioni dell astensione al voto referendario. Ha chiuso il convegno l intervento conclusivo di uno dei soci dell AFI Angri-S.Antonio Abate che ha fatto una breve panoramica sulle attività sinora svolte dall Associazione e su quelle che vorrebbe svolgere. Il dott. Antonio De Gregorio ha rimarcato ancora una volta il concetto di famiglia quale prima risorsa per il bene della società invitando gli intervenuti, qualora l avessero voluto, ad associarsi a questa iniziativa. Le conclusioni della giornata ed i saluti finali sono toccati all abilissimo moderatore Luciano Moia accompagnato dal presidente dell AFI locale il Professore Michele Tarallo che assieme hanno omaggiato i relatori intervenuti con una targa ricordo dell evento. Questo 1 convegno sulla famiglia è stato dedicato, così come voluto dall AFI Angri-S.Antonio Abate, alla memoria del Padre Saverio Di Paola, che da sempre ha assistito le attività dell associazione, scomparso proprio poche giorni prima del convegno.

6 Numero 1, pag. 6 LE POLITICHE FAMILIARI L Afi Angri - S. Antonio Abate, associazione per le famiglie operante nel territorio tra Sant Antonio Abate e Angri, intende proporre delle indicazioni generali e un cartello di iniziative concrete e realizzabili per le politiche familiari a livello comunale. Le innumerevoli funzioni che la famiglia svolge per la società sono in gran parte fondamentali ed insostituibili, a partire dalla nascita e formazione della persona, al suo sviluppo armonico e alla sua educazione ai valori civili, alle funzioni di cura, di accoglienza e di solidarietà e, pertanto, il benessere della società locale è strettamente legato al benessere della famiglia. La situazione di sofferenza della famiglia in Italia e nelle nostre realtà locali è ormai evidente, come risulta dai diversi indicatori statistici e sociali. Al di là delle motivazioni culturali e di costume, è indubbia che le inadeguate politiche familiari realizzate a tutti i livelli nel nostro Paese penalizzano in maniera consistente la vita e le funzioni della famiglia, cioè di chi, di fronte all intera società, si assume l impegno del patto matrimoniale, del dovere genitoriale e del principio di riconoscenza verso i propri genitori. Di fronte alla sempre più marcata ritirata dello stato e delle istituzioni che non riescono a dare risposta ai crescenti bisogni di una società che invecchia rapidamente come la nostra, di fronte ad una crisi senza ritorno del welfare-state dell intero mondo occidentale, diventa imperativo invertire la rotta e ripartire dal concetto fondamentale che la famiglia è una risorsa vitale per la società e costituisce il tessuto fondamentale della comunità locale. Essa è un autentico capitale sociale, cioè patrimonio e risorsa culturale che sostiene le relazioni fiduciarie, di cooperazione e reciprocità fra le persone. Per invertire la rotta ed incominciare un percorso positivo per l intera società è necessario riconoscere alle famiglie le loro funzioni passando dalle obsolete politiche assistenziali per la famiglia, alle politiche del- la famiglia, con le quali la famiglia viene dotata degli strumenti culturali, economici, strutturali, sociali affinchè possa svolgere al meglio il proprio insostituibile ruolo secondo una corretta ed equilibrata applicazione dei principi di solidarietà e sussidiarietà. In una situazione nazionale che vede un assenza storica di politiche della famiglia, ma anche un crescente interesse per le problematiche familiari, l ente locale non può ignorare la necessità e l opportunità di intervenire per la promozione e il riconoscimento delle funzioni della famiglia. Risulta estremamente importante coinvolgere le famiglie, in particolare nelle forme associative, nei procedimenti amministrativi che le coinvolgono. E importante che a livello comunale, provinciale e regionale, gli enti promuovano la costituzione della Consulta della Famiglia, composta dalle associazioni e dai soggetti sociali che sul territorio si occupano della famiglia. Un organismo consultivo e partecipativo che possa interloquire ufficialmente con l Amministrazione Pubblica per tutte le problematiche inerenti la famiglia. La regione Campania, è fra quelle regioni che non ha una legge sulle politiche familiari, una legge che riconosca e sostenga come soggetto sociale essenziale la famiglia fondata sul matrimonio in qualità di istituzione primaria per la nascita, la cura e l'educazione dei figli e per l'assistenza ai suoi componenti. Una legge, che promuova il servizio pubblico alla famiglia, predisponga e attui iniziative e procedimenti mirati alla tutela dei componenti della famiglia, attraverso una organica e mirata politica sociale per promuovere e sostenere il diritto della famiglia al libero svolgimento delle sue funzioni, ritenendola l'ambito più importante in cui si forma e si sviluppa la personalità dell'individuo. La Regione, nella propria attività di programmazione e di indirizzo politico, d'intesa con le Province e con i comuni, dovrebbe attuare una politica organica volta a sostenere la famiglia e perseguire una serie di obiettivi che favoriscano la formazione e lo sviluppo delle famiglie esaminando quali sono le difficoltà di carattere abitativo, economico e della salute nel corso della vita familiare.

7 Numero 1, pag. 7 APPUNTAMENTI DELL AFI Febbraio GIORNATA PER LA VITA 14 Maggio DOMENICA PER LA FAMIGLIA 9 Giugno FESTA DELLA FAMIGLIA 10 Giugno MUSICAL IL SOGNO DI GIUSEP- Settembre CONVEGNO NAZIONALE A- Tutte le famiglie sono invitate a partecipare alle nostre iniziative, la formazione e il confronto ci aiutano a crescere e a formare una presenza forte e significati- va sul territorio. L ingresso è sempre gratuito. A b b i a m o b i s o g n o d e l t u o s o s Incarichi sociali dell Afi Angri - S.Antonio Abate Presidente Michele TARALLO Tesoriere Antonio DE GREGORIO Segretario Aniello D ANIELLO Consigliere Giovanni RUOTOLO Vice Presidente Ciro RISPOLI Consigliere Gerardo D AURIA

Dott. Francesco Pedone

Dott. Francesco Pedone Bisceglie, 24 apr 2014 Circolare informativa per la clientela Oggetto: dichiarazione dei redditi elenco degli oneri detraibili/deducibili Anche quest anno a seguito delle consuete, frenetiche, novità normative,

Dettagli

Prospetto di ausilio per la individuazione degli oneri detraibili/deducibili

Prospetto di ausilio per la individuazione degli oneri detraibili/deducibili Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 16/2015 Del 14 maggio 2015 Gentile Sig.ra/Sig. Oggetto: dichiarazione

Dettagli

In questo capitolo si analizzano e approfondiscono gli oneri e le spese per le quali il contribuente gode di particolari agevolazioni fiscali.

In questo capitolo si analizzano e approfondiscono gli oneri e le spese per le quali il contribuente gode di particolari agevolazioni fiscali. CAPITOLO SETTIMO INTRODUZIONE AGLI oneri e spese In questo capitolo si analizzano e approfondiscono gli oneri e le spese per le quali il contribuente gode di particolari agevolazioni fiscali. 1 premessa

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 8/2012 OGGETTO: ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE - MODELLO UPF 2012 PER L ANNO

Dettagli

principale del gruppo è

principale del gruppo è Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare e Vita I GRUPPI FAMIGLIA PARROCCHIALI luogo di crescita nella fede e nella spiritualità propria dello stato coniugale; momento di apertura alla vita parrocchiale

Dettagli

Circolare Nr. 03/ 2012. Vi elenchiamo di seguito i documenti e le informazioni necessarie per la redazione del Modello Unico 2012 Redditi 2011.

Circolare Nr. 03/ 2012. Vi elenchiamo di seguito i documenti e le informazioni necessarie per la redazione del Modello Unico 2012 Redditi 2011. Noale, 07 Maggio 2012 Circolare ai Signori Clienti Loro Sedi Circolare Nr. 03/ 2012 MODELLO UNICO 2012 REDDITI 2011 Vi elenchiamo di seguito i documenti e le informazioni necessarie per la redazione del

Dettagli

Oneri deducibili e detraibili

Oneri deducibili e detraibili UNICO 2011 Oneri deducibili e detraibili A cura della dott.ssa Lucia Campana ONERI DEDUCIBILI e DETRAIBILI Oneri deducibili: sono le spese che ai sensi dell art.10 D.P.R. 917/86 (T.U. Imposte Dirette)

Dettagli

Cuneo, lì 14 aprile 2014 Egregio CLIENTE

Cuneo, lì 14 aprile 2014 Egregio CLIENTE Cuneo, lì 14 aprile 2014 Egregio CLIENTE Prot. n. 19/2014 LA DOCUMENTAZIONE PER RISPARMIARE CON LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI (periodo di imposta 2013) In vista della scadenza per la presentazione della

Dettagli

? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Coniuge e familiari a carico FRONTESPIZIO

? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Coniuge e familiari a carico FRONTESPIZIO ? INQUADRAMENTO NORMATIVO Tratto da: Collana Dichiarazioni Fiscali 2009 Dichiarazione 730, a cura di R. Artina. - V. Artina Coniuge e familiari a carico All'interno del frontespizio del Mod. 730/2009 è

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE - MODELLO UPF 2014 E MODELLO 730/2014 PER L ANNO

Dettagli

Newsletter N. 5/2015

Newsletter N. 5/2015 Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 5/2015 In questo periodo dell anno i dubbi e le problematiche relative alla compilazione del mod.730 ci stanno preoccupando non poco;.dobbiamo accettare il precompilato

Dettagli

RACCOLTA DATI 730/2015 (anno 2014) Cognome e Nome del contribuente: Codice fiscale: Stato civile:... Indirizzo:. DATI FAMILIARI

RACCOLTA DATI 730/2015 (anno 2014) Cognome e Nome del contribuente: Codice fiscale: Stato civile:... Indirizzo:. DATI FAMILIARI RACCOLTA DATI 730/2015 (anno 2014) Cognome e Nome del contribuente: Codice fiscale: Stato civile:... Indirizzo:. Sei socio DOC SERVIZI o DOC EDUCATIONAL? SÌ NO DATI FAMILIARI PARENTELA COGNOME E NOME CODICE

Dettagli

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Progetto Educativo Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Parrocchia San Pietro Apostolo Via Don Bosco 12 Azzano X La scuola dell infanzia Beata Vergine del Rosario,

Dettagli

Saluzzo, lì 05 aprile 2016 Egr. CLIENTE. Prot. n. 18/16/FISC

Saluzzo, lì 05 aprile 2016 Egr. CLIENTE. Prot. n. 18/16/FISC Saluzzo, lì 05 aprile 2016 Egr. CLIENTE Prot. n. 18/16/FISC LA DOCUMENTAZIONE PER RISPARMIARE CON LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI (periodo di imposta 2015) In vista della scadenza per la presentazione della

Dettagli

SOTTRAZIONE DI 250 ONERE DEDUCIBILE

SOTTRAZIONE DI 250 ONERE DEDUCIBILE CIRCOLARE SETTIMANALE N. 1 NOVEMBRE 2012 LE NUOVE DISPOSIZIONI SU DEDUZIONI E DETRAZIONI DEDUZIONI ONERE DEDUCIBILE Canoni, livelli, censi ed altri oneri gravanti sui redditi degli immobili che concorrono

Dettagli

Istruzioni per la compilazione DF RED - Quadro B

Istruzioni per la compilazione DF RED - Quadro B cassa italiana di previdenza ed assistenza dei geometri Istruzioni per la compilazione DF RED - Quadro B Istruzioni per la compilazione Pagina 1 di 7 Nel Quadro B il pensionato potrà scegliere le detrazioni

Dettagli

NON E MAI TROPPO TARDI

NON E MAI TROPPO TARDI 1 NON E MAI TROPPO TARDI Fabriano, 4 aprile 2013 Cari colleghi e care colleghe, questa settimana parliamo di Detrazioni Fiscali per familiari a carico. Abbiamo riscontrato che diversi colleghi non beneficiano

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

Le detrazioni per il coniuge e per i figli a carico spettano anche se questi non convivono con il contribuente o non risiedono in Italia.

Le detrazioni per il coniuge e per i figli a carico spettano anche se questi non convivono con il contribuente o non risiedono in Italia. 2. LE DETRAZIONI IRPEF >> LE DETRAZIONI PER I FAMILIARI A CARICO QUANDO E A CHI SPETTANO I contribuenti che hanno familiari a carico, in possesso di un reddito complessivo non superiore a 2.840,51 euro,

Dettagli

IRPEF Il calcolo dell imposta netta

IRPEF Il calcolo dell imposta netta IRPEF Il calcolo dell imposta netta Di cosa parliamo 1 Deduzioni 2 Aliquote 3 Detrazioni 4 Aliquote marginali effettive Gli oneri deducibili Le deduzioni più rilevanti presenti nella determinazione dell

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: MODELLI UNICO 2015 e 730/2015 ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI 1. PREMESSA In vista dei prossimi adempimenti dichiarativi delle persone

Dettagli

oneri detraibili oneri deducibili

oneri detraibili oneri deducibili Infermieri e libera professione: un avventura possibile Como 5 novembre 2010 oneri detraibili oneri deducibili Ricavato dalle istruzioni ministeriali per il Modello UNICO 1 ONERI DETRAIBILI (19%) Permettono

Dettagli

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 PER LA GENERALITÀ DEI LAVORATORI DIPENDENTI E/O PENSIONATI Eventuale tessera d iscrizione al

Dettagli

Oggetto: Dichiarazione dei redditi Mod.730/2014. La dichiarazione è da predisporre entro 31.05.2014 data ultima per l invio.

Oggetto: Dichiarazione dei redditi Mod.730/2014. La dichiarazione è da predisporre entro 31.05.2014 data ultima per l invio. Oggetto: Dichiarazione dei redditi Mod.730/2014 Ai Sigg. Clienti Loro sedi Anche per quest anno è prossima la scadenza per la presentazione della Dichiarazione dei redditi 2013 Mod. 730/2014. La dichiarazione

Dettagli

STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI FOCUS 4 MAGGIO 2015 IN BREVE

STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI FOCUS 4 MAGGIO 2015 IN BREVE STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI IN BREVE FOCUS 4 MAGGIO 2015 La mancata separata indicazione in dichiarazione dei costi black list non incide sulla loro deducibilità Con il concordato preventivo

Dettagli

Periodico informativo n. 55/2014. Raccolta dati 730/2014

Periodico informativo n. 55/2014. Raccolta dati 730/2014 Periodico informativo n. 55/2014 Raccolta dati 730/2014 Gentile Cliente, In vista dell imminente appuntamento annuale con la redazione della dichiarazione dei redditi, di seguito si propone il modello

Dettagli

MODELLO 730: ALCUNI SUGGERIMENTI E CONSIGLI PER IL PERSONALE DELLA SCUOLA

MODELLO 730: ALCUNI SUGGERIMENTI E CONSIGLI PER IL PERSONALE DELLA SCUOLA Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA PROVINCIALE FLP SCUOLA DI FOGGIA 71121 Foggia Via Nicola Delli Carri, 15 sito internet: www.flpscuolafoggia.it Email: info@flpscuolafoggia.it

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DI ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA PER PRESTAZIONI DI ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE PER MOTIVI DI REDDITO Il Sottoscritto (dichiarante) Cognome: Nome: Nata/o

Dettagli

OGGETTO:Raccolta dati 730/2014

OGGETTO:Raccolta dati 730/2014 Informativa per la clientela di studio N. 55 del02.04.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO:Raccolta dati 730/2014 Gentile Cliente, In vista dell imminente appuntamento annuale con la redazione della

Dettagli

CAMPA Mutua Sanitaria Integrativa. Presentazione

CAMPA Mutua Sanitaria Integrativa. Presentazione Presentazione 1 Denominazione: CAMPA Cassa Nazionale Assistenza Malattie Professionisti Artisti e Lavoratori Autonomi Forma giuridica: Società di mutuo Soccorso ai sensi della legge 3818 del 1886 Data

Dettagli

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO Premessa: Dalla ricerca La preparazione dei fidanzati al matrimonio ed alla famiglia oggi in Italia, commissionata dalla

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

- SPESE SANITARIE PER PORTATORI DI HANDICAP

- SPESE SANITARIE PER PORTATORI DI HANDICAP INDICE Premessa... pag. 11 Struttura del testo...» 11 Nozioni introduttive... pag. 13 Oneri sostenuti nell interesse di soggetti diversi...» 13 Ammontare detraibile/deducibile...» 15 Ultime novità in materia...»

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

COS E L AFFIDAMENTO FAMILIARE

COS E L AFFIDAMENTO FAMILIARE COS E L AFFIDAMENTO FAMILIARE L affidamento familiare è un intervento temporaneo d aiuto e di sostegno ad un minore che proviene da una famiglia in difficoltà. Attraverso l affidamento, il bambino incontra

Dettagli

L Irpef. L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA

L Irpef. L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA L Irpef L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA L imposta sul reddito delle persone fisiche 360 Dopo la legge 289/2002 e la legge 311/2004,

Dettagli

Circolare settimanale di informazione fiscale

Circolare settimanale di informazione fiscale 17 ottobre 2012 OGGETTO: Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che con l approvazione

Dettagli

Redditi: riepilogo degli oneri generali

Redditi: riepilogo degli oneri generali Periodico informativo n. 67/2015 Redditi: riepilogo degli oneri generali Gentile Cliente, In vista dell imminente appuntamento annuale con la redazione della dichiarazione dei redditi, di seguito si propone

Dettagli

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana ARCIDIOCESI DI SANT ANGELO DEI LOMBARDI-CONZA-NUSCO-BISACCIA UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO GIORNATA DI FORMAZIONE GOLETO, 15 SETTEMBRE 2012 Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana La chiesa italiana

Dettagli

Le regole per ottenere gli sconti fiscali

Le regole per ottenere gli sconti fiscali Periodico informativo n. 40/2011 Le regole per ottenere gli sconti fiscali Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

FAZIO ANNA. Ragioniere commercialista. Iscritta all O.D.C.E C. di Prato. Revisore dei conti VIA TINTORI 31-59100 PRATO PO

FAZIO ANNA. Ragioniere commercialista. Iscritta all O.D.C.E C. di Prato. Revisore dei conti VIA TINTORI 31-59100 PRATO PO FAZIO ANNA Ragioniere commercialista Iscritta all O.D.C.E C. di Prato Revisore dei conti VIA TINTORI 31-59100 PRATO PO Telefono: 0574 23889 3394342747 fax :057429790 e-mail: annafazio@wmail.it pec: annafazio@odcecprato.legalmail.it

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013 Marco Ansaldi - Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO SEGUICI SU www.marcoansaldicommercialista.it www.antonellabolla.it 12.03.2013 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO 730/2013 IL MODELLO 730/2013

Dettagli

ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME)

ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME) ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME) Anno scolastico 2013/2014 Proponente: Associazione INMEDIA ONLUS Sede legale: Via Consortile, 32 - Villafranca Tirrena (ME) Tel. 3480457173 e-mail: inmediaonlus@libero.it

Dettagli

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto 1.Premessa La Scuola cattolica privilegia la promozione integrale della persona, adempie ad una funzione educativa e didattica ed è chiamata ad assolvere un compito

Dettagli

Oneri deducibili. Contributi

Oneri deducibili. Contributi Oneri deducibili Le spese che costituiscono oneri sono deducibili dal reddito complessivo del contribuente se non già dedotti nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito

Dettagli

Percorso di preparazione al matrimonio cristiano

Percorso di preparazione al matrimonio cristiano Percorso di preparazione al matrimonio cristiano Da qualche anno si tiene un unico percorso per entrambe le parrocchie. Si svolge unna volta l'anno (indicativamente da ottobre a febbraio). Il percorso

Dettagli

Le modifiche fiscali ALIQUOTE. DEDUZIONI

Le modifiche fiscali ALIQUOTE. DEDUZIONI Meno tasse per tutti avevano promesso. Tremonti: è in credito con il fisco, ai lavoratori e pensionati benefici irrisori che saranno vanificati con l aumento delle imposte locali e ticket. Le modifiche

Dettagli

Una società a misura di famiglia? Verso la 47

Una società a misura di famiglia? Verso la 47 Una società a misura di famiglia? Verso la 47 a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani Summer School Milano 19-22 giugno 2013 in collaborazione con: Contenuto Non si è ancora spenta l eco della Giornata

Dettagli

Scienza delle finanze 6061 Cleam 2. Lezione 4

Scienza delle finanze 6061 Cleam 2. Lezione 4 Scienza delle finanze 6061 Cleam 2 Lezione 4 Gli oneri deducibili (d) Le deduzioni più rilevanti presenti nella determinazione dell'irpef sono: contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori (versati

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: MODELLI UNICO 2016 e 730/2016 ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI 1. PREMESSA In vista dei prossimi adempimenti dichiarativi delle persone

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Periodico informativo n. 101/2012. Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni

Periodico informativo n. 101/2012. Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Periodico informativo n. 101/2012 Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che con l approvazione

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013

CIRCOLARE INFORMATIVA 3/2013 D E T R A Z I O N I E D E D U Z I O N I D I M P O S T A N E L M O D E L L O 7 3 0 E D U N I C O P F 2 0 1 3 T A S S A Z I O N E R E D D I T I D A T E R R E N I E F A B B R I C A T I CIRCOLARE INFORMATIVA

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione dei redditi 2009 - UNICO 2010 Persone fisiche Modello raccolta dati

OGGETTO: Dichiarazione dei redditi 2009 - UNICO 2010 Persone fisiche Modello raccolta dati A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 07/2010 Treviso, 08 aprile 2010 OGGETTO: Dichiarazione dei redditi 2009 - UNICO 2010 Persone fisiche Modello raccolta dati Anche quest anno i contribuenti dovranno

Dettagli

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico Pagina 1 DOCUMENTI ANAGRAFICI In via generale si ricorda che il contribuente deve esibire la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella propria dichiarazione

Dettagli

DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA ARTICOLO - 4 - FINALITÀ * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * -

DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA ARTICOLO - 4 - FINALITÀ * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * - DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * - CARITAS PARROCCHIALE S. MARIA REGINA MUNDI ARTICOLO - 1 - ISTITUZIONE 1. E istituita nella Parrocchia di S. Maria Regina Mundi,

Dettagli

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ Gli oneri Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ 10.5 LA RATEIZZAZIONE DELLE SPESE 10.6 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI ONERI GLI ONERI

Dettagli

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE PROGETTO EDUCATIVO IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE IDENTITA DELLA SCUOLA La Scuola dell Infanzia parrocchiale S.Giuseppe vuole

Dettagli

P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA SS. TRINITÀ PARROCCHIALE PARITARIA P.E.I. Progetto Educativo d Istituto Via Bernardi, 14-35135 Padova (PD) tel. 049 610071 fax 049 8642207 e-mail: direzione@scuolagesumaria.191.it

Dettagli

Le pensioni pagano l'irpef

Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni sono equiparate ai redditi da lavoro dipendente e quindi sono soggette a tassazione. L'Inps si sostituisce al fisco ed effettua sulle pensioni una ritenuta alla fonte

Dettagli

Statuto. Associazione Centro Vita Nuova Via della Stazione di Cesano, 671 - Cesano di Roma Tel. +39 063037402

Statuto. Associazione Centro Vita Nuova Via della Stazione di Cesano, 671 - Cesano di Roma Tel. +39 063037402 Statuto Associazione Centro Vita Nuova Via della Stazione di Cesano, 671 - Cesano di Roma Tel. +39 063037402 3 Statuto ARTICOLO I È costituita l Associazione denominata Centro Vita Nuova Associazione Diocesana,

Dettagli

MODULO 1 IL RUOLO DEL CAF

MODULO 1 IL RUOLO DEL CAF MODULO 1 IL RUOLO DEL CAF Lezione 6 Oneri deducibili e detrazioni Contenuto Oneri deducibili e detrazioni... 3 Detrazioni per figli e familiari a carico... 3 Ognuno dei genitori... 3 Detrazioni abolite...

Dettagli

ERREDI SRL UNIPERSONALE Consulenza Aziendale C.E.D. Formazione www.renatodotto.it

ERREDI SRL UNIPERSONALE Consulenza Aziendale C.E.D. Formazione www.renatodotto.it Il modello 7302010: cos è, chi può utilizzarlo, come si compila e quando si presenta. Come ogni anno siamo arrivati all'appuntamento con la dichiarazione dei redditi e anticipare i tempi è sempre meglio

Dettagli

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it 1 La Mutua per la Maremma La Banca della Maremma che, coerentemente con i propri principi ispiratori, valorizza la centralità della persona, ha deli berato

Dettagli

Familiari ex art. 433 c.c.

Familiari ex art. 433 c.c. Familiari a carico FAMILIARI A CARICO comma 3 art. 12 Tuir CONIUGE FIGLI REDDITO COMPLESSIVO 2.840,51 Ovunque essi siano e senza limiti d età Familiari ex art. 433 c.c. REDDITO COMPLESSIVO 2.840,51 CONVIVENZA

Dettagli

Legge di stabilità: novità in materia di IRPEF e IVA

Legge di stabilità: novità in materia di IRPEF e IVA Ai gentili clienti Loro sedi Albignasego, 16 ottobre 2012 Legge di stabilità: novità in materia di IRPEF e IVA Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla, che la legge di stabilità per l anno

Dettagli

familiari coniuge o figli o altri familiari non devono possedere un reddito superiore ad Euro 2.840,51 annui) Redditi di terreni e fabbricati:

familiari coniuge o figli o altri familiari non devono possedere un reddito superiore ad Euro 2.840,51 annui) Redditi di terreni e fabbricati: Torino, 30 Marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione dei redditi anno 2014. Gent.mi Sig.ri Clienti, - Con la presente Vi comunichiamo le scadenze relative alla dichiarazione dei redditi anno 2014: - per i sig.ri

Dettagli

PROGETTO AFFIDO FAMILIARE sintesi Attività di sensibilizzazione e formazione Famiglie affidatarie (Ottobre 2001 Ottobre 2002)

PROGETTO AFFIDO FAMILIARE sintesi Attività di sensibilizzazione e formazione Famiglie affidatarie (Ottobre 2001 Ottobre 2002) L Affidamento etero familiare inteso come risposta qualificata a garantire il diritto di tanti bambini e ragazzi ad avere una famiglia, in grado anche temporaneamente di aiutarli a crescere ha costituito

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio Stipendi. A) Scaglioni I.R.PE.F. Dal 1/1/2007. Tabella A TABELLA VALIDA PER L'ANNO 2010

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio Stipendi. A) Scaglioni I.R.PE.F. Dal 1/1/2007. Tabella A TABELLA VALIDA PER L'ANNO 2010 Tabella A UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio Stipendi TABELLA VALIDA PER L'ANNO 2010 A) Scaglioni I.R.PE.F. Dal 1/1/2007 Fasce retributive mensili Aliquote da 0,00 a 1.250,00 23 da 1.250,01 a 2.333,33

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF (materiale gentilmente concesso dalla Prof.ssa Alessandra Casarico) Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF Prof. Paolo Buonanno paolo.buonanno@unibg.it Schema dell IRPEF T=t(Y-d)-f Reddito complessivo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO DICHIARAZIONE PER LE DETRAZIONI D IMPOSTA ANNO 2015 AI SENSI DELL ART.7 COMMA 1 LETTERA B) LEGGE N.106 DEL 12/07/2011 (G.U. N.160 DEL 12/07/2011) Il sottoscritto/a

Dettagli

2.2.9 Erogazioni liberali a favore di enti che operano nel settore dello spettacolo

2.2.9 Erogazioni liberali a favore di enti che operano nel settore dello spettacolo 2.2.9 Erogazioni liberali a favore di enti che operano nel settore dello spettacolo 111 Secondo quanto fissato dalla lett. i), c. 1, dell art. 13-bis) del TUIR, sono considerate spese detraibili dall imposta

Dettagli

FOGLIO DOCUMENTI E NOTE CORRELATE

FOGLIO DOCUMENTI E NOTE CORRELATE FOGLIO DOCUMENTI E NOTE CORRELATE QUADRO C Modello di Certificazione Unica (ex CUD) Assegni periodici percepiti dal coniuge separato nel caso di sentenza di separazione (esclusi quelli destinati al mantenimento

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

Circolare per il Cliente 5 maggio 2014

Circolare per il Cliente 5 maggio 2014 [ Circolare per il Cliente 5 maggio 2014 Versione Completa IN BREVE Comunicazione dei beni ai soci e dei finanziamenti rinviata al 30 ottobre 2014 «Sonore»: il nuovo strumento per la lotta all evasione

Dettagli

SANATORIA COLF E BADANTI (ART. 1-TER, LEGGE 102 DEL 3 AGOSTO 2009)

SANATORIA COLF E BADANTI (ART. 1-TER, LEGGE 102 DEL 3 AGOSTO 2009) SANATORIA COLF E BADANTI (ART. 1-TER, LEGGE 102 DEL 3 AGOSTO 2009) GUIDA AGLI OBBLIGHI ed ai BENEFICI FISCALI del LAVORATORE DOMESTICO e del SUO DATORE DI LAVORO Edizione del 1 settembre 2009 Presentazione

Dettagli

UNA PROPOSTA-PROGETTO PER UN ALLEANZA EDUCATIVA DELLA DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CON LA SCUOLA

UNA PROPOSTA-PROGETTO PER UN ALLEANZA EDUCATIVA DELLA DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CON LA SCUOLA C.d.A.F. (Centro di Aiuto alla Famiglia) A SCUOLA PER EDUCARSI E EDUCARE 1 e 2 UNA PROPOSTA-PROGETTO PER UN ALLEANZA EDUCATIVA DELLA DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CON LA SCUOLA Dall avvio della nuova Curia

Dettagli

LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti

LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti Giuseppe DARDES in occasione del seminario di formazione per parroci - Pianezza, 24 febbraio 2003.

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi

Ai gentili Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 10/2011 Oggetto: Modello 730 Gentile Cliente, con l intento di agevolarla nella preparazione del materiale necessario per la compilazione della dichiarazione dei

Dettagli

MODULI DI DETRAZIONI FISCALI

MODULI DI DETRAZIONI FISCALI Le detrazioni sono riconosciute se il percipiente dichiara di avervi diritto, indica le condizioni di spettanza e si impegna a comunicare tempestivamente le eventuali variazioni. La dichiarazione deve

Dettagli

IL bello di crescere

IL bello di crescere IL bello di crescere Zeta6a 8-11-2004 10:54 Pagina 1 L Associazione In.Famigliaia Costituita nel 1997 da un gruppo di genitori e di professionisti dell educazione, si propone di offrire un aiuto concreto

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE, LAVORATORI PENSIONATI E NON AUTOSUFFICIENZA DL 29.11.2008 n. 185 convertito in legge n. 2 del 27 gennaio 2009 art.

BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE, LAVORATORI PENSIONATI E NON AUTOSUFFICIENZA DL 29.11.2008 n. 185 convertito in legge n. 2 del 27 gennaio 2009 art. BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE, LAVORATORI PENSIONATI E NON AUTOSUFFICIENZA DL 29.11.2008 n. 185 convertito in legge n. 2 del 27 gennaio 2009 art. 1 IN CHE COSA CONSISTE IL BONUS Il così detto Bonus

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

proposta di legge n. 165

proposta di legge n. 165 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 165 a iniziativa del Consigliere BUGARO presentata in data 10 aprile 2007 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELLE FAMIGLIE MARCHIGIANE

Dettagli

Oggetto: Raccolta dati modello UNICO/2014 e IMU 2014

Oggetto: Raccolta dati modello UNICO/2014 e IMU 2014 Oggetto: Raccolta dati modello UNICO/2014 e IMU 2014 Gentili Clienti, al fine di provvedere alla predisposizione del modello UNICO/2014 (redditi 2013) nonché all eventuale versamento e/o dichiarazione

Dettagli

LA DOTE FISCALE DEI FIGLI:

LA DOTE FISCALE DEI FIGLI: LA DOTE FISCALE DEI FIGLI: PROBLEMI GIURIDICI E DI APPLICAZIONE di Paolo Puglisi e Carla Coppola Premessa Come è noto, tra le azioni programmatiche delineate nel Documento di programmazione economico -

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DEL BANCO DI NAPOLI

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DEL BANCO DI NAPOLI REGOLAMENTO MODALITA DI ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 21 febbraio 2014 SOMMARIO ARTICOLO 1 DEFINIZIONE

Dettagli

Dati generali: Documento di identità valido del dichiarante. Tessera per l assistenza sanitaria attestante eventuali patologie che danno diritto all

Dati generali: Documento di identità valido del dichiarante. Tessera per l assistenza sanitaria attestante eventuali patologie che danno diritto all Dati generali: Documento di identità valido del dichiarante. Tessera per l assistenza sanitaria attestante eventuali patologie che danno diritto all esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

OGGETTO: Modello 730: modello di raccolta dati

OGGETTO: Modello 730: modello di raccolta dati Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Modello 730: modello di raccolta dati Gentile Cliente, è nostra cura fornirle, con il presente documento informativo, in vista dell imminente appuntamento annuale

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE ONLUS CONSULTORIO FAMILIARE

STATUTO ASSOCIAZIONE ONLUS CONSULTORIO FAMILIARE STATUTO ASSOCIAZIONE ONLUS CONSULTORIO FAMILIARE Art. 1 Art. 2 Art. 3 E costituita una associazione denominata Consultorio Familiare, organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS). Essa ha l

Dettagli

Iovinelli Stefano Dottore commercialista - Revisore Legale Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma, n.aa_7853

Iovinelli Stefano Dottore commercialista - Revisore Legale Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma, n.aa_7853 Circolare per il cliente 26 maggio 2014 SOMMARIO: IN BREVE Obbligo di POS per imprese e professionisti Novità F24 Decreto Renzi Oneri deducibili e detraibili IRPEF in Dichiarazione dei redditi Bonus 80

Dettagli