Jersey (Isole del Canale) Principato di Monaco Repubbliche dell'ex Jugoslavia. Paesi non convenzionati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Jersey (Isole del Canale) Principato di Monaco Repubbliche dell'ex Jugoslavia. Paesi non convenzionati"

Transcript

1 PAESI IN CONVENZIONE INTERNAZIONALE CON L ITALIA Argentina Australia Brasile Canada Capoverde Croazia Jersey (Isole del Canale) Principato di Monaco Repubbliche dell'ex Jugoslavia Repubblica di San Marino Stati Uniti Tunisia Uruguay Vaticano Venezuela Paesi non convenzionati Argentina La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con l Argentina è entrata in vigore il 1 gennaio Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori che, indipendentemente dalla cittadinanza, sono o sono stati soggetti alla legislazione di uno o di entrambi gli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini / 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Argentina: 65 anni per gli uomini / 60 anni per le donne con 30 anni di contributi

2 per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) per malattia e maternità per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Argentina le prestazioni garantite sono: per invalidità, vecchiaia e superstiti medico-assistenziali (servizi sociali) Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 contributi settimanali. Il requisito contributivo per il diritto all'integrazione al trattamento minimo varia a seconda che la residenza in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana in Argentina, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia E' prevista la totalizzazione multipla con tutti gli Stati con cui l'italia ha stipulato una convenzione di sicurezza sociale, con il Cile e con il Perù. La convenzione italo-argentina prevede che la totalizzazione sia estesa anche ai Paesi terzi che sono legati da convenzioni di sicurezza sociale soltanto all'italia o soltanto all'argentina. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con l'argentina, è quella di Venezia. Australia

3 La nuova convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con l Australia è entrata in vigore il 1 ottobre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori che, indipendentemente dalla cittadinanza, possono far valere periodi di residenza in Australia dai 16 ai 65 anni di età e periodi di contribuzione in Italia, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini / 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Australia: 65 anni di età (per le donne graduale innalzamento da 60 a 65 anni di età a partire dal luglio 1995) e 10 anni di residenza dopo il 16 anno di età (di cui almeno 5 consecutivi) per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) per disoccupazione per i familiari del pensionato prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Australia le prestazioni garantite sono: per vecchiaia e inabilità per orfani di entrambi i genitori aggiuntive e supplementari per minori a carico per assistenza personale al coniuge inabile per morte maggiorazioni per minori a carico Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 contributi settimanali. Per la pensione di anzianità sono richiesti in Italia minimo 780 contributi.

4 in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana in Australia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con l'australia è quella di Ancona. Brasile La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con il Brasile è entrata in vigore il 5 agosto Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori italiani e brasiliani, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Brasile: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 60 mesi di contributi (senza interruzioni che abbiano comportato la perdita della qualità di assicurato)

5 per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) per malattia e maternità per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Brasile le prestazioni garantite sono: per vecchiaia, invalidità e morte per assistenza medica e per incapacità al lavoro temporanea e permanente Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 1 settimana. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana in Brasile, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con il Brasile è quella di Forlì. Canada

6 La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con il Canada è entrata in vigore il 1 gennaio Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori che, indipendentemente dalla cittadinanza, sono o sono stati soggetti alla legislazione di uno o di entrambi gli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Canada: 65 anni per uomini e donne per i residenti in Canada è necessaria la cittadinanza canadese e la residenza in Canada per almeno 10 anni successivamente al compimento del 18 anno di età; per i non residenti in Canada è necessaria la cittadinanza canadese e la residenza in Canada per almeno 20 anni successivamente al compimento del 18 anno di età per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Canada le prestazioni garantite sono: le prestazioni del regime pensionistico del Quebec le prestazioni del regime delle pensioni universali di vecchiaia (Old age security Act) In Quebec le prestazioni garantite sono: le prestazioni del regime pensionistico del Quebec Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 53 settimane. in Italia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia (salvo applicazione estensiva della norma più favorevole: titolarità della pensione italiana) in Canada, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia

7 Non è prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con il Canada è quella dell Aquila, mentre per il Quebec è quella di Campobasso. Capoverde La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con Capoverde è entrata in vigore il 1 novembre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini dell uno o dell altro Stato contraente che sono o sono stati soggetti alla legislazione di uno o di entrambi gli Stati contraenti, nonché i loro familiari o superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi a Capoverde: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 3 anni di contributi per invalidità, vecchiaia, superstiti (dipendenti ed autonomi) per malattia e maternità per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi

8 A Capoverde le prestazioni garantite sono: per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana a Capoverde, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia E prevista con Francia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo e Svezia. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione della domanda di pensione in convenzione con Capoverde è quella di Perugia. Croazia La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con la Croazia è entrata in vigore il 1 novembre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini dei due Stati contraenti che sono o sono stati soggetti alla legislazione di uno o di entrambi gli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti.

9 in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Croazia: 65 anni per uomini e 60 per le donne con 15 anni di contributi per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti e autonomi) per malattia maternità e tubercolosi per disoccupazione involontaria prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Croazia le prestazioni garantite sono: invalidità, vecchiaia e superstiti infortuni sul lavoro e malattie professionali assicurazione sanitaria e cure mediche disoccupazione Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana in Croazia, in questo caso non è prevista l esportabilità dell integrazione italiana E prevista con Austria, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Canada e Quebec, Danimarca, Francia, Germania, Lussemburgo, Macedonia, Norvegia, Olanda, Regno Unito e Irlanda del Nord, Svezia, Slovenia, Svizzera, Repubblica Federale di Jugoslavia.

10 Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con la Croazia è quella di Trieste. Jersey (Isole del Canale) La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con il Jersey è?entrata in vigore il 1 maggio Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini assicurati nei due Stati contraenti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Jersey: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con versamento contributivo pari ad un limite prestabilito per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia e maternità per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione per determinate categorie di lavoratori (personale delle imprese concessionarie di pubblici servizi di trasporto o di telefonia, personale dei servizi tributari appaltati, marittimi) relative ai suddetti rischi In Jersey le prestazioni garantite sono: per disoccupazione per malattia

11 per stato vedovile e orfanile per vecchiaia, per morte e per parto Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 1 settimana di contributi. in Italia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia in Jersey, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con il Jersey è quella di Perugia. Principato di Monaco La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con il Principato di Monaco è entrata in vigore il 1 ottobre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini monegaschi ed italiani subordinati soggetti alla legislazione dei due Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. Profughi e apolidi.

12 in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Principato di Monaco: 65 anni per uomini e donne con 10 anni di contributi di cui 60 mesi di lavoro effettivo per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia e maternità per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi Nel Principato di Monaco le prestazioni garantite sono: prestazioni dei regimi speciali dei servizi sociali per vecchiaia (lavoratori subordinati) esclusa vecchiaia uniforme per maternità, malattia, invalidità e morte per disoccupazione Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 53 settimane di contributi. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana nel Principato di Monaco, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista. La sede Inps competente per la gestione per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con il Principato di Monaco è quella di Imperia.

13 Repubbliche dell'ex Jugoslavia La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con le Repubblica socialista federativa di Jugoslavia è entrata in vigore il 1 gennaio del Tale convenzione resta in vigore rispetto alle Repubbliche dell'ex Jugoslavia: Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Serbia, Montenegro e Kosovo. Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini assicurati negli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi nelle Repubbliche dell'ex Jugoslavia: 60 anni per gli uomini e 55 anni per le donne con 20 anni di contributi per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia e maternità per tubercolosi per disoccupazione prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi Nelle repubbliche dell'ex Jugoslavia le prestazioni garantite sono: assicurazioni sociali

14 per disoccupazione provvisoria (operai e impiegati) Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 1 settimana. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana nelle Repubbliche della ex jugoslavia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con le Repubbliche della ex Jugoslavia, è quella di Trieste. Repubblica di San Marino La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con la Repubblica di San Marino è entrata in vigore il 1 novembre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini assicurati nei 2 Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi

15 in Repubblica di San Marino: 60 anni per gli uomini e per le donne con 15 anni di contributi per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia e maternità per disoccupazione assegno in caso di morte Nella Repubblica di San Marino le prestazioni garantite sono: per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia e maternità per disoccupazione assegno in caso di morte Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana nella Repubblica di San Marino, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia E' prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con la Repubblica di San Marino è quella di Rimini. INPS Roma, Direzione centrale

16 Pensioni OGGETTO: Accordo bilaterale Italia - Repubblica di San Marino. Requisito età di pensionamento.. Allo scopo di garantire trattamenti pensionistici in linea con gli andamenti economici e demografici e di assicurare una sostenibilità di lungo periodo del sistema previdenziale, l art.2 della Legge 8 novembre 2005 n.157 della Repubblica di San Marino prevede l adeguamento dei parametri relativi all età pensionabile e ai requisiti contributivi per i lavoratori pubblici e privati. E stato disposto quindi l innalzamento graduale dell età pensionabile fino a 65 anni di età attraverso il seguente meccanismo: / anni e 6 mesi / anni / anni e 6 mesi / anni / anni e 6 mesi / anni / anni e 6 mesi / anni / anni e 6 mesi / anni In relazione alle esigenze rappresentate dalle Sedi, si ritiene utile precisare inoltre che la Convenzione bilaterale stipulata con la Repubblica di San Marino prevede la totalizzazione multipla. Infatti, l art.8 dell Accordo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino firmato il per la modifica della Convenzione del 10 luglio 1974, ratificato con Legge n.48 del , recita che si prendono in considerazione anche i periodi di assicurazione compiuti in Stati terzi legati ad entrambi gli Stati contraenti da distinti Accordi di sicurezza sociale che prevedano la totalizzazione dei periodi di assicurazione. L unico Paese terzo legato sia all Italia sia alla Repubblica di San Marino da accordo internazionale che prevede la totalizzazione multipla è la Svizzera, anche dopo l estensione ad esso della normativa comunitaria ( ). Pertanto, in virtù dell applicazione della totalizzazione multipla, il diritto a pensione è riconosciuto sommando oltre ai contributi maturati in Italia e a San Marino, anche quelli accreditati in Svizzera. Stati Uniti

17 La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con gli Stati Uniti è entrata in vigore il 1 novembre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori che possano far valere periodi di assicurazione in base alle legislazioni dei 2 Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi negli Stati Uniti: 65 anni per gli uomini e per le donne con 1 trimestre di contributi per ogni anno dal 21 al 62 anno di età per invalidità, vecchiaia e superstiti prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi Negli Stati Uniti le prestazioni garantite sono: per vecchiaia, invalidità e superstiti Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana negli Stati Uniti, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista.

18 Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con gli Stati Uniti è quella di Palermo. Tunisia La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con la Tunisia è entrata in vigore il 1 giugno Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i cittadini dei 2 Stati, che sono o sono stati sottoposti alla legislazione di uno degli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Tuni 60 anni per gli uomini e per le donne con 10 anni di contributi dopo il 1 aprile 1961 per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) per malattia e maternità per tubercolosi prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Tunisia le prestazioni garantite sono:

19 per vecchiaia, invalidità e superstiti (settore non agricolo) per malattia e maternità per salariati agricoli e pescatori per lavoratori autonomi occupati in attività professionali Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana in Tunisia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia E' prevista con il Belgio, la Francia, la Germania, il Lussemburgo e l'olanda. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con la Tunisia è quella di Palermo. Uruguay La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con l'uruguay è entrata in vigore il 1 giugno 1985.

20 Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori soggetti alla legislazione di uno o di entrambi gli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Uruguay: 60 anni per gli uomini e per le donne con 35 anni di contributi (15 anni di contributi con 70 anni di età) per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) per malattia e maternità per tubercolosi per disoccupazione involontaria In Uruguay le prestazioni garantite sono: per vecchiaia, invalidità e morte per malattia, maternità e infortunio comune per disoccupazione Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 1 settimana. in Italia, in questo caso è sufficiente la titolarità di una pensione italiana in Uruguay, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia E' prevista con l'argentina, il Brasile e la Spagna.

21 Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con l'uruguay è quella di Potenza. Vaticano La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con il Vaticano è entrata in vigore il 1 gennaio Hanno diritto all applicazione della convenzione tutti i lavoratori che, indipendentemente dalla loro cittadinanza, sono o sono stati soggetti alla legislazione degli Stati contraenti, nonché i loro familiari e superstiti. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Vaticano: 60 anni per gli uomini e per le donne con 20 anni di contributi per invalidità, vecchiaia e superstiti (lavoratori dipendenti ed autonomi) prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Vaticano le prestazioni garantite sono: per vecchiaia, inabilità e superstiti

22 Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia in Vaticano, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia E' prevista solo con gli Stati aderenti all'unione Europea. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con il Vaticano è quella di Roma Flaminio. Venezuela La convenzione bilaterale di sicurezza sociale siglata con il Venezuela è entrata in vigore il 1 novembre Hanno diritto all applicazione della convenzione tutte le persone che, indipendentemente dalla loro cittadinanza, sono o sono state assoggettate alla legislazione di uno o di entrambi gli Stati contraenti, nonché i loro familiari aventi diritto. in Italia: 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne con 20 anni di contributi in Venezuela: 60 anni per gli uomini e 55 anni per le donne con 750 settimane di contributi

23 per invalidità, vecchiaia e superstiti per malattia e maternità, limitatamente alle prestazioni economiche prestazioni dei regimi speciali di assicurazione (Enpals, ex Inpdai e Inpgi) relative ai suddetti rischi In Venezuela le prestazioni garantite sono: per incapacità temporanea per incapacità parziale o invalidità per vecchiaia e superstiti assegno per morte Il requisito contributivo minimo per operare la totalizzazione è di 52 settimane. in Italia, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia in Venezuela, in questo caso sono necessari 10 anni di contribuzione effettiva in Italia Non è prevista. Per i residenti all'estero, la sede Inps competente per la trattazione delle domande di pensione in convenzione con il Venezuela è quella di Bari. LAVORO IN PAESI ESTERI NON CONVENZIONATI CON L ITALIA Riscatto di lavoro all'estero Coloro che hanno svolto attività lavorativa in Paesi che non hanno stipulato con l Italia alcuna convenzione di sicurezza sociale possono chiedere l accredito di tali periodi mediante il meccanismo del riscatto. Il riscatto è possibile anche quando i periodi sono stati assicurati secondo la legislazione locale e persino quando hanno dato luogo alla liquidazione di una pensione ad esclusivo carico dello stato estero ma a condizione che non risultino già coperti da contribuzione in Italia.

24 Il riscatto può essere chiesto dagli interessati che, all'atto della presentazione della domanda, siano cittadini italiani (anche se durante l'attività lavorativa svolta all'estero erano in possesso di una cittadinanza diversa) e dai familiari superstiti del lavoratore che, alla data della sua morte, siano cittadini italiani. Sono esclusi dal riscatto: i periodi di lavoro svolti nelle ex colonie italiane quando era in vigore la legislazione italiana, perché all'epoca quei territori non potevano considerarsi esteri i periodi di lavoro svolti nei Paesi dell'unione europea o in Paesi legati all'italia da convenzioni in materia di assicurazione sociale, in quanto essi sono già automaticamente riconosciuti ai fini della pensione italiana in base al cosiddetto principio della totalizzazione Le retribuzioni per i lavoratori italiani operanti all'estero Chi sei: Italiano all'estero, Cosa cerchi: Italiani all'estero, Parole chiave: Immigrato/Italiano all'estero, Al fine di tutelare i lavoratori italiani operanti all'estero in Paesi extracomunitari, con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale, è prevista l'iscrizione obbligatoria degli stessi alle seguenti forme di previdenza ed assistenza sociale: assicurazione per l'invalidità, la vecchiaia ed i superstiti assicurazione contro la tubercolosi assicurazione contro la disoccupazione involontaria assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali assicurazione contro le malattie assicurazione di maternità I contributi dovuti per tali regimi assicurativi sono calcolati su retribuzioni convenzionali, fissate annualmente con decreto del ministro del Lavoro.

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Pollenzo 20 Aprile 2012 Luca Valdameri Riferimenti normativi Riforma Amato (decreto legislativo 503/1992 e decreto legislativo

Dettagli

PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI

PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI PENSIONI ED INTEGRAZIONE AL MINIMO PER I LAVORATORI MIGRANTI RESIDENTI ALL ESTERO: Chi utilizza per la pensione periodi di lavoro all estero ha diritto al trattamento minimo se ha i seguenti requisiti:

Dettagli

Incontro informativo

Incontro informativo Incontro informativo La pensione dei lavoratori dipendenti Venezia 24 marzo 2012 V E N E Z I A Il sistema pubblico Tutti i lavoratori versano i contributi per la pensione (obbligo) I contributi vengono

Dettagli

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti:

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti: Totalizzazione dei contributi È stata prevista da recenti disposizioni legislative per consentire l acquisizione del diritto ad un unica pensione di vecchiaia, di anzianità o ai superstiti a quei lavoratori

Dettagli

Modernised EU Social Security Coordination

Modernised EU Social Security Coordination Modernised EU Social Security Coordination La nuova regolamentazione comunitaria PARTE GENERALE DISPOSIZIONI COMUNI 1 Campo di applicazione soggettivo o ratione personae I nuovi regolamenti si applicano

Dettagli

LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE

LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE AUSTRIA BELGIO CIPRO DANIMARCA ESTONIA FINLANDIA FRANCIA La pensione ordinaria è erogata al compimento del 60 anno di età

Dettagli

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione CONVENZIONI INTERNAZIONALI: ASSICURAZIONI - DISTACCHI

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione CONVENZIONI INTERNAZIONALI: ASSICURAZIONI - DISTACCHI SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione CONVENZIONI INTERNAZIONALI: ASSICURAZIONI - DISTACCHI 1 La Direzione Regionale INPS del Piemonte ha elaborato materiali di ausilio alla trattazione dei servizi rivolti

Dettagli

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA:

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA: REGIONE VENETO U.O.C. SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE: DIRETTORE RAG. LUIGI FERRARINI Tel. 0442.632341 Fax 0442.632710 e-mail: conv.med.leg.@aulsslegnago.it ASSISTENZA SANITARIA A PERSONE CHE SI RECANO

Dettagli

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione CONVENZIONI INTERNAZIONALI: ASSICURAZIONI - DISTACCHI

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione CONVENZIONI INTERNAZIONALI: ASSICURAZIONI - DISTACCHI SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione CONVENZIONI INTERNAZIONALI: ASSICURAZIONI - DISTACCHI 1 La Direzione Regionale INPS del Piemonte ha elaborato materiali di ausilio alla trattazione dei servizi rivolti

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA VI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE (N. 693) approvato dalla Camera dei deputati nella seduta del 14 dicembre 1972 (V. Stampato n. 830) presentato dal Ministro degli Affari Esteri (MEDICI)

Dettagli

ACCORDO AMMINISTRATIVO per l attuazione dell Accordo di sicurezza sociale tra l Italia ed il Canada, firmato a Toronto il 17 novembre 1977

ACCORDO AMMINISTRATIVO per l attuazione dell Accordo di sicurezza sociale tra l Italia ed il Canada, firmato a Toronto il 17 novembre 1977 ACCORDO AMMINISTRATIVO per l attuazione dell Accordo di sicurezza sociale tra l Italia ed il Canada, firmato a Toronto il 17 novembre 1977 Parte I Disposizioni Generali Art. 1 Per l attuazione dell Accordo

Dettagli

03 PAESI EXTRACEE CONVENZIONATI

03 PAESI EXTRACEE CONVENZIONATI 03 PAESI EXTRACEE CONVENZIONATI 3.1 PAESI CONVENZIONATI Sono i paesi con i quali sono stati stipulati accordi di sicurezza sociale che si richiamano essenzialmente ai principi della reciprocità di trattamento,

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Periodi Non Valutabili

Periodi Non Valutabili RICONGIUNZI ONE ART. 2 LEGGE 29/79 Essere in attività di servizio. Si ricongiungono i periodi precedenti la domanda e non anche quelli resi successivamente. Per questi ultimi una seconda domanda può essere

Dettagli

U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORNERO APPLICAZIONE ai LAVORATORI MARITTIMI

U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORNERO APPLICAZIONE ai LAVORATORI MARITTIMI F E D E R M A N A G E R Via Ravenna 14-00161 ROMA U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. UNIONE SINDACALE CAPITANI UNIONE NAZIONALE CAPITANI LUNGO CORSO AL COMANDO DIRETTORI di MACCHINA Segreteria Nazionale 16121

Dettagli

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati.

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati. PENSIONI In virtù del principio della territorialità dell obbligo assicurativo, i lavoratori devono essere assicurati ai fini previdenziali ed assistenziali nel Paese in cui svolgono attività lavorativa.

Dettagli

TUTELE A FAVORE DEI LAVORATORI STRANIERI. A cura di Coordinamento attività fenomeno migratorio

TUTELE A FAVORE DEI LAVORATORI STRANIERI. A cura di Coordinamento attività fenomeno migratorio TUTELE A FAVORE DEI LAVORATORI STRANIERI A cura di Coordinamento attività fenomeno migratorio Diritti previdenziali Diritti sociali che che godono dello statuto dei dei diritti fondamentali Irrinunciabili

Dettagli

Sede di Stoccarda. A cura di Mario Gattari

Sede di Stoccarda. A cura di Mario Gattari Le pensioni in Germania Sede di Stoccarda A cura di Mario Gattari IL DIRITTO ALLA PENSIONE IN GERMANIA La pensione di vecchiaia viene concessa all età di 65 anni Per i nati dal 1.01.1947 in poi l età viene

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

3000 Bern 14. Geschäftsstelle. Sicherheitsfonds BVG. Postfach 1023

3000 Bern 14. Geschäftsstelle. Sicherheitsfonds BVG. Postfach 1023 Sicherheitsfonds BVG Geschäftsstelle Postfach 1023 3000 Bern 14 Tel. +41 31 380 79 71 Fax +41 31 380 79 76 Fonds de garantie LPP Organe de direction Case postale 1023 3000 Berne 14 Tél. +41 31 380 79 71

Dettagli

PREMESSA. Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali. Direzione Centrale delle Prestazioni

PREMESSA. Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali. Direzione Centrale delle Prestazioni Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali Direzione Centrale delle Prestazioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 28 Ottobre 2002 Circolare

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184.

DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184. DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184. Attuazione della delega conferita dall'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria

Dettagli

LA RIFORMA DELLE PENSIONI: ISTRUZIONI PER L'USO

LA RIFORMA DELLE PENSIONI: ISTRUZIONI PER L'USO LA RIFORMA DELLE PENSIONI: ISTRUZIONI PER L'USO D.L. 201/2011 Il D.L. 201/2011, convertito nella L. 214/2011 (nota come Riforma delle pensioni), ha modificato in modo radicale il sistema previdenziale

Dettagli

LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI I TIPI DI PENSIONE

LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI I TIPI DI PENSIONE LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI I TIPI DI PENSIONE Le PRESTAZIONI PREVIDENZIALI sono un trasferimento di denaro che sostituisce il reddito da lavoro nel momento in cui si verificano determinati eventi, quali:

Dettagli

Sulle pensioni di vecchiaia liquidate con il sistema contributivo non spetta l'integrazione al trattamento minimo.

Sulle pensioni di vecchiaia liquidate con il sistema contributivo non spetta l'integrazione al trattamento minimo. Qualora l'importo della pensione risultante dal calcolo sia inferiore al trattamento minimo, può essere concessa una integrazione non solo considerando il reddito personale ma anche, in caso di soggetti

Dettagli

IL SISTEMA PENSIONISTICO

IL SISTEMA PENSIONISTICO IL SISTEMA PENSIONISTICO LA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE : CONTRIBUZIONE, FONDO PENSIONE LAVORATORI DIPENDENTI IL SISTEMA PENSIONISTICO ITALIANO Il cardine della tutela previdenziale riguarda la soddisfazione

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 1 Articolo 1 Totalizzazione

Dettagli

Le pensioni in CUMULO ART.1 COMMI 239-246 LEGGE 24.12.2012, N 228 LEGGE DI STABILITA 2013

Le pensioni in CUMULO ART.1 COMMI 239-246 LEGGE 24.12.2012, N 228 LEGGE DI STABILITA 2013 Le pensioni in CUMULO ART.1 COMMI 239-246 LEGGE 24.12.2012, N 228 LEGGE DI STABILITA 2013 RICONGIUNZIONE Lavoratori iscritti a due o più forme di assicurazione: AGO INPS - IVS dipendenti e autonomi TOTALIZZAZIONE

Dettagli

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE Enpals: le pensioni di anzianità e vecchiaia dal 2008 (Enpals, Circolare 15.2.2008 n. 1) Modifiche alla legge 23.8.2004 n. 243 introdotte dalla legge 24.12.2007 n.247 recante Norme di attuazione del protocollo

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

I CONTRIBUTI DA RISCATTO

I CONTRIBUTI DA RISCATTO I CONTRIBUTI DA RISCATTO COSA SONO I contributi da riscatto coprono alcuni periodi, espressamente previsti dalla legge, per i quali esiste un "vuoto" assicurativo. Il lavoratore versando la somma dovuta

Dettagli

TuttoInps. Fondi speciali di previdenza. Il fondo volo. Sommario

TuttoInps. Fondi speciali di previdenza. Il fondo volo. Sommario TuttoInps Fondi speciali di previdenza Il fondo volo Sommario PENSIONE DI VECCHIAIA... 2 PENSIONE DI ANZIANITÀ... 2 LA PENSIONE DI INVALIDITÀ SPECIFICA... 3 LA PENSIONE DI INVALIDITÀ GENERICA... 3 LA PENSIONE

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 VENEZUELA ACCORDO AMMINISTRATIVO PER L APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE DI SICUREZZA SOCIALE TRA LA REPUBBLICIA ITALIANA E LA REPUBBLICA DEL VENEZUELA (Firmata a Roma il 7 giugno 1988) Per l applicazione

Dettagli

13 lezione il sistema della previdenza

13 lezione il sistema della previdenza 13 lezione il sistema della previdenza Legislazione sociale del lavoro Legislazione sociale preventiva PREVIDENZA assistenza Statuto dei lavoratori Privacy Sicurezza 1 La previdenza sociale è una branca

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

Linee guida Regione Toscana assistenza sanitaria cittadini non italiani

Linee guida Regione Toscana assistenza sanitaria cittadini non italiani Linee guida Regione Toscana assistenza sanitaria cittadini non italiani 5 Parte quinta - Mobilità nei Paesi in cui vigono accordi bilaterali Argentina limitato all assistenza sanitaria per i pensionati

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI Indennità di disoccupazione Mini-ASpI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. E una

Dettagli

2) Per quanto riguarda la Repubblica federativa del Brasile, alle legislazioni concernenti il regime di previdenza sociale dell I.N.P.S.

2) Per quanto riguarda la Repubblica federativa del Brasile, alle legislazioni concernenti il regime di previdenza sociale dell I.N.P.S. BRASILE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO ALL ACCORDO DI EMIGRAZIONE FRA L ITALIA ED IL BRASILE DEL 9/12/1960 Firma: Brasilia, 30 gennaio 1974 Ratifica: legge 6 aprile 1977, n. 236 G.U. del 1 giugno 1977, n. 147 Entrata

Dettagli

Roma, marzo 2012 GUIDA PRATICA AI REQUISITI DI

Roma, marzo 2012 GUIDA PRATICA AI REQUISITI DI Roma, marzo 2012 GUIDA PRATICA AI REQUISITI DI PENSIONABILITÁ Indice Inquadramento previdenziale dipendenti Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Nuovi riferimenti normativi Pensione di vecchiaia: requisiti

Dettagli

I trattamenti pensionistici nel sistema previdenziale pubblico. ex INPDAP

I trattamenti pensionistici nel sistema previdenziale pubblico. ex INPDAP I trattamenti pensionistici nel sistema previdenziale pubblico ex INPDAP dicembre 2012 I SISTEMI PREVIDENZIALI Definizione Per Sistema Previdenziale intendiamo l'insieme delle regole che disciplinano il

Dettagli

02 PAESI CEE. Le aziende che distaccano lavoratori nei Paesi CEE non necessitano di alcuna specifica autorizzazione da parte del Ministero del lavoro.

02 PAESI CEE. Le aziende che distaccano lavoratori nei Paesi CEE non necessitano di alcuna specifica autorizzazione da parte del Ministero del lavoro. 02 PAESI CEE 2.1 DISTACCO 2.1.1 Adempimenti Le aziende che distaccano lavoratori nei Paesi CEE non necessitano di alcuna specifica autorizzazione da parte del Ministero del lavoro. E sufficiente richiedere

Dettagli

RIFERIMENTI STORICI E NORMATIVI

RIFERIMENTI STORICI E NORMATIVI FONDO VOLO (VL) E un fondo sostitutivo dell assicurazione generale obbligatoria ed ha la finalità di provvedere alla liquidazione delle pensioni del personale di volo: piloti, assistenti di volo e tecnici

Dettagli

Il nuovo cumulo, terza via per la pensione

Il nuovo cumulo, terza via per la pensione Il nuovo cumulo, terza via per la pensione La legge di stabilità 2013 (Legge n. 228/2012) per rendere meno gravosi i requisiti di accesso alla pensione dopo la riforma Monti-Fornero ha previsto, accanto

Dettagli

Come sono cambiate le regole sulle pensioni

Come sono cambiate le regole sulle pensioni Foglio Informativo Anno 2012 - Numero 1 9 febbraio 2012 Newsletter per i soci Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125 00198 Roma - Tel. 0683057422 Fax 0683057440 http://www.anse-enel.it

Dettagli

Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo.

Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo. Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo. A) La prestazioni per invalidità nel regime generale obbligatorio La legge

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI PER I LAVORATORI DIPENDENTI COSA SONO I versamenti volontari hanno lo scopo di consentire ai lavoratori che hanno cessato l'attività di aumentare il numero

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Prestazioni e Contributi Direzione Prestazioni Previdenziali MESSAGGIO N. 1 DEL 15/02/2008

Dettagli

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato Roma, 13 febbraio 2015 Alle ASSOCIAZIONI ADERENTI LORO SEDI OGGETTO: NEWSLETTER GIUSLAVORISTICA NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione

Dettagli

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato Previdenza LE Pensioni Gli ultimi aggiornamenti sugli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato il tetto di retribuzione

Dettagli

DONNE STRANIERE IMMIGRATE

DONNE STRANIERE IMMIGRATE DONNE STRANIERE IMMIGRATE Informazioni di base sui diritti e le opportunità per la donna immigrata in Italia Indice Tutela della maternità Pag. 4 Famiglia Pag. 6 Minori Pag. 6 Assistenza sanitaria Pag.

Dettagli

15 lezione Le prestazioni previdenziali e assistenziali

15 lezione Le prestazioni previdenziali e assistenziali L'attività dell Inps consiste nella liquidazione e nel pagamento delle prestazioni che possono essere di natura previdenziale assistenziale sono liquidate sulla base di rapporti assicurativi e finanziate

Dettagli

Prefettura RIMINI 10/03/2015. L evoluzione del sistema previdenziale: il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo

Prefettura RIMINI 10/03/2015. L evoluzione del sistema previdenziale: il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo Prefettura RIMINI 10/03/2015 L evoluzione del sistema previdenziale: il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo 1919 Nascita della tutela obbligatoria per i lavoratori dipendenti L Istituto

Dettagli

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc..

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. A cura di Simonetta Zini Servizio Previdenza Che cos è? L assicurazione obbligatoria è la forma con

Dettagli

Cumulo contributivo. ( Totalizzazione retributiva)

Cumulo contributivo. ( Totalizzazione retributiva) Cumulo contributivo ( Totalizzazione retributiva) Cumulo contributivo o Totalizzazione retributiva La legge di stabilità 2013 -Legge 24/12/ 2012 n. 228- introduce una nuova istituzione : il cumulo contributivo,

Dettagli

Alle FNP-CISL Regionali Alle FNP-CISL Territoriali Al Coordinamento Donne FNP-CISL Ai RR.TT. Reg.li e Terr.li FNP-CISL - Loro Sedi -

Alle FNP-CISL Regionali Alle FNP-CISL Territoriali Al Coordinamento Donne FNP-CISL Ai RR.TT. Reg.li e Terr.li FNP-CISL - Loro Sedi - Dipartimento Politiche Previdenziali, Fisco, Prezzi e Tariffe, Rapporti con gli Enti e i CIV Alle FNP-CISL Regionali Alle FNP-CISL Territoriali Al Coordinamento Donne FNP-CISL Ai RR.TT. Reg.li e Terr.li

Dettagli

Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle Attività delle Convenzioni Internazionali

Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle Attività delle Convenzioni Internazionali Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle Attività delle Convenzioni Internazionali Roma, 7 Febbraio 2007 Circolare n. 35 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle Attività delle Convenzioni Internazionali. Direzione Centrale delle Prestazioni

Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle Attività delle Convenzioni Internazionali. Direzione Centrale delle Prestazioni Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle Attività delle Convenzioni Internazionali Direzione Centrale delle Prestazioni Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno

Dettagli

Il regime previdenziale dei lavoratori all estero Relatrice Luisella Fontanella Gruppo Giuslavoristico ODCEC torino Torino 14 giugno 2011 Lavoratori italiani all estero Nell attuale fase di apertura dei

Dettagli

1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale

1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale 1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale La previdenza statale, nell ambito dell AVS/ AI, garantisce il minimo di sussistenza a tutta la popolazione. 1. Contesto In Svizzera la previdenza

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI

LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI 1 LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI DECRETO LEGISLATIVO N 42/2006 LEGGE N 247/2007 DECRETO LEGGE N 201/2011 CONVERTITO IN LEGGE N 214/2011 2 1 Totalizzazione La nuova disposizione esordisce con

Dettagli

TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI

TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI A chi si rivolge La totalizzazione può essere esercitata dai soggetti iscritti a due o più forme di previdenza obbligatoria. Requisiti Pensione di vecchiaia: occorre avere

Dettagli

4. Coefficienti di ripartizione dei contributi volontari nel FPLD

4. Coefficienti di ripartizione dei contributi volontari nel FPLD Versamenti volontari: gli importi del 2008 (Inps, Circolare 17.4..2008 n. 50) L'ISTAT ha comunicato che la variazione percentuale nell'indice dei prezzi al consumo, per le famiglie degli operai e degli

Dettagli

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro LINEA DI PRODOTTO PREVIDENZA PA OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro Nei giorni scorsi è stato varato dal Governo il disegno di legge recante disposizioni in materia di

Dettagli

CONDIVIDERE LA PREVIDENZA

CONDIVIDERE LA PREVIDENZA CONDIVIDERE LA PREVIDENZA Testo aggiornato a dicembre 2013 Redazione a cura: Area Internazionale Ital Uil Anna Ginanneschi e Cinzia Ranghino - Area tecnica Ital Uil Piero Bombardieri e Mariapia Raiele

Dettagli

Art. 38, comma 2, Costituzione: I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di

Art. 38, comma 2, Costituzione: I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di Le pensioni Art. 38, comma 2, Costituzione: I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia,

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Analisi statistica dei dati relativi ai casi di sottrazione internazionale di minori Anno 2012 Roma, 24 gennaio 2013 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento

Dettagli

Convenzioni Internazionali CROAZIA DOMANDA PENSIONE DI VECCHIAIA RESIDENTI ITALIA

Convenzioni Internazionali CROAZIA DOMANDA PENSIONE DI VECCHIAIA RESIDENTI ITALIA CROAZIA DOMANDA PENSIONE DI VECCHIAIA RESIDENTI ITALIA VO1/AP02 con moduli allegati: pagamento presso banca o poste italiane, certificati estera, dichiarazione reddituale, dichiarazione cessazione attività

Dettagli

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI PRO-RATA CONTRIBUTIVO A decorrere dal 1 gennaio 2012,

Dettagli

Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977

Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977 Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977 BENVENUTI AL PATRONATO INCA QUI SI SVOLGONO SOLO PRATICHE E ATTIVITA DI

Dettagli

CIRCOLARE L.114 ISTRUZIONI OPERATIVE DELLA NUOVA NASPI.

CIRCOLARE L.114 ISTRUZIONI OPERATIVE DELLA NUOVA NASPI. CIRCOLARE L.114 ISTRUZIONI OPERATIVE DELLA NUOVA NASPI. Con la Circolare 94/2015, pubblicata lo scorso 12 Maggio 2015, l INPS, dopo una lunga attesa ha reso note le istruzioni definitive per la presentazione

Dettagli

L EMISSIONE DEGLI ESTRATTI CONTO CONTRIBUTIVI PER GLI ISCRITTI ALLA GESTOINE SEPARATA INPS (ART. 2 DELLA LEGGE 335/95)

L EMISSIONE DEGLI ESTRATTI CONTO CONTRIBUTIVI PER GLI ISCRITTI ALLA GESTOINE SEPARATA INPS (ART. 2 DELLA LEGGE 335/95) L EMISSIONE DEGLI ESTRATTI CONTO CONTRIBUTIVI PER GLI ISCRITTI ALLA GESTOINE SEPARATA INPS (ART. 2 DELLA LEGGE 335/95) Caratteristiche dei destinatari degli estratti L'emissione dell'estratto conto nei

Dettagli

Contributi volontari per il 2008: le precisazioni Inps Aldo Forte Esperto in materia previdenziale

Contributi volontari per il 2008: le precisazioni Inps Aldo Forte Esperto in materia previdenziale Contributi volontari per il 2008: le precisazioni Inps Aldo Forte Esperto in materia previdenziale L Inps, con circolare 17 aprile 2008, n. 50, dirama tutti i numeri concernenti i versamenti volontari

Dettagli

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Numero 62 Settembre 2013 TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Torna, con molte novità e senza oneri per lo Stato, il cosiddetto prepensionamento ovvero quella forma di ammortizzatore sociale

Dettagli

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO Questa guida descrive le prestazioni INAIL dirette al lavoratore che subisce un infortunio o contrae una malattia a causa dell'attività lavorativa. Il

Dettagli

Pensione di Vecchiaia. Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995

Pensione di Vecchiaia. Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995 Circ INPS 35-2012 Pensione di Vecchiaia (art. 24, commi 6 e 7) P.1 circ 35 Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995 ETA :Si confermano i requisiti di età indicati nelle

Dettagli

Si illustrano qui di seguito gli interventi che incidono sia sulle entrate contributive che sulle uscite per prestazioni.

Si illustrano qui di seguito gli interventi che incidono sia sulle entrate contributive che sulle uscite per prestazioni. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI ITALIANI GIOVANNI AMENDOLA Via Nizza n. 35 00198 Roma SINTESI DEGLI INTERVENTI DI RIFORMA ADOTTATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL INPGI NELLA SEDUTA

Dettagli

e, per conoscenza, DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125

e, per conoscenza, DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125 DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale

Dettagli

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA La Gestione separata (G.S.) è una gestione pensionistica separata di nome e di fatto. Infatti la contribuzione ivi versata viene accreditata

Dettagli

Speed Date Previdenziale ASPI MINI ASPI

Speed Date Previdenziale ASPI MINI ASPI Speed Date Previdenziale ASPI MINI ASPI I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione

Dettagli

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari Traduzione 1 Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari 0.414.31 Conclusa a Parigi il 15 dicembre 1956 Approvata dall Assemblea federale il 6 marzo 1991 2 Istrumento di ratificazione

Dettagli

Vademecum sulle pensioni

Vademecum sulle pensioni Vademecum sulle pensioni Dalla riforma Amato a quella Berlusconi A cura dei Cobas Comitati di base della scuola Sede Nazionale: V.le Manzoni 55, 00185 Roma tel.: 0670452452; fax: 0677206060. e-mail: mail@cobas-scuola.org

Dettagli

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET)

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) Il Fondo di previdenza per il personale addetto ai pubblici servizi di trasporto è sostitutivo dell' Assicurazione generale obbligatoria (AGO). A questo

Dettagli

DISCIPLINA FISCALE E PREVIDENZIALE DEI LAVORATORI STRANIERI IN ITALIA

DISCIPLINA FISCALE E PREVIDENZIALE DEI LAVORATORI STRANIERI IN ITALIA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Strumenti di impiego temporaneo dei lavoratori stranieri negli eventi Expo DISCIPLINA FISCALE E PREVIDENZIALE DEI LAVORATORI STRANIERI IN ITALIA Relatore:

Dettagli

Direzione Centrale Convenzioni Internazionali e Comunitarie Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate

Direzione Centrale Convenzioni Internazionali e Comunitarie Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Convenzioni Internazionali e Comunitarie Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 09/10/2015 Circolare n. 168 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

La riforma delle pensioni

La riforma delle pensioni La riforma delle pensioni A partire dal 1 gennaio 2012, le anzianità contributive maturate dopo il 31 dicembre 2011 verranno calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo. Il

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

1 di 5 14/04/2009 9.56

1 di 5 14/04/2009 9.56 1 di 5 14/04/2009 9.56 SVIZZERA SOMMARIO CONVENZIONE LEGGE DI RATIFICA n. 1781 del 31/10/1963 ACCORDO AGGIUNTIVO LEGGE DI RATIFICA n. 283 del 18/05/1973 fra la Repubblica italiana e la Confederazione Svizzera

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PENSIONI

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PENSIONI Modernised EU Social Security Coordination La nuova regolamentazione comunitaria DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PENSIONI 1 Disposizioni in materia di prestazioni pensionistiche Le Le norme in in materia pensionistica

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO Settore Avvocatura-Organizzazione del Personale e Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI BENEVENTO Settore Avvocatura-Organizzazione del Personale e Politiche del Lavoro ASPI (Assicurazione Sociale per l Impiego) COSA E E una prestazione economica istituita per gli eventi di disoccupazione che si verificano a partire dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di

Dettagli

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi ASPI e MINI ASPI LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2 Cessazioni dal 1/1/2013 Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi sostituiscono disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali disoccupazione

Dettagli

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014.

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. Prot. SN-06 del 04/02/2014 Alla Cortese attenzione del Segretari provinciali Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. La riforma Fornero (legge n. 204 del 22.12.2011)

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta n. 58 dd. 14 aprile 2015. IL SEGRETARIO dott. Roberto Orempuller PREMESSO:

Allegato alla deliberazione della Giunta n. 58 dd. 14 aprile 2015. IL SEGRETARIO dott. Roberto Orempuller PREMESSO: Allegato alla deliberazione della Giunta n. 58 dd. 14 aprile 2015 IL SEGRETARIO dott. Roberto Orempuller PREMESSO: - che le ACLI Trentine, nell attuazione dei propri scopi statutari, promuovono sul territorio

Dettagli

Le convenzioni bilaterali in materia di sicurezza sociale in Belgio. di Stefano Tricoli e Carlo Caldarini

Le convenzioni bilaterali in materia di sicurezza sociale in Belgio. di Stefano Tricoli e Carlo Caldarini Le convenzioni bilaterali in materia di sicurezza sociale in Belgio di Stefano Tricoli e Carlo Caldarini Le convenzioni bilaterali in materia di sicurezza sociale in Belgio di Stefano Tricoli 1 e Carlo

Dettagli