MEMORANDUM. Meno innamorato del mio scrivere e più consapevole della realtà delle cose, mi rendo conto ora che le

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MEMORANDUM. Meno innamorato del mio scrivere e più consapevole della realtà delle cose, mi rendo conto ora che le"

Transcript

1 MEMORANDUM Le pagine che seguono, scritte verso la fine del 2012, sono ciò che rimane di un semestre di delirio, un'idea, un incontro, vero e proprio innamoramento, che rivoltò la mia vita come un calzino da succhiare. Quell'incontro lo battezzammo Leafdrift (LD), idea di un portale per la condivisione di testi, o meglio opere, dalla narrativa alla saggistica eccetera, affinché possano essere recensite e commentate da una comunità di lettori. Possibilità di mettere in vendita le stesse opere preferibilmente a prezzo basso. Possibilità di tradurle nelle varie lingue nazionali. Possibilità di creare dei file audio delle stesse. Possibilità di pubblicazione canonica in modo sostenibile per l'ambiente. Quell'incontro è ciò che dopo anni nel corpo, o meglio nel porco, del Perottoni, mi riportò in me stesso. All'epoca per campare insegnavo Filosofia e Storia qua e là per i licei della provincia autistica, ma soprattutto ero appunto Benedetto, fedele al motto "scrive, calando il rasoio di Occam su tutto il resto". Da allora sono passate tre ere e quattro partite IVA, da scrittore fallito e aspirante startupper mi occupo di consulenze per startup e accompagno coloro che come me allora sono innamorati del proprio progetto. Sia che come me allora vogliano salvare il mondo, sia che vogliano farci meramente del vil denaro. Meno innamorato del mio scrivere e più consapevole della realtà delle cose, mi rendo conto ora che le

2 pagine che seguono sono deliranti tanto quanto lo ero io (noi? Voi? Eh eh, questa la capirete in seguito...) e che per parlare di LD andrebbero sensibilmente riprese. Tuttavia ho deciso di lasciarle così come sono, a testimonianza di quel periodo matto e disperatissimo. Per riprenderle e creare un testo più attuale, o meglio più funzionale (a candidarsi a finanziamento, a intercettare investitori, a fare tutte quelle meraviglia sul quale ci si industria a ogni piè sospinto) non ci vorrà poi molto alla fine. Ora che il concetto di sharing economy è sulla bocca di tutti, e che è chiaro ed evidente che il capitalismo giunto al suo apice è destinato a passare il testimone (un sistema che si regge sulla ricchezza generata non può reggere qualora in vece della ricchezza generi povertà) si potrebbe anche rivedere questo testo e ampliare quello che era un orizzonte editoriale ad un panorama molto più vasto, e adoperarlo come base per ripensare l'appunto crisi capitalistica. E invece lascio che quel destino che le chiamò Memorandum ne faccia un memorandum vero proprio, lasciandole invariate. Credo che godano ora più di allora di un qual certo fascino, e che nelle reiterazioni e nei richiami meglio traspaia quel delirio stizzoso che per un semestre tanto bello quanto maledetto. Godetevelo, io ci sono già passato. Se vi intriga, mi trovate sui social. Alessio Salvetti

3 0. ora io da piccino ero un bimbetto normale, cresciuto in modo normale, con gente normale in un posto normale. ora io di anni ne avevo otto. Che io ricordi, ho sempre avuto un rapporto piuttosto ambivalente con la tecnologia. Passavo pomeriggi interi a costruire dei giocattoli in legno adoperando gli utensili di mio padre, così come uscivo di senno per i videogiochi. Se si escludono gli insetti o in genere le forme di vita che un sapiens non ritiene ontologicamente dignitose (potrà parere ridicolo, ma quello della dignità ontologica è un problema che afflisse le migliori menti dell'età di mezzo), ho ucciso una volta, fino ad ora, adoperando un arco e delle frecce costruite da me, scoccandone una di proposito contro l'ultimo d'una parata di pulcini a seguito della chioccia. Probabilmente il mio primo ricordo. Per contro, credo di aver rubato, fino ad ora, solo qualche spicciolo per correre al bar del paese e buttarlo nello stomaco della console del momento. Per noi nati nell'anno del punk, era normale giocare a pallone in strada mentre le cassette impiegavano un'ora e mezza a caricare Jumping Jack, tirando il fiato sparando parolacce contro i robottini. Così come divenne normale raccattare due lire piegando la gobba tanto in campagna quanto nella manutenzione di casa per poi pigliarsi le prime sbronze pomeridiane giocando a Galspanic, imprecando per quel cinque per cento del quadro perennemente malcelato dalla pixellosa biancheria intima. Poi sono arrivate le letterette e la filosofìca, che hanno spazzato via tanto il manuale quanto il tecnologico, portando seco quella misantropica alterigia esiziale sia alla sociotecnica, tant'è che credo d'essermi dotato di un telefono ben dopo l'accadimento dei maledetti ventisette, sia alla manualpratica, tant'è che immagino di non aver più toccato utensile se non costretto dagli eventi.

4 Dunque, per dirla col poeta, ci si ritrova di questi tempi nel bel mezzo del cammin di nostra vita, normodotato e caucasico, eterossessuale d'età maggiore, capace d'intendere e di volere, di corporatura ordinaria e d'aspetto ordinato, educato e colto, laureato, abilitato e quant'altro col massimo del voto, con la testa sul collo e un tetto sul capo in quest'urbe ai confini dell'impero, valle dove passa il treno, provincia autistica, contea degli spritz, repubblica delle banane o bel paese se si vuole, vecchio continente. In tasca il telefono intelligente, sul tavolo il portatile connesso alla rete, ci si è imparati ai brunch tanto quanto ai social, ci si è imparati a leggere tanto il reale quanto il virtuale, e s'incomincia pur ad avere il sentore che quest'ultimo non si innesti più sul reale, quanto piuttosto che si stia assistendo a un processo inverso, più Akira che Frankenstein, in virtù del quale sia il reale a germogliare dal virtuale. Lungi dal vedere questo come una minaccia (io? Noi? poco importa a questo punto, dopo la dichiarata fine del postmoderno), crediamo che questo possa liberare un potenziale capace di infrangere in toto o almeno in parte l'attuale strutturazione del campo oggetto di questo memorandum, quello dell'editoria. Vogliamo essere la pancia capace di partorire il mostro, creare il campo per raccogliere i potenziali necessaria per la ristrutturazione di ciò che ci sta a cuore. Che altro? un bell impiccamento direi, niente di meno o niente più che idoneo a un ingordo dio del groppo, per ogni volta che l uno è poco, e il due pur troppo.

5 I. Leafdrift (LD) è un social network costruito ad hoc per condividere, attraverso la pubblicazione, la promozione e la distribuzione, testi di differenti forme e materie: dalla narrativa e saggistica canoniche, alla traduzione in più lingue o passaggio al formato audio di poesie, pièce teatrali, monologhi o sperimentazioni vocali. LD giustifica il suo operato fondandolo su un principio concettuale. È il nucleo della filosofia platonica: giustificare un'opinione o un operato sulla base d'un fondamento o principio concettuale. L'idea di marito (fondamento o principio concettuale) dirà chi tra i pretendenti è degno di infilare un anello al dito della contesa, giustificandone la pretesa. L'idea di editoria dirà chi tra i pretendenti è un degno editore. Quello che in Grecia era definito con idea, la filosofia due millenni e mezzo dopo ha poi chiamato concetto. E il concetto sulla quale LD si fonda, giustificando così il proprio operato è quello di Ethishing ("ethic publishing"). Quello di Ethishing non è un mero neologismo, ma appunto un concetto, una creazione immateriale, un costrutto formato da una molteplicità di componenti: il rifiuto di qualsiasi strategia di castrazione, da parte dell'editore, alla libera circolazione di testi ed opere (dunque rifiuto del copyright, tant'è che gli autori sono tenuti all'uso della licenza Creative Commons, e rifiuto dei DRM; rifiuto della censura, tant'è che a chiunque verrà data la possibilità di pubblicare una proprio opera o testo così come di esprimere la propria opinione in recensioni e repliche; open source; adozione di una politica di for free or low cost, come propellente alla diffusione culturale); la sostenibilità ambientale, da parte

6 dell'editore, riguardo alla creazione e alla diffusione di opere e testi (di primo acchito l'adozione di formati digitali, in seconda battuta l'utilizzo di carta riciclata o certificata FSC per i formati cartacei, e in terzo luogo la sola stampa delle copie cartacee effettivamente richieste); il considerare la propria utenza, la comunità di collaboratori, lettori e scrittori, al pari di individui all'interno di un collettivo e non meri produttori-consumatori all'interno d'un capitalismo consumista (dunque destinazione dell'importo relativo a un opera interamente all'autore della stessa; dunque rifiuto di qualsivoglia forma di "pubblicità", tant'è che né nelle edizioni né nel portale verrà dato spazio alla promozioni di altri brand o servizi, tolte fondazioni, enti o portali ritenuti affini per vision o mission; tutela della privacy e rifiuto di qualsiasi forma di divulgazione dei dati dell'utenza ). Questa volontà di giustificare il nostro operato sulla base del concetto di Ethishing, di nostra creazione, ci pone come un outsider sul mercato globale. È un vero e proprio manifesto: noi facciamo questo. Certo è prassi comune mettere nero su bianco la propria missione, dunque s'invita l'utenza a commensurare questo aspetto per proprio conto. Ciò a partire dalla questione che per diritto, innanzitutto e perlopiù, tanto i gruppi editoriali quanto i piccoli e medi editori pongono l'accento sulla loro opera di "educazione alla cultura", di "promozione culturale", di "istruzione sociale" eccetera. Ma quanti poi abbandonano di fatto quella pratica reazionaria che è l'apposizione dei diritti d'autore? Quanti rinunciano a parte del profitto per salvaguardare l'ambiente? Quanti investono sulla pubblicazione e promozione di testi eccellenti, pur sapendo che questi avranno un'utenza a dir poco scarna? Alti e

7 bassi, magri e grassi sotto i colpi del mercato si stanno convertendo al fenomeno degli ebook, ma quanti di fatto rinunciano ai sistemi di protezione (DRM) che bloccano il passaggio di opere in mani differenti da quelli dell'acquirente? La retorica della "cultura" lascia il tempo che trova, la verità nuda e cruda è che la nuova fetta di mercato, che per inciso sta pagando dividendi da capogiro, solletica il palato.

8 II. Fino a qui, tutto bene. Si è connotato col termine editoria il campo di pertinenza delle case editrici. Ma l'editoria, e lo sa bene chi opera nel giornalismo, abbraccia un settore ben più ampio, che nella fattispecie è quello dell'informazione. Nella repubblica delle banane quest'ultima è palesemente compromessa, al soldo per dirla in due parole dei soliti noti che dai predellini invocano la "libertà" al pari d'una réclame, e che nel nome del padrino, del figliol prodigo e dello spirito in saldo, si sono impadroniti durante la Seconda repubblica di buona parte del patrimonio pubblico, e che entro la Terza completeranno l'opera cedendo al privato il resto del mosaico, portando a compimento quella svendita cominciata con telefonia e autostrade cedendo istruzione, sanità, e chi più ne ha più ne metta di dita in gola per scampare a questa indigestione di democrazia. Accade nel bel paese, ma mai come in questo sembra imporsi la saggezza popolare con sul celebre motto, tutto il mondo è paese. Accade nel bel paese che il gruppo editoriale L'espresso, controllato dalle Compagnie Industriali Riunite (De benedetti), ingloba la Repubblica, l'espresso, Radio Deejay, Radio Capital, M2o e una moltitudine di testate minori, tra cui il portale ilmiolibro.it che a furia di buttare sul tavolo mazzette da cinquanta negli ultimi mesi del ventidodici si sta accaparrando quell'utenza di internauti che bisognosi d'aria fresca si vedranno propinata la solita minestra, ma digitale (promozioni mirate, pubblicità, eccetera). Accade nel bel paese che il gruppo RCS, che tanto per gradire ottiene dallo stato 23 milioni di euro all'anno per mandare al macero una quantità abominevole delle copie stampate, e che tra i maggiori azionisti vanta Mediobanca, FIAT, Pirelli (Tronchetti Provera), i signori dell'autostrada

9 (Benetton) e Banca Intesa San Paolo, controlla il Corriere della sera, la Gazzetta dello Sport, Radio 105, Radio Montecarlo, Virgin Radio e le case editrici Rizzoli, Bompiani, Fabbri Editori, Sonzogno, Sansoni, Adelphi e altre. Accade nel bel paese che il gruppo Mondadori (Berlusconi), oltre a il Giornale, Radio 101 e una sequela di periodici, si porta a casa la fetta più grossa del mercato editoriale con in primis la stessa Mondadori e case editrici collegate, e poi Electa, Random House, Piemme e non ultima Sperling & Kupfer. Continua a accadere nel bel paese che il Messaggero e il Mattino appartengono al gruppo Caltagirone del boss Gaetano, la cui figlia è compagna del leader dell'udc Casini. La Stampa è targata FIAT, il Sole 24 ore Confindustria. Questo basta a far capire, in linea di principio, senza entrare nel merito delle televisioni di pubbliche o private che dir si voglia, il perché lo stivale sia di colore arancione. Per quanto riguarda l'editoria slegata dal contesto prettamente dell'informazione, il gruppo editoriale Mauri-Sagnol (GEMS), le vecchie Messaggerie tanto per capirci, controllo del tutto o in buona parte l'operato di un pout pourri di editori, da Bollati Boringhieri a Fazi, passando per Garzanti, Guanda, il Corbaccio, Longanesi, Salani, Tea e Chiarelettere. I gruppi Giunti e Feltrinelli, più che nell'accorpare editori sono impegnati nel padroneggiare la filiera editoriale in toto (produzione, distribuzione, vendita), diffondendo le loro librerie capillarmente sul territorio, smantellando mano a mano quel sostrato di librerie indipendenti, ultimo baluardo di testi dalla scarsa collocazione sul mercato poiché poco adatti alle vendite su larga scala. Nella repubblica delle banane sono dunque cinque gruppi editoriali a farla da padrone nell'anno ventidieci: Mondadori (più del 27%), RCS (poco meno del 12%), GEMS (più del 10%), Giunti (poco meno del 8%), Feltrinelli (circa il 6%).

10 Ora mi annoio come allora, e neanche un prete per chiaccherar. Potremo snocciolare dati come si snocciola il rosario, pregando per noi peccatori in attesa della Sua venuta, ma preferiamo proporre qualcosa di più concreto a un impotente piagnisteo, poiché crediamo da un lato che il lettore disincantato saprà arrangiarsi nell'approfondire la ricerca sul cancro dell'editoria, mentre dall'altro vorremo mostrare qual è la conseguenza dello scenario descritto.

11 III. L'industria editoriale è una macchina massimizzante e massificante. La logica isterica di massimizzazione del profitto, sul quale si fonda l'operato dei gruppi editoriali di cui sopra, concorre alla indiscriminata massificazione dell'individuo, dunque del collettivo. Tornando a Platone si dirà che, in luogo de "l'etico", "il profitto" è il fondamento in virtù della quale i gruppi editoriali sopra descritti giustificano il loro operato. Da "Ethishing" a "Cashing". Quest'ultimo, al pari del primo, in quanto costrutto gode di una molteplicità di componenti: l'adozione di strategie di castrazione, da parte dell'editore, alla libera circolazione di testi ed opere; la scarsa sostenibilità ambientale, da parte dell'editore, riguardo alla creazione e alla diffusione di testi ed opere; la considerazione della propria utenza, la comunità di collaboratori, lettori e scrittori, al pari di meri produttoriconsumatori. Si lascia al lettore in altra sede il compito di braccare le varie componenti del provocatorio concetto di Cashing, in questa ci si limita a definire ciò che viene giustificato per mezzo di quel fondamento o principio concettuale: l'operato dell'industria editoriale si determina tramite la tendenza a pubblicare-pubblicizzare, innanzitutto e perlopiù, i prodotti capaci di condurre a un profitto maggiore. La logica massimizzante innesca una dinamica massificante sia di fatto che per diritto. Di fatto, poiché la tendenza a pubblicarepubblicizzare, innanzitutto e perlopiù, i prodotti

12 capaci di condurre a un profitto maggiore instaura un circolo omologante, virtuoso per l'industria editoriale nella misura in cui attraverso l'omologazione del prodotto massimizza il profitto, vizioso per l'individuo nella misura in cui attraverso l'omologazione del prodotto massifica il collettivo. La tendenza a pubblicare-pubblicizzare, innanzitutto e perlopiù, i prodotti capaci di condurre a un profitto maggiore, è massificante anche per diritto nella misura in cui condiziona tanto gli scrittori quanto i lettori a chinare il capo alla legge di mercato. Gli scrittori sono condizionati nella misura in cui sono tenuti a produrre opere che meglio possano incontrare il favore della massa, i lettori sono condizionati nella misura in cui sono tenuti a consumare opere che meglio possano incontrare il favore della massa. Queste opere sono dunque al tempo stesso omologate e omologanti. Torniamo a Platone: lo scrittore giustifica il suo operato, la produzione di un testo, fondandolo sul concetto di Desiderio. Ciò non significa che egli concettualizzi i propri desiderata e, scovandovi lo scrivere, pennino alla mano, giustifichi il suo operare. Ciò significa che è la stessa produzione di desiderio ad essere l'autore, ed essendo questa condizionata a priori dalla Legge di mercato (non si scrive certo per sé stessi, dunque il mercato poco o tanto ci si mette di mezzo) tenderà a partorire opere omologate (in ogni società si oppongono istanze antiproduttive, che facendo leva sulle paure ingabbiano i desideri). Omologate dunque, poiché la loro genesi da espressione (di un individuo desiderante) tende a divenire rappresentazione (desiderata per un collettivo). Ciò significa, per contro, che le individualità desideranti dei lettori difficilmente saranno disturbate o scosse, come invece potrebbero esserlo sbattendo contro un desiderio non rappresentato ma espresso in opera, un verbo fattosi carne. Omologanti dunque, poiché poiché non

13 disturbando la quiete del lettore, lo mantengono saldo nelle proprie certezze, non innescano nell'individuo dubbi e non suscitano problemi, ovvero non "danno a pensare". Il circolo omologante produce sempre meno prodotti disturbanti, omologando la collettività privandola della condizione di possibilità di incontrare prodotti che potrebbero disturbarne il torpore intellettuale, libri che "danno a pensare". Tendenzialmente, nel mondo editoriale, i prodotti capaci di condurre a un profitto maggiore sono omologati e omologanti. Questo discorso non gode di una dicotomia universale-singolare, dunque di una forma, quella del "così fan tutti" contrapposta a un "solo LD si differenzia"; questo discorso gode di una dicotomia generale-particolare, dunque di una forma, quella del "molti fanno questo" contrapposta a un "pochi si differenziano". Ciò non significa che i grandi gruppi editoriali non propongano opere non omologanti pur adottando strategie massimizzanti, così come non significa che molti piccoli e medi indipendenti non propongano opere non omologanti pur adottando strategie editoriali non massificanti. Ciò significa che, innanzitutto e perlopiù, la logica isterica di massimizzazione del profitto concorre alla indiscriminata massificazione del collettivo. Esiste un'alternativa alla logica di massimizzazione del profitto? La massificazione è davvero un cancro? Opinioni e analisi si sprecano, tanto nella rete quanto nei salotti mediatici dove il braccio della massificazione (cosa buffa!) la stigmatizza, piagnucolando a ogni piè sospinto la scarsezza di un nonmegliospecificato "pensiero critico". Alcuni sostengono che meglio leggere Fabio Volo piuttosto che non leggere affatto. Altri che il processo di massificazione è inevitabile nel momento in cui da oggetto elitario destinato a pochi eletti, a fronte di una massiccia

14 scolarizzazione il libro è diventato appunto oggetto popolare. Alcuni rimpiangono i bei tempi andati di una volta, prima che la città santa della letteratura fosse ridotta a un mercato a cielo aperto dopo il tradimento dei suoi ministri, i principi vescovi detentori del potere editoriale. Altri che il passaggio dal mecenatismo filantropico all'imprenditoria capitalistica ha corrotto la purezza della lettera, e che in fin dei conti si stava meglio quando si stava peggio. Ora non si tratta di stare a ponderare un'analisi costi benefici della cosa per venirne a capo su quale sia il male minore, come il chiedersi tirando in ballo Foucault quale sia la condizione preferibile tra società della sorveglianza e società del controllo, quanto piuttosto si tratta di forgiare nuove armi e creare un nuovo esercito per combattere la dura legge del Mercato. Noi siamo i giovani, i giovani più giovani. Noi siamo l'esercito, l'esercito del surf. Questo discorso è avulso da qualsivoglia dibattito sulla "letterarietà" reale o presunta di un testo, così come da una analisi sulla "eticità" di scrittori e lettori che, pur apertamente critici nei confronti del Mercato, pubblicano e acquistano prodotti per o di case editrici schierate coi grandi gruppi editoriali citati nelle sezioni precedenti. La legge di Mercato è uguale per tutti, belli e brutti. Dibattere sulla reale o presunta letterarietà di un testo non muterà le dinamiche in atto. Qualcosa potrebbe mutare qualora produttori e consumatori boicottassero i prodotti provenienti dall'industria editoriale, ma solo nella misura in cui si agirebbe sul Mercato stesso (iniziativa probabilmente effimera, che sarebbe arginata in un lasso di tempo ridicolo agendo sulla leva del prezzo). Per mutarne le dinamiche occorre agire sul Mercato stesso, perché solo questo può avere un impatto tale da incrinarne le logiche, occorre fare quel passo al quale mio (nostro? vostro?) padre alludeva sempre ogniqualvolta da ragazzo mi vedeva

15 inviperito contro la malapolitica, sentenziando sovente che per cambiare la politica occorreva fare politica, che le sassate sulle vetrine servivano solo a finire dentro. E lui, umile ferroviere cacciato da un istituto tecnico a diciassette anni, lo sapeva bene: era il sessantotto, e ai confini dell'impero la facoltà di Sociologia era una delle più agguerrite (Curcio et al). Ora quella stagione è lontana anni luce, e rimpiangere la rivoluzione è reazionario. Occorre fare Mercato, rischiando di scomparire nel vortice iperliberista e turbocapitalista che ingolla ogni sorta di "cosa" o "persona", di qualsiasi sesso o estrazione, da Dan Brown a Michael Moore, dalla Litizzetto-Mazzantini a Tommaso Ottonieri passando per Nick Cave e Tarantino, Dada e il Teatrino Clandestino. Questo discorso non critica l'operato delle case editrici affamatrici di popoli, che colpevoli di cedere alla logica isterica di massimizzazione concorrono alla indiscriminata dinamica di massificazione, ovvero alla propagazione del Pensiero Unico. Questo discorso mette in luce la questione che quella determinata logica conduce a quella determinata dinamica. Qui non si mira a disobbedire, boicottare, denunciare o fare alcunché di politico o, ancora peggio, politicizzato. Si tratta di forgiare nuove armi, creare un nuovo esercito per combattere la dura legge del Mercato: fare il Mercato stesso. Così come è reazionario lamentarsi dei bei tempi andati della rivoluzione di una volta, altrettanto lo è disquisire sul grado di "letterarietà" di un prodotto (e lo stesso dicasi per le categorie utilizzate di omologanteomologato) così come lo è dibattere sul grado di "liberalità" dell'industria editoriale (Mondadori che vanta editor "di sinistra" e pubblica saggi "di sinistra"). È reazionario lamentarsi della pochezza dell'italica accademia (per quanto il problema dell'alfabetizzazione sia reale e squisitamente politico) così come lo è la sassata sulle vetrine delle scuole (che in virtù delle nuove riforme

16 "aziendali" incassano finanziamenti in base al numero di studenti licenziati, la qual cosa si traduce in un invito da parte dei dirigenti o presidi, più o meno perentorio, al non respingere studenti). Ciò che non è reazionario è ragionare sulla macchina: anziché insistere sulla letterarietà di un'opera in quanto piede di porco per deliziare i palati e scardinare le coscienze, occorre definire un dispositivo il cui operato non si determini tramite la tendenza a pubblicarepubblicizzare, innanzitutto e perlopiù, i prodotti capaci di condurre a un profitto maggiore. LD si candida ad essere questo dispositivo, e la sua struttura stessa è la condizione di possibilità per sostituire la tendenza in questione sdoppiandola in due movimenti differenti: la pubblicazione di qualsivoglia prodotto; la pubblicizzazione da parte dell'utenza di ciò che l'utenza stessa riterrà eccellente o meritevole. Questa struttura dovrebbe garantire la visibilità tanto ai testi omologati e omologanti, quanto a quelli che non lo sono. Dovrebbe garantire tanto ai produttori quanto ai consumatori una fetta di Mercato avulso dalle logiche sopra descritte: la possibilità di vendere e comprare senza condizionamenti di sorta. Occorre ragionare sulla macchina, lavorare sulla struttura. I prodotti potranno essere recensiti da parte dell'utenza che potrà smentirne o confermarne il valore, e ciascuna recensione, o direttamente il testo stesso in questione, potrà essere commentato dagli stessi utenti. La piovra dell'industria, e così il tentacolo dell'editoria, parla la lingua del profitto. Lo scenario della riproducibilità tecnico-seriale di un'opera, che il buon Benjamin vedeva come condicio sine qua non per l'allargamento dell'accesso alla cultura da un ambito elitario a uno popolare, ha avuto come effetto collaterale la tendenza menzionata in precedenza di pubblicare-

17 pubblicizzare, innanzitutto e perlopiù, i prodotti capaci di condurre a un profitto maggiore (l'acciaio docet, sparato a tutta durante nei giorni caldi dello Strega finito poi nel canale Mussolini se la memoria non inganna). La coincidenza delle figure dello scrittore e del lettore con quelle del produttore e del consumatore merita una riflessione approfondita: occorre ragionare sulla macchina. La dinamica del social network, connessa alle pari opportunità di pubblicazione-pubblicizzazione, può mutare in popolare il dialogo culturale elitario dei salotti borghesi. Critici e intellettuali, esiliati dai quotidiani (ricordo nella fattispecie un articolo di Scarpa, un paio di Strega or sono, che lamentava l'esclusione sistematica degli scrittori dalla dimensione dell'attualità), potrebbero ricominciare a far sentire la propria voce (indottrinare il popolino, cacciare teste), tornando a filtrare la realtà in favore del collettivo, ruolo misconosciuto e ridicolizzato dalla classe politico aziendale che non può che trarre giovamento dalla mancanza di alternative plausibili al Pensiero Unico.

18 IV. LD giustifica il suo operato fondandolo su un principio concettuale: "l'etico", un costrutto formato da una molteplicità di componenti: il rifiuto di qualsiasi strategia di castrazione alla libera circolazione di testi ed opere; la sostenibilità ambientale; il considerare la propria utenza al pari di individui e non meri produttori-consumatori. Il rifiuto di qualsiasi strategia di castrazione è un problema di controllo sociale. Le prime norme sul diritto di copia (copyright) furono emanate dalla monarchia inglese nel XVI secolo con la volontà di operare un controllo sulle opere pubblicate nel territorio. Col diffondersi delle prime macchine automatiche per la stampa, infatti, iniziò ad affermarsi una libera circolazione fra la popolazione di scritti e volumi di ogni argomento e genere. Il governo, poiché la censura era all'epoca una funzione amministrativa legittima come la gestione della sicurezza pubblica, avvertì il bisogno di controllare ed autorizzare la libera circolazione delle opinioni. Ragion per cui fondò una corporazione privata di censori la London Company of Stationers (Corporazione dei Librai di Londra) - i cui profitti sarebbero dipesi da quanto fosse stato efficace il loro lavoro di censura filogovernativa. Agli Stationers (ovvero gli editori) furono concessi i diritti di copia (copyright, appunto) su ogni stampa, con valenza retroattiva anche per le opere pubblicate precedentemente. La concessione prevedeva il diritto esclusivo di stampa, e quello di poter ricercare e confiscare le stampe ed i libri non autorizzati, finanche di bruciare quelli stampati illegalmente. Ogni opera, per essere stampata, doveva essere registrata nel

19 Registro della corporazione, registrazione che era effettuabile solamente dopo un attento vaglio ad opera del Censore della corona o dopo la censura degli stessi editori. La corporazione degli editori esercitava perciò a tutti gli effetti funzioni di polizia privata, dedita al profitto e controllata da parte del governo. Ogni nuova opera veniva annotata nel registro della corporazione sotto il nome di uno dei membri della corporazione il quale ne acquisiva il copyright, ovvero il diritto esclusivo sugli altri editori di pubblicarla; una corte risolveva le eventuali dispute fra membri. Il diritto sulle copie (copyright), perciò, nasce come diritto specifico dell'editore, diritto sul quale il reale autore non può quindi recriminare alcunché né guadagnare di conseguenza. Nel successivo secolo e mezzo la corporazione dei censori inglesi generò benefici per il governo e per gli editori: per il governo, esercitando un potere di controllo sulla libera diffusione delle opinioni e delle informazioni; per gli editori, traendo profitto dal proprio monopolio di vendita. Sul finire del XVII secolo, però, l'imporsi di idee liberali nella società frenò le tradizionali politiche censorie e causò una graduale fine del monopolio delle caste editrici. Temendo una liberalizzazione della stampa e la concorrenza da parte di stampatori indipendenti ed autori, gli editori fecero valere la propria moral suasion sul Parlamento. Basandosi sull'assunto che gli autori non disponessero dei mezzi per distribuire e stampare le proprie opere (attività all'epoca assai costosa e quindi riservata a pochi), mantennero tutti i privilegi acquisiti in passato con un'astuzia: attribuire ai veri autori diritti di proprietà sulle opere prodotte, ma con la clausola che questa proprietà potesse essere trasferita ad altri tramite contratto. Di lì in poi gli editori non avrebbero più generato profitto dalla censura sulle opere, ma semplicemente dal trasferimento dei diritti firmato (più o meno volontariamente) dagli autori, trasferimento in ogni caso necessario per la

20 altrimenti troppo costosa pubblicazione delle opere. La storiella di cui sopra, che bene spiega la ragione della castrazione, è quel che si dice un "wiki", un documento reso libero dalla scelta di non vincolarlo ad alcun diritto di copia. Un documento che non sarebbe stato possibile divulgare se l'operato di Wikipedia fosse giustificato sulla logica della massimizzazione del profitto. La scelta di considerare l'utenza al pari di individui all'interno di un collettivo, e non meri produttori-consumatori all'interno di un capitalismo consumista, è ovviamente una questione squisitamente politica (e si badi, politica, non politicizzata). Se è vero che il secolo ventesimo può esser detto deleuziano, lo è nella misura in cui la sentenza per eccellenza è stata "desiderare è produrre" e in virtù di essa è il desiderio ha produrre tanto l'io quanto il mondo e Dio. Se desiderare è produrre (già, sono i vostri nostri? miei? desideri a creare il mondo, tanto nel grande quanto nel piccolo) si capisce che la tanto la pubblicità quanto la diffusione dei dati dell'utenza per indagini di mercato non possono che contribuire da un lato a indirizzare il desiderio del collettivo vincolandoli a un prodotto mentre dall'altro a mantenere le individualità nel ruolo di meri consumatori. L'essere quel che si dice un social media, da un lato user-generated content e dall'altro consumer-generated media fa di LD la condizione di possibilità per creare una comunità capace di territorializzare il dibattito culturale deterritorializzandolo dal Mercato, e per far ciò ha bisogno di un popolo, non di meri consumatori. E il popolo va tutelato, trattato come tale e non come massa di consumatori, tanto appunto evitando di diffonderne le abitudine quanto evitando di esporlo a pubblicità di altri prodotti. Allo stesso modo, la scelta di destinare la

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Lettera aperta agli studenti di questo pianeta

Lettera aperta agli studenti di questo pianeta Lettera aperta agli studenti di questo pianeta Postscritto all edizione tascabile dell estate 2011 di The World Is Open: How Web Technology Is Revolutionizing Education C U R T I S J. B O N K, P R O F

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Bando chefare. 1. Cos è. 2. Contesto. Milano, 18/04/2015

Bando chefare. 1. Cos è. 2. Contesto. Milano, 18/04/2015 Milano, 18/04/2015 Bando chefare 1. Cos è L Associazione Culturale chefare pubblica il presente bando con la finalità di: 1. assegnare un contributo a favore di un progetto di innovazione culturale caratterizzato

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Lista di controllo «Interlocutori»: chi dev'essere informato e quando?

Lista di controllo «Interlocutori»: chi dev'essere informato e quando? Nationale Plattform Naturgefahren PLANAT Plate-forme nationale "Dangers naturels" Plattaforma nazionale "Pericoli naturali" National Platform for Natural Hazards c/o BAFU, 3003 Berna Tel. +41 31 324 17

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente OECD Insights Sustainable Development: Linking Economy, Society, environment Summary in Italian Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente Sintesi in italiano L espressione

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli