I TRATTAMENTI ANTIVARROA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I TRATTAMENTI ANTIVARROA"

Transcript

1 I TRATTAMENTI ANTIVARROA In pratica DR.SSA GIULIANA BONDI Aggiornato 2013

2 Circolare MdS 06 Febbraio 2006 << ad oggi risultano in commercio n 6 specialitàveterinarie regolarmente autorizzate aventi indicazioni terapeutiche specifiche contro la varroa. (..) Inoltre si manifesta che la disponibilitàdi nuovi farmaci veterinari per le api dipende dalle scelte operate dalle aziende farmaceutiche. A tale riguardo si ritiene che sia prerogativa delle associazioni di categoria sensibilizzare in tal senso le aziende stesse.>>

3 Quali sono i medicinali veterinari autorizzati e registrati in Italia contro la varroa?

4 Medicinali registrati in Italia APIGUARD API LIFE VAR APISTAN APIVAR API BIOXAL THYMOVAR

5 Medicinali registrati in Italia disponibili in commercio APIGUARD (timolo ) API LIFE VAR (timolo e altre s.f.a.) API BIOXAL (ac. ossalico) APISTAN (tau fluvalinate ) APIVAR (amitraz ) THYMOVAR (timolo)

6 Medicinali registrati in Italia disponibili in commercio Modalità di utilizzo Prodotto Periodo di trattamento secondo le indicazioni del foglietto Utilizzabile in apicoltura biologica APIGUARD Estate C SI API LIFE VAR Estate C SI THYMOVAR Estate C SI API BIOXAL In assenza di covata SI APISTAN APIVAR Più efficace in assenza di covata, quindi inizio autunno fine inverno. Può essere usato in estate Ripetere il trattamento a fine estate ed a d ogni primavera Preferibilmente in assenza di covata NO NO

7 VARROATOSI

8 APIGUARD 1 vaschetta/ alveare per due volte a distanza di 15 gg t 25 C

9 API LIFE VAR 1 tavoletta/ alveare ogni 7 gg X 4 volte -t 25 C

10 THYMOVAR Da ½sino a 2 wafers / alveare ; 2 trattamenti consecutivi: dopo 3-4 sett. continuative, rimuovere le strisce esauste e ripetere il trattamento

11 APISTAN 2 strisce /alveare x 6-10 settimane continuativamente

12 APIVAR 2 strisce /alveare per sei settimane continuativamente

13 API-BIOXAL Sciogliere 1 busta di Api-bioxal in 500 cc di sciroppo 1:1 Gocciolare 50 ml di sciroppo medicato / alveare = 5 ml/favo popolato, per una sola volta, in assenza di covata, trasversalmente.

14 API- BIOXAL Utilizzo corretto del farmaco: Preparare 500 ml di sciroppo (acqua + zucchero 1:1) e sciogliervi il contenuto di una busta. Somministrare la soluzione ottenuta in dose di 5 ml / telaino coperto di api ( dose massima per alveare 50 cc) per gocciolamento, una sola volta, trasversalmente alla direzione dei favi. Nessun tempo di sospensione. E opportuno lavorare in assenza di melario.

15 API-BIOXAL Utilizzo corretto del farmaco: Il prodotto è massimamente efficace in assenza di covata. La varroa presente nella covata opercolata non viene aggredita dal farmaco. Pertanto il periodo di trattamento consigliato è il tardo autunno o inizio inverno. Oppure, in seguito al blocco artificiale di covata, al giorno dalla segregazione della regina.

16 API-BIOXAL Efficacia: Il prodotto è più efficace per gocciolamento che per sublimazione. Quest ultimo metodo di somministrazione è pericoloso per l operatore e per il veterinario, che si devono proteggere sempre, anche durante le visite successive, con dispositivi di protezione. La qualità della sublimazione inoltre, è legata al tipo di sublimatore adoperato. Ma quale è il migliore?

17

18 Strategie di lotta alla varroa Trattamento estivo con un prodotto evaporante Trattamento invernale con un prodotto a base di ac. ossalico, in assenza di covata Lotta meccanica ( asportazione covata maschile con vari metodi, asportazione di covata femminile quando necessario, altro )

19 Il lecito finisce qui Il resto è tutto illecito!!!!!

20 Non lecito ACIDO OSSALICO

21 Non lecito TIMOLO IN POLVERE TIMOLO IN ALCOL ACIDO FORMICO ACIDO LATTICO CANFORA

22 Non lecito Tutti i principi farmacologicamente attivi contro la varroa, diversi da quelli registrati, seppur presenti nel Reg.CE 2377/90, (oggi Reg.UE 37/2010 ) non sono utilizzabili : es. coumaphos

23 Non lecito Tutti i principi farmacologicamente attivi contro la varroa, diversi da quelli registrati, e assenti dal Reg.UE 37/2010 non sono utilizzabili : es. clorfenvinfos, acrinatrina, rotenone Pena pesanti sanzioni!!

24 I trattamenti anti varroa in pratica The end

LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO DELL INFESTAZIONE DA VARROA DESTRUCTOR PROPOSTE DI INTERVENTO PER IL 2013 PREMESSA

LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO DELL INFESTAZIONE DA VARROA DESTRUCTOR PROPOSTE DI INTERVENTO PER IL 2013 PREMESSA LINEE GUIDA PER IL CONTROLLO DELL INFESTAZIONE DA VARROA DESTRUCTOR NELLA REGIONE VENETO PROPOSTE DI INTERVENTO PER IL 2013 PREMESSA Le caratteristiche delle tecniche di lotta nei confronti di Varroa destructor

Dettagli

Linee guida per il controllo dell infestazione da Varroa destructor.

Linee guida per il controllo dell infestazione da Varroa destructor. PREMESSA Linee guida per il controllo dell infestazione da Varroa destructor. Le caratteristiche delle strategie e delle tecniche di lotta nei confronti di Varroa destructor disponibili impongono di intervenire,

Dettagli

METODI DI LOTTA A VARROA destructor A&T

METODI DI LOTTA A VARROA destructor A&T MILANO, 20 APRILE 2008 METODI DI LOTTA A VARROA destructor A&T RELATORE: DR. LORENZO SESSO G.I.P. GESTIONE INTEGRATA PARASSITOSI ACARICIDI NATURALI MISURE BIOTECNOLOGICHE MONITORAGGIO CONOSCENZE MONITORAGGIO

Dettagli

Strategie di lotta a Varroa destructor. Giovanni Formato

Strategie di lotta a Varroa destructor. Giovanni Formato Strategie di lotta a Varroa destructor Giovanni Formato Efficacia dei trattamenti con zucchero a velo (Randy Oliver, 2011-300 g. alveare/trattamento) Accrescimento varroa in caso di trattamenti mal eseguiti

Dettagli

COMPETENZE ED AZIONI CORRETTO UTILIZZO DEL FARMACO IN APICOLTURA

COMPETENZE ED AZIONI CORRETTO UTILIZZO DEL FARMACO IN APICOLTURA COMPETENZE ED AZIONI CORRETTO UTILIZZO DEL FARMACO IN APICOLTURA Dr.ssa Giuliana Bondi ASL 7 Siena Tab. 1 - COMPETENZE ED AZIONI CORRETTO UTILIZZO DEL FARMACO FIGURA COMPETENTE di animali allevati per

Dettagli

VARROA 2011.. CHE FARE???

VARROA 2011.. CHE FARE??? VARROA 2011.. CHE FARE??? Serena Rocchi- tecnico ALPA- Roma 6 aprile 2011 In mancanza della bacchetta VARROA rispolverando i libri di storia Acaro proveniente dall apis Cerana (Asia orientale), alla quale

Dettagli

La problematica dei residui nei prodotti dell alveare: corretto impiego del farmaco in apicoltura

La problematica dei residui nei prodotti dell alveare: corretto impiego del farmaco in apicoltura DIPARTIMENTO DI MEDICINA VETERINARIA Sezione Sicurezza degli Alimenti Evento Formativo VARROATOSI: INNOVAZIONE, INTERAZIONE OSPITE/PARASSITA E AMBIENTE Venerdi, 17 aprile 2015 Presso Sala della Cultura

Dettagli

Le garanzie igieniche in apicoltura

Le garanzie igieniche in apicoltura RICONOSCERE E GESTIRE LE PATOLOGIE DELLE API NEL RISPETTO DELLA SICUREZZA DEI PRODOTTI DELL ALVEARE Le garanzie igieniche in apicoltura Prof. Carlo D Ascenzi Roma, 9 Ottobre 2013 Le garanzie igieniche

Dettagli

Tecniche di gestione dell alveare

Tecniche di gestione dell alveare Tecniche di gestione dell alveare Problematiche periodo postproduzione 2014 in FVG Scarsa o nulla produzione (trattamenti in ritardo) Pessimo andamento meteo 1. Poca efficacia evaporanti (timoli, formico)

Dettagli

Materiale Apistico http://www.materialeapistico.com/ CATEGORIE. Nutrimento, profilassi e cura malattie (74) 1 / 15

Materiale Apistico http://www.materialeapistico.com/ CATEGORIE. Nutrimento, profilassi e cura malattie (74) 1 / 15 CATEGORIE Materiale Apistico (74) 1 / 15 Prodotto:.Acido ossalico - 1 kg Modello: ACS1 Prezzo: 10,00 Prodotto:.APIFONDA alimento pastoso per api - Conf. da kg.12,5 Modello: APIFO12 Prezzo: 27,50 Prodotto:.APIFONDA

Dettagli

LA NUTRIZIONE LA NUTRIZIONE è differente da alveare ad alveare a seconda delle caratteristiche genetiche della regina, della zona e del modo di

LA NUTRIZIONE LA NUTRIZIONE è differente da alveare ad alveare a seconda delle caratteristiche genetiche della regina, della zona e del modo di LA NUTRIZIONE LA NUTRIZIONE è differente da alveare ad alveare a seconda delle caratteristiche genetiche della regina, della zona e del modo di conduzione dell apiario. Dopo il confinamento delle regina,

Dettagli

Incidenza della profilassi e controllo della varroasi sul costo di produzione del miele

Incidenza della profilassi e controllo della varroasi sul costo di produzione del miele Incidenza della profilassi e controllo della varroasi sul costo di produzione del miele Belletti PierAntonio, Università degli Studi di Udine Franco Rosa, Università Studi di Udine Andrea Chicco, Tecnico

Dettagli

Strategie di lotta alla varroa in Provincia di Rieti

Strategie di lotta alla varroa in Provincia di Rieti Strategie di lotta alla varroa in Provincia di Rieti Rinaldo Amorosi 2a Serata a tema sull apicoltura IZSLT Roma 30/01/2014 Esperienze & dati Assistenza tecnica Sperimentazione 2012 fungo Metarhytium Monitoraggio

Dettagli

VARROA SOTTO CONTROLLO:

VARROA SOTTO CONTROLLO: D O S S I E R VARROA SOTTO CONTROLLO: ISTRUZIONI PER L USO EDITORIALE... PAG. II VARROA: CHI E... PAG. III STRATEGIE DI LOTTA... PAG. V LE ASSOCIAZIONI E L ASSISTENZA TECNICA... PAG. VII CALENDARIO DEI

Dettagli

Patologia Apistica. Andrea Besana andrebes@libero.it

Patologia Apistica. Andrea Besana andrebes@libero.it Patologia Apistica Andrea Besana andrebes@libero.it Avversità delle api Virus Protozoi Batteri Funghi Insetti Acari Uccelli Mammiferi DWV, APV, CPV, KBV. Malpighamoeba mallificae Peste Americana, peste

Dettagli

L invernamento degli alveari (aggiornamento ottobre 2012) Belletti PierAntonio Giorgio Della Vedova Tecnici apistici Regione FVG

L invernamento degli alveari (aggiornamento ottobre 2012) Belletti PierAntonio Giorgio Della Vedova Tecnici apistici Regione FVG L invernamento degli alveari (aggiornamento ottobre 2012) Belletti PierAntonio Giorgio Della Vedova Tecnici apistici Regione FVG È una delle operazioni di tecnica apistica più importanti. Un buon invernamento

Dettagli

OGGETTO: Indicazionj operative riguardanti l'applicazione della OM 17 febbraio 1995 recante norme per Ia profilassi della varroasi.

OGGETTO: Indicazionj operative riguardanti l'applicazione della OM 17 febbraio 1995 recante norme per Ia profilassi della varroasi. Ministe~o della_s_a_l_u_t_e - -~-I 0013975-P-12/07/2013 DGSAF I.1.a.e/2013/18 J -' -l -' i l DIPARTIMENTO DELLA SANIT A' PUBBLICA YETERINARIA, DELLA SICUREZZA ALIMENT ARE E DEGLI ORGAN! COLLEGIALI PER

Dettagli

MAQS 68,2 g Strisce per alveare per api mellifere. Dott.ssa Ulrike Lampe 26 Settembre 2014

MAQS 68,2 g Strisce per alveare per api mellifere. Dott.ssa Ulrike Lampe 26 Settembre 2014 MAQS 68,2 g Strisce per alveare per api mellifere Dott.ssa Ulrike Lampe 26 Settembre 2014 Programma MAQS Strisce per Alveare NOD profilo aziendale Cos è MAQS? Come MAQS ferma la Varroatosi? Ricerca su

Dettagli

Il miele biologico. Sondrio 18 marzo 2014

Il miele biologico. Sondrio 18 marzo 2014 Il miele biologico Sondrio 18 marzo 2014 Nei primi anni del boom commerciale dei prodotti biologici (fine secolo scorso) il miele ha fatto molta fatica ad imporsi. La sua «naturalità» è stata per molto

Dettagli

Varroa. dossier. lotta alla. Il consueto appuntamento

Varroa. dossier. lotta alla. Il consueto appuntamento Il consueto appuntamento annuale sul tema della varroa per consentirci di fare il punto della situazione, delle acquisizioni ed evoluzioni recenti e trarne le indicazioni operative più opportune. dossier

Dettagli

Controllo della varroa in apicoltura biologica. Formiche e forbicine possono rimuovere gli acari dall inserto.

Controllo della varroa in apicoltura biologica. Formiche e forbicine possono rimuovere gli acari dall inserto. PROMEMORIA Controllo della varroa in apicoltura biologica In breve Mantenere la varroa sotto controllo continua a essere la principale sfida degli apicoltori. Il promemoria presenta due metodi diversi

Dettagli

IL CONTROLLO DELLA VARROA IN ARNIE TOP BAR PROPOSTE PER L ANNO 2015. PAOLO FONTANA Fondazione Edmund Mach Centro Trasferimento Tecnologico

IL CONTROLLO DELLA VARROA IN ARNIE TOP BAR PROPOSTE PER L ANNO 2015. PAOLO FONTANA Fondazione Edmund Mach Centro Trasferimento Tecnologico IL CONTROLLO DELLA VARROA IN ARNIE TOP BAR PROPOSTE PER L ANNO 2015 PAOLO FONTANA Fondazione Edmund Mach Centro Trasferimento Tecnologico LA VARROA: Varroa destructor CICLO BIOLOGICO DI VARROA DESTRUCTOR

Dettagli

Applicazione dell autocontrollo nella filiera del miele nella Regione Lazio

Applicazione dell autocontrollo nella filiera del miele nella Regione Lazio NUMERO 11 GIUGNO 2014 PERIODICO DELL ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana SEDE CENTRALE Roma/Capannelle

Dettagli

Corso UNAAPI: Lotta alla Varroasi

Corso UNAAPI: Lotta alla Varroasi Corso UNAAPI: Lotta alla Varroasi a cura di Barbara Leida Materiale didattico utilizzato per i moduli formativi organizzati dall UNAAPI. Ogni riproduzione ed uso è possibile solo se precedentemente concordata

Dettagli

DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena

DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena TUTTO IL MATERIALE CHE È ENTRATO IN CONTATTO CON LE COLONIE AMMALATE DEVE ESSER DISTRUTTO

Dettagli

Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. Ente Sanitario di Diritto Pubblico. Ministero della Salute Istituto Zooprof llattlco

Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. Ente Sanitario di Diritto Pubblico. Ministero della Salute Istituto Zooprof llattlco Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie SEDE CENTRALE LEGNARO {PD) Viale del1'un 'Jers1ta, 10 35020 Legridru (PU) 1er. +39 049 808421' tel Tl r,~g 8810180 fax rj1r. +39 049 8830040 fjx r11r_

Dettagli

PREVENZIONE SANITARIA IN APICOLTURA conoscere le malattie dell alveare

PREVENZIONE SANITARIA IN APICOLTURA conoscere le malattie dell alveare - Azienda Sanitaria Trento - PREVENZIONE SANITARIA IN APICOLTURA conoscere le malattie dell alveare - dott. Franco Gatti - MORI 25 MARZO 2014 I fattori che causano direttamente le malattie delle api o

Dettagli

RIVISTA BIMESTRALE D INFORMAZIONE SCIENTIFICA a cura dell Osservatorio Epidemiologico Veterinario della Regione Lombardia

RIVISTA BIMESTRALE D INFORMAZIONE SCIENTIFICA a cura dell Osservatorio Epidemiologico Veterinario della Regione Lombardia Anno 11 - n. 6 - Dicembre 2008 RIVISTA BIMESTRAE D INFORMAZIONE SCIENTIFICA a cura dell Osservatorio Epidemiologico Veterinario della Regione ombardia Regione ombardia Direzione Generale Sanità - Servizio

Dettagli

DOSSIER VARROA 2001 - II

DOSSIER VARROA 2001 - II CARTA D IDENTITA DELLA VARROA Da quest anno la varroa cambia nome. È stato recentemente scoperto, infatti, che Varroa jacobsoni non si riproduce su Apis mellifera. Sconfitta la varroa? No, semplicemente

Dettagli

CONFRONTO TRA GLI EFFETTI DI

CONFRONTO TRA GLI EFFETTI DI Notiziario ERSA 3/2009 Apicoltura Franco Frilli Università degli Studi di Udine Dipartimento di Biologia e Protezione delle Piante Moreno Greatti, Giorgio Della Vedova Laboratorio Apistico Regionale Pier

Dettagli

Apicoltura Biologica

Apicoltura Biologica Apicoltura Biologica Malattie delle Api e Cure Per APICOLTURA BIOLOGICA si intende l allevamento di famiglie d api, secondo regole ben precise, stabilite dalle normative emesse dalla Comunità Europea in

Dettagli

4. Presentazione IBH Vetsuisse. 5. Presentazione CRA Liebefeld

4. Presentazione IBH Vetsuisse. 5. Presentazione CRA Liebefeld Varroa Sommario 1. Biologia della Varroa 2. Diagnosi 3. Lotta alternativa FFO 4. Presentazione IBH Vetsuisse 5. Presentazione CRA Liebefeld Sommario 1. Biologia della Varroa 2. Diagnosi 3. Lotta alternativa

Dettagli

La Varroa. 23/05/2007 dr. Luca Allais 1

La Varroa. 23/05/2007 dr. Luca Allais 1 La Varroa 23/05/2007 dr. Luca Allais 1 VARROA DESTRUCTOR: CARTA D IDENTITA - ACARO PARASSITA PROVENIENTE DALL ESTREMO ORIENTE DOVE VIVE A SPESE DELL APIS CERANA - SI E DIFFUSA IN EUROPA VERSO LA FINE DEGLI

Dettagli

COME VALUTARE IL GRADO DI INFESTAZIONE DA VARROA NEGLI ALVEARI

COME VALUTARE IL GRADO DI INFESTAZIONE DA VARROA NEGLI ALVEARI IASMA Notizie Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera

Dettagli

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Obiettivi: - evitare o ridurre il fenomeno della sciamatura - conservare le api nell alveare o nell apiario (sciamatura temporanea) I metodi sono diversi

Dettagli

Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I)

Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I) Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I) Dr. Giovanni Formato Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana Il nuovo approccio per garantire la salubrità

Dettagli

COMPOSIZIONE UTILE PER IL CONTROLLO BIOLOGICO DEL BENESSERE DELLE API

COMPOSIZIONE UTILE PER IL CONTROLLO BIOLOGICO DEL BENESSERE DELLE API COMPOSIZIONE UTILE PER IL CONTROLLO BIOLOGICO DEL BENESSERE DELLE API ProBee è una associazione di microrganismi la cui attività metabolica produce sostanze che inducono un effetto positivo sulle condizioni

Dettagli

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 3402791786 c.f./p.i.94099150263 apimarca1@libero.it http://apimarca.blogspot.

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 3402791786 c.f./p.i.94099150263 apimarca1@libero.it http://apimarca.blogspot. NEWS n. 10 del 21-6-2014 APIMARCA Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 3402791786 c.f./p.i.94099150263 apimarca1@libero.it http://apimarca.blogspot.com Rispetta l'ambiente. Non stampare questa mail

Dettagli

5 LOTTA ALLA VARROASI. I quaderni dell apicoltore M.I.P.A.F. A cura di Roberto Barbero Francesco Panella Barbara Leida

5 LOTTA ALLA VARROASI. I quaderni dell apicoltore M.I.P.A.F. A cura di Roberto Barbero Francesco Panella Barbara Leida Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani PROGETTO DI INIZIATIVE DI ASSISTENZA TECNICA PER LA RAZIONALIZZAZIONE PRODUTTIVA NEL SETTORE APISTICO M.I.P.A.F. Ministero per le Politiche Agricole Forestali

Dettagli

Gestione dell apiario: aspetti tecnici e sanitari. Montepulciano, 25/11/ 2011 Luciano Ricchiuti

Gestione dell apiario: aspetti tecnici e sanitari. Montepulciano, 25/11/ 2011 Luciano Ricchiuti Gestione dell apiario: aspetti tecnici e sanitari Montepulciano, 25/11/ 2011 Luciano Ricchiuti Introduzione Anche per gli apiari, come per tutte le aziende zootecniche, la corretta gestione dell allevamento

Dettagli

LABORATORI PRINCIPALI LABORATORI ACCREDITATI SINAL PER ANALISI DI MATRICI CEROSE NEL NORD ITALIA

LABORATORI PRINCIPALI LABORATORI ACCREDITATI SINAL PER ANALISI DI MATRICI CEROSE NEL NORD ITALIA LABORATORI PRINCIPALI LABORATORI ACCREDITATI SINAL PER ANALISI DI MATRICI CEROSE NEL NORD ITALIA Regione Emilia Romagna Agriparadigma (RA) tel 0544/464221 fax 0544/463416 Regione Veneto Neotron (PD) tel.

Dettagli

L apicoltura in Trentino

L apicoltura in Trentino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari L apicoltura in Trentino Caldonazzo 9 febbraio 2010 l apicoltura in Trentino I numeri L organizzazione I supporti normativi Le problematiche sanitarie Azienda

Dettagli

E-mail: info@apicoltori.so.it

E-mail: info@apicoltori.so.it n. 1 - Marzo 2006 - Trimestrale dell Associazione Produttori Apistici della Provincia di Sondrio - Direttore Responsabile dr. Alberto Frizziero - Autorizzazione del Tribunale di Sondrio n. 180 del 11/02/87

Dettagli

NOTIZIARIO N 1. (gennaio-marzo 2013)

NOTIZIARIO N 1. (gennaio-marzo 2013) Le Nostre Api Associazione Apicoltori Felsinei Sede Legale Via IV Novembre n 83 40056 Crespellano Bologna Cell 377 1802294-346 5790104 NOTIZIARIO N 1 (gennaio-marzo 2013) Gentilissime socie e gentilissimi

Dettagli

PATOLOGIE E AVVERSITA DELLE API: tecniche diagnostiche e di campionamento. Dr. Emanuele Carpana

PATOLOGIE E AVVERSITA DELLE API: tecniche diagnostiche e di campionamento. Dr. Emanuele Carpana PATOLOGIE E AVVERSITA DELLE API: tecniche diagnostiche e di campionamento Dr. Emanuele Carpana Ispezioni diagnostiche nella profilassi delle malattie infettive e parassitarie delle api Diagnosticare in

Dettagli

LAVORI DI STAGIONE VISTI ATTRAVERSO L ASSISTENZA TECNICA (parte seconda)

LAVORI DI STAGIONE VISTI ATTRAVERSO L ASSISTENZA TECNICA (parte seconda) LAVORI DI STAGIONE VISTI ATTRAVERSO L ASSISTENZA TECNICA (parte seconda) I casi della seconda metà di aprile Caso 1B: La fucaiola Riferimenti teorici: Pillole di genetica Un giovane apicoltore mi aveva

Dettagli

LISTINO PREZZI. I prezzi indicati sono comprensivi di IVA

LISTINO PREZZI. I prezzi indicati sono comprensivi di IVA LISTINO PREZZI I prezzi indicati sono comprensivi di IVA Abbeveratoio per api 1,5 litri 4,85 Affumicatore in acciaio con protezione diam. 10 cm 27,45 Affumicatore in acciaio con protezione diam. 8 cm 24,50

Dettagli

CONTROLLI PRESSO GLI ALLEVAMENTI APISTICI DEL LAZIO INDICE:

CONTROLLI PRESSO GLI ALLEVAMENTI APISTICI DEL LAZIO INDICE: ALLEGATO A/14/2B CONTROLLI PRESSO GLI ALLEVAMENTI APISTICI DEL LAZIO INDICE: 1. Materiale necessario 2. Verifica documentale 3. Verifica Conduzione dell apiario 4. Verifica stato sanitario 5. Campionamenti

Dettagli

VARROA. Caratteristiche della patologia

VARROA. Caratteristiche della patologia VARROA Caratteristiche della patologia Informazioni E.1 Malattia E.1.1 Nome patologia Varroasi (Varroatosi) E.1.2 Agente/i eziologico/i Varroa destructor Anderson & Trueman. Acaro appartenente alla famiglia

Dettagli

Attività di sperimentazione in apicoltura nella Regione Lazio, anni 2005-2006

Attività di sperimentazione in apicoltura nella Regione Lazio, anni 2005-2006 PROGRAMMA FINALIZZATO AL MIGLIORAMENTO DELLA PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI DELL APICOLTURA Annualità 2006-2007 Arsial cofinanziato dalla UNIONE EUROPEA Reg. CE 797/04 MINISTERO DELLE POLITICHE

Dettagli

VERBALE DI CAMPIONAMENTO N..

VERBALE DI CAMPIONAMENTO N.. VERBALE DI CAMPIONAMENTO N.. Data... Servizio Veterinario dell USSL o ASL di. All IZS di Prelievo effettuato da Azienda apistica...in qualità di... codice aziendale sub codice Telefono Luogo del campionamento:

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 11/07/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 56

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 11/07/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 56 Deliberazione 3 luglio 2013, n. 159 Disciplina igienico-sanitaria del Settore Apistico. Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Oggetto: Disciplina igienico-sanitaria del Settore Apistico.

Dettagli

NORME GENERALI CHE REGOLAMENTANO LA VENDITA DEI PRODOTTI DELL APICOLTURA

NORME GENERALI CHE REGOLAMENTANO LA VENDITA DEI PRODOTTI DELL APICOLTURA NORME GENERALI CHE REGOLAMENTANO LA VENDITA DEI PRODOTTI DELL APICOLTURA Ottenuta la Partita IVA, l iscrizione al Registro delle Imprese, l autorizzazione sanitaria per il laboratorio di smielatura e chiaramente

Dettagli

Sanità e Igiene a tutela del settore apistico: il percorso dell Emilia Romagna

Sanità e Igiene a tutela del settore apistico: il percorso dell Emilia Romagna Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia Romagna U16 Sanità e Igiene a tutela del settore apistico: il percorso dell Emilia Romagna Brisighella 13 settembre 2013 1 Diapositiva

Dettagli

Progetto pilota europeo di sorveglianza sulla mortalitàdegli alveari

Progetto pilota europeo di sorveglianza sulla mortalitàdegli alveari Progetto pilota europeo di sorveglianza sulla mortalitàdegli alveari Franco Mutinelli Centro di referenza nazionale per l apicoltura Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie 35020 Legnaro (PD)

Dettagli

Il fenomeno. I saccheggi veri e propri

Il fenomeno. I saccheggi veri e propri I saccheggi Nell'agosto 2013, durante le visite effettuate negli apiari degli associati, abbiamo trovato con una certa frequenza casi di alveari saccheggiati. Ci preme quindi ricordare alcuni aspetti di

Dettagli

09 G I U 2015 AIC: 104726017 AIC: 104726029 AIC: 104726031 AIC: 104726043

09 G I U 2015 AIC: 104726017 AIC: 104726029 AIC: 104726031 AIC: 104726043 liinlste.. o deiìa-s~i~t;-'ì OGSAF "iiimìl;ì~m~lii;;1m11 DIREZIONE GENERALE DELLA SANITÀ ANIMALE E DEI FARMACI VETERINARI Ufficio 04 ex DOSA- Medicinali veterinari e dispositivi medici ad uso veterinario

Dettagli

Raccolta di Tecniche Sanitarie Apistiche

Raccolta di Tecniche Sanitarie Apistiche Raccolta di Tecniche Sanitarie Apistiche di Franceso Bortot Apicoltore Professionista, Tecnico Apistico APAT - FAI Veneto PESTE AMERICANA ed EUROPEA Rientrate a pieno titolo nelle preoccupazioni degli

Dettagli

Strategie alternative di lotta alla varroa

Strategie alternative di lotta alla varroa Strategie alternative di lotta alla varroa breve rassegna su alcuni dei metodi alternativi (o presunti tali) proposti per combattere la varroa - arnie e metodi di allevamento - selezione - nemici IZSLT

Dettagli

QUESTIONARIO (Da compilare in caso di mortalità anomali o spopolamento di alveari) Cognome... Nome... Via...Cap... Località... Tel...

QUESTIONARIO (Da compilare in caso di mortalità anomali o spopolamento di alveari) Cognome... Nome... Via...Cap... Località... Tel... Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali (DiSTA) (Area di Entomologia) Università degli Studi di Bologna Viale Giuseppe Fanin, 42 40127 BOLOGNA Istituto Nazionale di Apicoltura Via di Saliceto,

Dettagli

NORME DIRETTIVE APICOLTURA E PRODOTTI APISTICI

NORME DIRETTIVE APICOLTURA E PRODOTTI APISTICI NORME DIRETTIVE APICOLTURA E PRODOTTI APISTICI Giugno 2007 - da applicarsi in ogni stato membro entro il 31.12. 2007-1 I N D I C E 1. Limiti di validità e principi di base 2. Collocazione delle famiglie

Dettagli

REGOLAMENTI COMUNITARI DI IGIENE, NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE IN APICOLTURA

REGOLAMENTI COMUNITARI DI IGIENE, NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE IN APICOLTURA REGOLAMENTI COMUNITARI DI IGIENE, NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE IN APICOLTURA Dr.ssa ROSANNA ROSSI ASL7 SIENA Montepulciano 25/11/2011 NORMATIVA COMUNITARIA Reg. CE 178 del Parlamento Europeo e del Consiglio

Dettagli

DOSSIER. Alimentazione delle api: considerazioni e prove di campo A CURA DELLA COMMISSIONE SANITARIA U.N.A.API.

DOSSIER. Alimentazione delle api: considerazioni e prove di campo A CURA DELLA COMMISSIONE SANITARIA U.N.A.API. DOSSIER Alimentazione delle api: considerazioni e prove di campo A CURA DELLA COMMISSIONE SANITARIA U.N.A.API. - PARP ARTE PRIMA - ALCUNE CONSIDERAZIONI SULLA NUTRIZIONE PROTEICA Lo stato nutrizionale

Dettagli

Prof. G. Canestrini Regia Università di Padova (anno 1905)

Prof. G. Canestrini Regia Università di Padova (anno 1905) La corretta nutrizione degli alveari: effetti sulla produttività e sui trattamenti contro la varroa Lanciano 23 febbraio 2014 Pier Antonio Belletti regina, 60 % perfomance alveare 20 % ambiente 20% tecnica

Dettagli

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot. NEWS n. 14 del 13-12-2013 APIMARCA Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.com Rispetta l'ambiente. Non stampare questa

Dettagli

Federazione Associazioni Apicoltori del Trentino

Federazione Associazioni Apicoltori del Trentino Federazione Associazioni Apicoltori del Trentino Associazione Apicoltori Fiemme e Fassa Associazione Apicoltori Valsugana Lagorai Associazione Apicoltori delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi Apicoltori in

Dettagli

Corso UNAAPI: Apicoltura Biologica

Corso UNAAPI: Apicoltura Biologica Corso UNAAPI: Apicoltura Biologica a cura di Luca Allais Materiale didattico utilizzato per i moduli formativi organizzati dall UNAAPI. Ogni riproduzione ed uso è possibile solo se precedentemente concordata

Dettagli

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot. NEWS n. 05 del 03-7-2011 APIMARCA Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.com Rispetta l'ambiente. Non stampare questa

Dettagli

Valutazione delle infestazioni da Varroa destructor

Valutazione delle infestazioni da Varroa destructor CRA-API Unità di ricerca di Apicoltura e bachicoltura Valutazione delle infestazioni da Varroa destructor Antonio Nanetti*, Simona Russano, Riccardo Cabbri CRA-API Unità di Ricerca di Apicoltura e Bachicoltura

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 0020069-01/10/2014-DGSAF-COD_UO-P Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA ANIMALE E DEI FARMACI VETERINARI Ufficio II ex DGSA Sanità animale ed anagrafi: Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma

Dettagli

CORSO TEORICO E PRATICO DI INTRODUZIONE ALL APICOLTURA

CORSO TEORICO E PRATICO DI INTRODUZIONE ALL APICOLTURA CORSO TEORICO E PRATICO DI INTRODUZIONE ALL APICOLTURA (Aprile-Giugno 2015) L Associazione Regionale Apicoltori Pugliesi (A.R.A.P.) organizza un Corso teorico e pratico di introduzione all Apicoltura della

Dettagli

Considerazioni sugli aspetti sanitari sulla nuova legge regionale in apicoltura DR. GIUSEPPE BUCCIARELLI

Considerazioni sugli aspetti sanitari sulla nuova legge regionale in apicoltura DR. GIUSEPPE BUCCIARELLI REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche della Salute Servizio Sanità Veterinaria e Sicurezza Alimentare Considerazioni sugli aspetti sanitari sulla nuova legge regionale in apicoltura DR. GIUSEPPE BUCCIARELLI

Dettagli

CONVEGNO FAI L UNIVERSO APE IN PERICOLO. Resoconto preliminare

CONVEGNO FAI L UNIVERSO APE IN PERICOLO. Resoconto preliminare CONVEGNO FAI L UNIVERSO APE IN PERICOLO ---------------------------- Resoconto preliminare L importanza di una rete di monitoraggio Al fine di avere idee precise sulla natura e sull entità degli spopolamenti

Dettagli

GUIDA SULLA SALUTE DELLE API DEL CENTRO DI RICERCA APICOLA. ALP forum n. 84 Dicembre 2011

GUIDA SULLA SALUTE DELLE API DEL CENTRO DI RICERCA APICOLA. ALP forum n. 84 Dicembre 2011 ALP forum n. 84 Dicembre 2011 GUIDA SULLA SALUTE DELLE API DEL CENTRO DI RICERCA APICOLA Autore J.D. Charrière, V. Dietemann, M. Schäfer, B. Dainat, P. Neumann, P. Gallmann Stazione di ricerca Agroscope

Dettagli

Sondrio, Relazione perdita delle colonie produttive di api 2012

Sondrio, Relazione perdita delle colonie produttive di api 2012 Via Carlo Besta, 1 231 Sondrio (SO) Sondrio, Relazione perdita delle colonie produttive di api 212 Come ogni anno, la nostra Associazione ha eseguito un'indagine relativa alla mortalità degli alveari avvenuta

Dettagli

Progetto pilota per la sorveglianza della mortalità delle colonie di api Italia 2012-2013 Protocollo di campionamento

Progetto pilota per la sorveglianza della mortalità delle colonie di api Italia 2012-2013 Protocollo di campionamento Progetto pilota per la sorveglianza della mortalità delle colonie di api Italia 2012-2013 Protocollo di campionamento Le buone pratiche di campionamento Il prelievo dei campioni: i campioni vengono effettuati

Dettagli

Aiutare le api ad autopulirsi dalla varroa

Aiutare le api ad autopulirsi dalla varroa Aiutare le api ad autopulirsi dalla varroa «Ho deciso di pubblicare questo articolo su Apitalia proprio per aprire un confronto e un dibattito sul metodo di diagnosi per me molto speciale ed efficace.

Dettagli

L a nutrizione zuccherina degli alveari. dossier

L a nutrizione zuccherina degli alveari. dossier L a nutrizione zuccherina degli alveari Nutrizione integrativa Nutrizione di emergenza Stimolazione primaverile delle colonie Stimolazione autunnale delle colonie Sostituzione completa delle scorte I nutritori

Dettagli

IL QUADRO ATTUALE DELLE IMPORTAZIONI UFFICIALI DI API REGINE PRESSO L AEROPORTO DI FIUMICINO DAL 2006 AL 2011

IL QUADRO ATTUALE DELLE IMPORTAZIONI UFFICIALI DI API REGINE PRESSO L AEROPORTO DI FIUMICINO DAL 2006 AL 2011 IL QUADRO ATTUALE DELLE IMPORTAZIONI UFFICIALI DI API REGINE PRESSO L AEROPORTO DI FIUMICINO DAL 2006 AL 2011 La aethiniosi e la tropilaelapsosi sono patologie esotiche, entrambe inserite nell elenco delle

Dettagli

Farmacovigilanza Veterinaria

Farmacovigilanza Veterinaria Farmacovigilanza Centro Regionale della Campania Dr.ssa Silvia Cappiello(Phd,DVM) 1. La Farmacovigilanza Che cosa è la farmacovigilanza La parola farmacovigilanza deriva dal greco Pharmakon (veleno-medicina)

Dettagli

APICOLTURA di MONTAGNA

APICOLTURA di MONTAGNA PAOLO FONTANA & VALERIA MALAGNINI Fondazione Edmund Mach, Centro Trasferimento Tecnologico APICOLTURA di MONTAGNA SECONDA LEZIONE ROVERETO - GIOVEDÌ 28/02/2013 PROGRAMMA DEL CORSO Argomento Data Argomento

Dettagli

INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE

INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE Un farmaco (principio attivo PA, sostanza farmacologicamente attiva API, medicamento semplice, soatanza medicinale) è una sostanza che possiede attività terapeutica,

Dettagli

Lavori di stagione in apiario: marzo - aprile

Lavori di stagione in apiario: marzo - aprile Lavori di stagione in apiario: marzo - aprile L importanza di registrare dei dati nelle prime visite In condizioni stagionali normali ai primi di marzo l apicoltore ha già effettuato almeno una visita

Dettagli

Fulvio Salati. Fish Disease and Aquaculture Center, IZS of Sardinia, State Veterinary Institute, Oristano, Italy

Fulvio Salati. Fish Disease and Aquaculture Center, IZS of Sardinia, State Veterinary Institute, Oristano, Italy Sicurezza alimentare nei prodotti ittici Fulvio Salati Fish Disease and Aquaculture Center, IZS of Sardinia, State Veterinary Institute, Oristano, Italy Cagliari, 27 maggio 2016 Aspetti qualitativi di

Dettagli

SANGUE ricerca anticorpi/antigeni su siero (immunofluorescenza indiretta/ sieroagglutinazione/sieroneutralizzazione/ tecniche immunoenzimatiche)

SANGUE ricerca anticorpi/antigeni su siero (immunofluorescenza indiretta/ sieroagglutinazione/sieroneutralizzazione/ tecniche immunoenzimatiche) PG ACC 003/2 rev. 11 pag. 1 di 5 INDICAZIONI PER IL PRELIEVO ED IL CONFERIMENTO DEI CAMPIONI SANITÀ ANIMALE Esame SANGUE ricerca anticorpi/antigeni su siero (immunofluorescenza indiretta/ sieroagglutinazione/sieroneutralizzazione/

Dettagli

beesness from Beeitaly C erano una volta le api.. e gli apicoltori.

beesness from Beeitaly C erano una volta le api.. e gli apicoltori. beesness from Beeitaly C erano una volta le api.. e gli apicoltori. Ed è passato tanto tempo prima che gli esseri umani migliorassero il loro modo di condurre le API. La storia parla di miglioramenti dappertutto

Dettagli

Noitiziario n. 8 maggio 2015

Noitiziario n. 8 maggio 2015 Federazione Associazioni Apicoltori del Trentino Associazione Apicoltori Fiemme e Fassa Associazione Apicoltori val di Sole Peio e Rabbi Associazione Apicoltori Valsugana Lagorai Apicoltori in Vallagarina

Dettagli

Meno perdite invernali 2013/2014

Meno perdite invernali 2013/2014 Meno perdite invernali 2013/2014 Soltanto il 12,1 per cento delle colonie d'api invernate non è sopravvissuto fino al momento dello svernamento. Per quasi la metà delle colonie perse la causa era riconducibile

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.com

Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.com NEWS n. 17 del 17 Dicembre 2012 APIMARCA Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 0422 370060 c.f./p.i.94099150263 apimarca@interfree.it http://apimarca.blogspot.com Rispetta l'ambiente. Non stampare

Dettagli

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 3402791786 c.f./p.i.94099150263 apimarca1@libero.it http://apimarca.blogspot.

APIMARCA. Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 3402791786 c.f./p.i.94099150263 apimarca1@libero.it http://apimarca.blogspot. NEWS n. 11 del 17-7-2014 APIMARCA Via Canizzano n. 104/a 31100 Treviso Tel. 3402791786 c.f./p.i.94099150263 apimarca1@libero.it http://apimarca.blogspot.com Rispetta l'ambiente. Non stampare questa mail

Dettagli

SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO

SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Area Scientifico-Culturale SIFO Rischio Clinico SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO MODALITÀ DI COMPILAZIONE

Dettagli

CORSO APICOLTURA 2014

CORSO APICOLTURA 2014 PAOLO CHIUSOLE & GABRIELE DEIMICHEI CORSO APICOLTURA 2014 COME INIZIARE SECONDA LEZIONE MORI - MARTEDÌ 11/03/2014 COME INIZIARE Definizioni e informazioni di base (da C.C.,C.P., leggi e regolamenti locali

Dettagli

Aethina tumida. Il piccolo coleottero dell'alveare o Small hive beetle (SHB)

Aethina tumida. Il piccolo coleottero dell'alveare o Small hive beetle (SHB) Aethina tumida Il piccolo coleottero dell'alveare o Small hive beetle (SHB) U.O. Apicoltura Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana Aethina tumida Murray (1867) Classificazione Phylum:

Dettagli

ATTIVITA DIDATTICA DI SCIENZE SVOLTA DALLE CLASSI 2 A-2 B DELLA SCUOLA ELEMENTARE MONTE ORTIGARA DI ASIAGO A.S.2003/2004 Grazie alla consulenza del

ATTIVITA DIDATTICA DI SCIENZE SVOLTA DALLE CLASSI 2 A-2 B DELLA SCUOLA ELEMENTARE MONTE ORTIGARA DI ASIAGO A.S.2003/2004 Grazie alla consulenza del ATTIVITA DIDATTICA DI SCIENZE SVOLTA DALLE CLASSI 2 A-2 B DELLA SCUOLA ELEMENTARE MONTE ORTIGARA DI ASIAGO A.S.2003/2004 Grazie alla consulenza del prof. Giorgio Rigoni L ape è un insetto degli IMENOTTERI

Dettagli

ATTI L APICOLTURA MODERNA IN PILLOLE

ATTI L APICOLTURA MODERNA IN PILLOLE ATTI L APICOLTURA MODERNA IN PILLOLE! A cura di Alessandra Giacomelli e Marco Pietropaoli # Indice I laboratori consortili: le esperienze toscane Serena Rocchi (veterinario, esperto apistico) pag. 4 Buone

Dettagli

Buone pratiche di sperimentazione clinica negli animali dei medicinali veterinari

Buone pratiche di sperimentazione clinica negli animali dei medicinali veterinari negli animali dei medicinali veterinari Modelli innovativi di lotta alla varroa: l acido formico in gel. Dr. Salvatore Macrì Dirigente Veterinario Ministero della Salute Roma Istituto Zooprofilattico Sperimentale

Dettagli

L uso del farmaco veterinario Stato dell Arte, novità e prospettive

L uso del farmaco veterinario Stato dell Arte, novità e prospettive L uso del farmaco veterinario Stato dell Arte, novità e prospettive Cosimo Iavecchia Presidente Ordine dei Medici Veterinari della provincia di Benevento Solopaca 03/10/2015 Medicinale veterinario: (art.

Dettagli