Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica"

Transcript

1 Provincia di Milano Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica Art. 11, comma 13, D.Lgs. 163/2006 Segretario Generale Diodora Valerino Staff Segretario Erminia Figini

2 NUOVE DISPOSIZIONI NORMATIVE Il D.L. 18 ottobre 2012, n.179 (c.d. Decreto Crescita-bis o Decreto Sviluppo-bis), convertito, con modificazioni, dalla Legge 17 dicembre 2012, n. 221 ha introdotto misure per: L innovazione quale fattore strutturale di crescita sostenibile e di rafforzamento della competitività delle imprese; Diffusione di servizi digitali per i cittadini; L innovazione nelle P.A. anche attraverso la modifica della disciplina sulla forma dei contratti pubblici (art. 6, comma 3); Accordi tra PA viene modificato l art. 15 Legge n. 241/1990 e si prevede che, a far data dal 1 gennaio 2013, gli accordi fra pubbliche amministrazioni pena la nullità degli stessi devono essere sottoscritti con firma digitale, firma elettronica avanzata, ovvero con altra firma elettronica qualificata (art. 6, comma 2). 1

3 NUOVE DISPOSIZIONI NORMATIVE L art. 11, comma 13, D. Lgs n. 163 Codice dei Contratti Pubblici modificato dal D.L. n.179/2012, convertito dalla L. 221/2012 ha disposto che dal 1 gennaio 2013 Il contratto è stipulato, a pena di nullità, con atto pubblico notarile informatico, ovvero, in modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante, in forma pubblica amministrativa a cura dell Ufficiale rogante dell amministrazione aggiudicatrice o mediante scrittura privata 2

4 VECCHIA DISPOSIZIONE NORMATIVA L art. 11, comma 13, D. Lgs n. 163 Codice dei Contratti Pubblici sino al 31 dicembre 2012 Il contratto è stipulato mediante atto pubblico notarile, o mediante forma pubblica amministrativa a cura dell'ufficiale rogante dell'amministrazione aggiudicatrice, ovvero mediante scrittura privata, nonché in forma elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante. 3

5 INTERPRETAZIONI NORMATIVE Con l entrata in vigore della norma si sono affermate divergenze interpretative: Tesi restrittiva che sostiene l obbligatorietà della modalità elettronica solo per gli atti notarili. Tesi estensiva che afferma l obbligo della modalità elettronica per tutti i contratti. Tesi diffusa che riconosce l obbligo della modalità elettronica per gli atti notarili e per gli atti in forma pubblica amministrativa, con esclusione della scrittura privata. 4

6 INTERPRETAZIONI NORMATIVE Dossier di documentazione della Camera dei Deputati XVI Legislatura, AC n /XVI del redatto dal servizio del Dipartimento attività produttive, dove, in relazione all art. 6, comma 3, del D.L. n. 179/2012 si legge: ai commi 3 e 4, la modifica dell articolo 11 del D.lgs. n. 163 del 2006 (Codice dei contratti pubblici) prevedendo, per un verso, che il contratto deve essere stipulato a pena di nullità nelle modalità ivi previste e, per l altro, che il contratto può essere stipulato in forma pubblica amministrativa in modalità elettronica. 5

7 CIRCOLARI ESPLICATIVE La disposizione riguarda esclusivamente i contratti pubblici di appalto o di concessione aventi per oggetto l acquisizione di servizi, di forniture, ovvero l esecuzione di opere o di lavori Trattandosi di norma inserita nel codice dei contratti pubblici la medesima non trova applicazione per i contratti aventi ad oggetto locazioni o compravendite immobiliari oppure la costituzione di diritti reali di godimento sugli immobili. 6

8 CIRCOLARI ESPLICATIVE 1 Risposta del a Quesito La norma avendo modificato una disposizione del Codice dei Contratti, è da ritenersi applicabile ai soli contratti di appalto di lavori, servizi, forniture, disciplinati dallo stesso codice. Nulla vieta, stante anche la finalità della norma, che l adempimento sia esteso a tutti i contratti. In ogni caso, eccezionalmente, le parti sprovviste di firma digitale, ai sensi dell art. 52-bis della Legge Notarile posso sottoscrivere il contratto con firma elettronica, consistente anche nell acquisizione digitale della sottoscrizione autografa (cioè scannerizzando la sottoscrizione autografa), in quanto avvalorata dalla sottoscrizione digitale dell ufficiale rogante. Per gli atti stipulati in forma pubblica amministrativa è opportuno che ciascuna amministrazione regolamenti la materia disciplinando le modalità della stipula e della sottoscrizione, la conservazione degli atti e il rilascio di copie. 7

9 CIRCOLARI ESPLICATIVE 2/1 Determinazione dell AVCP (Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici) del 13/02/2013 n. 1 Indicazioni interpretative concernenti la forma dei contratti pubblici, ai sensi dell art. 11, comma 13 del Codice 8.. OMISSIS Il Consiglio ritiene che: L applicazione dell art. 11, comma 13, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i., nel testo novellato dall art. 6, comma 3, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, sia circoscritta alla species di contratto pubblico di cui all art. 3 del Codice; I contratti pubblici di cui all art. 3 del medesimo Codice debbano essere redatti, a pena di nullità, o mediante atto pubblico notarile informatico o in forma pubblica amministrativa, con modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante, a cura dell Ufficiale Rogante dell Amministrazione aggiudicatrice, o mediante scrittura privata; per la scrittura privata, quindi, resta ammissibile la forma cartacea e le forme equipollenti ammesse dall ordinamento; la <modalità elettronica> della forma pubblica amministrativa possa essere assolta anche attraverso l acquisizione digitale della sottoscrizione autografa, nel rispetto di quanto prescritto dall art. 25, comma 2, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 CAD %

10 CIRCOLARI ESPLICATIVE 2/2 Determinazione dell AVCP (Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici) del 13/02/2013 n. 1 Indicazioni interpretative concernenti la forma dei contratti pubblici, ai sensi dell art. 11, comma 13 del Codice COMMENTO L AVCP ha quindi chiarito in primo luogo che l ambito di applicazione delle nuove disposizioni riguarda le sole tipologie di contratti pubblici soggetti alla disciplina del Codice degli Appalti (D.Lgs. N. 163/2006) e definiti dall art. 3 del Codice stesso, ovvero: 1) Contratti di appalto o di concessione aventi per oggetto l esecuzione di lavori o l acquisizione di forniture e servizi; 2) Accordi quadro; 3) Contratti di locazione finanziaria di opere pubbliche o di pubblica utilità; 4) Contratti di disponibilità; 5) Contratti di partenariato pubblico privato. In ordine alle nuove modalità di stipulazione (in forma cartacea o elettronica) dei contratti pubblici l AVCP ha poi ritenuto che le nuove disposizioni siano da interpretare nel senso che: Il contratto mediante atto pubblico notarile può essere stipulato solo in modalità informatica, ai sensi della legge sull ordinamento del notariato e degli archivi notarili (L n. 89 s.m.i.); Il contratto in forma pubblica amministrativa può essere stipulato solo in modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante, a cura dell Ufficiale rogante dell amministrazione aggiudicatrice; Il contratto mediante scrittura privata può invece essere stipulato con madalità cartacea o elettronica, a scelta della stazione appaltante. 9

11 CIRCOLARI ESPLICATIVE 3/1 Il Parere della Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo della Regione Lombardia deliberazione n. 97/Pareri/2013 del emesso in materia di contabilità pubblica. 10 OMISSIS In sintesi, la difformità testuale rispetto alla precedente formula legislativa si compendia nella: 1) Previsione della nullità testuale per difetto delle forme ad substantiam indicate dalla norma; 2) Superamento della tassatività della forma scritta cartacea, mediante la previsione di forme alternative ad substantiam; 3) Attribuzione dell aggettivo informatico all atto pubblico notarile; 4) Dequotazione della forma elettronica a modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante. La disposizione ha inteso adeguare alle moderne tecnologie l utilizzo delle forme contrattuali in cui è trasfusa la volontà della pubblica amministrazione, aggiungendo, ma non sostituendo alle tradizionali forme scritte cartacee la forma pubblica elettronica e/o digitale, con l avvertenza che qualora le norme vigenti per la singola stazione appaltante (regolamentari o di legge) prevedessero l adozione della sola modalità elettronica, l utilizzo di altra metodologia di documentazione, ancorché scritta o cartacea, in violazione delle norme speciali, sarebbe affetta da nullità assoluta. %

12 CIRCOLARI ESPLICATIVE 3/2 Il Parere della Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo della Regione Lombardia deliberazione n. 97/Pareri/2013 del emesso in materia di contabilità pubblica. %. Ciò posto, al fine di rispondere ai singoli quesiti prospettati dall amministrazione, alla luce del chiaro dato testuale, la Sezione si ritiene che: a) La comminatoria di nullità prevista dalla norma è riferita a tutte le forme ad substantiam di stipulazione previste dalla citata disposizione; b) in quanto forme scritte peculiari di scrittura privata (scambio di proposta ed accettazione nei contratti inter absenstes), in caso di trattativa privata, conservano piena validità le forme di stipulazione, previste dall art. 17 del R.D. 18 novembre 1923 n (la scrittura privata è prevista anche nell art. 11 comma 13 del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163); c) la stipulazione in forma pubblica amministrativa deve avvenire in modalità elettronica solo se essa è prevista quale metodologia esclusiva da specifiche norme di legge o di regolamento applicabili alla stazione appaltante, essendo ancora validamente stipulabile il contratto in forma pubblica amministrativa su supporto cartaceo; d) l adozione del rogito notarile condurrà invece all utilizzo esclusivo del documento informatico notarile, alla stregua del richiamo selettivo contenuto nella dizione normativa; e) la locuzione le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante riferita alla modalità elettronica della stipulazione dei contratti è da intendersi non come potere della singola stazione appaltante di autodeterminazione, ma come rinvio ad una normativa tecnica, di rango legislativo o regolamentare, di fonte statale (art. 117, comma 2, lett. l Cost), che detti i precetti in modo uniforme sulla compilazione, sottoscrizione e conservazione sostitutiva degli atti pubblici e contratti stipulati in modalità elettronica. 11

13 NORMATIVA DI RIFERIMENTO - 1 All Atto Pubblico Amministrativo si applica, in quanto compatibile, la Legge Notarile e più precisamente : L n. 89 Ordinamento del Notariato e degli Archivi Notarili ; Regio Decreto n Approvazione del Regolamento per l esecuzione della L. 16 febbraio 1913, n. 89, riguardante l ordinamento del notariato e degli archivi notarili; Regio Decreto n Nuove disposizioni sull'amministrazione del patrimonio e sulla contabilità generale dello Stato L n. 69, art. 18 Delega al Governo in materia di atto pubblico informatico redatto dal Notaio ; D. Lgs n. 163 Codice dei contratti Pubblici D. Lgs n. 110 Disposizioni in materia di atto pubblico informatico redatto dal Notaio, a norma dell articolo 65 della Legge 18 giugno 2009, n

14 NORMATIVA DI RIFERIMENTO - 2 Legge Notarile n. 89 del L atto pubblico informatico è ricevuto in conformità a quanto previsto dall art. 47 ed è letto dal Notaio mediante l uso e il controllo personale degli strumenti informatici (comma 2, art. 47-ter): Ricevimento atto in presenza delle parti; Indagine sulla volontà delle stesse; Compilazione dell atto sotto la propria responsabilità 13

15 NORMATIVA DI RIFERIMENTO - 3 Legge Notarile n. 89 del Il Notaio nell atto pubblico e nell autenticazione delle firme deve attestare anche la validità dei certificati di firma eventualmente utilizzati dalle parti (comma 3, art. 47-ter) Tale adempimento deve avvenire prima dell apposizione della firma da parte dell Ufficiale Rogante: con riferimento ai requisiti di cui all art. 28 del C.A.D. (Codice Amministrazione Digitale); attraverso un sistema di verifica delle firme digitali e validazione temporale dei documenti informatici (art. 14 D.P.C.M pubblicato in G.U.R.I. n. 117 del che sostituisce il D.P.C.M ); 14

16 MODALITA OPERATIVE PER LA STIPULA Nel caso di atto pubblico amministrativo, laddove ciascun contraente sia già munito di firma digitale, l Ufficiale Rogante: redige l atto su supporto informatico (Video Scrittura) dà lettura dell atto alle parti (direttamente dallo schermo del computer) trasforma l atto in formato elettronico PDF/A 1/A ; fa firmare digitalmente l atto alle parti; accerta ed attesta la validità dei certificati di firma utilizzati dalle parti; (Formula di Rito) appone la propria firma digitale sull atto. 15

17 MODALITA OPERATIVE PER LA STIPULA In questa ipotesi, nella formula di rito, si potrebbe specificare: E, richiesto, io Segretario Ufficiale Rogante ho ricevuto questo atto, redatto da persona di mia fiducia mediante strumenti informatici su pagine a video, dandone lettura alle parti, le quali l hanno dichiarato e riconosciuto conforme alle loro volontà, per cui a conferma lo sottoscrivono in mia presenza, previa accertamento delle identità personali, con firma digitale ai sensi dell art. 24, del D.Lgs , n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale, di seguito verificata a mia cura ai sensi dell art. 14 del D.P.C.M In presenza delle parti io Segretario comunale/provinciale ufficiale rogante ho firmato il presente documento informatico con firma digitale. 16

18 MODALITA OPERATIVE PER LA STIPULA L art. 52-bis della Legge notarile, come modificata dal D.Lgs. N. 110/2010, prevede che la firma elettronica possa consistere anche nell acquisizione digitale della sottoscrizione autografa. L art. 25, comma 2, del C.A.D. recita: L autenticazione della firma elettronica, anche mediante l acquisizione digitale della sottoscrizione autografa, o di qualsiasi altro tipo di firma elettronica avanzata, consiste nell attestazione, da parte del pubblico ufficiale, che la firma è stata apposta in sua presenza dal titolare, previo accertamento della sua identità personale, della validità dell eventuale certificato elettronico utilizzato e del fatto che il documento sottoscritto non è in contrasto con l ordinamento giuridico 17

19 MODALITA OPERATIVE PER LA STIPULA Pertanto nel caso di atto pubblico amministrativo, con l operatore economico contraente che sia ancora sprovvisto di firma digitale, l Ufficiale Rogante può procedere nel seguente modo: redige l atto su supporto cartaceo; dà lettura dell atto alle parti; fa sottoscrivere, al contraente privato, l atto con firma autografa; scannerizza il supporto cartaceo contenente la firma autografa in formato elettronico PDF/A 1/A ; fa firmare digitalmente l atto dal Funzionario dell Ente; accerta ed attesta la validità dei certificati di firma utilizzati dalle parti; (Formula di Rito) appone la propria firma digitale sull atto. 18

20 MODALITA OPERATIVE PER LA STIPULA In questa ipotesi, nella formula di rito, si potrebbe specificare: E richiesto, io Segretario Ufficiale Rogante ho ricevuto questo atto, redatto da persona di mia fiducia mediante strumenti informatici su pagine a video, dandone lettura alle parti, le quali l hanno dichiarato e riconosciuto conforme alle loro volontà, per cui a conferma lo sottoscrivono in mia presenza, previa accertamento delle identità personali, come di seguito specificato: 1) Il Sig. mediante l apposizione della firma autografa acquisita digitalmente ai sensi dell art. 25, comma 2, del D.Lgs , n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale (CAD). 2) Il Responsabile Dr... mediante l apposizione della firma digitale ai sensi dell art. 24, del D.Lgs , n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale (CAD), verificata a mia cura ai sensi dell art. 14 del D.P.C.M In presenza delle parti io Segretario comunale/provinciale ufficiale rogante ho firmato il presente documento informatico con firma digitale. 19

21 ALLEGATI AL CONTRATTO Per quanto riguarda i documenti da allegare al contratto, si ricorda che l articolo 137 del Regolamento del Codice dei Contratti (D. Lgs. 163/2006) prevede che al contratto (di lavori) vengano materialmente allegati il Capitolato Speciale e l Elenco Prezzi mentre gli altri documenti e progetti possono essere anche solo richiamati nel contratto e depositati presso l Amministrazione previa firma delle parti. Si ricorda, inoltre, che ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. N. 81 del 2008 è prevista l allegazione del DUVRI. Si tratta in ogni caso di prescrizioni non a pena di nullità del contratto. Gli allegati dovranno avere la medesima forma (e modalità di stipula) del contratto ed essere conservati unitamente ad esso. In merito alle modalità si richiama l articolo 57-bis della Legge Notarile, che stabilisce che quando deve essere allegato un documento redatto su supporto cartaceo ad un documento informatico, se ne allega copia informatica, certificata conforme ai sensi dell art. 22, comma 1 e 3 del CAD. 20

22 Copia atto: modalità 1. Copie Informatiche di documenti analogici (art. 22 del Codice Amministrazione Digitale); 2. Copie analogiche di documenti informatici (art. 23 del Codice Amministrazione Digitale); 3. Duplicati e Copie informatiche di documento informatico (art. 23-bis del Codice Amministrazione Digitale); 21

23 Attestazione di conformità per la copia analogica di documento originale informatico La presente copia cartacea di documento informatico composta di fogli è conforme all'originale informatico munito delle prescritte firme. Le sottoscrizioni elettroniche sono state apposte come segue: Da con firma digitale il cui certificato n. è stato rilasciato dal Certificatore la cui verifica in data alle ore ha avuto esito positivo. È stata/non è stata apposta marcatura temporale in data alle ore presso il sistema di marcatura temporale del Certificatore verificato all'indirizzo. Luogo e data del rilascio Firma e timbro 22

24 ADEMPIMENTI PRELIMINARI 1. Acquistare la firma digitale per Segretario Generale; 2. Acquistare le marche temporali; 3. Richiedere l abilitazione di utilizzo del servizio telematico per i Pubblici Ufficiali (provvedimento Agenzie Entrate) compilando il Modulo scaricabile dal sito dell Agenzia alla pagina ed inviando raccomandata all Agenzia delle Entrate Ufficio Provinciale di Roma Territorio, Viale Antonio Ciamarra n Roma o, in alternativa alla PEC: 4. Arriverà una mail con all interno l Attestazione di abilitazione al servizio di trasmissione telematica degli atti - Provvedimento interdirigenziale "Estensione delle procedure telematiche di cui all art. 3- bis del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n.463, ad altri pubblici ufficiali" e tutti i passaggi per abilitarsi alla Piattaforma Sister. 5. Installare il software UniMod Client 4.3 Versione Completa, scaricabile dal sito dell Agenzia del Territorio alla pagina per la creazione del M.U.I. (Modello Unico Informatico) che consente anche il pagamento dell Imposta di Registro e l Imposta di Bollo; 6. Installare un software che permetta di salvare il file del contratto in formato PDF/A (versione 1/A); 7. Accreditarsi nel portale Sister; Predisporre una postazione informatica per la lettura dell atto a video e la firma digitale delle parti.

25 Tipologia di atto - 1: Scrittura Privata cartacea o informatica (per la quale è prevista la registrazione ai sensi del D.P.R n. 131) 1. Predisporre il contratto firmato in modalità autografa o digitale dai contraenti; 2. Inserire l atto a repertorio degli atti in registrazione; 3. Apporre la marca temporale; 4. Creare un Plico M.U.I. in UniMod (contenente Testo atto, Mod. 69, F23 in modalità informatica); 5. Firmare il Plico M.U.I. generato dal programma UniMod con firma digitale del soggetto abilitato; 6. Inviare il Plico M.U.I. telematicamente all Agenzia delle Entrate tramite Sister; 7. Acquisire, dal portale Sister, la ricevuta di avvenuta registrazione e di pagamento; 8. Associare la ricevuta di trasmissione e registrazione al contratto; 9. Registrare nel registro di repertorio l avvenuta registrazione; 10. Inserire copia cartacea nella raccolta dei contratti. 24

26 Tipologia di atto - 2: Scrittura Privata autenticata cartacea o informatica (ai sensi del D.P.R n. 131) 1. Predisporre il contratto nel quale riportare la firma dei contraenti in modalità autografa o digitale e, a chiusura dell atto, l attestazione di autentica firmata digitalmente dal pubblico ufficiale; 2. Inserire l atto a repertorio degli atti in registrazione (Art. 2, D.P.R. 131/1986) 3. Apporre la marca temporale; 4. Creare un Plico M.U.I. in UniMod (contenente Testo atto, Mod. 69, F23 in modalità informatica); 5. Firmare il Plico M.U.I. generato dal programma UniMod con firma digitale del Segretario comunale/provinciale; 6. Inviare il Plico M.U.I. telematicamente all Agenzia delle Entrate tramite Sister; 7. Acquisire, dal portale Sister, la ricevuta di avvenuta registrazione e di pagamento; 8. Associare la ricevuta di trasmissione e registrazione al contratto; 9. Registrare nel registro di repertorio l avvenuta registrazione; 10. Inserire copia cartacea nella raccolta dei contratti. 25

27 Tipologia di atto - 3: Atto Pubblico Amministrativo elettronico 1. Predisporre il contratto che verrà firmato dai contraenti in modalità autografa o digitale e firmato digitalmente dall Ufficiale Rogante; 2. Inserire l atto a repertorio degli atti in registrazione (Art. 2, D.P.R. 131/1986) 3. Apporre la marca temporale; 4. Creare un Plico M.U.I. in UniMod (contenente Testo atto, Mod. 69, F23 in modalità informatica); 5. Firmare il Plico M.U.I. generato dal programma UniMod con firma digitale del Segretario comunale/provinciale; 6. Inviare il Plico M.U.I. telematicamente all Agenzia delle Entrate tramite Sister; 7. Acquisire, dal portale Sister, la ricevuta di avvenuta registrazione e di pagamento; 8. Associare la ricevuta di trasmissione e registrazione al contratto; 9. Registrare nel registro di repertorio l avvenuta registrazione; 10. Inserire copia cartacea nella raccolta dei contratti. 26

28 Tipologia di atto - 4: Atto Pubblico Notarile Informatico Il contratto verrà predisposto e firmato direttamente dal Notaio individuato dall Ente. 27

29 Registrazione Telematica UniMod 1 (vedi istruzioni inserimento dati UniMod-Sister) Inserimento DATI UTENTE: Identificarsi come Altro Pubblico Ufficiale ; Inserire l Ufficio dell Agenzia delle Entrate presso cui si registra; Inserire il proprio Codice Fiscale (del Segretario); La denominazione: Segretario comunale/provinciale; Indirizzo: dell Ente (es. Comune); Convenzione bancaria: CF Segretario (Persona fisica), CF Studio il CF Comune (Persona giuridica) IBAN della Tesoreria Comunale presso cui sono autorizzati gli altri adempimenti telematici (F24EP); Dopo aver inserito i dati richiesti dai campi della maschera ed aver cliccato sul tasto Salva verrà visualizzata in giallo la convenzione bancaria memorizzata ed attiva per l invio telematico dei contratti tramite piattaforma Sister. Infine Chiudi Questo adempimento viene effettuato solamente la prima volta che si accede ad UniMod 28

30 Registrazione Telematica UniMod 2 (vedi istruzioni inserimento dati UniMod-Sister allegata) Creazione dell Adempimento: Inserire numero di Repertorio; Codice Fiscale del Segretario e Dati dell Ufficiale Rogante; Dati generali del Titolo: Atto Pubblico Amministrativo; Atto non esente da bollo; Modalità di pagamento: pagamento eseguito con modalità diverse dalle precedenti; Soggetti Principali: Estremi dei comparenti; Registrazione e liquidazione: Importo del contratto; Creato l identificativo tra i Dati negozi liquidati, Cliccare su Imponibile ed inserire codice negozio 7003 (appalto), danti ed aventi causa; Tassazione Agenzia Entrate: codici tributo 9802 (Bollo 45,00) 9814 (Registro 168,00); Testo atto: inserire con tasti CTRL e V il testo del contratto precedentemente copiato dalla video scrittura; Salva e chiudi. 29

31 Registrazione Telematica UniMod 3 Creazione del Plico: Inserire Nuovo Plico; Inserire nel campo progressivo invio il numero consequenziale del Plico (es. n. 1 se trattasi del primo) Selezionare la convenzione bancaria Selezionare l adempimento memorizzato; Salva ; Si aprirà una schermata con il riepilogo degli importi da corrispondere all Agenzia delle Entrate, verificare la loro correttezza e cliccare sul tasto Avanti ; Cliccare sul tasto Genera Salvare il plico in formato.xlm da utilizzare per l invio tramite il portale Sister; Avviare controllo del Plico ed accertarsi che non vi siano anomalie. 30

32 Invio Telematico tramite portale SISTER Invio tramite Sister, dopo aver effettuato Primo Accesso Responsabile : Aprire la maschera Presentazione Documenti ; Cliccare su Invio di un nuovo documento ; Firmare digitalmente il Plico generato da UniMod; Selezionare invio di Prova, il sistema verifica immediatamente la correttezza del Plico ; Selezionare Invio Effettivo e premere il tasto conferma ; Il contratto è stato registrato. 31

33 Tariffe dell Imposta di Bollo sugli atti trasmessi per via Telematica - 1 Il DM 22 febbraio 2007 ha modificato la parte prima della tariffa del Testo unico dell Imposta di Bollo D.P.R. 642/1972 introducendo le nuove tariffe dovute per gli atti rogati, ricevuti o autenticati da notai o da altri pubblici ufficiali sottoposti a registrazione con procedure telematiche: per i contratti di appalto, forniture e servizi: 45,00=; per gli atti aventi per oggetto i trasferimenti o la costituzione di diritti reali di godimento su beni immobili: 230,00=; per gli atti che comportano formalità nei pubblici registri immobiliari (rimozione dei vincoli convenzionali): 155,00=. 32

34 Tariffe dell Imposta di Bollo sugli atti trasmessi per via Telematica - 2 Il Bollo forfettario (a prescindere dalle pagine) comprende: Originale; Allegati non soggetti a bollo sin dall origine; Copia per la registrazione; Copia per la trascrizione e la voltura Il Bollo forfettario NON comprende: Allegati soggetti a bollo sin dall origine (procure, estratti, CDU, ecc.) Gli allegati tecnici sono assoggettati all imposta di bollo in caso d uso ovvero se presentati all ufficio del Registro (risoluzione Agenzia delle Entrate 74/E del 2009). 33

35 Imposta di Bollo sugli atti trasmessi per via Telematica - 3 Sull atto verrà apposta la seguente dicitura: Imposta di Bollo assolta in modalità telematica mediante Modello Unico Informatico ai sensi dell art. 1, comma1/bis del D.P.R. 642 del come modificato dal D.M

36 Repertoriazione del contratto elettronico Il Repertorio sarà formato e conservato dal Segretario Generale su supporto informatico nel rispetto dei principi del D.Lgs. N. 82/2005 (CAD). In via transitoria, in attesa del perfezionamento della procedura informatica, il Segretario continuerà a formare e conservare il Repertorio su supporto cartaceo. 35

37 Conservazione del Contratto Elettronico (Art. 43 del Codice Amministrazione Digitale) E fatto obbligo all ente conservare i contratti firmati in modalità elettronica, per un tempo illimitato con tecnologie sicure che ne garantiscano anche la fruizione. Ai sensi dell art. 43 del CAD la conservazione deve essere effettuata in modo da garantire la conformità dei documenti agli originali, nel rispetto delle regole tecniche stabilite ai sensi dell articolo 71. Ad oggi le Regole Tecniche non sono ancora state approvate. Si può fare dunque riferimento alla Delibera CNIPA n. 11 del Regole tecniche per la riproduzione e conservazione di documenti su supporto ottico idoneo a garantire la conformità dei documenti agli originali che definisce il processo di conservazione digitale definita conservazione sostitutiva dei documenti: Nomina di un Responsabile della Conservazione, i cui compiti sono elencati nell art. 5 della delibera CNIPA; Definizione di un manuale di conservazione; Ogni 5 anni verificare la fruibilità dei documenti informatici e nel caso attivare le procedure di riversamento sostitutivo. 36

38 Conservazione del Contratto Elettronico (Art. 43 del Codice Amministrazione Digitale) In attesa di definire meglio le procedure organizzative in merito alla Conservazione dei contratti formati in modalità elettronica: i Notai si avvalgono di una struttura tecnologica messa a punto dalla Società informatica del Notariato, NOTARTEL, con il coordinamento della commissione informatica interna. Questo percorso è in fase di sperimentazione collaborativa, in alcuni contesti, anche per gli atti rogati dai Segretari Comunali; alcuni Comuni stanno valutando l adesione ai servizi regionali relativi all archiviazione sostitutiva nell ambito della rete telematica regionale; alcuni Comuni stanno integrando i propri software di gestione documentale con un sistema di archiviazione sostitutiva. 37

39 INCIDENTI DI PERCORSO Programma UniMod: il percorso di installazione, ovvero la scelta della cartella di destinazione, non deve assolutamente contenere spazi intermedi vedi pag. 9 manuale utente UniMod - e sul sistema operativo Windows 7 è altresì consigliabile non effettuare tale installazione su cartelle del tipo \Progam files, nel caso contrario durante la fase di controllo del plico il software va in crash. E consigliabile una cartella del tipo c:\unimodclient4_3 Tabelle del programma: E consigliabile visitare periodicamente il sito dell Agenzia, alla pagina per verificare eventuali aggiornamenti sui controlli delle formalità in particolar modo nella sezione Tabelle da aggiornare per permettere al programma di adeguare le tabelle (liste) alle modifiche normative eventualmente intervenute. Inserimento Indirizzi: Nella lista dei Comuni proposti, alcuni nomi sono preceduti da asterischi: ciò indica che quel comune è stato cancellato o non compare più nella provincia selezionata (es. Monza ora è Prov. di Monza-Brianza) tra parentesi compare la sigla della nuova provincia in cui cercare. Per persone nate all Estero, selezionare nel campo Provincia la voce Estero, nel campo Comuni compariranno gli Stati. 38

e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE

e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE Direzione Regionale delle Marche Ufficio Gestione Tributi Ancona, 22 marzo 2013 Ai Comuni della Regione Marche LORO SEDI e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE Reg. Uff. n. 7446 - All. n. 1 OGGETTO: Codice

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Roma, 25 marzo 2003 QUESITO

Roma, 25 marzo 2003 QUESITO RISOLUZIONE N. 71/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 marzo 2003 Oggetto: Istanza di interpello D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642 imposta di bollo su atti e documenti connessi con i contratti

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

1 In luogo di Ministro/Ministero del tesoro e di Ministro/Ministero del bilancio e della programmazione economica,

1 In luogo di Ministro/Ministero del tesoro e di Ministro/Ministero del bilancio e della programmazione economica, L 04/01/1968 Num. 15 Legge 4 gennaio 1968, n. 15 (in Gazz. Uff., 27 gennaio 1968, n. 23). -- Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme 12 3 Preambolo (Omissis).

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L'ANNO 2012

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L'ANNO 2012 LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L'ANNO 2012 A cura di Celeste Vivenzi Entro il 31 Dicembre 2013 i contribuenti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici devono procedere

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme.

Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. LEGGE 4 gennaio 1968, n. 15 (1). Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. ART. 1. (Produzione e formazione, rilascio, conservazione di atti e documenti).

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MODELLO S1 TRASFERIMENTO SEDE DA ALTRA PROVINCIA ISTRUZIONI TRIVENETO PARAGRAFO 5.4 E 12.4 Si fa presente

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità Direzione Centrale Catasto e Cartografia Modalità di aggiornamento relative alle intestazioni catastali presenti nelle dichiarazioni di DOCFA e nelle Domande di Volture Prima iscrizione degli immobili

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

della domanda di agevolazione

della domanda di agevolazione Guida alla presentazione della domanda di agevolazione 1. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di agevolazione e i relativi allegati, pena l inammissibilità della stessa domanda, devono essere

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli