Le transazioni. Dott. Doria Mauro

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le transazioni. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com"

Transcript

1 Hibernate Le transazioni Dott. Doria Mauro

2 Introduzione La demarcazione delle transazioni può essere fatta: In maniera programmatica: demarcazione all interno del codice applicativo. In maniera dichiarativa: demarcazione all interno dei files di configurazione. Una applicazione può: Non avvalersi di un gestore transazionale: uso diretto di JDBC anche per la gestione delle transazioni Avvalersi di un gestore transazionale: interfacciamento con gestore transazionale (lo standard in java è JTA) 2 L interfaccia fondamentale di Hibernate per le transazioni è org.hibernate.transaction.

3 JDBC (Java DataBase Connectivity) JDBC è lo standard Java per l accesso ai database la specifica JDBC si concretizza attraverso i drivers che realizzano l effettivo strato di codice di accesso per specifici DBMS JDBC fa uso diretto di SQL compreso le istruzioni per la demarcazione delle transazioni. 3 La principale interfaccia di JDBC e java.sql.connection; i metodi per la demarcazione delle transazioni sono: setautocommitt(boolean b) committ() rollback()

4 JTA (Java Transaction API) E uno standard della Java J2EE per la gestione delle transazioni all interno dello strato applicativo. Gli scopi di JTA sono: Gestione delle transazioni di distribuite: singole transazioni su diversi Database anche remoti (commit a due fasi) Demarcazione standardizzata delle transazioni Gestione delle risorse (ad esempio, connection pool) 4 La principale interfaccia della parte di JTA rivolta allo sviluppatore è javax.transaction.usertransaction, i cui metodi per la demarcazione sono: begin(): marcare l inizio di una transazione committ(): marcare la fine di una transazione

5 Hibernate transaction L interaccia Transaction di Hibernate provvede a fornire gli strumenti necessari con cui l applicazione opera con le transazioni. L interfaccia Transaction è indipendente dal tipo di gestore transazionale (JDBC diretto o JTA) e si ottiene da una apposita factory. La scelta di quale gestore transazionale utilizzare viene effettuata in fase di configurazione tramite la proprietà: 5 hibernate.transaction.factory_class=org.hibernate.transaction.jdbctransactionfactory oppure hibernate.transaction.factory_classe=org.hibernate.transaction.jtatransactionfactory hibernate.transaction.manager_lookup_class= nome del servizio concreto JTA

6 Hibernate transaction Hibernate consente di aprire e chiudere transazioni all interno di una singola sessione. Per ottenere questo, è necessario invocare i metodi sessionfactory.opensession() e session.close(). 6 Session session = null; Transaction tx, tx2 = null; try { session = sessionfactory.opensession(); tx = session.begintransaction(); concludeauction(session); tx.commit(); tx2 = session.begintransaction();.. tx2.commit(); session.close();. utilizzando invece il metodo sessionfactory.getcurrentsession() al posto di opensession() la sessione si chiude automaticamente alla prima commit()

7 Transazioni con JDBC Uso dell interfaccia Transaction in un ambiente non gestito 7 Session session = null; Transaction tx = null; try { session = sessionfactory.opensession(); tx = session.begintransaction(); concludeauction(session); tx.commit(); } catch (RuntimeException ex) { tx.rollback(); } finally { session.close(); } Si ottiene un oggetto JDBC Connection e viene invocato il metodo setautocommit(false) Invocazione del metodo commit() (quindi flushing dei dati) e rilascio della connessione NOTA: invocando il metodo begintransaction() si inizia una nuova transazione con un nuovo oggetto Connection

8 Transazioni con JTA Uso dell interfaccia Transaction in un ambiente gestito da JTA Session session = null; Transaction tx = null; try { session = sessionfactory.opensession(); tx = session.begintransaction(); concludeauction(session); tx.commit(); Si ottiene un oggetto JDBC Connection dalla connection pool gestita da JTA La connessione viene acquisita e restituita al pool per ogni istruzione SQL 8 } catch (RuntimeException ex) { tx.rollback(); } finally { session.close(); } NOTA: il codice non cambia tra JDBC e JTA Invocazione del metodo commit() (quindi flushing dei dati) e rilascio della connessione

9 Transazioni con JTA 9 Essendo JTA uno standard è possibile utilizzare le sue interfacce direttamente nel codice insieme ad Hibernate: UserTransaction utx = (UserTransaction) new InitialContext(). lookup("java:comp/usertransaction"); Session session1 = null; Session session2 = null; try { utx.begin(); session1 = auctiondatabase.opensession(); session2 = billingdatabase.opensession(); concludeauction(session1); billauction(session2); session1.flush(); session2.flush(); utx.commit(); session1.close(); session2.close();. L accesso alla UserTransaction si ottiene da JNDI Di default, bisogna manualmente effettuare il flushing dei dati e la chiusura della sessione.

10 Transazioni con JTA L uso dell interfaccia UserTransaction di JTA non inibisce le operazioni di Hibernate che, ansi, collabora con essa. L interazione tra i due dipende dal aver configurato le proprietà: hibernate.transaction.factory_class hibernate.transaction.manager_lookup_class Hibernate gestirà il flushing dei dati e la chiusura delle connessioni se si configurano anche i seguenti parametri: hibernate.transaction.flush_before_completion hibernate.transaction.auto_close_session 10

11 Livelli di isolation Se nessun settaggio viene effettuato, JDBC ritorna un livello di isolation di default (di solito il secondo o il terzo) che dipende dal driver di connessione Per settare il livello globale di isolation, è necessario aggiungere una proprietà alla configurazione di Hibernate: hibernate.connection.isolation= livello di isolation 11 Di seguito i quattro possibili valori: 1 Read uncommitted isolation 2 Read committed isolation 4 Repeatable read isolation 8 Serializable isolation NOTA: Hibernate non può mai modificare il livello di isolation settato dal provaider del DB (ad esempio JTA) in un ambiente gestito.

12 Optimistic concurrency control L approccio ottimistico alla concorrenza presuppone che i conflitti sui dati siano rari E una tecnica per cui si sceglie un livello di isolation di base non troppo restrittivo (visione ottimistica della concorrenza) per poi aggiungere maggiori garanzie quando necessario. Ad esempio, potremmo avere come livello di isolation base readcommitted con un controllo ottimistico della concorrenza. Viene sollevata una eccezione soltanto al momento della chiusura della unit work (non prima) 12

13 Controllo della concorrenza In Hibernate è possibile attivare il controllo ottimistico della concorrenza. Nel caso non si attivi si adotta la gestione LAST COMMIT WINS Nel caso si attivi si adotta la gestione FIRS LAST WINS Cosa succede al punto 6? 13

14 Abilitare il versioning Il controllo ottimistico della concorrenza ha bisogno di conoscere la versione dei dati su cui si lavora Hibernate offre una gestione automatica del versioning: ogni classe entity ha un valore che rappresenta la versione; questo valore verrà automaticamente incrementato, comparato per riscontrare eventuali errori diversioning; Hibernate provvede, inoltre, a sollevare una eccezione in caso di conflitto. Il valore della versione può essere un numero o un timestamp 14 Lo sviluppatore deve aggiungere la proprietà alla classe ed configurare opportunamente Hibernate.

15 Abilitare il versioning Ad esempio, aggiungiamo una nuova proprietà alla classe Item: public class Item {... private int version;... } Questo campo è gestito da Hibernate e l applicazione non deve modificarlo: proprietà private senza metodi get/set. Tipo int Infine si aggiunge al file di mapping della classe Item: 15 <class name="item" table="item"> <id.../> NOTA: il tag <version> deve <version name="version" essere aggiunto subito dopo il access="field" tag <id> column="obj_version"/>... </class>

16 Abilitare il versioning 16 Ad esempio, aggiungiamo una nuova proprietà alla classe Item: public class Item {... private Date lastupdated;... } Questo campo è gestito da Hibernate e l applicazione non deve modificarlo Infine si aggiunge al file di mapping della classe Item: <class name="item" table="item"> <id.../> <timestamp name="lastupdated" access="field" column="last_updated source= db /> </class> Tipo per il timestamp NOTA: il tag <timestamp> deve essere aggiunto subito dopo il tag <id> Timestamp recuperati dalla macchina server e non dalla JVM NOTA: la presenza di <version> o <timestamp> attiva la gestione ottimistica di Hibernate

17 Versioning con Timestamp Gestire il versioning con i timestamps è leggermente meno sicuro che con i numeri. Per indicare la versione, i valori numerici si incrementano mentre i timestamp si sostituiscono con valori recuperati dalla macchina. Questo, in teoria, può portate ad un problema se una certa operazione viene fatta contemporaneamente (in termini di millisecondi) 17 Inoltre, recuperare un timestamp dalla JVM non è sempre una operazione sicura negli ambienti distribuiti. Per questo è possibile recuperare il timestamp dalla macchina server (ma non tutti i dialetti supportano questa opzione)

18 Gestione del versioning Di seguito le azioni che Hibernate compie nel gestire i conflitti. Facciamo un esempio: 1. In una prima unit work si carica un oggetto Item con numero di versione In una seconda unit work concorrente si carica lo stesso oggetto Item con numero di versione sempre uguale a Nella prima unit work si invoca un metodo set sull oggetto cambiandone lo stato e si avvia il flushing dei dati. 4. Hibernate vede il cambio di stato e aumenta il numero di versione a Hibernate esegue la seguente UPDATE: update ITEM set INITIAL_PRICE='12.99', OBJ_VERSION=2 where ITEM_ID=123 and OBJ_VERSION= Nella seconda unit work si invoca un metodo set sull oggetto cambiandone lo stato e si avvia il flushing dei dati. 7. Hibernate lancia la stessa istruzione UPDATE SQL e conteggia il numero di righe coinvolte. Nel caso siano 0, solleva una StaleObjectStateException all applicazione che gestirà il problema (ad es. ricominciando l operazione).

19 Incremento della versione Hibernate aggiorna la versione dell oggetto ogni volta che un qualunque suo campo value viene modificato. I campi, quindi possono essere: Singoli valori Componenti Collections 19 Se, ad esempio, si modifica un campo ad un oggetto Item: Se il campo è descrizione, la versione viene modificata Se modifico un valore di una sua carta di credito, la versione NON viene modificata Se aggiungo o rimuovo una carta di credito la versione viene modificata NOTA: si può aggiungere l attributo optimistic-lock="false nel mapping delle proprietà

20 Versioning senza valori Nel caso il DB esista già e sia non modificabile, aggiungere una proprietà alle classi per il versioning può risultare impossibile. Hibenrate offre anche un meccanismo di versioning senza campi aggiuntivi del tutto automatico Per attivarlo è necessario aggiungere la proprietà optimistic-lock al tag <class> nel file di mapping. 20 Questo meccanismo è in grado di individuare i conflitti soltanto nell ambito di un singolo persistence contex. Si sconsiglia l utilizzo quando non strettamente necessario

21 Livelli di isolation selettivi E spesso inutile e dannoso modificare il livello di isolation dell intero DB soltanto a causa di alcune transazioni. 21 E possibile modificare il livello di isolation soltanto per quelle transazioni che richiedono una speciale attenzione. Session session = sessionfactory.opensession(); Transaction tx = session.begintransaction(); Item i = (Item) session.get(item.class, 123); session.lock(i, LockMode.UPGRADE); Modifica della politica dei lock sull oggetto i nella transazione corrente String description = (String) session.createquery("select i.description from Item i" + " where i.id = :itemid").setparameter("itemid", i.getid() ).uniqueresult(); tx.commit(); session.close();

22 I tipi di lock in Hibernate 22 I tipi di lock in Hibernate sono: LockMode.NONE: non accede al DB a meno che l oggetto non è nella cache LockMode.READ: salta la cache ed accede al DB per verificare che l oggetto in memoria sia della stessa versione di quello sul DB LockMode.UPDGRADE: salta la cache, fa un controllo delle versioni e aumenta il livello dei lock. Se il dialetto non lo supporta diventa LockMode.READ. LockMode.UPDGRADE_NOWAIT: come LockMode.UPDGRADE ma implementata con una select di tipo NOWAIT LockMode.FORCE: forza l incremento della versione nel DB LockMode.WRITE: quando Hibernate effettua una scrittura nella transazione corrente

23 Domande? Versioning Transaction jta Optimistic replicate JDBC Livelli di isolation 23 save Concorrenza

Tecnologie Web T Gestione delle Transazioni e Livelli di Isolamento

Tecnologie Web T Gestione delle Transazioni e Livelli di Isolamento Tecnologie Web T Gestione delle Transazioni e Livelli di Isolamento Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/tw/ Versione elettronica: 4.03.Transazioni.pdf Versione elettronica: 4.03. Transazioni-2p.pdf

Dettagli

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012 + Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC + Cosa vediamo nella lezione di oggi Oggi analizzeremo insieme una specifica tecnologia Java per l accesso e la manipolazione di basi di dati relazionali

Dettagli

Configurazione di base. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com

Configurazione di base. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Hibernate Configurazione di base Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com I file di configurazione Hibernate prevede l uso dei file di configurazione formato XML. I principali file sono: Un file di configurazione

Dettagli

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC versione base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte uno dei pregi è la completa indipendenza del codice

Dettagli

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC di base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte completa indipendenza del codice dal tipo di database o di

Dettagli

APPENDICE. Procedure in SQL (1)

APPENDICE. Procedure in SQL (1) APPENDICE Procedure in SQL Transazioni in SQL Embedded SQL Remote Procedure Call Appendice 1 Procedure in SQL (1) Standard SQL2 permette di definire procedure, associate a singoli comandi SQL, memorizzate

Dettagli

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web L-A A.A. 2014 2015. Esercitazione 08 DAO e Hibernate

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria. Tecnologie Web L-A A.A. 2014 2015. Esercitazione 08 DAO e Hibernate Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Tecnologie Web L-A A.A. 2014 2015 Esercitazione 08 DAO e Hibernate Agenda Pattern DAO e framework Hibernate progetto d'esempio relativo alla gestione

Dettagli

BENEDETTI ALESSANDRO Matricola :252805 PROGETTO DI TECNOLOGIA DELLE BASI DI DATI PARTE 2

BENEDETTI ALESSANDRO Matricola :252805 PROGETTO DI TECNOLOGIA DELLE BASI DI DATI PARTE 2 BENEDETTI ALESSANDRO Matricola :252805 PROGETTO DI TECNOLOGIA DELLE BASI DI DATI PARTE 2 Testo: Sviluppare semplici programmi che permettano di verificare i diversi livelli di isolamento previsti da SQL

Dettagli

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC JDBC: Introduzione Java Database Connectivity (JDBC): parte 1 Gianluca Moro DEIS - Università di Bologna gmoro@deis.unibo.it Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali

Dettagli

JDBC. A. Bechini 2004. Accesso a DataD con Java

JDBC. A. Bechini 2004. Accesso a DataD con Java JDBC Accesso a DataD atabase ase con Java Utilizzo di DB da applicazioni esterne Un DB contiene e gestisce dati, importanti per varie operazioni supportate da applicazioni software Come può un applicazione

Dettagli

Esecuzione concorrente di transazioni

Esecuzione concorrente di transazioni Esecuzione concorrente di transazioni A L B E R T O B E L U S S I P A R T E I I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 1-2 0 1 2 Tecniche applicate nei DBMS Le tecniche per il controllo della concorrenza che

Dettagli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli 1 IL problema della persistenza APPLICAZIONE (programmi) (oggetti) DATI PERSISTENTI (file, record) (basi

Dettagli

Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC

Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC G IOVANNI PULITI Panoramica: che cosa è JDBC La API JDBC, introdotta per la prima volta con il JDK 1.0, è una API che permette di accedere a database relazionali

Dettagli

Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans

Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Limiti dell approccio SEVLET UNICA La servlet svolge tre tipi di funzioni distinte: Interazione con

Dettagli

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver J D B C DISPENSE Introduzione JDBC (Java Database Connectivity) è un interfaccia completamente Java utilizzata per eseguire istruzioni SQL sui database. L'API JDBC si trova nel pacchetto java.sql; contiene

Dettagli

Java: la libreria delle classi

Java: la libreria delle classi Java: la libreria delle classi Applet anatomia di un applet cenni di html La libreria JDBC per l accesso ai database il package java.sql 213 Applet Un applet è una applicazione Java che ha una forma particolare

Dettagli

Architettura MVC-2: i JavaBeans

Architettura MVC-2: i JavaBeans Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans Alberto Belussi anno accademico 2008/2009 Limiti dell approccio SEVLET UNICA La servlet svolge tre tipi di funzioni distinte: Interazione con

Dettagli

Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server

Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 23 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Database 23 marzo, 2009 1 / 32 Uso di database lato

Dettagli

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC Introduzione ai differenti approcci - JDBC: Architettura e Programmazione Introduzione Nella pratica gli utenti finali accedono al contenuto di una

Dettagli

Le API per la persistenza. Dott. Doria Mauro

Le API per la persistenza. Dott. Doria Mauro Hibernate Le API per la persistenza Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Le operazioni Il servizi di persistenza offerti da Hibertnate si occupano essenzialmente di: Operazioni base CRUD (creazione,

Dettagli

Architettura MySQL. E Motori MySQL

Architettura MySQL. E Motori MySQL E Motori MySQL Caratteristiche Differente dagli altri DBMS Non perfetta Ma flessibile Gestisce DataWarehouses, OLTP, ecc. Architettura delle Storage Engine Separa il query processing dai task di memorizzazione

Dettagli

Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC

Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC Ing. Gianluca Caminiti Riferimenti Spring http://www.springsource.org/ (scaricate il reference) Beginning Spring 2 - From Novice to Professional. APress. 2008

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

Linguaggio SQL: costrutti avanzati

Linguaggio SQL: costrutti avanzati Linguaggio SQL: costrutti avanzati Gestione delle transazioni Introduzione Transazioni in SQL Proprietà delle transazioni 2 Pag. 1 1 Gestione delle transazioni Esempio applicativo Operazioni bancarie operazione

Dettagli

Pag. 1. Gestione delle transazioni. Linguaggio SQL: costrutti avanzati. Esempio applicativo. Gestione delle transazioni. Prelievo. Esempio applicativo

Pag. 1. Gestione delle transazioni. Linguaggio SQL: costrutti avanzati. Esempio applicativo. Gestione delle transazioni. Prelievo. Esempio applicativo Gestione delle transazioni Introduzione Transazioni in SQL Linguaggio SQL: costrutti avanzati 2 applicativo Operazioni bancarie operazione di prelievo dal proprio conto corrente mediante bancomat Gestione

Dettagli

Lezione 9. Applicazioni tradizionali

Lezione 9. Applicazioni tradizionali Lezione 9 Applicazioni tradizionali Pag.1 Sommario Concetti trattati in questa lezione: SQL nel codice applicativo Cursori API native ODBC Pag.2 SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere

Dettagli

Tecnologia di un Database Server (centralizzato) Introduzione generale

Tecnologia di un Database Server (centralizzato) Introduzione generale Introduzione Basi di Dati / Complementi di Basi di Dati 1 Tecnologia di un Database Server (centralizzato) Introduzione generale Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di

Dettagli

DBMS ed Applicazioni Motivazioni

DBMS ed Applicazioni Motivazioni DBMS ed Applicazioni Motivazioni Sin ora abbiamo visto SQL come linguaggio per interrogare DBMS da interfaccia interattiva Nella pratica, un efficace sfruttamento delle potenzialità dei DBMS deriva dalla

Dettagli

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database Introduzione Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database implementano un linguaggio standard chiamato SQL (Structured Query Language). Fra le altre cose, il linguaggio SQL consente di prelevare,

Dettagli

Mapping delle associazioni. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com

Mapping delle associazioni. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Hibernate Mapping delle associazioni Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Mapping delle associazioni Abbiamo visto come vi sia un mapping dedicato per le associazioni tra classi entity e classi value.

Dettagli

Transazioni - Parte 1

Transazioni - Parte 1 Basi di dati II Lezione 3 09/10/2008 Caputo Domenico Cosimo, Francesco Pichierri Transazioni - Parte 1 Le transazioni hanno a che fare con la programmabilità delle basi di dati. Prima di trattarle è necessaria

Dettagli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli

UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria. Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli UNIVERSITA DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria Persistenza Applicazioni Enterprise Uso dei modelli 1 IL problema della persistenza APPLICAZIONE (programmi) (oggetti) DATI PERSISTENTI (file, record) (basi

Dettagli

Azioni. Select e join non consentono di modificare il contenuto del DB. Inserzione di nuovi dati. Azioni desiderate. Aggiornamento di dati

Azioni. Select e join non consentono di modificare il contenuto del DB. Inserzione di nuovi dati. Azioni desiderate. Aggiornamento di dati Azioni Select e join non consentono di modificare il contenuto del DB Azioni desiderate Inserzione di nuovi dati Aggiornamento di dati Cancellazione di dati Aggiunta di un record insert into utenti(nome,tel,codice_u)

Dettagli

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC.

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC. Un applicazione per la quale sia fondamentale l indipendenza dal Database può essere scritta in Java usando le specifiche. (Package java.sql) Non devono essere usate chiamate specifiche del database: Si

Dettagli

Mappare il DB senza XML. Introduzione alle annotation di Hibernate3

Mappare il DB senza XML. Introduzione alle annotation di Hibernate3 Introduzione alle annotation di Hibernate3 a cura di Lucio Benfante Hibernate Hibernate è un framework che realizza un object/relational mapping (ORM) fra oggetti Java e strutture di un database relazionale

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Programmazione su Basi di Dati: ADO.NET versione 1.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca mecca@unibas.it

Dettagli

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows i SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows Per ulteriori informazioni sui prodotti software SPSS Inc., visitare il sito Web all indirizzo http://www.spss.it o contattare: SPSS

Dettagli

TRANSAZIONI. Una transazione è una successione di operazioni che si può concludere con successo o con insuccesso.

TRANSAZIONI. Una transazione è una successione di operazioni che si può concludere con successo o con insuccesso. Una transazione è una successione di operazioni che si può concludere con successo o con insuccesso. Nel caso di successo, i risultati delle operazioni effettuate devono essere resi definitivi; invece,

Dettagli

2104 volume III Programmazione

2104 volume III Programmazione 2103 SQLite Capitolo 77 77.1 Utilizzo generale................................. 2104 77.1.1 Utilizzo di sqlite3».......................... 2104 77.1.2 Copie di sicurezza............................ 2106

Dettagli

Le conversazioni. Dott. Doria Mauro

Le conversazioni. Dott. Doria Mauro Hibernate Le conversazioni Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Introduzione alle conversazioni In una applicazione reale le operazioni sono organizzate in classi controller con le funzioni di business

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal Data Access (UDA). Mette a disposizione una serie di componenti per l accesso a svariate

Dettagli

Transazioni in SQL. Nicola Vitacolonna Corso di Basi di Dati Università degli Studi di Udine 4 dicembre 2013

Transazioni in SQL. Nicola Vitacolonna Corso di Basi di Dati Università degli Studi di Udine 4 dicembre 2013 Transazioni in SQL Nicola Vitacolonna Corso di Basi di Dati Università degli Studi di Udine 4 dicembre 2013 1 Introduzione Informalmente, una transazione è una sequenza (arbitrariamente lunga) di operazioni

Dettagli

Caratteristiche principali. Contesti di utilizzo

Caratteristiche principali. Contesti di utilizzo Dalle basi di dati distribuite alle BASI DI DATI FEDERATE Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Università di Roma La Sapienza Anno Accademico 2006/2007 http://www.dis.uniroma1.it/

Dettagli

Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete

Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete 1 Prerequisiti Programmazione web Applicazione web Modello OSI Architettura client/server Conoscenze generali sui database Tecnologia ADO in Visual

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI E TELEMEDICINA INFORMATICA MEDICA. 4/5. ADO.NET e Connessione Prof. Mauro Giacomini

SISTEMI INFORMATIVI E TELEMEDICINA INFORMATICA MEDICA. 4/5. ADO.NET e Connessione Prof. Mauro Giacomini SISTEMI INFORMATIVI E TELEMEDICINA INFORMATICA MEDICA 4/5. ADO.NET e Connessione Prof. Mauro Giacomini Sommario Archiettura del framework.net Architettura di ADO.NET Connessione a un DB Gestione della

Dettagli

Corso BusinessObjects SUPERVISOR

Corso BusinessObjects SUPERVISOR Corso BusinessObjects SUPERVISOR Il modulo SUPERVISOR permette di: impostare e gestire un ambiente protetto per prodotti Business Objects distribuire le informazioni che tutti gli utenti dovranno condividere

Dettagli

Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione

Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione Un ambiente di esecuzione che gestisce o naming di oggetti, sicurezza, concorrenza, transazioni, persistenza, distribuzione oggetti (location

Dettagli

JDBC per l accesso Java a DB. Tito Flagella tito@link.it

JDBC per l accesso Java a DB. Tito Flagella tito@link.it JDBC per l accesso Java a DB Tito Flagella tito@link.it JDBC fornisce una libreria standard per l accesso a database relazionali Non è un acronimo ufficiale ma è comunemente interpretato come Java DataBase

Dettagli

Object-Relational Mapping

Object-Relational Mapping Object-Relational Mapping Versione Preliminare Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica Sapienza Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm Dott.ssa Francesca A. Lisi dott.ssa Francesca A.

Dettagli

Porting Su Hostingjava

Porting Su Hostingjava Porting Su Hostingjava Consigli per il caricamento di una propria applicazione su hostingjava Il porting è una operazione con cui un programma, sviluppato originariamente per una piattaforma, viene"ritoccato"

Dettagli

Esercitazione su JDBC

Esercitazione su JDBC Esercitazione su JDBC Basi di Dati L Ingegneria dei Processi Gestionali (Ilaria Bartolini - Roberto Cabras) come usare SQL (1) Le istruzioni SQL possono essere eseguite interattivamente Ese JDBC 2 come

Dettagli

Tratti dal cap. 9 di: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di Dati II edizione, 1999, McGraw-Hill

Tratti dal cap. 9 di: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di Dati II edizione, 1999, McGraw-Hill /XFLGLVXOFRQWUROORGHOODFRQFRUUHQ]D Tratti dal cap. 9 di: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di Dati II edizione, 1999, McGraw-Hill $QRPDOLD /RVW8SGDWH Si considerino le due transazioni identiche: W1

Dettagli

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA Corso di Programmazione Java Standard Edition ( MODULO A) OBIETTIVI ll corso ha come obiettivo quello di introdurre la programmazione a oggetti (OOP) e di fornire solide basi

Dettagli

Quando si sa chiaramente come si deve comportare l applicazione si può analizzare una possibile soluzione applicativa.

Quando si sa chiaramente come si deve comportare l applicazione si può analizzare una possibile soluzione applicativa. Introduzione alla tecnologia JMX 1 Viene analizzata l architettura sottostante le Java Managment Extensions (JMX) mostrandone un utilizzo applicativo e analizzando altri possibili scenari d uso di Ivan

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Informatica Generale Andrea Corradini 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Sommario Concetti base di Basi di Dati Il modello relazionale Relazioni e operazioni su relazioni Il linguaggio SQL Integrità

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Accesso ai Dati Ing. Giuseppe D'Aquì Testi Consigliati Eclipse In Action Core J2EE Patterns - DAO [http://java.sun.com/blueprints/corej2eepatterns/patterns/dataaccessobject.html]

Dettagli

Vincoli di Integrità

Vincoli di Integrità Vincoli di Integrità Approccio procedurale Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi lucidi

Dettagli

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni Uso dei data bases con PHP Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal

Dettagli

L architettura di un DBMS

L architettura di un DBMS L architettura di un DBMS sources: Lucidi del corso di Lucidi del corso di Laboratorio di Basi di dati e sistemi informativi, Montesi, Magnani, Corso di laurea in Informatica per il management, Scienze

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

INTRODUZIONE. Motivazioni e Obbiettivi

INTRODUZIONE. Motivazioni e Obbiettivi INTRODUZIONE Motivazioni dei sistemi distribuiti Caratteristiche generali Alcuni richiami sui database centralizzati Standardizzazione dei dati (ANSI/SPARC) Funzioni dei DBMS relazionali Problematiche

Dettagli

Introduzione al mondo della persistenza. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com

Introduzione al mondo della persistenza. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Hibernate Introduzione al mondo della persistenza Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com La questione della persistenza Il modo dei database è complesso e le tecniche e le tecnologie sono molte. Per anni

Dettagli

FileMaker 8. Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC

FileMaker 8. Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC FileMaker 8 Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC 2004-2005 Filemaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker

Dettagli

GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008

GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008 GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008 DISPENSE http://dbgroup.unimo.it/sia/gerarchiericorsive/ L obiettivo è quello di realizzare la tabella di navigazione tramite una query ricorsiva utilizzando SQL SERVER

Dettagli

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf Il sistema IBM DB2 Sistemi Informativi T Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf IBM DB2 Il DBMS relazionale IBM DB2 è il prodotto di punta dell IBM per la gestione di basi di dati relazionali

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Avvertenze: e severamente vietato consultare libri e appunti; chiunque verrà trovato in possesso di

Dettagli

Transazioni. Architettura di un DBMS. Utente/Applicazione. transazioni. Transaction Manager. metadati, statistiche.

Transazioni. Architettura di un DBMS. Utente/Applicazione. transazioni. Transaction Manager. metadati, statistiche. Query/update Query plan Execution Engine richieste di indici, record e file Index/file/record Manager comandi su pagine Query Compiler Buffer Manager Lettura/scrittura pagine Architettura di un DBMS Utente/Applicazione

Dettagli

PROVA FINALE Ingegneria del software

PROVA FINALE Ingegneria del software PROVA FINALE Ingegneria del software Ing. Jody Marca jody.marca@polimi.it Laboratorio N 4 Cos è JDBC 2 JDBC significa Java Database Connectivity Standard definito da Sun MicroSystems per connettere programmi

Dettagli

Guida all installazione di Easy

Guida all installazione di Easy Guida all installazione di Easy ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE EASY Requisiti di sistema Sistemi operativi supportati: Windows 2000 Service Pack 4; Windows Server 2003 SP2(consigliato per

Dettagli

FidelJob gestione Card di fidelizzazione

FidelJob gestione Card di fidelizzazione FidelJob gestione Card di fidelizzazione Software di gestione card con credito in Punti o in Euro ad incremento o a decremento, con funzioni di ricarica Card o scala credito da Card. Versione archivio

Dettagli

Guida Introduttiva ad Hibernate

Guida Introduttiva ad Hibernate Guida Introduttiva ad Hibernate di Leonardo Puleggi Indice generale Introduzione...3 Basi...3 Esempi... 5 Operazioni Fondamentali...5 Esempio_01... 7 Esempio_02... 10 Esempio_03... 12 Esempio_04... 14

Dettagli

Blue s One CTI Enterpris Blue s Attendant Pro/Enterprise SDK - plugin creating tools

Blue s One CTI Enterpris Blue s Attendant Pro/Enterprise SDK - plugin creating tools Blue s One CTI Enterpris Blue s Attendant Pro/Enterprise SDK - plugin creating tools rel. 1.2 ITA 01-06-2012 Introduzione alla creazione del plug-in Questo documento ha lo scopo di illustrare come creare

Dettagli

Gestione delle eccezioni in Java

Gestione delle eccezioni in Java Gestione delle eccezioni in Java - Introduzione al concetto di eccezioni E possibile definire un eccezione come un situazione imprevista che il flusso di un applicazione può incontrare. È possibile gestire

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Programmazione su Basi di Dati: Framework Hibernate Parte b versione 1.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima

Dettagli

Nota Tecnica Premium HMI 4.0.1152 TN0022

Nota Tecnica Premium HMI 4.0.1152 TN0022 Premium HMI 4.0.1152 Introduzione Il documento raccoglie le note di rilascio per la versione 4.0.1152 di Premium HMI. Le principali novità introdotte riguardano i seguenti aspetti: Nuove funzioni per una

Dettagli

Basi di Dati Esercitazione JDBC. Giugno 2007

Basi di Dati Esercitazione JDBC. Giugno 2007 Basi di Dati Esercitazione JDBC Giugno 2007 Esercizi Considerando il seguente schema: Fornitori (CodiceFornitore, Nome, Indirizzo, Citta) Prodotti (CodiceProdotto, Tipo, Marca, Modello) Catalogo (CodiceFornitore,

Dettagli

Corso Online. We Train Italy info@wetrainitaly.it

Corso Online. We Train Italy info@wetrainitaly.it Corso Online Programmatore Java New Edition We Train Italy info@wetrainitaly.it Programma Generale del Corso Programmatore Java New Edition 1. Introduzione al corso Java da 0 al web Presentazione del corso

Dettagli

Triggers. Basi dati attive. Trigger. Indipendenza della conoscenza

Triggers. Basi dati attive. Trigger. Indipendenza della conoscenza Basi dati attive Triggers Antonella Poggi Domenico Lembo Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2009-2010 Una base di dati

Dettagli

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Sommario Installazione dell'aggiornamento... 2 Download...2 Installazione...2 Modulo RGT - Utilizzo e Funzioni... 7 Dati Generali...9 Testatore...10 Atto...12 Atto Di Riferimento...13

Dettagli

Introduzione alle Basi di Dati

Introduzione alle Basi di Dati CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN DATA BASE TOPOGRAFICI rockini@tele2.it Istituto Geografico Militare A.A. 2007-2008 Sommario Vediamo brevemente alcuni aspetti che riguardano i database, con particolare

Dettagli

L API socket ed i daemon

L API socket ed i daemon L API socket ed i daemon Massimo Bernaschi Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone Consiglio Nazionale delle Ricerche Viale del Policlinico, 137-00161 Rome - Italy http://www.iac.cnr.it/

Dettagli

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE 1. JAVA 1.1 Introduzione a Java Introduzione Cosa è Java 1.2 Sintassi e programmazione strutturata variabili e metodi tipi di dati, array operatori

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione

Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione Servizio di backup dei dati mediante sincronizzazione Indice del documento Descrizione del servizio... 1 Istruzioni per l installazione... 2 Installazione di Microsoft SyncToy... 2 Installazione di NetDrive...

Dettagli

Recovery manager Gestore della affidabilità

Recovery manager Gestore della affidabilità Riferimenti Basi di Dati Complementi Parte 2: Tecnologie per DBMS Parte 2.5: Recovery Manager Trasparenze parte Recovery manager Basi di Dati Atzeni et al. - Capitolo 2.1, 2.2 Anche: Garcia Molina, Ullman,

Dettagli

E-mail: infobusiness@zucchetti.it. Gestione Filtri. InfoBusiness 2.8 Gestione Filtri Pag. 1/ 11

E-mail: infobusiness@zucchetti.it. Gestione Filtri. InfoBusiness 2.8 Gestione Filtri Pag. 1/ 11 Gestione Filtri InfoBusiness 2.8 Gestione Filtri Pag. 1/ 11 INDICE Indice...2 1. GESTIONE DEI FILTRI...3 1.1. Filtri fissi...3 1.2. Filtro parametrico...5 1.3. Funzione di ricerca...6 2. CONTESTI IN CUI

Dettagli

Web File System Manuale utente Ver. 1.0

Web File System Manuale utente Ver. 1.0 Web File System Manuale utente Ver. 1.0 Via Malavolti 31 41100 Modena Tel. 059-2551137 www.keposnet.com Fax 059-2558867 info@keposnet.com Il KDoc è un Web File System cioè un file system accessibile via

Dettagli

Office Web Components in programmi C# da http://escher07.altervista.org

Office Web Components in programmi C# da http://escher07.altervista.org Office Web Components in programmi C# da http://escher07.altervista.org Generalità L obiettivo è realizzare un programma C# che utilizzando il componente Web Pivot permetta di ottenere un risultato come

Dettagli

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione Interfacce DBMS in breve Corso di BD1 Ripasso comandi applicazione JDBC Manipolazione estensioni OR in JDBC Interfacce per DBMS Problema: Far accedere un applicazione ad una base di dati Soluzione: Librerie

Dettagli

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke Capitoli 8 e 9 Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet SQL embedded SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio ospite (ad esempio

Dettagli

progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2

progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2 progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Come Iniziare... 3 Installare progecad NLM Server... 3 Registrare progecad NLM Server... 3 Aggiungere e attivare le licenze...

Dettagli