FARE CENTR REGIONE LAZIO: E ADESSO PASSIAMO ALL AZIONE. Informazioni - Cultura - Arte - Attività ricreative Turismo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FARE CENTR REGIONE LAZIO: E ADESSO PASSIAMO ALL AZIONE. Informazioni - Cultura - Arte - Attività ricreative Turismo"

Transcript

1 ANCeSCAO Lazio Informazioni - Cultura - Arte - Attività ricreative Turismo MAGGIO 2010 NUMERO UNICO REGIONE LAZIO: E ADESSO PASSIAMO ALL AZIONE La campagna elettorale è finita da tempo, la Giunta Regionale è stata faticosamente ricostituita, il Consiglio si è insediato. Dunque non rimane che mettersi al lavoro per fare fronte alla complessa situazione della nostra Regione: crisi economica, calo della occupazione, deperimento del sistema di sicurezza ed assistenza sociale, riassetto strategico del territorio: nel ambito urbanistico, industriale, ambientale, dei trasporti, dei servizi. Noi avevamo proposto in campagna elettorale di porre attenzione alla condizione delle persone anziane e dei pensionati. Obiettivo: restituire a questa enorme parte della popolazione una grande e piena soggettività economica, sociale, culturale, solidale; fare dei centri anziani il luogo propulsore di questa prospettiva. Per questo chiediamo alla nuova Giunta regionale, a cominciare dal Presidente e dall Assessore alla politiche sociali, di predisporre una normativa quadro tesa alla valorizzazione degli anziani nella società, riconoscendo i Centri Anziani come luoghi funzionale a questa strategia e sostenendone la programmazione sui grandi tracciati della partecipazione ad azioni di autogestione, di solidarietà tra le generazioni, di valorizzazione nella società civile, di educazione e formazione continua, di promozione della salute. In questo impegno noi ci mettiamo a disposizione per dare il nostro contributo come associazione dei Centri Anziani, consapevoli del valore fondante della nostra iniziativa: non bisogna perdere né altro tempo, vista la crescita geometrica della popolazione anziana, né sciupare inutilmente altro denaro sparso al vento, senza obiettivi, senza programmazione, senza controlli. La presente pubblicazione non è in vendita - è stampata in proprio e viene riportata sul sito Internet

2 Pagina 2 L ASSEMBLEA NAZIONALE E REGIONALE DI ANCeSCAO Pagina 3 L Assemblea nazionale rappresenta un appuntamento importante per il futuro della nostra associazione. Una cosa appare chiara a tutti: tutto è cambiato intorno a noi e dentro di noi; l associazione è rimasta ferma, mentre tutto il resto andava avanti. Una cosa non è ancora chiara: cosa vogliamo essere oggi e per il prossimo futuro. L Assemblea non può mancare di dare una risposta convincente per noi, per i centri anziani e le persone anziane e per il mondo che ci circonda. Occorre innanzitutto ridefinire la missione. Non basta più essere un insieme di Centri Anziani al solo scopo di ottemperare ad un sistema normativo che ci consenta di svolgere attività complementari grazie ad un attestato. Questo lo fanno anche altre associazioni che si approfittano dei Centri, pur non avendo una missione specifica per i Centri e per gli anziani. Noi dobbiamo riscoprire l intuizione iniziale di essere, per il tramite dei Centri Anziani, innanzitutto un grande motore di socializzazione, di partecipazione attiva alla vita sociale e culturale, agli impegni di solidarietà reciproca e tra le generazioni ed, in secondo luogo, un grande sistema articolato di servizi agli associati ed agli stessi centri affiliati. Le persone anziane ed i Centri Anziani si aspettano da noi una forte ed adeguata capacità di iniziativa nei confronti del Governo nazionale e dei Governi locali, affinché sia messo in campo un piano di lungo e profondo respiro per la valorizzazione delle persone anziane nella società, nella economia, nella cultura, nella solidarietà tra le generazioni, attraverso norme e progetti, ma anche attraverso uno specifico impiego di risorse che nel breve termine si dimostreranno un ottimo investimento in termini di risparmio in altri capitoli di spesa che oggi piovono sulle persone anziane per curarne malattie evitabili, per fornire assistenze superflue ed ingiustificate. Tutto questo può passare per il tramite della iniziativa della nostra associazione e delle migliaia e migliaia di Centri Anziani sparsi in tutta Italia: non più solo luoghi di parcheggio, ma Centri di iniziativa sociale e culturale, nonché di servizi alle persone di natura associativa come il beneficiare di buone vacanze, di percorsi educativi, di attività di prevenzione e per la salute, ecc.. Infine il nostro sistema deve dotarsi di nuovi strumenti, oltre quelli della rappresentanza, di percorsi di formazione permanente per dirigenti dei Centri e di informazione ben finalizzata, moderna e capillare ed oltre il pacchetto assicurativo per i tesserati e per i dirigenti dei Centri, si tratta anche di servizi alle persone anziane per il tramite dei CAAF nel caso delle assistenza fiscali, del Patronato nel caso di servizi per l accesso ai diritti previdenziali, assicurativi, assistenziali, di servizi per il turismo sociale ricorrendo a convenzioni con grandi Tour operator ed agenzie nazionali, oltre che locali. Tutto questo può essere fatto mettendo a frutto le risorse corrispondenti già potenzialmente disponibili, come quelle dei patronati e dei CAAF o del 5x1000, e attraverso la attivazione nella nostra associazione e nei Centri del Servizio Civile dei Giovani, aderendo in tal modo ad uno scambio intergenerazionale di grande valore economico, culturale e morale. Insomma: vorremmo un assemblea che non si neghi a queste proposte e che sappia proporre uno statuto ed un gruppo dirigente capace di guidarla su questo cammino, sicuramente impegnativo, ma altrettanto esaltante. AGE Social Inclusion Expert Group (SIEG) Thursday 3 June Exchange with Italian policy-makers and stakeholders Venue: Camera dei Deputati, Sala della mercede, Via della mercede, 55 Roma From Arrival of participants followed by lunch I. INCLUSage project on strengthening the civil dialogue on social inclusion Welcome speech on behalf of AGE Platform Europe, Anne-Sophie Parent, AGE Director (10 min) Presentation of the INCLUSage project, Halina Potocka, Age Poland and project partner (10 min) Project implementation and preliminary results in Italy,, ANCeSCAO Lazio and Coordinator AGE Italia (10 min) Saluto dell on Olga D Antona, Parlamentare italiano Exchange with external stakeholders and Age members (60 min) Coffee break II. Round Table: Promoting decent life and dignity among vulnerable older people through an adequate minimum pension Chair: Giovanni Anversa, Giornalista Rai TV Guarantee decent life and respect human dignity in old age - AGE common message to 2010, the European Year on combating poverty and social exclusion, Maria Petkova, AGE Bulgaria and Vice-President of AGE Social Inclusion Expert Group (10 min) Adequacy of minimum pension and budget standards, Jean-Pierre Bultez, Chair of AGE Social inclusion Expert Group (10 min) Social protection of older people in time of crisis AGE recommendations, Anne Sophie Parent, AGE Director Address the specific needs of vulnerable older people in Italy,, ANCeSCAO Lazio and Coordinator AGE Platform Italia Minimum income in Italy, Filippo Strati from Studio Ricerche Sociali, Italian Independent Expert to the European Commission, co-author of the 2009 Analysis of the national minimum income schemes Silvia Marangoni, Comunità di Sant Egidio Claudio Cecchini, Municipality Concilior on Social Policies, City of Rome

3 Pagina 4 _ Martedì 4 maggio presso il Centro Socio Culturale per Anziani di Via Vittorio Veneto di Latina, si è tenuto un incontro tra i Presidenti dei 32 Centri Sociali della nostra provincia aderenti ANCe- SCAO con la partecipazione straordinaria del Consigliere Regionale Stefano Galetto, il delegato alla Terzà Età della Provincia Paolo Pastore, il presidente Regionale ANCeSCAO presieduto dal Presidente Provinciale Aldo Pastore. Il tema dell incontro verteva sull insostituibilità del ruolo dei Centri Sociali Anziani. Anche nel contesto sociale nel quale opera ma, soprattutto al fine di sensibilizzare le ispezioni preposte sulla necessità che ai Comitati di Gestione, che sono formati da Anziani sia data la possibilità di avere una loro Personalità Giuridica di cui al momento sono sprovvisti costituendosi in Associazione di Promozione Sociale. Questo riconoscimento potrà consentire ai Centri Anziani, oltre che avere una funzionalità snella e moderna, di sottoscrivere direttamente con i Comuni convenzioni per la gestione del Centro, partecipare a progetti finanziati dalla Provincia, dalla Regione ed Enti vari. E auspicabile che, come già avviene nei Comuni delle Province di Rieti e Viterbo ed in quasi tutti i Comuni del Centro Nord, anche noi gli Anziani che gestiamo i Centri della nostra Provincia vengano considerati e trattati dalle Istituzioni come soggetti dalle province DAI CENTRI ANZIANI DEL LAZIO: VOGLIA DI FARE, CRESCERE, DI CONTARE... LATINA INCONTRO TRA I PRESIDENTI DEI CENTRI SOCIALI ANZIANI paritari e non subalterni con i quali organizzare direttamente iniziative e progetti. Ci sono purtroppo alcuni nostri Comuni che non riconoscono agli anziani capacità gestionali e affidano verosimilmente tale ruolo a Cooperative che nulla hanno a che vedere con il mondo degli Anziani. Presso il Centro Sociale di Forano si è svolta la finale del Concorso Elezione a Miss Nonna e Bisnonna. Iscritte al concorso 15 avvenenti e belle nonne e una bisnonna ; dopo un ampia selezione consistente in varie prove di ballo, di culinaria, di cultura e di eleganza. Al termine della selezione la Commissione selezionatrice composta dalla: Signora Gabriella Tagliaferro Presidente, dal Cav. Giuliano Liberati, dal Signor Di Bernardini Angelo, dalla Signora Lazzari Fulvia; i presentatori delle miss i signori Di Bernardini Franco e signor Fabrizi Luciano alla presenza del Presidente Provinciale AN- CeSCAO di Rieti, Cav Giuliano Liberati sono state elette Miss le signore: Andreina Perazzoni miss Bisnonna ; Maria Virginia Scipioni miss nonna ; Maria Questo modo di agire denigra il ruolo dell anziano che viene visto come soggetto da assistere e non come persona capace di scelte autonome e qualificate. Il progetto è stato non solo condiviso dalla numerosa assemblea, ma fortemente acclarata la funzione autonoma e responsabile dei Presidenti, che vivono, partecipano alla vita del Centro. Il progetto Personalità Giuridica ai Centri Sociali sarà sostenuto, pienamente condiviso, dal Consigliere della regione Lazio On. Stefano Galetto Mira Benina RIETI-FORANO E GAVIGNANO ELETTE MISS NONNA E BISNONNA Teresa di Mario miss simpatia ; Lucrezia Pioli miss eleganza ; Bartolini Anna miss dolcezza. Alle Miss elette è andata come premio oltre la fascia di Miss, una coppa, un attestato di pergamena, una cena offerta dal ristorante Taverna del Gufo e del Centro Anziani, una foto gigante e un quadretto portafoto oltre i complimenti e le congratulazioni del pubblico. Alle non elette sono stati consegnati: l attestato in pergamena, la foto ricordo nonché un grande applauso del pubblico. Il successo di questa simpatica iniziativa è stato tale da richiederne la ripetizione anche per il prossimo anno. La manifestazione si è chiusa con un rinfersco ed una festa danzante offerta dal Centro anziani di Forano e Gavignano. Giuliano Liberati Pagina 5 dalle province ANCeSCAO C. S. ANZIANI AUTOGESTITO ROMA EST TORNEO DI BURRACO DI PRIMAVERA Il 7 maggio scorso presso la sede ANCeSCAO del Centro Sociale Anziani Autogestito-Roma Est, in Via di Casal Bruciato, si è effettuata l edizione 2010 del tradizionale Torneo di Burraco di primavera. In un clima di allegria, fraterna comunanza le coppie di giocatori, rappresentanti di vari centri anziani di Roma, si sono affrontati nelle partite preliminari ed in quella finale con vivace ma sereno e comprensivo (per qualche veniale errore) impegno, tanto che i risultati, la classifica finale hanno dato punti di distacco irrisori tra i partecipanti,come si può evincere dalla graduatorie di spalla pubblicate. La vittoria ha arriso alla simpatica e voluminosa coppia di due agguerritissime, implacabili (e fortunate: vogliamo dirlo?) signore: Anna Imperiale e Alba Magnani, le quali, sin dalla prima partita non hanno lasciato scampo alle malcapitate coppie che hanno avuto la sventura di incontrarle. Bene organizzato, e svoltosi senza intralci, con ordine e competenza, il Torneo è risultato piacevole e interessante; dopo la proclamazione delle coppie vincitrici, premiate con artistiche pergamene e doni di consistenti varietà gastronomiche, il presidente del C.S. Anziani Autogestito Roma Est, Rizziero Mattana ha rivolto parole di ringraziamento e di plauso ai partecipanti per la loro adesione e l entusiastica partecipazione all iniziativa proposta, assicurandone altre e più impegnative reiterazioni; ha quindi offerto a tutti i presenti uno spuntino rapido e sostanzioso, chiudendo la serata con un piacevole e fraterno brindisi. E doveroso rivolgere un sentito ringraziamento per la solerte collaborazione prestataci nella organizzazione e nell assistenza per lo svolgersi del Torneo di Burraco di primavera alla signora Rossana Mattana, alla signorina Ilaria Di Giambernardino, alle Signore Sorano Lucia e Silvana Franciosa ed al Sig. Giorgio Gumina, oculato, preciso controllore di punteggi e classifiche. Gianni Gai I VINCITORI COPPIA VINCITRICE DEL TORNEO E 1 CLASSIFICATA Punti 57 ANNA IMPERIALE ALBA MAGNANI 2 CLASSIFICATA Punti 55 BONAFACCIA MARISA CARULLI RITA 3 CLASSIFICATA Punti 52 ANTONIA MONTENERO GIORGIO GUMINA Anna Imperiale vincitrice del Torneo di Burraco unitamente alla sua collega Alba Magnani

4 Pagina 6 Pagina 7 INCONTRI DI FORMAZIONE PER LA GESTIONE DEI CENTRI ANZIANI Il corso è aperto ai Presidenti e ai membri dei Comitati di Gestione dei Centri Anziani di Roma e Provincia. In convenzione e con il finanziamento della Provincia di Roma Il programma è gestito in accordo tra ANCeSCAO Lazio e Provincia di Roma e Coordinamento cittadino dei centri anziani del Comune di Roma PROGRAMMA AMBITO TERRITORIALE DEGLI INCONTRI: Gli incontri si svolgono con lo stesso programma nei seguenti territori nelle date che saranno indicate: Provincia di Roma Zona Litorale Nord (Civitavecchia), Zona Colleferro, Zona Valle Aniene (Tivoli), Zona Laghi (Manziana), Zona Litorale sud (Anzio Ardea), Zona Castelli (Frascati). Roma città 1, 9, 10, 11 Municipio 2, 3, 4, 5 Municipio 6, 7, 8 Municipio 12, 13, 15 Municipio 16, 17, 18 Municipio 19, 20 Municipio Riunione di presentazione degli incontri con i Presidenti dei Centri Anziani di Roma e Provincia per e per informazioni generali, maggio 2010, sala Di Liegro, palazzo valentini, provincia di Roma Partecipa l assessore provinciale Claudio Cecchini. TEMA DEGLI INCONTRI: Statuti e regolamenti: leggi nazionali e regionali Fisco e associazioni: le attività complementari la Gestione amministrativa: programmi e risorse Direttore Comitato di Redazione Alfredo De Felici, Rizziero Mattana, Alessandro Cioccoloni, Redazioni Provinciali Viterbo: Arnaldo Picchetto; Rieti: Giuliano Liberati; Frosinone:MarioTarquini, Stefano Gaetani; Latina: Aldo Pastore, Benina Mira. Coordinamento Redazione Gianni Gai Direzione e Grafica Luca D Orazio Stampa Aldo Cipriani Sede Via di Casal Bruciato, Roma Tel e Fax FEDERCONSUMATORI LAZIO Rimborsi sulla tassa dei rifiuti - Facciamo il punto della situazione Cosa è la TIA? La T.I.A (Tariffa Igiene Ambientale), anche denominata Ta.Ri. (Tariffa Rifiuti), è la tassa sui rifiuti solidi urbani che in molti comuni italiani ha sostituito la TARSU. La principale differenza tra la T.I.A e la TAR- SU è legata al diverso meccanismo attraverso il quale viene quantificata al cittadino la somma da versare per la gestione del servizio. Nel caso della TARSU il calcolo è effettuato sulla base dei metri quadrati dell immobile di proprietà e la tariffa è espressa in /mq. L importo della TIA, invece, è determinato da due quote: una fissa e una variabile. La parte fissa prevede un importo base, legato al numero di persone che vivono nella stessa abitazione, da moltiplicare poi per i metri quadri della stessa residenza. La componente variabile invece dipende solo dal numero dei componenti del nucleo familiare. Perché l IVA è di troppo? L applicazione del 10% dell IVA (imposta sul valore aggiunto) è stata effettuata dai comuni in quanto con il passaggio da TARSU a TIA è avvenuto il passaggio da una tassa ad una tariffa. Nonostante ciò, la Corte Costituzionale con una sentenza del 24 luglio scorso ha stabilito che il prelievo dell IVA è illegittimo in quanto la TIA e la TARSU sono tasse e non tributi. In cosa consiste il rimborso? Il rimborso che Federconsumatori Lazio ed i cittadini stanno richiedendo riguarda, appunto, la quota del 10% di IVA versata dai cittadini al Comune di Roma, tramite l AMA, dall entrata in vigore della TIA (a Roma dal 2003). Prendendo come esempio la Capitale, in un nucleo familiare composto da tre persone che vive in appartamento di 100mq il rimborso varrà complessivamente 189,00. Come fare per richiederlo PER RICHIEDERE IL RIMBORSO LA PROCEDURA È MOLTO SEMPLICE: SONO NECESSARI LE BOLLETTE PAGATE A PARTIRE DALL ANNO IN CUI IL PROPRIO COMUNE HA ADOTTATO LA TIA, E I MODULI DI RICHIESTA, REPERIBILI PRESSO LE SEDI DI FEDERCONSUMATORI LAZIO. UNA VOLTA COMPILATI I MODULI BISOGNA ALLEGARE A QUESTI LA COPIA DEI BOLLETTINI È INVIARE TUTTO A MEZZO RACCOMANDATA A/R ALLA SEDE LEGALE DELLA SOCIETÀ RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI E AL COMUNE DOVE È UBICATO L IMMOBILE PER IL QUALE SI STA AVVIANDO LA PROCEDURA DI RIMBORSO. Ultimi sviluppi La Federconsumatori Lazio prosegue la sua strada per il rimborso dei soldi che i cittadini sono stati costretti indebitamente a versare alle casse del Comune di Roma, anche se è di questi giorni la notizia che il Sindaco di Roma sta macchinando affinché siano presto vanificati gli sforzi dei cittadini per veder rispettato i propri diritti. La Giunta Alemanno, infatti, ha approvato tre delibere con le quali aumenta del 9,80% il costo della raccolta dei rifiuti per le utenze domestiche e del 12,50% per quelle non domestiche, annullando in pratica, la riduzione del 10% stabilito dalla Corte Costituzionale. Il Comune di Roma (www.comune.roma.it) ha fatto passare questa notizia come un non aumento della tariffa rifiuti nel 2010 annunciando implicitamente che, pur essendo vero che il costo della TIA non sarà più gravato del 10% di IVA, di fatto, per i cittadini non ci sarà la diminuzione del costo del 10% che si aspettavano.

5 Pagina 8 L ASSEMBLEA DEL DECENNALE DI AGE PLATFORM Il 6 e 7 maggio scorso si è tenuta a Bruxelles l Assemblea Generale Annuale di AGE Platform alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei Membri effettivi ed Osservatori provenienti da tutti i 27 paesi dell Unione Europea. Per l Italia hanno partecipato ben 22 organizzazioni membri di AGE Platform. Il giorno precedente l Assemblea, il 5 maggio, una folta rappresentanza dei Membri Italiani ha incontrato i due vice Presidenti Italiani del Parlamento Europeo Roberta Angelilli e Gianni Pittella e numerosi altri Parlamentari italiani (Silvia Costa, Patrizia Toia, Sergio Cofferati, Roberto Sperone, Gualtieri, e altri) ai quali sono state presentate le proposte di AGE Platform e della rappresentanza Italiana, sollecitando una maggiore e più efficace partecipazione dei parlamentari europei italiani ai lavoro dell Integruppo sull invecchiamento e la solidarietà tra le generazioni. L Assemblea di AGE, oltre agli adempimenti statutari, ha affrontato la prospettiva dei prossimi dieci anni per mettere a frutto l ottimo lavoro compiuto in questi primi dieci anni dalla sua fondazione. In particolare si è deciso di dotare AGE di un sistema organizzativo più articolato nelle sue funzioni e responsabilità e più coordinato a livello dei Paesi membri al fine di rendere più efficace l azione attraverso il coinvolgimento delle Istituzioni e della politica in ciascuno degli Stati membri. Le decisioni prese porteranno ad una proposta di ristrutturazione del sistema organizzativo, della rappresentanza e della efficacia nelle comunicazioni ed informazioni. E stato inoltre modificato lo Statuto nel Logo e nella denominazione della piattaforma che assume il nome di AGE PLATFORM EUROPA. La delegazione italiana ha dato un notevole e vivace contributo alla discussione al fine di orientare il sistema organizzativo verso forme più coinvolgenti dei membri nella formazione delle decisioni e delle proposte. Il lavoro di AGE Platform Italia è stato apprezzato da numerosissimi interventi ed è stato preso come esempio di azione di coordinamento anche al fine di stimolare i Governi nazionali a comportamenti coerenti con le politiche europee in ambedue le direzioni: verso l Europa, dall Europa. Coordinatore AGE Platform Italia

FARE CENTR .E MENO MALE CHE ERA FINITA PRIMA DI COMINCIARE.QUESTA CRISI!!! Informazioni - Cultura - Arte - Attività ricreative - Turismo

FARE CENTR .E MENO MALE CHE ERA FINITA PRIMA DI COMINCIARE.QUESTA CRISI!!! Informazioni - Cultura - Arte - Attività ricreative - Turismo Informazioni - Cultura - Arte - Attività ricreative - Turismo ANCeSCAO Lazio GIUGNO 2010 NUMERO UNICO.E MENO MALE CHE ERA FINITA PRIMA DI COMINCIARE.QUESTA CRISI!!! Buone vacanze...a tutti, nonostante

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Deliberazione n. 15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA

Deliberazione n. 15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA Protocollo RC n. 6578/15 Deliberazione n. 15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA Anno 2015 VERBALE N. 38 Seduta Pubblica del 25 marzo 2015 Presidenza: BAGLIO AZUNI MARINO

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Dai valore al tuo domani. fondo pensione

Dai valore al tuo domani. fondo pensione Dai valore al tuo domani fondo pensione fondo pensione E grande la soddisfazione per aver raggiunto l'obiettivo di realizzare il primo Fondo di Previdenza Complementare di categoria gestito da una Cassa

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

NOI CON GLI ALTRI CAMERUN

NOI CON GLI ALTRI CAMERUN NOI CON GLI ALTRI CAMERUN Solidarietà e cooperazione come valori fondanti per le nuove generazioni Promosso da: Fondazione Un cuore si scioglie onlus, in collaborazione con la Regione Toscana e Mèta cooperativa

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE sede: Casella Postale N.6 C/O Ufficio Postale Rm 161 Via della Fotografia 107 00142 Roma Mail: orti.urbani.tre.fontane@gmail.com REGOLAMENTO INTERNO Art. 1 - Scopo

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

TARSU e TIA, tra tariffa e tributo: analogie e differenze tra i due modelli nella gestione della finanza comunale.

TARSU e TIA, tra tariffa e tributo: analogie e differenze tra i due modelli nella gestione della finanza comunale. TARSU e TIA, tra tariffa e tributo: analogie e differenze tra i due modelli nella gestione della finanza comunale. di Ernesto Aceto Il settore della finanza locale è nell ambito del diritto tributario,

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli