II database Access in azienda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "II database Access in azienda"

Transcript

1 SEZIONE 3 II database Access in azienda COMPETENZA Creare un database per inserire dati organizzati mediante l'uso di maschere; utilizzare gli strumenti disponibili per ordinare, filtrare o elaborare i dati disponibili al fine di ottenere informazioni utili alla gestione aziendale. Progettare i report necessari per comunicare gli esiti delle elaborazioni ai diversi soggetti interessati. Conoscenze Potenzialità di un database Struttura di base e oggetti del database Le tabelle dei dati e le relazioni tra loro Le maschere per l'inserimento dei dati Le query per il trattamento dei dati I report per comunicare i dati e le informazioni derivate dall'elaborazione dei dati stessi Abilità Saper definire quali tabelle impostare per gestire i dati Saper creare le tabelle e definire le relazioni tra di loro Saper progettare una maschera per la gestione Saper utilizzare le query per la selezione e l'elaborazione dei dati grezzi Saper impostare report diversi a seconda delle esigenze

2 D una base di dati COMPETENZE SPECIFICHE Aprire un file Access e u i comandi delia finestra Creare una tabeila in dìv re i dati in una ; la struttura e ii tra tabeh 1.1 I APERTURA E CHIUSURA DI ACCESS. LA FINESTRA DI LAVORO L'apertura di un programma applicativo, e quindi anche di quello di database, si può effettuare in diversi modi, per esempio facendo clic in successione sui pulsanti di seguito rappresentati. Tutti i programmi S Microsoft Office» Microsoft Office Access 2007 Si apre a questo punto una prima finestra di Introduzione a Microsoft Access in cui possiamo distinguere tre sezioni:» a sinistra un elenco di categorie di modelli disponibili nel nostro PC oppure scaricabili dal sito Microsoft; o al centro l'elenco dei modelli relativi alla categoria selezionata; a destra un elenco di collegamenti ai file Access usati più di recente. T5 lione a Microsoft Office Access m

3 115: Unità 1 Creare una base di dati Online Approfondimento Creazione di un database in base a modelli. Facendo clic nella sezione di sinistra sull'opzione In primo piano comparirà una quarta sezione in basso, al centro (come possiamo osservare nell'immagine precedente) in cui troviamo alcuni collegamenti (link) per l'approfondimento di argomenti utili per l'utente. Per aprire un database esistente dobbiamo fare clic sul Pulsante Office e successivamente su Apri, poi cercarlo nelle unità di memorizzazione e infine fare clic sul pulsante) Se si tratta di un file utilizzato di recente possiamo invece fare clic sul suo nome nella sezione destra della finestra. Database vuoto Online Finestra di lavoro di Access Per creare un nuovo database dobbiamo fare clic sul Pulsante Office e successivamente su Nuovo oppure su Database vuoto, in alto nella sezione centrale della finestra. La sezione destra della finestra iniziale assumerà l'aspetto rappresentato nella figura a lato. La finestra di dialogo ci propone un nome e una posizione di default (Database2 in C:\Users\Franco\Documents\ ma naturalmente possiamo modificare il nome digitandolo direttamente nella casella Nome file: e la posizione o percorso cliccando sull'icona della cartella per aprire la consueta finestra di scelta dell'unità di memorizzazione. Per chiudere un file di Access dobbiamo fare clic sull'icona a croce Chiudi in alto a destra nella finestra di lavoro, oppure sul Pulsante Office e poi su Chiudi database. La finestra di lavoro in Access Microsoft Office 2007 Questo argomento è indispensabile per poter operare con Access Online riportiamo un'approfondimento per coloro i quali nel biennio hanno trattato versioni precedenti a Microsoft COMPETENZA SINTETIZZARE E SCHEMATIZZARE ATTRAVERSO L'USO DI MAPPE CONCETTUALI Riga del titolo DI LAVORO DI ACCESS Barra multifunzione ; i Riquadri Pulsante Office Schede di spostamento Barra accesso rapido Titolo Gruppi Comandi delle schede degli Oggetti di Access Icone [=ì!3 Strumenti contestuali 1.2 I LA CREAZIONE E IL SALVATAGGIO DI UNA TABELLA Ci occuperemo ora dell'elaborazione di un semplice database, costituito soltanto da una tabella. Il sistema migliore per comprendere quanto viene spiegato nel testo è di realizzarlo in pratica. L'archivio dei file che permettono di seguire questo metodo si trova nella sezione Online,

4 116 Sezione 3 II database Access in azienda Se la trattazione richiederà l'utilizzo di un database già esistente: il file iniziale sarà disponibile nella cartella File iniziali; il file prodotto dallo studente, seguendo le indicazioni del testo oppure svolgendo le verifiche o le esercitazioni, dovrà essere salvato con il nome suggerito, nella cartella File generati; lo studente potrà verificare se ha operato in modo corretto confrontando il file da lui prodotto con quello disponibile (con lo stesso nome) nella cartella File soluzione. Ovviamente nel caso in cui la trattazione richieda di creare un database nuovo, non ci sarà nessun file iniziale. Lo stesso metodo potrà essere utilizzato anche per lo svolgimento delle esercitazioni di verifica. Nel nuovo Database che ci accingiamo a creare, la tabella dovrà permetterci di archiviare una lista di: cognomi dei fornitori; nomi dei fornitori; date di nascita; sedi; categoria dei prodotti forniti. Nel nostro caso chiameremo il file di database Esempio fornitori e lo salveremo nell'unità di memorizzazione File generati operando come appena descritto. Nella figura possiamo osservare la finestra principale che si aprirà e che ci permetterà di effettuare tutte le operazioni di progettazione del database.? Esempio fornitori : Database (Acce., strumenti tabehs Dati esterni Strumenti sfarfafcijìs ; Foglio dati ^H.«Pi "ì Inserisci Tipo di dati: W Elimini Fornaio; "Fcrmrtt. DbbBBrtorto M = sw Visualizza ; Nuovo Aggiungi Ricerca Refezioni Dipendenze * : campo campi esistenti guidata oggetti isu-n'izra; :.>!-.p *, /. : - Tutte le tabelle ' «J (i 1 Tabeilat\ J ; IO T S TabellBl : Tabella * {Nuavo}^ Glossarlo Visualizzazione St ra viene indicato nella versione originale inglese con il termine Design view che significa visione progetto e in effetti questa visualizzazione è quella più adatta per progettare l'oggetto nel dettaglio. e Feglic dati Nel caso specifico vediamo che viene subito proposta la creazione di una tabella e quindi viene visualizzato lo strumento contestuale Strumenti tabella con la sua scheda Foglio dati. g i Vtsomauiom foglia doti vf»uj fczkion«tabe» pivot aj VBuattaKions Gratto pivot Visu a towio rw Struttura Creazione della tabella (in modalità Visualizzazione Struttura) Per attivare la visualizzazione struttura facciamo clic sulla freccia associata al pulsante doppio Visualizza e scegliamo Visualizzazione Struttura. Comparirà subito la finestra di dialogo Salva con nome in cui, nella casella Nome tabella è proposto il nome Tabella 1 che noi cambieremo in Fornitori digitando direttamente la parola Fornitori nella casella.

5 1171 Unità 1 Creare una base di dati Dopo aver fatto clic su OK la finestra principale assumerà l'aspetto della figura seguente; se comparisse anche una ulteriore sezione relativa alle proprietà della tabella potremo nasconderla facendo clic sul pulsante Finestra delle proprietà della scheda Progettazione. Esaminiamo le varie sezioni. Lo strumento contestuale Strumenti tabella presenta ora la scheda Progettazione con i gruppi Visualizzazioni, Strumenti e Mostra/nascondi. : I Esempra fornitori : Databas Nome tabella Fornitóri ] Fornìtcn r Tabella Elenco campi Formalo. Etiinesta -a Descrizione della proprietà selezionata - - ifc& Proprietà del campo selezionata Riquadro di spostamento Glossario Record è l'insieme dei campi relativi allo stesso oggetto. La sezione di sinistra viene denominata Riquadro di spostamento: vedremo in seguito che la sua funzione è quelle di agevolare la gestione dei vari oggetti del database. La sezione di destra è divisa in due parti: in alto troviamo l'elenco dei nomi dei campi relativi alla tabella aperta (Fornitori) con il tipo dei dati inseriti; in basso vediamo una scheda con le proprietà del campo selezionato nella parte alta e un riquadro con una descrizione della proprietà selezionata o una prescrizione relativa al campo selezionato. Per maggiore chiarezza, ricordiamo che in una tabella di dati ogni riga costituisce un Record e che ogni record è formato da un certo numero di Campi. Nel nostro caso nella tabella Fornitori i record saranno tanti quanti sono i fornitori registrati mentre i campi saranno tanti quanti i dati relativi a ogni fornitore (Cognome, Nome, ecc). Progetto della tabella Chiave primaria Nella prima colonna, nella videata Fornitori, vediamo che è già inserito un campo denominato ID (iniziali di IDentificatore) di tipo "Contatore" e che alla sua sinistra compare il simbolo di una chiave. Vedremo al momento dell'inserimento dei dati che il contatore si incrementerà automaticamente di 1 quando inseriremo un nuovo record. I dati immessi in questo campo sono quindi i numeri naturali (1, 2, 3, ecc.) e siamo sicuri che non ci saranno mai due ID uguali qualunque sia il numero di record inseriti. Il simbolo della chiave indica che questo campo conterrà dati tutti diversi e potrà essere usato per identificare (e quindi ricercare) in modo univoco un particolare record; un campo di questo tipo viene chiamato Chiave primaria. Il campo definito come chiave primaria naturalmente non potrà essere vuoto ma dovrà contenere necessariamente un dato.

6 118: Sezione 3 II database Access in azienda Online Approfondimento Tipi di dati disponibili in Access Testo IVIemo Numerico Data/ora Valuta Contatore Si/No Oggetto OLE Collegamento ipertes Allegato Ricerca guidata- Non è però obbligatorio accettare la chiave primaria creata automaticamente da Access e per impostare un campo qualsiasi (purché univoco) come chiave primaria, basta selezionare la riga relativa al campo prescelto e cliccare sul pulsante Chiave primaria del gruppo Strumenti della scheda Progettazione (strumento contestuale Strumenti tabella). Lo stesso pulsante serve quando vogliamo eliminare la chiave primaria da un campo. Al di sotto del campo ID inseriamo le denominazioni dei campi relativi a ogni fornitore che ci siamo prefissi di registrare. Nella seconda colonna selezioniamo, per ogni nome di campo, il tipo di dati, scegliendolo dall'elenco a discesa che sia aprirà facendo clic sulla casella colonna relativa al campo stesso e successivamente sulla freccia verso il basso a essa associata. Come vediamo nella figura, tutti i campi, a eccezione della Data di nascita che sarà del tipo "Data/ora" sono del tipo ic-r TeStO. fìl» Gogneime ~ Ntcrne Moataei nascma 1 'sede jcategrjrta prodotlo Testo Testo Data/ora Testo Testo Proprietà del campo tipo "Testo" e del tipo "Data/ora". Generale i Rjjerw.i!pimen5ionej3«gjo 25» 'Formato! Maschera di input Si eh etti Valore predefirirto 1 SSwpse 'Hessaoaio errore chiesto m II ^Consenti ìunahena :ero Si -Indicizzate Icmqmsicnw IMtod* (Modalità IME Modalità frase ME ; panari tara, Ite No Nessun controllo Nessuna oxmtraonr r» Generale i Ricerca ' ^Formato Maschera di ìngjjt ÌBtìKttl valore predefmito Voltile se Messaggio errare HdttiHto Modalità ME Modalità f rase WE. ÌSfliarttag Mine«n<xÉi3 teste Msuallzzi seleaone- dato BfBBmn Data generici i 15/06/ B Data estera martedi 19 giugno 2007 i'' OSEES=HHEE^l!I!3HHHHiHi Data in afre : 19.flfc2007 Ora estesa i Ora brew IJh ;SJ4 Ora breve 24h : 1.7 X Nessun controllo Nessuna conversione Stsnctìrd te *te I i 1 - Online Approfondimento Altre modalità di creazione delle tabelle. Osservando le due videate relative rispettivamente al tipo "Testo" e al tipo "Data/ ora" notiamo che: nei campi di tipo "Testo", Cognome, Nome e Sede abbiamo variato la "Dimensione campo" che era già impostata a 255 portandola a 25 caratteri e selezionato Sì per la condizione "Richiesto". In questo modo l'inserimento del Cognome, del Nome e della Sede sarà obbligatorio e ciascuno non potrà essere più lungo di 25 caratteri; nel campo di tipo "Testo", Categoria prodotto abbiamo impostato 40 per la dimensione del campo e No per la condizione "Richiesto" in modo che non sarà obbligatorio inserire una categoria e il campo potrà restare vuoto; nel campo Data di nascita, di tipo "Data/ora" abbiamo impostato la Data breve scegliendola nell'elenco che compare facendo clic sulla freccetta associata alla casella Formato; abbiamo poi selezionato Sì per la condizione "Richiesto" per rendere obbligatorio l'inserimento della data di nascita. In generale, per altri campi di tipo diverso da quelli considerati in questo esempio, seguiremo un procedimento analogo avvalendoci anche delle spiegazioni che compaiono nel riquadro che ci guideranno nella scelta dell'operazione adeguata.

7 119 Unità 1 Creare una base di dati ' Vi COMPETENZA SINTETIZZARE E L'USO DI CONCETTUALI li UNA TABELLA In Visualizzazione Struttura permette: - di definire tutte le opzioni per ciascun campo - di apportare le modifiche consentite Utilizzando un modello: - può essere utile in casi standard - le modifiche ai nomi dei campi e alle loro caratteristiche comporta un lavoro a volte non indifferente Mediante Immissione dati: - è utile in casi molto semplici, con dati di tipologie comuni - anche in questo caso si impone un lavoro per impostare successivamente le caratteristiche desiderate Salvataggio e chiusura del database e delle tabelle Prima di proseguire è importante fissare bene le idee sulle operazioni di salvataggio e di chiusura del database corrente e degli oggetti contenuti nelle singole tabelle; nelle sezioni successive vedremo che, anche per gli altri oggetti di Access (per esempio query, maschere e report) potremo agire con le medesime modalità. Salvataggio del database II database viene automaticamente salvato al momento della chiusura del file. Se vogliamo invece salvar/o con un nome diverso dovremo fare clic sul Pulsante Office, portare il puntatore su Salva con nome senza cliccare, poi scegliere nella sezione destra l'operazione da compiere, per esempio Database di Access 2007; si aprirà allora la finestra di dialogo per salvare il database con un nome diverso, nell'unità di memorizzazione adeguata. Chiusura del database Otteniamo la chiusura del database: facendo clic sull'icona croce bianca su sfondo rosso in alto a destra della finestra principale di lavoro del database; * facendo clic sul pulsante Office e successivamente su Chiudi database. In entrambi i casi vengono ovviamente chiusi automaticamente tutti gli oggetti eventualmente aperti. Il database da noi creato è stato salvato con il nome Esempio fornitori. Poiché il salvataggio è automatico alla chiusura, se vogliamo chiudere senza salvare le modifiche possiamo salvare il database con un nome diverso in modo che quello con il nome originale resti invariato. Salvataggio delle tabelle Le tabelle di Access possono essere salvate senza chiuderle: facendo clic con il tasto destro sulla linguetta corrispondente e poi scegliendo Salva; «facendo clic sul Pulsante Office e poi scegliendo Salva; facendo clic su Salva sull'icona della barra di accesso rapido.

8 120: Sezione 3 II database Access in azienda Indica il completamento corretto. 1. La riga di una tabella rappresenta: [aj un record [Bj un campo [e] un un dato Se vogliamo invece salvare come oggetto una tabella con un nome diverso dovremo fare clic sul Pulsante Office, portare il puntatore su Salva con nome senza cliccare, poi scegliere nella sezione destra Salva oggetto con nome; si aprirà allora la finestra di dialogo per salvare la tabella con un nome diverso. Le variazioni che riguardano l'aggiunta, la cancellazione o la modifica dei dati vengono sempre salvate al momento della chiusura di una tabella; se invece abbiamo apportato modifiche relative ai parametri della tabella, una finestra di dialogo ci richiederà di confermarne il salvataggio. Chiusura di una tabella di Access Otteniamo la chiusura di una tabella: facendo clic sull'icona a croce nera della relativa scheda; facendo clic con il tasto destro sulla linguetta della scheda e poi scegliendo Chiudi. 2. La condizione "Richiesto" significa che il suo inserimento: HO verrà richiesto con una notifica \5\o richiedere di inserirlo [e] dovremo inserirlo non dovremo mai inserirlo 3. II campo "Chiave primaria" deve contenere dati: [U tutti uguali O tutti diversi [e] tutti di tipo tutti numerici focus sulla COMPETENZA ACQUISIRE E INTERPRETARE L'INFORMAZIONE LA MANIPOLAZIONE DEI DATI DI UNA TABELLA Facciamo riferimento al database Esempio fornitori e alla tabella Fornitori creata in precedenza in Visualizzazione Struttura, ed eseguiamo le seguenti operazioni: inserire i dati; navigare nella tabella; modificare i dati; aggiungere o eliminare record; ordinare i record. Inserire i dati L'inserimento dei dati può avvenire utilizzando apposite maschere (di cui parleremo successivamente nella Unità 3) oppure con la modalità di seguito descritta. Apriamo la tabella Fornitori, il cui nome compare nel Riquadro di spostamento facendo doppio clic sul nome della tabella, o cliccando sul pulsante Apri nell'elenco a discesa che si aprirà cliccando con il tasto destro sul nome della tabella.

9 Unità 1 Creare una base di dati Online Approfondimento Inserimento guidato di dati in tabella. Comparirà la tabella in Visualizzazione Foglio dati con il cursore già posizionato sulla prima cella che nel nostro caso è il contatore automatico e non deve quindi essere inserito. Cominceremo quindi selezionando la cella adiacente (Cognome) per digitare il primo record e passeremo da un campo al successivo con il tasto Invio o con il tasto Tab per inserire tutti gli altri dati. Al termine basta chiudere la tabella perché i dati siano salvati. Nella figura sono mostrati i primi cinque inserimenti (ma in totale sono 37). _J Fornitori Tabella _l 2 VOLA 3 JOHNSON 4 QONZALEZ 5 AMATRUDA Nome ' ANNA MARIA ANNA MARIA ANNA RITA ANNUNZIATA Cavi Attrezzi Cancellerìa Computer Navigare nella tabella Per spostarsi all'interno della tabella alla ricerca di dati da esaminare o da modificare, possiamo usare i tasti di direzione della tastiera, come in un normale foglio elettronico, oppure spostare il puntatore del mouse e cliccare quando si è raggiunta la cella desiderata. Sul fondo della finestra si può notare un contatore che indica il record corrente (9 nell'esempio), il totale dei record (37) e una serie di frecce che permettono spostamenti rapidi. M Al primo record < Al record precederne * Al record successivo Record; H 4 9 dì 37 > H w All'ultimo record n Al primo record libero Modificare i dati Per modificare un dato dobbiamo anzitutto portare il puntatore sulla cella che lo contiene. Se si tratta di modificare un dato avente il formato Testo, potremo selezionare, trascinare, cancellare, inserire, ecc. In alcune circostanze può risultare conveniente cancellare totalmente l'esistente per sostituirlo con il dato modificato. La cancellazione del contenuto di un campo si ottiene rapidamente portando il puntatore sull'angolo inferiore sinistro della cella, finché non assume la forma di una croce che permette di selezionare l'intera cella; a questo punto si preme il tasto Cane. Se il dato non è di tipo testo dovremo prestare attenzione e digitare il dato nella forma richiesta. Aggiungere o eliminare un record Per eliminare un record da una tabella dobbiamo selezionarlo, cliccando sulla cella alla sinistra della prima colonna, corrispondente al record da eliminare, poi possiamo agire in due modi o premere il tasto Cane oppure fare clic con il tasto destro e scegliere Elimina record nell'elenco a discesa che si aprirà. Prima dell'effettiva eliminazione dovremo ancora dare una conferma, cliccando sul pulsante Sì della finestra di dialogo, che ci fornisce anche l'informazione relativa al numero dei record che verranno irrimediabilmente eliminati. Al Z + Z I A* Per inserire un nuovo record occorre fare clic sul pulsante di comando Nuovo del gruppo Record della scheda Home; il record verrà inserito in fondo alla tabella. Ordinare i record Se vogliamo ordinare i record in senso crescente o decrescente in riferimento a uno dei campi della tabella, dobbiamo selezionare in Visualizzazione Foglio dati la colonna relativa al campo e poi fare clic su uno dei due pulsanti (Ordinamento crescente, Ordinamento decrescente) del gruppo Ordina e filtra della scheda Home.

10 Sezione 3 II database Access in azienda Possiamo ottenere lo stesso risultato facendo clic sul triangolino presente nell'intestazione di ogni colonna; apparirà un elenco a discesa nel quale sono presenti gli stessi pulsanti per l'ordinamento crescente o decrescente. Notiamo che, contrariamente a quanto avveniva nella applicazione Excel, in cui dovevamo dichiarare esplicitamente di espandere la selezione per conservare i record intatti, in Access non è nemmeno prevista la possibilità di ordinare secondo un solo campo lasciando gli altri inalterati. 14 I ULTERIORI IMPOSTAZIONI E MODIFICA DEGLI ATTRIBUTI Consideriamo ora i casi nei quali si presenta la necessità di apportare modifiche alla tabella. Continuiamo a considerare il database Esempio fornitori e definiamo anzitutto che cosa intendiamo per attributi di una tabella: a tal fine possiamo distinguerli in sostanziali ed estetico/formali. I primi caratterizzano: * la struttura stessa della tabella (numero di campi); * gli attributi di un campo; * la chiave primaria. I secondi sono invece relativi a: * dimensioni di righe e colonne; * occultamento o blocco di colonne; * titoli e formato caratteri; * bordi e sfondi. Attributi sostanziali Aggiungere o eliminare campi Per aggiungere un campo in una tabella di un database esistente è conveniente aprirla in Visualizzazione Struttura e poi operare come descritto in precedenza aggiungendo il campo di seguito a quelli già elencati. Possiamo anche aggiungerlo se la tabella è aperta in Visualizzazione Foglio dati selezionando la cella vuota che si trova a destra dell'ultimo campo sotto la scritta Aggiungi nuovo campo e digitando direttamente il primo dato. Al nuovo campo sarà automaticamente assegnato il nome Campol che potremo poi modificare come spiegato in precedenza, cambiando non solo il nome ma, eventualmente, anche le proprietà del campo stesso. :Cate«ortóP' ' Componenti ;Cav( Modificare il tipo di dati di un campo Con la tabella aperta in Visualizzazione Struttura dovremo posizionare il cursore sulla cella relativa a quel campo e cliccare; apparirà la freccia giù che ci permette di aprire l'elenco dei possibili tipi di campo e quindi di selezionare il nuovo tipo. Prima di effettuare un'operazione del genere è importantissimo valutarne le conseguenze: pensiamo per esempio che modificando un campo numerico in uno di tipo testuale, non si potranno più effettuare calcoli. Modificare ie proprietà di un campo In questo caso dovremo selezionare il campo ed effettuare le modifiche nelle caselle relative alle varie caratteristiche nella sezione Proprietà campo, utilizzando sem-

11 123 Unità! Creare una base di dati pre le frecce giù associate alle caselle delle diverse proprietà che ci permetteranno di scegliere fra le varie opzioni di una lista, oppure, come per esempio nel caso della lunghezza del campo, digitando direttamente i nuovi valori. Modificare una chiave primaria Questa operazione può avere implicazioni nel funzionamento del database specie se sono presenti più tabelle legate tra loro da relazioni (di cui parleremo in seguito) ed è quindi preferibile operare la definizione della chiave primaria solo in fase di progetto. Tuttavia, se il campo che diventerà nuova chiave primaria non è mai vuoto né duplicato in tutti i record della tabella, potremo selezionare questo campo e fare clic sul comando Chiave primaria (gruppo Strumenti, scheda Progettazione dello strumento contestuale Strumenti tabella) come già descritto in precedenza. Attributi estetico formali Per modificare questi attributi dovremo ora aprire la tabella Fornitori nella modalità Visualizzazione Foglio Dati in modo che appaia come una normale tabella. 5EEI a* :.' - -! Uso del Pulsante Altro (gruppo Record, scheda Home) Facendo clic su questo pulsante compare l'elenco a discesa della figura che ci permette di operare alcune modifiche: «modificare la larghezza di una singola colonna o di più colonne selezionandole e cliccando su Larghezza colonne... e digitando il valore nella casella che comparirà; modificare l'altezza di tutte le righe (non è possibile in questo caso modificarne solo alcune) cliccando su Altezza righe... e digitando il valore nella casella che comparirà. La larghezza delle colonne e l'altezza delle righe possono anche essere modificate utilizzando il mouse e posizionando il puntatore sulle linee di separazione, fino a quando il puntatore stesso assume la forma di una doppia freccia orizzontale o verticale e si può effettuare il trascinamento (nella figura sono rappresentati entrambi i casi ma ovviamente nella realtà si ope- HHj 5 AMATRUDA ra separatamente per le righe e per..acabutt1 le colonne). *fi3ta di nascita 13/10/ /11/1981 nascondere una o più colonne per rendere meno pesante la visualizzazione del foglio dati; bisogna in questo caso prima selezionarle e poi scegliere Nascondi colonne (come esempio prova a nascondere il campo Luogo di nascita); «scoprire le colonne precedentemente nascoste; scegliendo Scopri colonne... viene visualizzata una finestra di dialogo nella quale dobbiamo selezionare la o le colonne da scoprire. Nell'esempio avevamo nascosto la colonna Luogo di nascita e per scoprirla dovremo inserire il segno di spunta cliccando sull'apposita casella; bloccare una colonna a sinistra dello schermo per averla sempre visualizzata quando, essendo le colonne troppo numerose per essere tutte visibili nella schermata, dobbiamo effettuare uno scorrimento (per esempio potrebbe essere utile visualizzare sempre il contatore della chiave primaria). Per bloccare una colonna dovremo selezionarla e poi scegliere Blocca; in questo caso la colonna bloccata, qualunque essa sia, verrà inserita come prima colonna a sinistra; sbloccare tutte ie colonne scegliendo semplicemente Sblocca (le colonne sbloccate non torneranno nella loro posizione originale).

12 124- Sezione 3 II database Access in azienda Uso dei comandi del gruppo Carattere (scheda Home) In questo caso non ci sono osservazioni da fare poiché i testi inseriti in tabella possono essere formattati operando nel modo consueto variandone tipo, dimensione, colore, grassetto, corsivo, ecc. Le impostazioni opereranno comunque sempre su tutta la tabella e non soltanto su alcune celle. Uso della finestra Formattazione foglio dati Questa finestra, che possiamo vedere in figura, si apre facendo clic sulla freccia in basso a destra del gruppo Carattere (scheda Home). Osserviamo che in essa possiamo definire i parametri relativi al formato del foglio dati come: l'effetto Piatto, In rilievo e Incassato delle celle, i Colori dello sfondo e della griglia e così via fino a ottenere l'aspetto grafico desiderato. e foglio dati Catare sfondo atternasvo: Colore g Consideriamo ancora due casi di uso piuttosto frequente: rinominare una colonna: per cambiare il nome del relativo campo (per esempio potremmo chiamare il quinto campo Città invece che Sede): basta selezionare la colonna e scegliere il comando Rinomina (gruppo Campi e colonne scheda Foglio dati). In Visualizzazione Struttura è possibile rinominare un campo selezionandone il nome e digitando semplicemente il nuovo nome; e cambiare la posizione di una colonna: per fare questo dovremo selezionare la colonna da spostare portando il puntatore sull'intestazione e facendo clic e poi trascinare la colonna nella posizione desiderata. L'operazione può essere compiuta anche selezionando più colonne adiacenti. Dobbiamo notare che durante il trascinamento, quando il puntatore viene a trovarsi esattamente sulla linea divisoria tra le colonne in cui vogliamo effettuare l'inserimento, questa linea viene visualizzata con maggiore spessore. Indica con una crocetta quali delle modifiche elencate sono "sostanziali". OH Larghezza colonne [E] Tipo di dati di un campo [e] Chiave Posizione di una colonna [e] Colore del carattere [Q Inserimento di un nuovo campo focus sulla COMPETENZA ACQUISIRE E INTERPRETARE L'INFORMAZIONE RISOLVERE PROBLEMI Apri il database Esempio fornitori 1 della cartella File Soluzione. In esso troveri la tabella Fornitori formatta come nella figura precedente. Opera delle modifiche alla formattazione cambiando: a. il tipo di carattere b. la dimensione del carattere e. l'aspetto della griglia e dello sfondo Chiudi il database senza salvare le modifiche.

13 Unità 1 Creare una base di dati Trawa e se.'stìti«sà " ; * ss*!*^ Trova: Cercai [sede Q Confronta: Carrpo intero y^-j' i Cerca in: Jutto ;yj: Cj Maajscote/rranuscole Trova e sostrty sei Trova i SOM Tfova; Cerca in: j Cerca in: i [siede 5J i Campo intero ;». Tutto [2> Pj Maiuscole/rninuscote Impostare un indice Utilizzando degli indici è possibile trovare e ordinare i record più rapidamente. In Microsoft Access gli indici di una tabella vengono utilizzati come gli indici di un libro: per trovare i dati, infatti, il programma ricerca la loro posizione nell'indice. Quando esìste il rischio che il campo indice di due o più record contenga lo stesso valore, è possibile creare indici basati su più campi (multicampo) in modo che, se il primo indice è uguale, si possa operare la distinzione sul secondo o sui successivi. Per creare un indice a campo singolo è necessario seguire questa procedura: aprire una tabella in Visualizzazione Struttura; nella parte superiore della finestra, fare clic sul campo per il quale si desidera creare l'indice; nella sezione Proprietà campo (scheda Generale) fare clic sulla casella della proprietà Indicizzato, quindi scegliere No (Duplicati ammessi) oppure Sì (Duplicati non ammessi); dovremo scegliere Sì (Duplicati non ammessi) solo nel caso in cui abbiamo la certezza che in quel campo non saranno mai presenti due record contenenti gli stessi dati. Trovare un dato e sostituirlo Se vogliamo trovare un dato in una tabella di notevoli dimensioni, possiamo usare il comando Trova (gruppo Trova, scheda Home) per aprire la finestra Trova e sostituisci. Facciamo clic sulla linguetta della scheda Trova e: nella casella Trova: scriveremo il testo da cercare; in Cerca in: dovremo selezionare il campo in cui cercarlo; in Confronta: potremo scegliere fra tre possibilità: - Parte del campo; - Campo intero; - Inizio campo; nella successiva Cerca in: scegliere se eseguire TiUBM1 una ricerca in tutta la tabella oppure dal punto j corrente in su o in giù. 1*3 Cerca Sì campi come formattati 13 Cerca in campì come formattati S L ; ; _^ - -T! i ^"TtuBa J i!. Cliccando sul pulsante Trova successivo verrà individuata la cella che contiene il testo cercato. Nel caso in cui, trovato il dato, vogliamo sostituirlo con un altro, dovremo aprire la scheda Sostituisci della finestra Trova e sostituisci e operare come in precedenza dopo aver digitato il nuovo dato nella casella Sostituisci con:. Con il pulsante Sostituisci si sostituisce solo il primo dato trovato e con Sostituisci tutto si sostituiscono tutti i dati trovati nella tabella in base ai parametri assegnati. Stampare La stampa delle tabelle di Access viene utilizzata, in genere, a uso del progettista in quanto, come vedremo in seguito, i documenti di uscita vengono generati come report. Chiudere Access Quando vogliamo chiudere l'applicazione Access dobbiamo fare clic sul pulsante r^lshàaàctwsl che viene visualizzato in basso a destra nell'elenco a discesa quan-

14 U6; Sezione 3 II database Access in azienda do facciamo clic sul Pulsante Office; se ci sono dei database aperti, verranno chiusi insieme all'applicazione e se sono state apportate modifiche ci verrà chiesto di confermarne il salvataggio. Un altro modo per chiudere l'applicazione Access è quello di cliccare sul pulsante con l'icona a croce in alto a destra della finestra principale. focus sulla COMPETENZA RISOLVERE PROBLEMI. Apri i! database Comuni e Regioni e la tabella Comuni in Visualizzazione Foglio Dati poi esegui le seguenti operazioni. a. Allarga le colonne per evitare che le scritte siano troncate. b. Nascondi la colonna Provincia. e. Trova il comune Fiasco. d. Passa in Visualizzazione Struttura. e. Imposta la dimensione del campo GAP uguale a 5 (anziché 255). f. Imposta le caratteristiche del campo Comune in modo che il dato debba sempre essere inserito e la lunghezza non possa essere nulla. g. Salva le modifiche e salva il database con il nome Esercizio Comuni e Regioni RELAZIONI TRA TABELLE Le relazioni fra tabelle consentono di eliminare dati ridondanti che appesantiscono le tabelle e le rendono di difficile consultazione. ' _J Fornitoti \1 1D 1CASINI 2 VOLA I 3 JOHNSON 4 GONZALEZ j 5 AMATRUDA Città ~~Cogr,c:"ìe - 6 CABUTTi 7 CAVALLOTTO 8 DALESSANDRC ASSUERO ZECCA ABRAM 11 ADHAM 12 MUSSANO 13 TASSONE 14 VENTURA Nome ANNA ANNA MARIA ANNA MARIA ANNA RITA ANNUNCIATA ANTONELLA ANTONELLA BARBARA CARMEN CHIARA CHRISTINE CINZIA CINZIA 13/10/1948 Milano 06/11/1951 Torino 30/08/1353 Milano 17/09/1954 Torino 26/10/1954 Torino 13/02/1957 Torino 15/11/1957 Cuneo 20/02/1958 Torino 25/03/1958 Torino 13/04/1959 Torino 03/09/1959 Monza 09/08/1960 Milano 17/05/1963 Brescia 03/11/1963 Torino Componenti Cavi Attrezzi Cancelleria Computer : Stampanti Carta Inchiostro Registri Pannelli Pannelli Inchiostro Stampanti Pannelli - j Ponitori rof "mof 0-3 : Milano ^Torino Monza Brescia Cuneo : Genova..(?.$ Roma I Citta ' ' "-." Lombardia Piemonte Lombardia Lombardia Piemonte Liguria Lazio Distanza lao ; 640J *

15 Unità 1 Creare una base di dati Nel database Esempio fornitori immaginiamo di dover inserire altre notizie che riguardano la sede (per esempio la Regione e la distanza per quella località). Per fare ciò dovremmo aggiungere due campi, quindi due colonne alla tabella Fornitori e inserire questi nuovi dati in tutti i record. Online Approfondimento Un esempio completo: progettazione e tabelle correlate. Per evitare questa ripetizione di dati che aumenta la possibilità di errori materiali di digitazione, potremmo invece pensare di creare una nuova tabella Città in cui i nomi delle città stesse, le relative regioni e le distanze sono scritti una sola volta. Le due tabelle dovranno poi essere collegate da una relazione in modo che ogni volta che nella colonna Luogo di nascita è inserita una certa città, vengano individuati e resi disponibili nella seconda tabella i relativi dati (Regione e Distanza). Una relazione come quella, rappresentata in figura è del tipo uno a molti; a una località della tabella Città corrispondono infatti molti nomi della tabella Fornitori. omtori\ Città ;.. ÌD - ; Cognome " \e» Data dì nasc - ; Sede 3 JOHNSON ANNA MARIA 30/08/1953 Milano 4 GQNZALEZ ANNA FUTA 17/09/1954 Torino 5 AMATRUDA ANNUNZ1ATA 26/10/1954 Torino 6 CABUTTi ANTQNELLA 13/02/1957 Torino 7 CAVALLOTTO ANTONELLA 15/11/1957 Cuneo 8 DALESSANDRC ASSUERO 20/02/1958 Torino 9 ZECCA BARBARA 25/03/1958 Torino - j Categoria pi " i Componenti Cavi Attrezzi Cancelleria Computer Stampanti Carta Inchiostro Registri ili Fornitori ~j Città i :3 Eeperibilità id» Indirizzo - i Locali; 1*1 fnuovo) Telefono 1 - Telefono J282877S Per aggiungere invece notizie che riguardano ciascun fornitore (per esempio l'indirizzo e il Contatto telefonico) dovremo creare una tabella (che chiameremo Reperibilità con lo stesso numero di record della tabella Fornitori. Tra le due tabelle ci sarà quindi una relazione uno a uno perché a ogni elemento della prima corrisponde un solo elemento della seconda; osserviamo che in questo caso non sarebbe necessario creare una seconda tabella ma sarebbe sufficiente aggiungere dei campi alla prima. In genere la si crea ugualmente sia per problemi di riservatezza sia per non avere tabelle con un numero eccessivo di campi. Nel caso della figura, per esempio, i dati della tabella Reperibilità potrebbero non essere accessibili a tutti. Creazione ed eliminazione delle relazioni tra tabelle Per creare una relazione dovremo seguire questa procedura: * chiudere tutte le tabelle aperte; * fare clic sul pulsante Relazioni (gruppo Mostra/Nascondi, scheda Strumenti database); * se il database non dispone di relazioni definite, verrà automaticamente visualizzata la finestra di dialogo Mostra tabella. Se esistono già delle relazioni ed è necessario aggiungere altre tabelle da correlare, fare clic sul pulsante Mostra tabella

16 n 128: Sezione 3 II database Access in azienda sulla barra degli strumenti oppure scegliere Mostra tabella... dal menu Relazioni; fare doppio clic sui nomi delle tabelle che si desidera correlare (Fornitori, Città, Reperibilità) oppure selezionare tutti e tre i nomi (usando il tasto Maiuscole) e fare clic su Aggiungi, quindi chiudere la finestra di dialogo Mostra tabella; trascinare il campo che si desidera correlare da una tabella sul campo correlato nell'altra tabella. Quando eseguiamo questa ultima operazione trascinando per esempio il cam- Modifica reiezioni j Tabeb/suery; Tabsfa/ousrv corrdais: po Città della tabella Città sul campo correlato Sede della tabella Fornitori, si Città [rj Sede _j * 1 apre la finestra Modifica relazioni; in i m Tioojoin,,, j essa dobbiamo fare clic su Crea per generare la relazione voluta. Notiamo solo -1 Dsa^uovà,,,i L_J An*ca mtegrtig remrsnziate che in questa finestra i campi che abbiamo messo in relazione possono essere modificati e che viene indicato il tipo di relazione (in questo caso uno a molti). Posizionando opportunamente per trascinamento le finestre che rappresentano le tre tabelle vediamo che a questo punto compare la linea che rappresenta la relazione tra le tabelle Fornitori e Città. Dopo aver ripetuto il procedimento per correlare le tabelle Fornitori e Reperibilità con la relazione uno a uno tra i contatori ID avremo la situazione rappresentata in figura. Città Regione Distanza Fornitori i "m Cognome Nome Data di nascita Sede Categoria prodotte ~A \ Rsperìbìlità f IO JMMMHM Indirizzo località Codice postale Telefono 1 Telefono 2 Quando si chiude la finestra Relazioni, verrà richiesto se si desidera salvare il iayout e cioè la disposizione delle finestre che rappresentano le tabelle correlate. Le relazioni create verranno salvate comunque nel database, indipendentemente dal fatto che si salvi o meno il Iayout. Per eliminare una relazione fra tabelle dovremo portare il puntatore sulla linea spezzata che la rappresenta nella finestra Relazioni e fare clic per selezionarla, poi fare clic sul comando Elimina (gruppo Record, scheda Home) oppure fare clic con il tasto destro e scegliere Elimina.

17 129 Unità 1 Creare una base di dati Verrà visualizzata una finestra per confermare o meno l'eliminazione definitiva della relazione. Glossario Un indice univoco assicura che non vengano immessi duplicati nelle colonne su cui il vincolo viene posto. Sono ammessi i valori "Nuli" purché le righe siano univoche nella tabella. L'integrità referenziale è un sistema di regole che serve a garantire che le relazioni tra le righe in tabelle correlate siano valide e che i dati in relazione non vengano modificati o eliminati accidentalmente. Non è possibile, per esempio, eliminare una riga dalla tabella della chiave primaria se esistono righe che vi fanno riferimento in una tabella correlata. L'applicazione dell'integrità referenziale è possibile solo se le tabelle che abbiamo messo in relazione rispettano le regole dell'integrità: la colonna corrispondente della tabella primaria è una chiave primaria o ha un indice univoco impostato mediante la proprietà Indicizzato; le colonne correlate devono avere la stessa dimensione e lo stesso tipo di dati; entrambe le tabelle devono appartenere allo stesso database. Se alla relazione uno a uno tra le tabelle Fornitori e Reperibilità viene applicata l'integrità referenziale selezionando l'opzione Applica integrità referenziale nella finestra Modifica relazioni, compariranno accanto alla linea che rappresenta la relazione due numeri 1 come in figura. Vedremo in seguito come utilizzare le relazioni che abbiamo applicato alle nostre tabelle del database di esempio. Fornitori t ^ ID Cognome ~~v Nome \J. Data di nascita Sede Categoria prodotte* Reperibilità f ID Indirizzo Località Codice postale Telefono i Telefono 2 Il database con le relazioni descritte è stato salvato con il nome Esempio fornitori 2. COMPETENZA SINTETIZZARE E SCHEMATIZZARE ATTRAVERSO L'USO DI MAPPE CONCETTUALI TABELLA È l'oggetto di Access in cui vengono archiviati i dati, contiene un numero anche molto elevato di record e ciascun record è formato da un numero finito di campi. CHIAVE PRIMARIA Un campo può essere definito come Chiave primaria quando siamo sicuri che in esso non ci saranno mai due dati uguali; la chiave primaria serve per identificare in modo univoco un record. INDICE Un campo può essere "indicizzato" per rendere più rapide le ricerche; se pensiamo di eseguire ricerche imponendo condizioni su più di un campo possiamo creare più campi indicizzati. Poiché l'indicizzazione rallenta l'aggiornamento o l'aggiunta dei dati è bene indicizzare un campo solo se pensiamo di effettuare abitualmente ricerche o ordinamenti su quel campo. INTEGRITÀ REFERENZIALE Un campo può essere definito come Chiave primaria quando siamo sicuri che in esso non ci saranno mai due dati uguali; la chiave primaria serve per identificare in modo univoco un record.

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100 Gestione degli Ordini Indice generale Gestione degli Ordini...1 Introduzione...1 Associare una Casa Editrice ad un Distributore...1 Creazione della scheda cliente nella Rubrica Clienti...2 Inserimento

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

Primi passi con ChemGes

Primi passi con ChemGes Descrizione Primi passi con ChemGes DR Software Version 40.0 Sommario Introduzione... 1 Start del programma... 1 Ricercare e visualizzare delle sostanze... 1 Immissione di materie prime... 4 Immissione

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

ARGO SCUOLANEXT MANUALE UTENTE. Accesso Docente. Manuale d uso Rev. 11/07/2013. Pagina 1 di 56

ARGO SCUOLANEXT MANUALE UTENTE. Accesso Docente. Manuale d uso Rev. 11/07/2013. Pagina 1 di 56 Accesso Docente Manuale d uso Rev. 11/07/2013 Pagina 1 di 56 Sommario Premessa...5 Profili di Accesso ai servizi...5 Profilo Docente...6 Accesso...6 Area Registri...7 Registro di Classe...7 Scheda 1: Il

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

FileMaker Pro 10. Esercitazioni

FileMaker Pro 10. Esercitazioni FileMaker Pro 10 Esercitazioni 2007-2009 FileMaker, Inc., tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker, il logo della cartella dei file, Bento

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli