IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE"

Transcript

1 D.M. 6 agosto Approvazione del disciplinare di produzione a denominazione di origine controllata dell olio extravergine di oliva «Umbria», riconosciuto in ambito U.E. come denominazione di origine protetta. (pubbl. in Gazz. Uff. n. 193 del 20 agosto 1998). IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 169, relativa alla disciplina per il riconoscimento della denominazione di origine controllata degli oli di oliva vergini ed extra-vergini; Visto il decreto ministeriale 4 novembre 1993, n. 573, recante norme di attuazione della citata legge; Visto il regolamento (CEE) n. 2081/92 del Consiglio concernente la protezione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei prodotti agricoli e alimentari; Visto il regolamento (CE) n. 2325/97 della Commissione relativo alla registrazione della denominazione di origine protetta dell olio extravergine di oliva «Umbria» ai sensi dell art 17 del predetto regolamento (CEE) n. 2081/92, in quanto denominazione consacrata dall uso e preesistente l entrata in vigore della normativa comunitaria di settore; Considerato che l art. 4, comma 2, della legge 5 febbraio 1992, n. 169, sopracitata prevede che il riconoscimento delle denominazioni di origine e l approvazione dei relativi disciplinari di produzione vengano effettuati con decreto del Ministro dell agricoltura e delle foreste anche per dare adeguata informazione agli interessati; Visto il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143, che istituisce il Ministero per le politiche agricole in qualità di centro di riferimento degli interessi nazionali in materia di politiche agricole, forestali e agroalimentari con particolare riguardo alla attribuzione di compiti di tutela della qualità dei prodotti agroalimentari; Considerato che la denominazione di origine protetta «Umbria» per l olio extravergine di oliva è stata registrata ai sensi del richiamato regolamento della Commissione n del 24 novembre 1997, nel quadro della procedura semplificata dell art. 17, regolamento (CEE) n. 2081/92, e che tale procedura non prevede la pubblicazione del relativo disciplinare di produzione, nella Gazzetta Ufficiale dell Unione europea; Ritenuto che, in considerazione di quanto esposto, sussista l esigenza impellente di pubblicare nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana il disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata per l olio extravergine di oliva «Umbria» affinché le disposizioni, contenute nel disciplinare di produzione approvato in sede comunitaria, siano accessibili, per informazione erga-omnes, sul territorio italiano; Decreta Articolo unico Il disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata «Umbria» registrata in sede comunitaria, nell ambito delle «Denominazioni di origine protetta» dell Unione europea, riservata all olio extra-vergine di oliva, con

2 regolamento (CE) n. 2325/97 della Commissione dell Unione europea, è riportato in allegato al presente decreto e ne costituisce parte integrante. I produttori che intendano porre in commercio l olio extravergine di oliva con la denominazione di origine controllata «Umbria» possono utilizzare, in sede di presentazione e designazione del prodotto, anche la menzione «Denominazione di origine protetta» in conformità dell art. 8 del regolamento (CEE) n. 2081/92 e sono tenuti al rispetto di tutte le condizioni previste dalla normativa vigente in materia. ALLEGATO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA «UMBRIA». 1. Denominazione La denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata obbligatoriamente da una delle seguenti menzioni geografiche: «Colli Assisi- Spoleto», «Colli Martani», «Colli Amerini», «Colli del Trasimeno», «Colli Orvietani» è riservata all olio extravergine di oliva rispondente alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel presente disciplinare di produzione. 2. Varietà di olivo 1. La denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Assisi-Spoleto» è riservata all olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo: Moraiolo in misura non inferiore al 60%; Leccino e Frantoio, presenti da sole o congiuntamente, in misura non superiore al 30%. Possono, altresì, concorrere altre varietà fino al limite massimo del 10%. 2. La denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Martani» è riservata all olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo: Moraiolo in misura non inferiore al 20%; S. Felice, Leccino e Frantoio, presenti da sole o congiuntamente, in misura non inferiore all 80%. Possono, altresì, concorrere altre varietà fino al limite massimo del 10%. 3. La denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Amerini» è riservata all olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo: Moraiolo in misura non inferiore al 15%; Rajo, Leccino e Frantoio, presenti da sole o congiuntamente, in misura non superiore all 85%. Possono concorrere altre varietà fino al limite massimo del 10%. 4. La denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli del Trasimeno» è riservata all olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo: Moraiolo e Dolce Agocia in misura non inferiore al 15%; Frantoio e Leccino congiuntamente in misura non inferiore al 65%. Possono, altresi, concorrere altre varietà fino al limite massimo del 20%. 5. La denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Orvietani» è riservata all olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo:

3 Moraiolo in misura non inferiore al 15%; Frantoio in misura non superiore al 30%; Leccino in misura non superiore al 60%. Possono, altresì, concorrere altre varietà fino al limite massimo del 20%. 3. Zona di produzione 1. La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell olio accompagnata dalla menzione geografica, «Colli Assisi-Spoleto» comprende i territori amministrativi dei seguenti comuni della regione Umbria: Gubbio, Scheggia e Pascelupo, Costacciaro, Sigillo, Fossato di Vigo, Gualdo Tadino, Valfabbrica, Assisi, Spello, Valtopina, Foligno, Trevi, Sellano, Campello sul Clitunno, Spoleto (la parte ad est della s.s. n. 3 Flaminia), Scheggino, S. Anatolia di Narco, Vallo di Nera, Cerreto di Spoleto, Preti, Norcia, Cascia, Poggiodomo, Monteleone, Montefranco, Arrone, Pelino, Ferentillo, Terni, Stroncone. 2. La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell olio accompagnata dalla menzione geografica, «Colli Martani» comprende i territori amministrativi dei seguenti comuni della regione Umbria: Acquasparta, Spoleto (la parte ad ovest della s.s. n. 3 Flaminia), Massa Martana, Tedi, Castel Ritaldi, Giano dell Umbria, Montefalco, Gualdo Cananeo, Collazzone, Bevagna, Cannara, Bellona, Deruta, Torgiaruo, Bastia Umbra. 3. La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell olio accompagnata dalla menzione geografica «Colli Amerini» comprende i territori amministrativi dei seguenti comuni della regione Umbria: Calvi, Otricoli, Narni, Amelia, Penna in Teverina, Giove, Attigliano, Lugnano in Teverina, Alviano, Guardea, San Gemini, Montecastrilli, Avigliano. 4. La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell olio accompagnata dalla menzione geografica «Colline del Trasimeno» comprende i territori amministrativi dei seguenti comuni della regione Umbria: Perugia, Piegaro, Padano, Panicale, Castiglione del Lago, Magione, Tuoro sul Trasimerno, Passignano sul Trasimeno, Lisciano Nicconè, Umbertide, Città di Castello, Monte S. Maria, Tiberina, Cordano, Citerna, San Giustino, Montone, Pietralunga. 5. La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell olio accompagnata dalla menzione geografica «Colli Orvietani» comprende i territori amministrativi dei seguenti comuni della regione Umbria: Montecchio, Baschi, Orvieto, Porano, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Allerona, Ficulle, Parrano, San Venanzio, Monteleone d Orvieto, Fabbro, Montegabbione, Montecastello di Vibio, Fratta Todina, Marsciano, Città della Pieve. 4. Caratteristiche di coltivazione 1. Le condizioni ambientali e di coltura degli oliveti destinati alla produzione dell olio extravergine di oliva di cui all art. 1 devono essere quelle tradizionali e caratteristiche della zona e, comunque, atte a conferire alle olive ed all olio derivato le specifiche caratteristiche qualitative. I sesti di impianto, le forme di allevamento ed i sistemi di potatura devono essere quelli tradizionalmente usati o, comunque, atti a non modificare le caratteristiche delle olive e dell olio.

4 2. Per la produzione dell olio extravergine d oliva a denominazione di origine controllata «Umbria», accompagnata dalla menzione geografica «Colli Assisi- Spoleto» sono da considerarsi idonei gli oliveti compresi nella zona di produzione descritta al punto 1) dell art. 3 posti nella zona geografica caratterizzata da una piovosità media annua pari a mm 981 e una temperatura media annua compresa tra 13,4+/- 6 C., i cui terreni siano derivati dalla disgregazione meccanica di calcari sopracretacei con formazione del tipo denominato «renano» in cui prevale lo scheletro mescolato a terra rossa o terra bruna, o formati da terre brune azonali derivanti dalla alterazione di calcari marnosi, di buona struttura e fertilità. La difesa fitosanitaria degli oliveti deve essere effettuata secondo le modalità definite dai programmi di lotta guidata. 3. Per la produzione dell olio extravergine d oliva a denominazione di origine controllata «Umbria», accompagnata dalla menzione geografica «Colli Martani» sono da considerarsi idonei gli oliveti collinari compresi nella zona di produzione descritta al punto 2) dell art. 3 posti nella zona geografica caratterizzata da una piovosità media annua pari a mm 892 con valori massimi in autunno inverno e una temperatura media annua compresa tra 14 +/- 5,4 C, i cui terreni siano costituiti da una serie di conglomerati, sabbie ed argille, con prevalenza dei costituenti silicei, generalmente dotati di calcare e prevalentemente sciolti. La difesa fitosanitaria degli oliveti deve essere effettua secondo le modalità definite dai programmi di lotta guidata. La difesa fitosanitaria degli oliveti deve essere effettuata secondo le modalità definite dai programmi di lotta guidata. 4. Per la produzione dell olio extravergine d oliva a denominazione di origine controllata «Umbria», accompagnata dalla menzione geografica «Colli Amerini» sono da considerarsi idonei gli oliveti compresi nella zona di produzione descritta al punto 3) dell art. 3 posti nella zona geografica caratterizzata da una piovosità media annua pari a mm 927 e una temperatura media annua compresa tra 14,4+/- 5,6 C, i cui terreni siano situati nelle colline derivanti dalla erosione dei sedimenti del Villafranchiano e siano di natura arenacea, sabbiosi e marnoso-arenacei, con presenza alle falde dei rilievi rocciosi del miocene di terreni detritici, sciolti ad alto contenuto di scheletro. La difesa fitosanitaria degli oliveti deve essere effettuata secondo le modalità definite dai programmi di lotta guidata. 5. Per la produzione dell olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria», accompagnata dalla menzione geografica «Colline del Trasimeno» sono da considerarsi idonei gli oliveti compresi nella zona di produzione descritta al punto 4) dell art. 3 posti nella zona geografica caratterizzata da una piovosità media annua pari a mm 873 e una temperatura media annua compresa tra 12,9 +/- 5,7 C, i cui terreni siano di colore bruno, ad alto contenuto in silice e con la presenza alternata di calcari marnosi, provenienti dal disfacimento dei grossi banchi di arenaria oligocenica, di buona struttura e tendenzialmente sciolti, o posti in collina e derivanti dai depositi del Villafranchiano in cui la sabbia è mescolata a marne calcaree con la formazione di terreni di medio impasto. La difesa fitosanitaria degli oliveti deve essere effettuata secondo le modalità definite dai programmi di lotta guidata. 6. Per la produzione dell olio extravergine d oliva a denominazione di origine controllata «Umbria», accompagnata dalla menzione geografica «Colli Orvietani» sono da considerarsi idonei gli oliveti compresi nella zona di produzione descritta al punto 5) dell art. 3 posti nella zona geografica caratterizzata da una piovosità media annua pari a mm 850 e una temperatura media annua compresa tra 14,1 +/- 5,5 C, i cui terreni siano situati nelle colline derivanti dalla erosione dei sedimenti del Villafranchiano e sono di natura arenacea, sabbiosi e marnoso-

5 arenacei, con alle falde dei rilievi rocciosi del Miocene presenza di terreni detritici, sciolti ad alto contenuto di scheletro. La difesa fitosanitaria degli oliveti deve essere effettuata secondo le modalità definite dai programmi di lotta guidata. 7. La raccolta delle olive destinate alla produzione dell olio extra-vergine di oliva a denominazione di origine di cui all art. 1 deve essere effettuata a partire entro il 15 gennaio di ogni anno. 7.a) La produzione massima di olive degli oliveti destinati alla produzione accompagnata dalla menzione geografica «Colli Assisi-Spoleto» non può superare kg per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 21%. 7.b) La produzione massima di olive degli oliveti destinati alla produzione accompagnata dalla menzione geografica «Colli Martani» non può superare kg per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 19%. 7.c) La produzione massima di olive degli oliveti destinati alla produzione accompagnata dalla menzione geografica «Colli Amerini» non può superare kg per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 17%. 7.d) La produzione massima di olive degli oliveti destinati alla produzione accompagnata dalla menzione geografica «Colli del Trasimeno» non può superare kg per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 17%. 7.e) La produzione massima di olive degli oliveti destinati alla produzione accompagnata dalla menzione geografica «Colli Orvietani» non può superare kg per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 17%. 8. Anche in annate eccezionalmente favorevoli la resa dovrà essere riportata attraverso accurata cernita purché la produzione globale non superi di oltre il 20% i limiti massimi sopra indicati. 9. La denuncia di produzione delle olive deve essere presentata secondo le procedure previste dal decreto ministeriale 4 novembre 1993, n. 573, in unica soluzione. 9.a) Alla presentazione della denuncia di produzione delle olive e della richiesta di certificazione di idoneità del prodotto, il richiedente deve allegare la certificazione rilasciata dalle associazioni dei produttori olivicoli ai sensi dell art. 5, punto 2, lettera a), della legge 5 febbraio 1992, n. 169, comprovante che la produzione e la trasformazione delle olive sono avvenute nella zona delimitata dal disciplinare di produzione. 5.Modalità di oleificazione l. La zona di oleificazione dell olio extra vergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Assisi-Spoleto» comprende l intero territorio amministrativo dei comuni indicati al punto 1 dell art a) La zona di oleificazione dell olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli

6 Amorini» comprende l intero territorio amministrativo dei comuni indicati al punto 2 dell art b) La zona di oleificazione dell olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Martani» comprende l intero territorio amministrativo dei comuni indicati al punto 3 dell art c) La zona di oleificazione dell olio extra vergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli del Trasimeno» comprende l intero territorio amministrativo dei comuni indicati al punto 4 dell art d) La zona di oleificazione dell olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Orvietani» comprende l intero territorio amministrativo dei comuni indicati al punto 5 dell art È in facoltà del Ministro delle risorse agricole, alimentari e forestali consentire che le suddette operazioni di oleificazione siano effettuate anche in stabilimenti siti nelle immediate vicinanze dei territori previsti nei precedenti commi 1), 1,a), 1.b), l.c). l.d), purché sia dimostrata la tradizionalità di tali operazioni solo per le olive prodotte negli oliveti di pertinenza dell azienda medesima, sentita di volta in volta la locale camera di commercio in ordine alla tradizionalità di tale operazione e previo parere della regione Umbria e del Comitato nazionale per la tutela delle D.O.C, degli oli di oliva vergini ed extravergini. 3. La raccolta delle olive destinate alla produzione dell olio extra-vergine di oliva a denominazione di origine di cui all art. 1, può avvenire con mezzi meccanici o per brucatura. 4. Per l estrazione dell olio extravergine di oliva di cui all art. 1 sono ammessi soltanto i processi meccanici e fisici atti a garantire l ottenimento di oli senza alcuna alterazione delle caratteristiche qualitative contenute nel frutto. 6. Caratteristiche al consumo 1. All atto dell immissione al consumo l olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Assisi-Spoleto» deve rispondere alle seguenti caratteristiche: - colore: dal verde al giallo; - odore: fruttato forte; - sapore: fruttato con forte sensazione di amaro e piccante; - acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a - acido oleico 82%; - polifenoli totali 150ppm. 2. All atto dell immissione al consumo l olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Martani» deve rispondere alle seguenti caratteristiche: - colore: dal verde al giallo; - odore: fruttato medi/forte; - sapore: fruttato con forte o media sensazione di amaro e piccante;

7 - acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a - acido oleico 82%; - polifenoli totali 125ppm. 3. All atto dell immissione al consumo l olio extravergine di oliva a dominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Amerini» deve rispondere alle seguenti caratteristiche: - colore: dal verde al giallo; - odore: fruttato medio; - sapore: fruttato con media o leggera sensazione di amaro e piccante; - acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a - acido oleico 82%; - polifenoli totali l00ppm. 4. All atto dell immissione al consumo l olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli del Trasimeno» deve rispondere alle seguenti caratteristiche: - colore: dal verde al giallo dorato; - odore: fruttato medio/leggero; - sapore: fruttato con media o leggera sensazione di amaro e piccante; - acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a - acido oleico 81%; - polifenoli totali l00ppm. 5. All atto dell immissione al consumo l olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata «Umbria» accompagnata dalla menzione geografica «Colli Orvietani» deve rispondere alle seguenti caratteristiche: - colore: dal verde al giallo; - odore: fruttato medio; - sapore: fruttato con media sensazione di amaro e piccante; - acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non superiore a - acido oleico 82%; - polifenoli totali l00ppm.

8 6. Altri parametri non espressamente citati devono essere conformi alla attuale normativa U.E. 7. In ogni campagna olearia il Consorzio di tutela individua e conserva in condizioni ideali un congruo numero di campioni rappresentativi degli oli di cui all art. 1 da utilizzare come standard di riferimento per l esecuzione dell esame organolettico. 8. È in facoltà del Ministro delle risorse agricole, alimentari e forestali di modificare con proprio decreto i limiti analitici soprariportati. 9. La designazione degli oli alla fase di confezionamento deve essere effettuata solo a.seguito dell espletamento della procedura prevista dal decreto ministeriale 4 novembre 1993, n. 573, in ordine agli esami chimicofisici ed organolettici. 7. Designazione e presentazione 1. Alla denominazione di origine controllata di cui all art. 1 è vietata l aggiunta di qualsiasi qualificazione non espressamente prevista dal presente disciplinare di produzione ivi compresi gli aggettivi: «fine», «scelto», «selezionato», «superiore». 2. È consentito l uso veritiero di nomi, ragioni sociali, marchi privati purché non abbiano significato laudativo o non siano tali da trarre in inganno il consumatore. 3. L uso di nomi di aziende, tenute, fattorie e loro localizzazione territoriale, nonché il riferimento al confezionamento nell azienda olivicola o nell associazione di aziende olivicole o nell impresa olivicola situate nell area di produzione è consentito solo se il prodotto è stato ottenuto esclusivamente con olive raccolte negli oliveti facenti parte dell azienda e se l oleificazione e il confezionamento sono avvenuti nell azienda medesima. 4. Le operazioni di confezionamento dell olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata di cui all art. 1 devono avvenire nell ambito della regione Umbria. 5. Ogni menzione geografica, autorizzata all art. 1 del presente disciplinare, deve essere riportata in etichetta con dimensione non superiore a quella dei caratteri con cui viene indicata la denominazione di origine controllata «Umbria». 6. L uso di altre indicazioni geografiche consentite ai sensi dell art. 1, punto 2, del decreto ministeriale 4 novembre 1993, n. 573, riferite a comuni, frazioni, tenute, fattorie da cui l olio effettivamente deriva deve essere riportato in caratteri non superiori alla metà di quelli utilizzati per la designazione della denominazione di origine controllata di cui all art Il nome della denominazione di origine controllata di cui all art. 1 deve figurare in etichetta con caratteri chiari ed indelebili con colorimetria di ampio contrasto rispetto al colore dell etichetta e tale da poter essere nettamente distinto dal complesso delle indicazioni che compaiono su di essa. La designazione deve altresì rispettare le norme di etichettatura previste dalla vigente legislazione. 8. L olio extravergine di oliva di cui all art. 1 deve essere immesso al consumo in recipienti di capacità non superiore a litri 5 in vetro o in banda stagnata. 9. È obbligatorio indicare in etichetta l annata di produzione delle olive da cui l olio è ottenuto.

Relazione della 1 Commissione Consiliare Permanente

Relazione della 1 Commissione Consiliare Permanente Atti Consiliari ATTO N. SOOIBIS Relazione della 1 Commissione Consiliare Permanente AFFARI ISTITUZIONALI, PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, FINANZE E PATRIMONIO, ORGANIZZAZIONE E PERSONALE, ENTI LOCALI Relatore

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Umbria a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata DM 6 agosto 1998 GURI n. 193 del 20 agosto 1998 (Iscrizione nel "Registro delle denominazioni

Dettagli

Disciplinare di produzione della DOP «Umbria» ART. 1 (denominazione)

Disciplinare di produzione della DOP «Umbria» ART. 1 (denominazione) Disciplinare di produzione della DOP «Umbria» ART. 1 (denominazione) La denominazione di origine protetta "Umbria", accompagnata obbligatoriamente da una delle seguenti menzioni geografiche: "Colli Assisi

Dettagli

AREE DI COORDINAMENTO TERRITORIALE EMERGENZE TIPO "A" - "B"

AREE DI COORDINAMENTO TERRITORIALE EMERGENZE TIPO A - B CONSULTA REGIONALE DEL ATO DI REGIONE UMBRIA AREE DI COORDINAMENTO TERRITORIALE EMERGENZE TIPO "A" - "B" AREA 1 AREA 2 AREA 3 N. 19 00.VV. PRESENTI DI CUI 15 ISCRITTE CONSULTA N. 21 00.VV. PRESENTI DI

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2007

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2007 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 ALTO CHIASCIO Comuni di: COSTACCIARO, GUBBIO, PIETRALUNGA, SCHEGGIA E PASCELUPO VALTOPINA Comuni di: FOLIGNO, FOSSATO DI VICO, GUALDO TADINO, NOCERA UMBRA, SIGILLO,

Dettagli

Consiglio Regionale :5,- +.,h<y

Consiglio Regionale :5,- +.,h<y b REGIONE DELL-UMBRIA :5,- +.,h

Dettagli

Zonizzazione. Allegato 1

Zonizzazione. Allegato 1 Zonizzazione Allegato 1 La classificazione delle aree rurali dell Umbria La conoscenza della varietà delle condizioni sociali, economiche ed ambientali del territorio regionale rappresenta un aspetto prioritario

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA - Serie Generale - N. 27

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA - Serie Generale - N. 27 20-5-2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA - Serie Generale - N. 27 67 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 aprile 2015, n. 576. Legge 9 dicembre 1998, n. 431/98 e succ. mod. ed integr. art.

Dettagli

RILEVAZIONE STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI PER ANZIANI

RILEVAZIONE STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI PER ANZIANI RILEVAZIONE STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI PER ANZIANI PRESENTI SUL TERRITORIO REGIONALE AL 31 DICEMBRE 2009 Coerentemente con l obiettivo di qualificare la rete dei servizi dedicata alla popolazione anziana,

Dettagli

Rifiuti urbani nella Regione Umbria - anno 2007 Produzione, Raccolta differenziata, sistemi di raccolta e impianti di destinazione.

Rifiuti urbani nella Regione Umbria - anno 2007 Produzione, Raccolta differenziata, sistemi di raccolta e impianti di destinazione. Rifiuti urbani nella Regione Umbria - anno 2007 Produzione, Raccolta differenziata, sistemi di raccolta e impianti di destinazione. Documento Tecnico Agosto 2008 Pag / indice 1. Rifiuti urbani anno 2007

Dettagli

IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE

IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE D. M. 4 settembre 1998. Decreto Ministeriale 4 settembre 1998. Annessione al disciplinare di produzione della denominazione e di origine controllata dell'olio extravergine di oliva «Terra di Bari». (pubbl.

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva " ALTO CROTONESE " a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva  ALTO CROTONESE  a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva " ALTO CROTONESE " a Denominazione di Origine Controllata L'indice è vuoto perché non stai utilizzando gli stili paragrafo selezionati nelle impostazioni

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A NETTUNO

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A NETTUNO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA NETTUNO Progetto Agricoltura Qualità ARSIAL 1 ART. 1 La denominazione di origine controllata Nettuno è riservata ai vini: Nettuno

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "VALLE DEL BELICE" a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva VALLE DEL BELICE a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "VALLE DEL BELICE" a Denominazione di Origine Controllata Decreto 2 settembre 2004. (pubbl. in Gazz. Uff. n. 223 del 22 settembre 2004). Art 1.

Dettagli

Spett. ENEL Distribuzione Spa. eneldistribuzione@pec.enel.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it

Spett. ENEL Distribuzione Spa. eneldistribuzione@pec.enel.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Spett. ENEL Distribuzione Spa eneldistribuzione@pec.enel.it p.c. Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di protocollo informatico della Regione Umbria Provincia

Dettagli

Comune di Città di Castello comune.cittadicastello@postacert.umbria.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.

Comune di Città di Castello comune.cittadicastello@postacert.umbria.it. p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria. Comune di Città di Castello comune.cittadicastello@postacert.umbria.it p.c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Comune di Acquasparta

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

EDIZIONE STRAORDINARIA. Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 39 - Numero 51 REPUBBLICA ITALIANA DELLA

EDIZIONE STRAORDINARIA. Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 39 - Numero 51 REPUBBLICA ITALIANA DELLA EDIZIONE STRAORDINARIA Spedizione in abbonamento postale Parti I-II (Serie generale) Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza Anno 39 - Numero 51 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2009

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2009 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 ALTO CHIASCIO Comuni di: COSTACCIARO, GUBBIO, PIETRALUNGA, SCHEGGIA E PASCELUPO VALTOPINA Comuni di: FOLIGNO, FOSSATO DI VICO, GUALDO TADINO, NOCERA UMBRA, SIGILLO,

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA "VALLI TRAPANESI". Art. 1 ( denominazione )

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA VALLI TRAPANESI. Art. 1 ( denominazione ) MODULARIO R.A.A.F. 93 A-írJ^ç, Moo. 7 S.G. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA "VALLI TRAPANESI". Art. 1 ( denominazione ) La denominazione

Dettagli

BANCA DATI G.I.S. DEI SITI INDUSTRIALI DISMESSI

BANCA DATI G.I.S. DEI SITI INDUSTRIALI DISMESSI REGIONE UMBRIA Direzione Ambiente, Territorio e Infrastrutture Servizio Informatico/Informativo: geografico, ambientale e territoriale BANCA DATI G.I.S. DEI SITI INDUSTRIALI DISMESSI Gruppo di lavoro:

Dettagli

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. Conoscere. l Umbria. contiene cd-rom. Anno n. 12

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. Conoscere. l Umbria. contiene cd-rom. Anno n. 12 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Conoscere l Umbria contiene cd-rom Anno 2008 - n. 12 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Conoscere l Umbria Anno

Dettagli

La conservazione dei Beni Culturali tra pubblico e privato. Andrea Orlandi, Francesca Ceccacci, Francesca Menichelli

La conservazione dei Beni Culturali tra pubblico e privato. Andrea Orlandi, Francesca Ceccacci, Francesca Menichelli La conservazione dei Beni Culturali tra pubblico e privato Andrea Orlandi, Francesca Ceccacci, Francesca Menichelli Perugia, 22 marzo 2013 Gli anni Settanta: gli antefatti La nascita della Regione si intreccia

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2008

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2008 ARRONE CONSORZIO DEL PARCO FLUVIALE DEL NERA AGRO BIO FOREST CONSORZIO AGRO-FORESTALE MONTI DEL NERA Consorzio 3.000 3,88 ARRONE CONSORZIO DEL PARCO FLUVIALE DEL NERA SIR UMBRIA - CONSORZIO PER IL SISTEMA

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A CORI

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A CORI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA CORI Progetto Agricoltura Qualità ARSIAL 1 ART. 1 La denominazione di origine controllata «Cori» è riservata al vino bianco

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITÀ AGROALIMENTARE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITÀ AGROALIMENTARE

Dettagli

CORCIANO COSTACCIARO DERUTA FOLIGNO

CORCIANO COSTACCIARO DERUTA FOLIGNO b BASTIA UMBRA BETTONA info@comune.bastia.pg.it segreteria@comune.bettona.pg.it CORCIANO COSTACCIARO d info@comune.corciano.pg.it info@comunecostacciaro.it BEVAGNA DERUTA info@comune.bevagna.pg.it segretario@comune.deruta.pg.it

Dettagli

ABI cedente CAB cedente Denominazione Cedente ABI ricevente CAB nuovo

ABI cedente CAB cedente Denominazione Cedente ABI ricevente CAB nuovo ABI cedente CAB cedente Denominazione Cedente ABI ricevente CAB nuovo 06315 21801 SPOLETO - PIAZZA GARIBALDI 03069 21811 06315 72510 ACQUASPARTA 03069 72510 06315 38450 BASTARDO DI GIANO DELL'UMBRIA 03069

Dettagli

Osservatorio Tariffe e Tributi Locali

Osservatorio Tariffe e Tributi Locali Regione Umbria Giunta Regionale Direzione regionale Risorsa Umbria. Federalismo, risorse finanziarie, umane e strumentali Servizio Commercio e Tutela dei Consumatori Associazioni dei Consumatori Regione

Dettagli

Disciplinare di produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita Brunello di Montalcino Art. 1 Art. 2 Art. 3

Disciplinare di produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita Brunello di Montalcino Art. 1 Art. 2 Art. 3 Disciplinare di produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita Brunello di Montalcino Decreto 19/5/1998 G.U. n 133 del 10/6/1998 Art. 1 La denominazione di origine controllata e

Dettagli

CONSORZIO DI TUTELA DELL OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA VENETO D.O.P.

CONSORZIO DI TUTELA DELL OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA VENETO D.O.P. CONSORZIO DI TUTELA DELL OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA VENETO D.O.P. OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA Reg. CE 510/06 VENETO VALPOLICELLA VENETO EUGANEI E BERICI VENETO DEL GRAPPA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA VENETO

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ DECRETO 21 luglio 2009. Conferimento a «Valoritalia società per la certificazione delle qualità e delle produzioni vitivinicole italiane S.r.l.», dell incarico a svolgere le funzioni di controllo previste

Dettagli

3.3 Sintesi della situazione ambientale a livello di aree

3.3 Sintesi della situazione ambientale a livello di aree 3.3 Sintesi della situazione ambientale a livello di aree L Autorità Ambientale,considerato che, sia nel DOCUP che nel Complemento di Programmazione non è stato individuato nessun criterio relativo alla

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE DELL UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE DELL UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 31 del 30 luglio 2003 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Perugia REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

umbria+ energia pulita e intelligente por fesr 2007-2013 - asse iii

umbria+ energia pulita e intelligente por fesr 2007-2013 - asse iii umbria+ energia pulita e intelligente por fesr 2007-2013 - asse iii u mbria+ Energia pulita e intelligente Garantire alle generazioni future la qualità della vita e dell ambiente in cui vivere vuol dire

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA BRINDISI

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA BRINDISI A NNESSO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA BRINDISI Articolo 1 (denominazione e vini) La denominazione di origine controllata «Brindisi» è riservata ai vini, che

Dettagli

CARTE DEI SERVIZI IN UMBRIA INDAGINE REALIZZATA DA ADICONSUM/ CODACONS/ FEDERCONSUMATORI/ MDC

CARTE DEI SERVIZI IN UMBRIA INDAGINE REALIZZATA DA ADICONSUM/ CODACONS/ FEDERCONSUMATORI/ MDC CARTE DEI SERVIZI IN UMBRIA INDAGINE REALIZZATA DA ADICONSUM/ CODACONS/ FEDERCONSUMATORI/ MDC DENOMINAZIONE CONSORZI / SOCIETA' DENOMINAZIONE AMMINISTRAZIONE TIPO CODICE NOTE NOTE COMUNE DI TODI 3A- PARCO

Dettagli

Umbria. I Quaderni di Unioncamere. Supplemento n. 2 all Osservatorio Economico Regionale n. 1/2006 - Spedizione in abbonamento postale 50%

Umbria. I Quaderni di Unioncamere. Supplemento n. 2 all Osservatorio Economico Regionale n. 1/2006 - Spedizione in abbonamento postale 50% La domanda dei servizi di trasporto e logistica in Umbria 30 I Quaderni di Unioncamere Umbria Supplemento n. 2 all Osservatorio Economico Regionale n. 1/2006 - Spedizione in abbonamento postale 50% DIRETTORE

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009 CITTA' DI CASTELLO ALTO TEVERE UMBRO SIR UMBRIA - CONSORZIO PER IL SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE Consorzio 4.515,38 1,54 % CITTA' DI CASTELLO ALTO TEVERE UMBRO S.I.L. Soggetto Intermediario Locale Appennino

Dettagli

Coldiretti Regionale Via Settevalli, 131/F Perugia p.c.

Coldiretti Regionale Via Settevalli, 131/F Perugia p.c. Coldiretti Regionale Via Settevalli, 131/F 06129 Perugia umbria@pec.coldiretti.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di protocollo informatico della Regione

Dettagli

Provincia di Perugia Provincia di Terni

Provincia di Perugia Provincia di Terni Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ

IL DIRETTORE GENERALE DEL CONTROLLO DELLA QUALITÀ E DEI SISTEMI DI QUALITÀ DECRETO 21 luglio 2009. Conferimento a «Toscana CertiÞ cazione Agroalimentare S.r.l.», in breve «TCA S.r.l.», dell incarico a svolgere le funzioni di controllo previste dall articolo 48 del Regolamento

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A APRILIA

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A APRILIA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA APRILIA Progetto Agricoltura Qualità ARSIAL 1 ART. 1 La denominazione di origine controllata «Aprilia» è riservata ai vini

Dettagli

Acqua: Quadro ambientale dei principali laghi umbri

Acqua: Quadro ambientale dei principali laghi umbri ALLEGATO 2a Acqua: Quadro ambientale dei principali laghi umbri Il Lago di Piediluco Il lago di Piediluco occupa, nella sua configurazione attuale, una erficie pari a 1.822 km 2, compresa interamente nella

Dettagli

Consiglio delle Autonomie Locali dell Umbria

Consiglio delle Autonomie Locali dell Umbria Consiglio delle Autonomie Locali dell Umbria (L.r.34/1998 art.123 u.comma Cost.) Osservatorio Regionale sulla Misurazione degli E.E.L.L. Umbri Spoleto - Palazzo Ancajani 1 Presentazione Con il presente

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA BRUZIO

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA BRUZIO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA BRUZIO Art.1 Denominazione La denominazione di origine controllata Bruzio, accompagnata obbligatoriamente

Dettagli

l Umbria Conoscere Anno 2006 - N. 10 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

l Umbria Conoscere Anno 2006 - N. 10 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Conoscere SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA l Umbria Anno 2006 - N. 10 Gruppi di lavoro permanenti: Prefettura di Perugia U.T.G. Prefettura di Terni U.T.G. Conoscere SISTEMA

Dettagli

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo;

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999 relativo all organizzazione comune del mercato vitivinicolo; DECRETO 2 aprile 2009. Adeguamento dell incarico a svolgere le funzioni di controllo al Consorzio di tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero per le DOCG «Barbaresco», «Barolo» e «Dolcetto di Dogliani

Dettagli

Attivo 24 ore su 24 anche nei fine settimana e nei giorni festivi.

Attivo 24 ore su 24 anche nei fine settimana e nei giorni festivi. Attivo 24 ore su 24 anche nei fine settimana e nei giorni festivi. Il numero verde è accessibile da tutto il territorio regionale ed è collegato al numero telefonico di pubblica utilità 1522 della Rete

Dettagli

Piano editoriale operativo nuovo Portale Turismo Contenuti pubblicati al 27 aprile 2015

Piano editoriale operativo nuovo Portale Turismo Contenuti pubblicati al 27 aprile 2015 Piano editoriale operativo nuovo Portale Turismo Contenuti pubblicati al 27 aprile 2015 Piano editoriale operativo nuovo Portale Turismo - Contenuti pubblicati al 27 aprile 2015 PROPOSTE DI HOME PAGE Mangiare

Dettagli

ELENCO POSTI DISPONIBILI A.S. 2016/17 POSTI DISPONIBILI AL 31/08/2017 SCUOLA PRIMARIA RUOLO SPECIALE. Ambito UMB000000

ELENCO POSTI DISPONIBILI A.S. 2016/17 POSTI DISPONIBILI AL 31/08/2017 SCUOLA PRIMARIA RUOLO SPECIALE. Ambito UMB000000 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ambito Territoriale per la provincia di Perugia Ufficio III SCUOLA PRIMARIA ELENCO POSTI DISPONIBILI

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Colline Teatine a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Colline Teatine a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Colline Teatine a Denominazione di Origine Controllata DM 17 settembre 1998 GURI n. 234 del 7 ottobre 1998 Iscrizione nel "Registro delle denominazioni

Dettagli

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. Conoscere. l Umbria. contiene cd-rom. Anno 2010 - n. 14

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA. Conoscere. l Umbria. contiene cd-rom. Anno 2010 - n. 14 Conoscere SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA l Umbria contiene cd-rom Anno 2010 - n. 14 90 90 Conoscere SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA l Umbria

Dettagli

UM0021 BASILICA DI SANTA CHIARA XIII ASSISI PG CQ36 A475 U01 UM0020 CAMPANILE DI SAN RUFINO XI ASSISI PG CQ36 A475 U01

UM0021 BASILICA DI SANTA CHIARA XIII ASSISI PG CQ36 A475 U01 UM0020 CAMPANILE DI SAN RUFINO XI ASSISI PG CQ36 A475 U01 REF.DAI NOME SEC. LOCALITA' COMUNE PROV WAIS CAT DDI UM0001 CHIESA DI SANTA CECILIA XII ACQUASPARTA TR CS36 A045 U05 UM0002 CHIESA DI SAN FRANCESCO XIII ACQUASPARTA TR CS36 A045 U05 UM0003 CHIESA DI SAN

Dettagli

DOCUMENTO ISTRUTTORIO DI SINTESI

DOCUMENTO ISTRUTTORIO DI SINTESI COMITATO DI COORDINAMENTO SULLE VALUTAZIONI AMBIENTALI Servizio Valutazioni ambientali: VIA, VAS e sviluppo sostenibile SEGRETERIA TECNICA DOCUMENTO ISTRUTTORIO DI SINTESI OGGETTO: D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.,

Dettagli

IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE

IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE D.M. 17 settembre 1998. Disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata dell olio extravegine di oliva «Laghi lombardi», riconosciuto in ambito U.E. come denominazione di origine

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 settembre 2012, n

REPUBBLICA ITALIANA DELLA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 settembre 2012, n Supplemento ordinario n. 3 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 43 del 3 ottobre 2012 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

1. COME SI CONFIGURA GIURIDICAMENTE L ORATORIO

1. COME SI CONFIGURA GIURIDICAMENTE L ORATORIO 1. COME SI CONFIGURA GIURIDICAMENTE L ORATORIO La legge 1 agosto 2003 n. 206 dello stato italiano ha riconosciuto ( riconosce e incentiva ) la funzione educativa e sociale svolta dalle parrocchie e dagli

Dettagli

Iscrizione della denominazione «Terre Tarentine» nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette.

Iscrizione della denominazione «Terre Tarentine» nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette. Provvedimento 22 novembre 2004. Iscrizione della denominazione «Terre Tarentine» nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette. (pubbl. in Gazz. Uff. n.

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. 12745 del 26/06/2015 Designazione della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di La Spezia quale autorità pubblica di controllo ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 8 aprile

Dettagli

Le imprese GIOVANILI in UMBRIA: consistenza, caratteri e dinamiche (dati al III trimestre 2015)

Le imprese GIOVANILI in UMBRIA: consistenza, caratteri e dinamiche (dati al III trimestre 2015) Le imprese GIOVANILI in UMBRIA: consistenza, caratteri e dinamiche (dati al III trimestre 2015) 1 LE IMPRESE GIOVANILI IN UMBRIA Il quadro regionale al 30 settembre 2015 In Umbria, alla data del 30 settembre

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A GENAZZANO

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A GENAZZANO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PER IL VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA GENAZZANO Progetto Agricoltura Qualità ARSIAL 1 ART. 1 La denominazione di origine controllata «Genazzano» è riservata ai vini

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI SPECIALITÀ MEDICO-CHIRURGICHE E SANITÀ PUBBLICA. SEZIONE DI SANITÀ PUBBLICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI SPECIALITÀ MEDICO-CHIRURGICHE E SANITÀ PUBBLICA. SEZIONE DI SANITÀ PUBBLICA REGIONE DELL UMBRIA GIUNTA REGIONALE OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO REGIONALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI SPECIALITÀ MEDICO-CHIRURGICHE E SANITÀ PUBBLICA. SEZIONE DI SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

RIESI D.O.C. D.D. 23/LUGLIO/2001

RIESI D.O.C. D.D. 23/LUGLIO/2001 RIESI D.O.C. D.D. 23/LUGLIO/2001 Art 1 La denominazione di origine controllata Riesi è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione

Dettagli

1 di 11 22/08/2011 19.25 lunedì 22 Ago. 111 ore 19:25 Le Doc dell'umbria D.O.C.G.: 2 D.O.C.: 13 Denominazione Montefalco Sagrantino (D.M. 1/9/2009 - G.U. n.210 del 10/9/2009) bianco rosato rosso spumante

Dettagli

METODI* tassi spec. r i. popolazione spec. p i

METODI* tassi spec. r i. popolazione spec. p i METODI* Il numero dei casi di tumore e il numero dei deceduti vengono calcolati in tempo reale dai database del Registro, per questo motivo, a distanza di tempo, specialmente il numero dei nuovi casi può

Dettagli

Comune di Santa Maria Tiberina e p.c. Provincia di Perugia

Comune di Santa Maria Tiberina e p.c. Provincia di Perugia Comune di Santa Maria Tiberina comune.montesantamariatiberina@postacert.umbria.it e p.c. Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di protocollo informatico della

Dettagli

I 406 gazebo dell'umbria

I 406 gazebo dell'umbria I 406 gazebo dell'umbria Provincia Comune Località Indirizzo ASSISI Scuola Elementare S. Antonio Locali Cantori ASSISI Pro-Loco Santa Maria degli Angeli ASSISI Sede Delegazione Comunale Via Croce Petrignano

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

Olio extravergine di oliva Riviera Ligure DOP

Olio extravergine di oliva Riviera Ligure DOP Olio extravergine di oliva Riviera Ligure DOP Protezione: Reg.ne EU Reg.to CE n. 123 del 23.01.97 - GUCE L. 22 del 24.01.97 Immagine 1 zona di produzione dell Olio Dop Riviera Ligure L olivicoltura della

Dettagli

Etichettatura dell Olio Extra Vergine di Oliva

Etichettatura dell Olio Extra Vergine di Oliva Etichettatura dell Olio Extra Vergine di Oliva PRESCRIZIONI GENERALI INDICAZIONI OBBLIGATORIE OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA (1) mediante procedimenti meccanici (2) ITALIANO oppure TOSCANO IGP oppure SEGGIANO

Dettagli

1, 2, 3, 4, 5, 6, 7,28, 31, 32 Sala dei Cantori via S.Antonio Assisi

1, 2, 3, 4, 5, 6, 7,28, 31, 32 Sala dei Cantori via S.Antonio Assisi N seggio COMUNE SEGGI elett. corrispondenti SEDE LOCALITA' ASSISI, 2, 3, 4, 5, 6, 7,28, 3, 32 Sala dei Cantori via S.Antonio Assisi 2 ASSISI 6, 7, 8,22,23,24,29, 30 sede PD - Centro Biagetti Palazzo d'assisi

Dettagli

ETICHETTATURA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO

ETICHETTATURA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO ETICHETTATURA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI IN MATERIA DI ETICHETTATURA DEGLI OLII DI OLIVA Regolamento UE 1308/2013, relativo

Dettagli

IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE

IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE D.M. 17 settembre 1998. Disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata dell olio extravergine di oliva «Garda», riconosciuto in ambito U.E. come denominazione di origine protetta.

Dettagli

Art. 1 Denominazione

Art. 1 Denominazione Disciplinare di produzione per l olio extra vergine di oliva a denominazione di origine protetta Seggiano Art. 1 Denominazione La Denominazione di Origine Protetta Seggiano è riservata all'olio extra vergine

Dettagli

Confagricoltura Umbria Unione Regionale Agricoltori e p.c.

Confagricoltura Umbria Unione Regionale Agricoltori e p.c. Confagricoltura Umbria Unione Regionale Agricoltori confagricoltura@confagriumbria.it e p.c. Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di protocollo informatico

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale Differenza totale alunni 2013/14 e 2014/15 Differenza totale alunni prime classi 2013/14 e 2014/15 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, 30/06/2014 Relazione tecnica allegata determina

Dettagli

In allegato si inviano i seguenti documenti relativi al ripopolamento lepri anno 2014:

In allegato si inviano i seguenti documenti relativi al ripopolamento lepri anno 2014: Prot. n. 1446-13 Alle Associazioni Venatorie Provinciali : Federcaccia, Arcicaccia, A.N.U.U. Liberacaccia, Enalcaccia, di PERUGIA Provincia di Perugia Servizio Programmazione e Gestione Faunistica e p.c.

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta dell'olio extravergine di oliva "BRUZIO" Art.1 (denominazione) La denominazione

Dettagli

ETICHETTATURA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO

ETICHETTATURA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO ETICHETTATURA DELL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VITERBO PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI IN MATERIA DI ETICHETTATURA DEGLI OLII DI OLIVA Regolamento UE 1308/2013, relativo

Dettagli

Certificazione della produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata nell anno 2012 ABSTRACT

Certificazione della produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata nell anno 2012 ABSTRACT Certificazione della produzione dei rifiuti urbani e della raccolta differenziata nell anno 2012 ABSTRACT Produzione dei rifiuti La produzione complessiva di rifiuti urbani nell anno 2012 è stata pari

Dettagli

D E C R E T A. Articolo unico

D E C R E T A. Articolo unico Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITÀ AGROALIMENTARE, IPPICHE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITÀ

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI TERRITORIALI DELL UMBRIA

IL CONTROLLO DI GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI TERRITORIALI DELL UMBRIA IL CONTROLLO DI GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI TERRITORIALI DELL UMBRIA (Indagine sull organizzazione ed il funzionamento del controllo di gestione realizzata con la collaborazione della Dott.ssa Angela Rossini)

Dettagli

Disciplinare di produzione per l olio a denominazione di origine protetta Seggiano. Art. 1 Nome del prodotto

Disciplinare di produzione per l olio a denominazione di origine protetta Seggiano. Art. 1 Nome del prodotto Disciplinare di produzione per l olio a denominazione di origine protetta Seggiano Art. 1 Nome del prodotto La Denominazione di Origine Protetta Seggiano è riservata all'olio extra vergine di oliva rispondente

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. 8274 del 26/04/2016 Designazione della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Riviere di Liguria - Imperia, La Spezia, Savona ad effettuare i controlli ai sensi dell art. 13 del

Dettagli

Atlante dei prodotti DOP e IGP del Veneto OLI E GRASSI

Atlante dei prodotti DOP e IGP del Veneto OLI E GRASSI Garda DOP Olio extravergine di oliva 49 Veneto Valpolicella DOP, Veneto Euganei e Berici DOP, Veneto del Grappa DOP Olio extravergine di oliva 51 48 GARDA DOP Olio extravergine di oliva Descrizione del

Dettagli

Bioagricert Srl SCHEMA DEI CONTROLLI DOP COLLINA DI BRINDISI NON PROCESSO (2) (5) 1 verifica attraverso il portale SIAN T ad ogni

Bioagricert Srl SCHEMA DEI CONTROLLI DOP COLLINA DI BRINDISI NON PROCESSO (2) (5) 1 verifica attraverso il portale SIAN T ad ogni CONFORMIA' per ELLA OLIVICOLORI iniziale-riconferma ubicazione oliveti gli oliveti devono essere ubicati nei territori di produrre specifica entro il 30 giugno di ogni anno. Obbligo di iscrizione al SIAN

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DEL LAVORO Delega di attribuzioni del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, per taluni atti di competenza dell Amministrazione, al Sottosegretario di Stato sen. dott. Massimo Cassano.

Dettagli

Allegato A - D.P.G.R. 14 luglio 1998, n. 374

Allegato A - D.P.G.R. 14 luglio 1998, n. 374 Allegato A - D.P.G.R. 14 luglio 1998, n. 374 Legge 28 gennaio 1977, n. 10 (art. 6). Legge 24 dicembre 1993, n. 537 (art. 7). Determinazione del contributo concessorio sul costo di costruzione. Modifica

Dettagli

Catalogo delle frane e delle inondazioni storiche in Umbria

Catalogo delle frane e delle inondazioni storiche in Umbria CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica Catalogo delle frane e delle inondazioni storiche in Umbria a cura di Paola Salvati Cinzia Bianchi Fausto Guzzetti

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE Articolo 1 Denominazione La denominazione di origine protetta olio extra vergine di oliva Brisighella" è riservata all'olio extra vergine

Dettagli

ARPA UMBRIA Att.ne Dott.Giancarlo Marchetti p. c. Provincia di Perugia

ARPA UMBRIA Att.ne Dott.Giancarlo Marchetti p. c. Provincia di Perugia ARPA UMBRIA Att.ne Dott.Giancarlo Marchetti protocollo@cert.arpa.umbria.it p. c. Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Comune

Dettagli

Produzione dei rifiuti urbani e raccolta differenziata 2014

Produzione dei rifiuti urbani e raccolta differenziata 2014 Produzione dei rifiuti urbani e raccolta differenziata 2014 Abstract La produzione regionale dei rifiuti relativa al 2014 è risultata pari a 484.483 tonnellate, in calo rispetto al 2013 di 3.274 tonnellate,

Dettagli

Proposta di disciplinare di produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata Matera

Proposta di disciplinare di produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata Matera Proposta di disciplinare di produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata Matera Art.1 Denominazione dei vini La denominazione di origine controllata Matera è riservata ai vini che rispondono

Dettagli

I semestre a cura dell Ufficio Provinciale di Perugia Chiara Paoletti (referente OMI)

I semestre a cura dell Ufficio Provinciale di Perugia Chiara Paoletti (referente OMI) NOTA TERRITORIALE Perugia I semestre 2007 a cura dell Ufficio Provinciale di Perugia Chiara Paoletti (referente OMI) in collaborazione con la Direzione Centrale Osservatorio Mercato Immobiliare data di

Dettagli

Da Regione del Garda olivicoltura di frontiera Giovedì 07 Maggio :00

Da Regione del Garda olivicoltura di frontiera Giovedì 07 Maggio :00 Verona - La pianta dell'olivo rappresenta un tratto distintivo e caratterizzante del paesaggio del lago di Garda e di tutto il Nord-Est dalla zona dei laghi lombardi, del Benaco fino al Friuli Venezia

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 26 ottobre 2015. Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (CE) n. 436/2009 della Commissione del 26 maggio 2009 inerenti le

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI creto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, e del Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90: a)

Dettagli