Esempio. LabVIEW TM Core 2 Manuale del Corso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esempio. LabVIEW TM Core 2 Manuale del Corso"

Transcript

1 LabVIEW TM Core 2 Manuale del Corso Versione del software del corso 2011 Edizione Agosto 2011 Codice C-0115 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso Copyright National Instruments Corporation. Tutti i diritti riservati. In base alle norme sul copyright, questa pubblicazione non può essere riprodotta o trasmessa in alcuna forma, elettronica o meccanica, incluso fotocopie, registrazione, conservazione in un sistema informativo, o traduzione completa o parziale, senza il preventivo consenso scritto di National Instruments Corporation. National Instruments rispetta la proprietà intellettuale altrui, e richiediamo ai nostri utenti di fare altrettanto. Il software NI è protetto da copyright e dalle leggi in materia di proprietà intellettuale. Qualora il software NI sia usato per riprodurre software o altro materiale appartenente a terze parti, potrete usare il software NI solo per riprodurre materiali che potete utilizzare secondo i termini e condizioni delle licenze applicabili o di altre previsioni legali. For components used in USI (Xerces C++, ICU, HDF5, b64, Stingray, and STLport), the following copyright stipulations apply. For a listing of the conditions and disclaimers, refer to either the USICopyrights.chm or the Copyrights topic in your software. Xerces C++. This product includes software that was developed by the Apache Software Foundation (http://www.apache.org/). Copyright 1999 The Apache Software Foundation. All rights reserved. ICU. Copyright International Business Machines Corporation and others. All rights reserved. HDF5. NCSA HDF5 (Hierarchical Data Format 5) Software Library and Utilities Copyright 1998, 1999, 2000, 2001, 2003 by the Board of Trustees of the University of Illinois. All rights reserved. b64. Copyright , Matthew Wilson and Synesis Software. All Rights Reserved. Stingray. This software includes Stingray software developed by the Rogue Wave Software division of Quovadx, Inc. Copyright , Quovadx, Inc. All Rights Reserved. STLport. Copyright Boris Fomitchev Marchi CVI, LabVIEW, National Instruments, NI, ni.com, il logo della società National Instruments ed il logo raffigurante l Aquila costituiscono marchi di National Instruments Corporation. Si prega di rivolgersi a Trademark Information presso ni.com/trademarks in relazione agli altri marchi di National Instruments. The mark LabWindows is used under a license from Microsoft Corporation. Windows is a registered trademark of Microsoft Corporation in the United States and other countries. Altri nomi di prodotti o di aziende qui menzionati sono marchi o nomi commerciali di proprietà delle rispettive aziende. I membri del National Instruments Alliance Partner Program sono entità commerciali indipendenti da National Instruments e non hanno relazioni di agenzia, partnership, joint-venture o associazione con National Instruments. Brevetti Per i brevetti che coprono i prodotti/la tecnologia National Instruments, si prega di fare riferimento alla fonte appropriata: a Help»Patents nel vostro software, al file patents.txt nei vostri documenti, o a National Instruments Patent Notice su ni.com/patents.

2 Supporto Supporto tecnico internazionale e informazione di prodotto ni.com Sedi internazionali Per accedere ai siti Web degli uffici locali visitate ni.com/niglobal, troverete informazioni aggiornate su contatti, numeri telefonici del supporto tecnico, indirizzi ed eventi. Sede centrale di National Instruments Corporation North Mopac Expressway Austin, Texas USA Tel: Per ulteriori informazioni di supporto, fate riferimento all appendice Informazioni e risorse aggiuntive. Per commenti sulla documentazione di National Instruments, fate riferimento al sito web di National Instruments ni.com/info e inserite il codice feedback. informativo

3 Contenuti Guida per lo studente A. Certificazione NI...v B. Descrizione del corso...vi C. Prerequisiti...vii D. Installazione del software per il corso...vii E. Obiettivi del corso...viii F. Convenzioni adottate nel corso...ix Lezione 1 Tecniche comuni di progettazione A. Design pattern B. Design pattern Single Loop C. Design pattern Multiple Loop D. Temporizzazione di un Design Pattern Lezione 2 Tecniche di sincronizzazione A. Notifier B. Code Lezione 3 Programmazione a eventi A. Eventi B. Programmazione event-driven C. Avvertenze e raccomandazioni D. Design pattern Event-Based Lezione 4 Gestione degli errori A. Importanza della gestione degli errori B. Individuazione e report di errori C. Errori e Warning D. Range dei codici di errore E. Gestori di errore Lezione 5 A. Property Node B. Invoke Node C. Architettura del VI Server D. Control Reference National Instruments Corporation iii LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

4 Contenuti Lezione 6 Tecniche di file I/O A. Formati dei file B. File binari C. File TDMS Lezione 7 Migliorare un VI esistente A. Refactoring del codice ereditato B. Problematiche tipiche del refactoring C. Confronto di VI Lezione 8 Creazione e distribuzione di applicazioni A. Preparazione dei file B. Specifiche di distribuzione C. Sviluppo dell applicazione e dell installer Appendice A Informazioni e risorse aggiuntive Glossario LabVIEW Core 2 Manuale del Corso iv ni.com

5 Argomenti 5 Quando scrivete dei programmi, spesso dovete cambiare gli attributi degli oggetti del pannello frontale programmaticamente. Per esempio, potreste voler rendere invisibile un oggetto fino ad un certo punto dell esecuzione del programma. In LabVIEW, potete utilizzare VI Server per accedere alle proprietà e ai metodi degli oggetti del pannello frontale. Questa lezione spiega i Property Node, gli Invoke Node, i VI Server e i control reference. A. Property Node B. Invoke Node C. Architettura del VI Server D. Control Reference National Instruments Corporation 5-1 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

6 A. Property Node I Property Node accedono alle proprietà di un oggetto. In alcune applicazioni, potreste voler modificare programmaticamente l aspetto degli oggetti del pannello frontale in risposta a certi dati di ingresso. Per esempio, se l utente inserisce una password non valida, potreste volere che cominci a lampeggiare un LED rosso. Un altro esempio è il cambiamento di colore di una traccia su un chart. Quando i dati sono al di sopra di un certo valore, potreste voler mostrare una traccia rossa invece di una verde. I Property Node vi consentono di apportare queste modifiche programmaticamente. Potete anche utilizzare i Property Node per ridimensionare gli oggetti del pannello frontale, nascondere parti del pannello frontale, aggiungere cursori ai grafici e così via. I Property Node di LabVIEW sono molto potenti e hanno diversi usi. Fate riferimento al LabVIEW Help per maggiori informazioni sui Property Node. Creazione di Property Node Quando create una proprietà da un oggetto del pannello frontale cliccando con il tasto destro sull oggetto, selezionando Create»Property Node e selezionando una proprietà dal menu rapido, LabVIEW crea un Property Node sul diagramma a blocchi implicitamente collegato all oggetto del pannello frontale. Se l oggetto ha un etichetta, il Property Node ha la stessa etichetta. Potete cambiare l etichetta dopo aver creato il nodo. Potete creare più Property Node per lo stesso oggetto del pannello frontale. Uso dei Property Node Quando create un Property Node, esso inizialmente ha un terminale che rappresenta una proprietà che potete modificare per il corrispondente oggetto del pannello frontale. Utilizzando questo terminale del Property Node, potete o impostare (scrivere) la proprietà o acquisire (leggere) lo stato attuale di quella proprietà. Per esempio, se create un Property Node per un controllo numerico digitale utilizzando la proprietà Visible, compare una piccola freccia sul lato destro del terminale Property Node, ad indicare che state leggendo quel valore della proprietà. Potete cambiare l azione in scrittura cliccando con il tasto destro sul terminale e selezionando Change To Write dal menu rapido. Il collegamento di un valore booleano False al terminale della proprietà Visible causa la scomparsa del controllo numerico dal pannello frontale quando il Property Node riceve i dati. Il collegamento di un valore booleano True causa la ricomparsa del controllo. LabVIEW Core 2 Manuale del Corso 5-2 ni.com

7 Figura 5-1. Uso dei Property Node Per ottenere informazioni sulla proprietà, cliccate con il tasto destro sul nodo e selezionate Change All to Read dal menu rapido. Per impostare informazioni sulla proprietà, cliccate con il tasto destro sul nodo e selezionate Change All to Write dal menu rapido. Se una proprietà è in sola lettura, nel menu rapido Change to Write è opaco. Se la piccola freccia sul Property Node è a destra, state ottenendo il valore della proprietà. Se la piccola freccia sul Property Node è a sinistra, state impostando il valore della proprietà. Se il Property Node in Figura 5-1 è impostato su Read, quando va in esecuzione dà un valore True se il controllo è visibile oppure un valore False se è invisibile. Suggerimento Alcune proprietà sono in sola lettura, come la proprietà Label, o in sola scrittura come la proprietà Value (Signaling). Suggerimento basso. Per aggiungere terminali al nodo, cliccate con il tasto destro sull area bianca del nodo e selezionate Add Element dal menu rapido o utilizzate lo strumento Positioning per ridimensionare il nodo. Quindi, potete associare ogni terminale Property Node ad una diversa proprietà dal suo menu rapido. I Property Node eseguono ciascun terminale in ordine dall alto verso il Alcune proprietà utilizzano i cluster. Questi cluster contengono diverse proprietà a cui potete accedere utilizzando le funzioni del cluster. Scrivere su queste proprietà come un gruppo richiede la funzione Bundle e leggere da queste proprietà richiede la funzione Unbundle. Per accedere alle proprietà bundled, selezionate All Elements dal menu rapido. Per esempio, potete accedere a tutti gli elementi nella proprietà Position selezionando Properties»Position»All Elements dal menu rapido. National Instruments Corporation 5-3 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

8 B. Invoke Node Tuttavia, potete anche accedere agli elementi del cluster come proprietà individuali, come mostrato in Figura 5-2. Figura 5-2. Proprietà con uso dei cluster Per fare pratica con i concetti di questa sezione, completate l Esercizio 5-1. Gli Invoke Node accedono ai metodi di un oggetto. Utilizzate l Invoke Node per effettuare azioni, o metodi, su un applicazione o VI. Diversamente dal Property Node, un singolo Invoke Node esegue solo un singolo metodo su un applicazione o VI. Potete selezionare un metodo utilizzando lo strumento Operating per cliccare sul terminale del metodo oppure cliccando con il tasto destro sull area bianca del nodo e selezionando Methods dal menu rapido. Potete anche creare un Invoke Node collegato implicitamente cliccando con il tasto destro su un oggetto del pannello frontale, selezionando Create»Invoke Node e selezionando un metodo dal menu rapido. Il nome del metodo è sempre il primo terminale nell elenco di parametri nell Invoke Node. Se il metodo restituisce un valore, il terminale del metodo visualizza il valore restituito. Altrimenti, il terminale del metodo non ha un valore. L Invoke Node elenca i parametri dall alto in basso con il nome del metodo in alto e i parametri opzionali, che sono opachi, in basso. Metodi di esempio Un esempio di un metodo comune a tutti i controlli è il metodo Reinitialize to Default. Utilizzate questo metodo per reinizializzare un controllo sul suo valore di default in qualche punto del vostro VI. La classe VI ha un metodo simile chiamato Reinitialize All to Default. LabVIEW Core 2 Manuale del Corso 5-4 ni.com

9 C. Architettura del VI Server La Figura 5-3 è un esempio di un metodo associato alla classe Waveform Graph. Questo metodo esporta l immagine waveform graph sulla clipboard o su un file. Figura 5-3. Invoke Node per il metodo Export Image Per fare pratica con i concetti di questa sezione, completate l Esercizio 5-2. Il VI Server è una tecnologia indipendente dalla piattaforma, orientata agli oggetti che fornisce accesso programmatico a LabVIEW e ad applicazioni LabVIEW. Il VI Server svolge molte funzioni; tuttavia, questa lezione si concentra sull uso del VI Server per controllare gli oggetti del pannello frontale e modificare le proprietà di un VI e di LabView. Per capire come usare il VI Server, è utile comprendere la terminologia ad esso associata. Terminologia della programmazione oggetti La programmazione ad oggetti si basa su oggetti. Un oggetto è un membro di una classe. Una classe definisce cosa è in grado di fare un oggetto, quali operazioni può effettuare (metodi) e quali proprietà ha, come colore, dimensione e così via. Gli oggetti possono avere metodi e proprietà. I Metodi effettuano un operazione, come la reinizializzazione dell oggetto al suo valore di default. Le Proprietà sono gli attributi di un oggetto. Le proprietà di un oggetto potrebbero essere le sue dimensioni, colore, visibilità e così via. National Instruments Corporation 5-5 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

10 Boolean Stop D. Control Reference Classi dei controlli Gli oggetti del pannello frontale di LabVIEW ereditano proprietà e metodi da una classe. Quando create un controllo Stop, esso è un oggetto della classe Boolean e ha proprietà e metodi associati a quella classe, come mostrato in Figura 5-4. Control Boolean Sub-Class Example Property: Boolean Text Stop Object Visible: Yes Reinitialize to Default: No Boolean Text: Stop Control Class Example Property: Visible Example Method: Reinitialize to Default Array Array Sub-Class Example Property: Number of Rows Figura 5-4. di classe Boolean Classe dei VI I controlli non sono gli unici oggetti in LabVIEW ad appartenere ad una classe. Un VI appartiene alla classe dei VI (VI Class) e ha associate ad essa le sue proprietà e i suoi metodi. Per esempio, potete utilizzare i metodi della classe dei VI per interrompere un VI, per sistemare la posizione del pannello frontale e per prendere un immagine del diagramma a blocchi. Potete utilizzare le proprietà della classe dei VI per cambiare il titolo di un pannello frontale, per acquisire le dimensioni del diagramma a blocchi e per nascondere il pulsante Abort. Un Property Node creato dall oggetto del pannello frontale o dal terminale del diagramma a blocchi è un Property Node collegato implicitamente. Questo significa che il Property Node è collegato all oggetto del pannello frontale. Cosa succede se dovete inserire i vostri Property Node in un subvi? In tal caso gli oggetti non sono più posizionati sul pannello frontale del VI che contiene i Property Node. In questo caso avete bisogno di un Property Node collegato esplicitamente. Potete creare un Property Node collegato esplicitamente collegando un riferimento ad un Property Node generico. Se state realizzando un VI che contiene diversi Property Node o se state accedendo alla stessa proprietà per più controlli e indicatori differenti, potete inserire il Property Node in un subvi ed utilizzare i control reference LabVIEW Core 2 Manuale del Corso 5-6 ni.com

11 per accedere a quel nodo. Un control reference è un riferimento ad uno specifico oggetto del pannello frontale. Questa sezione mostra un modo di utilizzo dei control reference. Fate riferimento all argomento Controlling Front Panel Objects del LabVIEW Help per maggiori informazioni sui control reference. Creazione di un subvi con i Property Node Come mostrato in Figura 5-5, il modo più semplice per creare Property Node collegati esplicitamente è quello di completare i seguenti passi: 1. Create il vostro VI. 2. Selezionate la porzione del diagramma a blocchi che dovrà essere inclusa nel subvi, come mostrato nella prima parte della Figura Selezionate Edit»Create SubVI. LabVIEW crea automaticamente i control reference necessari per il subvi. 4. Personalizzate e salvate il subvi. Come potete vedere nella seconda parte della Figura 5-5, il subvi utilizza l icona di default. Oggetti selezionati per creare il subvi Pannello frontale del subvi creato. Uso di Edit»Create SubVI Figura 5-5. Uso di Edit»Create SubVI per creare control reference. La Figura 5-6 mostra il subvi creato. Osservate che sono stati creati i controlli Control Refnum sul pannello frontale ed essi sono stati collegati ad un Property Node del diagramma a blocchi. Diagramma a blocchi del subvi creato Figura 5-6. Sub VI creato utilizzando Edit»Create SubVI National Instruments Corporation 5-7 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

12 Nota Una stella rossa sul controllo Control Reference indica che il refnum è di tipo strictly typed. Fate riferimento alla sezione Strictly Typed and Weakly Typed Control Refnums dell argomento Controlling Front Panel Objects del LabVIEW Help per informazioni aggiuntive sui control reference di tipo weakly e strictly typed. Creazione di control reference Per creare un control reference per un oggetto del pannello frontale, cliccate con il tasto destro sull oggetto o sul suo terminale del diagramma a blocchi e selezionate Create»Reference dal menu rapido. Potete collegare questo control reference ad un generico Property Node. Potete passare il control reference ad un subvi utilizzando un terminale control refnum. Uso dei control reference L impostazione delle proprietà con un control reference è utile per impostare la stessa proprietà su più controlli. Alcune proprietà si applicano a tutte le classi dei controlli, come nel caso della proprietà Disabled. Alcune proprietà sono applicabili solamente ad alcune classi di controlli, come ad esempio la proprietà Lock Boolean Text in Center. L esempio seguente mostra come realizzare un VI che utilizzi un control reference nel subvi per impostare lo stato Enable/Disable di un controllo sul pannello frontale del VI principale VI principale 2 SubVI Figura 5-7. Control Reference LabVIEW Core 2 Manuale del Corso 5-8 ni.com

13 Il VI principale invia al subvi un riferimento per il controllo numerico digitale insieme ad un valore zero, uno o due dal controllo enumerated. Il subvi riceve il riferimento per mezzo del Ctl Refnum sul suo pannello frontale. Quindi il riferimento viene passato al Property Node. Siccome ora il Property Node è collegato al controllo numerico nel VI principale, il Property Node può modificare le proprietà di quel controllo. In questo caso il Property Node modifica lo stato enabled/disabled. Osservate come appare il Property Node nel diagramma a blocchi. Non potete selezionare una proprietà in un Property Node generico finché non viene scelta una classe. La classe viene scelta collegando un riferimento al Property Node. Questo è un esempio di un Property Node collegato esplicitamente. Non è collegato ad un controllo finché il VI non viene mandato in esecuzione e viene passato un riferimento al Property Node. Il vantaggio di questo tipo di Property Node consiste nella sua natura generica. Siccome esso non ha un collegamento esplicito ad un controllo, può essere riutilizzato per molti controlli differenti. Questo Property Node generico si trova nella palette Functions. Scelta del Control Type Quando aggiungete un Control Refnum al pannello frontale di un subvi, avete successivamente bisogno di specificare la VI Server Class del controllo. Questa definisce il tipo di control reference che accetterà il subvi. Nell esempio precedente, era stato scelto Control come tipo di VI Server Class, come mostrato nella Figura 5-7. Questo consente al VI di accettare un riferimento ad ogni tipo di controllo del pannello frontale. Tuttavia, potete definire una classe più specifica per il refnum per rendere il subvi più restrittivo. Per esempio, potete selezionare Digital come classe e il subvi potrà accettare solo riferimenti a controlli numerici della classe Digital. La selezione di una classe più generica per un control refnum gli consente di accettare un numero maggiore di oggetti, ma limita le proprietà disponibili a quelle che si applicano a tutti gli oggetti che il Property Node può accettare. Per selezionare una classe di controlli specifica, cliccate con il tasto destro e selezionate Select VI Server Class»Generic»GObject»Control dal menu rapido. Quindi selezionate una specifica classe di controlli. Creazione di proprietà e metodi con la finestra Class Browser Potete utilizzare la finestra Class Browser per selezionare una libreria di oggetti e creare una nuova proprietà o un nuovo metodo. National Instruments Corporation 5-9 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

14 Completate i seguenti passaggi per creare una nuova proprietà o un nuovo metodo utilizzando la finestra Class Browser. 1. Selezionate View»Class Browser per visualizzare la finestra Class Browser. 2. Dal menu a tendina della libreria Object, selezionate una libreria. 3. Selezionate una classe dal menu a tendina Class. Utilizzate i seguenti pulsanti per scorrere le classi. Cliccate sul pulsante Select View per passare da una vista alfabetica ad una vista gerarchica delle voci del menu a tendina Class e dell elenco Properties and Methods. Cliccate sul pulsante Search per lanciare la finestra di dialogo Class Browser Search. 4. Dall elenco Properties and Methods nella finestra Class Browser, selezionate una proprietà o un metodo. La proprietà o il metodo che avete selezionato compare nella finestra Selected property or method. 5. Cliccate sul pulsante Create oppure sul pulsante Create Write per collegare un nodo con la proprietà o col metodo selezionato al vostro cursore e aggiungere il nodo al diagramma a blocchi. Il pulsante Create crea una proprietà di lettura o un metodo. Questo pulsante diventa opaco quando selezionate una proprietà di sola scrittura. Per creare una proprietà di scrittura, cliccate sul pulsante Create Write. Il pulsante Create Write diventa opaco quando selezionate un metodo o una proprietà di sola lettura. Potete anche trascinare una proprietà o un LabVIEW Core 2 Manuale del Corso 5-10 ni.com

15 metodo dall elenco Properties and Methods direttamente sul diagramma a blocchi. 6. Ripetete i passaggi da 2 a 5 per qualsiasi altra proprietà o metodo che volete creare e aggiungere al diagramma a blocchi. Per fare pratica con i concetti di questa sezione, completate l Esercizio 5-3. National Instruments Corporation 5-11 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

16

17 Autovalutazione: Quiz 1. Per ognuno dei seguenti elementi, determinate se operano in una classe VI o in una classe Control. Format and Precision Blinking Reinitialize to Default Value Show Tool Bar 2. Avete un control refnum di ChartGraph, mostrato a sinistra, in un subvi. Quale dei seguenti control reference potreste collegare al terminale control refnum del subvi? (risposte multiple) a. Control reference di un XY graph b. Control reference di un array numerico c. Control reference di un waveform chart d. Control reference di un controllo booleano National Instruments Corporation 5-13 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

18

19 Autovalutazione: Risposte ai quiz 1. Per ognuno dei seguenti elementi, determinate se operano in una classe VI o in una classe Control. Format and Precision: Control Blinking: Control Reinitialize to Default Value: Control Show Tool Bar: VI 2. Avete un control refnum GraphChart, mostrato a sinistra, in un subvi. Quali control reference potreste collegare al terminale control refnum del subvi? a. Control reference di un XY graph b. Control reference di un array numerico c. Control reference di un waveform chart d. Control reference di un controllo booleano National Instruments Corporation 5-15 LabVIEW Core 2 Manuale del Corso

20 Nota LabVIEW Core 2 Manuale del Corso 5-16 ni.com

Corso. LabVIEW. a cura di FRANCESCO FICILI. oltre l elettronica N 144-152

Corso. LabVIEW. a cura di FRANCESCO FICILI. oltre l elettronica N 144-152 Corso LabVIEW a cura di FRANCESCO FICILI N 144-152 oltre l elettronica Sommario LEZIONI 1 9 LEZIONE 1 Iniziamo a conoscere la piattaforma software LabVIEW di National Instruments, un innovativo ambiente

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @

COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @ COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @ Come diventare Partner di Ruckus Utilizzare il seguente link http://www.ruckuswireless.com/ e selezionare dal menu : PARTNERS > Channel Partners Applicare per diventare

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C )

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C ) This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/.

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search T TMTMTt QUICK REFERENCE GUIDE Web of Science SM IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? Consente di effettuare ricerche in oltre 12.000 riviste e 148.000 atti di convegni nel campo delle scienze, delle scienze

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Industry Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Dispositivi utilizzati: - 2 LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) - Scalance X-208 LOGO! 0BA7 Client IP: 192.168.0.1 LOGO! 0BA7 Server IP:

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Disabilitare lo User Account Control

Disabilitare lo User Account Control Disabilitare lo User Account Control Come ottenere i privilegi di sistema su Windows 7 1s 2s 1. Cenni Generali Disabilitare il Controllo Account Utente (UAC) Win 7 1.1 Dove può essere applicato questo

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com DATA CENTER PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi 3.0 Indice 1 Premessa...3 2 DATA CENTER 3...4 2.1 Utilizzo dei dispositivi SIGMA con DATA CENTER 3....4 2.2 Requisiti di sistema....4 2.2.1 Computer

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10.1

Le novità di QuarkXPress 10.1 Le novità di QuarkXPress 10.1 INDICE Indice Le novit di QuarkXPress 10.1...3 Nuove funzionalit...4 Guide dinamiche...4 Note...4 Libri...4 Redline...5 Altre nuove funzionalit...5 Note legali...6 ii LE NOVITÀ

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Informazioni generali Questo manuale fornisce informazioni e istruzioni per l ascolto e la creazione

Dettagli

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Istruzioni per visualizzazione codici di particella, simboli e linee tratteggiate in ArcGis 8.x 9.x 1- Da pannello di controllo in Windows installare

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

1 Configurazioni SOL per export SIBIB

1 Configurazioni SOL per export SIBIB Pag.1 di 7 1 Configurazioni SOL per export SIBIB Le configurazioni per l export dei dati verso SIBIB si trovano in: Amministrazione Sistema > Import-Export dati > Configurazioni. Tutte le configurazioni

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu 1 Benvenuti dagli ideatori e sviluppatori del Chart Risk Manager Tool per MetaTrader 4. Raccomandiamo

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

RefWorks: un gestore di bibliografie su web

RefWorks: un gestore di bibliografie su web RefWorks: un gestore di bibliografie su web Un applicativo avanzato e innovativo per l import di citazioni da database online, la creazione di archivi personali e la generazione di bibliografie in vari

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

P R O C E D U R E Sommario Creazione di un nuovo account MediaJet... 2

P R O C E D U R E Sommario Creazione di un nuovo account MediaJet... 2 P R O C E D U R E Sommario Creazione di un nuovo account MediaJet... 2 Informazioni sul copyright e sui marchi.... 7 Creazione di un nuovo account MediaJet Lo Spazio di archiviazione online personale è

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli