La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica"

Transcript

1 La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 31 gennaio 2008 Villa Mondragone Monte Porzio Catone

2 RETE IN RAME Centrale borchia cavetto di raccordo armadio di distribuzione altri sistemi di linea Permutatore t Sala AF Ripartitore giunto camerette Orizzontale Auto Commutatore rete secondaria in trincea (cavi bassa potenzialità) distributore rete primaria in tubazione (cavi alta potenzialità) cunicolo muffola sala muffole La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 2

3 RETE IN RAME Permutatore armadio distributore cliente 1-1,5 km m m CENTRALE rete primaria rete secondaria raccordo Permutatore - terminazione dei cavi in centrale 400 coppie per montante il tipo murale 800 coppie per montante il tipo lineare Rete primaria - collega la centrale agli armadi cavi in tubazione (da 1200 a 2400 coppie) cavi in trincea (da 400 a 2400 coppie) Armadio di distribuzione - terminazione della rete primaria ( coppie) e della rete secondaria ( coppie) La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 3

4 RETE IN RAME Permutatore armadio distributore cliente 1-1,5 km m m CENTRALE rete primaria rete secondaria raccordo Rete secondaria - collega l armadio ai distributori cavi sotterranei da 30 a 400 coppie cavi aerei da 10 a 200 coppie Distributore - terminazione della rete in cavo ubicata all interno o in prossimità ità degli edifici i con strisce da 10 a 50 coppie Raccordo - cavetto da una coppia che collega l unità immobiliare al distributore La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 4

5 PERMUTATORE cavi lato rete cavi lato centrale IDC 100 coppie IDC 64 coppie permute coppia numero muffola 1308 mm telaio permutatore La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 5

6 PERMUTATORE La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 6

7 USCITA CAVI La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 7

8 TUBAZIONI La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 8

9 CAVI isolato in carta ed aria isolato in polietilene La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 9

10 Tipo di posa Diametro dei conduttori (mm) CAVI Potenzialità del cavo (n. coppie) nei manufatti o 04 0,4 10, 30, 50, 100, 200, 400, 800, 1200, 1600, 2400 tubi predisposti 0,6 10, 30, 50, 100, 200 in trincea 0,4 30, 50, 100, 200, 400, 800, 1200, 1600, 2400 aerea 0,6 10, 30, 50, 100, 200 Capitolati Tecnici: cavi sotterranei a quarte isolati in carta e aria (0,4/0,6 mm) cavi aerei a quarte isolati in polietilene (0,6 mm) cavi sotterranei a decadi isolati in polietilene (0,4/0,6 mm) cavi aerei a decadi isolati in polivinilcloruro (0,6 mm) coppie cordate a decadi coppie cordate a quarte La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 10

11 ARMADIO La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 11

12 ARMADIO La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 12

13 ARMADIETTO VANO SCALA 30(20) La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 13

14 COLONNINA La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 14

15 DISTRIBUTORE A PALO La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 15

16 DISTRIBUTORE A MURO La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 16

17 AREE DI PROGETTO L area di distributore è la porzione di territorio che comprende più unità immobiliari servite dallo stesso distributore L area di reparto elementare è la porzione di territorio che raggruppa aree di distributore adiacenti, nelle quali sono distribuite 100 coppie L area di armadio è la porzione di territorio che raggruppa aree di reparto elementare adiacenti in numero tale da ottimizzare la rete (da due nelle aree rurali a sei nelle aree urbane) L area di cavo è la porzione di territorio i che raggruppa aree di armadio adiacenti alimentate dallo stesso cavo La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 17

18 AREE DI PROGETTO AREA CAVO CENTRALE (300) AREA REPARTO AREA ARMADIO armadio distributore ib t rete primaria rete secondaria La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 18

19 SISTEMI NUMERICI 160 kbit/s accesso base ISDN: trasmissione su singola coppia con codice di linea 2B1Q apparati MT4: trasmissione i su singola coppia di 4 canali telefonici i 2 Mbit/s HDB3 utilizzo di 2 coppie fra unità centrale e unità remota trasmissione simplex su ciascuna coppia passo di rigenerazione medio 1 km, con scelta delle coppie 2 Mbit/s HDSL utilizzo di 2 coppie fra unità centrale e unità remota trasmissione i full-duplex l a cancellazione d eco su ciascuna coppia passo di rigenerazione medio 2 km, senza scelta delle coppie SHDSL flusso numerico fino a 2 Mbit/s su singola coppia o su due coppie ADSL trasmissione su singola coppia del segnale telefonico analogico e di un flussonumericobidirezionaleasimmetrico(finoa8mbit/sdownstream, fino a 800 kbit/s upstream) ADSL2+ utilizzo di banda doppia (2,2 MHz) rispetto all ADSL (1,1 MHz) con incremento della capacità trasmissiva sulle corte distanze (fino a 20 Mbit/s downstream, fino a 1 Mbit/s upstream) La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 19

20 SISTEMI NUMERICI rigeneratori rigeneratori rigeneratori i di linea HDB3 di linea HDB3 di linea HDSL tecnica N1 tecnica N2 o SHDSL La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 20

21 APPARATI Collegati alla centrale con flussi a 2 Mbit/s ed utilizzati per: problemi di saturazione della rete esistente servire utenza molto lontana dalla centrale concentratore (128, 256 linee) multiplex (30, 60,120 canali) La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 21

22 RETE OTTICA ARMADIO RAME RAME SEDE CLIENTE AFFARI CENTRALE MPX-1 RAME FO F.O. SEDE CLIENTE AFFARI F.O. SAF La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 22

23 MULTIPLEX ALTA CAPACITA MPX 1 Interfacce verso rete trasmissiva (2/34/155 Mbit/s) rete dati (RED 1/0) ADM 1 flussi 2 Mbit/s autocomm. CENTRALE MPX Mbit/s MPX 1 POTS / ISDN MPX 1 MPX 1 MPX 1 CDA / CDN servizi 2 Mbit/s La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 23

24 SISTEMI ACCESSO FLESSIBILE SAF 2048 kbit/s G Mbit/s 2048 kbit/s G.703 CENTRALE mux dati (MUX F) mux ISDN mux POTS t r a s p o r t o m u x P D H t r a s p o r t o m u x P D H mux ISDN RED 1/0 POTS/ISDN autocomm. rete flessibile rete telefonica La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 24

25 RETE OTTICA CENTRALE TTF Pot-head 60 fo 24 fo 4 fo 24 fo 4 fo S1 4 fo S3 S1 S2 rete primaria rete secondaria giunto / distributore scorta di cavo per giunto sede cliente 96 fo 4fo 4fo 96 fo 4 fo S2 96 fo 4 fo S3 96 fo 96 fo 96 fo 4fo S2 4fo 24 fo 4 fo S 1 4fo 96 fo S3 96 fo 24 fo La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 25 4 fo S 4

26 RETE OTTICA CENTRALE Termina azione 2-3 km distributore cliente m rete primaria rete secondaria Telaio di terminazione in centrale - svolge le funzioni di terminazione del cavo, sezionamento e numerazione delle fibre Distributore ottico - svolge la funzione di estrazione di fibre da un cavo e connessione delle stesse a cavi di minore potenzialità Rete primaria - porzione della rete tra il telaio di terminazione di centrale ed il distributore Rete secondaria - porzione della rete tra il distributore ib t e il telaio di terminazione posto in prossimità dell apparato Apparato - dedicato al cliente (SAF) o condiviso tra molte u.i. (MPX1) La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 26

27 TERMINAZIONI Sono il complesso di materiali (telai, bretelle, connettori) necessari a connettere e disconnettere gli apparati alle fibre dei cavi in centrale in centrale Potenzialità Dimensioni Standard (n. fibre) (LxPxA in mm) Telaio da 100/120 f.o. 300x300x2200 ETSI-N3 Telaio da 400/480 f.o 900x300x2200 ETSI-N3 Tipo di struttura Potenzialità (n. fibre) Standard Borchiaottica i 2, 4 Ad incasso Terminazione dedicata in contenitore Terminazione dedicata in subtelaio Terminazione condivisa in contenitore Terminazione condivisa in armadietto 2, 4, 8 Fissaggio a muro 2, 4, 8, 12 ETSI-N Fissaggio a muro 32 Ad incasso nella sede cliente La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 27

28 TERMINAZIONI IN CENTRALE La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 28

29 TERMINAZIONE IN SEDE CLIENTE La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 29

30 TERMINAZIONE IN SEDE CLIENTE La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 30

31 CAVI Tipo di posa Protezione cavo Potenzialità (n. fibre) Sotterranea KH9E 8, 12, 24, 48, 60, 72, 96, 120 Aerea EKE 24 (*) Interna KH9M 2, 4, 8, 12, 24, 60, 96, 120 (*) idoneo alla posa autoportante Tipo di posa Protezione Potenzialità cavo (n. fibre) Interna KM 2, 4 (*) (*) idonei alla realizzazione dei raccordi del cliente Tubetto tamponato contenente le fibre Nastrino di identificazione Elemento centrale dielettrico Tamponatura nucleo ottico (oppure dry core ) Filati aramidici o di vetro Tubetto tamponato Filati aramidici i o di vetro Guaina esterna LSZH Nastro acciaio corrugato Guaina esterna La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 31

32 TUBI INTERRATI Tipo Diametro interno (mm) Spessore del tubo (mm) Larghezza complessiva (mm) Impiego Tritubo liscio in area extraurbana Monotubo liscio Tubo corrugato 50 6,5 63 in area urbana in presenza di rete primaria in area urbana in presenza di rete secondaria La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 32

33 POZZETTI La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 33

34 GIUNTI Pot - head, realizza la continuità tra i cavi esterni all edificio di centrale e quelli interni Di linea, realizza la continuità tra due o più pezzature di cavo Distributore, per l estrazione di alcune fibre di un cavo e la loro giunzione alle fibre di cavi di piccola potenzialità, senza interruzione delle fibre che transitano nel giunto La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 34

35 DEFINIZIONI SU BASE IMPIANTI SU BASE SERVIZI Centrali - punti di fornitura del servizio infrastrutture: edificio, stazione di energia, autocommutatore, ecc. ampliamenti: linee telefoniche Nodi - punti di fornitura del servizio Rete di giunzione - collega le Rete di trasporto - collega i centrali tra loro nodi fra loro infrastrutture: cavi a fibre ottiche, ponti radio, apparati di trasmissione ampliamenti: circuiti di giunzione Rete di accesso - collega i Rete di distribuzione - collega le clienti ai nodi unità immobiliari alle centrali infrastrutture: cavi in rame, cavi ottici La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 35

36 CRITERI RAME Servizi POTS, ISDN singoli Clienti residenziali e piccoli affari Copertura totale delle unità immobiliari (tempi e costi) Struttura a stella Dimensionamento rete primaria a medio termine rete secondaria a lungo termine Definizione della struttura minimo i percorso massimo affasciamento semplicità della rete FIBRA OTTICA Servizi fonia e dati concentrati Clienti affari grandi e medi Copertura parziale degli edifici affari (tempi e costi) Struttura tt ad anello e a stella Dimensionamento rete primaria a lungo termine rete secondaria per cliente Definizione della struttura posizione i baricentrica i rispetto alle sedi da servire singola o doppia via La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 36

37 CRITICITA RAME Pianificazione del territorio Destinazione d uso delle unità immobiliari Previsione delle necessità di servizi Previsione delle necessità di coppie L aumento dei servizi comporta l aumento delle coppie Regolamento di servizio servizio universale tempi contenuti FIBRA OTTICA Tecnologie nate per il trasporto non per l accesso che ha distanze brevi ridotti affasciamenti di circuiti Identificazione dei clienti Sostituzione completa degli impianti esistenti in rame Necessità di realizzare il doppio istradamento Costi elevati in accesso clienti affari multiplex La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 37

38 SVILUPPO DELLA RETE OTTICA Trend l evoluzione dei servizi generata dalla concorrenza nelle TLC rende necessario l allargamento ll continuo della banda fornita le evoluzioni dei cavi, delle tecniche di scavo e degli apparati rendono sempre più economico l utilizzo delle fibre ottiche Ostacoli costi degli apparati costi delle opere civili Rimedi evoluzioni tecnologiche ed economie di scala condivisione con le altre opere riguardanti le sedi stradali (sottoservizi, pavimentazioni, viabilità) Attori Costruttori ed Organi di normalizzazione internazionali Operatori TLC La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica 38

LA PROGETTAZIONE DELLA RETE DI ACCESSO. ing. Goffredo Cerquozzi

LA PROGETTAZIONE DELLA RETE DI ACCESSO. ing. Goffredo Cerquozzi LA PROGETTAZIONE DELLA RETE DI ACCESSO ing. Goffredo Cerquozzi INDICE Generalità sulla rete di accesso La progettazione della rete in rame La progettazione della rete in fibra ottica Cenni sulla realizzazione

Dettagli

Cavi fibra ottica CAVI FO

Cavi fibra ottica CAVI FO CAVI FO Cavi fibra ottica Il primo componente dei sistemi di cablaggio ottico è il cavo. La scelta del tipo di cavo è fondamentale e va effettuata considerando le caratteristiche di costruzione l applicazione

Dettagli

CAVI OTTICI A TUBETTI PER IMPIEGO IN RETE DI TRASPORTO E ACCESSO IN TELECOM ITALIA (C.T.777) Presentato da: Nicola Ferrari

CAVI OTTICI A TUBETTI PER IMPIEGO IN RETE DI TRASPORTO E ACCESSO IN TELECOM ITALIA (C.T.777) Presentato da: Nicola Ferrari CAVI OTTICI A TUBETTI PER IMPIEGO IN RETE DI TRASPORTO E ACCESSO IN TELECOM ITALIA (C.T.777) Presentato da: Nicola Ferrari CAVI CONFORMI A NORMA EN 187105 posa sotterranea: i cavi sono costituiti da nucleo

Dettagli

Una rete di telecomunicazioni è

Una rete di telecomunicazioni è La rete di telecomunicazioni a Venezia di GIOVANNI PITTINO Una rete di telecomunicazioni è costituita da una ragnatela di cavi di fili di rame o di vetro che, partendo da centri nodali nei quali è concentrata

Dettagli

Prescrizioni Telecom per autorizzazione alla cantierizzazione nel Comune dell Aquila

Prescrizioni Telecom per autorizzazione alla cantierizzazione nel Comune dell Aquila Prescrizioni Telecom per autorizzazione alla cantierizzazione nel Comune dell Aquila Premessa Il presente documento descrive le prescrizioni minime per Telecom Italia SpA necessarie alla cantierizzazione

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni 1

Reti di Telecomunicazioni 1 Reti di Telecomunicazioni 1 Corso on-line - AA2004/05 Blocco 1 Ing. Stefano Salsano e-mail: stefano.salsano@uniroma2.it 1 Definizioni- Le funzionalità delle reti di TLC 2 Definizioni Comunicazione: trasferimento

Dettagli

ELABORATO PROGETTUALE DELLE INFRASTRUTTURE PER I SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI. Lottizzazione " Loc. Ciapanella

ELABORATO PROGETTUALE DELLE INFRASTRUTTURE PER I SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI. Lottizzazione  Loc. Ciapanella AOL TS / ADO TOS-SUD Titolo elaborato: ELABORATO PROGETTUALE DELLE INFRASTRUTTURE PER I SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI nome lottizzazione: Lottizzazione " Loc. Ciapanella CODICE DOCUMENTO NOME FILE PNL011332

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 2 Tecnologie su portante metallica 1 Indice Rete di accesso Accesso fonia Collegamenti telefonici analogici (V.21 300 b/s - - V.34 28,8 kb/s - V.90 56kb/s)

Dettagli

PRODOTTI PER TELECOMUNICAZIONI COMPONENTI ED ACCESSORI PER RETE IN FIBRA OTTICA SERIE PTE/FO

PRODOTTI PER TELECOMUNICAZIONI COMPONENTI ED ACCESSORI PER RETE IN FIBRA OTTICA SERIE PTE/FO PRODOTTI PER TELECOMUNICAZIONI COMPONENTI ED ACCESSORI PER RETE IN FIBRA OTTICA SERIE PTE/FO Prodotti - Serie PTE/FO-TT120 Prodotti - Serie PTE/FO-TT120 Telaio di giunzione e terminazione per 100-120 F.O.

Dettagli

geografiche Impianti tecnologici per le telecomunicazioni Università degli Studi di Udine 30 aprile 2010 -David Licursi

geografiche Impianti tecnologici per le telecomunicazioni Università degli Studi di Udine 30 aprile 2010 -David Licursi Pianificazione e progetto di reti geografiche 6 Impianti tecnologici per le telecomunicazioni 1 Indice Impianti di alimentazione e stazioni dienergia Impianti di condizionamento Le centrali Telecom Italia

Dettagli

OFFERTA SERVIZI DI CO-LOCAZIONE DI TELECOM ITALIA 2001

OFFERTA SERVIZI DI CO-LOCAZIONE DI TELECOM ITALIA 2001 OFFERTA SERVIZI DI CO-LOCAZIONE DI TELECOM ITALIA 2001 3 APRILE 2002 Offerta servizi di co-locazione di 2001 INDICE 1 SERVIZIO DI CO-LOCAZIONE... 4 2 DATA DI PUBBLICAZIONE E VALIDITÀ... 5 3 CRITERI CONTABILI...

Dettagli

Connettività in Italia

Connettività in Italia Connettività in Italia Tipologie di connettività per clienti business e consumer Dott. Emiliano Bruni Tipologie di connettività PSTN ISDN CDA CDN Frame Relay ADSL HDSL Satellite Wireless Punto-punto Wireless

Dettagli

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE L acronimo xdsl indica una famiglia di sistemi che consente di impiegare il doppino telefonico in rame per trasportare il traffico numerico

Dettagli

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Lettere e Filosofia La telematica Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica Marco Lazzari A.A. 2005-2006 Telematica: telecomunicazioni

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Indice Pianificazione e progetto di reti geografiche 6 Impianti di alimentazionee stazioni dienergia Impiantidi condizionamento Impianti tecnologici per le telecomunicazioni 1 2 Sistemi di alimentazione

Dettagli

OFFERTA SERVIZI DI CO-LOCAZIONE DI TELECOM ITALIA 2003

OFFERTA SERVIZI DI CO-LOCAZIONE DI TELECOM ITALIA 2003 OFFERTA SERVIZI DI CO-LOCAZIONE DI TELECOM ITALIA 2003 19 SETTEMBRE 2003 Offerta servizi di co-locazione di 2003 INDICE 1 SERVIZI DI CO-LOCAZIONE... 4 2 DATA DI PUBBLICAZIONE... 6 3 SERVIZIO DI CO-LOCAZIONE

Dettagli

FRANCESCO CECERA OPEN ACCESS, OG.NC.E

FRANCESCO CECERA OPEN ACCESS, OG.NC.E GRUPPO TELECOM ITALIA Giornata di studio Tecniche impiantistiche e tecnologie ottiche per l accesso di nuova generazione FRANCESCO CECERA OPEN ACCESS, OG.NC.E Le infrastrutture tt esterne Si tratta della

Dettagli

Armadi ripartilinea e chiostrine

Armadi ripartilinea e chiostrine Armadi ripartilinea e chiostrine TESTO SCRITTO A PURO SCOPO EDUCATIVO ED INFORMATIVO IO ED IL RESTO DELL'ELITE NON CI ASSUMEREMO LA RESPONSABILITA' DELLE VOSTRE AZIONI, VI RICORDO ANCHE CHE ATTACARSI ALLE

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici Prezzario Regionale dei lavori pubblici Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater Anno: 2008 Indice Voci finite i Indice D.0009 - IMPIANTI

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2006 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11)

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2006 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11) OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2006 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11) 5 SETTEMBRE 2007 Tutti i diritti riservati Offerta di Riferimento

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 e contesto infrastrutturale regionale 1 2 Modello della rete Architettura delle reti ditelecomunicazioni 3 4 Principali segmenti di rete Rete di accesso

Dettagli

Tubi in polietilene. OEC Catalogo Prodotti

Tubi in polietilene. OEC Catalogo Prodotti Tubo in polietilene per il trasporto d acqua potabile Serie TB/PE 100 TUBO in POLIETILENE ALTA DENSITÀ per CONDOTTE di FLUIDI in PRESSIONE (PE 100) Articolo: Vedi Tabella Caratteristiche tecniche: Prodotto

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 INDICE pagina 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 6. DISTRIBUZIONE ORIZZONTALE 5 7. NODI DI RETE NUOVO

Dettagli

per Italia Digitale Versione 3.1 28 Ottobre 2010

per Italia Digitale Versione 3.1 28 Ottobre 2010 Infrastrutture a Banda Ultra Larga per Italia Digitale Tavolo Tecnico Operatori Governo per la condivisione del Modello di intervento per lo sviluppo dell Infrastruttura per le Reti di Accesso di Nuova

Dettagli

Geometra Carlo Cecchetelli

Geometra Carlo Cecchetelli STUDIO CECCHETELLI Piazza XX Settembre n. 27/2-61032 FANO - tel. 0721/827780 Ditta : SORCINELLI GIANFRANCO SANTINI LUCIANA Oggetto : PIANO ATTUATIVO DEL COMPARTO DENOMINATO ST6_52 Comparto residenziale

Dettagli

T 624-852 C A B L E T 624-852 T 853-984 T 246-312

T 624-852 C A B L E T 624-852 T 853-984 T 246-312 T 6-85 T 85-98 T 6-85 Prodotti per telefonia Moduli IBCS a contatti CAD e accessori... 9 Moduli IBCS con protezione dalle sovratensioni... 9 Patch cord IBCS... 9 Supporti per il montaggio di moduli IBCS

Dettagli

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 INDICE pag. 1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 2.1 PREMESSA... 2 2.2 CABINA MT/BT... 2 2.3 IMPIANTO DI TERRA... 3 2.4 QUADRI ELETTRICI... 3 2.5 DISTRIBUZIONE ELETTRICA... 5 2.6 APPARECCHI DI

Dettagli

Terremoto a L Aquila

Terremoto a L Aquila GRUPPO TELECOM ITALIA ICT: risposte concrete ai bisogni di un mondo globale Torino, 21 ottobre 2010 Marco Burzio Salvatore Spanò Greco Parleremo di: L emergenza Il G8 Il progetto C.A.S.E. Marco Burzio;

Dettagli

NT-3 Norma Tecnica di collaudo degli impianti in fibra ottica NT-3. Norma Tecnica DI COLLAUDO DEGLI IMPIANTI IN FIBRA OTTICA.

NT-3 Norma Tecnica di collaudo degli impianti in fibra ottica NT-3. Norma Tecnica DI COLLAUDO DEGLI IMPIANTI IN FIBRA OTTICA. NT-3 Norma Tecnica DI COLLAUDO DEGLI IMPIANTI IN FIBRA OTTICA Abstract Questo documento contiene le modalità di collaudo tecnico degli impianti in fibra ottica di Infratel. Tale documento sarà il riferimento

Dettagli

CN 383 MA 177.E SUBTELAIO N3 CON FUNZIONALITÀ DI AGGREGAZIONE FINO A 1 GBIT

CN 383 MA 177.E SUBTELAIO N3 CON FUNZIONALITÀ DI AGGREGAZIONE FINO A 1 GBIT CN 383 MA 177.E SUBTELAIO N3 CON FUNZIONALITÀ DI AGGREGAZIONE FINO A 1 GBIT NMU CN 383: 769223 NMU MA 177.E: 769224 CODICE CLEI CN 383: VAMZ110HRA CODICE CLEI MA 177.E: VAUCAMKZAA MANUALE D INSTALLAZIONE

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2008 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11)

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2008 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11) OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2008 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11) 21 OTTOBRE 2008 Tutti i diritti riservati Offerta di Riferimento

Dettagli

22 per l applicazione della Legge 11 novembre 2014, n 164.

22 per l applicazione della Legge 11 novembre 2014, n 164. Guida CEI: 306-22 22 per l applicazione della Legge 11 novembre 2014, n 164. Esempio schematico di predisposizione di un infrastruttura un infrastruttura multiservizio in edifici multi-unità multi immobiliari

Dettagli

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI CAPITOLO N 1 IMPIANTI CIVILI AVVERTENZE Nel presente capitolo si è tenuto conto dei seguenti requisiti minimi: Nelle abitazioni e negli edifici residenziali in genere,

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche (seconda parte) Universita Politecnica delle Marche A.A. 2013-2014 A.A. 2013-2014 Sistemi di Telecomunicazione 1/22 Il doppino

Dettagli

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7 MEZZI TRASMISSIVI 1 Il doppino 2 Il cavo coassiale 3 La fibra ottica 5 Wireless LAN 7 Mezzi trasmissivi La scelta del mezzo trasmissivo dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere, da poche centinaia

Dettagli

Tecnologie e potenzialità della banda larga

Tecnologie e potenzialità della banda larga Tecnologie e potenzialità della banda larga Unione degli Industriali di Pordenone 1 febbraio 2010 Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine Pier Luca Montessoro

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Cos'è il cablaggio strutturato?

Cos'è il cablaggio strutturato? Cos'è il cablaggio strutturato? Il cablaggio strutturato è una grande rete di trasmissione dati costituita da un insieme di cavi, prese, armadi ed altri accessori tramite i quali trasportare ed integrare

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

VDA BROADBUSINESS ULTERIORI LOTTI FUNZIONALI ALLEGATO T2 - SPECIFICHE TECNICHE FIBRA OTTICA POR/FESR 2007/2013 ASSE: AZIONE: ATTIVITÀ:

VDA BROADBUSINESS ULTERIORI LOTTI FUNZIONALI ALLEGATO T2 - SPECIFICHE TECNICHE FIBRA OTTICA POR/FESR 2007/2013 ASSE: AZIONE: ATTIVITÀ: ALLEGATO T2 - SPECIFICHE TECNICHE FIBRA OTTICA POR/FESR 2007/2013 ASSE: AZIONE: ATTIVITÀ: III - PROMOZIONE DELLE ICT POTENZIAMENTO, RAZIONALIZZAZIONE E SVILUPPO DELL'INFRASTRUTTURAZIONE DI TELECOMUNICAZIONE

Dettagli

Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche. Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA

Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche. Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA La missione di Infratel Infratel Italia SpA Estendere le

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO. Fornitura e posa apparati di rete dati comprensiva di integrazione cablaggi dell'edificio 8.

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO. Fornitura e posa apparati di rete dati comprensiva di integrazione cablaggi dell'edificio 8. Pag 1 di 6 Pag 2 di 6 Descrizione Generale L impianto prevede la fornitura, installazione, messa in esercizio e collaudo di una rete dati e per il collegamento di un edificio nuovo, denominato Edificio

Dettagli

DigitalSubscriberLine(DSL)

DigitalSubscriberLine(DSL) DigitalSubscriberLine(DSL) 1 La famiglia di tecnologie, nota come DSL (DigitalSubscriberLine), è stata introdotta allo scopo di aumentare il ritmo binario sulle ordinarie linee d utente fino a valori dell

Dettagli

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008 IMPIANTI TELEFONICI INTERNI Sistema di alimentazione: Le società telefoniche, con le quali occorre prendere accordi, forniscono un armadietto unificato (420x140x70 mm) con sportello a serratura, per la

Dettagli

631 CAVO TELEFONICO TRR

631 CAVO TELEFONICO TRR Indice Gr. Merc. Cavi Telefonici Descrizione Pagina Catalogo 621 CAVO TELEFONICO I133 TRECCIOLA TELEFONICA 2 x 6/10 RO/BI RAME RIGIDO 109 I134 TRECCIOLA TELEFONICA 3 x 6/10 RO/BI/BL RAME RIGIDO 109 I095/D

Dettagli

Raggruppamento Temporaneo di Professionisti ing. Giuseppe Puglisi (Mandatario) - ing. Vincenzo Marco Nicolosi e arch. Lorenzo Santoro (MandantI)

Raggruppamento Temporaneo di Professionisti ing. Giuseppe Puglisi (Mandatario) - ing. Vincenzo Marco Nicolosi e arch. Lorenzo Santoro (MandantI) Raggruppamento Temporaneo di Professionisti ing. Giuseppe Puglisi (Mandatario) - ing. Vincenzo Marco Nicolosi e arch. Lorenzo Santoro (MandantI) via E. Boner n 36 - Messina tel. 090.46868 - fax 090.5726244

Dettagli

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00 ASL TO 1 PROGETTO ADEGUAMENTO INFRATTURE DI RETE - Computo metrico OSPEDALE MARTINI TOTALE MARTINI 100.483,20 REPARTI COINVOLTI Ambulatori Piano Terra lato Via Tofane Farmacia Piano Interrato Pronto Soccorso

Dettagli

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02.01 Cavo unipolare tipo RG7R 0,6/1kV o FG7R 0,6/1 kv isolato in EPR sotto guaina di PVC (norme CEI 20-13, CEI 20-22II, CEI 20-35). Sono compresi:

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2009 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11)

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2009 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11) OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2009 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 11) 8 GIUGNO 2009 Tutti i diritti riservati Offerta di Riferimento di

Dettagli

OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45).

OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45). OBIETTIVI DELLA SEZIONE Dopo aver completato la presente sezione sulla postazione di lavoro, lo studente sarà in grado di: I. Definire i criteri della postazione di lavoro per il Sistema di cablaggio Siemon

Dettagli

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende:

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: - tre piani fuori terra con una scala interna; - tre appartamenti per piano aventi rispettivamente una superficie di circa 50 m 2, 100

Dettagli

LO STANDARD EIA/TIA 569

LO STANDARD EIA/TIA 569 LO STANDARD EIA/TIA 569 Pier Luca Montessoro www.montessoro.it Pietro Nicoletti www.studioreti.it ET569-1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito

Dettagli

RETI DI TELECOMUNICAZIONI

RETI DI TELECOMUNICAZIONI Corso di Studi in Ing. delle Telecomunicazioni LAUREA in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI RETI DI TELECOMUNICAZIONI Stefano Giordano Lezione n.17n Reti a collegamento diretto: soluzioni xdsl,, HFC, FTTB

Dettagli

OFFERTA TELECOM ITALIA DI INFRASTRUTTURE DI POSA PER LO SVILUPPO DI RETI FTTX

OFFERTA TELECOM ITALIA DI INFRASTRUTTURE DI POSA PER LO SVILUPPO DI RETI FTTX OFFERTA TELECOM ITALIA DI INFRASTRUTTURE DI POSA PER LO SVILUPPO DI RETI FTTX Impegni 9.1 e 9.2 Versione 1.0 Emessa il 30 giugno 2009 INDICE 1 Premessa... 3 2 Normativa di riferimento... 3 2.1 Normativa

Dettagli

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Reti di Telecomunicazioni R. Bolla, L. Caviglione, F. Davoli Aspetti generali della tecnologia xdsl Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Il DSLAM 10.2 Genericamente le tecnologie

Dettagli

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI MARCO ZAGANELLI IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI TV SAT - LAN - Telefonia @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le risposte

Dettagli

DATA. SYSTEM 5e. Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord)

DATA. SYSTEM 5e. Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord) DATA SYSTEM 5e Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord) DATA SYSTEM 5e SISTEMA DI PERMUTAZIONE 23700 CARATTERISTICHE GENERALI I sistemi

Dettagli

Bologna, 24 marzo 2011 IL PASSANTE AV DI BOLOGNA

Bologna, 24 marzo 2011 IL PASSANTE AV DI BOLOGNA Bologna, 24 marzo 2011 IL PASSANTE AV DI BOLOGNA Nodo di Bologna: situazione attuale Traffico attuale 780 treni/g 80.000 passeggeri/g 2 Nodo di Bologna: situazione a fine lavori (dicembre 2013) Traffico

Dettagli

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA 1 IL QUADRATO DELLA RADIO Le nuove realtà del mondo ICMT: la rete, gli operatori e l l industria L' IMPIEGO DELLE TECNOLOGIE WIRELESS PER

Dettagli

CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia

CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA OPEN ACCESS CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia Dotti Massimiliano Modena, 12 Febbario 2014 Technology Open Access Access Op Area 37 2 Come la Rivoluzione

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 ! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5, 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 : 7 3?3# 7 8 8 + 8 7!( < 9 +

Dettagli

Rete di accesso. Reti di accesso

Rete di accesso. Reti di accesso Rete di accesso Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

Contenitori ed armadi per telecomunicazioni. OEC Catalogo Prodotti

Contenitori ed armadi per telecomunicazioni. OEC Catalogo Prodotti Serie ARE/T-C ARMADIETTO in VETRORESINA C per TELECOMUNICAZIONI ed ENERGIA Codice Articolo: Vedi Tabella 108 Tipo Codice Dimensioni Esterne (mm) Interne (mm) Peso (kg) Altezza Larghezza Profondità Altezza

Dettagli

Cavi Trasmissione Dati

Cavi Trasmissione Dati Indice Gr. Merc. Cavi Trasmissione Dati Descrizione Pagina Catalogo 421 FIBRA OTTICA 9/125 (OS1) LSZH F0002 FIBRA MONOMODALE 9/125 (OS1) 2 FIBRE LSZH 072 F0003 FIBRA MONOMODALE 9/125 (OS1) 4 FIBRE LSZH

Dettagli

L'ENEL Distribuzione S.p.A. - Divisione Infrastrutture e Reti - Sviluppo Rete Toscana e Umbria - con sede in Firenze, Via Quintino Sella, 81,

L'ENEL Distribuzione S.p.A. - Divisione Infrastrutture e Reti - Sviluppo Rete Toscana e Umbria - con sede in Firenze, Via Quintino Sella, 81, Infrastrutture e Reti Macro Area Territoriale Centro Sviluppo Rete Toscana e Umbria 00040 Pomezia RM - Casella Postale 229 - Via Spoleto sn F +39 02 39652855 eneldistribuzione@pec.enel.it Firenze DIS/MAT/CE/DTR-TOU/SVR/PLA

Dettagli

Distributore di comunicazione per impianti FV per SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER

Distributore di comunicazione per impianti FV per SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER Informazione tecnica Communit Distributore di comunicazione per impianti FV per SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER Contenuto Il distributore di comunicazione Communit di SMA Solar Technology

Dettagli

Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi. di Antonio Martina martina@vem.

Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi. di Antonio Martina martina@vem. Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi di Antonio Martina martina@vem.com Sistemi di cablaggio evoluti Supporti trasmissivi per applicazioni

Dettagli

RELAZIONE. OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO

RELAZIONE. OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO RELAZIONE OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO L impianto in progetto presenta le seguenti caratteristiche

Dettagli

PREVENTIVO DI SPESA A CARICO DELL ENTE GESTORE

PREVENTIVO DI SPESA A CARICO DELL ENTE GESTORE R E G I O N E S I C I L I A N A ASSESSORATO REGIONALE DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE COMUNE DI ERICE PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI PROGETTO DI CANTIERE DI LAVORO PER DISOCCUPATI (L.R. n 17 del

Dettagli

Tecniche impiantistiche e tecnologie ottiche per l accesso di nuova generazione

Tecniche impiantistiche e tecnologie ottiche per l accesso di nuova generazione Giornata di studio su Tecniche impiantistiche e tecnologie ottiche per l accesso di nuova generazione Dall accesso accesso in rame all accesso accesso in fibra: FAST, Piazzale Morandi 2, Milano Sala Morandi

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2011 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 4)

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2011 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 4) OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2011 SERVIZI DI ACCESSO DISAGGREGATO ALL INGROSSO ALLE RETI E SOTTORETI METALLICHE (MERCATO 4) 29 OTTOBRE 2010 Tutti i diritti riservati Offerta di Riferimento

Dettagli

Specifica Tecnica CAVI IN FIBRA OTTICA CON STRUTTURA LOOSE TUBE E RIVESTIMENTO DIELETTRICO A TUBETTI DA 12 FIBRE. Abstract

Specifica Tecnica CAVI IN FIBRA OTTICA CON STRUTTURA LOOSE TUBE E RIVESTIMENTO DIELETTRICO A TUBETTI DA 12 FIBRE. Abstract Specifica Tecnica CAVI IN FIBRA OTTICA CON STRUTTURA LOOSE TUBE E RIVESTIMENTO DIELETTRICO A TUBETTI DA 12 FIBRE Abstract Questo documento contiene le Specifiche Tecniche dei cavi in fibra ottica con dielettrico

Dettagli

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K )

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Codice Voce Descrizione Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Totale in Iva esclusa = A x

Dettagli

Cablaggio in fibra ottica

Cablaggio in fibra ottica Cavi in fibra ottica 60 Connettori ottici 63 Patch panel per fibra ottica 64 Supporti per connettori ottici 65 Patch cord in fibra ottica 66 Sistemi di connettorizzazione per fibra ottica 67 Cavi in fibra

Dettagli

Allegato 2 - "Matrici di relazione tra i servizi SPM all ingrosso e servizi al dettaglio"

Allegato 2 - Matrici di relazione tra i servizi SPM all ingrosso e servizi al dettaglio Allegato 2 - "Matrici di relazione tra i servizi SPM all ingrosso e servizi al dettaglio" Allegato 2 alla Delibera n. 678/11/CONS 1/21 Mercato 4 SPM di Accesso fonia all'ingrosso WHOLESALE che acquisiscono

Dettagli

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A 27 gennaio 2010 PAVIA INQUADRAMENTO DEL SITO 2 INQUADRAMENTO DEL SITO 3 INQUADRAMENTO DELL INTERVENTO 4 STATO DI FATTO PROGETTO INQUADRAMENTO

Dettagli

Soluzioni di replicabilità dei servizi legacy su rete NGN FTTH

Soluzioni di replicabilità dei servizi legacy su rete NGN FTTH GRUPPO TELECOM ITALIA Soluzioni di replicabilità dei servizi legacy su rete NGN FTTH Giovanni Picciano Wireline Access Engineering Total Replacement NGN e migrazione dei servizi legacy Nel caso di Total

Dettagli

Componenti della rete

Componenti della rete Componenti della rete Nodi, Link e adattatori di rete (NIC) Modulazione e Multiplexing Tipologia di cavi - wireless Correzione d errore - rete affidabile Ethernet - reti ad anello - reti wireless - reti

Dettagli

CRITERI DI PROGETTAZIONE PER CENTRALI A BIOMASSA CON RETI DI TELERISCALDAMENTO. Loris Meneghini perito industriale in Vicenza

CRITERI DI PROGETTAZIONE PER CENTRALI A BIOMASSA CON RETI DI TELERISCALDAMENTO. Loris Meneghini perito industriale in Vicenza CRITERI DI PROGETTAZIONE PER CENTRALI A BIOMASSA CON RETI DI TELERISCALDAMENTO Loris Meneghini perito industriale in Vicenza ENERGIA CHIMICA COMBUSTIONE CAMBIAMENTO DI STATO ENERGIA TERMICA FORME (COMBUSTIBILI)

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni 1

Reti di Telecomunicazioni 1 Reti di Telecomunicazioni 1 Corso on-line - AA2005/06 Blocco 2 (v2) Ing. Stefano Salsano e-mail: stefano.salsano@uniroma2.it 1 Richiami sul concetto di multiplazione 2 Riprendendo il discorso sulle diverse

Dettagli

Piano di Sviluppo triennale delle nfrastrutture di Deval S.p.A. a s.u.

Piano di Sviluppo triennale delle nfrastrutture di Deval S.p.A. a s.u. Piano di Sviluppo triennale delle Infrastrutture nfrastrutture di Deval S.p.A. a s.u. Aosta 30/03/2015 Aosta, 1 1 Il Piano di Sviluppo triennale delle Infrastrutture di Deval S.p.A. a s.u. Le attività

Dettagli

Soluzioni Delta8. Unità centrale Delta 8. Splitter tripolare

Soluzioni Delta8. Unità centrale Delta 8. Splitter tripolare Sommario Soluzioni Introduzione - Delta 8: il sistema rivoluzionario..................... pagina 84 Sistema Delta 8.............................................. pagina 86 Sistema Minirep..............................................

Dettagli

2001-2007 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n. 2) 1

2001-2007 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n. 2) 1 RETI DI CALCOLATORI Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 2001-2007 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

Sistemi di distribuzione a MT e BT

Sistemi di distribuzione a MT e BT Sistemi di distribuzione a MT e BT La posizione ottima in cui porre la cabina di trasformazione coincide con il baricentro elettrico, che il punto in cui si pu supporre concentrata la potenza assorbita

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 3 Giovedì 12-03-2015 Reti a commutazione di pacchetto datagram Le reti a commutazione

Dettagli

Manuale Intel su reti Wireless

Manuale Intel su reti Wireless Manuale Intel su reti Wireless Una rete basata su cavi non e sempre la soluzione piu pratica, spesso una connettivita wireless risolve i problemi legati alla mobilita ed alla flessibilita che richiediamo

Dettagli

SPECIFICA TECNICA TECHNICAL SPECIFICATION

SPECIFICA TECNICA TECHNICAL SPECIFICATION Indice 1. Generale... 1 2. Caratteristiche della fibra ottica SM-R, in accordo a ITU-T Recommendation G.652... 2 3. Caratteristiche della fibra ottica SM-NZD, in accordo a ITU-T Recommendation G.655...

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 8 -

Informatica per la comunicazione - lezione 8 - Informatica per la comunicazione - lezione 8 - Esercizio Convertire i seguenti numeri da base 10 a base 2: 8, 23, 144, 201. Come procedere per risolvere il problema? Bisogna ricordarsi che ogni sistema,

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI. Prof. PIER LUCA MONTESSORO. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine

RETI DI CALCOLATORI. Prof. PIER LUCA MONTESSORO. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine RETI DI CALCOLATORI Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 2001-2007 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte

Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Avanzamento attività Piano Banda Ultra Larga Regione Piemonte Incontro con Operatori Maggio 2016 Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari - Copertura ad almeno 100 Mbps fino all 85% della

Dettagli

SISTEMI RADIANTI PARETE E SOFFITTO DRY CLIMA

SISTEMI RADIANTI PARETE E SOFFITTO DRY CLIMA SISTEMI RADIANTI PARETE E SOFFITTO DRY CLIMA DryClima 1. Profilo seconda orditura 2. Raccordo a T 20/10/10 ad innesto rapido 3. Tubo tondo diametro 20x2 mm multistrato preisolato 6 mm 4. Tubo Pe-x 8-10

Dettagli

Servizi di housing. Allegato 2 Service fees del servizio. Consorzio TOP-IX Modulo Richiesta Attivazione Housing Allegato 2 Service fee Rev. 2015.

Servizi di housing. Allegato 2 Service fees del servizio. Consorzio TOP-IX Modulo Richiesta Attivazione Housing Allegato 2 Service fee Rev. 2015. Allegato 2 Rev. 2015.01 Servizi di housing Allegato 2 s del servizio 1 Allegato 2 Rev. 2015.01 1 - Sito di Alessandria 1.1 - Sito Top-IX presso Nodo WiPie di Alessandria housing in data center 1.1.a -

Dettagli

OFFERTA PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI D USO SU FIBRE OTTICHE SPENTE IN RETE LOCALE DI ACCESSO

OFFERTA PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI D USO SU FIBRE OTTICHE SPENTE IN RETE LOCALE DI ACCESSO OFFERTA PER LA CONCESSIONE DI DIRITTI D USO SU FIBRE OTTICHE SPENTE IN RETE LOCALE DI ACCESSO pagina 1 INDICE 1 PREMESSA... 4 2 DEFINIZIONI... 5 3 SERVIZI OFFERTI... 8 4 AMBITO DI APPLICAZIONE E DESTINATARI

Dettagli

NORMA TECNICA RESTITUZIONE CARTOGRAFICA PLANIMETRIE DELLE INFRASTRUTTURE DI POSA PER LA RETE DI GIUNZIONE E DISTRIBUZIONE.

NORMA TECNICA RESTITUZIONE CARTOGRAFICA PLANIMETRIE DELLE INFRASTRUTTURE DI POSA PER LA RETE DI GIUNZIONE E DISTRIBUZIONE. NORMA TECNICA RESTITUZIONE CARTOGRAFICA PLANIMETRIE DELLE INFRASTRUTTURE DI POSA PER LA RETE DI GIUNZIONE E DISTRIBUZIONE. Compilato: A. Chiarandini Rivisto: F. Fabbro Autorizzato: D. Licursi Versione:

Dettagli