Rassegna Stampa. Lunedì 12 dicembre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa. Lunedì 12 dicembre 2011"

Transcript

1 Rassegna Stampa Lunedì 12 dicembre 2011 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende Milano Via Mameli, 11 Tel Fax

2 Rassegna del 12 dicembre 2011 SERIE A 12/12/11 Corriere Dello Sport 34 CANCELLIERI E QUEI COACH CHE RENDONO PIÙ BELLA LA SERIE A Andrea Barocci 3 12/12/11 Corriere Dello Sport-stadio 5 PER LA VIRTUS UN REBUS CDR 4 12/12/11 Qs 21 SIENA RESTA SOLA IN TESTA MILANO E BIELLA LA INSEGUONO 6 12/12/11 La Stampa 43 "FIDUCIA, NON SOLO TAGLI". BASKET, I SEGRETI DI BIELLA 7 12/12/11 La Stampa (biella) 65, 7 ANGELICO DA RECORD. SECONDO POSTO CON SETTE VITTORIE 9 12/12/11 Eco Di Biella 30 MILLERS, IL MATADOR CATALANO 11 12/12/11 Eco Di Biella 30 TRIBUNA VIP 12 12/12/11 Eco Di Biella 30 ANGELICO UN PASSO AVANTI 13 12/12/11 Eco Di Biella 32 SIENA RESTA PRIMA, VARESE SCONFITTA 14 12/12/11 Eco Di Biella 30 MA CON CHI CE L'AVEVA MATTEO SORAGNA? 16 12/12/11 Eco Di Biella 1, 29 ANGELICO REGINA PER UNA NOTTE: E' SECONDA TRA LE BIG 17 12/12/11 Eco Di Biella 30 ATRRIPALDI "VIVIAMO GIORNO PER GIORNO" FORNI: "CHE FELICITA'" 21 12/12/11 Eco Di Biella 30 POZ VERSIONE TV 22 12/12/11 Eco Di Biella 30 STUDENTE E GIOCATORE 23 12/12/11 Eco Di Biella 30 SCOOP! 24 12/12/11 Eco Di Biella 30 IL BENVENUTO 25 12/12/11 Il Domani (bologna) 13 VIRTUS, UN PASSO INDIETRO 26 12/12/11 Il Domani (bologna) 13 "UN FISCHIO PUÒ CAMBIARE LA STORIA DI UNA GARA" 27 12/12/11 Il Resto Del Carlino Bo 30 "VIRTUS, SENZA FONDAZIONE SI CHIUDE" 28 12/12/11 Il Quotidiano Calabria (vibo) 33 LA MONTEPASCHI C'È MA BIELLA E MILANO TENGONO IL PASSO 29

3 CANCELLIERI E QUEI COACH CHE RENDONO PIÙ'BELLA LA SERIE A Ai Andrea Barocci C he ci fa Massimo Cancellieri a due punti dai campioni d'italia e con le stesse vittorie degli Ali Star di Milano? Il bravo allenatore in una piccola squadra, Biella, capace di sentirsi e di essere grande grazie alla sua esemplare organizzazione societaria. Cancellieri però non è l'unico coach a che, pur senza nomi famosi nel roster. conti- nua rendere questo campionato sempre più incerto. Con lui Sacchetti, idolo di Sassari, e nonostante le sconfitte di ieri, Sacripanti a Caserta, Vitucci ad Avellino e Mazzon a Venezia. Proprio quest'ultime ha fatto tremare fine all'ultimo, con la sua neopromossa Reyer, una Armani sinceramente incomprensibile, "salvata" dal tiro mortifero di Fotsis nonostante abbia tentato il suicidio negli ultimi 2' con un serie scellerata di liberi falliti che ha paralizzato ogni espressione facciale del sue tecnico Scariola. Pag. 3

4 [AMERICANO SOTTO I RIFLETTORI Jt DOPO BIELLA \ Segnali positivi dai bianconeri, nonostante la sconfitta: molte le attenuanti, maanchewn problema Per la Virtus un rebus CDR ChrisDoM^-Bobehsmmal^^ CDR. PIÙ'AGGRESSIVITÀ' Chris Douglas-Roberts, 24 anni, americano di Detroit: nessuna nostalgia per la Nba, ma la Virtus vorrebbe vederlo più aggressivo in campo (Ciamillo) di Claudio Limardi BOLOGNA - La buona notìzia è che la Virtus è andata veramente vicina a;biella nonostante: 1) i due americani di Biella abbiano segnato 42 punti e i due americani della Canadian Solar appena due; 2) le condizioni di forma dei nuovi siano ancora improponibili: Kris Lang è lento, Luca Vitali è confusionario, Dan Werner impalpabile ma tutti e tre sono in precampionato e avere pazienza è necessario; 3) qualche chiamata arbitrale ha lasciato perplessi soprattutto lo sfondamento a Peppe Poeta in un momento favorevole che avrebbe dovuto essere semplicemente canestro di Angelo Gigli: oltre a perdere i due punti, la Virtus si è trovata con il suo playmaker gravato di quattro falli; 4) Aubrey Coleman che aveva il 17% nel tiro da tre prima della gara ha segnato cinque triple tanto che la differenza di precisione dall'arco è stata individuata da coach Finelli come il primo motivo della sconfitta. I FANTASTICI CINQUE - Date le attenuanti è stata una sconfitta amara ma anche testimone del potenziale della squadra: i cinque giocatori che si stanno allenando dall'inizio sono tutti lievitati, la leadership di Peppe Poeta è evidente, Viktor Sanikidze che ha sulla coscienza un sottomano sciagurato tentato a due minuti dalla fine, ha piazzato la quarta doppia doppia consecutiva e ha preso il largo come miglior rimbalzìsta del torneo; Petteri Koponen deve essere più continuo anche nel corso della stessa gara ma nelle ultime due trasferte ha segnato 36 punti complessivi; Deividas Gailus è andato in doppia cifra in tre delle ultime quattro partite e forse l'unico appunto che si può muovere a Finelli è stato quello di non utilizzarlo nel quarto quarto a favore di Vitali e Douglas-Roberts. Angelo Gigli con 16 punti ha fatto il suo top dall'8 aprile 2009 quando ne segnò 17 contro Treviso vestendo la màglia di Roma. Stiamo parlando di due anni e mezzo. Insomma ci sono cinque giocatori in forma, nessuno dei quali è americano. I problemi sono qui. DOUGLAS-ROBERTS - E questo ci conduce al problema Douglas-Roberts perché è l'unico tra i giocatori del roster originale che non stia rendendo secondo le aspettative. E cifre alla mano ha giocato meglio le cinque gare iniziali (14 punti di media, quattro volte su cinque in doppia cifra, 57.9% da due) che nelle quattro successive quando invece doveva mostrare un livello di adattamento al campionato più marcato. Nelle ultime quattro gare ha segnato 6 punti di media, ha tirato con il 50% da due, ha fatto 1 /5 da tre ed è andato in doppia cifra solo contro Sassari. L'INFORTUNIO - Ovviamente, CDR ha una scusa pronta e validissima: a Biella ha giocato 16 minuti non previsti, perché la caviglia giratasi mercoledì l'aveva bloccato tre giorni. Insomma, il suo rendimento in Piemonte non conta. Il rendimento no, ma l'atteggiamento è sempre quello di un giocatore che procede con un filo di gas, mai troppo intenso o coinvolto nella squadra. La differenza con l'aggressività dei due americani di Biella, Pullen e Coleman, sabato è stata evidente. In Virtus si rendono conto che l'utilizzo di CDR è stato già una forzatura. Se non ci tenesse alla squadra, se gli fosse tornata voglia di Nba come a tutti gli americani, non avrebbe giocato. Ma una volta in campo è stato troppo morbido. Un bellissimo assist per Sanikidze nel primo tempo, un po' di difesa, ma nemmeno un tiro e una palla persa Pag. 4

5 bruttissima facendosi soffiare la sfera dopo una serie di incomprensibili palleggi funambolici a otto metri dal canestro. Ed è ciò che da domenica prossima, contro Venezia, gara cruciale per raggiungere le Final Eight nessuno vorrebbe più vedere. Perché la Virtus può aspettare Lang e Vitali, ma Douglas-Roberts no. RIPRODUZIONE RISERVATA Pag. 5

6 IITTI lo I " 1 C!r*3LO I l a in VGtta Be S 0 g a # 9 9? ^ i v o S 8 9! l i I S 3tS S t^ ^ l\#ì BI f3ì f^ihl S \m> %i «uws Tua* S 5 8 %Ì%H$ 8 B w la inseouono RISULTATI della decima giornata di andata del campionato di serie A di pallacanestro: Benetton Treviso-Acea Roma 93-79, Angelico Biella-Canadian Solai- Bologna 83-78, Bennet Cantù-Banca Tercas Teramo 84-76, Sidigas Avellino-Montepaschi Siena dts, Banco Sardegna Sassari-Cimberio Varese 90-79, Scavolini Siviglia Pesaro-Fabi Shoes Montegranaro 68-71, Vanoli Braga Cremona-Pepsi Caserta 77-70, Umana Venezia-Emporio Armani Milano Ha riposato: Casale Monferrato. sl#3uw *Sl Sri i^ Jft ìsì T10, 16 punti; Biella*, Milano 14; Cantù* 12; Avellino*, Bologna, Caserta, Venezia, Varese e Sassari 10; Pesaro, Roma* e Treviso 8; Cremona* e Montegranaro 6; Teramo* e Casale Monferrato 4. *.- una partita in più. 0 Varese ci prova ma si arena davanti ai Diener Pag. 6

7 "Fiducia, non solo tagli" Basket, i segreti di Biella Modello di programmazione contro la crisi: Angelico seconda ]1 a programmazione è rara nello sport di oggi. Più facile cam- biare, aggiustare, JKL ~JI rifarsi il look e ripartire. A Biella non la pensano così. Negli ultimi 20 anni tassello dopo tassello si è costruita una squadra che è cresciuta ed è ormai una realtà del basket italiano. Basti pensare che nel quando Marco Atripaldi, oggi general manager e factotum della società, iniziò a lavorare nella pallacanestro a Biella - la squadra militava in C2. Poi, negli anni (e con l'acquisizione di un titolo di B2 da Garlasco), si è arrivati fino in cima. «È il nostro 11 Q anno di serie A, non siamo mai retrocessi e LA ti^eà DELLA SOCIETÀ Vietato esonerare i coach, caccia ai talenti sconosciuti e investimenti sul vivaio questo è un piccolo record, così come quello di non aver esonerato mai un allenatore», ha spiegato proprio Atripaldi. Ecco perché l'attuale classifica non può e non deve stupire. L'Angelico ha abituato a performance del genere, anche perché alla base c'è qualcosa di solido. «In tanti mi chiedono qual è il segreto. Non è scegliere i giocatori bravi, quanto piuttosto saperli mettere nelle condizioni di dare il meglio. Cercare di farli stare nella chimica giusta, dando loro fiducia». Perché vuoi per esigenze di budget, vuoi per scelte, difficilmente l'angelico rivoluziona la squadra. «A parte che non avremmo i soldi per cambiare giocatori, ma poi come politica vogliamo dare fiducia alla squadra che costruiamo in estate. Cambiamo solo se costretti. Perché un americano dopo 3 partite non può essere messo in discussione, altrimenti psicologicamente finisci per perderlo». E a Biella sono specialisti di stranieri di primo livello. Negli anni hanno visto passare giocatori come Jerebko (oggi nell'nba a Detroit) o Sefolosha (a Oklahoma) o califfi del calibro di Mike Batiste, perno del Panathinaikos. Oggi il fenomeno è Jacob Pullen, rookie che sta trascinando la squadra di Cancellieri. «Abbiamo pescato un jolly. Sapevamo che era bravo, ma non ci aspettavamo un impatto del genere». Dopo l'exploit della semifinale playoff di tre anni fa, Biella ha finito sempre per salvarsi all'ultima giornata, iniziando forte e finendo in flessione ma centrando l'obiettivo. Ecco perché quando gli si parla di sognare, Atripaldi fa il pompiere e spegne ogni entusiasmo. «Avendo una squadra di 7 giocatori siamo molto legati agli eventi. Abbiamo 14 punti, dobbiamo prima possibile arrivare a 24, quindi ci mancano 5 vittorie. Non mi voglio nascondere, ma la salvezza è l'obiettivo per sopravvivere, viste le nostre finanze». Il budget, appunto. Lo scorso settembre i soci della società hanno azzerato i debiti con le banche versando circa 1 milione di euro e in più hanno ricapitalizzato per permettere alla squadra di disputare questa stagione. Nonostante però i costi siano ridotti all'osso (1,9 milioni di euro lordi per squadra e staff, 3,3 complessivi), la crisi è forte e si sente. «C'è comunque un disavanzo tra costi e ricavi. I soldi per finire questa stagione ci sono, ma per il futuro? Tagliare ancora non è possibile, per questo noi vorremmo creare qualcosa di ancora più solido». Lavorando col settore giovanile «per il quale spendiamo ben il 10% del budget complessivo (circa 300 mila euro, ndr). Così da poterci creare una strada importante negli anni a venire. Oltre alla serie A abbiamo anche una nostra squadra juniores che disputa la C regionale». Una categoria sopra a quella della Biella '92. Quando si dice programmazione. Pag. 7

8 s \ Atripaldi, manager Saggezza sul mercato Ingaggiare delle star? No, meglio cercare di ottenere il massimo dai giocatori a disposizione Realismo I soldi per finire questa stagione ci sono ma poi? Per questo ci serve qualcosa di più solido \\C, i 1 >». i i Prossimo turno - 18/12/2011 Acea Rm-Sidgas Av; Benetton-Banco Sardegna Ss (17/12); Canadian Solar Bo-Umana Venezia; Cimberio Va-Angelico; Emporio Armani Mi-Fabi Montegranaro (17/12); Novi Casale Monferrato- Bennet Cantù; Pepsi Ce-Banca Tercas Te; Vanoli Cr-Scavolini Ps; Riposa: Mps Si Pag. 8

9 Angelico da record Secondo posto con sette vittorie Stefano Zavagli APAGINA73 BASKET. DOPO IL SUCCESSO CON BOLOGNA NELL'ANTICIPO DELLA SERIE A Angelico, settima sinfonia Una partenza da record I rossoblu di coach Cancellieri mai così bene in avvio di stagione STEFANO ZAVAGLI BIELLA Giù le mani dall'abaco. L'Angelico lo scruta, si batte sul petto, si sente fin troppo ricca. L'avvio sprint scrive un nuovo record. Sette vittorie in dieci giornate a queste latitudini non s'erano mai viste. Biella vince e convince. Nemmeno nel 2009/2010, con l'andata chiusa al secondo posto, l'angelico era riuscita a far meglio: dopo dieci turni si fermò a quota sei hurrà. Perfino Gianmarco Pozzecco, nel veder Biella bloccare Bologna nell'anticipo (83-78 il finale) si è galvanizzato: «I giocatori sanno in campo quello che devono fare e lo fanno: sono in sette e quei sette sentono la fiducia dell'allenatore». Bravi, belli e fortunati. Biella viaggia leggera, senza pressioni, con la mente sgombra. E sulle ali dell'entusiasmo sopperisce al gap di talento che c'è tra lei e le altre. Che la panna stesse montando bene lo si era capito sin dal principio: Coleman e compagni hanno iniziato a vincere nei primi tornei di pre campionato e non si sono più fermati. Non c'è squadra, ad oggi in serie A, più in forma di Biella: Siena deve rimodellare gli equilibri dopo i ko di Kaukenas e Lavrinovic, Bologna ha Vitali e Lang da inserire, Milano vive il post Gallinari, Cantù pensa al mercato, Roma fatica a inserire i giocatori dell'est e così le altre. La genuina Biella, invece, con pochi soldi e scelte oculate sembra aver azzeccato davvero tutto. Anche se preferisce volare basso, pensa a incamerare punti per la corsa salvezza, memore delle ultime due stagioni iniziate bene e concluse in sofferenza. Passione, competenza, senso logico negli investimenti. Con pochi soldi si può comunque andare lontano. E' incredibile, con dei risultati del genere, l'avvenire sia in discussione: dato che per pareggiare il bilancio a oggi manca il 30% del budget. Una storia che non può e non deve finire: «Biella orgoglio nazionale», diceva lo striscione srotolato dai tifosi nel pre Biella-Bologna. Avanti di questo passo Pullen (ma anche Coleman) il prossimo an- Pag. 9

10 no saranno oggetto dei desideri di mezza Europa. Ma è la collettività a funzionare: tutti responsabilizzati, tutti attori protagonisti. Jurak e Soragna stanno vivendo una seconda gioventù, Chessa si rende utile, con questo rendimento Miralles confezionerà la sua miglior stagione da quando è professionista: «La nostra identità - dice lo spagnolo -, è la difesa. Tanto lavoro duro ci permette di attaccare tranquilli». Talvolta la panchina corta non è una mancanza, incrociando le dita che non si registrino infortuni. Il tutto con l'obiettivo di far crescere i giovani. Capitano Matteo Soragna (nella foto di Corrado Micheletti) sta vivendo una seconda giovinezza in maglia rossoblu Successi consecutìwì I rossoblu di coach Cancellieri stanno viaggianoa ritmi record Pag. 10

11 PERSONAGGIO/ IL LUNGO ANGELICO CONVINCE. IN NBA I SUOI DIRITTI PASSANO AI BUCKS Non sempre una miscela di ingredienti eterogenea, sperimentale, magari con prodotti presi a risparmio, riesce a creare un grande piatto. Più probabile che il risultato finale sia qualcosa di soddisfacente ma imperfetto. Alcune volte, però, assaggiando, ci si accorge di aver creato una delizia per il palato. Biella ha scelto bene gli ingredienti principali: Coleman per averlo già provato, visto all'opera e convinto a restare contro una logica che lo avrebbe proiettato verso squadre di prima fascia. Poi Jacob Pullen, rookie strabiliante nei tempi e nei modi. Due ottimi elementi, ma insufficienti senza un supporto adeguato. Soragna sta dando tantissimo e molto più di quello che si poteva chiedergli, i tre lunghi europei hanno dato ragione alle scelte estive: Dragicevic tornato ai livelli di Belgrado e Albert Miralles nuovamente in Italia da grande protagonista. Senza contare un supportine cast di eccezione con Jurak perfetto nel ruolo di terzo lungo e Chessa che a forza di provarci sta arrivando ai livelli auspicati. Una perfetta alchimia, che non contempla ancora l'ingrediente segreto: Linos Chrysikopoulos si è visto poco, e potrebbe essere quell'aggiunta in più allo svoltar della stagione. Il catalano. Di centri europei come Miralles Biella non ne ha mai avuti. Ed ora se lo coccola. Per lui una stagione da rinascita (e per Biella una scommessa vinta, ndr), il volano verso una seconda parte di carriera che si preannuncia rosea, dopo tanta Spagna e un'inizio italiano tra Virtus Bologna e Rimini nel 2002/2003, per poi passare a Roseto e Cantù, due piazze che con Biella condividono una rivalità storica, giusto per gli incroci del destino, prima di tornare in Spagna, a Valencia e poi a San Sebastiàn. Nel 2004 la grande occasione: viene scelto al secondo giro del draft dai Toronto Raptors, ma i suoi diritti vengono ceduti a Miami in cambio di quelli di Pape Sow e della seconda scelta dell'anno successivo. In Nba Albert non giocherà mai, farà solo una summer league: «Noiosissima esperienza per un lungo: giochi tutte le partite correndo su e giù per il campo, nessuno ti passa la palla... Al massimo prendi qualche rimbalzo. Un'esperienza che a 29 anni credo non farei più». E probabilmente non sarà più chiamato a farla. Ma pur non avendo mai firmato un contratto, Albert, come molti cestisti scelti e "congelati", resterà legato alla Nba per tutta la carriera. E' storia di due giorni fa la cessione dei suoi diritti dai Celtics, che li acquisirono nella trade che coinvolse Antoine Walker nel 2005, ai Bucks per quelli di Keyon Dooling e una seconda scelta al prossimo draft. «L'ho saputo perchè dalla Spagna mi hanno chiamato diversi giornalisti - e sorride - anche se con la mia età la Nba non è certo più un'ambizione. Però è curioso rientrare ancora in questi scambi. Cosa farei se mi dovessero chiamare? Se non avessi squadra e contratto, chissà... Ma sto bene dove sono». In quel draft del 2004 la storia di Miralles si incrocia con quella di diversi giocatori passati poi per l'italia, da quella del poi "biellese" Ricky Minard a quella di Viktor Sanikidze, suo avversario sabato sera scorso. O Romain Sato. Nel parlargli si capisce che il capitolo americano è chiuso da un pezzo, pur restandone incuriosito: «Chiederò al mio agente se è stato informato, ma questi scambi avvengono a prescindere dalla tua volontà o conoscenza. Alla meglio, come successo, ne vieni informato a cose fatte». Il presente. «In settimana abbiamo parlato dell'approccio alla partita contro Bologna e coach Cancellieri ci aveva ribadito che doveva essere un match completo dall'inizio alla fine. Abbiamo giocato una grande gara contro una grande squadra perchè Bologna è una formazione in forma che era venuta qui per vincere. Il segreto? Siamo stati molto bravi in difésa e questa è la nostra identità perchè ci lavoriamo tanto in settimana per avere più fiducia in attacco». L'ultimo siparietto riguarda la schiacciata in contropiede con Pullen: «Jacob mi aveva detto all'orecchio che voleva passarmi la palla affinchè potessi schiacciare e nell'occasione giusta ne ho approfittato». Fabrizio Ceria RISULTO! 10 GIORNATA PROSSIMO TURNO a G. RIAKIFICA SKM-SMSE m RIPOSATO: CIÌSJLE JCr^JI^J^JP 1 Uffici AL'^rnv "'! iie King" Pag. 11

12 TRIBUNA VIP il presidente di La7 Saiwemini nel parterre Il biellese Severino Salvemini, 61 anni, presidente di Telecom Italia Media, proprietaria di La7, ha seguito la partita dai parterre anche nel giorno in cui la sua televisione ha debuttato ai Forum Pag. 12

13 LI PARTITA/ SCONFITTA BOLOGNA CON DIFESA E LUNGHI DI SPESSORE Angelico un passo avanti La Canadian Solar esce sconfitta per il quinto anno consecutivo dal parquet biellese dopo aver illuso nelle prime battute del match, certo è difficile vincere sul campo di una Biella così in forma regalando di fatto gli americani, con Lang ingiudicabile per quanto evanescente e Douglas Roberts in campo per onor di firma con un problema alla caviglia. Eroe del momento Jacob Pullen, simbolo del primato biellese \%t>che ha trovato come coprotagonsita un Coleman in grado di far male anche dalla lunga distanza. Biella difende bene con tutti gli uomini e trova nello spessore dei suoi lunghi quel qualcosa in più che in questo momento la mette davanti alle concorrenti. La Candian Solar si ferma dopo una striscia vincente, ma dopo una gara giocata non male, certo è mancato un leader in campo in grado di rispondere a Pullen nei momenti chiave del match. Fischi. Nemmeno il tempo di partire e la partita si scalda in campo e sulle tribune: in un amen la terna arbitrale manda in bonus l'angelico senza fischiare un fallo a Bologna. Cancellieri rimedia anche un fallo tecnico per proteste e la Canadian Solar capitalizza con Gailius provando la fuga sul Time out Angelico, Chessa (nella foto) in campo al posto di Pullen e la guarda sassarese si presenta con la tripla che apre un controbreak di 16-0 a cavallo dei due quarti con Miralles sugli scudi sotto canestro. La zona perforata. Finelli corre ai ripari ordinando una difesa a zona che qualche effetto sortisce, anche se l'angelico trova due triple consecutive di Coleman che ridanno slancio ai padroni di casa (27-20). Poeta e Pullen entrano in partita, cercando anche la soluzione personale e all'intervallo l'angelico conduce I due recitano da protagonisti anche dopo l'intervallo, ma per il playmaker bolognese arriva un quarto fallo in attacco che lo costringe a sedersi in panchina. L'epilogo. L'Angelico comincia l'ultimo quarto con un buon vantaggio e Cancellieri può permettersi di far riposare la sua stellina per sei minuti e mandarla in campo per un finale comunque tirato, in cui tre liberi di Koponen (fallo di Jurak sul tiro da tre) portano la Virtus sotto a 35" dal termine. E' poi Soragna a chiudere dalla lunetta con la solita classe da campione di lungo corso. ga.p. Pag. 13

14 Slena resta prima, Varese sconfitta SISSARI-fARESE 8Ì-7S (27-21, 51-45, 72-66) SASSARI: Metreveli 3, Binetti ne, Samoggia ne, Hosley 15, Devecchi ne, DienerT. 21, Sacchetti 2, Plisnic 7, Diener D. 26, Vanuzzo 8, Hunter8. Ali.: Sacchetti. VARESE: Bertogio ne, Hurtt 11, Garri 5, Diawara 20, Talts ne, Rannikko 13, Demartini ne, Fajardo 9, Kangur 19, Reati ne, Stipcevic 2, Ganeto. Ali.: Recalcati. ARBITRI: Facchini, Barni, Terreni. NOTE: Tiri da due: Sassari 30/47, Varese 22/42. Tiri da tre: Sassari 8/19, Varese 9/24. Totale tiri: Sassari 38/66 Varese 31/66. Tiri liberi Sassari 6/13 Varese 8/9. Rimbalzi: Sassari 31 -Varese 37. Usciti per falli: nessuno Spettatori: 4087 Incasso: (compresi abbonati). SASSARI Trascinata dai cugini Diener e da Hosley in giornata di grazia la Dinamo si sbarazza del Varese (90-79 il risultatofinale)e si allontana dalla zona calda della classifica. Al Pala Serradimigni si parte con un minuto di raccoglimento in memoria di Brent Darby, playmaker americano, tre anni fa a Sassari in Legadue, recentemente scomparso. Varese parte bene e mette paura ai sassaresi in avvio con Diawara che manda Varese a +5 (2-7). Sassari si riporta sotto e prova la fuga con la tripla di Travis Diener e con i punti di Hosley. La gara rimane in equlibrio e all'intervallo lungo Sassari è avanti Stipcevic è un muro difensivo, ma i cugini Travis (21 punti) e Drake (26 punti) Diener hanno una marcia in più. A 2'30" dallafinela fuga decisiva di Sassari: il sigillo vittoria è di Travis Diener (80-74). A ELLI10-SIE1A ite (23-18, 39-38, 55-55, 72-72) SIDIGAS AVELLINO: Green 4, Gaddefors 8, Ferrara 1, Spinelli 6, Lauwers 5, Golemac 18, Slay 10, Johnson 17, Dean 8, Soloperto. Ali. Vitucci. Montepaschi SIENA: Zizis 6, Andersen 13, Rakocevic 26, Carraretto 3, Ress 3, Michelori 2, Stonerook8, Aradori 11, Moss 11. Ali. Pianigiani. ARBITRI: Sahin, Pozzana, Capurra. NOTE: Tiri da due punti: Avellino 20/36, Siena 18/41 Tiri da tre punti: Avellino 8/27; Siena 9/27. Tiri liberi: Avellino 13/17; Siena 20/24. Rimbalzi: Avellino 43, Siena 35. Usciti per 5 falli Gaddefors, Lauwers, Golemac, Johnson. Spettatori per un incasso di euro. PESARO-KM (12-15, 24-34, 47-51) SCAVOLINI SIVIGLIA: White 16, Cavaliero 3, Hickman 15, Cusin 18, Flamini, Hackett, Lydeka, Jones 16. Non entrati: Traini, Alibegovic e Tortù. Allenatore: Dalmonte. FABISHOES MONTEGRANARO: Karl 14, Zoroski 8, Antonutti, Di Bella 2, Mazzola 2, McNeal 18, Brunner 16, Ivanov 11. Non entrati: Piunti, Perini, Nicevic, Kirksay. Allenatore: Valli. ARBITRI: Lamonica, Quacci, Biggi. NOTE: Osservato l'di silenzio per la scomparsa di Brent Darby, giocatore americano. Tiri da tre punti: Pesaro 4/17, Montegranaro 6/23. Tiri da due punti: Pesaro 21/40, Montegranaro 18/45. Tiri liberi: Pesaro 14/18, Montegranaro 17/26. Rimbalzi: Pesaro 36, Montegranaro 44. Usciti per 5 falli: Karl al 3813", Jones al 38'54". Spettatori 5.071, incasso euro. CllTU'-TERIlO 84-7i (20-18; 39-26;62-46) CANTO': Micov 9, Ortner 8, Markoishvili 11, Leunen 9, Marconato 16, Mazzarino 6, Abass ne, Diviach ne, Shermadini 6, Cinciarini 8, Bolzonella 0, Basile 11 Allenatore: Andrea Trinchieri TERAMO: Ricci 0, B.Brown 12, Di Giuseppe ne, Amoroso 3, Cerella 0, D.Brown 34, Fultz 8, Lulli ne, Green 9, Borisov 7, Polonara 3. Allenatore: Alessandro Ramagli ARBITRI: Mattioli, Ramilli, Aronne NOTE: Tiri liberi: Cantù 6/6; Teramo 5/7; tiri da due: Cantù 24/44; Teramo 19/37; tiri da tre: CantùlO /17; Teramo 11/28; Rimbalzi: Cantù 31 ; Teramo 30. Usciti per 5 falli: nessuno. CiElOlA-ClSERII77-70 (19-22, 41-34, 52-56) CREMONA: Lighty 18, Cinciarini, Lottici ne, Antonelli, Tabu 9, D'Ercole, Perkovic 4, Milic 16, Mazic ne, Belloni ne, Kakiouzis 14, Roderick16. Ali. Caja. CASERTA: Rose 6, Maresca 2, Righetti 11, Marzaioli, Collins 14, Smith 15, Stipanovic 2, Cefarelli ne, Di Monaco ne, Doornekamp 9, Fletcher 11, parrino ne. Ali. Sacripanti. ARBITRI: Sabetta, Duranti e Vicino. Pag. 14

15 NOTE: Tiri da 2: Cremona 17/37, Caserta 18/37; tiri da 3: Cremona 11/23, Caserta 6/20; tiri liberi: Cremona 10/20, Caserta 16/18. Rimbalzi: Cremona 34, Caserta 37. Falli: Cremona 24, Caserta 23. Usciti per 5 falli: nessuno. Spettatori: TREVISO-ROMA S3-7S (24-15; 47-28; 64-47) BENETTON TREVISO: Adrien 7, Mekel, Becirovic 15, Ivanov, Bulleri 6, De Nicolao 7, Thomas 11, Sandri 2, Cuccarolo 7, Gentile 18, Gaspardo, Moldoveanu 20, Wojciechowski. Ali.: Djordjevic. ACEA ROMA: Marchetti, Tonolli 4, Mordente 1, Crosariol 5, Datarne 11, Dedovic 12, Dasic 9, Gordic 5, Maestranzi, Gorrieri n.e., Tucker 21, Slokar 11. Ali.: Lardo. ARBITRI: Paternicò, Filippini e Weidmann. NOTE: tiri da 3 Treviso 12/19, Roma 7/20; tiri liberi Treviso 25/34; Roma 12/20. Rimbalzi Treviso 26, Roma 26. Falli Treviso 20; Roma 28. Pag. 15

16 COI CHI CE L'A EWA MATTEO SORAG1A? Mancano pochi istanti, il punteggio è ancora in bilico, Soragna subisce fallo ma prima di andare in lunetta scambia qualche "battuta" con il tawolo dei giornalisti: un battibecco che sembra una polemica. Alla line è lo stesso capitano a spiegarlo: «Scherzato con il Poz, scrivetelo, non worreì che sì pensasse a qualcosa dì astioso». Pag. 16

17 * +lt5i -*X - ' lilà?.j» M *K^ *»*Ji :S*\'< -». Angelico regina per una è seconda tra le big La cavalcata dell'incredibile Angelico continua per la felicità dei propri tifosi in festa (la Cura Bariera, nella foto Sarei] che guardano tutti dall'alto del secondo posto in classifica delia Serie A di basket, dietro Siena che ieri ha vinto al supplementare ad Avellino, e a pari merito con Milano, davanti a Cantù, quarta. Sabato nell'anticipo la vittoria con la Virtus Bologna (33-78) ha confermato il talento di Puiien e le qualità di un gruppo solido. Pag. 17

18 BASKET SERIE A/ ^ANGELICO BATTE ANCHE BOLOGNA E PER UNA NOTTE GUIDA LA CLASSIFICA I M m M m m m tifosi sognino, ma noi no» COACH CANCELLIERI Siena scricchiola, E LA DIRIGENZA ma alla fine ALL'UNISONO: sconfigge «DOBBIAMO IMPARARE DALLANNO SCORSO» salvezza: solo dopo averla raggiunta si potrà Avellino che gioca nuovamente un supplementare perdente dopo quello di una setsogna ripetere l'errore dell'anno scorso: «Non pensare (eventualmente) in grande. Non bitimana fa al Forum.. che avessimo cambiato obiettivo in corsa - L'Angelico batte meritatamente la Virtus spiega Massimo Cancellieri - ma non eravamo stati abbastanza chiari. Quest'anno Bologna (83-78) in anticipo sabato pomeriggio e per una notte si laurea regina d'italia. dobbiamo imparare dalle esperienze passate e I tanti falli commessi da Avellino a cui si puntare dritti verso la quota salvezza. I tifosi somma la verve di una Montepaschi tutt'altro hanno tutto il diritto di sognare. Noi no». Però che felice di scalzarsi dalla vetta, fanno ridimensionare le velleità biellesi: ieri sera «Abbiamo gestito il ritmo partita come solo le la sua Angelico matura di gara in gara: Biella torna al secondo posto in compagnia di grandi squadre sanno fare. Ma non mi illudo Milano, vincente a Treviso con Venezia. che sarà sempre così. Lo abbiamo fatto con L'ambiente rossoblu gioisce, la squadra si Bologna, magari non lo faremo la prossima conferma solida in difesa, con i lunghi protagonisti decisivi e silenziosi, ma tutti frenano 5'40" sul 5-13 ho detto alla squadra di volta. Quando ho chiamato time out dopo l'euforia richiamando alla prudenza, a partire muovere di più la palla in attacco, per fare da coach Cancellieri. entrare in ritmo tutti. L'azione dopo c'è stata la tripla di Chessa dopo un'azione corale. E da Testa bassa e pedalare. Almeno fino a lì abbiamo iniziato a giocare». auota 24. Questa è l'asticella della zona ^ ^3K?P>il^ 'wwm~! Pag. 18

19 SORAGNA/ «RESTIAMO CON I PIEDI PER TERRA» «;.<.* ' *,'<!.. ^ & l ^ l l» *v (t A " S Sembrano le immagini di un film a lieto fine. Con immagini da riavvolgere per soffermarsi sui momenti più significativi di Angelico - Bologna. E per i tifosi e gli appassionati, c'è molto materiale: la classe e la micidiale visione di gioco di Pullen, Aubrey Coleman che si "inventa" un 5/8 da tre, la freddezza di capitan Soragna, l'uomo giusto, che dalla lunetta è un "mostro" di precisione, unita a grande esperienza. Il capitano, grinta da vendere. Gliela leggi negli occhi la voglia di vincere durante tutta la partita, esplosa in una grande gioia al termine del match: «La nostra - commenta la guardia rossoblu - non è stata una partenza brillante, ma superiore alle volte precedenti ed infatti, tolti i primi cinque minuti, siamo sempre stati avanti. Il nostro è stato un lavoro di costanza, dove abbiamo contrastato il pick and roll di Bologna, subendo però parecchio i loro rimbalzi in attacco: i nostri avversari sono atletici e per avere la meglio su di loro devi essere in grado di muoverti prima». La prima della classe. Stare a braccetto con le grandi del campionato, nell'olimpo degli dei, è un sogno che non pare essere vero, eppure i 14 punti conquistati testimoniano la forza di questo gruppo. «Abbiamo vinto - continua Soragna - una partita molto importante e difficile e quindi dobbiamo goderci questo momento, ma ricordiamoci che questa posizione di classifica non ci compete». Il capitano è molto prudente e non vuole ritrovarsi nella situazione degli ultimi anni: «E' già successo nelle stagioni passate di partire bene e poi di trovarci in grosse difficoltà più avanti e noi non vogliamo più correre questi rischi. L'anno scorso gli spettatori erano entusiasti per il nostro gioco, ma sappiamo che cosa è successo, quindi dobbiamo continuare ad essere concreti ed a non mollare mai». Coleman il tiratore. E' sempre Soragna che racconta gli allenamenti della guardia americana durante la settimana: «In questi giorni Aubrey era concentrato sul tiro da fuori, si è allenato molto per questo ed ha trovato varie soluzioni in tal senso. Lui è un atleta fuori dal comune». Manca poco alla fine dell'incontro e Soragna si volta verso Gianmarco Pozzecco seduto a bordo campo (per il commento televisivo di Pag. 19

20 basket sul match, né) ed i & come spiega ri capi- è m ^ ^ tano: toni sembrano arrabbiati nei «Ho passato degli anni scherzo con lui>>_ suoi confronti. Ma è tutto un meravigliosi - conclude la # Mar(a C(J( a Luchjna guardia - in nazionale con il UTTIA VARESE ITrinkerPonzoneorgan "" " ìenica 18 con e fermata alla -arisio. Costo 25 euro t -a Vecchia Guardia org per Casale di venerdì"" La partenza è Biella, Il costo è di 26 Le prenotazioni vanno al bar del vecchio palabiella. Vista la disponibilità ridotta di... di prenotare il biglietto anche in caso Pag. 20

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio!

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio! Piermario Lucchini L importante è che sia... sveglio! Libri Este 2009 Edizioni E.S.T.E. S.r.l Via A. Vassallo, 31 20125 Milano www.este.it info@este.it Prima edizione: novembre 2009 Copertina di Laura

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Al giorno d oggi per dare un significato alla nostra vita, occorre dedicare + spazio e + tempo per pensare a noi stessi perché come ci suggerisce il

Al giorno d oggi per dare un significato alla nostra vita, occorre dedicare + spazio e + tempo per pensare a noi stessi perché come ci suggerisce il Al giorno d oggi per dare un significato alla nostra vita, occorre dedicare + spazio e + tempo per pensare a noi stessi perché come ci suggerisce il pensiero di Enzo Bianchi conosciamo più cose fuori di

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Dov è finita la voglia di studiare?

Dov è finita la voglia di studiare? Dov è finita la voglia di studiare? Demo5vazione, insicurezza, paura di me:ersi alla prova, difficoltà a ges5re gli insuccessi: vissu5 frequen5 del percorso scolas5co di oggi CERCASI VOGLIA DI STUDIARE!!!

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli