1 Organi Sociali e Comitati 4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 Organi Sociali e Comitati 4"

Transcript

1 BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2013

2

3 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2013

4 Indice 1 Organi Sociali e Comitati 4 Relazione sulla gestione al 31 dicembre Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Introduzione Risultati Economico Patrimoniali del Gruppo Ansaldo STS Situazione Finanziaria consolidata Indicatori alternativi di performance non-gaap Operazioni con parti correlate Andamento della gestione Scenario di mercato e situazione commerciale Informazioni commerciali Andamento dell Unità Signalling Andamento dell Unità Transportation Solutions Prospetto di raccordo del risultato d esercizio e del patrimonio netto della Capogruppo con quelli consolidati al 31 dicembre Operazioni significative dell esercizio ed operazioni intervenute dopo la chiusura al 31 dicembre Rischi ed incertezze Rischi strategici Cambiamenti del contesto macroeconomico e di mercato ed i programmi di efficientamento Innovazione quale fattore competitivo Rischi operativi Rischio paese rispetto ai nuovi mercati Dipendenza dalla committenza pubblica e da contratti pluriennali Processi di budget e programmazione dei progetti di Risk Management Parti terze (subappaltatori, subfornitori e partners) Efficienza delle attività ed adeguatezza delle referenze tecniche Responsabilità verso clienti o terzi per difetti dei prodotti venduti o ritardi nelle consegne Controversie Legali Gestione delle risorse umane Adempimenti in materia di sviluppo, sicurezza ed ambiente Rischi finanziari Capacità di finanziare un elevato livello di attività correnti e di ottenere garanzie Rischi informativi Gestione dei sistemi informativi 26 5 Ambiente 27 6 Ricerca e sviluppo 30 7 Personale e Organizzazione La Società Ansaldo STS Società Controllate Organico al 31 dicembre Documento Programmatico sulla Sicurezza Piani di incentivazione Piani stock grant Piani cash Partecipazioni detenute dagli Amministratori 33 8 Comunicazione finanziaria 34 9 Corporate Governance e assetti proprietari della società ex art. 123 bis del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 e s.m.i. (TUF) 36 Bilancio consolidato al 31 dicembre Prospetti contabili consolidati Conto economico separato consolidato Conto economico complessivo consolidato Situazione patrimoniale - finanziaria consolidata Rendiconto finanziario consolidato Prospetto delle variazioni di patrimonio netto consolidato 43 2

5 11 Note esplicative al bilancio consolidato al 31 dicembre Informazioni Generali Forma e Contenuti e Principi contabili applicati Principi contabili adottati Effetti di modifiche nei principi contabili adottati Informativa di settore Note alla situazione patrimoniale-finanziaria Rapporti patrimoniali con parti correlate Attività immateriali Attività materiali Investimenti in Partecipazioni Crediti ed altre attività non correnti Rimanenze Lavori in corso e acconti da committenti Crediti commerciali e finanziari Attività finanziarie valutate al fair value Crediti e debiti per imposte sul reddito Altre attività correnti Disponibilità e mezzi equivalenti Capitale Sociale Utili / (Perdite) a nuovo Altre riserve Patrimonio netto di terzi Debiti finanziari Fondi rischi e oneri e passività potenziali Benefici ai dipendenti Altre passività correnti e non correnti Debiti commerciali Derivati Garanzie ed altri impegni Note al conto economico Rapporti economici verso parti correlate Ricavi Altri ricavi operativi Costi per acquisti e servizi Costi per il personale Ammortamenti e svalutazioni Altri costi operativi Costi capitalizzati per costruzioni interne Proventi/(Oneri) finanziari netti Effetto delle valutazioni con il metodo del patrimonio netto Imposte sul reddito Earning per share Flusso di cassa da attività operative Gestione dei rischi finanziari Compensi spettanti al key management personnel Evoluzione prevedibile della gestione Informazione ai sensi dell art. 149-duodecies del regolamento emittenti CONSOB 94 Attestazione sul bilancio consolidato 21 Attestazione del bilancio consolidato ai sensi dell art. 81-ter del Regolamento CONSOB n del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni e dell art. 154-bis, comma 2 del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e successive modifiche ed integrazioni 95 3

6 Organi sociali e Comitati 1 Organi sociali e Comitati CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE* SERGIO DE LUCA Presidente ** 1 LUIGI CALABRIA Vice Presidente ** 2 STEFANO SIRAGUSA Amministratore Delegato ** 3 GIOVANNI CAVALLINI (2) MAURIZIO CEREDA (1) (2) PAOLA GIRDINIO (1) BRUNO PAVESI (2) COLLEGIO SINDACALE* GIACINTO SARUBBI Presidente RENATO RIGHETTI MASSIMO SCOTTON SINDACI SUPPLENTI BRUNO BORGIA PIETRO CERASOLI TATIANA RIZZANTE ATTILIO SALVETTI (1) GRAZIA GUAZZI Segretario del Consiglio SOCIETÀ DI REVISIONE (per il periodo 2012/2020) KPMG S.p.A. 1. Componente del Comitato Controllo e Rischi. 2. Componente del Comitato per le Nomine e la Remunerazione. * Il Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale attualmente in carica, nominati dall Assemblea del 5 aprile 2011, giungeranno a scadenza in occasione dell Assemblea convocata per l approvazione del bilancio relativo all esercizio chiuso al 31 dicembre **1 Sergio De Luca ricopre la carica di Presidente a decorrere dal 1 gennaio In precedenza, la carica di Presidente è stata ricoperta: (i) per il periodo dal 5 aprile 2011 al 6 maggio 2013, da Alessandro Pansa (dimessosi da Amministratore della Società con effetto dal 6 maggio 2013); (ii) per il periodo dal 6 maggio 2013 al 31 dicembre 2013, da Luigi Calabria (nominato componente del Consiglio di Amministrazione in sostituzione di Alessandro Pansa). **2 Luigi Calabria ricopre la carica di Vice Presidente a decorrere dal 1 gennaio Per il periodo dal 5 aprile 2011 al 31 dicembre 2013 la carica di Vice Presidente è stata ricoperta da Giancarlo Grasso (dimessosi da Amministratore della Società con effetto dal 1 gennaio 2014). **3 Stefano Siragusa è stato cooptato quale componente del Consiglio di Amministrazione con effetto dal 1 gennaio Con effetto dalla medesima data Stefano Siragusa ricopre altresì la carica di Amministratore Delegato. Per il periodo dal 5 aprile 2011 al 31 dicembre 2013 la carica di Amministratore Delegato è stata ricoperta da Sergio De Luca. 4

7 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2013 Relazione sulla gestione al 31 dicembre

8 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Introduzione 2 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo 2.1 Introduzione Il Gruppo Ansaldo STS ha consuntivato nel 2013 un risultato netto di K rispetto a K del I Ricavi sono stati pari a K rispetto a K dell esercizio precedente e la redditività operativa (R.O.S.) si è attestata al 9,4% in linea con l anno scorso. L esercizio è da considerarsi positivo e sostanzialmente in linea con le attese; le consegne all inizio del 2013 ed il buon funzionamento nel corso dell anno delle metropolitane automatiche di Brescia e Milano, le messe in esercizio in Svezia del sistema di segnalamento ERTMS versione sul progetto ESTER, la consegna del primo apparato centrale sulla linea ferroviaria Torino-Padova in Italia ed in ultimo l attivazione all inizio del 2014 delle prime stazioni della metropolitana di Ankara, confermano le positive performance operative conseguite dal Gruppo. Gli ordini acquisiti ammontano a K rispetto a K acquisiti nel Si evidenziano in particolare: il contratto, nell ambito del consorzio ArRiyad New Mobility, per la realizzazione della linea 3 (red line) della nuova metropolitana di Riyad per un controvalore di circa 511 M ; il progetto per la realizzazione in Cina (Municipalità di Zhuhai) del primo sistema senza catenaria Tramwave, in applicazione dell accordo siglato nel 2012 per la costruzione di linee tramviarie con tale innovativa tecnologia sul mercato cinese, per un importo di circa 26 M ; la commessa in Algeria per l implementazione della tecnologia di segnalamento ERTMS per circa 40 M ; il contratto in Marocco, all interno di uno specifico consorzio, per la fornitura del centro per il segnalamento ferroviario, le telecomunicazioni ed il controllo del traffico della futura linea ad Alta Velocità Tanger Kenitra per un valore di circa 58 M. Il valore del backlog al 31 dicembre 2013 è pari a K ( K alla fine del 2012); esso, in particolare, risente di una riduzione di circa 172 M a seguito del contenzioso con il cliente russo Zarubezhstroytechnology (ZST) relativo al contratto in Libia per la linea Sirth Benghazi. In termini generali, il mercato di riferimento del Gruppo continua a crescere a tassi annui nell ordine del 2-3%; a ciò, però, si accompagna una forte concorrenza sui prezzi soprattutto nel business del segnalamento a cui il Gruppo risponde sia cercando di innovare e differenziare il proprio portafoglio prodotti sia ricercando costantemente il miglioramento della propria efficienza ed efficacia operativa mediante appositi piani. È proseguita quindi l azione manageriale di aggiornamento dei processi al fine di aumentare il grado e le capacità di governo e di controllo dei rischi del Gruppo. È stata inoltre aggiornata la struttura organizzativa per rispondere alle nuove esigenze del mercato ed a perseguire obiettivi di maggiore efficienza. Elementi decisivi che hanno spinto per attuare la recente riorganizzazione sono da individuare sia nell esigenza di gestire in maniera unitaria progetti multibusiness, sia nella necessità di una maggiore integrazione tra i vari team e in particolare tra i team di commessa e i team commerciali. In particolare il nuovo modello organizzativo prevede una più netta separazione tra le strutture responsabili delle Revenue, e quindi dei processi di Sales/Bidding, Project Management (gestione dei contratti), Operation & Maintanance e quella globalmente responsabile di tutti i processi interni, quali Engineering, Construction & Commission, Supply Chain, Manufacturing e Development che determinano i costi aziendali. Le due strutture responsabili delle Revenue sono relative una ai prodotti Rail e Mass Transit, per le quali motivazioni di mercato hanno suggerito di integrare in un unica struttura i due prodotti, e l altra al prodotto Freight, con un accentuato focus geografico. La nuova struttura dopo un primo naturale breve periodo di transizione è pienamente operativa dall inizio del Dal punto di vista della struttura societaria e di Governance del Gruppo si segnala quanto segue: in data 18 dicembre 2012 il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato la cessione della partecipazione detenuta dalla Società per il tramite della controllata diretta Ansaldo STS France S.A.S. in ECOSEN CA, società di diritto venezuelano. Ansaldo STS France S.A.S. ha quindi stipulato un accordo preliminare di vendita di detta partecipazione con un soggetto terzo indipendente. L operazione è in corso e dovrebbe presumibilmente concludersi nel corso del 2014; in data 26 giugno 2013 il Consiglio di Amministrazione ha deliberato lo scioglimento della Joint Venture realizzata in Kazakhstan con JSC Remlokomotiv autorizzando altresì la cessazione anticipata e la messa in liquidazione della società Kazakhstan TZ-Ansaldo STS Italy LLP. Il processo di liquidazione è attualmente in corso; in data 27 settembre 2013 il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato le trattative per la cessione ad un operatore locale di una quota pari al 31% delle azioni ad oggi detenute dalla Società per il tramite della controllata diretta Ansaldo STS Australia PTY Ltd nella controllata Ansaldo STS Sinosa Rail Solutions South Africa (Pty) Ltd pari al 51% dell intero capitale sociale. Ad oggi le negoziazioni sono tuttora in corso; in data 20 settembre 2013 è divenuta effettiva la chiusura della controllata indiretta Ansaldo STS Finland OY che pertanto, a decorrere da tale data, è uscita dal perimetro di consolidamento del Gruppo. La messa in liquidazione di detta società era stata deliberata dal Consiglio di Amministrazione in data 28 settembre 2012; in data 16 dicembre 2013, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato la costituzione di una nuova società in Brasile. In data 5 febbraio 2014 è stata quindi costituita la Ansaldo STS do Brasil Sistemas de Trasporte Ferroviario e Metropolitano LTDA con sede in Fortaleza nello Stato del Ceará, al fine di cogliere appieno nuove ed importati opportunità commerciali nel settore Mass Transit. Si precisa che le eventuali opportunità commerciali che dovessero nascere nei Paesi in cui Ansaldo STS non vanterà più una stabile organizzazione verranno in ogni caso perseguite in partnership con soggetti locali o da altre legal entity del Gruppo ASTS. 6

9 Bilancio Consolidato al 31 dicembre Risultati Economico Patrimoniali del Gruppo Ansaldo STS (K ) Variazione Ordini acquisiti (8.759) Portafoglio ordini (82.232) Ricavi Risultato Operativo (EBIT) EBIT Adjusted (4.937) Risultato Netto (881) Capitale Circolante Netto (48.147) Capitale Investito Netto Posizione Finanziaria Netta (creditoria) ( ) ( ) Free Operating Cash Flow (30.808) R.O.S. 9,4% 9,4% - p.p. R.O.E. 15,5% 17,0% -1,5 p.p. V.A.E (5.784) Ricerca e Sviluppo (224) Organico (n.) L esercizio 2013 chiude con un utile netto consolidato di K rispetto a K del I Ricavi sono stati pari a K, in leggera crescita rispetto al valore dell anno precedente ( K ). In particolare, l Unità Signalling ha consuntivato ricavi per K leggermente superiori (3.520 K ) all esercizio scorso ( K ), l Unità Transportation Solutions ha registrato un valore di K in aumento di K rispetto al 31 dicembre 2012 ( K ) e le elisioni tra le due Unità sono state maggiori per K (per i dettagli si rimanda al capitolo 12). Ricavi al 31 dicembre (M ) e contribuzione delle Unità Unità Signalling dicembre % 54 % dicembre 2012 Unità Transportation Solutions Il risultato operativo (EBIT) è stato pari a K, in aumento di K rispetto al 2012 ( K ) e la redditività operativa (R.O.S.) si è attestata al 9,4%, come registrato nell esercizio precedente. Si segnala in particolare che: l Unità Signalling chiude l esercizio con un risultato operativo di K rispetto a K con una riduzione di K da attribuire al diverso mix e alla diversa profittabilità dei progetti nei due esercizi a confronto; l Unità Transportation Solutions presenta un risultato operativo di K superiore di K rispetto al 2012 ( K ), effetto del maggior volume dei ricavi sviluppati e del positivo completamento di significative milestons relative ad alcuni progetti in fase di chiusura. EBIT e ROS al 31 dicembre (M ) 118,1 117,1 31 dicembre dicembre ,4% 9,4% 7

10 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Risultati Economico Patrimoniali del Gruppo Ansaldo STS Al fine di fornire un ulteriore informativa sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria del Gruppo, sono stati di seguito predisposti i prospetti di riclassificazione Conto economico consolidato, Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata, Indebitamento (disponibilità) finanziario netto consolidato e Rendiconto finanziario consolidato. Conto Economico consolidato (K ) Ricavi Costi per acquisti e per il personale (*) ( ) ( ) Ammortamenti e svalutazioni (17.276) (20.768) Altri ricavi (costi) operativi netti (**) Variazione dei prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti (2.287) 897 EBIT Adjusted Costi di ristrutturazione (496) (6.453) Risultato Operativo (EBIT) Proventi (oneri) finanziari netti (3.732) (2.956) Imposte sul reddito (39.638) (38.421) Utile (Perdita) da attività non correnti destinate alla vendita 92 - Utile (Perdita) Netto di cui Gruppo di cui Terzi (141) 31 Utile per azione Base e Diluito 0,44 0, Rideterminato in seguito all aumento gratuito di capitale sociale del 15 luglio Note di raccordo fra le voci del Conto economico consolidato riclassificato ed il prospetto di Conto economico consolidato: (*) Include le voci Costi per acquisti, Costi per servizi, Costi per il personale (al netto degli oneri di ristrutturazione) e Accertamenti (Assorbimenti) per perdite a finire su commesse al netto della voce Costi capitalizzati per produzioni interne. (**) Include l ammontare netto delle voci Altri ricavi operativi e Altri costi operativi (al netto degli oneri di ristrutturazione, delle svalutazioni e degli accertamenti (assorbimenti) per perdite a finire su commesse). In sintesi: I Ricavi sono stati pari a K e si sono incrementati di K rispetto al I costi per acquisti e per il personale sono in linea nei due esercizi a confronto. I costi di ristrutturazione risultano inferiori ( K ), per il piano implementato nel corso del 2012 e concluso nel Il risultato operativo è stato pari a K, maggiore di K rispetto al Il risultato netto di K è inferiore rispetto all esercizio precedente di 881 K per maggiori oneri finanziari netti e maggiori imposte. Situazione Patrimoniale-Finanziaria consolidata (K ) Attività non correnti Passività non correnti (50.393) (49.665) Rimanenze Lavori in corso su ordinazione Crediti commerciali Debiti commerciali ( ) ( ) Acconti da committenti ( ) ( ) Capitale circolante (17.856) Fondi per rischi ed oneri (14.825) (15.842) Altre attività (passività) nette (*) (14.449) Capitale circolante netto (48.147) Capitale investito netto Patrimonio netto di Gruppo Patrimonio netto di Terzi Patrimonio netto Attività disponibili per la vendita 87 - Indebitamento (disponibilità) finanziario netto ( ) ( ) Note di raccordo fra le voci della Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata riclassificata ed il prospetto della Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata: (*) Include le voci Crediti per imposte sul reddito, Altre attività correnti e Derivati attivi, al netto delle voci Debiti per imposte sul reddito, Altre passività correnti e Derivati Passivi. 8

11 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2013 Il Capitale Investito Netto è pari a K rispetto a K dell esercizio precedente. La variazione di K è dovuta principalmente alla variazione del Capitale Circolante Netto per K data dalla diminuzione degli acconti da committenti, in cui insiste negativamente l effetto della riduzione dell anticipo su Libia per K registrato dalla Capogruppo Ansaldo STS S.p.A. per effetto del contenzioso con il cliente russo Zarubezhstroytechnology (ZST) per la linea Sirth-Benghasi, e dalla riduzione dei debiti commerciali compensata parzialmente dalla diminuzione dei crediti commerciali e dalle rimanenze e lavori in corso. 2.3 Situazione Finanziaria consolidata (K ) Debiti finanziari a breve termine Disponibilità e mezzi equivalenti ( ) ( ) INDEBITAMENTO BANCARIO ( ) ( ) Crediti finanziari verso parti correlate (34.011) ( ) Altri crediti finanziari (43.061) (52.987) CREDITI FINANZIARI (77.072) ( ) Altri debiti finanziari a breve termine ALTRI DEBITI FINANZIARI INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO (DISPONIBILITÀ) ( ) ( ) La Posizione Finanziaria Netta creditoria, prevalenza dei crediti finanziari e disponibilità e mezzi equivalenti sui debiti finanziari, è pari a K rispetto a K, in decremento quindi di K rispetto all esercizio precedente, dopo l erogazione di dividendi per K ( K nel 2012). Si precisa che, la posizione finanziaria al 31 dicembre 2013 include per K ( K al ) il residuo dell anticipo incassato dal cliente russo Zarubezhstroytechnology (ZST) per il progetto, firmato ad agosto 2010 e sospeso con decorrenza 21 febbraio 2011, relativo alla realizzazione degli impianti di segnalamento, automazione, telecomunicazione, alimentazione, security e bigliettazione sulla tratta da Sirth a Benghazi in Libia. Nella seconda metà dell anno è iniziato un contenzioso con il cliente russo ZST relativo all escussione dell Advance Payment Bond. Alla fine del mese di novembre, il Tribunale di Milano ha autorizzato la banca Crédit Agricole a liberare parte dell anticipo ( K ) avvalorando l ipotesi che ZST avesse diritto alla restituzione solo parziale dello stesso. Per maggiori dettagli si rimanda al paragrafo Andamento dell Unità Signalling. Il Rendiconto finanziario consolidato al 31 dicembre 2013 è così composto: Rendiconto finanziario consolidato (K ) Disponibilità e mezzi equivalenti iniziali Flusso di cassa lordo da attività operative Variazioni delle altre attività e passività operative (58.554) (58.279) Funds From Operations Variazione del capitale circolante (65.905) (51.001) Flusso di cassa generato (utilizzato) da attività operative Flusso di cassa da attività di investimento ordinario (9.689) (6.457) Free operating cash-flow Investimenti strategici (3.473) (216) Altre variazioni attività di investimento Flusso di cassa generato (utilizzato) da attività di investimento (13.129) (6.659) Dividendi pagati (28.923) (28.000) Flusso di cassa da attività di finanziamento (22.849) Flusso di cassa generato (utilizzato) da attività di finanziamento (50.849) Differenza di traduzione (6.063) (609) Disponibilità e mezzi equivalenti finali

12 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Indicatori alternativi di performance non-gaap Le disponibilità e mezzi equivalenti al 31 dicembre 2013 sono pari a K, in aumento rispetto all esercizio precedente di K. Le principali variazioni del cash flow sono le seguenti: flusso di cassa generato da attività operative pari a K, in diminuzione rispetto al 2012 di K, per la variazione del capitale circolante; flusso di cassa utilizzato in attività di investimento per K, in aumento rispetto all esercizio precedente per K (6.659 K al 31 dicembre 2012); flusso di cassa generato da attività di finanziamento per K rispetto a K del 2012, effetto principalmente della riduzione di crediti finanziari terzi e verso la Controllante Finmeccanica S.p.A., al netto dell erogazione di dividendi pagati dalla Capogruppo Ansaldo STS S.p.A. per K ( K nel 2012). Il Free Operating Cash Flow (FOCF) ante investimenti strategici dell esercizio in esame è pari a K, contro K al 31 dicembre 2012; il decremento di K è principalmente riconducibile alla variazione dell FFO (Funds From Operations) e del capitale circolante. 2.4 Indicatori alternativi di performance non-gaap Il management di Ansaldo STS S.p.A. valuta le performance economico-finanziarie del Gruppo e dei segmenti di business anche sulla base di alcuni indicatori non previsti dagli IFRS. Di seguito sono descritte, così come richiesto dalla Comunicazione CESR/ b, le componenti di ciascuno di tali indicatori: EBIT: è pari al risultato ante imposte ed ante proventi e oneri finanziari, senza alcuna rettifica. Dall EBIT sono esclusi anche proventi ed oneri derivanti dalla gestione di partecipazioni non consolidate e titoli, nonché i risultati di eventuali cessioni di partecipazioni consolidate, classificati negli schemi di bilancio all interno dei proventi ed oneri finanziari o, per i risultati delle sole partecipazioni valutate secondo il metodo del patrimonio netto, all interno della voce effetti della valutazione delle partecipazioni con il metodo del patrimonio netto. EBIT Adjusted (Adj): è ottenuto depurando l EBIT, così come in precedenza definito, dai seguenti elementi, se applicabili: - eventuali impairment dell avviamento; - ammortamenti della porzione di prezzo di acquisto allocato ad attività immateriali nell ambito di operazioni di business combination, così come previsto dall IFRS 3; - oneri di ristrutturazione, nell ambito di piani definiti e rilevanti; - altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibile, cioè, ad eventi di particolare significatività non riconducibili all andamento ordinario dei business di riferimento. La riconciliazione tra il risultato prima delle imposte e delle partite finanziarie e l EBIT Adjusted per gli esercizi a confronto è di seguito presentata: (K ) EBIT Costi di ristrutturazione EBIT Adjusted Free Operating Cash-Flow (FOCF): è ottenuto come somma del flusso di cassa generato (utilizzato) dalla gestione operativa e del flusso di cassa generato (utilizzato) dall attività di investimento e disinvestimento in attività materiali ed immateriali ed in partecipazioni, al netto dei flussi di cassa riferibili ad operazioni di acquisto o cessione di partecipazioni che, per loro natura o per rilevanza, si configurano come investimenti strategici. La modalità di costruzione del FOCF per gli esercizi presentati a confronto è presentata all interno del rendiconto finanziario riclassificato riportato nel paragrafo 2.3. Funds From Operations (FFO): è dato dal flusso di cassa generato (utilizzato) dalla gestione operativa, al netto della componente rappresentata da variazioni del capitale circolante. La modalità di costruzione del FFO per i periodi presentati a confronto è presentata all interno del rendiconto finanziario riclassificato riportato nel paragrafo 2.3. Valore Aggiunto Economico (VAE): è calcolato come differenza tra l EBIT al netto delle imposte ed il costo del valore medio del capitale investito nei due esercizi presentati a confronto, misurato sulla base del costo ponderato del capitale (WACC). Capitale Circolante Operativo: include crediti e debiti commerciali, rimanenze, lavori in corso, acconti da committenti e i fondi per rischi ed oneri. Capitale Circolante Netto: è dato dal capitale circolante operativo al netto delle altre attività e passività correnti. Capitale Investito Netto: è definito come la somma algebrica delle attività non correnti, delle passività non correnti e del capitale circolante netto. Indebitamento (disponibilità) netto o posizione finanziaria netta: lo schema per il calcolo è conforme a quello previsto dal paragrafo 127 delle raccomandazioni del CESR/05-054b implementative del Regolamento CE 809/2004. Ordini: è dato dalla somma dei contratti sottoscritti con la committenza nel periodo considerato che abbiano le caratteristiche contrattuali per essere iscritti nel libro degli ordini. Portafoglio ordini: è dato dalla differenza tra gli ordini acquisiti ed i ricavi del periodo di riferimento comprensivi della variazione dei lavori in corso su ordinazione. Tale differenza andrà aggiunta al portafoglio del periodo precedente. Organico: è dato dal numero dei dipendenti iscritti a libro matricola all ultimo giorno del periodo considerato. Return on Sales (R.O.S.): è calcolato come rapporto tra l EBIT ed i ricavi. Return on Equity (R.O.E.): è calcolato come rapporto tra il risultato netto ed il valore medio del patrimonio netto nei due esercizi presentati a confronto. Costi di Ricerca e Sviluppo: sono la somma dei costi sostenuti per la ricerca e lo sviluppo, spesata e venduta. I costi per la ricerca spesata normalmente sono quelli riferiti alla cosiddetta tecnologia di base, ossia diretti al conseguimento di nuove conoscenze scientifiche e/o tecniche applicabili a differenti nuovi prodotti e/o servizi. I costi di ricerca venduta sono quelli commissionati dal cliente a fronte dei quali esiste uno specifico ordine di vendita e che hanno un trattamento contabile e gestionale identico ad una fornitura ordinaria (commessa di vendita, redditività, fatturazione, anticipi, ecc). 10

13 Bilancio Consolidato al 31 dicembre Operazioni con parti correlate Le operazioni effettuate con parti correlate sono riconducibili ad attività che riguardano la gestione ordinaria e sono regolate in base alle normali condizioni di mercato (ove non regolate da specifiche condizioni contrattuali), così come sono regolati i debiti e i crediti produttivi di interessi. Riguardano principalmente lo scambio di beni, le prestazioni di servizi e la provvista e l impiego di mezzi finanziari da e verso la controllante, imprese collegate, detenute in controllo congiunto (joint venture), consorzi, nonché le imprese controllate non consolidate. Non si sono verificate nell esercizio operazioni qualificabili come atipiche e/o inusuali 1. A partire dal 2011, l applicazione della versione revised dello IAS 24 ha comportato esclusivamente effetti in termini di disclosure con riferimento alle parti correlate e la modifica dei dati comparativi presentati negli schemi per tener conto, tra le parti correlate, delle società soggette a controllo o influenza notevole da parte del Ministero dell Economia e delle Finanze (MEF). Di seguito si riepilogano i valori dei rapporti verso le parti correlate (il dettaglio è riportato nelle Note esplicative al bilancio 13 e 14) al 31 dicembre 2013 e Di seguito si riepilogano i valori dei rapporti verso le parti correlate (il dettaglio è riportato nelle Note esplicative al bilancio 13 e 14) al 31 dicembre 2013 e (K ) Controllante Controllate non consolidate Collegate Joint venture (*) Consorzi (**) Altre Gruppo MEF Totale Crediti non correnti - altri Crediti correnti - finanziari commerciali altri Debiti correnti - commerciali altri (K ) Controllante Controllate non consolidate Collegate Joint venture (*) Consorzi (**) Altre Gruppo MEF Totale Ricavi Altri Ricavi Operativi Costi Proventi Finanziari Oneri finanziari Altri Costi Operativi (*) valori riferiti alla quota non elisa per effetto del consolidamento proporzionale. (**) consorzi su cui si esercita una influenza notevole o sottoposti a controllo congiunto (K ) Controllante Controllate non consolidate Collegate Joint venture (*) Consorzi (**) Altre Gruppo MEF Totale Crediti non correnti - altri Crediti correnti - finanziari commerciali altri Debiti correnti - commerciali altri (K ) Controllante Controllate non consolidate Collegate Joint venture (*) Consorzi (**) Altre Gruppo MEF Totale Ricavi Altri Ricavi Operativi Costi Proventi Finanziari Oneri finanziari (49) Altri Costi Operativi (*) valori riferiti alla quota non elisa per effetto del consolidamento proporzionale. (**) consorzi su cui si esercita una influenza notevole o sottoposti a controllo congiunto. 1. come definite nella Comunicazione CONSOB n. DEM/ del

14 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Andamento della gestione Si ricorda infine che, nell ambito delle regole di Corporate Governance di cui si è dotato il Gruppo, sono stati previsti specifici principi di comportamento per assicurare che eventuali operazioni tra parti correlate vengano effettuate nel rispetto di criteri di correttezza procedurale e sostanziale. Tutte le operazioni con la Capogruppo e le entità correlate sono avvenute in base alle normali condizioni di mercato. 2.6 Andamento della gestione Scenario di mercato e situazione commerciale Unità Signalling Gli ordini acquisiti al 31 dicembre 2013 ammontano a 624 M (893 M al 31 dicembre 2012). Di seguito si evidenziano i principali eventi dell esercizio. ITALIA Gli ordini assunti sono pari a 121 M, di cui 53 M relativi ad attività di manutenzione e riparazione della rete ferroviaria convenzionale, tra cui si evidenziano il rinnovo del contratto per le riparazioni delle LRU SCMT/STB (9 M ), quello relativo all attività di ammodernamento del nodo di Roma (8 M ), la manutenzione di impianti ACC (15 M ), SCC (5 M ), SCMT (3 M ), oltre a servizi di outsourcing della rete IT ottenuti da Rete Ferroviaria Italiana (6 M ). Relativamente alle attività di miglioramento della rete ferroviaria convenzionale (48 M ), sono da segnalare gli ordini per l ACC di Foggia (14 M ), per i Centri di Controllo CTC di Firenze Campo di Marte (7 M ) e della dorsale Tirrenica Sud (5 M ). Relativamente alla rete ferroviaria ad alta velocità, si segnalano ordini per complessivi 12 M relativi ad attività di miglioramento delle tratte Milano Torino, Milano Bologna e Treviglio-Brescia. RESTO D EUROPA In Spagna gli ordini sono pari a 29 M di cui 27 M relativi al contratto di manutenzione per due anni dei sistemi di controllo del traffico ferroviario, di segnalamento ERTMS livello 1 e 2 e dei sistemi associati per la linea ad Alta Velocità Madrid Puigverd de Lleida di 495 Km che collega Madrid e Barcellona con la frontiera francese. In Francia, le acquisizioni ammontano a 62 M di cui circa la metà relative alla rete ferroviaria ad alta velocità, tra cui si evidenziano gli ordini per apparati bi-standard per treni Thalys e TVM (14 M ), ammodernamenti per la tratta HS South-East Atlantique (13 M ) e per la tratta HS East (5 M ). Per la rete ferroviaria convenzionale si segnalano ordini per la vendita di componenti e servizi di manutenzione per circa 20 M e per attività di adeguamento dei sistemi interlocking in varie stazioni per 7 M. In Germania l ammontare è di circa 8 M tra cui il più significativo è quello di circa 7 M relativo alla realizzazione di nuove funzionalità software per gli apparati di segnalamento da installare sui treni Velaro. In UK sono stati consuntivati ordini per 6 M relativi ad attività di manutenzione e varianti d opera su linee ferroviarie convenzionali. In Svezia il totale nel periodo è di circa 24 M tra cui si evidenziano i contratti per le varianti d ordine per il programma ESTER (14 M ) e per la metro Red line di Stoccolma (8 M ). In Turchia gli ordini ammontano ad oltre 17 M e sono relativi a varianti di linee per la metro di Ankara. AMERICA In USA i valore degli ordini assunti è pari a circa 153 M di cui circa 62 M relativi alla vendita di componenti. Nel settore delle metropolitane si evidenziano quelli relativi alla metro di Washington D.C. (WMATA) Dulles per 22 M, alla metro di Los Angeles Crenshaw/ Greenline per 20 M, a quella di Long Island Rail Road (LIRR) della tratta Speonk/Montauk per 15 M ed infine a Los Angeles (diverse soluzioni Microlock) per 6 M. In Canada sono stati consuntivati 8 M complessivi di cui 6 M relativi alla metro di Toronto, dove sono stati svolti lavori di modifica agli impianti di segnalamento, mentre in Brasile si registrano ordini per circa 3 M relativi a varianti di progetto realizzate sulle linee A e F della metropolitana di San Paolo. NORD AFRICA E MEDIO ORIENTE Nel mese di giugno è stato firmato il contratto di circa 40 M relativo alla progettazione, fornitura, installazione e messa in servizio dei sistemi di segnalamento ERTMS per la nuova linea di 130 km che collega le città di Oued Tlelat e Tlemcen nell Algeria nord-occidentale. Nei primi giorni del mese di aprile, in Marocco, l Office National des Chemins de Fer (ONCF) ha assegnato al consorzio costituito da Ansaldo STS France e Cofely Ineo la progettazione e fornitura del centro per il segnalamento ferroviario, le telecomunicazioni e il controllo del traffico della futura linea ad alta velocità di 183 km che collegherà le città di Tangeri e Kenitra lungo la costa Atlantica, dove il Gruppo fornirà l attrezzatura per le telecomunicazioni, i collegamenti di sicurezza di prossima generazione, i circuiti di binario, i comandi automatici e la protezione automatica per i treni basati su ERTMS di Livello 1 e 2, nonché il centro per il controllo del traffico situato a Rabat. L importo totale del contratto ammonta a 120 M di cui la quota acquisita da Ansaldo STS è di 58 M. Tra le opportunità commerciali più rilevanti nell area, si segnala quella negli Emirati Arabi Uniti che riguarda la realizzazione delle nuove linee ferroviarie (stage Km) quale prolungamento della linea già aggiudicata ad Ansaldo STS ed in fase di realizzazione (stage km), con l introduzione di sistemi di segnalamento ERTMS Level 2, oltre alla rete di telecomunicazione, sistemi di alimentazione e di sicurezza/protezione degli asset. ASIA PACIFICO In Australia sono stati consuntivati ordini per circa 15 M. Si evidenziano i contratti per l ammodernamento della linea merci Coal Loop and Spur Line - Caval Ridge per 4 M, quelli relativi a componenti per 4 M ed infine ordini acquisiti per le attività di manutenzione su linee ferroviarie convenzionali per ulteriori 4 M. 12

15 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2013 In Cina sono stati acquisiti ordini per un totale di 30 M, di cui i più significativi sono relativi al settore delle metropolitane; in particolare si citano quello relativo alla realizzazione delle tecnologie di segnalamento CBTC delle linee 1 e 2 della metropolitana di Dalian per circa 11 M, quello per l estensione delle linee metropolitane nelle città di Chengdu (linea 1 estensione sud) per 4 M e quello di Shenyang (linea 2 estensione nord) per 4 M. Ulteriore significativo risultato è stato ottenuto sulla fornitura per apparati di bordo per treni ad alta velocità secondo lo standard cinese C3 (5 M ). Infine in India si sono consuntivati ordini per 6 M, relativi a varie iniziative di adeguamento, manutenzione e ricambistica di apparati interloking per la regolazione del traffico ferroviario dei passeggeri. Unità Transportation Solutions Gli ordini acquisiti al 31 dicembre 2013 ammontano a 900 M (643 M al 31 dicembre 2012). I principali eventi dell esercizio sono di seguito sintetizzati. ITALIA Gli ordini complessivi sono pari a 112 M tra i quali la variante relativa alla tratta T3 (Colosseo/S. Giovanni) della Metro C di Roma per circa 53 M e l allestimento del deposito veicoli della Metro Genova per 8 M. In merito alla Linea 4 della Metropolitana di Milano (S. Cristoforo Linate) è stato consuntivato il valore del contratto accessorio per 47 M siglato tra le parti nel mese di giugno che consente l inizio delle attività in attesa della conclusione del processo che porterà alla firma della convenzione di concessione. Restano confermate, sebbene quasi tutte ritardate e parzialmente indebolite dalla situazione economico/finanziaria contingente e dalla carenza di fondi, le attese relative agli ulteriori programmi di espansione nel lungo periodo della rete dei trasporti previsti in tutte le principali città italiane. RESTO EUROPA I principali risultati in Europa sono stati ottenuti in Danimarca per la linea della Metropolitana di Copenhagen con un totale di circa 161 M, relativi all estensione del contratto di operation e maintenance per 3 anni (135 M ) e ad una variante relativa all installazione delle porte di banchina (26 M ). NORD AFRICA E MEDIO ORIENTE In Arabia Saudita è stato acquisito il contratto chiavi in mano della Red Line di Riyadh, per il quale Ansaldo STS realizzerà la parte tecnologica per un valore di circa 511 M, la cui fase d implementazione è prevista in 5 anni. Il consorzio, di cui fa parte il Gruppo Ansaldo STS, comprende le società Salini-Impregilo, Larsen & Toubro e Nesma, per le opere civili, e Bombardier per il materiale rotabile; l investimento complessivo è pari a circa 6 miliardi di USD, includendo due grandi stazioni landmark Qasr Al Hokom e Western Station, in fase di progettazione definitiva e per la cui realizzazione il valore complessivo contrattuale per Ansaldo STS sarà ulteriormente incrementato. Ansaldo STS realizzerà l integrazione tecnologica dei sistemi di segnalamento, ATC (Automation Train Control) con sistema CBTC (Communication Based Train Control), il sistema di alimentazione inclusa la terza rotaia, l Operational Control Centre, i sistemi di telecomunicazioni e l attrezzatura dei depositi. Si tratta del più importante contratto aggiudicato ad Ansaldo STS nel mercato del Middle East, area che presenta i maggiori tassi di crescita futuri ed evidenzia l eccellenza tecnologica raggiunta dalla Società nel corso degli anni. Con il nuovo contratto, resta confermata la presenza del Gruppo in Arabia Saudita, dove è stata già realizzata la prima metropolitana automatica del Paese, a servizio del più grande campus universitario del mondo. Tra le attività commerciali nell area, iniziate nel 2013 e che si concretizzeranno nel 2014, sono da segnalare l offerta presentata per la tranvia di Lusail in Qatar, dove è prevista la soluzione senza catenaria TramWave e quella per la Metropolitana di Doha, sempre in Qatar, che comprenderà tre linee e la cui assegnazione è prevista per la metà del prossimo anno. NORD AMERICA Negli USA sono stati acquisiti ordini per complessivi 19 M relativi a varianti d ordine della Metropolitana automatica di Honolulu (Hawaii). SUD AMERICA Sono in corso attività commerciali legate a progetti di metropolitane nelle principali città sudamericane, quali Lima in Perù e Quito in Ecuador, oltre ad altre in Brasile. ASIA PACIFICO Il valore degli ordini acquisiti in Australia è pari a 68 M, di cui 59 M derivanti dal contratto quadro stipulato con la società mineraria Rio Tinto e ulteriori 9 M relativi a varie attività su apparati di terra e di bordo per altre linee minerarie presenti nell area. In Cina è stato firmato l importante contratto per la fase 1 della tramvia di Zhuhai (26 M ) che vedrà l installazione di impianti di alimentazione dei veicoli con l innovativa tecnologia del TramWave. Da segnalare l attività di offerta relativa al progetto della metropolitana di Navi Mumbai, un sistema di trasporto rapido in costruzione nella città indiana di Navi Mumbai, nello Stato Indiano del Maharashtra. Ansaldo STS è leader di un consorzio che comprende TATA Projects e CSR Zhuzhou. 13

16 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Andamento della gestione Informazioni commerciali Gli ordini acquisiti al 31 dicembre 2013 ammontano a complessivi K rispetto ai K dello stesso periodo dell esercizio 2012, in leggera diminuzione di K. Gli ordini acquisiti dall Unità Signalling ammontano a K e quelli dell Unità Transportation Solutions a K. Di seguito si evidenziano i principali ordini acquisiti dall Unità Signalling nel corso del 2013: Paese Progetto Cliente Valore (M ) Marocco AV Marocco (Tangeri - Kenitra) ONCF 57,9 Algeria ERTMS Oued Tlelat - Tlemcem Condotte 40,0 Spagna AV Madrid - Llerida Manutenzione ADIF 26,9 U.S.A Washington DC - WMATA corridoio Dulles WMATA 21,6 U.S.A Los Angeles Crenshaw / Green line LACTMA 19,6 Italia SCMT / altri CTC vari contratti & variazione ordini RFI 18,3 Turchia Metro Ankara variazione ordini DLH 17,4 U.S.A New York - Long Island LIRR tratta Speonk/Montauk LIRR 15,4 Italia ACC Foggia RFI 14,2 Svezia ESTER - variazione ordini Trafikverket 14,2 Francia Thalys V8.1 equipaggiamento On Board SNCF 13,8 Francia LGV Sud Est Atlantique - SEA Ineo 13,1 Italia AV Italia variazione ordini Vari 11,8 Cina Dalian L1 / L2 Insigma 11,4 U.S.A Componenti, Servizi & Manutenzione Vari 61,6 Italia Componenti, Altri Servizi & Manutenzione Vari 41,3 Francia Componenti, Altri Servizi & Manutenzione Vari 27,1 Cina-UK-Svezia Componenti, Servizi & Manutenzione Vari 11,4 Di seguito si evidenziano i principali ordini acquisiti dell Unità Transportation Solutions nel corso dell anno 2013: Paese Progetto Cliente Valore (M ) Arabia Saudita Metro Riyadh package 2 ADA 511,3 Danimarca Copenhagen - M1/M2 O&M 3 anni Metroselskabet 135,4 Australia Rio Tinto implementazione ordini RAFA Rio Tinto 58,6 Italia Metro Roma Linea C Estensione T3 Roma Metropolitane 52,9 Italia Metro Milano Linea 4 (accordo accessorio) Comune di Milano 47,4 Cina Zhuhai -TramWave fase 1 JV CNR/GRC 26,0 Danimarca Copenhagen - variazione ordine Metroselskabet 25,4 U.S.A Honolulu variazione ordine HART 19,4 Ordini al 31 dicembre (M ) e contribuzione delle Unità Unità Signalling Unità Transportation Solutions dicembre 2013 % % dicembre 2012 Il portafoglio ordini al 31 dicembre 2013 è pari a K con una riduzione di K rispetto al 31 dicembre Si segnala che K si riferiscono ai progetti in Libia attualmente sospesi. Il portafoglio ordini dell Unità Signalling ammonta a K ( K al netto dei rapporti con l Unità Transportation Solutions). Il portafoglio ordini dell Unità Transportation Solutions ammonta a K ( K al netto dei rapporti con l Unità Signalling). 14

17 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2013 Portafoglio ordini al 31 dicembre (M ) e contribuzione delle Unità Unità Signalling dicembre % 58 % dicembre 2012 Unità Transportation Solutions Andamento dell Unità Signalling (K ) Variazione Ordini acquisiti ( ) Portafoglio ordini ( ) Ricavi Risultato operativo (EBIT) (26.306) R.O.S. 5,0% 8,6% -3,6 p.p. Capitale Circolante Operativo (38.849) Ricerca e Sviluppo Organico (n.) (I valori espressi nella presente tabella sono comprensivi dei rapporti con gli altri settori di attività). I Ricavi al 31 dicembre 2013 sono pari a K rispetto a K registrati al 31 dicembre Gli eventi dell esercizio più indicativi sono di seguito così sintetizzati. ITALIA RAILWAYS - ALTA VELOCITÀ Il programma Alta Velocità concernente le tratte storiche (Torino Milano Bologna Firenze Roma Napoli) risulta sostanzialmente concluso. Dopo l attivazione di un significativo upgrade della linea AV Milano Bologna, prosegue la collaborazione con RFI su molteplici iniziative legate all upgrade degli impianti tecnologici sulle linee già in esercizio. Nel 2013 la produzione ha interessato principalmente le attività sulla nuova tratta Treviglio Brescia; in particolare è terminato il progetto esecutivo di dettaglio ed è in itinere il progetto costruttivo, contestualmente sono proseguite le emissioni dei fabbisogni relativi alle tecnologie più complesse e sono stati collaudati con successo i primi materiali che hanno consentito di raggiungere le prime milestones contrattuali. È stato completato con successo il progetto relativo all innesto AV al Nodo di Napoli. RAILWAYS - SCMT ON BOARD/ERTMS Nel segmento Sistemi di Bordo, la produzione ha riguardato principalmente attività di realizzazione di sistemi ERTMS per i nuovi treni ad alta velocità ETR1000 destinati alla flotta Trenitalia oltre ad attività di fornitura di nuovi rotabili ad AnsaldoBreda S.p.A., (treni ad alta frequenza TAF, convogli bidirezionali Electric Multiple Unit (EMU), treni trasporto regionale TSR), Stadler (attrezzaggio SCMT treni Flirt) nonché Siemens e Vossloh. Sono state completate le attività di sviluppo e validazione di una nuova versione ERTMS 4.00 build 34, necessario all esecuzione delle attività del contratto di upgrade della flotta ETR 500 Frecciarossa di Trenitalia e sono proseguite le attività di retrofit del sottosistema di bordo per la flotta Trenitalia nonché quelle di fornitura dello stesso ad altre imprese ferroviarie quali Umbria Mobilità, Trentino Trasporti, Ferrovia Adriatica Sangritana, Sistemi territoriali. Sono ripresi i lavori inerenti il contratto con le ferrovie greche; in particolare sono stati attivati i cantieri di Atene e Salonicco e sono proseguite le attività di attrezzaggio rotabili con sistemi ERTMS liv.1 assieme alle prime fasi di testing di integrazione con i sistemi di terra della rete greca. RAILWAYS - ACC Nel segmento degli Apparati di stazione la produzione si è incentrata principalmente sui progetti ACC: Rebaudengo (variante binari I e II Porta Susa), Palermo Centrale, Nodo di Genova e Brescia. Sono proseguite altresì le attività di riconfigurazione sui sistemi SCMT SST per i compartimenti di Torino (inclusa modifica NVC e RBC per innalzamento 5 ingresso Stura), Genova, Firenze, Napoli e Verona oltre alle attività di automazione sia in termini di modifiche e revamping di CTC/SCC esistenti (tra cui SCC Napoli, CTC Firenze Roma e CTC Bari Lecce e Bari Taranto) e sia di attività legate a nuovi impianti SCC (Palermo), nonché le attività di supervisione della linea 3 della metropolitana di Milano. Specifica menzione merita il progetto relativo al potenziamento tecnologico della Direttrice Torino Padova, la cui produzione ha riguardato prevalentemente l approvvigionamento dei materiali, in via di completamento, e l attività di emissione degli elaborati relativi alla progettazione esecutiva di dettaglio. È stato completato il posto centrale di Milano Greco e sono iniziate le attività di installazione e messa in servizio in periferia nonché quelle di verifica e validazione. 15

18 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Andamento della gestione MASS TRANSIT Le principali attività dell anno hanno riguardato: l inizio dell allestimento delle prime unità di trazione (UDT) presso AnsaldoBreda per Metro Genova, l attivazione del nuovo Posto Centrale di Colli Aminei di Metro Napoli linea 1 ed i lavori utili all apertura al pubblico della tratta Dante Garibaldi; i collaudi dei materiali e le attività di realizzazione dei prototipi dei cestelli di bordo del nuovo apparato DIVA per la Linea 6 di Napoli. RESTO D EUROPA (In questa sezione sono incluse anche la Turchia e le Repubbliche ex Sovietiche) In Francia le attività hanno interessato soprattutto impianti (LGV SEA, Bretagne Pays de la Loire BPL ed Honam) e apparecchiature di bordo (Thalys) per la rete ad alta velocità del Paese, oltre alle usuali commesse di manutenzione, assistenza e produzione di componenti sciolti. In Svezia, la produzione è stata sviluppata principalmente sul progetto Ester, dove nel mese di dicembre è avvenuta la messa in servizio del sistema di segnalamento ERTMS versione Questo successo è riconosciuto per essere il risultato del lavoro tra esperti del cliente, fornitori, operatori ferroviari e l Agenzia svedese di trasporti. Il progetto fu assegnato nel 2008 e consiste nella realizzazione di sistemi ERTMS su una linea di traffico di merce lunga 150 km, da Boden a Haparanda, collegando la Rete ferroviaria svedese con la rete ferroviaria finlandese. Haparandabanan è ora equipaggiata con il sistema di segnalamento M11, versione 2.5.3, fornita dal Gruppo Ansaldo. Si tratta di un importante tappa per il programma complessivo ERTMS in Svezia; il prossimo passo prevede per la fine del 2014 una nuova versione del sistema con ulteriori miglioramenti. Relativamente al progetto Red Line sono proseguite le attività di testing sulle linee, sono stati siglati diversi Final Acceptance Test (DCS dell hardware relativo al wayside Radio Antenna, Central Cabinet ed ATS) e nel mese di dicembre è stata completata la prima installazione delle apparecchiature nella stazione di Universitet (FACI). In UK la chiusura del progetto riguardante la Cambrian line (la prima in territorio britannico ad essere attrezzata con lo standard europeo ERTMS di livello 2) è stata posticipata a metà del 2014 a causa di richieste addizionali da parte del cliente relativamente ad una nuova versione di RBC per la quale è già stato completato il commissioning. In Germania si segnala che il progetto POS (Paris-Ostfrankreich-Südwestdeutchland) è sospeso in attesa di una rivisitazione degli input progettuali da parte del cliente; relativamente all attrezzaggio della linea Rostock-Berlino, a valle delle prime consegne e delle prime attività di testing, è stata comunicata da parte del cliente una sospensione lavori a causa di una nuova definizione dei requisiti tecnico contrattuali. Sul progetto di bordo avente ad oggetto la fornitura di 30 apparecchiature multistandard per 15 treni AV denominati Velaro, è stata negoziata un estensione dello scopo del lavoro; nel corso del 2013 è stata eseguita la review del system design per la versione V2 e sono stati portati a compimento i test sull operabilità in linea mentre sono ancora in corso le forniture degli equipaggiamenti per l ultimo dei 10 treni Eurostar. In Russia nel sito di Khosta, con riferimento al progetto Itarus ATC Trial Site, si sono concluse le attività di assistenza ai montaggi degli impianti RBC e power supply (di RBC) ed il Concordance Test. Dopo il completamento della fase di testing del protocollo di comunicazione (tra RBC ed impianto cliente), necessaria per l introduzione degli standard ERTMS nel territorio russo (Trial Site), il cliente NIIAS ha ripreso le prove in campo. In Turchia relativamente al progetto Mersin-Toprakkale, è stata resa disponibile all attivazione l apparecchiatura multistazione e sono proseguite le attività di installazione e commissioning per le altre inerenti la tratta Nord. In generale i lavori hanno risentito di forti ritardi in parte causati dal cliente in parte da gravi atti di furto e vandalismo lungo la linea Sud causando inevitabili extracosti sul progetto; allo stato si stanno studiando le opportune azioni per poter ottenere il riconoscimento degli extra costi sostenuti. In merito alla Metropolitana di Ankara, le attività sono avanzante notevolmente con una forte accelerazione nonostante i ritardi nella consegna dei siti da parte del committente; in particolare, sono state eseguite tutte le attività di progettazione di base e di dettaglio, di produzione dei materiali, di installazione e commissioning della Linea M3. A febbraio 2014 in presenza delle autorità si e svolta ad Ankara la Cerimonia di inaugurazione ed apertura all esercizio della Linea M3. Essa fa parte del primo dei tre lotti (4 linee) del progetto che include anche il rinnovamento della linea M1 esistente e del deposito, attualmente in esercizio, la realizzazione della Linea M2 e la Linea M4. La linea M3 e stata aperta all esercizio in modalita DTP; il completamento di tutte le funzionalita CBTC e previsto entro l anno Il raggiungimento di tale primo importante traguardo consolida la competitivita del Gruppo e il posizionamento strategico nel mercato turco, essendo il committente Aygm il promotore delle maggiori gare future per il settore del Mass Transit in Turchia. Relativamente al progetto Gebze-Kosekoy sono state eseguite tutte le attività di progettazione di base e di dettaglio, produzione materiali, con inizio della fase di installazione. NORD AFRICA E MEDIO ORIENTE In Tunisia, il progetto è in fase di garanzia e verifica delle performance di affidabilità, manutenibilità e disponibilità (FDM). Si segnala che in mancanza del raggiungimento di un accordo diretto con il cliente (SNCFT) mirato ad escludere l applicazione di penali e il riconoscimento di extraoneri sostenuti, è stata presentata, d intento con la capogruppo mandataria Alstom, richiesta di arbitrato alla Camera di Commercio Internazionale di Parigi. In Libia, le attività relative al progetto per la realizzazione del sistema di segnalamento, telecomunicazioni, security e power supply per le sezioni di Ras Ajdir Sirth e Al Hisha Sabha non sono ancora riprese sin dalla loro sospensione intervenuta a causa dei noti eventi bellici. Relativamente al progetto riguardante la realizzazione di un analogo sistema tecnologico per la sezione Sirth Benghazi, anch esso sospeso dal committente Zarubezhstroytechnology (ZST) in previsione di una futura ripresa dei lavori, si evidenzia che, agli inizi del mese di agosto 2013, ZST ha richiesto l escussione dell advance payment bond notificando altresì la volontà di terminare il contratto. 16

19 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2013 La Società ha quindi affermato l illegittimità di tale risoluzione essendo quest ultima basata su una fraudolenta dichiarazione circa l inadempimento contrattuale da parte del subappaltatore Ansaldo STS dovendosi invece attribuire la mancata esecuzione del contratto ad un evento di forza maggiore. Ansaldo STS si è rivolta quindi al tribunale di Milano per la difesa delle proprie posizioni avverso la richiesta di escussione della garanzia presentata da ZST. La procedura d urgenza che ne è scaturita è stata risolta nel mese di novembre con ordinanza del Tribunale di Milano che ha autorizzato la banca Crédit Agricole a liberare parte dell anticipo (circa 41 M ) avvalorando l ipotesi che ZST avesse diritto alla restituzione solo parziale dell anticipo al netto del valore delle attività già realizzate e dei costi sostenuti. Sulla base di tale ordinanza Ansaldo STS S.p.A. ha provveduto alla restituzione parziale dell anticipo; ad esclusione della restituzione di parte dell anticipo, nessun ulteriore effetto si è avuto sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria della Capogruppo Ansaldo STS S.p.A.. Successivamente a questa fase cautelare il contenzioso procederà nelle forme ordinarie a meno che non si trovi una soluzione transattiva tra le parti. Negli Emirati Arabi, sul progetto Abu Dhabi (Shah-Habshan-Ruwais Line) è in fase di completamento la sezione 1 Ruwais-Habshan dello Stage 1 del progetto. Tutte le attività di ingegneria e procurement sono state completate e sono attualmente in corso le installazioni ed il commissioning di tutte le tecnologie. L inizio dei test dinamici è previsto nel prossimo esercizio. In Algeria, sono iniziate le prime attività di ingegneria relative al basic design e ai requisiti specifici di sistema e sottosistema inerenti al nuovo contratto Alta Velocità tra le stazioni di Oued Tlelat and Tlemcen nella parte nord-ovest del Paese. In Marocco, è partito il contratto di Alta Velocità tra le stazioni di Tanger e Kenitra e sono attualmente in corso le iniziali attività di ingegneria relative al basic besign e alla iniziale documentazione RAMS. AMERICA La produzione ha riguardato sia attività sistemistiche di progetti pluriennali sia la vendita di componenti. Relativamente al primo filone, si segnala l intensa attività per il cliente Union Pacific per il progetto OTP/CADX oltre alle usuali attività di manutenzione; in particolare successivamente al contratto originario sono state approvate tre varianti, l ultima delle quali, a dicembre 2013, ha significativamente modificato i termini, le condizioni e le tempistiche di consegna, riflettendo in modo accurato un cambiamento d approccio nella gestione dello sviluppo del CADX e del software OTP, riducendo lo scopo del lavoro di Ansaldo STS. Da segnalare anche l attività per il cliente Southeastern Pennsylvania Transportation Authority (SEPTA) che riguarda l approvvigionamento, il design, la produzione, costruzione ed installazione di un Positive Train Control (PTC) su 13 linee. Nel corso dell esercizio sono proseguite le attività di design e configurazione del wayside, cab e delle comunicazioni oltre alle attività in rapporto ai subfornitori. ASIA PACIFICO In Australia la produzione si è incentrata sulle Alliance con le società locali di estrazione mineraria. Relativamente a quella di Newcastle, sono state completate con successo tutte le attività di commissioning e le attività di smobilizzazione della Alliance ed è stato approvato e firmato un Deed Settlment al fine di chiudere tutti gli aspetti commerciali in sospeso (tra cui il Productivity Payment, KPI). Sul nuovo progetto di Roy Hill continuano le attività di ingegneria, il design relativo al Mobile Radio Services ed al cavo a fibra ottica che sono stati presentati per approvazione al cliente; questi, previa ricezione di ulteriori documenti, è pronto a rilasciare la certificazione di Practical Completion relativo al Mine Hiltop Tower ed alla Communication Equipment Room che sono già stati consegnati. In India, la produzione si è principalmente focalizzata sui seguenti progetti. KFW È stato eseguito il commissioning di una medium yard, due stazioni e tre sezioni di blocco. Dopo l approvazione dell estensione del progetto fino a dicembre 2013 ed il riconoscimento di una variante relativa alla terza linea, nel corso dell anno è stata inviata ufficiale richiesta per una nuova estensione fino a giugno 2015 anche alla luce degli imprevisti tecnici accorsi durante la fase di lavorazione che ha reso necessario una rimodulazione complessiva del progetto. TPWS NORD Sono concluse le rilavorazioni di istallazione sulle sezioni Kosi Yard and BAD FAR ed è stato inoltrato, per approvazione, il Safety case al cliente; per il personale dello stesso è stata eseguita e completata la fase di training regolata contrattualmente ed è stata approvata un ulteriore estensione temporale. TPWS SUD Sono state completate le installazioni ed i lavori di cantiere sia per la parte bordo che per la parte wayside; sono stati inoltre sottoposti al cliente per approvazione finale la documentazione di as-built, il Safety case e l ISA report. METRO CALCUTTA Il progetto è ancora alle fasi iniziali. Il cliente ha comunicato ufficialmente un ritardo di un anno su alcune opere civili; sono in corso approfondimenti per identificare meglio le implicazioni in termini di tempi e costi. Sono state avviate le attività di ingegneria e perfezionati gli ordini d acquisto verso i fornitori di alcune tecnologie. Le milestone di general requirments e preliminary design sono state completate. In Corea procedono secondo i programmi le consegne delle apparecchiature al cliente. In Cina, il progetto ZhengXi Line è ormai al termine. Sono state risolte problematiche tecniche minori relative al sistema di bordo ed eseguite le prove, di laboratorio ed in sito, assieme al partner Hollysys. E avvenuta la messa in servizio del primo treno che ha recepito le modifiche di cui sopra. 17

20 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo Andamento della gestione Il risultato operativo (EBIT) dell Unità Signalling al 31 dicembre 2013 è pari a K (5,0% del valore dei ricavi) rispetto a K al 31 dicembre 2012 (8,6% del valore dei ricavi) principalmente per la minore profittabilità su alcuni progetti e diverso mix delle commesse lavorate nei due periodi a confronto. Il Capitale Circolante Operativo al 31 dicembre 2013 è stato pari a K in riduzione di K rispetto al valore registrato al 31 dicembre 2012 di K, per effetto della riduzione delle rimanenze e dei crediti commerciali in parte compensata dall incremento dei lavori in corso al netto degli acconti ed ai minori debiti commerciali. Le spese di Ricerca e Sviluppo al 31 dicembre 2013 sono pari a K rispetto a K dell esercizio precedente. L organico al 31 dicembre 2013 è pari a unità (2.971 unità al 31 dicembre 2012), tale incremento (relativo per la maggior parte a contratti a tempo determinato) è prevalentemente localizzato nell area spagnola come conseguenza dell acquisizione del contratto per la manutenzione del controllo del traffico ferroviario dei sistemi di segnalamento e dei sistemi associati per la linea ad alta velocità Madrid Puigverd de Lleida Andamento dell Unità Transportation Solutions (K ) Variazione Ordini Portafoglio ordini Ricavi Risultato operativo (EBIT) R.O.S. 14,8% 12,2% +2,6 p.p. Capitale Circolante Operativo (41.518) ( ) Ricerca e Sviluppo (931) Organico (n.) (I valori espressi nella presente tabella sono comprensivi dei rapporti con gli altri settori di attività). I Ricavi dell Unità Transportation Solutions al 31 dicembre 2013 ammontano a K rispetto a K registrati al 31 dicembre La produzione si è sviluppata prevalentemente sui progetti di Rio Tinto, Copenhagen, Linea C della Metropolitana di Roma, Metromilano, Metrogenova, Linea 6 e Linea 1 della Metropolitana di Napoli, Metrobrescia, Taipei, Riyadh ed Honolulu. Gli eventi più significativi dell esercizio sono di seguito sintetizzati. ITALIA ALTA VELOCITÀ: Nel segmento dell Alta Velocità sono proseguiti sulle linee già in esercizio i lavori relativi alla messa in servizio e di assistenza in garanzia. Per quanto riguarda la tratta Roma Napoli il Consorzio IRICAV-UNO ha sottoscritto con RFI un Atto con il quale le Parti hanno definito tutti i contenziosi pendenti e tutte le contestazioni e/o controversie fra loro insorte fino alla data del Relativamente al progetto inerente la tratta Verona Padova, si ricorda che nel marzo 2012 si è concluso l arbitrato tra RFI/TAV e il Consorzio IRICAV DUE. Il Lodo ha condannato RFI/TAV a risarcire parzialmente IRICAV DUE e ha stabilito che la Convenzione del 1992 è tuttora valida ed efficace. Il cliente non ha ancora provveduto a trasmettere al consorzio il progetto definitivo della tratta per avviare il progetto esecutivo. Per quanto riguarda le attività del Consorzio Saturno, prosegue la progettazione esecutiva e il procurement per la tratta funzionale Treviglio Brescia. LINEA REGIONALE ALIFANA: A seguito della impossibilità di avviare le attività relative alla tratta Piscinola-Aversa, si è concordata una sospensione dei lavori per non incorrere in extra costi. Relativamente alla tratta Piscinola-Capodichino, il cliente non ha adempiuto agli impegni sottoscritti e pertanto è stata avviata una revisione della riserva. Si ricorda che è già esecutivo un Decreto Ingiuntivo per i crediti in essere. METROPOLITANA DI NAPOLI LINEA 6: Si ricorda che in data 4 marzo si è verificato il crollo dell ala di un palazzo della Riviera di Chiaia nei pressi del cantiere di Arco Mirelli. In seguito all evento, la Procura della Repubblica ha incaricato i consulenti, all uopo individuati, di indagare sulle cause che hanno determinato il crollo. Il precedente Amministratore Delegato e due dipendenti della Società sono stati interessati da un informazione di garanzia notificata in data 7 marzo 2013 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli in ordine ai reati di cui agli artt. 434 e 449 c.p.. Allo stato attuale i consulenti tecnici della Procura hanno ancora in corso le indagini sulle cause che hanno potuto determinare l evento; ogni considerazione in tal senso è al momento coperta da segreto istruttorio e sarà resa nota solo a seguito del deposito delle perizie predisposte dai CTU. Fin dall inizio la Concessionaria Ansaldo STS S.p.A. si è immediatamente adoperata per ottenere l autorizzazione all esecuzione degli interventi di messa in sicurezza del cantiere, interventi eseguiti poi con successo a seguito dei test successivamente condotti. 18

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Un informativa efficace e chiara è il presupposto per impostare su basi solide e durature il rapporto tra impresa e investitori.

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione TXT e-solutions Group Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015 TXT e-solutions S.p.A. Sede legale, direzione e amministrazione: Via Frigia, 27 20126 Milano Capitale sociale: Euro 5.911.932 interamente

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA

BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA 2013 BILANCIO DI ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA 2013 BILANCIO DI ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO ACEA INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE MODELLO ORGANIZZATIVO DI ACEA 8 ORGANI SOCIALI

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli