AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Via Degasperi, Trento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Via Degasperi, 79-38100 Trento"

Transcript

1 AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Via Degasperi, Trento CAPITOLATO SPECIALE per la fornitura di un sistema informativo cardiologico per l Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento 1 Premessa L Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari (d ora in avanti denominata APSS) è l ente di diritto pubblico strumentale della Provincia Autonoma di Trento, con la missione di gestire in modo coordinato i servizi e le attività sanitarie pubbliche per l intero territorio provinciale secondo quanto previsto dalla legge, dal piano sanitario provinciale e dalle direttive della Giunta provinciale. La visione dell APSS è quella di un organizzazione che modella in modo coordinato i processi assistenziali e organizzativi attorno alle legittime esigenze e aspettative dei cittadini, conciliando la centralità dei cittadini stessi con le esigenze e le aspettative, altrettanto legittime, di tutte le altre parti interessate al funzionamento dell Azienda. L APSS coincide territorialmente con l intera provincia di Trento. È articolata in 7 Direzioni/Servizi Centrali, 13 Distretti Sanitari (con o senza Presidio ospedaliero) e 2 Ospedali, quello di Trento e quello di Rovereto. L'APSS provvede a gestire ed erogare l'assistenza sanitaria pubblica nel rispetto dei "LEA" (Livelli Essenziali di Assistenza): assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro; assistenza territoriale ed assistenza ospedaliera. Di seguito alcuni dati numerici utili a dimensionare il livello di attività e complessità dell APSS: Bacino d utenza: persone Spesa sanitaria complessiva: 923 Milioni di (2006) Posti letto: 2510 Ricoveri/anno: Prestazioni specialistiche/anno: oltre 7,8 Milioni 1

2 Dipendenti: 6863 (n. medio unità equivalenti) Utenti dei sistemi informativi: 6000 (utenti) Server: circa 120, Postazioni di lavoro: 4000 (PC) Addetti del Servizio Sistemi Informativi: 50 L APSS ha intrapreso da tempo un programma di sviluppo strategico che ha definito ambiziosi obiettivi di servizio, articolati in tre aree: Promozione della salute Miglioramento continuo della qualità Gestione aziendale I sistemi informativi sono considerati un fattore abilitante per i processi essenziali in tutte e tre le linee strategiche. L Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari dispone di un dipartimento di Cardiologia articolato su Reparti di Cardiologia con le Unità di Terapia Intensiva, presso gli Ospedali di Trento (S.Chiara e Mezzolombardo) e di Rovereto (S.Maria del Carmine ed Ala) e svolge attività cardiologica nelle strutture sanitarie ed ospedaliere: Distretto Giudicarie e Rendena con il Presidio Ospedaliero di Tione, Distretto di Trento e Valle dei Laghi Rotaliana Paganella e Cembra, Distretto Vallagarina, Distretto Valle di Non con il Presidio Ospedaliero di Cles, Distretto Valle di Sole, Distretto Alta Valsugana, Distretto Bassa Valsugana e Tesino con Presidio Ospedaliero di Borgo Valsugana, Distretto di Fiemme con il Presidio Ospedaliero di Cavalese, Distretto di Fassa, Distretto Alto Garda e Ledro con il Presidio Ospedaliero di Arco. E obiettivo dell Azienda evolvere dalla situazione attuale verso un Sistema Informativo di Cardiologia (CIS) unico dipartimentale, per i due Ospedali di Trento e Rovereto in una prima fase e per le altre strutture sanitarie in una seconda fase, in un ottica di ottimizzazione dell attività degli operatori, sia medici che paramedici, con possibilità di interscambio delle informazioni tra le diverse realtà. Risulta inoltre fondamentale l integrazione con le altre componenti del Sistema Informativo Aziendale. 2 Oggetto della fornitura La fornitura è distinta nelle due macro-fasi di seguito descritte: Macro-fase1: destinata ai reparti di Cardiologia degli Ospedali di Trento e Rovereto; Macro-fase2: destinata alle realtà che svolgono attività cardiologica nelle strutture sanitarie ed 2

3 ospedaliere dell'apss (Distretto Giudicarie e Rendena con il Presidio Ospedaliero di Tione, Distretto di Trento e Valle dei Laghi Rotaliana Paganella e Cembra, Distretto Vallagarina, Distretto Valle di Non con il Presidio Ospedaliero di Cles, Distretto Valle di Sole, Distretto Alta Valsugana, Distretto Bassa Valsugana e Tesino con Presidio Ospedaliero di Borgo Valsugana, Distretto di Fiemme con il Presidio Ospedaliero di Cavalese, Distretto di Fassa, Distretto Alto Garda e Ledro con il Presidio Ospedaliero di Arco) e nelle strutture accreditate pubbliche o private del Servizio Sanitario Provinciale che svolgono attività di tipo cardiologico. ed ha per oggetto i seguenti elementi: 1. fornitura di un Sistema Informativo di Cardiologia (CIS) per le attività ambulatoriali e di ricovero in grado di condividere le informazioni cliniche e strumentali; 2. collegamento e/o integrazione, lato CIS, con le altre componenti del Sistema Informativo Aziendale; 3. collegamento con le apparecchiature biomedicali in uso; 4. integrazione con i sistemi di refertazione in uso; 5. recupero dello storico; 6. servizi necessari per l installazione, la configurazione e l'avviamento; 7. formazione per tutto il personale interessato all utilizzo del sistema fornito; 8. servizi di assistenza e manutenzione; La ditta aggiudicataria dovrà predisporre un piano di programma che includa per ogni attività: - descrizione; - durata; - figure professionali coinvolte e livello di giornate fornito (gg/uu) - documentazione prevista; - impegno eventualmente atteso da parte di APSS. Le licenze software devono essere offerte in modalità illimitata, e comunque non devono risultare vincoli per l'utilizzo attuale e futuro sia all interno dell Azienda che nelle strutture accreditate del Servizio Sanitario Provinciale, per quanto riguarda il numero di utenti, stazioni di lavoro, stazioni di refertazione, collegamenti alle apparecchiature biomedicali, integrazione con sistemi di refertazione o altro. Si richiede che il sistema possa essere esteso ad altre specialità senza significativi interventi di manutenzione evolutiva. 3

4 I prodotti offerti devono essere provvisti della marcatura CE relativa alla sicurezza d uso e compatibilità elettromagnetica e, ove richiesto, quella per i dispositivi medici come previsto dalla direttiva 93/42/CE. La certificazione rispetto a norme internazionali di sviluppo, manutenzione e sicurezza del software rappresenta un requisito preferenziale. 2.1 Componenti a carico del fornitore Come meglio descritto nel seguito le componenti a carico del fornitore sono: 1 Sistema Informativo di Cardiologia (CIS); 2 Attivazione dei moduli di gestione del flusso di lavoro di ambulatorio e reparto; 3 Attivazione della cartella clinica cardiologica per attività di ambulatorio e reparto; 4 Integrazione con il Sistema Informativo Aziendale per tutti gli elementi e con le modalità indicate all'art. 3.9 del presente capitolato,; 5 Collegamento delle apparecchiature biomedicali presenti nei reparti e nei servizi di Cardiologia dell'intera APSS limitatamente alle tipologie ed alle caratteristiche descritte negli artt. 3.2 e 3.3 del presente capitolato; 6 Attivazione dei moduli di refertazione; 7 Integrazione con i sistemi di refertazione esistenti come descritto negli artt. 3.2 e 3.3 del presente capitolato; 8 Integrazione con il Sistema PACS aziendale fornito dalla ditta Fuji (immagini DICOM cardiologiche); 9 Recupero dati storici e sostituzioni di applicazioni di refertazione in uso all'interno del Dipartimento di Cardiologia e presso i servizi di cardiologia aziendali; 10 Attivazione dei moduli per la gestione della firma digitale e conservazione sostitutiva; 11 Servizi di installazione, configurazione, avviamento e formazione; 12 Servizi di assistenza e manutenzione; 13 Tutto quanto non espressamente citato nel paragrafo successivo, relativo alle componenti a carico dell Azienda, necessario all avviamento ed al regolare funzionamento del CIS. 2.2 Componenti a carico dell Azienda Saranno a carico dell Azienda esclusivamente le seguenti componenti: 1 Predisposizione degli spazi necessari alla realizzazione di quanto richiesto; 4

5 2 Allacciamenti per il collegamento della rete Aziendale; 3 Integrazione, lato Sistema Informativo Aziendale, secondo quanto definito dal presente capitolato; 4 Eventuale adeguamento HW e SW delle apparecchiature biomedicali sprovviste di protocolli di comunicazione standard (DICOM worklist, DICOM SCU, Query/Retrive, XML, FDA-XML, HL7, PDF) secondo le specifiche indicate dal fornitore nell offerta; 5 Eventuale adeguamento del PACS aziendale per garantire spazi adeguati alla archiviazione delle immagini; 6 Hardware e Software di base per server e stazioni di lavoro, secondo le specifiche dettagliate in offerta; 7 Certificati e kit di firma digitale, secondo la compatibilità dichiarata in offerta; 8 Sistema per la conservazione sostitutiva, secondo la compatibilità dichiarata in offerta. 9 Collegamento ad apparecchiature biomedicali di tipologia e caratteristiche diverse da quanto descritto nell'art. 3.3 del presente capitolato. 2.3 Fasi della realizzazione Considerata la complessità della realizzazione del sistema richiesto, dipendente inoltre da molte componenti direttamente oggetto di questa offerta, si ritiene necessario suddividere il progetto complessivo, ed in particolare ognuna delle due macro-fasi sopra indicate, in più fasi, fra loro chiaramente distinte, e non necessariamente dipendenti o consecutive. Ogni fase include le necessarie attività di configurazione e formazione. Si riporta l elenco delle fasi, ognuna delle quali comprendente le necessarie attività di installazione, configurazione, avviamento e formazione: 1. Attivazione del Sistema Informativo di Cardiologia; 2. Integrazione con le altre componenti del Sistema Informativo Aziendale (PACS escluso); 3. Gestione immagini ed integrazione con il PACS aziendale; 4. Collegamento delle apparecchiature biomedicali; 5. Attivazione dei sistemi di refertazione, integrazione di quelli in uso e recupero dello storico per quelli integrati e sostituiti; 6. Attivazione dei servizi di firma digitale e conservazione sostitutiva; 5

6 7. Attivazione dei servizi di assistenza e manutenzione secondo le specifiche incluse nel capitolato. 3 Requisiti funzionali Il Sistema Informativo di Cardiologia deve soddisfare i seguenti requisiti essenziali: 1 Interfaccia utente di semplice utilizzo ed in lingua italiana; 2 Gestione ottimizzata del flusso di lavoro (workflow) con tempi ridotti per il completamento delle procedure e per l'inserimento dei dati, comprendente la accettazione delle richieste di esami e visite, sia per interni che per esterni, la loro esecuzione, refertazione e la distribuzione dei referti; 3 Cartella cardiologica con moduli flessibili e facilmente configurabili e con funzioni avanzate di stampa di referti e report e di ricerca e analisi; 4 Integrazione con i sistemi di refertazione e con le apparecchiature biomedicali, indicati negli artt. 3.2 e 3.3 del presente capitolato, con gestione di liste di lavoro (dove possibile), riconciliazione automatica dell'anagrafica, recupero del referto e degli eventuali dati clinici prodotti; 5 Gestione immagini DICOM; 6 Stampa e trasmissione dei referti; 7 Recupero dello storico esistente. Il fornitore deve inoltre garantire che, trascorso il ciclo di vita del Sistema, alla sua sostituzione sia possibile recuperare dagli archivi dello stesso tutti i dati ed i relativi referti in essi contenuti. 3.1 Workflow e Cartella Cardiologica In particolare per la parte di workflow e cartella cardiologica, le funzionalità che il CIS deve presentare sono: 1 Gestione della anagrafica dei pazienti, secondo i vincoli derivanti dalla integrazione con il Sistema Informativo Aziendale, dettagliate nell'allegato: Specifiche funzionali di integrazione con il Sistema Informativo della APSS; 2 Accettazione dei pazienti e prenotazione delle richieste di prestazione, provenienti sia da CUP, da Reparti o Servizi, che generate localmente, anche in regime di urgenza; 3 Gestione delle liste di attesa e delle agende di prenotazione/liste di lavoro, in modo armonico e complementare a quelle gestite da CUP; 6

7 4 Refertazione delle prestazioni cardiologiche prevedendo sia l inserimento di testo libero che la compilazione di campi predefiniti nonché tracciati o immagini cliniche; 5 Recupero e integrazione nel referto di informazioni associate a conclusioni, dati, video, o immagini prodotti dai sistemi di refertazione indicati agli art. 3.2 e 3.3 o presenti nel PACS aziendale. 6 Funzioni di stampa, trasmissione e distribuzione dei referti; 7 Stesura della lettera di dimissione e di altra documentazione (ad es. prescrizioni di prestazioni o farmaci), secondo lo schema aziendale attuale, consentendo l integrazione dei referti conclusivi relativi agli accertamenti strumentali effettuati; 8 Comunicazione dell eseguito nei confronti dei sistemi informativi aziendali (CUP e CASSE); 9 Gestione del magazzino dei dispositivi medici della elettrofisiologia, della emodinamica, dell'utic; 10 Funzioni avanzate di ricerca delle informazioni cliniche archiviate: per paziente, per tipologia esame, per data esecuzione, per evento (ricovero o accesso ambulatoriale), o altro; 11 Generazione di grafici per il monitoraggio nel tempo dei principali parametri numerici memorizzati, come ad esempio la frazione di eiezione od altro. 12 Disporre di funzioni avanzate di analisi sui dati archiviati, al fine di eseguire statistiche cliniche, indagini epidemiologiche ed il calcolo degli indicatori di attività, con la possibilità di estrarre su file le elaborazioni per ulteriori analisi con altri strumenti. La produzione della documentazione clinica deve essere compatibile con i minimal data set definiti dalle linee guida ANMCO. Le codifiche utilizzate devono fare riferimento allo standard ICD9-CM. In particolare dovranno essere predisposte, secondo le esigenze dell Azienda, le seguenti schede, specifiche per tipologia di prestazione: Prestazioni in regime ambulatoriale: visita cardiologica, ecg, ecocardiogramma transtoracico, ecocardiogramma transesofageo, eco stress, ecocardiogramma pediatrico, ecocardiogramma fetale, ecovascolare, ecg dinamico secondo Holter, test da sforzo al cicloergometro, test cardiorespiratorio, controllo pacemaker, ciclo riabilitazione, monitoraggio PA ed altre prestazioni cardiologiche in regime ambulatoriale non in elenco. Prestazioni in regime di ricovero: cardioversione elettrica, elettrofisiologia endoesofagea, elettrofisiologia endocavitaria, elettrostimolazione definitiva, elettrostimolazione 7

8 provvisoria, stimolazione biventricolare, impianto ICD, impianto ICD + biventricolare, ablazione transcatetere, sostituzione PM, revisione tasca PM estrazione elettrocatetere, test di soglia ICD, applicazione IABP, pericardiocentesi, studi emodinamici e contrastografici, angioplastica coronarica primaria, angioplastica coronarica non primaria, interventistica cardiopatie congenite dell adulto, interventistica vascolare periferica ed altre prestazioni cardiologiche in regime di ricovero non in elenco. Gestione clinica paziente ricoverato: diagnosi di accettazione, anamnesi, esame obiettivo, percorso diagnostico terapeutico, diario clinico medico ed infermieristico, lettera di dimissione, diagnosi di dimissione, gestione terapia farmacologica con stampa indicazioni per paziente, gestione post ricovero, gestione diete. 3.2 Refertazione ECG In azienda sono presenti tre sistemi di refertazione ECG, Muse della ditta GE Healthcare presso l'ospedale di Trento; escribe della Ditta Mortara presso l'ospedale di Rovereto; MedArchiver della ditta omonima presso l'ospedale di Tione, Per i sistemi di refertazione Muse e escribe si richiede l'integrazione con il CIS (ove disponibile sulla base dello standard IHE/HL7 per i profili e gli attori dichiarati nell'integration statement delle ditte fornitrici) con l'obiettivo minimo di condividere i dati anagrafici del paziente, le liste di lavoro, le conclusioni ed i referti con i relativi tracciati. Anche gli oneri dell'eventuale adeguamento del software e per i servizi necessari a tale integrazione, lato sistemi di refertazione, sono a carico della ditta aggiudicataria. Per ognuno dei sistemi si richiede il dettaglio delle modalità e delle funzionalità ottenibili ed i pre-requisiti richiesti per la realizzazione della stessa. Per il sistema di refertazione ECG MedArchiver si richiede la sostituzione con il recupero dello storico ed il collegamento alle apparecchiature biomedicali in uso presso l'ospedale di Tione e di seguito dettagliate. 3.3 Collegamento apparecchiature biomedicali ed integrazione con i sistemi di refertazione Compatibilmente con le caratteristiche e potenzialità delle apparecchiature a disposizione, deve essere indicata per ognuna di esse la tipologia di collegamento attuabile (on-line, batch, seriale o LAN,...) ed il livello di integrazione raggiungibile, come ad esempio: trasmissione allo strumento del piano di lavoro, worklist, e/o dell'anagrafica del paziente; ricezione dei dati raccolti e/o dell'immagine prodotta; 8

9 ricezione del referto, qualora prodotto direttamente sull'apparecchiatura. Eventuali integrazioni o adattamenti alle apparecchiature esistenti devono essere chiaramente indicati; altrimenti si supporrà che quanto dichiarato sarà eseguito a totale carico del fornitore. Si richiede l'integrazione del CIS con il sistema di refertazione VEPRO/Galaxy e con il sistema di refertazione Bard sulla base dello standard IHE/HL7 per i profili e gli attori dichiarati nell'integration statement delle ditte fornitrici, con l'obiettivo minimo di condividere i dati anagrafici del paziente, le liste di lavoro, le conclusioni ed i referti. Anche gli oneri di eventuale adeguamento del software e per i servizi necessari a tale integrazione, lato sistemi di refertazione, sono a carico della ditta aggiudicataria. Per ognuno dei sistemi si richiede il dettaglio delle modalità e delle funzionalità ottenibili ed i pre-requisiti richiesti per la realizzazione della stessa. Le tipologie di apparecchiature e di sistemi di refertazione per i quali si richiede l'integrazione con il sistema informativo offerto sono riportate nell'elenco seguente. Apparecchiature biomedicali e sistemi di refertazione presenti nell'ospedale di Trento Sistema Note Sistema di refertazione Il sistema informativo offerto deve integrarsi con: Galaxy/Vepro il Sistema di refertazione Galaxy/Vepro in uso presso l'ospedale di Sistema di refertazione Trento che gestisce le seguenti funzionalità: archivio Bard immagini/video, calcoli emodinamici, gestione magazzino,...; il Sistema di refertazione del poligrafo Bard LabSystem Pro. Sistemi per Angiografia collegati sono: Toshiba Infinix CS GE Innova 2100 IQ Poligrafi: Bard LabSystem Pro Ecografi: Philips IE 33 Boston Galaxy 2 GE Vivid 7 Pro GE Vivid 3 Sistema di refertazione ECG: GE Muse Sistema Holter: GE Mars Sistema per Analisi Sforzo: GE Mac Lab Hemo il sistema offerto deve gestire immagini/video con modalità di tipo PACS e sostituire le funzioni di refertazione remota fornite dal software attualmente installato sugli ecografi Vivid 3 di Trento, Rovereto, Borgo, Cavalese, Cles, Tione, Arco e Pergine. Le apparecchiature biomedicali da collegare sono dettagliate a sinistra. Vi sono attualmente collegate circa 30 ECG GE (per la maggior parte intraospedalieri e con poche unità nel P.O. San Giovanni di Mezzolombardo e nell'ospedale Cavalese) e diverse workstation di refertazione GE (un sistema analogo indipendente è installato anche presso l'ospedale di Cles). Fare inoltre riferimento a quanto indicato nell'articolo 3.2 del Capitolato Speciale. Il sistema è dotato di archivio locale (un sistema analogo indipendente è installato anche al P.O. San Giovanni di Mezzolombardo). Le apparecchiature biomedicali da collegare sono dettagliate a sinistra. Il sistema è dotato di archivio locale (installato al P.O. San Giovanni 9

10 Sensormedics Vmax29C di Mezzolombardo). Le apparecchiature biomedicali da collegare sono dettagliate a sinistra. Apparecchiature e sistemi di refertazione presenti nell'ospedale di Rovereto Sistema Note Sistema di refertazione Il sistema informativo offerto deve integrarsi con: Galaxy/Vepro il Sistema di refertazione Galaxy/Vepro che sarà attivato presso Sistema di refertazione l'ospedale di Rovereto e che dovrà gestire le seguenti funzionalità: Bard archivio immagini/video, calcoli emodinamici, gestione magazzino,... il Sistema di refertazione del poligrafo Bard LabSystem Pro. Sistemi per Angiografia collegati sono: Philips Integris Allura Poligrafi: Ecografi: Siemens Sequoia C512 GE Vivid 3 Sistema di refertazione ECG: Mortara E-Scribe Department Sistema Holter: Mortara HScribe Sistema per Analisi Sforzo: Mortara XScribe Bard LabSystem il sistema offerto deve poter gestire immagini/video con modalità di tipo PACS. Vi sono attualmente collegate circa 30 ECG Mortara (circa 20 intraospedalieri e circa 10 in RSA) e più PC aziendali dove è stato installato il software Mortara per l'invio degli ECG e la refertazione. Fare inoltre riferimento a quanto indicato nell'articolo 3.2 del Capitolato Speciale. Il sistema è dotato di archivio locale Il sistema è dotato di archivio locale (installato presso il P.O. di Ala più due di prossima installazione a Rovereto e Arco). Apparecchiature presenti nell'ospedale di Tione Sistema Note Elettrocardiografi Per il sistema MedArchiver a cui sono attualmente collegati gli Remco/Cardioline elettrocardiografi di Tione si richiede la sostituzione ed il recupero Sistema per analisi sforzo dello storico Remco/Cardioline Sistema Holter Ela Medical E' inoltre richiesta la possibilità di estendere il sistema con integrazione o collegamento ad apparecchiature biomedicali UTIC al fine di rendere possibile l'aggregazione dei dati strumentali con la terapia, il diario clinico e le attività infermieristiche e la produzione di un documento riassuntivo, stampabile ed archiviabile nella cartella clinica del paziente. Si richiedono il dettaglio delle funzionalità ottenibili ed i pre-requisiti richiesti per la realizzazione di tali collegamenti o integrazioni nonché l'elenco degli strumenti, con relativo fornitore, per i quali essi sono disponibili. 3.4 Gestione immagini Il CIS deve essere in grado di gestire completamente immagini e filmati cardiologici in particolare deve: 10

11 acquisire e archiviare immagini e filmati provenienti da apparecchiature, ecografi ed angiografi, con e senza protocollo DICOM; essere dotato dei fondamentali servizi di interscambio DICOM, come Worklist, Query/Retrieve, Store in modo integrato con il PACS Fuji in uso presso APSS per la gestione di immagini e filmati DICOM secondo anche quanto specificato nell'allegato Specifiche funzionali di Integrazione con il SI dell'apss ; consentire la consultazione, anche contemporanea, di tracciati elettrocardiografici, ecografie, angiografie ed immagini radiologiche di diverso tipo, archiviate nel CIS o ricavate da altre fonti; Visualizzare le immagini ed i filmati, anche di tipologia diversa, consentendo le necessarie funzioni di elaborazione, misura, confronti ed esportazione nei più comuni formati multimediali (avi, jpeg, tiff, bmp, mpeg, ); produrre in automatico e/o manualmente il CD Paziente, etichettato e completo di referti, immagini e relativo visualizzatore; poter gestire almeno un doppio livello di archiviazione delle immagini, on-line su disco e off-line su supporti rimovibili o dischi ad elevata capacità. 3.5 Stampa e trasmissione dei referti La produzione della documentazione cartacea, referti, lettere, lettere di dimissione, prescrizione ed altro, deve essere realizzabile in modalità grafica, anche a colori, completa di logo della APSS. Si deve poter distinguere tra la produzione all'interno del workflow che prevede l'utilizzo di modelli predefiniti e/o di stampanti centralizzate e quella estemporanea con la possibilità di comporre liberamente il documento includendo nel testo immagini, grafici, registrazioni e tracciati. Ai documenti prodotti deve essere comunque applicabile la firma digitale e la conservazione sostitutiva. 3.6 Volumi di attività Il Sistema Informativo di Cardiologia deve essere in grado di gestire, senza difficoltà e senza cadute di prestazione: 1. tutta l attività di cardiologia dell Ospedale di Trento, che include i Presidi Ospedalieri Santa Chiara e San Giovanni e dell Ospedale di Rovereto che include i Presidi Ospedalieri Santa Maria del Carmine e di Ala; 11

12 2. tutte le attività svolte dai servizi di cardiologia presso le strutture sanitarie aziendali e accreditate con il Servizio Sanitario Provinciale. Sono riportate nelle tabelle seguenti le informazioni relative al carico di lavoro nel 2006 per gli Ospedali di Trento e di Rovereto, il numero di collaboratori negli Ospedali di Trento e Rovereto e le informazioni relative al numero di prestazioni di tipo cardiologico svolte all'interno delle diverse strutture aziendali nel 2006: Carico di lavoro Reparti di cardiologia anno 2006 Ospedale di Trento P.O. Santa Chiara P.O. San Giovanni P.O. Santa Maria del Carmine Ricoveri ordinari Ricoveri Hospital Day Ospedale di Rovereto P.O. di Ala Prestazioni Numero di collaboratori Reparti di Cardiologia. Cardiochirurgia e Angiocardiochirurgia Ospedale di Trento Ospedale di Rovereto Collaboratori Struttura Prestazione Volume dei servizi di cardiologia presso le strutture sanitarie aziendali 1 anno 2006 Ecografia cardiaca Ecocolor dopplergrafia cardiaca Eco(color) doppler grafia cardiaca transesofagea Test cardiovascolar e da sforzo Controllo e programmazio ne pacemaker Elettrocardio gramma dinamico Elettrocardio gramma P.O Santa Chiara P.O. San Giovanni P.O. Santa Maria del Carmine P.O. Ala P.O. Tione P.O Cles P.O. Borgo V P.O. Cavalese P.O. Alto Garda Poliambulatorio Vengono riportati i volumi solo di alcune delle attività riconducibili ai servizi di cardiologia 12

13 Trento Struttura Prestazione Poliambulatorio Rovereto Poliambulatorio S. Chiara Trento Poliambulatorio Pergine Alta Vals. Poliambulatorio Tonadico Bassa Vals. e Primiero Poliambulatorio Predazzo - Fiemme Poliambulatorio Riva Alto Garda Poliambulatorio Pozza di Fassa - Fassa Poliambulatorio Malè Valle di Sole Centro traumatologico Villa Igea Ecografia cardiaca Ecocolor dopplergrafia cardiaca Eco(color) doppler grafia cardiaca transesofagea Test cardiovascolar e da sforzo Controllo e programmazio ne pacemaker Elettrocardio gramma dinamico Elettrocardio gramma Totale Firma digitale e conservazione sostitutiva Il sistema Informativo di Cardiologia deve consentire l utilizzo della firma digitale e della conseguente conservazione sostitutiva, dei referti e di tutte le informazioni digitali, con valore medico legale correlate, come ad esempio dati analitici, immagini e tracciati. In particolare deve: Integrare la firma digitale utilizzando i certificati ed i dispositivi delle più comuni Certification Authority; Consentire la marcatura temporale e la verifica dei documenti firmati; Interagire con soluzioni di Conservazione sostitutiva legale, in modo da garantire archiviazione ricerca, consultazione, visualizzazione ed esibizione legale dei documenti; La composizione dell archivio per la Conservazione sostitutiva deve essere tale da consentirne l utilizzo in modo totalmente indipendente dal CIS. In offerta dovranno essere dichiarate le Certification Authority e le soluzioni di Conservazione sostitutiva integrabili. 13

14 3.8 Integrazione con sistemi LDAP e SSO (Single Sign On) Il Sistema proposto deve attivare automaticamente il profilo utente di accesso all applicativo tramite il rilevamento del contesto sessione (l identificazione automatica dell utente che vuole accedere all applicativo) con sistemi di tipo SSO. 3.9 Integrazione del CIS con il Sistema Informativo Aziendale Il sistema proposto deve integrarsi, con modalità e funzionalità pari o superiori a quanto descritto nel presente capitolato, con le procedure ed i riferimenti del Sistema Informativo Aziendale di seguito dettagliate: 1. Anagrafe MPI; 2. ADT; 3. Centro Unico Prenotazioni (CUP); 4. Clinical Data Repository; 5. Order Management; 6. Minimum Data Set; 7. Sistemi Diagnostici Dipartimentali; 8. PACS. Il fornitore si deve fare carico dello sviluppo delle integrazioni lato CIS secondo gli standard richiesti e le modalità e specifiche dettagliate nel documento allegato Specifiche Funzionali di integrazione con il Sistema Informativo dell'apss (Allegato). 4 Requisiti non funzionali 4.1 Requisiti non funzionali Il sistema informativo in oggetto preferibilmente deve operare in ambiente client-server a 3 livelli, avvalendosi della piattaforma Java e del Data Base Management System (DBMS) Oracle. Il fornitore deve indicare tutte le componenti software che intende utilizzare, e fornire una formale (tramite diagrammi UML) e chiara (tramite documenti di accompagnamento) descrizione tecnologica del sistema da realizzare. E inoltre richiesta la fornitura del diagramma ER dell archivio dati. Dove non altrimenti specificato, viene considerata caratteristica preferenziale l'utilizzo di software Open Source. Il sistema informativo in oggetto deve essere in grado di produrre ed operare con formati di 14

15 documento standard ed aperto. La ditta dovrà illustrare la conformità della predetta offerta agli standard tecnologici dell A.P.S.S. descritti dal documento Standard Tecnologici v disponibile all URL:http://www.apss.tn.it/Public/allegati/DOC_610378_0.pdf. 4.2 Architettura del Sistema Informativo di Cardiologia Il fornitore deve fornire adeguate garanzie relativamente alla bontà e robustezza della architettura della soluzione proposta, in particolare: Utilizzare architetture e prodotti standard, adatti al progetto da realizzate. Disporre di adeguati meccanismi per la distribuzione e l'aggiornamento dell applicativo lato client. Consentire l utilizzo di client portatili, come tablet-pc e palmari, in collegamento wire-less, con interfaccia ottimizzata per l utilizzo pen-based, senza mouse e tastiera Prevedere la storicizzazione delle informazioni non più accedute frequentemente; al fine di mantenere comunque elevate le prestazioni del sistema con il passare del tempo. Deve essere inoltre disponibile un meccanismo per l accesso semplice e veloce alle informazioni storicizzate Dettagliare particolari esigenze nell utilizzo del sistema in rete geografica, per consentire l utilizzo in remoto dagli ambulatori distrettuali Server e stazioni di lavoro I server e le stazioni di lavoro ed il relativo software di base non sono oggetto della fornitura, ma saranno messi a disposizione dalla APSS sulla base dei requisiti definiti in offerta dal fornitore. In particolare si richiede di dimensionare lo spazio disco necessario annualmente per l archiviazione di dati, immagini e referti, sulla base dei volumi di attività indicati. Il dimensionamento dovrà distinguere, in particolare per le immagini, l archiviazione on-line da quella off-line. La soluzione proposta deve presentare nel suo insieme una elevata affidabilità e robustezza, con un grado di resistenza ai guasti tale da garantire il funzionamento ininterrotto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La potenza elaborativa deve essere determinata sul picco di utilizzo e prevedere comunque una buona riserva a disposizione. Le procedure di backup devono essere tali da consentire il salvataggio periodico dei dati su un unico media e le operazioni di salvataggio non dovranno compromettere la normale operatività delle funzioni cardiologiche aziendali. Il fornitore è tenuto ad indicare chiaramente la necessità di utilizzare eventuali prodotti specifici, sia per l Hardware che per il Software di sistema dettagliandone marca e modello, come pure l elenco delle apparecchiature certificate per l utilizzo con i prodotti offerti. 15

16 4.2.2 Rete trasmissione dati Il sistema informativo di cardiologia deve adattarsi senza particolare esigenze alla rete trasmissione dati utilizzata in APSS e dovranno essere evidenziate in offerta eventuali soluzioni e/o prodotti necessari a garantire il buon funzionamento del sistema all interno delle nostre strutture. La rete di trasmissione che collega i presidi ospedalieri e le strutture sanitarie è costituite da WAN da 2Gbit ma alcune tratte sono caratterizzate da velocità anche di 512 Mbit. Esistono anche ambulatori collegati su tratte a 2 Mbit. 5 Formazione L offerta presentata si intende comprensiva degli oneri di formazione come di seguito indicati. L Impresa aggiudicataria si impegna ad erogare la formazione necessaria all uso di quanto fornito a tutto il personale dell A.P.S.S. interessato. Le sessioni formative saranno eseguite presso le strutture dell A.P.S.S.. Fermo restando l art. 8 e l obbligo per l aggiudicataria di eseguire la manutenzione come ivi prevista, l impresa aggiudicataria si impegna inoltre ad erogare la necessaria formazione agli utilizzatori ed ai tecnici informatici dell A.P.S.S. che saranno a supporto e a presidio tecnologico e specialistico del nuovo sistema. Tale formazione sarà pianificata ed eseguita secondo modalità da concordare fra le parti. 6 Configurazione avvio e recupero dello storico La ditta aggiudicataria predispone un progetto di dettaglio relativo alle attività di installazione, configurazione ed avvio del sistema informativo e dei collegamenti, delle integrazioni e dei servizi oggetto del capitolato nonché della formazione destinata agli utenti finali ed al personale del Servizio Sistemi Informativi di APSS. La ditta aggiudicataria deve garantire la migrazione del patrimonio informativo degli attuali sistemi informatici e di refertazione al nuovo sistema. Per migrazione dello storico si intende il recupero di tutti i dati disponibili sul nuovo sistema informativo al fine del loro integrale riutilizzo e gestione all interno del nuovo sistema informativo offerto. La migrazione dei dati viene richiesta per la componente anagrafica, ove è possibile in automatico riconciliare la stessa con l'anagrafe provinciale degli assistibili tramite o il codice tessera sanitaria o tramite i campi valorizzati nome, cognome e data di nascita, e per la relativa componente relativa alle conclusioni mediche. I sistemi informativi in uso ad oggi in APSS sono i seguenti: sistema per la refertazione ECG, Muse della Ditta GE Healthcare, installato presso la Cardiologia di Trento; sistema per la refertazione ECG, escribe della Ditta Mortara, installato presso la Cardiologia 16

17 di Rovereto; sistema per la refertazione ECG, Cardioline - MedArchiver installato presso l'ospedale di Tione; sistema per la refertazione di visite Ecocardiografiche, autoprodotto, in uso presso i reparti di Cardiologia di Trento, Rovereto, Borgo, Tione; Cavalese, Primiero, Distretto di Trento, Ala e Riva del Garda; sistema per l'emodinamica, Galaxy VEPRO, installato nei reparti di Cardiologia dei presidi ospedalieri di Trento e Rovereto; sistema Bard per l'elettrofisiologia, installato nel reparto di Cardiologia dell'ospedale di Trento. 7 Collaudo La Ditta aggiudicataria comunicherà in forma scritta la data di rilascio (e quindi di messa a disposizione) dei servizi a regime per la prima macro-fase che non dovrà superare i sei mesi dalla data di aggiudicazione della gara. La Ditta aggiudicataria comunicherà in forma scritta anche le date di rilascio relative alla seconda macro-fase, per tutte le ulteriori fasi previste nell'articolo 12 fatturazioni e pagamenti. Da tali date decorreranno i termini dei collaudi. La data di completamento della seconda macro-fase non deve superare i dodici mesi dalla data di aggiudicazione della gara (quindi, indicativamente, sei mesi dalla data di completamento della prima macro-fase). Qualora l'esito del collaudo della prima macro-fase fosse negativo, la ditta aggiudicataria avrà 30 giorni solari di tempo per correggere le anomalie riscontrate e ri-sottoporre a collaudo il sistema; un secondo collaudo con esito negativo comporta la risoluzione del contratto in danno della ditta aggiudicataria. Qualora l'esito del collaudo di una delle ulteriori fasi della seconda macro-fase fosse negativo, la ditta aggiudicataria avrà 30 giorni solari di tempo per correggere le anomalie riscontrate e risottoporre a collaudo il sistema; un secondo collaudo con esito negativo comporta la non corresponsione di quanto dovuto, ferme restando eventuali implicazioni di carattere civile o penale, e la richiesta dei danni. 8 Assistenza e manutenzione L Impresa aggiudicataria è obbligata a prestare servizi di assistenza e manutenzione del Sistema Informativo di Cardiologia, in garanzia, per un periodo pari a 2 anni decorrenti dalla data del collaudo. L Impresa aggiudicataria è inoltre obbligata a continuare a prestare detti servizi di assistenza e manutenzione del Sistema Informativo di Cardiologia per un periodo di anni 1 17

18 rinnovabile, di anno in anno, sino ad un massimo di ulteriori 5 (complessivamente, dunque, sei compreso il primo anno contrattuale) secondo le condizioni dalla stessa Impresa indicate nella propria offerta in risposta ai requisiti di seguito specificati tenendo in considerazione che: deve essere previsto un sistema per fronteggiare le criticità del sistema in caso di blocco o in casi di emergenza; deve essere inoltre predisposto un adeguato sistema, idoneo alla gestione delle richieste utente, del bug-tracking e per la gestione delle richieste di modifica. A ciascuna richiesta deve essere associato un numero univoco progressivo (trouble ticket), la data e l'utente che effettua la richiesta. In particolare l offerta deve essere comprensiva almeno di quanto qui di seguito descritto: 8.1 Assistenza Il servizio di assistenza deve facilitare gli Utenti del Sistema Informativo di Cardiologia nell utilizzo operativo e funzionale dell'applicativo e dei servizi previsti. Deve essere fornito nei giorni feriali dalle ore 8.00 alle ore Manutenzione correttiva Il servizio manutenzione correttiva del software si intende attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette. Deve essere fornita comunicazione scritta relativa sia alle correzioni applicate che alla problematica risolta con tale correzione. La comunicazione scritta vale sia per problemi segnalati dall' APSS che per problemi rilevati in autonomia dalla Ditta aggiudicataria. Il servizio deve prevedere aggiornamento del software, da concordarsi nelle modalità di effettuazione con i referenti di APSS, estesi alle nuove versioni dell'applicativo. Devono essere forniti, entro il mese successivo al periodo, report trimestrali degli interventi di assistenza con le indicazioni delle informazioni necessarie alla valutazione del rispetto dei livelli di servizio, misurati sul trimestre, negli ambiti della: efficienza della risoluzione dei problemi e cioè il rispetto dei tempi previsti per l intervento e per la risoluzione degli errori; efficacia della risoluzione dei problemi, e cioè la percentuale di interventi a fronte di una problematica già segnalata e considerata risolta. Gli interventi di manutenzione correttiva dovranno essere applicati tempestivamente e nel rispetto degli standard minimi di tempo di intervento e di risoluzione secondo la seguente Tabella 2. Tabella 2 18

19 Errore Descrizione secondo la documentazione CNIPA Tempi di intervento anche in teleassistenza Tempo di risoluzione Gravità 1 L intero sistema è indisponibile agli utenti 1h - 2h per il 90% dei casi - 6h per il 100% dei casi Gravità 2 Almeno una delle funzionalità critiche del sistema sono indisponibili agli utenti 1h 8h Gravità 3 Le funzionalità non critiche del sistema sono indisponibili agli utenti 6h 2 giorni lavorativi Gravità 4 Le funzionalità non critiche del sistema sono indisponibili, senza impatto sulla operatività degli utenti 8h 5 giorni lavorativi 8.3 Manutenzione adeguativa La manutenzione adeguativa riguarda l'aggiornamento del software, delle informazioni e delle modalità di aggregazione o elaborazione dei dati in aderenza a disposizioni normative, aziendali o contrattuali. Gli interventi di manutenzione adeguativa verranno richiesti dall' APSS in forma scritta specificando l'eventuale urgenza. Il fornitore si impegna a produrre gli aggiornamenti necessari in tempo utile alla loro applicazione. Per tutta la durata del contratto deve essere fornita ed installata l'ultima release disponibile del prodotto software. 8.4 Manutenzione evolutiva Nell ambito della manutenzione evolutiva l aggiudicataria si impegna sin d'ora ad eseguire le personalizzazioni che si renderanno necessarie in futuro per l'apss ed a formulare la relativa offerta economica entro e non oltre i 30 giorni dalla richiesta scritta. 9 Penali In caso di mancata applicazione dei servizi richiesti, ferme restando eventuali implicazioni di carattere civile o penale, e la richiesta dei danni, saranno applicate le seguenti penali: 19

20 per l avvio dei sistemi, pari a 250 per ogni giorno di ritardo consecutivo (solare) per quanto riguarda la consegna, l installazione, la configurazione e l avvio del sistema informativo; per il servizio di Assistenza e Manutenzione, pari a 500 per ogni ora di ritardo consecutiva (solare) nella presa in carico e nel ripristino del sistema rispetto ai livelli di servizio richiesti nel paragrafo Assistenza e Manutenzione ; per il servizio di Assistenza e Manutenzione nell'ambito della verifica della efficacia, verranno applicate le penali indicate nella seguente tabella: Tipologia di errore Metrica Obiettivi Penale Gravità 1 o 2 errori bloccanti o gravi numero di interventi (N) riferiti a problematiche già segnalate e considerate risolte N<3 per ogni errore 100,00 per ogni superamento dell'obiettivo Gravità 3 o 4 P=N/M x 100 dove: P è la percentuale di interventi a fronte di una problematica già segnalata e considerata risolta; N è il numero di interventi a fronte di una problematica già segnalata e considerata risolta; M è il numero totale di interventi di manutenzione. un valore di P < 3,0%, rilevamento Trimestrale Per ogni 1% di P superiore al valore obiettivo si applica una penale di importo compreso tra lo 0,5% e l 1% del corrispettivo relativo al periodo di riferimento. Per ogni decade di ritardo nella consegna dei report relativi alla attività di assistenza e manutenzione 150,00 ; per ogni inadempienza grave che non sia già prevista ai precedenti punti, pari a 500 giornalieri. Sono fatte salvi le diverse misure pattiziamente stabilite, nonché il risarcimento dell'eventuale maggior danno subito dall'amministrazione. Resta inteso che l APSS, oltre all eventuale applicazione delle penali previste, riterrà errore grave, ai sensi dell art. 12 comma 1 lett. c) del Dlgs , n. 157 e succ. mod. e integr. la mancata o difforme esecuzione dei lavori, i ritardi continuativi nell esecuzione delle attività, la difformità fra quanto richiesto o proposto e quanto realmente offerto in termini funzionali, applicativi e prestazionali con riferimento ai servizi di cui all articolo 2 e nell allegato di questo Capitolato speciale. 20

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI

CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI CONTRATTO PER LA LICENZA D USO DEL SOFTWARE GESTIONE AFFITTI IMPORTANTE: il presente documento è un contratto ("CONTRATTO") tra l'utente (persona fisica o giuridica) e DATOS DI Marin de la Cruz Rafael

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli