INSETTI E GLOBALIZZAZIONE: SPECIE ESOTICHE DI RECENTE INTRODUZIONE IN ITALIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INSETTI E GLOBALIZZAZIONE: SPECIE ESOTICHE DI RECENTE INTRODUZIONE IN ITALIA"

Transcript

1 INSETTI E GLOBALIZZAZIONE: SPECIE ESOTICHE DI RECENTE INTRODUZIONE IN ITALIA Maria Luisa Dindo Dipartimento di Scienze Agrarie (DipSa), Giornata di presentazione della nuova edizione del volume Entomologia applicata (Edagricole) di Aldo Pollini Imola, Plesso didattico Vespignani, 9 maggio 2014

2 Globalizzazione: comporta aumento esponenziale del movimento di merci e di persone Introduzione sempre più frequente di insetti esotici in nuovi areali Stabilizzazione delle specie esotiche nei nuovi ambienti favorita anche dai cambiamenti climatici (Italia ad alto rischio di introduzione per posizione geografica e clima) Danni di natura economica e ambientale Perdita produzione Aumento trattamenti Squilibri artropodofauna autoctona e componente botanica

3 Non tutti gli insetti accidentalmente introdotti riescono ad acclimatarsi nel nuovo areale e molti di quelli che, in qualche misura si adattano, non risultano necessariamente dannosi Tuttavia in un paese d adozione in cui incontrano condizioni ambientali favorevoli, gli insetti esotici hanno grandi possibilità di moltiplicarsi in modo tale da diventare dannosi; Causa principale: assenza di nemici naturali specifici! ( enemy release hypothesis ) Lui, H. and Stiling P. (2006). Testing the enemy release hypothesis: a review and meta-analysis. Biological Invasions 8: ! Vilà M., Maron J. L. and Marco L. (2005). Evidence for the enemy release hypothesis in Hypericum perforatum. Oecologia 142: !

4 introduzione di insetti esotici in nuovi areali non è un fenomeno nuovo; si verifica da secoli aumentato a partire dalla scoperta dell America e delle nuove rotte oceaniche verso l Asia Incremento del fenomeno Incremento di traffici e di spostamenti Mezzi di trasporto via via più veloci

5 Esempi di Insetti esotici introdotti, acclimatati da lungo tempo in Italia Ordine! Specie! Nome comune! Rincoti (Emitteri)! Eriosoma lanigerum! Viteus vitifoliae! Pseudalacaspis pentagona! Quadraspidiotus perniciosus! Afide lanigero del Melo! Fillossera della Vite! Cocciniglia bianca del Gelso e del Pesco! Cocciniglia di S. José! Principali piante attaccate! Origine! Anno! segnalazione Italia! Melo! Nord America! 1841! Vite! Nord America! 1879! Gelso, Pesco Actinidia! Circa 200 piante, tra cui Pomacee! Estremo Oriente! 1885! Cina settentrionale?! California! 1920! Lepidotteri! Cydia molesta! Tignola Orientale del Pesco! Coleotteri! Leptinotarsa decemlineata! Dorifora della Patata! Pesco! Patata, Melanzana! Cina settentrionale! ca. 1920! Colorado?! 1944!

6 Esempi di Insetti esotici introdotti in Italia in tempi relativamente più recenti Ordine! Specie! Nome comune! Tisanotteri! Frankliniella occidentalis! Tripide occidentale dei fiori! Principali piante attaccate! Almeno 250 piante di cui molte floricole! Origine! Parte occidentale del continente americano! Anno segnalazione Italia! 1987! Rincoti (Emitteri)! Ditteri! Lepidotteri! Corythuca ciliata! Metcalfa pruinosa! Liriomyza trifolii! Liriomyza huidobrensis! Aedes albopictus! Hyphantria cunea! Tingide del platano! Metcalfa! Minatrice americana della gerbera! Mosca minatrice sudamericana! Platano! Nord America! 1964! Almeno 120 piante, tra cui Gerbera! Molto polifago, specie Composite, Leguminose e Solanacee! Nord America! Fine anni 1970! Regioni tropicali Sud America! Zanzara tigre! ! Sud est asiatico! 1990! Ifantria! Gelso e Acero negundo! Inizio anni 1990! Nord America! ca. 1980!

7 Nel secondo dopoguerra l introduzione degli insetti esotici è andata progressivamente aumentando. In Italia. Anni 60 del specie/anno Anni 80 del specie/anno (ritmo raddoppiato!) Incremento ulteriore dalla fine degli anni 90 Una complessa legislazione internazionale ha lo scopo di ostacolare la diffusione di specie esotiche (non solo insetti) da un Paese all altro La diffusione può avvalersi di ogni possibile mezzo di trasporto umano, non necessariamente soggetto a ispezione. E quindi un fenomeno non facilmente controllabile

8 Esempi di Insetti esotici recentemente introdotti in Italia (dagli anni 1990 a oggi) Ordine! Specie! Nome comune! Lepidotteri! Ditteri! Cydalima perspectalis! Cameraria ohridella! Tuta absoluta! Cacyreus) marshalli)! Drosophila) suzukii! Zaprionus) tuberculatus! Piralide del Bosso! Minatrice fogliare Ippocastano! Tignola del Pomodoro! Licenide sudafricano Pelargonio! Drosofila dalle ali macchaite! Principali piante attaccate! Bosso! Ippocastano a fiori bianchi! Pomodoro, più raramente altre Solanacee! Pelargoni e Gerani! Frutti di molte piante tra cui piccoli frutti, Ciliegio,! Origine! Asia (Cina, Corea, Giappone)! Macedonia?! Sud America! 2008! Sud Africa! 1996! Giappone!?!?! Regione afrotropicale! Anno segnalazione Italia! 2012! 1992 diffusa dal 1998! 2013! (Fonte: Bulletin of Insectology 67(1): )! Foto: Santolo Francati Copyright: Bulletin of Insectology

9 Esempi di Insetti esotici recentemente introdotti in Italia (dagli anni 1990 a oggi) Ordine! Specie! Nome comune! Coleotteri! Anoplophora) chinensis)! Harmonia) axyridis! Cerambice cinese dei Citrus! Coccinella arlecchino! Principali piante attaccate! Paesi d origine: Citrus.. Italia: aceri e altre latifoglie! Origine! Anno! segnalazione! Italia! Giappone e 2000! Corea! ! Asia! 1999! Foto Santolo Francati Rhynchophorus) ferrugineus)! Punteruolo rosso della Palma! Palme (Phoenix)! Asia Sud Orientale e Malesia! 2004! Diabro>ca) virgifera) virgifera! Diabrotica! Mais! Nord America! 2002! Rincoti (Emitteri)! Glycaspis) brimblecombei) Psilla dell Eucalipto! Eucalipto! Australia! 2011! Foto: Aldo Pollini Imenotteri! Dryocosmus) kuriphilus! Vespa cinese del castagno! Castagno europeo, americano e ibridi! Cina! 2002! Foto: Fabrizio Santi

10 Per contrastare il fenomeno della diffusione degli insetti esotici: Normativa, piuttosto complessa e articolata, comprendente decreti di lotta obbligatoria Organi preposti PAESI EPPO Servizi fitosanitari regionali e nazionali Fonte EPPO Organizzazioni intergovernative

11 Cos è EPPO? (Organisation Européenne Protection Plantes; European Plant Protection Organization) Organizzazione intergovernativa responsabile della cooperazione europea nel settore fitosanitario. Nasce come ente di protezione delle piante e contribuisce alla sicurezza alimentare e allo sviluppo di strategie internazionali contro l introduzione e la diffusione di organismi dannosi (insetti, funghi, batteri, piante, virus, ecc.) nei paesi membri.

12 EPPO: Tra le sue attività, la gestione negli stati membri degli organismi (compresi gli insetti) esotici introdotti o a rischio di introduzione, che vengono inseriti in liste di quarantena regolarmente aggiornate :! Lista A1 Contiene gli organismi dannosi assenti dalla regione EPPO e i metodi anti introduzione.! Lista A2 Contiene organismi dannosi presenti nella regione EPPO e i metodi per la loro eradicazione e controllo.! Action List Ha lo scopo di attirare l attenzione dei paesi EPPO su organismi delle liste A1 e A2 che sono stati recentemente aggiunti alle due liste o richiedono una particolare attenzione.

13 Fondamentale il ruolo della ricerca, per studiare i meccanismi coinvolti nel processo di adattamento delle nuove specie e cercare di contrastare il fenomeno sviluppando adeguate strategie di controllo sostenibile, ad esempio: Lotta biologica classica (introduzione, nel nuovo Paese, di antagonisti naturali provenienti dal paese d'origine della specie esotica) Limiti Attuazione complessa Possibili rischi di carattere ecologico (impatto su entomofagi nativi e insetti non bersaglio) Valorizzazione del ruolo svolto dagli insetti entomofagi (compresi i parassitoidi) indigeni Megastigmus dorsalis; parassitoide indigeno adattatosi alla specie aliena Dryocosumus kuriphilus

14 L area di Entomologia del DipSA è coinvolta in alcuni progetti sull argomento degli insetti esotici introdotti: Insetti e globalizzazione: controllo sostenibile di specie esotiche in ecosistemi agro-forestali (PRIN ) durata triennale (proseguimento di un Progetto precedente) Università di Bologna (Coordinatrice), Università di Torino Università di Milano Università Padova Università Mediterranea di Reggio Calabria Università Catania CNR di Napoli Un altro progetto, in collaborazione con l area di Arboree e il Consorzio fitosanitario di Modena (finanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Vignola) è di interesse più specifico per la nostra Regione e riguarda Drosophila suzukii (monitoraggio e strategie di lotta)

15 Principalmente (anche se non esclusivamente) finalizzato allo studio di nuove associazioni tra parassitoidi indigeni e insetti di recente introduzione in Italia Torymus flavipes Tra gli scopi Valutare grado di adattamento dei parassitoidi indigeni agli insetti esotici Valutare loro potenzialità nel controllarne le popolazioni Valorizzare la loro azione con lanci aumentativi messa a punto di efficaci tecniche di allevamento e approfondimento delle conoscenza della biologia sia dei parassitoidi indigeni che degli insetti esotici (il mestiere dell entomologo!)

I NUOVI INSETTI INFESTANTI, CONOSCERLI PER GESTIRLI MEGLIO

I NUOVI INSETTI INFESTANTI, CONOSCERLI PER GESTIRLI MEGLIO I NUOVI INSETTI INFESTANTI, CONOSCERLI PER GESTIRLI MEGLIO Maria Luisa Dindo Dipartimento di Scienze Agrarie (DipSa) Alma Mater Studiorum Università di Bologna e-mail marialuisa.dindo@unibo.it Info Day

Dettagli

Lotta Biologica. Le scienze agrarie tra OGM e Agricolture Alternative Firenze 19 aprile 2013

Lotta Biologica. Le scienze agrarie tra OGM e Agricolture Alternative Firenze 19 aprile 2013 Le scienze agrarie tra OGM e Agricolture Alternative Firenze 19 aprile 2013 Lotta Biologica Piero Cravedi Istituto di Entomologia e Patologia vegetale Piacenza Lotta biologica classica La lotta biologica

Dettagli

GIARDINI SOTTO ATTACCO

GIARDINI SOTTO ATTACCO EIMA INTERNATIONAL 2014 GIARDINI SOTTO ATTACCO DAL PUNTERUOLO ROSSO ALLA PIRALIDE DEL BOSSO: AGGIORNAMENTO SULLE BATTAGLIE IN CORSO Luca FANTINI Dottore Forestale e Ambientale per Studio Verde sas Bologna,

Dettagli

Vecchie e nuove emergenze: le strategie dell'emilia-romagna

Vecchie e nuove emergenze: le strategie dell'emilia-romagna Vecchie e nuove emergenze: le strategie dell'emilia-romagna Massimo Bariselli Servizio Fitosanitario Emilia-Romagna Cos è una specie aliena invasiva? Piante, animali, agenti patogeni e microbi dannosi,

Dettagli

Le possibili vie di introduzione di specie esotiche

Le possibili vie di introduzione di specie esotiche Le possibili vie di introduzione di specie esotiche Massimo Bariselli Servizio Fitosanitario Emilia-Romagna Cos è una specie aliena invasiva? Piante, animali, agenti patogeni e microbi dannosi, non presenti

Dettagli

Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici Servizio Fitosanitario Regionale

Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici Servizio Fitosanitario Regionale Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici Servizio Fitosanitario Regionale Le emergenze fitosanitarie nella Regione Lazio e le problematiche legate al settore forestale Le principali

Dettagli

Progetti e consulenze agro-forestali. Consulenze e perizie di stabilità degli alberi con certificato finale. Cura delle malattie delle piante

Progetti e consulenze agro-forestali. Consulenze e perizie di stabilità degli alberi con certificato finale. Cura delle malattie delle piante Progetti e consulenze agro-forestali Consulenze e perizie di stabilità degli alberi con certificato finale Cura delle malattie delle piante Endoterapia per le palme contro il punteruolo rosso, contro la

Dettagli

Criticità ambientali da difesa fitosanitaria del verde ornamentale pubblico e privato e buone pratiche da diffondere

Criticità ambientali da difesa fitosanitaria del verde ornamentale pubblico e privato e buone pratiche da diffondere Criticità ambientali da difesa fitosanitaria del verde ornamentale pubblico e privato e buone pratiche da diffondere Castel San Pietro Terme, 19 settembre 2015 Roberto Ferrari Centro Agricoltura e Ambiente

Dettagli

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (LOBIOCIN)

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (LOBIOCIN) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DI.VA.P.R.A. Via Leonardo da Vinci, 44 10095 Grugliasco (TO) DIPARTIMENTO DI VALORIZZAZIONE E PROTEZIONE DELLE RISORSE AGROFORESTALI Settore Entomologia e Zoologia applicate

Dettagli

DG PQA - PQA 02 - Prot. Ingresso N.0003671 del 05/03/2013

DG PQA - PQA 02 - Prot. Ingresso N.0003671 del 05/03/2013 DG PQA - PQA 02 - Prot. Ingresso N.0003671 del 05/03/2013 Direzione generale Agricoltura, economia ittica, attivita' faunistico-venatorie Servizio fitosanitario PROGRAMMA DI CONTROLLO DELLA VESPA DEL

Dettagli

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria del 24-06-2015 Provincia di BOLOGNA Bollettino di Integrata obbligatoria PREVISIONI DEL TEMPO (24/06/15) Un vasto promontorio anticiclonico, in espansione sull europa occidentale manterrà sulla nostra

Dettagli

AGGIORNAMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL CINIPIDE IN EUROPA E SULLA LOTTA BIOLOGICA IN ITALIA

AGGIORNAMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL CINIPIDE IN EUROPA E SULLA LOTTA BIOLOGICA IN ITALIA DISAFA DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI E ALIMENTARI AGGIORNAMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL CINIPIDE IN EUROPA E SULLA LOTTA BIOLOGICA IN ITALIA IV Incontro Europeo della Castagna Bologna, Italia

Dettagli

Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E

Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E Introduzione alla geografia Introduzione agli elementi geografici e morfologici di un territorio. La posizione di un luogo. L idrografia. Introduzione

Dettagli

Metodi di difesa integrata per il controllo di alcuni insetti nel settore vivaistico. Patrizia Sacchetti DISPAA Università degli Studi di Firenze

Metodi di difesa integrata per il controllo di alcuni insetti nel settore vivaistico. Patrizia Sacchetti DISPAA Università degli Studi di Firenze Metodi di difesa integrata per il controllo di alcuni insetti nel settore vivaistico Patrizia Sacchetti DISPAA Università degli Studi di Firenze Lotta integrata Strategia di controllo finalizzata al mantenimento

Dettagli

alloctone ctone aliene

alloctone ctone aliene SPECIE ESOTICHE Vengono definite anche alloctone o aliene. Sono quelle specie vegetali e animali che vengono trasportate in maniera accidentale al di fuori del loro areale originario di distribuzione.

Dettagli

REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura

REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura AREA SERVIZI TECNICI E SCIENTIFICI, SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE Tuta absoluta (Meyrick) minatrice fogliare del pomodoro (tomato leaf miner) Lista ALLERT

Dettagli

Costanza Jucker. DiPSA DIpartimento di Protezione dei Sistemi Agroalimentari e Urbano e Valorizzazione delle Biodiversità

Costanza Jucker. DiPSA DIpartimento di Protezione dei Sistemi Agroalimentari e Urbano e Valorizzazione delle Biodiversità Costanza Jucker DiPSA DIpartimento di Protezione dei Sistemi Agroalimentari e Urbano e Valorizzazione delle Biodiversità Università degli Studi di Milano Inquadramento insetti Danni provocati dagli insetti

Dettagli

Melolontha melolontha

Melolontha melolontha Coleotteri Melolontha melolontha Ordine: Coleotteri Famiglia: Scarabeidi Particolarità: è il comune maggiolino larva cirtosomatica (a c ) che vive nel terreno Ciclo: compie 1 generazione in 3 anni Svernamento:

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AGRICOLTURA BIOLOGICA: CERTIFICAZIONE DI QUALITA DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI ENTE DI FORMAZIONE: CO.S.P.A. Cooperativa Servizi Professionali Agroalimentari F.I.P.A. Federazione

Dettagli

Nuove emergenze fitosanitarie a carico di latifoglie arboree in ambiente urbano

Nuove emergenze fitosanitarie a carico di latifoglie arboree in ambiente urbano Università di Padova Nuove emergenze fitosanitarie a carico di latifoglie arboree in ambiente urbano Massimo Faccoli Dipartimento DAFNAE Le latifoglie arboree in ambiente urbano presentano spesso stati

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

Patologie controllate con endoterapia!!!!

Patologie controllate con endoterapia!!!! Patologie controllate con endoterapia!!!! Acacia (Albizzia julibrinsin): Psilla dell'albizzia (Acizzia jamatonica) Acero (Acer): Hyphantria cunea, Lymantria dispar, Metcalfa pruinosa, Cerambice dalle lunghe

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA GEOGRAFIA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM / TUR. DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: FORMA E SUPERFICIE DELLA TERRA Interpretare il linguaggio cartografico. - I sistemi di riferimento

Dettagli

1 - Lotta biologica al cinipide del castagno in Toscana: i numeri complessivi. 2014 Altro Numero rilasci. 2010 2011 2012 2013 2014 P.

1 - Lotta biologica al cinipide del castagno in Toscana: i numeri complessivi. 2014 Altro Numero rilasci. 2010 2011 2012 2013 2014 P. REGIONE TOSCANA- GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE E DI

Dettagli

PROBLEMA METODOLOGIA RISPOSTA

PROBLEMA METODOLOGIA RISPOSTA PROBLEMA Protezione fitosanitaria del patrimonio arboreo urbano ed ornamentale coerente con la Direttiva Europea 2009/128/CE relativa all uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (recepita con D. Lgs.

Dettagli

L invasione del N-Italia Guida al riconoscimento

L invasione del N-Italia Guida al riconoscimento Halyomorpha halys Cimice bruna-marmorizzata cinese L invasione del N-Italia Guida al riconoscimento Paride DIOLI Museo Civico da Storia naturale, Milano, Italy giovane adulto Fondazione Fojanini di Studi

Dettagli

- PROGRAMMA DI LAVORO DELLA CONVENZIONE E ANALISI DEI COSTI

- PROGRAMMA DI LAVORO DELLA CONVENZIONE E ANALISI DEI COSTI - PROGRAMMA DI LAVORO DELLA CONVENZIONE E ANALISI DEI COSTI Programma triennale di lotta biologica al cinipide del castagno Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu per mezzo dell antagonista esotico Torymus sinensis

Dettagli

Prima apparizione della coccinella asiatica in fruttetti dell Alto Adige

Prima apparizione della coccinella asiatica in fruttetti dell Alto Adige 1 Prima apparizione della coccinella asiatica in fruttetti dell Alto Adige La coccinella asiatica Harmonia axyridis fa parte del gruppo di specie invasive che stanno colonizzando paesi delle zone climatiche

Dettagli

VILLA PAOLINA Centro di Educazione Ambientale e Scuola di Biodiversità. Per stare bene bisogna mangiare un po' di tutto

VILLA PAOLINA Centro di Educazione Ambientale e Scuola di Biodiversità. Per stare bene bisogna mangiare un po' di tutto Per stare bene bisogna mangiare un po' di tutto LA FAME NASCOSTA sottonutrizione Dieta poco varia consumo di cibi ricchi di energia, ma poveri di micronutrienti IODIO FERRO VITAMINA A ZINCO Dalla ricerca

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO difesa delle foreste Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del Castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE

LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE Scopriamo come difendere l ambiente dalle specie introdotte. E capiamo perché farlo è un ottima idea Lo scoiattolo

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Istituto Tecnico Turistico MATERIA: disciplina alternativa alla RC CLASSE IV Sezione I A.S. 2014/15 L educazione un processo continuo Educazione e comunicazione La comunicazione

Dettagli

Dalla$biodiversità$alla$difesa$delle$ piante:$l importanza$degli$inse7$ nell agricoltura$sostenibile$$

Dalla$biodiversità$alla$difesa$delle$ piante:$l importanza$degli$inse7$ nell agricoltura$sostenibile$$ Dalla$biodiversità$alla$difesa$delle$ piante:$l importanza$degli$inse7$ nell agricoltura$sostenibile$$ Giovanni Burgio Dipartimento di Scienze Agrarie (DipSa), e-mail giovanni.burgio@unibo.it Giornata

Dettagli

FITOFAGI ED ENTOMOFAGI DELLE COLTURE ORTIVE

FITOFAGI ED ENTOMOFAGI DELLE COLTURE ORTIVE Università degli Studi di Napoli Federico II METODOLOGIE GENOMICHE PER IL MIGLIORAMENTO GENETICO DELLE PIANTE ORTIVE FITOFAGI ED ENTOMOFAGI DELLE COLTURE ORTIVE Paolo A. Pedata Istituto CNR per la Protezione

Dettagli

Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti 1-1 Dipartimento di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti Modulo 1 Introduzione Hill, capitolo 1 molto integrato C.W.L. Hill, International

Dettagli

Il Presidente del Consorzio Fitosanitario di Parma Luigi Montali

Il Presidente del Consorzio Fitosanitario di Parma Luigi Montali PRESENTAZIONE Ogni anno i tecnici del Consorzio Fitosanitario Provinciale di Parma svolgono, in collaborazione con il Servizio Fitosanitario della Regione Emilia-Romagna, il Corpo forestale dello Stato

Dettagli

XXIII Forum medicina vegetale Bari 15 dicembre 2011

XXIII Forum medicina vegetale Bari 15 dicembre 2011 XXIII Forum medicina vegetale Bari 15 dicembre 2011 Organismi nocivi da quarantena e di nuova introduzione Piero Cravedi Istituto di Entomologia e Patologia vegetale U.C.S.C. Piacenza Globalizzazione e

Dettagli

CONTROLLO DEI FITOFAGI: AZADIRACTINA

CONTROLLO DEI FITOFAGI: AZADIRACTINA Sei in: coltivazioni biologiche>ortaggi>prodotti fitosanitari in orticoltura CONTROLLO DEI FITOFAGI: AZADIRACTINA Con le seguenti schede si vogliono illustrare i campi di azione, in orticoltura, di alcuni

Dettagli

REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale

REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale Anopllophora spp Cerambiiciide o Tarllo asiiattiico Foto 1. Femmina di Anoplophora Gli

Dettagli

La forza della Natura

La forza della Natura INSETTICIDA DI DERIVAZIONE NATURALE La forza della Natura Nuovo insetticida di derivazione naturale a base di Spinosad efficace contro i principali insetti dannosi alle colture floricole ed ornamentali

Dettagli

Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa. 1 Public Document

Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa. 1 Public Document Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa 1 Public Document Syngenta: unico gruppo interamente dedicato all Agricoltura Syngenta è uno dei principali attori dell'agro-industria mondiale, impegnata nello

Dettagli

GEOGRAFIA TURISTICA CLASSI QUINTE TURISTICO PRIMO QUADRIMESTRE

GEOGRAFIA TURISTICA CLASSI QUINTE TURISTICO PRIMO QUADRIMESTRE GEOGRAFIA TURISTICA CLASSI QUINTE TURISTICO PRIMO QUADRIMESTRE Modulo 1: Sviluppo e sottosviluppo Conoscenza dei seguenti termini: Paesi sottosviluppati e in via di sviluppo, periferia del mondo, potenze

Dettagli

Le specie aliene invasive: problemi e possibili soluzioni

Le specie aliene invasive: problemi e possibili soluzioni Le specie aliene invasive: problemi e possibili soluzioni ALIENO =?? NO! ALIENO = Elena Tricarico Dipartimento di Biologia, Università di Firenze elena.tricarico@unifi.it Le specie aliene invasive Un problema

Dettagli

Artropodi = invertebrati con zampe articolate e corpo rivestito di chitina. Anche l astice è un artropode ma è di interesse sanitario?

Artropodi = invertebrati con zampe articolate e corpo rivestito di chitina. Anche l astice è un artropode ma è di interesse sanitario? Artropodi = invertebrati con zampe articolate e corpo rivestito di chitina. Anche l astice è un artropode ma è di interesse sanitario? NO Aracnidi e insetti = ARTROPODI ARACNIDI INSETTI DITTERI ZANZARE

Dettagli

CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE

CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE 2 a lezione Le malattie delle piante relatore: Davide Mondino Dottore Agronomo L Agrotecnico Cuneo Ronchi Via Basse di Chiusano 23 davidemondino@lagrotecnico.it

Dettagli

SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AGRICOLTURA SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE Progetto per l'attuazione

Dettagli

La mia guida per una lotta biologica

La mia guida per una lotta biologica La mia guida per una lotta biologica Per un giardino veramente naturale Feromoni I feromoni, attrazione irresistibile! le piante con delle soluzioni naturali Fermoni e trappole, un metodo ecologico al

Dettagli

flacone 1 lt 12 flacone 10 ml 2x50

flacone 1 lt 12 flacone 10 ml 2x50 INSETTICIDI Aficida sistemico RTU Soluzione insetticida ad ampio spettro d azione pronta all uso. É efficace contro gli insetti dannosi delle piante floreali ed ornamentali da appartamento, balcone, giardino.

Dettagli

La mia guida per una lotta biologica

La mia guida per una lotta biologica La mia guida per una lotta biologica Per un giardino veramente naturale Feromoni I feromoni, attrazione irresistibile! Fermoni e trappole, un metodo ecologico al 100 % Perfettamente efficace e rispettoso

Dettagli

PROGRAMMA Formazione e aggiornamento degli utilizzatori professionali e dei consulenti fitosanitari

PROGRAMMA Formazione e aggiornamento degli utilizzatori professionali e dei consulenti fitosanitari PROGRAMMA Formazione e aggiornamento degli utilizzatori professionali e dei consulenti fitosanitari Tenuto conto dei contenuti formativi riportati nel PAN, nell Allegato I del decreto legislativo n. 150/2012,

Dettagli

ATTUAZIONE DELL APPROCCIO LEADER. (decisione della Commissione Europea C(2007) 4161 del 12 settembre 2007)

ATTUAZIONE DELL APPROCCIO LEADER. (decisione della Commissione Europea C(2007) 4161 del 12 settembre 2007) GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano Sede Operativa: Via Emilia Ovest 101, 41124 Modena, Tel. 059 821149, Fax 059 380063 e-mail: info@galmodenareggio.it sito: http://www.galmodenareggio.it PIANO DI

Dettagli

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

La rete nazionale di monitoraggio dei pollini: un servizio in campo sanitario e ambientale. Vincenzo De Gironimo - ISPRA Olga Moretti - ARPA Umbria

La rete nazionale di monitoraggio dei pollini: un servizio in campo sanitario e ambientale. Vincenzo De Gironimo - ISPRA Olga Moretti - ARPA Umbria La rete nazionale di monitoraggio dei pollini: un servizio in campo sanitario e ambientale Vincenzo De Gironimo - ISPRA Olga Moretti - ARPA Umbria LE FINALITA DELLA RETE 16 Regioni 54 stazioni 2 2 1 1

Dettagli

Allegato I. Parte A Obiettivi formativi

Allegato I. Parte A Obiettivi formativi Allegato I Parte A Obiettivi formativi Tenuto conto dei contenuti formativi riportati nell Allegato I del decreto legislativo n. 150/2012, si riportano di seguito i contenuti comuni degli specifici corsi

Dettagli

Dr. Piergiuseppe Facelli. Ministero della Salute

Dr. Piergiuseppe Facelli. Ministero della Salute Esportazione di carni e prodotti a base di carne suina verso Paesi terzi: progetto per due certificati generali e per attestazioni pre-export (Modena 29 settembre 2011) Dr. Piergiuseppe Facelli Direttore

Dettagli

Chimica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-27 - SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE

Chimica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-27 - SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE Chimica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-27 - SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE

Dettagli

Le emergenze fitosanitarie e la difesa delle coltivazioni

Le emergenze fitosanitarie e la difesa delle coltivazioni Verona 19 novembre 2016 Le emergenze fitosanitarie e la difesa delle coltivazioni Gabriele Zecchin Regione del Veneto U.O. Fitosanitario Strutture regionali nel settore agricolo Assessorato Agricoltura

Dettagli

FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE

FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE PRINCIPI DI FITOPATOLOGIA DEFINIZIONE MALATTIA: insorgenza nelle pianta di processi fisiologici anormali di tipo persistente o semipersistente che

Dettagli

Modelli matematici per la Pest Risk Analysis

Modelli matematici per la Pest Risk Analysis Modelli matematici per la Pest Risk Analysis Vittorio Rossi Istituto di Entomologia e Patologia vegetale Università Cattolica S. Cuore - Piacenza Gianni Gilioli Dipartimento di Gestione dei sistemi Agrari

Dettagli

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Tra il 1990 e il 2008 le importazioni ed i consumi dell Europa hanno contribuito alla deforestazione di 9 milioni di ettari (una superficie

Dettagli

UNIVERSITA di TORINO - Dipartimento di Valorizzazione e Protezione delle Risorse Agroforestali (DIVAPRA) Costo progetto 1 anno. Costo progetto 2 anno

UNIVERSITA di TORINO - Dipartimento di Valorizzazione e Protezione delle Risorse Agroforestali (DIVAPRA) Costo progetto 1 anno. Costo progetto 2 anno REGIONE PIEMONTE BU14 03/04/2014 Codice DB1119 D.D. 19 novembre 2013, n. 1035 Reg.CEE1083/2006.Contributi per attuazione Programma Operativo cooperazione transfrontaliera 2007-2013 "Italia-Francia ALCOTRA"-Progetto"Salvaguardia

Dettagli

La forza della Natura

La forza della Natura INSETTICIDA DI DERIVAZIONE NATURALE La forza della Natura Insetticida di derivazione naturale a base di Spinosad efficace contro i più comuni parassiti dannosi Oltre 00 colture registrate Autorizzato in

Dettagli

Università degli Studi Guglielmo Marconi

Università degli Studi Guglielmo Marconi I cambi flessibili e le politiche di intervento sui mercati valutari: 1971(-3)-2007 Argomenti 1. Il periodo 1971-2001 2. La globalizzazione e la crescita mondiale nel 1 Il periodo 1971-2001 Gli assetti

Dettagli

Monitoraggio e ruolo di Drosophila suzukii in vigneti piemontesi

Monitoraggio e ruolo di Drosophila suzukii in vigneti piemontesi Monitoraggio e ruolo di Drosophila suzukii in vigneti piemontesi *PROGRAMMA VITE 2016 * 19 Dicembre 2016 Sala Ampelion, Alba (CN) Il monitoraggio è stato condotto da: DISAFA Università degli Studi di Torino

Dettagli

Veduta dell Orto Botanico da uno dei suoi ingressi. Proposte didattiche

Veduta dell Orto Botanico da uno dei suoi ingressi. Proposte didattiche Veduta dell Orto Botanico da uno dei suoi ingressi Proposte didattiche L Orto Botanico di Padova (sito iscritto nel 1997) Breve sintesi Il primo orto universitario al mondo è stato realizzato a Padova,

Dettagli

Il ruolo del Consorzio Fitosanitario di Parma a garanzia della qualità degli alimenti

Il ruolo del Consorzio Fitosanitario di Parma a garanzia della qualità degli alimenti BIBLIOTECA A. BIZZOZERO 30 APRILE 2011 I Georgofili a Parma Il ruolo del Consorzio Fitosanitario di Parma a garanzia della qualità degli alimenti Dr. Valentino Testi V.le Gramsci, 26/C 43126 Parma Tel.

Dettagli

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora !1 Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E Storia L Italia dopo l unificazione Prof.ssa Fulvia Spatafora I problemi del Regno d Italia I grandi

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

1977 Borsa di studio di tre mesi presso il Department of Plant Pathology Hebrew University, Rehovot, Israele.

1977 Borsa di studio di tre mesi presso il Department of Plant Pathology Hebrew University, Rehovot, Israele. ANGELO GARIBALDI Nato a Cipressa (IM) il 7 Aprile 1938 FORMAZIONE Curriculum scolastico e borse di studio 1977 Borsa di studio di tre mesi presso il Department of Plant Pathology Hebrew University, Rehovot,

Dettagli

SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione

SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione 3 I due temi di oggi Internazionalizzazione e promozione all estero delle micro, piccole

Dettagli

Prof. Giuseppina Pellizzari. Insetti esotici su ornamentali: nuove e potenziali emergenze fitosanitarie.

Prof. Giuseppina Pellizzari. Insetti esotici su ornamentali: nuove e potenziali emergenze fitosanitarie. Prof. Giuseppina Pellizzari Insetti esotici su ornamentali: nuove e potenziali emergenze fitosanitarie. Il commercio internazionale delle piante ornamentali rappresenta una delle principali vie di introduzione

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A Scuola Media Seghetti Figlie del sacro Cuore di Gesù Piazza Cittadella, 10 VERONA PROGRAMMA D ESAME E Classe III A ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Prof.ssa Ruffo Laura DIRITTI UMANI E VIOLAZIONI, LIBERTÀ, FORME

Dettagli

LIFE07 Kick-off Meeting. Introduzione

LIFE07 Kick-off Meeting. Introduzione LIFE07 Kick-off Meeting Introduzione Slide n 1 LIFE07 Kick-off Meeting, Roma, 3 marzo 2009 LIFE + : Obiettivi generali LIFE cofinanzia interventi ambientali che... contribuiscano all attuazione, all aggiornamento

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

Mezzi di lotta agli insetti in agricoltura

Mezzi di lotta agli insetti in agricoltura MEZZI MECCANICI 1- RACCOLTA DIRETTA potature Mezzi di lotta agli insetti in agricoltura 2- RACCOLTA INDIRETTA utilizzo di piante esca più attrattive della coltura principale spazzolamento + scortecciamento

Dettagli

Regione Toscana A.R.S.I.A. Maria Grazia Mammuccini

Regione Toscana A.R.S.I.A. Maria Grazia Mammuccini Regione Toscana A.R.S.I.A. Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione nel Settore Agricolo e Forestale Maria Grazia Mammuccini Razze e varietà locali: esperienze dalla Toscana per considerare i

Dettagli

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Esperienze realizzate presso l azienda sperimentale di Veneto Agricoltura Vallevecchia - Caorle (VE) anni 2010-2011 Mauro

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZENITH OPTIMEDIA 2 10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

I VIAGGI DELLE PIANTE 2.2

I VIAGGI DELLE PIANTE 2.2 I VIAGGI DELLE PIANTE 2.2 Secondo incontro, Parte Seconda, a cura di Milena Bertacchini ESEMPI DI PIANTE CHE HANNO VIAGGIATO GINKGO BILOBA MAGNOLIA CONTINENTE ASIATICO CONTINENTE AMERICANO EUROPA I Viaggi

Dettagli

Contro. Speciale viaggi. facciamoci in in. Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare

Contro. Speciale viaggi. facciamoci in in. Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare Contro la la zanzara tigre tigre Speciale viaggi 4 facciamoci in in 4 Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare conosciamo meglio le malattie

Dettagli

Infallibile Vertimec!

Infallibile Vertimec! L unico insetticida-acaricida con prestazioni al top Infallibile Vertimec! Minatori fogliari Psilla Acari e Eriofidi Insetticida e acaricida ad altissime prestazioni L insetticida e acaricida più efficace

Dettagli

ornamentale e del paesaggio Docente: Giovanni Burgio

ornamentale e del paesaggio Docente: Giovanni Burgio Entomologia del verde ornamentale e del paesaggio Crediti: 3 Docente: Giovanni Burgio Giovanni Burgio Professore Associato presso il Dipartimento i di Scienze Agrarie, Università di Bologna Area entomologia

Dettagli

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita

COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita CORSO DI ABILITAZIONE ALLA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI RUMINANTI - 2013 - A cura di: Giordano Omar Tecnico faunistico C.A. CN2 RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE E

Dettagli

Figure professionali «Territorio e Turismo sostenibile» DISASTER MANAGER. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure professionali «Territorio e Turismo sostenibile» DISASTER MANAGER. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure professionali «Territorio e Turismo sostenibile» DISASTER MANAGER GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il si occupa di prevenzione e gestione dei rischi ambientali che interessano i comparti dell

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Rinnovo del patentino Modulo agronomico

Rinnovo del patentino Modulo agronomico nforma.fito. Strumenti di supporto per la diffusione delle informazioni sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Rinnovo del patentino Modulo agronomico Lotte obbligatorie Pier Paolo Bortolotti Roberta

Dettagli

Programma svolto di storia, geografia, cittadinanza e Costituzione

Programma svolto di storia, geografia, cittadinanza e Costituzione IC di Monte San Pietro Scuola Media Statale Cassani Lusvardi Programma svolto di storia, geografia, cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2012-2013 Classe 3E Prof.ssa Fulvia Spatafora Storia L Europa

Dettagli

Il controllo dei principali fitofagi delle colture orticole mediante limitatori naturali

Il controllo dei principali fitofagi delle colture orticole mediante limitatori naturali Il controllo dei principali fitofagi delle colture orticole mediante limitatori naturali Luciana Tavella Boves, 13 novembre 2013 Schema dei mezzi di lotta utilizzabili per la gestione integrata dell agroecosistema

Dettagli

L Accordo di Parigi. Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti

L Accordo di Parigi. Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti L Accordo di Parigi Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti L Accordo di Parigi 195 Paesi, Stati Parte della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti

Dettagli

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA PRIMARIA GEOGRAFIA L ALUNNO SI ORIENTA NELLO SPAZIO CIRCOSTANTE E SULLE CARTE GEOGRAFICHE, UTILIZZANDO RIFERIMENTI TOPOLOGICI E PUNTI CARDINALI. UTILIZZA IL LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITÀ PER

Dettagli

ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA. Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria

ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA. Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria Presentazione 1. Quadro di riferimento 2. Rapporti città-campagna 3. Altra agricoltura 4. Reti

Dettagli

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Il Trattato di Lisbona Padova, 19 marzo 2010 Istituto Tecnico Einaudi Matteo Fornara LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA Storia breve: 50 anni Obiettivi

Dettagli

LEPIDOTTERI. Ordine molto vasto (165.000 specie di cui più di 4500 in Italia) Ali ricoperte da squame

LEPIDOTTERI. Ordine molto vasto (165.000 specie di cui più di 4500 in Italia) Ali ricoperte da squame LEPIDOTTERI Ordine molto vasto (165.000 specie di cui più di 4500 in Italia) Ali ricoperte da squame Adulti con costumi diurni (farfalle) o notturni (falene). LEPIDOTTERI I bruchi (larve polipode) sono

Dettagli

Prof. Luigi Nicolais. Consiglio Nazionale delle Ricerche

Prof. Luigi Nicolais. Consiglio Nazionale delle Ricerche Prof. Luigi Nicolais Consiglio Nazionale delle Ricerche Cambiamenti Negli ultimi 10 anni l orizzonte concorrenziale è stato profondamente trasformato da Asia, America Latina, Africa per Disponibilità risorse

Dettagli

Omaggio a Giacomo Bove grande esploratore italiano

Omaggio a Giacomo Bove grande esploratore italiano FOCUS STORIA E MEMORIA Verso la conclusione del IV Anno Polare Internazionale Omaggio a Giacomo Bove grande esploratore italiano Fu tra gli scopritori del mitico Passaggio a Nord-Est Dalle terre polari

Dettagli

POLLINI DI ALBERI. Albero che raggiunge i 30 m di altezza. Il polline di betulla misura dai 20 ai 25 μm di diametro.

POLLINI DI ALBERI. Albero che raggiunge i 30 m di altezza. Il polline di betulla misura dai 20 ai 25 μm di diametro. POLLINI DI ALBERI BETULLA Nome latino: Betula alba. Albero che raggiunge i 30 m di altezza. Il polline di betulla misura dai 20 ai 25 μm di diametro. La betulla si sviluppa originariamente nei paesi freddi

Dettagli

DOSSIER UNIMORE Giovedì, 19 dicembre 2013

DOSSIER UNIMORE Giovedì, 19 dicembre 2013 DOSSIER UNIMORE Giovedì, 19 dicembre 2013 Dossier Unimore Gli studenti delle superiori puntano a Oriente, al via i corsi di... 1 Da La Nuova Prima Pagina del 2013 12 19T06:02:00 Progetto Cina: corsi in

Dettagli

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella.

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella. Studiare con... le tabelle Completa la tabella. UNA REGIONE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. REGIONE... LOCALIZZAZIONE E CONFINI NORD... SUD... EST... OVEST...

Dettagli

I laureati di cittadinanza estera

I laureati di cittadinanza estera 14. I laureati di cittadinanza estera Tra il 2006 e il 2012 la quota dei laureati di cittadinanza estera è aumentata, passando dal 2,3 al 3,0 per cento. Quasi il 60 per cento dei laureati esteri provengono

Dettagli