PARTE PRIMA - NORMATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTE PRIMA - NORMATIVA"

Transcript

1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI BARGA Istituto Professionale Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera F.lli Pieroni - Liceo Linguistico Barga - Liceo delle Scienze Umane G. Pascoli - Barga - Liceo Classico L. Ariosto Barga - I.T.I. E. Ferrari Borgo a Mozzano Sede legale: Via dell Acquedotto, BARGA (LU) -TEL.: FAX: Sito Web: PEC C.F CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 11 dicembre 2014 alle ore nei locali della Presidenza dell ISI di Barga viene sottoscritta la presente Ipotesi di accordo, finalizzata alla stipula del Contratto Collettivo Integrativo dell Istituto Superiore di Istruzione di Barga. La presente Ipotesi sarà inviata ai Revisori dei conti, corredata della Relazione tecnico-finanziaria e della Relazione illustrativa, per il previsto parere. L Ipotesi di accordo viene sottoscritta tra: PARTE PUBBLICA Il Dirigente Scolastico CATIA GONNELLA PARTE SINDACALE SINDACATI TERRITORIALI SCUOLA FLC/CGIL MARCHETTI M.CHIARA - ROCCA FABRIZIO CISL/SCUOLA BORMIDA M.PAOLA BALDI ADRIANO CEI FRANCESCA UIL/SCUOLA //... SNALS/CONFSAL NERI ANGELO - ARRIGHI MARIA LORENZA GILDA/UNAMS DI ROCCO MAURIZIO PARTE PRIMA - NORMATIVA 1 di 13

2 TITOLO PRIMO - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Campo di applicazione, decorrenza e durata Il presente contratto si applica a tutto il personale docente e ATA della scuola con contratto a tempo determinato e indeterminato. Entro cinque giorni dalla sottoscrizione il Dirigente Scolastico provvederà all invio all ARAN e al CNEL con la relazione tecnico finanziaria e la relazione illustrativa e alla pubblicazione sul sito web dell Istituto. Gli accordi e le intese hanno validità dal giorno della sottoscrizione e fino alla sottoscrizione di una successiva intesa, fatta salva la sopravvenienza di una nuova disciplina legislativa o pattizia sulle materie del presente accordo. In tal caso le parti si incontreranno per adeguarlo alla nuova disposizione. Art. 2 Controversie interpretative 1.Per risolvere eventuali controversie interpretative delle norme contenute nel presente contratto, le parti che l'hanno sottoscritto, si incontrano per definire consensualmente il significato della clausola contestata. L'incontro avviene entro 10 giorni di cui alla richiesta del comma seguente, per definire il significato della clausola controversa. 2. Al fine di iniziare la procedura di interpretazione autentica, la parte interessata inoltra richiesta scritta all'altra parte, con l'indicazione della materia e degli elementi che rendono necessaria l'interpretazione; la procedura si deve concludere entro 30 giorni. ART. 3 CALENDARIO DEGLI INCONTRI All inizio di ciascun anno scolastico è concordata una serie di incontri tra le parti allo scopo di stipulare o confermare il contratto integrativo di Istituto per le materie previste dalla normativa vigente. ART. 4 COMPOSIZIONE DELLE DELEGAZIONI La delegazione di parte pubblica è composta dal Dirigente Scolastico. La delegazione sindacale è composta dalle RSU, dai rappresentanti delle OO.SS. di categoria firmatarie del CCNL, come previsto dall accordo quadro del 7/08/98 (CGIL- CISL- UIL-SNALS- GILDA). TITOLO II - RELAZIONI E DIRITTI SINDACALI CAPO I - RELAZIONI SINDACALI ART Fermo quanto previsto dalle norme di legge in materia di sicurezza sul lavoro, la RSU designa al suo interno il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e ne comunica il nominativo al Dirigente. Qualora si rendesse necessario, il rappresentante può essere designato anche all interno del restante personale in servizio; il rappresentante rimane in carica fino a diversa comunicazione della RSU; 2. Il Dirigente indice le riunioni per lo svolgimento della contrattazione o dell informazione invitando i componenti della parte sindacale a parteciparvi, di norma con almeno cinque giorni di anticipo. La parte sindacale ha facoltà di avanzare richiesta di incontro con il Dirigente e la stessa deve essere soddisfatta 2 di 13

3 entro cinque giorni, salvo elementi ostativi che rendano impossibile il rispetto di tale termine. 3. Ogni richiesta di incontro deve essere effettuata in forma scritta e deve esplicitare l oggetto della stessa. ART. 6 OGGETTO DELLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA 1. La contrattazione integrativa a livello di scuola è finalizzata ad incrementare la qualità del servizio scolastico sostenendo i processi innovatori in atto anche mediante la valorizzazione delle professionalità coinvolte e garantendo l informazione più ampia ed il rispetto dei diritti e dei doveri contrattuali. 2. Argomento di contrattazione sono le materie disciplinate dalle norme attualmente vigenti. ART. 7 PERMESSI SINDACALI Per lo svolgimento di assemblee, per la partecipazione alle riunioni degli organismi statutari delle OO.SS. nonché per gli appositi incontri, concordati tra le parti, sulle relazioni sindacali a livello di istituzione scolastica, possono essere usufruiti dalla R.S.U. o dai delegati sindacali aziendali (RSA) permessi sindacali nei limiti complessivi previsti dalla normativa vigente. Nell anno scolastico 2014/2015 il contingente dei permessi spettanti alla R.S.U. è determinato in 25,30 minuti per ogni dipendente in servizio a t.i.. La R.S.U. stessa decide secondo il proprio regolamento interno votato a maggioranza dei suoi componenti, come distribuire tale monte ore. I permessi spettanti alla R.S.U. si aggiungono a quelli che spettano a chi ricopre cariche nel sindacato. ART. 8 DIRITTO DI AFFISSIONE Si concorda di predisporre un apposito spazio per una bacheca sindacale sufficientemente ampia per contenere informative, comunicati e pubblicazioni delle R.S.U. e delle OO.SS. La R.S.U. e le OO.SS. hanno diritto di affiggere in bacheca o negli appositi spazi assegnati, materiale di interesse sindacale e del lavoro, in conformità alla legge sulla stampa e senza la preventiva autorizzazione del dirigente scolastico. Il dirigente scolastico fa affiggere all Albo tutte le comunicazioni inviate dalle OO.SS. territoriali. Non è consentita l affissione di testi anonimi. ART. 9 AGIBILITÀ SINDACALE Ai componenti la R.S.U. e alle OO.SS. è consentito comunicare con il personale durante l orario di servizio per motivi di carattere sindacale. Per gli stessi motivi, previa autorizzazione del Dirigente Scolastico o suo delegato e compilazione di una scheda descrittiva, è consentito l uso gratuito del telefono e per tramite del personale del fax e fotocopie, nonché l uso del personal computer compreso l utilizzo della posta elettronica e delle reti telematiche. Art. 10 DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI E TRASPARENZA La R.S.U. e le OO.SS. territoriali, fatte salve le norme di cui alla L.675/96, e D.Lgs. 196 /03, hanno diritto di accesso agli atti delle scuole in ogni fase dei procedimenti che riguardano il personale coinvolto. La R.S.U. e le OO.SS. hanno diritto di accesso agli atti delle scuole su tutte le materie di cui all art. 6 del CCNL 2008 e seguenti, previa autorizzazione del Dirigente Scolastico o suo delegato. ART. 11 ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO 3 di 13

4 La normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro è disciplinata in particolare dal D.lgs 626/94 artt. 4, 8, 9, 11, 18, 19, 22, 33, dal CCQN/99 art.6 e CCNL 2003 art. 6 e seguenti (art. 72 e seguenti CCNL 2006/2009). Per quanto riguarda più specificatamente il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) vale quanto segue: 1. IL RAPPRESENTANTE PER LA SICUREZZA (RLS) Per l Istituto Superiore di Istruzione di Barga, avente numero di dipendenti fino a 200, viene designato all interno della R.S.U. un rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, d ora in avanti chiamato RLS. Tale designazione deve essere portata a conoscenza di tutte le componenti dell istituzione scolastica Le relative attribuzioni sono stabilite dalla legge. 2. PERMESSI RETRIBUITI ORARI Per l espletamento delle attività previste dal art.19 D.lgs. 626/94 il RLS, oltre ai permessi per i compiti delle RSU, utilizza ulteriori 40 ore annue di appositi permessi retribuiti. Per l espletamento dei seguenti ulteriori adempimenti specifici non viene utilizzato il predetto monte ore e l attività svolta è considerata a tutti gli effetti tempo di lavoro appositamente retribuito (art. 19 D.lgs. 626/94, punti b, c, d, g, i, e): Consultazione preventiva e tempestiva in ordine alla valutazione dei rischi, alla individuazione e programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione nell azienda ovvero unità produttiva; Consultazione sulla designazione degli addetti al servizio di prevenzione, all attività di prevenzione incendi, al pronto soccorso, alla evacuazione dei lavoratori; Consultazione in merito all organizzazione della formazione di cui all art. 22, comma 5 D.lgs 626/94; Frequenza di corsi per una formazione adeguata, comunque non inferiore a quella prevista dall art. 22 D.lgs 626/94; Formulazione della osservazione in occasione di visite e verifiche effettuate dalle autorità competenti; Partecipazione alle riunioni periodiche di cui all art. 11 D.lgs 626/ FORMAZIONE DEL RLS Il RSL ha diritto alla formazione prevista dall art. 19 lett. g) del D.lgs. 626/94. E onere del Dirigente Scolastico promuovere aggiornamenti, anche alla luce di nuove innovazioni, che abbiano rilevanza nella materia della sicurezza del lavoro. 4. RIUNIONI PERIODICHE Ai sensi dell art. 11 del D.lgs. 626/94 le riunioni periodiche di prevenzione e protezione rischi sono convocate di norma con almeno 5 giorni di anticipo e con ordine del giorno specifico. Il RLS, sempre entro 10 gg. prima della riunione, deve essere messo in condizioni di potervi partecipare effettivamente e proficuamente. All uopo viene informato preventivamente, anche con la consegna di atti e documenti, delle materie poste all ordine del giorno. Della riunione viene redatto verbale firmato dalle parti e notificato nei termini e modalità ai soggetti di cui al punto 4 lett. b) del presente accordo. Il RLS, ove si presenti una situazione di rischio o di variazione delle condizioni di sicurezza, può chiedere che venga immediatamente convocata una riunione. 5. STRUMENTI PER L ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI Il RLS è autorizzato ad accedere all interno dell Istituto ed utilizzare il locale messo a disposizione delle RSU. Egli può utilizzare la linea telefonica, preventivamente autorizzato dal Dirigente Scolastico o suo delegato, per le incombenze di cui al D.lgs.626/94, nonché materiale di segreteria come pubblicazioni specifiche in materia di sicurezza del lavoro. 4 di 13

5 ART. 12 IL RESPONSABILE DEL SISTEMA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) 1. Nell impossibilità di reperire il RSPP tra il personale docente, il servizio è affidato alla Società PROMOSSO d Pisa. 2. La stessa Società provvederà, anche, al rilevamento delle criticità derivanti dallo stress da lavoro correlato attraverso gli appositi questionari. ART. 13 FIGURE SENSIBILI 1. Per ogni sede sono individuate le seguenti figure : - Addetto al primo soccorso - Addetto al primo intervento sulla fiamma 2. Le figure sono individuate tra il personale fornito delle competenze necessarie e saranno appositamente formate attraverso specifico corso. 3. Alle figure sensibili competono tutte le funzioni previste dalle norme di sicurezza, che esercitano sotto il coordinamento del RSPP. 4. Alla formazione delle figure sensibili viene destinato un budget complessivo pari ai fondi appositamente assegnati dal MIUR all Istituzione Scolastica. TITOLO III - CRITERI GENERALI DELL'ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO CAPO I - ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ORARIO DI SERVIZIO PERSONALE ATA ART. 14 ASSEGNAZIONE DEL PERSONALE Il Dirigente Scolastico, valutato il piano delle attività presentato dal DSGA, assegna il personale ATA alle varie sedi secondo la continuità del servizio e la graduatoria interna di Istituto per il personale a T.I., la graduatoria provinciale per il personale a T.D. Art. 15 ORARIO DI LAVORO Si articola in 36 ore settimanali effettuate di norma antimeridiane su 6 giorni. Tutte le variazioni di orario di servizio dovranno essere preventivamente autorizzate. Lo straordinario sarà retribuito o recuperato, a richiesta del dipendente, compatibilmente con il numero minimo di persone in servizio, con tempi e modalità da concordarsi con l amministrazione scolastica. Nei periodi in cui alcune attività e i relativi carichi di lavoro di alcuni dipendenti diminuiscono per cause contingenti, il carico di lavoro restante sarà distribuito tra tutti di nuovo in modo equilibrato,sarà cura del DSGA, disporre in quei casi il nuovo piano di lavoro. ART. 16 FLESSIBILITÀ E prevista la flessibilità dell orario di servizio come da piano delle attività organizzato dal DSGA conseguente alle attività previste dal POF. ART di 13

6 RIDUZIONE DELL ORARIO DI LAVORO A 35 ORE SETTIMANALI Al personale in servizio, poiché la Scuola ha regimi di orario articolati su più turni o coinvolto in sistemi di orario comportanti significative oscillazioni di orari individuali, è riconosciuta una riduzione dell orario a 35 ore settimanali (scuole strutturate con orario di servizio giornaliero superiore alle 10 ore per almeno tre giorni a settimana). ART. 18 CHIUSURA PREFESTIVA Per l anno in corso la chiusura della scuola, su richiesta della maggioranza del personale, si effettua nei seguenti giorni: 24 dicembre, 27 dicembre, 31 dicembre, 3 gennaio, 5 gennaio, 4 aprile, 18 luglio, 1 agosto, 8 agosto, 14 agosto, 22 agosto, 29 agosto. Tali giorni saranno restituiti con quelli maturati dalla riduzione dell orario a 35 ore e per i rimanenti, secondo le necessità dell Istituto, con rientri pomeridiani o ferie. ART. 19 SERVIZI MINIMI IN CASO DI SCIOPERO Secondo quanto stabilito dalla L. 146/90, dalla L. 83/2000, dall art. 6 comma j del CCNL 2006/2009, si conviene che in caso di sciopero del personale ATA il servizio deve essere garantito, per i servizi minimi ed essenziali, secondo le disposizioni dei CC di categoria. A tal fine il Dirigente Scolastico utilizzerà personale anche di altri plessi che non ha partecipato allo sciopero. In caso di adesione totale, l individuazione del personale da mantenere in servizio avverrà a rotazione. Nel caso di eventuali scioperi, entro 48 ore dalla data dello sciopero il Dirigente Scolastico comunica alle RSU e agli uffici competenti un riepilogo scritto del numero di scioperanti con relativa percentuale di adesione. I dipendenti ufficialmente precettati per l espletamento dei servizi minimi vanno computati fra coloro che hanno aderito allo sciopero ma devono essere esclusi dalle trattenute stipendiali. ART. 20 SERVIZI MINIMI IN CASO DI ASSEMBLEA In caso di assemblea sarà garantita la presenza al centralino nella sede centrale e all interno di ogni sede da un collaboratore scolastico. A tal fine il Dirigente Scolastico utilizzerà personale anche da altri plessi che non ha aderito all assemblea.( 4 unità ). ART. 21 SOSTITUZIONE DI COLLEGHI ASSENTI In caso di assenza di un collega (non ferie o recupero) laddove la nomina di un supplente non sia immediata e nell attesa della stessa, si effettuerà una sostituzione con altro personale in servizio che si renda disponibile, con possibilità di rientro straordinario. ART. 22 PERMESSO PER MOTIVI FAMILIARI E PERSONALI I giorni di permesso per motivi personali o familiari previsti di cui all art. 15 del CCNL devono essere chiesti di norma almeno 3 giorni prima, salvo casi imprevisti. ART. 23 PERMESSI BREVI I permessi di assenza dal servizio, per un intervallo di tempo non superiore alla metà dell orario giornaliero, sono disciplinati dall art. 16 CCNL. 6 di 13

7 ART. 24 RITARDI Si intende per ritardo l eccezionale posticipazione dell orario di entrata del dipendente. Il ritardo deve essere sempre giustificato e recuperato, nella stessa giornata o con le stesse modalità dei permessi brevi. ART. 25 MODALITÀ PER LA FRUIZIONE DELLE FERIE, DELLE FESTIVITÀ SOPPRESSE E RECUPERI I giorni di ferie previsti dalla normativa contrattuale per il personale ATA e spettanti per ogni anno scolastico possono essere goduti anche in modo frazionato e in più periodi purché sia garantito il numero minimo di personale in servizio (almeno 2 unità di Collaboratori Scolastici e 2 unità di Assistenti Amministrativi per la Sede Centrale, nei periodi di sospensione dell attività didattica. Nei periodi di attività didattica l assenza per ferie non deve essere superiore al 30% del personale in servizio per ogni plesso). Le ferie spettanti per ogni anno scolastico debbono essere godute possibilmente entro il 31 agosto di ogni anno scolastico, con possibilità di usufruire di un eventuale residuo di massimo n. 8 giorni entro il 30 di Aprile dell a.s. successivo. La richiesta di usufruire di brevi periodi di ferie deve essere effettuata almeno 3 giorni prima. Le ferie estive possono essere fruite nel periodo dal 15 giugno al 31 agosto, assicurando al dipendente almeno 15 giorni lavorativi consecutivi. La richiesta dovrà essere effettuata entro il mese di Aprile di ogni anno. Entro il mese di Maggio verrà definito il piano ferie. Come già detto sopra, nei periodi di sospensione dell attività didattica, il numero di presenze per salvaguardare i servizi minimi sarà di n. 2 Collaboratori Scolastici e di n. 2 Assistenti Amministrativi. Durante gli esami di stato non potrà godere delle ferie o recuperi più del 50% del personale. Il personale a tempo determinato usufruirà di tutti i giorni di ferie o di recupero maturati entro la data di risoluzione del contratto. Il personale a TI dovrà usufruire di tutti i giorni di recupero maturati entro la fine dell anno solare in corso. L eventuale rifiuto del Dirigente Scolastico deve risultare da provvedimento scritto adeguatamente motivato. ART. 26 ATTIVITÀ AGGIUNTIVE Costituiscono attività aggiuntive quelle svolte dal personale ATA oltre l orario di lavoro o richiedenti maggiore impegno rispetto a quelle previste dal propria mansione. Tali attività consistono in: Collaborazione nell attuazione di progetti volti al miglioramento della funzionalità organizzativa, amministrativa, tecnica e dei servizi generali della scuola. Attività finalizzate al più efficace inserimento degli alunni nei processi formativi ed in particolare per l integrazione alunni diversamente abili. Prestazioni aggiuntive necessarie a garantire l ordinario funzionamento dei servizi scolastici, ovvero per fronteggiare esigenze straordinarie. Attività intese ad assicurare il coordinamento operativo e la necessaria collaborazione alla gestione per il funzionamento della scuola, degli uffici, dei laboratori e dei servizi (secondo il tipo e il livello di responsabilità connesse al profilo). 7 di 13

8 La sostituzione dei colleghi assenti per malattia o permesso retribuito. Le attività aggiuntive, programmate e preventivamente quantificate a inizio anno per unità oraria o forfettarie, sono retribuite con il Fondo d Istituto. CAPO II - ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE ART. 27 ASSEGNAZIONE CATTEDRE Fatte salve le competenze del Collegio dei Docenti e del Consiglio di Istituto, le cattedre vengono assegnate secondo i seguenti criteri generali 1) L assegnazione alle diverse classi avviene dopo i movimenti di mobilità dei docenti,di assegnazione provvisoria e di utilizzo, all inizio delle lezioni di ogni anno scolastico, secondo i criteri di formazione cattedre ed in particolare, visto che l ISI Barga è costituito da ben quattro organici differenti, in nessun caso, se non già previsto e/o autorizzato dall U. S. T., si procede a formare cattedre orario esterne tra istituti diversi dell I.S.I. Le ore delle sperimentazioni autonomia previste dall ordinamento vigente e deliberate in collegio entrano di fatto nella costituzione delle cattedre. 2) L assegnazione dovrà tener conto, considerando la maggiore continuità didattica possibile, nel rispetto delle norme vigenti in relazione alla struttura oraria delle cattedre,della formazione dell orario settimanale delle lezioni, dell operatività dei Consigli di classe e dell organizzazione generale. 3) La distribuzione equa dei carichi di lavoro. Si dovrà, inoltre: 4) Garantire il maggiore equilibrio possibile nei corsi tra docenti a tempo determinato ed indeterminato. 5) Valorizzare le competenze e le esperienze professionali dei docenti in relazione alle specificità dei singoli indirizzi/istituti. Resta fermo che preliminarmente alle operazioni di cui ai punti precedenti e per motivate esigenze, anche di carattere riservato,il dirigente scolastico può disporre una diversa assegnazione rispetto all anno scolastico precedente. In particolare poi Mobilità volontaria a domanda In concomitanza di posto vacante o copertura di cattedra resasi vacante o di nuova istituzione, in caso di più domande si da precedenza in base alla graduatoria per la determinazione dei perdenti posto come da O.M., in caso di parità si avrà riguardo delle competenze e delle pregresse esperienze professionali già acquisite nella tipologia di cattedra richiesta. 8 di 13

9 Assegnazione spezzoni Trattando i cosiddetti spezzoni, si procede offrendo le ore in prima istanza ai docenti a t.d., della stessa tipologia di organico, con diritto al completamento, successivamente ai docenti a t.i. ART. 28 MODALITÀ DI UTILIZZAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE PER IL PIANO DI OFFERTA FORMATIVA : PROGETTI E INCARICHI PER LA REALIZZAZIONE DEL POF disponibilità e competenze del personale accertate tenendo in considerazione la rotazione dei docenti; ampia distribuzione degli incarichi; anzianità di servizio. Per la sostituzione dei colleghi assenti (supplenze) i criteri da seguire saranno: disponibilità personale accertata per scritto all inizio dell anno scolastico; rotazione dei docenti procedendo con le seguenti priorità: docenti della stessa materia, della stessa classe e di materie affini. Per visite guidate, viaggi d istruzione, scambi culturali, attività sportive, ecc disponibilità accertata nei primi consigli di classe e registrata a verbale; rotazione dei docenti accompagnatori in caso di richieste in soprannumero. ART. 29 UTILIZZO DEI SERVIZI SOCIALI Sono presenti nell Istituto servizi sociali che contribuiscono a realizzare le finalità del POF favorendo l inserimento, l integrazione, la frequenza degli alunni con particolari bisogni fisici e psicologici (assistenza a studenti d.a.- formazione al lavoro studenti d.a. fruizione Legge 104 servizio prevenzione al disagio e alla dispersione scolastica). L Istituto ha convenzioni annuali con i Comuni di Lucca, Barga, Coregli Antelminelli e Pescaglia e con altre Associazioni per l assistenza educativa scolastica per alunni diversamente abili, è, inoltre, in costante contatto con i servizi sociali territoriali per gli studenti da questi seguiti e con l ASL n. 2 di Lucca per attuare centri di ascolto per studenti e genitori. ART.30 CORSI DI AGGIORNAMENTO/FORMAZIONE Tutti i corsi di aggiornamento o formazione obbligatori dovranno essere riconosciuti come servizio anche se svolti al di fuori dell orario. Criteri per la fruizione dei permessi per l aggiornamento: 1. Esigenze legate al POF; 2. Alternanza del personale con precedenza per coloro che non ne hanno usufruito; 3. Affinità con la disciplina insegnata; 4. Sorteggio. I docenti che partecipano ai corsi di formazione sono tenuti a riferire al Collegio le linee essenziali dell aggiornamento effettuato. 9 di 13

10 PARTE SECONDA - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 31 CRITERI GENERALI PER LA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL FONDO D ISTITUTO E PER L ATTRIBUZIONE DEI COMPENSI ACCESSORI AL PERSONALE DOCENTE E ATA 1) suddivisione del fondo residuo fra Docenti e ATA, proporzionata al numero (70% docenti 30% ATA). 2) suddivisione all interno delle due aree, in maniera congrua finalizzata alle necessità previste: incarichi, attività aggiuntive, progetti. Le attività aggiuntive di insegnamento, le attività funzionali all insegnamento, le attività relative ai progetti, le attività di coordinazione di classe e di materie e il segretario ed ogni altra attività deliberata dal collegio dei docenti, vengono retribuite purchè regolarmente deliberate, svolte, documentate o certificate. 10 di 13

11 ART. 32 CRITERI RIPARTIZIONE DEL FONDO DI ISTITUTO PERSONALE ATA : ASSITENTI AMMINISTRATIVI 1) Disponibilità e competenze del personale a svolgere la funzione assegnata 2) Rotazione del personale nell accesso alle funzioni 3) Graduatoria interna mobilità (perdenti posto). Le funzioni individuate da incentivare sono: - GESTIONE ALUNNI Iscrizioni, apertura sportello pomeridiano, Esami di Stato, corsi di recupero - GESTIONE PERSONALE Pratiche INPS, fascicolo elettronico, ricostruzioni di carriera, graduatorie di istituto, organico - GESTIONE CONTABILE Statistiche, rapporti con Enti vari per pratiche contabili/ amministrative - GESTIONE FINANZIARIA Adempimenti connessi ai progetti con Fondi Comunitari e Agenzia Formativa - GESTIONE PATRIMONIO Rinnovo inventariale e gestione archivio - GESTIONE AFFARI GENERALI URP, attività amministrative inerenti le attività di promozione dell Istituto (es. esercitazioni alberghiero). ASSISTENTI TECNICI - Attuazione di progetti volti al miglioramento della funzionalità organizzativa e tecnica della scuola. - Prestazioni aggiuntive necessarie a garantire l ordinario funzionamento dei servizi scolastici, ovvero per fronteggiare esigenze straordinarie. - Attività intese ad assicurare il coordinamento operativo e la necessaria collaborazione alla gestione per il funzionamento della scuola ed in particolare dei laboratori. - La sostituzione dei colleghi assenti per malattia o permesso retribuito, per un periodo strettamente necessario. COLLABORATORI SCOLASTICI - Attuazione di progetti volti al miglioramento della funzionalità organizzativa della scuola. - Prestazioni aggiuntive necessarie a garantire l ordinario funzionamento dei servizi scolastici, ovvero per fronteggiare esigenze straordinarie. - Attività finalizzate al più efficace inserimento degli alunni nei processi formativi ed in particolare per l integrazione alunni diversamente abili. - Attività intese ad assicurare la necessaria collaborazione alla gestione per il funzionamento della scuola. 11 di 13

12 - La sostituzione dei colleghi assenti per malattia o permesso retribuito, per un periodo strettamente necessario. Risorse Le risorse finanziarie oggetto di contrattazione integrativa di sede per l'anno scolastico 2014/2015, sono determinate come segue: FIS TOTALE , (DSGA) ,90 FIS DOCENTI (70%) ,63 FIS ATA (30%) ,27 RESTI TOTALI ,13 RESTI 70% DOC ,80 RESTI 30% ATA 3.567,33 TOT. FIS + RESTI ATA : ,06 INCARICHI AGGIUNTIVI: 3.170, ,85 TOT. FIS ASSISTENTI AMMINISTRATIVI: 6.394,08 TOT. FIS ASSISTENTI TECNICI: 6.394,08 TOT. FIS COLLABORATORI SCOLASTICI: ,38 Il FIS verrà erogato ad ogni unità di personale nella quota del 40% per componente: - ASSISTENTI AMMINISTRATIVI 319,71 - ASSISTENTI TECNICI 319,71 - COLLABORATORI SCOLASTICI 319,71 - Il restante 60% ( ,47) verrà indirizzato prioritariamente a coloro che non usufruiscono né dell art. 7 né della funzione aggiuntiva. Per l erogazione saranno seguiti i criteri di cui agli art. 26 e 29 della contrattazione. ART. 33 RIPARTIZIONE DEL FONDO DI ISTITUTO PERSONALE DOCENTE Finalizzazioni Le attività da retribuire, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, sono quelle relative alle diverse esigenze didattiche e organizzative della scuola, in correlazione con il P.O.F. FIS DOCENTI RESTI DOCENTI TOT. FIS DOCENTI PER CONTRATTAZIONE , , ,43 12 di 13

13 COLLABORATORI DS N. 2 N. 200 N. 150 TOT ,00 REFERENTI ISTITUTO: ISI 2 N.1 ITI N.1 LICEI N. 1 IPSSAR N. 1 COMMISSIONE ORARIO IPSSAR +LICEI ITI 55H 80H 55H 55H TOT ,50 100H TOT ,00 50H SEGRETARIO COLLEGIO DOCENTI 15H TOT. 262,50 COORDINATORI CLASSE 1^ - 2^- 3^- 4^ 20H (cad.) 5^ Classi Liceo Classico 25H (cad.) 10H (cad.) TOT ,00 REFERENTE INVALSI 20H TOT. 350,00 RESPONSABILI LABORATORI: 1 Lab. Linguistico, 5 Lab. Chimica, 3 Lab. Informatica, 1 Lab. Scienze -Fisica 8H (cad.) TOT ,00 TUTOR NEO IMMESSI IN RUOLO N. 4 10H (cad.) TOT. 700,00 REFERENTI ORIENTAMENTO N. 5 30H (cad.) TOT ,00 ORIENTAMENTO OPEN DAY 21H (per 5 gg) TOT ,50 PROGETTO H 46H TOT. 805,00 REF.ADETTO STAMPA 15H TOT. 262,50 REF.AGENZIA FORMATIVA 30H TOT. 525,00 ISTITUTO PROGETTO SPORTELLO ALUNNI 374 H TOT ,00 TOT ,50 FUNZIONI STRUMENTALI N ,57 ART. 9 CCNL 3.00,00 CORSI DI RECUPERO ATTIVITA SPORTIVA di 13

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Il passato del futuro LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Viale Maria Luigia, 1-43125 Parma - Tel. 0521.282115 - Fax. 0521.385159 www.liceoromagnosi.org - ssromagn@scuole.pr.it - codice MIUR PRPC010001

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec. ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.it Contratto Integrativo d Istituto sui criteri generali per la ripartizione

Dettagli

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO STATALE P. GOBETTI Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico sez. Coreutica Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Economico Sociale Via Spinola di S.Pietro, 1-16149 Genova - Tel.0106469787 -Fax

Dettagli

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Scuola dell INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA di I GRADO Via Milazzo,21-03030

Dettagli

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 -

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - PREMESSA Al fine di evitare equivoci di sorta, a tutto il personale ATA viene consegnata copia individuale dell

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA Atti preliminari ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA All inizio di ogni anno scolastico e comunque prima dell inizio delle lezioni, sulla base del POF e delle attività ivi previste:?? Il

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 MONTORIO Via Dei Gelsi, 20 37141 Montorio-Verona Sito web: www.scuolemontorio.org e-mail ministeriale: vric88800v@istruzione.it Tel. 045.557507/045.8840944 Fax. 045.8869196

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 L'anno 2010, il giorno 14, del mese di dicembre alle ore 11,00 nei locali dell'istituto Statale d Arte Bruno Munari di Vittorio Veneto tra la delegazione

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI - PASCOLI Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria di Primo Grado - Sezione Ospedaliera Via D. Bottari, 1 (Piazza

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO I.S.I. - ISTITUTO SUPERIORE D ISTRUZIONE ISTITUTO PROFESSIONALE SERVIZI ALBERGHIERI E RISTORATIVI Fratelli Pieroni LICEO LINGUISTICO, SOCIOPSICOPEDAGOGICO, SCIENZE SOCIALI G. Pascoli ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Lettera c): criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali Sono inseriti

Dettagli

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata LICEO CLASSICO STATALE N. FORTEGUERRI LICEO STATALE DELLE SCIENZE UMANE A. VANNUCCI Corso Gramsci, 148 - PISTOIA - Tel. 0573/20302-22328-Fax 0573/24371 Modalità di organizzazione del personale docente

Dettagli

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI Prot. n. 4369/A 26 Concordia Sagittaria, 24 novembre 2015 Ai rappresentanti sindacali Al personale dell Istituto All albo dell Istituto INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Dettagli

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA Art. 1 Criteri di assegnazione del personale docente ai corsi e alle classi 1. Il

Dettagli

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE GIUSEPPE PEANO 00142 Roma - Via Francesco Morandini, 38 - XIX Distretto e-mail:

Dettagli

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Prot. n. 6173 del 20/11/2013 Il Dirigente Scolastico Visto il D.Lgs 297/1994; Vista la Legge 59/1997 art. 21; Visto il DPR 275/1999 art. 14; Visto il D.Lgs 165/201 art. 25; Visto il CCNL 2006/2009; Visto

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 18 dicembre 2014 alle ore 10.50 nel locale Presidenza viene sottoscritta la presente Ipotesi di accordo, finalizzata alla

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie Prot. n. 3631/C16 Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie 35136 PADOVA - Via delle Cave, 174 Tel. 049/720744 - Fax 049/8685112

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE (SU CARTA INTESTATA DELLA SCUOLA) BOZZA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno alle ore nel locale....viene sottoscritta la presente

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI PRIMO GRADO SECONDARIA DI SECONDO GRADO: ITE - LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO S.A. IST. PROF.LE SOCIO SANITARIO

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Il giorno 30/09/2014 alle ore 10.30 presso l Istituto Comprensivo di Varallo tra il Dirigente Scolastico e le R.S.U., si stipula la seguente

Dettagli

Prot. n. 2931/A26 Felizzano, 18.10.2013

Prot. n. 2931/A26 Felizzano, 18.10.2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado P.zza Paolo Ercole, 6 15023 Felizzano (AL) Tel. 0131-791122 FAX 0131-791395 CF: 96034370062 www.icpascoli-felizzano.it

Dettagli

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA (ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera f del CCNL 15/03/2001) L anno 2002 il mese

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO L'anno 2013, il mese di Marzo, il giorno 08 nei locali del Liceo Scientifico Statale G.Galilei di Pescara,

Dettagli

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU ACCORDO A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA L anno 2015, nel mese di MAGGIO, il giorno

Dettagli

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO il CCNL Comparto Scuola 2006-2009; VISTA la Sequenza Contrattuale Docenti dell 8.04.2008; VISTA la Sequenza Contrattuale

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI  G. G A L I L E I  http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " Via G.B. Nicol, 35-10051 AVIGLIANA (TO) - TEL. 011-9328042 - FAX 0119320988 http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it Relazione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Campo di applicazione, decorrenza e durata Il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed

Dettagli

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO III ISTITUTO STATALE D ARTE Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Telefono e fax 067480609 - E-mail: info@terzoisa.org Distretto

Dettagli

Contrattazione integrativa di Istituto (2 parte)

Contrattazione integrativa di Istituto (2 parte) pag. 1 di 6 Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione E. Maggia -Stresa Contrattazione integrativa di Istituto (2 parte) ANNO SCOLASTICO 2012-2013 TRATTAMENTO ECONOMICO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROCCASTRADA

ISTITUTO COMPRENSIVO ROCCASTRADA 1 CONTRATTO INTEGRATIVO PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO ISTITUTO COMPRENSIVO ROCCASTRADA Roccastrada Via S. d Acquisto s.n. Protocollo d intesa tra il Dirigente

Dettagli

Dirigente Scolastico. Prof.ssa Chiassai Maria Rita. RSU d Istituto: Prof. Bonifazi Paolo. Prof. Giulivi Patrizia. Prof.

Dirigente Scolastico. Prof.ssa Chiassai Maria Rita. RSU d Istituto: Prof. Bonifazi Paolo. Prof. Giulivi Patrizia. Prof. Istituto di Istruzione Superiore CLASSICO E ARTISTICO Terni A.S. 2013/2014 Contratto Integrativo di Istituto Verbale di sottoscrizione Il giorno 9 del mese di maggio 2014, presso l I.I.S.C.A.. di Terni,

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato A

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI. Art. 14 Risorse

TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI. Art. 14 Risorse TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI Art. 14 Risorse 1. Le risorse disponibili per l'attribuzione del salario accessorio sono costituite da: a. stanziamenti previsti

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA Il giorno 31 maggio 2014 alle ore 10,30, nel locale della Presidenza dell Istituto Comprensivo di Palena VIENE STIPULATA la presente

Dettagli

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A.

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015 Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. VISTO il CCNL 2006/2009 e successive modificazioni ed integrazioni Art.1 Riunione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta.

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta. prot. 1164/A26 del 29 febbraio 2012 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

Unione Europea. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Unione Europea. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto comprensivo AUGUSTO- console Segreteria: tel\fax 081 5709782 Web: www.icaugustoconsole.gov.it E_mail: naic8d500e@istruzione.it naic8d500e@pec.istruzione.it

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO GRAMSCI con annesso 21 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l istruzione

Dettagli

Fondo dell Istituzione Scolastica

Fondo dell Istituzione Scolastica MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38-00186 ROMA tel. 0668806226- fax. 0668300813 www.liceoclassicovirgilio.it

Dettagli

Ipotesi di contratto integrativo per l anno scolastico 2014-2015

Ipotesi di contratto integrativo per l anno scolastico 2014-2015 ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO Per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Giovanni Falcone Via Veneto 4 95014 GIARRE (CT) Tel. 095-932846 Fax 095-933121 Sito Web: www.ipssarfalconegiarre.it Ipotesi

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA ELEZIONE ED ATTRIBUZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA DEL COMPARTO DELLA ASL VITERBO

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA ELEZIONE ED ATTRIBUZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA DEL COMPARTO DELLA ASL VITERBO REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO REGOLAMENTO RELATIVO ALLA ELEZIONE ED ATTRIBUZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA DEL COMPARTO DELLA ASL VITERBO REVISIONE DATA 0 15.06.2004

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore II.S. Giulio Romano di Mantova con sezioni associate di Mantova e Guidizzolo

Istituto d Istruzione Superiore II.S. Giulio Romano di Mantova con sezioni associate di Mantova e Guidizzolo Istituto d Istruzione Superiore II.S. Giulio Romano di Mantova con sezioni associate di Mantova e Guidizzolo IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2011/2012 parte normativa 1 Istituto d Istruzione

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

INTEGRATIVO DI ISTITUTO PER L'IMPIEGO DELLE RISORSE FINANZIARIE RIFERITE AL FONDO D'ISTITUTO PERSONALE A.T.A. ANNO SCOLASTICO 2008/09 (CCNL

INTEGRATIVO DI ISTITUTO PER L'IMPIEGO DELLE RISORSE FINANZIARIE RIFERITE AL FONDO D'ISTITUTO PERSONALE A.T.A. ANNO SCOLASTICO 2008/09 (CCNL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOLIERA VIA ROMA N. 134 41019 SOLIERA (MO) TEL. 059 567234 FAX 059 567471 C.F. 81001280361 C.M. MOIC808007 Email: ufficio@icsoliera.191.it CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PER

Dettagli

Titolo 1 Utilizzo del personale

Titolo 1 Utilizzo del personale CONTRATTAZIONE D ISTITUTO sull utilizzo del personale in applicazione del POF e sull impiego delle risorse finanziarie a.s. 2014-15 Il giorno 1 ottobre, 8 ottobre 2014 e 14 gennaio 2015 presso l Istituto

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE SUI CRITERI PER LA FRUIZIONE

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO E-mail Intranet: UDEE057002@istruzione.it Tel. 0432-906427 Fax 0432-906436 E-mail Internet: cdcodroipo@cdcodroipo.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

Prot. n. 8861/A19c Menfi, 02-12-2013. INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2013/2014

Prot. n. 8861/A19c Menfi, 02-12-2013. INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2013/2014 Unione Europea Repubblica Italiana Regione Sicilia REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N.65 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA «S. BIVONA» Contrada Soccorso s. n. tel./ fax 092571895-092573400

Dettagli

VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE NOMINA RLS

VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE NOMINA RLS 1 ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI E SOCIALI E. FALCK Sede: 20099 SESTO SAN GIOVANNI - Via Balilla, 50 Tel. 02/2482512 - Fax 02/26221270 Sede coordinata: 20092 CINISELLO

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO COMUNALE DELLE PRESENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE Adottato con atto deliberativo di Giunta Comunale n 83 del 02.08.2002 Modificato

Dettagli

Direzione Generale PREMESSO

Direzione Generale PREMESSO CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE COMPARTO SCUOLA Il giorno 9 dicembre 2008 in Bologna presso l Ufficio

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PARTE PRIMA: DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PARTE PRIMA: DISPOSIZIONI GENERALI 1 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PARTE PRIMA: DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Campo d'applicazione, decorrenza e durata a) il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DEL PIANO DEL FONDO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/14

RELAZIONE TECNICA DEL PIANO DEL FONDO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/14 RELAZIONE TECNICA DEL PIANO DEL FONDO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/14 Lo stanziamento per l anno scolastico 2013/14 è stato definito dalle CC.MM. prot. n. 8903 del 03/12/2013 e prot.n. 9563 del 13/12/2013

Dettagli

Art. 1 Campo di applicazione

Art. 1 Campo di applicazione REGOLAMENTO Per l individuazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) nell ASL Frosinone e la definizione delle modalità di esercizio dell attività per l espletamento del mandato Art.

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO a.s. 2015/2016

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO a.s. 2015/2016 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa Via Aldo Moro, 1-01027 Montefiascone (VT) CM: VTIS00900L - CF: 80013690567 - Tel: 0761/826248 Fax: 0761/830142

Dettagli

Prot. N 4349/A32 Cagliari, 31.07.2014

Prot. N 4349/A32 Cagliari, 31.07.2014 ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI Ottone Bacaredda Via Grandi - 09131 - Cagliari - ( - 070/494354 - Fax 070/403289 Cod. Fisc. 80016290928 - Email: geometribacaredda@tiscali.it Prot. N 4349/A32 Cagliari,

Dettagli

VERBALE ESAME CONGIUNTO

VERBALE ESAME CONGIUNTO VERBALE ESAME CONGIUNTO Il giorno 27/03/2013, presso l ITIS E. Mattei di San Donato Milanese tra la delegazione di parte pubblica rappresentata dal Dirigente Scolastico prof. Paiano Giacomo e la delegazione

Dettagli

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO 1 INDICE Art. 1 L orario di lavoro ordinario Art. 2 L orario differenziato

Dettagli

CAPO I - criteri di assegnazione ai plessi del personale collaboratore scolastico.

CAPO I - criteri di assegnazione ai plessi del personale collaboratore scolastico. Oggetto: contrattazione integrativa a livello di Istituzione Scolastica per la determinazione dei criteri riguardanti l assegnazione del personale docente e ATA ai plessi: a.s. 2011/2012. Istituzione Scolastica:

Dettagli

Bozza a.s. 2012/2013 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Bozza a.s. 2012/2013 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PROVAGLIO D ISEO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via Roma - 25050 PROVAGLIO D ISEO (BS) TEL.030/9881247 FAX 030-9839181 C.F.: 98117000178 E-mail bsic85000a@istruzione.it

Dettagli

BOZZA a cura della Cisl Scuola

BOZZA a cura della Cisl Scuola BOZZA a cura della Cisl Scuola IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO Attuazione normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro (CCNL art. 6 comma 2 lettera k) Istituto/Circolo - a.s./.. L'anno

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTERNA DI ISTITUTO A.S.2012/13

CONTRATTAZIONE INTERNA DI ISTITUTO A.S.2012/13 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE San Giuseppe Calasanzio Via Don Gnocchi 25-20148 Milano tel. 0288444563- fax 0288444568 Cod. mecc. MIIC8C500A cod. fiscale 80128410158 E mail: miic8c500a@istruzione.it mic8c500a@pec.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD) I criteri per le determinazioni del dirigente riferiti a l organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro ex art. 5, comma 2, del Dlgs n. 165/2001 come novellato

Dettagli

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34;

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34; Accordo Sindacale Regolamento Lavoro Straordinario: durata minima lavoro straordinario e limite individuale ore/anno liquidabili nonché norme di utilizzo flessibilità modificative dell attuale regolamento

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L I C E O S T A T A L E G a l i l e o G a l i l e i Liceo Scientifico - Liceo Linguistico Via S. Francesco n. 63-24043 - CARAVAGGIO (BG) 0363/50547

Dettagli

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Sermide Via Zambelli, 2 46028 Sermide (MN) Tel. 0386 61101 Fax. 0386 960476 email: mnic82200r@istruzione.it - info@icsermide.it

Dettagli

1.Criteri di assegnazione del personale

1.Criteri di assegnazione del personale ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PARMIGIANINO P.le Rondani, 1 43100 Parma - Tel. 0521/233874 Fax 0521/233046 e-mail: pric83600p@istruzione.it PEC: pric83600p@pec.istruzione.it web: www.icparmigianino.it Codice

Dettagli

Presso la sede dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento. tra

Presso la sede dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento. tra In data 21 ottobre 2003 Presso la sede dell Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento tra L Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento, rappresentata dal

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE PIETRO VERRI CON INDIRIZZO ISTITUTO ECONOMICO E LICEO LINGUISTICO Via Lattanzio, 38 20137 MILANO - Tel. 02.55.11.536 02.55.11.590 FAX 02.55.19.19.91 e-mail: segreteria@itcverri.gov.it

Dettagli

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto 20 SCHEDE riguardanti i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto aggiornate al CCNL 2006-2009 Le 20 schede che seguono riguardano i compiti e i diritti delle RSU, le competenze degli Organi collegiali,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 1 REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO L. PIRANDELLO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2011/2012

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Completo di Mornago Via Volta, 9-21020 MORNAGO (VA) 0331-903068 - 0331-903727 : segreteria@iccmornago.it; dirigenza@iccmornago.it

Dettagli

Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica MODULO 1

Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica MODULO 1 Prot.1897/A26 Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica (art. 40bis, comma 5, D.Lgs 165/2001 come modificato dal D.Lgs 150/2009, circ. MEF n. 25 del 19/07/2012)

Dettagli

TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO. Art. 21 Risorse

TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO. Art. 21 Risorse TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO Art. 21 Risorse lordo stato lordo dipendente FONDO ISTITUTO 2013/2014 28.961,54 21.824,82 INDENNITA' D.S.G.A. 4.379,10 3.300,00 INDENNITA' SOSTITUZ. D.S.G.A. 500,00 376,79

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "LIDIA POET" PINEROLO. Anno scolastico 2012/2013 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO LIDIA POET PINEROLO. Anno scolastico 2012/2013 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "LIDIA POET" PINEROLO SEDE CENTRALE: Via de Rochis, 29-10064 Pinerolo - Tel. 0121-321693 - Fax 0121-321842 Succursale: Pinerolo - Sezioni associate: Buriasco Frossasco

Dettagli

a.s 2014/15 Contrattazione integrativa di istituto art. 6 (lett. d) CCNL 06/09

a.s 2014/15 Contrattazione integrativa di istituto art. 6 (lett. d) CCNL 06/09 MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA LICEO CLASSICO STATALE "G. CARDUCCI - MILANO VIA BEROLDO 9 - MILANO Codice fiscale: 80126650151

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO FINALIZZATA ALLA STIPULA DEL CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

IPOTESI DI ACCORDO FINALIZZATA ALLA STIPULA DEL CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO B ISTITUTO COMPRENSIVO DI LORETO APRUTINO Scuola Infanzia, Primaria e Istruzione Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente per l educazione degli adulti Via V. Veneto, 24-65014 Loreto Aprutino

Dettagli

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all art. 8, comma 14,

Dettagli

L'anno 2007, il giorno 13 luglio, presso l Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, in sede di contrattazione decentrata a livello regionale

L'anno 2007, il giorno 13 luglio, presso l Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, in sede di contrattazione decentrata a livello regionale MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO - DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio - S.Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio I - Politiche dell istruzione, dell educazione e

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 L anno 2011 il giorno 19 del mese di dicembre alle ore 10,00 nei

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 07 marzo 2014, alle ore 10,30, nella Presidenza dell istituto viene sottoscritto il Contratto Collettivo Integrativo dell Istituto di

Dettagli

PARTE PUBBLICA. Il Dirigente scolastico reggente pro-tempore Prof.ssa Concetta Spadaro PARTE SINDACALE. Biz Luciana. RSU Cordella Ivana

PARTE PUBBLICA. Il Dirigente scolastico reggente pro-tempore Prof.ssa Concetta Spadaro PARTE SINDACALE. Biz Luciana. RSU Cordella Ivana IPOTESI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO IN MATERIA DI IMPIEGO DELLE RISORSE DISPONIBILI DEL FONDO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PER IL PERSONALE DOCENTE ED ATA L anno 2014, il giorno 28 del mese di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale MIUR.AOODRUM.REGISTRO UFFICIALE(U).0011265.04-09-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale Criteri generali per la stipula

Dettagli

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015 Oggetto: Piano di lavoro personale A.T.A. a.s. 2015/16 Agli interessati e p.c. Alla RSU Atti Albo Il Dirigente Scolastico VISTO il CCNL 2006/09, con riferimento

Dettagli

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Guida informativa

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Guida informativa Apprendistato di alta formazione e ricerca Guida informativa Cos è l apprendistato di alta formazione e di ricerca Il contratto di apprendistato per il conseguimento di un diploma di istruzione secondaria

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale - Ufficio V Ambito Territoriale Provinciale di Cosenza Corso Telesio, n. 17, 87100 - COSENZA - Tel. 0984 894111 Prot. n 8950 Cosenza, lì 20 ottobre 2015 Ai Dirigenti Scolastici di ogni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO (GR)

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO (GR) ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO (GR) Contratto Integrativo d istituto Anno Scolastico 2011/2012 (CCNL Scuola 2006/2009) L anno 2011, il giorno 29 del mese di novembre, presso la scuola primaria,

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

Istituto Comprensivo Parziale B. C. Ferrini Via L. Greppi, 19-21057 Olgiate Olona (VA)

Istituto Comprensivo Parziale B. C. Ferrini Via L. Greppi, 19-21057 Olgiate Olona (VA) Istituto Comprensivo Parziale B. C. Ferrini Via L. Greppi, 19-21057 Olgiate Olona (VA) CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO ART. 1 Campo di

Dettagli

CODICE ATECO 2007: SETTORE CODICE n.

CODICE ATECO 2007: SETTORE CODICE n. SCHEDA DI ADESIONE Divisione seminari RLS Va Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ai sensi del T.U. D.Lgs 81/08 D.Lgs 106/09 Questo corso viene svolto in ottemperanza a quanto previsto dall'art.

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/15 PARTE PRIMA NORMATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/15 PARTE PRIMA NORMATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante" Via Rusnati,1 21013 Gallarate (VA) C.F. 91055810120 Cod. Meccanografico VAIC878006 Tel. 0331.792428 - Fax 0331.774924

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

Nomina delle figure del sistema sicurezza della scuola

Nomina delle figure del sistema sicurezza della scuola Nomina delle figure del sistema sicurezza della scuola Il dirigente scolastico, nel suo ruolo di Datore di lavoro ai sensi dell art. 17, comma 1, lettera b del D.Lgs. 81/2008, è obbligato (si tratta di

Dettagli

PREMESSO VIENE SOTTOSCRTTO

PREMESSO VIENE SOTTOSCRTTO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE COMPARTO SCUOLA Il giorno 20 del mese di novembre 2012

Dettagli

Entro il 16.08.2009 (a seguito di proroga) le organizzazioni con Rappresentanti dei Lavoratori

Entro il 16.08.2009 (a seguito di proroga) le organizzazioni con Rappresentanti dei Lavoratori Studio Commerciale Associato Balestieri - Galdenzi Data: 21 luglio 2009 Circolare: 17/2009 Argomento: RESPONSABILE SICUREZZA Destinatari: Clienti in indirizzo Dott. Paolo Balestieri Dottore Commercialista

Dettagli