Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12"

Transcript

1 Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s Lettera c): criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali Sono inseriti nel PA ulteriori finanziamenti per attività finalizzate all attuazione del POF di cui possono usufruire i docenti, impegnati in progetti specifici in base alle loro competenze e o designati dal collegio docenti. Tali risorse favoriscono maggiore disponibilità del fondo di istituto per altri progetti ed incarichi. 1) Attività sportiva: Sono assegnati su tale progetto n. 4 docenti di educazione fisica. La somma riconosce un compenso economico al docente coordinatore e le ore di insegnamento extrascolastiche sono divise, possibilmente, in parti uguali. 2) Alternanza scuola /lavoro: 3.000,00 Il finanziamento è utilizzato per compensare i doc. tutor impegnati nei progetti alternanza /scuola lavoro riservati alle classi 4- e 5-3) Corsi di recupero estivi: 6.014,35 4) Attività per conto terzi: da accertare alla fine dell anno scolastico Patente europea laboratorio di chimica - Ristorazione Bar Le attività introducono in bilancio alcune somme che favoriscono un compenso accessorio al personale Docente ed ATA L informazione preventiva è avvenuta il giorno 29/11/2011 alla presenza del Dirigente scolastico e dei rappresentanti sindacali RSU. Il documento è stata consegnata alla parte sindacale RSU dell Istituto Migliori Rita- Celani Serafino e ai rappresentanti sindacali provinciali : CISL SNALS Anna Mariani

2 ITIS E. FERMI AP- Informazione Preventiva art 6 comma 2 CCNL 2007 a.s. 2011/12 lettera d) criteri per la fruizione dei permessi per l aggiornamento L attività di formazione è un diritto del personale per favorire il miglioramento della propria professionalità, l acquisizione di competenze con conseguente ricaduta sul servizio in cui si opera, garantendo la pari opportunità agli alunni frequentanti i vari plessi. Criteri di fruizione A) Iniziative di formazione deliberate dal collegio docenti in relazione al POF di carattere generale su contenuti che interessano tutto il personale in servizio ( sicurezza personale in ingresso - riforma della Scuola: DPR 15/03/ innovazione Tecnologica: atti didattici on line ) di carattere specialistico corsi promossi in base alle esigenze formative disciplinari espresse dai docenti di carattere specialistico obbligatorio: figure sensibili: Primo soccorso Antincendio- RSL- ASPP. In relazione alle esigenze nei reparti e mantenimento contingente numericamente idoneo del personale in servizio formato ( vedasi incidenza del pensionamento e del trasferimento del personale) 1. I progetti di formazione deliberati dal collegio attivano una spesa con i fondi finalizzati dal MIUR; 2. la partecipazione, alla formazione deliberata dal collegio, previa adesione volontaria del personale, per gli impegni che l amministrazione assume, si auspica che sia ampia e recepita come assunzione di responsabilità, ai fini della ricaduta sul miglioramento dell offerta formativa e dell impegno di risorse. 3. I corsi si svolgono, dopo le attività di insegnamento, nella sede dell ITIS E. Fermi. adesioni a reti tra scuole. La partecipazione alla rete tra scuole è deliberata dal collegio docenti che designa anche i docenti. L istituto, con la designazione di un docente, partecipa alla rete regionale AUMI. impegnandosi sul Bilancio sociale. Al personale impegnato su specifici progetti di rete è riconosciuto nel fondo di istituto un compenso idoneo per la funzione di studio in itinere. Iniziative promosse dall Amministrazione MIUR /USR/ In base alle varie iniziative, partecipa il personale, secondo le modalità indicate dall Amministrazione scolastica. Il personale docente sarà sostituito con le stesse modalità per la supplenza breve ( utilizzazione del personale a disposizione e o utilizzo ore eccedenti ); per il personale ATA si può prevedere il pagamento dell attività aggiuntiva di formazione o la compensazione delle ore con recupero. 1. Per favorire la partecipazione i docenti e il personale ATA sono esonerati dal servizio. 2. La formazione del personale docente, in orario aggiuntivo, può essere compensata in modo forfettario con fondi per la formazione nel fondo di istituto. B) Iniziative di formazione non deliberate dal collegio dei docenti Iniziative di formazione profilo professionale personale Partecipazione ai corsi universitari- a scuole speciali L autorizzazione è subordinata al contingente autorizzato dall USR con l utilizzo delle 150 ore annuali. Iniziative di formazione personale partecipazione a convegni La partecipazione è subordinata alla tipologia di congedo prevista dal CCNL. Utilizzo massimo di 5 giorni di congedo, con esonero dal servizio. Il docente, con il rientro in servizio, documenterà la partecipazione all iniziativa. Il docente sarà sostituito con le modalità dell assenza breve. Il docente partecipa ai convegni e ai seminari, con proprie spese. L informazione preventiva lettere c)- e d) è avvenuta il giorno 29/11/2011 alla presenza del Dirigente Scolastico e dei rappresentanti sindacali RSU. Il documento sulla informazione preventiva è stato consegnato alla parte sindacale RSU dell Istituto e ai rappresentanti sindacali provinciali Firma RSU Migliori Rita Celani Serafino Firma Rappresentanti sindacali provinciali : CISL CISL UIL CGIL SNALS_ ANNA Mariani GILDA

3 lettera e) Utilizzazione dei servizi sociali Sono presenti nell Istituto servizi sociali che realizzano il P.O.F. favorendo la frequenza scolastica,gravano sull organizzazione della vigilanza, cura degli spazi, accoglienza di pubblico, apertura pomeridiana dell Istituzione. l assistenza fisica all handicap,(pagefha) il servizio prevenzione del disagio C.I.C.( presenza dello psicologo ) servizio prevenzione del disagio/ tossicodipendenze ( psicologo ASUR) il servizio per la dispersione scolastica ( progetto Oltre la scuola ) formazione al lavoro per alunni disabili fruizione legge 104 ristorazione bar personale cassa integrati ASSISTENZA FISICA L assistenza fisica all handicap scaturisce dalla Diagnosi.Funzionale. e trova la sua collocazione nell orario settimanale della classe con la distribuzione dell intervento evitando la compresenza con il docente di sostegno, secondo il criterio della migliore ottimizzazione delle risorse. Usufruiscono dell assistenza fisica n 4 alunni disabili su 10 iscritti e frequentanti. SERVIZIO PREVENZIONE DISAGIO Funzionano nell Istituto: 1) il CIC /Centro di informazione e consulenza affidato ad una psicologa, assunta con contratto a carico della scuola. Il servizio per 3 ore settimanali da ottobre a maggio funziona anche come sportello per la famiglia. 2)Funziona un servizio, gratuito, per la prevenzione del disagio e della tossicodipendenza, affidato ad un psicologo dell ASUR. Lo psicologo opera per 1 ora settimanale, con gli studenti sia nella classe sia come attività di sportello. 3) progetto oltre la scuola : attività di doposcuola/ ascolto per studenti con gravi difficoltà di integrazione sociale e a rischio per dispersione scolastica L attività è svolta da una cooperativa di volontariato FRUIZIONE LEGGE 104 ( tot. n. 5) Docenti che usufruiscono della legge 104: n. 3 Personale ATA che usufruisce della legge 104: n. 2 Assistenti amministrativi RISTORAZIONE BAR All interno dell istituto funziona un bar che agevola soprattutto gli studenti e i professori che provenendo dalle zone più lontane della provincia possono usufruire di una ristorazione nei giorni e nei periodi in cui sono impegnati per le attività del POF ( Organi collegiali - attività extrascolastiche.). L attività genera introiti di terzi. PERSONALE LSU A causa dei tagli del personale e per le esigenze organizzative funzionali alla attività didattica in un istituto complesso con laboratori e reparti su più piani, con specifico progetto, presentato all ufficio dell impiego, sono stati assegnati n. 6 operatori in cassa integrazione che svolgono un servizio di vigilanza e pulizia per di 20 ore settimanali per 6 mesi. Sono affiancati ai collaboratori scolastici. L informazione preventiva è avvenuta il giorno 29 /11/2011 alla presenza del Dirigente scolastico e dei rappresentanti sindacali RSU. Il documento è stata consegnata alla parte sindacale RSU dell Istituto Migliori Rita- Celani Serafino e ai rappresentanti sindacali provinciali : CISL SNALS Anna Mariani

4 ITIS E. Fermi AP INFORMAZIONE PREVENTIVA a.s. 2011/12 informazione preventiva Decreto correttivo n.141/2011 applicazione L. 150/2009) Lettera H- Modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell offerta formativa e al piano delle attività e modalità di utilizzazione del Personale ATA in relazione al piano delle attività formulato dal DSGA, sentito il personale medesimo Art. 1 Modalità di utilizzazione del personale in rapporto al piano dell offerta formativa Il Dirigente Scolastico individua i docenti e il personale ATA per lo svolgimento delle attività aggiuntive che realizzano il POF sulla base dei seguenti criteri: eventuale designazione del collegio docenti, competenza documentata, curriculum professionale, disponibilità ad accettare l incarico, eventuale rotazione degli incarichi, finalizzata ad un equa distribuzione. Il personale può essere impegnato in attività intensive che migliorano l offerta formativa durante il servizio. l incarico al personale è assegnato con una apposita nomina, indicante gli obiettivi i risultati da perseguire. l effettiva liquidazione dei compensi avverrà tenendo conto del conseguimento degli obiettivi assegnati e dell effettivo impegno personale profuso nello svolgimento delle attività necessarie alla realizzazione degli stessi; l attività può essere riconosciuta con compenso forfettario e per orario aggiuntivo documentato. I compensi per il Responsabile della sicurezza verranno erogati possibilmente con risorse esterne al FIS (funzionamento). Modalità di utilizzazione del personale in rapporto al piano dell offerta formativa Personale Docente Il Piano offerta formativa prevede l utilizzazione dei Docenti, in base alle loro disponibilità, per i seguenti compiti: Funzioni strumentali A)Supporto organizzativo al funzionamento dell Istituzione scolastica ( Coll. DS- responsabili di laboratori-dipartimento- indirizzi- coordinatori di classe- ufficio tecnico- varie commissioni ecc.) B) Conferimento di incarichi per attività di progettazione didattica progetti rivolta agli studenti interni,con le seguenti priorità: orientamento, corsi di recupero, alternanza scuola lavoro- sicurezza. C) Conferimento di incarichi per attività di progettazione didattica : Scuola/Territorio Modalità di utilizzazione del personale in rapporto al piano dell offerta formativa Personale ATA Incarichi specifici E)Supporto organizzativo al funzionamento dell istituzione scolastica ASS. Amministrativi. F) Supporto organizzativo al funzionamento dell istituzione scolastica: Assistenti Tecnici G) Supporto organizzativo al funzionamento dell istituzione scolastica: Collaboratori scolastici L informazione preventiva è avvenuta il giorno 29/11/2011 alla presenza del Dirigente scolastico e dei rappresentanti sindacali RSU. Il documento è stata consegnata alla parte sindacale RSU dell Istituto: Migliori Rita- Celani Serafino e ai rappresentanti sindacali provinciali : CISL SNALS Anna Mariani

5 ITIS E. Fermi AP INFORMAZIONE PREVENTIVA anno scolastico 2011/12 informazione preventiva Decreto correttivo n.141/2011 applicazione L. 150/2009) Lettera I-- Criteri riguardanti l assegnazione del personale docente educativo ed ATA per l assegnazione del personale ATA..ricadute sull organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dall intensificazione delle prestazioni legate alla definizione dell unità didattica. Ritorni pomeridiani Art.1 Criteri riguardanti l assegnazione del Personale Docente L assegnazione dei docenti alle classi rientra nella competenza del Dirigente scolastico che opera sentiti i criteri del Consiglio di Istituto e le proposte del collegio docenti. I docenti possono presentare al DS eventuali loro esigenze. Art. 2 - Criteri per l assegnazione del personale ATA ai reparti. 1. Nella predisposizione del piano per l assegnazione del personale ai reparti, si terrà conto dei seguenti elementi: disponibilità, competenza, curriculum professionale ed esperienza pregressa, anzianità di servizio e disponibilità all affiancamento. Art. 3 Riduzione orario settimanale a 35 ore. a)poiché nell a.s. 2011/2012, in relazione alle esigenze di funzionamento generale, l orario di servizio giornaliero risulta superiore alle dieci ore per più di 3 giorni a settimana, per il periodo dal 13 settembre 2011 al termine degli scrutini finali, ai collaboratori scolastici adibiti a regimi di orario articolati su più turni o coinvolti in sistemi d orario comportanti significative oscillazioni degli orari individuali, sarà riconosciuta la riduzione dell orario di lavoro settimanale a 35 ore. b)fatte salve eventuali esigenze di servizio che richiedano la prestazione di attività oltre l orario giornaliero di lavoro e le richieste personali di recupero, il personale avente titolo alla riduzione di cui trattasi non può essere coinvolto in una organizzazione di servizio che richieda un orario di lavoro settimanale pari a 36 ore. Art. 4 Chiusura della Scuola nelle giornate prefestive. 1. A seguito di apposita delibera del Consiglio d Istituto, la Scuola resterà chiusa nelle giornate prefestive, ricadenti in periodi di sospensione dell attività didattica, elencate nella predetta delibera. 2. Il servizio non prestato nei predetti giorni di chiusura potrà essere reso dal personale ATA con le seguenti modalità: a) recuperi programmati nel corso dell anno scolastico, anche in anticipo rispetto alle giornate di chiusura; b) compensazione con le ore di lavoro straordinario prestate; c) utilizzo di giornate di ferie; d) recuperi successivi, entro il 31 agosto 2012 (per il personale con rapporto a tempo determinato la compensazione deve avvenire entro il termine del rapporto); 3. Il personale che è assente per malattia, nel periodo che comprende la giornata di chiusura prefestiva, non è tenuto al recupero delle ore. Non sono prese in considerazione le eventuali assenze per malattia limitate al solo giorno di chiusura prefestiva. 4. La programmazione dei recuperi dovrà tenere conto delle esigenze di funzionamento dell Istituto. Il personale provvederà a fornire al Dirigente il piano dei rientri all inizio dell anno, subito dopo l approvazione, in Consiglio di Istituto, delle giornate di chiusura prefestiva. Art. 5- Sostituzione dei colleghi assenti: Durante l assenza dei colleghi qualora non si procedesse all assunzione di un supplente, soprattutto per periodi brevi, i colleghi collaborano al fine di assicurare i servizi secondo i criteri di priorità per assicurare l igiene dei locali, il funzionamento dei laboratori, le attività amministrative. Al personale è riconosciuto il compenso forfettario per lo svolgimento di attività intensiva. Art. 6 - Piano delle ferie del personale A.T.A. 1. Entro il mese di maggio di ciascun anno è adottato il piano annuale delle ferie di tutto il personale ATA, in applicazione di quanto stabilito dall'art. 13 del CCNL 29/11/ Il piano annuale delle ferie terrà conto dei seguenti criteri: a) Nei mesi di luglio ed agosto i collaboratori scolastici debbono assicurare la presenza minima di n. 3 unità; fino alla fine degli esami di stato tale presenza minima è fissata in n. 5 unità;

6 b) Gli assistenti amministrativi debbono garantire la presenza minima di una unità per ogni reparto con un numero di addetti fino a 3 e di due unità nei reparti con un numero di addetti superiore; c) Gli assistenti tecnici debbono garantire una qualificata presenza fino al termine degli esami di Stato, mentre nei periodi successivi la presenza minima è definita in relazione alle necessità di funzionamento dei servizi informativi e manutenzione delle macchine dei laboratori. d) Il personale fruisce dell intero periodo di ferie spettanti entro il 31 agosto. La richiesta di rinvio delle ferie per non più di 8 giorni per motivi personali deve essere adeguatamente motivata. e) Il rinvio della fruizione ferie richieste, operato dall Amministrazione per motivi di servizio, deve essere adeguatamente motivato. f) Le ferie rinviate vanno fruite, di norma, entro il 30 aprile dell anno successivo prevalentemente nei periodi di sospensione dell attività didattica. 3. Qualora più soggetti appartenenti allo stesso profilo richiedano le ferie nello stesso periodo e vi sia l'impossibilità di soddisfare tutte le domande, si procederà ad una rotazione annuale concedendo alternativamente i mesi di luglio ed agosto e garantendo un periodo minimo di 15 giorni lavorativi consecutivi. 4. L'eventuale variazione del piano delle ferie definito, potrà avvenire solo per straordinarie e motivate esigenze di servizio, o personali del lavoratore, anche per evitare danni economici ai lavoratori da un lato e disservizi dall'altro. 5. Le domande per le ferie da fruire nei restanti periodi dell anno vanno presentate con un anticipo di almeno tre giorni rispetto alla data di fruizione. Per esigenze straordinarie, quando non può farsi ricorso ai permessi per motivi personali e familiari, le domande possono essere formulate, direttamente al Dirigente Scolastico o al Direttore SGA, per telefono, con obbligo di formalizzazione al rientro in servizio. In tali casi anche l autorizzazione viene anticipata verbalmente dal Dirigente Scolastico o, per sua delega, dal Direttore SGA. Art. 7- Piano delle ferie del personale docente Le giornate di ferie che il CCNL consente di fruire nei periodi di attività didattica potranno essere concesse alle seguenti condizioni: - il Docente richiedente presenterà domanda almeno 5 giorni prima e il giorno di ferie sarà fruibile solo se concesso esplicitamente dal DS due giorni prima; - dovrà essere assicurata una equa distribuzione tra gli insegnanti richiedenti; qualora vi siano più richieste, si procede all'assegnazione delle ferie sulla base dei seguenti criteri: - minor utilizzo, da parte del docente, di tale congedo; - precedenza in base al protocollo della domanda di richiesta; 1. - anzianità di servizio. L informazione preventiva è avvenuta il giorno 29/11/2011 alla presenza del Dirigente scolastico e dei rappresentanti sindacali RSU. Il documento è stata consegnata alla parte sindacale RSU: dell Istituto Celani Serafino- Migliori Rita e ai rappresentanti sindacali provinciali : CISL SNALS: Anna Mariani

7 ITIS E. Fermi AP INFORMAZIONE PREVENTIVA a.s. 2011/12 informazione preventiva Decreto correttivo n.141/2011 applicazione L. 150/2009) Lettera M) Criteri e modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all articolazione dell orario del personale docente educativo ed ATA nonché criteri per l individuazione del personale docente educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto Art. 2 Modalità relative alla organizzazione del lavoro e all articolazione dell orario del Personale Docente 1. Ai docenti verrà di norma assegnato un giorno libero settimanale in base alle esigenze didattico - istituzionali e alle richieste dei docenti mentre non sarà assicurato a coloro che accettano ore eccedenti nel caso in cui risulti difficoltosa l organizzazione dell orario in 5 giorni. Nell ambito di ogni Consiglio di Classe non può prevedersi uno stesso giorno libero per un gruppo consistente di docenti; qualora vi sia un numero eccessivo di richieste per lo stesso giorno, il Dirigente Scolastico attribuisce il giorno libero sulla base di un criterio di rotazione che tenga conto dei giorni liberi fruiti negli anni scolastici precedenti. 2. Nei casi di sostituzione di docenti assenti, vengono prioritariamente utilizzati i docenti a disposizione e, successivamente, quelli disponibili a prestare ore eccedenti. 3. Il Dirigente Scolastico, su richiesta scritta, può autorizzare lo scambio di ore di insegnamento tra docenti dello stesso Consiglio di Classe, purché esso avvenga in tempi compatibili con le esigenze didattiche. Art. 3 Criteri e modalità relative alla organizzazione del lavoro e all articolazione dell orario di lavoro del Personale ATA 1. Entro il mese di ottobre di ogni anno il Direttore SGA, sulla base della direttiva del Dirigente scolastico e dei criteri di seguito riportati, predispone il piano delle attività del personale ATA e la conseguente organizzazione oraria. 2. Il Dirigente scolastico, dopo aver verificato la congruenza del piano rispetto al P.O.F. ed aver fornito informazione preventiva alla RSU, adotta il piano la cui puntuale attuazione è affidata al Direttore SGA. 3. Ai fini della predisposizione del piano organizzativo del personale ATA, il Dirigente Scolastico convoca, prima dell inizio delle lezioni, l Assemblea plenaria del personale A.T.A., in orario di servizio, per fornire informazione sul piano attuativo dell offerta formativa e per recepire proposte, progetti e disponibilità per la realizzazione delle attività programmate. 4. In particolare il Dirigente Scolastico acquisisce proposte in merito alla chiusura della scuola nelle giornate prefestive in cui sia sospesa l attività didattica e agli orari di apertura della Sede. 5. Il verbale dell Assemblea, debitamente firmato dal Dirigente Scolastico e da un componente dell assemblea che assume la funzione di segretario viene affisso all ALBO dell Istituto entro 10 giorni dalla data della riunione. 6. Dopo la riunione dell Assemblea ATA, il Direttore SGA convoca, in orario di servizio, specifiche riunioni del personale ATA distinto per profilo professionale, allo scopo di fornire informazioni sul piano organizzativo ed acquisire osservazioni e proposte in merito. 7. Alla riunione dell Assemblea ATA e alle riunioni per profilo è invitata la R.S.U. 8. Le riunioni di cui sopra sono da considerarsi attività di servizio a tutti gli effetti, pertanto devono essere effettuate o in orario di servizio oppure al di fuori di esso, con diritto al recupero concordato tra le parti. Art. 1 Articolazione dell orario di lavoro del personale ATA 1. L Istituto resta abitualmente aperto dalle ore 7,30 alle ore 14,15. Nei periodi di svolgimento delle lezioni e delle attività aggiuntive del P.O.F. l Istituto resterà aperto fino alle ore 19,00, escluso il sabato ed il mercoledì fatte salve situazioni particolari autorizzate dal Dirigente scolastico. 2. Nella predisposizione del piano relativo all orario di lavoro, si terrà conto, oltre che delle disposizioni dettate dagli articoli 50 e 52 del CCNL 29 novembre 2007, dei seguenti criteri:

8 a) Il personale che fruisce dei benefici delle leggi 104/92 e 53/2000, viene utilizzato, se possibile, in turni confacenti con le esigenze documentate. b) La segreteria didattica sarà aperta dalle ore 7,50 e nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 14,30 alle ore 17,30 per facilitare i rapporti con i genitori. L apertura pomeridiana sarà garantita fino al termine degli scrutini finali e nel periodo delle iscrizioni e sarà sospesa nei periodi di sospensione delle lezioni; c) L apertura pomeridiana sarà garantita, di norma, con turno pomeridiano o con orario aggiuntivo causalizzato con recupero prefestivi, recuperi di permessi; d) Il restante personale di segreteria presta abitualmente servizio dalle ore 8,00 alle ore 14,00. e) Il personale tecnico presta abitualmente servizio dalle ore 8,00 alle ore 14,00 garantendo la presenza in laboratorio secondo il piano assegnato dal Dirigente. f) I collaboratori scolastici assegnati ai piani debbono garantire turni pomeridiani con un adeguato numero di addetti, sia per le operazioni di pulizia sia per le operazioni di vigilanza connesse con le attività pomeridiane. La predisposizione dei turni sarà concordata settimanalmente dal personale addetto e comunicata alla segreteria g) L orario di lavoro giornaliero massimo di 9 ore, comprensivo sia di rientri per recuperi che per prestazioni straordinarie, può essere superato solo in casi eccezionali, riconducibili a ragioni di sicurezza e di necessità improrogabili. h) Le prestazioni straordinarie devono di norma rimanere entro la media relativa al monte ore stabilito per ciascun profilo professionale di appartenenza tenuto conto della disponibilità individuale dichiarata. Le ore di straordinario non fruite da un profilo professionale possono essere, a consuntivo utilizzate da altri profili. Art. 2 Orario di lavoro del D.S.G.A. 1. Il DSGA è tenuto alla prestazione lavorativa di 36 ore settimanali e, di norma, presterà servizio dalle ore 8,00 alle ore 14,00. Nei periodi di maggior impegno potrà essere utilizzato lo strumento della flessibilità previo accordo con il Dirigente Scolastico. 2. Le prestazioni aggiuntive correlate alla realizzazione di progetti finanziati con risorse diverse dal fondo d istituto sono ammesse a pagamento, secondo le norme contrattuali. Criteri per l individuazione del personale docente educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto Nella individuazione del personale docente educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto si considereranno i seguenti elementi: coerenza tra le esigenze del POF e la valorizzazione delle risorse umane competenza,curriculum professionale ed esperienza pregressa, disponibilità ad assumere l incarico anzianità di servizio e disponibilità all affiancamento. L informazione preventiva è avvenuta il giorno 29/11/2011 alla presenza del Dirigente scolastico e dei rappresentanti sindacali RSU. Il documento è stata consegnata alla parte sindacale RSU dell Istituto : Celani Serafino- Migliori Rita e ai rappresentanti sindacali provinciali : CISL SNALS: Anna Mariani

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata LICEO CLASSICO STATALE N. FORTEGUERRI LICEO STATALE DELLE SCIENZE UMANE A. VANNUCCI Corso Gramsci, 148 - PISTOIA - Tel. 0573/20302-22328-Fax 0573/24371 Modalità di organizzazione del personale docente

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Il passato del futuro LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Viale Maria Luigia, 1-43125 Parma - Tel. 0521.282115 - Fax. 0521.385159 www.liceoromagnosi.org - ssromagn@scuole.pr.it - codice MIUR PRPC010001

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie Prot. n. 3631/C16 Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie 35136 PADOVA - Via delle Cave, 174 Tel. 049/720744 - Fax 049/8685112

Dettagli

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Prot. n. 6173 del 20/11/2013 Il Dirigente Scolastico Visto il D.Lgs 297/1994; Vista la Legge 59/1997 art. 21; Visto il DPR 275/1999 art. 14; Visto il D.Lgs 165/201 art. 25; Visto il CCNL 2006/2009; Visto

Dettagli

Contrattazione integrativa di Istituto (2 parte)

Contrattazione integrativa di Istituto (2 parte) pag. 1 di 6 Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione E. Maggia -Stresa Contrattazione integrativa di Istituto (2 parte) ANNO SCOLASTICO 2012-2013 TRATTAMENTO ECONOMICO

Dettagli

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 -

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - PREMESSA Al fine di evitare equivoci di sorta, a tutto il personale ATA viene consegnata copia individuale dell

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI PRIMO GRADO SECONDARIA DI SECONDO GRADO: ITE - LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO S.A. IST. PROF.LE SOCIO SANITARIO

Dettagli

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Scuola dell INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA di I GRADO Via Milazzo,21-03030

Dettagli

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA Art. 1 Criteri di assegnazione del personale docente ai corsi e alle classi 1. Il

Dettagli

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE GIUSEPPE PEANO 00142 Roma - Via Francesco Morandini, 38 - XIX Distretto e-mail:

Dettagli

Prot. n. 8861/A19c Menfi, 02-12-2013. INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2013/2014

Prot. n. 8861/A19c Menfi, 02-12-2013. INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2013/2014 Unione Europea Repubblica Italiana Regione Sicilia REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N.65 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA «S. BIVONA» Contrada Soccorso s. n. tel./ fax 092571895-092573400

Dettagli

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI Prot. n. 4369/A 26 Concordia Sagittaria, 24 novembre 2015 Ai rappresentanti sindacali Al personale dell Istituto All albo dell Istituto INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Dettagli

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO il CCNL Comparto Scuola 2006-2009; VISTA la Sequenza Contrattuale Docenti dell 8.04.2008; VISTA la Sequenza Contrattuale

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA Atti preliminari ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA All inizio di ogni anno scolastico e comunque prima dell inizio delle lezioni, sulla base del POF e delle attività ivi previste:?? Il

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI - PASCOLI Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria di Primo Grado - Sezione Ospedaliera Via D. Bottari, 1 (Piazza

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD) I criteri per le determinazioni del dirigente riferiti a l organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro ex art. 5, comma 2, del Dlgs n. 165/2001 come novellato

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 L'anno 2010, il giorno 14, del mese di dicembre alle ore 11,00 nei locali dell'istituto Statale d Arte Bruno Munari di Vittorio Veneto tra la delegazione

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

1.Criteri di assegnazione del personale

1.Criteri di assegnazione del personale ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PARMIGIANINO P.le Rondani, 1 43100 Parma - Tel. 0521/233874 Fax 0521/233046 e-mail: pric83600p@istruzione.it PEC: pric83600p@pec.istruzione.it web: www.icparmigianino.it Codice

Dettagli

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto 20 SCHEDE riguardanti i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto aggiornate al CCNL 2006-2009 Le 20 schede che seguono riguardano i compiti e i diritti delle RSU, le competenze degli Organi collegiali,

Dettagli

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA (ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera f del CCNL 15/03/2001) L anno 2002 il mese

Dettagli

Titolo 1 Utilizzo del personale

Titolo 1 Utilizzo del personale CONTRATTAZIONE D ISTITUTO sull utilizzo del personale in applicazione del POF e sull impiego delle risorse finanziarie a.s. 2014-15 Il giorno 1 ottobre, 8 ottobre 2014 e 14 gennaio 2015 presso l Istituto

Dettagli

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015.

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015. Prot. N 4024/C23 Ariano Irpino 26/08/2015 A tutti i docenti dell IISS Ruggero II Loro sedi Per quanto di competenza alla DSGA Al personale ATA Al sito internet dell Istituto OGGETTO : Comunicato impegni

Dettagli

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO STATALE P. GOBETTI Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico sez. Coreutica Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Economico Sociale Via Spinola di S.Pietro, 1-16149 Genova - Tel.0106469787 -Fax

Dettagli

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU ACCORDO A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA L anno 2015, nel mese di MAGGIO, il giorno

Dettagli

VERBALE ESAME CONGIUNTO

VERBALE ESAME CONGIUNTO VERBALE ESAME CONGIUNTO Il giorno 27/03/2013, presso l ITIS E. Mattei di San Donato Milanese tra la delegazione di parte pubblica rappresentata dal Dirigente Scolastico prof. Paiano Giacomo e la delegazione

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 MONTORIO Via Dei Gelsi, 20 37141 Montorio-Verona Sito web: www.scuolemontorio.org e-mail ministeriale: vric88800v@istruzione.it Tel. 045.557507/045.8840944 Fax. 045.8869196

Dettagli

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015 Oggetto: Piano di lavoro personale A.T.A. a.s. 2015/16 Agli interessati e p.c. Alla RSU Atti Albo Il Dirigente Scolastico VISTO il CCNL 2006/09, con riferimento

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Il giorno 30/09/2014 alle ore 10.30 presso l Istituto Comprensivo di Varallo tra il Dirigente Scolastico e le R.S.U., si stipula la seguente

Dettagli

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO III ISTITUTO STATALE D ARTE Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Telefono e fax 067480609 - E-mail: info@terzoisa.org Distretto

Dettagli

Fondo dell Istituzione Scolastica

Fondo dell Istituzione Scolastica MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38-00186 ROMA tel. 0668806226- fax. 0668300813 www.liceoclassicovirgilio.it

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante"

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Dante Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante" Via Rusnati,1 21013 Gallarate (VA) C.F. 91055810120 Cod. Meccanografico VAIC878006 Tel. 0331.792428 - Fax 0331.774924

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO E-mail Intranet: UDEE057002@istruzione.it Tel. 0432-906427 Fax 0432-906436 E-mail Internet: cdcodroipo@cdcodroipo.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA Il giorno 31 maggio 2014 alle ore 10,30, nel locale della Presidenza dell Istituto Comprensivo di Palena VIENE STIPULATA la presente

Dettagli

Comune di Capannori Provincia di Lucca

Comune di Capannori Provincia di Lucca Allegato 1 Comune di Capannori Provincia di Lucca Regolamento Comunale per la disciplina dell orario di servizio e di lavoro 1 Premessa Il presente regolamento è approvato nel rispetto dei contratti vigenti.

Dettagli

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Sermide Via Zambelli, 2 46028 Sermide (MN) Tel. 0386 61101 Fax. 0386 960476 email: mnic82200r@istruzione.it - info@icsermide.it

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO

INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO (Art. 5, comma 2, del D.lgs n. 165 del 2001, così come novellato dall art. 2, comma 17, del Decreto

Dettagli

Direzione Generale PREMESSO

Direzione Generale PREMESSO CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE COMPARTO SCUOLA Il giorno 9 dicembre 2008 in Bologna presso l Ufficio

Dettagli

TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI. Art. 14 Risorse

TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI. Art. 14 Risorse TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI Art. 14 Risorse 1. Le risorse disponibili per l'attribuzione del salario accessorio sono costituite da: a. stanziamenti previsti

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

REGOLAMENTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE 1. Finalità REGOLAMENTO VISITE E VIAGGI D ISTRUZIONE I viaggi d istruzione e le visite guidate, intese quali strumenti per collegare l esperienza scolastica all ambiente esterno nei suoi aspetti fisici,

Dettagli

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 Visto il Regio Decreto 4 maggio 1925, n. 653, contenente disposizioni sugli studenti, esami e tasse negli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec. ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.it Contratto Integrativo d Istituto sui criteri generali per la ripartizione

Dettagli

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO 1 INDICE Art. 1 L orario di lavoro ordinario Art. 2 L orario differenziato

Dettagli

CONTRATTO D ISTITUTO 2014/2015

CONTRATTO D ISTITUTO 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Luigi Settembrini Scuola sec. I grado Scuola Inf./Prim. via Asmara 32, via Novara

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI  G. G A L I L E I  http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " Via G.B. Nicol, 35-10051 AVIGLIANA (TO) - TEL. 011-9328042 - FAX 0119320988 http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it Relazione

Dettagli

Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it

Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it LICEO GINNASIO STATALE "G.D.ROMAGNOSI" Viale Maria Luigia, 1-43100 Parma Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it PROT. N.2596/1 Parma 02.10.2013 OGGETTO : Adozione piano di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE: Art.1 Definizioni Art.2 L orario di servizio Art.3 L orario di apertura al pubblico Art.4 L orario di lavoro Art.5 L orario dei

Dettagli

Dirigente Scolastico. Prof.ssa Chiassai Maria Rita. RSU d Istituto: Prof. Bonifazi Paolo. Prof. Giulivi Patrizia. Prof.

Dirigente Scolastico. Prof.ssa Chiassai Maria Rita. RSU d Istituto: Prof. Bonifazi Paolo. Prof. Giulivi Patrizia. Prof. Istituto di Istruzione Superiore CLASSICO E ARTISTICO Terni A.S. 2013/2014 Contratto Integrativo di Istituto Verbale di sottoscrizione Il giorno 9 del mese di maggio 2014, presso l I.I.S.C.A.. di Terni,

Dettagli

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALE SUL SILE Piazza All arma dei Carabinieri, 7/a 31032 Casale sul Sile (TV) AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI Tutti i servizi di segreteria sono informatizzati. Gli uffici di segreteria,

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO GRAMSCI con annesso 21 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l istruzione

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA

REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA Il presente regolamento, ai sensi dell art. 5, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001, disciplina i tempi e le modalità

Dettagli

Prot. n. 0002111 Genazzano, 09 settembre 2015 IL DIRIGENTE

Prot. n. 0002111 Genazzano, 09 settembre 2015 IL DIRIGENTE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO G. GARIBALDI Via della Signoretta 00030 Genazzano (Roma) 069579055/ 0695570268

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE &&&

REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE &&& 1 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO 8 7 0 2 6 M O R M A N N O ( C S ) Distretto n. 19 - Codice Fiscale 83002390785 - Codice Meccanografico CSPS25000E e-mail csps25000e@istruzione.it tel. 0981/80363 - fax 0981/80415

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato A

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE SUI CRITERI PER LA FRUIZIONE

Dettagli

INFORMATIVA SUI CRITERI RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI. Anno Scolastico 2014-2015 TITOLO I - PERSONALE DOCENTE

INFORMATIVA SUI CRITERI RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI. Anno Scolastico 2014-2015 TITOLO I - PERSONALE DOCENTE MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Pablo Neruda Via Casal del marmo n. 212-00135 Roma 06/30812886-06 30819741 fax 06/30812292

Dettagli

IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896

IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896 IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896 Tel 0931-941385 Fax 0931-940906 www.quasimodofloridia.it sric824002@istruzione.it sric824002@pec.istruzione.it

Dettagli

10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA

10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA Informazioni generali: direzione, amministrazione e segreteria 51 10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA Dirigente scolastico Dott. Barca Daniele Tel. 059 358161 Fax 059 299126

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE

COMUNE DI GROTTAMMARE COMUNE DI GROTTAMMARE 63013 PROVINCIA DI ASCOLI PICENO P.IVA 00403440449 * Tel. 0735-7391 * Fax 0735-735077 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO (approvato con deliberazione

Dettagli

L'anno 2007, il giorno 13 luglio, presso l Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, in sede di contrattazione decentrata a livello regionale

L'anno 2007, il giorno 13 luglio, presso l Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, in sede di contrattazione decentrata a livello regionale MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO - DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio - S.Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio I - Politiche dell istruzione, dell educazione e

Dettagli

INFOMAZIONE PREVENTIVA IN RELAZIONE ALL'ART. 6 DEL CCNL 2006-2009 ANNO SCOLASTICO 2011-2012

INFOMAZIONE PREVENTIVA IN RELAZIONE ALL'ART. 6 DEL CCNL 2006-2009 ANNO SCOLASTICO 2011-2012 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Via Garibaldi,29 43058 SORBOLO (PR) Tel 0521/697705 Fax 0521/698179 Sito internet: http://icsorbolomezzan.scuolaer.it e-mail: pric81400t@istruzione.it Prot. n. 4918/C14

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta.

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta. prot. 1164/A26 del 29 febbraio 2012 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Campo di applicazione, decorrenza e durata Il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed

Dettagli

Ipotesi di contratto integrativo per l anno scolastico 2014-2015

Ipotesi di contratto integrativo per l anno scolastico 2014-2015 ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO Per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Giovanni Falcone Via Veneto 4 95014 GIARRE (CT) Tel. 095-932846 Fax 095-933121 Sito Web: www.ipssarfalconegiarre.it Ipotesi

Dettagli

PREMESSO VIENE SOTTOSCRTTO

PREMESSO VIENE SOTTOSCRTTO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE COMPARTO SCUOLA Il giorno 20 del mese di novembre 2012

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE ART. 1 NORME DI PRINCIPIO

COMUNE DI CAMPEGINE ART. 1 NORME DI PRINCIPIO COMUNE DI CAMPEGINE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Il presente Regolamento

Dettagli

PARTE PRIMA - NORMATIVA

PARTE PRIMA - NORMATIVA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI BARGA Istituto Professionale Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera F.lli Pieroni - Liceo Linguistico Barga - Liceo delle Scienze Umane G. Pascoli -

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale - Ufficio V Ambito Territoriale Provinciale di Cosenza Corso Telesio, n. 17, 87100 - COSENZA - Tel. 0984 894111 Prot. n 8950 Cosenza, lì 20 ottobre 2015 Ai Dirigenti Scolastici di ogni

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 L anno 2011 il giorno 19 del mese di dicembre alle ore 10,00 nei

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015

CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015 Il giorno 02/03/2015 alle ore 10,00 presso la sede dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria ALLEGATO ALLA DELIBERA N 1233/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PERSONALE CONSORTILE

REGOLAMENTO DEL PERSONALE CONSORTILE REGOLAMENTO DEL PERSONALE CONSORTILE Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 15 del 28 marzo 2011 1 Art. 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il presente regolamento, in attuazione dello Statuto

Dettagli

(Concertato con la Delegazione sindacale dell Unione il 9/12/2008) Approvato con Delibera di Giunta dell Unione N.

(Concertato con la Delegazione sindacale dell Unione il 9/12/2008) Approvato con Delibera di Giunta dell Unione N. DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO, DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO DEL PERSONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA (Concertato con la Delegazione sindacale dell

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore II.S. Giulio Romano di Mantova con sezioni associate di Mantova e Guidizzolo

Istituto d Istruzione Superiore II.S. Giulio Romano di Mantova con sezioni associate di Mantova e Guidizzolo Istituto d Istruzione Superiore II.S. Giulio Romano di Mantova con sezioni associate di Mantova e Guidizzolo IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2011/2012 parte normativa 1 Istituto d Istruzione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO CAVA DE TIRRENI Via A. Salsano - CAVA DE TIRRENI 84013 (SA)

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO CAVA DE TIRRENI Via A. Salsano - CAVA DE TIRRENI 84013 (SA) Ministero dell Istruzione, dell Università, della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO CAVA DE TIRRENI Via A. Salsano - CAVA DE TIRRENI 84013 (SA) Scuola partecipante Progetti Europei Autonomia

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PERSONALE A.T.A. VERBALI D'INTESA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FRANCESCO ANGUILLARA SABAZIA

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PERSONALE A.T.A. VERBALI D'INTESA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FRANCESCO ANGUILLARA SABAZIA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PERSONALE A.T.A. VERBALI D'INTESA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FRANCESCO ANGUILLARA SABAZIA Il giorno 13 dicembre 2010 alle ore 14,15 si riuniscono per la contrattazione integrativa

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ACCORDO NAZIONALE tra il Ministero dell istruzione, della e dell università e le Organizzazioni sindacali concernente l attuazione dell articolo 2 della sequenza contrattuale (ex art. 62 ccnl/2007) sottoscritta

Dettagli

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A.

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015 Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. VISTO il CCNL 2006/2009 e successive modificazioni ed integrazioni Art.1 Riunione

Dettagli

- CIRCOLO DIDATTICO STATALE

- CIRCOLO DIDATTICO STATALE - CIRCOLO DIDATTICO STATALE Via Acquasantianni - 86029 TRIVENTO (CB) C.F.: 80007550702- (tel.0874/873059-871821 ) E-Mail: cbee12500e@istruzione.it - E-Mail certificata cbee12500e@pec.it www.circolodidatticotrivento.it

Dettagli

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera)

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera) CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) R E G O L A M E N T O O R A R I O D I S E R V I Z I O E D I A C C E S S O D E L P U B B L I C O (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA. vigenti in materia

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA. vigenti in materia M. I. U. R. Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani via Pietro Mascagni - 20871 Vimercate (MB) tel. 039/667522 - fax 039/6611208 c. f. 87004970155 e-mail: miic8ex007@istruzione.it e-mail: miic8ex007@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 230 DEL 14.11.2002.

Dettagli

C.P.I.A. 1 PISA. Centro provinciale istruzione adulti. Provincia di Pisa via Brigate Partigiane, 4-56025 Pontedera email: pimm61000c@istruzione.

C.P.I.A. 1 PISA. Centro provinciale istruzione adulti. Provincia di Pisa via Brigate Partigiane, 4-56025 Pontedera email: pimm61000c@istruzione. C.P.I.A. 1 PISA Centro provinciale istruzione adulti Provincia di Pisa via Brigate Partigiane, 4-56025 Pontedera email: pimm61000c@istruzione.it Alla direttrice s.g.a. sede sul sito al personale ata Prot.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO (GR)

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO (GR) ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO (GR) Contratto Integrativo d istituto Anno Scolastico 2011/2012 (CCNL Scuola 2006/2009) L anno 2011, il giorno 29 del mese di novembre, presso la scuola primaria,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVO a.s. 2014/2015

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVO a.s. 2014/2015 I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E DON LORENZO MILANI Scuola dell Infanzia Quartesana -Scuole Primarie D. Milani Ferrara-Pontegradella-Baura- Villanova-Cocomaro di Cona-Quartesana -Scuole

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA PETRARCA P.za C. Battisti, 33 52025 - MONTEVARCHI Tel. 055901823 Fax 055982128

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA PETRARCA P.za C. Battisti, 33 52025 - MONTEVARCHI Tel. 055901823 Fax 055982128 Contratto integrativo d istituto sui criteri generali per la ripartizione delle risorse del Fondo dell Istituzione Scolastica (FIS) e criteri di assegnazione incarichi specifici del personale. Nell anno

Dettagli

Prot. 8466/C2 Casarano, 27/10/2012. OGGETTO: Ipotesi di contratto Integrativo D Istituto a.s. 2012/13.

Prot. 8466/C2 Casarano, 27/10/2012. OGGETTO: Ipotesi di contratto Integrativo D Istituto a.s. 2012/13. Prot. 8466/C2 Casarano, 27/10/2012 OGGETTO: Ipotesi di contratto Integrativo D Istituto a.s. 2012/13. Considerato Visto Visto: che in data 23/10/12 presso la sede Centrale di questa Scuola è stato sottoscritto

Dettagli

CONTRATTO D ISTITUTO A.S. 2014/2015

CONTRATTO D ISTITUTO A.S. 2014/2015 Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Viale Bruno Buozzi 65026 P O P O L I (PE) - Tel. e Fax 085-98317/9879065 C.F.: 81000650689 - Indirizzo Internet: www.istitutocomprensivopopoli.gov.it

Dettagli

1) Attività funzionali all insegnamento (art. 27 C.C.N.L. 2003) a) Attività individuali (comma 2) preparazione lezioni

1) Attività funzionali all insegnamento (art. 27 C.C.N.L. 2003) a) Attività individuali (comma 2) preparazione lezioni PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA E DEGLI IMPEGNI DEL PERSONALE DOCENTE A.S. 2014/2015 ART. 26 COMMA 4 C.C.N.L. 2003 Approvato dal Collegio dei Docenti nella seduta del 2.9.2014 1) Attività funzionali all insegnamento

Dettagli

Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico

Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico - Visto l art. 8, comma 7, del regolamento relativo all istruzione professionale (DPR 15/03/2010, n. 87) - Vista la Direttiva Ministeriale n.

Dettagli

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34;

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34; Accordo Sindacale Regolamento Lavoro Straordinario: durata minima lavoro straordinario e limite individuale ore/anno liquidabili nonché norme di utilizzo flessibilità modificative dell attuale regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE FONDI PER PROGETTI DI INTEGRAZIONE RIVOLTI A STUDENTI DISABILI

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE FONDI PER PROGETTI DI INTEGRAZIONE RIVOLTI A STUDENTI DISABILI REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE FONDI PER PROGETTI DI INTEGRAZIONE RIVOLTI A STUDENTI DISABILI 1 Art. 1 oggetto 1.1 - Il presente Regolamento disciplina l assegnazione, agli Istituti secondari di secondo grado

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola SOMMARIO Art. 1 Beneficiari del diritto Art. 2 Finalità

Dettagli