Reggio Emilia. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche"

Transcript

1 Reggio Emilia Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio estero Indicatori di bilancio dell'industria manifatturiera Struttura delle esportazioni e competitività internazionale La congiuntura delle esportazioni Congiuntura delle esportazioni nei settori di specializzazione della provincia Le imprese nelle provincia: attive, nuove iscritte, cancellate L evoluzione della cassa integrazione guadagni (CIG) Il turismo nella provincia Sistema bancario e finanziario Indicatori strutturali Dinamica dell intermediazione creditizia Glossario Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Industry and Banking 1

2 Principali indicatori Anno 211 Valori assoluti Quota % su regione Quota % su Popolazione Occupati ,9, , 1, N. unità locali (27) ,6 1, Importazioni* Esportazioni* ,1 17,4 1, 2,2 Reggio Emilia Romagna Saldo commerciale* Reddito per abitante** Valore aggiunto per unità di lavoro** Tasso di disoccupazione (%) Tasso di attività (%) 4,9 5,3 8,4 47,1 47,3 41,6 *Valori in milioni di euro ** Valori in euro Fonte: Istat, Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 2

3 Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali Indicatori demografici 211 Popolazione Totale Natalità (nati ogni 1 ab.) Mortalità (morti ogni 1 ab.) Indice di vecchiaia (pop>64anni/pop<15) Immigrazione (immigrati ogni 1 ab.) Saldo sociale interno (saldo demografico/popolazione*1) Dipendenza ((pop<15 an.+pop>64 an.)/pop an.)%) Reggio Emilia ,7 9,5 1,3 118,8 1,2 52,3 211 Reggio Emilia Romagna Nord-Est Comuni con meno di 2. abitanti Comuni con più di 2. abitanti Popolazione res. in comuni con meno di 2. abitanti (%) Popolazione res. in comuni con più di 2. abitanti (%) Densità abitativa (ab. per kmq) ,1 4,9 225, ,1 54,9 196, ,6 43,4 185, ,6 52,4 197,7 Romagna Nord-Est ,3 9,3 9,2 11, 1,1 1, 1,6 1,5 1,4 13,9-1,7 54, 95,2 -,8 52,3 67,6 -,8 5,7 Indicatori territoriali Fonte: Istat, Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 3

4 Il mercato del lavoro Anno 211 Totale occupati Occupati per settore di attività (%) Agricoltura Industria Altro Reggio Emilia Romagna Nord-Est ,3 42,3 55,4 3,8 33,4 62,7 3,5 34,3 62,2 3,7 28,5 67,8 Tasso di disoccupazione Tasso di attività 4,9 47,1 5,3 47,3 5, 46,3 8,4 41,6 Tenore di vita Reddito disponibile per abitante (euro) Reggio EmiliaRomagna Nord-Est Consumi per abitante 21 (euro) Reggio EmiliaRomagna Nord-Est Consumi alimentari % 21 Consumi non alimentari % 21 2, 1, 15, 9, 1, 8, 7, 5, 6,, Reggio EmiliaRomagna Nord-Est 5, Reggio EmiliaRomagna Nord-Est Fonte: Istat, Prometeia, Tagliacarne Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 4

5 La provincia nella regione Indice di vecchiaia, 211 2,5 2, 1,5 1,,5, RE BO FE FO MO PC PR RA RN Reddito disponibile per abitante, 211 (euro) RE BO FE FO MO PC PR RA RN Tasso di disoccupazione, 211 Tasso di attività, 211 9, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1,, RE BO FE FO MO PC PR RA RN RE BO FE FO MO PC PR RA RN Popolazione (quote % della provincia sul totale regionale) 12,5 12, 11,95 11,9 11,85 11,8 11,75 11,7 11,65 11,6 11, Occupati (quote % della provincia sul totale regionale) 12,5 12,4 12,3 12,2 12,1 12, 11,9 11,8 11,7 11,6 11, Fonte: Istat e Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 5

6 Valore aggiunto per occupato, 211 (mgl. Euro) RE BO FE FO MO PC PR RA RN Vocazione industriale, 211 (incidenza % v.a. industria su totale v.a.) RE BO FE FO MO PC PR RA RN Rilevanza PMI (meno di 25 addetti), 27 (quota addetti occupati in PMI) RE BO FE FO MO PC PR RA RN Propensione all'export, 211 (esportazioni/pil) RE BO FE FO MO PC PR RA RN Valore aggiunto (quote % della provincia sul totale regionale) 12,2 12, 11,8 11,6 11,4 11, Export (quote % della provincia sul totale regionale) 18, 17,8 17,6 17,4 17,2 17, 16,8 16, Fonte: Istat e Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 6

7 Economia e competitività Indicatori strutturali La struttura economica 211 Totale imprese Reggio Emilia Tasso di natalità d'impresa % Tasso di mortalità d'impresa % 7,7 7,5 7, 6,5 6,7 6,4 6,9 6,5 Addetti per classe dimensionale (27 - %) micro (1-9) piccole (1-49) medie (5-249) grandi (25 e oltre) 45,3 47,6 25,9 25,1 19,8 17,1 8,9 1,2 47,5 26,3 17,1 9,1 51, 23,8 15,4 9,8 I principali risultati economici 211 Valore aggiunto totale (milioni di euro) Valore aggiunto per settore (%) agricoltura industria servizi Valore aggiunto per occupato (euro a prezzi correnti) Romagna Nord-Est Reggio Emilia Romagna ,2 2,3 39,1 3,3 58,7 67, Nord-Est ,2 2, 3,4 24,8 67,4 73, Importazioni (milioni di euro) Esportazioni (milioni di euro) Saldo commerciale (milioni di euro) Tasso di apertura (exp+imp/valore aggiunto) (%) Propensione ad esportare (export/valore aggiunto) (%) 81,4 56,7 61,7 38, 62,2 36,2 52,9 26,3 Fonte: Istat, Movimprese, Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 7

8 Valore aggiunto e commercio estero (variazioni medie annue a prezzi costanti 25) Valore aggiunto Valore aggiunto agricoltura Valore aggiunto industria Valore aggiunto servizi Esportazioni Importazioni Reggio Emilia Romagna Fonte: Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 8

9 Indicatori di bilancio dell'industria manifatturiera Numero di imprese nel campione: 1.14 Crescita, redditività e struttura patrimoniale in sintesi (valori mediani) Reggio Emilia Var. % Totale Attivo Var. % Fatturato Margini operativi lordi in % del fatturato ROI * ROE ** - - 7,5 6,4 5,4-4,8 7,2 3,3-22,2 12,1 8,5 5,9 6,7 6,7 3,5 4,7 5,2,9 3,6 3,7 Leva Finanziaria *** 46, 47,1 46,2 45,9 * margini operativi netti in % del capitale investito ** risultato netto rettificato (al netto delle imposte) in % patrimonio netto *** debiti finanziari in % debiti finanziari e patrimonio netto La dispersione delle performance Margini operativi lordi in % del fatturato Primo quartile Mediana Terzo quartile Evoluzione del fatturato Primo quartile Mediana Terzo quartile Var. % 29 Var. % 21 Var. % 211 Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su bilanci aziendali Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 9

10 Struttura delle esportazioni e competitività internazionale Le esportazioni per settore manifatturiero (media ) Reggio Emilia Romagna Meccanica Meccanica 37,6 31,2 Abbigliamento Minerali non metalliferi Abbigliamento14,4 Minerali non metalliferi 9,7 7,8 7,3 Alimentare Metallurgia Alimentare Metallurgia 7,1 6,5 8,7 4,5 Apparecchiature elettriche Prodotti in metallo Apparecchiature 5,2elettriche Prodotti in metallo 4,2 5, 3,5 Chimica Auto Chimica Auto 3,2 2,4 6, 9,7 Elettronica, meccanica di precisione Elettronica, meccanica 2,1 di precisione 2, Gomma, plastica Gomma, plastica 1,7 2,7 Tessile Tessile 1,4,9 Cuoio, calzature Cuoio, calzature 1,4 2,4 Carta Altro Mobili Carta Altro Mobili 1,,8,5,8 2,1 1,2 Farmaceutica Farmaceutica,4 2, Legno Legno,2,3 Altri mezzi di trasporto Altri mezzi di trasporto,1 1,8 Stampa Stampa,, Nord-Est 25,7 6,1 4,6 8,5 6,3 6,6 5,1 4,6 5,9 2, 3,2 1,7 4,9 1,7 5,5 3,6 1,3,6 2,1, 18,9 4,6 2,4 6,9 8,7 5,5 4,8 6,9 6,8 3,5 3,7 2,6 4,4 1,6 8,5 2,2 4,4,4 3,1, TOTALE 1, 1, 1, 1, Destinazione delle export per area di sbocco/settore (media ) Altri UE 15 Europa Meccanica Abbigliamento Minerali non metalliferi Alimentare Metallurgia Apparecchiature elettriche Prodotti in metallo Chimica Auto Elettronica, meccanica di precisione Gomma, plastica Tessile Cuoio, calzature Carta Altro Mobili Farmaceutica Legno Altri mezzi di trasporto Stampa 43,2 17,1 9,9 2, 7,4 11,4,4 63,1 65,8 64,9 72,5 4,5 62,3 45, 59,2 38,7 61,5 12,4 58,6 87,6 56,2 49,3 36,7 7,1 35,4,3 19,6 16,6 1, 23, 14,8 2,3 25,7 17,2 22, 23,9 69,8 3,6 1,8 24,1 25,9 11,3 24,7 11,9 Nord America 7,7 2,7 1,5 3,9 6,5 2,1,2 1,3,3 3,8 6,3 1,,4 6,2 54,3 4,3 America Latina 7,4,6 1,1 3,3,4 3, 1,6 3,3 5, 7,8 2,9,8,5,2 2,5 3,1 26,3,2 15,9,6 Resto del Mondo 22,4 14,8 9,1 1,5 3,7 33,9 13,2 24,5 14,8 24,9 9,5 16,7 9, 1,2 13,4 15,5 24,6 4,7 3,5 4,4 Totale 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, 1, TOTALE 53,4 18,8 6,5 4,1 17,3 1, Fonte: Istat Nella voce "Altro" sono inseriti i settori del tabacco, della produzione di coke e prodotti derivati dal petrolio, delle altre industrie manifatturiere Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 1

11 La congiuntura delle esportazioni L'andamento delle export di prodotti manufatti nel I semestre 213 per settore (*) Reggio Emilia Romagna Nord-Est Meccanica Abbigliamento Minerali non metalliferi Alimentare Metallurgia Apparecchiature elettriche Prodotti in metallo Chimica Auto Elettronica, meccanica di precisione Gomma, plastica Tessile Cuoio, calzature Carta Altro Mobili Farmaceutica Legno Altri mezzi di trasporto Stampa,7-8, 7,9 2,4 1,5 12, -15,5 4,1 7, -2,8-14, -,4-5,2 -,6 -,7-2,5-27,1-21,2 82,9-47,3 1,1,2 4,3 1,2-4,2-3,1 16,1-1,7-2,3,5-2,4 3,9 8,4 4,5,7 1,4 -,2-1,8-3,2 3,1,8 1, 3,5 7,5-8,3 1,9 5,4-4,2 -,5-3,5,2-5,2 5,1 2, 3,7-1, 3,1 2,7-4,5 75,6,3 2,2 3,9 6,6-14,9 1, 2,5 -,2,5-2,3-1,3-2,5 6,6 1,2-9,6,8 18,3,4-6,3 47,5 TOTALE, 1,6,9 -,6 Contributi % alla variazione delle export di prodotti manufatti nel I semestre 213 per settore (*) Altri Nord America Resto del UE 15 Europa America Latina Mondo Totale Meccanica Abbigliamento Minerali non metalliferi Alimentare Metallurgia Apparecchiature elettriche Prodotti in metallo Chimica Auto Elettronica, meccanica di precisione Gomma, plastica Tessile Cuoio, calzature Carta Altro Mobili Farmaceutica Legno Altri mezzi di trasporto Stampa -1,6-7,3 2,3 2,4,9-1,2-11,1 2,8 5,2-5,5-11,1 2,9-3,6 1,2-4,1-3,8-2,7-13,9 111,9 3,9,1 -,7,9 2,5 1,2 1,9-1,9 1,6,7 3, -1,8-1,,9 -,9, -3,4 3,1-8,2,7-4,8 1,2 -,5 1, -1,3,3 2, -1,2,3,8 -,3,7, -,5 -,7,1 3,2-1,7,1-2,,,1 -,2, -,2 -,3,2 1,2-1,4 1,6,4,6,5 -,1,1 2,6 -,4-12,5,2-2,6,,8,7 3,7-1, -,6 9,1-2,4,7-1,3 -,3-2,5-2,8-1,8 -,2,7 1,8-13,3,6-24,9-46,4,7-8, 7,9 2,4 1,5 12, -15,5 4,1 7, -2,8-14, -,4-5,2 -,6 -,7-2,5-27,1-21,2 82,9-47,3 TOTALE -1,8,4,5,,8, * Variazioni % rispetto al I semestre 212 a prezzi correnti Fonte: Istat Nella voce "Altro" sono inseriti i settori del tabacco, della produzione di coke e prodotti derivati dal petrolio, delle altre industrie manifatturiere Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 11

12 Evoluzione delle esportazioni di prodotti manufatti (variazione % tendenziale su dati a prezzi correnti) set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 Reggio Emilia Romagna Evoluzione e composizione delle esportazioni di prodotti manufatti per area geografica (elab. su dati a prezzi correnti) UE 15 Altri Europa Nord America America Latina Resto del Mondo Reggio Emilia Romagna comp*. var. % var. % comp*. var. % var. % comp*. var. % var. % % '12 '13** % '12 '13** % '12 '13** 52,4-2,2-3,3 45,3,1-2,6 44,5 -,8-3, 18,9 2,3 2, 19,4 2,1,5 23, 4,5-1,8 6,8 12,5 7,8 9,2 19, 1,9 7,8 16, -1,7 4,1 1,,8 4,4 7,4 12, 4, 7,1,3 17,8 7,5 5, 21,6 3,4 6,1 2,7 8, 6,6 Totale 1, 1,3, 1, 3, 1,6 1, 3,6 -,6 * Composizione % al 212 ** Variazioni % I semestre 213 su I semestre 212 Fonte: Istat Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 12

13 Evoluzione e composizione delle esportazioni nei primi 3 mercati di sbocco della provincia (elaborazione su dati a prezzi correnti) Francia Germania Regno Unito Stati Uniti Spagna Federazione russa Paesi Bassi Polonia Austria Belgio Cina Turchia Giappone Romania Svizzera Portogallo Australia Svezia Canada Repubblica Ceca Danimarca Sudafrica Brasile Grecia Arabia Saudita Messico Hong Kong Ungheria Finlandia Thailandia Reggio Emilia comp*. var. % var. % Romagna comp*. var. % var. % comp*. var. % var. % % '12 '13** % '12 '13** % '12 '13** 13,5-2,4 1,2 11,4-1, -2,6 11,1 -,8-3, 12,9-1,3-3,9 12,2,7-2,6 12,3-1,5-4,4 6,7 3,1-2,7 5,6 14,8 7,3 4,9 8,1 1,1 5,6 1,9 11,7 8,2 2,5 11,4 7, 17, -2,6 5,1 -,6-6,7 3,9-8,9-4,2 4,7-8, -8,4 4,1 18, 5,5 4, 12,5 6,7 2,6 7,8 1,5 2,9-5,2-7,8 2,5-1,1-1,1 2,3 1,3-4,4 2,9-1,4-6,9 2,6 2,2-5,6 2,4-2,4-3,5 2,6,6-6,9 2,3 5,7-1, 2,2 -,9-3,4 2,6-6,8-3, 2,6-6, -12,7 2,7 6,3 16,1 2,2 4,5 -,4 2,7-15,5-3,2 2,3-9,6 7,1 1,6-13,8 9,1 2,1-11,9 8, 2,8 9,3-5,5 1,5 3,2-5, 1,9 23, -9,8 1,5 19,2 13,3 1,5-9, 9, 1,4 3, -2,4 1,5-4, -1,6 1,5-3,1-2, 2,4 3, -4,4 5,9 9,6-5,7 1,4-13,9-17,2,8-1,7-5,2,8-8,9-4,2 1,4 14,9-1,6 1,2 5,5 4,4 1, 23,4 23,5 1,3-3,1 4,3 1,2-4,8-1,8 1, -3,5-3,1 1,3 2,5-1,5 1, 7,9 7,2,8 7, 7,9 1,3 1,9 13,7 1,1 1,6-7,3 1,1 1,1-1,8 1,2 1,6-7,7,9 11,7-15,5,6 4,6-7,4 1, 5,9 15,,8 13,5 6,7,5 2,4 22,2 1, -16,3 11,4 1,4 2,2 12,2 1,3 4,6 3,8,9-23,8-2,6 1,2-1,1 3,9 1,1-11,9-8,6,9 56,4 23,2 1,2 2,1 33,2 1,1 8,6 22,,9 24,7-4,2,8 15,5 12,3 1, 16, -4,2,9-6,5 1,2 1,2 9,5-3, 1,2 7,4 1,9,8 -,4 16,,9 11,2-3,8,9-2,5,6,7 2,8-5,8,5-2,6-5,3,4 8, -27,6,7 56,8-2,7,6 46,7 2,7,4 22,5-7,4 * Composizione % al 212 ** Variazioni % I semestre 213 su I semestre 212 Fonte: Istat Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 13

14 Congiuntura delle esportazioni nei settori di specializzazione della provincia (variazioni % I semestre 213/I semestre 212) Meccanica FI MO BG PD BS BORE VI MI VA TO -2, 2, 4, 6, 8, 1, 12, 14, Peso della provincia sul totale nazionale Abbigliamento 15 1 FI 5 VR MO VI MI -5-1 BO MN TV PO RN RE -15, 5, 1, 15, 2, Peso della provincia sul totale nazionale Minerali non metalliferi TO VI MS RE CH VR PR MO MI BO TV -1, 5, 1, 15, 2, 25, Peso della provincia sul totale nazionale Fonte: Istat Nota: le variazioni di export superiori/inferiori a +5/-5 sono poste uguali a +5/-5 Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 14

15 Le imprese nella provincia: attive, nuove iscritte, cancellate Imprese attive Reggio Emilia Agricoltura Manifatturiero Servizi Costruzioni Commercio Turismo Altro Totale Valori assoluti Quota % su regione Quota % su * * * ,6 1,4 1,2,9,8, ,3 1,5 16,8 15,3 1,5 16,9 15,3 1,5 16,9 1,4,9 1,5 1,4,9 1,5 1,4,9 1, ,8 1,8 1,8,7,7, ,3 12,9 12,2 9,3 1,1 12,1 9,3 1,2 12,1,7,6 1,,7,5 1,,8,5 1, Imprese iscritte Reggio Emilia Agricoltura Manifatturiero Servizi Costruzioni Commercio Turismo Altro Totale Imprese cancellate Valori assoluti Reggio Emilia Valori assoluti * * Agricoltura Manifatturiero Servizi Costruzioni Commercio Turismo Altro Totale Imprese attive * (211=1) 1,5 1, 99,5 99, 98,5 98, 97,5 97, 96,5 96, Imprese attive, iscritte, cancellate III Trim.'12 IV Trim.'12 I Trim.'13 II Trim.' Reggio Emilia Romagna Iscritte Cancellate Attive (scala a dx) * I dati si riferiscono al II trimestre 213 Fonte: Movimprese Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 15

16 L'evoluzione della cassa integrazione guadagni (CIG) Il monte ore autorizzate di CIG Ordinaria CIG Ordinaria (settembre '12 - agosto '13)* SET OTT NOV DIC GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO Il monte ore autorizzate di CIG Straordinaria CIG Straordinaria (settembre '12 - agosto '13)* SET OTT NOV DIC GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO Il monte ore autorizzate di CIG in Deroga CIG in Deroga (settembre '12 - agosto '13)* SET OTT NOV DIC GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO Reggio EmiliaRomagna Reggio Emilia: ore autorizzate Periodo settembre agosto 213 Periodo gennaio agosto 213 Ordinaria Straordinaria In deroga Totale N ore Var % N ore Var % , , , , , , , ,5 * variazioni % negli ultimi 12 mesi Fonte: Inps Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 16

17 Il turismo nella provincia La capacità degli esercizi ricettivi 211 Numero Letti Camere Esercizi Alberghieri Esercizi Complementari* e Bed & Breakfast Quota % su Quota % su Quota % su Quota % su Reggio Emilia regione Reggio Emilia regione 132 3,,4 27 6,9, ,2, ,7, ,2, * Campeggi e villaggi turistici, Alloggi in affitto, Alloggi agro-turistici, Ostelli della Gioventù, Case per ferie, Rifugi alpini, altro La tipologia degli esercizi alberghieri 211 Res. turistico alberghiere 1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle e 5 stelle lusso Totale Alberghi Numero Letti Composizione % numero letti Reggio Emilia Romagna Reggio Emilia Romagna ,7 4,7 8, ,7 3,9 3, , 12,4 9, ,3 59,9 43, ,2 18,6 32, ,,5 2, , 1, 1, Le presenze negli esercizi ricettivi per residenza dei clienti, 211 ni Stranieri Totale Reggio Emilia Composizione % presenze Romagna Reggio Emilia Romagna ,1 75,2 54, ,9 24,8 45, , 1, 1, Fonte: Istat Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 17

18 Stagionalità delle presenze negli esercizi ricettivi 211 Clienti italiani: composizione % delle presenze GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC Clienti stranieri: composizione % delle presenze GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC La congiuntura del turismo Viaggiatori stranieri in Numero pernottamenti (in migliaia) Reggio Emilia Romagna Gen.-Mag.'12 Gen.-Mag.'13 Variazione % , -2,5-7,2 15, 1, -1, -15, -2, -25, Viaggiatori stranieri in Variazione tendenziale Gen.-Mag.'13 5,, -5, Reggio EmiliaRomagna Fonte: Istat, Banca d' Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 18

19 Sistema bancario e finanziario Indicatori strutturali Dicembre 211 (importi in migliaia di euro) Reggio Emilia Romagna Nord-Est Bancarizzazione Banche presenti con sportelli (n.) Sportelli bancari (n.) Sportelli / 1 abitanti (n.) Addetti bancari / sportelli (n.) Depositi (1) / sportelli Impieghi (1) / sportelli Depositi+Impieghi/addetti bancari Raccolta e gestione del risparmio Depositi (2) / abitanti Raccolta diretta (2) / abitanti Risparmio gestito (3)/ abitanti Fondi comuni di investimento (4) / abitanti Finanziamenti al settore privato Prestiti alle famiglie / abitanti Prestiti alle imprese / unità locali ,1 6,5 7,1 5,4 12,8 1,8 9,2 1, ,9 21,1 21,7 19,2 29,1 32,6 31,6 26,4 1,2 8,5 7, 6,5 7,2 6,4 5,5 5,2 12, 11,7 11,6 9,8 264, 216,7 26,4 168,2 (1) Dati per localizzazione dello sportello relativi alle banche (non includono i dati della Cassa Depositi e Prestiti) (2) Dal 211 ai dati delle banche si sono aggiunti quelli della Cassa Depositi e Prestiti (3) GPM+FONDI: canale Sportelli bancari e Reti di Promotori (patrimonio valori di mercato) (4) Fondi comuni di investimento canale Sportelli bancari e Reti di Promotori (valori di mercato) Fonte: Banca d', Prometeia Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 19

20 Dinamica dell'intermediazione creditizia Giugno 213 (milioni di euro) Imprese Depositi Prestiti Reggio Emilia Romagna importo v. % (a) importo v. % (a) Nord-Est importo v. % (a) , , , , importo 6, , v. % (a) 7,8-4,7 Famiglie Depositi Prestiti , , , , , , ,4-1,1 Totale Famiglie e Imprese Depositi Prestiti , , , , , , ,9-3,5 Tasso di decadimento dei prestiti a Marzo 213 (dati trimestrali annualizzati) (b) Famiglie produttrici Società non finanziarie Società non finanziarie e famiglie produttrici Reggio Emilia Romagna Nord-Est Valore 2,39 Var. (c) -,8 Valore 2,62 Var. (c),19 Valore 2,3 Var. (c),32 Valore 3,1 Var. (c),35 2,98,57 3,76 1,2 3,27,67 3,78 1,16 2,94,53 3,66,95 3,18,63 3,72 1,9 Andamento dei depositi e dei prestiti (famiglie e imprese - variazione % annua) 2, 15, 1, 5,, -5, -1, -15, set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 Depositi Prestiti Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Banca d' (a) var. % 3/6/212 (b) Rapporto tra il flusso di nuove sofferenze e i prestiti vivi. (c) differenza 31/3/213-31/3/212 Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 2

21 Depositi bancari delle famiglie consumatrici (variazione % annua) set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 Prestiti alle famiglie consumatrici (variazione % annua) set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 Prestiti alle imprese (società non finanziarie e famiglie produttrici - variazione % annua) set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 giu-13 Reggio EmiliaRomagna Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Banca d' Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 21

22 Tasso di decadimento dei prestiti* Famiglie produttrici 3,5 3 2,5 2 1,5 1,5 giu-1 set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 Società non finanziarie 4 3,5 3 2,5 2 1,5 1,5 giu-1 set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 Società non finanziarie e famiglie produttrici 4 3,5 3 2,5 2 1,5 1,5 giu-1 set-1 dic-1 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 mar-13 Reggio EmiliaRomagna * Rapporto tra il flusso di nuove sofferenze e i prestiti vivi. Fonte: Banca d' Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 22

23 Glossario Depositi Impieghi lordi Impieghi vivi Indice di vecchiaia Indice di dipendenza Indice di specializzazione Raccolta indiretta Reddito disponibile Saldo sociale interno Tasso di attività Tasso di decadimento Tasso di mortalità delle imprese Tasso di natalità delle imprese Tasso di apertura Unità di lavoro Unità locale Vocazione industriale Conti correnti passivi, depositi a risparmio, certificati di deposito di clientela ordinaria residente Impieghi a clientela ordinaria residente comprensivi di sofferenze Impieghi a clientela ordinaria residente al netto di sofferenze Rapporto tra la popolazione di età superiore a 64 anni e quella di età inferiore a 15 Rapporto tra la popolazione di età inferiore a 15 anni e superiore a 64 e quella di età compresa tra 15 e 64 anni Rapporto tra il peso (misurato dagli addetti) di un settore nella provincia, ed il peso dello stesso settore a livello nazionale. Titoli e altri valori mobiliari al valore nominale di clientela ordinaria residente, ricevuti dalle banche in deposito a custodia, in amministrazione o in connessione Reddito al netto delle imposte e dei contributi ricevuti. Rapporto tra saldo demografico nell anno (numero degli iscritti all anagrafe numero cancellati) e la popolazione nell anno Il tasso di attività o di partecipazione è il rapporto tra il totale delle forze lavoro (occupati ed in cerca di occupazione) e la popolazione. Flusso delle sofferenze nel trimestre in rapporto alle consistenze dei prestiti non in sofferenza in essere all'inizio del periodo. Numero di imprese cancellatesi dai registri tenuti dalle Camere di Commercio Industria, Agricoltura ed Artigianato, con l'esclusione di quelle agricole, in un dato arco temporale ogni 1 esistenti all'inizio del periodo. Numero di imprese iscritte nei registri tenuti dalle Camere di Commercio Industria, Agricoltura ed Artigianato, con l'esclusione di quelle agricole, in un dato arco temporale ogni 1 esistenti all'inizio del periodo. Rapporto tra la somma di esportazioni e importazioni ed il PIL Complesso degli occupati, in cui l occupazione a tempo parziale viene ricondotta a tempo pieno Luogo (stabilimento, laboratorio, officina, negozio, ) in cui si realizza la produzione di beni o servizi Rapporto tra il valore aggiunto dell industria e il valore aggiunto totale Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche 23

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Benevento Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

L'Italia delle province. Pescara. Dicembre 2012

L'Italia delle province. Pescara. Dicembre 2012 Dicembre 212 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Stime e previsioni dei principali indicatori socio-economici Economia e competitività

Dettagli

Scenari regionali. Piemonte. Dicembre 2011

Scenari regionali. Piemonte. Dicembre 2011 Dicembre 211 Le previsioni al 214 Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali Infrastrutture Mercato del lavoro e Tenore di vita Economia e competitività Indicatori strutturali Valore

Dettagli

Cuneo. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Cuneo. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Cuneo Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

Biella. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Biella. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Biella Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

Pavia. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Pavia. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Pavia Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Arezzo. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Arezzo. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Arezzo Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

Torino. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Torino. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Torino Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Cagliari. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Cagliari. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Cagliari Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

Alessandria. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Alessandria. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Alessandria Settembre 13 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Fondazione Edison - Symbola I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Intervento di Marco Fortis (vice presidente Fondazione Edison) Assolombarda, 7 ottobre 2009 Bilancia commerciale di alcuni Paesi

Dettagli

Napoli. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Napoli. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Napoli Settembre 13 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera. Elisabetta Tondini

L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera. Elisabetta Tondini L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera Elisabetta Tondini Procede anche in Umbria il processo di terziarizzazione. Dai dati strutturali alcuni segnali di cambiamento Il percorso Sul rapporto

Dettagli

Molise. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Molise. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Molise Settembre 13 Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali Infrastrutture Mercato del lavoro e Tenore di vita Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali «Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 8 settembre 2015 Agenda 1 Importanza e specificità

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Workshop di presentazione dell attività dei Laboratori di ricerca

Workshop di presentazione dell attività dei Laboratori di ricerca Workshop di presentazione dell attività dei Laboratori di ricerca DOMANDA E OFFERTA DI CREDITO NELLA CRISI FINANZIARIA Giorgio Gobbi Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia

Dettagli

rapporto sull economia della provincia di Rimini

rapporto sull economia della provincia di Rimini rimini 18 marzo 2016 rapporto sull economia della provincia di Rimini Massimo Guagnini riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 98 GIUGNO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Emilia-Romagna Direzione Centrale Studi e Ricerche 1 marzo 2015 Credito in lenta uscita dal ciclo negativo Il minimo del ciclo negativo dei prestiti è chiaramente alle spalle,

Dettagli

Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia

Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia Indice delle tavole della 3^ Giornata dell Economia 1) Consuntivo strutturale 2004 1.1 Demografia Andamento serie storica demografia delle imprese (5 anni) a livello provinciale 1.1.1 Imprese registrate

Dettagli

Sardegna. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Sardegna. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Sardegna Settembre 13 Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali Infrastrutture Mercato del lavoro e Tenore di vita Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari NORDEST: QUASI IL 25 DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari ==================== Quasi il 25 per cento delle merci prodotte nel Nordest prende la

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

Regole di controllo per i modelli Istat MOV e Istat MOV/C

Regole di controllo per i modelli Istat MOV e Istat MOV/C Regole di controllo per i modelli Istat MOV e Istat MOV/C Il modello è suddiviso in: A:Capacità ricettiva, B1:Movimento clienti italiani, B2:Movimento clienti stranieri Riferendosi ai campi del modello

Dettagli

Glossario. Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT

Glossario. Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT Glossario Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT Forze di lavoro: comprendono le persone occupate e quelle in cerca di occupazione. Occupati: comprendono le persone

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 giugno 2015 Aprile 2015 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di aprile 2015 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,5% rispetto al mese precedente

Dettagli

NUMERO 97 MAGGIO 2015

NUMERO 97 MAGGIO 2015 NUMERO 97 MAGGIO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Indicatore ciclico

Dettagli

Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005

Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005 Indice dei temi e delle tavole della giornata dell economia 2005 1) Consuntivo strutturale 2004 1.1 Demografia 9 maggio 2005 Andamento serie storica demografia delle imprese (5 anni) a livello provinciale

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO CAPITOLO INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO SOTTOCAPITOLO CODICE TAVOLA DESCRIZIONE TAVOLA delle a livello. Iscrizioni/cancellazioni/stock di registrate/stock di attive

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 24 febbraio 2014 Dicembre 2013 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI A partire dal mese corrente, l Istat avvia la diffusione mensile degli indici dei prezzi all importazione dei prodotti industriali.

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI Tav 1.1 - Riepilogo delle imprese registrate e attive per divisione di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei quattro trimestri 2011. Iscrizioni

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 febbraio 2015 Dicembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,8% rispetto al

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi 4. ANALISI DEL CONTESTO 4.1 Analisi del Contesto Esterno In sintesi Macro-ripartizione: Centro Superficie: 9.401,38 Km 2 Comuni: 236 Abitanti: 1.553.138 % di stranieri residenti: 9,0 Indice di vecchiaia

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni e elaborazioni Istat.

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Sicilia. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Sicilia. Settembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Sicilia Settembre 13 Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali Infrastrutture Mercato del lavoro e Tenore di vita Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e commercio

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici

Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno Trimestrale degli Indicatori Macroeconomici N 1 Novembre 2009 Quaderni Statistici

Dettagli

Ufficio di staff del Segretario Generale

Ufficio di staff del Segretario Generale Ufficio di staff del Segretario Generale Segretario Generale: Dr. Ignazio Baglieri Redazione e progetto grafico a cura di : Dr.ssa Concetta Patrizia Toro Coordinatrice Sig.ra Laura Aquila Sig. Rosario

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

L economia dei territori e il credito alle imprese

L economia dei territori e il credito alle imprese Acef L economia dei territori e il credito alle imprese Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Bologna, 23 ottobre 2015 Agenda 1 L economia italiana 2 L economia dell Emilia Romagna 3 Il credito in

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari Novara, 29 Ottobre 2015 Corso L export prodotti alimentari di origine animale e vegetale 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare

Dettagli

Crisi e mercato del lavoro in provincia di Bergamo. Manuela Samek Lodovici Bergamo, 1 dicembre 2009

Crisi e mercato del lavoro in provincia di Bergamo. Manuela Samek Lodovici Bergamo, 1 dicembre 2009 Crisi e mercato del lavoro in provincia di Bergamo Manuela Samek Lodovici Bergamo, 1 dicembre 009 Gli indicatori strutturali Nel I semestre 009 la crisi colpisce soprattutto l occupazione maschile Tasso

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 52 Ottobre 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 52 Ottobre 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Scenario economico Ottobre 215 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Le previsioni di Ottobre del World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale rivedono al ribasso la crescita

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII Relazione Annuale - Roma, 31 maggio 2007 anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO esercizio CXIII Relazione Annuale - Presentata all Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno 2006 - centotredicesimo esercizio

Dettagli

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 16 dicembre 2011 Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel biennio 2010-2011, i principali gruppi multinazionali italiani mostrano una significativa

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2002 Anno VI - n 1 febbraio 2003 La nota congiunturale Confetra sul trasporto

Dettagli

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa Scenari internazionali: opportunità per le imprese Alessandra Lanza, Prometeia spa premessa export strategia necessaria fatturato interno ed estero dell industria italiana indice mercato estero dal 2009

Dettagli

CREDITO ALLE FAMIGLIE E TRASFORMAZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA: VERSO UNO STANDARD EUROPEO?

CREDITO ALLE FAMIGLIE E TRASFORMAZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA: VERSO UNO STANDARD EUROPEO? CREDITO ALLE FAMIGLIE E TRASFORMAZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA: VERSO UNO STANDARD EUROPEO? Fabio Panetta Servizio Studi - Banca d Italia Intervento al convegno: CONSUMER CREDIT 2005 Credito per la Crescita:

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 luglio 2015 Maggio 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Allo scopo di fornire informazioni statistiche integrate, a partire dalla diffusione odierna, il comunicato è arricchito di un paragrafo

Dettagli

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete Il modello di internazionalizzazione del Veneto Gli argomenti trattati Il commercio estero le esportazioni e le importazioni Gli investimenti diretti esteri le partecipazioni delle imprese venete all estero

Dettagli

L economia della Liguria

L economia della Liguria L economia della Liguria Genova, 15 novembre 2011 Il contesto: la situazione 2010 VARIAZIONI ANNUALI DEL PIL (valori percentuali) VARIAZIONI ANNUALI DEGLI OCCUPATI (valori percentuali) 4 1 2 1,7 1,3 0,5

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 giugno 2015 Aprile 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Ad aprile il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra una diminuzione dello 0,6% rispetto a marzo, con variazioni

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

Applicazioni contrattuali

Applicazioni contrattuali 28 agosto Luglio CONTRATTI COLLETTIVI E RETRIBUZIONI CONTRATTUALI Alla fine di luglio i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica riguardano il 6% degli occupati dipendenti

Dettagli

Gruppo di lavoro: Riccardo Achilli - Ricercatore Francesca Loi Ricercatore Fabio Ulgiati Ricercatore

Gruppo di lavoro: Riccardo Achilli - Ricercatore Francesca Loi Ricercatore Fabio Ulgiati Ricercatore FABBISOGNI E STRATEGIE FINANZIARIE DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRENDITORIA ITALIANA Focus PMI è un osservatorio sulle Piccole e Medie Imprese italiane, che annualmente affronta un tema specifico di stringente

Dettagli

CONTRATTI COLLETTIVI E RETRIBUZIONI CONTRATTUALI

CONTRATTI COLLETTIVI E RETRIBUZIONI CONTRATTUALI 29 aprile 2013 Marzo 2013 CONTRATTI COLLETTIVI E RETRIBUZIONI CONTRATTUALI Alla fine di marzo 2013 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica corrispondono al 59,2% degli

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 dicembre 2015 Ottobre 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A ottobre il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra un incremento del 2,0% rispetto a settembre, con variazioni

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE

CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE 5.1 - Imprese dei settori industria e servizi Al Censimento intermedio dell Industria e dei Servizi (31 dicembre1996) sono state rilevate 3.494 imprese 1 di tipo industriale

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%)

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Pubblicato dall Istituto di Statistica il bollettino di maggio. Crescono su base annua i numeri delle aziende

Dettagli

I frequentati dintorni del lavoro dipendente

I frequentati dintorni del lavoro dipendente I frequentati dintorni del lavoro dipendente di Letizia Bertazzon Che cosa si intende per dintorni del lavoro dipendente? Definizione per esclusione 1) Quello che non è lavoro dipendente o rappresenta

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Marzo PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016

Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016 Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016 Parma, 16 giugno 2016 Giordana Olivieri Responsabile Ufficio Studi Camera di Commercio di Parma Scenario internazionale Prodotto interno

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

SMAIL IMPRESE E OCCUPAZIONE IN EMILIA-ROMAGNA. Sistema di Monitoraggio Annuale delle Imprese e del Lavoro. Aggiornamento al 30 giugno 2011 BOLOGNA

SMAIL IMPRESE E OCCUPAZIONE IN EMILIA-ROMAGNA. Sistema di Monitoraggio Annuale delle Imprese e del Lavoro. Aggiornamento al 30 giugno 2011 BOLOGNA SMAIL Sistema di Monitoraggio Annuale delle Imprese e del Lavoro BOLOGNA IMPRESE E OCCUPAZIONE IN EMILIA-ROMAGNA Aggiornamento al 30 giugno 2011 10 maggio 2012 Sistema informativosmail Emilia-Romagna Aggiornamento

Dettagli

Esempio. Scenari regionali. Piemonte. Dicembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Esempio. Scenari regionali. Piemonte. Dicembre Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Dicembre 13 Le previsioni al 16 Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali Infrastrutture Mercato del lavoro e Tenore di vita Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 8 - Marzo PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

Le imprese e l accesso al credito. Le dinamiche del mercato e il ruolo delle garanzie

Le imprese e l accesso al credito. Le dinamiche del mercato e il ruolo delle garanzie Le imprese e l accesso al credito. Le dinamiche del mercato e il ruolo delle garanzie Gianmarco Paglietti Consorzio Camerale per il credito e la finanza Cremona, 17 giugno 2013 L economia nel 2012 PIL

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano. Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Contesto economico e caratteristiche del sistema industriale italiano Roberto Calugi Direttore - Consorzio Camerale per il credito e la finanza Agenda ANALISI DEGLI SCENARI MACROECON OMICI I. Analisi degli

Dettagli