CON.IPI. Confederazione Nazionale Investigatori Privati Italiani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CON.IPI. Confederazione Nazionale Investigatori Privati Italiani"

Transcript

1 CON.IPI. Confederazione Nazionale Investigatori Privati Italiani (fondata dal Gen. CC. Giancarlo Servolini) Al Signor Presidente Della Repubblica Italiana Senatore Giorgio Napolitano Palazzo del Quirinale Roma Alla Presidenza del Senato della Repubblica Italiana Presidente Schifani Prof. Renato Piazza Madama, 1 Al Presidenza della Camera dei deputati della Repubblica Italiana Presidente Fini dott. Gianfranco Via della Missione, 10 Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidente Berlusconi Cav.dott. Silvio Palazzo Chigi Piazza Colonna, Roma Onorevole Ministro dott. Roberto Maroni Ministero dell Interno P.zza del Viminale, Roma Al Ministro della Giustizia On. Prof. Angelino Alfano Via Arenula,70 1

2 Al CORRIERE DELLA SERA ALLA STAMPA AL MESSAGGERO AL SOLE 24H AL GIORNALE ALLA REPUBBLICA A LIBERO AL MATTINO ALLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO IL GIORNO AL RESTO DEL CARLINO A ITALIA OGGI ALL ANSA ALL ADNKRONOS ALL ASCA A WIKIPEDIA AGENZIA GIORNALISTICA ITALIA ALLA RAI A MEDIASET A SKY Al Senatore Avv. Carlo Giovanardi Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Dei Ministri Palazzo Chigi Piazza Colonna, Roma Al Senatore dott. Giampaolo Bettamio Senato della Repubblica Via dei Caprettari, 79 Al Senatore dott. Luigi D Ambrosio Lettieri Senato della Repubblica Via dei Caprettari, 79 Al Senatore dott. Giuseppe Valentino Senato della Repubblica Via dei Caprettari, 79 Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza Ufficio dell Amministrazione Generale Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale Piazza del Viminale, Roma 2

3 OGGETTO: ISTITUTI DI INVESTIGAZIONE PRIVATA TULPS Sentenza della Corte di Giustizia DPR n.153/2008 DM. 557/Pass/ D (1) Reg. del 01/12/2010 Signori, con la presente, noi della Confederazione Nazionale degli Investigatori Italiani CON.IPI., fondata dal compianto generale dei CC Giancarlo Servolini, abbiamo l obbligo di farvi sapere il nutrito malcontento che serpeggia tra gli investigatori privati. Non è nostro interesse fare demagogia o rispolverare vecchi conflitti che gli investigatori patiscono da ormai 60 anni, ma non possiamo esimerci dall informarvi delle forti perplessità che ha suscitato l emanazione del DM approvato dalla commissione centrale e firmato dal On.le Ministro Maroni. Ci spiace dire che il DM è condivisibile solo in parte e ci spiace doverlo dire in questo momento delicato per il Nostro Paese. La CONIPI ha raccolto le lagnanze e lamentele e le ha tradotte in una assemblea nazionale il cui risultato è nel prosieguo di questa nota. Le problematiche emerse sul DM. - La costituzione della Commissione prevista dal DPR n.153/2008. Riteniamo che, nella costituzione della Commissione siano stati violati i principi fondamentali della Democrazia e quindi della Rappresentatività nominando per il settore investigazioni private un delegato non eletto da nessun altra associazione di categoria, ma soltanto perché asseritamente facente parte dell associazione più rappresentativa. - Crediamo che al di là delle competenze dei singoli componenti e delle norme che regolano la funzione della ridetta commissione non sia stato dato adeguato spazio agli investigatori. Una maggiore rappresentatività avrebbe 3

4 permesso una discussione più completa, magari energica, ma completa. Siamo certi che i rappresentati delle Istituzioni avrebbero saputo gestire in maniera egregia le più teste convocate per esaminare approfonditamente la materia. Quello che ci rammarica di più è il fatto secondo il quale è noto a tutti il modo come è classificato l investigatore privato e quali sono i limiti e le difficoltà in cui versa e quindi con comprendiamo le linee guida del DM. LE CAUZIONI - Giova ricordare prima di entrare nel merito di alcuni punti del DM che la globalizzazione, il libero esercizio, le agevolazioni alle imprese, gli sforzi per rilanciare l economia, sono strumenti utili per dare impulso alla competitività, per fornire servizi adeguati a costi contenuti. Il rilancio economico passa attraverso la maggiore domanda inseguita da una crescente offerta. Un principio ineludibile per la crescita economica a cui nessuno può sottrarsi. Il primo grosso scoglio avversato dalla maggior parte degli investigatori privati riguarda le cauzioni. Tutti auspicavano e condividevano una regolamentazione ma così non è stato. L applicazione delle tariffe cauzionali è un vero salasso. E deludente, per noi, constatare che la materia è stata affrontata senza rendersi conto dell aggravio di costi. L irritualità dei maggiori costi non legittima una sana competitività ma una logica discriminazione il cui unico comun denominatore è il vil denaro. Chi avrà maggiori risorse economiche potrà trarre beneficio in danno di tante famiglie. Riesce difficile comprendere qual é la ratio. 4

5 MACRO AREE OPERATIVE - Risulta di difficile interpretazione la suddivisione delle macroaree, visto e considerato il loro evidente collegamento ai maggior esborsi. Quantunque il titolare della licenza ex art.134 possegga i titoli accademico-tecnico-teorici sarà costretto a versare cauzioni e/o immobilizzare risorse finanziarie per poter esercitare la propria professione. Ci pare di capire che non esiste nessun rapporto di competenza professionale con le macroaree operative e ci pare di capire che alla lunga la nostra professione subirà un taglio la cui causa non sarà dettata dal mercato ma dalle risorse finanziarie. L attività investigativa E E DEVE ESSERE UNICA, ovverosia l autorizzazione deve abilitare l investigatore privato a svolgere investigazioni senza distinguo o con illogiche suddivisioni per ambito come scaturito dalla fervida ma irrazionale fantasia di chi le ha ideate. DIVIETO DI ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE PRESSO IL DOMICILIO E GLI STUDI LEGALI - Nulla questio, come ovvio che sia, per il domicilio privato - Per quanto riguarda lo studio legale, è evidente che la lacuna è collegabile solo alla datazione del TULPS. Oggi, i fatti vanno in modo diverso. Non si comprende la deroga/divieto per gli studi legali. Non sono essi professionisti come tutta le altre categorie regolate dagli albi/ordini? Non crediamo che si voglia anteporre il segreto professionale dell avvocato ( tra l altro lo hanno anche gli ingeneri, i commercialisti, i medici, ect.) al mero esercizio di controllo della P.S. E ci pare pure di capire che l investigatore, a parte lo studio legale, potrebbe accasarsi presso qualunque altra sede senza distinzione alcuna. 5

6 TITOLI PROFESSIONALI - Ciò che rende, illogico e disparitario è la parte che riguarda gli investigatori già titolati quindi con diritto acquisito. Non è certo prevaricante l obbligo di aggiornarsi ma riteniamo illogico che un investigatore qualificato per esperienza acquisita sul campo e magari autorizzato da soli quattro anni debba frequentare un corso riparatore che avrebbe la presunzione di parificare la laurea o colmare un esperienza di cinque anni. Ci pare oltremodo illogico il fatto secondo cui basterà frequentare il corso riparatoreparificatore per poi imporre all investigatore di scegliere le macro aree professionali solo in base alla propria disponibilità economica. Ci spiace dover supporre che la parte formativa ha più l esigenza di portare acqua al mulino - in favore di coloro che vorranno accreditarsi presso il dicastero, posto che i corsi potranno essere svolti sia da strutture private che dalle Regioni o enti Universitari. Auguriamoci inoltre che i giovani laureati nelle varie facoltà di Scienze dell Investigazione siano stati informati che, per poter ambire al tanto sospirato titolo di Polizia, oltre al patrimonio CULTURALE ed a quello PRATICO, debbano aver anche un patrimonio ECONOMICO da immobilizzare. Gli stessi neo laureati dovranno inoltre fare i conti con gli investigatori, presso i quali effettueranno il tirocinio, al momento della valutazione negativa. A chi si appelleranno per far apprezzare le qualità che l investigatore non ha saputo valutare positivamente? Altro punto che ci vede perplessi è quello relativo al tirocinio per coloro i quali aspirano ad ottenere la licenza per effettuare indagini penali. Essendo l investigatore, già autorizzato, l unico titolato ad effettuare indagini penali, cosa potrà delegare al tirocinante? 6

7 ATTIVITA NON PERTINENTI ALLA PROFESSIONE DI INVESTIGATORE PRIVATO - Il riferimento riguarda la lett avi) del comma dell art.5 del DM attività previste da leggi speciali o decreti ministeriali, caratterizzate dalla presenza stabile di persone dipendente presso i locali del committente. La norma, la quale non è ne minimamente, men che mai genericamente, disciplinata dal TULPS, è stata messa lì affinché taluni possano trarre beneficio per svolgere mansioni più tipicamente vicine alla vigilanza armata e non. Anche in questo caso la norma è illogica e quanto mai inapplicabile perché se da una parte si chiede la cauzione di 5000 euro dall altra è imbarazzante pensare che una cifra così irrisoria possa colmare la responsabilità di attività previste da leggi speciali o decreti ministeriali, caratterizzate dalla presenza stabile di persone dipendente presso i locali del committente leggasi guardie del corpo. Perché è di questo che stiamo parlando. RUOLO INVESTIGATORI PRIVATI DIPENDENTI - E di difficile interpretazione la ratio della norma. L unica cosa chiara e che l investigatore-datore di lavoro può decidere liberamente se concedere o meno l assenso favorevole sul futuro del proprio dipendente. Ci chiediamo come verrà disciplinata la meritocrazia che, tra le altre cose, risiede solo nel datore di lavoro. - Ministro Maroni ci perdoni se Le facciamo rilevare un altra incongruenza. Il 28 gennaio 2011 ( ma già se ne parlava a dicembre 2010 quando la S.V. aveva già firmato il DM) le sigle sindacali UGL terziario, UGL sicurezza, Federterziario e la AISS (sic!) hanno gettato le basi per il nuovo CCNL previsto anche per gli investigatori privati. Ci perdoni, ma riesce incomprensibile capire tanta tempestività. Non capiamo cos é la ENBISIT ente bilaterale alla quale è riservato un onere di tutto rispetto. Poi ci è ancora 7

8 complicato sapere che altra associazione EMBISI (noti la straordinaria somiglianza), formata da alcuni soci della Federpol, guarda caso l unica titolata a partecipare ai lavori della commissione centrale, abbia avuto un ruolo da protagonista nella stesura della bozza del DM. Dovremmo a questo punto ringraziare sia il TAR Lazio che Il Consiglio di Stato che hanno oggettivamente cassato l associazione e gli scopi che la stessa si era prefissa. Per la parte di specifica competenza, inoltre, Onorevole Ministro Maroni, questa nostra modesta illustrazione attiene alla problematiche di cui è cenno nella parte iniziale e noi ci facciamo carico di farle sentire la voce dei molti colleghi preoccupati del loro futuro professionale e per le loro famiglie. Siamo convinti che Ella vorrà ascoltarci e pertanto chiediamo di incontrarla nell immediato con l occasione di dipanare la matassa del DM e di tutte quelle altre criticità che frenano lo sviluppo della nostra professione. Il nostro è un lavoro fuori dal comune e dunque dobbiamo essere in grado di fornire un adeguato servizio all utenza. Ma ci domandiamo: come è possibile continuare in questa direzione se ci vengono negati ovvi diritti/doveri? Sig. Ministro, l abusivismo nel nostro settore è dilagante, tutti credevamo che il DM avrebbe provveduto ad arginare questo mostro ma così non è! Tanto per farle un esempio. Lei è a conoscenza del fatto che per ottenere un certificato dalla Motorizzazione dobbiamo litigare con gli uffici che assurgendosi a tutori della privacy dobbiamo dare faticanti spiegazioni? Per poi scoprire su internet che spopolano siti di società che sono in grado di fornire ogni informazione? Che razza di investigatori siamo se non possiamo risalire al proprietario di un auto? Ci si domanda perché mai è stata creata una macro area professionale proprio nel settore assicurativo, aggravata dalla cauzione sulla cauzione, e, al contrario, non è stato chiarito il diritto/dovere di accedere alla banca dati della Motorizzazione? Il caso è sintomatico e potremmo esporne di altri fino a raggiungere l incredulità. 8

9 Dunque è ovvio che il potenziale cliente anziché preferire un professionista si rivolge all amico, al parente, all amico dell amico, al partente del parente del parente, che può sapere illegalmente il dato a noi impedito. Non v è dubbio che è sottile la linea che demarca la tutela della privacy e le informazioni per uso investigativo ma è altrettanto vero che una regolamentazione chiara, corretta e sanzionatrice quanto basta, porterebbe ad un uso proprio del ridetto diritti/doveri. Ministro sa quanti finti-investigatori ogni giorno invadono la privacy altrui? Tanti è impressionante. Ripassando dal tandem amico-parente-amico dell amico-parente del parente, Lei non ha idea di quanti si cimentano nelle investigazioni. Ma il dato allarmante, che supera ogni immaginazione, è che quelle informazioni carpite senza essere autorizzati vengono utilizzate per scopi per nulla lusinghieri e, spesso si rasenta l estorsione. Il nostro non è un capriccio nascosto dietro il presunto diritto investigativo e men che mai siamo propensi a prestarci violando la privacy altrui, ma è solo l esigenza di poter esercitare la nostra professione in maniera trasparente. Tenendo conto, altresì, che i nostri mandati sono tutti obbligatoriamente riportati sull apposito registro di P.S., ove vengono trascritte le generalità complete del mandante con relativi estremi del documento, e che ci possono essere richieste soltanto prestazioni necessarie a tutelare un diritto in sede giudiziale, ci sono, pertanto, tutti i presupposti che venga tutelata la privacy. Il DM da questo punto di vista non ci aiuta affatto! E che dire del perverso meccanismo burocratico in merito alla denuncia dell attività? Per esercitare abbiamo l obbligo di iscriverci alla CCIAA settore terziario e, conseguentemente, alla sezione ordinaria dell Inps settore commercio. Cioè Onorevole Ministro, da un lato restiamo ancorati al 134 tulps unitamente alla vigilanza e agli informatoti commerciali e dall altro equiparati ai commercianti. Nel nostro panorama economico ci pare che non risultino professioni così tanto contese. Al contrario, basta essere un lavoratore autonomo e come d incanto i vincoli burocratici si riducono alla stessa stregua delle numerose attività professionali di tipo ordinistico. E ancora, che dire dell impossibilità di accedere a forme di incentivi per le aziende. Mai che si proponga una linea di agevolazioni i cui requisiti generali diano spazio alle agenzie investigative. 9

10 10

Consiglio di Stato NUMERO AFFARE 04251/2010. Sezione Consultiva per gli Atti Normativi Adunanza di Sezione del 25 ottobre 2010 LA SEZIONE

Consiglio di Stato NUMERO AFFARE 04251/2010. Sezione Consultiva per gli Atti Normativi Adunanza di Sezione del 25 ottobre 2010 LA SEZIONE Numero 05140/2010 e data 24/11/2010 R E P U B B L I C A I T A L I A N A Consiglio di Stato Sezione Consultiva per gli Atti Normativi Adunanza di Sezione del 25 ottobre 2010 NUMERO AFFARE 04251/2010 OGGETTO:

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI. Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali

ATTI PARLAMENTARI. Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali ATTI PARLAMENTARI Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali DOCUMENTI COMMISSIONE I MERCOLEDÌ 22 MARZO 2000 Presidenza del Presidente ROSA JERVOLINO RUSSO Interviene il Ministro

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE AUDIZIONE DEL 6 LUGLIO 2010 - ORE 12.30 ISTANZE UNIREC PER LA MODIFICA DELL ARTICOLO 128 UNDECIES 2 DELLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELLA

Dettagli

Il Segretario Generale

Il Segretario Generale Il Segretario Generale Roma 25 ottobre 2010 On.le Roberto MARONI Ministro dell Interno ROMA Prefetto Antonio MANGANELLI Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza ROMA Con l ormai tristemente

Dettagli

CITTA DI CANELLI Provincia di Asti

CITTA DI CANELLI Provincia di Asti CITTA DI CANELLI Provincia di Asti ALLEGATO Si attesta che il presente documento, composto di 13 pagine, è allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale numero 13 del 08/04/2002 quale parte integrante.

Dettagli

Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo

Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.bxm.a.a.a.a 1 di 2 27/12/2011 17.02 Giu 23 2011 Lettera al Comparto Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo Ogni giorno nel nostro Paese migliaia di cittadini

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato DECISIONE R E P U B B L I C A I T A L I A N A N.294/2008 Reg. Dec. N. 6113 Reg. Ric. Anno 2005 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la seguente

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) DECISIONE

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) DECISIONE 5721/2010 R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente DECISIONE Sul ricorso numero di registro

Dettagli

All attenzione. Presidente Nazionale CNPI Dr. Jogna Giuseppe c/o Presidenza CNPI Via di San Basilio 72 00187 Roma

All attenzione. Presidente Nazionale CNPI Dr. Jogna Giuseppe c/o Presidenza CNPI Via di San Basilio 72 00187 Roma All attenzione Ministro dell Istruzione, Università e Ricerca Prof. Francesco Profumo Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Viale di Trastevere 76 00153 Roma Presidente Nazionale CNPI Dr. Jogna

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo regionale per il Lazio Sez.II Bis ha pronunciato la seguente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo regionale per il Lazio Sez.II Bis ha pronunciato la seguente SENTENZA T.A.R. LAZIO - ROMA - SEZIONE II BIS - Sentenza 24 marzo 2004 n. 2782 Pres. Giulia, est. De Michele Consiglio Nazionale dei Periti Industriali (Avv. Fauceglia) c. Ministero dell ambiente ; Ministero dell

Dettagli

Consiglio di Stato Sezione quarta - decisione 5 aprile-5 ottobre 2005, n. 5353 Presidente Venturini Relatore Saltelli Ricorrente Galeno

Consiglio di Stato Sezione quarta - decisione 5 aprile-5 ottobre 2005, n. 5353 Presidente Venturini Relatore Saltelli Ricorrente Galeno La scuola di specializzazione vale un anno di pratica forense Scuole Bassanini, la frequenza vale un anno di pratica. Lo ha ribadito la quarta sezione del Consiglio di Stato con la decisione 5353/05 (depositata

Dettagli

DOCUMENTO INGEGNERI DIPENDENTI

DOCUMENTO INGEGNERI DIPENDENTI DOCUMENTO INGEGNERI DIPENDENTI ASSEMBLEA PRESIDENTI DEL 7 SETTEMBRE 2010 CONGRESSO NAZIONALE DEGLI ORDINI PROVINCIALI A TORINO GLI INGEGNERI IN ITALIA L evoluzione dell ingegneria negli ultimi decenni,

Dettagli

Qualche dato sulla magistratura onoraria

Qualche dato sulla magistratura onoraria Lo stato dell arte Da un punto di vista definitorio i giudici onorari sono soggetti abilitati alla giurisdizione non appartenenti all ordine dei giudici professionali. La loro esistenza nel nostro ordinamento

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 677 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI Disciplina della professione di investigatore

Dettagli

VIGILANZA PRIVATA: GLI ASPETTI GIUSLAVORISTICI DEL NUOVO DM SULLA CAPACITA TECNICA.*

VIGILANZA PRIVATA: GLI ASPETTI GIUSLAVORISTICI DEL NUOVO DM SULLA CAPACITA TECNICA.* VIGILANZA PRIVATA: GLI ASPETTI GIUSLAVORISTICI DEL NUOVO DM SULLA CAPACITA TECNICA.* L attività di lavoro svolta alle dipendenze degli istituti di vigilanza privata è tuttora regolata da alcune norme presenti

Dettagli

Assemblea Annuale ANIA. Roma, 1 luglio 2008. Intervento del Presidente dell ISVAP, Giancarlo Giannini

Assemblea Annuale ANIA. Roma, 1 luglio 2008. Intervento del Presidente dell ISVAP, Giancarlo Giannini Assemblea Annuale ANIA Roma, 1 luglio 2008 Intervento del Presidente dell ISVAP, Giancarlo Giannini Autorità, Signore e Signori, Innanzitutto ringrazio l ANIA per l invito a partecipare all assemblea annuale

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. Roma - Prima Sezione SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. Roma - Prima Sezione SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio Roma - Prima Sezione nelle persone dei Magistrati: Dott. Giorgio Giovannini Dott. Antonino Savo Amodio

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni regolamentate

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI

ORDINE DEGLI AVVOCATI Prot. n. 405 Latina, 27 febbraio 2014 Ill.mo Dott. Giuseppe D Auria Presidente f.f. Tribunale di Latina E p.c. Gent.ma Dott.ssa Franca Battaglia Dirigente Amministrativo del Tribunale di Latina Oggetto:

Dettagli

Modera Antonio POLITO Direttore del Quotidiano Il Riformista" Intervento del Segretario generale Cisl Raffaele Bonanni

Modera Antonio POLITO Direttore del Quotidiano Il Riformista Intervento del Segretario generale Cisl Raffaele Bonanni Forum La partecipazione dei lavoratori nelle imprese, promosso dal Quotidiano Il Riformista e Cisl, Roma 13 giugno 2008 c/osenato della Repubblica - Sala Capitolare Chiostro del Convento di S. Maria sopra

Dettagli

Über uns Ausbildung Zulassung Mitglieder Fortbildung ReNo Azubi Bürger Aktuelles. Über uns. www.rechtsanwaltskammer-ffm.de

Über uns Ausbildung Zulassung Mitglieder Fortbildung ReNo Azubi Bürger Aktuelles. Über uns. www.rechtsanwaltskammer-ffm.de Über uns Secondo la legge federale relativa alla professione di avvocato, l Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno è un organo di diritto pubblico che esercita le proprie funzioni in amministrazione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

VADEMECUM ODONTOIATRI

VADEMECUM ODONTOIATRI 1 VADEMECUM ODONTOIATRI INDICE 1) Introduzione 2) Normativa e Codice Deontologico 3) Come si diventa Odontoiatra 4) L iscrizione all Albo 5) I compiti e le funzioni dell Ordine professionale 6) La libera

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

INTERESSI LEGALI (art. 1284 codice civile e successive modificazioni) dal al Interesse legale disposizione normativa

INTERESSI LEGALI (art. 1284 codice civile e successive modificazioni) dal al Interesse legale disposizione normativa IN BREVE n. 48/2007 a cura di Marco Perelli Ercolini INTERESSI LEGALI A partire dal prossimo gennaio varia il saggio degli interessi legali di cui all'art. 1284 del codice civile in base Decreto del 12.12.2007

Dettagli

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance INDICE Esame di Stato dei Revisori legali e Registro revisori legali Direttiva n. 2014/56/UE Modifica direttiva 2006/43/CE Enti di interesse pubblico regolamento UE n. 537/2014 Formazione continua del

Dettagli

L UFFICIO PER IL PROCESSO

L UFFICIO PER IL PROCESSO L UFFICIO PER IL PROCESSO Il progetto: uno staff di supporto al lavoro del magistrato e uno strumento per migliorare la qualità del servizio ai cittadini. Alle luce di numerose e positive esperienze maturate

Dettagli

ASLA. Intervento dell'avv. Giovanni Lega, Segretario Generale di ASLA, al Congresso Nazionale Forense -- Milano, 11 novembre 2005

ASLA. Intervento dell'avv. Giovanni Lega, Segretario Generale di ASLA, al Congresso Nazionale Forense -- Milano, 11 novembre 2005 ASLA Intervento dell'avv. Giovanni Lega, Segretario Generale di ASLA, al Congresso Nazionale Forense -- Milano, 11 novembre 2005 Egregi Colleghi, sono davvero grato per l'invito a parlare dinnanzi a questo

Dettagli

La professione di avvocato

La professione di avvocato La professione di avvocato Prima di illustrare brevemente le poche regole che governano l accesso alla professione, mi soffermerei, altrettanto brevemente, a parlare con parole semplici di questa professione,

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo)

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) Conversione in legge del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l'efficientamento energetico dell'edilizia scolastica e universitaria,

Dettagli

08.036 Contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali (iniziativa sull'avvocato degli animali). Iniziativa popolare

08.036 Contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali (iniziativa sull'avvocato degli animali). Iniziativa popolare 08.036 Contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali (iniziativa sull'avvocato degli animali). Iniziativa popolare ARGUMENTI PRO ARGOMENTI PRO L AVVOCATO DEGLI ANIMALI

Dettagli

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente -

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE " -

Dettagli

Disegno di Legge sulla disciplina dei licenziamenti collettivi.

Disegno di Legge sulla disciplina dei licenziamenti collettivi. Disegno di Legge sulla disciplina dei licenziamenti collettivi. Onorevoli colleghi!- Il presente disegno di legge nasce dalla volontà di rivedere la normativa dei licenziamenti collettivi, come si sono

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del D.Lgs del 31 marzo 1998, n 112 art. 19 L.

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del D.Lgs del 31 marzo 1998, n 112 art. 19 L. Spazio per timbro di protocollo AL SIG. SINDACO del Comune di BARBARANO VICENTINO Ufficio Commercio - Polizia Amministrativa DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163

Dettagli

AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA

AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA (esercitazioni della giovane avvocatura) AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA La Corte di Giustizia europea ha recentemente affrontato il tema che riguarda la possibilità della

Dettagli

TABELLA DELLE OPERAZIONI E DELLE TARIFFE

TABELLA DELLE OPERAZIONI E DELLE TARIFFE TABELLA DELLE OPERAZIONI E DELLE TARIFFE Praticate nell Agenzia d Affari denominata P. IVA con sede in allegata alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività presentata al Comune di Villorba (TV) in

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato DECISIONE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato DECISIONE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente DECISIONE sul ricorso in appello n. 11911/2001, proposto dalla Federazione

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

DISCORSO ASSEMBLEA CAPITOLINA 20 SETTEMBRE 2013. Signor Presidente, signore e signori Assessori, signore e

DISCORSO ASSEMBLEA CAPITOLINA 20 SETTEMBRE 2013. Signor Presidente, signore e signori Assessori, signore e DISCORSO ASSEMBLEA CAPITOLINA 20 SETTEMBRE 2013 Signor Presidente, signore e signori Assessori, signore e signori Consiglieri dell Assemblea Capitolina, ho ritenuto doveroso intervenire in questa sede,

Dettagli

Iniziativa parlamentare Diritto del lavoro. Aumento del valore litigioso per le procedure gratuite (Thanei)

Iniziativa parlamentare Diritto del lavoro. Aumento del valore litigioso per le procedure gratuite (Thanei) 97.417 Iniziativa parlamentare Diritto del lavoro. Aumento del valore litigioso per le procedure gratuite (Thanei) Rapporto della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale dell 8 maggio

Dettagli

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense Egregio Collega, il tuo quesito, in buona sostanza, è il seguente: In base alla normativa vigente, sono ripetibili dal soccombente le spese generali e/o forfettarie non liquidate dal Giudice nella sentenza?

Dettagli

R ELAZIONE DEL PRESIDENTE

R ELAZIONE DEL PRESIDENTE R ELAZIONE DEL PRESIDENTE Assemblea degli iscritti anno 1999 Il 1998 è stato caratterizzato da grandi attese e da rinvii infiniti per la professione infermieristica, accompagnato da eventi importanti per

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

Indicazioni operative per l affidamento dei servizi di vigilanza privata Consultazione pubblica Osservazioni pervenute

Indicazioni operative per l affidamento dei servizi di vigilanza privata Consultazione pubblica Osservazioni pervenute Autorità Nazionale Anticorruzione Indicazioni operative per l affidamento dei servizi di vigilanza privata Consultazione pubblica Osservazioni pervenute Elenco dei soggetti che hanno inviato contributi

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Un giorno in SENATO Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al Senato o alla Camera, di un progetto di legge;

Dettagli

NOTE SUL DECRETO DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA REVISIONE

NOTE SUL DECRETO DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA REVISIONE NOTE SUL DECRETO DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA REVISIONE febbraio 2010 AMBITO DI INTERVENTO DEL DECRETO DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA REVISIONE Il decreto di attuazione della direttiva revisione (2006/43/CE)

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 2889 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore DANIELI Paolo COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 6 APRILE 2004 Norme sulla responsabilità del medico e delle strutture

Dettagli

CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività. numero di iscrizione e codice fiscale e partita IVA 08445410015 * * * * *

CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività. numero di iscrizione e codice fiscale e partita IVA 08445410015 * * * * * CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività esterna, con sede in Torino, Via Bogino n. 9, con il fondo consortile di 1.600.000.=, versato per 1.570.000.=, iscritto al Registro Imprese

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma, 17 maggio 2012 A tutti gli Iscritti all Albo e p.c. Al Consiglio dell Ordine Nazionale degli Attuari Ai Comitati Regionali All Istituto Italiano degli Attuari Prot. n. 066/2012

Dettagli

GLI ACCESSI ISPETTIVI NEGLI STUDI NOTARILI E LA GESTIONE DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE NEI CONFRONTI DEI NOTAI DOPO IL D.LG.VO 1 AGOSTO 2006 N.249.

GLI ACCESSI ISPETTIVI NEGLI STUDI NOTARILI E LA GESTIONE DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE NEI CONFRONTI DEI NOTAI DOPO IL D.LG.VO 1 AGOSTO 2006 N.249. Roma, 6 agosto 2008 Al Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato Al Presidente del Consiglio Notarile Distrettuale Ai Signori Notai membri delle Co.re.di. Ai Signori Notai italiani SEMINARIO di

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI LA SCUOLA La Scuola di specializzazione per le professioni legali nasce nel 2001 su iniziativa dell Università degli Studi di Pavia e dell Università

Dettagli

in nome della Segreteria Provinciale e Locale del Sindacato Autonomo di Polizia

in nome della Segreteria Provinciale e Locale del Sindacato Autonomo di Polizia Segreteria Provinciale Parma Via Burla 5, 43122 mail: sappe.parma@tiscali.it Tel. 335/6570371 Fax 1786009319 All Ecc.mo Signor Presidente della Commissione Giustizia del Senato della Repubblica Oggetto:

Dettagli

AL SIG. SINDACO del Comune di CUNEO

AL SIG. SINDACO del Comune di CUNEO Il modulo è da presentare in DUE ORIGINALI, uno dei quali timbrato dall Ufficio competente, dovrà essere tenuto presso l esercizio a disposizione degli Organi di Vigilanza e costituisce titolo per l esercizio

Dettagli

Il Decreto Legislativo 81/2008 e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Il Decreto Legislativo 81/2008 e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Il Decreto Legislativo 81/2008 e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Edizione 2009 Testo realizzato da: Silvia Maria Squarcina Responsabile Processo Prevenzione Sede INAIL di Parma Giovanna

Dettagli

La scelta della forma giuridica

La scelta della forma giuridica La scelta della forma giuridica Classe quarta A IGEA Prof. Luigi Trojano 1 Introduzione Quando si intraprende una attività aziendale, il primo passo da compiere è quello relativo alla scelta se avviare

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA BOZZA SENATO DELLA REPUBBLICA XIII LEGISLATURA N. 4453 DISEGNO DI LEGGE d'iniziativa del senatore NOVI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 3 FEBBRAIO 2000 (*) Consorzio delle Compagnie Assicurative ÐÐÐÐÐÐÐÐ

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE D iniziativa dei senatori: D Adda Erica,Chiti Vannino, Corsini Paolo, Dirindin Nerina, Filippi Marco, Fornaro Federico, Gatti Maria Grazia, Gotor

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2601 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MAZZOCCHI, ANGELI, BARBA, BARBIERI, BIASOTTI, BOSI, CASSINELLI, CASTIELLO, CATONE, COLUCCI,

Dettagli

Corte di Appello di Genova - 27 maggio 2011 n. 545 - Pres. De Angelis - Rel. Ponassi M. A. (Avv. Bennati) - INPS (Avv. Capurso).

Corte di Appello di Genova - 27 maggio 2011 n. 545 - Pres. De Angelis - Rel. Ponassi M. A. (Avv. Bennati) - INPS (Avv. Capurso). Lavoro (rapporto di) Contratto a progetto - Mancanza del requisito della specificità del progetto - Effetto legale automatico di conversione in rapporto di lavoro subordinato. Corte di Appello di Genova

Dettagli

ORIENTAMENTO ALLA PROFESSIONE PSICOLOGO Catania 27 Maggio 2010 L ATTIVITA PROFESSIONALE DELLO PSICOLOGO:

ORIENTAMENTO ALLA PROFESSIONE PSICOLOGO Catania 27 Maggio 2010 L ATTIVITA PROFESSIONALE DELLO PSICOLOGO: ORIENTAMENTO ALLA PROFESSIONE PSICOLOGO Catania 27 Maggio 2010 L ATTIVITA PROFESSIONALE DELLO PSICOLOGO: Figure professionali Codice deontologico Pubblicità (Informazione) sanitaria tariffario P.E.C. Dr.

Dettagli

L ADEGUAMENTO AI SENSI DEL D.M. 37/08

L ADEGUAMENTO AI SENSI DEL D.M. 37/08 L ADEGUAMENTO AI SENSI DEL D.M. 37/08 E da tempo diffusa l esigenza, manifestata dalle imprese operanti nel settore, che si proceda ad un aggiornamento delle posizioni delle stesse, e quindi delle visure

Dettagli

Manutenzione degli impianti elettrici : verifiche obbligatorie per la sicurezza sul lavoro.

Manutenzione degli impianti elettrici : verifiche obbligatorie per la sicurezza sul lavoro. Manutenzione degli impianti elettrici : verifiche obbligatorie per la sicurezza sul lavoro. L impianto elettrico è parte integrante di ogni realtà, sia essa produttiva che abitativa. L esecuzione degli

Dettagli

forma pura o spuria, in relazione all art. 1917 c.c. (* cfr. note); nonché sugli standards dei livelli di pagamento dei premi.

forma pura o spuria, in relazione all art. 1917 c.c. (* cfr. note); nonché sugli standards dei livelli di pagamento dei premi. COMUNICATO STAMPA AVVOCATI, OUA: la nuova normativa sull obbligo di assicurazione professionale rischia di essere inutile senza adeguati decreti attuativi. serve chiarezza su obbligo a contrarre, oggetto

Dettagli

SENTENZA N. 126 ANNO 2014 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Gaetano SILVESTRI

SENTENZA N. 126 ANNO 2014 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Gaetano SILVESTRI SENTENZA N. 126 ANNO 2014 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Gaetano SILVESTRI Presidente - Luigi MAZZELLA Giudice - Sabino CASSESE - Giuseppe

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato DECISIONE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato DECISIONE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente N. 5091/06 Reg.Dec. N. 7869 Reg.Ric. ANNO 2001 DECISIONE sul ricorso

Dettagli

N. 333-A/U.C./ 9825.2 Roma, 13 maggio 2008

N. 333-A/U.C./ 9825.2 Roma, 13 maggio 2008 N. 333-A/U.C./ 9825.2 Roma, 13 maggio 2008 OGGETTO: circolare in materia di termini per l avvio e la conclusione del procedimento disciplinare connesso a fatti che hanno costituito oggetto di un procedimento

Dettagli

19 Dei prestatori d opera e dei direttori di stabilimenti TITOLO IV

19 Dei prestatori d opera e dei direttori di stabilimenti TITOLO IV 203 R.D. 6 MAGGIO 1940, N. 635 19 Dei prestatori d opera e dei direttori di stabilimenti [248] (1). (1) Art. abrogato ex d.lgs. 13-7-1994, n. 480 (art. 13). TITOLO IV 248-250 Delle guardie particolari

Dettagli

3. L'accesso a gare pubbliche ovvero accesso al progetto di incarico pubblico.

3. L'accesso a gare pubbliche ovvero accesso al progetto di incarico pubblico. Manifesto V(V)CM Lo scenario professionale per i giovani architetti italiani è fortemente deludente. Questa condizione di disagio non deriva solo dalla attuale situazione economica, nazionale e globale,

Dettagli

Al Sig. Capo del Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria Pres. Luigi Birritteri

Al Sig. Capo del Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria Pres. Luigi Birritteri Al Sig. Ministro della Giustizia On.le Angelino Alfano Al Sig. Sottosegretario di Stato Sen. Giacomo Caliendo Al Sig. Capo del Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria Pres. Luigi Birritteri Al Sig.

Dettagli

Requisiti e ruolo del mediatore: alcune riflessioni

Requisiti e ruolo del mediatore: alcune riflessioni Requisiti e ruolo del mediatore: alcune riflessioni ottobre 2012 A cura della Commissione Arbitrato e conciliazione Presidente Flavia Silla Segretario Jacopo Donatti Componenti Marcella Caradonna Paolo

Dettagli

LA SALUTE E LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DOPO IL DECRETO LEGISLATIVO 626

LA SALUTE E LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DOPO IL DECRETO LEGISLATIVO 626 LA SALUTE E LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DOPO IL DECRETO LEGISLATIVO 626 Introduzione pag. 02 Quali sono i lavoratori tutelati dal 626? pag. 04 Il datore di lavoro pag. 05 Il responsabile del servizio

Dettagli

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE Seminario di formazione LE INDAGINI FINANZIARIE Milano, 1 luglio 2008 L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando Il ricorso per annullamento di atti, quale tipico ricorso giurisdizionale amministrativo, consta di quattro parti essenziali, oltre accessori ed eventuali: intestazione dell atto, premessa di fatto, motivi

Dettagli

Voglio adesso esaminare l esigenza del riconoscimento in Italia di titoli e abilitazioni professionali straniere.

Voglio adesso esaminare l esigenza del riconoscimento in Italia di titoli e abilitazioni professionali straniere. La Dichiarazione di valore in loco e il ruolo delle rappresentanze diplomatiche italiane all estero. Inizierò questa breve esposizione parlando del ruolo del Ministero degli Affari Esteri nel riconoscimento

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI -

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007 Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Cari Amici, come a tutti voi noto, presso la nostra sede nazionale

Dettagli

Resta pertanto da vedere quale competenza rimanga al giudice tutelare in seguito alla riferita norma. Non sembra possa dubitarsi che siano rimasti

Resta pertanto da vedere quale competenza rimanga al giudice tutelare in seguito alla riferita norma. Non sembra possa dubitarsi che siano rimasti L ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI MINORI Relatore: dott. Antonino Luigi SCARPULLA pretore della Pretura circondariale di Palermo Premessa. I. Nel nostro ordinamento giuridico non esiste una

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti:

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti: Giovedì 03 settembre 2015 ore 21:00 VERBALE DI RIUNIONE Presenti: - Carlo Di Marco - Giovanni Mazzoni - Marzia Sperandii - Rossana Puel - Stefania Segreti - Francesca Di Giacomo - Gabriella Vercelli -

Dettagli

Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT)

Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT) Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT) L articolo 4 prevede che, allo svolgimento in Italia di servizi trasfrontalieri e di quelli

Dettagli

dalla notifica del verbale n. 8763/2005, i dati personali e della patente del conducente, con

dalla notifica del verbale n. 8763/2005, i dati personali e della patente del conducente, con Sentenza n.360/05 Deciso il 22/12/05 Deposito il 02/02/06 Circolazione stradale Sanzioni - Contravvenzione per eccesso di velocità Contestazione in differita senza accertamento dell identità del conducente

Dettagli

Roma, 15 settembre 2012. Prot. 895/2012 Verbale n. 7. Ai Sigg.ri Presidenti dei Collegi TTSSRM e, p.c. Ai Sigg.ri Componenti del Comitato Centrale

Roma, 15 settembre 2012. Prot. 895/2012 Verbale n. 7. Ai Sigg.ri Presidenti dei Collegi TTSSRM e, p.c. Ai Sigg.ri Componenti del Comitato Centrale Prot. 895/2012 Verbale n. 7 Roma, 15 settembre 2012 Ai Sigg.ri Presidenti dei Collegi TTSSRM e, p.c. Ai Sigg.ri Componenti del Comitato Centrale Oggetto: Verbale lavori Comitato Centrale Firenze: 7 luglio

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1812/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1812/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1812/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 OGGETTO: Rinnovo della convenzione con l IRCCS Istituto Auxologico Italiano di Milano per lo svolgimento di tirocini pratico applicativi per il corso

Dettagli

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb.

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb. ACCORDO tra L Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Pesaro e Urbino e il dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo visto - la Legge 11 gennaio 1979, n. 12 recante Norme per l ordinamento

Dettagli

[Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario

[Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Prof. Avv. Pietro Sirena Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

Servizio Politiche giovanili, sociali e sportive, Politiche di genere Sociale - Ufficio politiche sociali

Servizio Politiche giovanili, sociali e sportive, Politiche di genere Sociale - Ufficio politiche sociali Servizio Politiche giovanili, sociali e sportive, Politiche di genere Sociale - Ufficio politiche sociali DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SENZA IMPEGNO DI SPESA Determinazione n 1292 del 31/03/2014 Oggetto:

Dettagli

Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno

Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno a cura dell Avv. Valentina Stefutti Il Ministero dell Interno, con nota circolare prot. 1795 del

Dettagli

la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la legge 23 ottobre 1992, n. 421; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo

Dettagli

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A 4 a COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) 17 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997 Presidenza del

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2003, n. 384. Attuazione della direttiva 2002/39/CE che modifica la direttiva 97/67/CE per quanto riguarda l ulteriore apertura alla concorrenza dei servizi postali della

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato FORMISANO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato FORMISANO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2155 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato FORMISANO Introduzione dell obbligo di contrarre a carico delle imprese di assicurazione

Dettagli

L e lauree biennali specialistiche per le professioni

L e lauree biennali specialistiche per le professioni editoriale Lauree specialistiche un traguardo importante per la professione Corsa ad ostacoli all italiana per l accesso Giovanni Muttillo, Presidente L e lauree biennali specialistiche per le professioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011 CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 6 luglio 2011 OGGETTO: Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell autotrasporto di cose per conto di terzi - Applicazione

Dettagli

Capo 1 Principi generali. Titolo I Affidamento ed integrità morale

Capo 1 Principi generali. Titolo I Affidamento ed integrità morale FEDERPOL Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, per le Informazioni e per la Sicurezza Presidenza Nazionale: I-10129 Torino (To) - Corso Duca degli Abruzzi, 42 Tel. 011/ 595894

Dettagli

SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO.

SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO. SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO. Paolo Gianni, Università di Pisa Chi fosse interessato ad un quadro chiaro ed esaustivo di cosa significhi valore legale di un titolo di studio, e della evoluzione

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli