1 EURO SETTIMANALE SABATO 11 LUGLIO 2015 ANNO IX NUMERO 28 QUESTO GIORNALE NON RICEVE ALCUN FINANZIAMENTO PUBBLICO IAGROALIMENTAREI IECONOMIAI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 EURO SETTIMANALE SABATO 11 LUGLIO 2015 ANNO IX NUMERO 28 QUESTO GIORNALE NON RICEVE ALCUN FINANZIAMENTO PUBBLICO IAGROALIMENTAREI IECONOMIAI"

Transcript

1 SETTIMANALE SABATO 11 LUGLIO 2015 ANNO IX NUMERO 28 QUESTO GIORNALE NON RICEVE ALCUN FINANZIAMENTO PUBBLICO 1 EURO Testata: Il Giornale dell Emilia Romagna - Iscritta al Tribunale di Reggio Emilia il 03/03/2006 al n IECONOMIAI IAGROALIMENTAREI ICOME SARÀ L ESTATEI Reggio Emilia guida la ripresa: è la prima città d Italia nella capacità di produrre valore. Lo dice uno studio di K Finance che ha analizzato un campione di ben aziende A PAGINA 7 Il Parmigiano Reggiano punta al mercato canadese con 50 mila forme di export all anno: l obiettivo è il raddoppio delle vendite nel prossimo quinquennio A PAGINA 6 Sei domande alla nostra sensitiva Bruna Becchi: Non ci sono soldi, il nostro Appennino è la meta più ambita. Da novembre i reggiani torneranno a sorridere di nuovo A PAGINA 34

2 TRASFORMA IL TUO DIESEL EL DIESEL + META EMA ANO DIESEL + METANO CON UN SISTEMA NUOVA VITA AI MOTORI DIESEL. Una tecnologia consolidata LANDIRENZO Diesel Dual Fuel è l innovativo sistema ad iniezione sequenziale progettato e prodotto da Landi Renzo per la conversione di motori diesel in motori in grado di lavorare con una miscela di gasolio e metano. Il sistema può essere installato su veicoli commerciali leggeri e su mezzi per il trasporto pesante consentendo un risparmio fino al 23% sul costo del carburante*. *dati variabili a seconda del veicolo e delle modalità di guida dello stesso Contatta l officina LANDIRENZO: CAR GAS di Barbaccini Mauro & C. Via Alva MyrdaL 9/A - Fraz. di Forche di Puianello Quattro Castella (RE) - Tel:

3 SABATO 11 LUGLIO 2015 I APPROFONDIMENTO DEL DIRETTORE Eutanasia: mancano norme adeguate Quando una malattia può considerarsi irreversibile? Come si fa a dire che una terapia è eccessiva e sproporzionata rispetto allo stato di salute del soggetto? Come tutelare il malato o il medico dal compimento di determinate azioni? Ogni volta che si parla di eutanasia si riaprono accesi dibattiti e polemiche, in quanto si tratta di una questione che ha valenza religiosa, sociale, politica, etica e soprattutto legislativa MAURIZIO COSTANZO E di qualche giorno fa la pronuncia della sentenza della Corte Europea dei diritti umani di Strasburgo, che ha autorizzato la sospensione della nutrizione e idratazione di un infermiere francese, Vincent Lambert. Lambert, nel 2008, lo ricordiamo, a causa di un incidente in motocicletta, aveva subito delle gravissime lesioni cerebrali, considerate dai medici irreversibili. La moglie di Vincent, insieme al medico che lo aveva seguito, avevano chiesto l autorizzazione affinché le autorità sanitarie interrompessero i trattamenti per tenere in vita l ex infermiere. Il Consiglio di Stato francese si era pronunciato favorevolmente a tale richiesta, considerando accanimento terapeutico tutti gli sforzi fatti per tenere in vita Lambert. Contro questa decisione hanno fatto ricorso i genitori di Vincent, che sperano alla fine di tenere in vita il figlio con altri trattamenti medici. Il caso Lambert è certamente uno dei più recenti, ma ogni volta che si parla di eutanasia si riaprono accesi dibattiti e polemiche, in quanto è una questione che ha valenza religiosa, sociale, politica, etica e soprattutto legislativa. La stessa parola eutanasia vuol dire buona morte e si configura quando intenzionalmente, attraverso la somministrazione di un farmaco o l interruzione di un trattamento medico, si provoca il decesso di un individuo la cui salute è gravemente compromessa ed è senza speranza di guarigione. Può essere volontaria, quando è richiesta direttamente dal soggetto interessato capace di intendere e volere o tramite testamento biologico oppure non-volontaria, quando è richiesta da un terzo soggetto. In Italia, il politico che si interessò a portare per la prima volta all attenzione del Parlamento la questione dell eutanasia, nel 1985, fu l onorevole Loris Fortuna, che lottò per la tutela della dignità del malato e per la disciplina dell eutanasia passiva, ma purtroppo quella proposta fu la prima di tante altre che furono accantonate. Le difficoltà ad affrontare un tema così scottante derivano dal fatto che, prima di arrivare ad una regolamentazione legislativa, vi sono molti altri concetti il cui significato complesso e contrastante andrebbe chiarito. Ad esempio, quando una malattia può considerarsi irreversibile? Come si fa a dire che una terapia è eccessiva e sproporzionata rispetto allo stato di salute del soggetto? Come tutelare il malato o il medico dal compimento di determinate azioni? Anche il diritto stesso alla vita comporta difficoltà interpretative, che si scontrano su un piano etico e giuridico in quanto, secondo alcuni, il diritto alla vita è inviolabile e quindi indisponibile anche per chi ne è titolare; per altri invece il diritto alla vita è libertà di scelta e di disporre di quei diritti che attengono alla sfera privata e che sono insindacabili. L unica discussione parlamentare che è stata molto vicina ad una conclusione è stata quella del testamento biologico, che è un documento in cui il soggetto interessato deve preventivamente dichiarare di non volersi sottoporre a determinati trattamenti terapeutici in caso di incidente o di malattia terminale. In Italia, ad alimentare il con- Maurizio Costanzo, direttore editoriale del nostro settimanale e di 4Minuti.it fronto sul testamento biologico, furono due casi in particolare: quello di Piergiorgio Welby, malato di distrofia muscolare in forma progressiva e di Eluana Englaro, che a seguito di un incidente stradale entrò in uno stato comatoso, che con gli anni si trasformò in uno stato vegetativo permanente. I due casi ebbero grande risonanza mediatica in quanto sia Welby che il papà di Eluana si batterono per una fine dignitosa, creando grandi contrasti tra vari esponenti del mondo religioso e politico. Molte legislature si sono succedute da allora, ma purtroppo, quando nel 2011 si era ad un passo da una regolamentazione legislativa, la proposta venne ancora una volta messa da parte, probabilmente a causa dell incertezza politica in cui versava l Italia in quel periodo. La questione dell eutanasia tocca temi profondi della sfera privata dell uomo: la vita e la morte. Non occuparsene, per evitare di cadere in errori di valutazione, è sbagliato, in quanto credo che solo un adeguato apparato di norme legislative potrebbe far ritrovare, a chi versa in condizioni fisiche gravissime, il diritto di libertà nella scelta, non solo della vita, ma soprattutto della qualità della vita. Direttore: Maurizio Costanzo La testata telematica che ti aggiorna direttamente nella tua informative inviate settimanalmente Più di 158 milioni di accessi al sito da Gennaio ad agosto 2014

4

5 SABATO 11 LUGLIO PRIMO PIANO Nonostante la Grecia l azionariato europeo resta la prima scelta La vittoria del no al referendum ellenico ha creato incertezza in una situazione che sembrava schiarirsi. Si è quindi innescata una protesta verso l Europa. Mario Draghi, però, sembra intenzionato a procedere senza esitazioni sulla strada del sostegno ai debiti sovrani Ora tutti auspicano un accordo fra i creditori e il governo Tsipras, ma se così non fosse la Grecia verrebbe accompagnata verso il default, con conseguenze gravi per tutti gli investitori Il consulente: L azionariato europeo darà ancora soddisfazioni. I prezzi di oggi possono fare gola, anche perché prima o poi questa situazione finirà e la crescita riprenderà da dove si è interrotta nei giorni scorsi DI LORENZO CHIERICI L ECONOMIA sta ripartendo e quindi il sentimento che attanagli aun po tutti, ora, non è la paura, ma l incertezza sul futuro. Il voto dei greci spiazza e non poco: se avesse vinto il sì, il popolo ellenico avrebbe magari vissuto un paio d anni di sacrifici, quei sacrifici che non hanno saputo fare prima, arrivando a questa situazione, mentre il popolo italiano, soprattutto sotto il Governo Monti, ha saputo stringere la cinghia, ma dopo quel periodo di ristrettezze, vista la generale, seppur lenta ripartenza dell economia, anche il popolo greco avrebbe esultato per essersi rimesso sulla strada giusta. Oggi, invece, ha vinto la protesta verso l Europa, verso il futuro, verso una rinascita, seppur graduale, ma possibile, a favore di un incertezza sull oggi e sul domani. La Grecia ha detto no all austerità e al piano di ex troika e Unione europea. Oltre il 61 per cento degli elettori ha votato contro il programma proposto dai creditori per risolvere la crisi del Paese. Netta vittoria del no sul sì che si ferma intorno al 40 per cento. A esprimersi per la linea dura, sostenuta dal governo Tsipras, circa il 70 per cento dei giovani, secondo un sondaggio delle emittenti locali. L affluenza ha raggiunto il 65 per cento. Ha vinto il no, ma ha vinto soprattutto il governo Tsipras che ha deciso di lasciare il tavolo dei negoziati per chiedere il parere degli elettori sulle proposte delle potenze europee. Una scelta da molti considerata azzardata e che ha messo in discussione la tenuta dello stesso esecutivo. Il premier ha deciso di non commentare il risultato dalla piazza, ma di fare il suo discorso in tv per parlare a tutta la nazione e dare un messaggio d unità al Paese: Abbiamo dimostrato - ha commentato il premier Alexis Tsipras - che non si può ricattare la democrazia. Ma non è una rottura con l Ue, domani ricominciamo a lavorare per uscire dalla crisi e per riportare alla normalità il sistema delle banche. Il ministro delle Finanze si è rivolto direttamente all Ue: Ora l Europa inizi a curare le sue e le nostre ferite. Il no è un sì alla democrazia e all Ue del benessere. ORA DRAGHI ACCELERA IL QUANTITATIVE EASING Dopo il voto politico greco, la Banca Centrale Europea accelererà in maniera decisa sulla strada del quantitative easing per dare respiro all Eurozona e cercare di allontanare lo spettro di una deflazione che fa paura. La questione del Quantitative Easing continua a caratterizzare la discussione sull euro e sulle difficoltà attraversate anche sui mercati dalla moneta unica. Dopo il crollo dei mercati interpretati da alcuni come una reazione preventiva all ipotesi di una vittoria di Syriza, le dichiarazioni di Tsipras relative alla assoluta volontà di mantenere il paese all interno dell Unione sembrano cominciare a fare effetto, con un leggero rasserenamento delle borse. Va infatti messo in rilievo come soprattutto i mercati e i titoli di Stato dei Paesi periferici della Zona Euro procedano a ritmi sostenuti in questo inizio del 2015, anche per effetto delle assicurazioni del presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, che sembra intenzionato a procedere senza esitazioni sulla strada del sostegno ai debiti sovrani. Dichiarazioni che hanno dato nuova linfa ai mercati finanziari, dopo la bufera di qualche giorno fa. L EUROPA PERO EVITI IL SUICIDIO COLLETTIVO Più che la vittoria netta di Alexis Tsipras emerge la sconfitta bruciante dell Europa, L integrità e l irreversibilità Azimut Intesa S.P. B.P. Emilia Mediobanca B. Popolare AZIONI: PRESE DI BENEFICIO % SU CHI AVEVA CORSO MOLTO giugno - 4,05-6,10-6,50-6,56-6,73 Inizio anno + 44, , , , ,12 fanno parte del Dna dell euro, che non contempla espulsioni, più o meno ben mascherate. Per questo Grexit equivarrebbe a un suicidio collettivo. Presto potrebbe rivelarsi incontrollabile il ballo delle Borse e degli spread sui mercati e i primi a soffrirne potrebbero essere i Paesi più deboli come Portogallo, Spagna e Italia, come sempre a vantaggio dei più forti. Questa volta gli investitori potrebbero però mostrarsi severi con l intera area a causa della comprovata incapacità, in 5 mesi di negoziati, di regolare un problema minore come quello greco (2% del Pil, 3% del debito): cosa succederebbe domani se il problema diventasse portoghese, spagnolo o italiano? Grexit rischierebbe di trasformarsi in un enorme boomerang per l Europa: e non solo perché, in un momento di insicurezze generalizzate dentro e fuori dalle sue frontiere, scaricherebbe un Paese di importanza geo-politica non marginale. Non solo perché, oltre a destabilizzare se stessa oscurando il proprio futuro, esporterebbe instabilità nell economia mondiale fragilizzando una ripresa che non riesce a irrobustirsi. Se anche la Germania, l indiscusso campione europeo, cresce poco sopra l 1%, forse sarebbe opportuna qualche autocritica sul modello europeo, sui suoi parametri, sulle sue regole e sui suoi tabù. Ci vuole la volontà politica di stare insieme senza ambiguità e senza retropensieri e, oggi più che, è necessaria un po di lungimiranza, non la rottura dei negoziati con Atene. MORTE ANNUNCIATA O SALVATAGGIO IN EXTREMIS? Il popolo greco ha deciso, ma quel no rischia di significare una morte annunciata, quella dell Unione Europea Unicredit Mediolanum B.P. Milano Upi Banca Bmps giugno - 7,12-7,26-7,91-7,95-10,24 Inizio anno + 12, , , ,46-7,45 e dei poteri forti, delle multinazionali, delle lobby, delle banche padrone e dell egemonia tedesca. Il problema è che il mercato segue quel flusso e i piccoli investitori, i piccoli azionisti che cercano di accrescere i loro risparmi, guardano alla borsa europea e fanno bene, perché tutte le indicazioni dei più importanti advisor finanziari indicano il mercato europeo come il mercato destinato a crescere di più, come ha fatto quello statunitense negli ultimi tre anni, il mercato che, grazie al Quantitative Easing di Mario Dragi, che alla fine risulterà il vero salvatore del continente, troverà le risorse per riprendersi. A questo punto, però, l Unione Europea non deve soffocare la ripresa e deve trovare l accordo con lo stato ellenico senza quindi perdere colpi e membri per strada. Se così fosse sarebbe la fine del progetto europa che si sgretolerebbe in un baleno e così i nostri investimenti. IL PARERE DELL ESPERTO «Secondo me il momento che sta attraversando l Europa per colpa della situazione greca non dovrebbe creare grossi danni - spiega un esperto consulente finanziario reggiano legato ad un importante istituto finanziari nazionale, di cui non si può rivelare il nome per deontologia professionale - Anzi, a mio avviso la crisi greca potrebbe essere un opportunità per comprare e mi sto ovviamente riferendo al mercato azionario. A mio avviso, infatti, la situazione dovrebbe raddrizzarsi, anche se non so in che tempi. Di certo non nei prossimi 10 giorni, in cui ci sarà un movimento degli indici piuttosto altalenamenti. Diciamo che per tutti coloro che amano il mordi e fuggi, potrebbe essere il momento giusto per realizzare guadagni non difficili, acquistando quando c è un IIL CONSIGLIOI E importante diversificare il portafoglio con azioni, fondi e obbligazioni a breve termine, ma è altrettanto importante appoggiarsi a un consulente di fiducia, visto che ogni persona reagisce in modo diverso alle fluttuazioni del mercato. Lasciarsi prendere dal panico è un grosso errore crollo e rivedendo il giorno dopo». Secondo lei ci sono titoli che potrebbero avere sviluppi interessanti? «Ce ne sono diversi importanti, come Enel, Eni, Fineco, Unicredit, Credem, Generali e Telecom ad esempio, titoli solidi che dovrebbero avere una ripresa importante nel momento in cui si calmeranno le acque». La vittoria del no, però, è stata abbastanza pensante, non trova? «Diciamo che era messa in preventivo, ma non lo era in questi termini: non si pensava infatti che il 61% della popolazione greca decidesse di rifiutare le condizioni imposte da Bruxelles. Le borse, infatti, sono scese all unisono. Ripeto, la mia impressione è quella che si tratti soltanto di un periodo, più o meno lungo che sia, ma non lunghissimo e l acquistare titolo di aziende solide e molto scambiati, per aver sempre la certezza di riuscire a venderli secondo le nostre aspettative, potrebbe essere un opportunità interessante di investimento». E i fondi, invece, soprattutto quelli azionari, come reagiranno? «Il discorso è diverso perché ogni fondo ha una propria strategia. Diciamo che, così come magari sentono meno il contraccolpo in discesa, nel momento della riprartenza, potrebbero partire un po meno rapidamente dei singoli titoli. In questo contesto chi sta rallentando ulteriormente sono i fondi obbligazionari, sorpattutto se dovessimo arrivare all aumento dei tassi. Sul lungo periodo i rendimenti si stanno alzando, visto che lo spread in questo momento lievita di nuovo». Insomma, fino a poche settimane fa gli analisti puntavano sull azionariato europeo, lei, alla luce di quanto sta accadendo, continua a valutare tale soluzione la più redditizia? «Assolutamente sì, si punta ancora sull Europa a livello azionario, ma con una prospettiva che potrebbe essere di sei mesi o un anno. A tal proposito sottolineo l importanza di diversificare i portafogli, quindi non solo azioni, ma anche fondi e obbligazioni a breve termine e se è possibile ritengo sia importante appoggiarsi sempre ad un consulente di fiducia o ad un istituto di credito anche perché ogni persona ha reazione diverse a quanto accade sul mercato in funzione delle proprie esigenze ed è quindi importante avere un punto di riferimento, cercando di lasciare perdere il fai da te che può essere davvero rischioso e difficile da gestire. Inoltre, ogni risparmiatore deve valutare le proprie esigenze: un fondo fa strategie con scadenze ben precise, mentre una famiglia o un investitore singolo possono avere spese improvvise e quindi è importante avere anche titoli liquidabili in fretta per far fronte all estemporaneità».

6 4 SABATO 11 LUGLIO 2015 PRIMO PIANO Come investire oggi, ecco le migliori opportunità I prezzi degli immobili sono calati, ma sulla casa gravano troppe tasse: se però si trovasse un occasione... I metalli preziosi e i diamanti sono ancora un bene rifugio, i BTP sono in ripresa, ma l investimento di oggi e di domani sono i PAC che possono essere alimentati anche solo con 50 euro al mese e sono alla portata di tutti Le polizze vita pro pensione sono utili a livello di accantonamento e sgravio fiscale, ma hanno costi elevati e rendimenti bassi. I fondi, rispetto alle azioni, diversificano la scelta e riducono il rischio. Le obbligazioni sono sicure, ma hanno profitti poco interessanti LORENZO CHIERICI Dove conviene mettere i propri soldi? La domanda più ricorrente di questi tempi è legata a dove e soprattutto a come investire i risparmi nel Facciamo fatica a lasciarci alle spalle anni difficili, la crisi economica non si sa se finirà oggi, domani o chissà quando: come possono tutelarsi i piccoli risparmiatori? Generalmente, il profilo di rischio del risparmiatore di piccole dimensioni è estremamente basso: vale la pena evitare la mattonella e pensare ad un investimento remunerativo, che magari ci protegga dall inflazione? In questo preciso momento storico della nostra economia, gli interesssi sono molto bassi anche a causa del Quantitative Easing della BCE: immettendo liquidità non si farà che rendere meno oneroso per gli istituti bancari e per gli Stati il lavoro per procurarsi liquidità. Di conseguenza, quindi, saranno riconosciuti interessi più bassi. I BTP e i BFP sono forme di risparmio molto note: sicure perché garantite dallo Stato Italiano, danno rendimenti molto bassi. La tassazione agevolata (12,50%), però, può in alcuni casi favorirli rispetto ad altre forme di investimento del risparmio apparentemente più remunerative. LE POLIZZE VITA Un altro aspetto che va analizzato è quello delle assicurazioni sulla vita e della previdenza complementare. Conviene investire i propri risparmi in queste due forme di investimento? Molte polizze vita hanno costi elevati e rendimenti bassi. La pensione integrativa può essere una soluzione interessante essenzialmente per il risparmio fiscale: si può dedurre fino a 5164 euro dal reddito, pagando meno tasse. ACQUISTARE UNA CASA Investire nel mattone: ne vale la pena nel 2015? Chi possiede una grande liquidità potrebbe pensare farlo: comprare casa era in passato, è stato il modo migliore per investire i propri risparmi in una forma che assicurasse una rivalutazione ottimale per difendersi dall inflazione. Negli ultimi anni i prezzi degli immobili sono crollati anche se cominciano ad esserci i primi segni ripresda sulle compravendite immobiliari: probabilmente conviene comprare casa oggi, prima che i prezzi tornino a salire. LE OBBLIGAZIONI Anche l investimento obbligazionario generalmente viene considerato sicuro anche se non sempre lo è. A differenza dell acquisto di azioni, non si diventa soci di una società ma semplicemente la si finanzia in cambio di un interesse. Maggiore è l interesse, di solito, maggiori sono i rischi e più basso è il rating. INVESTIRE IN ARGENTO In questi ultimi anni è diventata sempre più interessante l opportunità di investire in argento per via di un grosso rally che lo sta coinvolgendo. L argento è un metallo prezioso che, fin dall antichità, viene utilizzato come moneta di scambio insieme all oro. Per diversi secoli è stato utilizzato, infatti, all interno del cosiddetto sistema del bimetallismo, in voga fino alla fine del XIX secolo. Ma perché l investimento in argento sta ritornando di moda proprio adesso, dopo circa un secolo in cui è rimasto nel dimenticatoio? In pratica l argento, oltre che essere un metallo prezioso (come l oro e il platino) e quindi utilizzabile come investimento rifugio, è anche un metallo industriale molto utilizzato nel settore dell elettronica di consumo, per cui, soprattutto grazie all oriente, la sua richiesta è aumentata in modo vertiginoso e con essa il suo prezzo. A conferma di ciò nel once d argento costavano circa 8 euro all oncia, mentre ora il prezzo si aggira dai 40 ai 50 euro. SI PUNTA SUI PAC Che cosa sono i Pac? Si tratta semplicemente dei Piani di Accumolo di Capitale e sono strumenti finanziari che investono in fondi comuni in modo costante nel tempo. Il piano di accumulo è interessante perchè basta una bassa liquidità per poterlo alimentare, anche solo 50 euro al mese, anche se i risultati li si raccoglieranno più facilmente con investimenti che siano di almeno 100 euro. Questo sistema fa sì che negli anni si accumuli un bel gruzzoletto e il prezzo viene sempre mediato visto che gli acquisti sono mensili e quindi i rischi sono limitati. I FONDI COMUNI I fondi comuni di investimento consistono in un paniere di titoli (azionari, obbligazionari e altri strumenti finanziari) che costituiscono un fondo, in cui chi vi partecipa ottiene un numero di quote proporzionale all investimento effettuato all interno del fondo stesso. Il fondo comune di investimento è stato creato per permettere di ottenere una grande diversificazione degli investimenti, anche a chi ha pochi soldi di investire. INVESTIRE IN DIAMANTI In momenti di crisi tutti sanno che bisogna trincerarsi dietro i beni rifugio, ma sono pochi quelli che si avventurano nell investire in diamanti che, ancora più dell oro, hanno sempre suscitato un forte fascino negli uomini. Da un punto di vista finanziario i ricavi della compravendita di diamanti non sono tassati. Come per l oro, i diamanti devono il loro valore alla difficoltà estrattiva, in pratica mantengono un prezzo alto e stabile perché se ne estraggono pochissimi. LA RIPRESA DEI BTP Ultimamente pare che investire in BTP sia tornato di gran moda a causa dell aumento dello spread. I Buoni del Tesoro Poliennale sono dei titoli di debito, detti obbligazioni ed emessi dallo Stato italiano per trovare copertura finanziaria ai propri debiti. In pratica, esistono tante emissioni obbligazionarie quanto grande è il debito pubblico. Di obbligazioni governative ne esistono diversi tipi che si differenziano per durata, emissione delle cedole e tasso di interesse. I BTP, in particolare, hanno la caratteristica di essere obbligazioni a tasso fisso, quindi titoli sicuri, con una cedola staccata semestralmente e con una durata medio-lunga. L AZIONARIATO Ogni anno sempre più persone si interessano a come investire in borsa e c è chi ne costruisce un vero e proprio reddito, ma ci sono anche tante persone che considerano la borsa come la roulette e che i movimenti dei grafici siano del tutto casuali o al più sollecitati dai rumors, ma non è così. I titoli hanno uno storico, esistono situazioni macroeconomiche che possono muovere gli indici, così come esistono notizie sui singoli titolo che possono farli decollare o crollare. Il rischio, se non si segue con attenzione il mercato, è quello di rischiare davvero molto. CONCLUSIONI Insomma, nessuno può dire qual sia il miglior investimento, ma si può dare un consiglio, anzi due: il primo è quello di diversificare su più prodotti, finanziari o meno che siano, magari, per chi ha una certa disponibilità, buttando un occhio al mattone nel caso in cui si scorga qualche occasionissima; l altro è quello di rimanere un po liquidi, quindi di acquistare titoli, magari azioni sul mercato europeo, puntando però su titolo solidi, pronti ad essere venduti in caso di guadagno nel brevemedio periodo. Insomma, il tempo dei soldi sotto il materasso è finito, ma una regola vige sovrana da sempre: l uso del buonsenso. IL SOCIOLOGO CLINICO: Euro o non euro, questo è il problema. Considerazioni amletiche per gli investimenti SERGIO BEVILACQUA I DUE problemi strategici dell Italia, quelli cioè che mettono a rischio i capitali degli italiani, sono: 1. il debito (perdita di sovranità), 2. la disoccupazione (ordine pubblico, perdita di Sergio Bevilacqua identità). Entrambi sono risolvibili, in quanto tra i punti di forza, invece, ci sono: 1. un enorme e appetibile patrimonio privato e anche pubblico; 2. un economia ancora poderosa, ma in grave stagnazione, contaminata da evidenti, anche se non declamate (si parla di inflazione troppo bassa, ma l esperienza del consumo corrente non coincide) insistenze inflattive (stag-flazione): il nostro PIL rimane tra i primi 10 del mondo, con un occhio all economia nera che lo sposta in su. Dopo la freschissima decisione del popolo greco nel referendum del 5 luglio, a maggior ragione per l Italia uscire dall Euro appare inopportuno. Non ce lo farebbero fare e non ci converrebbe, a meno di trattare un entrata in un altra area valutaria, che per motivi strategici si ridurrebbe a quella del dollaro, sobillando un

7 SABATO 11 LUGLIO PRIMO PIANO Vivere di rendita si può: i cinque segreti per riuscirci conflitto anticipato del mondo angloamericano e nordeuropeo con gli interessi pseudoeuropei della Germania. Allora, ci troveremmo a sostenere un forte scontro, ma la vinceremmo (momentaneamente) facendo gli interessi dei globalizzatori delle super-lobby planetarie contro le resistenze local-globali (Germania ed emergenti Bric e civets, non tutti). L idea che un economia enorme come quella italiana, con una struttura statale fragile e un punto di debolezza clamoroso (il debito) possa decidere autonomamente è pura illusione. Se ci tirassimo fuori dalla gabbia dell Euro e c infilassimo subito in un altra gabbia meno angusta e non comunque occidentale (come quella del dollaro), subiremmo interferenze profonde, che fomenterebbero le contraddizioni che esistono nel Paese, basato ancor oggi su un unità relativa a livello geo-culturale, a livello socioeconomico e a livello politico. Se facessimo i battitori liberi le prenderemmo dagli uni e dagli altri, a meno di una politica accortissima per la quale non si vedono competenze nel nostro personale politico. Quindi, se il Paese dovesse affrontare una decisione su base puramente strategica, dovremmo rassegnarci a perdere: o coi tedeschi (pagare il debito con patrimonio e quindi con sovranità) o con i megaglobalizzatori dollarofori (vedere i casi di molti paesi americani, per tutti Messico e Argentina; estremo orientali, Vietnam, Corea, Thailandia; le spregiudicate iniziative belliche nei paesi arabi, Siria, Egitto, Afganistan, Iraq, Kuwait; in Africa, Libia, Rwanda, Congo...). Se invece non affrontassimo proprio il tema, facendo i pesci in barile (grande malattia di questo popolo italiano viziato) e ci abbandonassimo a mare sole e spaghetti, dovremmo rassegnarci all attacco di un terzo soggetto, più antipatico dei precedenti: la criminalità organizzata. Questa situazione che il voto in Grecia ha reso ancora più chiara non puo lasciare inerti i piccoli risparmiatori e anche i capitali locali di medio-grande dimensione. Per il breve termine nessuno puo esprimersi: in un ambiente turbolento si va per occasioni, e queste si presentano con più frequenza, ma sono per lo stesso motivo ad altissimo rischio. Un buon agente di borsa, esperto di Londra e Wall Street, di Dow Jones e Nasdaq puo anche fare affari clamorosi in questo periodo, ma anche distruggervi il patrimonio Per il medio lungo termine, invece, un indicazione penso di poterla dare: reddito fisso area del dollaro, quindi obbligazioni o, meglio ancora, fondi misti obbligazionari/valutari basati sul biglietto verde. Infatti, anche se i venti di guerra da vasti ma locali diventassero addirittura planetari, il dollaro sarebbe l ultima valuta a soffrirne. Senza dimenticare la fortuna IL BROKER Da qui a fine anno l azionariato europeo può salire anche del 20-30% PARLIAMO di azioni, visto che in questo periodo è indubbiamente rappresentano il mercato più interessante e lo facciamo con un altro broker reggiano professionista, legato ad un altro importante istituto di credito di livello mondiale, di cui, però, come nel precedente caso, non possiamo rivelare l identità: «Dal punto di vista finanziario non ci sono grossi poroblemi - ci spiega l operatore finanziario - L unico problema attualmente è il cosiddetto Grexit: se la Grecia dovesse uscire dall Unione europea potrebbero esserci problemi a livello geopolitico, mentre a mio avviso, oltre ad un primo naturale contraccolpo, non ce ne sarebbero tantissimi sotto il profilo finanziario. Sostengo questo perché, a mio avviso, l Europa ha gli strumenti economici per interviene con mezzi importanti grazie a una figura come Mario Draghi. Personalmente sono convinto che la Grecia troverà l accordo con l Europa, anche perché il popolo ellenico, col ritorno alla Dracma e un indebitamento così pensante, andrà poco lontano senza gli aiuti dell europa. Il no del popolo greco non era infatti contro l Europa, ma contro ciò che chiedevano i creditori ai greci. Le dimissioni di Yanis Varoufakis, ora, permettono Tsipras di tornare a capo delle trattative, assieme al nuovo ministro dell economia Euclides Tsakalotos, che è un europeista convinto. Mi auguro quindi che con questo intervento la situazione si chiarisca e che il debito greco venga spalmato in 20 anni in modo che la Grecia possa ripartire. Se ci sarà la volontà da parte di entrambi, l accordo potrebbe essere alle porte». Vista la situazione, quindi, si può investire ancora sull azionariato europeo? «Assolutamente sì, a mio avviso, anzi, questa è una grossa opportunità di investimento, anche perchè ci sono tutti i presupposti perchè l Europa riparte di slancio. Fra i miei colleghi, anche di altri istituti, coi quali spessi mi confronto, c è anche chi dice e io sono d accordo con chi lo sostiene, che chi ha il coraggio di entrare ora in Europa a fine anno potrà raccogliere anche un rendimento oltre il 20%. La Grecia fondamentalmente è già fallita: se la vogliono aiutare lo faranno, altrimenti, in qualche modo, il mercato credo che abbia già scontato la situazione. Basti pensare che il lunedì successivo al referendum Milano ha chiuso con un -4 e il giorno dopo la borsa ha retto fino al momento in cui Tsipras non ha presentato un foglio bianco a Bruxelles invece di concrete proposte. La borsa perderà ancora qualcosa, poi ripartiremo con slancio perchè i fondamentali sono buoni. Insomma, io non sono preoccupato, anzi, in questo senso sono fiducioso». Dottore, dia qualche consiglio ai risparmiatori? «Di andare sul mercato azionario europeo, ma non con l acquisto di azioni singole, bensì con fondi azionari di risparmio gestito, che permettano grosse diversificazioni». E per i più prudenti? «Fondi obbligazionari europei, obbligazioni convertibili o alcune legati all inflazione e anche obbligazioni governative, ma sempre di area euro». (l.c.) LORENZO CHIERICI VIVERE di rendita non è impossibile, ma ovviamente se si dispone di somme importanti. Anche in un Paese ormai non particolarmente amico degli investimenti come l Italia (la tassazione delle rendite finanziarie è balzata dal 12,5% al 26% in due anni e mezzo, titoli di Stato a parte), vivere di rendita facendo fruttare i propri risparmi non è un sogno. CINQUE REGOLE D ORO Ci sono però alcune importanti avvertenze che valgono per tutti, come ricorda Raffaele Zenti, fondatore di Advise Only e responsabile dell ufficio financial strategies group. «In primo luogo - spiega - occorre diversificare i propri investimenti, frazionando i rischi anche su base internazionale e valutaria, poiché anche gli Stati possono fallire. In secondo luogo bisogna puntare su strumenti con cedole e dividendi alti, in grado di generare reddito con una certa regolarità. Che possano, insomma, garantire un flusso di entrate a scadenze certe, come avviene per lo stipendio o la pensione. Attenzione, terza regola d oro, anche alla protezione dall inflazione, l aumento dei prezzi che mangia il potere d acquisto: anche se al momento l Italia sfiora la deflazione, la dinamica del caro prezzi prima o poi tornerà a crescere. Il nemico da sconfiggere, in particolare, è l inflazione del Paese nel quale verrà speso il reddito. Quarta buona norma è quella di costruirsi un portafoglio con strumenti liquidi, ossia che si possono vendere in caso di necessità. Niente immobili quindi, perché come ha dimostrato la recente crisi sono intrinsecamente illiquidi: quando i prezzi crollano non è facile venderli, se non sottocosto». L ultimo punto, ma non meno importante, è il non cercare di fare i fenomeni con ritorni a doppia cifra: è sufficiente una crescita moderata del capitale, che garantisca cedole periodiche, una protezione dall inflazione e soprattutto eviti di bruciare il capitale nei periodici cigni neri che colpiscono le Borse. «L obiettivo del vivere di rendita può significare anche integrare la pensione, presente o futura - sottolinea Giuseppe Romano, direttore dell ufficio studi e ricerche di Consultique - L analisi della situazione previdenziale e la quantificazione dei gap pensionistici, ai fini del mantenimento del tenore di vita desiderato al termine dell attività lavorativa, determinano le eventuali risorse da dedicare a questo obiettivo». PORTAFOGLIO RICCO Ma vediamo più in dettaglio un portafoglio per vivere di rendita, immaginando quello di un ingegnere 45enne con un patrimonio di 1,5 milioni dei euro. La sua dev essere un asset allocation prudente, che destina all azionario solo il 5% della torta complessiva, puntando ad azioni con alti dividendi. Quanto all obbligazionario, il portafoglio prevede un 20% di titoli governativi area euro, un 15% di bond corporate, un altro 15% di titoli governativi non euro e il 15% di obbligazioni agganciate all inflazione. Più altre piccole fette di bond high yield (con alti rendimenti ma rischi altrettanto elevati) e dei Paesi emergenti. I rendimenti? Sono circa pari all inflazione più il 2%: ipotizzando un inflazione media all 1%, si andrebbe dunque al 3%, ossia 3750 euro lordi al mese. Partendo da un discreto capitale, con gli investimenti corretti, ci si può anche godere la vita smettendo di lavorare Bisogna possedere in portafoglio titoli a cedola mensile o trimestrale, in modo da avere sempre la liquidità necessaria per la vita di tutti i giorni, come fosse uno stipendio

8 6 SABATO 11 LUGLIO 2015 ECONOMIA E FINANZA Il Parmigiano Reggiano punta sul Canada Il traguardo? Raddoppiare le esportazioni nei prossimi cinque anni, con il passaggio da a forme Deserti, direttore del Consorzio: L export, pur essendo costantemente aumentato, ha risentito dei limiti imposti dal regime delle quote in vigore in Canada, che impone un tetto alle importazioni di formaggi dall Unione Europea Nell immagine sopra il grafico dell export del Parmigiano Reggiano nel 2014: il Consorzio punta a raddoppiare le esportazioni in Canada entro i prossimi 5 anni NEWS Credem: 20 milioni di euro destinati alle imprese dell Emilia SACE e Credem annunciano la firma di un nuovo accordo di collaborazione che porta a 100 milioni di euro il plafond di finanziamenti disponibili per l internazionalizzazione delle Pmi italiane. Per quanto riguarda l Emilia Romagna, la quota del plafond a disposizione delle Pmi della regione ammonta a 20 milioni di euro. Le Pmi con un fatturato fino a 250 milioni di euro potranno richiedere presso gli sportelli del gruppo bancario presenti su tutto il territorio nazionale, le linee di credito sia a breve sia a medio-lungo termine (compre- Expo gratis per i pensionati e treni a metà prezzo REGGIO EMILIA L Fnp Cisl Emilia Centrale rilancia l iniziativa In agosto insieme all Expo, l iniziativa di Expo e Inps per coloro che nel 2014 hanno percepito un reddito o una pensione lorda inferiore a euro: ad agosto potranno entrare gratuitamente nel sito espositivo e visitare i padiglioni. Trenitalia invece offre tariffe agevolate per arrivare in treno a Milano da tutta Italia: offre tariffe agevolate con sconti Coldiretti: Massimo appoggio alle iniziative a tutela del territorio APPREZZAMENTO della Coldiretti di Reggio Emilia per il protocollo sottoscritto con il Comune di Reggio Emilia e gli altri soggetti coinvolti. «Massima collaborazione da parte nostra ha commentato Assuero Zampini, direttore della Coldiretti di Reggio se tra i 6 e i 96 mesi) destinate a finanziare esigenze di capitale circolante, progetti di internazionalizzazione, investimenti in ricerca & sviluppo e fabbisogni legati all esecuzione di commesse export. L accordo prevede, inoltre, l erogazione di linee di credito per finanziare gli investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali (c.d. plafond beni strumentali previsto dalla Nuova Sabatini). Con questa nuova intesa, SACE e Credem rinnovano ed estendono una partnership che ha già consentito di erogare 50 milioni di euro a sostegno di 50 progetti di crescita internazionale di Pmi italiane principalmente nei settori della meccanica, dell automotive e del tessile/abbigliamento. del 50%. La riduzione verrà applicata sui viaggi di andata e ritorno, Frecce o Intercity con destinazione Milano o Rho Fiera Expo Milano Per essere davvero universale - ha spiegato il commissario unico del Governo per Expo, Giuseppe Sala - l Expo deve essere il più possibile accessibile a tutti. Per questo motivo, siamo molto lieti di offrire la visita a pensionati e lavoratori con redditi bassi nei giorni in cui buona parte degli italiani è a casa per il riposo estivo. L iniziativa messa in campo con Inps e Trenitalia permetterà loro di vivere le straordinarie esperienze che Expo Milano Emilia per la fattività del progetto per porre la tutela del territorio, in tutti i suoi aspetti, al primo posto. Inoltre, in linea con le richieste dell Assessore regionale all agricoltura Simona Caselli, dichiariamo sin da ora il nostro impegno a promuovere questo nuovo approccio e modello di sviluppo del territorio con tutti i comuni della nostra provincia. L esempio che Reggio Emilia offre a tutta la regione con un laboratorio di questo tipo deve diventare un opportunità diffusa tanto per l imprenditorialità agricola quanto per il territorio in genere». REGGIO - Raddoppiare le esportazioni sul Canada nei prossimi cinque anni, con il passaggio da a forme: è questo l obiettivo del Consorzio del Parmigiano Reggiano, che dal Fancy Food di New York (la più prestigiosa vetrina internazionale dell agroalimentare) è rientrato con nuovi e rilevanti accordi con le tre principali catene distributive al dettaglio: Costco Canada, Loblaws e Sobey s. Il mercato canadese - spiega il direttore del Consorzio, Riccardo Deserti - rappresenta, per importanza, il secondo mercato extra UE dopo gli Stati Uniti, con forme (circa tonnellate) di export annuo, ed è qui che negli ultimi dieci anni si è fortemente diffusa la conoscenza del nostro prodotto, considerato il re dei formaggi per le sue caratteristiche del tutto naturali, la versatilità nell utilizzo legata alle diverse stagionature e le tecniche di produzione artigianali, particolarmente apprezzate in Canada. L export, pur essendo costantemente aumentato - spiega Deserti - ha però risentito, sino ad oggi, dei limiti imposti dal regime delle quote in vigore in Canada, che impone un tetto alle importazioni di formaggi dall Unione Europea. Ora, però, si aprono prospettive del tutto nuove, legate da una parte all accordo sul libero scambio Ceta (siglato tra Unione Europea e Canada nel 2014) che programma per i prossimi anni la concessione di nuove quote per le importazioni di formaggi europei (si dovrebbero aggiungeere nuove tonnellate per i formaggi europei) e, dall altra, proprio grazie agli accordi siglati dal Consorzio a New York con le tre grandi catene canadesi. I contatti avuti con importatori e detentori di quote - aggiunge il diret- tore del Consorzio del Parmigiano Reggiano - non solo confermano che il nostro è tra i formaggi più richiesti, ma che è possibile puntare proprio al raddoppio delle esportazioni, con forme in più nell arco di cinque anni. L elemento che accomuna gli accordi con le catene distributive canadesi - prosegue Deserti - è il lavoro che verrà sviluppato sulla conoscenza del prodotto, sull informazione sui fattori di distintività del Parmigiano Reggiano e - fatto particolarmente rilevante - sul supporto che verrà assicurato alle catene nella formazione del personale addetto alle vendite. E mentre dal Canada giungono intanto notizie già di per sè positive, con un incremento del 10% delle esportazioni di Parmigiano Reggiano nei primi mesi del 2015, dal Consorzio giunge la conferma che proprio il coinvolgimento diretto delle catene distributive - come spiega il presidente Giuseppe Alai - è l elemento strategico sul quale sarà imperniato tutto il lavoro sulle esportazioni e che va ad affiancare i progetti costruiti con esportatori ed importatori. Nelle aree del mondo con maggiore potenziale di sviluppo - conclude Alai richiamando Paesi extra UE come Usa, Canada, Sud America e Cina - si sta infatti rivelando fondamentale questo approccio che ci porta nei punti vendita a parlare direttamente con i consumatori e a creare nuove conoscenze e consapevolezze tra chi gestisce il vero e proprio atto di vendita.

9 SABATO 11 LUGLIO ECONOMIA E FINANZA Reggio Emilia guida la ripresa IL COMMENTO Mauro Severi: Siamo primi in Italia grazie all export La nostra città è prima tra le aree urbane dove i capitali del manifatturiero segnano una crescita reale Reggio Emilia è davanti a città importanti come Torino e Genova: bene anche Modena che segue al terzo posto SIATE ottimisti, la ripresa parte proprio da qui, da Reggio Emilia, eletta dal Sole 24 ORE Capitale del valore, davanti a città come Milano, Verona e Torino. A diffondere questa ventata d ottimismo è uno studio di K Finance, studio che ha analizzato ben aziende del manifatturiero, con fatturato superiore a 5 milioni di euro. La ripresa quindi, secondo K Finance, riparte proprio dalla nostra Emilia, con ben cinque città nella top five del valore. Brilla Reggio Emilia, con ricavi in aumento del 6% rispetto all esercizio di valore (inteso come multiplo della redditività operativa lorda al netto dell indebitamento finanziario) del 90% per 1,9 miliardi. Modena è terza con un equity value in crescita del 51% per 2,8 miliardi e Parma al quinto posto con +36% pari a 2,3 miliardi in più. Diversi i dati che emergono dallo studio di K Finance, tra i numeri in evidenza la performance delle imprese che superano i 250 milioni di fatturato: aziende che rimangono stabili, creando così valore per 4,2 miliardi, in linea con l anno precedente. Alzano la testa anche le più piccole, quelle che nel 2012 avavano bruciato circa 42 miliardi di euro. Il dato nazionale dice che le aziende con ricavi comrpesi tra i 100 e i 200 milioni stanno generando valore per 36,1 miliardi. LA PERFORMANCE DELLE 25 PROVINCE PER CREAZIONE DI VALORE Variazione % 2013/2012 e valori assoluti in milioni di euro VARIAZIONE % VAR. IN VALORE ASSOLUTO 1 REGGIO EMILIA 89, NAPOLI 69, MODENA 51, TORINO 36, PARMA 35, BERGAMO 29, TREVISO 25, GENOVA 23, MONZA E BRIANZA 21, CAGLIARI 15, BRESCIA 14, CUNEO 13, VERONA 13, MILANO 10, BOLZANO 7, ROMA 7, VICENZA 5, FIRENZE 4, PADOVA 3, VARESE 1, FORLì-CESENA - 0, VENEZIA - 4, RAVENNA - 5, BOLOGNA - 6, MANTOVA - 8,9-106 TOTALE + 12, Mauro Severi, presidente Unindustria Reggio Emilia NEI giorni scorsi sono stati resi noti i risultati di una grande ricerca realizzata dalla società KFinance per Borsa Italiana su un campione di oltre imprese manifatturiere italiane con un fatturato superiore a cinque milioni di euro. L obiettivo di questa approfondita analisi era la misurazione della capacità di produrre valore individualmente e come sistemi territoriali. Lo studio dei bilanci d esercizio 2013 ha sancito il primato delle imprese industriali della provincia di Reggio Emilia; dunque, ci collochiamo al vertice nazionale per capacità di generare valore. Un dato di grande importanza, per la nostra realtà economica e sociale, che merita alcune riflessioni. La prima è la conferma di quanto ho sostenuto durante l Assemblea Generale di Unindustria Reggio Emilia tenutasi nelle scorse settimane al Teatro Municipale. In quella occasione avevo riferito che nonostante l andamento negativo del commercio, la durissima crisi del settore edile e le gravi difficoltà della cooperazione, il sistema reggiano ha confermato, grazie alla manifattura, una elevata capacità di tenuta. Se da una parte i risultati dell indagine di KFinance convalidano questa valutazione, dall altra è indispensabile ricordarci che questa performance è stata possibile grazie alle imprese vocate all export, alle loro filiere locali e alla capacità che questo sistema produttivo ha espresso in termini di innovazione, internazionalizzazione e capacità di presidiare i settori globali di riferimento. Ma attenzione, non possiamo dimenticare che nel nostro territorio esiste anche una realtà produttiva, orientata prevalentemente al mercato locale e nazionale, ancora immersa nella grave crisi che da sette anni paralizza il Paese. La seconda considerazione è che la leadership nella produzione di valore deve rappresentare il punto di partenza per migliorare ulteriormente il posizionamento competitivo del sistema reggiano all interno dell economia globale fondata sulla conoscenza. In altri termini, dobbiamo rifuggire dal compiacimento impegnandoci nella costruzione di innovazioni di sistema. Mi riferisco a progetti che coinvolgono non solo le imprese, ma anche la Pubblica Amministrazione, le categorie economiche, i lavoratori, il terziario, le scuole, le università, le banche, le professioni e i cittadi- ni di un territorio. Colgo questa occasione per ricordare sinteticamente le innovazioni di sistema alle quali ho fatto riferimento nel corso dei lavori assembleari. La prima è il progetto di Reggio Emilia Innovazione che deve diventare il soggetto territoriale preposto al trasferimento delle conoscenze in favore delle piccole e medie imprese reggiane. La seconda innovazione di sistema è costituita dal progetto del Parco dell innovazione, conoscenza e creatività di Reggio Emilia e, in particolare, del suo cuore: il Tecnopolo. Un progetto complesso, il cui esito non è affatto scontato, per la realizzazione del quale sono indispensabili tanto le risorse pubbliche, quanto l intervento dei privati non solo per l edificazione del secondo stralcio ma anche per la definizione degli assetti proprietari e del progetto. La terza e ultima innovazione di sistema è quella riferita all emergente soggettività mediopadana messa a fuoco proprio dagli industriali reggiani. Questa visione trova un ulteriore e formidabile conferma nei dati emersi dall indagine di KFinance. Nelle prime cinque posizioni, infatti, troviamo, dopo Reggio Emilia, le province di Modena e Parma. Una coerenza di risultati che non è casuale in quanto determinata da sistemi produttivi con vocazioni prevalenti diverse ma complementari e integrati sul piano territoriale. Se osserviamo questi sistemi locali confinanti possiamo cogliere, nella loro filigrana economico-sociale, i presupposti di una reale, competitiva e innovativa piattaforma territoriale di classe europea. Una realtà che deve essere con urgenza scoperta e valorizzata. I tempi sono maturi per far si che i sistemi locali di Piacenza, Parma, Modena e Reggio Emilia apprendano a connettersi per definire in maniera condivisa gli obiettivi strategici d area vasta, gli strumenti per raggiungerli e le conseguenti azioni di lobbying. Per il momento godiamoci il meritato successo; facciamolo ricordandoci che l intera comunità reggiana deve impegnarsi per consolidare questo primato perseguendo, tra gli altri obiettivi, anche la collaborazione con le province vicine. Dipende prima di tutto da noi. Mauro Severi Presidente Unindustria Reggio Emilia

10

11 SABATO 11 LUGLIO Mr. Neuro parla reggiano... NOI CITTADINI Grecia: altro che referendum, ci vuole l oracolo di Delfi! FOCUS CONSUMATORI Come affrontare il caldo estivo spendendo poco Il decalogo per un estate di risparmio e benessere I greci sono andati a votare senza sapere bene quello che accadrà, perché non possono più consultare l oracolo di Delfi, ma il proprio direttore di banca. Mi sa che dovremo tutti prendere la vicenda economica greca con filosofia CHARLIE GNOCCHI ULTIMAMENTE le vicende della Grecia tengono banco. Il giovane leader Tsipras corre a Bruxelles ogni settimana per cercare di dare una fine alla terribile crisi economica del popolo ellenico, ma il ping pong con l eurogruppo non ha portato alcuna soluzione, anzi i greci si sono trovati a decidere con un referendum sul sì o no all Europa. Al di la delle nostre simpatie ideologiche per questo o quel governo, non è facile capire cosa sta accadendo e nemmeno prefigurarsi cosa succederà in Italia e in Europa dopo il No dei greci. Voglio riferirvi alcune mie impressioni e considerazioni, premettendo che non sono né un economista, né uno storico, né un politico, né un veggente. La Grecia per me è un paese simpatico, che ci ha regalato la filosofia di Socrate e Platone, ci ha donato la democrazia Ateniese, ci ha tramandato i miti degli dei greci, le favole di Esopo, il teatro e le tragedie, le Olimpiadi, la navigazione e tanto altro...si può dire, senza tema di smentita, che la Grecia sia stata la culla della civiltà e non possiamo tralasciare questo particolare importantissimo. Quando nacque la Cee, che era un Unione europea economica, diventata poi Ue, lo scopo principale dei fondatori fu quello di consorziare l Europa con moneta unica per difendere la stessa dall avanzata delle economie emergenti, come quella cinese, quella indiana, quella brasiliana e anche quella americana. Alle tradizionali potenze industriali Charlie Gnocchi, Mr.Neuro come Italia, Germania, Francia e Spagna l unione si allargò anche a paesi con economie molto arretrate, come Grecia e Portogallo, che non vedevano l ora di affiancarsi anche politicamente a nazioni molto più popolose e ricche. L Unione europea cosi arrivò a più di venti stati con ingressi a dir poco azzardati, almeno dal punto di vista economico. Cosi la piccola Grecia, mitica e simpatica, ha creduto di essere potenza economica come le altre e ha addirittura organizzato le Olimpiadi spendendo miliardi di euro. La piccola Grecia, che poggiava la sua economia su turismo, feta, yogurt, armatori, pesca e piccolo commercio, una volta entrata nell eurozona, si è data arie da grande e ha preso a prestito dalle banche centrali tanti soldi. Ma tanti soldi per fare cosa? Certamente non industrie o sviluppo, visto il millenario stato dell economia fatta di impiego statale, di assistenza e di pensionati. Il debito è cresciuto a dismisura, cosi come lo spreco e la corru- zione, perché sicuramente a qualche politico greco i finanziamenti europei avranno fatto comodo. A questo punto viene tirata in ballo la finanza cosiddetta ufficiale, composta da grandi banche mondiali, che purtroppo governano l economia in modo a volte poco etico, basandosi solo sul prestito ad interesse. Morale della favola, Greci spendaccioni e poco previdenti, amministrati da politici corrotti ed incapaci, Unione europea e banche troppo avidi nel cercare di fare cassa col popolo ellenico. La mia banca, quando mi fa un prestito, si informa fin troppo bene del mio lavoro e delle mie capacita economiche e così si doveva fare con la Grecia. Inoltre oggi a capo del governo c e un giovane politico, che ha fatto una campagna elettorale proprio contro gli sprechi e le inefficienze dell Unione europea, contro la Grecia e per questo ha chiesto con fermezza di rinegoziare il debito, anche mostrando buona volontà con proposte di riforme e controriforme. Nisba! I soldi ce li dovete ridare, dice perentoria la signora Lagarde e tutti gli altri in coro. Grecia hai da paga! Se no te facciamo fallire! Altro che rinegoziare il debito. E cosi, da quello che ho capito, i Greci sono andati a votare senza sapere bene quello che accadrà, perché non possono più consultare l oracolo di Delfi, ma il proprio direttore di banca. Mi sa che dovremo tutti prendere la vicenda economica greca con filosofia. Tragedia o commedia?...mi sono un po perso, ma voi avete capito sicuramente...alla prossima, dal vostro Mr.Neuro. CON pochi accorgimenti quotidiani e un uso consapevole dell energia nella propria abitazione è possibile ridurre i consumi energetici e guadagnare in salute, soprattutto durante l estate. A metterlo in evidenza è Avvenia, leader nel settore della White Economy, che per l estate 2015 ha preparato un decalogo per ridurre i consumi energetici. Basterebbe modificare il comportamento nell utilizzo delle utenze domestiche per ottenere un risparmio energetico del 20% annuo, una percentuale che d estate raddoppia. Quando il caldo è più intenso, infatti, semplici azioni non tecnologiche, facili da realizzare e senza alcun costo consentono di risparmiare fino al 40%. Secondo le stime di Avvenia, una famiglia di 3 persone che vive in un appartamento con un consumo medio annuo di kwh e una spesa annua di euro può risparmiare 10 kwh al giorno, equivalenti a circa 400 euro all anno. E durante l estate, mettendo in pratica piccoli accorgimenti, il risparmio può essere ancora maggiore: utilizzando ad esempio il condizionatore 4 ore in meno al giorno il risparmio è di 250 euro e si evita ogni mese l immissione in atmosfera di oltre 80 chili di CO2. ECCO IL DECALO- GO: 1)Usare il condizionatore in modalità deumidificazione. La funzione di deumidificazione consente al condizionatore di lavorare di meno e rimuove l umidità che è uno dei componenti dell indice di calore percepito senza necessariamente dovere abbassare la temperatura, consentendo di ridurre del 75% i consumi del condizionatore che diventa non solo più economico ma anche meno dannoso per la salute. 2)Alternare il condizionatore con il ventilatore. L aria condizionata, essendo particolarmente energivora, è una soluzione poco sostenibile sia dal punto di vista economico che da quello ambientale: è quindi preferibile alternarla con un ventilatore che consente di consumare circa 15 volte meno. 3)Mantenere fresca la casa con semplici accorgimenti. D estate assume una fondamentale importanza mantenere la casa più fresca chiudendo le finestre nelle ore più calde, montando tende nei balconi, scegliendo piante che aiutino ad assorbire parte del calore. 4)Evitare di accendere le luci. Si può contrastare il caldo anche spegnendo le luci delle camere, dei corridoi e degli altri ambienti della casa quando la luce naturale è sufficiente o quando i luoghi da illuminare non sono utilizzati. 5)Fare la doccia nelle ore meno calde. Facendo la doccia quando fa meno caldo si evita che i vapori producano un aumento dell umidità e quindi della percezione di calore. 6) Lavare il bucato a 30 gradi. Il 90% dell energia elettrica consumata da una lavatrice viene usata per scaldare l acqua del lavaggio, ma le temperature più basse non sono meno igieniche di quelle più elevate. 7) Scollegare le spine di alimentazione. I televisori, i lettori di CD, i caricabatterie e in generale tutti gli apparecchi in stand-by sono grandi consumatori di energia elettrica, il consiglio in questo caso è quello di staccare completamente le spine. 8)Optare per elettrodomestici ad alta efficienza. Per risparmiare sulle bollette è molto importante scegliere elettrodomestici ad alta efficienza che consentono di spendere meno e aiutano a ridurre l inquinamento ambientale. 9)Posizionare adeguatamente gli apparecchi elettrici. Un frigorifero, ad esempio, consuma fino a un 8% in più se posizionato vicino ai fornelli. 10)Spegnere forno e fornelli in anticipo. Per una maggiore efficienza energetica il consiglio è quello di spegnere il forno ed i fornelli qualche minuto prima del termine della cottura dei cibi, lasciando che il calore residuo completi la cottura.

12 10 SABATO 11 LUGLIO 2015 IL PERSONAGGIO Tutti in vacanza? Ok, ma non vicino alle foci dei fiumi Intervista a Massimo Becchi, presidente di Legambiente Reggio Emilia, che ci spiega come comportarsi a contatto con la natura, al mare e in montagna Fare il bagno nel Po? A Cremona è ancora possibile: sarebbe magnifico riproporre la spiaggia col bagnino come si faceva una volta ALESSANDRO FONTANESI Massimo Becchi, presidente Legambiente sezione Reggio Emilia. In basso Gianluca Fontanesi a pesca di trote REGGIO - Reggiani in partenza, tutti verso il mare. A tal proposito Massimo Becchi, volontario e da vent anni presidente di Legambiente di Reggio Emilia ci parla dei problemi ambientali estivi. Le acque Marine sono più o meno inquinate rispetto l anno passato? I dati di goletta verde affermano che le acque sono simili a quelle di due, tre anni fa. E vero che è altamente sconsigliato fare il bagno vicino alle foci dei fiumi? Si, perché c è un elevato quantitativo di inquinanti, trasportati dal fiume che sfocia nel mare. Cosa provoca l inquinamento marino? I rischi per gli umani sono molti. Allergie, dissenteria e molte altre patologie. Specialmente presso le foci. Come faccio a sapere che un acqua è talmente inquinata da non poterci fare il bagno? Alcuni siti balneari riportano lo stato dell acqua marina, in assenza di tali dati mi guardo attorno, la foce di un fiume è ben visibile? Ci sono altri segnali che mi mettono in allarme? Un sito internet da consultare? C è il sito dell Arpa che informa dello stato dell acqua, si tratta di un portale molto accessibile, con grafici e dati pubblici Per chi volesse andare a fare una semplice uscita all insegna della natura quali sono i problemi? Il problema più grosso risiede nel fatto che la gente non è preparata, spesso questa gente si mette in pericolo facendo così scattare i soccorsi in alta montagna Cosa ci dice delle zecche? Sono un grosso problema, spesso portatrici di infezioni, da prestare particolare attenzione è l estrazione del pungiglione, il quale se si spezza e rimane all interno cella carne umana può portare a complicazioni dell infezione E vero che i branchi di pecore o vacche, accompagnati da gruppi di cani da gregge, spesso della grossa razza bianca maremmana sono un serio pericolo per i camminatori? Si, sono tante le segnalazioni di persone costrette a fare lunghe deviazioni su sentieri CAI, per l aggressività dei cani, diversi i casi di persone ferite a causa di essi. Chi si vedesse quasi attaccato da questi cani in cosa deve ricorrere? Una furtiva retromarcia, perché con questi cani non si scherza. I pastori? Sono praticamente assenti, spesso richiamati a fare il proprio dovere. Chi vedesse situazioni da segnalare, come cani aggressivi verso i camminatori, a chi deve rivolgere? Se siamo in ambito montano si ricorre alla forestale con numero 1515, numero sempore attivo, sabato e domenica compresa. A oggi c è ancora la polizia provinciale che ha come numero: , solo in orario di ufficio. Per gli incendi? Dal 1 luglio siamo entrati nel periodo di pericolo alto di incendi boschivi e viene attivato l avvistamento su tutto l Appennino, con le squadre di volontari che sono in punti strategici e coprono una buona fetta di Appennino con il binocolo e al segnale del primo filo di fumo che sale si va a vedere o si interviene Se si trova un animale ferito? La competenza è del servizio veterinario dell AUSL ed è poi l AUSL a decidere se l animale può essere curato in uno dei centri di recupero Quali sono le problematiche principali di questi centri di recupero? Il problema principale risiede nel fatto che ne esiste uno solo in tutta la provincia Si possono chiamare anche le forze dell ordine? No, perché non sono specializzante nelle tematiche ambientali Per le gite domenicali su Enza e Secchia? Fare particolare attenzione ai fuochi, perché purtroppo vengono spesso accesi sotto la vegetazione. Per i rifiuti? E uno dei tanti problemi, Secchia ed Enza stanno avendo grossi problemi con i rifiuti, speriamo di riuscire a fronteggiare al più presto questa piaga Ultimamente è stata fatta opera di ripopolamenti di fauna selvatica? No, la fauna selvatica si è ripopolata negli anni, anche con l espansoione del bosco, che ricopre i terreni un tempo coltivati, gli unici animali ad essere ripopolati sono quelli per la caccia E vietato o è sconsigliato fare il bagno nel Po? A Cremona lo fanno già da tanti anni, secondo noi di Legambiente si può fare, perché ha un elevato potere di autodepurazione, abbiamo chiesto di rinstallare le spiagge con il bagnino, una bella idea per vivere al meglio il Grande Fiume Per chi volesse segnalare acque inquinate? In orario di ufficio il numero dell Arpa è , vanno chiamati subito, perché altrimenti l inquinamento svanisce Quali sono i progetti di Legmabiente a favore dei centri urbani? Ripartiremo con le pulizie a settembre con ripuliamo il mondo, che è il nostro porgetto più impegnativo in assoluto.

13 SABATO 11 LUGLIO LA PAGINA ROSA Una donna tra le stelle: Sogno una società più attenta e curiosa Intervista a Marina Incerti, vicepresidente dell Associazione scandianese di fisica astronomica Margherita Hack ha visitato il centro durante l inaugurazione in qualità di ospite d onore Osserviamo l apertura al pubblico ogni sabato sera per tutto l anno. Nel periodo estivo abbiamo un attività più ricca e più varia per la bellezza del luogo dove è situata la nostra struttura ALESSANDRO FONTANESI SCANDIANO - Marina incerti, vicepresidente dell associazione scandianese di fisica astronomica (ASFA), è una delle poche donne in Italia a portare avanti un volontariato di divulgazione scientifica. Da tanti anni lei è volontaria presso l osservatorio Lazzaro Spallanzani, sede dell associazione, qual è la sua storia? ASFA vede l inizio della sua attività nel 1980 quando si vedeva composta da una decina di astrofili, dopo pochi anni di attività in sedi precarie decise di costruirsi una sede adeguata. Avete ricevuto un aiuto dal comune? Si, con la cessione del terreno dal comune, l associazione ha costruito con lavoro volontario-gratuito degli associati questo osservatorio, inaugurato nel 1996; da allora viene gestito dagli associati, svolgendo un attività di piccola ricerca scientifica e di divulgazione, forte della nostra attività. Accogliete anche gruppi? Certo, gruppi, scolaresche, su prenotazione. Osserviamo l apertura al pubblico ogni sabato sera per tutto l anno. Nel periodo estivo abbiamo un attività più ricca e più varia per la bellezza del luogo circostante la struttura. Un esempio di attività? Corsi divulgativi di cosmologia, astronomia, introduzione all osservazione astronomica, archeostronomia, utilizzo del telescopio; lo scopo infatti e quello della promozione sociale. Cosa si dice a proposito inquinamento luminoso,? Siamo in pista con la legge regionale contro l inquinamento luminoso, per questo siamo stati riconosciuti a livello regionale. Qual è il sogno nel cassetto per l anno prossimo? I sogni sono due: un planetario, nonché una cupola in cui, tra le tante stanze astronomiche, c è nè una in cui viene proiettato tutto l arco stellare. Il secondo: la collaborazione con le università. Lei è una volontaria. Qual è il suo percorso scolastico? Dopo le scuole medie ho frequentato il liceo classico, dove ho avuto un insegnate che mi ha trasmesso la passione per l astronomia, successivamente ho fatto la facoltà di economia aziendale. Quanti sono i visitatori? Circa 600 ogni anno, in particolare nel periodo estivo Quali sono le difficoltà per portare avanti il suo lavoro? Organizzative, per la gestione del pubblico ed economiche, soprattutto per la manutenzione degli strumenti. Per chi fosse interessato a frequentare l osservatorio? Ogni sabato è aperto al pubblico con un biglietto di 3 euro, per i gruppi è necessario la prenotazione con una visita infrasettimanale. E stato difficile farsi largo in questo campo, campo spesso riservato agli uomini... Assolutamente no, tutte le volte che mi trovavo in difficoltà maggiori pensavo a una frase di Margherita Hack. Che frase? Per me che sono donna è stato più difficile perchè ho dovuto lavorare di più di un uomo per riuscire a ritagliarmi il mio spazio Dove trova l energia per fare tutto questo? Il carburante per la mia passione è nascosto nello statuto di questa associazione, documento che è stato editato anche dalla sottoscritta Marina Incerti Cosa dice? Dice che tutti i beni di questa associazione, qualora si sciolga, verranno destinati alla collettività Quindi? Quindi l energia per fare tutto quello che ho fatto e per continuarlo a fare, è perchè vorrei riuscire a lasciare un impronta di un certo spessore scientifico e culturale per l intera collettività, vorrei che ci fosse per questo territorio e per questa comunità una ricchezza in più, proprio questo centro vorrei che diventasse un pilastro. Insomma, un punto di riferimento? Si, un punto di accentramento, dove si fa scienza e dove si fa cultura, ecco, questo è il motore che mi spinge ad andare avanti. Quando rasento la disperazione Margherita Hack nel 1995 durante l inaugurazione del Centro penso al mio sogno e trovo la forza per guardare avanti Perchè offre alla comunità tutto questo volontariato? Perchè credo che la conoscenza a 360 sia libertà, quindi le persone che conoscono, che amano conoscere sempre più cose, come si suol dire, amano arricchirsi da un punto di vista proprio conoscitivo, sono persone che si renderanno sempre più libere. Sono venuti anche astronomi a livello internazionale? Certo, è venuta all inaugurazione Margherita Hack, lasciando uno scritto molto bello, abbiamo avuto Pacini, l astrofisico Giovannelli il quale è venuto per più anni con una sua conferenza fissa, citato anche nel libro cervelli in fuga. Tutto gratuito quando ci sono questi personaggi a livello internazionale, perchè? Perchè la conoscenza a questi livelli deve essere libera. Che concezione ha della creazione della terra, dell infinito, finito? Penso che nell universo non siamo soli, è troppo presuntuoso pensare di essere gli unici esseri pensanti PER INFORMAZIONI PER prenotazioni, dettagli ed informazioni chiamare il Osservatorio Astronomico Lazzaro Spallanzani, A.S.F.A. Associazione Scandianese Fisica Astronomica - Via Cà Signori, 3/A Scandiano (Reggio Emilia).

14 12 SABATO 11 LUGLIO 2015 IL NOSTRO COMUNE Arceto e Scandiano: una medaglia per il vitigno di Spergola NOTIZIE DALLE SCUOLE Consegnate 8 borse di studio all Istituto Silvio d Arzo di Montecchio Giovani startupper crescono con l aiuto di Cna impresa sensibile Nei giorni scorsi è stato formalizzato un riconoscimento a livello internazionale per un vino prodotto dalla Cantina di Arceto, che valorizza la Spergola, vitigno tipico del territorio scandianese Una foto della conferenza svoltasi a Montecchio BIBBIANO, 26 giugno Si rafforza il legame tra CNA l Istituto scolastico Silvio D Arzo di Montecchio. Grazie ai contributi raccolti dal comitato CNA Impresa Sensibile in occasione delle fiera Bibbiano Produce sono state assegnate 8 borse di studio del valore di 2mila euro ai ragazzi dell ultimo anno dell indirizzo tecnico. L INCONTRO In un incontro, presente il Sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, la Dirigente del D Arzo Rosanna Rossi e alcuni rappresentanti del comitato impresa sensibile CNA, è stato fatto il punto sui progetti realizzati con le borse di studio. LIBERA INIZIATIVA Particolarmente interessante il progetto start up che prevede la realizzazione di un generatore di siti per fotografi comprensivo di dominio e spazio web. Si tratta di un servizio dedicato ad una nicchia di utenti esigenti come possono essere gli appassionati di fotografia e gli operatori del settore. Gli studenti hanno lavorato nei laboratori informatici dell istituto sotto la guida del professor Galvani Daniele, con il supporto di esperti di programmazione e grafica web. Un percorso stimolante che ha portato alla realizzazione di un prodotto concreto e fruibile. LE DICHIARAZIONI Sostenere i ragazzi e stimolarli nello sviluppo di idee imprenditoriali e rafforzare allo stesso tempo il legame con il territorio è uno degli obiettivi primari della nostra Associazione sostiene il Presidente CNA Area Val d Enza Giorgio Francia e farlo attraverso azioni di volontariato dei nostri imprenditori dà ancora più valore alla funzione sociale del fare impresa. SCANDIANO Nei giorni scorsi è stato formalizzato un riconoscimento di livello internazionale per un vino prodotto dalla Cantina di Arceto, che valorizza il vitigno tipico del territorio scandianese, la Spergola. Il vino Colle Ventoso, prodotto dalla cantina in una quantità selezionata di 15 mila bottiglie all anno, ha ottenuto infatti la Gran Menzione al Concorso Internazionale di VinItaly, il concorso più importante nel settore enologico che viene celebrato sul territorio italiano. La commissione presieduta da Giuseppe Martelli, Presidente del Comitato nazionale vini, ha particolarmente apprezzato questo prodotto strettamente legato al territorio scandianese per storia, sapori e profumi. Spiega Davide Frascari, presidente di Emilia Wine, la cooperativa vinicola di cui fa parte la Cantina di Arceto: Colle Ventoso è un vino ottenuto con uva spergola al 100%, una Doc Colli di Scandiano e Canossa, che declina al meglio questo vitigno storico e prestigioso. Le prime testimonianze scritte relative al vitigno Spergola risalgono al XV secolo, quando fu citato da Bianca Cappello, Granduchessa di Toscana. Si tratta quindi di un vitigno autoctono molto antico, il cui ceppo ultracentenario è stato riscoperto e ne sono stati riprodotti gli esemplari per scongiurare l estinzione della varietà. Oggi l attenzione sui vitigni autoctoni prosegue Frascari è molto alta da parte dei consumatori, che ricercano tipicità e legame con i territori. Dalla Spergola si ottengono vini di qualità medio alta, ed il Colle Ven- Il vitigno ha ottenuto la Gran Menzione al Concorso Internazionale di VinItaly toso in particolare esalta le caratteristiche di quest uva. E un vino frizzante, che vive una fermentazione più lunga di quella abituale, e questo ne sottolinea la qualità, e consente di sviluppare meglio i profumi. Il nome è legato al colle dove sono presenti diversi vigneti di Spergola, e segnala la presenza costante di ventilazione, che aiuta a migliorare la qualità dell uva. Un vino che quindi proviene da vigneti ben identificati tra San Ruffino e Scandiano, viti di Spergola che hanno più di 20 anni e danno quindi un uva di ottima qualità. Sulla valorizzazione di questo prodotto tipico, negli anni si è impegnato anche il Comune di Scandiano, quindi per questo riconoscimento davvero importante esprime grande soddisfazione anche il Sindaco, Alessio Mammi: L Amministrazione comunale, anche attraverso la Compagnia della Spergola di cui fa parte insieme alle cantine di Aljano, Arceto, Bertolani Alfredo e Casali, ha sostenuto con convinzione la divulgazione e la conoscenza di questo patrimonio naturale ed agroalimentare molto importante, ad esempio attraverso la pubblicazione l anno scorso del libro La Spergola di Scandiano, storia, terra, uva, vino, ma anche attraverso altre iniziative ed eventi. Questo riconoscimento aggiunge il vice Sindaco ed Assessore alle attività produttive Matteo Nasciuti arriva dal massimo concorso italiano riservato al vino, e quindi sottolinea, se ve ne fosse ancora bisogno, come la Spergola non sia solo un elemento caratteristico, che pure fa parte della storia del nostro territorio, ma un prodotto di qualità eccellente, che grazie alla professionalità ed alla sapienza delle nostre cantine può essere protagonista di vini di altissimo livello. Non possiamo che brindare a questo grande risultato. IL PRODOTTO FINALE Oggi la provincia agricola di Reggio Emilia è percorsa da un fermento rivoluzionario, che dai tini colmi di mosto si sta propagando tra gli agricoltori, i ristoratori, gli amministratori locali fino a contagiare l intera popolazione e a smussare i pensieri di tutti. Questo fermento si chiama Lambrusco. Con il termine Lambrusco si indica una famiglia di vitigni di matrice comune, da sempre coltivati in Emilia, in particolare nelle province di Reggio Emilia e Modena, in parte a Parma, sconfinando, nel Mantovano. Il Lambrusco Reggiano deriva da un uvaggio tra i seguenti vini: Lambrusco Salamino, Lambrusco Marani, Ancellotta, Maestri, Montericco, Malbo Gentile... Il Lambrusco viene generalmente vinificato in rosso o in rosato anche se con i nuovi disciplinari è possibile produrre uno spumante bianco da uve lambrusche. La gradazione alcolica complessiva minima naturale è di gradi 11%, sapore asciutto o amabile, non molto di corpo, armonico, fresco e gradevole. Il vino viene venduto anche sfuso in damigiana presso le cantine della provincia.

15 SABATO 11 LUGLIO IN PROVINCIA A Casalgrande il XVI Casalgrande Jazz Festival NEI COMUNI A Baiso una rievocazione storica senza eguali La tavola di Bisanzio: in programma il 18 e 19 luglio Musica e spettacolo in programma il 16 luglio a San Donnino di Casalgrande: arriva il grande Jazz Il 18 luglio a Querciola di Viano: Soli Deo Gloria-Organi, Suoni e Voci della Città A BAISO la tavola di Bisanzio - è il progetto di ricerca storicoculturale promosso dal Comune di Baiso in collaborazione con la Sezione di Reggio Emilia della Deputazione di Storia Patria per le antiche Province modenesi. Un progetto nato sulla scia della Tavola Rotonda organizzata in concomitanza con la sesta edizione de La tavola di Bisanzio per approfondire gli studi sula presenza bizantina sul territorio dell attuale Comune di Baiso. Durante l incontro sono emersi molti elementi, anche se poco organici e frammentari, che hanno posto le basi per una ricerca più approfondita di dati e testimonianze che raccontino il radicamento e la persistenza della cultura bizantina altomedievale nel Comune di Baiso. Cenni storici La ricerca, iniziata nel 2011, proseguirà per cinque anni, con un esposizione annuale dei dati emersi in un evento culturale pensato ad hoc all interno di La tavola di Bisanzio. Al termine del primo triennio, inoltre, si terrà un convegno per esporre i risultati raggiunti. Il progetto coinvolgerà direttamente la popolazione di Baiso per la raccolta degli elementi necessari alla ricerca, mentre i ricercatori della Deputazione di Storia Patria si occuperanno di organizzare e studiare i materiali. Diverse le iniziative anche nel Comune di Albinea ECCO l elenco del einiziative di piazza in programma nelle cittadine del nostro territori. Si consiglia di verificare, attraverso i numeri di telefono riportati, eventuali variazioni di date o orari. Il 14 luglio a Reggio Emilia Mundus - rassegna di musica etnica e jazz - Archi istituto musicale a. Peri - C. Merulo diretti da Stefano Fonzi, Danilo Rea pianoforte - c/o Chiostri di San Pietro, via Emilia San Pietro 44/c - ore 21,30 - Info: ATER (Associazione Teatrale Emilia Romagna) tel ; Comune di Reggio Emilia tel Il 15 luglio a Casalgrande Località San Donnino XVI Casalgrande Jazz Festival - Tandem (Italia): Fabrizio Bosso tromba, Julian Oliver Mazzariello pianoforte - c/o Scuderie di Villa Spalletti, via Franceschini 11 - ore 21,30 - Info: Teatro De Andrè tel ; ; Comune tel Il 16 luglio a Reggio Emilia Un Giro di Jazz dal vivo - serate di musica jazz nel Giardino dello Spazio Gerra, piazza XXV Aprile 2 - Love Song Quintet: Antonio Cerullo contrabbasso, basso elettrico e chitarra, Aldo Gianolio batteria, Silva Nironi voce, Andrea Papini piano, Simone Valla sassofono tenore, sassofono alto e clarinetto - ore 21,30 - Info: Spazio Gerra tel Il 16 luglio a Reggio Emilia Stelle sotto le stelle - spettacolo di balletto della Compagnia Balletto Classico di Liliana Cosi e Marinel Stefanescu - coreografie di Marinel Stefanescu e classica russa - in piazza Prampolini - ore 21,15 - Info: Compagnia Balletto Classico Cosi- Stefanescu tel Il 16 luglio a Casalgrande Località San Donnino XVI Casalgrande Jazz Festival - Ola Onabulé (Gran Bretagna): Ola Onabulé voce, Joe Stoddart contrabbasso, Chris Nickolls batteria, Nick Flade piano/keyboards - c/o Scuderie di Villa Spalletti, via Franceschini 11 - ore 21,30 - Info: Teatro De Andrè tel ; ; Comune tel Il 16/19 luglio Gattatico Località Praticello Praticio Rock - concerti rock, servizio ristorante, birreria, cocktail bar, bancarelle; 16 luglio: Jovanotte (Jovanotti Tribute) + Chain Collision; 17 luglio: Divina ( 70-80) + Mondo Visione (Liga Tribute) + Praticio Dj Set; 18 luglio: Achtung Babies (U2 Tribute) + Sweet Box + Praticio Dj Set; 19 luglio: Spingi Gonzales (Cover 360 ) + Ernest s Liver - c/o Parco Polivalente, via Cicalini 14 - concerti ore 21 - Info: Associazione Praticio Rock tel ; ; Il 17 luglio a Reggio Emilia XXXI Stage Internazionale di Commedia dell Arte - Spettacolo finale del Workshop di Commedia dell Arte - con gli allievi della scuola di teatro Fourth Monkey di Londra - nel Cortile del Palazzo dei Musei, via Spallanzani 1 - ore 21 - Info: Teatro del Vicolo tel ; Il 17 luglio a Casalgrande Località San Donnino.XVI Casalgrande Jazz Festival - Musica Nuda (Italia): Petra Magoni voce, Ferruccio Spinetti contrabbasso - c/o Scuderie di Villa Spalletti, via Franceschini 11 - ore 21,30 - Info: Teatro De Andrè tel ; ; Comune tel Il 17 luglio a Salvaterra XVII Fiera di Salvaterra - musica e cucina tradizionale, giochi per bambini, ristorante aperto tutte le sere - c/o parco del Liofante - ore 19,30 - Info: Comune tel Il 18 luglio a Canali XXVIII Albinea Jazz - Aaron Goldberg Trio: Aaron Goldberg pianoforte, Reuben Rodgers contrabbasso, Greg Hutchinson batteria - c/o Cantina di Albinea-Canali, via Tassoni ore 21,30 - Info: Comune tel ; Reggio Iniziative Culturali tel Il 18 luglio a Querciola di Viano Soli Deo Gloria-Organi, Suoni e Voci della Città - Andrew Cantrill organo, Corale Il Gigante di Villa Minozzo, Andrea Caselli tenore solista e direttore - musiche di W. Byrd, J. P. Sweelinck, J. S. Bach, J. Cabanilles, S. Wesley - c/o Chiesa di Santa Maria Assunta - ore 18 - Info: Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne Monti Achille Peri - Claudio Merulo tel ; Il 18 luglio a Marola Fuoco al Mito-il prodotto reale delle Terre di Canossa: il formadio; cottura storica di una forma di Parmigiano-Reggiano - c/o Badia Romanica - ore 21,30 - Info: Comune tel ; Con.va. tel Il 18/19 luglio a Baiso La Tavola di Bisanzio - rievocazione storica e gastronomica di epoca bizantina; degustazioni e assaggi di prodotti a base di pecora: barzigole, violino (cosciotto stagionato), pecora bollita, salumi di pecora, costine, dolci fatti col miele e il celebre croccante; spettacoli di falconieri, mercato storico di arti e mestieri, mangiafuoco e giullari, artisti di strada, taverne medievali, corteo storico con sbandieratori, arcieri e balestrieri, spettacoli del fuoco - in piazza Don Dossetti; 18 luglio: dalle 16 alle 24; 19 luglio: dalle 9 alle 24; Corteo Storico - ore 18, Cena Bizantina - ore 19 - Info: Comune tel Il 18/20 luglio a Borzano 207 Fiera di Borzano - musica, danza, pesca di beneficenza, mercatino del riuso, esposizione di macchine agricole d epoca, giochi popolari - ore 19,30 - Info: Comune tel Il 19 luglio ad Albinea XXVIII Albinea Jazz - Elena Federici voce, Cristiano Maramotti chitarra - c/o Villa Tarabini, via Garibaldi 15 - ore 21,30 - Info: Comune tel ; Reggio Iniziative Culturali tel Il 19 luglio a Borzano XXIX Moto Incontro - manifestazione riservata a moto ante mattina - Info: sig. Gian Francesco Spadoni tel ; Club Auto e Moto d Epoca Reggiano tel (solo mercoledì dalle 21 alle 24) Il 19 luglio a Ligonchio Fiera della Val d Ozola - in centro storico; mattino: mercato ambulante, stands di prodotti locali e artigianali; pomeriggio: musica - Info: Comune tel

16 14 SABATO 11 LUGLIO 2015 LA PAGINA BIANCA Si prepara alle Paralimpiadi di Rio grazie ad un azienda reggiana Olmedo scende in campo a fianco dell atleta di handbike Francesca Porcellato attivando il progetto Running to Rio in preparazione alle Paralimpiadi 2016 in Brasile Francesca Porcellato con Luca Quintavalli titolare della Olmedo Spa LA SCHEDA Dal paraciclismo alla scelta di fare azienda pensando alla gente Una foto della conferenza QUANDO nel 1951 Olmedo Quintavalli iniziò la sua attività in una piccola carrozzeria della provincia reggiana, i valori di personalizzazione, cura del cliente e totale dedizione al lavoro erano già presenti in ogni realizzazione che, giorno dopo giorno, usciva da quella piccola bottega costruita sulle rovine della guerra. La grande capacità realizzativa, tipica di persone che della manualità e dell inventiva fecero la loro mission di vita, consentiva di concretizzare le esigenze astratte e sempre diversissime di clienti attenti alla qualità e, soprattutto, alla praticità. Contesti in cui il batti lamiera, il tappezziere, il falegname lavoravano congiuntamente per offrire un prodotto finito rispondente alle richieste dell utilizzatore ed a criteri di robustezza ed affidabilità ormai dimenticati. Questi valori, tramandati nelle generazioni, sono ancora oggi il vero punto di forza della Olmedo special vehicles. I contesti odierni sono totalmente differenti rispetto a mezzo secolo fa cosi come le esigenze degli utilizzatori, ma il processo basilare di risposta alle richieste rimane assolutamente identico. Anche oggi, infatti, in Olmedo sono presenti settori produttivi diversi che, coordinati in maniera attenta, operano congiuntamente per offrire un prodotto finale esclusivo, quanto a qualità, estetica e praticità. L idea di adottare un sistema operativo aziendale identico a quello di oltre 50 anni fa adattandolo alle risorse di oggi, risulta essere il vero valore della Olmedo. Pur se di recente costituzione societaria, quindi, la Olmedo tramanda una lunga tradizione nell ambito della carrozzeria e delle personalizzazioni per trasporto persone. Olmedo Special Vehicles srl nasce nel 2004 e ben presto struttura i propri reparti operativi interni (lastratura, tappezzeria, allestimento di interni) differenziandoli, al fine di ottimizzarne lo sviluppo e tenerne maggiormente monitorato le qualità e le efficienze operative. Il primo settore è legato alle installazioni di guida per disabili, sviluppato dopo l acquisizione della società L autonomia di Reggio Emilia, avvenuta nel 2005, e immediatamente inglobata nei fabbricati Olmedo; in quest area, accessibile da ogni disabile e priva di barriere architettoniche, personale qualificato analizza esigenza per esigenza per confrontarla alle fattibilità tecniche di trasformazione. Ne deriva una parte di azienda, dotata di simulatori statici dei dispositivi, dove l utilizzatore potrà confrontare le soluzioni più innovative correlate alla propria necessità. Secondo contesto operativo è quello della alla tappezzeria di interni e delle sellerie ed alla lastratura di veicoli vetrati, formato nel 2006 con la costituzione societaria di Fashion Car (società di Olmedo) anch essa operante in un reparto all interno della struttura Olmedo, ma con accessibilità logistica e gestione commerciale separata. IL PARACICLISMO Il paraciclismo è uno sport che deriva dal ciclismo. I primi prototipi di handbike comparvero all inizio del ventesimo secolo, mentre vere e proprie biciclette per handicappati fisici negli anni sessanta. Nel decennio successivo iniziò ad essere praticato il tandem per i non vedenti e infine le handbike per persone in sedia a rotelle negli anni novanta. REGGIO - Si è svolta nei giorni scorsi nella sala polivalente mobility room di Olmedo la conferenza stampa di presentazione del progetto Running to rio, che vedrà l azienda di Bibbiano al fianco di Francesca Porcellato nel percorso sportivo di avvicinamento ai Giochi Paralimpici in Brasile, in programma a Rio de Janerio dal 7 al 18 settembre 2016, dove si confronterà nella specialità dell handbike. UNA CAMPIONESSA VERA Atleta versatile, campionessa in varie specialità, Francesca ha conquistato varie medaglie prima nelle Paralimpiadi estive dove, nel 2008 a Pechino, è stata portabandiera della nostra Nazionale e successivamente in quelle invernali dove, nel 2010 a Vancouver, ha conquistato la medaglia d oro nello sci di fondo. Oggi per lei un nuovo progetto, ambizioso e affascinante allo stesso tempo, denominato Running to Rio, che la vede e la vedrà partecipare a varie competizioni Italiane e Internazionali come i campionati italiani, le maratone, le gare in linea, a cronometro e presentarsi a Rio del Janeiro nell estate del 2016, a 46 anni, per conquistare una nuova medaglia. L INTERVISTA Ringrazio tutte le persone oggi qui presenti e tutte quelle che da sempre hanno creduto in me tra queste gli sponsor e Dino il mio compagno di vita e mio allenatore -così Francesca Porcellato nel suo inter- vento - dopo un periodo di stanchezza nel quale avevo pensato di ritirarmi dalle competizioni internazionali, l entusiasmo che mi ha trasmesso Luca Quintavalli dell Azienda Olmedo presentandomi il progetto Running to Rio è stato a dir poco contagioso. Da 5 anni mi sono messa alla prova nella specialità dell handbike e da quel giorno corro per la Società Apre-Olmedo di Reggio Emilia della quale Luca, con la sua azienda, è main sponsor. In questi anni ho ottenuto risultati davvero importanti. Con queste premesse ho quindi deciso di partecipare ai prossimi giochi Paralimpici. Sarà una bellissima sfida, difficilissima, ma allo stesso tempo entusiasmante ed affascinante. I piazzamenti ottenuti in questi primi 6 mesi del 2015 ci lasciano ottimisti e la speranza è quella di ottenere a RIO un risultato importante. Legare il nostro marchio ad una splendida amica e una campionessa come Francesca ci rende immensamente orgogliosi - ha commentato Quintavalli titolare di Olmedo, azienda che trasforma veicoli per il trasporto di persone affette da disabilità - Da anni siamo sensibili e vicini allo sport credendo soprattutto nei risultati in ambito sociale che questo mondo può regalare a tutti noi sosteniamo varie realtà, soprattutto reggiane, di varie discipline e che oggi sono qui presenti. Francesca e il nostro fiore all occhiello e speriamo che il marchio Olmedo sia un portafortuna in tutte le sue gare di avvicinamento a Rio A margine della conferenza stampa è stato presentato il video promozionale del progetto Running to rio e la divisa ufficiale targata Olmedo che accompagnerà Francesca nelle gare che affronterà in tutto il mondo. GLI OSPITI Nel corso dell evento sono intervenuti inoltre William Reverberi, presidente Regionale del C.O.N.I., Emore Manfredi, presidente provinciale della F.I.G.C., Sergio Cavallari in rappresentanza della Boxe Tricolore Reggio Emilia, Davide Alberghini, Presidente del Gruppo Ciclistico Apre-Olmedo di Reggio Emilia, Dario Morello, ex professionista di varie squadre calcistiche tra le quali Inter, Bologna, Genoa e Reggiana,, Giovanni Bruno Direttore di Sky Sport, Umberto Murazio, Responsabile Programma FIAT Autonomy e Marco Trapani, Responsabile Rete Italia Mercedes Benz.

17 SABATO 11 LUGLIO INTERVISTA IN CORSIA Tumore alla bocca? L 80% guarisce se diagnosticato per tempo Ce lo spiega il dottor Riccardo Mantovani, chirurgo odontoiatra: L elevato tasso di mortalità è dovuto semplicemente al fatto che il tumore del cavo orale è troppo spesso scoperto in ritardo. A volte può essere evitato anche semplicemente con una corretta igiene orale e con visite frequenti In Italia rappresenta il 7% dei tumori nell uomo e l 1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento La prevenzione e la diagnosi precoce sono importantissime per tutti. I dentisti low cost? Per cortesia, credo che non si debba lesinare sulla salute, ma purtroppo c è gente che lo fa LORENZO CHIERICI LAVARSI i denti a volte basta per scongiurare problemi ben più gravi, ma molte volte, per fretta o pigrizia, non ci fermiamo pochi minuti per compiere questo gesto quotidiano che, fin da bambini, deve diventare naturale. «La patologia principale che incontriamo noi dentisti è ovviamente la carie - ci spiega il dottor Riccardo Mantovani, chiururgo odontoiatra - alla quale seguono tutti i problemi legati al parodonto, ossia quelli che investono i tessuti di sostegno dei denti, quindi ossa, gengive e altri tessuti molli. La permanenza di placca e soprattutto di tartaro provocano infiammazioni, gonfiore e sanguinamento che a lungo andare fanno arretrare gli stessi supporti dei denti, creando instabilità». Quali sono le cause principali delle carie e quant è importante l igiene orale? «E fondamentale soprattutto a livello preventivo e dev essere quotidiana, così come non deve mai mancare almeno un controllo annuale dal proprio dentista, il metodo migliore per combattere l avvento di qualunque patologia. La corretta igiene orale consiste nell eliminazione dei residui di cibo dopo ogni pasto, con particolare attenzione ai carboidrati che sono il nutrimento dei batteri responsabili della carie». Dottore, i suoi pazienti si lavano tutti i denti allo stesso modo? «Ovviamente no, ma non credo sia un problema di cultura o di estrazione sociale; si tratta semplicemente di un po di pigrizia. Magari, ciò che ci condiziona è la vita frenetica, tant è che spesso non è possibile lavarsi i denti dopo ogni pasto o in più momenti della giornata. Il minimo indispensabile sarebbe lavarsi i denti dopo i pasti principali, mattino e sera, con maggiore accuratezza nel secondo caso, visto che proprio la condizione di anaerobiosi, cioè quando c è meno ossigeno, favorisce il metabolismo batterico, ossia durante la notte, quando si dorme, generalmente a bocca chiusa». Quant è importante il rapporto che si crea tra un dentista e il proprio paziente? «E fondamentale perché solo se si riesce ad ottenere la fiducia di qualcuno allora sarà possibile insegnare e motivare le persone all igiene orale. Quello di lavarsi bene i denti e magari di completare l operazione con l utilizzo di un colluttorio, è il concetto più importante da trasmettere, ma non sempre la gente lo recepisce. Soprattutto in caso di terapie chirurtiche, ma non solo, l igiene orale risulta fondamentale per il buon esito del decorso post operatorio». E per chi ha la protesi? Quali sono i metodi migliori per mantenerle pulite? «La durata di una protesi soprattutto fissa, come i classici ponti o corone, va di pari passo con le corrette manovre di igiene, che sono fondamentali anche in questo caso: vanno fatte con regolarità e oltre al normale spazzolino, in caso di protesi, servirebbero altri presidi come scovolini (spazzolini monociuffo ndr) e filo interdentale che aumentano la qualità delle manovre igieniche». Dottore, cosa ne pensa della pubblicità legate ai prodotti odontoiatrici? Sensibilizza davvero le persone? «Direi di no, visto che, a mio avviso non crea alcun valore aggiunto. Si parla spesso di estetica, vedi dentifrici sbiancanti e via dicendo, quando invece, a mio parere, si dovrebbe porre l attenzione su altre problematiche decisamente piu importanti, come l igiene, i controlli annuali, l utilizzo di un colluttorio e quant altro serva soprattutto a livello preventivo. E inoltre fondamentale che i genitori obblighino i loro figli a lavrasi i denti fin da piccoli, magari invogliandoli con qualche gioco o con qualche favoletta legata a ciò che stanno facendo. Così facendo i nostri ragazzi cresceranno con la buona abitudine di curare l igiene orale». Abbiamo sentito parlare dell Oral Cancer Day? Di che cosa si parla? Quanto sono frequenti i tumori alla bocca? La pulizia dei denti è fondamentale così come la prevenzione e i controlli costanti «Il tumore del cavo orale è tra le forme tumorali più diffuse al mondo: è fortemente invasivo, invalidante e, ancora oggi, è ad alto tasso di mortalità. Ma si può prevenire: bastano comportamenti salutari, l adozione di stili di vita corretti, visite periodiche (almeno una volta all anno) per controllare la bocca e imparare a difendersi. Un alimentazione corretta e sana può aiutare a prevenire il tumore del cavo orale: una dieta ricca di frutta, verdura, cibi integrali e povera di grassi è senza dubbio uno dei fattori più efficaci in grado di controllare l insorgenza e lo sviluppo di questo tipo di patologia». Esattamente come si manifesta? «Il tumore del cavo orale è una forma di cancro che, nella maggioranza dei casi, colpisce le cellule di rivestimento della bocca. In particolare, si sviluppa più frequentemente sulla lingua, la mucosa delle guance, sul pavimento della bocca e sull orofaringe». Nel nostro paese in che percentuale colpiscono questi tipi di tumori? «In Italia rappresentano il 7% dei tumori nell uomo e l 1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento, così come il tasso di mortalità. Ogni anno si registrano circa nuovi casi con un tasso di mortalità, a 5 anni dalla diagnosi, di oltre il 70%. Come si può sospettare una lesione attribuibile eventualmente ad un cancro orale? «Se in bocca ci sono piccole lesioni, sempre nello stesso punto, come il mordersi la guancia, qualcosa di fastidioso sulla lingua e sui tessuti molli e LA SCHEDA Il dottor Riccardo Mantovani, 36 anni, dopo il diploma al liceo Scentifico, si è laureato in odontoiatria all Università di Modena e Reggio. In questi ultimi anni ha partecipato a Riccardo Mantovani vari corsi di specializzazione in chirurgia. Attualmente, dopo aver lavorato sei anni a Reggio nel suo studio privato, si è trasferito a Scandiano in via Matteotti. quant altro di costantemente anomalo, è opportuno andare dal dentista per fare un esame specifico. Il dentista in questi casi dev essere particolarmente attento nell osservazione di tutta la bocca. L elevato tasso di mortalità è dovuto semplicemente al fatto che il tumore del cavo orale è troppo spesso scoperto in ritardo, in quanto non conosciuto dalla popolazione come altri tumori. Un adeguata prevenzione e soprattutto una diagnosi precoce, sono qundi l unico strumento di cura. Quando il carcinoma è rilevato e curato nella sua fase iniziale, si ottiene infatti una guarigione completa». E qual è la probabilità di sopravvivenza nel caso di tumore del cavo orale? «E piuttosto alta, ma la prevenzione e la diagnosi precoce sono importantissime perché garantiscono uno standard di sopravvivenza dell 80% e consentono interventi terapeutici mediamente poco invasivi». Dottore, si sente parlare di dentisti low cost e addirittura di turismo dentale? Che differenza c è? «Il turismo dentale e la diffusione di situazioni definite low cost, in un campo come questo, e voglio comprendere qualunque professione medica in generale, ha dei costi alti per avere dei risultati buoni. A mio avviso non ha senso lesinare sulla salute; purtroppo c è gente che lo fa, ma c è anche chi ne ha pagato le conseguenze».

18 16 SABATO 11 LUGLIO 2015 DALLA PARTE DEGLI ANIMALI La salute passa dalla ciotola: il pericolo degli inquinanti nel cibo La guida alimentare del Dottor Sergio Canello, veterinario esperto in patologie legate ad alimentazione, omepatia e medicina naturale Se gli alimenti sono contaminati da residui farmacologici tossici e/o poveri di principi nutritivi fondamentali o presentano residui dell ossitetraciclina, farmaco largamente ma legalmente utilizzato nell allevamento intensivo, possono provocare processi infiammatori Una nutrizione sana, completa ed equilibrata assume un ruolo fondamentale quale componente attiva alla realizzazione del benessere dell animale LA SALUTE dei nostri animali diventa ogni giorno più importante e capire cosa fa bene diventa un esigenza imprescindibile per migliorare la loro salute. Ogni settimana il Dottor Sergio Canello, Veterinario esperto in S.Canello patologie legate all alimentazione, omepatia e medicina naturale, sulle pagine del GdR realizza una guida all alimentazione e al benessere degli animali. Il tutto per conoscere fino in fondo quali sono i rischi che corrono i nostri compagni, persino quando si trovano davanti alla ciotola. Alimentazione ed equilibrio L obiettivo di una relazione sana e consapevole uomo animale deve essere supportato e favorito da una precisa attenzione all alimentazione del cane: rito essenziale e quotidiano di cui solo il suo proprietario può esserne il mediatore e tradurlo in scelta responsabile. Una nutrizione sana, completa ed equilibrata assume, così, un ruolo fondamentale quale componente attiva alla realizzazione del benessere animale, in una chiave tesa al miglioramento del suo equilibrio psico-fisico quale presupposto per una migliore relazione uomo-animale. Il ruolo degli inquinanti sul comportamento Se gli alimenti sono contaminati da residui farmacologici tossici e/o poveri di principi nutritivi fondamentali, l obiettivo non potrà essere realizzato. Purtroppo, è proprio la presenza di residui tossici dell ossitetraciclina, farmaco largamente ma legalmente utilizzato nell allevamento intensivo, a provocare numerosi processi infiammatori. Cani e gatti che si cibano di alimenti che contengono carni derivanti da allevamento intensivo, possono frequentemente manifestare otiti, dermatiti, piodermiti, congiuntiviti, gastriti, enteriti, gengiviti, stomatiti, tutti a evoluzione cronica o ricorrente. Contemporaneamente, si sono evidenziati anche comportamenti inusuali, molti dei quali collegati all ansia (impulsività, imprevedibilità, eccitabilità, disturbi della socializzazione, aggressività, paura, distruttività se lasciati soli, leccamento della zampa, abbaio continuo). Proprio degli studi in corso in una Facoltà di Veterinaria italiana fanno ipotizzare che questi residui farmacologici vadano a influenzare i meccanismi di sintesi di alcuni neuro- IDIARREA NEL CUCCIOLOI I disturbi gastrointestinali sono molto comuni nei cani e nei gatti e, come al solito, la causa è quasi sempre l alimentazione. Ricordate una cosa: se un cucciolo presenta improvvisamente diarrea e all esame delle feci emerge che ha i vermi (di solito gli ascaridi), non sono quasi mai (direi mai) loro a dare la diarrea. La causa può essere un infezione virale o l alimentazione. La differenza la fanno due sintomi: se il cucciolo è abbattuto e ha la febbre, è segno di un infezione e va subito consultato il vostro veterinario. Se ha diarrea, ma il cucciolo è vispo come al solito, controllate cosa ha mangiato poche ore prima e troverete la causa. Tolta quella, la diarrea sparirà spontaneamente in un paio di giorni. I cibi che più facilmente gliela provocano sono gli insaccati, specie salsiccia, mortadella, ma anche würstel e hamburger industriali. Attenti agli snack, anche se c è scritto che sono solo vegetali. È difficile che sia vero e, alla base di tutto, alla fin fine, c è sempre tutto ciò che è fatto con carne derivante da allevamento intensivo. Provate a osservare e troverete voi per primi la soluzione. Il miglior medico è sempre il genitore, e voi siete i genitori dei vostri cuccioli. LO SAPEVI CHE? Salmone, sardine e sgombro contribuiscono a prevenire infiammazioni tendinee, legamentose ed articolari. Questo grazie all elevato contenuto di Omega 3. Durante un sforzo fisico, specie se ripetuto, si possono verificare molti microtraumi ripetuti a livello muscolo-scheletrico. Per ridurre i danni ad essi associati, è importante ridurre l infiammazione che si viene a creare durante l attività fisica. Gli Omega3 sono dei potentissimi antiinfiammatori trasmettitori, tra cui la serotonina e la melatonina, provocando i comportamenti alterati appena descritti. In alcuni soggetti è stata già osservata la regressione anche di altri disturbi comportamentali legati allo squilibrio dei neurotrasmettitori, specie un esagerata tendenza alla dominanza. L importanza dei fitoterapici Un ruolo fondamentale lo giocano i fitoterapici. Frutti e piante medicinali titolate e standardizzate, scelti accuratamente fra l enorme e ancora pochissimo sfruttato patrimonio naturale del regno vegetale, sono utilissimi per un triplice fine: beneficiare delle loro proprietà antiossidanti, caratteristica indispensabile per depurare quotidianamente l organismo dalla formazione abnorme di radicali liberi, vera e propria spazzatura prodotta dall impossibilità dell organismo di smontare le molteplici molecole chimiche presenti in tutte le fonti alimentari; usufruire delle loro proprietà antinfiammatorie naturali; aiutare il sistema immunitario a riprendere il pieno controllo delle proprie funzioni, alterate proprio dal ruolo tossico di precisi inquinanti.

19 SABATO 11 LUGLIO ICALCIO A CINQUEI PAG Il Team Astio è forse la squadra che avrebbe meritato di più. Vince il Forno del Borgo. Tanta qualità in campo IALTRI SPORTI IGIOCHI D ESTATE 2015I ICALCIO DILETTANTII Rugby Reggio si prepara per la prossima avventura. Tutto è pronto per iniziare la nuova stagione: ecco i nomi della squadra che lavorerà dietro le quinte A PAGINA 23 Al via la 10ª edizione dei Giochi d estate di Roteglia: nella zona sportiva tante attività tra tornei, animazione e divertimentoper tutta la famiglia A PAGINA 19 Cris Gilioli e Marco Montresor sono i volti nuovi per il settore giovanile del Bibbiano. La società del presidente Alberto Zanichelli sposa la linea verde A PAGINA 25

20 Terza Categoria FIGC Calcio a 5 Open C CSI Calcio a 5 Femminile Open B CSI Calcio a 5 Open C CSI E' terminata una stagione ricca di soddisfazioni e di successi per le squadre dell'asd Real Casina 04 ove i nostri team di Calcio a 11 hanno lottato fino all'ultimo per il titolo sia nel campionato di Terza Categoria FIGC, sia nei campionati Amatori CSI Open A e Open B. Inoltre le nostre squadre di Calcio a 5 CSI hanno ben figurato sia nell Open B femminile, sia nell' Open C maschile ove addirittura con una squadra ci siamo laureati campioni Provinciali! Vogliamo pertanto ringraziare tutti i nostri partner e sponsor che ogni anno, attraverso il loro prezioso contributo, ci permettono di svolgere attività sportiva di calcio a 11 e calcio a 5 coinvolgendo oltre 100 tesserati del Comune di Casina e limitrofi. GRAZIE A TUTTI VOI!!!

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario 1. SMALL TALK 2. FRASE D AGGANCIO 3. ANALISI GRAFICA 4. STRUMENTI INEFFICACI 5. NON È PER TUTTI COSÌ 6. LE CONDIZIONI OTTIMALI 7. 1 CONFERMA: 8. PRESENTAZIONE

Dettagli

Premetto che pescherò a piene mani nel pensiero e nell opera di. due maestri ed amici. Mi scuso con loro perché non potranno

Premetto che pescherò a piene mani nel pensiero e nell opera di. due maestri ed amici. Mi scuso con loro perché non potranno Premetto che pescherò a piene mani nel pensiero e nell opera di due maestri ed amici. Mi scuso con loro perché non potranno reagire a ciò che dirò e non potranno dire se le mie riflessioni sono aderenti

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

Le tipologie di rischio

Le tipologie di rischio Le tipologie di rischio In ambito fi nanziario il rischio assume diverse dimensioni, a diversi livelli. La distinzione principale da delineare è fra rischio generico e rischio specifi co, valida per tutti

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati.

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati. FEBBRAIO 2016 Vediamo di riassumere sinteticamente in questa mail le cause che hanno portato allo storno delle borse e grazie all ausilio delle informazioni ricevute da alcuni dei principali gestori mondiali,

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE:

Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE: Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE: Dopo tanti anni e innumerevoli annunci e promesse, la BCE (Banca Centrale Europea) ha finalmente lanciato le operazioni di

Dettagli

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Le azioni non premiano più? A proposito dell equity premium Tutti a dieta (di asset) Con buona pace dell equity premium La parola ai guru L equity premium

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Fondo Pensione Gruppo Intesa Sanpaolo

Fondo Pensione Gruppo Intesa Sanpaolo Call center: 02.30329329 dalle 8.30 alle 17.00 dal lunedì al venerdì (tenere a portata di mano il codice iscritto) http://www.fondopensionegruppointesasanpaolo.it Newsletter n. 1 2015 IN QUESTO NUMERO

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

L azionario vince sempre nel lungo periodo?

L azionario vince sempre nel lungo periodo? 1 L azionario vince sempre nel lungo periodo? Redatto il 03/08/2007 Introduzione Spesso accade di ascoltare la celebre ed inflazionata massima secondo la quale l azionario vince sempre nel lungo periodo.

Dettagli

Breaking news. Quattro chiare domande

Breaking news. Quattro chiare domande Breaking news La BCE mantiene invariato il suo supporto al sistema bancario in Grecia. L Eurogruppo esclude ulteriori negoziati con la Grecia fino al referendum. Il Primo Ministro greco Tsipras invia una

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

L'oro è l elemento più importante del sistema finanziario mondiale

L'oro è l elemento più importante del sistema finanziario mondiale Cos è l Oro? 1. L oro è il metallo più prezioso, è sinonimo di ricchezza ed eccellenza. 2. L oro non dipende dai governi. 3. L oro non è tassato. 4. L oro non ha scadenza e non si deteriora. 5. L oro non

Dettagli

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software.

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. PREFAZIONE Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. Ho costituito, oltre 29 aziende in Italia e all estero, ed ormai ho una certa

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

previdenziale. Cos è il gap cosa fare per colmarlo Previdenza

previdenziale. Cos è il gap cosa fare per colmarlo Previdenza Previdenza Cos è il gap previdenziale e cosa fare per colmarlo Dal 1992 molti sono stati gli interventi legislativi sul sistema pensionistico del nostro Paese. Sette sono solo quelli conosciuti come riforme.

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

TS DAX 1: in fondo alla pagina la descrizione

TS DAX 1: in fondo alla pagina la descrizione TS DAX 1: in fondo alla pagina la descrizione C è molto stupore tra gli economisti riguardo al dato sul Pil italiano, che non ha rispettato in negativo le previsioni formulate attraverso i dati sulla fiducia

Dettagli

GUIDA INTRODUTTIVA ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

GUIDA INTRODUTTIVA ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione GUIDA INTRODUTTIVA ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE www.covip.it Guida introduttiva alla previdenza complementare Perché questa Guida... 3 Perché la previdenza

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo Pensione aperto Zurich Contribution è stato, come noto, istituito dal Consiglio di Amministrazione di Minerva Vita S.p.A. (oggi Zurich

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico. Leonardo Bargigli

Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico. Leonardo Bargigli Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico Leonardo Bargigli Risparmio privato Gli individui desiderano risparmiare per poter trasferire potere d acquisto nel tempo e per poter coprire necessità impreviste

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

Relazione. Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di. essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio.

Relazione. Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di. essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio. Relazione Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio. L assemblea odierna non è solo un momento di verifica e di approvazione

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Analisi e andamenti storici delle principali classi di investimento del risparmiatore italiano (1980-2008)

Analisi e andamenti storici delle principali classi di investimento del risparmiatore italiano (1980-2008) Azione n 24 Fiat spa Analisi e andamenti storici delle principali classi di investimento del risparmiatore italiano (1980-2008) - 1 - Gli andamenti dei mercati finanziari, i dubbi sulla solidità delle

Dettagli

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 856 SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 08 La crisi argentina (cap. 2) La crisi giapponese (cap. 2) La crisi argentina - 1 L Argentina negli ultimi decenni ha attraversato diversi periodi

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Nel 2011 aumenteranno le transazioni, ma perché salgano i prezzi ci

Nel 2011 aumenteranno le transazioni, ma perché salgano i prezzi ci Page 1 of 5 Nel 2011 aumenteranno le transazioni, ma perché salgano i prezzi ci vuole più tempo su realestate.it News e annunci immobiliari Annunci Google MLS Listings MLS Real Estate Agenzie Immobiliari

Dettagli

Una delle domande ricorrenti di chi vuole acquistare casa è se conviene comprare oggi oppure aspettare ancora.

Una delle domande ricorrenti di chi vuole acquistare casa è se conviene comprare oggi oppure aspettare ancora. ACQUISTARE CASA OGGI Un rischio o l'occasione di una vita? Una delle domande ricorrenti di chi vuole acquistare casa è se conviene comprare oggi oppure aspettare ancora. In caso di acquisto oggi il mercato

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

ISSIS DON MILANI LICEO ECONOMICO SOCIALE Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA. Liceo Don Milani classe I ECONOMICO SOCIALE Romano di Lombardia 1

ISSIS DON MILANI LICEO ECONOMICO SOCIALE Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA. Liceo Don Milani classe I ECONOMICO SOCIALE Romano di Lombardia 1 ISSIS DON MILANI LICEO Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA 1 NEL MERCATO FINANZIARIO SI NEGOZIANO TITOLI CON SCADENZA SUPERIORE A 18 MESI AZIONI OBBLIGAZIONI TITOLI DI STATO 2 VALORE DEI TITOLI VALORE

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al

Dettagli

La Grecia, l Europa, l euro e i mercati

La Grecia, l Europa, l euro e i mercati La Grecia, l Europa, l euro e i mercati Domenica prossima 17 giugno, la Grecia torna a votare, dopo un mese circa dalle precedenti elezioni, che non hanno espresso una maggioranza in grado di governare.

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI PRIMA FRODE Il governo (quello sovrano, non quello che ha rinunciato alla sovranità come il nostro) spende ciò che raccoglie con tasse e prestiti. FALSO!

Dettagli

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring 1 / 5 a S 399932 E Classifica: 468 h Crea sito cooperator-veritatis Rassegna Stampa Giornaliera Cerca Home di esempio. Pubblicato il 27 luglio 2015 da Gianni-Taeshin Da Valle Precedente Successivo Sempre

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015 Relazione finanziaria 1 trimestre Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 3 Osservazioni sull andamento della gestione Vendite e consumi interni 1 trimestre

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle;

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle; Adotta un metodo Come già detto precedentemente ancor prima di valutare la validità di un investimento si rende necessaria maturare la chiarezza degli intenti che ci prefiggiamo e la modalità da adottare

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007 Commentto merrccatti i Cffi i Advissorrss dell 2 lugll lio 2011,, a ccurra dii Ida I I. Pagnottttel lla IN I QUESTO NUMERO:: LL ORO :: NON SI COMPRA SE SI CREDE CHE TUTTO ANDRA BENE ALLA FINE! MOLTI INVESTITORI

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali 2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali RIFORMA TFR E PREVIDENZA INTEGRATIVA Sarebbero dovute entrare in vigore il prossimo anno, il 2008. Con un anno di anticipo,

Dettagli

Immobiliare, asset class vincente

Immobiliare, asset class vincente I MERCATI INTERNAZIONALI DEL REAL ESTATE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche che valutano le alternative di impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione

Dettagli

La gestione del credito: un approccio analitico al rating

La gestione del credito: un approccio analitico al rating La gestione del credito: un approccio analitico al rating di Giuseppe R. Grasso (*) Oggi le aziende sono chiamate a farsi carico del rischio finanziario associato al proprio portafoglio crediti, rischio

Dettagli

La penultima spiaggia

La penultima spiaggia 6 Giugno 2014 La penultima spiaggia Come avevamo previsto lo scorso aprile (si veda Solo questione di tempo 4 aprile 2014), la BCE ha deciso di ricorrere ad una serie di misure sia convenzionali che di

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese 23 domande 23 risposte Oggi un progetto per il futuro Avvertenza: Il presente opuscolo ha carattere divulgativo e non

Dettagli

23 gennaio 2015 Roberto Russo. www.assitecasim.it

23 gennaio 2015 Roberto Russo. www.assitecasim.it 2015: l anno della svolta 23 gennaio 2015 Roberto Russo www.assitecasim.it La borsa italiana, dopo avere perso i due terzi del suo valore dal 2007 al 2011, ha chiuso gli ultimi tre anni con una performance

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

Dollaro. Un grande punto interrogativo

Dollaro. Un grande punto interrogativo Dollaro. Un grande punto interrogativo Qualcosa sembra sfuggire, in questi giorni, agli occhi di noi comuni mortali. Dopo numerosi anni, il target del 6,5 così tanto ambito dalla Fed, sul tasso di disoccupazione,

Dettagli

DAILY REPORT 18 Agosto 2014

DAILY REPORT 18 Agosto 2014 DAILY REPORT 18 Agosto 2014 Ecco qua alcune tabelle per valutare il Sistema Italia, in un momento in cui vediamo i nostri Titoli di Stato comprati come non mai, quasi si intravedesse la luce in fondo al

Dettagli