VoIP over Mobile: tariffa, tecnologia o servizio?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VoIP over Mobile: tariffa, tecnologia o servizio?"

Transcript

1 MOBILE VoIP over Mobile: tariffa, tecnologia o servizio? MASSIMO BARBIERO VALENTINA RIVOIRA ROBERTO ROSSI L annuncio di un client Skype per terminali Symbian e l accordo con H3G per inserirlo sui cellulari branded hanno acceso l interesse sul Mobile VoIP, inteso come price-killer. L articolo mira a chiarire il significato e gli impatti del VoIP su reti mobili, in termini di servizi, costi e tecnologie. 1. Introduzione Ad oggi mancano ancora i presupposti per fare del Mobile VoIP (Voice over IP) un servizio ad ampia diffusione, almeno nel breve termine: non sono disponibili client VoIP, se non in forma prototipale o per una fascia molto ristretta di terminali e le reti cellulari in campo non offrono nè la qualità nè la capacità necessarie per supportare un traffico VoIP significativo. Questo perchè il servizio voce è offerto sulle reti a circuito, che sono parte integrante di tutte le reti radiomobili di seconda e terza generazione e sono progettate proprio per supportare al meglio la fonia. Nel medio termine le evoluzioni previste (terminali dual-mode con client VoIP SIP a bordo, introduzione dell HSPA, utilizzo di IMS per servizi avanzati, transizione verso reti All-IP) renderanno possibile l impiego del VoIP ma gli investimenti necessari sulla rete non potranno essere giustificati solo da un incremento dei servizi in fonia. In altri termini, gli operatori mobili non possono essere interessati ad investire in un servizio voce peggiore dell attuale: saranno invece i servizi innovativi a guidare l evoluzione, servizi capaci di offrire una user experience più ricca, frutto della combinazione di diversi media (voce, dati, video), di diversi modelli di fruizione (TLC, Internet, TV) e di diversi ambienti di utilizzo (indoor e in mobilità). Il VoIP potrà abilitare alcuni di questi servizi, tipicamente basati su IMS, e quindi essere sfruttato per arricchire l offerta e semplificare l accesso alle funzionalità evolute, ad esempio in bundle con altre forme di comunicazione (Instant Messaging, Mail, Presence, Push to talk, VideoSharing, ). NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 3 - Dicembre

2 Per quanto riguarda la value proposition attuale del VoIP, chiamate a basso costo, al momento è valida soltanto per le chiamate all interno della community (ovvero tra utenti che utilizzano lo stesso client) e se il traffico dati è consistente, dell ordine delle centinaia di megabyte al mese. Questo è vero sia per le chiamate nazionali sia per quelle internazionali. Al di fuori della community, invece, non è mai conveniente per il cliente utilizzare il servizio VoIP, neanche con tariffe dati flat. Nel prossimo futuro si diffonderanno piani tariffari più favorevoli all uso del VoIP, ma contestualmente è prevista anche la riduzione dei prezzi del traffico voce, per effetto della competizione e degli interventi regolamentari. Diverso è il caso del Wireless VoIP, il VoIP su reti WiFi: trattandosi di un profilo di servizio diverso, con requisiti meno stringenti in termini di qualità, mobilità e copertura, il Wireless VoIP ha già raggiunto una maturità superiore e comincia a diffondersi su laptop, palmari e smartphone WiFi, soprattutto tra la clientela business. La diffusione del WiFi e delle sue evoluzioni, con la copertura a tappeto delle aree urbane, secondo il modello statunitense, amplificherà l offerta di prodotti e soluzioni Wireless VoIP anche per il mercato consumer. Se dunque oggi vi sono limiti di convenienza economica e disponibilità tecnica sul VoIP senza fili, ben diverso potrebbe essere lo scenario nel medio periodo, anche in funzione dei ruoli che ISP e operatori mobili andranno a ricoprire. 2. Mobile VoIP: il servizio 2.1 Il contesto: Voice over Internet Protocol VoIP, ovvero Voice over IP, indica l utilizzo per le chiamate vocali di una connessione a pacchetto su rete IP invece di una connessione a circuito, come avviene nella tradizionale rete telefonica. Questo significa che non ci sarà un canale dedicato a ciascuna comunicazione, ma che una serie di pacchetti indipendenti viaggeranno nella rete dati. La maggiore efficienza delle reti a commutazione di pacchetto, dovuta alla condivisione delle risorse, viene sfruttata dagli operatori all interno della propria rete, per incrementare il traffico voce smaltito, oppure in reti private aziendali. Al di là delle implicazioni tecniche, tuttavia, l impatto più significativo del VoIP è sulla struttura del mercato: permette di offrire un servizio di chiamate vocali a chi non possiede una rete telefonica, come gli Internet Service Provider, e di offrirlo ad un prezzo inferiore, soprattutto sulle tratte internazionali. Skype è il provider che meglio di ogni altro ha saputo cogliere questa opportunità, costruendo in 3 anni una community di oltre 100 milioni di utenti, che si chiamano tra di loro pagando solo il collegamento a Internet, che possono chiamare numeri su reti telefoniche a tariffe vantaggiose (SkypeOUT) e che possono ricevere chiamate anche da numeri tradizionali (SkypeIN). La complessità del tema e i suoi risvolti sul sistema telecomunicazioni, sugli investimenti che lo sostengono, sull ingresso di nuovi player e sull evoluzione tecnologica verso servizi innovativi sono spesso mascherati dall equazione che ha decretato il successo del marchio VoIP: VoIP uguale telefonata gratis, o quasi. Fino a che punto la tariffa e non la tecnologia sia il driver del fenomeno VoIP è dimostrato da un servizio lanciato di recente, la web-activated telephony, ora anche da cellulare. Jajah propone chiamate gratuite da web, che però non utilizzano il VoIP peer-to-peer bensì la rete e i telefoni tradizionali. Non è necessario scaricare un applicativo, perchè la pagina web effettua una chiamata in third party, facendo squillare il telefono del chiamante e del chiamato, connettendoli poi direttamente tra loro sulla rete telefonica a circuito. Jajah prevede di sostenere i costi di terminazione e di ricavare profitto attraverso i servizi a pagamento, come le chiamate verso utenti non registrati, le chiamate programmate o le traduzioni. A fine settembre ha lanciato anche la versione per cellulare del servizio, che però in Italia è a pagamento. Se il modello è sostenibile, ovvero raggiunge la massa critica necessaria, la web-activated telefony potrebbe impattare pesantemente sul business VoIP, offrendo chiamate low-cost a scomodità limitata. Gli stessi operatori mobili, del resto, stanno lanciando offerte estremamente vantaggiose pur senza impiegare il VoIP nella tratta finale, come quelle destinate al mercato etnico : tariffe molto basse per le chiamate internazionali (a circuito), come l International No Limit di 3 (10 ore di chiamate al giorno per 15 euro al mese) o la Welcome Home di TIM (6 centesimi al minuto), che fanno impallidire i vantaggi del VoIP. Tanto più che il VoIP peer-to-peer alla Skype è un servizio molto diverso da quello telefonico tradizionale, in quanto non garantisce i requisiti di qualità del servizio (QoS) previsti dagli standard e non rispetta gli obblighi regolamentari imposti agli operatori TLC (ad esempio l accesso ininterrotto ai numeri di emergenza). Quando la banda è sufficientemente ampia, si può ottenere una qualità accettabile anche senza utilizzare tecniche di gestione della QoS per ridurre il ritardo e la perdita dei pacchetti, come nel caso delle chiamate VoIP peer-to-peer sulla rete fissa con accesso Broadband. Sulle reti senza fili invece la banda disponibile è di gran lunga inferiore, a causa della scarsità della risorsa fisica. Lo spettro radio su cui il segnale viene modulato è utilizzabile infatti solo in determinate frequenze, e con limiti importanti dovuti alle interferenze e agli ostacoli che si trovano in campo aperto. È proprio per ottimizzare l impiego efficiente dello spettro frequenziale in termini di capacità e copertura, nonchè garantire la qualità del servizio offerto ed il roaming internazionale, che alcune porzioni di spettro sono concesse in licenza dallo Stato agli operatori mobili per uso esclusivo. Esistono poi altre porzioni di spettro che non vengono licenziate, ma destinate 12 NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 3 - Dicembre 2006

3 ad un utilizzo condiviso da più attori e per tecnologie specifiche: è il caso del WiFi, che in Italia sfrutta le frequenze a 2,4 GHz. Le tecnologie che operano su bande non licenziate sono naturalmente più soggette al problema dell interferenza e hanno quindi più difficoltà a garantire che il segnale arrivi nei tempi necessari perchè la qualità percepita sia soddisfacente. 2.2 Il VoIP senza fili Per VoIP over Mobile, o Mobile VoIP, intendiamo un servizio VoIP all utente che utilizza tecnologie di accesso radio di tipo cellulare, ovvero standardizzate dal 3GPP, come EDGE 1, UMTS, HSPA; per Wireless VoIP intendiamo invece un servizio VoIP offerto su tecnologie di accesso radio della famiglia IEEE, come WiFi e WiMAX (Worldwide interoperability for Microwave Access). Mobile e Wireless VoIP sono due profili di servizio molto diversi. Il Mobile VoIP, sfruttando le reti cellulari di terza generazione, è ubiquo, funziona in piena mobilità (anche in auto), è disponibile sul cellulare e ne utilizza le funzionalità avanzate, come la rubrica. Il Wireless VoIP invece, utilizzando l accesso WiFi, è disponibile soltanto negli hotspot (aeroporti, alberghi, sedi aziendali, ) e funziona in modalità nomadica, ovvero cade la connessione se ci si sposta al di fuori dell area di copertura (qualche decina di metri). Ad oggi solo il Wireless VoIP su laptop con connessione WiFi ha raggiunto una certa diffusione. Oltre ai laptop WiFi enabled o con PC-card, sui quali può essere utilizzato lo stesso client VoIP che funziona su PC fisso, sono disponibili anche alcuni palmari con interfaccia WiFi dotati di client VoIP o sui quali un client può essere installato (ad esempio Messagenet su i-mate). SkypeZone ad esempio offre connessione automatica e tariffe dati vantaggiose da hotspot WiFi. Numerose sono le soluzioni proprietarie in ambito business, che permettono di testare la tecnologia e di abituare gli utenti ad utilizzarla. In prospettiva tecnologie radio come WiMAX fisso e WiMAX mobile dovrebbero utilizzare tecniche di gestione della QoS, prevedendo la capacità di differenziare il traffico in classi di servizio e di garantire la qualità dei servizi real-time. Ad oggi infatti la qualità del servizio VoIP è sufficiente soltanto se il numero di utenti per hotspot è limitato. Anche la gestione dell handover, ad oggi non supportato ma previsto nelle prossime release, permetterà di migliorare la user experience, mantenendo attiva la chiamata anche passando da un Access Point ad un altro. Tuttavia la vera svolta per il Wireless VoIP dipende dalla disponibilità di terminali dual-mode, ovvero di cellulari 2G/3G dotati anche di interfaccia WiFi. Negli ultimi mesi sono comparsi i primi esemplari importanti, come la serie E di Nokia, destinata (1) Con il termine di uso comune EDGE intendiamo il sistema E-GPRS, ovvero la modulazione radio EDGE applicata alla rete di accesso radio a pacchetto 2G (GPRS). al mercato business, che ha un client VoIP a bordo integrato con le funzionalità del telefono. Per il Mobile VoIP invece i tempi non sono ancora maturi: esistono client VoIP per palmari 3G, come Skype per PDA con sistema operativo Windows Mobile Pocket PC, ma per gli smartphone Symbian, che costituiscono oltre il 60% del mercato smartphone mondiale, ad oggi sono disponibili soltanto alcune beta version (Sillyant, Fring, Truphone) e il client Nokia per i nuovi terminali Serie E. Stanno comparendo i client VoIP anche per gli smartphone con sistema operativo Windows Mobile Smartphone, ad oggi ottimizzati per il WiFi ma che in prospettiva si proporranno anche per il 3G (Messagenet). Il terminale è comunque solo uno degli elementi che si devono adeguare per supportare il VoIP: ad oggi infatti, nonostante il VoIP sia tecnicamente fattibile, la rete cellulare non è dimensionata per ospitare una migrazione massiccia di traffico voce dal circuito al pacchetto, in quanto tutte le reti radiomobili, di seconda come di terza generazione, sono dotate di una rete dedicata a circuito per il supporto ottimale di servizi voce ad elevata mobilità. Gli operatori radiomobili tradizionali non hanno quindi necessità di investire nel servizio VoIP, che diviene appealing soltanto per i player esterni al mercato dei servizi mobili, come gli ISP (Internet Service Provider). Non dimentichiamo del resto che le aspettative verso un servizio mobile sono piuttosto stringenti in termini di qualità della voce, disponibilità e tempi di attivazione della chiamata. Non solo: l utente è abituato a tutta una serie di funzionalità aggiuntive che caratterizzano il servizio mobile, come la gestione della rubrica e del registro chiamate, o come i servizi supplementari ad esempio la richiamata su terminale non disponibile, il call forwarding, l avviso di chiamata, la segnalazione delle chiamate perse. Al momento quindi sia sui terminali sia in rete mancano i presupposti per fare del Mobile VoIP un servizio ad ampia diffusione. Ci sono tuttavia alcune prime implementazioni: il PoC (Push-to-talk over Cellular) utilizza la voce su IP per chiamate half-duplex, stile walkie-talkie, in cui uno parla e l altro ascolta. Skype e altri provider di servizi VoIP su rete fissa stanno lanciando client prototipali per terminali mobili (Skype, Sillyant, Truphone, ). Player Internet come Microsoft, Google e Yahoo! hanno annunciato da tempo il loro interesse per il mondo mobile e stanno confezionando versioni ad hoc di molti dei loro applicativi, Instant Messenger e VoIP tra gli altri. L implementazione dell High Speed (HSPA) sulle reti UMTS permetterà di migliorare la QoS e la capacità del sistema, quindi consentirà un VoIP migliore ad un numero maggiore di utenti. Su laptop con data card 3G (UMTS/HSDPA) è possibile utilizzare i client VoIP per PC: Skype ha stretto accordi con alcuni operatori mobili, 3 in Italia, per offrire tariffe dati flat in bundle con il client VoIP. Stanno uscendo sul mercato i primi terminali dual-mode 3G/ WiFi con client VoIP a bordo (Nokia Serie E ed N, con sistema operativo Symbian Serie 60 3 rd edition). NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 3 - Dicembre

4 Ciò detto, gli investimenti necessari per rendere possibile un utilizzo significativo del VoIP end-to-end sulle reti mobili sono tutt altro che trascurabili, in quanto dovrebbe essere adeguata sia la parte di accesso radio sia la parte di core network. A fronte di tale impegno è quindi necessaria una giustificazione in termini di ricavi dai servizi che il VoIP abilita. 2.3 Value proposition: convenienza, VAS, FMC Il valore del VoIP proposto dai Software Provider alla Skype sta nella convenienza economica delle chiamate voce non si può parlare di telefonate, che come si è detto devono assolvere ad un insieme di requisiti piuttosto stringenti (si veda anche il par. 2.5). In realtà ad oggi le chiamate VoIP costano meno di quelle a circuito soltanto se sono all interno della community VoIP, ovvero tra utenti che utilizzano lo stesso client, e se il traffico dati è importante, dell ordine dei centinaia di megabyte al mese. Questo è vero anche per le chiamate internazionali. Invece non è mai conveniente trasferire su VoIP il profilo di traffico tipico di un utente mobile 2 (minuti di chiamate verso numeri nazionali, internazionali, di altri operatori, di rete fissa, ), neanche con tariffe dati flat. Precisiamo meglio e diamo qualche spiegazione. Tanto per cominciare, con le tariffe dati a consumo attualmente in vigore chiamare in VoIP è molto più caro: il traffico dati infatti costa più del traffico voce a circuito equivalente. Per fare un esempio, una chiamata VoIP di tre minuti pesa circa 1300 KB 3, che costano quasi 8 euro 4, rispetto ai 70 centesimi circa di una chiamata voce tradizionale. C è di più: le chiamate VoIP vengono addebitate sia al chiamante sia al chiamato, perchè il traffico dati viene tariffato sia in uscita sia in entrata, quindi sono pagate due volte (16 euro per tre minuti). Le tariffe flat sui dati sono quindi indispensabili per giustificare l utilizzo del Mobile VoIP. Anche le tariffe flat in vigore comunque non sono convenienti se utilizzate soltanto per chiamate VoIP, ma lo diventano se accompagnate da un traffico dati importante. Infatti per consumare tutti i MB disponibili nel pacchetto flat bisognerebbe effettuare più di mille minuti di chiamata voce al mese, almeno dieci volte più del normale traffico telefonico 5. (2) Circa 100 minuti al mese, durata media delle chiamate tre minuti. (3) Utilizzando un codec standard AMR e senza header compression, come nel caso di alcuni client proposti. (4) Tariffa dati TIM 0, 6 eurocent al KB, in linea con quelle degli altri operatori mobili. (5) Tariffa Maxxi Web Facile TIM: 500 MB per 20 euro mensili. Considerando di consumare tutto il traffico compreso nel pacchetto, soltanto le chiamate onnet, ovvero all interno della community VoIP, risultano convenienti. Per le chiamate verso utenti esterni, quindi numeri mobili o fissi, si applicano infatti le tariffe di terminazione del traffico a circuito, tipicamente più alte di quelle applicate dall operatore: nel caso migliore, quello di Skype, si tratta di 28 eurocent al minuto, contro i 19 eurocent al minuto delle telefonate verso numeri di altri operatori mobili 6. Se poi consideriamo le offerte rivolte alle community, il margine di convenienza risulta particolarmente ridotto: le chiamate di tre minuti all interno della TIM Tribù costano 19 centesimi, quelle tra utenti TIM circa il doppio 7. Lo stesso discorso vale per le chiamate internazionali: le tariffe rivolte al mercato etnico, come International No Limit di 3 o Welcome Home di TIM, sono più convenienti delle tariffe SkypeOut verso numeri mobili all estero. Per quanto riguarda il traffico in roaming infine, le tariffe dati sono molto più elevate di quelle voce. È vero che ci possiamo aspettare tariffe dati più varie e flessibili nel prossimo futuro, ma è anche vero che le tariffe voce tendono a ridursi, per effetto sia della pressione competitiva, sia degli interventi regolamentari. Si può concludere quindi che i modelli tariffari proposti e le ottimizzazioni tecniche necessarie per ingegnerizzare il Mobile VoIP porteranno nel breve termine ad avere soluzioni proprietarie, con client VoIP confinati all interno della community e non interoperabili. In prospettiva il Mobile VoIP potrebbe abilitare servizi a valore aggiunto (VAS), come la presence associata ai contatti in rubrica, il click2call dalle pagine web o dalla chat. Questo sia da un punto di vista tecnico, in quanto in ambiente IMS il VoIP potrebbe essere il modo più semplice per gestire VAS voce-dati; sia da un punto di vista commerciale, funzionando da esca per l utente verso servizi più complessi. Oltre alla convergenza voce-dati, anche la convergenza fisso-mobile potrebbe essere favorita dall utilizzo del VoIP. I terminali dual-mode abilitano un particolare tipo di convergenza tra mondo fisso e mondo mobile, rendendo possibile l utilizzo dello stesso terminale in ambienti diversi: l interfaccia WiFi negli hotspot pubblici, in casa o in ufficio, e l interfaccia 2G/3G anche in outdoor e in mobilità elevata. Uno dei punti critici di offerte di questo tipo, che includano il supporto del servizio non solo sulle reti radiomobili ma anche su accessi wireless WiFi, è la possibilità di passare da un interfaccia radio all altra senza abbattere la chiamata in corso: il seamless handover viene considerato essenziale per garantire una user experience adeguata. Al (6) Tariffa TIM Unica New e TIM Tribù verso numeri di altri operatori mobili (+ 16 eurocent di scatto alla risposta). (7) Tariffa TIM Unica New. 14 NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 3 - Dicembre 2006

5 momento la tecnologia che permette di continuare la chiamata iniziata su rete WiFi (ad esempio in casa) quando si passa alla copertura GSM (uscendo all esterno) è lo standard UMA (Universal Mobile Access) [1]. UMA è alla base di offerte come BT Fusion, che in casa utilizza il Bluetooth, e TIM UNICO, che propone un unico telefono GSM/ WiFi per parlare fuori e dentro casa a tariffe diverse. Nel prossimo futuro il seamless handover potrà essere offerto con la VCC (Voice Call Continuity) prevista dalla tecnologia IMS che renderà più semplice la gestione dei servizi in ambienti differenti e, in particolare, il passaggio tra voce a circuito e voce a pacchetto. 2.4 Fattibilità del VoIP su reti Mobili Caratteristiche Capacità Bitrate Delay Jitter Handover EDGE UMTS HSDPA HSPA (U+D) Bloccante Sufficiente Adeguato Release EDGE UMTS HSDPA HSPA (U+D) Rel.99/4: 2005 Rel. 5: 2006 Rel. 6: 2007 Rel. 7: 2008 D EDGE HSDPA HSPA U UMTS Downlink Enhanced Data rates for GSM EvolutionEnhanced High Speed Downlink Packet Access High Speed Packet Access Uplink Universal Mobile Telecommunication System TABELLA 1 Fattibilità del VoIP in sistemi mobili: stato dell arte dei sistemi in campo e prossime evoluzioni degli standard 3GPP. Il primo requisito tecnico per un servizio VoIP è la garanzia della QoS, ovvero della qualità del servizio, misurata su tre parametri (ritardo, jitter e perdita di pacchetti). Su reti mobili diversi fattori possono incidere sulla QoS: i tempi di handover, ovvero il passaggio della chiamata da una cella all altra, per garantire la mobilità; la capacità del sistema, vale a dire il numero di utenti contemporanei; il throughput disponibile. Se il servizio VoIP è inteso in sostituzione del servizio voce tradizionale, deve rispettare tutti i requisiti che consentono di ottenere la stessa qualità del servizio voce sulla rete a circuito, anche in condizioni di elevata mobilità. Altra cosa sono i livelli di qualità offerti da client peer-to-peer come Skype, le cui prestazioni non sono garantite - tant è che a livello regolamentare sono inquadrati come prodotti software e non come servizi (paragrafo 2.5). Nella tabella 1 è indicata la fattibilità del VoIP sui sistemi di accesso radio della famiglia 3GPP dal 2.5G in avanti 8, sia allo stato attuale e per ciascun parametro rilevante (tabella superiore), sia in funzione delle prossime release pianificate dall ente di standardizzazione (tabella inferiore). Il valore bloccante significa che non si raggiunge la soglia minima necessaria per supportare il VoIP; sufficiente significa che in condizioni ottimali (cella scarica, bassa mobilità, ) il VoIP può essere supportato; adeguato significa che sono rispettati i parametri di qualità previsti dal 3GPP. Come si evince dalla tabella 1, considerando i sistemi ad oggi in campo è necessario avere almeno la tecnologia UMTS per fornire un servizio VoIP con qualità accettabile in condizioni ottimali, ovvero con cella scarica, mentre su EDGE non si raggiunge una qualità sufficiente, soprattutto per capacità inadeguata e tempi di handover troppo lunghi. Questi limiti saranno superati a partire dalla release 7 dello standard 3GPP, che verrà chiusa a fine 2007 e sarà disponibile sul mercato dal Anche le prestazioni dell UMTS miglioreranno con l evoluzione dello standard, e soprattutto con l introduzione di HSDPA (High Speed Downlink Packet Access) e HSUPA (High Speed Uplink Packet Access), che garantiscono minore ritardo, capacità più elevata e migliore gestione della mobilità (quest ultima solo dalla release 7). Gli impatti del VoIP sulla rete di accesso non si esauriscono comunque con i requisiti di QoS sull interfaccia radio: il VoIP impatta pesantemente sulla capacità di cella, in quanto utilizza le risorse radio in modo inefficiente rispetto alla voce a circuito che, infatti, è la tecnologia d elezione per il servizio voce. Questo è vero per il VoIP in generale, a causa dell overhead aggiunto alla codifica voce per ciascun pacchetto IP (paragrafo 3.1.2); ed è ancora più vero nel caso dell UMTS, che attualmente deve assegnare al VoIP un canale più ampio del necessario (64 Kbit/s invece di 30 Kbit/s - si veda il paragrafo ). In prospettiva l inefficienza si potrebbe contenere introducendo canali a pacchetto più stretti e riducendo sia il segnale vocale, con codec più efficaci, sia l header IP, con tecniche di compressione. Cingular sta studiando attentamente l ottimizzazione del VoIP sulla tratta radio UMTS e ha proposto codifiche capaci di dimezzare il segnale vocale, che però abbassano in modo significativo la qualità della voce. In ogni caso le tecnologie HSDPA e HSUPA, la cui introduzione in rete è prevista tra il 2006 e il , ridurranno il problema dell inefficienza grazie ad un canale a pacchetto condiviso tra più utenti in downlink e ad un canale evoluto in uplink. Nel lungo termine, l evoluzione dei sistemi di accesso radiomobile migliorerà sia la QoS sia l utilizzo delle risorse radio. In particolare la rete IP si potrà estendere fino a raggiungere la stazione base, riducendo il numero di elementi da attraversare in accesso e in core network e (8) Il GPRS non è in grado di supportare il VoIP. (9) TIM ha lanciato l HSDPA nell estate 2006 e prevede di coprire il 48% della popolazione italiana entro fine anno. NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 3 - Dicembre

6 quindi favorendo i servizi multimediali, soprattutto se a larga banda. La disponibilità di tecnologie radio in grado di supportare il servizio voce a pacchetto, tuttavia, non significa che la rete sia capace di fornire un servizio VoIP diffuso con QoS end-to-end garantita. Una migrazione massiccia del traffico voce dalla rete a circuito verso quella a pacchetto avrebbe oggi impatti significativi su tutta l infrastruttura di rete dell operatore mobile, sia sulla parte di accesso sia sulla parte di core network. Questo per tre motivi principali: 1) la rete a pacchetto è dimensionata per volumi di traffico inferiori a quelli che produrrebbe un servizio VoIP ad ampia diffusione; 2) non sono ancora implementati tutti i meccanismi necessari a garantire la QoS ed a ottimizzare il traffico voce; 3) per garantire la raggiungibilità, il VoIP richiede una connessione always on, ovvero un contesto sempre attivo caratterizzato da un indirizzo IP assegnato e da un area di memoria riservata. Ad oggi entrambe queste risorse non sono disponibili negli apparati di core network in misura adeguata a soddisfare un utenza VoIP numerosa. 2.5 La regolamentazione Ad oggi non esiste una regolamentazione specifica sui servizi Mobile VoIP, anche perchè non esistono offerte commerciali. Vale comunque l impostazione definita per i servizi VoIP su rete fissa, contenuta nella Delibera AGCOM Disposizioni regolamentari per la fornitura di servizi VoIP dell aprile 2006 [2]. Tale delibera approfondisce i principi contenuti nel Codice delle Comunicazioni Elettroniche del 2003 [3], che recepisce il framework regolamentare europeo. Riprendiamo qui i concetti fondamentali, mentre per un analisi dettagliata dell impianto regolamentare sui servizi VoIP si rimanda al Notiziario Tecnico Telecom Italia, n [4]. I servizi VoIP sono trattati in modo diverso a seconda delle caratteristiche del servizio offerto, coerentemente con l approccio di neutralità tecnologica sancito dal framework europeo. Si individuano quindi tre categorie distinte: 1) Servizi VoIP peer-to peer: sono le offerte alla Skype, in cui l utente utilizza un prodotto software che gli permette di effettuare comunicazioni vocali su una connessione Internet all interno della community di utilizzatori dello stesso applicativo. Questa categoria non rientra nel quadro del Codice, quindi non sono imposti obblighi specifici, nè sono associati i diritti dei servizi ECS (Electronic Communication Services), come l uso di numerazioni e frequenze, l interconnessione, le offerte regolamentate, o la raggiungibilità da qualunque accesso nazionale. I servizi Mobile VoIP peer-to-peer abilitati dai client prototipali descritti in questo articolo appartengono a questa categoria. 2) Servizi VoIP in reti private o interni all operatore: si tratta dell utilizzo della tecnologia VoIP per reti aziendali o all interno delle reti di operatori, come nel backbone Telecom Italia, che non impatta sul servizio offerto all utente finale. Sono classificabili nella regolamentazione europea come ECS privati, quindi senza particolari obblighi regolamentari, eccetto l aderenza al regime di autorizzazione generale. Al momento non sono contemplati utilizzi del Mobile VoIP in questo senso. L eventuale assegnazione di frequenze per la tecnologia WiMAX potrebbe abilitare servizi Wireless VoIP di backhauling che rientrerebbero in questa categoria. 3) Servizi VoIP disponibili al pubblico: si tratta di una tipologia molto estesa e variegata a seconda della presenza o meno di caratteristiche come la qualità garantita, le prestazioni aggiuntive, l interoperabilità con altri servizi IP, il nomadismo, la raggiungibilità da e verso la rete PSTN. Questi servizi ricadono nella regolamentazione europea, che distingue gli ECS pubblici dai PATS, ovvero i Servizi Telefonici Accessibili al Pubblico, sui quali ricade un insieme maggiore di obblighi e diritti. La Delibera AGCOM 11/06/CIR [2] introduce un ulteriore distinzione tra: a) servizi telefonici accessibili al pubblico da postazione fissa, forniti tramite reti con tecnologia a commutazione di circuito, tecnologia Voice over IP o altre tecnologie a commutazione di pacchetto: si tratta dei servizi PATS, ovvero dei servizi telefonici tradizionali, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata. Questo significa che i servizi VoIP che si propongono di sostituire i servizi telefonici su PSTN devono sottostare alle stesse condizioni - ad esempio l accesso ininterrotto ai servizi di emergenza con localizzazione, la Number Portability, l identificazione del chiamante. b) servizi di comunicazione vocale nomadici accessibili al pubblico forniti tramite reti con tecnologia a commutazione di circuito, tecnologia Voice over IP o altre tecnologie a commutazione di pacchetto: a questi servizi, svincolati da una particolare locazione fisica, non sono assegnati numeri geografici, bensì la numerazione in decade 5. Servizi Mobile VoIP che rientrino in questa categoria non sono al momento previsti, ma qualora lo fossero rientrerebbero nella disciplina del MVNO (Mobile Virtual Network Operator), che regolerà l accesso da parte di soggetti terzi alle frequenze per le tecnologie 2G e 3G licenziate agli operatori mobili. Questo è vero finchè vale il framework europeo in vigore, attualmente in corso di revisione. 2.6 Il mercato Il 2006, a detta di molti analisti, doveva esser l anno di lancio del Mobile VoIP su cellulare, dopo il successo del VoIP da rete fissa. 16 NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 15 n. 3 - Dicembre 2006

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Il Wi-Fi e il suo uso per reti pubbliche

Il Wi-Fi e il suo uso per reti pubbliche Il Wi-Fi e il suo uso per reti pubbliche Francesco Vatalaro Dipartimento di Ingegneria dell Impresa Mario Lucertini Università di Roma Tor Vergata Padova, Orto Botanico - Aula Emiciclo, 27 Marzo 2015 Contenuti

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

GSM: Global System for Mobile communications

GSM: Global System for Mobile communications GSM: Global System for Mobile communications Sommario Introduzione Architettura di rete Tecnologia radio Canali GSM Procedure Introduzione Introduzione GSM è il primo standard di comunicazione cellulare

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile)

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile) SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (di seguito l Offerta) è un offerta rivolta alle Aziende e/o persone fisiche intestatarie di Partita IVA, già titolari o contestualmente sottoscrittori di un Contratto

Dettagli

Provincia di Padova. Capitolato d'oneri SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE PER LA PROVINCIA DI PADOVA CIG 4642088433 SETTORE SISTEMI INFORMATIVI

Provincia di Padova. Capitolato d'oneri SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE PER LA PROVINCIA DI PADOVA CIG 4642088433 SETTORE SISTEMI INFORMATIVI SETTORE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE PER LA PROVINCIA DI PADOVA Capitolato d'oneri Indice generale 1. Premessa...4 2. Definizioni ed acronimi...4 3. Oggetto dell appalto...5 4. Servizi

Dettagli

EVOLUZIONE DEI SERVIZI DI TELEFONIA SU RETE MOBILE

EVOLUZIONE DEI SERVIZI DI TELEFONIA SU RETE MOBILE 52 Usa il tuo smartphone per visualizzare approfondimenti multimediali EVOLUZIONE DEI SERVIZI DI TELEFONIA SU RETE MOBILE Fabio Mazzoli, Roberto Procopio, Alberto Zaccagnini 53 Le reti mobili evolveranno

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N.

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. 388/2000 LOTTO 1 Allegato 6 Capitolato Tecnico Lotto 1 pag. 1 di 100 INDICE 1 PREMESSA...

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione ALLEGATO 1 Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione SOMMARIO 1 PRODOTTI E SERVIZI PRESENTI IN CONVENZIONE...3 1.1 SERVIZI TEMPORANEI DI RETE E COPERTURE AD HOC...3 1.1.1 Servizi di copertura temporanei...

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE 1) Ovviamente anche su quelle GPRS, inoltre il tuo modello supporta anche l'edge. Si tratta di un "aggiornamento" del GPRS, quindi è leggermente più veloce ma in

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Comunicazioni video Avaya

Comunicazioni video Avaya Comunicazioni video Avaya Video ad alta definizione per singoli e gruppi a livello aziendale. Facile utilizzo. Ampiezza di banda ridotta. Scelta di endpoint e funzionalità. Le soluzioni video Avaya sfatano

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Agenda - Introduzione alla Qualità di Servizio - Definizione quantitativa della QoS - Architetture di QoS - QoS : compiti

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

Capitolo 1. Voce su IP: i concetti fondamentali

Capitolo 1. Voce su IP: i concetti fondamentali Pag Capitolo 1. Voce su IP: i concetti fondamentali 1.1. Introduzione L'argomento Voce su IP è, sicuramente, uno dei più gettonati dell'intero mondo del networking. Tecnicamente, con questa tecnologia

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI E DISCIPLINA ATTUATIVA Articolo 1 (Definizioni) Articolo 2 (Piano di numerazione per servizi) Articolo 3 (Assegnazione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 INTRODUZIONE Vodafone Omnitel B.V. adotta la presente Carta dei Servizi in attuazione delle direttive e delle delibere

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO SCHEMA DI PROVVEDIMENTO Allegato B alla Delibera n. 696/09/CONS PROVVEDIMENTO RELATIVO A MISURE DI ARMONIZZAZIONE CON I PRINCIPI DEL REGOLAMENTO EUROPEO SUL ROAMING INTERNAZIONALE E PER LA TUTELA ORDINARIA

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA

Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA GRUPPO TELECOM ITALIA Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA Indice Guida Veloce Contatti Quando

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete:

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete: Di Simone Zanardi Cablaggio di rete: offre la casa La tecnologia Powerline consente di sfruttare l impianto elettrico domestico per collegamenti Ethernet; un alternativa alla posa dei cavi Utp e alle soluzioni

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A.

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. 1. PREMESSA E PRINCIPI FONDAMENTALI Con la sottoscrizione del Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM PosteMobile e del Modulo di richiesta

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte Data Sheet Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli