ASSOCIAZIONE V.I.T.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSOCIAZIONE V.I.T.A. www.associazionevita.com sportello@associazionevita.com"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE V.I.T.A.

2 I DISTURBI ALIMENTARI o DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE* COSA SONO??? * Fonte principale: DSM-IV-TR «Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali»), è uno degli strumenti diagnostici per disturbi mentali più utilizzati da medici e psichiatri di tutto il mondo.

3 COSA SONO??? sono caratterizzati dalla presenza di grossolane alterazioni del comportamento alimentare

4 LE PRINCIPALI CATEGORIE ANORESSIA BULIMIA = RIFIUTO DI MANTENERE IL PESO CORPOREO AL DI SOPRA DEL PESO MINIMO NORMALE = RICORRENTI EPISODI DI ABBUFFATE SEGUITI DALL ADOZIONE DI MEZZI INAPPROPRIATI PER CONTROLLARE IL PESO (digiuno, vomito autoindotto, farmaci) In comune: PRESENZA DI UN ALTERATA PERCEZIONE DEL PESO E DELLA PROPRIA IMMAGINE CORPOREA

5 inoltre BINGE EATING DISORDER = DISTURBO DA ALIMENTAZION E INCONTROLLA TA OBESITA'

6 IN GENERALE, I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE...fenomeno raddoppiato dagli anni '60...precondizione necessaria: cibo in abbondanza nei paesi occidentali, benessere economico...soluzione sempre più comune per varietà di fattori stressanti psicologici, familiari e ambientali

7 per capire meglio approfondiamo

8 ANORESSIA o ANORESSIA NERVOSA rifiuto di mantenere il proprio peso al di sopra del minimo normale/diminuzione di oltre il 15% del peso normale; intensa paura di aumentare di peso, rifiuto del cibo, ossessione per il peso e per il cibo; ansia causata dall'assunzione di pasti considerati in genere normali; estrema angoscia causata dalla minima variazione del peso corporeo; credenza ingiustificata che il peso sia eccessivo e che il malessere soggettivo possa essere diminuito con la perdita di peso, con il controllo delle calorie assunte o pesandosi frequentemente; esercizio fisico eccessivo, uso di farmaci; perdita di peso = autostima, autodisciplina incremento di peso = perdita di controllo immagine distorta del proprio corpo (forma e dimensioni).

9 ESEMPI DI DISTORSIONE DELL IMMAGINE CORPOREA /1

10 ESEMPI DI DISTORSIONE DELL IMMAGINE CORPOREA /2

11 ESEMPI DI DISTORSIONE DELL IMMAGINE CORPOREA /3

12 ESEMPI DI DISTORSIONE DELL IMMAGINE CORPOREA /4

13 ESEMPI DI DISTORSIONE DELL IMMAGINE CORPOREA /5

14 BULIMIA O BULIMIA NERVOSA Presenza di ABBUFFATE (l'introduzione di consistenti quantità di cibo con perdita di controllo sul proprio comportamento) e di METODI COMPENSATORI per prevenire il conseguente aumento di peso; Il livello di AUTOSTIMA e il TONO DELL'UMORE sono condizionati dalla forma e dal peso corporeo (es. dopo l'abbuffata vi è umore depresso, spietata autocritica e senso di colpa per aver perso l'autocontrollo) CONSEGUENZA: ricorso a pratiche compensatorie inappropriate e dannose per controllare il peso; La bulimia spesso insorge DOPO UN PERIODO DI RESTRIZIONI DIETETICHE Le crisi avvengono in SOLITUDINE e in ISOLAMENTO

15 BED BINGE EATING DISORDER Quadro clinico caratterizzato da episodi di abbuffate generalmente senza metodi compensatori; Il BED viene scatenato da umore depresso, ansia o tensione: il soggetto prova sollievo nel mangiare senza controllo; Questo comportamento influisce sul modo di relazionarsi, sull'autostima, etc.

16 OBESITÀ Nonostante il grado di malnutrizione esistente sul pianeta, secondo l'oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) l'obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo epidemia globale È un fattore di rischio per la salute tipico della società del benessere. È in grado di essere causa o aggravante di malattie (disfunzioni cardiocircolatorie, ictus, diabete, problemi alle articolazioni...) È legata: A fattori genetici o a disfunzioni ormonali A fattori psicologici......nei quali spesso risiede la causa di questi disordini alimentari. È quindi basilare un supporto psicologico per curare questa condizione patologica.

17 Chi viene colpito dai DCA?...alcuni dati... DONNE OCCIDENTALI in Italia sono circa 2,5 milioni i soggetti che soffrono di disturbi alimentari (su 60 milioni di italiani); Nella maggior parte dei casi si tratta di donne: RAPPORTO 9 DONNE 1 UOMO Ogni 100 ragazze in età adolescenziale, 10 soffrono di qualche disturbo del comportamento alimentare, 1-2 delle forme più gravi come l anoressia e la bulimia, le altre delle manifestazioni cliniche transitorie e incomplete. circa il 5% delle giovani tra i 13 e i 35 anni soffre di anoressia o bulimia, ma l incidenza sta salendo anche tra le quarantenni e tra gli uomini. Tali patologie che in passato sembravano esclusivamente delle classi medio-alte si sono diffuse negli ultimi anni in tutti gli strati sociali.

18 Chi viene colpito dai DCA?...alcuni dati... i disturbi alimentari colpiscono oggi circa 3 milioni di persone in Italia (ABA) ANORESSIA BULIMIA PREVALENZA: ca. 0,5-2% della popolazione femminile INCIDENZA: 14 nuovi casi all'anno ogni 100mila abitanti; tra gli uomini: 2 PREVALENZA: ca. 1-5% della popolazione femminile INCIDENZA: 29 nuovi casi all'anno ogni 100mila abitanti; tra gli uomini: 1 Segnalazioni di casi anche a anni, e fino ai 60 anni e oltre + anoressia infantile. Le più colpite: ADOLESCENTI E GIOVANI DONNE ANORESSIA: inizio più frequente tra i 14 e i 18 anni BULIMIA: tarda adolescenza, prima età adulta OBESITA': colpisce ugualmente uomini e donne (9,8% della popolazione italiana)

19 Chi viene colpito dai DCA?...alcuni dati... DATI MARZO 2009 (SISDCA, SOCIETA' ITALIANA STUDIO DEI DISTURBI ALIMENTARI) Anoressia e bulimia rappresentano la prima causa di morte per malattia delle ragazze fra i 12 e i 25 anni......con un tasso di mortalità, in seguito a suicidio o complicanze conseguenti a malnutrizione, pari al 10% a dieci anni dall'esordio della malattia, al 20% a vent'anni di distanza "I disturbi del comportamento alimentare sono patologie in continuo aumento, gravemente invalidanti, con elevato indice di mortalità: attualmente, la prevalenza di queste due patologie nella popolazione generale è dello 0,2% 0,3%, ma a questi dati vanno aggiunti casi aticipi e non altrimenti classificat per cui i numeri potrebbero essere triplicati", ha spiegato il presidente Sisdc Roberto Ostuzzi.

20 CATEGORIE A RISCHIO MODELLE BALLERINE ATLETE

21 CASO Mariafrancesca Garritano, ballerina della Scala licenziata dal teatro alla Scala di Milano dopo aver denunciato casi di anoressia nelle scuole e nei corpi di ballo... Mariafrancesca Garritano, in arte 'marygarret', è una donna di 33 anni che ha raccontato, attraverso un libro ( La verità, vi prego, sulla danza! ) e svariate interviste, le sofferenze sull'anoressia vissute sulla sua pelle nel mondo della danza, per mettere in guardia quante frequentano le accademie di danza e i corpi di ballo rispetto ai rischi dei disturbi alimentari. Per questo motivo, la ballerina è stata li cenziata per giusta causa (accuse di diffamazione e di danno all'immagine) dal Teatro alla Scala di Milano.La colpa di questa giovane ballerina è stata quella di denunciare un fenomeno che tutti conoscono, ma di cui nessuno parla. Mariafrancesca aveva raccontato il dietro le quinte del mondo della danza, i compromessi, la corruzione e i disturbi alimentari:

22 Alla Scala una ballerina su cinque è anoressica. Quando ero a scuola di danza molte ragazze (sette su dieci), me compresa, non avevano più le mestruazioni per via delle diete punitive alle quali si sottoponevano. Andavano avanti con un frutto e uno yogurt al giorno, affidandosi all'adrenalina per arrivare alla fine delle prove. Io mi sono abituata a questo disagio come se fosse una condizione normale, ma non lo è. Questi esercizi avrebbero portato molte ragazze a non poter avere figli o a soffrire di disturbi gravi. Lo specchio spesso ti mostra un immagine che non rispecchia il tuo ideale, soprattutto in fase di crescita. E una cosa che fa parte della vita di tutti gli adolescenti, non solo dei ballerini. Certo chi, come noi o come le modelle, lavora con il proprio corpo, è inevitabilmente più esposto ai disturbi alimentari. Sono gli aggettivi o le metafore che si usano nelle sale di danza che non aiutano, come: sei gonfio come un raviolo, sei pesante, sei molle come una mozzarella. A volte si entra in competizione anche sul quantitativo di cibo. E vince chi mangia meno. Io parlo di un argomento che è una realtà sociale e per cui c è gente che soffre davvero, addirittura chi muore di disturbi alimentari, non posso credere che ci sia del male nel sostenere questa battaglia con il proprio vissuto.

23 L'ANORESSIA NEI MASCHI Riguarda il 10% dei soggetti che soffrono di anoressia (cioè 1 maschio per 9 femmine); più gravi i disturbi dello sviluppo psico-sessuale e vi è una maggiore tendenza all'iperattività ed alla sintomatologia ossessiva; Nei maschi, tuttavia, risulta più difficile fare diagnosi: poiché non vi sono segnali così chiari come l'amenorrea nelle donne Poiché si tratta di un disturbo femminile... Sentimenti di vergogna I medici stessi tendono a non riconoscerla se non quando il disturbo è grave e conclamato.

24 CONSEGUENZE DANNOSE SUL CORPO/1 Amenorrea (interruzione del ciclo mestruale) reversibile in caso di ritorno ad un peso normale Importanti alterazioni endocrine ed ormonali Cuore ed organi vitali danneggiati Intolleranza al freddo Fragilità ossea, osteoporosi, rischio di rottura Danni ai denti (erosione, perdita di smalto) e alle mani (calli, cicatrici) incaso di vomito Traumi gastrointestinali Caduta dei capelli Secchezza della pelle Corpo ricoperto da peluria (lanugo)

25

26 CONSEGUENZE DANNOSE SUL CORPO...e STATO D'ANIMO... INSONNIA IRRITABILITA' DEPRESSIONE...in casi GRAVI ed ESTREMI, la MORTE tali conseguenze, anche se molto gravi, vengono negate e ignorate dalla persona; raramente infatti vi è preoccupazione per sé e per la propria salute MANCA LA CONSAPEVOLEZZA DELLA MALATTIA

27 COME RICONOSCERE E AIUTARE UN AMICO/A CON PROBLEMI ALIMENTARI???

28 QUALI SONO I CAMPANELLI D ALLARME? ovvero Come riconoscere un DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE?

29 QUALI SONO I CAMPANELLI D ALLARME? dimagrimento vistoso in un breve periodo grazie, ho già mangiato /disagio nel mangiare in pubblico si lamenta rispetto alla propria immagine corporea, non è soddisfatto/a, si ritiene in sovrappeso nonostante non lo sia dal punto di vista medico cucina molto per gli altri ma non partecipa al pasto è un/a ragazzo/a con gli occhi tristi dopo il pasto si chiude in bagno per diverso tempo fa costantemente ed eccessivamente esercizio fisico è molto bravo/a a scuola, tendenza al perfezionismo in tutti i campi scarsa autostima (che è sempre influenzata dal peso e dalla forma fisica), sentimenti di inadeguatezza poca spontaneità nei rapporti interpersonali, emotività repressa

30 COME FARE AD AIUTARE UN AMICO/A CON PROBLEMI ALIMENTARI? AMICIZIA, VICINANZA, SUPPORTO, COMPRENSIONE AFFETTO MA CON FERMEZZA NO PRESSING PARLARE, PARLARE, PARLARE AIUTARE LA PERSONA A DIVENTARE CONSAPEVOLE DI UN PROBLEMA, DI UN DISAGIO

31 il PRIMO PASSO RICONOSCERE IL PROBLEMA, LA MALATTIA

32 ci chiediamo Il rifiuto del cibo rimanda ad un problema più profondo Cosa lo scatena? ovvero COME MAI CI SI AMMALA?

33 ???... I disturbi alimentari esprimono un disagio psicologico attraverso il corpo, una sofferenza interna profonda. Rappresentano un modo disfunzionale di cercare attenzione, suscitare delle risposte di comunicare una sofferenza difficilmente esprimibile a parole. Le cause vanno pertanto cercate non nel fisico, ma nell animo e nel cuore della persona

34 POSSIBILI CON-CAUSE SCATENANTI Eventi luttuosi (morte di una persona cara, delusioni d amore, separazioni) Problematiche familiari, con i genitori Problematiche relazionali Qualsiasi evento/cambiamento di vita che possa risultare traumatico per la persona Familiarità

35 I MODELLI E I CANONI DI BELLEZZA PROPOSTI OGGI NEI PAESI OCCIDENTALI INDUSTRIALIZZATI (es. dai media) PROPONGONO UN MODELLO FEMMINILE IDEALIZZATO, NON REALE

36 I MODELLI E I CANONI DI BELLEZZA PROPOSTI OGGI NEI PAESI OCCIDENTALI INDUSTRIALIZZATI (es. dai media) PROPONGONO UN MODELLO FEMMINILE IDEALIZZATO, NON REALE...ad esempio la vicenda di Meridiana Fly, la compagnia aerea che ha imposto alle hostess, dopo un taglio degli stipendi, il taglio all alimentazione: le assistenti di volo devono avere la taglia 40, massimo 42. La Responsabile dei servizi di bordo ha dichiarato che non saranno tollerate variazioni di peso derivanti da «ginnastica mandibolare», ma solo aumenti di peso legati a dimostrabili motivi di salute. In questo modo il viaggio dei passeggeri sarà più gradevole.

37 LA PREVENZIONE PREVENZIONE DEL DISAGIO (dialogo, espressione delle emozioni, non fare finta di niente...) CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

38 SENSIBILIZZAZIONE

39 SENSIBILIZZAZIONE

40 (Isabelle Caro, modella) Inizialmente c'è grande euforia, si ha l'impressione di controllare tutto, di gestire tutto, poi però poco a poco si entra in una spirale infernale, la spirale della morte; il quotidiano è una lotta, è fatto di ricoveri, a più riprese, è una lotta quotidiana, ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo, soprattutto una lotta per la vita, perché io adoro la vita, e anche se dolorosa vale la pena di essere vissuta. Quindi mi batto per questo, mi batto per la vita, per mostrare alle ragazze che tutto questo può portare molto male. Dietro al trucco e alle belle acconciature della moda c è dell altro, si vuole mettere a nudo tutto questo: dietro a tutto questo si può nascondere la morte, perché è quasi la morte che rappresento in quel cartellone. Era mio dovere farlo, per mostrare che si tratta di una malattia vera e propria, un

41 Campagna CURVY CAN (febbraio 2010)

42

43 COMUNICATO STAMPA GENNAIO 2010 CURVY CAN INSIEME SI PUO FARE «In sei modelle plus size abbiamo fondato il gruppo Curvy Can, cioè Con le curve si può. E per dire che chiunque ha le chance per lavorare nel mondo della moda. Se guardiamo le tabelle della salute, le indossatrici sono tutte sottopeso.» Eppure riviste specializzate e stilisti nonostante moniti e minacce non fanno retromarcia dalle loro convinzioni. «Le passerelle esibiscono, a volte, spettacoli davvero disgustosi al limite della vergogna, ma nessuno fa nulla.» E' il messaggio che 6 modelle professioniste vogliono lanciare a tutte le persone che per inseguire i canoni estetici proposti dalla moda e dalla società stessa, sono precipitate nel tunnel dell'anoressia e della bulimia rifiutando il cibo e sottoponendo il proprio corpo a quotidiane torture.

44 COMUNICATO STAMPA GENNAIO 2010 CURVY CAN INSIEME SI PUO FARE Hanno ideato il progetto Curvy Can, una campagna nazionale di sensibilizzazione contro i disturbi alimentari che ha lo scopo di far capire che la bellezza è una conquista che nasce da dentro, dalla consapevolezza del proprio corpo e dalla valorizzazione di quelle caratteristiche personali che ci rendono originali e uniche. Alcune di loro hanno iniziato la carriera da adolescenti, senza sapere a cosa sarebbero andate incontro. Hanno vissuto per anni schiave delle misure, costrette a lunghi digiuni cadendo nella trappola di considerare il cibo un nemico e mettendo in serio pericolo la loro stessa salute. Arrivate ai limiti dell anoressia, grazie all aiuto di amici, familiari ed esperti, hanno iniziato a vedere il mondo con una luce diversa capendo che corpo e anima sono i beni più preziosi e che metterli in pericolo per inseguire i miti proposti dalla moda era un delitto.

45 COMUNICATO STAMPA GENNAIO 2010 CURVY CAN INSIEME SI PUO FARE Oggi sono felicemente passate dalla taglia alla più comoda assecondando la loro naturale fisicità e sono testimonial delle più importanti aziende conformate in Italia e nel Mondo. Sono amanti della buona e sana cucina e sono finalmente consapevoli del loro fascino e della loro femminilità. Per entrare nella moda non bisogna necessariamente rimanerne vittime. Si può diventare modelle di successo anche senza rinunciare ad essere sé stesse. PER MAGGIORI INFORMAZIONI: Gruppo Curvy Can

46 Molti usano il cibo per comunicare un bisogno d'aiuto. Pochi lo capiscono questo il messaggio contenuto nella campagna di prevenzione sociale l'aba (Associazione per lo studio e la ricerca sull'anoressia, la bulimia, l'obesità e i disordini alimentari)

47

48 COME SI GUARISCE??? Oltre a quanto detto prima APPROCCIO INTEGRATO MULTIDISCIPLINARE: PSICOTERAPIA DIETOLOGO/NUTRIZIONISTA eventuale FARMACOTERAPIA

49 DOVE CHIEDERE AIUTO??? SPORTELLO V.I.T.A. ABA Associazione per lo studio e la ricerca sull anoressia, la bulimia e i disordini alimentari sede: numero verde JONAS ONLUS Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi Numero Verde (dal lunedì al venerdì dalle alle e dalle alle 18.00) OSPEDALE NIGUARDA Centro per il Trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare Tel. segreteria: /2467 Mail segreteria:

50 DOVE CHIEDERE AIUTO??? OSPEDALE MAGGIORE Neuropsichiatria infantile Prof. A. Pizzani Via Borgo Palazzo, BERGAMO tel (fino ai 16 anni) CENTRO MARA SELVINI Via Sant'Orsola 2 Bergamo Tel ISTITUTO PALAZZOLO Via San Bernardino 56 Bergamo Tel CENTRO DISTURBI ALIMENTARI tel

51

I disturbi del comportamento alimentare. Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

I disturbi del comportamento alimentare. Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale I disturbi del comportamento alimentare Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Cosa sono i disturbi alimentari (DCA)? Sono problematiche che riguardano il rapporto

Dettagli

L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari

L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari Quali sono i disturbi alimentari? Anoressia nervosa Bulimia nervosa Binge Eating Disorder e Disturbi NAS Anoressia nervosa 1- Rifiuto di mantenere il proprio

Dettagli

ANORESSIA NERVOSA BULIMIA NERVOSA

ANORESSIA NERVOSA BULIMIA NERVOSA 1 2 ANORESSIA NERVOSA BULIMIA NERVOSA Disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati (DCA NAS), all interno dei quali è inserito il disturbo da alimentazione incontrollata (BED BINGE

Dettagli

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE Significativi problemi di abbuffate, cioè assunzione di un elevata quantità di cibo associata a un senso di perdita di

Dettagli

FUORI CONTROLLO doc. 52

FUORI CONTROLLO doc. 52 FUORI CONTROLLO doc. 52 di Daniele Cini e Claudia Pampinella regia di Daniele Cini direttore della fotografia Luigi Montebello Marina e Roslyn, Centro DCA Kenn Ghal Sahhtek, Malta LORETTA, FRANCA, MARINA

Dettagli

BULIMIA NERVOSA. A. Ricorrenti abbuffate. Una abbuffata è caratterizzata da entrambi i seguenti:

BULIMIA NERVOSA. A. Ricorrenti abbuffate. Una abbuffata è caratterizzata da entrambi i seguenti: BULIMIA NERVOSA A. Ricorrenti abbuffate. Una abbuffata è caratterizzata da entrambi i seguenti: 1) mangiare in un definito periodo di tempo una quantità di cibo significativamente maggiore di quello che

Dettagli

Epidemiologia ed Etiopatogenesi dei Disturbi dell Alimentazione. Carlo Faravelli Università di Firenze

Epidemiologia ed Etiopatogenesi dei Disturbi dell Alimentazione. Carlo Faravelli Università di Firenze Epidemiologia ed Etiopatogenesi dei Disturbi dell Alimentazione Carlo Faravelli Università di Firenze PRINCIPALI INDICATORI EPIDEMIOLOGICI Epidemiologia INCIDENZA: numero di nuovi casi Anoressia Nervosa

Dettagli

I disturbi alimentari

I disturbi alimentari I disturbi alimentari Molti genitori del giorno d'oggi si preoccupano per i disturbi alimentari. Alle parole 'disturbo alimentare' si è data una tale attenzione negli ultimi anni che non è inusuale che

Dettagli

Anoressia nervosa. Che cos è L anoressia nervosa è un disturbo dell alimentazione caratterizzato dai seguenti aspetti:

Anoressia nervosa. Che cos è L anoressia nervosa è un disturbo dell alimentazione caratterizzato dai seguenti aspetti: Dal sito : Terzocentro di psicoterapia Cognitiva (Roma) http://www.terzocentro.it Anoressia nervosa Che cos è L anoressia nervosa è un disturbo dell alimentazione caratterizzato dai seguenti aspetti: rilevante

Dettagli

Centro per la Gestione e lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare: strutture coinvolte. I Disturbi del Comportamento Alimentare

Centro per la Gestione e lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare: strutture coinvolte. I Disturbi del Comportamento Alimentare La ASL CE 2 ha inteso sviluppare un programma di intervento con particolare riferimento ai Disturbi del Comportamento Alimentare costituendo un gruppo interdisciplinare per la lo studio e la gestione degli

Dettagli

Anoressia. Quando ci si accorge della malattia?

Anoressia. Quando ci si accorge della malattia? Anoressia Quando ci si accorge della malattia? Ciò che rende l anoressia una malattia difficile da curare, è il suo insorgere subdolo, facilmente confondibile con una semplice astenia o con la scelta di

Dettagli

Approccio Clinico ai Disturbi del Comportamento Alimentare

Approccio Clinico ai Disturbi del Comportamento Alimentare Approccio Clinico ai Disturbi del Comportamento Alimentare Disturbi del Comportamento Alimentare DCA Anoressia Nervosa Bulimia Nervosa Binge Eating Disorder DCA Non Altrimenti Specificati Anoressia Nervosa

Dettagli

I disturbi alimentari nei minori

I disturbi alimentari nei minori Terzo di Aquileia, 19 gennaio 2015 PARLIAMONE INSIEME per il benessere dei figli attraverso la tranquillità dei genitori I disturbi alimentari nei minori Gian Luigi Luxardi Centro per i Disturbi Alimentari

Dettagli

I GENITORI IN ABA NUMERO VERDE: 800 16 56 16 SEGUITI CON CURA PER SEGUIRE I PROPRI FIGLI. E: info@bulimianoressia.it - W: www.bulimianoressia.

I GENITORI IN ABA NUMERO VERDE: 800 16 56 16 SEGUITI CON CURA PER SEGUIRE I PROPRI FIGLI. E: info@bulimianoressia.it - W: www.bulimianoressia. I GENITORI IN ABA SEGUITI CON CURA PER SEGUIRE I PROPRI FIGLI NUMERO VERDE: 800 16 56 16 E: info@bulimianoressia.it - W: www.bulimianoressia.it I DISTURBI ALIMENTARI 02 I disturbi alimentari sono un modo

Dettagli

LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE:

LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: Nuovi criteri di classificazione? Corrado D Agostini AGENZIA DELLA NUTRIZIONE D.A.I. D.E.A.S. AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI- FIRENZE IL DSM - 5 17

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE D.C.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE D.C.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE assificazione dei D.C.A Anoressia Mentale Bulimia Mentale DSM III (1980) Pica,

Dettagli

ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA

ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA BED: Binge Eating Disorder o Disturbo da alimentazione incontrollata (circa il 30% degli obesi) Abbuffate ricorrenti per almeno 2 giorni/settimana per almeno

Dettagli

C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A

C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A Trento, 14 marzo 2015 Dott. Alessandro Salvi UNA VISIONE PANORAMICA DEI DCA : ALCUNI TRATTI CARATTERISTICI I DCA sono

Dettagli

Donne, corpo e contraccezione

Donne, corpo e contraccezione Donne, corpo e contraccezione Donne, corpo e contraccezione A cura di Questa guida nasce per aiutarti ad individuare quali sono i campanelli d allarme da cogliere per accorgerti dello scivolamento verso

Dettagli

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI Caratteristiche generali I NAS sono disturbi dell alimentazione di severità clinica che soddisfano la definizione di disturbo dell alimentazione

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Ragusa 10 Ottobre 2009 Aspetti antropologici e sociologici inerenti i Disturbi della Condotta. psichiatra

Ragusa 10 Ottobre 2009 Aspetti antropologici e sociologici inerenti i Disturbi della Condotta. psichiatra Ragusa 10 Ottobre 2009 Aspetti antropologici e sociologici inerenti i Disturbi della Condotta Alimentare: DCA dr Giuseppe Sapienza dr. Giuseppe Sapienza psichiatra Il presente intervento vuole offrire

Dettagli

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA)

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) ANNAPIA VERRI ISTITUTO NEUROLOGICO NAZIONALE C. MONDINO-PAVIA WEIGHT-RELATED DISORDERS

Dettagli

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT.

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT. UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA-RIABILITATIVA CENTRO DIURNO PROGETTO SPERIMENTALE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Disturbo dell alimentazione: Conoscere per curare e per vivere RESPONSABILI: Direttore

Dettagli

4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE 4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE R.Siani, L. Ravazzin, D. De Pauli Binge Eating Disorder e Comorbilità Psichiatrica

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ ALESSIA MINNITI, Unità Funzionale Semplice di Dietetica e Nutrizione Clinica Università degli Studi di Verona 4 Congresso SIO-Triveneto Udine,

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

ASPETTI CLINICI E RELAZIONALI DEI DISTURBI ALIMENTARI

ASPETTI CLINICI E RELAZIONALI DEI DISTURBI ALIMENTARI Il Cibo nemico ASPETTI CLINICI E RELAZIONALI DEI DISTURBI ALIMENTARI - Il cibo nemico. (prima parte) Da quando esiste la vita, nutrimento e cibo sono elementi fondamentali per la sopravvivenza di qualsiasi

Dettagli

CORPOREITA E IDENTITA : INTERVENTI DI SOSTEGNO AL CAMBIAMENTO E PREVENZIONE DELLO STRESS

CORPOREITA E IDENTITA : INTERVENTI DI SOSTEGNO AL CAMBIAMENTO E PREVENZIONE DELLO STRESS CORPOREITA E IDENTITA : INTERVENTI DI SOSTEGNO AL CAMBIAMENTO E PREVENZIONE DELLO STRESS Vanda Braida 14/05/2015 Shabkar CHE COSA SONO? COME SI MANIFESTANO? COME SI PREVENGONO? COME SI AFFRONTANO? I disturbi

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE: QUANDO L'AMORE PER IL CIBO SI TRASFORMA IN ODIO.

EDUCAZIONE ALIMENTARE: QUANDO L'AMORE PER IL CIBO SI TRASFORMA IN ODIO. EDUCAZIONE ALIMENTARE: QUANDO L'AMORE PER IL CIBO SI TRASFORMA IN ODIO. Esiste un rapporto inestricabile tra cibo ed emozioni, tra i cibi assunti per bisogno fisiologico e quelli assunti come appagamento

Dettagli

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3 U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Centro Disturbi Alimentari TITOLO: PROGETTO EDUCATIVO PER LA PREVENZIONE PRIMARIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) RIVOLTO A DOCENTI E ALLIEVI

Dettagli

In FormAzione. Indicazioni in materia di comunicazione sociale sui Disturbi del Comportamento Alimentare e dell Immagine Corporea

In FormAzione. Indicazioni in materia di comunicazione sociale sui Disturbi del Comportamento Alimentare e dell Immagine Corporea In FormAzione Indicazioni in materia di comunicazione sociale sui Disturbi del Comportamento Alimentare e dell Immagine Corporea ANORESSIA-BULIMIA AL MASCHILE di Francesco Bergamin L anoressia nervosa,

Dettagli

ALIMENTAZIONE SANA IN ETA EVOLUTIVA PER UN CUORE SANO IN ETA ADULTA

ALIMENTAZIONE SANA IN ETA EVOLUTIVA PER UN CUORE SANO IN ETA ADULTA ALIMENTAZIONE SANA IN ETA EVOLUTIVA PER UN CUORE SANO IN ETA ADULTA PERCHE UN ALIMENTAZIONE NON SANA FA MALE AL CUORE?... perchè espone al sovrappeso e alle sue complicanze PERCHE UN ALIMENTAZIONE NON

Dettagli

INFORMAZIONI SULLO STUDIO VILLA GARDA-OXFORD

INFORMAZIONI SULLO STUDIO VILLA GARDA-OXFORD INFORMAZIONI SULLO STUDIO VILLA GARDA-OXFORD Confronto fra due forme di psicoterapia cognitivo comportamentale ospedaliera per i disturbi dell alimentazione Gentile paziente, la Casa di Cura Villa Garda

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Risorse Umane e Relazioni Sindacali delegato dal Direttore Generale dell Azienda con

Dettagli

I Disturbi del Comportamento Alimentare nell ambiente sportivo

I Disturbi del Comportamento Alimentare nell ambiente sportivo Corso di formazione per allenatori 6 luglio 2013 I Disturbi del Comportamento Alimentare nell ambiente sportivo Dott.ssa Tatiana Zanetti Lo svolgimento di questo corso di formazione per gli allenatori

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Angela Fantoni Coordinatore Infermieristico fanangi1@gmail.com SPEDALI CIVILI BRESCIA, Gussago (BS)

Dettagli

CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE ASL3- GENOVESE PROGETTO Corpo, cibo, identità: una relazione difficile Dott.ssa Francesca Policante Dott.ssa Barbara Masini Creazione di un centro specialistico

Dettagli

I seminari degli Amici della mente. Capire e prevenire il disagio psicologico attraverso le canzoni di Fabrizio De Andrè

I seminari degli Amici della mente. Capire e prevenire il disagio psicologico attraverso le canzoni di Fabrizio De Andrè I seminari degli Amici della mente Capire e prevenire il disagio psicologico attraverso le canzoni di Fabrizio De Andrè I DISTURBI ALIMENTARI Dr. Gabriele Catania Cosa sono: Si tratta di patologie psichiatriche

Dettagli

I I DISTURBI ALIMENTARI: COSA SONO? 1 Dati Osservatorio ABA e ISTAT. 2 Dati SISDCA.

I I DISTURBI ALIMENTARI: COSA SONO? 1 Dati Osservatorio ABA e ISTAT. 2 Dati SISDCA. I I DISTURBI ALIMENTARI: COSA SONO? In Italia circa 3 milioni di persone, pari al 5% della popolazione, soffre di disturbi del comportamento alimentare (DCA): il 95% sono donne, anche se sempre più numerosi

Dettagli

Recessione economica e Disturbi Depressivi

Recessione economica e Disturbi Depressivi Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Recessione economica e Disturbi Depressivi L Associazione per la Ricerca sulla

Dettagli

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto.

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto. Ed ecco la quarta serie di diapositive tratte da alcune presentazioni sull obesità infantile e problemi correlati che ho illustrato durante incontri con i genitori di bambini ed adolescenti desiderosi

Dettagli

I disturbi del comportamento alimentare. Criteri diagnostici ed elementi clinici di diagnosi differenziale

I disturbi del comportamento alimentare. Criteri diagnostici ed elementi clinici di diagnosi differenziale I disturbi del comportamento alimentare Criteri diagnostici ed elementi clinici di diagnosi differenziale Perché parlare dei disturbi alimentari? I Disturbi dell Alimentazione riguardano molte persone,

Dettagli

sociali, vissuti intra-psichici

sociali, vissuti intra-psichici Frequente evoluzione verso quadri long- term Le risposte disfunzionali: : ad eventi stressanti, sollecitazioni psico-sociali sociali, vissuti intra-psichici psichici Conseguenti a pensieri automatici (dicotomia,

Dettagli

L INFORTUNIO NELLO SPORT DI ALTO LIVELLO: RISPOSTE E GESTIONE PSICOLOGICA Pisa, 19-20 Gennaio 2013

L INFORTUNIO NELLO SPORT DI ALTO LIVELLO: RISPOSTE E GESTIONE PSICOLOGICA Pisa, 19-20 Gennaio 2013 L INFORTUNIO NELLO SPORT DI ALTO LIVELLO: RISPOSTE E GESTIONE PSICOLOGICA Pisa, 19-20 Gennaio 2013 Marisa Muzio Via Bronzetti 11, 20129 Milano, Italia Mobile: +39 3395070433 Phone: 02 78621901 Fax: +39

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

Rivendica il Diritto di Vivere con gioia e armonia il rapporto con il tuo Peso, l Alimentazione, il tuo Corpo e le Emozioni.

Rivendica il Diritto di Vivere con gioia e armonia il rapporto con il tuo Peso, l Alimentazione, il tuo Corpo e le Emozioni. ENTRA NELLA TUA CONSAPEVOLEZZA Rivendica il Diritto di Vivere con gioia e armonia il rapporto con il tuo Peso, l Alimentazione, il tuo Corpo e le Emozioni. Scopri che puoi liberarti dalla paura, dai modelli

Dettagli

NADIA PALLOTTA ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI

NADIA PALLOTTA ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI NADIA PALLOTTA 128 L INTESTINO IRRITATO ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI Nei paesi industrializzati, nel corso dell ultimo secolo, le migliori condizioni sociali, economiche e sanitarie hanno determinato una

Dettagli

La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico

La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico 1 La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico Progetto per il sostegno e il rinserimento nella vita di relazione Equipe Multidisciplinare di I livello Sede di Roma Centro

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA I fattori di rischio e di protezione del volontario A cura degli Psicologi CPPAVPC Ed. 2013 1 DDL 4449 del 2 febbraio 2000 L istituzione del ruolo dello psicologo

Dettagli

SCI-ABS Self Report Ultimo mese

SCI-ABS Self Report Ultimo mese SCI-ABS Self Report Ultimo mese Soggetto: Data: Istruzioni Le domande che seguono si riferiscono ad alcune situazioni che lei può aver avuto nel corso dell ultimo mese. La preghiamo di rispondere a fianco

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE

LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Seconda Università di Napoli Università di Salerno LA CELIACHIA COME MALATTIA SOCIALE Dott.ssa Monica Siniscalchi Psicologa Psicoterapeuta IL CIBO SIMBOLO DELLA VITA L idea del cibo deriva da eventi che

Dettagli

disturbi del comportamento alimentare (DCA)

disturbi del comportamento alimentare (DCA) I disturbi dell alimentazione I disturbi del comportamento alimentare (DCA), sono disturbi caratterizzati dalla presenza di grossolane alterazioni del comportamento alimentare, associate costantemente

Dettagli

Schema del Progetto Nazionale. Le BUONE PRATICHE DI CURA e la PREVENZIONE SOCIALE dei Disturbi del Comportamento Alimentare

Schema del Progetto Nazionale. Le BUONE PRATICHE DI CURA e la PREVENZIONE SOCIALE dei Disturbi del Comportamento Alimentare Schema del Progetto Nazionale Le BUONE PRATICHE DI CURA e la PREVENZIONE SOCIALE dei Disturbi del Comportamento Alimentare 3 marzo 2008 Ministero per le Politiche giovanili e le Attività sportive Largo

Dettagli

Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile

Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile 1 Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile Corsi di formazione professionale per medici, nutrizionisti, psicologi ed insegnanti Diretto e coordinato dal prof. Luca Pecchioli

Dettagli

Introduzione INTRODUZIONE 15

Introduzione INTRODUZIONE 15 INTRODUZIONE 15 Introduzione Ester aveva 13 anni. A scuola era brava e aveva molti amici. Nel tempo libero amava cavalcare. In primavera disse ai suoi genitori che voleva fare una dieta per dimagrire.

Dettagli

INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA PREFAZIONE 3

INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA PREFAZIONE 3 INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA X XII XIII PREFAZIONE 3 C A P I T O L O 1 PROSPETTIVE EPISTEMOLOGICHE IN PSICOLOGIA CLINICA 9 1.1 Ragioni e necessità di un

Dettagli

Corso di sensibilizzazione all approccio approccio ecologico-sociale alla promozione del Benessere nella Comunità (mutuato da Metodo Hudolin)

Corso di sensibilizzazione all approccio approccio ecologico-sociale alla promozione del Benessere nella Comunità (mutuato da Metodo Hudolin) Corso di sensibilizzazione all approccio approccio ecologico-sociale alla promozione del Benessere nella Comunità (mutuato da Metodo Hudolin) Lunedì 12 settembre venerdì 16 settembre 2011 GLI ITALIANI

Dettagli

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa Una persona nervosa 1 Caso: Una persona nervosa modificato da DSM-IV-TR CASI CLINICI, p. 235 Un tappezziere coniugato di 27 anni lamenta vertigini, tremore alle mani, palpitazioni e ronzii alle orecchie

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI PSICOLOGIA. Tesi di laurea

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI PSICOLOGIA. Tesi di laurea UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI PSICOLOGIA Tesi di laurea L INTEGRAZIONE DELL EMDR NELLA PSICOTERAPIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE. di Gamba Martina Anno Accademico 2004-2005 Ai

Dettagli

1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord

1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord GLI STILI DI VITA DEL BEL PAESE RESTANO IL TALLONE D ACHILLE DELLA NOSTRA SALUTE 1. Si conferma elevata la quota di italiani sovrappeso e obesi, problema in crescita anche al Nord Si conferma elevata la

Dettagli

In Italia la prevalenza di sovrappeso/obesità è tra le maggiori in Europa. con punte nelle regioni del Sud Italia (Okkio alla Salute, ISS 2008).

In Italia la prevalenza di sovrappeso/obesità è tra le maggiori in Europa. con punte nelle regioni del Sud Italia (Okkio alla Salute, ISS 2008). OBESITÁ PSICOGENA Il costante e rilevante incremento dei disturbi dell alimentazione nella popolazione adolescenziale e tardo giovanile, costituisce un dato osservativo di immediato riscontro per gli operatori

Dettagli

A.N.I.Ma.S.S. ONLUS. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO

A.N.I.Ma.S.S. ONLUS. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO A.N.I.Ma.S.S. ONLUS Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO >> CHI SIAMO L Associazione A.N.I.Ma.S.S. ONLUS Associazione Nazionale Italiana Malati Sindrome di Sjögren, è

Dettagli

GRUPPI PSICOEDUCAZIONALI DIRETTI AI FAMILIARI DI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

GRUPPI PSICOEDUCAZIONALI DIRETTI AI FAMILIARI DI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE GRUPPI PSICOEDUCAZIONALI DIRETTI AI FAMILIARI DI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE A cura di Dott.ssa Silvia Fronza : +393931589465 silvia.fronza@hotmail.it COSA SONO I DISTURBI

Dettagli

Laura Ghiro Elena Fipaldini Ospedale San Bortolo Vicenza

Laura Ghiro Elena Fipaldini Ospedale San Bortolo Vicenza CORPOrat(t)ivaMENTE. Confronti e prospettive sulle pratiche di lavoro integrato in età evolutiva IL CASO CLINICO CHE NON TI ASPETTI Laura Ghiro Elena Fipaldini Ospedale San Bortolo Vicenza A. è giunto

Dettagli

L'alimentazione dello sportivo e i disordini del comportamento alimentare: Aspetti psicologici

L'alimentazione dello sportivo e i disordini del comportamento alimentare: Aspetti psicologici Scheda 9 L'alimentazione dello sportivo e i disordini del comportamento alimentare: Aspetti psicologici Pietro Delfini Alimentazione come bilancio I manuali, le lezioni, i titoli dei convegni sull'alimentazione

Dettagli

SPORTELLO PSICOPEDAGOGICO - ITI COBIANCHI - VERBANIA Dott.ssa Elisabetta Perelli Cippo

SPORTELLO PSICOPEDAGOGICO - ITI COBIANCHI - VERBANIA Dott.ssa Elisabetta Perelli Cippo SPORTELLO PSICOPEDAGOGICO - ITI COBIANCHI - VERBANIA Dott.ssa Elisabetta Perelli Cippo Lo Sportello Psicopedagogico nasce, con questo nome, nella metà degli anni 70 insieme all istituzione della maxi-sperimentazione

Dettagli

e pratica sportiva: una ricerca su giovani i atleti

e pratica sportiva: una ricerca su giovani i atleti Comportamento alimentare e pratica sportiva: una ricerca su giovani i atleti ti Francesca Vitali, Daniela Senarega e Guido Amoretti Università degli Studi di Genova ASSOCIAZIONE ITALIANA DI PSICOLOGIA

Dettagli

L'Associazione FARIDE A di PROMOZIONE SOCIALE e SOLIDARIETA' di tipo respiratorio come la russata pesante, la riduzione del flusso d'aria FAMILIARE

L'Associazione FARIDE A di PROMOZIONE SOCIALE e SOLIDARIETA' di tipo respiratorio come la russata pesante, la riduzione del flusso d'aria FAMILIARE i L'Associazione FARIDE A di PROMOZIONE SOCIALE e SOLIDARIETA' FAMILIARE PRESENTA TL PROGETTO PREMESSA Negli ultimi anni è stato registrato un aumento dei Disturbi del comportamento alimentare (DCA) nella

Dettagli

IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1

IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1 IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1 di Maria Pia Bianchi 2 Il Sorriso - Telefono Giovani, è un centralino di ascolto ed aiuto telefonico rivolto alle nuove

Dettagli

La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella

La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella Facoltà di Psicologia 2 La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella Disturbi dell alimentazione (DSM-IV-TR): Anoressia

Dettagli

GB: META' ADULTI IN SOVRAPPESO NEL 2050

GB: META' ADULTI IN SOVRAPPESO NEL 2050 GB: META' ADULTI IN SOVRAPPESO NEL 2050 (ANSA) - LONDRA - Se non si interviene ora la crisi obesita' nel Regno Unito sara' 'irrisolvibile'. L'allarme e' stato lanciato in un rapporto dell'academy of Medical

Dettagli

Come uscire. dalle droghe

Come uscire. dalle droghe Come uscire dalle droghe Uscire dalle droghe è possibile in ogni Ho perso il controllo Un giovane può cadere facilmente nella trappola della droga, sia per curiosità, sia per una particolare situazione

Dettagli

Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile Ravenna 11/03/2015

Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile Ravenna 11/03/2015 Maria-Grazia Bacchini Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile Ravenna 11/03/2015 I diritti dei bambini e la Convenzione di New York 20 novembre 1989 ratificata in Italia il 27 maggio 1991 definisce

Dettagli

Disturbi della condotta alimentare Dott.ssa Domizia Consoli

Disturbi della condotta alimentare Dott.ssa Domizia Consoli Disturbi della condotta alimentare Dott.ssa Domizia Consoli Obesità, anoressia e bulimia sono termini entrati nel nostro linguaggio comune, a designare la crescente importanza che i problemi connessi al

Dettagli

DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE DCA

DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE DCA DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE DCA Nella cultura occidentale le prime descrizioni cliniche di anomalie dell alimentazione risalgono a più di 2000 anni fa. Alcune sante cristiane avevano un comportamento

Dettagli

STILI DI VITA E OBESITA

STILI DI VITA E OBESITA STILI DI VITA E OBESITA IL PESO DELLA VITA 8 Maggio 2010 Martinelli Franca Dipartimento di Salute Mentale RE Il Disturbo da Alimentazione Incontrollata BED Big eating disorder La definizione del disturbo

Dettagli

SERVIZIO DI PSICOLOGIA

SERVIZIO DI PSICOLOGIA SERVIZIO DI PSICOLOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI PSICOLOGIA PRESSO I CONSULTORI AIED Il servizio di psicologia nei consultori Aied, articolato nelle

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità Servizio Igiene Provincia di Oristano Ufficio Scolastico Provinciale degli Alimenti e Nutrizione Assessorato alle Politiche Sociali di Oristano Ufficio studi Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

Voglio un figlio, ma Ipotesi ed interventi sulla sterilità psicogena

Voglio un figlio, ma Ipotesi ed interventi sulla sterilità psicogena Maristella Fantini Voglio un figlio, ma Ipotesi ed interventi sulla sterilità psicogena Ed. Ananke Torino La infertilità è la difficoltà ad avere figli dopo 2 anni di tentativi. La sterilità è considerata

Dettagli

Gli obiettivi di piano per le demenze. «Il sostegno psicologico ai caregivers e ai pazienti affetti da demenza»

Gli obiettivi di piano per le demenze. «Il sostegno psicologico ai caregivers e ai pazienti affetti da demenza» Gli obiettivi di piano per le demenze Centro Regionale di Neurogenetica «Il sostegno psicologico ai caregivers e ai pazienti affetti da demenza» Maria Mirabelli psicologa-psicoterapeuta Centro Regionale

Dettagli

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore Area IL VALORE DI UN TEST L equipe orientamento del Centro Studi Evolution propone una serie di di concreta utilità e dall alto valore scientifico. Una valutazione oggettiva è alla base di ogni serio e

Dettagli

DOMENICA 19 OTTOBRE 2014. Centro Congressi NH Milanofiori Assago MI

DOMENICA 19 OTTOBRE 2014. Centro Congressi NH Milanofiori Assago MI DOMENICA 19 OTTOBRE 2014 Centro Congressi NH Milanofiori Assago MI Floriterapia nei disturbi del comportamento alimentare Bruno Brigo Disordini del comportamento alimentare Il DSM-V (acronimo di Diagnostic

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PUO NON ESSERE PATOLOGICO. DIVENTA PATOLOGICO QUANDO CREA DIPENDENZA NEL SOGGETTO E PROCURA SOFFERENZA INDICE DI PATOLOGIA STA NEL FATTO

Dettagli

IL MENSILE AL SERVIZIO DEI CITTADINI DI REZZO. anno 1. numero 03 / luglio 08 RIFIUTI DIFFERENZIATA AMBIENTE MIGLIORE. Arezzo.

IL MENSILE AL SERVIZIO DEI CITTADINI DI REZZO. anno 1. numero 03 / luglio 08 RIFIUTI DIFFERENZIATA AMBIENTE MIGLIORE. Arezzo. IL MENSILE AL SERVIZIO DEI CITTADINI DI anno 1 numero 03 / luglio 08 REZZO RIFIUTI DIFFERENZIATA AMBIENTE MIGLIORE Arezzo DECORO e QUALITÁ anno 1 numero 04 / ottobre 2008 Direttore responsabile Enrico

Dettagli

IL CORPO CAMBIA: LA CRESCITA E LA CONOSCENZA DISÈ. Dott.ssa Valeria Rossi Badia Polesine, 3 aprile 2014

IL CORPO CAMBIA: LA CRESCITA E LA CONOSCENZA DISÈ. Dott.ssa Valeria Rossi Badia Polesine, 3 aprile 2014 IL CORPO CAMBIA: LA CRESCITA E LA CONOSCENZA DISÈ Dott.ssa Valeria Rossi Badia Polesine, 3 aprile 2014 Da bambino ad adulto: un percorso accidentato maschio femmina Spesso durante l età infantile le differenza

Dettagli

La necessità del sostegno territoriale alle famiglie

La necessità del sostegno territoriale alle famiglie CONVEGNO NAZIONALE SULL AUTISMO 20-21 maggio 2011 La necessità del sostegno territoriale alle famiglie Dr.ssa Alessandra Bianchi Psicoterapeuta A.G.S.A.T. CHE COS E IL DISTURBO AUTISTICO? L'Autismo è un

Dettagli

ADOLESCENZA E CIBO. Informazione sui disturbi alimentari QUADERNI

ADOLESCENZA E CIBO. Informazione sui disturbi alimentari QUADERNI ADOLESCENZA E CIBO Informazione sui disturbi alimentari QUADERNI QUADERNI ASUR ZONA TERRITORIALE 7 ANCONA Direttore: Antonio Maria Novelli A cura del Centro Studi e Documentazione Biblioteca Coordinatore:

Dettagli

Come crescere tuo figlio secondo natura SCOPRI QUALI INFORMAZIONI POSSIEDONO! EPPURE DEVI SAPERE CHE...

Come crescere tuo figlio secondo natura SCOPRI QUALI INFORMAZIONI POSSIEDONO! EPPURE DEVI SAPERE CHE... Come crescere tuo figlio secondo natura Hai difficoltà nel crescere tuo figlio? Ecco una notizia per te. Ci sono genitori che comprendono i bisogni del proprio figlio e con il quale costruiscono nel tempo

Dettagli

Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare. Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it

Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare. Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it Epidemiologia Disturbi dell Umore Prevalenza Maschi/ femmine Età di esordio Depressione

Dettagli

DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE: INFORMAZIONI GENERALI

DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE: INFORMAZIONI GENERALI DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE: INFORMAZIONI GENERALI DEFINIZIONE I disturbi dell alimentazione possono essere definiti come persistenti disturbi del comportamento alimentare o di comportamenti finalizzati

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE / IPERATTIVITA. 1. Che cos è l ADHD Il Disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (DDAI), conosciuto anche con

Dettagli

Corso di educazione alimentare e psicologia del comportamento alimentare

Corso di educazione alimentare e psicologia del comportamento alimentare Corso di educazione alimentare e psicologia del comportamento alimentare (ha ottenuto il patrocinio del Comune di Anguillara Sabazia per l alto valore formativo) Direttore del Corso: Dott.ssa Emanuela

Dettagli