LA CIVILTA GRECA. CLASSE QUINTA Scuola Primaria G. Merlo Valrovina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CIVILTA GRECA. CLASSE QUINTA Scuola Primaria G. Merlo Valrovina"

Transcript

1 LA CIVILTA GRECA CLASSE QUINTA Scuola Primaria G. Merlo Valrovina

2 La civiltà greca sorse intorno al X secolo a.c.,., ebbe il suo massimo splendore tra il VI e il IV secolo a.c. e finì con l invasione della Grecia da parte dei Macedoni.

3 Il territorio della Grecia

4 La Grecia è una penisola dal territorio montuoso, con strette pianure costiere, poche terre fertili e pochi fiumi (tutti in gran parte poveri d acqua). Le coste sono frastagliate, piene di insenature e di penisole. Inoltre la Grecia è circondata da molte isole e isolotti. Proprio per il suo territorio in gran parte montuoso, non era facile allevare e coltivare; così i greci divennero bravissimi commercianti marittimi.

5

6 ORGANIZZAZIONE POLITICO SOCIALE Tutti i regni del mondo antico erano governati da un sovrano. I re achei persero le loro autorità e le città passarono sotto la guida degli aristocratici, uomini che appartenevano alle famiglie più ricche e potenti. Gli aristocratici erano pochi; per questo il loro governo si chiamava oligarchia. Gli altri abitanti potevano partecipare alla politica,, cioè alla vita della polis: nell agorà si tenevano infatti delle assemblee,, in cui ciascuno poteva esprimere il proprio parere.

7 Nelle città di mare invece ci furono più governi democratici,, che contavano sulla partecipazione del popolo (commercianti,( artigiani e militari) alla vita militare e politica. Città simbolo di questi due tipi di governo furono Atene e Sparta. In tutte le città della Grecia esistevano molti schiavi; ; queste persone erano considerate senza diritti, erano di proprietà del loro padrone e non potevano prendere parte alle decisioni della città. Anche le donne non potevano partecipare alle assemblee e dunque nemmeno prendere le decisioni.

8 SPARTA Sparta era governata dall oligarchia degli spartiati. Le terre, erano divise fra gli spartiati: ciascuno ne riceveva una porzione, insieme a un certo numero di schiavi perché la coltivassero.

9 ATENE Ad Atene c era un altra forma di governo, la democrazia, a cui partecipavano tutti i cittadini. La popolazione era divisa in dieci tribù; ogni tribù eleggeva cinquanta rappresentanti che formavano un grande consiglio, la Bulè. La Bulè preparava le leggi e le proponeva all Ecclesìa Ecclesìa,, l assemblea di tutti i cittadini Ateniesi, ai quali toccava decidere se approvare o meno le leggi. Per difendere la democrazia da chiunque cercasse di prendere il potere, gli Ateniesi avevano un curioso sistema, chiamato ostracismo. Era un tipo di votazione nella quale se raggiungevano seimila voti la persona indicata come pericolosa o influente veniva esiliata dalla polis per dieci anni.

10 LA POLIS In Grecia esistevano centinaia di Città-Stato indipendenti le une dalle altre. Queste polis erano spesso rivali e si facevano anche la guerra, ma riuscirono, partendo dalla comune identità culturale, a sviluppare anche forti legami tra loro. I Greci erano organizzati in strutture politiche abbastanza piccole : persino ATENE,, la più grande polis greca, non aveva che alcune migliaia di abitanti. Ciascuna polis consisteva in una singola città che sorgeva in riva ad un fiume o vicino al mare, circondata da mura e dalla campagna circostante che serviva al mantenimento della città.

11

12 AGORA All Interno delle mura della città c era una zona più elevata, l ACROPOLI, e poi una grande piazza centrale detta AGORA,, che veniva usata per il mercato e per le assemblee dei cittadini. L agorà era inoltre un punto di incontro per conversare con gli amici e scambiarsi idee. Nell agorà si tenevano le assemblee alle quali potevano partecipare tutti gli uomini liberi per discutere e confrontare le loro opinioni. In realtà venivano considerati uomini liberi solo i maschi adulti che possedevano dei beni e non avevano bisogno di lavorare. Dalla vita pubblica erano escluse le donne, i forestieri e gli schiavi. L agorà era il cuore della polis: in essa la mattina presto arrivavano i contadini, gli agricoltori e i pescatori che, insieme ad artigiani e commercianti, rifornivano la popolazione di quanto era necessario.

13 Nell Acropoli di solito erano concentrati gli edifici più belli e importanti della città, in particolare i templi delle divinità. Di particolare importanza era il tempio dedicato alla divinità protettrice della città. La stessa Atene prendeva il suo nome dalla Dea Atena a cui era dedicata la città. Per onorarla era stato costruito il Partendone, al cui interno si trovava una statua di Atena alta 12 metri. La statua era fatta di legno e di avorio, ed era ricoperta di vestiti in oro zecchino.

14 ECONOMIA I lavori agricoli erano legati alle stagioni dell anno e seguivano un ciclo fisso. Al tempo giusto l agricoltore doveva trovarsi pronto, con le sue forze e con gli strumenti adatti, ricordandosi delle virtù indispensabili alla sopravvivenza: laboriosità, frugalità, senso dell utilità, cura del risparmio.

15 L agricoltura estensiva e quella intensiva: Nella Grecia del nord, nei territori sottoposti a governi aristocratici, la proprietà rurale era costituita dai latifondi: vasti possedimenti agricoli in mano ad un unico proprietario, coltivati in maniera estensiva (grano e orzo) o adibiti al pascolo. Nelle zone in cui si era imposto il regime democratico, era diffusa la media e piccola proprietà e i terreni venivano sfruttati intensivamente.

16 La produzione di cereali era limitata poiché le pianure tenute a latifondo erano aride e comunque insufficienti a coprire il fabbisogno di grano e orzo. Nelle piccole proprietà d altronde, il contadino era costretto ad una agricoltura diversificata: cereali,legumi,verdure,frutta,vite e olivo.

17 L allevamento del bestiame: Greggi di pecore e capre erano numerosi in tutta la Grecia perchè non avevano bisogno di pascoli grassi e si adattavano anche ai terreni sassosi. Più che per la carne, gli ovini venivano allevati per il latte e per la lana. I più grossi animali macellati erano in genere i maiali, dei quali non veniva scartato niente, mentre i buoi, insieme agli asini e ai cavalli, servivano per i trasporti e per i lavori dei campi. Il pesce era il cibo più diffuso e, nelle grandi occasioni, si metteva in tavola un animale da cortile.

18 USI E COSTUMI

19 L ABBIGLIAMENTO Gli abiti erano ricavati da pezze di stoffa rettangolari che avvolgevano il corpo in morbide pieghe e, quando arrivava il freddo, ci si copriva con calde mantelle. Le donne filavano la lana di pecora e lavoravano le fibre grezze di lino in filati finissimi: poi tingevano i filati con colori brillanti e, a volte, tessevano filati con colori contrastanti e simboli particolari. Gli abiti confezionati con la seta importata erano molto costosi. Si usava camminare scalzi oppure con sandali o calzari. I ricchi, sia uomini che donne, portavano lussuosi gioielli. Gli schiavi indossavano solo uno straccio legato ai fianchi.

20 GLI ABITI FEMMINILI Le donne indossavano lunghe tuniche in lana o in lino, fissate alle spalle da lunghi spilloni e strette in vita o qualche volta alle anche. Le mantelle potevano essere piccoli scialli o ampie tuniche da viaggio.

21 GLI ABITI MASCHILI Uomini e ragazzi di solito indossavano tuniche lunghe fino alla coscia, mentre gli anziani le preferivano con orli che arrivavano più in basso. Le mantelle invernali erano spesso indossate in modo da lasciare una spalla nuda.

22 LO SAI CHE? L abbronzatura non era di moda nell antica Grecia. In estate il sole bruciava le teste e le ginocchia. Uomini e donne indossano cappelli a larga testa per proteggersi dai raggi solari.

23 USI Donne e ragazzine trascorrevano molte ore a tessere la lana delle loro pecore e fare tessuti per la casa: tele da appendere al muro, coperte e cuscini per i mobili. La lana grezza prima di essere tessuta doveva venire filata e attorcigliata. Si usava filare usando due attrezzi chiamati conocchia e fuso: si intrecciava la lana con la mano destra e si intrecciava lentamente fino a formare il filo, che veniva inserito nel fuso, strumento troppo pesante per essere tenuto stabilmente.

24 GIOCHI E GIOCATTOLI Anche i bambini di quel tempo avevano i loro giochi e giocattoli: i bastoni che usavano come cavalli, i carretti fatti con un asta e due ruote, i cavalli di terra cotta o di legnosa lo spago da tirare, il cerchio con il rocchetto ( una specie di yo-yo), yo), la trottola, il dondolo, le bambole di stoffa, legno, terra cotta o avorio. Poi c erano i giochi da fare all aperto: mosca cieca, nascondino, palio. E ancora: giochi di abilità con i sassolini, le noci e gli astragali, cioè ossicini ottenuti dalle articolazioni delle zampe delle capre. Naturalmente c erano giocattoli che solo i bambini ricchi potevano possedere, ma la maggior parte dei giochi veniva costruita dagli stessi bambini.

25 L ARTE GRECA Molte opere artistiche, giunte fino a noi, testimoniano la grandezza della civiltà greca. Gli architetti, gli scultori e i pittori greci erano molto abili e le loro opere hanno influenzato l arte dei popoli che sono venuti dopo.

26 I Greci erano eccellenti ARTISTI: gli artigiani producevano vasi raffinati, decorati con figure rosse e fondo nero. ARCHITETTI e SCULTORI realizzavano grandi costruzioni come templi, teatri, edifici pubblici e le rendevano più belle con bassorilievi e statue.

27 ATENE E LA FILOSOFIA Atene accolse molti STUDIOSI, SCRITTORI e FILOSOFI le cui opere vengono studiate ancora oggi. In particolare risultò determinante per la cultura dell Occidente il pensiero dei filosofi che cercavano di rispondere a diverse domande: come è nata la Terra? Di che cosa è fatta? Come e perché cambia? Quale significato ha l esistenza dell UOMO? Qual è il destino dell umanità? A queste domande i filosofi cercano di rispondere non con il mito, ma con la ragione.

28 GRECI MAESTRI D ARTE I Greci costruirono opere che servirono da modello presso i popoli antichi. Nel progettare città e templi, i Greci avevano grande rispetto per la natura, mediante attenti studi facevano in modo che la luce entrasse nei templi.

29 ARCHITETTURA Gli architetti dedicarono grande attenzione agli edifici pubblici, ai teatri e agli stadi dove si svolgevano le Olimpiadi. I templi erano edifici rettangolari, circondati da colonne, statue e bassorilievi. Avevano tetti di legno ed erano dipinti con colori vivaci e contrastanti.

30 PITTURA L unica traccia che ci rimane della pittura greca sono le decorazioni sui vasi di ceramica giunti fino a noi. Questi dipinti ci forniscono preziose informazioni, perché rappresentano scene di vita quotidiana, attività commerciali, scene di battaglia, gare sportive e divinità. Osservandoli possiamo capire come vivevano gli antichi Greci.

31 LA CERAMICA, TRA FANTASIA E REALTA Le ceramiche degli antichi Greci ci rivelano le tecniche, i gusti, l abilità e la fantasia dei maestri che le hanno modellate e decorate. I vasi che ci sono pervenuti hanno forme diverse; le decorazioni, composte in accordo con la forma, consistono in figure geometriche e soggetti tratti dalla mitologia o dalla vita quotidiana dei Greci. Molte ceramiche sono decorate con scene che hanno una storia.

32 IL TEATRO GRECO La rappresentazione teatrale nacque ad Atene come forma di culto durante le feste dedicate al signore Dioniso. Il teatro di Atene sorgeva ai piedi dell acropoli; la struttura si diffuse in tutto il mondo greco. Gli attori del coro danzavano e cantavano in uno spazio semicircolare chiamato ORCHESTRA, mentre i protagonisti recitavano sul PALCO rialzato. Alcuni teatri GRECI sono usati ancora oggi. Gli attori recitavano con il volto coperto da maschere di terracotta.

33 GLI DEI GRECI I Greci erano politeisti, adoravano cioè molte divinità che rappresentavano con le sembianze umane assumendo forme diverse. Benchè immortali e privi di vecchiaia gli dèi condividono le caratteristiche degli esseri umani e sono di volta in volta innamorati, gelosi, infedeli, vendicativi, ingenui.

34 Gli dèi principali secondo la tradizione sono 12: Zeus: re degli dei signori del cielo e del fiume. Era: dea del matrimonio. Ares: dio della guerra. I gemelli Apollo:divinità solare. Artemide: vergine cacciatrice e divinità lunare. Dioniso : ha insegnato agli uomini come coltivare la vita ed è il dio dell ebrezza. Hermes: l astuto messaggero degli dei. Atena : dea dell ordine e della sapienza, nata già adulta e armata dalla testa di Zeus. Afrodite: dea dell amore e della seduzione. Demetra : dea portatrice di civiltà, che ha portato agli uomini la coltivazione dei cereali, la vita civilizzata ed il matrimonio. Poseidone: dio del mare.

35

36

37

38

39

40

41 Molto importanti sono gli dei degli Inferi, cioè del mondo dei morti: Ade : fratello di Zeus. Persefone/Core: figlia di Demetra e di Zeus. Accanto agli dei principali il pantheon (cioè l insieme delle divinità) comprende molte divinità minori: le ninfe, che popolano sorgenti, boschi, monti, mari; le nove muse, che proteggono le arti e le scienze; dei secondari come Ascelepio, dio della medicina, o Estiva, dea del focolare.

42 Riti e sacrifici Per ottenere il favore degli dei, i Greci offrivano sacrifici di animali: capre, pecore, buoi; prima di compiere qualsiasi impresa consultavano un oracolo, cioè un sacerdote o una sacerdotessa che parlavano a nome del dio. Nelle città sorgevano numerosi templi alle divinità protettrici, e in particolari luoghi della Grecia, ritenuti sacri, venivano costruiti i santuari, dove si tenevano feste e cerimonie.

43 Come pregavano gli antichi greci I greci non formarono mai un unico stato e ogni città fu sempre indipendente dalle altre. Spesso vi furono guerre tra città e città. Tuttavia, benché divisi politicamente, i greci ebbero coscienza di formare un popolo unico, con una lingua comune, pur nella varietà dei dialetti, e con una comune religione. I greci furono politeisti: i loro dei e le loro dee, ai quali attribuivano aspetto umano e gli stessi difetti e le stesse caratteristiche degli uomini, vivevano sulla cima coperta di nubi del monte Olimpo, uno dei più alti del paese. Agli dei gli uomini dovevano offrire sacrifici di animali o di primizie agresti; molte città, inoltre, celebravano feste religiose alle quali accorrevano greci di tutte le regioni. Le più famose furono le feste olimpiche, che si celebravano ogni quattro anni ad Olimpia in onore di Zeus. Durante queste feste, come in altre, si svolgevano i giochi sacri in onore del dio: gli atleti vincitori delle Olimpiadi erano famosi in tutta la Grecia, e sovente i poeti scrivevano inni in loro onore. Molto frequentati erano pure i templi in cui si trovavano oracoli, come quello di Delfi.

44 L IMPORTANZA DELLO SPORT I Greci diedero molta importanza alla pratica dello sport. In tutte le città c era il gymnasivm = palestra L attività fisica veniva vista come: offerta religiosa, educazione, pratica al coraggio, pratica alla guerra. In ogni città della Grecia si organizzavano feste sportive in occasione di feste religiose. Le più importanti erano le Olimpiadi, in onore di Zeus, che si tennero regolarmente ogni quattro anni dal 776 a.c. al 393 d.c. in agosto. Si svolgevano ogni 4 anni ad Olimpia e duravano 5 giorni.

45 Potevano partecipare i ragazzi e i cittadini maschi adulti. Le donne sposate non potevano neanche assistere. Gli atleti gareggiavano rigorosamente nudi. Le principali discipline erano: - la corsa - il lancio del disco - il lancio del giavellotto - la lotta - il salto in lungo Il rituale preparatorio dell atleta era ungersi il corpo di olio profumato.

46 IL LANCIO DEL IL LANCIO DEL DISCO DISCO

47

48 ARMI E GUERRIERI Nell antica Grecia il passaggio dell uomo all età adulta era determinato dalla capacità di combattere: un individuo adulto era un uomo in grado di combattere. I Greci conobbero nel tempo due diversi modi di combattere: -il duello - la falange oplitica

49 IL DUELLO Il duello è ampiamente descritto nei poemi omerici:nel corpo a corpo con la lancia e la spada si assiste alla prova di valore dell eroe. Solo gli aristocratici possono essere guerrieri. Omero descrive l equipaggiamento del guerriero: armi di difesa:la corazza,lo scudo,l elmo crestato,gli schinieri. Armi di offesa:la lancia e la spada. Ogni vero guerriero aveva poi un carro,piccolo,a due ruote,trainato ato dai cavalli. Questo serviva per trasportare il guerriero sul campo di battaglia,ma non serviva per combattere. Arrivato al campo di battaglia l eroe scendeva e combatteva a piedi. Le armi erano soprattutto di bronzo,ma anche d oro,d argento o di d ferro:abbagliavano con il loro splendore e atterrivano con il loro suono. L eroe può dimostrare il suo valore affrontando la morte,la perdita della gioventù e della vita in cambio della gloria personale. Morendo in modo eroico e il guerriero rende immortale il proprio nome. Ogni guerriero ha la propria armatura ed è da essa identificato: : ogni guerriero viene riconosciuto dalle proprie armi (per questo il rito della spoliazione e della vestizione sono così importanti e simbolici). Il carro di battaglia e i cavalli avevano un costo molto elevato perciò solo i nobili potevano armarsi ed avere di conseguenza peso politico:il peso politico p era infatti determinato dal contributo militare che si poteva dare.

50 UN DUELLO FRA OPLITI

51 LA FALANGE OPLITICA Gli opliti avevano una robusta corazza, i gambali, l elmo e un grande scudo rotondo (HOPLON) fissato sull avambraccio sinistro. Con il braccio destro si impugnavano le armi di offesa (lancia e spada). Gli opliti si schieravano in file serrate e avanzavano compatti al ritmo della musica suonata da un flautista. Nella falange non servivano il carro e i cavalli: il suo equipaggiamento era perciò alla portata dei ceti medi (mercanti, piccoli proprietari terrieri, artigiani agiati). Nella falange è fondamentale essere compatti e ordinati. La necessità di mantenere l ordine per la reciproca difesa comporta la nascita di nuovi valori: il controllo di sé, la solidarietà, la collaborazione,... (che prevalgono sulla competizione).

52

53 ANDARE IN GUERRA Le città-stato dell antica Grecia combattevano fra loro per contese territoriali e commerciali. Sparta aveva un esercito permanente,mentre le alte città-stato addestravano militarmente i cittadini liberi e li richiamavano nei tempi di guerra. Ad Atene tutti gli uomini tra i 20 e i 50 anni avevano il dovere di difendere dere la patria in caso di necessità. Chi poteva permettersi l acquisto o di un cavallo era arruolato in cavalleria,mentre la maggior parte di d cittadini prestava servizio come fanti,chiamati opliti;i più poveri,che non avevano le possibilità per comprarsi le armature,remavano nelle navi da guerra. Quando i Persiani invasero la Grecia,alcune città-stato si unirono contro il nemico straniero. Le guerre persiane durarono dal 490 al 449 a.c. Sparta combatté contro Atene dal 431 al 404 a.c.,nella.,nella guerra del Peloponneso,che coinvolse altre città-stato. La vittoria andò alla fine a Sparta,ma tutti i contendenti ne uscirono indeboliti per la perdita di vite umane e di ricchezze.

54 LA SCRITTURA E LA LINGUA I greci trassero il loro alfabeto dai fenici, ma modificarono la forma delle lettere, adattandola alla lingua greca. Aggiunsero anche le cinque vocali. I greci scrivevano prevalentemente su rotoli di papiro. La lingua greca fu la lingua internazionale per lungo tempo e permise ai vari popoli di comunicare tra loro.

55

56 LA SCUOLA Nell antica grecia la scuola era pagata dai genitori i quali mandavano il proprio figlio a lezione da un maestro. Iniziava a 7 anni e poteva durare anche sino a 18 anni e oltre, ma questo succedeva solo nelle famiglie benestanti che avevano abbastanza denaro per pagare gli studi al figlio. Lo scolaro imparava a scrivere su tavolette di legno ricoperte da uno strato di cera. Il maestro tracciava con lo stilo una frase sulla tavoletta e lo scolaro doveva ricopiarla piu volte. Se sbagliava capovolgeva lo stilo e con la punta piatta raschiava via l errore e riscriveva sopra. A scuola si imparava la scrittura, la lettura, l aritmetica, la musica e parti dei poemi piu famosi. Poi dai 15 anni studiavano materie piu difficili. I greci pensavano che avere un corpo sano fosse importante quanto avere una mente istruita. una parte della giornata era percio dedicata alla ginnastica.

57

58 LA LETTERATURA In Grecia nacquero e vissero molti poeti, il primo fra tutti Omero, che narro nell Iliade e nell Odissea la guerra di Troia e il ritorno degli eroi in patria. Molto noto fu anche Esopo, vissuto nel quarto secolo a.ca.c, autore di famose favole.

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI MOLTO TEMPO FA IN GRECIA C'ERA LA CIVILTÀ MICENEA. NEL 1200 A. C. I DORI (UN POPOLO CHE VENIVA DALL'EUROPA) INVASERO LA GRECIA. I DORI

Dettagli

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI Intorno al 1200 a.c. nuovi popoli arrivano in Grecia. Questi popoli partono dal Nord dell'asia e dal Nord dell'europa. Queste persone diventano i nuovi padroni del territorio.

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

La civiltà greca. Mondadori Education

La civiltà greca. Mondadori Education La civiltà greca I Greci, discendenti dei Micenei e dei Dori, vivevano in un territorio montuoso con pochi spazi coltivabili; fondarono città-stato indipendenti, le poleis, spesso in lotta tra loro. Le

Dettagli

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La religione dei Greci Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La nascita della civiltà greca Noi quest anno abbiamo studiato la nascita della Grecia, la vita quotidiana dei Greci,

Dettagli

greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca

greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca 1 Le origini Mentre nel Mar Mediterraneo si sviluppava la civiltà cretese in Grecia vi erano molti villaggi e alcune città più importanti. Una di queste

Dettagli

G R E C I UNITA DIDATTICA FACILITATA LA CIVILTA GRECA. La Grecia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo, circondata da altre isole più piccole.

G R E C I UNITA DIDATTICA FACILITATA LA CIVILTA GRECA. La Grecia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo, circondata da altre isole più piccole. I G R E C I UNITA DIDATTICA FACILITATA LA CIVILTA GRECA La Grecia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo, circondata da altre isole più piccole. PENISOLA: territorio bagnato tre parti dal mare ed

Dettagli

LEGGI IL TESTO FORNITO E PAGINA 9 DEL LIBRO, POI COMPLETA LA TABELLA.

LEGGI IL TESTO FORNITO E PAGINA 9 DEL LIBRO, POI COMPLETA LA TABELLA. LEGGI IL TESTO FORNITO E PAGINA 9 DEL LIBRO, POI COMPLETA LA TABELLA. ATENE POSIZIONE GEOGRAFICA Si trova in Grecia,nella penisola del Peloponneso e vicino al mare. DUE CITTÀ A CONFRONTO SPARTA POSIZIONE

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net La civiltà greca I CRETESI Tra il 2.500 a.c. e il 1.500 a.c. nell'isola di Creta fiorì la civiltà cretese. Essa si basava sull'artigianato, e sul commercio. I Cretesi vivevano in città costituite da un

Dettagli

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO A cura di ANNA CARMELITANO LE PRIME CIVILTA SI SVILUPPARONO Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO I SUMERI, GLI EGIZI GLI INDIANI I CINESI I BABILONESI GLI ASSIRI

Dettagli

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA Creta è l isola più grande dell arcipelago greco. Si trova al centro del Mar Mediterraneo. L isola aveva un territorio fertile. Queste caratteristiche dell isola hanno permesso

Dettagli

TESTO SEMPLIFICATO PER ALLIEVI NON ITALOFONI

TESTO SEMPLIFICATO PER ALLIEVI NON ITALOFONI TESTO SEMPLIFICATO PER ALLIEVI NON ITALOFONI DI ALESSANDRA SPREAFICO, REVISIONE A CURA DI ANGELA PLAZZOTTA, CENTRO COME 2 IL TESTO CHE ABBIAMO SEMPLIFICATO È STATO REALIZZATO PER ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

La democrazia moderna è nata in Grecia

La democrazia moderna è nata in Grecia 01 Democrazia significa potere del popolo La democrazia è un sistema politico (regole e istituzioni di uno stato) dove tutti i cittadini hanno gli stessi diritti. La democrazia ha queste caratteristiche:

Dettagli

Manuale. sua mappa concettuale. Prodotto dagli insegnanti Sparàno Valeria e Merci Christian. per gli alunni del Belgruppolo della Classe Quinta A

Manuale. sua mappa concettuale. Prodotto dagli insegnanti Sparàno Valeria e Merci Christian. per gli alunni del Belgruppolo della Classe Quinta A Manuale per costruire e la il riassucco di un testo sua mappa concettuale Prodotto dagli insegnanti Sparàno Valeria e Merci Christian per gli alunni del Belgruppolo della Classe Quinta A della Scuola Primaria

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

La nascita della democrazia ad Atene

La nascita della democrazia ad Atene Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La nascita della democrazia ad Atene 1 Osserva

Dettagli

COME SI VIVEVA IN UN INSULA? COMPLETA. Si dormiva su Ci si riscaldava con Si prendeva luce da.. Si prendeva acqua da. Al piano terra si trovavano le..

COME SI VIVEVA IN UN INSULA? COMPLETA. Si dormiva su Ci si riscaldava con Si prendeva luce da.. Si prendeva acqua da. Al piano terra si trovavano le.. ROMA REPUBBLICANA: LE CASE DEI PLEBEI Mentre la popolazione di Roma cresceva, si costruivano case sempre più alte: le INSULAE. Erano grandi case, di diversi piani e ci abitavano quelli che potevano pagare

Dettagli

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro LA GRECIA -Forma di governo: Repubblica -Capitale: Atene -Lingua: greco -Religione: ortodossa -Moneta: euro La Grecia si trova nel sud dei monti Balcani. La Grecia confina a nord con l Albania, la Macedonia

Dettagli

LA CIVILTÀ GRECA. io sono stato in vacanza in Grecia: c era un mare bellissimo e ho visto i delfini.

LA CIVILTÀ GRECA. io sono stato in vacanza in Grecia: c era un mare bellissimo e ho visto i delfini. LA CIVILTÀ GRECA Sapreste dire dove si trovano e chi ha realizzato queste magnifiche opere? Avete mai sentito parlare dei Greci? io sono stato in vacanza in Grecia: c era un mare bellissimo e ho visto

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML

SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML COMPONENTI DI UN IPERTESTO: home-page (prima pagina) pagine successive STRUTTURA DI UN IPERTESTO: ad albero Home-page Pagina1 Pagina 2 Pagina 1.1 Pagina 1.2 lineare Indice

Dettagli

I popoli italici. Mondadori Education

I popoli italici. Mondadori Education I popoli italici Fin dalla Preistoria l Italia è stata abitata da popolazioni provenienti dall Europa centrale. Questi popoli avevano origini, lingue e culture differenti e si stabilirono in diverse zone

Dettagli

La moda nel tempo. Sumeri. Greci. Egizi. Etruschi. Fenici. Romani. Civiltà minoica

La moda nel tempo. Sumeri. Greci. Egizi. Etruschi. Fenici. Romani. Civiltà minoica La moda nel tempo Sumeri Egizi Fenici Civiltà minoica Greci Etruschi Romani LAVORO DI STORIA CLASSE 1 A MODA a.s. 2013 2014 Martina Bugiolacchi Sharon Tracanna Eleonora Mastropasqua Michela Socionovo Jasmine

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Il contenuto è la semplificazione di un libro di testo

Dettagli

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA PREISTORIA SCIMMIE ANTROPOMORFE: SONO SIMILI ALL UOMO VIVONO SUGLI ALBERI NELLE FORESTE DELL AFRICA DIVENTANO ONNIVORE: MANGIANO TUTTO, ANCHE LA CARNE DA QUADRUPEDI DIVENTANO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 Gli Etruschi dell Etruria Padana, nel VI secolo a.c., vivevano vicino al fiume Eridano ( il Po ), in villaggi di capanne

Dettagli

GRECIA CLASSICA architettura

GRECIA CLASSICA architettura GRECIA CLASSICA architettura 1200-400 a.c. Grecia classica La Mesopotamia è stata la culla delle più antiche civiltà del Vicino Oriente mentre m la Grecia ha rappresentato la radice della civiltà occidentale

Dettagli

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO Civiltà minoica e micenea Quale civiltà si sviluppò nell isola di Creta?

Dettagli

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI Scuola Primaria - Classi 3 A & 3 B a.s. 2012-2013 Scuola in galleria, Galleria Nazionale, Parma 14 Febbraio 2013 STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI CHI SONO GLI DEI? CHE COSA HANNO DI DIVERSO DAGLI UOMINI?

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

a.s. 2014-2015 GLI ALUNNI DELLA CLASSE IV DELLA SCUOLA PRIMARIA DI GROSOTTO PRESENTANO

a.s. 2014-2015 GLI ALUNNI DELLA CLASSE IV DELLA SCUOLA PRIMARIA DI GROSOTTO PRESENTANO a.s. 2014-2015 GLI ALUNNI DELLA CLASSE IV DELLA SCUOLA PRIMARIA DI GROSOTTO PRESENTANO LA CIVILTÀ EGIZIA LUOGO SOCIETÀ TEMPO ASPETTI DI VITA QUOTIDIANA CLICCA SULL OVALE CHE PREFERISCI RELIGIONE ECONOMIA

Dettagli

La corsa. La città di Olimpia. Olimpia. Le Olimpiadi nel mondo Greco. Il pugilato. La corsa dei carri. Il giavellotto Il salto Il disco

La corsa. La città di Olimpia. Olimpia. Le Olimpiadi nel mondo Greco. Il pugilato. La corsa dei carri. Il giavellotto Il salto Il disco La città di Olimpia La corsa La lotta La corsa dei carri Olimpia Le Olimpiadi nel mondo Greco Il pugilato Il giavellotto Il salto Il disco Le origini dei Giochi sono circondate da miti e leggende, ma la

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

Il racconto per immagini

Il racconto per immagini Arte cretese Pittura vascolare: Aiace e Achille Altare di Pergamo L opera artistica pittorica o scultorea talvolta riproduce immagini che descrivono episodi tratti da storie fantastiche o da fatti realmente

Dettagli

www.fantavolando.it AGRICOLTURA ETRUSCA

www.fantavolando.it AGRICOLTURA ETRUSCA AGRICOLTURA ETRUSCA Gli Etruschi svilupparono techiche agricole che permisero di ottenere prodotti di qualità come il vino e l olio oltre che il grano. La grande produzione di grano venne spesso esportata

Dettagli

La prima civiltà: Minoica (o cretese)

La prima civiltà: Minoica (o cretese) La Grecia Antica La prima civiltà: Minoica (o cretese) VII millennio a.c. IV millennio a. C. Creta è abitata da popolazione autoctona che vive di caccia, pesca, agricoltura. Popoli provenienti dalle coste

Dettagli

ILIADE. Prof.ssa Marcella Costato IC Cornate d Adda a.s.2006/07

ILIADE. Prof.ssa Marcella Costato IC Cornate d Adda a.s.2006/07 ILIADE 1 PERSONAGGI DELL ILIADE I PERSONAGGI DELL ILIADE SONO UOMINI E DEI, ABITANTI DELLA GRECIA E DI TROIA. GLI UOMINI, SONO ECCEZIONALI E HANNO QUALITA FUORI DAL COMUNE. ESSI SONO GUERRIERI VALOROSI

Dettagli

La colonizzazione greca e le sue conseguenze

La colonizzazione greca e le sue conseguenze Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La colonizzazione greca e le sue conseguenze

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

SCOPRENDO LA CIVILTÀ ABBIAMO RICOSTRUITO GLI ELEMENTI DELLA NOSTRA CIVILTÀ CERCANDO DI SPIEGARLI AD UN ALIENO.

SCOPRENDO LA CIVILTÀ ABBIAMO RICOSTRUITO GLI ELEMENTI DELLA NOSTRA CIVILTÀ CERCANDO DI SPIEGARLI AD UN ALIENO. SCOPRENDO LA CIVILTÀ ABBIAMO RICOSTRUITO GLI ELEMENTI DELLA NOSTRA CIVILTÀ CERCANDO DI SPIEGARLI AD UN ALIENO. CIVILTÀ: INSIEME DI ELEMENTI CHE CARATTERIZZANO UN POPOLO CHE VIVE IN UN DETERMINATO PERIODO

Dettagli

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA L esempio di un cittadino nell antichità Poiché Socrate non ha lasciato testi scritti, conosciamo la sua vita e il suo pensiero attraverso le opere di Platone, famoso filosofo,

Dettagli

STORIA DELL'ARTE L'ANTICA GRECIA

STORIA DELL'ARTE L'ANTICA GRECIA STORIA DELL'ARTE L'ANTICA GRECIA L'antica Grecia era divisa in tante piccole città-stato (poleis) che avevano tutte più o meno lo stesso assetto. La parte alta della città, l'acropoli, era il luogo sacro

Dettagli

I Greci e la polis. oggi chiamiamo Età buia, in quanto priva di documenti scritti e nota solo dalle te- La Grecia, che per qualche secolo era stata

I Greci e la polis. oggi chiamiamo Età buia, in quanto priva di documenti scritti e nota solo dalle te- La Grecia, che per qualche secolo era stata 85 2 I Greci e la polis 1 Mare e fame di terre oggi chiamiamo Età buia, in quanto priva di documenti scritti e nota solo dalle te- La Grecia, che per qualche secolo era stata la terra della civiltà micenea,

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

Le schede sono suddivise nei seguenti argomenti, secondo l età dei possibili destinatari e le due aree museali: ANNI 5 11 ANNI 11 16

Le schede sono suddivise nei seguenti argomenti, secondo l età dei possibili destinatari e le due aree museali: ANNI 5 11 ANNI 11 16 Gentile insegnante, preparare una visita al Museo e Villaggio Africano significa affrontare in una prospettiva interdisciplinare qualsiasi aspetto della realtà, dai gesti del corpo ai rapporti familiari,

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Età buia Dominazione dei Dori. Nascono le Polis. Invasione dei Persiani Fine indipendenza

Età buia Dominazione dei Dori. Nascono le Polis. Invasione dei Persiani Fine indipendenza La civiltà greca Età buia Dominazione dei Dori Nascono le Polis Invasione dei Persiani Fine indipendenza Le Poleis Greche Nella parte alta della Poleis si trovava l acropoli, luogo dove venivano costruiti

Dettagli

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Il periodo storico che viene trattato in questa unità didattica va dagli inizi del V secolo a.c. alla fine del I secolo a.c. e riguarda la Grecia, la Macedonia

Dettagli

IC Conti JESI. Chiara Compagnucci compaychiara@hotmail.com Classe IV A F

IC Conti JESI. Chiara Compagnucci compaychiara@hotmail.com Classe IV A F IC Conti JESI Chiara Compagnucci compaychiara@hotmail.com Classe IV A F CENTRO- PERIFERIA Mappa Concettuale CENTRO PERIFERIA = SPAZI GERACHICIZZATI con SCAMBIO INEGUALE caratterizzati dall intercambiabilità

Dettagli

Unità di apprendimento semplificata

Unità di apprendimento semplificata Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero Testo di Amalia Guzzelloni, IP Bertarelli, Milano La prof.ssa Guzzelloni

Dettagli

ARTE MINOICA prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it. 4a. ARTE MINOICA CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

ARTE MINOICA prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it. 4a. ARTE MINOICA CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE 4a. ARTE MINOICA ALLE ORIGINI DELL ARTE GRECA La civiltà cretese (o minoica) e quella micenea prendono il nome dai principali centri di sviluppo: l isola di Creta (situata nel mar Egeo, fra la Grecia e

Dettagli

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra 1 Dalle prime forme di vita alle prime civiltà 1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra º 1. Dalle origini della Terra alle origini della vita 4 º 2. L origine delle specie 6 º 3. La nascita

Dettagli

Lo scontro fra la Grecia e la Persia

Lo scontro fra la Grecia e la Persia Lo scontro fra la Grecia e la Persia Un conflitto di civiltà Ø nel corso del VI secolo a. C. le città greche della costa occidentale dell Asia Minore (odierna Turchia) crescono in ricchezza e potenza,

Dettagli

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale.

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale. Cinque occasioni da non perdere 1 Il Museo 2 I Templi 3 L anfiteatro. Nazionale. Paestum Una città antica. 4 Il Comune di 5 Il Parco Nazionale del Cilento e Valle di Capaccio, una meraviglia ed una scoperta

Dettagli

Dove non altrimenti indicato, le immagini appartengono all Archivio Giunti.

Dove non altrimenti indicato, le immagini appartengono all Archivio Giunti. STORIA Testi: Andrea Bachini Impaginazione e redazione: Pier Paolo Puxeddu+Francesca Vitale studio associato Progetto grafico copertina: Isabel Rocìo Gonzalez Le illustrazioni sono tratte dai seguenti

Dettagli

Sparta sive Lacedemone

Sparta sive Lacedemone Sparta sive Lacedemone 1 Situata nel Peloponneso, in una valle alluvionale creata dal fiume Eurota, è circondata da monti, tra cui il massiccio del Taigeto a ovest e il Parnone a est Fiume Eurota Monte

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Scuola Primaria Giotto Direzione Didattica 4 Circolo

Scuola Primaria Giotto Direzione Didattica 4 Circolo Scuola Primaria Giotto Direzione Didattica 4 Circolo Carpi Il laboratorio linguistico proposto è di avviamento allo studio per alunni stranieri delle classi 4 e 5 della Scuola Primaria. Il progetto presentato

Dettagli

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI L Iliade Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI Sara S Da nove anni si combatte sotto la città di Troia: Greci e Troiani si affrontano in una battaglia sanguinosa.

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Storia facile per la classe terza

Storia facile per la classe terza Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini per la classe terza L origine della Terra e la Preistoria Scuola primaria

Dettagli

LA DONNA E IL GUERRIERO NEL MONDO ANTICO Percorso per le classi quinte della scuola primaria

LA DONNA E IL GUERRIERO NEL MONDO ANTICO Percorso per le classi quinte della scuola primaria LA DONNA E IL GUERRIERO NEL MONDO ANTICO Percorso per le classi quinte della scuola primaria Obiettivi di questo breve approfondimento tematico sono: l esame del mondo femminile nell antichità, mirato

Dettagli

La prima grande religione strutturata in maniera definita e chiara. Aveva un ruolo fondamentale per la società: tutto era ricondotto all ambito

La prima grande religione strutturata in maniera definita e chiara. Aveva un ruolo fondamentale per la società: tutto era ricondotto all ambito La Religione egizia La prima grande religione strutturata in maniera definita e chiara. Aveva un ruolo fondamentale per la società: tutto era ricondotto all ambito magico religioso. Pantheon molto variegato

Dettagli

La scuola pitagorica - Storia 1. Gianluigi Bellin

La scuola pitagorica - Storia 1. Gianluigi Bellin La scuola pitagorica - Storia 1 Gianluigi Bellin December 22, 2010 Storia. Di Pitagora sappiamo che nacque a Samo intorno al 570 ac., che viaggiò molto, anche in Egitto ed a Crotone, nel golfo di Taranto,

Dettagli

CRETA e MICENE Vol. I, pp. 48-57

CRETA e MICENE Vol. I, pp. 48-57 CRETA e MICENE 1700-1400 1400 a.c. La civiltà minoica (dal re Minosse) ) si sviluppa parallelamente a quella egizia e mesopotamica La posizione geografica di è strategica per l area del Mediterraneo Già

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO. Comprensione della lettura. Scuola... Classe... Alunno...

VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO. Comprensione della lettura. Scuola... Classe... Alunno... VERSO L ESAME DI STATO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVA DI ITALIANO Comprensione della lettura Scuola..........................................................................................................................................

Dettagli

4 anno GLI SCRIBI REALI AL TEMPO DEGLI EGIZI. AUTORE: N. Vittori. APPROFONDIMENTI: N. Vittori. ILLUSTRAZIONI: Caba e Chesi PAGINE: 160 PREZZO: 7,00

4 anno GLI SCRIBI REALI AL TEMPO DEGLI EGIZI. AUTORE: N. Vittori. APPROFONDIMENTI: N. Vittori. ILLUSTRAZIONI: Caba e Chesi PAGINE: 160 PREZZO: 7,00 4 anno UN TUFFO NELLA STORIA scuola primaria GLI SCRIBI REALI AL TEMPO DEGLI EGIZI AUTORE: N. Vittori APPROFONDIMENTI: N. Vittori ILLUSTRAZIONI: Caba e Chesi PAGINE: 160 PREZZO: 7,00 ISBN: 978-88-472-0640-3

Dettagli

LA CIVILTÀ GRECA. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 7

LA CIVILTÀ GRECA. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 7 LA CIVILTÀ GRECA La Grecia è formata da una penisola, bagnata dal Mar Mediterraneo, e da molte isole nel Mare Egeo. La penisola greca ha molte montagne, coperte di boschi e di macchia mediterranea. L inverno

Dettagli

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172 L ITALIA IN EUROPA L Italia, con altri Stati, fa parte dell Unione Europea (sigla: UE). L Unione Europea è formata da Paesi democratici che hanno deciso di lavorare insieme per la pace e il benessere di

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

BELLEI ANDREA BERTELLI LEONARDO FERRACINI ALESSANDRO MANICARDI PIETRO 1 Abstract Pagina Motivazione Pagina 4 Problema Pagina 5 Differenze fra le 2 maschere Pagina 6 Analisi dei reperti Pagina 7-8 Egizi

Dettagli

Il mio libro di storia

Il mio libro di storia Il mio libro di storia INIZIA a.s. 2013/2014 maestra Valeria Famà Indice Sumeri Assiri Mesopotamia Gli Egizi Babilonesi Il mio laboratorio di storia La valle dell'indo La civiltà cinese Gli Ebrei I Fenici

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

C ERA UNA VOLTA LA SCUOLA ELEMENTARE. Classe 3^ Scuola Primaria Passatempo

C ERA UNA VOLTA LA SCUOLA ELEMENTARE. Classe 3^ Scuola Primaria Passatempo C ERA UNA VOLTA LA SCUOLA ELEMENTARE Classe 3^ Scuola Primaria Passatempo Il 16 ottobre siamo andati a visitare il museo itinerante o meglio il museo è venuto da noi!! Infatti era un pullman doppio parcheggiato

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE I CAVALLI La prima guerra mondiale sfruttò moltissimo gli animali; cani, asini, muli, cavalli e piccioni vennero largamente usati nelle operazioni militari, in un

Dettagli

LE CIVILTA DELLA GRECIA

LE CIVILTA DELLA GRECIA LE CIVILTA DELLA GRECIA I Greci furono artisti formidabili. Hanno creato oggetti, statue, edifici che vengono ammirati ancora oggi. Nella foto puoi vedere i resti di un tempio, l Eretteo ad Atene, in cui

Dettagli

Museo Archeologico Nazionale di Venezia

Museo Archeologico Nazionale di Venezia Museo Archeologico Nazionale di Venezia Attività didattica 2014/2015 PERCORSI DIDATTICI a cura degli Assistenti del Museo Scuole primarie Scuole secondarie di I grado Scuole secondarie di II grado SERVIZIO

Dettagli

GLI STRUMENTI MUSICALI DEGLI EGIZI

GLI STRUMENTI MUSICALI DEGLI EGIZI GLI STRUMENTI MUSICALI DEGLI EGIZI I FLAUTI Erano lunghi, sottili,dritti o leggermente arcuati. Soffiandovi dentro producevano un suono molto dolce. Chiudendo i buchi variava l altezza del suono prodotto.

Dettagli

L alimentazione: Alla scoperta del gusto

L alimentazione: Alla scoperta del gusto L alimentazione: Alla scoperta del gusto Breve storia del cibo Anche se preferiamo un bel piatto di pasta siamo tutti accomunati dal bisogno di cibo.oggi non è fame ma è questione di gusto. L uomo primitivo

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

TIRO CON L ARCO. Un po di storia

TIRO CON L ARCO. Un po di storia TIRO CON L ARCO Un po di storia Le prime tracce evidenti dell uso dell arco e delle frecce risalgono all uomo preistorico di venticinquemila anni fa. Questo tipo di arma resta importantissimo nel corso

Dettagli

La società egizia. Indice

La società egizia. Indice La civiltà egizia Il Nilo Il faraone La società egizia Le piramidi La religione La mummificazione Indice La civiltà degli Egizi si sviluppò nell attuale Egitto intorno al 3500 a.c. sulle rive del fiume.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

LE CIVILTÀ DELLA MESOPOTAMIA

LE CIVILTÀ DELLA MESOPOTAMIA LE CIVILTÀ DELLA MESOPOTAMIA Osserva la carta a pagina 20 del tuo libro: vedi una larga pianura dove scorrono due grandi fiumi, il Tigri e l Eufrate. Gli antichi hanno chiamato questa terra Mesopotamia,

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande La Firenze dei medici: la famiglia e il Rinascimento Il luogo è Firenze, ma di quale secolo parliamo? Guarda queste tre immagini legate al titolo e decidi a quale secolo si riferiscono: a) XIX sec. d.

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

LE CIVILTÀ ITALICHE. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 33

LE CIVILTÀ ITALICHE. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 33 LE CIVILTÀ ITALICHE La civiltà greca si è sviluppata sulle coste del Mar Mediterraneo; nello stesso periodo nella penisola italica (cioè dell Italia) vivevano altre popolazioni, popoli, che avevano usi

Dettagli

Australia: le genti aborigene Per conoscere il popolo del sogno

Australia: le genti aborigene Per conoscere il popolo del sogno Quando centinaia di navi, alcune guidate dal grande James Cook, gettarono le ancore nei vari porti naturali del territorio australiano, in nome del re d Inghilterra, non fecero altro che razziare le coste,

Dettagli

Prova cantonale di storia

Prova cantonale di storia Ufficio dell insegnamento medio 26 maggio 2014 Prova cantonale di storia Nome Cognome Classe Punti Nota Scuola media di. 1 Cara allieva, caro allievo, oggi svolgerai la prova cantonale di storia che prevede

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

GRECIA CLASSICA scultura e pittura. Scultura vol. I, pp. 78-81, 81, 88-115 Pittura vascolare vol. I, pp. 60-64, 64, 82-83

GRECIA CLASSICA scultura e pittura. Scultura vol. I, pp. 78-81, 81, 88-115 Pittura vascolare vol. I, pp. 60-64, 64, 82-83 GRECIA CLASSICA scultura e pittura Scultura vol. I, pp. 78-81, 81, 88-115 Pittura vascolare vol. I, pp. 60-64, 64, 82-83 83 1200-400 a.c. Grecia classica XII sec. a.c. L invasione dei Dori, fine di Micene

Dettagli