SE A FARNE LE SPESE É L'UNIVERSITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SE A FARNE LE SPESE É L'UNIVERSITÀ"

Transcript

1 SPENDING REVIEW futuro in movimento SETTEMBRE - OTTOBRE 2012 NUMERO DODICI freepress di attualità e mondo del lavoro SE A FARNE LE SPESE É L'UNIVERSITÀ Prepararsi al lavoro CONTRATTI L'associazione in partecipazione Nuove frontiere CROWDFUNDING Quando i fondi per i progetti arrivano dalla Rete Formazione E-LEARNING Imparare da casa con i corsi a distanza «Al giorno d'oggi siamo tutti così tirati che le uniche cose gradevoli da spendere sono i complimenti» Oscar Wilde

2 SULLA GRIGLIA DI PARTENZA Anno nuovo, numero nuovo. No, non siamo impazziti né tantomeno abbiamo fatto un salto nel tempo. Ma anche noi crediamo che l anno nuovo inizi in realtà a settembre. Del resto, quale migliore occasione dopo un estate di sole, mare/montagna/viaggi o comunque passata all aperto più di quanto si faccia di solito, per...ricominciare? Iniziare con un progetto, provare a ricontattare quella persona conosciuta a quell incontro, migliorare la propria web reputation, cercare un lavoro o provare a cambiare quello che si ha. Anche noi abbiamo deciso di ricominciare. A partire da questo numero. Ve ne accorgerete sfogliandolo, ma forse l avrete già notato dalla cover. E sì, abbiamo deciso di cambiare veste per cercare di darvi un prodotto più leggero che non perdesse la sua connotazione originale: il colore. Senza togliere spazio ai contenuti che sono, come proviamo a fare sempre, il meglio di quello che abbiamo trovato e scoperto per voi. A partire dalle opportunità: e se finalmente trovaste i fondi per quel progetto che avete nel cassetto? Presentatelo al meglio alla democratica Rete: magari online trovate i soldi per partire una volta per tutte. Lo chiamano crowdfunding ed è una delle nuove frontiere del Web, ma non solo. Se invece siete più tradizionalisti, a pag.11 diamo spazio al microcredito. E c è chi le opportunità le ha sapute cogliere al volo: il nostro ospite speciale Lucio Colavero ha messo insieme l amore per i social media con la voglia di tornare in Italia lasciando un contratto a tempo indeterminato. A pagina 8 la sua storia. E se invece fosse l ora di fare un corso a distanza? A pag. 12 vi parliamo di e learning. Non mancano poi gli approfondimenti. Se vi siete persi la spending review e gli effetti che avrà su università, tasse e altro vi rimandiamo alle pagine a fianco. Anticipandovi che non tutti i rettori sono d accordo sugli aumenti e stanno pensando a vie alternative. Che altro dire? Buona lettura e buon anno nuovo! Cristina Segui Walk on Job su: e su www. walkonjob.it Inchiesta Tra tasse e spesa COME LA SPENDING REVIEW CAMBIERÀ L'UNIVERSITÀ di Susanna Bagnoli Ne abbiamo sentito parlare tutta l estate e ne sentiremo parlare di certo anche quest autunno. Ci riferiamo alla spending review, che, come dice la parola, è la legge che riorganizza la spesa pubblica colpendo gli sprechi e, in teoria, non toccando la qualità e l efficienza dei servizi. Sarà davvero così? Cerchiamo di scoprirlo. Intanto, c è da dire che la legge interviene su tanti versanti: sanità, trasporti, pubblica amministrazione, questione esodati, riduzione delle province, risorse per le zone in Emilia colpite dal terremoto, solo per citarne alcuni. Ma ha creato particolare scalpore l aumento della tasse per gli universitari sia in regola con gli studi che fuori corso, disposti in percentuale crescente per 3 fasce di reddito familiare, fino ai 90mila euro, tra 90mila e 150mila, oltre 150mila. Ma è in particolare per i fuoricorso che si è gridato allo scandalo perché il provvedimento penalizza anche chi è in ritardo con gli studi perché lavora. Inoltre, alle Università italiane, dal 2013, arriveranno 400 milioni in meno rispetto al fondo ordinario, una scelta del governo assunta con i provvedimenti economici presi prima della spending review. Abbiamo provato a capire allora come si muoveranno alcuni grandi atenei, rispetto ai minori fondi a disposizione e rispetto alla possibilità, stabilita dalla spending review, di aumentare la contribuzione studentesca. Ci siamo anche chiesti che cosa succederà in altri settori produttivi e strategici sui quali la spending review è intervenuta, in qualche caso tagliando e basta, in altri riorganizzando, in altri ancora addirittura concedendo nuove risorse. Un panorama assai frastagliato di interventi i cui effetti si apprezzeranno nel giro di pochi mesi, per una legge che in linea di massima non è stata accolta con canti di gioia da sindacati, associazioni di categoria, enti di ricerca. TASSE UNIVERSITARIE PIÙ ALTE, C E CHI DICE NO Massimo Marrelli, Rettore dell Università Federico II di Napoli, ateneo da 90mila studenti con 17mila nuove matricole ogni anno, spiega che «al nostro ateneo dal prossimo anno mancheranno 20 milioni, dal 2010 il nostro fondo ordinario è diminuito di circa 50 milioni». L Università Federico II negli ultimi anni ha azzerato o quasi il turn over (il reinserimento di nuovo personale in seguito ai pensionamenti, ndr): «Ci siamo limitati a pochi concorsi per ricercatore, con assunzioni a tempo determinato», specifica il Rettore, «per il prossimo anno, fatti i conti delle persone che andranno in pensione, avremo un risparmio di spesa di 20 milioni. L equilibrio finanziario dell ateneo è garantito, ma come faccio a dire altrettanto della qualità della didattica?». Questione fuori corso e aumento delle tasse: gli organi collegiali si esprimeranno nei prossimi mesi. L indicazione che fin da oggi il Rettore si sente di dare è molto chiara, «proporrò al CdA di non aumentare le tasse ai fuori corso, almeno nel breve periodo, troveremo altre strade per reperire risorse per le spese correnti, ad esempio attingendo, in parte, ai finanziamenti per la ricerca che ci vengono assegnati. In media abbiamo a disposizione, ogni anno, circa 24 milioni che ci arrivano da fondi europei». I fuori corso possono stare tranquilli, almeno nell immediato, e siccome anche a Napoli sono tanti (circa il 37% degli iscritti) il Rettore ci tiene a far sapere che è già in vigore la possibilità di «negoziare» con l università un percorso di studio più lungo, diluito rispetto a quello canonico, in modo da non incappare nell odiosa qualifica di «studente che è rimasto indietro». «È una prassi pensata proprio per gli studenti che lavorano che quindi non hanno tempo da dedicare solo all università, ma anche per tutti coloro che semplicemente intendono prendersi più tempo per completare gli studi», racconta Marrelli. «Si fa un contratto formativo, tra studente e università, con cui si stabilisce di ripianificare la durata del corso di laurea e concluderlo in un lasso di tempo più lungo. Basta compilare un modulo in Rete e portarlo in segreteria studenti». Anche all Università di Pisa 51mila studenti e un buon 39% di fuori corso l orientamento è a non aumentare la tasse ai fuori corso. «Lo scorso anno accademico le abbiamo addirittura diminuite facendo un operazione di revisione delle fasce di reddito che ci ha consentito di fare una manovra da 4 milioni di euro, senza per questo abbassare la qualità dei servizi. Per l anno accademico in partenza le tasse sono rimaste invariate», spiega il Rettore Massimo Mario Augello che guida l ateneo risultato primo in Italia, insieme alla Sapienza di Roma, nel prestigioso ranking 2012 dell università Jiao Tong di Shanghai, reso noto ad agosto. «Il mio giudizio sulla questione dell aumento ai fuori corso è negativo, non condivido la scelta e non la applicherò», spiega Augello, Walk on job.it bimestrale freepress - Via Scarlatti, Milano I tel testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano numero 257 del 3 maggio 2010 Editore Jeia s.c.a.r.l. via Scarlatti, Milano P.IVA carta riciclata 100% 2 Direttore Responsabile Cristina Maccarrone In redazione Elisa Di Battista Progetto Grafico e impaginazione Jasmine Webster Hanno collaborato a questo numero: Susanna Bagnoli Paolo Beretta Giulia Cimpanelli Camilla Golzi Saporiti Floriana Riso Ilaria Romano Pubblicità Rosanna Paiano Stampa LITOSUD Via Aldo Moro Pessano Con Bornago (MI)

3 metodo che non è giusto perché per colpire gli sprechi, a livello locale, occorre confrontare i costi unitari per i singoli servizi e verificare quali sono i Comuni con costi standard più alti e che quindi stanno spendendo troppo e male. Invece si è scelto di tagliare in modo lineare colpendo tutti. Come Anci abbiamo delle proposte per una spending review equa: riprendere la strada, che già abbiamo intrapreso, del confronto fra costi standard, aprire il confronto con le banche e le assicurazioni e rivedere di almeno un 10% i costi dei contratti di servizio con i comuni, rivedere il patto di stabilità e i vincoli agli investimenti». «al limite se l università non ce la fa è giusto che aumenti le tasse ma per tutti». Il taglio al fondo ordinario che l ateneo subirà è di circa 12 milioni di euro: «l ateneo negli ultimi anni ha già attuato una autonoma spending review tramite la riduzione dei fitti passivi, la gestione del patrimonio in modo da valorizzarlo, la soppressione di sedi decentrate che erano dei doppioni inutili e in generale riducendo tutto ciò che significava spreco nell offerta formativa». Uno degli effetti principali dovuto invece alla spending review di agosto riguarda il personale in servizio all ateneo: «Si andrà a inasprire il fenomeno del contingentamento delle assunzioni: a Pisa, se fino ad oggi ogni due docenti che andavano in pensione ne potevamo assumere uno, d ora in avanti - e sarà così fino al 2014/2015 -, potremo assumere una persona ogni cinque pensionamenti, anche tra gli amministrativi». Tutt altro che positivo dunque il parere sulla manovra per Augello: «Nei momenti di crisi si dovrebbe investire nell università e nella ricerca e non tagliare. Noi nell ultimo biennio abbiamo fatto manovre espansive e abbiamo assunto un centinaio di ricercatori a tempo indeterminato e personale tecnico amministrativo». «Il mio interesse è far laureare gli studenti e non scaricarli, la mia è una università di massa e ho la responsabilità sociale di non espellere i ragazzi ma anzi di provare a farli entrare», spiega Luigi Frati Rettore de La Sapienza di Roma. «Per ora non abbiamo approvato nessun aumento di tasse, rispetto alla spending review, e sono dell idea che per chi è al primo fuori corso non debba esserci aumento di tasse, per chi è oltre vedremo». Nell università di Roma circa il 15% degli studenti si trova in queste condizioni. Anche in questo ateneo per tutti i fuori corso sono già attive due opzioni pensate per chi, come gli studenti lavoratori, ha poco tempo da dedicare allo studio ed è rimasto indietro. «Abbiamo l università telematica, che è nata con una joint venture tra La Sapienza, le Poste e il Governo, che consente agli studenti di fare gli esami in una sede decentrata, quella più vicina a casa, per esempio presso la sede degli uffici postali. L altra opzione è il part-time, cioè si allungano i tempi di iscrizione per poter dare gli esami in modo diluito, restando però in regola». In merito all aumento di tasse per i fuoricorso e gli effetti della spending review, avremmo voluto sapere anche il parere della Conferenza dei Rettori, presieduta dal Professor Marco Mancini che abbiamo ripetutamente contattato, senza esito positivo, durante l estate, ritenendo così forse non necessario darci le sue opinioni in merito. LA SCUOLA E I CAMBI DI RUOLO La manovra si abbatte anche sui lavoratori del settore della conoscenza, docenti universitari, ricercatori, insegnanti nelle scuole. Per Domenico Pantaleo della Flc Cgil, «il giudizio è fortemente negativo. La manovra Il mio interesse è far laureare gli studenti, non espellerli - Luigi Frati, Rettore La Sapienza di Roma - Università Statale di Milano consiste esclusivamente in tagli, sulla spesa sociale, sulla sanità, per il trasporto pubblico locale, nei trasferimenti agli enti locali. Invece restano intatte le rendite, non si riducono le consulenze esterne né si riducono i consigli d amministrazione. Insomma è una manovra ideologica che ha lo scopo di restringere l intervento pubblico dello Stato e, secondo noi, non sarà l unica e non sarà l ultima». Alcune conseguenze negative si vedranno già a settembre, «penso ai 3500 docenti inidonei (quelli che non possono più insegnare a causa di una malattia, ndr) che, in base alla spending review, verranno riconvertiti in altri ruoli dentro le scuole e andranno a togliere il posto ad altri lavoratori precari, impiegati fino ad oggi in quelle mansioni. Avremo il reclutamento dei docenti bloccato negli atenei, il che significa tagli agli insegnamenti e ai corsi di laurea. E poi ci sono gli istituti di ricerca non soggetti alla vigilanza del Miur che vedranno da subito azzerati i finanziamenti statali, con grave compromissione delle loro attività». Non sono tutte rose e fiori per la scuola, eppure Giorgio Rembado, presidente dell Associazione Nazionale Presidi, sottolinea un aspetto positivo della legge che torna ad assegnare risorse al sistema, dopo un triennio di completo azzeramento. «Si registra un inversione di tendenza», spiega, «oltre all assegnazione di fondi diretti, in quantità ancora imprecisata, arriveranno 300 milioni nei prossimi 3 anni, dirottati da altri fondi». Rispetto alla questione degli organici, Rembado preferisce parlare di riorganizzazione più che di tagli veri e propri, che però non porterà effetti positivi: «C è la questione degli inidonei che vengono obbligatoriamente inseriti a fare lavoro amministrativo nelle segreterie, ma non è detto sappiano farlo, essendo dei docenti», spiega, «poi ci sono i docenti in esubero che per la spending review dovranno essere impiegati in classi di concorso diverse da quelle in cui sono stati assunti, di solito vengono inseriti come insegnanti di sostegno o per le supplenze. È evidente che c è il rischio di dequalificare la professionalità della categoria. Non dimentichiamoci anche che la legge dimezza il contingente degli insegnanti all estero, nelle scuole italiane. Mandando a casa questi docenti non si fa certo un investimento sulla diffusione all estero della nostra lingua e della nostra cultura». DAI COMUNI UNA PROPOSTA ALTERNATIVA Ai Comuni la spending review ha sbloccato 800 milioni di pagamenti dovuti alle imprese rimasti fermi a causa delle norme del patto di stabilità - e allo stesso tempo ha stabilito un taglio ai trasferimenti di 500 milioni nel 2012, e di 2 miliardi nel Graziano Delrio, sindaco di Reggio Emilia e presidente dell Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) spiega che «pur essendo giusta l ambizione di ristrutturare la spesa pubblica, il nostro giudizio è negativo. Il governo ha usato un CNR: A QUANDO GLI INVESTIMENTI IN RICERCA? Nel panorama degli enti di ricerca, quelli soggetti alla vigilanza del Ministero per la Ricerca Scientifica e Tecnologica sono stati graziati dalla spending review, ma solo per pochi mesi. È il caso del Centro Nazionale della Ricerche, presieduto dal Professor Luigi Nicolais, che subirà tagli «solo» a partire dal «Per il nostro ente tutto è rimandato al prossimo anno, quando ci verranno a mancare 16 milioni sul fondo ordinario», dice Nicolais, «significa che avremo meno risorse per le spese del personale e di gestione dell ente; avevamo chiesto al governo di fare i tagli sui cosiddetti progetti bandiera, che sono nati da un paio d anni e, per quanto importanti, eravamo disposti a sacrificarli in nome del risparmio che ci viene chiesto, ma non siamo stati ascoltati». Nicolais esclude ripercussioni sull organico del Cnr, «non manderemo via nessuno», spiega, «piuttosto ci stiamo organizzando per razionalizzare le spese, rinegoziando gli affitti, con un bando per trovare un gestore unico per la fornitura elettrica, passando al Voip per le telefonate e contenendo i costi per i periodici scientifici tramite il passaggio alla digital library». Risparmiare dove si può va bene, razionalizzare e gestire al meglio si deve, ma per il presidente del CNR la strada dovrebbe essere un altra: «Nel 2012 la Germania ha prodotto un 3% di Pil grazie alla ricerca, noi siamo sotto l 1%. In Europa ci troviamo a dover competere con Paesi che investono nella filiera del sapere e noi invece tagliamo». Tagli... non solo alla cultura Farmaci Obbligo per i medici di indicare in ricetta il principio attivo, ma facoltà di indicare il medicinale «di marca» se insostituibile. Intercettazioni Taglio di 25 milioni delle risorse dedicate. Irpef Le regioni che sono in deficit nella sanità possono aumentare l addizionale fino all 1,1% dal Province Sì al riordino, con accorpamenti, su proposta delle Regioni da inviare al governo entro 90 giorni. Stipendi manager Stato Tetto di 300mila euro nelle società non quotate partecipate, Rai compresa. Pubblica amministrazione Riduzione del 20% dei dirigenti, del 10% del personale non dirigente. Terremoto 6 miliardi per i territori colpiti dal sisma nel Nord Italia, possibilità di assunzioni a tempo determinato per le emergenze. Esodati In 55mila avranno accesso alla previdenza con le vecchie regole. Pensioni Agli insegnanti che, entro il 31 agosto (termine anno scolastico), hanno maturato il diritto alla pensione, non si applicano le regole della riforma Fornero. (S.B.) 3

4 Intervista doppia TASSE PIÙ ALTE PER I FUORICORSO? Sĺ, MA NON PER CHI LAVORA 4 AUMENTARE LE TASSE È CONTRO IL DIRITTO ALLO STUDIO di Giulia Cimpanelli Davide Quagliotto, 22 anni al secondo anno di laurea specialistica in Geologia rappresentante degli studenti nel consiglio d amministrazione dell Università di Padova e membro del Sindacato degli studenti Spending review e università: tra i provvedimenti l aumento delle tasse ai fuoricorso, cosa ne pensi? «Penso che, soltanto modificando poche parole del testo legislativo, siano riusciti a cambiare totalmente la situazione, e a favore degli atenei e non degli studenti. La norma vigente fissa un limite alle tasse universitarie che non possono superare il 20% dell annuale assegnazione di fondi ordinari. D ora in poi questo tetto non sarà più calcolato sul totale degli iscritti, ma sul numero degli studenti in corso. In pratica sono stati esclusi dal conteggio fuoricorso e studenti extracomunitari, con due potenziali pericolose conseguenze». Quali? «Gli atenei potranno non solo aumentare le tasse ai fuoricorso e non comunitari, ma potranno anche alzare quelle degli studenti in corso. In sostanza, chi non le aumentava prima perché sarebbe stato fuorilegge ora può farlo». Un completo disastro per gli studenti quindi «Le prospettive in effetti non sono rosee. È più facile che ad aumentare le tasse siano le università del Nord perché, tra quelle del Sud, ce ne sono molte che non l hanno mai fatto. E questo nonostante lo potessero fare anche in precedenza dato che non avevano superato la soglia del 20%. Gli atenei del Nord, invece, erano quasi tutte al limite, se non l avevano già superato». Fuoricorso ed extracomunitari: una forma di discriminazione? «I fuoricorso non dovrebbero essere un problema per le casse universitarie e statali: pagano già di più. Ma era necessario trovare un capro espiatorio ed è stato facile perché l opinione pubblica li etichetta come fannulloni. Non si pensa mai che la maggior parte di loro è costituita da ragazzi che lavorano per mantenersi. Ancora più aberrante la situazione degli extracomunitari: oltre al fatto che può essere interpretata come un provvedimento razzista, si tratta di un boomerang contro le politiche di internazionalizzazione dell università». Dunque nessuna deroga: il Governo ha sbagliato tutto? «L unica eccezione sta nell aver introdotto un sistema a fasce di reddito e aver distinto anche le fasce più alte, fino a 150mila euro. Finalmente hanno capito che, anche tra chi sta bene, ci sono delle differenze». Come si comporterà il Sindacato degli studenti? «Ci sarà una mobilitazione durante l autunno. Vogliamo puntare sull idea che l università è formazione e per questo dev essere accessibile a tutti. Inizieremo con una campagna informativa sui cambiamenti e con altre sul concetto di meritocrazia, troppo spesso sfruttato dai politici per far passare provvedimenti che limitano il diritto allo studio». In che senso? «Il merito non dovrebbe essere usato per limitare gli accessi al mondo accademico o per condurre i giovani a lasciare l università perché non possono permettersela». Cosa farete in relazione all aumento delle tasse? «Per ora stiamo a vedere come si comportano gli atenei. All Università di Padova, ad esempio, le avevano aumentate recentemente e, su nostra richiesta, il rettore ha dichiarato che non lo rifaranno. Speriamo mantenga la promessa». Quali sono le maggiori preoccupazioni per il futuro? «Temiamo che si ritorni a un università d élite e che si creino atenei di serie A con tasse stratosferiche e atenei di serie B, con tasse più basse ma qualità minore. Tutto questo sistema, insieme all abolizione del valore legale del titolo di studio, di fatto legittima le differenze tra atenei pubblici». di Ilaria Romano Enrico Rettore, 52 anni professore ordinario al Dipartimento di Statistica dell'università di Padova, coautore (con Pietro Garibaldi, Francesco Giavazzi e Andrea Ichino) della ricerca College Cost and Time to Complete a Degree: Evidence from Tuition Discontinuities pubblicata ad agosto 2012 sulla Review of Economics and Statistics (MIT Press). Più tasse universitarie per gli studenti fuori corso: è favorevole? Perché? «I risultati della nostra ricerca indicano in modo netto che, a un aumento delle tasse universitarie a carico degli studenti fuori corso, corrisponde una riduzione della probabilità di laurearsi fuori corso: ogni 100 euro aggiuntivi la probabilità si riduce di un punto percentuale. La riduzione della durata degli studi per i fuori corso a me sembra indiscutibilmente un obiettivo desiderabile». I fuori corso sono davvero un impedimento così grave alla crescita del Paese? «Difficile negare che comportino costi organizzativi aggiuntivi per le università. Che già di loro non è che se la passino particolarmente bene». Qualche esempio di costi aggiuntivi? «Rientrano tutti nella categoria congestione : ci sono più studenti di quelli che dovrebbero esserci. Significa affollamento delle aule e degli appelli d'esame, richiesta di un maggior numero di appelli... Problemi più o meno seri a seconda del numero di fuori corso che ciascuna facoltà ha». La norma favorisce il merito o gli studenti saranno costretti a «sbrigarsi» a scapito di preparazione e approfondimento? «Su questo punto la nostra analisi fornisce risultati netti: a un aumento delle tasse a carico dei fuori corso non fa seguito un peggioramento della loro preparazione, misurata mediante il loro voto di laurea». Sarebbe utile prevedere tasse differenziate per studenti iscritti al primo anno fuori corso, al secondo, al decimo oppure per coloro che hanno valide ragioni per «attardarsi»? «Questo è un problema di secondo ordine rispetto al principale. Introduciamo una tassa aggiuntiva per chi prolunga gli studi oltre la durata legale in modo da incentivare il rispetto dei tempi. Se sia o meno opportuno differenziare tra primo, secondo, terzo anno fuori corso si vedrà successivamente». Secondo la norma, dagli aumenti dovrebbero essere esclusi gli studenti fuori corso che lavorano: lo ritiene giusto? «Sì, certamente. È la pratica in uso in altri Paesi. Allo studente che lavora si attribuisce lo status di studente part-time che, in quanto part-time, ha una durata legale degli studi maggiore degli studenti full-time». In questo momento gli atenei hanno gli strumenti per verificare quali studenti lavorano e quali no? Come pensa ci si muoverà su questo fronte? «Non ho particolari idee in proposito. Ma in questi casi la cosa migliore è andare a vedere come funziona nei Paesi che già lo fanno. Impariamo dalla loro esperienza». Il cambiamento dovrebbe partire fra un anno: è vero che i rettori potranno scegliere se aumentare le tasse, offrendo anche più servizi, o non aumentarle, ma rassegnarsi a dare meno servizi perché lo Stato non aiuterà? A questo punto i futuri studenti come possono orientarsi nella scelta dell università? «Anche su questo punto la nostra analisi non ha nulla da dire. La mia personale opinione è che la questione dell'autonomia delle singole università nel fissare le tasse per gli studenti è ineludibile. Toccherà poi agli studenti chiedere conto alla loro università dell'utilizzo che verrà fatto dei loro soldi. Credo che progressivamente si passerà da un'università pagata dalla fiscalità a un'università pagata da chi effettivamente la frequenta, una scelta che va in una direzione di equità. Chi paga un servizio, poi, sta attento alla qualità di ciò che gli viene offerto». lo studio ha utilizzato dati riferiti agli studenti quadriennali dell'università Bocconi immatricolati tra il 1992 e il 1999.

5 Eventi dedicati a social media e cultura digitale. Concorsi che premiano l originalità strizzando l occhio alla concretezza. Senza dimenticare personaggi che hanno fatto la nostra storia come Tiziano Terzani e Marco Biagi. Tante le iniziative selezionate per voi. E come sempre: in bocca al lupo! Premi master e concorsi QUASI QUASI CI PROVO ANCH'IO Ultime notizie AL PALAZZOLO DIGITAL FESTIVAL PER PARLARE DI DIGITALE IN FRANCIACORTA UNA SETTIMANA IN L OREAL ITALIA? CON REVEAL PUOI! TORNA LA SOCIAL MEDIA WEEK, A TORINO DAL 24 AL 28 SETTEMBRE Nuove tecnologie, mass media e culture digitali sono il tema del Palazzolo Digital Festival, che si svolgerà dal 27 al 30 settembre a Palazzolo sull Oglio (Brescia). Il programma prevede 7 eventi e 17 relatori, per una full immersion di 4 giorni dedicata al digitale in rapporto alla creatività, alla società e alla cultura, con i suoi strumenti sempre più portatili. E poi si parlerà anche dei nuovi modi di comunicare, di economia e strategie di marketing digitale e innovazione. All evento, organizzato dalla Fondazione Galignani e totalmente gratuito, ci sarà spazio per confrontarsi anche sulle nuove frontiere, dal coworking alle startup, dagli incubatori ai nuovi modelli di business che possono fare da spunto per giovani imprenditori. Programma completo su: Hai mai desiderato scoprire concretamente le diverse funzioni aziendali di un Gruppo Internazionale? Gioca a REVEAL, il Business game on-line di L Oréal! Un viaggio virtuale nelle filiali del Gruppo, alla scoperta del mondo L Oréal e del mestiere che più ti appartiene, testando le tue skills in 5 aree funzionali, dal Marketing al Finance! Guadagna punti rispondendo alle domande e ai quiz e potresti essere selezionato per una settimana di affiancamento con i loro Manager, direttamente nella sede L Oréal Italia di Milano. E in più partecipi alla sfida internazionale! I 6 migliori giocatori internazionali verranno accolti nell Headquarters L Oréal a Parigi! Scopri Reveal sul sito e non farti sfuggire queste opportunità! Hai tempo fino al 26 dicembre. Fa tappa a Torino la nuova edizione della Social Media Week, evento che si svolge contemporaneamente in diverse città del mondo, dal 24 al 28 settembre. Dopo le edizioni di Milano e Roma, tocca al capoluogo piemontese ospitare eventi legati al mondo dei social, della comunicazione, del Web, per scoprire le nuove tendenze. Le giornate saranno divise per tematiche: Partecipare, Innovare, Produrre, Creare e Viaggiare. Gli eventi si svolgeranno in 7 location nel centro città e non perdetevi l appuntamento, mercoledì 26 settembre alle 10.30, con Googliamoci!! Come costruirsi una buona reputazione e trovare lavoro, il workshop tenuto dal direttore di Walk on Job Cristina Maccarrone e da Lorenzo Pulici, HR Specialist, per capire come migliorare i propri profili sui social network. Sito: DALL IDEA AL PRODOTTO: QUI VINCONO GLI OGGETTI UTILI L IMPRENDITORIALITÀ FEMMINILE CHE PREMIA GLI ANZIANI COME RISORSA, 5MILA EURO ALLE MIGLIORI TESI La vostra idea prodotta e messa in vendita? Con il design contest Prodotti Tipici Industriali di Torino Lab e Unione industriale di Torino si può: per partecipare bisogna progettare un oggetto che risponda a bisogni reali e che rispecchi le parole chiave sostanza, tradizione, cucina, conforto. L iscrizione è gratuita ed è aperta a soggetti maggiorenni di ogni nazionalità. I candidati possono partecipare singolarmente o in gruppo. Gli elaborati dovranno essere caricati nell area dedicata sul sito entro e non oltre le 24 del 14 ottobre I vincitori della categoria Professionisti avranno un premio di 3mila euro e gli studenti di I prodotti verranno messi in vendita presso il TO.LAB design store e lo spazio Officina42 del Design Outlet Italiano. Il Comitato per Promozione dell'imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Lecco bandisce il concorso per l assegnazione di 3 premi alle migliori tesi di laurea specialistica dedicate all approfondimento di tematiche relative all analisi e alla valorizzazione della donna nel mondo del lavoro, dell impresa e della famiglia. Sono ammessi laureati con tesi discusse dall 1 gennaio 2011 sino al 30 novembre 2012 con almeno 105/110. Il concorso prevede 2mila euro al primo classificato, mille al secondo e 500 al terzo. I partecipanti devono mandare la documentazione alla Camera di Commercio di Lecco, via Tonale 28/30, Lecco entro il 22 dicembre Per informazioni lc.camcom.it o Gli anziani, una risorsa per il paese: la società invecchia e Uilpensionati insieme alla Fondazione Società Matura indice un bando di concorso per l assegnazione di cinque borse di studio, del valore di 5mila euro ciascuna, per autori di tesi di laurea sugli effetti dell allungamento della durata media di vita e dell invecchiamento della popolazione nella società italiana, il ruolo attivo delle persone anziane nella società, la specificità femminile dell invecchiamento, l aumento delle persone non autosufficienti o la solidarietà tra le generazioni. La domanda di partecipazione deve essere inoltrata entro il 30 novembre 2012 per tesi discusse tra il 1 gennaio 2011 e il 31 marzo Trovate bando e informazioni sul sito L ARTE DI METTERE I PIEDI IN POSA CONCORSO PER PITTORI RICORDANDO MARCO BIAGI A 10 ANNI DALLA MORTE È dedicato a Marco Biagi il premio Premio in memoria di Marco Biagi, indetto dal Comune di Milano per valorizzare studiosi che si sono distinti in una delle seguenti discipline: diritto del lavoro, economia del lavoro, psicologia del lavoro, sociologia del lavoro, storia del lavoro. Il premio è rivolto a laureati fino ai 35 anni e le pubblicazioni ammesse sono monografia edita in volume dotato di codice ISBN, saggio pubblicato in volume collettaneo dotato di codice ISBN, articolo pubblicato in rivista dotata di codice ISSN. I candidati dovranno inviare la domanda di partecipazione al Comune di Milano Direzione Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca, via Dogana 2, Milano, entro il 30 ottobre Per info RACCONTI E REPORTAGE DI VIAGGIO DEDICATI A TIZIANO TERZANI Per chi ama viaggiare Ogni posto è una miniera ed è questa la prima delle tre sezioni (che accoglierà racconti sul tema del viaggio) del concorso dedicato alla figura di Tiziano Terzani, promosso dall Assessorato alla Cultura di Campi Bisenzio in collaborazione con la Cooperativa Macramè. La seconda, Finestre sul mondo, è invece dedicata a reportage o inchieste provenienti dal mondo edite dal 1 gennaio 2012 alla scadenza del bando (31 ottobre 2012). La terza, Matite in viaggio, è per illustratori, fumettisti e appassionati di disegno. Il primo premio offerto da Avventure nel Mondo per il vincitore della prima sezione è un buono da 500 euro per biglietti aerei o partecipazione a viaggi organizzati. Il primo premio per le altre due sezioni è di 1000 euro. Info Si intitola Piedi in posa ed è un concorso molto originale, giunto alla sua seconda edizione, organizzato da Il Sandalo Italia e destinato a pittori. Il tema sono appunto i piedi femminili: per partecipare è necessario inviare a tre fotografie della tela indicando anche nome, cognome, città e stato di residenza. L iscrizione al concorso prevede una quota di partecipazione di 15 euro. Termine ultimo per la partecipazione, da segnare sull agenda, è il 30 novembre Le prime dieci opere classificate verranno pubblicate sul prossimo catalogo Il Sandalo d Italia; il primo classificato, oltre ad aggiudicarsi la copertina, riceverà un premio in denaro di 1000 euro. I risultati saranno resi noti entro il 10 gennaio Informazioni su Per pubblicità: 5

6 Prepararsi al lavoro Ci metterei la firma IL CONTRATTO DI ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE 6 di Cristina Maccarrone Torna la nostra rubrica dedicata ai contratti di lavoro. Questa volta parliamo di contratto di associazione in partecipazione che, ultimamente, vuoi per la crisi o per il fatto che il mercato è ancora poco regolato, ha visto un notevole sviluppo. Negli ultimi anni, infatti, è sempre più stato scelto dai datori di lavoro che operano nel settore del commercio (ma non solo) perché per loro comporta meno rischi (il guadagno è legato agli utili dall attività) e questo spesso a scapito dei lavoratori. Ed è proprio per regolare questa prassi che la recente riforma del lavoro entrata in vigore il 18 luglio scorso, ha deciso di renderlo ancora più «restrittivo». In un primo momento si pensava che sarebbe stato abolito del tutto, ma poi il testo, diventato legge, ha deciso di fissarne meglio alcune caratteristiche. REGOLE FISSATE DAL CODICE CIVILE Intanto una precisazione doverosa: di contratti di associazione in partecipazione ne esistono sostanzialmente di due tipi. Uno prevede che l associante ossia l imprenditore determini la partecipazione agli utili (da qui il nome del contratto) dell impresa senza che effettivamente si lavori in quella determinata attività o ed è il caso che prendiamo in considerazione che si partecipi agli utili dell impresa prestando effettivamente lavoro al suo interno. Abbiamo deciso di dedicare questa puntata della rubrica all associazione in partecipazione non a caso: come potrete leggere nelle domande qui sotto cui risponde il nostro consulente del lavoro, a una nostra lettrice è capitato che, per continuare a lavorare in un negozio, sia stato proposto un contratto di associazione in partecipazione e lei non sapesse quanto le convenisse. Visto che tra i contratti è uno dei meno conosciuti, vediamo in questa sede di cosa si tratta. Intanto, c è da dire che l associazione in partecipazione era ed è regolata dagli articoli del Codice Civile e tra i contratti di natura autonoma, quando non c è effettivamente abuso, è uno di quelli che tutela maggiormente il lavoratore perché la sua «retribuzione» è legata a degli utili. Condizione essenziale, quindi, perché venga applicato è che esista un impresa che abbia dei guadagni. Se così non fosse, non ha ragione di esistere. Altra cosa che lo contraddistingue: così come per il contratto di collaborazione occasionale, non è obbligatoria una forma scritta, ma è ovvio che la cosa migliore è, visto che si parla di partecipazione agli utili di un attività e che il proprio lavoro è essenzialmente legato a quello, mettere tutto nero su bianco. L abbiamo definito «lavoro autonomo» non a caso: che non ci siano vincoli da lavoro dipendente è fondamentale. L associante non può decidere gli orari dell associato (lavoratore), ma si deve limitare ad una generica attività di coordinamento. COSA CAMBIA CON LA RIFORMA La recente riforma del lavoro ha introdotto un nuovo comma all articolo 2459 del Codice Civile prevedendo che il numero degli associati, impegnati nella stessa attività, non possa e non debba essere superiore a 3 Antonio Mastropietro, consulente aziendale Lavoro totalmente autonomo Dubbi sul contratto di associazione in partecipazione? A rispondere alle vostre domande arrivate tramite , è come sempre Antonio Mastropietro, consulente aziendale. Per altre perplessità su questo o altri contratti, scrivete a oppure consultate sul nostro sito la rubrica Diritto al lavoro-il consulente risponde. Aldo: In questo contratto vengono pagati i contributi? Si partecipa obbligatoriamente alle perdite? Si ha preavviso di fine rapporto? È considerato lavoro autonomo? Si ha un minimo garantito? «I contributi sono versati alla Gestione separata come per i collaboratori a progetto. Rispetto a questi varia la percentuale: 55% a carico dell'associante e 45% a carico dell'associato; è l associante a versarli. Quanto alle perdite, non si partecipa, ma va specificato nel contratto. Questione preavviso: di solito è previsto dal contratto. Essendo considerato reddito da lavoro autonomo, le modalità di svolgimento della prestazione vanno concordate nel contratto (di norma senza vincoli di orario). Aspetto retribuzione: non c è un minimo garantito ma le parti possono prevederlo per iscritto». Maria: Lavoro in un erboristeria e mi hanno proposto questo contratto dopo avere lavorato come dipendente. Mi dicono che in questo modo avrò sotto controllo tutto ma a me non sembra una cosa positiva. «Se le chiedono di cambiare il contratto è chiaro che la scelta è orientata a pagare meno contributi. Se non variano mansioni e retribuzione, probabilmente è solo cambiata la forma del contratto quindi deve valutare lei se accettare la proposta. È molto difficile dimostrare a priori che realmente non si tratta di un associazione in partecipazione. Se nel corso del suo lavoro, vedrà che non sono rispettati alcuni aspetti e si tratterà di lavoro dipendente, potrà fare causa e dimostrare che non è stato rispettato il contratto». Elisa: Si possono avere più contratti di associazione in partecipazione insieme e in diversi settori? «Si, si possono avere più contratti anche in settori diversi. Certo, bisogna stare attenti a rispettare i patti di non concorrenza tra le attività svolte». e questo indipendentemente da quanti siano gli associanti (imprenditori). Unica eccezione che la legge consente a questo limite numerico è nel caso in cui gli associati siano legati da rapporto coniugale o siano parenti entro il terzo grado e affini fino al secondo (ossia i parenti del coniuge). Se questo numero non dovesse essere rispettato, la legge prevede che il contratto si tramuti automaticamente in un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. E questo ha sollevato non poche critiche, soprattutto perché la legge, almeno finora, non ha precisato cosa intenda per stessa attività, se la cosa si limiti a quell impresa in particolare o a quel settore commerciale. Il rapporto di lavoro diventa subordinato, sempre stando alle ultime regole stabilite dal ministro Elsa Fornero e dal premier Mario Monti, anche se non c è un effettiva partecipazione agli utili o se l associante non ha redatto e consegnato all associato il rendiconto dell attività così come previsto dal Codice Civile, cosa che deve essere fatta puntualmente ogni anno. Se il vostro contratto di associazione in partecipazione è stato stipulato prima del 18 luglio, la legge prevede una deroga quindi si applicano le norme previste prima di quella data purché i contratti siano stati certificati. Quanto ai contributi, chi ha un contratto di associazione in partecipazione quindi un reddito da lavoro autonomo deve iscriversi se non l ha già fatto alla Gestione separata dell Inps. Simone: Ci sono casi in cui è preferibile un contratto di associazione in partecipazione e casi in cui bisognerebbe dire di no? «I casi vanno valutati singolarmente, chiaro che dove l'autonomia è ristretta e viene richiesta una prestazione ripetitiva, si può pensare di essere di fronte ad un lavoro da dipendente» Dario: Mi è stato proposto un contratto di associazione in partecipazione, ma non vorrei accettare senza aver visto gli utili che la società ha prodotto negli anni scorsi. Come posso obbligarli a farmi vedere com'è andata l'attività? In base a cosa si stabilisce la percentuale di utili? «Prima di tutto bisogna capire che tipo di società è, se una Srl il bilancio è pubblico, se è una Snc, Sas o ditta individuale non c è l obbligo di presentarlo cosa che invece è obbligatoria una volta che si è stipulato il contratto di associazione in partecipazione. Quanto ai bilanci si può stabilire di mostrarli ogni tot di mesi mentre per gli utili, anche in questo caso è frutto di una contrattazione privata». (C.M.)

7 In collaborazione con Per candidarti agli annunci nella sezione annunci di lavoro Anunci di lavoro Stage Settore Acquisti Discovery Talent Academy - Ad Sales Revisore Junior METRO Italia Cash and Carry Spa, azienda multinazionale leader nel self service all ingrosso, offre l opportunità a laureandi/laureati di talento di poter applicare e sviluppare le competenze relative al mondo Acquisti, attraverso un inserimento in stage retribuito della durata di 6 mesi. La risorsa affiancherà il team di lavoro nelle attività di gestione delle trattative con i fornitori, nella scelta e nell acquisto dell assortimento di prodotti food e non food. Il candidato ideale possiede una laurea in discipline economiche o in tecnologie alimentari/agraria, con una buona conoscenza della lingua inglese. Requisiti desiderati sono la motivazione, l attitudine a lavorare in team e in ambienti multiculturali, ottima capacità di problem solving e dinamismo. Discovery Talent Academy - Ad Sales is the new Talent Program of Discovery. The main objective of this program is to recruit new young talents interested in starting a career in the Discovery Ad Sales team. During the 6 months of internship, the trainees will have the opportunity to learn all the dynamics of a fast growing advertising sales team, into one of the leader TV/Media companies on the market. A continuous job rotation process will give to the trainees the opportunity to get a complete overview of the business. The best candidates will get a sales position or will become part of the new generation Discovery Ad Sales Team. Ideal candidate: new graduates (less than 12 months) in Communication, Literature, Foreign Languages, Economics and Political Science. Ernst & Young è leader mondiale nei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, fiscalità, transaction e advisory. Se la professione di revisore contabile ti entusiasma, ti senti pronto a lavorare per obiettivi, sei motivato ad una carriera in Ernst & Young e pensi di possedere le caratteristiche che stiamo ricercando, non esitare a candidarti per le nostre sedi. Come risorsa Junior affiancherai colleghi più esperti, all'interno dei team di lavoro, con l'obiettivo di gestire responsabilmente specifici task assegnati nell'ambito delle attività progettuali. E' richiesta laurea specialistica in discipline economiche, votazione non inferiore ai 100/110, o se laureandi, con una media d'esame non inferiore a 27/30, età non superiore a 26 anni. Analista Contabile NEOLAUREATI IN GIURISPRUDENZA PROGETTO "START UP" Decathlon è leader nella creazione, produzione e distribuzione di articoli e tecnologie sportive. Siamo una squadra che esprime ogni giorno la passione per lo sport con spirito costruttivo e iniziativa. Cerchiamo un ANALISTA CONTABILE, appassionato/a di sport e della grande distribuzione, dinamico/a e vitale, con senso del team e del servizio cliente, propositivo/a e concreto/a. Neo laureato/a in discipline economiche oppure Laureato/a con breve esperienza in ambito finanziario/contabile, geograficamente mobile, con forte attitudine personale per il settore contabile e fiscale. Luogo di lavoro: Desio (MB) - Tipologia contratto: inserimento. Portolano Cavallo Studio Legale è leader in Italia nell assistenza legale a società dei settori TV, Internet, Comunicazione, Nuove Tecnologie, Pubblicità e Marketing. In questi settori, lo studio presta assistenza nelle aree Mergers&Acquisitions, contrattualistica, contenzioso, pianificazione fiscale, media, regolamentare, proprietà intellettuale, diritto del lavoro. Cerchiamo brillanti neolaureati in giurisprudenza da inserire come praticanti nel settore regolamentazione radiotelevisiva e delle comunicazioni, sfruttamento di contenuti audiovisivi e diritto d autore, pubblicità, internet ed e-commerce, outsourcing di servizi IT e contratti relativi allo sviluppo e sfruttamento del software, trattamento dei dati personali, sfruttamento di marchi, etc. Il Gruppo Goodyear Tire & Rubber Co., leader mondiale nella produzione di pneumatici, per il programma inserimento Goodyear Dunlop "Start Up" cerca giovani neolaureati con la passione per il settore Automotive. Laurea da meno di 12 mesi, preferibilmente in economia o ingegneria gestionale e un ottima conoscenza della lingua inglese. Curiosità, proattività, capacità di lavorare in team e disponibilità alla mobilità nazionale ed internazionale competano il profilo. I giovani selezionati inizieranno il loro percorso con un inserimento in stage durante il quale matureranno esperienza in diverse funzioni aziendali. Dopo una prima fase di conoscenza del business, saranno valutati per un inserimento definitivo in azienda a livello locale (presso le sedi di Assago e Fiumicino) o seguendo un percorso di sviluppo internazionale. Consulenza Direzionale per ingegneri Opportunità per ingegneri Business Integration Partners sta cercando giovani laureandi/neolaureati in Ingegneria Informatica, Gestionale e delle Telecomunicazioni, fortemente interessati al mondo della consulenza direzionale, con un ottima conoscenza della lingua inglese e una conoscenza avanzata del pacchetto Office. Offriamo un percorso di inserimento finalizzato all'assunzione a tempo indeterminato. I più giovani lavoreranno a stretto contatto con consulenti senior in progetti di revisione di un processo aziendale, raccogliendo le esigenze di business, ridisegnando il processo e formalizzando i requisiti funzionali e tecnici della soluzione informatica di supporto. Saranno preferiti candidati con conoscenza di base di architetture applicative e modellazione dati, orientamento al raggiungimento dei risultati e con ottime capacità di relazione. Luogo di lavoro: Milano. Salini è un Gruppo specializzato nella costruzione di grandi opere complesse, un importante realtà italiana capace di confrontarsi con i maggiori competitor internazionali. Dighe e impianti idroelettrici, strade e autostrade, metropolitane e ferrovie, edilizia civile ed industriale sono le aree di business che hanno fatto di Salini il terzo General Contractor italiano. Salini offre a giovani neolaureati la possibilità di entrare a far parte di una squadra vincente, costruendo il proprio futuro attraverso un percorso di formazione on the job presso i cantieri esteri. Le lauree maggiormente richieste sono Ingegneria Civile, Meccanica, Ambientale ed Elettrica. Manager in Training Program Stage in Marketing & Comunicazione All interno dell ufficio Marketing si ricerca un giovane neo laureato in discipline Economiche - preferibile specializzazione in Marketing/Comunicazione - che avrà l opportunità di apprendere operativamente il funzionamento delle leve di marketing e avrà la possibilità di sviluppare piccoli progetti di comunicazione. Sono richiesti: spiccate doti relazionali, intraprendenza e orientamento agli obiettivi, velocità di apprendimento, spirito di gruppo e flessibilità. Rimborso spese mensile netto: 700 euro. Sede di lavoro: Milano. Stage Business Analyst Stage Dipartimento Diritto del Lavoro Lo Studio Professionale Associato a Baker & McKenzie ricerca un/a laureando/a del corso do stage nel nostro dipartimento di diritto del lavoro. In particolare lo/a stagista collaborerà nell'attività del dipartimento in ricerche di dottrina e giurisprudenza, preparazione di presentazioni ed articoli, redazione atti e contratti in materia di diritto del lavoro. La durata dello stage sarà di tre mesi. Si richiede ottima votazione nel corso di laurea (specificare media ed elenco esami sostenuti) nonché ottima conoscenza della lingua inglese. Rooted in East Coast traditions and Ivy League heritage, Abercrombie & Fitch is the essence of privilege and casual luxury. We hire nice, smart, talented people who are interested in building a career with Abercrombie & Fitch. We have a strong philosophy of promotion from within. All of our District Managers, Regional Managers, Directors - even the Senior VP of Stores - have all gone through the Manager In Training program. With the growth of the company domestically and internationally, career opportunities have never been better. Bachelor s Degree from an accredited university, excellent communication and interpersonal skills and comprehension of the English language is needed. H3G Ricerca brillanti laureandi/neo-laureati in materie Economico/Scientifiche (Economia, Marketing, Statistica), come Stage Business Analyst. Le persone si occuperanno delle seguenti attività: analisi serie storiche e monitoring dei principali KPI delle funzioni di riferimento; produzione di reportistica per le riunioni di Business Update; aggiornamento database e modelli, reportistica e presentazioni; analisi spot e calcolo degli impatti economici. Requisiti: ottima conoscenza del pacchetto Office; buona conoscenza della lingua inglese; flessibilità e predisposizione alle relazioni interpersonali. L'offerta è rivolta esclusivamente a laureati da non più di 12 mesi. 7

8 L'ospite speciale 8 Dovessi scegliere un hashtag per definirlo, sarei indecisa tra #opencoesione #retisociali o anche #toprural, perché Lucio Colavero (su è una persona dai molteplici interessi. Un ragazzo che dalla Spagna è tornato in Italia, abbandonando un contratto a tempo indeterminato. Perché? C entrano la voglia di mettersi in gioco, un ministero, Twitter (dove l ho conosciuto) e anche un progetto di condivisione in Rete, unico nel suo genere. Ecco la storia di chi a 30 anni crede che, nonostante la crisi «sia troppo presto limitarsi a sopravvivere». Avevi un indeterminato come responsabile per la comunicazione italiana di Top Rural, portale di turismo rurale, e hai lasciato tutto per tornare in Italia. Chi te l ha fatto fare? E come sei arrivato a lavorare per il Ministero? «Puro caso: ero su Twitter quando ho letto che il Ministero per la Coesione Territoriale, retto da Fabrizio Barca, cercava uno specialista social media, anche se di fatto la posizione è più da esperto in comunicazione online e reti sociali. La scelta di comunicare la selezione anche tramite Twitter non è casuale: erano richieste conoscenza dei social media, una laurea che avesse a che fare con la comunicazione pubblica, avere meno di 30 anni, conoscere i CMS e altro, così mi sono candidato. Non ci credevo granché, e invece mi hanno chiamato. Sono venuto in Italia il 19 marzo, quando in Spagna è festa, ho fatto il primo colloquio e il giorno dopo, dato che non potevo restare, c è stato il secondo via Skype. Di cv ne sono arrivati circa 350. In una settimana ho dovuto chiudere tutto quello che avevo a Madrid per trasferirmi in Italia da dove me ne ero andato qualche anno prima». Che tipo di contratto hai? «Ho un contratto di collaborazione con partita Iva, potevo scegliere tra questa e il tempo determinato, ma visto che faccio anche altre cose (ha anche un sito ndr), ho preferito la prima. Se il governo cadesse o il ministro si dimettesse, il mio lavoro si concluderebbe: è una clausola del contratto». Converrai che le tue decisioni sono un po controcorrente pentito? «No, ho studiato comunicazione istituzionale e d impresa e per me questa era un ottima occasione. Restare lì con un indeterminato in un campo che non è il mio, pur se pagato bene (27mila euro netti contro la stessa cifra, al lordo, in Italia) sarebbe stato sopravvivere. Ho 30 anni e se non avessi dato una svolta alla mia vita adesso che posso ancora permettermelo, sì che me ne sarai pentito. Non ho una famiglia mia, né un auto, posso e devo rischiare di lavorare nel settore in cui mi sono specializzato. Avere questa esperienza nel cv è importante, in futuro mi piacerebbe lavorare nella consulenza politica. Inoltre, essendo un cervello rientrato, fino al 2013 usufruisco degli incentivi fiscali previsti dalla legge, a patto che resti per almeno 5 anni». Lucio Colavero, consulente comunicazione per il Ministero SONO TORNATO IN ITALIA PER RISCHIARE di Cristina Maccarrone Anche lavorare con partita Iva non è una scelta molto comune. Anzi, molti ragazzi oggi sono quasi obbligati. Tu invece «Per me è la condizione più adatta. Avendo una formazione verticale, faccio un po di tutto: dalla grafica alla programmazione, ufficio stampa e tanto altro. Se riesci a gestirla tra entrate e uscite, avere una partita Iva non è così male». Quanto alla Spagna, pare non se la passino bene neanche loro eppure la sensazione è che le cose vadano meglio. Tu che hai vissuto in entrambi i posti, che ci dici in merito? «Lì ci sono molti più disoccupati, ma questo non è l unico modo per valutare uno stato. Grazie ai soldi spesi in passato - e che hanno portato alla crisi di oggi - si è riusciti a creare tutta una serie di servizi pubblici di cui si usufruisce ancora. Ad esempio, lì la dichiarazione dei redditi mi arrivava via così come avevo la possibilità di fissare l appuntamento con il medico sul sito del servizio sanitario nazionale. I contributi vengono cumulati in un unica cassa di previdenza a differenza di come avviene in Italia. E prima della manovra del premier Rajoy era previsto un contributo per l affitto per chi non arrivava ad un certo reddito. A Madrid abitavo in centro e pagavo per un appartamento 450 euro d'affitto, a Roma te la cavi bene se paghi il doppio Ma non c è un meglio o un peggio, ormai non più». Last but not the least: cos è Open Coesione e qual è il tuo ruolo? «Si tratta di un importante esperimento italiano (il primo del genere), di open data che mette a disposizione di tutti informazioni riguardo i finanziamenti che sono stati assegnati per le politiche di coesione. Basta andare sul sito (per saperne di più leggi box accanto) per poter vedere come sono stati finora spesi i soldi. Mi sono occupato della redazione dei testi e della mappa del sito (assieme ad altra gente), ora faccio parte del team che gestisce il back office, i dati e mi occupo anche della rassegna stampa. Quando sono stato contattato per lavorare con il ministero, non sapevo di questo progetto. È un importante tentativo di andare sempre più verso la trasparenza e di sensibilizzare l opinione pubblica in merito. E i feedback positivi che abbiamo avuto in 2 mesi, non fanno altro che dimostrarlo». OpenCoesione In parole e numeri OpenCoesione è il progetto di open data del Ministero per la Coesione territoriale online dal 17 luglio che dà la possibilità, collegandosi su it, di controllare i progetti finora finanziati con le risorse per la Coesione e di vedere quanto finora è stato finora speso. Progetti monitorati per un totale di 45,7 miliardi di euro; al momento sono stati spesi 14,7 miliardi (neanche la metà dei finanziamenti previsti nel ciclo di programmazione UE che va dal 2007 al 2013). I finanziamenti I dati presenti sul portale, per ora aggiornati al 31 dicembre 2011, si riferiscono ai progetti inclusi in programmi cofinanziati con Fondi Strutturali europei, ad eccezione dei programmi di cooperazione internazionale o transfrontaliera. Vengono aggiornati (sono obbligate a farlo per legge) ogni 2 mesi dalle Amministrazioni che gestiscono i fondi e pubblicati sul sito a distanza di 3 mesi. Come cercare Si può farlo in vari modi: affidandosi alle macro categorie, Natura, Temi e Territori o per soggetti coinvolti (es. provincia di Milano). Oppure usando la mappa geografica o il form di ricerca. I dati sono visibili tramite schede, ma possono anche essere scaricati. Nella prima settimana di vita, il sito ha avuto 13mila visite per una permanenza media di 5 minuti. (C.M.)

9 Professioni Lavorare in emergenza-urgenza IL SOCCORSO? È IL MIO MESTIERE di Elisa Di Battista Determinazione, volontà e sangue freddo. Per essere buoni soccorritori, in grado di intervenire in condizioni di emergenza, servono almeno questi requisiti, oltre a un percorso formativo impegnativo. A operare sulle ambulanze sono spesso volontari, ma è possibile anche essere assunti come soccorritore o soccorritoreautista, affiancando medici e infermieri in questo particolare mestiere che, a volte, ha più il sapore della missione. Districarsi nel mondo del soccorso non è semplicissimo e ogni regione si organizza e gestisce da sé. Il 118 è il Servizio Sanitario Emergenza Urgenza, è pubblico ed è attivo su tutto il territorio nazionale. Nelle regioni del Lazio e della Lombardia esistono delle strutture rispettivamente Ares (Agenzia Regionale Emergenza Sanitaria) e Areu (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) - che gestiscono gli interventi di soccorso a livello regionale con ambulanze, automediche ed elisoccorso, mentre le altre regioni non hanno organismi ombrello così vasti. Nel caso di Ares Lazio generalmente il personale soccorritori compresi - è assunto con concorso pubblico, a parte in casi di carenza di personale in cui si stipulano convenzioni con associazioni. Nel caso di Areu Lombardia, invece, vengono stipulate convenzioni con aziende ospedaliere per quel che riguarda l impiego di medici e infermieri, e con associazioni volontarie per soccorritori e autisti. Tra le associazioni più note ci sono Croce Rossa, Anpas, Misericordie, Croce Bianca, Verde, Viola. Per quanto riguarda il resto d Italia, invece, la realtà è variegata. Ma come si diventa soccorritori in ambulanza? In tutti è casi è necessario seguire corsi specifici di almeno 120 ore, ad esempio in Anpas o Croce Rossa, gratuiti e tenuti da istruttori dell associazione, per apprendere pratiche di base (40 ore), quindi si fa tirocinio in ambulanza (40 ore) e contemporaneamente si prosegue col corso approfondendo l uso degli strumenti (80 ore). Ma solo dopo un esame si diventa soccorritore con tanto di certificazione regionale e si può iniziare a fare il volontario in ambulanza. Essere assunti non è semplice, ma quando un ente cerca personale dipendente, lo pesca spesso dai volontari. «Un associazione che voglia gestire una convenzione 24 ore su 24», spiega il dott. Giuseppe Brambilla, coordinatore infermieristico Areu, «nelle città medie e grandi deve assumere dipendenti perché il volontario può esserci di notte e nel week end, ma durante l orario diurno no. In aree più piccole invece alcune associazioni garantiscono il servizio anche solo con volontari». Mauro ha 30 anni e per 10 è stato soccorritore-autista volontario nella provincia di Milano, poi è stato assunto: «Un associazione legata a quella in cui ero volontario stava cercando. Ho mandato il cv e sono stato assunto foto gentilmente concessa da Ares Lazio a tempo determinato, ma con contratto da impiegato. Si lavora 38 ore a settimana su turni, stipendio base 1050 euro netti (1100 circa con festivi e notti) e si arriva a 1200 salendo di livello». Adesso che è senza contratto, Mauro si è iscritto a Scienze Infermieristiche: «Il mondo del soccorso è bellissimo ma precario. Studiare da infermiere mi darà quella professionalità necessaria per lavorare nel soccorso». D altronde, quello di soccorritore non è un mestiere riconosciuto giuridicamente da un albo, anche se esiste l elenco dei soccorritori accreditati 118. Matteo invece ha 33 anni ed è infermiere. Dopo anni come volontario in ambulanza, ha deciso di affiancare al lavoro in pronto soccorso anche l attività nel soccorso extra ospedaliero: «Gli infermieri e i medici che, oltre a lavorare in ospedale, lavorano anche nel soccorso di emergenza», spiega, «possono aderire al sistema incentivato per quel che riguarda i compensi. Si fanno circa 2-3 turni al mese (un turno dura 12 ore, ndr) e gli infermieri prendono circa 25 euro lordi l ora». Se siete infermieri, tra i master possibili c è quello dell Università di Firenze in Infermieristica di Emergenza e Urgenza Sanitaria (www.unifi.it). Mentre alla Sapienza di Roma per laureati in Medicina c è il Master in Medicina di Emergenza/Urgenza (www.uniroma1. it). E sempre a Roma il Consorzio ForCom propone ai laureati il Master in Soccorso Avanzato in Emergenze Ospedaliere, ai diplomati quello di Operatore del Soccorso in Emergenza Sanitaria e di Comunità (www. forcom.it Alta Formazione). SU LE INTERVISTE COMPLETE E ALTRI APPROFONDIMENTI 9

10 Nuove frontiere Nicola Lencioni, founder di Eppela Finanziamenti cercasi online 10 Eppela è una piattaforma di crowdfunding italiana. Per capirne di più diamo la parola al fondatore Nicola Leccioni. Come nasce Eppela? «Eppela, prima piattaforma italiana di crowdfunding reward-based, nasce nel maggio 2011 per creare uno strumento che permetta agli aspiranti imprenditori di realizzare i loro progetti, attraverso una raccolta fondi online. Eppela, infatti, consente di presentare delle idee e saranno gli utenti a decidere se e quale sostenere. L'offerta è libera e parte da 2 euro». In cosa differisce l'approccio reward-based dal classico crowdfunding? «Il fine è lo stesso, ma con questo tipo di processo i creatori di un progetto possono dimostrare la loro gratitudine ai donatori con un piccolo omaggio: dal gadget ad un posto in prima fila all'evento finanziato». Qual è la situazione del crowdfunding in Italia? «L idea alla base è che per giudicare la qualità e l'utilità di un progetto è necessario parlare direttamente al suo potenziale pubblico. Sarà questo a decretarne il successo. È la rivoluzione del Web, ma questo Paese fatica a coglierla. Gli ostacoli da superare sono molteplici: progettisti timidi ed incapaci di fare un'efficace autopromozione, invidia nei confronti di chi propone nuove idee e, infine, una scarsa fiducia nell effettuare i pagamenti online. Il quadro è complesso, ma credo molto nel valore e nelle potenzialità di questo fenomeno». Qual è il profilo del donatore medio in Italia? «Ha tra i 20 e i 50 anni, di livello culturale e reddito medio-alto e possiede dimestichezza con gli strumenti Web. Si tratta di persone interessate alle novità e pronte a sostenerle, anche se si donano soltanto 5 euro per volta». Perché un cittadino dovrebbe finanziare un progetto? «Per sentirsi parte di quel progetto. Per sostenere un evento territoriale che, senza il suo contributo, rischia di non esserci e cui invece vorrebbe partecipare. Per permettere a un giovane che ha avuto un idea brillante di spiccare il volo». Quanti progetti sono approdati finora sulla piattaforma Eppela? «Abbiamo raccolto circa proposte di progetto, pubblicate quasi 300, portato al successo 23 idee con circa 2mila donazioni effettuate e 75mila euro raccolti». Quale tipologia di progetto spicca tra le altre? «Sicuramente il settore cultura. Nel dettaglio: cortometraggi, libri, fumetti, eventi culturali, teatro e musica». Qual è il futuro del crowdfunding in Italia? «Speriamo luminoso. È l'impegno quotidiano mio e di tutto il team da un anno e mezzo e noi ci crediamo davvero». (P.F.R.) Crowdfunding QUANDO I SOLDI SI TROVANO IN RETE di Paola Floriana Riso È nato negli Stati Uniti ma sta prendendo piede anche in Italia. Il crowdfunding è un'opportunità nuova per chi ha idee ma non sa metterle in pratica perché non dispone di possibilità economiche. Se la parola non vi dice niente, vi anticipiamo che si tratta di un finanziamento dal basso a tasso zero, possibile grazie a Internet. Al giorno d oggi, si sa, trovare i fondi necessari per avviare quel processo che consente il passaggio dall'idea al progetto concreto non è facile, soprattutto in un periodo in cui per ottenere un prestito sono necessarie garanzie che un giovane con la voglia di fare impresa raramente possiede (ma date un occhiata alla pagina successiva per sapere come avere un microcredito ). Il crowdfunding è invece un modo diverso per ottenere i fondi necessari: un sistema di raccolta online cui tutti coloro che hanno un'idea interessante possono accedere a costo zero. L'iter da seguire per ottenerlo è alquanto semplice. Chi ha bisogno di fondi per realizzare un progetto, che sia una singola persona, un'azienda o un'organizzazione, dovrà iscriversi su una delle piattaforme di crowdfunding reperibili in Rete (trovate alcuni indirizzi in fondo all articolo). Attraverso una pagina Web avrà l'opportunità di pubblicizzare la propria idea, descriverne le caratteristiche e soprattutto spiegarne finalità e possibili utilizzi. Il passo successivo è stabilire ed indicare i termini della raccolta fondi: budget da raccogliere e scadenza del progetto. Il gioco è fatto: adesso non resta che aspettare. Gli utenti e possibili finanziatori, navigando all'interno del sito avranno la possibilità di visionare tutti i progetti pubblicati, di norma suddivisi per categorie e scegliere di sostenere economicamente - attraverso un semplice pagamento online - quelli più meritevoli, secondo criteri personali come utilità, interesse, originalità ed innovazione. Al momento della scadenza del progetto, se il budget fissato è stato raggiunto o superato, l'idea viene finanziata e l'intero importo - tolta una percentuale di circa il 5% che va invece alla piattaforma che ha pubblicizzato il progetto- viene conferito al Creator che potrà così dar forma alla propria idea. Nel caso in cui, invece, la somma richiesta non venga raccolta, il sistema provvederà a risarcire tutti i donatori. Il fenomeno del crowdfunding nasce negli Stati Uniti alla fine degli anni '90 ma ha raggiunto il culmine tra i 2008 ed il 2009 con l'arrivo delle due realtà più attive e famose al mondo: Kickstarter e Indiegogo. Per avere un'idea di quanto sia esteso il crowdfunding, basta pensare che solo kickstarter.com in 3 anni di attività ha finanziato oltre 30mila progetti, raccogliendo più di 275milioni di dollari, con un picco di oltre 10milioni donati per una singola idea. Qual era? La realizzazione di un orologio da polso in grado di interagire con gli smartphone di ultima generazione. Dopo il boom americano, il crowdfunding è sbarcato in Europa e anche in Italia dove il primo esperimento in tal senso è Produzionidalbasso.com andato online nel 2005 ed ancora attivo. Mentre scriviamo, ad esempio, un progetto per la creazione del Perugia Social Photo Fest ha raccolto 2630 euro sui 3mila richiesti e si può donare ancora per altri 44 giorni. Visti i presupposti, è molto probabile che il progetto sarà finanziato. Esistono comunque diverse piattaforme, anche se si possono contare sulle dita di una mano. L'accoglienza da parte degli utenti italiani comunque, finora,non può definirsi del tutto entusiasta (Eppela è una delle più attive). Ad ostacolarne la diffusione il sentimento sociale della partecipazione non ancora radicato nella mentalità comune. Il fenomeno, tuttavia, nell'ultimo anno è in forte ascesa, probabilmente anche a causa del periodo di crisi e nuove realtà di crowdfunding stanno per essere avviate. Ne è un esempio Starteed.com, progetto nato a fine 2011, ufficialmente lanciato il 24 settembre. «Da tre mesi ci dedichiamo alla raccolta dei progetti e a breve verranno attivate le prime campagne di finanziamento», spiega Claudio Bedino, founder, che ci dà anche alcune dritte per creare un'idea vincente: «Fondamentale è presentare un progetto fattibile e mostrare agli utenti la propria passione, l'impegno ma anche la competenza. Per convincere l'utente a farsi finanziare, poi, creare un buon video in cui spiegare cosa si vuol fare è l'arma vincente. L'utilizzo dei Social Network è poi importante per far conoscere rapidamente il progetto e trovare sostenitori». Su Starteed verrà data al Creator anche la possibilità di vendere i suoi prodotti. Segnali di cambiamento importanti per quella che può essere una grande opportunità per i giovani che vogliono fare impresa.

11 Fare impresa IL CREDITO? MINI MA ACCESSIBILE (QUASI) A TUTTI di Ilaria Romano Obiettivo puntato sul microcredito. Un piccolo prestito che può essere concesso a persone «non bancabili», ossia a chi non ha garanzie da offrire alle banche per ottenere un prestito tradizionale. Giovani, precari, aspiranti imprenditori: potrebbe fare al caso vostro. In nome del diritto allo sviluppo e all'iniziativa economica chi ha buone idee ma pochi soldi per realizzarle (e ancor meno garanzie da offrire alle banche in cambio di un prestito «normale») può fare richiesta per dei «microprestiti speciali» a tasso agevolato: fino a 25mila euro per l'avvio o la gestione di una micro attività (microcredito d'impresa) o fino a 10mila euro per altre necessità (microcredito sociale). A fare da garanti presso le banche saranno i fondi di garanzia creati da enti pubblici, fondazioni, società e onlus che, sulla base di specifici accordi e progetti, selezionano gli «aspiranti», li guidano alla richiesta del prestito e fanno loro da «tutor» durante la sua restituzione. E' «un'azione di solidarietà attiva», spiega l'onorevole Mario Baccini, presidente dell'ente Nazionale per il Microcredito (ENM, al welfare assistenziale sostituisce «la promozione di dignità e responsabilità individuali» avviando un circuito virtuoso: «il sostegno ai cittadini economicamente più deboli contrasta criminalità e usura». In più, quando a beneficiarne è chi si mette in pro- prio, «le microimprese che nascono danno impulso all'economia». Ma come si accede a questa opportunità? Per cominciare, date un'occhiata alla mappa delle iniziative di microcredito in Italia: l'enm ne ha contate, a giugno di quest'anno, ben 182, sparse tra tutte le regioni. All'indirizzo tinyurl.com/iniziativemicrocredito potete verificare cosa c'è dalle vostre parti, quali programmi sono adatti a voi (alcuni si rivolgono ad aspiranti imprenditori, altri a famiglie, altri combattono povertà ed esclusione sociale), chi li eroga e come ci si candida. Le domande vanno presentate agli «operatori territoriali» della propria zona di residenza. Cosa succede poi? Ce ne parla Susanna Piccioni, responsabile della linea operativa Dieci talenti opportunità di microcredito della Fondazione Don Mario Operti (www.fondazioneoperti.it), portando ad esempio un progetto di microcredito per l'avvio di impresa della Regione Piemonte, in cui la Fondazione accompagna i candidati dall'istruttoria della domanda alla restituzione del prestito. «Il primo passo è l'ascolto»: la Fondazione Operti lo fa con 110 volontari, pensionati di banche e industria. A loro i candidati devono esporre idea imprenditoriale e situazione finanziaria, compresi eventuali debiti e pendenze che, se ci sono, vanno risolti prima di andare avanti. Se la persona appare tagliata per fare impresa, affidabile, motivata e con un'idea sostenibile (si compila il business plan, e il progetto piemontese prevede anche un colloquio con le associazioni di categoria), la domanda viene esaminata dalla finanziaria che gestisce il fondo di garanzia e poi dalla banca, che accerta «pulizia» e merito creditizio del richiedente. Se l'esito è positivo il fondo dà il suo appoggio e il prestito viene concesso. Potrà coprire «le spese di avvio di impresa» (attrezzature, corsi di formazione...), ma non altri costi, come stipendi e contributi. Fare impresa (anche se micro) non è la strada giusta per tutti. Per questo anche le richieste di microcredito vengono vagliate con molta attenzione: «nei primi 6 mesi del 2012 si sono rivolte a noi 600 persone, ma solo 30 hanno poi avviato un'attività tramite il progetto», spiega Susanna Piccioni. «Ma in questo periodo di crisi è un risultato, specie per i giovani che, con poche risorse e poche pendenze finanziarie alle spalle, spesso sono i candidati perfetti per il microcredito». Altre informazioni su e 11

12 Formazione 12 A Il mondo dell'e-learning LEZIONI AL PC TRA LAUREA MASTER E CORSI di Elisa Di Battista Aule strapiene, slide proiettate sulla lavagna, appunti presi frettolosamente su banchi scomodi? Roba vecchia. Per imparare si sta facendo sempre più strada anche in Italia l e-learning, ovvero l apprendimento che si avvale di strumenti digitali e avviene da remoto. distanza non ci sono solo corsi di aggiornamento e utili a migliorare la propria professionalità, ma perfino master e corsi di laurea veri e propri. Le lezioni si svolgono al pc, attraverso piattaforme che propongono contenuti e prove di verifica intermedia (modalità asincrona) e - a seconda delle scuole e del programma didattico - possono essere integrate da metodi in modalità sincrona come Web conference e Web seminar, ovvero lezioni tenute da un tutor e seguite in tempo reale da pc, anche confrontandosi con gli altri corsisti, e in alcuni casi affiancate da incontri in aula con il docente. «L e-learning trova negli ultimi 20 anni una diffusione sempre più ampia», spiega il prof. Aurelio Simone, presidente di Sie-l (Società italiana e-learning it) e direttore della Scuola IaD (la scuola a distanza dell Università di Roma Tor Vergata) «anche se l Italia è indietro rispetto al resto dell Occidente, in ritardo sull uso delle nuove tecnologie e metodologie». Un corso a distanza può essere una soluzione per un lavoratore che voglia approfondire un aspetto della propria materia, o per conseguire una laurea o un master senza smettere di lavorare. Per questo i corsi online sono spesso rivolti a professionisti, anche se non mancano neodiplomati interessati al percorso universitario a distanza. «A mio avviso», prosegue il Prof. Simone, «il futuro delle università dovrebbe andare verso una modalità blended, che integri cioè apprendimento in aula e a distanza. Anche i docenti dovrebbero imparare a mettere in Rete i materiali e a gestire gruppi di discussione online. Per gli studenti lavoratori, invece, l ideale è l e-learning da remoto ma con full immersion dal vivo magari 1-2 week end al mese». E la prospettiva potrebbe muoversi in questa direzione: «Nell articolo 4 della Legge Fornero», specifica il professore, «c è finalmente un invito agli atenei ad assumere come propria mission il life long learning che, ovunque nel mondo, si avvale di tecnologie formative basate sull e-learning». LA LAUREA? A DISTANZA Se già lavorate ma sognate di diventare ingegneri, il Politecnico di Milano ha all attivo dal 2001 il corso di laurea in Ingegneria Informatica in modalità online (www. laureaonline.polimi.it). Ogni anno accoglie circa 110 studenti (soprattutto adulti professionisti ma anche giovani con disabilità, incapaci a spostarsi), di cui si laurea circa il 30%. La scuola IaD dell ateneo di Tor Vergata (web.scuolaiad.it), invece, propone 8 corsi di laurea e 45 master in tutte le materie, da Scienze dell Educazione all Economia ai Nuovi Media. I master costano dai 1000 ai 4mila euro totali, le lauree triennali sui 6500 euro e le magistrali tra i 3mila e i 4mila. L Università di Firenze, invece, propone master a formula mista all interno delle facoltà di Economia, Medicina, Ingegneria, Scienze della Formazione e Scienze Politiche, e in interfacoltà tra Lettere e Filosofia e Architettura. QUASI QUASI FACCIO UN CORSO ONLINE Dal marketing alla mediazione civile, dalle lingue alle certificazioni informatiche. I tipi di corsi online sono infiniti, e variegate sono anche le fasce di prezzo: a fornirli sono scuole ed enti sparsi su tutto il territorio nazionale. Se vi interessa il marketing, a ottobre parte il corso online in Search Engine Marketing della Ninja Academy: 10 ore a 199 euro per imparare i trucchi del pay per click e della visibilità in Rete (www.ninjacademy.it). Il Baicr (www.baicr.it) invece è un consorzio convenzionato con l Università di Tor Vergata che propone corsi e-learning e blended, sia rivolti al personale scolastico che per le professioni, dai prezzi che vanno dai 1500 ai 4mila euro, e le cui iscrizioni sono aperte mentre stiamo andando in stampa. Per fare un esempio, il master in Comunicazione Istituzionale dura 1 anno, prevede 330 ore di lezione a distanza e 90 in presenza, e costa 3mila euro (prevede borse di studio promosse da Inps, gestione ex Inpdap). Per molti corsi, inoltre, non c è un termine per iscriversi, proprio in virtù del fatto che si svolgono interamente in e-learning. Per chi ha bisogno di infarinature linguistiche, ad esempio, il Centro Studi e Formazione di San Benedetto del Tronto propone percorsi che costano circa 156 euro, mentre se vi servono attestati professionali per svolgere certificazioni energetiche si parte dai 500 euro, mentre per l Ecdl 108 (www.centrostudieformazione.it). Per i giuristi, invece, l Associazione Nazionale Forense avvia corsi gratuiti (www.unianf.it), mentre Giuffrè offre molti videoseminari tra i 35 e i 300 euro (+Iva), spaziando dal penale al diritto del lavoro, dalle successioni all informatica giuridica (www.elearning. giuffre.it). Il Sole24Ore invece propone il master online in Marketing e Comunicazione, con slide, file audio e video e libro in pdf per la durata di un anno (641 euro) con attestato di frequenza superando 25 test. Info su COME SCOVARE I FURBETTI I corsi online, decisamente, spuntano come funghi. Ma come fare per riconoscere una scuola o un ente seri da chi invece ha un livello accreditato di professionalità? Diffidare intanto da chi propone «tutto» senza specializzarsi su nicchie specifiche (considerando comunque che ogni regola ha la sua eccezione), e che la bontà di una scuola la fanno i risultati che raggiunge chi la frequenta. Mentre, per quel che riguarda i corsi accademici, «la qualità si misura dalla metodologia che adoperano», commenta il prof. Simone, «e che deve essere qualificata, e dai contenuti offerti, che devono avere alle spalle docenti competenti e un ampia ricerca scientifica». credit: Ma non finisce qui Online si trovano anche corsi che aiutano a redigere la tesi di laurea e a superare esami universitari (10 ore costano da 360 a 400 euro), corsi di contabilità di base (360 euro) e di marketing e comunicazione (123,97 euro + Iva) come quelli proposti da Abacus, la cui offerta formativa è diretta sia verso il settore delle scuole superiori e dell università, che rivolta ai professionisti che si occupano di sicurezza sul lavoro. «Tutti i nostri corsi prevedono la presenza di tutor preparati, mentre per gli studenti sono quelli che provengono dalla facoltà di Giurisprudenza coloro che ci chiedono maggiormente aiuto per gli esami. Molto richiesti tra i corsi, inoltre, le idoneità per le lingue e per l informatica», spiega Rita Biganzoli, responsabile didattica di Abacus (www.abacusonline.it e www. abacusweb.it). Dura 104 ore, invece, e parte tra settembre e ottobre, il corso online per l abilitazione alla professione di avvocato proposto dal Centro Studi Formazione Orientamento, mentre sempre attivo è il videocorso per animatore turistico di fitness, miniclub, antistress (www.centroformazionelavoro. eu). Se invece volete lavorare come formatori e insegnanti nel settore e-learning, date un occhiata al Master Universitario in E-learning dell Università della Tuscia: parte il 10 novembre, dura 2 anni e costa 1900 euro totali (www. masterel.unitus.it). L ateneo viterbese, inoltre, attiva anche per quest anno due corsi online di perfezionamento: uno su E-book e futuro del libro, e uno sul Web semantico (www.unitus.it). E.D. TROVATE ALTRI APPROFONDIMENTI SU SCUOLE, CORSI E METODOLOGIE DI E-LEARNING SU

13 Fratelli d Italia in questo numero fa un giro nella facoltà di medicina per capire che aria tira. In questo nostro viaggio ci accompagna Giulia Busselli, 23 anni, originaria di Negrar (provincia di Verona) che studia all Università di Verona. Medicina: una facoltà sicuramente impegnativa e lunga (6 anni il percorso tradizionale più specializzazione con tirocinio) ma che, nonostante la crisi, sembra garantire ancora un occupazione. Sogni, progetti e ambizioni di un futuro medico che studia in Italia, ma non disdegna un periodo all estero. Fratelli d'italia Storie normalmente eccezionali GIULIA SOGNO DI APRIRE UNA CLINICA TUTTA MIA VERONA di Paolo Beretta GIULIA BUSSELLI Strano percorso il tuo. Superiori al linguistico, un anno di infermieristica e oggi medicina. Avevi forse in mente una carriera all'estero? «In realtà da piccola volevo fare il veterinario. Fino all ultimo ho avuto delle indecisioni su quale strada scegliere. Al quarto anno delle superiori mi sono detta: medicina. Al quinto anno, medicina no. Eppure oggi eccoci qui». Perché ha prevalso medicina? «Perché è una professione a contatto con le persone. E il medico può essere una figura molto utile. Credo sia un lavoro che dà molte soddisfazioni». Hai già in mente una specializzazione? «In ambito riabilitativo. Me ne interessa una in particolare: medicina fisica riabilitativa. L'ottica per il futuro è quella di aprire una clinica mia: gli obiettivi sono in grande!». Ambiziosa Credi che quello di una clinica sia un sogno condiviso anche dai tuoi compagni di corso? O che prevalgano in genere altre aspirazioni come quella di lavorare in ospedale o di fare i liberi professionisti o ancora di essere inseriti in grandi aziende internazionali? «Forse per me e i miei compagni di corso è un po' prematuro pensarci ora. Al terzo anno, ancora non si ha ben chiaro la specialità che andremo a scegliere per gli anni successivi di studio e di tirocinio. Alcuni magari sanno già se vorranno stare nella zona di origine o se saranno disposti a spostarsi. Lanciarsi nel settore privato richiede molto più tempo e molto più impegno. Ci vuole dedizione e devi trovare persone che hanno la tua stessa ottica. Il progetto di una clinica tutta mia sarà una bella sfida». Trovi che la mentalità di chi esce da Medicina sia diversa da altre facoltà? Chi studia da medico considera anche l'ipotesi di andare a lavorare per grandi aziende del settore farmaceutico? «Di solito quello che ti consigliano tutti è di iniziare nel pubblico. Ti fai la gavetta. Nel privato c è la sensazione che non sia così semplice partire». Quindi è corretta la sensazione secondo cui spesso gli studenti di medicina non hanno consapevolezza delle carriere che si possono intraprendere nelle aziende del settore healthcare? «Personalmente non mi ci vedo. L'idea è che magari se scegli la via della ricerca puoi fare un passaggio in azienda. Se studi Medicina non hai dubbi che farai il medico. Penso quindi agli ospedali e alle cliniche. Pochi sono gli studenti che contemplano carriere legate alla ricerca, almeno all'inizio». Pensi che ci sia precariato anche nelle carriere mediche? «Sembrerebbe di no. Statistiche (Istat Working Papers consultabile su www. istat.it/it/archivio/52542, rileva che, considerando la qualità dell occupazione con riferimento al titolo universitario, i laureati in area scientifico-medica hanno la seconda migliore performance dopo i laureati in area ingegneria architettura, ndr) e voci dicono che quando usciremo noi come medici fatti e finiti, praticamente tra una decina d'anni, i posti offerti saranno superiori al numero di medici disponibili. Quindi ci sono buone opportunità. Da anni c'è il numero chiuso. Sicuramente c'è un calo netto di persone nella chirurgia. Nessuno lo vuole fare». Perché? «Il gioco non vale la candela. Tanta responsabilità, tanti rischi di denuncia». È un problema di legislazione italiana o è più generale? «Più generale credo, anche culturalmente. Ad esempio in tv si parla sempre di malasanità. Ma gli errori si fanno. In medicina il rischio è sempre contemplato, anche se ti operi di appendicite che pure è un intervento di routine». Quindi i casi di malasanità sono legati a carenze strutturali o a scarsa igiene? «Mancanza di igiene? Insomma. Anche perché in ospedale c'è il rischio di batteri resistenti ai farmaci che si sviluppano in un ambiente che li rende aggressivi. È vero: di errori se ne fanno, ma i medici sono persone e non macchine. Chi deve scegliere chirurgia si chiede: e se ti muore un paziente mentre stai operando, come l'affronti?». C'è un paese guida che tu reputi all'avanguardia su questi temi? «La formazione italiana è ottima dal punto di vista medico e con un ottima reputazione internazionale». Tanti italiani stanno andando all'estero: è normale pensare ad una carriera oltre i confini nazionali? «I trend stanno cambiando. Basta guardare i numeri Erasmus. Prima c'erano tanti posti vuoti, oggi si fa fatica a entrare nelle graduatorie. Molti ancora non lo fanno, perché Medicina è lunga e bisogna arrivare in fondo. Tra quelli che ho sentito dopo l Erasmus ho colto grande soddisfazione». Tu cosa farai? «A me piacerebbe andarci. Magari in Finlandia, dove sembra che ci sia la possibilità di maturare ottime esperienze. La medicina è basata essenzialmente sulla pratica. Per quello la specialità e il tirocinio sono importanti». Dal punto di vista della carriera, com'è il rapporto tra i tempi necessari a diventare medico e la strada verso l indipendenza economica? «Alla fine dei conti, medicina è lunga 6 anni, un anno in più dei tradizionali corsi di laurea Quando inizi come tirocinante puoi cominciare a prendere 1700 euro al mese. Poi dipende dalla specialità. Cambia l'ottica di vita e si ha la possibilità di cominciare ad essere economicamente indipendenti». In pratica quando finisci, male che ti vada sai di avere uno stipendio? «Direi di sì. Devi passare il test d'ingresso alla specializzazione, ma direi che a quel punto dovresti essere pronto a superarlo». 13

14 Focus Italia eventi gratis Lucca Dall 1 al 4 novembre Piazza San Romano Lucca Comics and Games Ticket: 14 ; ridotto: 12 Torino Dal 25 al 29 ottobre Lingotto Fiere Salone Internazionale del Gusto Ticket: 20 ; ridotto 16 Milano Fino al 6 gennaio Palazzo Reale Pablo Picasso Ticket: 9 ; ridotto: 7,50 Venezia Fino al 2 dicembre Gallerie dell'accademia Il Tiziano mai visto Ticket: 14 ; ridotto: 11 Pavia Fino al 16 dicembre Scuderie del Castello Visconteo Renoir: la vie en peinture Ticket: 10 ; ridotto: 8,50 Tutta Italia novembre Settimana del baratto La crisi impazza? E il viaggio si evolve! I b&b affiliati al network offrono ospitalità per 1 o più giorni in cambio di beni o servizi. E 300 b&b praticano il baratto durante tutto l anno. Ferrara Dal 5 al 7 ottobre Festival di Internazionale Torna il festival che porta a Ferrara giornalisti da tutto il mondo. Organizza il noto settimanale Internazionale, appuntamenti gratuiti; solo la rassegna di documentari Mondovisioni prevede un biglietto di 3 euro. Roma settembre, 5-6 ottobre Anomalie Nuovo circo, teatro e musica, cultura popolare e cultura contemporanea, artisti italiani e internazionali per cinque giorni gratis di spettacolo nel cuore pulsante della periferia romana. Facciocosevedogente IN GIRO PER L'ITALIA E NEL MONDO a cura di Paola Floriana Riso Bard - Valle D'Aosta Fino al 4 novembre Forte di Bard Marilyn, The last sitting. Bert Stern Ticket: 5 ; ridotto: 3 Tivoli (RM) Fino al 4 novembre Villa D'Este Magnificenze a Tavola. Le arti del banchetto rinascimentale Ticket: 11 ; ridotto 8 Caserta Fino al 4 novembre Reggia di Caserta Keith Haring. Il Murale di Milwaukee Ticket: 13,20 Messina Fino al 25 novembre Museo Regionale Caravaggio.Resurrezione di Lazzaro: il capolavoro restaurato Ticket: 3 ; ridotto: 1,50 Madrid Dal 9 ottobre al 13 gennaio Museo Thyssen-Bornemisza Gauguin e il viaggio nell'esotismo Ticket: 10 ; ridotto: 6 Londra Fino al 25 novembre The British Museum Shakespeare: staging the world Ticket: 14 ; ridotto: 12 No tengo dinero L ANGOLO DEGLI... SQUATTRINATI Ortona (CH) Fino al 31 ottobre L arte in Abruzzo al tempo di Margherita d Austria A Palazzo Farnese di Ortona il percorso dedicato a Margherita d'austria, personalità che ha segnato la vita politica, economica e amministrativa degli antichi Abruzzi proiettandoli nella storia nazionale ed europea. Melfi (PZ) Dal 29 settembre al 4 novembre Fra mappe e disegni. La storia di Melfi attraverso le antiche carte dei principi Doria Pamphilj La mostra, ospitata al Museo Civico Palazzo Donadoni, esplora un patrimonio documentario di straordinario interesse: quello dell archivio dei principi Doria Pamphilj, custodito tra Roma e l Archivio di Stato di Potenza. Genova 30 settembre Open day di Raja Yoga La mattina dalle 9 alle 11 introduzione al Raja Yoga e poi un ora di rilassamento. Nel pomeriggio, dalle 16 alle 18, pratica di Yoga seguita da un ora di meditazione. Tutto free, necessaria la prenotazione. (I.R.) Storia e natura si incontrano in Giordania, da sempre crocevia di popoli nomadi e grandi culture. Di città in villaggio, si muove un tour di 8 giorni che riporta al tempo dei romani, dei crociati, dei nabatei e di Lawrence d Arabia. Sulle loro tracce si viaggia dalla capitale Amman a Jerash, alla magica Petra. È senz altro questa la meta clou del viaggio, che, poi, prosegue in 4X4 nel Wadi Rum, deserto che regala panorami unici e stellate mozzafiato. Info su prenotazioni: pacchetto da 1550 euro per 8 giorni, volo incluso. (C.G.S.) Da Bergen a bordo dell Hurtigruten, lo storico postale dei fiordi, si naviga verso Nord, passando per il Circolo Polare, toccando una trentina di porti e si arriva a Tromsø, a Capo Nord o a Kirkenes, al confine con la Russia. Lungo la rotta si scopre il volto più suggestivo della Norvegia: case di legno, fari, monti e ghiacciai in mezzo al mare (www. visitnorway.com). Per prenotazioni Giver Viaggi e Crociere, organizza partenze tutto l anno; tariffe variabili in base alla durata del viaggio. (C.G.S.) Nella capitale della Macedonia per un weekend di night life. Skopje è la mecca dell ex Jugoslavia quanto a locali e divertimenti. Ed è super low cost: iniziate la serata con una cena a base di Kebapchini nella città vecchia, bevete una birra sul lungo Vardar o un cocktail in uno dei locali pre-serata di tendenza del centro nuovo e tirate mattina in una delle decine di discoteche di Gradski Park. Da novembre ci sono anche voli low cost con Wizzair (wizzair.com) con partenze da Bergamo, Venezia e Trieste. (G.C.) 14 VISTI PER VOI. L Everest di Mauro Lodadio foto di Mauro Lodadio Passione, la montagna. Sogno, il campo base dell'everest. Lo scorso autunno Mauro Lodadio, 32 anni, giornalista di Monte Compatri (Rm), lo ha realizzato. «Mi documentavo da tempo, soprattutto su Trip Advisor, molto pratico perché ha sezioni divise per area geografica», racconta. «A gennaio 2011 ho prenotato il volo e a ottobre sono partito per Kathmandu. Da lì mi sono spostato a Bakhtapur, la seconda città del Nepal. Ero in contatto con un italiano che vive lì: mi ha dato molti consigli e mi ha presentato organizzatori di trekking». Volo interno per Lukla («uno degli aeroporti più estremi del mondo») e poi... su: «solo io, una guida e un porter. All'inizio non volevo un portatore di bagagli: mi sembrava una cosa da occidentali. Invece mi di Ilaria Romano hanno consigliato di ingaggiarne uno per dare lavoro alla gente del posto». Dieci giorni di cammino con 2 soste di acclimatamento, a 3400 e 4400 metri di quota. Tante emozioni: «il paesaggio, i templi, le culture induista e buddista, il calore dei locali quando ci fermavamo a dormire nelle case, l'alba a 5500 metri l'ultimo giorno di marcia. Mi hanno ispirato un racconto con la tecnica del graphic journalism». Disagi? «Il mal di montagna, l'acqua non potabile da disinfettare prima di bere, 3 docce in tutto il viaggio. Ma erano previsti». Costi? «Il Nepal non è caro, ho speso 3mila euro per 22 giorni compresi biglietti aerei, attrezzatura, guida e porter». Ma non è un itinerario per tutti: «servono preparazione alpina consolidata e spirito di adattamento».

15 Focus Estero Antonio QUI EXETER La domanda è sempre la stessa: è utile studiare per qualche mese all estero? La risposta è scontata: sì! E durante il dottorato lo è ancora di più! Da dottorando dell Università Cattolica, da gennaio ad aprile sono stato Visiting Scholar presso il College of Social Sciences and International Studies dell University of Exeter (UK). Dagli incontri con docenti competenti e motivati ho ricevuto un aiuto prezioso per la mia ricerca dedicata alle trasformazioni della rappresentanza politica. Ma dov è Exeter? È un antica città (sud-ovest dell Inghilterra) capoluogo del Devon: tanto verde, paesaggi bellissimi e... studenti da ogni parte del mondo! Se credete che la cucina inglese sia tutta da evitare, a Exeter potete ricredervi, soprattutto se pranzate (come ho fatto tante volte!) in una bellissima villa nel cuore del grande campus universitario. E poi il fiume, le passeggiate in bici, i locali Anni fa, due studenti hanno preso in prestito un famoso slogan per utilizzarlo come logo pubblicitario su magliette, adesivi, tazze da collezione: Exter. Probably the best University in the world! Marcella QUI MONTERREY «Nos vemos a ratito». Mai sentito un appuntamento più vago ed impreciso: «ci vediamo tra poco», che per la mentalità messicana vuol dire che ci vediamo tra un ora, due, domani o magari non ci vediamo proprio, ma il che non è specificato né è dato saperlo! Questa è la filosofia del Messico e di Monterrey, fulcro economico del paese. Si vive semplicemente e senza troppo stress e passate le prime 2 settimane, non ti offenderai più se darai un appuntamento e l invitato arriverà con un ora di ritardo, anche perché quando l invitato sarai tu e ti presenterai con 15 persone non annunciate, che nemmeno conoscono il padrone di casa, l accoglienza sarà delle più calorose. In Messico il detto «mi casa es tu casa» trova davvero riscontro nella quotidianità, accompagnato da una grande spontaneità e generosità. I messicani si fanno in quattro per aiutarti e per farti sentire parte della loro famiglia. Ho vissuto a Monterrey per 6 mesi, studiando con i messicani, sentendomi messicana e ripetendo spesso "nos vemos a ratito" Camillo QUI PECHINO 我 在 北 京. Wo zai Beijing. Io sto/esisto a Pechino. Ormai 8 mesi fa atterrai nella terra di mezzo: la Cina. Partii ignaro di ciò che avrei trovato ma forte di volermi confrontare sia con una cultura sconosciuta sia di commisurarmi architettonicamente con un Paese capace di costruire un grattacielo in soli 3 mesi. Con buona capacità di adattamento ed una predisposizione totale cerco di comprendere una cultura completamente differente da quella europea. La barriera linguistica è paragonabile alla grande muraglia, ma grazie al linguaggio del corpo mescolato alle 30 parole che ho imparato mi faccio capire. Le difficoltà del vivere quotidiano si riscontrano anche nel mondo lavorativo. Lavoro per una compagnia italo-cinese, si creano progetti ambiziosi e di notevoli dimensioni ma far metabolizzare al cliente il nostro stile e le nostre idee pare compito non semplice. Pechino è in continuo mutamento e fermento per cui finché avrò voglia ed energia di respirare aria cinese: 我 在 北 京. Sara QUI NEW YORK Mi sono innamorata di New York all'istante. Dopo qualche giorno anche di un newyorkese, motivo del mio trasferimento qui da circa 3 mesi. La Big Apple è tutto quello che ti aspetti e che la tv o i film ti insegnano se te la godi da semplice turista. Rimani folgorato dalla frenesia, dai rumori, dalle luci, dagli odori, dai colori degli edifici e dai colori di ogni razza umana del mondo che a NY si mescola perfettamente creando un'atmosfera unica. Ma NY è molto altro. Downtown è solo la ciliegina sulla torta. Per capire davvero la cultura, i modi, lo stile devi affondare i tuoi passi nelle parti meno fancy e più vere. È una città dura da conquistare, i newyorkesi sono difficili da impressionare. Spesso mi ritrovo a guardare scene per strada a bocca aperta ma nessun altro si ferma. È una città cara, devi avere un buono stipendio per condurre una vita confortevole. Però è una città vera, fatta dalla gente piena di ideali, stimoli, motivazioni questo è ciò che amo. Prima ti mostra la sua parte più ruvida, ma sotto sotto ha un cuore enorme. Racconto le mie impressioni su New York su saragiusti.tumblr.com. Vivi all'estero o ci hai vissuto di recente? Raccontaci la tua esperienza! La vedrai pubblicata su questa pagina. Scrivi a per saperne di più. vi dà appuntamento a NOVEMBRE 15

16

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA

LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA LA PROFESSIONE DELLA CSR IN ITALIA Ottobre 12 Si ringrazia La professione della CSR in Italia Pag. 1 Si ringraziano SAS è presente in Italia dal 1987 ed è la maggiore società indipendente di software e

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Le pagelle alle università Vince il Politecnico di Milano - Bocconi al top tra le private

Le pagelle alle università Vince il Politecnico di Milano - Bocconi al top tra le private Istruzione. La classifica degli atenei in base alla qualità dell'offerta formativa agli studenti Le pagelle alle università Vince il Politecnico di Milano - Bocconi al top tra le private La qualità accademica

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli