UNI.FOR.PE. UNIVERSITA' DELLA FORMAZIONE PERMANENTE PORTO SAN GIORGIO AMMINISTRAZIONE COMUNALE PORTO SAN GIORGIO SOCIETA' OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNI.FOR.PE. UNIVERSITA' DELLA FORMAZIONE PERMANENTE PORTO SAN GIORGIO AMMINISTRAZIONE COMUNALE PORTO SAN GIORGIO SOCIETA' OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO"

Transcript

1 SOCIETA' OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO PORTO SAN GIORGIO AMMINISTRAZIONE COMUNALE PORTO SAN GIORGIO PROVINCIA DI FERMO ASSESSORATO ALLA CULTURA E BENI CULTURALI REGIONE MARCHE ASSESSORATO ALLA CULTURA UNI.FOR.PE. UNIVERSITA' DELLA FORMAZIONE PERMANENTE PORTO SAN GIORGIO ANNO ACCADEMICO 2011/2012

2 Introduzione E nostra convinzione che, per salvare l Italia dal baratro sociale e morale in cui è precipitata e per recuperare il senso di comunità che ha caratterizzato la storia del nostro Risorgimento, non ci sia mezzo migliore che quello di offrire ai cittadini, desiderosi di vivere con partecipazione il tempo presente, la possibilità di approfondire la propria cultura. L UNIFORPE, organismo nato per volontà del Consiglio Direttivo della Società Operaia, ha svolto da più di un decennio questo compito, ottenendo il consenso del pubblico e il riconoscimento delle istituzioni. Nonostante le enormi difficoltà economiche in cui versa l Italia, e dunque anche una piccola associazione di volontari come la nostra, abbiamo ritenuto nostro dovere rimanere fedeli all impegno assunto, garantendo anche per l anno accademico lo svolgimento dei corsi. Accanto agli insegnamenti caratterizzanti l UNIFORPE, che hanno conosciuto negli anni il gradimento degli iscritti, abbiamo inserito un corso di fitoterapia, un modo nello stesso tempo antico e nuovo di curarsi, e un corso di pittura di base, nella prospettiva di unire conoscenze teoriche a tecniche pragmatiche. Siamo certi che i cittadini sangiorgesi e del circondario confermeranno la loro fiducia nel nostro operato, favorendo una continuità operativa che giustifichi la permanenza dell UNI- FORPE nel tessuto connettivo della comunità sangiorgese. 3 Il Presidente della Società Operaia Prof. Alfredo Luzi

3 ENTI PATROCINATORI Comune di Porto San Giorgio Regione Marche - Assessorato alla Cultura Provincia di Fermo - Assessorato alla Cultura Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo Fondazione Cassa di Risparmio di Teramo Libreria Don Chisciotte COMITATO DIRETTIVO Presidente Vice Presidente Addetto Pubbliche Relazioni Segretario Consiglieri Alfredo LUZI Maurizio MATTIOLI Vincenzo CESTARELLI Maria Lidia SILVETTI Athos FILENI Franco LOIRA Fabrizio ANNIBALI Amministrazione Comunale 4

4 ANNO ACCADEMICO 2011/2012 NOTE ORGANIZZATIVE Segreteria La Segreteria dell UNI.FOR.PE ha la sua sede presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso Giuseppe Garibaldi di Porto San Giorgio, in Via F. Gentili n 18 Tel.0734/ Fax 0734/ Le iscrizioni saranno raccolte presso l ufficio di Segreteria che osserva il seguente orario: mattino dalle ore 9,00 alle ore 12,30, tutti i giorni dal lunedì al venerdì; Iscrizioni Per la partecipazione ai Corsi e alle altre attività dell UNI.FOR.PE sono indispensabili la compilazione della domanda di iscrizione ed il versamento delle seguenti quote associative: Euro 40,00 annue per un solo corso Euro 65,00 annue per due corsi Euro 85,00 annue per tre corsi Euro 20,00 per ogni corso ulteriore Euro 15,00 assicurazione attività motoria Euro 20,00 mensili per il corso di attività motoria Euro 110,00 per ogni livello di lingua inglese Euro 110,00 per il corso di lingua spagnola Euro 100,00 per il corso di pittura di base Possono iscriversi coloro che hanno compiuto il 16 anno di età. Per iscriversi e partecipare non occorre alcun titolo di studio. A coloro che, nel corso dell anno accademico, dovessero decidere di non partecipare ai corsi non saranno restituite le quote di partecipazione. Al termine dei corsi annuali sarà rilasciato, a richiesta, un attestato di frequenza. I corsi sono aperti anche agli studenti dell ultimo anno degli Istituti Superiori per il conseguimento di Crediti Formativi da presentare agli esami di maturità. E necessaria inoltre la presenza per almeno 2/3 delle lezioni di ogni corso per ottenere gli attestati e i crediti formativi. Nel corso dell anno accademico gli orari delle lezioni potranno subire dei cambiamenti in relazione ai possibili sopraggiunti impegni di lavoro dei docenti. Attività complementari Sono previste attività conviviali, conferenze, concerti, visite a mostre e musei, gite culturali ed altre manifestazioni di carattere sociale. 5

5 CORSI ISTITUITI PER L ANNO ACCADEMICO 2011/2012 ARCHEOLOGIA 12 ore ATTIVITA MOTORIA 2 ore settimanali FITOTERAPIA 12 ore INTERCULTURA 12 ore LETTERATURA ITALIANA 12 ore LINGUA INGLESE (I, II Livello) 36 ore LINGUA SPAGNOLA (I, II Livello) 36 ore PITTURA DI BASE 24 ore STORIA DEL CINEMA 12 ore STORIA DELLA FILOSOFIA 12 ore STORIA DELL ARTE 12 ore STORIA DELLE RELIGIONI 12 ore 6

6 Facoltà di lettere e filosofia UNIVERSITA DI MACERATA Antonio D Isidoro Omero Proietti Facoltà di lettere e filosofia Mario Luni UNIVERSITA DI URBINO DOCENTI SCUOLA SUPERIORE Alessandro Malaspina Ruffino Gobbi Docenti Carla Capesciotti Domenico Pupilli Francesco Di Ludovico Marco Della Nave Marco Perini INSEGNANTI DI LINGUE Inglese Eleonora Vagnoni Christina Pacella Spagnolo Ana Maria Picchio N.B. - Per qualunque problema di carattere organizzativo o didattico i docenti sono pregati di rivolgersi alla segreteria della Società Operaia: tel. 0734/673307; fax 0734/683343; 7

7 PROGRAMMI DEI CORSI ARCHEOLOGIA Mario Luni Verranno presentati temi archeologici di interesse medioadriatico, nazionale e internazionale, con l ausilio di immagini seguendo il tracciato concordato con i presenti sulla base degli interessi dimostrati. Saranno discussi argomenti suggeriti da recenti ritrovamenti, mostre e pubblicazioni. Al termine degli incontri verrà effettuata una visita guidata ad una realtà archeologica particolarmente significativa (museo, parco archeologico, mostra), facendo seguito alle esperienze degli anni passati Archeologia Mario Luni 3 febbraio venerdì febbraio venerdì febbraio venerdì febbraio venerdì marzo venerdì marzo venerdì ATTIVITA MOTORIA Marco Perini Il corso, aperto ad ogni fascia di età, è finalizzato al mantenimento della forma fisica ed alla prevenzione. Gli esercizi saranno personalizzati e si baseranno sui metodi della ginnastica dolce. Le lezioni si terranno presso la palestra del Campo Sportivo nuovo nelle mattine di martedì e venerdì dalle ore alle ore FITOTERAPIA: Le piante amiche della salute Francesco Di Ludovico Giorno 1. Presentazione del Corso ed introduzione al medesimo: cosa e quali sono le piante medicinali; caratteri generali della fitoterapia. - Materiale didattico: diapositive personali (in power point), fotocopie. Dibattito interattivo sull esperienza erboristica tradizionale e moderna dei partecipanti. 8

8 Giorno 2. I malanni che giovano di una cura di tipo erboristico [Parte I]: esame di alcune patologie di più frequente riscontro nella popolazione che beneficiano della fitoterapia: apparato gastro-intestinale, apparato osteo-articolare; esempi e uso razionale delle erbe medicinali impiegate nella terapia delle malattie prese in considerazione. - Materiale didattico: diapositive personali (in power point), fotocopie. Giorno 3. I malanni che giovano di una cura di tipo erboristico [Parte II]: esame di alcune patologie di più frequente riscontro nella popolazione che beneficiano della fitoterapia: sistema nervoso, apparato cardiovascolare; esempi e uso razionale delle erbe medicinali impiegate nella terapia delle malattie prese in considerazione. - Materiale didattico: diapositive personali (in power point), fotocopie. Giorno 4. Erbe e cibi come farmaci: alla scoperta dei nutraceutici, ovvero quando anche i cibi svolgono un azione farmacologica. Esempi dei più comuni cibi amici della salute. - Materiale didattico: diapositive personali (in power point). Giorno 5. I malanni che giovano di una cura di tipo erboristico [Parte III]: esame di alcune patologie di più frequente riscontro nella popolazione che beneficiano della fitoterapia: sistema endocrino, immunologico; esempi e uso razionale delle erbe medicinali impiegate nella terapia delle malattie prese in considerazione. - Materiale didattico: diapositive personali (in power point), fotocopie. Attività interattiva: riconoscimento tramite esame morfologico di alcune piante medicinali comuni e meno (per queste ultime l identificazione tassonomica sarà individuata mediante questionario dicotomico. Materiale didattico: fotocopie relative). Giorno 6. Dibattito interattivo sul lavoro svolto: i partecipanti saranno invitati a riferire i caratteri salienti della fitoterapia e le piante maggiormente utilizzate per la cura di un malanno, al fine di essere coadiuvati per un acquisto consapevole del prodotto erboristico. Fitoterapia Francesco Di Ludovico 13 gennaio venerdì gennaio mercoledì

9 20 gennaio venerdì gennaio mercoledì gennaio venerdì gennaio martedì INTERCULTURA Carla Capesciotti Per conoscere la Cina. Percorsi attraverso la storia millenaria di un paese oggi al centro degli equilibri mondiali. 1. Geografia e storia del Paese di Mezzo. Dai secoli dell Impero alla Repubblica popolare. * Le due grandi regioni del Nord e del Sud e il loro contributo al processo di formazione della civiltà cinese. La continuità come un dato caratteristico della storia del paese. La funzione dei sovrani, fondamento dell equilibrio tra la società e l ordine naturale, e lo stretto collegamento con il concetto di mandato celeste (tianming). Una continuità sociale e istituzionale, fondata su una concezione razionale dell ordine naturale che i gesuiti, i primi occidentali a fare oggetto la civiltà cinese di uno studio sistematico nei secoli XVII e XVIII, presentano come modello all Europa. Il mutamento della prospettiva nel XIX secolo con l affermazione in Occidente di una concezione storica fondata sull idea di progresso. Le varie fasi della storia dinastica del paese dall impero antico al declino della Cina imperiale. I fattori di continuità della civiltà cinese: l importanza della scrittura e la funzione dei letterati nell organizzazione dei rapporti sociali fin dalle fasi più antiche della storia cinese. Il ruolo dei confucianesimo nella continuità della tradizione. La subordinazione della religione allo stato. Il culto degli antenati e l importanza dell organizzazione familiare nella società cinese. I riti funebri, funzionali al mantenimento della struttura familiare indipendentemente dalla fede nell immortalità. Il buddismo e il taoismo nella storia della Cina. * La crisi ideologica che investe l impero alla fine del XIX secolo. L abolizione nel 1905 degli esami di stato per il reclutamento dei funzionari, strumento tradizionale di selezione della classe dirigente. La riorganizzazione del sistema scolastico sul modello occidentale e la fondazione dell Università di Pechino nel La nascita di un movimento repubblicano, collegato alla formulazione di un nuovo concetto di nazione. La rivoluzione del Sun Yat-sen, figura di punta del movimento, assume a Nanchino il I gennaio 1912 la carica di presidente della Repubblica cinese. L abolizione del tradizionale 10

10 calendario lunare e l adozione di quello solare a simboleggiare il passaggio a una nuova era. Dopo le dimissioni di Sun Yat-sen, Yuan Shikai, eletto il 15 febbraio alla presidenza provvisoria del parlamento di Nanchino, presta giuramento davanti alla costituzione e il parlamento e il governo si trasferiscono a Pechino. Il Movimento del 4 maggio 1919, o Movimento per una Nuova Cultura, protagonista una giovane intellighenzia formatasi all estero. Nell ottobre del 1919 Sun Yat-sen riorganizza il Guomindang, il Partito nazionalista cinese, fondato nell agosto 1912 con l obiettivo di trasformare la Cina in un grande paese moderno e democratico. La fondazione nel luglio del 1921 a Shanghai del Partito Comunista cinese, che nel III Congresso del 1923 lancia la rivoluzione nazionale come priorità della propria azione. La guerra sino-giapponese e la vittoria sul Giappone nel La Cina, annoverata tra le grandi potenze, ottiene un seggio come membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La fondazione della Repubblica popolare cinese il I ottobre La riforma agraria primo atto del governo. La guerra civile tra il Guomindang, con a capo il generale Chiang Kai-shek, e il Partito comunista. La disfatta del Guomindang e la fuga del governo di Chiang Kai-shek a Taiwan. Il grande balzo in avanti ( ). La rottura con l URSS nel 62. La Rivoluzione culturale, promossa nel 66 da Mao Zedong contro l area moderata e maggioritaria del partito. L azione delle guardie rosse. La morte di Mao nel 1976 e l epurazione dei quadri della rivoluzione culturale. La modernizzazione economica con l apertura al mercato e al commercio estero con Den Xiaoping nei primi anni 80. Il massacro di piazza Tian anmen nel maggio dell 89. Nel mese di giugno Den Xiaoping afferma la continuità della politica di riforma ed apertura della Cina. L «economia socialista di mercato». La morte di Den Xiaoping e la fine dei veterani della rivoluzione. La nuova Cina. Dalla fine degli anni 90 agli inizi del III millennio. Mario Sabattini Paolo Santangelo, Storia della Cina, Laterza, Bari, 2005 Maurizio Scarpari (a cura), La Cina. Verso la modernità, vol.iii, Einaudi, Torino, 2009 Anne Cheng, Storia del pensiero cinese, vol.i e II, Einaudi, Torino, 2000 Annping Chin, Confucio. Una vita di pensiero e di politica, Laterza, Bari, 2007 François Jullien, Pensare con la Cina, Mimesis, Milano,

11 2. La Cina e l Occidente. L incontro tra due civiltà millenarie. Dal Catai di Marco Polo ( ) alla Cina del gesuita Matteo Ricci ( ). * La partenza del veneziano Marco Polo, con il padre Niccolò e lo zio Matteo, da Loiazzo nel golfo di Alessandretta in Armenia a diciassette anni nel Un viaggio durato quattro anni per incontrare Kublai Kan, nipote di Gengis Kan, il cui regno, iniziato nel 1260, segna l apogeo della potenza mongola in Cina. Al servizio dell imperatore per diciassette anni, nel 1291 Marco inizia il viaggio di ritorno che lo riporta a Venezia all età di quarantuno anni. * La missione in Cina del gesuita Matteo Ricci, figlio dello speziale maceratese Giovanni Battista. Dopo gli studi presso il Collegio Romano, oggi Pontificia Università Gregoriana, e la formazione scientifica alla scuola del tedesco Cristoforo Clavio, uno dei più celebri matematici del tempo, destinato alla missione d Oriente, nel 1577 studia lingua e cultura portoghese a Coimbra e l anno dopo salpa da Lisbona in marzo per giungere a settembre a Goa. Ordinato sacerdote nel 1580, viene inviato nell 82 a Macao per aiutare il padre Michele Ruggieri nel tentativo di entrare in Cina. Il contributo fondamentale di Matteo Ricci al successo della missione, grazie alle sue competenze scientifiche e tecniche e all apprendimento del cinese classico e della scrittura. Nell 83 la prima residenza in Cina a Zhaoqing, nella provincia del Guangdong, e l anno dopo la pubblicazione del primo Mappamondo cinese. I gesuiti vestono l abito dei bonzi buddisti, che Matteo Ricci, in cinese Li Madou e Xitai, maestro dell estremo Occidente, lascerà dodici anni dopo per indossare quello dei letterati, secondo la tradizione del confucianesino. Il cammino missionario verso la capitale dell impero. Da Zhaoqing a Shaozhou, ricco borgo commerciale, trenta chilometri più a nord. Nel 1595 l ingresso a Nanchino, sulla sponda occidentale dello Yangzi, il Fiume Azzurro, capitale dell impero per cinque dinastie e durante il regno dei primi due imperatori Ming. L espulsione da Nanchino e la decisione di ripiegare su Nanchang, nota per le scuole di preparazione agli esami di accesso alla carriera di funzionario imperiale. L affermazione e le amicizie di Ricci nel mondo dei letterati. La partenza per Pechino nel giugno del 98 e l arrivo a Nanchino, da cui era stato scacciato tre anni prima. L ingresso a Pechino, la mitica Qanbaliq di Marco Polo il 24 giugno 1601, a quarantotto anni. La consegna dei doni, che accompagnano la richiesta di udienza all imperatore Wanli, il 14 sovrano Ming. Il dialogo a distanza con l imperatore. L 11 maggio 1610, dopo una breve malattia, la morte e la concessione, per la prima volta a uno 12

12 straniero, della sepoltura nella capitale. La missione dei gesuiti in Cina dopo Matteo Ricci. * Il viaggio degli scrittori italiani nella Cina comunista. La visita di Carlo Cassola e Franco Fortini tra l ottobre e il novembre del 1955, al seguito di un gruppo di intellettuali di diversa formazione, tra cui Norberto Bobbio e Piero Calamandrei. Il presente e il passato della Cina, la natura e le città dal nord al sud del paese nel confronto di Cassola e Fortini. Il viaggio di Goffredo Parisi nel 66 in piena rivoluzione culturale. Un approccio di tipo visionario-poetico e insieme dialogico-conoscitivo. Il presente e il futuro della Cina nei saggi di Federico Rampini. Marco Polo, Il Milione, Mondadori, Milano, 1990 Filippo Mignini, Matteo Ricci. Il chiostro delle fenici, Il lavoro editoriale, Ancona, 2004 Michela Fontana, Matteo Ricci, un gesuita alla corte dei Ming, Mondadori, Milano, 2005 Gaia De Pascale, Narratori e poeti italiani del Novecento in giro per il mondo, Bollati Boringhieri, Torino, 2001 Franco Fortini, Asia Maggiore. Viaggio nella Cina e altri scritti, Manifesto Libri, Roma, 2007 Goffredo Parise, Cara Cina, in Opere, vol.ii, Mondadori, Milano, 1999 Federico Rampini, Il secolo breve. Storie di uomini, città e denaro dalla fabbrica del mondo, Mondadori, Milano, 2005 Federico Rampini, L impero di Cindia. Cina, India e dintorni: le superpotenze asiatiche da tre miliardi e mezzo di persone, Mondadori, Milano, La storia, i costumi, le tradizioni, l immaginario collettivo attraverso la produzione artistica e letteraria. La narrativa dei periodi Ming e Qing tra il XVII e il XVIII secolo. La fase di transizione dal declino della dinastia Qing alla Repubblica popolare ( ). L affermazione della narrativa rispetto alla poesia e alla saggistica, generi al vertice della gerarchia letteraria nel periodo imperiale. La traduzione di opere della letteratura occidentale. Il Movimento del 4 maggio 1919 inizio della moderna letteratura cinese. L affermazione del romanzo alla luce dei grandi modelli occidentali. Dickens, Balzac, Tolstoj. L opera di Yu Dafu ( ), Mao Dun ( ), Lao She ( ). Le donne si affacciano per la prima volta al mondo della letteratura. I 13

13 racconti e i romanzi di Zhang Ailing ( ), nata a Shanghai ed emigrata negli Stati Uniti nel Mao Zedong e la nuova politica culturale: verso la letteratura delle masse. La Rivoluzione culturale e la campagna di odio verso ogni forma di produzione individuale. Riscoperta del concetto di individuo e soggettività e riapertura del dialogo con il mondo occidentale nel quadro della politica di riforme di Den Xiaoping. Le principali voci della narrativa del 900. Gao Xingjian (1940) scrittore di teatro, romanziere e critico letterario, ha lasciato la Cina per la Francia nel Premio Nobel nel Mo Yan (1955), fondatore del movimento letterario della Ricerca delle radici. Yu Hua (1960). Il mondo contadino nel romanzo Vivere! e la rivoluzione culturale nel romanzo Brothers. Mario Sabattini Paolo Santangelo, Il pennello di lacca. La narrativa cinese dalla dinastia Ming ai giorni nostri, Laterza, Bari, 1997 Paolo Santangelo, Il sogno in Cina. L immaginario collettivo attraverso la narrativa Ming e Qing, Raffaello Cortina Editore, Milano, 1998 Nicoletta Pesaro, Letteratura cinese moderna e contemporanea, in Maurizio Scarpari (a cura), La Cina, vol.iii, Einaudi, Torino, 2009 Zhang Ailing, La storia del giogo d oro (1968), Bur, Milano, 2006 L amore arreso (1968), BUR, Milano, 2009 Lussuria e altri racconti (1983), BUR, Milano, 2007 Gao Xingjian, La montagna dell anima (1990), BUR, Milano, 2002 Mo Yan, Sorgo rosso (1988), Einaudi, Torino, 1997 L uomo che allevava i gatti ( ), Einaudi, Torino, 1997 Grande seno, fianchi larghi (1996), Einaudi, Torino, 2002 Yu Hua, Vivere! (1993), Feltrinelli, Milano, 2009 Brothers (2005), Feltrinelli, Milano, Il cinema. Verranno proiettati due film sulla Cina. Le date verranno comunicate durante il corso. Intercultura Carla Capesciotti 6 dicembre martedì ore dicembre martedì ore dicembre martedì ore gennaio martedì ore gennaio martedì ore gennaio martedì ore gennaio martedì ore febbraio martedì ore febbraio martedì ore

14 28 febbraio martedì ore marzo martedì ore marzo martedì ore LETTERATURA ITALIANA Antonio D Isidoro Poeti italiani del Duemila: Milo De Angelis: le parole come ricerca. Maurizio Cucchi: una via d uscita dal minimalismo Il realismo di Oldani. La poesia civile di D Elia La parola poetica di Antonella Anedda. Davide Rondoni: la parola dedicata. Patrizia Cavalli: la patria Fabio Pusterla: la poesia come antidoto al vuoto di civiltà. Pierluigi Cappello: Mandate a dire all imperatore Roberto Deidier: la tematica del viaggio. Davide Nota: la poesia come azione di controcultura Serena Nunzia Di Lecce: la parola come specchi. Letteratura italiana Antonio D Isidoro 6 marzo martedì ore marzo martedì ore marzo martedì ore marzo martedì ore aprile martedì ore aprile martedì ore LINGUA INGLESE - I livello Eleonora Vagnoni Il corso di inglese I livello è rivolto ai principianti absolute beginners e false beginners e alle persone che in passato abbiano già studiato a scuola o altrove la lingua inglese e vogliono consolidare la loro scarsa conoscenza della stessa ripartendo da zero. Lo scopo del corso, sin dalla prima lezione, è di insegnare l uso corretto e fluente della lingua inglese. Il corso verterà pertanto sul consolidamento delle basi per permettere allo studente di essere in grado di gestire conversazioni man mano sempre più complesse. 15

15 Obiettivi del corso: - Sostenere e comprendere una semplice conversazione di conoscenza dell altro e di introduzione di se stessi e della vita famigliare; - Lettura e scrittura di brevi testi: Describing your home and your holiday; introdurre se stessi; lettere informali e formali. - Grammatica di base: verbo to be e to have; Present Simple; there is, there are; how many?; preposition of place; some any; this, that ; - Can/can t; Past simple; time expressions; Present Continuous; Present Perfect; - Arricchimento del lessico di base e di espressioni idiomatiche. Il corso si terrà tutti i martedì e giovedì a partire da martedì 15 novembre Orario LINGUA INGLESE - II livello Christina Pacella Il corso è rivolto a chi abbia già delle conoscenze elementari della lingua inglese e sia in grado di comprendere e produrre testi semplici relativi ad argomenti di natura familiare. Obiettivo formativo è quello di far sviluppare le capacità di comprensione e di produzione sia scritta che orale in Lingua Inglese e quindi di consolidare le strutture linguistiche e grammaticali già possedute e di applicarle principalmente nella conversazione, nonché di ampliare il lessico posseduto. Al termine del percorso i partecipanti saranno in grado di capire i punti principali di discussioni su argomenti familiari, riguardanti il lavoro, la scuola, il tempo libero ecc e anche di testi di civiltà e cultura. Saranno in grado di affrontare ed interagire in situazioni che facilmente si incontrano quando si viaggia in una zona dove viene parlata la lingua come il ristorante, l aeroporto ecc. Saranno in grado di produrre testi semplici relativi ad argomenti familiari o di interesse personale. Tutti i contenuti del corso dunque saranno scelti e proposti per favorire lo sviluppo, l approfondimento, il consolidamento e l uso di nozioni di livello intermedio della lingua Inglese nelle quattro abilità linguistiche: lettura (reading), scrittura (writing), ascolto (listening), comunicazione orale (speaking). Le lezioni saranno principalmente ispirate ad un approccio comunicativo funzionale, così da permettere allo studente di sperimentare in classe l uso della lingua straniera come reale strumento di comunicazione in situazioni e setting reali ricreati in classe. Si proporranno 16

16 quindi, attività di ascolto, lettura, comprensione e traduzione di testi scritti e comunicazione orale. Nel dettaglio, si impiegheranno le seguenti metodologie: lezione frontale, lezione dialogata/partecipata, conversazione, esercizi di grammatica, lavoro di gruppo, analisi guidata/controllata di testi, ascolto di materiale in lingua madre da CD e video. Il corso si terrà tutti i martedì e giovedì a partire da martedì 15 novembre Orario LINGUA SPAGNOLA I-II LIVELLO Ana Maria Picchio Spagnolo 1 livello 1-4 Novembre - Dicembre Contenuti: Saludos y presentaciones. Profesiones y nacionalidades. Localización y descripción de objetos. Preguntar y decir la hora. Género y número de sustantivos y adjetivos. Adjetivos demostrativos y posesivos. Artículos determinados e indeterminados. Números cardinales y ordinales. Presente de indicativo de verbos regulares e irregulares. Hay- está/n Países hispanoamericanos. Ciudades y comunidades Autónomas de España. Moverse por la ciudad. 5-9 Gennaio - Febbraio Contenuti: Dar órdenes. Expresar gustos y preferencias. Descripción de una persona. La familia. Meses del año. Adjetivos de color. Pronombres personales de complemento Directo. 17

17 Imperativos regulares e irregulares. Tener + que+ infinitivo Estar + gerundio. Ir a + infinitivo. Marcadores temporales. Hábitos alimenticios. Mercados y mercadillos. Fiestas tradicionales españolas. Lugares y monumentos de interés Marzo, Aprile, Maggio Contenuti: Hablar de hechos del pasado. Pedir y dar información sobre : medios de transporte y tiempo atmosférico. Pronombres y adjetivos indefinidos. Pretérito Perfecto Pretérito Indefinido. Verbos impersonales: llover, nevar. Pretérito Imperfecto. Pintura Española y latinoamericana. Il corso è rivolto a chi parte come principiante nello studio dello spagnolo, e darà allo studente la possibilità di sviluppare tutte le aree di apprendimento (orale, scritto, lettura e ascolto), attraverso temi di attualità e simulazioni di situazioni quotidiane (al ristorante, in ufficio, al telefono, ecc..) Bibliografia: Nuevo Ven 1 libro del alumno y libro de ejercicios (curso de español para italianos) F. Castro; F. Marín; R.Morales; S. Rosa; editorial edelsa. Claro que sí! 1 libro del alumno y de ejercicios ( curso de español para italianos 1) José Pérez Navarro; Carla Polettini; editorial Zanichelli. SPAGNOLO LIVELLO INTERMEDIO 1-3 Novembre - Dicembre Contenuti Contar la biografía de una persona. 18

18 Hablar de gustos y aficciones. Hablar de estados de ánimo. Expresar obligación de forma personal e impersonal. Revisión de los tiempos del pasado: Pretérito Perfecto/ Pretérito Indefinido. Estaba+ Gerundio. Llevar + Gerundio. Futuro Imperfecto. Presente de Subjuntivo. Imperativo. Preparar recetas de cocina. Patrimonios de la Humanidad en el mundo hispano. 4-6 Gennaio - Febbraio Contenuti Expresar probabilidad e hipótesis. Preguntar y dar instrucciones para llegar a un lugar. Transmitir lo dicho por otra persona. Estilo indirecto. Condicional simple. Pretérito Pluscuamperfecto. Futuro Perfecto. Opciones para una vida sana. Famosos de lengua hispana. 7-9 Marzo - Aprile - Maggio Contenuti Comentar las incidencias de un viaje. Expresar quejas y reclamar. Cuando + Subjuntivo/ Indicativo. Esperar + que+ Subjuntivo; esperar + Infinitivo. Cómo es posible que + Subjuntivo. Tipos de turismo- medios de transporte. Il corso è destinato a chi ha conoscenze di base dello spagnolo e ha l obiettivo di fornire agli allievi uno strumento di supporto e rinforzo della comprensione e di autovalutazione in modo molto interattivo. Bibliografia: Nuevo Ven 2 (ibro del alumno y de ejercicios) F. Castro; F. Marín; R Morales; editorial edelsa 19

19 Claro que sí! 2 (libro del alumno y de ejercicios) José Navarro; Carla Polettini; editorial Zanichelli Le lezioni si terranno ogni lunedì e mercoledì dalle alle a partire da lunedì 15 novembre PITTURA DI BASE Prof. Alessandro Malaspina Durante il corso verranno svolte inizialmente 5 lezioni teoriche riguardanti la formazione e la mescolanza dei colori, la cui stesura verrà fatta su fogli predi segnati con l uso di pennelli di fibra sintetica e tempera ad acqua. Le cinque lezioni saranno così articolate: 1 Colori primari, secondari e terziari nel cerchio cromatico. 2-3 Tagli del colore: con il bianco per i toni pastello, col nero per i toni terrosi, col grigio per i colori offuscati, col complementare per i colori distrutti. 4-5 Contrasto di luminosità tra primari e secondari, illusioni cromatiche tra secondari e terziari, accordi cromatici armonici. Successivamente si potrà procedere all esecuzione di piccoli paesaggi veristici aventi gradi di difficoltà accessibili a chiunque abbia questa minima formazione di base. I discenti saranno comunque seguiti singolarmente in ogni fase esecutiva dei piccoli dipinti. Le spese dei materiali saranno a carico degli iscritti Pittura di base Alessandro Malaspina 14 novembre lunedì ore novembre lunedì ore dicembre lunedì ore gennaio lunedì ore gennaio lunedì ore febbraio lunedì ore febbraio lunedì ore febbraio lunedì ore febbraio lunedì ore marzo lunedì ore marzo lunedì ore marzo lunedì ore

20 STORIA DEL CINEMA Marco Della Nave Riso amaro. Cinema italiano oltre il perimetro della commedia. sabato 19 novembre 2011 ore Vita da cani, 1950, Mario Monicelli, Steno sabato 10 dicembre 2011 ore Lo sceicco bianco, 1952, Federico Fellini sabato 14 gennaio 2012 ore La donna scimmia, 1964, Marco Ferreri sabato 4 febbraio 2012 ore Io la conoscevo bene, 1965, Antonio Pietrangeli sabato 3 marzo 2012 ore In nome del popolo italiano, 1971, Dino Risi sabato 31 marzo 2012 ore L ingorgo, 1979, Luigi Comencini fuori programma (in data da concordare con gli iscritti) Scarpette rosse (The Red Shoes, G. B., 1948), Michael Powell e Emeric Pressburger STORIA DELL ARTE Prof. Domenico Pupilli Rivoluzione nell arte tra 800 e 900. Il ribaltamento dei valori estetici e percettivi da Manet a Cezanne. 1. Manet e Monet: il precursore e il protagonista dell impressionismo. Peculiarità individuali dei maestri: Pissarro, Sisley, Renoir, Degas. 2. Formazione accademica e modernità in Degas e Rodin. Il caso Rousseau. 3. Cézanne: critica e superamento dell impressionismo. 21

SETTORE ECONOMICO TURISMO

SETTORE ECONOMICO TURISMO SETTORE ECONOMICO TURISMO PIANO DI LAVORO DOCENTE - URAS MARIA EMILIA LINGUA E CIVILTA SPAGNOLA CLASSE IV A Turismo (terza lingua) Data di presentazione 16 Novembre 2013 1 PROFILO DELLA CLASSE Tutti gli

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ALESSANDRO DA IMOLA PIANO DI LAVORO. Bartolini Michela MATERIA: SPAGNOLO CLASSE: 3 SEZIONE: G. a.s.

ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ALESSANDRO DA IMOLA PIANO DI LAVORO. Bartolini Michela MATERIA: SPAGNOLO CLASSE: 3 SEZIONE: G. a.s. ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ALESSANDRO DA IMOLA CON LICEI LINGUISTICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO E DELLE SCIENZE SOCIALI DISTRETTO SCOLASTICO 33 IMOLA Via Manfredi 1/A 40026 Imola (BO) Tel. 0542 23606 PIANO

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Disciplina: SPAGNOLO TRAGUARDI COMPETENZE FINE SCUOLA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA'/CAPACITA CONOSCENZE L alunno comprende oralmente e per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIPARTIMENTO Pagina 1 di 6 INGRESSO LA CLASSE, IN QUESTI MESI, HA DIMOSTRATO UNA BUONA ATTENZIONE DURANTE LE LEZIONI, IMPEGNO E DESIDERIO DI IMPARARE. IL COMPORTAMENTO È STATO CORRETTO. PROFILO CLASSE USCITA Il profilo

Dettagli

Fondazione Sanguanini Rivarolo MN Programma corso di Spagnolo 1 livello 2012-2013 Docente: Nair Maconi Durata del corso: 30 ore costo: 130 PERIODO/ORE

Fondazione Sanguanini Rivarolo MN Programma corso di Spagnolo 1 livello 2012-2013 Docente: Nair Maconi Durata del corso: 30 ore costo: 130 PERIODO/ORE Fondazione Sanguanini Rivarolo MN Programma corso di Spagnolo 1 livello 2012-2013 Docente: Nair Maconi Durata del corso: 30 ore costo: 130 CONTENUTI SPECIFICI UNITA DIDATTICHE E/O MODULI E/O ED EVENTUALI

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO A.S.: 2015/2016 CLASSE PRIMA sez. C PROGRAMMAZIONE

LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO A.S.: 2015/2016 CLASSE PRIMA sez. C PROGRAMMAZIONE LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO A.S.: 2015/2016 CLASSE PRIMA sez. C PROGRAMMAZIONE OBIETTIVI Obiettivo del percorso di studi è il raggiungimento della competenza linguistico-comunicativa corrispondente

Dettagli

Università degli Studi di Bari

Università degli Studi di Bari Università degli Studi di Bari Corso di Laurea magistrale in Filologia moderna / Filologia, Letterature e Storia dell'antichità / Scienze dello Spettacolo e Produzione multimediale / Scienze Filosofiche

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. Prof. ssa: Emma Ferrabò. Testo in adozione. Testo in adozione

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. Prof. ssa: Emma Ferrabò. Testo in adozione. Testo in adozione PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2014 / 2015 Dipartimento (1) : LINGUE COMUNITARIE SECONDA LINGUA STRANIERA - SPAGNOLO Coordinatore (1) : Novak Giuliana Classe: 3E 3D Indirizzo Tecnico

Dettagli

ITALO CALVINO fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115. via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI

ITALO CALVINO fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115. via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115 ITALO CALVINO fax: 0257500163 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ALDO MORO BUCCINASCO I. PROGRAMMAZIONE LINGUA SPAGNOLA a. s. 2012/2013. Professori: Francesco Paolo Faggiano Silvia Ragusa

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ALDO MORO BUCCINASCO I. PROGRAMMAZIONE LINGUA SPAGNOLA a. s. 2012/2013. Professori: Francesco Paolo Faggiano Silvia Ragusa ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ALDO MORO BUCCINASCO I PROGRAMMAZIONE LINGUA SPAGNOLA a. s. 2012/2013 Professori: Francesco Paolo Faggiano Silvia Ragusa CLASSI PRIME METODO Il metodo utilizzato sarà di tipo nozionale-funzionale

Dettagli

Obiettivi Cognitivi - Mantenere consolidati gli aspetti fondamentali della fonetica delle lingua cinese e del sistema di trascrizione pinyin.

Obiettivi Cognitivi - Mantenere consolidati gli aspetti fondamentali della fonetica delle lingua cinese e del sistema di trascrizione pinyin. Docente G. Colombo Materia L. Cinese Classe VL Programmazione Preventiva Anno Scolastico 2012-2013 Data 31/10/2012 Obiettivi Cognitivi - Mantenere consolidati gli aspetti fondamentali della fonetica delle

Dettagli

L alunno di origine cinese

L alunno di origine cinese L alunno di origine cinese Il contesto culturale e le problematiche nella scuola italiana La Cina e il popolo cinese; Cenni storici; L organizzazione sociale; Il fenomeno migratorio; I cinesi in Italia;

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria INGLESE SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per la lingua inglese (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE

Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE Finalità e senso della disciplina - In affinità con le altre

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Classe Prima All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che permettono

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ T MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO

Dettagli

ATTIVITÀ DEL DOCENTE

ATTIVITÀ DEL DOCENTE DOCENTE Anna Invernizzi MATERIA Spagnolo DESTINATARI 2AES ANNO SCOLASTICO 2012-2013 RELAZIONE A CONSUNTIVO competenze CONCORDATE CON CONSIGLIO DI CLASSE VEDI RELAZIONE A CONSUNTIVO DEL CDC Raggiunto (sì/no)

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO - COMPETENZE ATTESE Al termine del percorso liceale lo studente deve saper:

LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO - COMPETENZE ATTESE Al termine del percorso liceale lo studente deve saper: LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO - LINEE GENERALI Lo studio della lingua e della cultura straniera perseguirà lo sviluppo di competenze linguisticocomunicative e di conoscenze relative all'universo

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

1. GRAMMATICA. Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso).

1. GRAMMATICA. Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). ATON SRL Via Spagna, 50 87036 Rende (CS) tel. e fax 0984/447095 e-mail info@atonweb.it sito web

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA La scuola Primaria si propone di introdurre i bambini nel mondo della conoscenza, maturando in ciascuno la capacità di esprimere le proprie esperienze attraverso la lettura, la scrittura,

Dettagli

Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE

Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. 1.FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE 1) Comprendere l importanza della lingua straniera come strumento

Dettagli

Liceo G.B. Vico Corsico a.s. 2014-15

Liceo G.B. Vico Corsico a.s. 2014-15 Liceo G.B. Vico Corsico a.s. 2014-15 Programma svolto durante l anno scolastico Classe: 1I Materia: Spagnolo Insegnante: Prof. Ilario Neri Testo utilizzato: - Santos Qué me cuentas de nuevo?, vol.1, ;

Dettagli

LICEO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Liceo Scienze Umane PIANO DI LAVORO ANNUALE

LICEO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Liceo Scienze Umane PIANO DI LAVORO ANNUALE LICEO TITO LUCREZIO CARO CITTADELLA Liceo Scienze Umane PIANO DI LAVORO ANNUALE Docente : Nicoletta Marcon Materia : Inglese Classe : I BSU Anno scol.: 2010-2011 SITUAZIONE DI PARTENZA: La classe 1 BSU,

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due assi fondamentali:

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Le linee programmatiche del Dipartimento, sulla base della tassonomia specificata nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Straniere (1996)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che

Dettagli

Corsi di lingua e cultura italiana per stranieri

Corsi di lingua e cultura italiana per stranieri Corsi di lingua e cultura italiana per stranieri SOCIETA DANTE ALIGHIERI COMITATO DI ROMA ITALIANO / 2013-2014 Il Comitato di Roma della Società Dante Alighieri Quella che noi promoviamo è un opera altamente

Dettagli

SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

SCUOLA MEDIA UNIFICATA PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER LA PRIMA LINGUA STRANIERA - INGLESE E necessario che all apprendimento delle lingue venga

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C Insegnante : Piera Buono ITALIANO : obiettivi COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - prestare attenzione in situazione di ascolto - individuare gli elementi

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE ANNO SCOLASTICO: 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE ANNO SCOLASTICO: 2015/2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE ANNO SCOLASTICO: 2015/2016 Prof.sse: Dal Farra Paola, Paganini Lisa, Sangoi Claudia Andrea Disciplina: Lingua e civiltà Spagnola Classe: 1^ D E AFM Situazione generale delle classi

Dettagli

Centro de Lengua Española info@centrodelenguaespanola.it lenguaesp@hotmail.com

Centro de Lengua Española info@centrodelenguaespanola.it lenguaesp@hotmail.com Centro de Lengua Española info@centrodelenguaespanola.it lenguaesp@hotmail.com Milano, septiembre 2007 Al Dirigente Scolastico Al Collegio Docenti Chi siamo El Centro de Lengua Española opera a Milano

Dettagli

TESTO/I ADOTTATO/I: C. Polettini, J. Pérez Navarro, Adelante, vol. 1 e 2, Zanichelli, Bologna, 2011. COMPETENZE

TESTO/I ADOTTATO/I: C. Polettini, J. Pérez Navarro, Adelante, vol. 1 e 2, Zanichelli, Bologna, 2011. COMPETENZE Anno scolastico / PRIMO BIENNIO Corso Diurno Classe: 2BF Indirizzo AFM (Amministrazione Finanza e Marketing) RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE di: LINGUA E CIVILTA (SPAGNOLO) PROF.SSA MEGGIOLARO SARA TESTO/I

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI GENOVA. Programmazione di Lingue e Letteratura Inglese A.s. 2015-2016. Classe Prima

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI GENOVA. Programmazione di Lingue e Letteratura Inglese A.s. 2015-2016. Classe Prima LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI GENOVA Programmazione di Lingue e Letteratura Inglese A.s. 2015-2016 Classe Prima Obiettivi cognitivi, operativi e relazionali. Individuare un corretto metodo di lavoro

Dettagli

SPAGNOLO SECONDA LINGUA

SPAGNOLO SECONDA LINGUA SPAGNOLO SECONDA LINGUA QUINTA GINNASIO Verranno rafforzate ed ampliate le conoscenze linguistiche e le funzioni comunicative apprese nel primo anno, attraverso un analisi più complessa degli esponenti

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE DISCIPLINA: SPAGNOLO. CONOSCENZE ESSENZIALI DEI MODULI DIDATTICI DI RECUPERO (in riferimento ai saperi minimi )

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE DISCIPLINA: SPAGNOLO. CONOSCENZE ESSENZIALI DEI MODULI DIDATTICI DI RECUPERO (in riferimento ai saperi minimi ) DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE DISCIPLINA: SPAGNOLO I LICEO LINGUISTICO - Pronomi personali soggetto, riflessivi e complemento - Articoli, preposizioni articolate - Genere/numero di nomi/aggettivi - Presente

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING PARTE 1

ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING PARTE 1 PIANO DI LAVORO ANNUALE ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING INSEGNANTE: CORSO SILVANA MATERIA DI INSEGNAMENTO: INGLESE CLASSE SECONDA A ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PARTE 1 LIVELLO COMPETENZE

Dettagli

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA Lo sviluppo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 15 SCUOLA MEDIA ZAPPA. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI LINGUA SPAGNOLA CLASSI SECONDE A.S. 2013/14 DOCENTE: ARCANGELA DANIELA PERTA

ISTITUTO COMPRENSIVO 15 SCUOLA MEDIA ZAPPA. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI LINGUA SPAGNOLA CLASSI SECONDE A.S. 2013/14 DOCENTE: ARCANGELA DANIELA PERTA ISTITUTO COMPRENSIVO 15 SCUOLA MEDIA ZAPPA. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI LINGUA SPAGNOLA CLASSI SECONDE A.S. 2013/14 DOCENTE: ARCANGELA DANIELA PERTA OBIETTIVI DELL'INSEGNAMENTO DELLA LINGUA STRANIERA NEL

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez.

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez. PROGETTAZIONE ANNUALE CORSO: A. S. 200_/0_ Classe sez. Disciplina: ANALISI DELLA CLASSE: Situazione di partenza Descrivere tipologia, (caratteristiche cognitive, comportamentali, atteggiamento verso la

Dettagli

DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO

DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO COMUNE DI CREMONA Assessorato Politiche Educative, Formazione Professionale e Rapporti con l Università DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO GLI OBIETTIVI L iniziativa

Dettagli

Classe composta da 19 studenti, capaci ma talvolta un po' troppo esuberanti. Si dimostrano comunque interessati alla materia.

Classe composta da 19 studenti, capaci ma talvolta un po' troppo esuberanti. Si dimostrano comunque interessati alla materia. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Anno scolastico 2013-2014 Lingua e civiltà straniera: spagnolo Docente: Laura Fiori Spagnolo terza lingua: classe 4C ( quarto anno dello studio della lingua) n. ore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 CLASSI PRIME FINALITA': 1) Sviluppare una competenza plurilingue

Dettagli

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX.

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura. it, ed. Bruno

Dettagli

PROGRAMMA D AULA E D ESAME. LINGUA: SPAGNOLO (prima lingua, primo anno) codice 6029, Percorso 1 Coordinatore: Prof. Maria del Mar GILARRANZ LAPEÑA

PROGRAMMA D AULA E D ESAME. LINGUA: SPAGNOLO (prima lingua, primo anno) codice 6029, Percorso 1 Coordinatore: Prof. Maria del Mar GILARRANZ LAPEÑA PROGRAMMA D AULA E D ESAME LINGUA: SPAGNOLO (prima lingua, primo anno) codice 6029, Percorso 1 Coordinatore: Prof. Maria del Mar GILARRANZ LAPEÑA Introduzione pag. 2 Programma del corso pag. 2 Testi adottati

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE CURRICOLO DI INGLESE FINALITÀ Le finalità dell insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto riguardano: a) l area formativa: la lingua straniera

Dettagli

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016 I.C. ARBE -ZARA Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano a.s. 2015/2016 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE CLASSI 1A - 1B Docente: DANIELA BAIO 1 1. COMPETENZE Tenendo

Dettagli

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015 Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan -III Istituto Statale D Arte Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2015/2016 CLASSE 2^ D

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2015/2016 CLASSE 2^ D PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2015/2016 CLASSE 2^ D Indirizzo Scientifico opzione Scienze Applicate COORDINATORE: prof. Alessandro Pepe COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI CLASSE DOCENTE Pepe Alessandro

Dettagli

ARCI LINGUE. per unire il mondo. anno 2010 2011 INGLESE SPAGNOLO FRANCESE TEDESCO ARABO CINESE RUSSO SERBO-CROATO GIAPPONESE PORTOGHESE

ARCI LINGUE. per unire il mondo. anno 2010 2011 INGLESE SPAGNOLO FRANCESE TEDESCO ARABO CINESE RUSSO SERBO-CROATO GIAPPONESE PORTOGHESE ARCI LINGUE per unire il mondo anno 2010 2011 INGLESE SPAGNOLO FRANCESE TEDESCO ARABO CINESE RUSSO SERBO-CROATO GIAPPONESE PORTOGHESE Italiano per stranieri Imparare è facile, divertente, rilassante, economico

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO CURRICOLO della LINGUA INGLESE Asse dei linguaggi: utilizzare la lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi COMPETENZA CHIAVE EUROPEA -Comunicazione nelle lingue europee: comprendere

Dettagli

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari:

Indirizzo: TURISMO. Classe: QUARTA AT BT. Disciplina: ARTE E TERRITORIO TRIENNIO. Competenze disciplinari: Indirizzo: TURISMO Classe: QUARTA AT BT Disciplina: ARTE E TERRITORIO prof. ssa DANIELA GERONI Competenze disciplinari: COMPETENZE 1. Individuare i rapporti intercorrenti tra uomo, ambiente, economia nazionale

Dettagli

CORSI DI MUSICA PER ADULTI E RAGAZZI CORSI DI LINGUE SERALI PER ADULTI

CORSI DI MUSICA PER ADULTI E RAGAZZI CORSI DI LINGUE SERALI PER ADULTI Via Cairoli 25 Contatti: 0382/815020 biblioteca@comune.gropellocairoli.pv.it ANNO 2011-2012 CORSI DI MUSICA PER ADULTI E RAGAZZI CORSI DI LINGUE SERALI PER ADULTI LE ISCRIZIONI AI CORSI DI MUSICA E DI

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 3 D SIA Materia: Francese Docente: Cavicchi Clara Daniela Situazione di partenza della classe Gli alunni del gruppo di francese, provengono

Dettagli

Paesaggi letterari ferraresi

Paesaggi letterari ferraresi CORSO DI ITALIANO 1 MIDDLEBURY COLLEGE SCHOOL IN ITALY DOCENTE: D. ssa M. Pavani Florestano Vancini, La lunga notte del 43 Argomento del Corso: Paesaggi letterari ferraresi Ferrara fuori e dentro le mura

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO È PREVISTO IL RAGGIUGIMENTO DI UNA COMPETENZA LINGUISTICO-COMUNICATIVA CORRISPONDENTE AL LIVELLO A1 DEL

AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO È PREVISTO IL RAGGIUGIMENTO DI UNA COMPETENZA LINGUISTICO-COMUNICATIVA CORRISPONDENTE AL LIVELLO A1 DEL CURRICOLO VERTICALE DI LINGUA SPAGNOLA AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO È PREVISTO IL RAGGIUGIMENTO DI UNA COMPETENZA LINGUISTICO-COMUNICATIVA CORRISPONDENTE AL LIVELLO A1 DEL QUADRO COMUNE

Dettagli

Piano di lavoro A.S. 2014-15. Docenti di lettere. Italiano Storia Geografia

Piano di lavoro A.S. 2014-15. Docenti di lettere. Italiano Storia Geografia ISTITUTO COMPRENSIVO VERONA N. 6 CHIEVO BASSONA BORGO NUOVO Via Puglie, 7/e 37139 Verona Tel.: 045.565602 Fax: 045.572033 e- mail: dirigente@ic6verona.it Piano di lavoro A.S. 2014-15 Docenti Discipline

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163

Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sede Coordinata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI fax:

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ B MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO ORE

Dettagli

Centro Studi F. D. ELLCI S.r.l. Via Niccolò Paganini 18 20131 Milano (Italia) telefono +39-02-29.53.13.59 fax +39-02-20.24.82.59

Centro Studi F. D. ELLCI S.r.l. Via Niccolò Paganini 18 20131 Milano (Italia) telefono +39-02-29.53.13.59 fax +39-02-20.24.82.59 Centro Studi F. D. ELLCI S.r.l. Via Niccolò Paganini 18 20131 Milano (Italia) telefono +39-02-29.53.13.59 fax +39-02-20.24.82.59 info@ellci.it http://www.ellci.it ELLCI (Ente Lombardo Lingua & Cultura

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

INGLESE FRANCESE TEDESCO SPAGNOLO RUSSO PORTOGHESE CINESE

INGLESE FRANCESE TEDESCO SPAGNOLO RUSSO PORTOGHESE CINESE COMUNE DI MASSA COMUNICARE ASSOCIAZIONE APUANA LINGUE STRANIERE INGLESE FRANCESE TEDESCO SPAGNOLO RUSSO PORTOGHESE CINESE LABORATORIO LINGUISTICO COMUNALE ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Dettagli

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 (Units Grammatica della frase e del testo 1-5) 2 (Units Grammatica della frase e del testo 6-10) 3 (Units Grammatica della frase e del testo 11-15) 4 INTRODUZIONE AL

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08 /09 /15 Pag. di. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J.C. MAXWELL Data: 08 /09 /15 Pag. di. PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA INDIRIZZO SCOLASTICO DISCIPLINA X MECCANICA e MECCATRONICA X ELETTRONICA LOGISTICA e TRASPORTI LICEO SCIENTIFICO INGLESE (3h) PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S 2015/ 2016 MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA DOCENTE

Dettagli

P.E.I. PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

P.E.I. PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Scuola Secondaria Statale di Primo Grado Via Pascoli Via G. Pascoli, 256-47521 CESENA (FC) Tel. 0547/611134 - Fax. 0547/29163 E-mail: fomm03100p@istruzione.it - www.viapascolicesena.gov.it P.E.I. PIANO

Dettagli

Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura.it, ed. Bruno Mondadori, voll. 1 e 2; Dante,Divina Commedia, ed varie

Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura.it, ed. Bruno Mondadori, voll. 1 e 2; Dante,Divina Commedia, ed varie ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 4 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura.it, ed. Bruno

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Classe: III Sez. B Materia : Inglese Docente: prof.ssa Francesca Giorgetti 1.ANALISI DELLA CLASSE (giudizi

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

La Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina,

La Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina, CORSO DI LINGUA CINESE Istiituto Sociialle dii Toriino La Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina, in collaborazione con l Istituto Sociale di Torino, è lieta di presentare un offerta

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE CHI SIAMO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI DI MONZA E FORMATA DA DUE PLESSI : PLESSO ARDIGO : via Magellano, 42 PLESSO

Dettagli

XVIII SCUOLA ESTIVA DI ASTRONOMIA DI STILO della SOCIETÀ ASTRONOMICA ITALIANA 21 26 luglio 2014 Stilo (Reggio Calabria)

XVIII SCUOLA ESTIVA DI ASTRONOMIA DI STILO della SOCIETÀ ASTRONOMICA ITALIANA 21 26 luglio 2014 Stilo (Reggio Calabria) XVIII SCUOLA ESTIVA DI ASTRONOMIA DI STILO della SOCIETÀ ASTRONOMICA ITALIANA 21 26 luglio 2014 Stilo (Reggio Calabria) La Società Astronomica Italiana, d intesa con il MIUR - Direzione Generale per gli

Dettagli

Syllabus Descrizione del corso

Syllabus Descrizione del corso Syllabus Descrizione del corso Titolo del corso Letteratura dell infanzia ed aspetti didattici Codice del corso 11363 M-PED/02 disciplinare del corso Corso di studio Scienze della Formazione Primaria Semestre

Dettagli

Arci Corsi 2011/2012 (1^ parte) Lingue >< Fotografia >< Teatro >< Enigmistica

Arci Corsi 2011/2012 (1^ parte) Lingue >< Fotografia >< Teatro >< Enigmistica Arci Corsi 2011/2012 (1^ parte) Lingue >< Fotografia >< Teatro >< Enigmistica LINGUE La proposta formativa si articola in corsi suddivisi in vari livelli. Le lezioni sono di 1h 30 e si tengono con frequenza

Dettagli

CATALOGO CORSI FONDIMPRESA

CATALOGO CORSI FONDIMPRESA CATALOGO CORSI FONDIMPRESA LINGUA FRANCESE PER LE RELAZIONI D'AFFARI interlocutori parlanti la lingua francese, in piccoli gruppi di lavoro. Descrivere il proprio lavoro, parlare dell'organizzazione aziendale,

Dettagli

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere Servizio orientamento FOTO Milano - Largo A. Gemelli, 1 Scrivi a servizio.orientamento@unicatt.it Telefona al numero 02

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: LATINO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-14 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia.

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia. 1. Macroarea progettuale 4 CREATIVITA ED ESPRESSIVITA 2. Coordinatore progetto DE MARCHI ANTONIETTA. 3. Obiettivi Sviluppare la creatività e la manualità. Potenziare lo sviluppo della motricità fine e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

PROGRAMMI DI LINGUA SPAGNOLA LIVELLI A2-B1-B2-C1-C1acc.-C2 acc. C.L.A. Università di Verona a.a. 2007-2008

PROGRAMMI DI LINGUA SPAGNOLA LIVELLI A2-B1-B2-C1-C1acc.-C2 acc. C.L.A. Università di Verona a.a. 2007-2008 PROGRAMMI DI LINGUA SPAGNOLA LIVELLI A2-B1-B2-C1-C1acc.-C2 acc. C.L.A. Università di Verona a.a. 2007-2008 Dott.ssa Anna Altarriba Dott.ssa Susana Benavente Dott.ssa Margarita Checa Dott.ssa Mª Beatriz

Dettagli

Progetti comuni ai vari indirizzi e confermati negli anni: Progetti caratterizzanti

Progetti comuni ai vari indirizzi e confermati negli anni: Progetti caratterizzanti I Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo,

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014

PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014 SCUOLA SECONDARIA di 1 GRADO «U. NOBILE» Ciampino PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014 PREMESSA Le motivazioni che spingono ad elaborare un progetto di avviamento

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

British Summer Camp & Preparation Course 2014

British Summer Camp & Preparation Course 2014 British Summer Camp & Preparation Course 2014 Sono arrivati i migliori corsi d inglese estivi British School Lugo!! Ti aspettano tantissime novità e giochi in lingua. Sfoglia il catalogo, scegli e prenota!!

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli