Scelti i direttori di Asp, Asm e Crob Mario Marra, Gianpiero Maruggi e Pasquale Amendola

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scelti i direttori di Asp, Asm e Crob Mario Marra, Gianpiero Maruggi e Pasquale Amendola"

Transcript

1 Quotidiano Regione Basilicata inserto di Anno 2 Numero 1 del 02/01/2012 Reg. N 268/1999 Tribunale di Potenza. Editore: Regione Basilicata - Via V. Verrastro Potenza. Direttore: Giovanni Rivelli. Redazione: G. Fiorellini, G. Mafaro, N. Nicoletti Tel Fax Unione europea Agricoltura scommessa vinta Salvi i fondi Psr Scongiurato il disimpegno delle risorse comunitarie. L assessore Mazzocco: abbiamo dato una risposta concreta al mondo agricolo Il 30 dicembre la giunta ha effettuato le nomine dei vertici nella sanità lucana Scelti i direttori di Asp, Asm e Crob Mario Marra, Gianpiero Maruggi e Pasquale Amendola Marra Sfida vinta sui fondi Psr. Grande la soddisfazione dell assessore regionale all Agricoltura Vilma Mazzocco: Siamo riusciti a perseguire l obiettivo di spesa fissato per il 31 dicembre e scongiurato il disimpegno automatico da parte dell Ue. Abbiamo dato risposte concrete al mondo agricolo. E per l anno appena iniziato pronti a nuove scommesse. Maruggi Amendola La giunta regionale di Basilicata ha effettuato le nomine dei direttori generali di Irccs Crob, Asm e Asp. La scelta è caduta, rispettivamente, su Pasquale Francesco Amendola, Gianpiero Maruggi e Mario Marra. Pasquale Amendola, 65 anni, passa dalla direzione generale dell Asp a quella dell Irccs Crob di Rionero. Laureato in Medicina nel 1972,, ha al suo attivo pubblicazioni scientifiche e la docenza in master universitari. Giampiero Maruggi, ha 55 anni, è potentino ma vive a Matera. La sua lunga carriera manageriale si è svolta all interno delle banche. Mario Marra, ha 61 anni. Laureato in giurisprudenza, ha guidato per anni diverse Aziende Sanitarie della Regione Basilicata. A PAG. 3 A PAG. 2 Rinnovabili Lavoro Arte in lutto Prima risposta alle innovazioni normative Mastrosimone: sostegno alle classi disagiate Il cordoglio del governatore De Filippo Nuove disposizioni Aiuti alle imprese, per produrre energia 9 milioni a tasso zero Addio a Marino, maestro poliedrico Il ddl approvato dalla giunta Aziende, microcredito agevolato Si è spento a 91 anni in Francia A PAG. 4 A PAG. 3 A PAG. 3 Dalla Cina (a Matera) con colore Un Capodanno di sobrietà e sicurezza A Montalbano politici presi di mira Il fotoracconto di Giovanni Oliva Brindisi sereno in Basilicata Distrutta l auto dell assessore Ha passato dieci anni in Cina come manager nel settore dei salotti. E ritornato nella sua Matera per presentare il suo libro Matera Kunshan. Andata e Ritorno. Racconto fotografico. Giovanni Oliva racconta la Cina con lo sguar- Feriti ce ne sono stati, ma solo in incidenti stradali: nessuno si è fatto male con i botti nel Capodanno lucano. Forse per via delle campagne sulla sicurezza, forse perché sta cambiando naturalmente qualcosa, fatto sta che si è Aveva ricevuto già tentativi di aggressione. Adesso gli hanno distrutto l auto: nella notte di San Silvestro hanno sfondato un cristallo e gettato nell auto un petardo. L auto è inservibile. L assessore Donato Pierro dice: do di chi è andato al cuore di un popolo. La Gazzetta del Mezzogiorno sparato poco e senza correre rischi. Il Quotidiano della Basilicata non temo nessuno e non mi lascio intimidire. La Nuova del Sud

2 N. 1 PAG. 2 Effettuate le nomine dei direttori generali delle due aziende e del centro oncologico Sanità, i tre prescelti per Asp, Asm e Irccs Crob Profili in breve I nomi: Mario Marra, Gianpiero Maruggi e Pasquale Amendola La decisione è stata presa dalla giunta regionale nella seduta del 30 dicembre Prima della fine dell anno, il 30 dicembre dell anno passato, la giunta regionale di Basilicata ha effettuato le nomine dei direttori generali di Irccs Crob, Asm e Asp. La scelta è caduta, rispettivamente, su Pasquale Francesco Amendola, Gianpiero Maruggi e Mario Marra. Pasquale Amendola passa dalla direzione generale dell Asp a quella dell Irccs Crob di Rionero. Sessantacinque anni compiuti lo scorso luglio, laureato in Medicina nel 1972 ed abilitato alla professione nell anno successivo, ha in curriculum numerosi inca- Mario Marra richi in sanità, tra incarichi medici, negli ospedali di Melfi, Bisaccia (Av) e Venosa, e incarichi di direzione, da vicedirettore Sanitario all Azienda Ospedaliera San Carlo nel 1988 a direttore sanitario nella stessa struttura, nel 2000, ed è poi stato Direttore Sanitario al Crob nel periodo tra il 2002 e il Il 30 dicembre 2008 la nomina a direttore generale della Asp. Al suo attivo pubblicazioni scientifiche e la docenza in master universitari. Giampiero Maruggi, nuovo direttore generale della Asm, ha 55 anni. Potenti- no ma residente a Matera, proviene invece dal mondo bancario. Ancora non ventenne inizia a lavorare alla Cassa di Risparmio di Calabria e di Lucania, poi tra i fondatori del Mediocredito di Basilicata, nel 982, poi una lunga carriera ai vertici della Banca Popolare del Materano di cui ha seguito tutta la fase di crescita fino alla fusione, nel 2008, con la Banca Popolare di Crotone nella Banca Popolare del Mezzogiorno di cui diviene Direttore Generale Mario Marra, neo Dg dell Asp, ha 61 anni. Laureato in giurisprudenza, vanta una lunga esperienza manageriale acquisita presso le Aziende Sanitarie della Regione Basilicata. Nel tempo è stato dirigente amministrativo presso la disciolta Asl 5 di Montalbano Ionico, poi Direttore Amministrativo presso la ex Asl 2 di Potenza, ancora Dirigente Generale del Dipartimento Salute della Regione Basilicata, Direttore Generale e poi Commissario Liquidatore della disciolta Asl 3 di Lagonegro. E ancora direttore amministrativo della Asp, nominato da Pasquale Amendola a cui ora succede. I commenti del consiglio Pasquale Francesco Amendola Ha 65 anni. Laureato in Medicina nel 1972, ha ricoperto numerosi incarichi in sanità, sia da medico sia da manager, negli ospedali di Melfi, Bisaccia (Av) e Venosa e al San Carlo di Potenza e al Crob di Rionero. Il 30 dicembre 2008 la nomina a direttore generale della Asp. Ha scritto libri e insegnato in master. Intervengono Benedetto (capogruppo Idv) e, per il Pd, Viti (presidente) e Braia Tre i commenti provenienti dal consiglio regionale sulle nomine della sanità. La prima è di Nicola Benedetto, capogruppo di Idv: Con il cambio del nuovo dg dell Asm è doveroso un riconoscimento al dott. Gaudiano per quello che ha fatto nella sua esperienza. Sia pure ancora parziale la stagione del rinnovamento è cominciata e il nostro brindisi al 2012 è che possa affermarsi con ancora maggiore convinzione tra tutti i partiti del centrosinistra. L augurio è che da spiffero possa diventare un autentica e salutare bufera. Dice poi Vincenzo Viti, capogruppo del Pd: Nessun rilievo sui nomi, ognuno dei quali ha profilo e storia peraltro noti, meno che mai sull autonomia delle scelte. Se non che, la lettura che ne viene data dalla informazione e dal senso comune sembra suggerire retropensieri e ricostruzioni che appaiono contraddire la oggettività di scelte che si pretenderebbero, nel loro complesso, comprensibili e coerenti. Infine, Luca Braia del Pd: Le riflessioni a cui il capogruppo Viti, con la solita intelligente leggerezza, ci invita, non vanno fatte cadere nel vuoto. Al tentativo di interpretare la sottile razionalità che ha ispirato le decisioni del Governo regionale, vorrei provarci insieme a tutti coloro che sono interessati al bene di questa Regione. La stagione del rinnovamento è cominciata. L augurio è che da spiffero possa diventare bufera Ha 61 anni. Da tempo manager delle aziende sanitarie lucane, a cominciare dalla Asl 5 di Montalbano Ionico (oggi non esiste più, essendo stata sciolta come le altre asl regionali a favore della suddivisione in due sole aziende sanitarie). Nella Asp è stato direttore amministrativo. La sede del consiglio regionale Piccole notizie Da oggi i saldi Oggi partono i saldi in Basilicata. L inizio nei negozi lucani coincide con quello degli esercizi della Regione Sicilia. Per il grosso delle città più grandi - tra cui Napoli, Bari, Milano, Torino, Genova, Venezia, Bologna, Firenze, Ancona e Perugia, Reggio Calabria e Cagliari - i saldi invece scatteranno il 5 gennaio. A Roma il 6 gennaio. Gianpiero Maruggi Ha 55 anni. Potentino, residente a Matera, ha svolto la sua attività manageriale in banca. E tra i fondatori nel 1982 del Mediocredito di Basilicata. Una lunga carriera ai vertici della Banca Popolare del Materano. Direttore generale della Banca Popolare del Mezzogiorno dopo il processo di fusione.

3 N. 1 PAG. 3 Nove milioni di euro a tasso zero Mastrosimone: microcredito agevolato a favore delle imprese Particolare attenzione è rivolta alle categorie svantaggiate Iniziative a sostegno di nuove attività imprenditoriali locali. Le imprese, infatti, possono presentare, fino al 30 giugno, istanze per l accesso al microcredito a tasso zero, i cui fondi, 9 milioni di euro, sono stati messi a disposizione dalla Regione. E quanto dichiara l assessore Rosa Mastrosimone. L iniziativa, messa a punto dal Di- partimento Formazione Lavoro Cultura e Sport e finanziata dal Po Fse Basilicata , - prosegue - è volta a sostenere la realizzazione di nuovi investimenti nell ambito di iniziative già esistenti da parte di categorie di soggetti che, per condizioni soggettive e oggettive, si trovino in difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito. Possono beneficiarne microimprese, società di persone o società cooperative (sociali e a resp. limitata), persone fisiche, singole o in gruppo, donne e figure rientranti nella categoria dei soggetti svantaggiati, ditte individuali o Lavoratori autonomi, operatori del privato sociale e organizzazioni no profit. Particolare attenzione - precisa - è stata rivolta a disoccupati, inoccupati e inattivi, lavoratori in cigs e mobilità, disabili, immigrati e altri soggetti svantaggiati. La gestione delle domande è stata affidata a Sviluppo Basilicata. Per chiarimenti scrivere a indicando nell oggetto: Avviso per l erogazione di microcredito. (bm2) L assessore Mazzocco: abbiamo dato concrete risposte al mondo agricolo in una fase di grave difficoltà Psr, una scommessa vinta Evitato il disimpegno delle risorse europee. Centrato l obiettivo di spesa Intento. raggiunto. Vinta una sfida. Siamo riusciti a perseguire l obiettivo di spesa fissato per il 31 dicembre del 2011 e scongiurare così il pericolo dell applicazione, da parte della Comunità Europea, della regola del disimpegno automatico per le risorse del Programma di Sviluppo Rurale, evitando così qualsiasi forma di penalizzazione finanziaria. E quanto dichiara con orgoglio e soddisfazione per gli importanti risultati raggiunti Vilma Mazzocco, assessore all Agricoltura della Regione. Grazie all accelerazione dell attuazione del Psr continua - in un momento di grande necessità abbiamo dato una risposta concreta al mondo agricolo. Il raggiungimento di tale traguardo conferma la validità della programmazione che interessa un comparto produttivo importantissimo per la nostra economia. L obiettivo fissato era di di euro-spesa Fears e a oggi sono stati già erogati euro per un importo di spesa pubblica pari a Si è data risposta alle priorità emergenti dal mondo agricolo ed inoltre si è inteso valorizzare quelle azioni idonee a promuovere sviluppo e crescita del settore. A ufficializzare la notizia è lo stesso assessore che sottolinea la significativa entità delle cifre e la loro importante ricaduta economica per la nostra regione che può contare su uno Psr rimodulato negli ultimi mesi. Un ringraziamento particolare aggiunge l assessore all Agricoltura Mazzocco - va al dirigente generale del Dipartimento Agricoltura, Carmen Santoro, per la competenza dimostrata e il notevole impegno profuso, nonché a tutto il personale che ha espresso in tale sfida motivazione e dedizione al lavoro. Un percorso non sempre facile, ma che stiamo portando avanti con senso di responsabilità e rigore istituzionale, grazie anche all azione positiva dell Arbea e alla relazione sinergica che si è riusciti ad instaurare con il Mipaaf e l Agea. Per la Basilicata, ad alta vocazione agricola, questi fondi sono fon- damentali per sostenere, rilanciare e potenziare l economia rurale. Oggi l Agricoltura, nonostante la difficile congiuntura economica, può rivestire un ruolo determinante, rappresentando la colonna portante nel processo di sviluppo produttivo ed economico. Il prezioso contributo del settore primario precisa l assessore r investe più aspetti come quello occupazionale, di presidio del territorio e di innovazione. In questo senso, grazie al Psr e all attivazione delle specifiche misure, abbiamo potuto sostenere le nuove imprese e i giovani agricoltori, le aree rurali svantaggiate, permettere l ammodernamento delle realtà aziendali e la promozione dei nostri prodotti di nicchia. Inoltre, sono in itinere altre importanti misure che troveranno attuazione per il Saranno realizzati interventi per le attività agrituristiche, la formazione, lo sviluppo di nuovi processi produttivi e sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualità. (bm2) Un contadino al lavoro nei campi Marino di Teana, addio maestro Nel paese inaugurò un percorso di sculture. Il cordoglio di De Filippo Un opera dell artista lucano Addio a Francesco Marino, in arte Marino di Teana. Si è spento a 91 anni, dopo una lunga malattia a Perigny, cittadina francese alle porte di Parigi. Profondo cordoglio è stato espresso dal governatore lucano, Vito De Filippo. Nel 2009, tra l altro, la Regione Basilicata aveva inaugurato nel suo paese un percorso artistico acquistando 5 scultu- re monumentali, che si trovano lungo le strade di Teana. Francesco Marino era nato nel Trascorse la sua infanzia nei campi, dove fu un precoce pastorello. A 16 anni emigrò in Argentina. A Buenos Aires dietro al padre svolse l attività di muratore e diresse dei cantieri edili. Affascinato da quella grande metropoli e assetato di sapere, frequentò con profitto la Politecnica Emilio Salgueira e poi la Scuola Superiore Nazionale delle Belle Arti Ernesto de La Cárcova. Ritornato in Europa, nel 1953 si stabilì definitivamente a Parigi, dove portò a termine una ricerca appassionata sul Vuoto. La critica internazionale fin da 1954 ha dedicato delle pagine splendide alla scultura, all architettura, all urbanistica, alla pittura e alla filosofia di Marino. Fu Cavaliere dell ordine delle Lettere e delle Arti in Francia dal 1974 e membro dell Accademia delle Belle Arti di Buenos Aires. E stato insignito della Medaglia d argento dell Accademia Francese di Architettura di Parigi nel 1987.

4 N.1 PAG. 4 Energia da rinnovabili un nuovo ddl della giunta regionale Per il governatore lucano De Filippo si incentiva la produzione di corrente elettrica per un uso più sostenibile delle risorse e alla diversificazione del mercato energetico di Maria Fasano L articolato Introduce la procedura abilitativa agli impianti alimentati da fonti pulite Il ddl prevede l estensione del regime di comunicazione anche agli impianti solari Nuove disposizioni per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Lo prevede una proposta di legge adottata dalla Giunta regionale nell ultima seduta di fine anno che introduce l`estensione della procedura abilitativa semplificata agli impianti per la produzione di energia elettrica, alimentati da fonti rinnovabili di potenza nominale fino ad 1 megawatt. Vengono anche posti precisi limiti oggettivi (concernenti gli impianti) e soggettivi (concernenti i proponenti) alla facoltà di ricorrere all istituto della procedura abilitativa semplificata (Pas). Il ddl, da sottoporre all attenzione del Consiglio regionale, prevede l`estensione del regime della comunicazione ai progetti di impianti alimentati da fonti rinnovabili, con potenza nominale tino a 50 kw, e agli impianti solari fotovoltaici di qualsiasi potenza da realizzare sugli edifici. La Società Energetica Lucana è esonerata dal versamento degli oneri istruttori, in considerazione della sua peculiare missione. Gli impianti non rientranti nelle soglie fissate dal Piear vengono raggruppati in tre tipologie: una riguarda gli impianti già in esenzione sulla scorta della vigente normativa regionale (autoproduzione e fotovoltaici realizzati o da realizzare su edifici) e quelli per i quali viene elevato l`attuale livello di esenzione da 100 a 200 kw per tutte le fonti, eccetto che per il biogas (250 kw). La seconda tipologia riguarda gli impianti che non comportano il consumo di ulteriore territorio (realizzati o da realizzare in discariche esaurite) che attenuano l`impatto negativo sull ambiente. L altra si riferisce invece agli impianti recentemente cofinanziati dalla Regione Basilicata, nell ambito del Programma di sviluppo rurale Basilicata 2007/2013. Prevista inoltre una disciplina che fa capo al cosiddetto procedimento unico, per quanto concerne la fase del rilascio dell autorizzazione e per la proposta di eventuali modifiche non sostanziali in sede di Conferenza di servizi. La Giunta regionale con questo disegno di legge intende dare sul piano legislativo, una prima risposta sia alle problematiche aperte a seguito delle innovazioni normative sia nei contesti in cui la previgente legislazione regionale non forniva una compiuta disciplina della materia ha dichiarato il presidente della Regione De Filippo. E nostro interesse ha aggiunto- incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili per giungere ad un uso più sostenibile delle risorse e alla diversificazione del mercato energetico. L articolato ha com- mentato l assessore alle Attività Produttive Erminio Restaino - tiene conto delle recenti innovazioni intervenute sul piano normativo. Dal dicembre 2010 ha ricordato l assessore - ha preso avvio il complesso procedimento del rilascio delle autorizzazioni uniche, propedeutiche alla costruzione e all`esercizio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili con potenza uguale o superiore ad 1 MW. E da evidenziare che le circa 300 istanze ad oggi pervenute, tra fotovoltaico e eolico, svilupperebbero una potenza di gran lunga superiore alle soglie definite nel Piear stesso. Per facilitare tutto ciò la Giunta regionale ha adottato questo disegno di legge. La pdl passerà ora all esame del Consiglio regionale per la definitiva approvazione. Sole per Al E proprio qulche ora prima della riunione la Giunta aveva già deciso di finanziare trentadue interventi per la produzione di energia da fonti rinnovabili, nell ambito del Progetto Sole per l Acquedotto Lucano, approvando lo schema di Accordo di programma per la realizzazione e la gestione degli impianti. Gli interventi finanziati per 8,9 milioni di euro con risorse del Po Fesr Basilicata hanno come unico beneficiario la Società Energetica Lucana. (M.F.) Dal Consiglio Da oggi il Tgr Basilicata Lis Ogni mattina nella seconda parte di Buongiorno Regione, un interprete qualificato per la comunicazione con i sordi affiancherà un conduttore del Tg regionale nel notiziario. L iniziativa, già sperimentata con successo nel 2011 viene riproposta dopo che il Corecom ha selezionato con un avviso pubblico quattro operatori specializzati che si alterneranno nelle diverse edizioni. Braia (Pd): Inopportune le polemiche su Geogastock Per l esponente del Pd è giunto il tempo di mostrare che si può diventare attrattivi mettendo a valore le risorse che la Basilicata ha e che devono diventare volano di sviluppo economico e sociale. In un momento di crisi straordinaria- ha ricordato Braia- tutti chiedono che i rappresentanti istituzionali facciano fino in fondo il proprio dovere cercando di coniugare tempismo ed efficacia nelle scelte da compiere. Scaglione (Pu): Ci sono due o tre cose che i lucani non sanno Il tempo della difesa degli interessi lucani nel settore idrico ed energetico è arrivato. Molto presto bisognerà garantire ai cittadini di Basilicata una tutela sanitaria di rilievo rivedendo i ticket. E attivare subito un sistema lucano per il passaggio del segnale di trasmissione radiotelevisivo al digitale terrestre. Autilio (Idv): Nuove missioni per Agrobios e Arpab Dal primo febbraio 2012 la parte ambiente di Metapontum Agrobios (personale e strutture) sarà trasferita dal primo febbraio del 2012 ad Arpab, insieme alla relativa dotazione finanziaria, mentre il restante personale di Metapontum Agrobios sarà impegnato in specifici progetti di ricerca con particolare attenzione per l agricoltura. Mattia (Pdl) su strada di collegamento tra Tolve e Vaglio La chiusura della strada Tre Ponti- Pazzano fino al 28 febbraio 2012 crea forti disagi ai numerosi automobilisti provenienti dai paesi dell Alto Bradano e dalla Puglia. Bi- sogna intervenire rapidamente e riconvocare un tavolo tecnico ed individuare soluzioni di emergenza e a breve termine. Rosa (Pdl) sul ventennale del titolo di Città ad Avigliano Siamo orgogliosi di quel decreto del 27 dicembre 1991, a firma del Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, che conferì il titolo di Città ad Avigliano. Ci auguriamo che questa ricorrenza sia uno stimolo alle classi dirigenti pubbliche e private ed al mondo dell associazionismo, per rendere sempre più vivibile la nostra Avigliano e da far meritare ancora oggi il titolo di Città che festeggiamo. Rosa e Pici: I lucani riflettano su operato centrosinistra Nulla di nuovo per il 2012 nel centrosinistra lucano: era una coalizione fondata sull accaparramento del potere e dell economia pubblica e resta tale. Senza politica, senza strategia e senza ideali se non la lottizzazione e l occupazione partitocratrica di ogni cosa possibile.

5 Estratto da: La Gazzetta del Mezzogiorno PAG. 5 XII I POTENZA PROVINCIA Sabato 31 dicembre 2011 MERCURE LE ISTANZE ERANO STATE INOLTRATE DAL PARCO DEL POLLINO, DALLA REGIONE E DAI COMUNI DI ROTONDA E VIGGIANELLO Dal Tar di Calabria, il via libera alla centrale, rigettati i ricorsi È stata confermata la legittimità del progetto e dell iter amministrativo CENTRALE LEGITTIMA Il Tar calabrese ha rigettato i ricorsi di vari enti lucani contro l impianto a biomasse del Mercure. Nelle foto la centrale al centro delle polemiche PINO PERCIANTE l MERCURE. Via libera dal Tar Calabria alla centrale del Mercure. Dopo dieci anni la tormentata vicenda della riconversione a biomasse dell impianto situato al confine tra Basilicata e Calabria sembra giungere alla svolta definitiva. Per la prima sezione del Tribunale amministrativo calabrese, (Giuseppe Romeo presidente, Concetta Anastasi consigliere e Vincenzo Lopilato estensore) la Regione Calabria ha operato correttamente. Il Tar ha esaminato sette ricorsi, quattro dei quali contro il decreto della Regione Calabria (n del 13 settembre 2010) che autorizzava definitivamente l Enel a completare la riconversione a biomasse della centrale con la riattivazione della sezione 2. A presentare i ricorsi erano stati l Ente Parco, la Regione Basilicata, i comuni di Rotonda e Viggianello e Italia Nostra che chiedevano l illegittimità dell atto rilasciato dal dirigente del settore politiche energetiche della regione Calabria. Secondo i promotori dei ricorsi, in seguito al ritiro in autotutela del parere favorevole rilasciato dal Parco, la Regione avrebbe dovuto «riaprire» la conferenza di servizi chiusa dalla Provincia il 30 luglio Ma proprio in quella conferenza di servizi il Parco aveva espresso il parere favorevole alla riattivazione della centrale. Di conseguenza per il Tar la decisione del Parco (n.1111 del 28 ottobre 2009) è un «mero dissenso postumo» e quindi bene ha fatto la Regione a ratificare l attività posta in essere dalla Provincia svolgendo solo un attività istruttoria integrativa. Al di là di tutte le questioni tecnico - giuridiche, il succo è che la centrale, riconvertita a biomasse, può entrare in funzione, cosa che molto probabilmente accadrà nella prossima estate. La sentenza era attesa da cinque mesi. La camera di consiglio, infatto, si era riunita il 21 luglio ma la decisione è stata deposita soltanto mercoledì scorso e forse scriverà la parola fine su una vicenda che si trascina da più di dieci anni, tra ricorsi, contro ricorsi e manifestazioni varie che vedono da una parte i contrari all impianto e dall altra i favorevoli. I lavori per la riconversione della centrale hanno comportato una spesa di circa 60 milioni di euro. Stando al progetto l impianto dovrebbe garantire sviluppo e occupazione diretta e nei vari settori dell indotto (manutenzione, trasporto, mensa pulizie e quanto altro) per circa un centinaio di lavoratori, più quelli che poterebbero derivare dalla filiera delle biomasse. EPISCOPIA GRAZIE ALLA STRADA DI COLLEGAMENTO TRA LE ZONE DI DEMANIO ED AGROMONTE MAGNANO DI LATRONICO Due contrade non sono più isolate A beneficiarne le numerose aziende agricole e agro-alimentari del comprensorio IL PAESE Una veduta di Episcopia. Il Comune ha che ha provveduto a mettere in sicurezza la strada di collegamento le contrade Demanio e Agromonte Magnano EGIDIA BEVILACQUA l EPISCOPIA. Un restauro per due. Con una spesa complessiva di circa 100 mila euro ed un finanziamento regionale destinato alle aree rurali, il Comune d Episcopia è riuscito a rimodernare la strada di collegamento tra le contrade «Demanio» della cittadina sinnica ed Agromonte Magnano di Latronico. Realizzato a tempo di record, il tragitto in questione, in soli 4 chilometri abbrevia il percorso già esistente tra i due comuni favorendo così le numerose aziende agricole presenti sul territorio, tra cui figurano un grosso allevamento ed un caseificio in località «Masonaro» di Episcopia che proprio a causa della mancanza di una viabilità idonea e di servizi moderni, erano state abbandonate. «Quest opera, attesa da decenni- spiega il primo cittadino Biagio Costanzoera stata promessa agli abitanti del luogo ed è stata realizzata appena avute le risorse necessarie. Già il fatto che la gros- POTENZA A 150 ANNI DALL ISTITUZIONE IL CONCORSO FEDELTÀ AL LAVORO sa azienda agricola del posto sia stata rimessa in funzione e veda all'opera anche alcuni nuovi egiovani soci, ci riempie di soddisfazione. Difatti- continua il sindaco- anche pochi posti di lavoro in più, in un momento difficile come quello che stiamo vivendo a tutti i livelli, sono un buon risultato ed un segno tangibile di buon governo, in una fase di scoraggiamento e diffidenza verso la politica in Camera di commercio, il 2012 sarà un anno speciale l Il 2012 sarà un anno speciale, per la Camera di Commercio di Potenza, che celebrerà il 150 anniversario dell istituzione (avvenuta con decreto n. 872 del Re Vittorio Emanuele II, il 5 ottobre 1862). Tra le tante iniziative previste, assume particolare rilievo il Concorso Fedeltà al Lavoro e Progresso Economico, che premia in due diverse categorie i dipendenti che abbiano dimostrato di avere conseguito una notevole perizia professionale e le imprese che abbiano dato un contributo allo sviluppo dell'economia del territorio. Il tradizionale appuntamento, per l anno 2012, si connota di un elemento che promette di far diventare ancora più tangibile la memoria dell'impresa. «Oltre alla tradizionale assegnazione di un diploma di benemerenza con medaglia d'oro alle due categorie della Fedeltà al Lavoro e del Progresso Economico annuncia il presidente della Cciaa potentina, Pasquale Lamorte -, conferiremo un Premio di Impresa Storica della Provincia di Potenza, finalizzato a dare lustro alle aziende che da almeno cinquant anni accompagnano la storia economica della nostra provincia, testimoniando la tenacia ed il successo di un iniziativa imprenditoriale. Sarà quello il punto di partenza per l istituzione di un Registro delle imprese storiche che potrà essere implementato di anno in anno». Il Bando - che prevede il 30 marzo come termine di presentazione delle domande di partecipazione e ver- PRESIDENTE CCIAA Pasquale Lamorte rà pubblicato all inizio del 2012 sul sito web della Camera, - prevede l assegnazione di 25 premi per ciascuna delle due categorie ( Fedeltà al Lavoro e Progresso Economico ) ed il conferimento d ufficio di un particolare riconoscimento a tutte le imprese di qualunque forma giuridica operanti in qualsiasi settore economico, iscritte al Registro Imprese e attive, con esercizio ininterrotto dell attività nell ambito del medesimo settore merceologico per un periodo non inferiore a 50 anni. generale». Da sottolineare inoltre, che questa stessa strada, in principio impervia ed invasa da rovi e siepi, è stata precedentemente metanizzata consentendo il collegamento al gas della popolosa contrada d Agromonte dalla cabina d Episcopia e pertanto, messa in condizione di produrre reddito utile per il sostentamento degli abitanti. POTENZA PER MATTIA (PDL) SOLO DISAGI PER GLI UTENTI «La chiusura di Pazzano schizofrenia dei sindaci» Il primo cittadino di Tolve imita quello di Vaglio l «Sulla delicatissima questione della gestione della viabilità intercomunale e nello specifico della strada di collegamento tra i comuni di Tolve e Vaglio con la ss 407 Basentana non è tollerabile alcun comportamento dettato da schizofrenia municipale e dispetti tra sindaci. Quello che serve è un atteggiamento di responsabilità ciascuno per le proprie competenze istituzionali». Così il vice presidente del consiglio regionale Franco Mattia (Pdl) all ordinanza del sindaco di Tolve Rocco Viggiano con la quale da ieri è stato chiuso al traffico il collegamento Tre Ponti-Pazzano. «L ordinanza del sindaco di Tolve evidenzia Mattia fa seguito a quella del sindaco del Comune di Vaglio Basilicata Musacchio che, con la chiusura al traffico del tratto di strada compreso tra la ex SS. 7 in località Prati-Pazzano e la SS. 407 Basentana, da settimane, tiene in ostaggio oltre alle comunità di Vaglio e Tolve, un intero comprensorio. E fatto ancora più grave la chiusura, secondo l ordinanza, do- vrebbe durare fino al 28 febbraio 2012 con il protrarsi dei forti disagi per i numerosi automobilisti provenienti dai paesi dell Alto Bradano e dalla Puglia. Adesso chiudere l altro tratto in territorio del Comune di Tolve, imitando il collega sindaco aggiunge Mattia aggrava solo ulteriormente i pesanti disagi alle comunità locali. Bisogna pertanto intervenire rapidamente e dopo l incontro di qualche giorno fa in Prefettura con i rappresentanti di tutte le Amministrazioni e di tutti i Comuni interessati dall arteria, che non ha dato i risultati auspicati, riconvocare un tavolo tecnico ed individuare soluzioni di emergenza e a breve termine». Mattia ricorda che il suo emendamento alla Finanziaria 2012 per l istituzione di un fondo straordinario per lavori di somma urgenza e messa in sicurezza strada ss 407 Basentana-Pazzano e del collegamento Pazzano Tre Ponti è stato trasformato in ordine del giorno approvato all unanimità in Consiglio Regionale. Venosa,il sindaco «Noi contrari a riorganizzazione dell ospedale» Il sindaco di Venosa, Bruno Tamburriello, rivolgendosi ai cittadini sottolinea che «il Comune è intervenuto ripetutamente per esprimere parere negativo contro la proposta di riorganizzazione dell ospedale. Tanto è stato manifestato sia nel corso della seduta del consiglio comunale del 25 ottobre scorso, quanto ne successivo incontro tenuto con il direttore generale dell Asp e con la direzione strategica della sanità del dipartimento regionale; ed ancora, durante l incontro avuto lo scorso 5 dicembre con la IV commissione consiliare regionale, con all ordine del giorno il piano sanitario regionale». «Da ultimo, nell incontro con il direttore generale dell Asp dei gironi scorsi durante il quale sono state fornite le nostre indicazioni sulla proposta di riorganizzazione dell Ospedale di Venosa, al fine di renderla meno penalizzante. Qui è stata evidenziata la preoccupazione per il disservizio che si andrà a determinare nell Alto Bradano, con il reale rischio di una riduzione di qualità e sicurezza nell offerta del bene salute, ed è stata declinata ogni responsabilità sulle disfunzioni nel servizio sanitario. Il direttore generale dell Asp è stato invitato a trovare soluzioni idonee per evitare conseguenze negative sul servizio sanitario. La proposta regionale è stata imposta con autorevolezza senza possibilità di alternative o di miglioramento della stessa. Certamente quella riorganizzazione ospedaliera non gioverà ai cittadini dell area nord lucana, con dirette responsabilità dell assessorato regionale alla sanità che, invece di preoccuparsi di tagliare le spese inutili e superflue (e ce ne sono molte ) si preoccupa di trasformare l Ospedale di Venosa in cronicario».

6 Estratto da: La Gazzetta del Mezzogiorno PAG. 6 IV I POTENZA CITTÀ I NOSTRI SOLDI SCONTI E TASCHE VUOTE PREVISIONI Secondo un indagine di Confesercenti in Basilicata la flessione delle vendite sarà del 20% rispetto all anno scorso Oggi arrivano i saldi nell era della stangata Confesercenti pessimista: «Le vendite saranno in calo» l I saldi nel tempo della recessione. Da oggi, in Basilicata, scatta il periodo degli sconti, ma non sarà «florido» per chi compra e chi vende: secondo un indagine di Confesercenti la flessione sarà del 15%-20% in rapporto al 2010, anno già all insegna del risparmio. «Una flessione coerentemente alla situazione economica e socio-politica del Paese, con i consumatori divisi tra chi cerca l affare e chi invece aspetterà tempi più rosei». È la previsione del presidente provinciale di Potenza della Confesercenti Prospero Cassino che spiega le conclusioni dell'indagine affidata alla federazione di categoria Fismo-Confesercenti (settore abbigliamento, calzature, ecc.). «Per sapere come saranno i saldi basta guardare alla famiglia media», sottolinea, «che ha visto aumentare le spese fisse per al gestione familiare del 6%-7%, perdendo contemporaneamente un altro 6%-7% in potere d acquisto. I saldi sono lo specchio dell economia del Paese, e per questo ci aspettiamo una flessione: una flessione non drammatica, ma in linea con la situazione dell Italia. Qualcuno comprerà ciò di cui ha bisogno, ma altri saranno frenati dal timore per il futuro. In questo senso, ha contato anche la delusione suscitata dalla stesura finale della manovra, che tutti speravano più equa. Finché non saranno chiare le politiche per il rilancio economico del Paese, dubito che si riu- scirà a far recuperare fiducia ai consumatori. Le liberalizzazioni degli orari, poi, non faranno altro che scremare quello che di buono ancora c è sul mercato. Bene invece che i saldi partano all incirca nello stesso periodo in tutta Italia: altrimenti si sarebbero create situazioni di concorrenza spiacevole tra Regioni territorialmente vicine. I saldi rimangono comunque un momento favorevole sia per gli imprenditori del commercio che per chi compra. I primi hanno l occasione per immettere sul mer- cato la merce in magazzino, i secondi per acquistare a prezzi molto convenienti. Visto l andamento dei consumi del 2011, la Confesercenti si aspetta che quest anno i saldi partano da sconti superiori alla media: ma - dice Cassino - noi consigliamo sempre di diffidare di chi offre tagli sul prezzo troppo alti, e di comprare invece sempre da negozianti conosciuti, che garantiscono la qualità del prodotto venduto mettendoci la faccia. Siamo consapevoli della crisi eccezionale che le piccole e medie imprese plurimarca stanno suben-. ANTICIPO Quest anno i saldi arrivano con qualche giorno di anticipo do, ma dobbiamo invertire un pericoloso trend psicologico, basato sulla paura e sull incertezza del futuro, sul terrorismo mediatico che molto spesso contribuisce ad esasperare reali situazioni di difficoltà. La priorità del paese è la crescita e non certamente i ventilati aumenti dell Iva, e chi governa ha anche un compito etico, quello di contribuire a dare stabilità ad un paese, in tutte le sue articolazioni, compiendo scelte coraggiose, ma eque. Il saldo per le caratteristiche di vendita oggettive legate alle stagioni e al territorio rap- presenta un vero e proprio evento che perderebbe di ogni significato se fosse liberalizzato. Una occasione vantaggiosa di acquisto per i consumatori «da tutelare e collocare nel giusto periodo dell anno conclude il presidente di Confesercenti lasciando ad altre iniziative promozionali, di fatto possibili pressochè tutto l anno ed eventi, come potrebbe essere lo Shopping Day (già oggi si possono programmare quattro giornate l anno), le attività promozionali di vendita anche in corso di stagione». ACQUISTI La Confesercenti lancia l allarme: «Le spese fisse per la gestione familiare sono aumentate del 7% e in parallelo il potere d acquisto è calato del 6%». ECONOMIA C ERA TEMPO FINO AL 31 DICEMBRE PER EVITARE IL TILT. L ASSESSORE MAZZOCCO: «IMPORTANTI RICADUTE SUL TERRITORIO DELLA BASILICATA» Agricoltura, «salvati» i fondi Ue La Regione accelera sul Psr e scongiura il disimpegno dei finanziamenti europei l Scongiurato il rischio di perdere i fondi europei destinati all agricoltura. Grazie all accelerazione dell attuazione del Programma di Sviluppo Rurale, la Regione è riuscito a perseguire l obiettivo di spesa fissato per il 31 dicembre e scongiurare, così, il pericolo del disimpegno automatico delle risorse da parte della Comunità europea. Soddisfatta l assessore regionale all Agricoltura, Vilma Mazzocco, che spiega: «Il raggiungimento di tale traguardo conferma la va- lidità della programmazione che interessa un comparto produttivo importantissimo per la nostra economia. L obiettivo di spesa fissato dal piano finanziario del Psr era di di euro-spesa Fears e ad oggi sono stati già erogati spesa Fears per un importo di spesa pubblica pari a euro. Occorre evidenziare che nella realizzazione della spesa si è data risposta alle priorità emergenti dal mondo agricolo ed inoltre si è inteso valorizzare quelle azio- ni idonee a promuovere sviluppo e crescita del settore». Ad ufficializzare la notizia è lo stesso assessore regionale che «sottolinea la significativa entità delle cifre e la loro importante ricaduta economica per la nostra regione che può contare su uno strumento fondamentale quale si configura il Programma di Sviluppo Rurale rimodulato negli ultimi mesi. Un ringraziamento particolare aggiunge l assessore Mazzocco - va al Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura Car- men Santoro per la competenza dimostrata ed il notevole impegno profuso, nonché a tutto il personale del Dipartimento che ha espresso in tale sfida motivazione e dedizione al lavoro. Un percorso non sempre facile, ma che stiamo portando avanti con senso di responsabilità e rigore istituzionale, grazie anche all azione positiva dell Arbea e alla relazione sinergica che si è riusciti ad instaurare con il Mipaaf e con l Agea. Per la Basilicata che da sempre ha un alta vocazione agricola questi fondi sono fondamentali per sostenere, rilanciare e potenziare l economia rurale. Oggi l agricoltura, nonostante la difficile congiuntura economica, può rivestire un ruolo determinante, rappresentando la colonna portante nel processo di sviluppo produttivo ed economico. Il prezioso contributo del settore primario precisa l'assessore regionale investe più aspetti come quello occupazionale, di presidio del territorio e di innovazione». ENERGIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LE FONTI RINNOVABILI LEGATE ALLA DISTRIBUZIONE DI ACQUEDOTTO LUCANO Acqua, bollette più leggere con il... Sole Il ruolo della Società Energetica Lucana. Ridotto l impatto sull ambiente l Si chiama «operazione Sole per Al». È il nome dell accordo di programma, firmato dalla giunta regionale, per la realizzazione e gestione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Soddisfatti i presidenti di Acquedotto Lucano, Antonio Anatrone, e della Società Energetica Lucana, Rocco Colangelo: «Si tratta di un progetto spiega Anatrone - fortemente voluta da Acquedotto Lucano, e in particolare dal mio predecessore Egidio Mitidieri, per colmare una delle condizioni di svantaggio con cui deve fare i conti il ser- vizio idrico lucano. Annualmente, infatti, la distribuzione di acqua alle utenze lucane comporta una spesa energetica per la potabilizzazione ed il sollevamento dell acqua verso i centri montani e la conseguente depurazione dei reflui, di oltre 13 milioni di euro. Con questo programma contiamo di esordire con l'abbattimento delle spese di circa un milione di euro all'anno». «È chiaro aggiunge il presidente della Società Energetica Lucana Rocco Colangelo come si tratti di un operazione a totale vantaggio dei lucani. Non solo, infatti, otteniamo una riduzione della bolletta energetica di Al, ma la realizzazione e gestione degli impianti a cura di Sel consente anche un celere rientro degli investimenti con gli incentivi del «conto energia», e addirittura un valore aggiunto per i lucani anche sotto questo aspetto, a differenza di quanto sarebbe avvenuto realizzando un analogo programma con soggetti privati. E i benefici conclude - non si misurano solo in termini economici, ma anche ambientali. La produzione consente di ridurre le emissioni a 1844 tonnellate di Co2». FOTOVOLTAICO Pannelli solari le altre notizie LAVELLO ARRESTATI DAI CARABINIERI Avevano rubato nel Consorzio agrario n Due uomini di 52 e 23 anni sono stati arrestati a Lavello dai carabinieri con l accusa di furto aggravato in concorso. I due, entrambi di Lavello, sono stati sorpresi dai militari nello stabilimento del Consorzio agrario mentre stavano portando via motori elettrici e pezzi meccanici dai nastri trasportatori. Il valore della merce rubata è pari a circa diecimila euro. I due uomini sono stati collocati agli arresti domiciliari, su disposizione della Procura della Repubblica di Melfi. POTENZA CROCE ROSSA ITALIANA Volontario scomparso ancora nessuna traccia n Ancora nessuna notizia di Michele (Mimmo) Cusato, il volontario della Croce Rossa Italiana che è scomparso da Potenza la sera del 28 dicembre scorso. Chiunque l abbia visto può contattare direttamente la Cri al numero oppure Michele Quagliano al REGIONE I retropensieri delle nomine alle Asl n Nomine dei direttori generali delle aziende sanitarie. Vincenzo Viti (Pd) esprime qualche perplessità sulle critiche: «Applicarsi a interpretare la sottile razionalità che ha ispirato le decisioni del Governo regionale rappresenta davvero una sfida alla nostra, per quanto banale, intelligenza». La replica di Giuseppe Potenza (Dc): «Le parole di Viti hanno l'effetto opposto che è quello di rafforzare i retropensieri perchè mai come in questo caso difendere l'autonomia del presidente è un chiaro ed evidente tentativo di mettere le mani avanti sulle immancabili polemiche scoppiate innanzitutto nel Pd e quelle che scoppieranno con botti più innocui ma politicamente più efficaci».

7 Estratto da: La Gazzetta del Mezzogiorno PAG. 7 MATERA CITTÀ I V MONTALBANO JONICO NEL 1913 IL LASCITO ALLA CITTÀ DA PARTE DEL MECENATE, INSIEME ALL EDIFICIO DOVE ABITÒ La biblioteca va in rete Il patrimonio che fu di Prospero Rondinelli su internet ENZO PALAZZO l MONTALBANO JONICO. Uno dei patrimoni librari più importanti della Basilicata, i circa 9000 testi del Fondo Antico della Biblioteca di Montalbano, vivrà finalmente in eterno. Libero dalle contaminazioni con agenti deterioranti, dall azione devastante del tempo, dalle devastazioni dell ignoranza, dalle tentazioni di impreziosire personali librerie private, e, soprattutto, liberi di essere consultati da tutti, anche a milioni di km. di distanza. La prestigiosa biblioteca comunale Rondinelli sarà adesso in rete e viaggerà lungo le vie infinite di questa straordinaria realtà che si chiama internet, per essere adesso, come afferma il sindaco, Enzo Devincenzis, «sempre aperta alla diffusione della conoscenza e del sapere». Entro la fine del 2012 saranno in rete sia il Fondo famiglia Rondinelli (Filippo e Prospero Rondinelli più il cugino Carlino Troyli), 3463 volumi, che il Fondo dei padri Cappuccini dell ex convento di San Rocco, 275 volumi, il Fondo del sacerdote Giuseppe Rizzi, 475 volumi, il Fondo Angelo e Francesco Villone, 272, e il Fondo Giuseppe Santagata, 171, insieme ai 4337 volumi del Fondo generale ottenuto con piccole donazioni o progressive acquisizioni. Un patrimonio letterario che è iniziato col lascito al Comune da parte del mecenate Prospero Rondinelli, nel 1913, insieme all edificio dove ha abitato, un palazzo gentilizio in via Roma, a patto che i libri fossero esposti al pubblico e l edificio trasformato in una biblioteca comunale. Patto non rispettato per circa 100 anni, perché la casa destinata a biblioteca è stata prima sede municipale e poi sede del liceo scientifico, mentre ai libri è andata peggio: furono messi in cantina, in scatoloni divisi per secoli di edizione, all umido di un sottotetto preso in fitto dal Comune fino al 1997 circa. Quando l allora sindaco Leonardo Giordano fece fare ad un gruppo di ragazzi coordinati da Franco De Nittis, un primo inventario e una prima esposizione, non ancora al pubblico, ma quantomeno fuori da scatoloni inumiditi dal tempo e dalle incurie amministrative. A quasi 100 anni esatti dal finora immeritato lascito della famiglia Rondinelli, l edificio diventerà biblioteca comunale e centro culturale della città, a fronte di un finanziamento di restauro di circa 600 mila euro ottenuto nel 2007 e in fase di completamento. La catalogazione on line è iniziata a settembre, tra le prime avviate per i 131 comuni lucani, nell ambito di un progetto della Direzione regionale dei Beni culturali e paesaggistici. Una grande risorsa Il Fondo Antico conserva 132 «cinquecentine» MONTALBANO JONICO Il Fondo Antico conserva 132 Cinquecentine, cioè manoscritti del XVI secolo, tra gli ultimi libri a essere amanuensi, dato che nel XV secolo iniziò a diffondersi il torchio per la stampa di Johann Gutenberg. Le Seicentine, XVII secolo, sono 361, mentre 1667 sono le edizioni del Se il contenuto degli antichi testi del Fondo Antico della biblioteca comunale vivrà ora in eterno, resta ancora aperto il problema del restauro di buona parte di questi testi. Finora, la Regione se ne è disinteressata né le varie amministrazioni cittadine né i diversi parlamentari che la comunità o ha votato o ha espresso si sono mai interessati a trovare fondi specifici per il loro restauro. [e.p.] MONTALBANO JONICO Uno scorcio del palazzo Rondinelli MONTESCAGLIOSO IL SINDACO HA CHIARITO DI AVER TROVATO LA «ZAVORRA» AL SUO INSEDIAMENTO «Un debito di 4 milioni l eredità da noi ricevuta» MONTESCAGLIOSO Una veduta del centro abitato l MONTESCAGLIOSO. «Ammontano a 4 milioni di euro i debiti che abbiamo trovato all'atto dell'insediamento della mia Giunta e sui quali stiamo facendo un'attenta verifica tecnico-giuridica». Lo ha detto il sindaco Giuseppe Silvaggi in una conferenza stampa convocata per un primo bilancio dopo sei mesi di lavoro da quando la lista di centro-sinistra si è insediata. L'incontro è stato aperto da una dettagliata relazione del consigliere con delega al bilancio e tributi, Antonio Lorusso che ha spiegato come la situazione debitoria del Comune lasciata dalla passata amministrazione di centrodestra sia preoccupante dovuta a debiti relativi alle forniture per la farmacia comunale, al servizio di raccolta dei rifiuti, al pagamento della mensa scolastica oltre ad importi relativi a lavori di cui non ci sono adeguati atti amministrativi. Intervenendo, subito dopo, il sindaco Silvaggi, ha spiegato di aver voluto questa conferenza per rendere edotti i cittadini sulla grave situazione debitoria lasciata dall'amministrazione Venezia che «non ha certamente seguite le regole delle buoona amministrazione. A quanto elencato dal consigliere Lorusso potrebbero venir fuori altri buchi nel bilancio dai contratti di quartiere e da lavori ancora da ultimare come quelli per la Casa comunale e per le strade via Puccini, via della Libertà e da tanti altri lavori avviati con provvedimenti poco chiari e poco attendibili. Aggiungo che oltre a tutti questi debiti isultano non pagati onorari spettanti ad avvocati, tecnici e Comuni come Ferrandina e Pomarico per il conferimento dei rifiuti che vanno dal 2003 al Una situazione come è facile capire non certamente rosea ma noi come abbiamo detto durante la campagna elettorale cercheremo nei limiti del possibile di non far gravare questi debiti sui cittadini ma provvederemo ad una verifica di tutti i lavori e della situazione finanziaria servendoci di un legale esperto in materia in modo da predisporre un piano di pagamento da spalmare negli anni senza incidere sui servizi alla cittadinanza». Il sindaco ha informato che il 4 gennaio ha fisssato un incontro con i cittadini per spiegare la situazione debitoria del Comune e come [a.p.] cercare di venirne fuori. MONTALBANO JONICO È LA QUARTA VOLTA POLICORO AL GIOVANNI PAOLO II UN MODO ORIGINALE DI CELEBRARE LE FESTIVITÀ NATALIZIE Atto intimidatorio nella notte In ospedale l «albero della vita» distrutta l auto dell assessore comunale ai lavori pubblici con le foto di tutti i nati del 2011 l MONTALBANO JONICO. Grave e nuovo episodio di intimidazione all assessore ai lavori pubblici del Comune, Donato Pierro. Nella notte di capodanno, gli è stata distrutta da ignoti l auto, una Fiat Punto. L episodio è avvenuto in piena notte, in piazza Savonarola, nel centro storico cittadino, dove fino a notte tarda c è stata gente in giro per i festeggiamenti dell ultimo dell anno. Per gli inquirenti è certo che il gesto vandalico sia stato diretto all assessore che è come amministratore, al suo secondo mandato, sempre con la delega del sindaco ai lavori pubblici. Incarico avuto sia dal precedente sindaco Leonardo Giordano, che dall attuale, Enzo Devincenzis, segno della fiducia che gode all interno del suo schieramento politico, il Pdl, Partito delle libertà. La convinzione degli inquirenti sul gesto diretto all assessore Pierro viene dal ruolo politico-amministrativo esercitato, dal fatto che delle varie auto parcheggiate, l unica distrutta è stata la sua, e dal fatto ancora che è la quarta volta che gli viene fracassata l automobile. È stato divelto il parabrezza anteriore, manomessi gli sportelli, i vani contenitori, distrutti il resto dei vetri interni dell auto, lo specchietto interno e quelli laterali ed è stato forzato il cofano posteriore, come se cercassero attrezzi e documenti. «Ho già mandato un fax al Prefetto di Matera per avvertirlo di questa nuova intimidazione subita ha dichiarato Pierro oltre ad aver già fatto di prima mattina la denuncia ai carabinieri. Rimarco, come ho già avuto modo di ribadire al Prefetto e ai carabinieri, che la mia attività amministrativa non subirà alterazioni e che le intimidazioni a me sortiscono l effetto opposto: mi fanno aumentare l impegno sociale e politico». Immediata la solidarietà ricevuta da Pierro da tutta la classe [e.p.] politica cittadina. l POLICORO. Nell'ospedale del centro del Metapontino, Giovanni Paolo II, per la precisione nell'atrio del reparto di ostetricia e ginecologia con annesso nido del reparto di pediatria, è cresciuto l' albero della vita. Si tratta di un albero di Natale molto ma molto speciale. La sua particolarità, infatti, non sta nell'abete vero e proprio, rigorosamente artificiale e di grandi dimensioni, quanto nelle sue decorazioni consistenti in fotografie di neonati ed in palline con su scritto il nome di altri bambini. In tutto sono 483 decorazioni, davvero un bel numero e corrisponde ai nati in questo ospedale nel corso dell'anno Per ognuno di loro è stata chiesta ai genitori una fotografia. E ne sono arrivate tante. Per chi, invece, per un motivo o per l'altro, non ha inviato o fatto pervenire la foto è stato utilizzato il sistema della pallina decorata con le generalità. E l'albero della vita si mostra bello, esuberante, ricco di gioia e di serenità, all'ammirazione di tutti. Come si mostrano tutti i bambini appena vedono la luce. L'iniziativa è stata voluta e realizzata dal personale dei due reparti interessati guidati dai primari Tommaso Riccardi (ostetricia e ginecologia) e Gianfranco Chetrì (pedia- le altre notizie NOVA SIRI «MADONNA DELLA SULLA» Fondi della Provincia per viabilità stradale n È stato messo un punto fermo per la riqualificazione della strada provinciale della Madonna della Sulla. Seconda mossa, dopo il sopralluogo fatto ad aprile dalla Provincia, è stata l approvazione, il 22 dicembre, dei fondi ( ) per la sistemazione definitiva dell arteria che collega il centro storico di Nova Siri con la Marina e tutta la fascia jo[p.acc.] nica. ROTONDELLA PROTEZIONE CIVILE Arredi dell Enea al gruppo volontari n Arredi dismessi ceduti in comodato d'uso gratuito dall'enea all associazione onlus volontari Protezione Civile Gruppo Lucano di Rotondella. Scrivanie, sedie, scaffali e una ventina di letti con materassi, in buono stato di conservazione. Utili per realizzare, sia pure in parte, un piccolo centro di acco[fi.me.] glienza. MONTALBANO TEMPIO SPIRITO SANTO Concerto in chiesa per il nuovo anno NATALE L albero allestito nel nosocomio di Policoro tria). Probabilmente, quello dell'ospedale di Policoro, è il primo albero della vita della Basilicata. Una iniziativa, benedetta dal vescovo di Tursi e Lagonegro, Francescantonio Nolè, che si ripeterà negli anni come segno di (fi. me.) speranza per il futuro. n Alle 20.30, nella sala Madre Teresa di Calcutta della chiesa Tempio dello Spirito Santo, concerto di capodanno. È organizzato dall Associazione Padre Mario Frizzera e si esibisce il concerto bandistico «Città di Montalbano Jonico», di recente premiato a Fiuggi al concorso nazionale per bande nell ambito del 150 anniversario dell Unità d Italia. Dirige il maestro Giovanni La [e.p.] Colla.

8 Estratto da: La Gazzetta del Mezzogiorno PAG. 8 VI I ALLA CHIESA DEL PURGATORIO COSÌ PARTE IL 2012 A ROTONDELLA n Poesia e Musica - Rievocando Pascoli. È il titolo dell appuntamento alle 20 nella chiesa del Purgatorio in via Ridola dove sarà verrà messa in scena la rievocazione dell incontro tra il grande letterato e la città dei Sassi, dove insegnò per due anni. Si tratta del settimo evento, organizzato da Quadrum e Amministrazione comunale, del programma Arredo in Festa che aveva come tema di base la riscoperta dei personaggi della storia locale. n Parte, con una doppia manifestazione culturale il 2012 a Rotondella. Alle 19 nella Sala della Torre, incontro di presentazione del libro di poesie Paesaggi di tempo di Maria Luigia Longo, Samuele editore, e, a seguire, nella chiesa madre Santissima Maria delle Grazie, dalle ore 21, concerto Sulle spalle dei giganti del trio Ricercata Ensamble che proporrà musica barocca interpretando [fi.me.] brani di Vivaldi, Bach, Haendel e Teleman. Matera rievoca il suo incontro con Pascoli Con la poesia e la musica TESTIMONIANZA IL MATERANO OLIVA ALLA GUIDA DI UN SALOTTIFICIO A KUNSHAN ARTISTA Marino di Teana con Giovanni Percoco Andata e ritorno ecco la Cina nel fotoracconto di un manager Marino di Teana si è spento a 91 anni Era un maestro d arte di PASQUALE DORIA I U n pensatore di indubbia efficacia, un uomo curioso della vita e dell universo, un grande pensatore: non esistono definizioni che non lascino un senso di incompletezza quando si parla di Marino di Teana. L artista lucano che ha portato la sua terra in giro per il mondo, nella sua casa di Périgny-sur-Yerres, a pochi chilometri da Parigi, si è spento a 91 anni, dopo una lunga malattia. Cavaliere dell Ordine delle Arti e delle Lettere in Francia, Accademico a Buenos Aires, artista degno di benemerenze, medaglie e premi in diverse parti del mondo, che ha rappresentato l Italia in Europa, in Asia e in America. La sua arte figura su diverse enciclopedie in Francia, Germania, Italia. Su di lui sono state scritte monografie in francese, inglese, tedesco, spagnolo, italiano. A darne per primo la notizia è il suo biografo e amico personale, Giovanni Percoco. «Ha fatto appena in tempo - dice - a dire buongiorno al nuovo anno e poco dopo mezzogiorno si è incamminato per le vie del suo Universo Plasmatico Elettro-liquido Trasparente per rigenerarsi secondo la sua visione filosofico-scientifica del Cosmo». Pochi anni fa, nell estate 2009, il suo paese di nascita, Teana, aveva inaugurato un percorso di sue sculture monumentali che attraversano tutto l abitato. Un piccolo ma importante passo verso quello che era il sogno di Marino: lasciare un segno, trasmettere un messaggio ai più giovani, come per dire che la passione, il talento e la caparbietà, nonostante le [mp.v.] difficoltà, non conoscono periferie. paese più capitalista del mondo? La Cina. E l ultimo grande paese del mondo a regime comunista? Ancora la Cina. Che è sempre più vicina, tanto per fare la solita rima. Del resto, solo qualche giorno fa la città di Nanchino ha bucato le cronache per consegnarci l informarzione di un nuovo e deciso sciopero. In realtà, dallo scorso novembre ovunque ci sono scioperi e lavoratori che protestano contro salari bassi e turni massacranti. La crisi non è un esclusiva europea, occidentale. Inutile dimenticarlo, 2 miliardi e 300 milioni di persone costituiscono un problema che si misura prima di tutto con la quantità di cibo disponibile. Nelle campagne, per quanto oscurate da una rigida censura, estesa anche online, l esistenza non è la stessa che nelle città. La ricerca di migliori condizioni di vita alimenta un emigrazione massiccia. Non mancano, a ben vedere, i testi che aiutano a orientarsi in questa materia. E alcuni ci riguardano più di altri. Da segna- lare, in proposito, Matera Kunshan. Andata e ritorno. Racconto fotografico. Titolo che anticipa bene l argomento trattato dal materano Giovanni Oliva, autore di una pubblicazione edita dalla Stamperia Liantonio, la cui cir- DENTRO LA CINA I monaci zen, nonostante tutto, sorridono sullo sfondo della metropoli. A lato, Giovanni Oliva con famiglia in visita ad un antico tempio cinese DIETRO L IMMAGINE Del tutto evidenti le contraddizioni di un grande paese. colazione, però, meriterebbe maggiore diffusione. «Non ho mai visto un paese più grigio della Cina, eppure le strade sono sempre piene di colori. Non ho imparato neanche una parola in cinese, eppure qui mi capiscono tutti. In Cina si dice che non c è libertà, eppure non ho mai visto tanta gente così felice. La Cina è l ultimo grande paese comunista al mondo, eppure di comunista non ho visto niente». Questa frase riportata nell ultima di copertina, che anticipa e accompagna la narrazione, centra ancora meglio un punto di vista che denuncia le grandi contraddizioni presenti, per la verità, in tutti i paesi, specialmente se con una lunga storia alle spalle. Forse la definizione più vicina al nostro Sud è quella diffusa unitamente a Viaggio in Italia, «un paradiso popolato da diavoli», diceva Gohete. La Cina, invece, è un paese ipercapitalista LAURIA AGIP via Nazionale IES via Nazionale governato da una classe dirigente comunista. Altro straordinario ossimoro che, seguendo lo sguardo attento di Oliva, emerge nettamente dal suo fotoracconto. Non si butta via niente, si riciclano anche i sellini delle biciclette rotte per farne sedili davanti ad un bar all aperto. Ma poco distante sorgono grattacieli che ricordano altri paesaggi e culture, quelle del «nemico imperialista a stelle e strisce», mentre i monaci zen, ad un passo dal genocidio, hanno ancora la forza di sorridere. I motivi di curiosità e d interesse, non c è nessuna enfasi in questo giudizio, abbondano davvero. Si tratta di una testimonianza che non ha la pretesa di spiegare ogni cosa e come tale va presa, annotando un ultima particolarità. Oliva è arrivato in Cina con i salotti made in Matera. Nel frattempo il mobile imbottito murgiano si è paurosamente ridimensionato, i suoi manager sono invece cresciuti al punto da essere «esportati» ovunque nel mondo. Insomma, qualcosa è rimasto, anche lontano dalla Cina. NUMERI UTILI CARABINIERI 112 POLIZIA 113 EMERGENZA INFANZIA 114 VIGILI DEL FUOCO 115 GUARDIA DI FINANZA 117 EMERGENZA SANITARIA 118 CORPO FORESTALE 1515 TELEFONO AZZURRO TELECOM SERVIZIO GUASTI 187 ACI SOCCORDO STRAD FERROVIE DI STATO SOCCORSO IN MARE 1530 GUASTI ACQUA AMGAS ITALGAS PRONTO ENEL ACTA NETTEZZA URBANA COTRAP CASAM ACAT Ass. alcolisti in trattamento TELEFONO PER SORDI Centralino voce Centralino D.T.S FOND. ANTIUSURA / POTENZA FARMACIE APERTE DI NOTTE SAVINO via Petrarca, 5 AGIP raccordo aut. Q8 raccordo aut. API via Potenza VENOSA API via Roma MELFI LAVELLO GIUDICE via V. Emanuele, 5 AGIP largo Stazione IP S.S. 93; ESSO via A. Moro DEL GUFO REALE piazza dei Caduti ERG via Verdi; ESSO via Roma RIONERO OSPEDALE CERVONE piazza Fortunato, 4 PAPA via N. Sauro, 75 LAGONEGRO ORLANDO piazza Trieste, 11 AGIP Ss ARMENTANO piazza del Popolo, 4 AGIP piazza Miraglia, via San Pietro CATANIA via Fontana Inferiore MATERA FERRANDINA MORANO corso V. Emanuele, 21 Q8 via Olmi PISANO via Martiri d Angola, 128 AGIP Statale Sinnica uscita Senise SERVIZIO TAXI / FARMACIE APERTE DI NOTTE D ARIA C. via XX Settembre, 77 ACI IP viale delle Nazioni Unite AGIP via Dante, via Lucana API statale 99 per Altamura ERG via La Zazzera ESSO via Dante, via Lucana IP via La Martella Q8 via Annunziatella, via Nazionale VILLA D'AGRI BERNALDA POLICORO CARBONE via Mazzini, 5 (Tramutola) / POLIZIA MUNICIP. METAPONTO0835/ PALUMBO corso Umberto I, / STIGLIANO via Caltanissetta, 1 SENISE MONTESCAGLIOSO / BEATRICE via D Alessio, 13 PISTICCI / LO FRANCO corso M. di Savoia, 55

9 Estratto da: Il Quotidiano PAG. 9 Matera Sabato 31 dicembre REDAZIONE: Piazza Mulino, Matera - Tel «La priorità sono le infrastrutture, lavoreremo per accorciare le distanze tra i territori» Stella: «Nel 2012 donne in Giunta» Lo assicura il presidente della Provincia nella presentazione del bilancio del 2011 di PIERO QUARTO «NEL 2012 la giunta provinciale sarà rappresentata anche dalle donne e daremo seguito ad una volontà che voglio fortemente realizzare». Così il presidente della Provincia Franco Stella ha concluso la conferenza stampa di fine anno nella quale, insieme ai sei assessori, ha stilato un bilancio del lavoro svolto in questi mesi dando anche alcune linee di indirizzo per il futuro della macchina amministrativa. «Noi puntiamo sulle infrastrutture e sulla necessità di accorciare le distanze tra i territori continuando ad impegnarci per portare avanti interventi come quello della Statale 277, le Vie del Matera, della Matera-Ferrandina, della Craco Pisticci che è stata finanziata. L idea», ha aggiunto Stella, «è quella di non subire più ma di far sentire la voce di questa provincia in tutte quante le sedi». Stella ha anche confermato che molto presto si arriverà all approvazione anche del nuovo Piano provinciale dei rifiuti e anche di quello dei trasporti. Sul primo la cui approvazione era attesa entro la fine dell anno ha spiegato: «abbiamo voluto confrontarci ampiamente e raccogliere le osservazioni che ci sono state fatte, ma non andremo al di là del mese di gennaio quando penso che il Piano sarà licenziato». «E la dimostrazione della volontà preventiva di confrontarsi», ha aggiunto l assessore Rondinone, «che su questi temi l Amministrazione provinciale ha dimostrato ascoltando sin da subito tutte le osservazioni che arrivavano». Proprio da Rondinone sono arrivate poi le notizie sugli sforzi fatti per governare i 1500 chilometri di strade e i 38 edifici scolastici presenti sul territorio comunale: «una difficoltà accentuata dalla necessità di affrontare, così come abbiamo fatto con fondi totalmente nostre, le difficoltà create dagli ultimi alluvioni. Una stima fatta ha definito in circa 60 milioni di euro i danni alla viabilità della Provincia. Finora non c è arrivato nulla ma abbiamo dovuto totalmente intervenire con fondi nostri. Malgrado questo non sono mancati 9 milioni di investimenti, cinque sull edilizia scolastica e 4 sulla viabilità. Infine abbiamo ritenuto di dover fare investimenti massicci sulle scuole proprio per migliorare la rete presente sul territorio». A confermare le difficoltà di intervento e di investimento ci ha pensato l assessore al bilancio Domenico Smaldone che ha definito: «un impresa eroica» il bilancio che la Provincia si appresterà a fare nel Ha parlato inoltre di «scelta dolorosa ma necessaria» IL CAPODANNO NEI SASSI Ventimila per il Presepe vivente Il presidente della Provincia di Matera Franco Stella fa un bilancio del 2011 Dalla Lista Stella a voce critica e indipendente Di Sanza, la spina nel fianco del consiglio provinciale POLICORO - Aveva sposato con entusiasmo la causa del presidente Franco Stella, tanto che si era candidato alle scorse provinciali nella lista ispirata e promossa da quest'ultimo, denominata, "Lista Stella", risultando il primo degli eletti. Serafino Di Sanza, 50 anni, consulente del lavoro di successo e già sindaco di Policoro, da oltre un anno, per poter assumere una posizione autonoma e critica si è dichiarato indipendente dal gruppo "Lista Stella" ed ha iniziato un proprio percorso politico basato sulla valutazione nel merito delle singole questioni attinenti all'amministrazione della Provincia di Matera. Nell'ultimo Consiglio provinciale, Di Sanza, è stato l'unico consigliere a votare contro la modifica degli statuti dei due enti strumentali della Provincia, Apea e Ageforma. «Ho ritenuto fuori luogo - ha detto Serafino Di Sanza al Quotidiano - considerato che il legislatore nazionale ha ormai posto un termine ultimo all'esistenza delle province, procedere alla modifica degli statuti che nella sostanza non vanno a prevedere nulla di diverso rispetto ai precedenti. Se proprio bisognava intervenire sugli statuti bisognaca avere il coraggio di eliminare i due consigli di amministrazione in tale modo avremmo anche determinato un reale abbattimento dei costi della politica. Nel Consiglio - ha continuato l'ex rappresentante della lista del presidente Stella - ho votato insieme alla minoranza affinchè venisse approvato l'ordine del giorno sul "Dimensionamento scolastico", perchè non ho capito come mai, dopo l'ottimo lavoro svolto dall'assessore competente, Antonio Montemurro, la maggioranza ha deciso di rinviare l'approvazione dimenticandosi della grande mole di lavoro messa in campo dall'assessore che ha permesso allo stesso di portare all'approvazione una circa l aumento dell addizionale sull Rca auto che ha portato un gettito di 1,5 milioni in più nelle casse della Provincia di Matera. Smaldone ha ribadito le linee economiche seguite negli ultimi mesi, il rispetto del Patto di stabilità, i pesanti danni subiti e la cinghia che è stata stretta sugli sprechi. proposta condivisa dalle parti sociali e dalle istituzioni scolastiche al tavolo tecnico dello scorso 16 dicembre. Chiaramente La mia posizione rimarrà attenta e vigile sui tutti i temi che si sottoporranno, lo devo ai miei elettori ed alla mia coscienza». Alla nostra richiesta di chiarire la sua appartenenza in seno al Consiglio provinciale, Di Sanza ha risposto in maniera articolata. «Considerato che alcuni componenti della maggioranza della Provincia mi considerano ormai contro di loro, ma non essendo io di centrodestra non posso sedermi tra i banchi dell'opposizione, pertanto ha concluso - continuerò a dichiararmi contrario ad ogni provvedimento che a mio modesto parere, non risponde ai canoni della buona politica». Pierantonio Lutrelli Non sono mancati gli interventi degli altri componenti dell esecutivo con Auletta che ha sottolineato il lavoro svolto nei settori del lavoro e della formazione e i tanti progetti portati avanti. Garbellano che ha ricordato la nascita dell Enoteca Provinciale, Bonelli che si è concentrato sulla manutenzione delle strade e sui progetti Vie Blu e Antonio Montemurro che tra l altro ha ricordato il «rispetto del programma, anzi in qualche caso siamo addirittura avanti rispetto alle previsioni» e l operazione trasparenza posta in essere su ogni atto dalla stessa Provincia di Matera. Tante prenotazioni per San Silvestro MATERA capitale dei festeggiamenti per il Capodanno, tante prenotazioni e quasi sold out le strutture ricettive. Molti turisti, da quest oggi, hanno scelto la città dei Sassi per augurarsi un 2012 migliore, riempiendo, con prenotazioni effettuate da alcune settimane, molte delle strutture alberghiere materane. Un trend positivo che si ripete, considerando i dati riportati dagli imprenditori intervistati. Qualche effetto positivo in meno, invece, si registra per i ristoratori, che comunque sono consapevoli di poter attendere qualche ora in più per poter riempire le proprie strutture con avventori last minute, che scelgono il luogo della cena o del pranzo del primo giorno dell anno solamente dopo aver effettuato il percorso turistico negli Antichi Rioni. L analisi effettuata ha riguardato diverse strutture, molte delle quali hanno asserito di aver già prenotato tutte le camere a disposizione. «Il trenta ed il trentuno sono giorni clou per il nostro lavoro, ed in linea con lo scorso anno abbiamo già le camere al completo» spiegano dall Albergo del Sedile, parole che sono arrivate anche da altre strutture intervistate come il Residence del Casalnuovo e dall Albergo Italia, ma anche il Residence San Giorgio, dal quale hanno aggiunto: «La presenza è al massimo dal 27 al 6 gennaio, con numerosi turisti che si alternano per visitare la città oppure per prendere parte alle iniziative sul territoriocome il Presepe Vivente». Conferme per le tante presenze in città arrivano anche dall Hotel Sassi: «A Capodanno siamo sempre in linea con i numeri dello scorso anno e pieni». Discordanti sono le voci che arrivano dai ristoratori, alcuni ottimisti, altri in fremente attesa di ulteriori prenotazioni per l ultimo fine settimana dell anno, il più festeggiato ovviamente. «Prenotazioni ne sono arrivate, ma siamo in attesa di poter incrementare ulteriormente il numero di co- perti, come è accaduto anche lo scorso anno» sottolineano dalla Trattoria I Due Sassi; mentre da Il Borghese ci sono pareri un pò contrastanti sul periodo: «Per Capodanno siamo al limite del massimo, possiamo ammettere che stiamo lavorando un pò meglio rispetto allo scorso anno, anche se per numero di prenotazioni siamo al di sotto, nel complesso c è più movimento. Sicuramente nelle ultime ore saremo al completo». Una condizioni che tutti auspicano, ma che non lascia grosse preoccupazioni, considerata la mole di turisti che si riversa in città tra oggie domanie che,sicuramente si fermeranno a degustare prodotti tipici nei ristoranti locali. «Abbiamo diverse prenotazioni per questa sera e per il primo giorno dell anno spiegano dal Ristorante Baccus - e comunque le previsioni sono molto positive, considerando anche gli avventori dell ultima ora e qualche materano chedecidedi passareinmodo diverso i giorni tra il vecchio ed il nuovo anno». PRESEPE VIVENTE Ammonta a presenze il bilancio delle persone che nei quattro giorni dal 27 al 30 dicembre 2011 hanno visitato il Presepe Vivente nei Sassi di Matera. "Il dato ci lusinga e inoltre ci incoraggia per l'avvenire." - commenta Luca Prisco, di Matera Convention Bureau - "Una moltitudine composta di migliaia di visitatori ha regolarmente preso parte ogni giorno alle operazioni di ingresso al percorso di visita, con tempi di attesa contenuti e accesso fluido a tutto l'impianto della rappresentazione. Sfortunatamente, il maltempo sopraggiunto nell'ultimo giorno ha prodotto qualche disagio in più per gli ospiti, che comunque hanno avuto modo di apprezzare, nei quattro giorni complessivi, il modello organizzativo adottato per favorire la migliore fruizione dell'evento evocativo". Francesco Calia

10 Estratto da: Il Quotidiano PAG Ore in Basilicata Lunedì 2 gennaio stato quindi arrestato dai Carabinieri. Ora è agli arresti domiciliari. La bomba, considerata molto pericolosa e comunque inserita nella tabella dei fuochi pirotecnici vietati, era stata confezionata artigianalmente. L'arresto è avvenuto durante controlli per bloccare la vendita illecita e la detenzione di botti. La festa.oltre alle cattive notizie ci sono poi le belle: la maggiorparte ha puntato quest anno suunafesta casalinga, ma dopo la mezzanotte i pochi locali del capoluogo si sono riempiti. Certamente c era più gente comunque che in piazza Prefettura, dove il Comune aveva organizzato il suo Capodanno. Ma restare in piazza con il freddo di questi giorni è davvero un impresa che neanche il 2012 è riuscito a far compiere. Antonella Giacummo Una raga Il brindisi dei lucani Feriti solo per gli incidenti stradali Il primo nato al San Carlo di Potenza Capodanno all insegna della sobrietà Una preghiera per il governo Monti Assiste D Andrea IN un momento tanto delicato per la vita economica e sociale del Paese, la preghiera guarda anche a chi ha in mano il destino dell intero paese. A poche ore dalla mezzanotte, è stato il vescovo di Potenza, vicepresidente della Conferenza episcopale italiana, Agostino Superbo, a condividere con alcuni fedeli l auspicio che il governo guidato da Mario monti possa, in questo momento, inseguire la strada più giusta per il bene dell Italia. «Preghiamo affinchè il Governo prenda le decisioni giuste per il bene dell Italia», ha detto a conclusione della Santa Messa celebrata nella serata di sabato, nella cattedrale di San Gerardo, a Potenza. Monsignor Superbo ha espresso l intenzione di preghiera prima del tradizionale canto del Te Deum. Ad assistere (e sicuramente a condividere la preghiera) c era anche un fedele speciale, il sottosegretario ai Rapporti con il parlamento, Giampaolo D Andrea, presente alla celebrazione. Il vescovo ha poi lanciato un messaggio di speranza partecipando ieri pomeriggio alla quarantacinquesima giornata mondiale della Pace, sul tema Educare i giovani alla giustizia e alla pace, che si è tenuta presso la chiesa di Gesù maestro a rione Macchia Romana. E dai giovani, infatti, che bisogna partire perché il mondo possa sperare in un futuro migliore. I ragazzi si sono riuniti per una festa che li ha uniti in un giorno speciale, così come a contrada Cavalieri si sono riuniti i fedeli che, come ogni anno, si ritrovano grazie alle attività dell associazione Giorgio La Pira. UNA BUONA fine e un buon inizio: è quanto si sono augurati i lucani in questi giorni. La buona fine tutto sommato c è stata: in regione, rispetto al resto del Paese, si è sparato davvero poco. E soprattutto niente di illegale. E' stata una notte di Capodanno, infatti, tranquilla: ospedali e forze dell ordine non hanno segnalato feriti a causa dei botti: solo nell ospedale di Matera due persone si sono fatte medicare per leggere scottature. Da questo punto di vista, quindi, si può essere più che soddisfatti. Il primo nato. Il primato quest anno spetta a Potenza. Il primo nato del 2012, infatti, è un bambino partorito nell ospedale San Carlo di Potenza intorno alle 3. Nicola, pesa circa 3,3 chili e, come la madre, è in buone condizioni. Ed è la storia di questa coppia, Stefania Zaccagnino (28 anni) e Patrizio Verdecanna (35 anni) a commuovere i lucani. Entrambi precari, hanno scelto comunque di avere questo bellissimo bambino. La speranza è che questo 2012 porti fortuna a lui e anche ai suoi genitori. Gli incidenti. Purtroppo si sono registrati anche incidenti stradali e, protagonisti sono i più giovani. La serata di festa, infatti, si è trasformata in dramma a Latronico. Sono quattro i giovanissimi coinvolti in un grave incidente verificatosi sulla Fondovalle Sinnica nella notte di Capodanno. Due ragazzi (di 16 e 17 anni) sono attualmente ricoverati al San Carlo di Potenza nel reparto di rianimazione, un altro è ricoverato all ospedale di Maratea. Restano gravi le loro condizioni. Un altro incidente, che ha causato due feriti ma, a quanto sembra non gravi, si è verificato a Potenza sul ponte Musmeci. Una golf, per cause ancora in corso di accertamento, si è schiantata con una Panda. L incidente si è verificato alle prime luci dell alba. Feriti i due conducenti. Probabilmente i sinistri si sono verificati anche a causa della stanchezza dovuta alla lunga notte di festa. Altro fattore da non sottovalutare le temperature gelide che hanno creato del ghiaccio sulla strada. Il contrattempo. Fortuna solo tanta paura per una famiglia abruzzese in vacanza in Basilicata. Moglie, marito e bimba di 8 mesi si sono ritrovati all improvviso bloccati dalla strada gelata a Trecchina. Risolutivo l intervento dei carabinieri, che non senza incontrare difficoltà hanno raggiunto con il fuoristrada la famiglia. Hanno prima tratto in salvo la mamma e la bambi- nae poihannopermessoal padredi raggiungere strade percorribili. Il sequestro. Oltre 50 chilogrammi di «anguilla europea», considerata una specie in via di estinzione, sono stati posti sotto sequestro dal Corpo forestale dello Stato in pescherie del Vulture-Melfese. Gli agenti forestali hanno eseguito cinque sequestri durante controllifattiintutta lazona.leverifiche hanno permesso di accertare anche violazioni alle norme sulla tracciabilità e sull'etichettatura: ciò ha portato a sanzioni per oltre undicimila euro. L arresto. Prima ancora che la mezzanotte scoccasse, sono scattate le manette per un giovane di 31 anni a Pignola. L uomo, infatti, è stato trovatoin possesso diun ordigno del peso di 220 grammi, con una miccia lunga 60 centimetri. E Il tra E STATA la notte notte di San Silve ha salvato al vita. a sperare. Di nuo E originaria d tite fulminante nella notte di Cap gato di una donn vato in urgenza d masta attaccata a to artificiale al Po stata trasferita d «Tutto è avven IL COMMENT BILANCIO PESANTE NEL RESTO DEL PAESE Anche 76 bambini, a Roma l episodio più grave. A Napoli ristoratore ucciso da proiettile vagante Due morti e 561 feriti: peggio dell anno scorso NE i divieti dei sindaci, nè i sequestri massicci di botti illegali sono riusciti a evitare che fosse tragico il bilancio della notte di Capodanno appena trascorsa: due i morti e 561 i feriti, di più dell anno scorso, quando le persone finite in ospedale erano state 498 e c era stata una sola vittima. E a rendere più drammatico il quadro, la circostanza che tra i feriti ci sono 76 bambini. L evento più grave a Roma, dove l esplosione di petardi e fuochi di artificio ha devastato un appartamento, uccidendo un uomo di 31 anni e ferendo quattro bambini. Mentre a Casandrino, in provincia di Napoli, un ristoratore è stato ucciso da un proiettile vagante, forse esploso accidentalmente da qualcuno che in zona stava festeggiando il nuovo anno. Incidenti avvenuti nonostante l intensificazione dei controlli di prevenzione, con 437 persone arrestate o denunciate dalle forze di polizia. Il problema, viene sottolineato dalla polizia, è che quest anno c'è stata una forte crescita del 'fai da tè: ordigni micidiali realizzati da improvvisati bombaroli. Un fenomeno testimoniato dal sequestro senza precedenti di oltre 11mila detonatori (l'anno scorso furono appena 300), assieme a quello di tonnellate di polvere da sparo (3), manufatti pirotecnici (64), e di prodotti esplodenti artigianali (8,5). Ed è proprio riconducibile all uso sconsiderato di questi materiali illega- L esterno dello stabile di Roma li l esplosione avvenuta a Roma, nel quartiere periferico di San Basilio. Tra i feriti, è gravissima la nipotina di quattro anni della vittima, che rischia di rimanere sfigurata. Nella casa dell uomo, dove erano riunite una ventina di persone, sono stati ritrovati chili di botti. Un proiettile vagante avrebbe invece causato la morte di Marco D Apice, davanti al suo ristorante di Casandrino. Secondo quanto finora accertato l uomo era all esterno del locale quando all improvviso si è accasciato al suolo. Anche quest anno sono stati tanti i feriti in Campania: 73 solo tra Napoli (dove un uomo rischia di perdere un occhio e una coppia si è ustionata raccogliendo un petardo inesploso) e provincia; 27 nel salernitano, 13 nel casertano (anche qui un anziano rischia la vista). Tra di loro ci sono diversi bambini, otto solo a Napoli, dove un piccolo di dieci anni si è ustionato il volto e le mani; a Pozzuoli invece un ragazzo di 15 anni che ha raccolto un botto inesploso rischia di perdere la funzionalità di una mano. Non a caso la polizia rivolge un richiamo forte a vigilare per evitare che anche in queste ore botti inesplosi siano maneggiati soprattutto dai più piccoli. In Calabria i feriti sono stati 22, anche un bambino di 10 anni: due adulti hanno subito l amputazione di una mano mentre un giovane di 25 anni ha perso un occhio. Anche a Taranto un militare di 23 anni ha perso una mano (mentre altri due giovani di 24 e 30 anni rischiano di perdere la vista). La stessa sorte è toccata ad altre tre persone in Lombardia: a Milano, in provincia di Bergamo e Como. E per raccogliere un petardo che gli era caduto, ha perso tre dita un uomo di 35 anni a Forte dei Marmi. A funestare la notte di San Silvestro anche l uccisione a Grugliasco (Torino) di un romeno, accoltellato durante una lite scoppiata nel corso dei festeggiamenti. E se in diverse città ci sono stati incendi di auto e cassonetti provocati dai botti, a Foggia cinque grossi petardi sono esplosi davanti al Centro provinciale per l Impiego, provocando ingenti danni. di DOMEN Capodanno d a spezzata un don più bello del nuo si è concretizza bertoi diroma za di 18 anni di piantato il feg donna di Avell emorragia cere fa rinascere, la la cattiva sorte venta certezza Disperato. La re to nazionale de gani ha funzion E il miracolo è tempo record. sionalità», ha s tore generale d certamente un nità che funzio quasi quotidia denunciati diss rosi di malas morti sospette ste aperte della familiari che in contro i medici e ospedaliere, com timana scorsa i in Basilicata re stati esposti al luce su alcuni d ve sempre fare scio e quando le vate è giusto ric nearle, come a

11 naio 2012 i Carabimiciliari. olto peririta nella nici vietaa artigiaenuto dure la vendi botti. ve notizie giorparte unafesta zzanotte i o si sono a più genza Prefeteva orgama restadi questi resa che a far com- acummo gante so casertata). Tra lo a Nationato ragazzo esploso una machiamo n queste sopratiti sono ni: due una maerso un anni ha ovani di sta). La sone in Bergardo che mo di 35 notte di gliasco durante giamencendi di Foggia vanti al ocando Estratto da: Il Quotidiano PAG Ore in Basilicata 11 SAN SILVESTRO A MATERA Festa in piazza Vittorio Veneto dove alla mezzanotte va in scena anche il trenino, fuochi in cielo mentre nei ristoranti si cena, il pesce la fa da padrone Una notte senza eccessi Festa contenuta per il 2012 nella città dei Sassi Il piccolo Nicola (primo nato della Basilicata) tra le braccia di papà Patrizio Verdecanna e di mamma Stefania Zaccagnino (Foto Andrea Mattiacci) Una ragazza di Lauria ha ricevuto il fegato di una donna di Avellino Il trapianto nella notte della vita E STATA la notte più importante della sua vita. E nella notte di San Silvestro che ha ricevuto il trapianto che le ha salvato al vita. Ha solo 18 anni e adesso ha cominciato a sperare. Di nuovo. E originaria del Potentino la ragazza affetta da epatite fulminante derivante da malattia congenita che nella notte di Capodanno ha ricevuto il trapianto di fegato di una donna colpita da emorragia cerebrale, arrivato in urgenza da Avellino. Fino a quel momento era rimasta attaccata alle macchine, in trattamento con fegato artificiale al Policlinico Umberto I di Roma, dove era stata trasferita da Potenza e, ancora prima, da Lauria. «Tutto è avvenuto in tempi da record e questo tipo di attività è stata resa possibile grazie alla rete di coordinamento nazionale che consente di esaudire le richieste d urgenza trapiantologiche con un programma coordinato dal Centro interregionale trapianti OCST del Policlinico Umberto I, alla quale afferiscono 9 regioni, e dal Centro trapianti del Lazio», ha dichiarato Pasquale Berloco, direttore del Centro trapianti del Policlinico Umberto I. «Voglio ringraziare tutti per l altissima professionalità e dedizione al servizio di pazienti e dei loro familiari che vivono situazioni tragiche come queste e che grazie alla generosità di altri possono tornare a vivere», ha detto il direttore generale Antonio Capparelli. IL COMMENTO Un grande gesto di amore di DOMENICO LOGOZZO Capodanno d amore. Da una vita spezzata un dono di vita. E il gesto più bello del nuovo anno, quello che si è concretizzato al Policlinico UmbertoI diroma,dovead unaragazza di 18 anni di Potenza è stato trapiantato il fegato donato da una donna di Avellino morta per una emorragia cerebrale. L'amore che fa rinascere, la solidarietà contro la cattiva sorte. E la speranza diventa certezza. Un caso urgente. Disperato. La rete di coordinamento nazionale delle donazioni di organi ha funzionato alla perfezione. E il miracolo è avvenuto. Tutto in tempo record. «Altissima professionalità», ha sottolineato il direttore generale della Asl laziale. E' certamente un bell'esempio di sanità che funziona, in un'italia dove quasi quotidianamente vengono denunciati disservizi e casi clamorosi di malasanità, con tante morti sospette e numerose inchieste aperte della magistratura. Con familiari che infuriati inveiscono contro i medici e contro le strutture ospedaliere, come è avvenuto la settimana scorsa in Abruzzo. E anche in Basilicata recentemente ci sono stati esposti alle procure per fare luce su alcuni decessi. Ma non si deve sempre fare di tutta l'erba un fascio e quando le eccellenze sono elevate è giusto riconoscerle e sottolinearle, come appunto è avvenuto nel caso della ragazza lucana. Colpita da epatite fulminante a causa di una malattia congenita, la giovane dopo essere stata trattata con un fegato artificiale al Policlinico Umberto I è stata sottoposta con successo al trapianto del fegato donato dalla donna avellinese. Un gesto di grande valore umano, ma soprattutto un caso che ancora una volta conferma «l elevata qualità degli interventi effettuati e l'efficienza dei Centri italiani»,come il è stato recentemente sottolineato dal Centro Nazionale Trapianti. Importanti anche gli ultimi dati forniti: «Con riferimento al trapianto di cuore, nel periodo che va dal 2000 al 2009 l'italia ha raggiunto mediamente l'83,5 per cento nella sopravvivenza dell'organo ad un anno dal trapianto e l'84,0 per cento nella sopravvivenza ad un annodel paziente(casistica globale, sopravvivenza pazienti adulti e pediatrici). Queste percentuali sono pari, rispettivamente, a 81,6 e 86 per cento con riferimento al trapianto di fegato, mentre raggiungono ben il 91,9 per cento e il 97,2 per cento considerando i trapianti di rene». All'aridità di queste percentuali si uniscono anche le riflessioni. Vengono definiti infatti «ottimi i risultati anche in termini di reinserimento nella normale vita sociale del paziente trapiantato». Spiegando che «la percentuale dei pa- zienti italiani sottoposti a trapianto che lavorano o sono nelle condizioni di farlo, e quindi sono stati pienamente reinseriti nella normale attività sociale, risulta essere pari al 90,3 per cento per il trapiantodicuore,78,2 percentoperiltrapianto di fegato e 89,8 per cento per il trapianto di rene». Spiegano ancora i responsabili del Centro nazionale trapianti: «L'analisi della qualità dei trapianti di organo relativa al periodo conferma le ottime performance registrate dai Centri italiani, dimostrando come i risultati raggiunti dal nostro Paese siano paragonabili a quelli pubblicati dai principali registri internazionali». E ancora: «Il mondo dei trapianti ha da sempre puntato sulla misurazione dell'efficienza delle procedure e l'efficacia degli interventi a breve e lungo termine; proprio per questo, il Centro nazionale trapianti aderì per primo nel 2002 ad un progetto dell'istituto Superiore di Sanità (ISS) pervalutare laqualità dell'assistenza sanitaria». E l'efficienza si è chiaramente vista con l'ultimo caso trattato dal Policlinico Umberto I di Roma. Un esempio positivo che induce a guardare con sempre maggiore fiducia alle strutture italiane che si occupano di trapianti. E' importante anchefar crescere la cultura della donazione. Più solidarietà. Nuovi atti d'amore per la vita! Il brindisi per l arrivo del 2012 alla mezzanotte di sabato in piazza Vittorio Veneto a Matera (foto di Videouno) MATERA - Un Capodanno senza proclami, senza sfarzo e seguendo scelte contenute. Costi dei veglioni meno pazzi rispetto a qualche anno fa, preferenze per un Capodanno in famiglia o con gli amici cercando di ottimizzare la voglia di celebrare l anno nuovo con la realtà non certo entusiasmante che ci circonda. Questo è stato in sostanza il Capodanno anche nella città di Matera. In piazza Vittorio Veneto a celebrare l arrivo del 2012 vi erano poco più di un centinaio di persone per un brindisi generale che ha abbracciato l intera città, i locali e le case dei materani. Fortunatamente senza far registrare nemmeno problemi particolari. Un paio di lievi feriti (per delle scottature) al Madonna delle Grazie hanno permesso anche lì un Capodanno tranquillo. Qualche efferverscenza è comparsa, a quanto pare, dopo la mezzanotte ma è stata immediatamente riportata la calma. I materani hanno dato l addio senza particolari rimpianti ad un 2011 che, in generale, non ha dato frutti particolari ed attendendo dal 2012 quella tranquillità e quelle risposte che oggi mancano. Nel frattempo poche rinunce per quanto riguarda il cibo, il pesce a tavola ha continuato a farla da padrone ma anche laddove si sono svolti i veglioni e dove il tutto esaurito era un abitudine consolidata c è stata qualche difficoltà in più del passato per attirare gente. Più attenzione, più parsimonia nelle scelte sono stati l elemento generale. Pochi i fuochi, alcuni pirotecnici gradevoli da vedere ma davvero poco di più. E balzata agli occhi a mezzanotte l assenza di un rappresentante della città per il brindisi in piazza ma più di ogni altra cosa è emersa evidente la necessità di riuscire, anche in futuro, a programmare un evento che può avere un diverso risalto se definito con tempi diversi al di là dei costi contenuti a cui si è obbligati. Anche in questo caso sarà possibile in futuro cercare di intervenire in maniera diversa. Anche perchè i riscontri in città a livello di presenze nei due giorni di festa sono stati assolutamente positivi, numeri più che incoraggianti e dunque la volontà di poter creare anche qualcosa in più per il futuro. Per il resto Matera ha atteso fino alla prima mattinata di ieri per la nascita, al Madonna delle Grazie, del primo bambino della città nato nel 2012 e si è risvegliata nel massimo della tranquillità e senza fretta nel primo giorno dell anno. Sotto un sole incoraggiante che ha lenito, soprattutto nella mattinata, i rigori del freddo e della stagione invernale. Anche da un punto di vista meteorologico dunque dei segnali positivi per l anno che verrà. Nel quale, ci si augura, possano arrivare dei raggi di sole a rischiarare i momenti di preoccupazione che si continuano a vivere. Il Capodanno è sempre il giorno dell ottimismo anche se di fughe in avanti e voli pindarici oggi c è davvero poca voglia. Un centinaio hanno atteso la mezzanotte in piazza Vittorio Veneto molti altri sono rimasti a casa o ai veglioni A tavola il pesce la fa da padrone Solo due lievi feriti in città nei festeggiamenti Un bilancio per la gran parte positivo

12 Estratto da: Il Quotidiano PAG Nel saggio di D Amico in rassegna il ricco patrimonio lucano Il fascino senza età degli L di GRAZIA PASTORE a presenza di antichissime strutture organarie nelle aree lucana e pugliese, e le vicende legate alla loro realizzazione, dal 500 ad oggi, sono illustrate nel volume di Giannicola D Amico Profilo storico dell arte organaria pugliese pubblicato per le Edizioni Vivere In di Roma. Un saggiostoricomusicologico dedicato agli antichi organi in Puglia e Basilicata, ma anche in Molise e nella capitale storica del Mezzogiorno, Napoli. Il testo arricchisce l ampia bibliografia nazionale sul tema, tra cui il volume di Antonio Serio Gli organi antichi della Basilicata (Edizioni Ermes, Potenza, 1999) con in appendice il glossario a cura di Rosella Bonifati, e che recensisce 108 macchine musicali, un patrimonio organario realizzato in Basilicata entro il primo decennio del secolo XX. Profilo storico dell arte organaria pugliese di Giannicola D Amico contribuisce a riaccendere, dunque, l attenzione sulle pubblicazioni organarie. Nato a Bari, avvocato e corrispondente di alcune riviste musicali, D Amico si è diplomato in pianoforte, organo e Composizione organistica, Musica corale e Direzione di coro, presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari, specializzandosi in Composizione polifonica vocale e Direzione di coro. Attualmente insegna, presso il Conservatorio di Bari, Paleografia musicale e Metrica, forme poetiche e figure retoriche. Il profilo storico dell arte organaria tracciato dall autore, dal XVI secolo ad oggi, si sofferma su due botteghe di artigiani organari di origine seicentesca, i Rubino e i De Simone che operarono in organi terra pugliese e in Basilicata nella provincia di Matera. Ed è proprio in terra lucana che- D Amico riporta- nel 1749, il sacerdote pugliese Giuseppe Rubino, di antica famiglia di organari, modifica integralmente, ampliandolo e adornandolo, un organo nella chiesa di Santa Maria Maggiore di Miglionico. La macchina musicale, che gli storici locali ipotizzano di età trecentesca, era gravemente danneggiata da un incendio. L organo sarà poi restaurato nel corso dell 800 dal sacerdote Michele Calabrese, noto alle cronache lucane come il monaco di Grassano. L abitudine da parte di alcuni sacerdoti meridionali, e questo fino all inizio del 900, di esercitare attività artigianali ed agricole va giustificata tenendo conto della struttura ecclesiastica del Mezzogiorno. Quest ultima era caratterizzata dal sistema delle cosiddette chiese ricettizie che andava di pari passo con la scarsa diffusione dell istituto parrocchiale, e fin dal Medioevo aveva previsto l aggregazione del clero secolare ai capitoli, dove spesso le rendi- te strettamente ecclesiastiche erano insufficienti per mantenere tutti i membri di tali capitoli. E per questo motivo che non era infrequente che gli ecclesiastici ritenessero utile procacciarsi redditi da qualche attività. E il caso del sacerdote Rubino che, dopo il restauro dell organo nella chiesa di Miglionico, nel 1765 lavora a quello della chiesa matrice di Ferrandina; nello stesso periodo realizza un organo per il monastero benedettino di Montescaglioso, successivamente trasferito nella chiesa di San Michele Arcangelo in Pomarico. Un altro importante esponente delle maestranze di organari che ebbe a che fare con la Basilicata, fu Pietro De Simone che fabbrica l organo per Sant Agostino di Matera, nel 1749; la datazione è confermata da D Amico anche grazie a scrupolose ricerche sul campo e alle informazioni fornitegli dall organaro Nicola Canosa che, durante il restauro da lui curato nel 2004, reperì un singolare cartiglio con autografo di De Simone recante, appunto, la data del 1749.

13 Estratto da: La Nuova del Sud IV PAG. 13 _Un anno di NUOVA Sabato 31 dicembre LUGLIO 2011: POTENZA SI FERMA PER I FUNERALI DI ELISA. LUTTO CITTADINO Ad officiare le esequie in piazza Don Bosco, Don Marcello Cozzi, da sempre al fianco della famiglia Claps Elisa è finalmente tornata a casa Celebrati i funerali della sedicenne potentina. L ultimo commosso saluto di un intera città Una processione triste e silenziosa alla camera ardente POTENZA - Bentornata Elisa...così Don Marcello Cozzi ha accolto in Piazza Don Bosco a Potenza, davanti a 3500 persone, la bara bianca di Elisa Claps, dove si sono celebrati i funerali della giovane potentina scomparsa e uccisa il 12 settembre del 1993 e ritrovata cadavere nel sottotetto della chiesa della SS Trinità il 17 marzo dello scorso anno. Tutti si sono stretti intorno al dolore della famiglia per l ultimo, commosso saluto alla sedicenne potentina. Alle spalle dell altare una gigantografia di Elisa, quella stessa foto che con quel dolce ed innocente sorriso, tipico dell adolescenza, in tutti questi anni ha dato la forza a mamma Filomena, papà Antonio, ai fratelli Gildo e Luciano di cercarla fino in capo al mondo, senza sapere che Elisa non c era più, ed era tri- 4 Mamma Filomena benedice la bara della figlia stemente rinchiusa nel buio del sottotetto di una Chiesa, senza che nessuno si sia degnata di andarla a cercare lì, dove era stata vista per l ultima volta. Gli applausi e le lacrime di tanta gente comune e delle massime cariche istituzionali della regione hanno accolto il feretro in piazza Don Bosco. A portare Elisa in spalla anche rappresentanti dell associazione Libera, da sempre al fianco della famiglia Claps nel lungo e tortuoso cammino che sta portando finalmente alla verità. Al passaggio del corteo davanti alla casa della famiglia Claps, in via Mazzini, tanta gente ha scandito con _Basilicata Primo Piano Basilicata _ Domenica 3 luglio 2011 un lungo applauso e con il lancio di fiori il passaggio delle auto. Al termine del rito funebre, il momento più toccante dell intera cerimonia: Don Marcello Cozzi si alza e prende per mano mamma Filomena, piccola ma tenace come sempre, e la invita a benedire la bara di Elisa. L intera folla si scioglie in un abbraccio simbolico di lacrime e commozione per una donna che dopo ben 18 anni avrà quello che, dopo essersi rassegnata alla morte della figlia, ha sempre desiderato: una tomba su cui piangere il suo dolce angelo. Elisa ha lasciato la Piazza tra scroscianti applausi, prima che il corteo funebre ripartisse alla volta del cimitero di San Rocco, dove la tumulazione, per espressa volontà della famiglia Claps, è avvenuta in forma strettamente riservata. _Basilicata Primo Piano Basilicata _ L ADDIO A ELISA Il carro funebre con il portellone aperto in via Mazzini sotto l abitazione di Elisa Claps: la salma è stata salutata con applausi e petali di rose di FABRIZIO DI VITO Autorità e gente comune per i POTENZA - Bentornata Elisa...così don Marcel- funerali davanti lo Cozzi ha accolto in Piaza circa 3500 za Don Bosco a Potenza, davanti a 3500 persone, persone in piazza la bara bianca di Elisa Don Bosco Claps, dove ieri mattina si sono celebrati i funerali della giovane potentina scomparsa e uccisa il 12 settembre del 1993 e ritrovata cadavere nel sottotetto della chiesa della SS Trinità il 17 marzo dello scorso anno. Tutti si sono stretti intorno al dolore della famiglia per l ultimo, commosso saluto alla sedicenne potentina. Al Bentornata le spalle dell altare Elisa : così don una giganmarcello Cozzi L ingresso della bara in tografia di piazza Don ha accolto la Elisa, quella stessa fo- bara bianca poco Bosco to che con dopo le 9,30 quel dolce ed innocente sorriso, tipico del- Gildo e Luciano di cercarl adolescenza, in tutti la fino in capo al mondo, questi anni ha dato la for- senza sapere che Elisa za a mamma Filomena, non c era più, ed era tripapà Antonio, ai fratelli stemente rinchiusa nel POTENZA - Elisa era tornata a Potenza il giorno prima dei funerali, in un pomeriggio di inizio estate, tornando nel liceo dove stava vivendo la sua tranquilla e spensierata vita da adolescente. Quella stessa scuola, che con l assillo dell esame di riparazione da superare, l aveva tenuta in tensione proprio nei giorni precedenti il suo triste destino. La bara bianca di Elisa Claps è arrivata nell aula magna del liceo Quinto Orazio Flacco di Potenza, dove è stata allestita la camera ardente. Il carro funebre, scortato da una pattuglia della polizia, è giunto da Bari, Domenica 3 luglio 2011 La bara di Elisa Claps entra in piazza Don Bosco per la celebrazione dei funerali; sotto mamma Filomena stringe la mano al figlio Gildo buio del sottotetto di una Chiesa, senza che nessuno si sia degnata di andarla a cercare lì, dove era stata vista per l ultima Questo è il giorno per confessare il male o restare nel profondo delle tenebre Avevo la tua età nel 1993 e ricordo le voci malevole. Da cosa doveva fuggire? Sapevo che non eri andata via e adessolo sappiamo tutti. Chi può faccia mea culpa Le mani assassinechiedano perdono Il ricordo e il monito della cugina Annamaria: è ora di confessare Annamaria la cugina di Elisa durante la cerimonia funebre, sopra i familiari di Elisa e qui accanto la bara portata a spalla della sedicenne si sono nascosti dietro grandi occhiali scuri. Annamaria non dimentichevolta. Gli applausi e le lacrime di tanta gente comune e delle massime cariche istituzionali della regione hanno accolto il 5 L ADDIO A ELISA Lacrime e applausi per Elisa POTENZA- Ha ricordato quando andavano a scuola insieme nel nostro liceo, quando l interrogazione andava male, la quotidianità vissuta con i suoi piccoli grandi problemi di quell età: i 16 anni di Elisa nelle parole della cugina Annamaria che, prima delle parole del sacerdote, ha detto non dimenticherà mai il suo dolce caro angelo. Sono passati tanti anni da quando non c è più ma a chi la conosceva Elisa ha lasciato un po della luce dei suoi occhi e del suo sorriso, un amore che non ha perso intensità ed è gelosamente custodito da chi le vuole ancora bene. Non mi lasciavi mai da sola, ha affermato la cugina adesso trentenne e che ha voluto evidenziare soprattutto la bontà, la generosità e l ottimismo di Elisa, a 18 anni dalla sua morte. Difficile per molti trattenere le lacrime. Molti ascoltando il ricordo dove i familiari di Elisa, mamma Filomena e i fratelli Gildo e Luciano, hanno preso in consegna la salma della studentessa, custodita nell Istituto di medicina legale dell università. Già dal primo pomeriggio erano decine le persone assiepate davanti all ingresso della camera ardente. Una processione triste e silenziosa con la quale ciascuno dei presenti ha voluto riservare il proprio toccante saluto. Non solo potentini, ma anche gente proveniente da altre regioni, come due coniugi di Rimini che vivono da diversi anni lo stesso dramma della famiglia Claps. Le lenzuola bianche esposte da alcune famiglie in piazza Don Bosco, i preti che hanno concelebrato la messa con don Cozzi rà, come tanti altri, il dolore e lo sconcerto di quando Elisa è scomparsa quel maledetto gior- no. Avevo la tua età ha detto e ricordo le voci malevole. Da cosa doveva fuggire (Elisa, ndr)? Doveva per forza - ha detto Annamaria- essere successo qualcosa. Sanno di insulto, ora, le teorie di chi, fino al ritrovamento del corpo senza vita di Elisa, ha continuato a sostenere feretro in piazza Don Bosco intorno alle 9:30. A portare Elisa in spalla anche rappresentanti dell associazione Libera, da sempre al fianco della famiglia Claps nel lungo e tortuoso cammino che sta portando finalmente alla verità. L ultimo viaggio di Elisa nella sua amata Potenza era iniziato ieri mattina alle ore 9, quando il corteo funebre, riserva- to ai familiari, aveva lasciato la camera ardente allestita nell aula magna del Liceo Classico Orazio Flacco di Poten- che la ragazza fosse scappata da casa. Elisa, come sempre ha sostenuto mamma Filomena, za, quella scuola dove Elisa stava vivendo la sua tranquilla e spensierata giovinezza. Al passaggio del corteo davanti alla ca- non è mai fuggita da casa: qualcuno, una mano assassina, le ha impedito di farvi ritorno. Davanti al feretro bianco un appello, poi, a chi è stato complice dell orrore: oggi -ha detto Annamaria- è il giorno per avere il coraggio di dire mea culpa. Oggi è il momento per le mani assassine e di chi è stato complice per chiedere perdono e confessare il male fatto, confessare i peccati per lavare le vostre mani contaminate dal sangue. Annamaria non ha dimenticato di rivolgere anche un altro messaggio: per le istituzioni tutte, uomini e donne che possono sbagliare affinchè non debbano mai più smarrire la strada. Dopo la disperazione, le lacrime di sconforto, le lacrime di rabbia, dopo aver cercato tanto, dopo aver pregato tanto è arrivato il giorno in cui ha concluso Annamaria - posso dire Ciao Elisa, non ti dimenticherò. (C.Z.) sa della famiglia Claps, in via Mazzini, tanta gente ha scandito con un lungo applauso e con il lancio di fiori il passag- Al passaggio del corteo davanti alla casa dei Claps, in via Mazzini, lenzuola bianche e lancio di fiori prende per mano mamma Filomena, piccola ma tenace come sempre, e la invita a benedire la bara di Elisa. L intera folla si scioglie in un abbraccio simbolico di lacrime e commozione per una donna che dopo ben 18 anni avrà quello che, dopo essersi rassegnata alla morte della figlia, ha sempre desiderato: una tomba su cui piangere il suo dolce angelo. Elisa ha lasciato la piazza tra scroscianti applausi, prima che il corteo funebre ripartisse alla volta del cimitero di San Rocco, dove la tumulazione, per espresvolontà Al termine del sa della famirito funebre la glia Claps, La benedizione della benedizione della è avvenuta in forma bara con bara ad opera strettamenmamma te riservafilomena di mamma ta. Ma per Filomena assicurare ad Elisa un gio delle auto. Al termi- sereno riposo manca anne del rito funebre, il mo- cora un piccolo ma decimento più toccante del- sivo tassello: verità e giul intera cerimonia: don stizia per la sua morte asmarcello Cozzi si alza e surda.

14 Estratto da: La Nuova del Sud PAG. 14 MATERA E PROVINCIA A San Silvestro quasi distrutta l auto dell assessore Pierro di Montalbano. In passato ha rischiato il linciaggio Nel Metapontino presi di mira politici e amministratori: emergenza criminalità di IRANNA DE MEO MONTALBANO JONICO - Non è facile essere un amministratore comunale. In questo periodo di crisi -non solo per i tagli dei trasferimenti statali e regionali, oppure per le irrisorie indennità- pare che la delusione verso le istituzioni di tanti cittadini, compresi teppisti e delinquenti, si sfoghi soprattutto contro la catena più vicina e debole della macchina politico-istituzionale. Sindaci, assessori, consiglieri non hanno vita facile a far comprendere la delicatezza del loro mandato e il lavoro che quotidianamente portano avanti. Tutti vogliono e pretendono soluzioni che, non di rado, sono impossibili a trovare. Non è cominciato bene il 2012 a Montalbano Jonico. Nella notte di San Silvestro, approfittando del rumore dei botti sparati per festeggiare il nuovo anno, alcuni vandali hanno sfondato il vetro dell auto dell assessore ai Lavori pubblici, Donato Pierro e hanno infilato un grosso petardo che l ha praticamente distrutta. L unica auto presa di mira - come ha raccontato Leonardo Giordano, coordinatore cittadino del Pdl ed ex sindaco - è stata quella di Pierro, una Fiat Punto parcheggiata in piazza Savonarola, nel quartiere Terra vecchia, dove in passato si sono ve- La solidarietà dell ex sindaco Giordano. Alcune settimane fa l assessore vittima di un tentativo di aggressione fuori di una braceria Non temo nessuno, non ci lasciamo intimidire L assessore di Montalbano Pierro e l ex sindaco Giordano Nei mesi scorsi altri strani episodi a Scanzano e Tursi MONTALBANO- Non è una novità. Gli attiva vandalici ai danni di politici e amministratori del Metapontino si susseguono da tempo. Tra goliardia e delinquenza, negli ultimi anni non si contano gli sfregi soprattutto alle autovetture di assessori e consiglieri. Quelli più noti -alcuni non sono stati neanche denunciati- riguardano le automobili dell ex vice sindaco di Scanzano Sante Pantano. rificati altri episodi del genere. Infatti, alla fine dello scorso luglio, durante un raid di facinorosi contro auto, la vettura dell as- Non da ultimi, invece, ben due assessori di Tursi (compreso Salvatore Cosma), mentre altri gesti si sono verificati in altri centri. Una situazione che descrive il momento delicato dal punto di vista sociale e politico. Non nel Metapontino, ma in Val d Agri (Moliterno), è stato il capogruppo Pd, Rubino, a trovare graffiata l auto al termine di un incandescente consiglio comunale. sessore era stata oggetto di vandalismo. L assessore Pierro, inoltre - ha detto Giordano - alcune settimane fà, è stato vittima di un tentativo di aggressione all uscita da una braceria che solo il passaggio di una pattuglia di carabinieri è riuscito a sventare. Giordano ha espresso solidarietà umana e politica all assessore Donato. Siamo sicuri che quanto sta subendo l Assessore ha a che fare con il suo impegno rigoroso e serio a servizio delle istituzioni. A Montalbano si sta generando un emergenza piccola-criminalità. Parole dure che purtroppo non riguardano solo il popoloso centro, ma anche quelli limitrofi. Negli anni scorsi, sempre a Montalbano, aveva preso fuoco l auto del diret- Nova Siri, lite Pdl-Pd su meriti per la strada Madonna della Sulla: l Mpa con Dimatteo invita a fare i seri Da Matera alla Cina, le foto di Giovanni Oliva in un libro NOVA SIRI- Un appel- da Madonna della Sullo del responsabile del- la. A mio parere - spiel Mpa per il Metaponti- ga Dimatteo - questo no, Mario Dimatteo modo di fare discrediagli amici del Pdl e Pd ta tutta la classe politica di Nova locali afsiri. Per finché non Con questo l esponensiano più puerili nel- modo di fare la te dell Mpa l affiggere classe politica si sono necessarie manifesti discredita soluzioni dove concrete ognuno rivendica i meriti degli per il paese come lo svi euro stanzia- luppo turistico e ti dalla Provincia per il un area artigianale atrifacimento della stra- tesa da anni. MATERA- Sarà presen- pubblicare alcune delle tato mercoledì prossimo tantissime foto che ha alle 18 nella Mediateca scattato nel Paese orienprovinciale il libro foto- tale, accompagnandole grafico Matera Kushan con un brevissimo testo di conside- andata e razioni. ritorno. Mercoledì la Senza dal iniziativa presentazione re giudizi, è a cura dell assoalla Mediateca ha fatto emergere ciazione provinciale nella menaiart. L aute del lettotore, Giovanni Oliva, dopo oltre re riflessioni sulla sociecinque anni di perma- tà cinese: cultura, operonenza in Cina, ritornan- sità, carattere, abitudini do a Matera, ha deciso di alimentari, clima, ecc.. MONTALBANO- Non nasconde la sua preoccupazione l assessore Pierro che oltre al suo impegno in politica, di professione fa l insegnante. Di recente, come ha dichiarato il componente della giunta Devincenzis, ha avuto diverbi con due persone, non per colpa sua -ha tenuto a sottolineare- ma l episodio è stato denunciato ai carabinieri. Per il gesto vandalico della scorsa notte, l assessore ha sporto denuncia. Sulla vitore Colasurdo. Proprio l ex vice ministro all Interno, Mantovano -non solo per l amicizia con gli amministratori del Metapontino- più volte ha presieduto comitati per l or- cenda stanno indagando gli investigatori che hanno ricercato le impronte digitali sull auto. Come era accaduto in precedenza - ha dichiarato - è stato forzato il bagagliaio posteriore, rotti i vetri e divelto gli specchietti. Continuerò la mia azione politica - ha tenuto a precisare con forza senza farsi intimidire. Qualora sia una questione politica, così facendo si otterrà l effetto opposto. Non temo nulla e nessuno. dine e la sicurezza. In quel caso si trattava di reagire alla criminalità che voleva imporre il racket, ora a qualche balordo che non tollera la democrazia rappresentativa. Nuovo campo al centro G. Scirea Sarà la prima cittadella dello sport di Matera MATERA- Un nuovo impianto sportivo al coperto a disposizione nel centro sportivo Gaetano Scirea, ubicato a Matera sulla SS 7 in direzione Laterza. E stato presentato ufficialmente dal proprietario Emanuele Loperfido e dal dirigente Nico Taratufolo della Virtus Matera, polisportiva di calcio, basket e pallavolo che dall estate scorsa ha acquisito la gestione di quella che è destinata a diventare la prima cittadella dello sport materano. Dopo aver investito un milione di euro nel 2007 per riqualificare e riattivare un impianto completamente abbandonato -ha dichiarato Loperfidooggi inauguriamo questo impianto al coperto che consentirà di uti- L inaugurazione sulla Ss 7 lizzare la struttura anche durante il periodo invernale. La struttura geodedica che ha coperto il campo in erba sintetica ha previsto un ulteriore sforzo economico di circa 100omila euro ma siamo convinti che quando si aggiungono i capitali alle qualità dei tecnici che lavorano nel centro sportivo Scirea si possono ottenere grandi risultati.

15 Estratto da: La Nuova del Sud Speciale PAG. 15 Sport 2011 F orte come la roccia, resistente come un cammello, spirituale come un pellerossa. Sono gli indizi che portano a Pasquale Brandi. Il 42enne potentino è un farmacista nel mondo dei normali, un podista estremo nel suo avatar. I percorsi semplici non gli bastano e allora lui si cimenta in skyrunning, corse nei deserti o sulle nevi. Ed è fra i migliori al mondo (se non il migliore in assoluto) nella sua specialità. Che andamento ha avuto, sportivamente parlando, il suo 2011? Poichè, essenzialmente, sono un pigro, io sparo una-due cartucce all anno. A giugno ho partecipato al Thames Ring, una corsetta di 420 km in non-stop su un anello erboso che costeggia il Tamigi ed altri simpatici canali inglesi. Purtroppo mi sono dovuto fermare al km 210 per delle mostruose vesciche sotto la pianta di entrambi i piedi. Nonostante il clima da muschio ho apprezzato lo spartano spirito dei corridori locali ed ho fatto esperienza in queste corse bagnate. Per asciugare le mie vecchie ossa (ma soprattutto per motivi turistici ) il 9 novembre mi sono presentato alla partenza della Jordan Race sulla distanza di 190 km. Petra è uno spettacolo della natura e della manualità dei Nabatei che sono riusciti a rispettare in pieno l essenza del deserto. Vinco con una certa autorevolezza controllando molto tranquillamente il finale dopo aver impresso (nei primi 100 km) un ritmo interessante. Quali sono gli obiettivi per il 2012? Il mio cuore è dilaniato dalla voglia di ritornare nello splendido deserto bianco egiziano per parte- 13 Pasquale Brandi Sport estremi di LUIGI SANTOPIETRO L ultra-runner Brandi tra incontri ravvicinati con gazzelle africane, vesciche londinesi e il folle progetto della 6 giorni del Pantano La luce del deserto L ultramaratoneta potentino Pasquale Brandi in due scatti durante le sue corse estreme cipare ad una gara in non stop di 260 miglia (a fine maggio) e la necessità del totale impegno per la realizzazione del mio folle progetto: l organizzazione (dal 30 giugno al 6 luglio) della 6 giorni del Pantano : una corsa podistica non stop di 6 giorni, appunto, intorno all Oasi Wwf del nostro bel Lago Pantano (una prima assoluta per l Italia) e che prevede anche le distanze minori di 24, 48 e 72 ore. Come si è avvicinato alle discipline di ultra trail? Il mio contatto col mondo dell ultra trail è stato anomalo. Solitamente ci si arriva dopo una certa militanza nelle maratone su strada mentre io ho cominciato dal nulla nel 2004 allenandomi intorno al Pantano per partecipare ad una gara a tappe nel deserto di 120 km, scelta per la curiosità di vedere se correrci dentro mi sarebbe piaciuto quanto attraversarlo a dorso di cammello o con i Quad. Quali emozioni e sensazioni si provano a correre nel deserto o tra i ghiacciai? E difficile descrivere le emozioni che si provano. Mia moglie dice che quando parlo dei deserti mi si accende una strana luce negli occhi. Comunque (e questa è la ragione principale per la quale io preferisco le gare lunghe ed in nonstop) quando ti trovi da solo, per tanto tempo, in questi ambienti bellissimi ma potenzialmente pericolosi poichè estremi anche per coloro che li abitano, vivi al ritmo della natura e ti liberi di tutti gli orpelli della vita quotidiana. In un intervista a Radio Rai 1 dissi che ci si sciacqua l anima ed è esattamente quello che avviene. Più che correre nel deserto, scorri e ti permei dell ambiente circostante (nel Niger mi sono quasi scontrato con una gazzella che non mi ha sen- tito arrivare perchè, probabilmente, non stavo correndo come un europeo ma come un animale del deserto...). Comunque sono un privilegiato perchè ho visto panorami e luci, ho sentito profumi che erano lì, a quell ora ed in quel posto, solo per me. Perchè cimentarsi in questo tipo di gare, quali gli aspetti positivi che vanno oltre la sofferenza? All inizio è stata la curiosità di vedere se era, per me, possibile arrivare in fondo a delle cose così strane e su distanze impensabili. Poi mi sono accorto di essere a mio agio nel deserto e di riuscire a fare con relativa facilità quello che a molti sembra impossibile. La sofferenza non è un fine, ma una componente che non necessariamente fa parte della partita. Certo durante l allenamento devi essere pronto a mangiare sudore, lacrime e sangue. Questo è l aspetto più bello, positivo ed educativo : devi essere motivato, concentrato e disposto al sacrificio per poi godere della bellezza della natura. Che tipo di preparazione fisica/mentale ci vuole per preparare questo tipo di gare? Il corpo ti porta in giro per il mondo ed è importante cercare di non romperlo, ma il vero motore è la motivazione: trovare un preparatore professionale che ti aiuti è importante per evitare di farsi male. Ma è come il giubbotto salvagente negli aerei: una finta manifestazione di sicurezza. Durante una gara nel deserto possono capitare una tale quantità di imprevisti (naturali e non) che ogni volta che ci corri, è come se fosse la prima perchè non riuscirai nemmeno solo lontanamente ad immaginare tutto quello che poi realmente accade. Il lungo allenamento (3 mesi duri) serve soprattutto a blindare la testa per cercare di renderla impermeabile agli eventi negativi ed alle legittime richieste di stop che il nostro corpo ci invia (un meccanismo ancestrale di auto-protezione). Sono convinto che oltre un certo limite si possa andare avanti praticamente all infinito, se si ha la possibilità di alimentarsi adeguatamente. Come si concilia questa passione con lavoro e impegni personali? E l aspetto più complicato e semplice nello stesso tempo perchè se è pur vero che allenandosi come faccio io (nel picco massimo, circa 210 km. a settimana) si sottrarrà del tempo al lavoro e/o alla famiglia, ma se adeguatamente motivato, si troverà il tempo extra per fare (o cercare di fare) tutto. Il riposo è fondamentale ma sono da preventivare notti ed albe dedicate alla corsa. In fondo sono solo un paio di mesi l anno

16 Estratto da: La Nuova del Sud Speciale PAG. 16 Sport Emanuele Gaudiano Equitazione Storia di un cavaliere Emanuele Gaudiano si prende cura del suo cavallo e sotto il cavaliere e il suo destriero durante una gara di DONATO SILEO E migrare per inseguire i propri sogni. I lucani sanno bene cosa significa. Ma per inseguire il suo sogno Emanuele Gaudiano da Matera ha dovuto fare un passo in più, dovendosi spingere fino oltre i confini dell Italia. Questo 25enne materano vive in Germania, a Francoforte, e lì lavora tutti i giorni per scrivere il suo nome nel gotha dell equitazione mondiale. L intervista che vi proponiamo arriva per lui al termine di un annata ricca di soddisfazioni che lo stesso cavaliere materano presenta, riservando alla conversazione un tono molto pacato e da cui traspare un grande amore verso uno sport che va oltre il gesto atletico e i risultati ma che si fonda su un amicizia tra l uomo e il suo cavallo che connota accenti fatti di toni antichi e romantici, di cavalieri e di signorilità ormai persisi nel tempo. L equitazione ed Emanuele Gaudiano. Come nasce questo sodalizio così forte e denso di successi? Beh il mondo dei cavalli l ho conosciuto sin da piccolo perchè l equitazione era uno sport praticato da mio padre. Dunque da subito l ho conosciuto e ben presto mi sono appassionato. Dall età di 9 anni e fino verso ai 15 l ho praticato a Matera, poi sono andato prima a Modena e poi a Milano fino a trasferirmi in Germania dal 2005 ad inseguire la mia passione per questa disciplina. Qual è il bilancio dell anno appena trascorso per quanto riguarda i risultati sportivi? Posso dire che l anno appena terminato è stato il migliore della mia carriera. Ho ottenuto vittorie importanti che già mi ripagano dei tanti sacrifici e degli sforzi fatti. Il mio palmarès si è arricchito della vittoria al Concorso di S. Patrignano (uno dei più prestigiosi al mondo) oltre che alla prova di potenza a Roma nel Piazza di Siena. Ma sono anche soddisfatto del campionato euro- peo Senior svoltosi a Madrid e della Coppa De Assi a Palermo. Si tratta di grandi manifestazioni che sicuramente hanno arricchito il mio curricu- lum sportivo. Un buon viatico dunque per il L agenda del nuovo anno cosa prevede per Emanuele Gaudiano? danno. Vivi sapendo che i tuoi risultati non dipendono solo da te ma anche dal tuo cavallo. Lui invece dipende da te, non puoi trascurarlo, devi stargli sempre vicino. Non è una racchetta o un pallone che metti in un armadio quanto vuoi andare in ferie. Il cavallo è sempre lì che ti aspetta. Bisogna curarlo, cibarlo, parlargli. Dunque il cavallo diventa una parte di te? Spiegaci meglio... E come avere un amico, è come coltivare un rapporto con un familiare. Il cavallo diventa parte della tua vita. Sai che dipende da te. Si crea un rapporto di reciproca dipendenza di simbiosi tra uomo e animale. Un rapporto di affetto e di fiducia che poi si tramuta anche durante la gara dove ci si trasmette le sensazioni a vicenda e dove la tranquillità dell uno si fonde con le emozioni dell altro fino a raggiungere i risultati per cui si lavora. Il 2012 è appena iniziato. Come è il Capodanno per un campione come Emanuele Gaudia Sicuramente tanto la- no? voro. Lavoro che però non Una vigilia in compapotrà essere finalizzato al- gnia di amici. Poi il Cal appuntamento dell Olim- podanno passato nelle piade di Londra perchè scuderie, non potrebbe espurtroppo la nazionale sere altrimenti. Anche italiana non perchè a ha ottenuto metà mese Emanuele la qualificasarò in Gaudiano da zione. Però Olanda per ci sono sem- Matera agli allori la prima pre grandi gara delinternazionali. l anno, un obiettivi da inseguire e Una vita dedicata appuntaper arrivare faciallo sport e alla mento ad appuntale ma a cui menti imdedizione ad un voglio arriportanti bigià in amico davvero vare sogna lavobuone conspeciale, il suo dizioni. rare con dedizione e E lo cavallo: Non è sport scrupolo e rieuna racchetta. sce a concinon fermarsi mai. Dun- Devi dargli cure e liarsi con que anche la vita priattenzione ogni vata? se Londra è lontana il la Nel mio giorno voro non decaso prove mai subiprio no. Sto re frenate per puntare sempre fuori. Ora sono in sempre più in alto. Germania ma sono appela costanza dunque na tornato dalla Polonia diventa uno stile di vi- e fra poco vado in Olanta? Spiegaci meglio co- da. Siamo sempre in sa significa fare equita- viaggio. Diventa molto zione ad alti livelli... difficile avere una vita pa Nel mio sport tutti i rallela a quella che sto vigiorni sono uguali. Non vendo in questo momenc è Natale, non c è Capo- to.

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Rassegna del 15/04/2015

Rassegna del 15/04/2015 Rassegna del 15/04/2015 SANITA' REGIONALE 15/04/15 Gazzetta del Sud 17 Lavori in corso nel centrodestra - «Un ponte tra chi non dialoga più» Costa Luana 1 15/04/15 Gazzetta del Sud 17 Le nomine fatte dai

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 Direzione Generale per il Terzo Settore e le Formazioni Sociali RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 A seguito della soppressione dell Agenzia per il Terzo Settore (ex Agenzia per le Onlus), le relative

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli