Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali"

Transcript

1 Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 6 C.F.U. 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone Prof. Dr. Luciano Fratocchi

2 Contenuti Il Business Modelling. Analisi e Definizione dei Requisiti. Analisi Concettuale. Progettazione. Realizzazione e verifca.

3 Business Modeling: quando 1. Progettazione di un nuovo Sistema Informativo per una nuova azienda. 2. Reingegnerizzazione di un Sistema Informativo esistente: Ottimizzazione dei flussi informativi. Estensione del sistema azienda. 3. Automazione del Sistema Informativo di una azienda.

4 Obiettivo del Business Modeling L obiettivo del Business Modelling è la realizzazione di modelli del dominio del problema che descrivano logicamente la proposta di soluzione del sistema (il cosa deve fare) che sarà dettagliata e realizzata durante la progettazione e la realizzazione. Vengono prodotti degli elaborati (diagrammi statici e dinamici, per esempio rappresentati con la notazione UML) che costituiscono una rappresentazione del problema che deve essere risolto.

5 Approcci al Business Modeling Other approaches Business Process Modeling Language Unified Modeling Language Business Analysis System Analysis Our approach Unified Modeling Language

6 Business Modeling Quando gli elaborati sono completati, relativamente all iterazione alla quale di sta lavorando, il modello globale viene verificato: eseguendo il sistema sulla carta avvalendosi del consiglio di esperti del dominio.

7 Piano metodologico Permette la definizione di: 1. Attività da svolgere. 2. Modelli da utilizzare. 3. Elaborati da produrre. Rappresenta il riferimento per lo sviluppo di un progetto.

8 Piano metodologico di riferimento Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Organization Unit Diagram Business System diagram Business Use Case diagrams Business Use Case Realization diagrams Business Objects diagram Activity diagrams Documento di Visione Analisi e definizione dei requisiti Analisi concettuale Progettazione Realizzazione Verifica Business Modelling: stessi elaborati per un progetto di creazione, reingegnerizzazione ad automazione di un Sistema Informativo Aziendale

9 Piano per la progettazione del Sistema Informativo Aziendale 1. Business Modeling: Business Modeling. Analisi e definizione dei requisiti. 2. Realizzazione del progetto.

10 Business Modelling: come Definizione delle Organization Unit. Per ogni Organization Unit Business Systems di livello 1. Per ogni Business System di livello i Business Systems di livello i+1 fino al grado k. Per ogni Business System di livello K Classi di Attori. Per ogni Classe di Attori Business Use Cases (BUCs), attraverso l individuazione dei Business Goals. Per ogni Business Use Case Business Use Cases Realization (BUCRs). Business Objects

11 Business Modeling La rappresentazione dei processi di business. Diagrammi delle attività a due livelli di astrazione Relazione tra elementi comportamentali e strutturali del business. Matrice di corrispondenza Diagrammi di seqenza

12 Business Modeling Diagramma delle attività per i processi di business. Diagramma delle attività per ogni Business Use Case.

13 Business Modeling (punto di partenza) Enterprise Department 1 Department n Organization Unit Business System

14 Business Systems Decomposition Degree: 1 2 k

15 The Methodology The methodological process pre-determined planning steps rigid structure implies a given starting point precise design path A methodological process adapts well to the particular environment for which it has been defined for The methodology flexible structure various starting points more products of different type Methodology must allow the completing of different methodological processes; in this case, the methodology gains generality and real applicability

16 An incremental and iterative Methodology IN Activity Phase 1 Activity Activity <<refine>> Activity Phase 2 Activity OUT Activity Activity Activity

17 Business Use-Case Modeling Phase1: Business Use-Case Modeling Define Organizations Units IN Activity Phase 1 Business Actors Activity Activity GOALS Business Use Case Activity BUC Actors Goals These activities aren t sequential but they are iterative and incremental Next Phase

18 Business Modeling Business Use Case Model Phase2: Business Modeling IN Phase 2 Business Use Case Realization Activity For each Business Use Case 1 0..* Activity 0..1 Activity 1: 5: Activity 2: 3: 4: These activities aren t sequential but they are iterative and incremental Documentation Next Phase

19 Business Modeling BUC 0 BUC 1 BUC 2 BActivity0 {BO 1, BO 2 } C1= BActivity1 {BO 1, BO 3, BO 4 } {BO 2, BO 5 } BActivity2 {BO 2, BO 3 } BActivity3 {BO 3 } {BO 1, BO 4 } {BO 5 }

20 Business Modeling Una matrice di corrispondenza (C2) per ogni BUC BUCR 0 BUCR 1 BUCR 2 DActivity 0 {BO 2 } {BO 2, BO 5 } C2 = DActivity 1 {BO 1, BO 4 } DActivity 2 {BO 1, BO 3, BO 6 } {BO 5 }

21 Piano metodologico 1. Permette la definizione di: Attività da svolgere. Modelli da utilizzare. Elaborati da produrre. 2. Rappresenta il riferimento per lo sviluppo di un progetto.

22 Business Modeling System Modeling RUP <trace> <realize> <realize> CIM <trace> CIM <realize> <realize> PIM PIM <trace>

23 Business Modeling System Modeling RUP <trace> CIM <trace> CIM <trace> PIM PIM <trace>

24 Approccio metodologico RUP Approccio metodologico proposto <<communicate>> Gestione Documento <<communicate>> <<communicate>> <<communicate>> Banca Gestione Prodotto/Servizio ICCREA Responsabile (from Actors) <<communicate>> (from Actors) <<trace>> Gestione Modello di Documento Gestione Documento Gestione Struttura <<realize>> <<realize>> <<realize>> <<realize>> <<realize>> Business Modeling Smistamento Documento (from Documento) Gestione Struttura Fisica (from Area Aziendale) Gestione Area Aziendale (from Area Aziendale) <<realize>> <<realize>> System Modeling <<trace>> Caricamento Documento ICCREA Acquisitore (from Actors) <<trace>> ICCREA Responsabile Smistamento Documento (from Actors) Validazione Documento Acquisizione Documento (from Documento) <<realize>> <<realize>> <<realize>> <<realize>> GestioneFascicoli <<include>> <<include>> Allega File <<extend>> AcquisizioneDocumento

25 System Modeling Code Modeling RUP PIM PIM PSM code UseCaseRealization? Class PSM code

26 Summary of methodology

27 Bank Document Management System Bank Administration Unit Document Management

28 Business Modeling: activity diagram I

29 Document Management: Business Goals <support> Fast retrieval of docs Document Management <support> Filing of documents

30 Document Management: BUCRs Document Management

31 Business Modeling: activity diagram II

32 Document Management: Double Tracing <realize> Document Acquisition <realize> <trace> Internal Document Acquisition Document from supplier <trace> <realize> Document Acquisition <realize> <realize> <trace> <extend> <extend> Internal Document Acquisition Link File Document from supplier

33 Business Modeling

34 Business Modeling

35 Piano metodologico di riferimento: automazione Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Analisi e definizione dei requisiti Linguaggio naturale UML Trace Diagram: Class Trace Diagram: Use Case Trace Diagram: Use Case Realization Trace Diagram: Actors Use Cace Realization Diagram - Actor Documento dei Requisiti Analisi concettuale Progettazione Realizzazione Verifica

36 Tracciabilità fra Requisiti e Use Case Durante l analisi e definizione dei requisiti, è importante capire se qualche requisito non è stato considerato nel modello degli use case e, viceversa, se c è qualche use case che non corrisponde a nessun requisito. La verifica si può fare velocemente tramite una tabella di mapping fra requisiti e use case. Requisito Use case UC1 UC2 UC3 UC4 R1 X X R2 X R3 X X R4 X

37 Piano metodologico di riferimento: automazione Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Analisi e definizione dei requisiti Linguaggio naturale UML Analisi concettuale Linguaggio naturale UML Modello E-R Prototyping Diagrammi di Sequenza di I livello Diagramma delle Classi View Diagramma delle Classi (Attributi) Diagramma Entità-Relazioni Prototipo Documento di Analisi Progettazione Realizzazione Verifica

38 Prototyping IKIWISI I ll know it when I see it

39 Prototyping È l implementazione parziale di un sistema con lo scopo di aiutare a capire meglio i requisiti sia agli utenti che agli sviluppatori Scopi Tipologie Chiarire e completare i requisiti Esplorare alternative progettuali Sviluppare il prodotto finale Prototipi orizzontali Prototipi verticali Usa e getta Evolutivi

40 Prototyping Usa e getta Evolutivo Orizzontale Verticale serve per dimostrare i casi d uso che l utente potrebbe avere a disposizione, chiarire e raffinare i requisiti utente per esplorare e valutare il look and feel (interfaccia utente e struttura della navigazione) per dimostrare la fattibilità tecnica di una soluzione implementa i processi chiave implementa processi aggiuntivi solo sulla base di priorità assegnate adegua il sistema velocemente alle necessità del business implementa i processi su più livelli architetturali progressivamente implementa e ottimizza algoritmi complessi test e tuning delle performance

41 Fattori Critici per il Successo della Prototipazione Stabilire, condividere e comunicare al cliente il tipo e l obiettivo del prototipo prima della sua realizzazione Considerare le attività prototipali parte del piano di progetto Valutare la realizzazione di più prototipi Non prototipare i requisiti che sono già chiari nei prototipi usa e getta Un prototipo non sostituisce completamente la specifica dei requisiti Creare i prototipi usa e getta nel modo più economico e veloce possibile

42 Progettazione del Software Definizione dell architettura del sistema individuazione dei sottosistemi descrizione delle interfacce dei sottosistemi individuazione dei componenti software descrizione delle interfacce dei componenti individuazione dei nodi di elaborazione Individuazione delle classi di progettazione e delle relazioni Descrizione della dinamica fra i componenti e fra le classi Allocazione delle classi di progettazione nei componenti Allocazione dei componenti nei sottosistemi Definizione del modello di deployment

43 La Babele delle Architetture Il concetto di architettura è usato talmente in tante diverse accezioni che risulta privo di senso se non lo si contestualizza. Tipologie di architetture: architettura funzionale architettura dei dati architettura stratificata architettura multi-tier architettura orientata a oggetti architettura basata su componenti architettura web architettura orientata ai servizi

44 Cos'è un'architettura del Software L'architettura software di un programma o di un'applicazione è l'insieme: degli elementi software strutturali delle proprietà degli elementi visibili esternamente delle relazioni fra gli elementi. Gli elementi che stanno diventando sempre più importanti per le architetture sono: i pattern e gli stili architetturali Un pattern è una "idea" che è stata provata positivamente in un contesto pratico e che probabilmente sarà utile in altri

45 Lo Stile Architetturale Uno "Stile architetturale" è l'insieme: delle proprietà dei vincoli delle linee guida delle decisioni progettuali da seguire per la realizzazione delle strutture e delle interconnessioni all'interno dei componenti e fra i componenti. I principali stili architetturali di riferimento per le applicazioni software distribuite sono: architettura basata sulle risorse Resource-Oriented Architecture (web) architettura basata su componenti Component-Based Architecture architettura basata sui servizi Service-Oriented Architecture. Architettura Gotica

46 Stile Architetturale Orvieto, Duomo Milano, Duomo Ecco cosa vuol dire seguire uno stile architetturale!

47 Architettura MVC Model Incapsula le logiche di business e la rappresentazione delle informazioni View Gestisce l interfaccia utente dell applicazione Controller Coordina l interazione tra Model e View e gestisce le azioni dell utente

48 The software architecture

49 Piano metodologico di riferimento: automazione Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Analisi e definizione dei requisiti Analisi concettuale Progettazione Realizzazione Verifica Linguaggio naturale UML Linguaggio naturale UML Linguaggio naturale UML Modello E-R Prototyping Linguaggio naturale UML Modello Relazionale Prototyping Ambiente di sviluppo Linguaggio di programmazione Diagrammi di Sequenza di II livello Diagramma delle Classi View Diagramma delle Classi (Attributi e metodi) Diagramma delle classi controller Diagramma delle classi Entit Diagramma Entità-Relazioni Prototipo Documento di Progettazione

50 Creazione di un nuovo Sistema Informativo Aziendale Rimangono le stesse discipline? Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Analisi e definizione dei requisiti Analisi concettuale Progettazione Realizzazione Verifica

51 Business Modeling Pre-condizione: modello organizzativo aziendale Il Business Modelling è parte integrante della progettazione del sistema organizzativo aziendale Stessi elaborati: Organization Unit Diagram Business System diagram Business Use Case diagrams Business Use Case Realization diagrams Business Objects diagram Activity diagrams Documento di Visione No rilevazione Ma progettazione

52 Analisi e Definizione dei requisiti Requisiti: specifica del sistema informativo aziendale da realizzare. Obiettivi: specifica dei requisiti; analisi delle parti di sistema informativo da automatizzare (make or buy); a. adeguamento del business model a soluzioni informatiche esistenti; b. attuazione di un processo metodologico per lo sviluppo di un progetto informatico.

53 Analisi e Definizione dei requisiti: come? Definizione delle Organization Unit. Per ogni Organization Unit Business Systems di livello 1. Per ogni Business System di livello i Business Systems di livello i+1 fino al grado k. Per ogni Business System di livello K Classi di Attori. Per ogni Classe di Attori Business Use Cases (BUCs), attraverso l individuazione dei Business Goals. Per ogni Business Use Case Business Use Cases Realization (BUCRs). per ogni sottosistema da automatizzare: make or buy? Automazione: a qualsiasi livello

54 Analisi e Definizione dei requisiti: come? Per ogni soluzione informatica acquistata: verifica di adeguamento dei requisiti; e quindi del business model. Per ogni soluzione informatica da realizzare: verifica della porzione di business model; e quindi attuazione di un processo di automazione.

55 Piano metodologico di riferimento: creazione Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Analisi e definizione dei requisiti Linguaggio naturale UML Trace Diagram (make and buy): Class Trace Diagram (make and buy): Use Case Trace Diagram (make and buy): Use Case Realization Trace Diagram (make and buy): Actors Use Cace Realization Diagram Actor Diagrammi di business mdel rivisitati Documento dei Requisiti Analisi concettuale Progettazione Realizzazione Verifica

56 Analisi concettuale Fasi: 1. Analisi concettuale relativa alle parti da automatizzare con sviluppo di software. 2. Analisi concettuale relativa alle parti da automatizzare con acquisto di software. 3. Analisi concettuale relativa alle parti da non automatizzare.

57 Analisi concettuale: come? Fasi: 1. Analisi concettuale relativa alle parti da automatizzare con sviluppo di software. (identica al processo di automazione) 2. Analisi concettuale relativa alle parti da automatizzare con acquisto di software. (analoga al processo di automazione: verifica della corrispondenza tra modelli attesi e soluzione informatica) 3. Analisi concettuale relativa alle parti da non automatizzare.

58 Piano metodologico di riferimento: creazione Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Analisi e definizione dei requisiti Analisi concettuale Progettazione Realizzazione Verifica Linguaggio naturale UML Linguaggio naturale UML Linguaggio naturale UML Linguaggio naturale Elaborati per l'automazione Sequence diagram dei casi d'uso non automatizati Class Diagram Activity Diagram Modulistica Documento di Analisi Architettura informativa Activity Diagram Modulistica Elaborati per l'automazione Architettura informativa Modulistica

59 Reingegnerizzazione del Sistema Informativo Aziendale Quando? I flussi non sono ben definiti. Costi elevati di produzione dell'informazione. Costi elevati di fruizione dell'informazione. Introduzione di un nuovo sottosistema. o semplicemente quando si è in presenza di un nuova strategia...

60 Reingegnerizzazione di un Sistema Informativo Aziendale Rimangono le stesse discipline? Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Organization Unit Diagram Business System diagram Business Use Case diagrams Business Use Case Realization diagrams Business Objects diagram Activity diagrams Documento di Visione Analisi e definizione dei requisiti Linguaggio naturale UML Use Case Realization Diagram - Actor Documento dei Requisiti Business Design Linguaggio naturale UML Realizzazione e verifica Automazione????

61 Reingegnerizzazione di un Sistema Informativo Aziendale Business Modeling come rilevazione della situazione esistente Analisi e definizione dei requisiti di intervento

62 Reingegnerizzazione di un Sistema Informativo Aziendale Elaborati della progettazione di Business? Disciplina Modello Elaborato Business Modeling Linguaggio naturale UML Analisi e definizione dei requisiti Linguaggio naturale UML Business Design Linguaggio naturale UML Organization Unit Diagram Business System diagram Business Use Case diagrams Business Use Case Realization diagrams Business Objects diagram Activity diagrams Use Case Realization Diagram - Actor Documento di Progettazione Realizzazione e verifica Automazione????

Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali

Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Contenuti Il Business Modelling. Analisi e Definizione dei Requisiti. Analisi Concettuale.

Dettagli

Automazione della gestione degli ordini d acquisto di una società di autonoleggio

Automazione della gestione degli ordini d acquisto di una società di autonoleggio Automazione della gestione degli ordini d acquisto di una società di autonoleggio Professore Gaetanino Paolone Studenti Paolo Del Gizzi Maurizio Di Stefano 1 INDICE INTRODUZIONE.pag.3 IL PIANO METODOLOGICO

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

Progetto. Struttura del documento di specifica dei requisiti, Casi d uso. manuel.comparetti@iet.unipi.it

Progetto. Struttura del documento di specifica dei requisiti, Casi d uso. manuel.comparetti@iet.unipi.it Progetto Struttura del documento di specifica dei requisiti, Casi d uso manuel.comparetti@iet.unipi.it 1 Documenti da produrre Il progetto deve comprendere i seguenti documenti: Documento di specifica

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Progettazione OO E. TINELLI Punto di Partenza Il modello di analisi E una rappresentazione minima del

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U.

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti (2 ore)

Dettagli

Ingegneria del Software UML - Unified Modeling Language

Ingegneria del Software UML - Unified Modeling Language Ingegneria del Software UML - Unified Modeling Language Obiettivi. Presentare un approccio visuale alla progettazione. Illustrare i vantaggi dell utilizzo di diagrammi nella fase di progettazione. Rispondere

Dettagli

Modellazione di sistema

Modellazione di sistema Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Modellazione di sistema E. TINELLI Contenuti Approcci di analisi Linguaggi di specifica Modelli di

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica. Ingegneria del Software. La fase di Analisi

Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica. Ingegneria del Software. La fase di Analisi Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Ingegneria del Software La fase di Analisi Giulio Destri Ing. del software: Analisi - 1 Scopo del modulo Definire

Dettagli

Concetti di base di ingegneria del software

Concetti di base di ingegneria del software Concetti di base di ingegneria del software [Dalle dispense del corso «Ingegneria del software» del prof. A. Furfaro (UNICAL)] Principali qualità del software Correttezza Affidabilità Robustezza Efficienza

Dettagli

Indice. Prefazione all edizione italiana

Indice. Prefazione all edizione italiana Indice Prefazione all edizione italiana XV Capitolo 1 Il software e l ingegneria del software 1 1.1 L evoluzione del ruolo del software 3 1.2 Il software 5 1.3 La natura mutevole del software 8 1.4 Il

Dettagli

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Corso di Ingegneria del software A. A. 2004-2005. Marina Mongiello

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Corso di Ingegneria del software A. A. 2004-2005. Marina Mongiello Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del A. A. 2004-2005 1 La progettazione È applicata indipendentemente dal modello di processo utilizzato. Parte dal punto in cui sono

Dettagli

Use Case Driven Object Modeling: ICONIX

Use Case Driven Object Modeling: ICONIX Use Case Driven Object Modeling: ICONIX Un esempio di specifica, analisi, progetto e sviluppo utilizzando ICONIX Ditta di Noleggio Dvd Un sistema per la gestione di una ditta di noleggio dvd che ha più

Dettagli

13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo

13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo 13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo come posso procedere nello sviluppo? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 13. Ciclo di Vita e Processi

Dettagli

UniRoma2 - Ingegneria del Software 1 1

UniRoma2 - Ingegneria del Software 1 1 Object Oriented Analysis - OOA La fase di OOA definisce, secondo un approccio ad oggetti, COSA un prodotto software deve fare (mentre la fase di OOD definisce, sempre secondo un approccio ad oggetti, COME

Dettagli

Una metodologia per la specifica di software basato su componenti

Una metodologia per la specifica di software basato su componenti Luca Cabibbo Architetture Software Una metodologia per la specifica di software basato su componenti Dispensa ASW 445 ottobre 2014 La mappa non è il territorio. Douglas R. King 1 -Fonti [UML Components],

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

Ingegneria del Software I. UML - Use Case Diagram

Ingegneria del Software I. UML - Use Case Diagram Requisiti e casi d uso Unified Modeling Language Use Case Diagram 1 Il primo passo di qualsiasi processo di sviluppo è la definizione dei requisiti Definizione del Business Model Solitamente informale

Dettagli

Modellazione dei dati in UML

Modellazione dei dati in UML Corso di Basi di Dati e Sistemi Informativi Modellazione dei dati in UML Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli Studi di Udine Introduzione UML (Unified Modeling Language):

Dettagli

Il linguaggio per la moderna progettazione dei processi aziendali

Il linguaggio per la moderna progettazione dei processi aziendali Il linguaggio per la moderna progettazione dei processi aziendali Organizzare un azienda sotto il profilo dei processi è oramai diventata una disciplina a cavallo tra la competenza aziendalistica ed informatica.

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Progettazione del Software A.A.2008/09

Progettazione del Software A.A.2008/09 Laurea in Ing. Informatica ed Ing. dell Informazione Sede di latina Progettazione del Software A.A.2008/09 Domenico Lembo* Dipartimento di Informatica e Sistemistica A. Ruberti SAPIENZA Università di Roma

Dettagli

4.1 Che cos è l ideazione

4.1 Che cos è l ideazione Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Ideazione (non è la fase dei requisiti) Capitolo 4 marzo 2013 Il meglio è nemico del bene. Voltaire 1 *** AVVERTENZA *** I lucidi messi a disposizione

Dettagli

Modellazione e progettazione con UML. Eduard Roccatello 3D GIS Specialist www.roccatello.it

Modellazione e progettazione con UML. Eduard Roccatello 3D GIS Specialist <eduard.roccatello@3dgis.it> www.roccatello.it Modellazione e progettazione con UML Eduard Roccatello 3D GIS Specialist www.roccatello.it Object Oriented Analysis and Design Consente di modellare un sistema attraverso l

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo

2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo 2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo come posso procedere nello sviluppo? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 2. Ciclo di Vita e Processi di

Dettagli

Introduzione. Il software e l ingegneria del software. Marina Mongiello Ingegneria del software 1

Introduzione. Il software e l ingegneria del software. Marina Mongiello Ingegneria del software 1 Introduzione Il software e l ingegneria del software Marina Mongiello Ingegneria del software 1 Sommario Il software L ingegneria del software Fasi del ciclo di vita del software Pianificazione di sistema

Dettagli

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi metodologie a.a. 2003-2004 1 metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi più formalmente: un processo da seguire documenti o altri elaborati da produrre usando linguaggi più o

Dettagli

Strumenti di modellazione. Gabriella Trucco

Strumenti di modellazione. Gabriella Trucco Strumenti di modellazione Gabriella Trucco Linguaggio di modellazione Linguaggio formale che può essere utilizzato per descrivere (modellare) un sistema Il concetto trova applicazione soprattutto nell

Dettagli

7. Architetture Software

7. Architetture Software 7. Architetture Software progettare la struttura Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 7. Architetture Software 1 / 20 Scopo della fase di design

Dettagli

Cosa significa che il SW è non lineare? Piccoli cambiamenti nel codice portano a grandi cambiamenti di comportamento

Cosa significa che il SW è non lineare? Piccoli cambiamenti nel codice portano a grandi cambiamenti di comportamento Cosa significa che il SW è non lineare? Piccoli cambiamenti nel codice portano a grandi cambiamenti di comportamento Cosa s'intende per Information Hiding? Impedire l'accesso a dettagli implementativi

Dettagli

Laboratorio di Progettazione di Sistemi Software Introduzione

Laboratorio di Progettazione di Sistemi Software Introduzione Laboratorio di Progettazione di Sistemi Software Introduzione Valentina Presutti (A-L) Riccardo Solmi (M-Z) Indice degli argomenti Introduzione all Ingegneria del Software UML Design Patterns Refactoring

Dettagli

ANALISI E PROGETTAZIONE OBJECT ORIENTED. Lorenzo Saladini

ANALISI E PROGETTAZIONE OBJECT ORIENTED. Lorenzo Saladini ANALISI E PROGETTAZIONE OBJECT ORIENTED Lorenzo Saladini 1. Introduzione In questo capitolo vengono presentati alcuni degli elementi necessari al corretto sviluppo di sistemi informatici secondo una metodologia

Dettagli

PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE

PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE EMILIANO CASALICCHIO DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E SISTEMISTICA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA SEDE DI RIETI HTTP://WWW.CE.UNIROMA2.IT/COURSES/PSW! Cos è UML UNIFIED MODELING LANGUAGE!

Dettagli

Realizzazione di un applicazione per la stesura di un Business Plan

Realizzazione di un applicazione per la stesura di un Business Plan tesi di laurea Anno Accademico 2006/2007 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Vincenzo Malzone Matr. 534/1173 Obiettivi Realizzare un applicazione desktop per la stesura di un documento di

Dettagli

Registro SPICCA Architettura del Software

Registro SPICCA Architettura del Software Registro SPICCA Architettura del Software Versione 1.0 del 25/08/2009 Sommario 1 Introduzione... 4 1.1 Scopo... 4 1.2 Obiettivo... 4 1.3 Riferimenti... 4 1.4 Panoramica del documento... 4 2 Rappresentazione

Dettagli

Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment

Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment Università degli Studi di Bologna Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Scienze di Internet Anno Accademico 2004-2005 Laboratorio

Dettagli

Università di Pisa Polo Sistemi Logistici Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Informatica per la Logistica. Lezioni

Università di Pisa Polo Sistemi Logistici Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Informatica per la Logistica. Lezioni Università di Pisa Polo Sistemi Logistici Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Le grandi e complesse organizzazioni aziendali sono la manifestazione tangibile della tecnologia avanzata, più delle

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

SWIM v2 Design Document

SWIM v2 Design Document PROGETTO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE 2 SWIM v2 DD Design Document Matteo Danelli Daniel Cantoni 22 Dicembre 2012 1 Indice Progettazione concettuale Modello ER Entità e relazioni nel dettaglio User Feedback

Dettagli

Ciclo di vita del progetto

Ciclo di vita del progetto IT Project Management Lezione 2 Ciclo di vita del progetto Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Ciclo di vita del progetto Il ciclo di vita del progetto definisce le fasi che collegano l inizio e la fine del

Dettagli

Progettazione orientata agli oggetti Introduzione a UML

Progettazione orientata agli oggetti Introduzione a UML Progettazione orientata agli oggetti Introduzione a UML Claudia Raibulet raibulet@disco.unimib.it Il processo di sviluppo software Rappresenta un insieme di attività per la specifica, progettazione, implementazione,

Dettagli

Activity Diagrams. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

Activity Diagrams. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Activity Diagrams Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Agenda Cosa è un Activity Diagram Quando si

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2010/2011 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Prototipo di componente software interfacciabile via web services per le funzioni di storytelling SC7

Prototipo di componente software interfacciabile via web services per le funzioni di storytelling SC7 SC7 Prototipo di componente software interfacciabile via web services per le funzioni di storytelling 1 Indice generale 1.Introduzione al documento... 3 2.Specifiche funzionali... 4 2.1Panoramica dell

Dettagli

LEZIONE 9 - Linguaggi di Modellazione & UML

LEZIONE 9 - Linguaggi di Modellazione & UML Laboratorio di Ingegneria del Software a.a. 2013-2014 LEZIONE 9 - Linguaggi di Modellazione & UML Catia Trubiani Gran Sasso Science Institute (GSSI), L Aquila catia.trubiani@gssi.infn.it Cosa sono? 2 1

Dettagli

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Università degli Studi di Genova Facoltà di Ingegneria DIST - Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Marco Repetto, Massimo

Dettagli

Paradigma object-oriented

Paradigma object-oriented Paradigma object-oriented Dati & Comportamento Implementazione trasparente dei servizi Facile mantenimento Omogeneità nella gerarchia dati-funzioni Procedural approach OO approach Data hierarchy Replaced

Dettagli

Progettazione del Software. Emiliano Casalicchio. Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti

Progettazione del Software. Emiliano Casalicchio. Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti Progettazione del Software L3.1 Emiliano Casalicchio Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti http://www.ce.uniroma2.it/courses/psw (Basato su materiale didattico

Dettagli

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali CL AS SE INFORMATICA 6(3) 6(4) - 6(4) SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI COMPETENZE 3 Essere in grado di sviluppare semplici applicazioni

Dettagli

Architettura SW Definizione e Notazioni

Architettura SW Definizione e Notazioni Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Stili Architetturali E. TINELLI Architettura SW Definizione e Notazioni Definizione ANSI/IEEE Std Std1471-2000

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli

Object Oriented Software Design

Object Oriented Software Design Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Object Oriented Software Design Corso di Tecniche di Programmazione Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria

Dettagli

CIISE 2014 CONFERENZA INCOSE ITALIA SU SYSTEMS ENGINEERING. Modeling Approaches for the Design and Analysis of Complex Systems Prima Parte

CIISE 2014 CONFERENZA INCOSE ITALIA SU SYSTEMS ENGINEERING. Modeling Approaches for the Design and Analysis of Complex Systems Prima Parte CIISE 2014 CONFERENZA INCOSE ITALIA SU SYSTEMS ENGINEERING Modeling Approaches for the Design and Analysis of Complex Systems Prima Parte Università di Tor Vergata ROMA, 24-25 Novembre 2014 Model Based

Dettagli

Use case diagrams and templates in the specification of functional requirements

Use case diagrams and templates in the specification of functional requirements Software Engineering - A.A. 13/14 Use case diagrams and templates in the specification of functional requirements Enrico Vicario Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Laboratorio Scienza e Tecnologia

Dettagli

Principi dell ingegneria del software Relazioni fra

Principi dell ingegneria del software Relazioni fra Sommario Principi dell ingegneria del software Leggere Cap. 3 Ghezzi et al. Principi dell ingegneria del software Relazioni fra Principi Metodi e tecniche Metodologie Strumenti Descrizione dei principi

Dettagli

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia DB 1 Due Situazioni Estreme Realtà Descritta da un documento testuale che rappresenta un insieme di requisiti del software La maggiore

Dettagli

Gestione Requisiti. Ingegneria dei Requisiti. Requisito. Tipi di Requisiti e Relativi Documenti. La gestione requisiti consiste in

Gestione Requisiti. Ingegneria dei Requisiti. Requisito. Tipi di Requisiti e Relativi Documenti. La gestione requisiti consiste in Ingegneria dei Requisiti Il processo che stabilisce i servizi che il cliente richiede I requisiti sono la descrizione dei servizi del sistema Funzionalità astratte che il sistema deve fornire Le proprietà

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali Università degli studi dell Aquila 6 C.F.U. 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti Web Information System. La

Dettagli

UML. Una introduzione incompleta. UML: Unified Modeling Language

UML. Una introduzione incompleta. UML: Unified Modeling Language UML Una introduzione incompleta 1/23 UML: Unified Modeling Language Lo Unified Modeling Language (UML) è una collezione di notazioni grafiche che aiuta a progettare sistemi software, specialmente quelli

Dettagli

Informatica Industriale Modello funzionale Casi d uso

Informatica Industriale Modello funzionale Casi d uso DIIGA - Università Politecnica delle Marche A.A. 2006/2007 Informatica Industriale Modello funzionale Casi d uso Luca Spalazzi spalazzi@diiga.univpm.it www.diiga.univpm.it/~spalazzi/ Informatica Industriale

Dettagli

Architettura del software: dai Casi d Uso al Modello

Architettura del software: dai Casi d Uso al Modello Architettura del software: dai Casi d Uso al Modello Lorenzo Barbieri Sono un Senior Trainer/Consultant in ObjectWay SpA (www.objectway.it), specializzato in architetture Microsoft.NET, Windows, SQL Server,

Dettagli

Ciclo di vita dimensionale

Ciclo di vita dimensionale aprile 2012 1 Il ciclo di vita dimensionale Business Dimensional Lifecycle, chiamato anche Kimball Lifecycle descrive il framework complessivo che lega le diverse attività dello sviluppo di un sistema

Dettagli

Corso di Ingegneria del Software. Architetture in UML

Corso di Ingegneria del Software. Architetture in UML Corso di Ingegneria del Software a.a. 2009/2010 Mario Vacca mario.vacca1@istruzione.it Deployment diagram Package diagram Component diagram Esempio Bibliografia Sommario Tipi di viste viste di tipo strutturale

Dettagli

Introduzione a UML. Iolanda Salinari

Introduzione a UML. Iolanda Salinari Introduzione a UML Iolanda Salinari Perché modelliamo Un modello è una semplificazione della realtà I modelli ci aiutano a visualizzare un sistema come è o come vorremmo che fosse ci permettono di specificare

Dettagli

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ 1. BASI DI DATI: GENERALITÀ BASE DI DATI (DATABASE, DB) Raccolta di informazioni o dati strutturati, correlati tra loro in modo da risultare fruibili in maniera ottimale. Una base di dati è usualmente

Dettagli

6. PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATIVI BASATI SU WEB...2 6.1 LA PROGETTAZIONE COME PROCESSO...2 6.1.1 Sviluppo ad hoc...2 6.1.

6. PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATIVI BASATI SU WEB...2 6.1 LA PROGETTAZIONE COME PROCESSO...2 6.1.1 Sviluppo ad hoc...2 6.1. 6. PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATIVI BASATI SU WEB...2 6.1 LA PROGETTAZIONE COME PROCESSO...2 6.1.1 Sviluppo ad hoc...2 6.1.2 Il ciclo di vita dello sviluppo di un sistema...2 6.1.3 Sviluppo di un sistema

Dettagli

Esercitazioni di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE A.A. 2011-2012

Esercitazioni di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE A.A. 2011-2012 Sapienza Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica Corso di Laurea in Ingegneria dei Sistemi Informatici

Dettagli

Obiettivi. Sistemi Informativi SPECIFICA DEI REQUISITI FUNZIONALI. Obiettivi Specifica dei Requisiti UML Use Case Esercizi

Obiettivi. Sistemi Informativi SPECIFICA DEI REQUISITI FUNZIONALI. Obiettivi Specifica dei Requisiti UML Use Case Esercizi Sistemi Informativi SPECIFICA DEI REQUISITI FUNZIONALI Obiettivi Specifica dei Requisiti UML Use Case Esercizi Obiettivi Nelle lezioni precedenti abbiamo modellato il dominio business e i dati L obiettivo

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Reingegnerizzazione di un Content Management System verso l accessibilità secondo la normativa italiana

Reingegnerizzazione di un Content Management System verso l accessibilità secondo la normativa italiana Università degli Studi di Bologna Sede di Cesena FACOLTÀ À DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze dell Informazione Reingegnerizzazione di un Content Management System verso

Dettagli

ANALISI E PROGETTAZIONE OBJECT ORIENTED UNIFIED MODELLING LANGUAGE (UML)

ANALISI E PROGETTAZIONE OBJECT ORIENTED UNIFIED MODELLING LANGUAGE (UML) ANALISI E PROGETTAZIONE OBJECT ORIENTED UNIFIED MODELLING LANGUAGE (UML) a cura di Giacomo PISCITELLI Dipartimento di Elettrotecnica ed Elettronica Politecnico di Bari Questi appunti sono ricavati da una

Dettagli

Analisi e progettazione del software

Analisi e progettazione del software Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Analisi e progettazione del software L esperienza non è quello che ti succede, Introduzione al corso ma quello che te ne fai marzo 2013 di quello che ti

Dettagli

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2010/2011 I lucidi del corso sono stati prodotti

Dettagli

Introduzione a UML. Adriano Comai. http://www.analisi-disegno.com. versione 19 marzo 2010. Adriano Comai. Introduzione a UML Pag.

Introduzione a UML. Adriano Comai. http://www.analisi-disegno.com. versione 19 marzo 2010. Adriano Comai. Introduzione a UML Pag. Introduzione a UML versione 19 marzo 2010 http://www.analisi-disegno.com Introduzione a UML Pag. 1 Obiettivo di questa introduzione fornire alcuni elementi di base su UML introdurre i diagrammi fornire

Dettagli

Il diagramma dei casi d uso

Il diagramma dei casi d uso Il diagramma dei casi d uso Laboratorio di Ingegneria del Software Prof. Paolo Ciancarini Dott. Sara Zuppiroli A.A. 2010/2011 Lab di Ingegneria del Software () Il diagramma dei casi d uso A.A. 2010/2011

Dettagli

DESIGN PATTERN ESERCITAZIONE PREPARAZIONE ALL ESAME, PARTE II INGEGNERIA DEL SOFTWARE. La soluzione corretta è la c)

DESIGN PATTERN ESERCITAZIONE PREPARAZIONE ALL ESAME, PARTE II INGEGNERIA DEL SOFTWARE. La soluzione corretta è la c) DESIGN PATTERN Barrare con una X la lettera del diagramma delle classi che fra i seguenti rappresenta in modo corretto il design pattern architetturale Model View Controller (MVC) ESERCITAZIONE PREPARAZIONE

Dettagli

Realizzazione di un prototipo di un software web based per la gestione di un inventario comunale

Realizzazione di un prototipo di un software web based per la gestione di un inventario comunale tesi di laurea inventario comunale Anno Accademico 2009/2010 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana correlatore Ch.mo Ing. Luigi Pontillo candidato Michele Vitelli Matr. 534 2170 Redazione dell Inventario

Dettagli

Sequence Diagram e Collaboration Diagram

Sequence Diagram e Collaboration Diagram Sequence Diagram e Collaboration Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Sommario Interaction

Dettagli

Use Case Driven Object Modeling: ICONIX

Use Case Driven Object Modeling: ICONIX Use Case Driven Object Modeling: ICONIX Un esempio di specifica, analisi, progetto e sviluppo utilizzando ICONIX (applicazione web) Ditta di Noleggio Dvd Un sistema per la gestione di una ditta di noleggio

Dettagli

Organizzazione aziendale Lezione 16 BPMN. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28

Organizzazione aziendale Lezione 16 BPMN. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 Organizzazione aziendale Lezione 16 BPMN Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 Nozioni di base Un sistema è una collezione di entità (es. persone o macchine) che interagiscono

Dettagli

Introduzione ad UML. Perché modelliamo

Introduzione ad UML. Perché modelliamo Introduzione ad UML Pag. 1 Perché modelliamo Un modello è una semplificazione della realtà I modelli ci aiutano a visualizzare un sistema come è o come vorremmo che fosse ci permettono di specificare la

Dettagli

Progettazione di Applicazioni Web

Progettazione di Applicazioni Web 1 Argomenti della lezione Progettazione di Applicazioni Web Sviluppo delle applicazioni Processo di sviluppo Formalismi grafici di supporto diagrammi UML (cenni) Scelta dell architettura Sviluppo di applicazioni

Dettagli

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1 Le Basi di dati: generalità Unità di Apprendimento A1 1 1 Cosa è una base di dati In ogni modello di organizzazione della vita dell uomo vengono trattate informazioni Una volta individuate e raccolte devono

Dettagli

Project Planning. Politecnico di Milano. Progetto di Ingegneria del Software 2. 15 novembre 2011. Elisabetta Di Nitto Raffaela Mirandola

Project Planning. Politecnico di Milano. Progetto di Ingegneria del Software 2. 15 novembre 2011. Elisabetta Di Nitto Raffaela Mirandola Politecnico di Milano Progetto di Ingegneria del Software 2 Project Planning Autori: Claudia Foglieni Giovanni Matteo Fumarola Massimo Maggi Professori: Elisabetta Di Nitto Raffaela Mirandola 15 novembre

Dettagli

Computer Integrated Manufacturing

Computer Integrated Manufacturing Computer Integrated Manufacturing Sistemi per l automazione industriale Ing. Stefano MAGGI Dipartimento di Elettrotecnica Politecnico di Milano lunedì 10 novembre 2008 Contenuti Il processo e l impianto

Dettagli

Ingegneria dei Requisiti

Ingegneria dei Requisiti Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Ingegneria dei Requisiti E. TINELLI Contenuti I requisiti del software Documento dei requisiti I processi

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO S.I.A. UdA n. 1 Titolo: conoscenze di base Conoscenza delle caratteristiche dell informatica e degli strumenti utilizzati Informatica e sistemi di elaborazione Conoscenza delle caratteristiche

Dettagli

Il File System. È la componente del S.O. che si occupa della gestione della memoria di massa e dell organizzazione logica dei dati

Il File System. È la componente del S.O. che si occupa della gestione della memoria di massa e dell organizzazione logica dei dati Il File System È la componente del S.O. che si occupa della gestione della memoria di massa e dell organizzazione logica dei dati Le operazioni supportate da un file system sono: eliminazione di dati modifica

Dettagli

Caso di Studio: Avant Dernier

Caso di Studio: Avant Dernier Caso di Studio: Avant Dernier Specifiche: Nel gioco si affrontano 4 giocatori, ciascuno individuato con un numero progressivo (da 1 a 4). Inizialmente, i giocatori ricevono 5 carte ciascuno, e una carta

Dettagli

object oriented analysis

object oriented analysis object oriented analysis 1 attività di analisi l obiettivo dell analisi è raggiungere la piena comprensione del dominio di interesse lo strumento è la descrizione di un modello di dominio mediante un opportuno

Dettagli

In legenda sono riportate le fasi R, P, C/T e I/SA come specificato nella norma ISO/IEC 12207.

In legenda sono riportate le fasi R, P, C/T e I/SA come specificato nella norma ISO/IEC 12207. Durante le attività di sviluppo del software applicativo è spesso utilizzato un ciclo di vita incrementale il cui schema di processo è sintetizzato nella figura seguente. In legenda sono riportate le fasi

Dettagli

Ingegneria del Software. Business Object Technology

Ingegneria del Software. Business Object Technology Ingegneria del Software Business Object Technology Premesse I sistemi informativi di qualsiasi organizzazione devono essere capaci di: gestire quantità di dati sempre crescenti fornire supporto a nuovi

Dettagli

Università degli Studi "Roma Tre" Dipartimento di Informatica ed automazione. Facoltà di Ingegneria. Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica

Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Informatica ed automazione. Facoltà di Ingegneria. Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Università degli Studi "Roma Tre" Dipartimento di Informatica ed automazione Facoltà di Ingegneria Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Sistema informativo per la gestione dei processi

Dettagli

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it

Modelli di Processo. www.vincenzocalabro.it Modelli di Processo Il Modello del Processo Il modello del processo stabilisce i principi di base su cui si fonda lo sviluppo del software (e a cui è dovuto il successo o l insuccesso) Non esiste un unico

Dettagli

Progetto di Informatica III. Introduzione al corso

Progetto di Informatica III. Introduzione al corso Progetto di Informatica III Introduzione al corso Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Contatti Obiettivo Natura Argomenti Organizzazione Materiale didattico Modalità

Dettagli