Borsa di studio biennale post- dottorato presso l Università di Pisa dal 1 novembre 1998 al 31 ottobre 2000.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Borsa di studio biennale post- dottorato presso l Università di Pisa dal 1 novembre 1998 al 31 ottobre 2000."

Transcript

1 CURRICULUM VITAE Michela Lazzeroni Nata a Pisa il Residente in via Mercanti PISA Università di Pisa - Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere Via Paoli PISA A. IL PERCORSO DI FORMAZIONE E LAVORO Laurea in Lettere (indirizzo geografico) ottenuta presso l'università di Pisa il 25 giugno 1992, riportando la votazione di 110 e lode. Titolo della tesi: "Università, attività innovative e sviluppo territoriale in Francia. Il caso di Le Mans". Relatore: Prof. Berardo Cori. Correlatore: Prof. Riccardo Varaldo. Borsa di Studio, assegnata dal Centro per l'innovazione e dall'amministrazione Provinciale di Pisa, per svolgere una ricerca sulle esperienze dei parchi scientifici- tecnologici in Europa (7 gennaio marzo 1993). Dottorato di ricerca in Geografia urbana e regionale (VIII ciclo), Università di Pisa (1 novembre ottobre 1995). Titolo della tesi di dottorato: Geografia e sistemi innovativi. Il caso della Toscana. Tutore: Prof. Berardo Cori (Università di Pisa); co- tutore: Prof. Sergio Conti (Università di Torino). Titolo di dottore di ricerca ottenuto il 29 ottobre Prestazione d opera intellettuale a tempo determinato presso il Dipartimento di Scienze dell Uomo e dell Ambiente, Università di Pisa (27 maggio novembre 1997). Borsa di studio biennale post- dottorato presso l Università di Pisa dal 1 novembre 1998 al 31 ottobre Assegno di ricerca presso il Dipartimento di Scienze dell Uomo e dell Ambiente, Università di Pisa per il biennio 1 novembre ottobre 2002 e rinnovato per il biennio 1 novembre ottobre Professore a contratto del corso di Marketing territoriale, Laurea Specialistica in Geografia, Università di Pisa (a.a ). Borsa di studio presso il Dipartimento di Scienze dell Uomo e dell Ambiente, Università di Pisa (2 maggio ottobre 2005). Ricercatore a tempo determinato (ricercatore in formazione) nel settore scientifico- disciplinare M- GGR/02 Geografia economico- politica presso la Facoltà di Economia, Università di Pisa (2 novembre ottobre 2008). 1

2 Ricercatore a tempo indeterminato non confermato nel settore scientifico- disciplinare M- GGR/02 Geografia economico- politica presso la Facoltà di Economia, Università di Pisa (31 dicembre dicembre 2011). Ricercatore a tempo indeterminato confermato nel settore scientifico- disciplinare M- GGR/02 Geografia economico- politica presso la Facoltà di Economia, Università di Pisa (1 gennaio luglio 2012). Cessazione dal servizio per annullamento del concorso di ricercatore espletato il ottobre 2008 (atti approvati il 13 novembre 2008), per mancanza del timbro nei fogli delle prove scritte (sentenza TAR della Toscana n. 1943). Reiterazione del concorso a partire dalle prove scritte in data settembre 2012, di cui la sottoscritta è risultata vincitrice. Ricercatore a tempo indeterminato non confermato nel settore scientifico- disciplinare M- GGR/02 Geografia economico- politica presso il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, Università di Pisa (dal 5 novembre 2012 ad oggi). Abilitazione scientifica nazionale per professore di II fascia nel settore concorsuale 11/B1 - Geografia, ottenuta il 19 febbraio B. IL PROFILO SCIENTIFICO B1. I principali filoni di ricerca 1. Il rapporto tra conoscenza, innovazione e territorio. Il tema del rapporto tra conoscenza, innovazione e territorio è stato affrontato cercando di adottare impostazioni teoriche originali e producendo lavori empirici che hanno riguardato l area di Pisa, la Toscana, l Italia e alcuni casi internazionali (Bangalore in India, Boston e Silicon Valley negli Stati Uniti, Oxford in Gran Bretagna, Leuven in Belgio, Grenoble in Francia). In particolare, l attenzione è stata incentrata sui seguenti ambiti: - lo studio dei processi di concentrazione delle attività ad alto contenuto scientifico- tecnologico, con particolare riferimento all esperienza dei parchi scientifici e al fenomeno dei distretti tecnologici; - la definizione di strumenti teorici e metodologici per l analisi dei cambiamenti dell università e delle nuove funzioni di trasferimento tecnologico, con particolare attenzione al ruolo di agente dello sviluppo territoriale; - l analisi dei fattori e delle politiche di supporto allo sviluppo di progetti di innovazione tecnologica e di sviluppo territoriale; - l esame dell impatto delle tecnologie sulle dinamiche di generazione e di diffusione della conoscenza e dell innovazione, con particolare riguardo ai nuovi rapporti tra luoghi e flussi, spazi reali e virtuali; - l analisi delle differenze territoriali nell accesso delle donne alla formazione avanzata e ai settori della conoscenza e dell alta tecnologia. 2. La relazione uomo- ambiente e la trasformazione delle aree costiere Questo percorso di ricerca è stato intrapreso partecipando a numerosi progetti di ricerca (PRIN, CNR, FIRB, INTERREG, ecc.), condotti all interno del Dipartimento di Scienze dell Uomo e dell Ambiente - sezione di Geografia, relativi agli aspetti antropici del cambiamento globale e alla pressione umana, con particolare riguardo alle regioni costiere del Mediterraneo e alla 2

3 Toscana litoranea. Più precisamente, sono stati esplorati i seguenti ambiti di ricerca: - l approfondimento del concetto di sviluppo sostenibile e degli aspetti culturali, sociali e ambientali del cambiamento urbano (regioni costiere del Mediterraneo occidentale e Toscana litoranea); - l analisi del fenomeno di urbanizzazione e de- urbanizzazione nelle aree litoranee della Toscana - lo studio dell evoluzione dell uso del suolo e delle trasformazioni culturali del paesaggio nelle zone litoranee (caso di studio dell Isola d Elba) - la definizione delle metodologie di analisi della pressione umana (demografica e insediativa) sulle aree costiere italiane e francesi (casi di studio: Isola d Elba e Corsica), attraverso l analisi statistica di dati, realizzazioni di indagini sul terreno, realizzazione di carte e GIS; - l analisi del rapporto tra turismo e territorio nelle aree costiere, con particolare riferimento al concetto di sostenibilità territoriale e alle componenti socio- economiche e culturali; - la descrizione della dimensione geografica del settore della cantieristica in Toscana, con particolare riguardo alle zone litoranee. 3. L evoluzione delle città nelle dinamiche di globalizzazione La geografia urbana e l analisi dell evoluzione delle città sono stati affrontati all interno di diversi programmi di ricerca nazionali e iniziative internazionali. In particolare, sono stati approfonditi i seguenti temi: - l analisi delle recenti tendenze insediative e della mobilità residenziale, con particolare riguardo alla Toscana nord- occidentale; - l identificazione dei cambiamenti del ruolo e delle funzioni della città nell economia e società attuali e il concetto di identità e di immagine della città della conoscenza; - lo studio dell evoluzione della città, con particolare riguardo alle caratteristiche della città multiculturale e alle attitudini della città cosmopolita; - la definizione del concetto di resilienza e la sua applicazione ai contesti urbani, con particolare riguardo al ruolo delle strategie locali per lo sviluppo delle piccole città. 4. Cultural economy, competitività e marketing territoriale Questo tema riguarda le dinamiche dello sviluppo locale e del ruolo della cultura e del patrimonio territoriale. Più precisamente l ampia tematica è stata affrontata da diversi punti di vista: - lo studio delle dinamiche locali e globali dello sviluppo e la definizione degli strumenti di analisi della competitività territoriale; - la riflessione sulle politiche di sviluppo locale e sulle strategie di marketing territoriale, con particolare riguardo al concetto di identità territoriale e alla rilevanza dell immagine e del place branding; - l analisi del patrimonio e del paesaggio industriale nelle strategie di sviluppo dei sistemi produttivi locali e delle città, con particolare attenzione a Pontedera e al territorio toscano; - la focalizzazione sull approccio territoriale alla cultural economy e sulla valorizzazione economica e sociale della cultura nei modelli di sviluppo di un territorio, con particolare riguardo alle piccole città e alle aree non urbane. B2. Pubblicazioni più significative (al punto F del presente documento è stata riportata la lista completa delle pubblicazioni) 3

4 In questa parte vengono segnalate le 30 pubblicazioni ritenute più significative, ordinate per tipologia di pubblicazione, selezionate all interno dell elenco completo delle pubblicazioni totali (n. 105), che si trova al punto F del presente curriculum. Articoli in riviste di rilevanza internazionale e nazionale - Cori B. e Lazzeroni M. (1995), Vers une délittoralisation de la population en Toscane?, in Mediterranée, n. 81, pp (pubblicazione in Rivista Internazionale con riconoscimento SCOPUS). - Lazzeroni M. (1995), Science Parks in Western Europe: can the model be replied in Central- Eastern European countries?, in Geographia Polonica, vol. 66., pp (pubblicazione in Rivista Internazionale con riconoscimento SCOPUS). - Lazzeroni M. (1998), Nuove strategie di sviluppo locale. Il marketing territoriale, in Rivista Geografica Italiana, 105, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR e con riconoscimento internazionale SCOPUS). - Lazzeroni M. (2001), La competitività territoriale: proposta di una metodologia di analisi, in Bollettino della Società Geografica Italiana, n. 1-2, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR). - Lazzeroni M., Piccaluga A. (2003), Towards the Entrepreneurial University, in Local Economy, n.1, pp (pubblicazione in Rivista Internazionale con riconoscimento SCOPUS). - Cortesi G., Lazzeroni M. (2004), Women and the access to knowledge and new technologies: the case of Pisa, in GeoJournal, 61, pp (pubblicazione in Rivista Internazionale con riconoscimento SCOPUS). - Lazzeroni M. (2007), Donne di talento: un analisi delle differenze territoriali in Italia, in Geotema, n. 33, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR). - Lazzeroni M. (2007), Quali prospettive per l India high- tech? Riflessioni a partire dal caso di Bangalore, in Rivista Geografica Italiana, n. 114, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR e con riconoscimento internazionale SCOPUS). - Lazzeroni M. (2010), High- tech activities, System innovativeness and Geographic concentration: insights into technological districts in Italy, in European Urban and Regional Studies, n. 17 (1), pp (pubblicazione in Rivista Internazionale con riconoscimento ISI e SCOPUS). - Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2011), Vivere la differenza: come la città ridisegna se stessa in una prospettiva cosmopolita, in Bollettino della Società Geografica, n. 4, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR). - Lazzeroni M. (2013), Identità e immagine della città della conoscenza e dell innovazione: teorie, politiche, strategie, in Rivista Geografica Italiana, 121, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR e con riconoscimento internazionale SCOPUS). - Lazzeroni M., Bellini N., Cortesi G., Loffredo A. (2013), The territorial approach to cultural economy: new opportunities for the development of small towns, in European Planning Studies, 21, 4, pp (pubblicazione in Rivista Internazionale con riconoscimento ISI e SCOPUS). - Lazzeroni M. (2014), L interazione tra Università e contesto territoriale: prospettive di analisi ed esperienze europee, in Annali del Dipartimento di Metodo e Modelli per l Economia e il Territorio e la Finanza (The future of Europe), Pàtron Editore, 4

5 Bologna, pp (pubblicazione in Rivista di classe A, secondo la classificazione ANVUR). Monografie di ricerca - Lazzeroni M. (2004), Geografia della conoscenza e dell innovazione tecnologica. Un interpretazione dei cambiamenti territoriali, Franco Angeli, Milano, pp Cortesi G., Bellini N., Izis E., Lazzeroni M. (2010), Il paesaggio sonoro e la valorizzazione culturale del territorio. Riflessioni a partire da un indagine sui luoghi pucciniani, Patron, Bologna, pp Curatele - Lanzara R., Lazzeroni M. (2001) (a cura), Metodologie per l innovazione territoriale. Lo sviluppo di un progetto sperimentale nelle aree di Pisa, Benevento, Brindisi/Lecce, Franco Angeli, Milano, pp Amato G., Varaldo R., Lazzeroni M. (a cura) (2006), La città nell era della conoscenza e dell innovazione, Franco Angeli, Milano, pp Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (a cura) (2006), Famiglie, abitazioni, insediamenti. Differenze generazionali e territoriali, Edizioni PLUS, Pisa, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura) (2011), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Capitoli di libri - Capineri C., Lazzeroni M., Spinelli Gf., (1995), "Mediterranean France: in search of a balance", in G. Cortesi (ed.), Urban change and environment. The case of North- Western Mediterranean, Milano, Guerini, pp Lazzeroni M. (1999), Technological innovation and new roles of urban centres: the case of Pisa, in Manzi E., Schmidt di Friedeberg M. (eds), Landscape and sustainability, global change, Mediterranean historic centres: from rediscovery to exploitation, Milano, Guerini, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2000), Modelli di cambiamento urbano nel Mediterraneo occidentale, in Cortesi G. (a cura), Il cambiamento urbano nelle aree costiere del Mediterraneo, Memorie della Società di Studi Geografici, Firenze, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2000), Urban Change and Human Response in the Mediterranean Coastal Areas, in Conti S. (ed.), Geographies of diversity. Italian Perspectives, Società Geografica Italiana, Roma, pp Lazzeroni M., Meini M. (2003), Pontedera: un caso di patrimonializzazione incompleta di beni culturali industriali in Dansero E., Emanuel C., Governa F. (a cura), I patrimoni industriali. Una geografia per lo sviluppo locale, Franco Angeli, Milano, pp Lazzeroni M. e Meini M. (2006), Il paesaggio industriale a Pontedera: dalle tracce ai valori, in Dansero E., Vanolo A. (a cura), Geografie dei paesaggi industriali in Italia. Riflessioni e casi studio a confronto, Franco Angeli, Milano, pp Cori B., Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M., Lemmi E. (2006), Evoluzione sull uso del suolo e trasformazioni del paesaggio culturale: il caso dell Isola d Elba, in Manzi E. (a cura), LUCC. Paesaggio e Mediterraneo, Memorie della Società Geografica Italiana, Roma, pp Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2007), Analyse de la pression humaine/analisi della pressione umana (Propriano Baie de Valinco), in Federici P.R. (a cura), Analyse integrée du Système Côtier/Analisi integrata del Sistema costiero. Aspects géomorphologiques, 5

6 climatiques végétationnels et anthropiques. Études empiriques des littoraux de la Province de Livourne et de la Corse/Aspetti geomorfologici, climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica, Brigati, Genova, pp Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2007), Analyse de la pression humaine/analisi della pressione umana (Campo nell Elba), in Federici P.R. (a cura), Analyse integrée du Système Côtier/Analisi integrata del Sistema costiero. Aspects géomorphologiques, climatiques végétationnels et anthropiques. Études empiriques des littoraux de la Province de Livourne et de la Corse/Aspetti geomorfologici, climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica, Brigati, Genova, pp Lazzeroni M. (2008), La città della conoscenza in Dematteis G. (a cura), L Italia delle città. Tra malessere e trasfigurazione, Società Geografica Italiana, Roma, pp Lazzeroni M. (2012), La Toscana degli spazi produttivi. Una lettura geografica dell evoluzione dell industria e dei servizi dal dopoguerra ad oggi, in Macchia P. (a cura), La Toscana in evoluzione. Scritti per Berardo Cori coordinati da Carlo Da Pozzo, Edizioni ETS, Pisa, pp Lazzeroni M. (2013), La dimensione geografica del settore della nautica in Toscana, in Cavallini I. (a cura), Portualità turistica e nautica da diporto in Toscana: analisi delle dinamiche strategiche e degli impatti socioeconomici, Franco Angeli, Milano, pp B3. Convegni e seminari Internazionali - Varaldo R., Piccaluga A., Lazzeroni M., The Science and Technology Park of Western Tuscany, Third World Conference on Science Parks, September 14, 15 & , Bordeaux, France. - Cortesi G., Lazzeroni M., Spinelli Gf., Urban change and new housing choices. Re- evaluation of mountain areas in Tuscany, 8th Italian- Polish Seminar of Geography Urban and Regional Development in Italy and in Poland, Trento, September Besana A., Lazzeroni M., Primi A., Recent settlement dynamics in the Mountain areas of Liguria, of Tuscany and in Trentino- Alto Adige, 8th Italian- Polish Seminar of Geography Urban and Regional Development in Italy and in Poland, Trento, September Piccaluga A., Lazzeroni M., Del Valle R.G., El sistema innovativo en la region Toscana: los sectores industrials de alta tecnologia, International Conference Inbercyt, La Habana, 14 luglio Cortesi G., Lazzeroni M., Modèles de développement et typologies des relations dans le systeme toscan. Cas d étude, Seminaire International Initiative entrepreneuriale et développement regional, Angers, 31 gennaio - 2 febbraio Cortesi G., Lazzeroni M., Access to knowledge and new technologies in Italy. A gender approach, in IGU Regional Conference Geographical Renaissance at the Dawn of the Millennium, Durban 4-7 August Bellini N., Piccaluga A., Lazzeroni M. et al., The role of high- tech companies in peripheral, knowledge intensive areas: an in- depth analysis in Pisa, Regional Studies Conference Reinventing Regions in the Global Economy, april Cortesi G., Lazzeroni M., Romano F., Spatial and gender differentiation in access to higher education in Italy, Regional Studies Conference Reinventing Regions in the Global Economy, april

7 - Lanzara R., Lazzeroni M., Nuti S., The development of networks for regional competitiveness and innovation. An experimental project in the area of Pisa, Regional Studies Conference Reinventing Regions in the Global Economy, april Cortesi G., Bottai M., Lazzeroni M., Gender differences and urban residential mobility. First results of the housing, household, habitat project, IGU Seminar Gendered cities: identities, activities, networks - a life course approach, Roma, May 30- June 1, Lazzeroni M., High- tech activities and geographic concentration: some remarks about technological districts in Italy, Convegno Internazionale Geografia della società dell informazione. Proiezioni territoriali, strumenti di comunicazione e governance, Roma, 14 febbraio Delfino M., Lazzeroni M., Piccaluga A., The contribution of universities to local/regional economic development: towards an analysis of research spillovers in Genoa e Pisa, 5th Triple Helix Conference, Turin, May Bellini N., Cortesi G., Lazzeroni M., Loffredo A., A re- appraisal of the cultural economy: industrial vs territorial approach, Regional Studies Association Conference Understanding and Shaping Regions: Spatial, Social and Economic Futures, Leuvain, 6-9 april Cortesi G., Lazzeroni M., Cultural economy and local development: the contribution of geographic approach, in IGU Regional Conference Bridging Diversity in a Globalizing World, Tel Aviv, July Lazzeroni M., Piccaluga A., University- industry relations and firms performances at regional level: empirical evidence from the Tuscan innovative system in Italy, Global Conference on Economic Geography 2011, Seoul, 28 June - 1 July 2011 (abstract accettato, ma impossibilità a partecipare alla conferenza). - Lazzeroni M., Piccaluga A., Knowledge development in university towns, XI Triple Helix Conference The Triple Helix in a context of global change: continuing, mutating or unravelling?, London, 8-10 July 2013 (http://www.biginnovationcentre.com/events/triple- Helix- Conference/Papers). - Lazzeroni M., The development of knowledge cities: the role of contextual factors and image policies, IV Eugeo Congress Europe, what s next? Changing geographies and geographies of change, Roma, 5-7 september Lazzeroni M. Building resilient cities: The role of local strategies for the development of small cities, IGU Regional Conference Changes, Challenges, Responsibility, Krakow, Poland, August Nazionali - Lazzeroni M., Technological innovation and new roles of urban centres: the case of Pisa, Congress Landscape and sustainability, global change, Mediterranean historic centres: from rediscovery to exploitation, University of Pavia, 9-10 ottobre Cortesi G., Lazzeroni M., Alte densità, basse densità: quale significato per il 2000?, XXVIII Congresso Geografico Italiano, Roma, giugno Cortesi G., Lazzeroni M., Lavoro femminile e innovazione in Italia, XXVIII Congresso Geografico Italiano, Roma, giugno Lazzeroni M., Paradiso M., Ricerca geografica e interdisciplinarietà: il caso Link, XXVIII Congresso Geografico Italiano, Roma, giugno Cortesi G., Lazzeroni M., Modelli di cambiamento urbano nel Mediterraneo occidentale, Global Change. Censimento delle attività di ricerca nazionali, Workshop CNR, Roma, Novembre

8 - Lazzeroni M., Distretti tecnologici e sviluppo locale: metodologie di identificazione e di analisi, paper preparato per il Convegno Lo sviluppo locale. Metodologie e politiche, Napoli, maggio Lazzeroni M., Il ruolo dell università nello sviluppo territoriale: strumenti di analisi e applicazioni, paper preparato per il XXIX Congresso Geografico Italiano, Palermo, settembre Varaldo R., Lazzeroni M., La città nell era della conoscenza e dell innovazione: i cambiamenti in atto, Conferenza Nazionale IRME, Scuola Superiore Sant Anna Pisa, 14 giugno 2005 (la sottoscritta ha inoltre fornito un contributo per la definizione del programma, per l organizzazione della conferenza e per la stesura della relazione introduttiva). - Lazzeroni M., Il quadro insediativo attuale, Convegno su Famiglie, abitazioni, insediamenti: differenziazioni generazionali e territoriali, Società Geografica Italiana, Roma, 23 giugno 2005 (la sottoscritta ha inoltre contribuito alla definizione del programma e all organizzazione del convegno). - Cortesi G., Lazzeroni M., Valutazione della pressione umana e del cambiamento nell uso el suolo nel territorio di Campo nell Elba, Workshop Analisi integrata del Sistema Costiero di Marina di Campo - Isola d Elba, Livorno, 3 maggio Cortesi G., Lazzeroni M., Dove vai ad abitare? : un analisi delle nuove tendenze insediative nella Toscana nord- occidentale, XXVII Conferenza Italiana di Scienze regionali, Pisa, ottobre Lazzeroni M., Piccaluga A., Un analisi multi- scalare sull innovazione nel territorio italiano, XXVII Conferenza Italiana di Scienze regionali, Pisa, ottobre Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. Dove vai ad abitare? Riflessioni attorno ai risultati della ricerca Famiglie, abitazioni, insediamenti. Differenze generazionali e territoriali, Seminario, Pisa, 23 marzo Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M., Analisi della pressione umana sulle zone costiere, Workshop Analyse Intégrée du Système Côtier, Bastia, 19 giugno Lazzeroni M., La distribuzione spaziale della conoscenza e dell alta tecnologia: tra dinamiche di globalizzazione e di concentrazione, paper preparato per il XXX Congresso Geografico Italiano, Firenze, settembre Lazzeroni M., Piccaluga A., L evoluzione dell Università: nuovi profili e nuovi metodi di analisi, contributo alla XXIX Conferenza Italiana di Scienze Regionali, Bari, ottobre Bellini N., Cortesi G., Lazzeroni M., Loffredo A., L approccio territoriale alla cultural economy: nuove idee per la valorizzazione dei centri minori, XXX Conferenza Italiana di Scienze Regionali, Firenze, 9-11 settembre Lazzeroni M., Intervento agli Incontri di Artimino sullo Sviluppo Locale su Le città dell innovazione in Italia e in Europa: origini, percorsi e problemi di sviluppo, 29 settembre- 1 ottobre Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2011), Vivere la differenza: come la città ridisegna se stessa in una prospettiva cosmopolita, Seminario internazionale Lo spazio della differenza, Università Milano- Bicocca, ottobre Lazzeroni M., Identità e immagine della città della conoscenza e dell innovazione: teorie, politiche, strategie, contributo per la XXXII Conferenza Italiana AISRE, settembre

9 - Lazzeroni M., Alta tecnologia e sviluppo regionale in Toscana: analisi settoriale e variabili di contesto, Giornata di Studio Oltre la Globalizzazione: le proposte della geografia economica, Firenze, 14 ottobre Lazzeroni M., Oltre i musei. La cultura come motore di sviluppo delle piccole città, XXXI Congresso Geografico Italiano, giugno Lazzeroni M. Università e piccole- medie città. Quale contributo allo sviluppo locale e all identità urbana?, Oltre la globalizzazione: Proximity, Firenze, 7 dicembre Lazzeroni M., Intervento come discussant al convegno Cooperazione, territorio, sviluppo sostenibile, Firenze, 23 ottobre Lazzeroni M., Bellini N., Rafforzare la resilienza urbana: quali strategie di sviluppo per le piccole e medie città?, Oltre la globalizzazione: Resilienza/Resilience, Firenze, 6 dicembre 2013 (la sottoscritta ha fatto parte anche del Comitato scientifico del convegno ed ha coordinato una sessione). - Lazzeroni M., L economia della cultura, Incontro/Dibattito Cultura e sviluppo: un opzione per la Versilia, Pietrasanta, 25 ottobre Lazzeroni M., Interpretare il cambiamento dei sistemi economici territoriali: processi, fratture, ricomposizioni, IV Giornata di studio in Geografia economico- politica Oltre la globalizzazione. Conflitti/Conflicts, Firenze, 9 dicembre C. PARTECIPAZIONE A PROGETTI DI RICERCA C1. Internazionali e nazionali Responsabile scientifico Progetto CNR Giovani Ricercatori - "Agenda 2000": "Le ricadute territoriali dell'innovazione tecnologica" (Linea di ricerca: Le trasformazioni territoriali: innovazioni tecnologiche ed organizzative ed impatto sulla società) (durata: 24 mesi). Progetto CNR Giovani Ricercatori - "Promozione della ricerca 2004": "Nuove tecnologie per nuovi spazi industriali: l'impatto dell'innovazione tecnologica sulla distribuzione territoriale delle attività economiche e sulla formazione e sviluppo dei distretti tecnologici" (Linea di ricerca: L'identità culturale come fattore di integrazione) (durata: 24 mesi). Collaboratore alla ricerca Progetto coordinato CNR "Aspetti antropici del cambiamento globale: la regione mediterranea (Coordinatore nazionale: Berardo Cori, Università di Pisa) - Unità locale "Il cambiamento urbano e le sue interconnessioni con l'ambiente nell'area mediterranea" (Responsabile scientifico: Gisella Cortesi, Università di Pisa) (contributo n CT15-36 mesi) Progetto MIUR - PRIN "Aspetti antropici del cambiamento globale del Mediterraneo" (Coordinatore nazionale e responsabile scientifico dell'unità locale: Berardo Cori, Università di Pisa) (24 mesi) Progetto coordinato CNR "Gli aspetti culturali, sociali e ambientali del cambiamento urbano nelle aree costiere del Mediterraneo" (Coordinatore nazionale: Gisella Cortesi, Università di Pisa), Unità locale "Gli aspetti culturali del cambiamento urbano nelle aree del Mediterraneo" (Responsabile scientifico: Gisella Cortesi, Università di Pisa) (contributo n CT15-36 mesi) 9

10 Progetto MIUR - PRIN "Cambiamento globale, sviluppo sostenibile e dinamica spaziale nelle regioni costiere del Mediterraneo" (Coordinatore nazionale: Berardo Cori, Università di Pisa) - Unità Locale "Pressione antropica e cambiamento urbano in alcune regioni costiere del Mediterraneo" (Responsabile scientifico: Berardo Cori, Università di Pisa) (24 mesi) Progetto FIRB "LUCC, paesaggio e Mediterraneo: una carta e GIS del paesaggio e della trasformazione storico- geografica dell'uso del suolo" (Coordinatore nazionale: Elio Manzi, Università di Pavia) (24 mesi) Progetto MIUR - PRIN "Famiglie, abitazioni, insediamenti: un'indagine campionaria sulle differenziazioni territoriali delle biografie familiari" (Coordinatore nazionale: Berardo Cori, Università di Pisa, Unità locale: "Mobilità residenziali e nuovi modelli insediativi", Responsabile scientifico: Berardo Cori, Università di Pisa) (24 mesi) Progetto INTERREG III A IT- FR "Isole" (Consorzio Pisa Ricerche) ( ) - "Analisi integrata del sistema costiero: aspetti geomorfologia,climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica" (Coordinatore: Paolo Roberto Federici, Università di Pisa) (24 mesi) Progetto MIUR - PRIN "La città cosmopolita. Zone di contatto, flussi, geografie" (Coordinatore nazionale: Vincenzo Guarrasi, Università di Palermo) - Unità locale: "Soggetti, relazioni, luoghi nella città multiculturale" (Responsabile scientifico: Gisella Cortesi, Università di Pisa) (24 mesi) C2. Regionali e locali Progetti finanziati con bando La sottoscritta ha collaborato attivamente alla stesura e alla realizzazione dei seguenti progetti: Progetto Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra (Bando 2006): "Dal presente al futuro: analisi socio- economica del territorio di Volterra" (Coordinatore: Andrea Piccaluga, Scuola Superiore Sant'Anna) (18 mesi): Progetto Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca (Bando 2007): "Il soundscape e la lettura del territorio. Indagine dei luoghi pucciniani nella provincia di Lucca e proposte di un piano di sviluppo territoriale" (Coordinatore: Gisella Cortesi, Università di Pisa) (12 mesi) Progetto Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca (Bando 2011): "Manifattura e servizi: scenari e prospettive dell'industria lucchese" (Coordinatore: Daniele Dalli, Università di Pisa) (11 mesi) Progetti di collaborazione e incarichi di ricerca Progetto di pre- fattibilità di un parco scientifico e tecnologico nella Toscana nord- occidentale (settembre novembre 1994): collaborazione con il Centro per l Innovazione e la Provincia di Pisa per lo svolgimento di attività di ricerca sull esperienza dei parchi scientifici e tecnologici in Europa e di supporto al coordinamento. Progetto Europeo Tetris (12 marzo dicembre 1997): collaborazione con il Centro per l innovazione con l incarico di svolgere una relazione sull offerta di tecnologie e sui brevetti e progetti europei delle Università toscane. Progetto Valorizzazione economica e occupazionale dei beni culturali e ambientali della Provincia di Livorno (novembre- dicembre 1994): collaborazione con il Centro per l Innovazione e coordinato dalla Prof. Marinella Pasquinucci, Università di Pisa. 10

11 Progetto Emilia Romagna (2 dicembre marzo 1997): collaborazione con Ervet Politiche per le imprese (Bologna) con l'incarico di realizzare elaborazioni statistiche e cartografiche e analisi delle principali variabili socio- economiche nei comuni dell'emilia Romagna. Progetto Marketing d Area nella Provincia di Pisa e Livorno (2 maggio gennaio 1998): collaborazione con il Centro per l Innovazione con l incarico di svolgere ricerche teoriche ed empiriche sul tema del marketing territoriale e di studiarne le applicazioni al territorio pisano e livornese. Conferenza economica dell area pisana (febbraio maggio 1998): collaborazione con il Centro per l Innovazione e il Comune di Pisa per la stesura della relazione Innovazione e attività di R&S nell area pisana. Progetto editoriale Sviluppo locale e politica industriale (15 novembre febbraio 1999): collaborazione con il Laboratorio di Politica Economica Regionale di Bologna con l incarico di redigere un paper sulle principali teorie e pratiche sullo sviluppo locale realizzate in Italia. Progetto Valdera (novembre giugno 1999): collaborazione con Il Centro per l Innovazione per lo studio sulla Definizione di scenari di integrazione economica e territoriale e studio di fattibilità del sistema innovativo di collegamento dei centri della Valdera (progetto finanziato dai Comuni dell Alta Valdera) Progetto Link (Piano di potenziamento delle Reti di Ricerca e di Sviluppo del Territorio) (1 gennaio ottobre 2001), coordinato dalla Scuola Superiore Sant Anna e finanziato dal MIUR: svolgimento di attività di ricerca, di progettazione scientifica e formativa, di supporto al coordinamento in due specifici progetti previsti dal Piano: P1 Ricerca sui modelli e sulle metodologie per i servizi avanzati e la formazione con particolare attenzione alla fase WP1 Analisi territoriale ; P6 Strumenti e metodologie formative per lo sviluppo di competenze dedicate a sostenere progetti di promozione dell innovazione territoriale. Progetto Osservatorio delle imprese high- tech della Provincia di Pisa (aprile 2002): collaborazione con la Scuola Superiore Sant Anna per lo svolgimento di diverse attività di ricerca sui distretti tecnologici e di progettazione e svolgimento di un indagine diretta sulle imprese ad alta tecnologia operanti nell area pisana (progetto finanziato dall Unione europea e dalla Provincia di Pisa). Progetto Analisi della politica regionale per l innovazione tecnologica e il rafforzamento dell area high- tech in Toscana, con le logiche e le tecniche della policy analysis (1 aprile luglio 2002): collaborazione con la Scuola Superiore Sant Anna per lo svolgimento di una ricerca sullo stato dell arte delle politiche per l innovazione in Italia e più specificatamente in Toscana (progetto finanziato dalla Regione Toscana). Progetto Comune di San Giuliano (15 aprile - 15 luglio 2004): collaborazione con il Consorzio Pisa Ricerche con l incarico di svolgere un analisi sulle dinamiche economiche e territoriali del Comune di San Giuliano. Progetto La valorizzazione della ricerca in Toscana (giugno - settembre 2008): collaborazione con l Irpet sull evoluzione dell università e sulle ricadute territoriali dell attività di ricerca. Progetto RE.TUR.N - Portualità turistica e nautica da diporto in Toscana ( ): collaborazione con il Dipartimento di Economia aziendale (dott. Iacopo Cavallini) con l incarico di svolgere un analisi della dimensione geografica del settore cantieristico toscano. Progetto Filiere high- tech della Toscana (febbraio - novembre 2011; febbraio - giugno 2012): referente del Dipartimento di Scienze dell Uomo e dell Ambiente nelle convenzioni con la Scuola Superiore Sant Anna per l analisi e la mappatura delle principali filiere high- 11

12 tech della Toscana (progetto finanziato da Toscana Promozione - Regione Toscana). Progetto Saperi e Innovazione (aprile 2014): referente del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere nella convenzione con la Scuola Superiore Sant Anna per un progetto di ricerca finanziato dal Comune di Pisa sulle potenzialità di attrazione di nuovi investimenti del territorio pisano nel campo della ricerca e dell alta tecnologia. D. ALTRE ESPERIENZE DI COLLABORAZIONI SCIENTIFICHE D1. Internazionali Borsa di studio Erasmus ottenuta per svolgere la tesi di laurea presso le Università di Le Mans e di Angers sul fenomeno dei poli tecnologici (luglio - settembre 1991). Visita all Universitè de Nice- Sophia Antipolis - Prof. André Dauphiné (1994) con la prof. Gisella Cortesi per la definizione di metodologie di analisi per lo studio del consumo di suolo nelle aree litoranee. Soggiorno di studio a Brighton (giugno- luglio 1995), durante il dottorato di ricerca, finalizzato all approfondimento del tema Innovazione e territorio e alla raccolta del materiale per la stesura della tesi di dottorato. Soggiorno di studio a Brighton e visita a Oxford, finalizzata alla raccolta di dati e informazioni sul ruolo dell università nello sviluppo della città per un confronto con il caso di Pisa (giugno - luglio 2003). Visita per motivi di ricerca a Mumbai e a Bangalore (India) sul tema dello sviluppo dell alta tecnologia in India e dei cambiamenti economici, sociali e ambientali della città di Bangalore (aprile 2006). Visite e interviste alle seguenti Università: Indian Institute of Technology (ITT), Mumbai; Institute of Management Development & Research, Mumbai; National Institute of Industrial Engineering (NITIE), Mumbai; Indian Institute of Management, Bangalore. Soggiorno presso l area del Golfo di Valinco (Corsica) e collaborazione con l Université de Corse e con IFREMER - Laboratoire Provence Azur Corse per la realizzazione di rilevazioni dirette per la valutazione della pressione umana sulle aree costiere nell ambito del Progetto INTERREG III A IT- FR "Isole" (luglio- agosto 2006). Soggiorno di studio a Berkeley e visita di alcuni centri di ricerca e imprese high- tech di San Francisco e della Silicon Valley (agosto - settembre 2007). Visita per motivi di ricerca in Cina a Chongqing sui temi della localizzazione industriale e dello sviluppo urbano cinese e a Shanghai sul concetto di città cosmopolita e sulla creazione di parchi tecnologici (marzo - aprile 2009). Soggiorno di studio a Londra e contatti con la Prof. Helene Lawton Smith (School of Management - Birbeck University of London and Department of Geography and Environment - University of Oxford) sul ruolo dell università nello sviluppo regionale (settembre 2011). Soggiorno di studio a Boston e visita di alcuni centri di ricerca e imprese high- tech, finalizzata all approfondimento dei fattori territoriali che hanno favorito la progressiva concentrazione di attività innovative (agosto 2012). Soggiorno di studio a Londra (partecipazione alla Triple Helix Conference) e a Oxford (realizzazione di interviste e contatti con l ISIS Innovation dell Università di Oxford) sul tema della città della conoscenza (luglio 2013). D2. Nazionali 12

13 Gruppo di lavoro italiano sul Global Change - Urban Change ( ), coordinato da Berardo Cori e da Gisella Cortesi e gruppo di ricerca MEDUC ( ), coordinato da Gisella Cortesi: partecipazione alle attività di ricerca e di supporto al coordinamento. Gruppo di lavoro I patrimoni della storia industriale, coordinato dal Prof. Sergio Conti del Dipartimento Interateneo Territorio, Università e Politecnico di Torino nell ambito Progetto Finalizzato CNR Beni culturali : partecipazione al gruppo di ricerca e realizzazione del caso di Pontedera insieme alla dott. Monica Meini nel periodo Network Italiano IGU (International Geographical Union) e Gruppo di lavoro AGEI Geografia della Società dell Informazione : partecipazione dal 2005 al gruppo di lavoro, coordinato dalla prof. Maria Paradiso, con particolare riferimento al tema del rapporto tra tecnologie di comunicazione e processi di creazione e di diffusione della conoscenza. Gruppo di lavoro Il paesaggio industriale in Italia, coordinato dal Prof. Sergio Conti del Dipartimento Interateneo Territorio, Università e Politecnico di Torino nell ambito del Progetto Strategico CNR Il paesaggio in Italia : partecipazione alla ricerca e studio del paesaggio industriale di Pontedera in collaborazione con la prof. Monica Meini nel periodo Gruppo di lavoro AGEI Genere e Geografia : partecipazione alle attività di ricerca del gruppo, coordinato dalla prof. Gisella Cortesi, Università di Pisa e successivamente dalla prof.ssa Marcella Friedberg Schmidt, conducendo ricerche sulle differenze territoriali della presenza femminile nei lavori della scienza e dell alta tecnologia. Collaborazione con la Società Geografica Italiana e partecipazione alla redazione del Rapporto annuale 2008 su L Italia delle città. Tra malessere e trasfigurazione, curato da Giuseppe Dematteis del Politecnico di Torino: stesura della parte relativa al tema della città della conoscenza. Osservatorio Regionale della Ricerca e dell Innovazione, coordinato dalla Regione Toscana e dall IRPET (luglio luglio 2010): partecipazione al Gruppo di lavoro dell Università di Pisa per svolgere ricerche sui contratti conto terzi e sulle collaborazioni tra università e organizzazioni esterne. Centro interuniversitario di Scienze Territoriali (CIST) delle Università toscane: membro del Comitato Scientifico del Centro in rappresentanza del Dipartimento di Scienze dell Uomo e dell Ambiente dell Università di Pisa ( ). Osservatorio Regionale delle imprese high- tech, coordinato dall Unioncamere Toscana e dalla Scuola Superiore Sant Anna: partecipazione al Gruppo di lavoro svolgendo attività di ricerca sulle metodologie di identificazione e sulla distribuzione spaziale dei settori high- tech. Società di Studi Geografici: membro del Consiglio Direttivo per il triennio E. ATTIVITA DIDATTICA E1. Didattica per corsi universitari Cultore della materia (dal 1996) nell ambito del corso di Geografia tenuto dalla prof. Gisella Cortesi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di laurea in Lingue e Letterature straniere, Università di Pisa e membro di commissioni di esame di Geografia, Geografia politico- economica, Geografia culturale, Geografia di un area europea o extra- europea, Geografia umana e di tesi laurea. 13

14 Svolgimento di seminari all interno degli insegnamenti in Geografia, Geografia umana, Geografia politica ed economica tenuti dai proff. Berardo Cori e Gisella Cortesi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università di Pisa; più precisamente i seminari hanno riguardato la Cartografia e i temi Innovazione e territorio e Cambiamento urbano. Nell a.a contratto di collaborazione didattica (n. 60 ore) nel corso Geografia umana per la Laurea specialistica in Geografia, Università di Pisa; seminari ed esercitazioni nell ambito dei corsi di Marketing territoriale, tenuto dal prof. Riccardo Lanzara, e di Cartografia automatica, tenuto dal prof. Marco Costa. Nell a.a professore a contratto di Marketing territoriale (5 CF; n. 30 ore) per la Laurea specialistica in Geografia, Facoltà di Lettere, Università di Pisa; svolgimento di esercitazioni nell ambito del corso di Cartografia automatica. Cultore della materia di Geografia economica (dal 2005) presso la Facoltà di Economia, Università di Pisa e membro della commissione di esame nel corso di Geografia economica tenuto dal prof. Paolo Ghelardoni e in quello di Geografia applicata tenuto dal prof. Sergio Pinna. Negli a.a , , , collaboratore didattico (svolgimento di seminari per n. 20 ore l anno) nel corso di Marketing territoriale (titolare: prof. Nicola Bellini della Scuola Superiore Sant Anna) per la Laurea specialistica in Geografia (Facoltà di Lettere) e per la Laurea specialistica in Sviluppo e gestione sostenibile del territorio (Facoltà di Economia), Università di Pisa. Negli a.a e titolare del corso di Marketing territoriale (5 CFU 30 ore) per la Laurea specialistica in Sviluppo e gestione sostenibile del territorio (Facoltà di Economia), Università di Pisa. Negli a.a e , titolare del corso di Geografia economica- politica (4 CF 36 ore) per il Biennio specialistico di Capitaneria di Porto (Accademia Navale di Livorno). Nell a.a , titolare del corso di Analisi territoriale per le aziende (6 CF - 42 ore) per la Laurea Triennale in Economia Aziendale (Facoltà di Economia), Università di Pisa. Nell a.a , partecipazione alla redazione dei Test di accesso per le Facoltà di Economia aderenti al CISIA (Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l Accesso). Nell a.a titolare dell insegnamento di Geografia economica (6 CF - 42 ore) per Laurea triennale in Storia. Nell a.a titolare dell insegnamento di Geografia economica (6 CF - 36 ore) per le Lauree triennali in Storia e in Scienze per la Pace ; titolare dell insegnamento di Geografia della Comunicazione (6 CF - 36 ore) per la Laurea triennale in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione. Relatore e correlatore di tesi per le lauree triennali in: Discipline dello spettacolo e della comunicazione, Economia aziendale, Letterature Europee per l Editoria e la Produzione culturale ; per le lauree specialistiche in: Geografia, Gestione e Sviluppo sostenibile del territorio, Marketing e ricerche di mercato, Sistemi e progetti di comunicazione e per la laurea magistrale in Storia e Civiltà. E2. Didattica post- lauream Docenza sui temi Attività economiche innovative e nuove logiche di localizzazione (n. 1 lezione), Lineamenti di Geografia economica e geopolitica (n. 2 lezioni), Geografia della conoscenza e dell innovazione tecnologica (n. 1 lezione) nell ambito del Master Universitario in Diritti umani e Gestione dei conflitti organizzato dalla Scuola Superiore Sant Anna (rispettivamente 5 marzo 2003, 27 aprile 2004, 5 marzo 2005). 14

15 Docenza sul tema Geografia e comunicazione nell ambito del Master Universitario in Giornalismo organizzato dall Università di Pisa (maggio 2007). Docenza su Lo sviluppo del territorio: il marketing territoriale nell ambito del Master Universitario La governance politica organizzato dall Università di Pisa (n. 4 ore/28 febbraio 2009; n. 8 ore/5-6 febbraio 2010; n. 4 ore/4 marzo 2011). Docenza al PAS (Percorsi Abilitanti Speciali) per l insegnamento (totale n. 21 ore): per le classi di insegnamento 39, 43, 50, 51 Geografia economica I (14 maggio 2014); per la classe 39 Metodi e strumenti di analisi territoriale (16 aprile 2014), Geografia economica II (15 maggio 2014), Geografia dell Italia - Aspetti economici (22 maggio 2014). E3. Didattica specialistica ad alta qualificazione Docenza (n. 20 ore) nei corsi di formazione organizzati dal Consorzio Pisa Ricerche su Quality manager nel settore turistico alberghiero (aprile- maggio 1995) e Gestione delle Imprese Turistiche (maggio - giugno 1996). Docenza (n. 8 ore) all interno del Corso per Provveditori Nuovi scenari e cambiamenti organizzativi, organizzato dalla Scuola Superiore Sant Anna sui temi L interpretazione dei dati socio- economici rilevanti per la comprensione delle caratteristiche del territorio a livello provinciale e Le banche dati ed il loro utilizzo: dove trovare e come leggere le informazioni necessarie per l analisi socio- economica del territorio (9 e 23 febbraio 1999). Progettazione e coordinamento di un Corso in Project Management per ricercatori, imprenditori high- tech e attori locali dell area pisana nell ambito del Piano Link, Scuola Superiore Sant Anna (maggio maggio 2001). Docenza (n. 18 ore) all interno del Corso Coordinatore d area Progettista di animazione e di marketing del territorio a Benevento, organizzato dall Università del Sannio all interno del Piano Link sul tema: Metodi e strumenti per l analisi territoriale ( marzo 2000). Progettazione e coordinamento di un Corso di Formazione manageriale per imprese dell indotto Piaggio nell ambito del Piano Link, Scuola Superiore Sant Anna (novembre 2000 marzo 2001). Codocenza (in collaborazione con il Prof. Riccardo Lanzara) sul tema: L analisi delle dinamiche di sviluppo territoriale e il ruolo del soggetto pubblico nel promuovere l innovazione nell ambito del Corso di Formazione Avanzata per gli operatori interni ed esterni dello Sportello Unico del Comune di Pisa (11 ottobre 2001). Docenza (n. 3 lezioni) sul tema Il marketing territoriale: il concetto di rete quale determinante nei processi di innovazione territoriale, nell ambito del progetto di ricerca e di formazione per neo- imprenditrici nei comuni della Val di Nievole (18 febbraio 2002) Docenza (n. 4 lezioni) all interno del corso La gestione integrata dello sviluppo territoriale. Il Ruolo dello Sportello Unico per le attività produttive del Comune di Pontedera sul tema: Innovazione territoriale: i criteri per leggere e interpretare la situazione del territorio locale in termini di sviluppo tecnologico ed economico (27 febbraio 2002). Docenza (1 giornata) sul tema Elementi generali e specifici di analisi territoriale nell ambito del Piano di Potenziamento della Rete di ricerca e di sviluppo del Territorio Progetto Link seconda fase, presso il Polo Sant Anna Valdera (21 gennaio 2003). Docenza su Geografia del turismo nell ambito del Corso IFTS Tecnico Superiore per l organizzazione e il marketing del turismo integrato (n. 4 ore/1 marzo 2010). 15

16 Docenza su I settori high- tech nella Regione Toscana e nella Provincia di Pisa e Strumenti di analisi territoriale nell ambito del Corso Womentech Corso di formazione per esperte di innovazione e di trasferimento tecnologico, organizzato da Pont- Tech, SIAF Volterra e Toscana Formazione (n. 10 ore nei giorni 14 giugno e 21 giugno 2010). F. ELENCO DELLE PUBBLICAZIONI (in ordine cronologico descrescente) 107. Lazzeroni M. (2014), Rafforzare la resilienza urbana: quali strategie di sviluppo per le piccole città?" in Capineri C., Celata F., De Vincenzo D., Dini F., Randelli F., Romei P. (a cura), Oltre la globalizzazione. Resilienza/Resilience, Memorie della Società di Studi Geografici, pp Lazzeroni M. (2014), L interazione tra Università e contesto territoriale: prospettive di analisi ed esperienze europee, in Annali del Dipartimento di Metodo e Modelli per l Economia e il Territorio e la Finanza (The future of Europe), Pàtron Editore, Bologna, pp Lazzeroni M. (2014), Building resilient cities: The role of local strategies for the development of small cities, IGU Regional Conference, Krakow, Poland, August 2014 (Abtract: 0504) Lazzeroni M. (2013), Identità e immagine della città della conoscenza e dell innovazione: teorie, politiche, strategie, in Rivista Geografica Italiana, 121, pp Lazzeroni M. (2013), La dimensione geografica del settore della nautica in Toscana, in Cavallini I. (a cura), Portualità turistica e nautica da diporto in Toscana: analisi delle dinamiche strategiche e degli impatti socioeconomici, Franco Angeli, Milano, pp Lazzeroni M. (2013), Università e piccole e medie città: quale contributo allo sviluppo locale e all identità urbana?, in Capineri C., Celata F., De Vincenzo D., Dini F., Randelli F., Romei P. (a cura), Oltre la Globalizzazione. Prossimità/Proximity, Memorie Geografiche della Società di Studi Geografici, pp (ISBN: ) Lazzeroni M. (2013), The development of knowledge cities: the role of contextual factors and image policies, IV Eugeo Congress Europe, what s next? Changing geographies and geographies of change, Roma, 5-7 september, p. 171 (abstract) Lazzeroni M., Piccaluga A. (2013), Knowledge development in university towns, Triple Helix XI Conference The Triple Helix in a context: continuing, mutating or unravelling?, London, 8-10 july 2013 (contributo on- line). 99. Lazzeroni M., Bellini N., Cortesi G., Loffredo A. (2013), The territorial approach to cultural economy: new opportunities for the development of small towns, in European Planning Studies, 21, 4, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2012), Il paesaggio culturale come strumento di valorizzazione territoriale: osservazioni a margine del Piano Paesaggistico della Toscana, in Poli D. (a cura di), Regole e Progetti per il paesaggio. Verso il nuovo Piano paesaggistico della Toscana, Firenze University Press, Firenze, pp Lazzeroni M. (2012), Alta tecnologia e sviluppo regionale in Toscana: analisi settoriale e variabili di contesto, in Dini F. e Randelli F. (a cura), Oltre la globalizzazione: le proposte della Geografia Economica, Memorie geografiche, Firenze, pp

17 96. Lazzeroni M. (2012), La Toscana degli spazi produttivi. Una lettura geografica dell evoluzione dell industria e dei servizi dal dopoguerra ad oggi, in Macchia P. (a cura), La Toscana in evoluzione. Scritti per Berardo Cori coordinati da Carlo Da Pozzo, Edizioni ETS, Pisa, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (2011), University- industry relations and firms performances at regional level: empirical evidence from the Tuscan innovative system in Italy, Global Conference on Economic Geography, Seoul, 28 June- 1 July (abstract accettato e pubblicato on- line; impossibilità a partecipare al convegno). 94. Lazzeroni M. (2011), Identità e immagine della città della conoscenza e dell innovazione: teorie, politiche, strategie, XXXII Conferenza Italiana AISRE, Torino, settembre 2011 (contributo on- line). 93. Bellini N., Lazzeroni M., Loffredo A., Piccaluga A. (2011), Conclusioni, in Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2011), La percezione di Volterra degli ousiders, in Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Lazzeroni M. (2011), Uno sguardo sintetico sui flussi turistici e sugli eventi culturali, in Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2011), Un approfondimento sul settore sanitario e scolastico in Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Lazzeroni M. (2011), Le principali dinamiche economiche: agricoltura, industria, terziario, in Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (2011), Introduzione, in Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (a cura) (2011), Dal passato al futuro: nuove analisi e idee per la città di Volterra, Pacini Fazzi Editore, Lucca, pp Lazzeroni M. (2011), La distribuzione spaziale della conoscenza e dell alta tecnologia: tra dinamiche di globalizzazione e di concentrazione, in Di Blasi A. (a cura), Il futuro della geografia: ambiente, culture, economia, Atti del XXX Congresso Geografico Italiano, Patron Editore, Bologna, pp Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2011), Vivere la differenza: come la città ridisegna se stessa in una prospettiva cosmopolita, in Bollettino della Società Geografica, n. 4, pp Lazzeroni M. (2011), Un interpretazione delle caratteristiche delle imprese high- tech sulla base della variabile dimensionale, in Lazzeroni M., Marullo C., Patrono A., Perugi R., Piccaluga A. (a cura), Il sistema delle imprese high- tech in Toscana, Osservatorio Regionale delle imprese high- tech, Firenze- Pisa, pp

18 83. Cortesi G., Lazzeroni M. (2010), Cultural economy and local development: the contribution of the geographic approach, IGU Regional Conference Bridging Diversity in a Globalizing World, Tel Aviv, July 2010 (abstract nel CD allegato al programma). 82. Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2010), Turismo e sostenibilità territoriale nelle aree costiere del Mediterraneo: due casi a confronto, in Viganoni L. (a cura), A Pasquale Coppola. Raccolta di scritti, Memorie della Società Geografica Italiana, Roma, pp Cortesi G., Bellini N., Izis E., Lazzeroni M. (2010), Il paesaggio sonoro e la valorizzazione culturale del territorio. Riflessioni a partire da un indagine sui luoghi pucciniani, Patron, Bologna, pp Lazzeroni M. (2010), High- tech activities, System innovativeness and Geographic concentration: insights into technological districts in Italy, in European Urban and Regional Studies, n. 17 (1), pp Bellini N., Cortesi G., Lazzeroni M., Loffredo A. (2009), L approccio territoriale alla cultural economy: nuove idee per la valorizzazione dei centri minori, XXX Conferenze Italiana di Scienze Regionali Federalismo, integrazione europea e crescita regionale, Firenze, 9-11 settembre 2009 (contributo on- line). 78. Bellini N., Cortesi G., Lazzeroni M., Loffredo A. (2009), A re- appraisal of the cultural economy: industrial vs territorial approach, Regional Studies Conference Understanding and Shaping Regions: Spatial, Social and Economic Futures, Leuvain, 6-9 april 2009 (abstract). 77. Lazzeroni M., Patrono A., Piccaluga A., Primiceri A. (2009), Le imprese high- tech della Provincia di Grosseto nel quadro di riferimento regionale, in AA.VV., Conoscenza, Innovazione & Sviluppo, ISGREC Edizioni, Grosseto, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2009), Cultural economy, patrimonio culturale e paesaggio: il vantaggio competitivo territoriale, in Mautone M., Ronza M. (a cura), Patrimonio culturale e paesaggio: un approccio di filiera per la progettualità territoriale, Gangemi Editore, Roma, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (2009), L Università che cambia: nuovi profili e nuovi metodi di analisi in Bramanti A., Salone C. (a cura), Lo sviluppo territoriale nell economia della conoscenza: teorie, attori, strategie, Franco Angeli, Milano, Lazzeroni M. (2009), Tecnologie della comunicazione e spazi della conoscenza: nuovi rapporti tra luoghi reali e flussi virtuali, in Corna Pellegrini G., Paradiso M. (a cura), Nuove comunicazioni globali e nuove geografie, CUEM, Milano, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (2008), L evoluzione dell Università: nuovi profili e nuovi metodi di analisi, XXIX Conferenza Italiana di Scienze Regionali Conoscenza, sviluppo umano e territorio, Bari, ottobre 2008 (contributo on- line). 72. Lazzeroni M. (2008), La città della conoscenza in Dematteis G. (a cura), L Italia delle città. Tra malessere e trasfigurazione, Società Geografica Italiana, Roma, pp Lazzeroni M. (2007), Donne di talento: un analisi delle differenze territoriali in Italia, in Geotema, n. 33, pp (pubblicato nel 2009). 70. Lazzeroni M., Piccaluga A. (2007), Constructing Regional Economy Development in Three Italian Cases, in Federighi P, Cornett A.P., Ljung M. (eds), Regional Knowledge Management. Promoting Regional Partnerships for Innovation, Learning and Development, Regione Toscana, Firenze, pp

19 69. Lazzeroni M. (2007), Quali prospettive per l India high- tech? Riflessioni a partire dal caso di Bangalore, in Rivista Geografica Italiana, n. 114, pp Federici P.R., Bedini G., Ceccarelli N., Cortesi G., Pappardo M., Ribolini A., Spagnolo M., Izis E., Lazzeroni M., Ifremer Laboratoire (2007), Méthodologies et techniques d intégration, in Federici P.R. (a cura), Analyse integrée du Système Côtier/Analisi integrata del Sistema costiero. Aspects géomorphologiques, climatiques végétationnels et anthropiques. Études empiriques des littoraux de la Province de Livourne et de la Corse/Aspetti geomorfologici, climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica, Brigati, Genova, pp Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2007), Analyse de la pression humaine/analisi della pressione umana (Propriano Baie de Valinco), in Federici P.R. (a cura), Analyse integrée du Système Côtier/Analisi integrata del Sistema costiero. Aspects géomorphologiques, climatiques végétationnels et anthropiques. Études empiriques des littoraux de la Province de Livourne et de la Corse/Aspetti geomorfologici, climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica, Brigati, Genova, pp Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M. (2007), Analyse de la pression humaine/analisi della pressione umana (Campo nell Elba), in Federici P.R. (a cura), Analyse integrée du Système Côtier/Analisi integrata del Sistema costiero. Aspects géomorphologiques, climatiques végétationnels et anthropiques. Études empiriques des littoraux de la Province de Livourne et de la Corse/Aspetti geomorfologici, climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica, Brigati, Genova, pp Federici P.R., Pappalardo M., Ribolini A., Spagnolo M., Bedini G., Garbari F., Ceccarelli N., Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M., Critères d integration/criteri di integrazione, in Federici P.R. (a cura), Analyse integrée du Système Côtier/Analisi integrata del Sistema costiero. Aspects géomorphologiques, climatiques végétationnels et anthropiques. Études empiriques des littoraux de la Province de Livourne et de la Corse/Aspetti geomorfologici, climatici, vegetazionali e antropici. Studi empirici nei litorali della Provincia di Livorno e Corsica, Brigati, Genova, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2006) Dove vai ad abitare?: un analisi delle nuove tendenze insediative nella Toscana nord- occidentale, XXVII Conferenza Italiana di Scienze regionali Imprese, mercato, lealtà territoriale, ottobre 2006 (contributo on- line). 63. Lazzeroni M., Piccaluga A., Ciregia D., Filidei F. (2006), Un analisi multiscalare sull innovazione nel territorio italiano, XXVII Conferenza Italiana di Scienze regionali Imprese, mercato, lealtà territoriale, ottobre 2006 (contributo on- line). 62. Cori B., Cortesi G., Izis E., Lazzeroni M., Lemmi E. (2006), Evoluzione sull uso del suolo e trasformazioni del paesaggio culturale: il caso dell Isola d Elba, in Manzi E. (a cura), LUCC. Paesaggio e Mediterraneo, Memorie della Società Geografica Italiana, Roma, pp Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (2006), Osservazioni conclusive, in Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (a cura), Famiglie, abitazioni, insediamenti. Differenze generazionali e territoriali, Edizioni PLUS, Pisa, pp Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (2006), La mobilità residenziale, in Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (a cura), Famiglie, abitazioni, insediamenti. Differenze generazionali e territoriali, Edizioni PLUS, Pisa, pp

20 59. Cortesi G., Lazzeroni M. (2006), L assetto insediativo attuale e il suo recente cambiamento, in Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (a cura), Famiglie, abitazioni, insediamenti. Differenze generazionali e territoriali, Edizioni PLUS, Pisa, pp Bottai M., Cortesi G., Lazzeroni M. (a cura) (2006), Famiglie, abitazioni, insediamenti. Differenze generazionali e territoriali, Edizioni PLUS, Pisa, pp Lazzeroni M. e Meini M. (2006), Il paesaggio industriale a Pontedera: dalle tracce ai valori, in Dansero E., Vanolo A. (a cura), Geografie dei paesaggi industriali in Italia. Riflessioni e casi studio a confronto, Franco Angeli, Milano, pp Di Minin A., Lazzeroni M., Piccaluga A. (2006), Economic growth in emerging knowledge- intensive areas: The high- tech cluster in Pisa in Cooke P., Piccaluga A. (eds.), Regional Development in the Knowledge Economy, Routledge, New York, pp Varaldo R., Lazzeroni M. (2006), La città nell era della conoscenza e dell innovazione: i cambiamenti in atto, in Amato G., Varaldo R., Lazzeroni M. (a cura), La città nell era della conoscenza e dell innovazione, Franco Angeli, Milano, pp Amato G., Varaldo R., Lazzeroni M. (a cura) (2006), La città nell era della conoscenza e dell innovazione, Franco Angeli, Milano, pp Cortesi G, Bottai M., Lazzeroni M. (2006), Differenze di genere e mobilità residenziale urbana: primi risultati del progetto Housing, Household, Habitat, in Cortesi G., Cristaldi F., Droogleever Fortuijn Joos (a cura), La città delle donne. Un approccio di genere alla geografia urbana, Patron, Bologna, pp Cortesi G., Romano M.F., Lazzeroni M. (2006), Differenziazione spaziale e di genere nell accesso all istruzione universitaria in Italia, in Campione G., Farinelli F., Santoro Lezzi C. (a cura), Scritti per Alberto Di Blasi, Patron editore, Bologna, pp Delfino M., Lazzeroni M., Piccaluga A. (2005), The contribution of universities to local/regional economic development: towards an analysis of research spillovers in Genoa and Pisa, 5 th Triple Helix Conference The capitalization of knowledge: Cognitive, Economic and Cultural Aspects, Turin, May (contributo on- line). 50. Di Minin A, Lazzeroni M., Piccaluga A. (2005), HTSFs in Peripheral Knowledge Intensive Areas: An In- Depth Analysis in Pisa, in During W., Kauser S., Oakey R.P. (eds), New Technology based Firms in the New Millennium, Elsevier, pp Lazzeroni M. (2005), Il ruolo dell università nello sviluppo territoriale: strumenti di analisi e applicazioni, in Di Blasi A. (a cura), Geografia. Dialogo tra generazioni, Atti del XXIX Congresso Geografico Italiano, vol. II, Patron Editore, Bologna, pp Lazzeroni M., Piccaluga A. (2005), Evoluzione e prospettive dei settori industriali high- tech in Toscana, in Bianchi G. (a cura), Il cuore antico ha un futuro. Innovazione, sviluppo, programmazione in Toscana, IRPET, Firenze, pp Cortesi G., Lazzeroni M. (2004), Women and the access to knowledge and new technologies: the case of Pisa, in GeoJournal, 61, pp Cortesi G., Bottai M., Lazzeroni M. (2004), Gender differences and urban residential mobility. First results of the housing, household, habitat project in Cortesi G., Cristaldi F., Droogleever Fortuijn J. (eds), Gendered cities: identities, activities, networks. A life- course approach, UGI e SGI, Roma, pp

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Urban Sprawl e Adattamento al Cambiamento Climatico: il caso di Dar es Salaam

Urban Sprawl e Adattamento al Cambiamento Climatico: il caso di Dar es Salaam XVI CONFERENZA NAZIONALE SOCIETÀ ITALIANA DEGLI URBANISTI 9 Maggio 2013 Luca Congedo 1, Silvia Macchi 1, Liana Ricci 1, Giuseppe Faldi 2 1 DICEA - Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e data di nascita Ponte dell Olio (PC), 7 September 1984 Cittadinanza: Italiana

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana. ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05.

QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana. ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05. QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05.2013 Il progetto QUEST Gli obiettivi Offrire supporto alle città

Dettagli

Europass. Esperienza. Nome / Cognome. Cellulare. Cittadinanza. Date. 07 Sett 03. Funzionario Architetto. Nome e indirizzo. di attività o settore

Europass. Esperienza. Nome / Cognome. Cellulare. Cittadinanza. Date. 07 Sett 03. Funzionario Architetto. Nome e indirizzo. di attività o settore Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Indirizzo Via S. Domenico 93, 80127 Napoli (Italia) Telefono 081 7962009 E-mail dinetti.antonio@tiscali.it Cittadinanza italianaa Data di

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

La valutazione dei corsi di dottorato

La valutazione dei corsi di dottorato La valutazione dei corsi di dottorato Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Dicembre 2014 1 Premessa Questo documento illustra i criteri e gli indicatori che l ANVUR intende utilizzare

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli