La massima alcolemia può essere: 0.5 per la gente comune 0 per i tassisti 0.2 per i neopatentati

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La massima alcolemia può essere: 0.5 per la gente comune 0 per i tassisti 0.2 per i neopatentati"

Transcript

1 Nei giorni 29/11/2012 e 11/12/2012, dalle ore 8.30 alle ore 10.15,noi ragazzi della classe 3c della Scuola Secondaria di 1 grado''frate Francesco'' di Assisi, ci siamo incontrati con gli operatori Infojò dell'asl. Si è attivato, così, il Progetto ''Prevenzione dei danni dai traumi stradali: dall'educazione stradale nella scuola all'educazione alla mobilità sostenibile per un uso corretto della strada''con l'obiettivo di aumentare in noi ragazzi la conoscenza della problematica degli incidenti stradali legata in particolar modo agli effetti dell'alcol sul comportamento di guida. Alcolismo L'uso o abuso, in alcuni casi, dell'alcol, ha origini molto antiche e, sicuramente, per molti anni non è stato considerato né un pericolo per l'individuo, né per la società. Anche attualmente il problema dell'alcolismo viene in parte sottovalutato, poiché la società ritiene più pericolosa la diffusione della tossicodipendenza. Naturalmente non si può dimenticare che l'assunzione di alcol non è sempre pericolosa e non causa in tutti i casi alcolismo; tutto dipende dalla dose. Basti pensare che, dal punto di vista medico, uno o due bicchieri di vino al giorno aiutano il funzionamento dell'apparato circolatorio e salvaguardano il cuore dalle malattie più comuni. Quindi si può affermare con certezza che l'alcol, come molte droghe legali (ad esempio il fumo), non ha alcun effetto negativo se assunto in quantità non eccessive. Crediamo che le persone più soggette all'alcolismo siano coloro che cercano di cancellare le proprie preoccupazioni bevendo, persone solitamente deboli e insicure che non si ritengono in grado di affrontare anche le più banali difficoltà da sole. Ma non tutti gli alcolisti appartengono a questa categoria; la maggior parte, infatti, inizia a bere per puro divertimento, con qualche bicchiere di troppo in una serata tra amici ed arrivando ad essere alcolizzato senza neanche

2 accorgersene. Inoltre il problema si accresce quando la tolleranza all'alcol è abbastanza elevata. È noto che alcune persone, anche con pochi bicchieri di sostanze alcoliche, avvertono dei malesseri notevoli; ma quando si ha una resistenza maggiore, e l'ubriachezza non si presenta velocemente, non è facile comprendere che l'alcol in eccesso è dannoso. Quindi si può affermare che i soggetti più a rischio sono coloro che sopportano tranquillamente l'assunzione di alcolici. Tra le persone che iniziano a bere non va dimenticata però quella categoria di giovani che, avendo ancora una personalità poco definita, cercano una guida in personaggi dello spettacolo. Tra questi, i musicisti sono sicuramente i più emulati, e in molti casi essi definiscono l'alcol positivamente, come una via d'uscita, come succede nel seguente testo ( traduzione di una canzone degli Oasis): Vale la pena cercarsi un lavoro quando non c'è niente per cui vorrei lavorare? È una situazione folle ma tutto quello di cui ho bisogno sono sigarette e alcol. L'alcol etilico è prodotto dalla fermentazione degli zuccheri presenti nella frutta e nei cereali, è una sostanza tossica e cancerogena. La quantità contenuta nelle bevande si misura in gradazione alcolica. Gli effetti dell'alcol sul comportamento dipendono dalla concentrazione di alcol etilico nel sangue (alcolemia), che si misura con l'alcol test. La massima alcolemia può essere: 0.5 per la gente comune 0 per i tassisti 0.2 per i neopatentati L'alcol può colpire: il fegato (filtra), i reni (puliscono il sangue), la pelle, il cavo orale,la faringe, la laringe,l' esofago,la mammella e il colon. Il fegato riesce a distruggere non più di 8 grammi di alcol all'ora, che sarebbero,più o meno, un bicchiere all'ora. Un bicchiere di qualunque bevanda alcolica contiene circa 12 grammi di

3 alcol: Birra Lattina 33cl 5 Vino Bicchiere 125 ml 12 Aperitivo Bicchiere 40 ml 18 Cocktail Bicchiere 40 ml 36 Per smaltire l'alcol si possono usare dei metodi anti-sbronza (acqua,caffè con limone in Italia, mollica del pane, zuppa di gamberi in Messico, succo di cetriolo in Polonia,birra...) che servono a vomitare. L'unico modo per far passare la sbronza è aspettare che il fegato lavori. Se si beve alcol la sera e la mattina si sentono dei dolori alla testa per una crisi di astinenza molti prendono della birra per rimettersi in sesto (attenti a non diventare dipendenti da essa altrimenti si innescherebbe un circolo vizioso). L'alcolismo si può manifestare associata ad una delle seguenti situazioni: - crisi di astinenza ; -desiderio di altro alcol ; -cessazione di attività (licenziamenti); -uso della sostanza nonostante la consapevolezza dei rischi Fino a 16 anni non si può bere perché non si possiede l'enzima. Gli adolescenti, talvolta, giocano a chi si ubriaca per primo iniziando con il vodka negli occhi o andando in giro per i bar e comprare ogni volta una birra diversa (binge drinking) L'alcolismo occupa il 3 posto tra i 26 principali fattori di rischio di malattia e morte prematura in Europa.

4 Conseguenze dell'alcol: -deprime il sistema nervoso anche se provoca euforia e perdita di autocontrollo (fase UP) ; di conseguenza, l'individuo diventa malinconico e depresso (fase DOWN). Questa è la classica sbornia, intossicazione acuta, o ubriachezza, conseguenza di un uso episodico ed eccessivo di bevande alcoliche; -in inverno non ci protegge dal freddo, sembra che scaldi, ma in realtà apre i vasi sanguigni e disperde calore; -può determinare un'anemia (mancanza di calcio e vitamina B12). Dare alcol a chi si sente male può provocare un ulteriore calo di pressione; -riduce la sensazione soggettiva di fatica, perché anestetizza; in realtà la persona riduce l'attività muscolare; -bere non fa bene al cuore,specialmente se si hanno dei problemi cardiaci; -produce più urina, cosicché l'organismo perde acqua e le cellule si disidratano; -non fa digerire e appesantisce lo stomaco; -se una donna in gravidanza beve troppo alcol, rischia di avere un bambino alcolizzato o con gravi problemi di salute.

5 Incidenti stradali Per il 45% l'alcol provoca incidenti stradali perché: -riduce la visione notturna (del 25%) -riduce la concentrazione (con 0.4 g/l) -crea un senso di sicurezza e benessere e si sopravvaluta la propria capacità (con un' alcolemia di 0.2 g/l) -raddoppia il tempo di reazione con (0.5 g/l) -riduce la visione laterale (con un'alcolemia 0.5 g/l) In Italia 3800 persone, soprattutto giovani, muoiono o diventano invalidi per incidenti stradali, e queste ultime situazioni rappresentano un problema di assoluta priorità per la Sanità Pubblica. Nel nostro Paese sono la prima causa di morte negli uomini sotto i 40 anni (dai 15 ai 29 anni). Il pedone è il soggetto più debole tra i coinvolti e avere un incidente con un motorino è più grave di averlo con un'auto. I valori più elevati dell'indice di mortalità si registrano in città con le biciclette, i motocicli e i quadricicli. Gli incidenti avvengono maggiormente nelle strade urbane perché ci sono molti veicoli. Gli orari in cui si verificano con maggiore frequenza sono alle 7/8 di mattina perché molta gente si reca a lavoro o a scuola, alle 13 e alle 18, perché le persone tornano. La fascia più a rischio è quella dei conducenti tra i 21 e i 34 anni perché possono usare macchine più veloci e potenti. Il venerdì, il sabato e la domenica notte (tra le 22 e le 6 del mattino) accadono meno incidenti, ma più gravi perché si assumono varie sostanze come alcol e droghe.

6 Per ogni caso di decesso per incidenti stradale si hanno: morti 2-3 casi di invalidità grave 20 casi di ricovero ospedaliero accessi al Pronto Soccorso Le cause degli incidenti stradali: Per il comportamento umano >90% A causa dell'ambiente <10% A causa del veicolo <1%

7 L'uomo è influenzato da: -condizione del momento; -comportamento e conoscenze; -atteggiamenti e pregiudizi; -esperienze passate analoghe; -altre caratteristiche della persona Le conseguenze sono: -mancanza di rispetto delle regole; -guida distratta; -velocità eccessiva. Si possono prevenire gli incidenti stradali con il senso di responsabilità e il rispetto della vita propria e altrui. Pubblicità Per le pubblicità si spendono 169 milioni di euro, mentre per le campagne di prevenzione pubblica 1 milione di euro. Per pubblicizzare i prodotti molto spesso si usano pubblicità a sfondo sessuale; mentre per mettere in guardia i giovani sulle conseguenze dell'alcol e del non rispetto delle leggi stradali si utilizzano le Pubblicità Progresso. P.S. Per gli adolescenti vengono prodotti gli ALCOPOPS, fatti di rum e coloranti,hanno lo scopo di invogliare i ragazzi a comprarli ma, in realtà, sono alcolici! Gli alunni della 3c

parole sull alcol R.Stella, 2013 1

parole sull alcol R.Stella, 2013 1 R.Stella, 2013 1 parole sull alcol Che cosa è una dose moderata di alcol 2 Gli effetti dell alcol sull organismo sono molto variabili da individuo a individuo, risentendo di numerosi fattori come il sesso,

Dettagli

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO.

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. 1 L alcol è un nemico per la tua salute. (*) fonte: EPICENTRO - Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute L uso di alcol può provocare

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE.

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE. VADEMECUM ALCOOL DEF:Layout 1 15/02/11 10:57 Pagina 1 Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici Polizia di Stato ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI

Dettagli

Quello che c è da sapere sull alcol

Quello che c è da sapere sull alcol Schede di approfondimento Quello che c è da sapere sull alcol Vi siete mai chiesti cosa accade quando si consumano alcolici, se è proprio vero che le donne sopportano l alcol meno degli uomini, o se un

Dettagli

Alcol, droghe e comportamenti a rischio

Alcol, droghe e comportamenti a rischio 26 marzo 2014 h. 09.10-11.00: LEZIONE DI LEGALITA Alcol, droghe e comportamenti a rischio prof.ssa Alessandra Busulini Mosaico - classi 1 e : prevenzione all uso di alcol Mosaico - classi 2 e : prevenzione

Dettagli

TUTTO (O QUASI) QUELLO CHE SI DEVE SAPERE PER BERE IN MODO CONSAPEVOLE

TUTTO (O QUASI) QUELLO CHE SI DEVE SAPERE PER BERE IN MODO CONSAPEVOLE TUTTO (O QUASI) QUELLO CHE SI DEVE SAPERE PER BERE IN MODO CONSAPEVOLE A cura di: Kashem Lubaba Omerovic Ismeta Omerovic Ramayana III A Anno Scolastico 2009 2010 LE BEVANDE ALCOLICHE L alcool è l ingrediente

Dettagli

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro.

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Alcol e droghe sul lavoro Perché dire NO Non vogliamo vietare nulla Mettiamo le cose in chiaro: non

Dettagli

Informazioni di base. ALCOL: informazioni di base 1

Informazioni di base. ALCOL: informazioni di base 1 Informazioni di base ALCOL: informazioni di base 1 Pur rappresentando una sostanza giuridicamente legale, l alcol è una sostanza psicotropa che può dare dipendenza, oltre a causare patologie, traumi gravi,

Dettagli

Alcuni dati. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120.000 vittime all'anno.

Alcuni dati. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120.000 vittime all'anno. Alcuni dati In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120.000 vittime all'anno. Secondo fonti statistiche,sono 6500 i soli bambini che muoiono annualmente per incidenti

Dettagli

Isili 17 novembre 2012

Isili 17 novembre 2012 Club Alcologico Territoriale Isili Isili 17 novembre 2012 1 Centro Alcologico Senorbì Comune di Isili ... stato di benessere fisico, psichico e sociale e non solo assenza di malattia o infermità... presuppone

Dettagli

Asl8_AW_Alcool:Layout 1 10/07/12 18.40 Pagina 1

Asl8_AW_Alcool:Layout 1 10/07/12 18.40 Pagina 1 Asl8_AW_Alcool:Layout 1 10/07/12 18.40 Pagina 1 Asl8_AW_Alcool:Layout 1 10/07/12 18.40 Pagina 2 2 La Salute non è solo assenza di malattia ma molto di più: è vivere con ritmi che rispettano i propri limiti,

Dettagli

L ALCOLISMO. Un problema risolvibile

L ALCOLISMO. Un problema risolvibile L ALCOLISMO Un problema risolvibile MAPPA INTRODUZIONE DIPENDENZA PERCHÈ SI ABUSA? ASPETTI SOCIALI 1. GIOVANILE 2. VIOLENZA TERAPIE ASSOCIAZIONI UTILI L ALCOLISMO INTRODUZIONE È LA PIÙ ANTICA E DIFFUSA

Dettagli

Gli incidenti stradali

Gli incidenti stradali Nel mondo ogni anno ci sono Gli incidenti stradali 1 milione 200 mila morti (1 ogni 25 secondi) 50 milioni feriti (1 al secondo circa) In Italia in un giorno ci sono 633 incidenti stradali in media con

Dettagli

Allegato al Documento di Valutazione dei rischi

Allegato al Documento di Valutazione dei rischi Valutazione del rischio Alcol dipendenza Allegato al Documento di Valutazione dei rischi Euservice s.r.l. - Largo Principessa Brancaccio, 2-00027 Roviano (RM)- info@euservice.it 81@euservice.it www.euservice.it

Dettagli

Per un bicchiere di troppo Le pratiche rischiose di giovani e adulti

Per un bicchiere di troppo Le pratiche rischiose di giovani e adulti 16 Aprile 2014 Carnate Auditorium Scuola di v. Magni Per un bicchiere di troppo Le pratiche rischiose di giovani e adulti M. Raffaella Rossin, psicologa-psicoterapeuta - SIA Lombardia L obiettivo di questo

Dettagli

ALCOL? NO, GRAZIE IO GIOCO A CALCIO!

ALCOL? NO, GRAZIE IO GIOCO A CALCIO! ALCOL? NO, GRAZIE IO GIOCO A CALCIO! L'alcol è uno dei principali fattori di rischio per la salute. Bere è una libera scelta individuale e familiare, ma è necessario essere consapevoli che rappresenta

Dettagli

Alcol: storia, effetti e meccanismi d'azione

Alcol: storia, effetti e meccanismi d'azione Alcol: storia, effetti e meccanismi d'azione L'alcol, più propriamente l'alcol etilico o etanolo, ha un effetto bifasico. A dosi molto basse induce risposte euforizzanti che corrispondono all'attivazione

Dettagli

PROGETTO NAUTILUS ANNO SCOLASTICO 2013-2014

PROGETTO NAUTILUS ANNO SCOLASTICO 2013-2014 U.O.C. Ser.T. Pomigliano d Arco PROGETTO NAUTILUS ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Progetto di prevenzione delle dipendenze da sostanze stupefacenti, da tabacco, da alcolici, da internet e da video giochi in

Dettagli

L Alcol tra i giovani

L Alcol tra i giovani L Alcol tra i giovani Nella nostra cultura si va affermando un certo consenso sociale per il consumo di bevande alcoliche. La iniziazione avviene spesso in famiglia, con un consumo di alcol in genere alimentare

Dettagli

Città di San Benedetto del Tronto Settore attività sociali Servizio Risposte Alcologiche

Città di San Benedetto del Tronto Settore attività sociali Servizio Risposte Alcologiche Città di San Benedetto del Tronto Settore attività sociali Servizio Risposte Alcologiche V.le A. De Gasperi, 51 800-239220 sralcologiche@libero.it LE ABITUDINI ALCOLICHE DEGLI ADOLESCENTI A.S. 2006-07

Dettagli

GENITORI, FIGLI E ALCOOL

GENITORI, FIGLI E ALCOOL GENITORI, FIGLI E ALCOOL Un sondaggio Osservatorio - Doxa SINTESI E GRAFICI Roma, 4 dicembre 2008 I GIOVANI E LA COMUNICAZIONE SULL ALCOOL I GENITORI SONO INFORMATI DI COSA FANNO I FIGLI NEL TEMPO LIBERO?

Dettagli

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino.

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino. Opuscolo Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo,

Dettagli

Allegato 3 QUESTIONARIO POST PER I PEER

Allegato 3 QUESTIONARIO POST PER I PEER Allegato 3 QUESTIONARIO POST PER I PEER Ti chiediamo di rispondere con la massima tranquillità e sincerità alle domande che troverai di seguito: tieni presente che il questionario è anonimo per ogni domanda,

Dettagli

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che si deve sapere sull alcol e le altre sostanze generanti dipendenza nel posto di lavoro.

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che si deve sapere sull alcol e le altre sostanze generanti dipendenza nel posto di lavoro. Da una parte. D altra parte. Tutto quello che si deve sapere sull alcol e le altre sostanze generanti dipendenza nel posto di lavoro. Una campagna Suva in collaborazione con l'istituto svizzero di prevenzione

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Consumo di bevande alcoliche. Indagine statistica tra gli studenti dell Istituto Scalcerle. svolta nell a.s. 2014/15 dalle classi 4 e sanitario

Consumo di bevande alcoliche. Indagine statistica tra gli studenti dell Istituto Scalcerle. svolta nell a.s. 2014/15 dalle classi 4 e sanitario Consumo di bevande alcoliche Indagine statistica tra gli studenti dell Istituto Scalcerle svolta nell a.s. 2014/15 dalle classi 4 e sanitario Presentazione del lavoro Nel corso dell anno scolastico 2014/15,

Dettagli

Progetto finanziato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Progetto finanziato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri Progetto finanziato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri Con questo breve opuscolo vogliamo darti qualche informazione rispetto ai danni che l uso e

Dettagli

Il vino con moderazione

Il vino con moderazione Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo, come anche

Dettagli

Alcol.piacere di conoscerti!

Alcol.piacere di conoscerti! Alcol.piacere di conoscerti! Cesenatico, 10 Settembre 2010 Marco Matassoni Cosa ci fa pensare la parola alcol? un abitudine piacevole con molte controindicazioni un abitudine che si può modificare abbastanza

Dettagli

Progetto Alcol: andiamoci piano 2014

Progetto Alcol: andiamoci piano 2014 Ser.T. A.S.L. TO 4 Settimo Torinese Istituti Superiori 8 Marzo Galileo Ferraris Progetto Alcol: andiamoci piano 2014 Questionario Maschio Femmina Età. 1) Nel tuo gruppo di amici quali sono i criteri per

Dettagli

ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO

ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO Valentina Di Mario INTRODUZIONE L uso di bevande alcoliche è da lungo tempo considerato un fattore di rischio per la salute pubblica. Il significato

Dettagli

Dipartimento per le Dipendenze - U.O. Ser.T. Dipartimento Prevenzione - U.O. Igiene e Sanità Pubblica. Progetto Grafi co federico grazzini

Dipartimento per le Dipendenze - U.O. Ser.T. Dipartimento Prevenzione - U.O. Igiene e Sanità Pubblica. Progetto Grafi co federico grazzini Dipartimento per le Dipendenze - U.O. Ser.T. Dipartimento Prevenzione - U.O. Igiene e Sanità Pubblica Progetto Grafi co federico grazzini BERE... tira su? Volevi passare una serata da latin lover e credevi

Dettagli

Indagine sull uso di alcol e di tabacco tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Brescia

Indagine sull uso di alcol e di tabacco tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Brescia Conferenza stampa per la presentazione della Indagine sull uso di alcol e di tabacco tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Brescia Partecipano: Dr. Carmelo Scarcella Direttore Generale

Dettagli

GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI

GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI GUADAGNARE SALUTE ASL 4 DI TERNI I DATI EPIDEMIOLOGICI Sez. III Consumo di Alcol e Sicurezza Stradale 2 Consumo di Alcol L alcol insieme a fumo, attività fisica e alimentazione ha assunto nell ambito della

Dettagli

Opuscolo. Informativo/Formativo. Alcol e Alcoldipendenza

Opuscolo. Informativo/Formativo. Alcol e Alcoldipendenza N Prot. Sicurezza sul Lavoro Opuscolo Informativo/Formativo per i Lavoratori della Scuola Alcol e Alcoldipendenza Salute e Benessere La salute ed il benessere sono elementi essenziali per lo sviluppo personale,

Dettagli

A B C. della SICUREZZA contro l abuso di ALCOL e STUPEFACENTI. Manuale ad uso dei lavoratori. A. Messineo S. Villarini A.

A B C. della SICUREZZA contro l abuso di ALCOL e STUPEFACENTI. Manuale ad uso dei lavoratori. A. Messineo S. Villarini A. A. Messineo S. Villarini A. Imperatore A B C della SICUREZZA contro l abuso di ALCOL e STUPEFACENTI Manuale ad uso dei lavoratori ai sensi dell art. 36 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m., dell art.

Dettagli

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso,

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, condannato ad una schiavitù involontaria, essendo obbligato

Dettagli

IL PRIMO SORSO DI BIRRA Giovani e Alcool

IL PRIMO SORSO DI BIRRA Giovani e Alcool IL PRIMO SORSO DI BIRRA Giovani e Alcool ricerche, riflessioni, spunti elaborati su una iniziativa del Gruppo Giovani di Castions di Strada sul tema dell'alcool Gruppo Giovani di Flumignano e S.Andrat

Dettagli

Giovanissimi e Alcol...

Giovanissimi e Alcol... Roberto Baiocco Comportamenti a Rischio in Preadolescenza e Adolescenza Facoltà di Medicina e Psicologia BINGE DRINKING Giovanissimi e Alcol... Primo contatto 10-11 anni (+ bassa d Europa di circa 1 anno).

Dettagli

Alcol al volante. Per una guida sicura verso il futuro. upi Ufficio prevenzione infortuni

Alcol al volante. Per una guida sicura verso il futuro. upi Ufficio prevenzione infortuni Alcol al volante Per una guida sicura verso il futuro upi Ufficio prevenzione infortuni Salute! Molti incidenti stradali sono causati da un conducente in stato di ebbrezza. Sotto l influenza dell alcol

Dettagli

TUTORIAL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!www.protezionecitta.it!

TUTORIAL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!www.protezionecitta.it! TUTORIALwww.protezionecitta.it Effetti dell'alcool (limiti e sanzioni) Effetti oggettivi dell alcool Gli effetti negativi dell alcool sulla guida sono ben noti. Esso agisce su diverse funzioni cerebrali

Dettagli

Statistiche e stime su rapporto tra assunzione di alcolici e infortuni sul lavoro Antonella Ciani Passeri CeRIMP - Regione Toscana

Statistiche e stime su rapporto tra assunzione di alcolici e infortuni sul lavoro Antonella Ciani Passeri CeRIMP - Regione Toscana Statistiche e stime su rapporto tra assunzione di alcolici e infortuni sul lavoro Antonella Ciani Passeri CeRIMP - Regione Toscana Alcol e salute In Europa (OMS) terza causa di mortalità prematura, dopo

Dettagli

ALCOOL. Burattin - Loreti

ALCOOL. Burattin - Loreti ALCOOL Burattin - Loreti INDICE -COS è L ALCOOL; -EFFETTI DELL ALCOOL; -EFFETTI SULLE DONNE; -EFFETTI SUI MINORI; -COME SI SVILUPPA LA DIPENDENZA DALL ALCOOL. COS è L ALCOOL L'alcol etilico, o etanolo,

Dettagli

L uso di bevande alcoliche e la sicurezza stradale

L uso di bevande alcoliche e la sicurezza stradale L uso di bevande alcoliche e la sicurezza stradale I risultati dello Studio PASSI 2005 in Provincia di Savona Maria Paola Briata Savona 7 Maggio 2007 Consumo ed abuso di bevande alcoliche l alcol insieme

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo Galilei Arezzo Classe V sezione A anno scolastico 2009/10 e 2010/11 Dora Casuccio (Professoressa)

Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo Galilei Arezzo Classe V sezione A anno scolastico 2009/10 e 2010/11 Dora Casuccio (Professoressa) Progetto Shorti- NO Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo Galilei Arezzo Classe V sezione A anno scolastico 2009/10 e 2010/11 Dora Casuccio (Professoressa) Associazione Valdarnese di Solidarietà

Dettagli

"RACCOMANDAZIONI SUL TEMA ALCOL"

RACCOMANDAZIONI SUL TEMA ALCOL Palmanova 20 novembre 2013 "RACCOMANDAZIONI SUL TEMA ALCOL" dott.ssa Cinzia Celebre A.S.S.1 Triestina D.d.D. S.C. D. Sostanze Legali ZORAN, IL MIO NIPOTE SCEMO CHI LASSA EL VIN FURLAN, XÈ PROPRIO UN FIOL

Dettagli

Gruppo di lavoro Guadagnare salute

Gruppo di lavoro Guadagnare salute REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA www.ulss16.padova.it Via Enrico degli Scrovegni n. 14 PADOVA 35131 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Gruppo di lavoro Guadagnare salute LE BEVANDE ALCOLICHE ED

Dettagli

Gli Incidenti Stradali: i fattori di rischio e gli interventi di prevenzione. Promozione della salute. Claudio Rabagliati

Gli Incidenti Stradali: i fattori di rischio e gli interventi di prevenzione. Promozione della salute. Claudio Rabagliati Alessandria, 22 Ottobre 2014 Corso di Formazione del Coordinamento PLP ASL AL L incidentalità stradale correlata alla prevenzione dei rischi individuali e collettivi: orientamenti di riflessione in relazione

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

www.menoalcolpiugusto.it Ed. pr. Albino Ferrarotto

www.menoalcolpiugusto.it Ed. pr. Albino Ferrarotto www.menoalcolpiugusto.it Ed. pr. Albino Ferrarotto Cos è E la campagna di prevenzione alcologica promossa dal Gruppo Alcologia del DIPARTIMENTO per le Dipendenze dell Ulss n.6 di Vicenza Il messaggio di

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

il paradiso, mandale all inferno.

il paradiso, mandale all inferno. i c e b e r g Unità Mobile Territoriale umt@email.it Unità Operativa Dipendenze Patologiche tel 0733 257597 fax 0733 257596 Ausl9 Macerata Regione Marche www.stammibene.marche.it stammibene@email.it il

Dettagli

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi?

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi? I CRAMPI NEL RUNNER Ai bicipiti femorali o ai polpacci, i crampi, contrazioni muscolari involontarie, sono sempre molto fastidiosi e a volte dolorosi. La decisione di trattare questo argomento è nata dalle

Dettagli

REGIONE BASILICATA Azienda Sanitaria U.S.L.n 2. Salute e Lavoro. L Alcol negli ambienti di Lavoro

REGIONE BASILICATA Azienda Sanitaria U.S.L.n 2. Salute e Lavoro. L Alcol negli ambienti di Lavoro REGIONE BASILICATA Azienda Sanitaria U.S.L.n 2 Salute e Lavoro L Alcol negli ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria U.S.L. n. 2 Potenza Progetto realizzato da: U.O. Medicina del Lavoro e Sicurezza degli

Dettagli

La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero

La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero Umberto Guidoni Segretario Generale Fondazione ANIA per la sicurezza stradale I dati sulla guida in stato di ebbrezza secondo una recente

Dettagli

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative Foto: UFSPO / Ulrich Känzig 1 Il tabacco è tossico corretta Il tabacco contiene nicotina, una sostanza presente soprattutto nella pianta di tabacco

Dettagli

Alcol, farmaci e droghe nei giovani: casi ed esperienze del Pronto Soccorso

Alcol, farmaci e droghe nei giovani: casi ed esperienze del Pronto Soccorso ISTITUTO NAZIONALE PER LA RICERCA SUL CANCRO GENOVA Seminario ISTScuola Giovedì 3 Aprile 2008 ore 9.30 11.30 Auditorium Centro Congressi IST CBA Dr. Paolo Moscatelli Direttore U.O.C. Medicina d Urgenza

Dettagli

ALCOL e DROGA, SBALLO DA MORIRE

ALCOL e DROGA, SBALLO DA MORIRE ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2100 ITALIA CLUB : BATTIPAGLIA e CAMPAGNA VALLE DEL SELE ISTITUTO COMPRENSIVO G. PALATUCCI Quadrivio di CAMPAGNA ALCOL e DROGA, SBALLO DA MORIRE Evento Educativo sulle droghe

Dettagli

LE NUOVE TENDENZE ALCOLICHE

LE NUOVE TENDENZE ALCOLICHE LE NUOVE TENDENZE ALCOLICHE» EYEBALLING» DRUNKOREXIA EYEBALLING Letteralmente alcol negli occhi, nuova tendenza diffusasi negli ultimi anni, in particolare in elementi di giovani età. I ragazzi, per sballarsi

Dettagli

Restare sani, mantenere la qualità della vita

Restare sani, mantenere la qualità della vita Restare sani, mantenere la qualità della vita Cosa bisogna sapere sull alcol Editore Universitätsklinikum Freiburg Abteilung für Psychiatrie und Psychotherapie Sektion Klinische Epidemiologie und Versorgungsforschung

Dettagli

Alcol, quando è troppo? Ausilio alla traduzione per l opuscolo adattato per migranti

Alcol, quando è troppo? Ausilio alla traduzione per l opuscolo adattato per migranti Alcol, quando è troppo? Ausilio alla traduzione per l opuscolo adattato per migranti 1 Bere privo di rischi significa bere con moderazione «Quanto alcol posso bere senza mettere a repentaglio la mia salute

Dettagli

Drink-driving in Italy. Dibattito Safe & Sober 14 dicembre 2009 Roma Palazzo Marini

Drink-driving in Italy. Dibattito Safe & Sober 14 dicembre 2009 Roma Palazzo Marini Drink-driving in Italy Dibattito Safe & Sober 14 dicembre 2009 Roma Palazzo Marini Umberto Guidoni, Segretario Generale Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale Le Compagnie di assicurazione per la sicurezza

Dettagli

A cura dei ragazzi del biennio ITIS Coordinatore: prof Donato Saini

A cura dei ragazzi del biennio ITIS Coordinatore: prof Donato Saini Progetto: SICUREZZA STRADALE 2007 Sede Centrale ISISS Mostra informativa sui pericoli dell alcol A cura dei ragazzi del biennio ITIS Coordinatore: prof Donato Saini per mille : questi illustri sconosciuti

Dettagli

CAPITOLO IV.6. IL CONSUMO DI ALCOL NEI GIOVANI E NEGLI ADULTI

CAPITOLO IV.6. IL CONSUMO DI ALCOL NEI GIOVANI E NEGLI ADULTI CAPITOLO IV.6. IL CONSUMO DI ALCOL NEI GIOVANI E NEGLI ADULTI IV.6.1. I consumatori di bevande alcoliche IV.6.2. Le modalità di consumo IV.6.3. I consumatori a rischio (criterio ISS) IV.6.4. Modelli di

Dettagli

ALCOL E GUIDA INCIDENTI STRADALI E ALCOL

ALCOL E GUIDA INCIDENTI STRADALI E ALCOL ALCOL E GUIDA L alcol viene da alcuni considerato una bevanda, da altri un alimento, da altri ancora un farmaco, assume a volte significati simbolici e presenta aspetti culturali e rituali di tipo sociale

Dettagli

IC RIPI Tiberio Galloni INS. Visca Tullia Paniccia Pina. UDA (ambito disciplinare: matematico, tecnologico-scientifico) Un cin cin di troppo

IC RIPI Tiberio Galloni INS. Visca Tullia Paniccia Pina. UDA (ambito disciplinare: matematico, tecnologico-scientifico) Un cin cin di troppo IC RIPI Tiberio Galloni INS. Visca Tullia Paniccia Pina UDA (ambito disciplinare: matematico, tecnologico-scientifico) Un cin cin di troppo Denominazione Un cin cin di troppo Compito Un sabato sera Luca

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

ALCOL E SOSTANZE STUPEFACENTI

ALCOL E SOSTANZE STUPEFACENTI ALCOL E SOSTANZE STUPEFACENTI INTRODUZIONE LA NORMATIVA ALCOL E LAVORO LE MANSIONI A RISCHIO GLI ACCERTAMENTI programma... .introduzione L alcol è una sostanza tossica e potenzialmente cancerogena in grado

Dettagli

della SICUREZZA contro l abuso di ALCOL e STUPEFACENTI

della SICUREZZA contro l abuso di ALCOL e STUPEFACENTI A. Messineo P. Abetti T. Antoniozzi S. Villarini A. Imperatore A B C della SICUREZZA contro l abuso di ALCOL e STUPEFACENTI Manuale ad uso dei lavoratori ai sensi dell art. 36 del D.Lgs. 9 aprile 2008

Dettagli

ARCAT Liguria Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento chiama lo: 010 2512125

ARCAT Liguria Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento chiama lo: 010 2512125 ARCAT Liguria Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento chiama lo: 010 2512125 Un uomo di 70kg può raggiungere il limite legale già con: oppure oppure Una donna di 55kg può raggiungere

Dettagli

ll consumo di bevande alcoliche durante la gravidanza e l allattamento può avere effetti dannosi sulla salute del bambino.

ll consumo di bevande alcoliche durante la gravidanza e l allattamento può avere effetti dannosi sulla salute del bambino. NON BERE BEVANDE ALCOLICHE IN GRAVIDANZA ED IN ALLATTAMENTO U.O. Consultorio Familiare Distretto n 1 e n 2 Ostetrica t CRISTINA FILIPPI Ostetrica BIANCA PIVA 1 Non bere bevande alcoliche in gravidanza

Dettagli

L alcool è catalogato dall O.M.S. come sostanza tossica che lo include nella tabella delle droghe per la sua azione sull organismo:

L alcool è catalogato dall O.M.S. come sostanza tossica che lo include nella tabella delle droghe per la sua azione sull organismo: 14 dicembre 2011 L alcool è catalogato dall O.M.S. come sostanza tossica che lo include nella tabella delle droghe per la sua azione sull organismo: 1. Ha potere psicoattivo 2. Crea dipendenza fisica

Dettagli

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE

IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE IL FATTORE DI RISCHIO ALCOL NEGLI STILI DI VITA DEI LAVORATORI : I RISUL- TATI DI UN INDAGINE Claudio Annovi (1), Roberta Biolcati (1), Renato Di Rico (2), Gianfranco De Girolamo (3), Clara Fogliani (2),

Dettagli

E possibile prevenire l abuso di alcolici? I risultati della sperimentazione del progetto PAASS

E possibile prevenire l abuso di alcolici? I risultati della sperimentazione del progetto PAASS CONEGLIANO, 19 OTTOBRE 2012 E possibile prevenire l abuso di alcolici? I risultati della sperimentazione del progetto PAASS Bolzonello Igor & Massimo Santinello -Il progetto P.A.A.S.S. è la conseguenza

Dettagli

Anno. Gli incidenti stradali nella regione Lazio e nella A.S.L.-Rieti: i fattori di rischio e gli interventi di prevenzione

Anno. Gli incidenti stradali nella regione Lazio e nella A.S.L.-Rieti: i fattori di rischio e gli interventi di prevenzione Anno Gli incidenti stradali nella regione Lazio e nella A.S.L.-Rieti: 2013 i fattori di rischio e gli interventi di prevenzione Pubblicazione realizzata da: A.S.L Rieti Medicina Legale - Dip. Prevenzione

Dettagli

circa il 4% oltre il 50%

circa il 4% oltre il 50% Gli infortuni : Gli incidenti stradali nell ambito dell attivitàlavorativa determinano circa il 4% di tutti gli infortuni sul lavoro ma ben oltre il 50% delle morti sul lavoro. Il settore del trasporto

Dettagli

Mezzi a disposizione per i controlli on-site

Mezzi a disposizione per i controlli on-site Controlli su strada e percorsi del consumo: esperienze con i giovani sul territorio LE PROCEDURE DI CONTROLLO SULLA STRADA Forze di Polizia autorizzate al controllo dei guidatori per le violazioni degli

Dettagli

Alcol, droghe. Guida sicura 2010/2011. Ce.Do.S.T.Ar. Centro di Documentazione e Ricerca sul Fenomeno delle Dipendenze Patologiche del Ser.T.

Alcol, droghe. Guida sicura 2010/2011. Ce.Do.S.T.Ar. Centro di Documentazione e Ricerca sul Fenomeno delle Dipendenze Patologiche del Ser.T. Alcol, droghe. Guida sicura 2010/2011 Ce.Do.S.T.Ar. Centro di Documentazione e Ricerca sul Fenomeno delle Dipendenze Patologiche del Ser.T. Arezzo L ambiente strada I fattori che intervengono nella guida:

Dettagli

ALCOL e GUIDA. «se vuoi bere fallo con la testa» Azienda sanitaria locale della provincia di Como. A cura di. Walter Mascetti psicologo

ALCOL e GUIDA. «se vuoi bere fallo con la testa» Azienda sanitaria locale della provincia di Como. A cura di. Walter Mascetti psicologo ALCOL e GUIDA Azienda sanitaria locale della provincia di Como Azienda sanitaria locale ASL della provincia di Como A cura di Walter Mascetti psicologo Responsabile Unità operativa alcologia Dipartimento

Dettagli

ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ

ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ GIOVANI E ALCOL Dichiarazione ufficiale adottata a Stoccolma il 21 febbraio 2001 traduzione autorizzata del documento dell Organizzazione Mondiale della Sanità Ufficio

Dettagli

ALCOL. per saperne di più. per saperne di più

ALCOL. per saperne di più. per saperne di più per saperne di più Il consumo di bevande alcoliche è uno dei fattori che influenzano lo stato di salute e quindi il benessere della persona. Bere è un comportamento individuale ma è necessario essere consapevoli

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

Ci sono tre tipi di sofferenze dei bambini e dei ragazzi.

Ci sono tre tipi di sofferenze dei bambini e dei ragazzi. Ci sono tre tipi di sofferenze dei bambini e dei ragazzi. 1. C'è in primo luogo una sofferenza INDISPENSABILE: per crescere bisogna che i bambini imparino ad affrontare e a superare le sofferenze legate

Dettagli

CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE TRA I GIOVANI DAGLI 11 AI 15 ANNI

CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE TRA I GIOVANI DAGLI 11 AI 15 ANNI Repubblica e Dipartimento della sanità e della socialità Ufficio del Medico cantonale Servizio di promozione e di valutazione sanitaria 3.7 CONSUMO DI ALCOL DEFINIZIONE Consumo di bevande alcoliche tra

Dettagli

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012 Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione Ricerca quantitativa settembre 2012 Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DA LILT NEL SETTEMBRE 2012 REALIZZATA TRA L'11 E

Dettagli

Incidenti stradali nella Regione Lazio e nella ASL Roma C

Incidenti stradali nella Regione Lazio e nella ASL Roma C ROMA AZIENDA USL Incidenti stradali nella Regione Lazio e nella ASL Roma C I fattori di rischio e gli interventi di prevenzione Anno 2013 PUBBLICAZIONE REALIZZATA DA ASL Roma C - Dipartimento di Prevenzione

Dettagli

- Alcol + Gusto 2007

- Alcol + Gusto 2007 A. Ulss n.6 campagna di Vicenza prevenzione - Alcol + Gusto 27 APRILE, mese dedicato alla prevenzione alcologica Già da alcuni anni in Italia, come in molti altri paesi occidentali, il mese di APRILE è

Dettagli

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento.

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Gruppo 2 M. f. g. CERVELLO Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Nervo ottico Diminuzione della vista e della sensibilità ai colori GOLA Cancro della laringe e della faringe

Dettagli

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI impaginato sintesidef 29-04-2008 19:34 Pagina 66 GRAFICO 11 DEDICANO PIÙ DI 20 ORE A SETTIMANA AL LAVORO DOMESTICO E DI CURA * 7 51,8 58,9 62,4 Uomini 29,0 27,3 20,1 Donne Meno di 35 anni Da 36 a 45 anni

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

la lotta al cancro non ha colore Alcol il nemico in un bicchiere insieme contro il cancro

la lotta al cancro non ha colore Alcol il nemico in un bicchiere insieme contro il cancro la lotta al cancro non ha colore la lotta al cancro non ha colore Alcol il nemico in un bicchiere insieme contro il cancro Perché questo opuscolo? Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

Consumo di alcol. Gli indicatori Passi

Consumo di alcol. Gli indicatori Passi Consumo di alcol Nell ambito della promozione di stili di vita sani, il consumo di alcol ha assunto un importanza sempre maggiore, perché l alcol è associato a numerose malattie: cirrosi del fegato, malattie

Dettagli

Stress sul posto di lavoro: segnali e cause. Check list personale (Versione 02.2006)

Stress sul posto di lavoro: segnali e cause. Check list personale (Versione 02.2006) Stress sul posto di lavoro: segnali e cause Check list personale (Versione 02.2006) Questa check list la aiuterà a identificare lo stress vissuto personalmente e a deteminarne le cause. Poi, sulla base

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Alcune cose da tenere a mente su esercizio fisico e glicemia

Alcune cose da tenere a mente su esercizio fisico e glicemia DIABETE E SPORT È consentito a chi ha il diabete di fare sport? Certo! Non solo è permesso, ma vivamente consigliato. L attività fisica, assieme all alimentazione e ai trattamenti farmacologici, è uno

Dettagli

INTOSSICAZIONI Da ABUSO DI SOSTANZE NON TERAPEUTICHE e ALCOOL

INTOSSICAZIONI Da ABUSO DI SOSTANZE NON TERAPEUTICHE e ALCOOL INTOSSICAZIONI Da ABUSO DI SOSTANZE NON TERAPEUTICHE e ALCOOL aspetti generali, alterazioni e primo soccorso Inf.Bazzanella Alessandro e IC Ivano Floriani 2012 stato patologico provocato dall azione nociva

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

L USO E L ABUSO DI ALCOL IN ITALIA

L USO E L ABUSO DI ALCOL IN ITALIA 5 aprile 2011 Anno 2010 L USO E L ABUSO DI ALCOL IN ITALIA Nel 2010 la quota di popolazione di 11 anni e più che ha consumato almeno una bevanda alcolica l anno è pari al 65,7%, in diminuzione rispetto

Dettagli

I RISCHI CORRELATI ALL USO DI SOSTANZE ALCOLICHE

I RISCHI CORRELATI ALL USO DI SOSTANZE ALCOLICHE I RISCHI CORRELATI ALL USO DI SOSTANZE ALCOLICHE FEBBRAIO 2009 L'alcol alimentare (alcol etilico o etanolo) presente in diversa concentrazione nelle bevande alcoliche è una sostanza che deriva dalla fermentazione

Dettagli