VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE"

Transcript

1 VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE TABELLA CONDIZIONI TECNICHE FINANZIAMENTI AGEVOLATI Sede legale e uffici: Via delle Industrie, 19/d Venezia Marghera Tel Fax gennaio-15 Aggiornamento del 09/01/2015 TABELLA TASSI DI SISTEMA RILEVATI TASSI DATA 1 Tasso di Riferimento COMUNITA' EUROPEA 1,340% 01/01/ TASSO DI PARTECIPAZIONE ALLE OPERAZIONI DI RIFINANZIAMENTO PRINCIPALI (EX TASSO UFFICIALE DI RIFERIMENTO) 0,050% 10/09/ TASSO DI RIFERIMENTO INDUSTRIA 2,680% gen-15 4 TASSO DI RIFERIMENTO ARTIGIANATO 2,730% gen-15 5 EURIBOR TRE MESI M.M.P. - TASSO 360 0,081% gen-15 6 EURIBOR TRE MESI M.M.P. - TASSO 365 0,082% gen-15 7 EURIBOR SEI MESI M.M.P. - TASSO 360 0,177% gen-15 8 EURIBOR SEI MESI M.M.P. - TASSO 365 0,179% gen-15 POR AZ FONDO ROTAZIONE E CONTRIBUTI - ENERGIA - POR VENETO Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato e Contributo in conto capitale contributo in conto capitale - variabile max 23,00% quota finanziamento agevolato a tasso zero - variabile (da min 38,50% a max 50,00%) min 38,50% quota finanziamento bancario - variabile (a copertura del 100% - da min 38,50% a max 50,00% ) min 38,50% importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro durata massima (compresa preammortamento max 18 mesi) max = Quota Banca max 50,00% = Quota Fondo - max 50,00% Beneficiari: Piccole e medie imprese di settori ISTAT vari con sede legale o almeno una sede operativa in Veneto N.B. Le agevolazioni verranno concesse nel rispetto dei massimali di intensità di aiuto stabiliti dalla normativa europea (Reg. CE 1998/2006 e s.m. de minimis, Reg. CE 800/2008 e s.m. di esenzione Sez. 2 o Sez. 4), nonché nel rispetto dei limiti di cumulo di incentivi stabiliti dalle normative europee e nazionali di riferimento, anche in funzione della specifica forma tecnica. Contributo c/capitale Fondo di rotazione Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni L.R. VARIE FONDO STRAORDINARIO IMPRESE TERREMOTATE - D.G.R. 1065/2012 (Aggiornata ex DGR 321 del 12/03/2013) Prorogata fino al 30/06/2015 Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento bancario chirografario a tasso zero durata massima compreso preammortamento (max 24 mesi) massimo L.R. 1/1999 Ex DGR 362/2007 FR.COM FONDO ROTAZIONE COMMERCIO TUTTE LE PICCOLE E tasso di stipula = ZERO max remunerazione fondi banca = ZERO max = Quota Banca 0,00% = Quota Fondo 100,00% importo del finanziamento (operazioni finanziarie) minimo 5.000,00 massimo ,00 Euro importo del finanziamento (agibilità sismica) minimo 5.000,00 massimo ,00 Euro E.S.L. Teorico Massimo 6,921% FR. PER IL POLESINE - PMI Provincia di Rovigo (settori industria e artigianato) TUTTE LE PICCOLE E tasso di stipula = ZERO max remunerazione fondi banca = ZERO max = Quota Banca 0,00% = Quota Fondo 100,00% importo del finanziamento (operazioni finanziarie) minimo 5.000,00 massimo ,00 Euro importo del finanziamento (agibilità sismica) minimo 5.000,00 massimo ,00 Euro E.S.L. Teorico Massimo 6,921% L.R. 17/2005 FR.COOP FONDO ROTAZIONE A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE durata compreso preammortamento 12 mesi - per investimenti prevalentemente immobiliari massimo durata compreso preammortamento 12 mesi - per altri investimenti massimo beneficiari: Piccole e medie imprese costituite come società cooperative Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni Tabella condizioni tecniche finanziamenti e leasing agevolati Mod Rev. 37 1/5

2 L.R. 57/1999 FR.GIO FONDO ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIA GIOVANILE contributo in conto capitale 15,00% finanziabilità dell'investimento 85,00% durata massima compreso preammortamento Vedasi max la 24 scheda mesi presente sul sito: importo del finanziamento /Attività e Prodotti minimo / Finanza Agevolata ,00 / Finanziamenti massimo ,00 Euro beneficiari: Imprese settori 1) agroindustriali e agroalimentari 2) manifatturiero 3) artigiano 4) Turistico 5) commercio e servizi 6) altre attività E.S.L. Contributo in conto capitale 15,000% E.S.L. Teorico Massimo totale 15,000% Contributo c/capitale Fondo di rotazione specifico Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni Ex MISURA 5.2 FR.M52 FONDO ROTAZIONE PER IL POLESINE - EX MISURA 5.2 Ob PMI Artigiane durata compreso preammortamento 24 mesi - per investimenti immobiliari massimo durata compreso preammortamento 12 mesi - per altri investimenti massimo PMI dei settori Secondario e Terziario importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro PICCOLE IMPRESE FEMMINILI E GIOVANILI 108 mesi ALTRE PICCOLE IMPRESE = Quota Fondo (**) 50,00% importo del finanziamento minimo ,00 max ,00 Euro PICCOLE IMPRESE ALTRE PICCOLE PMI Turistiche Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato, Leasing agevolato (con riscatto obbligatorio). TUTTE LE PICCOLE remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 3/6 mesi m.m.p. + max 500 punti base max (*)(**) 5,177% importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro preammortamento max 24 mesi durata compreso preammortamento minimo 36 mesi massimo L.R. 1/2000 Prodotto in corso di aggiornamento ai sensi della DGR n del 03/12/2013 Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni FR.FEM FONDO ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIA FEMMINILE contributo in conto capitale 15,00% finanziabilità dell'investimento 85,00% durata massima compreso preammortamento Vedasimax la scheda 24 mesi (per presente investimenti mobiliari) sul sito: (per investimenti prevalentemente immobiliari) /Attività e Prodotti / Finanza Agevolata / Finanziamenti importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro beneficiari: Imprese settori 1) agroindustriali e agroalimentari 2) manifatturiero 3) artigiano 4) Turistico 5) commercio e servizi 6) altre attività Prodotto in corso di aggiornamento ai sensi della DGR n del 03/12/2013 E.S.L. Contributo in conto capitale 15,000% E.S.L. Teorico Massimo totale 15,000% Contributo c/capitale Fondo di rotazione specifico Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni ,33 Tabella condizioni tecniche finanziamenti e leasing agevolati Mod Rev. 37 2/5

3 L.R. 40/2003 FR.AGR FONDO ROTAZIONE PER IL SETTORE PRIMARIO remunerazione fondo (fissa) AGROALIMENTARI 0,00% finanziabilità dell'investimento PRESENTAZIONE DI NUOVE ISTANZE. 100% (per investimenti su immobili) (per altri investimenti) importo ACCESSO del finanziamento ALLE AGEVOLAZIONI minimo SOSPESO ,00 DAL 18/12/2014 massimo ,00 Euro beneficiari: Imprese agroindustriali e agroalimentari (trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli di cui all'allegato 1 del Trattato CEE) FONDO DI ROTAZIONE EX LR 40/2003 -SETTORE PRIMARIO SEZIONE A) PMI E SEZIONE B) AZIENDE AGRICOLE: SOSPENSIONE TEMPORANEA DELLA Si informa che su disposizione delle Strutture della Giunta Regionale del Veneto è stata temporaneamente sospesa - con decorrenza immediata - la presentazione di nuove domande di agevolazione a valere sulle sezioni A) e B) del Fondo di Rotazione ex LR 40/2003 per il settore primario e agroalimentare. Tale sospensione è necessaria per consentire l adeguamento della normativa regionale di riferimento, in recepimento del nuovo regolamento comunitario di esenzione Reg. (UE) n. 702 del 25 giugno 2014 (GUCE 193/2014), valido a decorrere dal 1/1/2015. remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 3 o 6 mesi m.m.p. +max 500 punti base max (*) 5,177% importo del finanziamento minimo ,00 Euro limite massimo di spesa aziendale ammissibile per singola domanda a) per singola azienda agricola massimo ,00 Euro b) per coop. di conduzione costituite tra imprenditori agricoli " ,00 Euro (per investimenti immobiliari) (per altri investimenti) beneficiari: PMI e relative aziende agricole con almeno una sede operativa in Veneto e requisiti stabiliti dalla Giunta Regionale. E.S.L. Teorico Massimo Fondo (operazioni di consolido). Sarà ns. cura informare l utenza della riapertura dei termini per la presentazione di nuove istanze. Rimane altresì invariata l operatività delle istanze a valere sulla sezione C) del medesimo Sezione C Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato finalizzato al consolido di passività bancarie a breve remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 3 o 6 mesi m.m.p. +max 500 punti base max (*) 5,177% importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro - Investimenti settore produzione primaria importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro - Investimenti settore produzione primaria e trasformazione/commericalizzazione prodotti primari (per investimenti immobiliari) beneficiari: PMI e relative aziende agricole con almeno una Unità Tecnica Economica ubicata in Veneto Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni L.R. 02/2002 FR.ART FONDO ROTAZIONE IMPRESE ARTIGIANE durata compreso preammortamento 24 mesi - per investimenti immobiliari massimo durata compreso preammortamento 12 mesi - per altri investimenti massimo Ditte individuali, società di persone e consorzi costituiti per partecipare a gare ex Reg.Regionale n. 1 del 05/12/2005 Prodotto remunerazione in corso fondo (fissa) di aggiornamento ai sensi della DGR n del 03/12/2013 0,00% Vedasi la scheda presente sul sito: E.S.L. Teorico Massimo /Attività e Prodotti / Finanza Agevolata / Finanziamenti Altre imprese, operazioni di leasing strumentale, investimenti immobiliari Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni L.R. 05/2001 FR.PMI FONDO ROTAZIONE PICCOLE E Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato, Leasing agevolato. PICCOLE IMPRESE FEMMINILI E GIOVANILI beneficiari: Piccole imprese femminili e giovanili. importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro durata massima compreso preammortamento 24 mesi massimo 108 mesi importo del finanziamento minimo ,00 massimo (#1) ,00 durata massima compreso preammortamento 12 mesi massimo ALTRE PICCOLE IMPRESE Prodotto finanziabilità in corso dell'investimento di aggiornamento ai sensi della DGR n del 03/12/ % beneficiari: Piccole imprese importo del finanziamento Vedasi la scheda minimo presente sul sito: ,00 massimo ,00 Euro durata massima compreso preammortamento /Attività 24 mesie Prodotti / Finanza Agevolata / Finanziamenti massimo importo del finanziamento minimo ,00 massimo (#1) ,00 " durata massima compreso preammortamento 12 mesi tasso di stipula = 70% tasso remunerazione banca max 3,624% = Quota Banca 70,00% = Quota Fondo 30,00% importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro durata massima compreso preammortamento 24 mesi massimo importo del finanziamento minimo ,00 massimo (#1) ,00 " durata massima compreso preammortamento 12 mesi beneficiari: Medie imprese. (#1) Importo massimo aggiornato dalla DGR n. 676/ Per le spese relative a investimenti produttivi importo massimo : ,00 e B Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni Tabella condizioni tecniche finanziamenti e leasing agevolati Mod Rev. 37 3/5

4 L.R. 33/2002 FR.TUR FONDO ROTAZIONE TURISMO (aggiornato ex DGR 400 del 16/03/2012) Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 3/6 mesi m.m.p. + max 500 punti base max (*) 5,177% preammortamento max 24 mesi durata compreso preammortamento massimo 180 mesi importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro PMI turistiche ubicate in zona montana (Dolomiti e montagna veneta) e PMI classificabili "Impresa Giovanile ex L.R. 57/1999" durata massima 15 anni Altre PMI turistiche ubicate in Veneto (escluse Dolomiti e montagna veneta e PMI Giovanili) durata massima 10 anni LR 33/ Fondo di Rotazione per lo sviluppo e la qualificazione dell'offerta turistica durata massima 15 anni tasso di stipula = 70% tasso remunerazione regionale, banca - max 3,624% = Quota Banca 70,00% = Quota Fondo 30,00% LR 33/ Fondo di Rotazione per lo sviluppo e la qualificazione dell'offerta turistica regionale - - Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato Operazioni di supporto finanziario agevolabili : ricapitalizzazione aziendale, riequilibrio finanziario, consolido passività bancarie a breve remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 3/6 mesi m.m.p. + max 500 punti base max (*) 5,177% preammortamentoaccesso ALLE AGEVOLAZIONI SOSPESO DAL max 18/12/ mesi durata compreso preammortamento (per Piccole e Micro Imprese) massimo durata compreso preammortamento (per Medie Imprese) massimo importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro PMI alberghiere ubicate in zona montana (sede legale e tutte le sedi operative nel territorio delle Comunità Montane) Piccole e Micro Imprese durata massima Si informa che su disposizione delle Strutture della Giunta Regionale del Veneto è stata temporaneamente sospesa - con decorrenza immediata - la presentazione di nuove domande di agevolazione a valere sul Fondo di Rotazione per il Turismo ex LR 33/2002. Sarà cura di Veneto Sviluppo informare l utenza della riapertura dei termini per la presentazione di nuove istanze. Medie Imprese durata massima Altre PMI alberghiere ubicate in Veneto Piccole e Micro Imprese durata massima tasso di stipula = 50% tasso remunerazione banca max Medie Imprese durata massima tasso di stipula = 50% tasso remunerazione banca max Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni L.R. 1/1999 FR.COM FONDO ROTAZIONE COMMERCIO importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro beneficiari: piccole e medie imprese commerciali e di servizi. Investimenti immobiliari (ex L.R. 1/1999, art. 9 comma 1, lettera a) durata compreso preammortamento 24 mesi minimo 36 mesi massimo tasso di stipula = 60% tasso remunerazione banca 3,049% remunerazione fondi banca (variabile) = Euribor 3 o 6 mesi mmp + max 500 punti base max (*)(**) 5,081% Prodotto = Quota in Fondo corso di aggiornamento ai sensi 40,00% della DGR n del 03/12/2013 E.S.L. Teorico Massimo Vedasi la scheda presente sul sito: Altri Investimenti durata compreso preammortamento 24 /Attività mesi e Prodotti minimo / Finanza 36 Agevolata mesi (#) / Finanziamenti massimo tasso di stipula = 50% tasso remunerazione banca 2,541% remunerazione fondi banca (variabile) = Euribor 3 o 6 mesi mmp + max 500 punti base max (*)(**) 5,081% (#) durata minima ridotta a 24 mesi in caso di acquisto di autovetture da parte di operatori con attività prevalente "agenti di commercio" Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni L.R. 6/1996 FR.IF FONDO ROTAZIONE IMPIANTI A FUNE (aggiornato ex DGR /08/09, DGR /07/09 e DGR /06/2012) minimo 5 massimo 12 anni importo del finanziamento massimo ,00 Euro beneficiari: PMI concessionarie di impianti a fune e di trasporto adibiti a pubblico servizio; consorzi e società consortili (Reg. CE 800/2008) TUTTE LE PICCOLE E tasso di stipula = 50% tasso remunerazione banca max 1,089% remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 6 mesi m.m.p. + max 200 punti base max 2,177% = Quota Fondo (***) 50,00% E.S.L. Teorico Massimo 2,300% TUTTE LE PICCOLE E (in caso di complementare assegnazione di contributo a fondo perduto) tasso di stipula = 60% tasso remunerazione banca max 0,106% remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 6 mesi m.m.p. + max 200 punti base max 2,177% = Quota Fondo (***) 40,00% E.S.L. Teorico Massimo 0,811% Tabella condizioni tecniche finanziamenti e leasing agevolati Mod Rev. 37 4/5

5 Forma tecnica attivata per l'utilizzo del Fondo di rotazione : Finanziamento agevolato. Operazioni di supporto finanziario agevolabili : ricapitalizzazione aziendale, riequilibrio finanziario, consolido passività bancarie a breve massimo importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro beneficiari: PMI (ed i loro consorzi) concessionarie di impianti a fune e di trasporto adibiti a pubblico servizio; (Reg. CE 1998/2006) remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 6 mesi m.m.p. + max 500 punti base max 5,177% L.R. 18/1994 Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni FR.AC FONDO ROTAZIONE AREE DI CONFINE BELLUNO remunerazione fondi banca (variabile) <= Euribor 6 mesi m.m.p. + max 500 punti base max (*)(**) 5,177% durata massima compreso preammortamento Vedasi max la 24 scheda mesi presente sul sito: 15 anni importo del finanziamento investimento minimo ,84 massimo ,80 Euro (*1) (*1) per seggiovie, cabinovie,funivie, altri impianti a fune - importo del finanziamento massimo ,70 Euro beneficiari: PMI dei settori industria, artigianato, offerta turistica, trasporto a fune Prodotto in corso di aggiornamento ai sensi della DGR n del 12/08/2014 Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni L.R. 52/1978 FR.FFR FONDO ROTAZIONE FORESTALE (aggiornato ex DGR 826 del 14/06/2011) finanziabilità dell'investimento 90% durata minima compreso preammortamento max 24 mesi importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro beneficiari: PMI della filiera forestale : Investimenti a carattere immobiliare MICRO, PICCOLE, (per acquisto macchine,mezzi,attrezzature) (per acquisto impianti, macchinari fissi) importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro beneficiari: PMI della filiera forestale : Investimenti a carattere strumentale MICRO, PICCOLE IMPRESE contributo in conto capitale 8,00% E.S.L. Contributo in conto capitale 8,000% E.S.L. Teorico Massimo totale 8,000% contributo in conto capitale 4,00% = Quota Fondo (**) 50,00% E.S.L. Contributo in conto capitale 4,000% E.S.L. Teorico Massimo totale 4,000% Sezione C TUTTE LE MICRO, PICCOLE E importo del finanziamento minimo ,00 massimo ,00 Euro beneficiari: Imprese della filiera forestale : Interventi di natura finanziaria Fondo di Rotazione Contributo c/capitale Dotazione complessiva del Fondo di cui risorse disponibili per nuovi impegni (*) La remunerazione massima della provvista Banca è stata indicativamente calcolata utilizzando il tasso indice (7) della "Tabella tassi di sistema rilevati". Con delibera del C.d.A.di Veneto Sviluppo del 04/05/2012 lo spread massimo applicabile sulla "quota banca" - cosidetto "tasso convenzionale" - è stato temporaneamente elevato (fino a nuovo avviso) da 300 a 500 punti base (salvo i fondi che prevedono espressamente uno spread massimo diverso da quello "convenzionale"). Il nuovo spread potrà essere applicato dalle banche/società di leasing convenzionate a partire dal 14/05/2012 (con riferimento alla data di ricezione della pratica da parte di Veneto Sviluppo) previa sottoscrizione dell appendice alla convenzione appositamente predisposta. (**) Per effetto della D.G.R. n. 117 del 31/01/2012 (B.U.R. n. 13 del 10/02/2012) lo spread convenzionale potrà essere applicato anche ai fondi che erano in precedenza esclusi e in particolare : L.R. 1/1999 F.R. Commercio, L.R. 1/2000 F.R. Imprenditoria Femminile, L.R. 57/1999 Imprenditoria Giovanile, POR FESR Ingegneria Finanziaria, L.R. 18/1994 F.R. Aree di Confine, POR FESR Energia - Azione N.B. Con D.G.R. n del 16/12/2014 è stato prorogato al il termine per l'applicazione dello spread massimo convenzionale già previsto dalla D.G.R. 117/2012 (e DGR 2889/2012 e DGR 2819/2013). Sono stati inoltre ricompresi gli interventi di supporto finanziario e quelli di importo liminitato di cui alla DGR n del 03/12/2013. (***) La quota effettiva d intervento del Fondo di Rotazione può variare rispetto alla quota max prevista dalla normativa attuativa di riferimento, in relazione all andamento dei tassi di sistema, qualora ciò risulti necessario per il rispetto dei massimali d'intensità d'aiuto (in termini di E.S.L.) previsti dal Reg. CE 800/2008 Sul sito internet sono disponibili, per ciascun fondo di rotazione, apposite schede sintetiche di regolamento. Tabella condizioni tecniche finanziamenti e leasing agevolati Mod Rev. 37 5/5

VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE

VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE TABELLA CONDIZIONI TECNICHE FINANZIAMENTI AGEVOLATI Sede legale e uffici: Via delle Industrie, 19/d - 30175 Venezia Marghera Tel. +39 041 3967211 - Fax +39 041

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE

VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE TABELLA CONDIZIONI TECNICHE FINANZIAMENTI AGEVOLATI Sede legale e uffici: Via delle Industrie, 19/d - 30175 Venezia Marghera Tel. +39 041 3967211 - Fax +39 041

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE

VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE VENETO SVILUPPO S.P.A - FONDI DI ROTAZIONE TABELLA CONDIZIONI TECNICHE FINANZIAMENTI AGEVOLATI Sede legale e uffici: Via delle Industrie, 19/d - 30175 Venezia Marghera Tel. +39 041 3967211 - Fax +39 041

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto 2 Veneto Sviluppo: la Finanziaria della Regione del LA MISSION: Veneto Istituita con Legge Regionale n. 47 del 1975 FAVORIRE CRESCITA SISTEMA

Dettagli

STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999

STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999 STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999 Disciplina di riferimento DGR 3929 del 4 dicembre 2007 (BUR n. 1 del 1 gennaio 2008) DGR 2096 del 7 luglio 2009 (BUR

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999)

FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) Disciplina di riferimento DGR 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del

Dettagli

Veneto: L.R. 1/2000 Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell imprenditoria femminile

Veneto: L.R. 1/2000 Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell imprenditoria femminile Veneto: L.R. 1/2000 Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell imprenditoria femminile Scadenze Data iniziale : martedì 17 ottobre 2006 scadenza ad esaurimento In breve Concessione

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 FINANZA AGEVOLATA Dott. Giorgio Cavallari FINANZIAMENTI AGEVOLATI AUTOIMPIEGO

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del 26 dicembre 2008)

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA. Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali. Dott. Giorgio Cavallari. 16 ottobre 2007

FINANZA AGEVOLATA. Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali. Dott. Giorgio Cavallari. 16 ottobre 2007 Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali 16 ottobre 2007 FINANZA AGEVOLATA Dott. Giorgio Cavallari FINANZIAMENTI AGEVOLATI IMPRENDITORIA FEMMINILE AUTOIMPIEGO: Lavoro autonomo;

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI: I FONDI DI ROTAZIONE DI VENETO SVILUPPO

FINANZIAMENTI AGEVOLATI: I FONDI DI ROTAZIONE DI VENETO SVILUPPO Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 03/06/2010. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto 2 Veneto Sviluppo: la Finanziaria della Regione del Veneto Istituita con Legge Regionale n. 47 del 1975 LA MISSION: FAVORIRE CRESCITA SISTEMA

Dettagli

Presentazione della società. Ottobre 2008

Presentazione della società. Ottobre 2008 Presentazione della società Ottobre 2008 2 Veneto Sviluppo S.p.A. è la SOCIETA FINANZIARIA, istituita con Legge della Regione del Veneto, il cui capitale sociale (circa 112 milioni di Euro) è detenuto

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Verona, 14 aprile 2014 Michele Pelloso Direttore Sezione Industria e Artigianato Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO

VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO CIRCOLARE NR. 5/FEBBRAIO 2014 VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO Egregi Signori, Vi informiamo che con D.G.R. n. 2216 del 03.12.2013 (pubblicata nel BUR n.113 del 24/12/2013) la Regione Veneto ha approvato

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10. Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI

C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10. Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10 Circolare Numero 31/2014 Oggetto Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI Sommario La Regione Veneto ha semplificato e razionalizzato

Dettagli

Veneto: L. R. 2/2002 Fondo di Rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane

Veneto: L. R. 2/2002 Fondo di Rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane Veneto: L. R. 2/2002 Fondo di Rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve Il Fondo di Rotazione regionale per il settore

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre 2013 (BUR n. 113 del 24 dicembre 2013) Disposizioni Operative Uniche per lo sviluppo del Sistema Produttivo

Dettagli

Disciplina di riferimento

Disciplina di riferimento AGEVOLAZIONI IN FAVORE DELLE PMI DEL SETTORE COMMERCIO EX LR 1/1999, DEL SETTORE SECONDARIO E TERZIARIO EX LR 5/2001 E DEL SETTORE ARTIGIANO EX LR 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre

Dettagli

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI Spett. Clienti, Loro Sedi Treviso, il 16 marzo 2011 Con la presente circolare informativa siamo ad illustrare il nuovo accordo per il credito alle PMI recentemente stipulato tra ABI (Associazione Bancaria

Dettagli

Disciplina di riferimento

Disciplina di riferimento AGEVOLAZIONI IN FAVORE DELLE PMI DEL SETTORE COMMERCIO EX LR 1/1999, DEL SETTORE SECONDARIO E TERZIARIO EX LR 5/2001 E DEL SETTORE ARTIGIANO EX LR 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 REGIONE VENETO Direzione Regionale Mobilità Bando pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per il settore

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA

BANCA POPOLARE DI VICENZA Finanziamenti per l investimento Finanziamento utilizzabile per operazioni immobiliari aziendali, acquisto macchinari, attrezzature in genere e mezzi di trasporto strumentali all attività dell impresa.

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA

BANCA POPOLARE DI VICENZA Finanziamenti per l investimento Finanziamento utilizzabile per operazioni immobiliari aziendali, acquisto macchinari, attrezzature in genere e mezzi di trasporto strumentali all attività dell impresa.

Dettagli

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg.

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg. NUOVA FINANZA PER PMI Credito Adesso La migliore soluzione per anticipare i contratti e finanziare il fabbisogno di capitale circolante CREDITO ADESSO Caratteristiche dell intervento A chi si rivolge?

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre 2013 (BUR n. 113 del 24 dicembre 2013) Disposizioni Operative Uniche per lo sviluppo del Sistema Produttivo

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

Fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane (L.R. n. 2 del 17.01.2002 art. 21 )

Fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane (L.R. n. 2 del 17.01.2002 art. 21 ) Fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane (L.R. n. 2 del 17.01.2002 art. 21 ) (Aiuto di Stato conforme al Regolamento (CE) N. 69/2001 della Comunità del 12

Dettagli

1 FONDO DI ROTAZIONE PER LE PMI. Finanziamento a tasso agevolato fino al 100% per l'innovazione di prodotto e processo.

1 FONDO DI ROTAZIONE PER LE PMI. Finanziamento a tasso agevolato fino al 100% per l'innovazione di prodotto e processo. 1 FONDO DI ROTAZIONE PER LE PMI. Finanziamento a tasso agevolato fino al 100% per l'innovazione di prodotto e processo. SETTORI DI ATTIVITÀ: Industria, Servizi/No Profit SPESE FINANZIATE: Attrezzature

Dettagli

OFFERTA SERVIZI SPORTELLO CREDITO

OFFERTA SERVIZI SPORTELLO CREDITO OFFERTA SERVIZI SPORTELLO CREDITO SPORTELLO ARTIGIANCASSA POINT FINANZIAMENTI LINEA KEY WOMAN FINANZIAMENTI SCORTE FINANZIAMENTI FINALIZZATI ALL ACQUISTOACQUISTO DI MACCHINARI, ATTREZZATURE, AUTOMEZZI

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 3985 del 16 dicembre 2008 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 3985 del 16 dicembre 2008 pag. 1/7 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 3985 del 16 dicembre 2008 pag. 1/7 Fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane (art. 21 L.R. 17 gennaio

Dettagli

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Interventi In vigore dal Innovazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Finanziamenti per progetti di R&S 26 giugno

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE PRIMARIO Sez. A Imprese Agroalimentari Legge Regionale n. 40/2003

FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE PRIMARIO Sez. A Imprese Agroalimentari Legge Regionale n. 40/2003 FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE PRIMARIO Sez. A Imprese Agroalimentari Legge Regionale n. 40/2003 Disciplina di riferimento DGR 3714 del 2 dicembre 2008 (BUR n. 104 del 19 dicembre 2008) Soggetti finanziabili

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

Soluzione 1 Qualificazione e riconversione apparato industriale

Soluzione 1 Qualificazione e riconversione apparato industriale NORME DI INCENTIVAZIONE A SUPPORTO DEGLI INTERVENTI PREVISTI DALLA CONFERENZA STRATEGICA DELLA SPEZIA Soluzione 1 Qualificazione e riconversione apparato industriale Legge 341/95 PMI - GI industriali Credito

Dettagli

Fondo di Rotazione per il Polesine PMI Turistiche

Fondo di Rotazione per il Polesine PMI Turistiche Fondo di Rotazione per il Polesine PMI Turistiche (Ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 LR n. 33/2002 e DGR n. 3083/2003 Aree d'intervento Sono ammissibili gli interventi

Dettagli

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011. 15 giugno 2011

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011. 15 giugno 2011 LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011 15 giugno 2011 FINALITA E STANZIAMENTO 2011 Finalità: Agevolare l accesso al credito delle pmi milanesi attraverso l erogazione

Dettagli

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 2 MILIARDI PER IL RILANCIO 2 miliardi di euro di investimenti per le imprese agroalimentari italiane. Queste le risorse del Piano 2015-2017 messo

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto 2 Veneto Sviluppo: la Finanziaria della Regione del Veneto Istituita con Legge Regionale n. 47 del 1975 LA MISSION: FAVORIRE CRESCITA SISTEMA

Dettagli

ALLEGATO1 - DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L'OTTENIMENTO DI FINANZIAMENTI LR 18

ALLEGATO1 - DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L'OTTENIMENTO DI FINANZIAMENTI LR 18 SETTORE SVILUPPO ECONOMICO, SOCIALE E CULTURALE Servizio Economia e Politiche Comunitarie Tel. +39 (0)437 959 216 Fax +39 (0)437 959184 email: l.ricci@provincia.belluno.it attivita.produttive@provincia.belluno.it

Dettagli

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 50/27 del 10.11.2009 CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI L.R.10 gennaio 2001 n.. 2 Titolo T II DIRETTIVE DI

Dettagli

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni Data ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2010 Progetto di filiera e realtà coinvolte 2 Sommario

Dettagli

Le nuove agevolazioni finanziarie per le imprese giovanili e femminili

Le nuove agevolazioni finanziarie per le imprese giovanili e femminili Le nuove agevolazioni finanziarie per le imprese giovanili e femminili Dott. Giuseppe Giansiracusa Presidente LegaCoop Avv. Luigi Randazzo Presidente Associazione Giovani Professionisti Dott. Riccardo

Dettagli

PORDENONE. 07 / 2014 - VALIDITA FINO AL 31/12/2014 Ufficio Marketing Imprese e Filiere

PORDENONE. 07 / 2014 - VALIDITA FINO AL 31/12/2014 Ufficio Marketing Imprese e Filiere & PORDENONE 07 / 2014 - VALIDITA FINO AL 31/12/2014 Ufficio Marketing Imprese e Filiere IL CONTENUTO E LE INFORMAZIONI DI QUESTO DOCUMENTO SONO STRETTAMENTE RISERVATE E PERTANTO NE E VIETATA LA DIFFUSIONE

Dettagli

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 2/2010 AGOSTO 2010 MICHELANGELO SCORDAMAGLIA D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 2/2010 AGOSTO 2010 MICHELANGELO SCORDAMAGLIA D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A 10122 Torino Via Sant Agostino, 12 10024 Moncalieri (TO) Via Real Collegio, 6 Tel. +39 011 4366646/6404991 - Fax +39 011 2274327 AGOSTO 2010 Pur essendo posta la massima cura nello studio e nella redazione

Dettagli

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi 1 Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi Relatore: Cristiano Vincenzi (cristiano.vincenzi@bancopopolare.it) Responsabile Funzione Finanziamenti Agevolati

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE E CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI FINALIZZATI AL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE E CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI FINALIZZATI AL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE E CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI FINALIZZATI AL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 2 Linea d intervento

Dettagli

CONDIZIONI TECNICHE DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

CONDIZIONI TECNICHE DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Finpiemonte S.p.A. Galleria San Federico, 54 10121 Torino Tel. 011/57.17.777 Fax. 011/545759 www.finpiemonte.it/urp CONDIZIONI TECNICHE DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Ottobre 2015 Prospetto dei tassi di interesse

Dettagli

A relazione dell'assessore Sacchetto:

A relazione dell'assessore Sacchetto: REGIONE PIEMONTE BU13 28/03/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 25 marzo 2013, n. 11-5559 Piano Verde - Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti contratti

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO OPERATIVITÀ A MEDIO/LUNGO TERMINE FINANZIAMENTI PER CONSOLIDAMENTO DI PASSIVITÀ A BREVE TERMINE Finalità: favorire il rafforzamento della struttura finanziaria aziendale attraverso la concessione di finanziamenti

Dettagli

Sono ammissibili gli investimenti realizzati successivamente all 1.1.2004.

Sono ammissibili gli investimenti realizzati successivamente all 1.1.2004. Con decorrenza dal 1 giugno 2005 sono operativi i sottodescritti due Fondi, costituiti dalla Comunità Montana con il concorso finanziario della Provincia e della Camera di Commercio di Reggio Emilia, per

Dettagli

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato Allegato 1 Invito alle banche a presentare manifestazione di interesse per la gestione di un plafond di 130 milioni di euro di provvista BEI da destinare a finanziamenti alle PMI della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE SETTORE TURISMO

FONDO DI ROTAZIONE SETTORE TURISMO giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 400 del 16/03/2012 pag. 1/8 FONDO DI ROTAZIONE SETTORE TURISMO DISPOSIZIONI OPERATIVE PER I FINANZIAMENTI AGEVOLATI Legge regionale 4 novembre 2002, n.

Dettagli

Veneto: L.R. n. 57/1999 Interventi regionali per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile veneta

Veneto: L.R. n. 57/1999 Interventi regionali per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile veneta Veneto: L.R. n. 57/1999 Interventi regionali per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile veneta Scadenze Fino ad esaurimento In breve La legge regionale sull imprenditoria giovanile mira ad agevolare

Dettagli

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014 Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI Bergamo, Ottobre 2014 Agenda Interventi Nazionali Interventi Regione Lombardia Interventi Regione Piemonte Interventi Regione Puglia 2 Agenda Interventi

Dettagli

D.Lgs. 185/2000 Tit. I Autoimprenditorialità. SFM & Partners S.r.l.

D.Lgs. 185/2000 Tit. I Autoimprenditorialità. SFM & Partners S.r.l. D.Lgs. 185/2000 Tit. I Autoimprenditorialità L'Agenzia promuove la creazione di nuove imprese o l'ampliamento di quelle già esistenti a condizione che la loro maggioranza, numerica e di capitali, sia detenuta

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove imprese Start up innovative (Smart & Start) Nascita e sviluppo società

Dettagli

IMPORTO: fino ad Euro 500.000 per tutti gli investimenti, compresi gli acquisti di terreni.

IMPORTO: fino ad Euro 500.000 per tutti gli investimenti, compresi gli acquisti di terreni. INVESTIMENTI AZIENDALI A MEDIO-LUNGO TERMINE BENEFICIARI: imprese agricole di produzione FINALITA : investimenti di dotazione e miglioramento tra cui costruzione, ristrutturazione fabbricati strumentali,

Dettagli

L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE

L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE PREMESSE La deliberazione della Giunta Regionale n. 30-7048 dell 8/10/2007 ha istituito, a partire dall 1/01/2008, un programma

Dettagli

FORMA TECNICA RATING SPREAD*

FORMA TECNICA RATING SPREAD* LINEE A BREVE TERMINE FORMA TECNICA RATING SPREAD* Utilizzi di cassa Anticipi contratti Anticipi fatture Anticipi export** Finanziamenti all import** Utilizzi SBF A 5,00 B 6,50 C 8,00 A 5,00 B 6,50 C 8,00

Dettagli

Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA

Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA D.Bartolo Divisione Corporate Gestione Operativa Agevolati, Incentivi e Innovazione Finanziamenti Agevolati Internazionali Portobuffolè, 29/09/2014 Agenda 1. I

Dettagli

SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE

SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE Fra le nuove linee di prodotto del Cofim per il 2003 spicca questa proposta innovativa, nata dall azione del Comitato per l Imprenditoria Femminile della provincia

Dettagli

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI INTERVENTI DI CREDITO AGEVOLATO PER I SETTORI ARTIGIANATO, COMMERCIO, INDUSTRIA Anno 2005 (di cui alla deliberazione della Giunta Camerale n. 14 del

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013

FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013 PREMESSA DESTINATARI SETTORI FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013 NATURA E MISURA DELLA GARANZIA COSTO DELLA GARANZIA / CONTROGARANZIA DOTAZIONE FINANZIARIA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA AMMISSIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA Linee guida per l'applicazione del Metodo nazionale per calcolare l elemento di aiuto nelle garanzie

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

LEGGE NAZIONALE N. 598/94: FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA TUTELA AMBIENTALE

LEGGE NAZIONALE N. 598/94: FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA TUTELA AMBIENTALE LEGGE NAZIONALE N. 598/94: FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA TUTELA AMBIENTALE FINALITÀ: Sostenere investimenti in innovazione tecnologica, tutela dell'ambiente e interventi volti

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012 6 REGOLAMENTO REGIONALE 31 gennaio 2012, n. 2 Regolamento per la concessione di aiuti di importanza minore (de minimis) alle PMI e abrogazione dei Regolamenti Regionali n. 24 del 21 novembre 2008 e n.

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015 1. BANDI ATTIVI 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINALITA' Il bando ha l obiettivo di favorire lo sviluppo, il potenziamento

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE FONDO LATTE. FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO E GARANZIA FINO ALL'80% PER SOSTENERE GLI INVESTIMENTI, IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITÀ E DEI DEBITI COMMERCIALI NEL SETTORE

Dettagli

FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014

FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014 FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014 Caratteristiche generali: La Regione Sardegna, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 53/61 del 4.12.2009, ha previsto

Dettagli

A misura d impresa. Guida alle agevolazioni e agli strumenti finanziari per le aziende. Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione

A misura d impresa. Guida alle agevolazioni e agli strumenti finanziari per le aziende. Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione A misura d impresa Guida alle agevolazioni e agli strumenti finanziari per le aziende Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione Presentazione Introduzione Glossario p. 3 p. 5 p. 6 Fondo

Dettagli

Filiali di Unifidi Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Forlì Cesena Ravenna Rimini Unifidi Emilia Romagna

Filiali di Unifidi Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Forlì Cesena Ravenna Rimini Unifidi Emilia Romagna Filiali di Unifidi Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Forlì Cesena Ravenna Rimini Unifidi Emilia Romagna Chi può finanziare Unifidi? Tutte le PMI imprese iscritte alla CCIAA Artigianato

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE TURISTICO Legge Regionale n. 33/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE TURISTICO Legge Regionale n. 33/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE TURISTICO Legge Regionale n. 33/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 898 del 21 giugno 2011 (BUR n. 49 dell 8 luglio 2011) DGR n. 117 del 31 gennaio 2012 (BUR n. 13 del

Dettagli

Disposizioni regionali di indirizzo e di coordinamento per l applicazione e la semplificazione dei procedimenti amministrativi

Disposizioni regionali di indirizzo e di coordinamento per l applicazione e la semplificazione dei procedimenti amministrativi giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1327 del 23 luglio 2013 pag. 1/7 Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto Legge regionale 14 giugno 2013, n. 11 Disposizioni regionali di indirizzo

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE NEWS IN EVIDENZA AGEVOLAZIONI PER LA RICOLLOCAZIONE DI EX DIRIGENTI E QUADRI, DISOCCUPATI AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE Livello Nazionale AGEVOLAZIONI

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

La legge 598/94. Piano di Investimento per i Settori Costruzioni, Commercio e Servizi

La legge 598/94. Piano di Investimento per i Settori Costruzioni, Commercio e Servizi La legge 598/94 La legge 598/94 è rivolta alle micro, piccole e medie imprese, costituite anche in forma di società cooperativa, comprese le imprese artigiane limitatamente al settore D Manifatturiero,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 Codice DB1512 D.D. 5 agosto 2014, n. 531 Legge regionale 22 dicembre 2008, n. 34, articolo 42, comma 6. Affidamento a Finpiemonte S.p.A. delle funzioni e delle attivita'

Dettagli

BANCA CENTROPADANA - CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa

BANCA CENTROPADANA - CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa BANCA CENTROPADANA - CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa Norme per la trasparenza delle operazioni dei servizi bancari e finanziari (di cui al D. Lgs. N. 385/93) FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO A FINANZIAMENTI

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Inail 2014/2015 Contributi per il miglioramento della sicurezza sul lavoro Nuove

Dettagli

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 1/2010 MARZO 2010 LEPSIS A CURA DI LEPSIS

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 1/2010 MARZO 2010 LEPSIS A CURA DI LEPSIS MARZO 2010 A CURA DI LEPSIS Pur essendo posta la massima cura nello studio e nella redazione dell INFORMATIVA nessuna responsabilità viene assunta in merito alle informazioni e commenti forniti. L INFORMATIVA

Dettagli

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Circolare n 10 Oggetto Legge di Finanziamento: Comunitaria Nazionale Regionale Comunale Settore: Artigianato, Commercio, Servizi, Industria ed Agricoltura La circolare fornisce

Dettagli

legge 6 rinegoziazione mutui

legge 6 rinegoziazione mutui legge 6 rinegoziazione mutui ASSEMBLEA PROVINCIALE GIOVANI ALBERGATORI DEL TRENTINO Comano Terme, 22 aprile 2009 Andrea Corona Responsabile Area Marketing e Relazioni Esterne Confidimpresa Trentino Responsabile

Dettagli

Fondo Strutturale: Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007 2013 (POR FESR 2007/2013) Programma Operativo Regionale: Regione Piemonte (POR FESR

Fondo Strutturale: Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007 2013 (POR FESR 2007/2013) Programma Operativo Regionale: Regione Piemonte (POR FESR Fondo Strutturale: Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007 2013 (POR FESR 2007/2013) Programma Operativo Regionale: Regione Piemonte (POR FESR 2007/2013) Obiettivo: Competitività ed Occupazione Titolo

Dettagli

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ;

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ; REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2013, n. 6-5984 Contratto di Prestito - Regione Piemonte Loan for SMEs tra Finpiemonte e Banca Europea degli investimenti.

Dettagli

Interventi rivolti alle imprese dei settori turismo, commercio, cultura e terziario.

Interventi rivolti alle imprese dei settori turismo, commercio, cultura e terziario. Firenze 2 ottobre 2014 Interventi rivolti alle imprese dei settori turismo, commercio, cultura e terziario. Settore Disciplina, politiche e incentivi del commercio e attività terziarie DG competitività

Dettagli

l estensione all imprenditoria giovanile del Fondo di garanzia già costituito a favore dell imprenditoria

l estensione all imprenditoria giovanile del Fondo di garanzia già costituito a favore dell imprenditoria interventi inseriti nell Accordo di Programma Quadro Potenziamento delle infrastrutture dei Patti Territoriali - Delibera CIPE n. 20/2004 (acc. n. 101249 e acc. n. 101250). La presente deliberazione sarà

Dettagli

PREMESSA. 1 - Finalità

PREMESSA. 1 - Finalità PROGRAMMA D'AZIONE REGIONALE DI INVESTIMENTO PER PRODUZIONI AGROENERGETICHE E PER IL CONTENIMENTO DEL CARICO DI AZOTO NEL RISPETTO DELLA D.G.R. 21 NOVEMBRE 2007, N. 5868. PREMESSA La Regione Lombardia,

Dettagli

REGIONE CALABRIA Dipartimento Attività Produttive

REGIONE CALABRIA Dipartimento Attività Produttive LEGGE 598/94 ART. 11 PACCHETTO INTEGRATO DI AGEVOLAZIONI (PIA) AGEVOLAZIONI PER: INVESTIMENTI CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE SPESE PER GARANZIA Legge 598/94 - INVESTIMENTI TIPOLOGIA INVESTIMENTI

Dettagli

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese Gruppo di Lavoro Fondi Strutturali Torino, 22 Novembre 2013 FOCUS GARANZIA DIRETTA prestata dal Fondo direttamente a favore

Dettagli

Elenco Bandi per la materia: Industria

Elenco Bandi per la materia: Industria Circolare dell 11 gennaio 10 Spett.li Il nostro Studio è lieto di comunicarvi le opportunità riguardanti: Elenco Bandi per la materia: Industria Regione Veneto - Bando di Gara - Scade il: 15/02/2010 Programma

Dettagli

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA - DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA

Dettagli

A relazione del Presidente Cota: Richiamate:

A relazione del Presidente Cota: Richiamate: REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 2-6205 Contratto di Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) - "Prestito - Regione Piemonte Loan

Dettagli