REPORT SUI RISULTATI DEI PERCORSI FORMATIVI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT SUI RISULTATI DEI PERCORSI FORMATIVI"

Transcript

1 REPORT SUI RISULTATI DEI PERCORSI FORMATIVI

2 Sommario. I percorsi formativi di Impresa creativa: missione possibile.... Formazione e consulenza ad hoc per giovani creativi.... Rimini.... Cesena.... Faenza.... Lugo Business Academy Premium...

3 . I percorsi formativi di Impresa creativa: missione possibile Il progetto Impresa creativa: missione possibile ha inteso porsi, innanzitutto, come un opportunità di formazione per i giovani dei territori coinvolti. La proposta progettuale, rispetto alla formazione, ha previsto un percorso, denominato Business Academy, distinto in due diverse fasi: - Formazione e consulenza ad hoc per giovani creativi: un opportunità aperta a qualsiasi giovane del territorio in fase di avvio d impresa, indipendentemente dal fatto che avesse partecipato o meno al concorso di idee promosso dal progetto; - Business Academy Premium: un percorso formativo e di tutoring messo a punto per i vincitori del concorso di idee incentrato prevalentemente su tematiche gestionali, amministrativo-finanziarie e commerciali. Sono complessivamente 9 i giovani che hanno preso parte ai laboratori/consulenze promossi nell ambito del progetto. Nella tabella è riportato il numero complessivo dei partecipanti suddivisi per ambito territoriale e per attività. TABELLA NUMERO TOTALE PARTECIPANTI ALLA BUSINESS ACADEMY SUDDIVISI PER ATTIVITÀ VAL. ASS. FORMAZIONE E CONSULENZE AD HOC PER GIOVANI CREATIVI BUSINESS ACADEMY PREMIUM FORMAZIONE E CONSULENZE AD HOC PER GIOVANI CREATIVI + BUSINESS ACADEMY PREMIUM TOTALE 9. Formazione e consulenza ad hoc per giovani creativi I percorsi di formazione e consulenza ad hoc si sono svolti su tutto il territorio coinvolto dal progetto e hanno approfondito: lo sviluppo delle life skills e self empowerment (percorso di sviluppo di competenze alla base del fare impresa, quali consapevolezza di sé, problem solving, stimolo al pensiero creativo, etc.); il crowdfunding (laboratorio sulle innovative tecniche di crowdfunding); la valutazione della business idea (consulenze individuali per aiutare il giovane a valutare la fattibilità della sua idea); lo sviluppo Business (sostegno al giovane nella stesura del business plan nelle sue varie parti: organizzativa, commerciale, economica, accesso al credito, etc.). Nello specifico, sono stati realizzati: laboratori e pillole formative (per un totale di ore e ) in provincia di Rimini; incontri formativi (per un totale di ore) a Cesena; laboratori (per un totale di ore) a Faenza; incontro formativo di ore a Lugo, nei quali sono stati coinvolti complessivamente giovani.

4 Inoltre, giovani hanno richiesto uno o più incontri di consulenza personalizzata per verificare con un esperto la fattibilità della loro idea di impresa. Poiché giovani hanno svolto entrambe le attività, il totale complessivo dei giovani partecipanti ai percorsi di Formazione e consulenza ad hoc per giovani creativi è pari a, come si evince dalla Tabella. TABELLA NUMERO TOTALE PARTECIPANTI ALLA FORMAZIONE E CONSULENZA AD HOC PER GIOVANI CREATIVI SUDDIVISI PER ATTIVITÀ VAL. ASS. FORMAZIONE AD HOC PER GIOVANI CREATIVI CONSULENZE AD HOC PER GIOVANI CREATIVI 9 FORMAZIONE + CONSULENZE TOTALE Nella Tabella è riportato il numero dei partecipanti suddiviso per ambito territoriale; il totale differisce dal precedente in quanto giovani hanno frequentato i laboratori sia a Rimini sia a Cesena. TABELLA NUMERO PARTECIPANTI AI LABORATORI FORMATIVI E RICHIEDENTI CONSULENZA PERSONALIZZATA SUDDIVISI PER AMBITO TERRITORIALE VAL. ASS. RIMINI CESENA FAENZA LUGO TOTALE FORMAZIONE AD HOC PER GIOVANI CREATIVI CONSULENZE AD HOC PER GIOVANI CREATIVI 9 FORMAZIONE + CONSULENZE TOTALE 9 Sono riportate di seguito alcuni dati quantitativi e laddove possibile qualitativi sui laboratori realizzati, suddivise per ambito territoriale.. Rimini I laboratori formativi nel territorio di Rimini sono stati realizzati in due periodi, il primo da marzo a maggio e il secondo da settembre a novembre. I servizi sono stati offerti dalle tre Associazioni di categoria associate: Confesercenti, CNA e Confartigianato. Nel dettaglio, Confesercenti ha realizzato laboratori formativi della durata complessiva di ore; CNA laboratori della durata complessiva di ore e consulenze personalizzate a giovani; Confartigianato ha offerto consulenza a giovani. Inoltre, la Fondazione Augusta Pini ed Istituto del Buon Pastore onlus ha commissionato a Cescot, centro di formazione di Confesercenti, la realizzazione di pillole formative della durata complessiva di, ore. Poiché in ogni zona coinvolta dal progetto i percorsi formativi e le consulenze personalizzate sono stati offerti da Enti e organizzazioni diversi, la tipologia delle informazioni pervenute differisce da un territorio all altro. Per il dettaglio della suddivisione delle ore e dei partecipanti alla formazione e dei giovani che hanno richiesto consulenze personalizzate, si veda la tabella allegata.

5 Fra marzo e maggio sono stati realizzati i seguenti laboratori: Self empowerment; Stesura del business plan; Dall idea imprenditoriale al modello di business; Creatività e problem solving; per un totale di ore. Fra ottobre e novembre sono stati realizzati corsi incentrati su: Self empowerment; Incentivi, contributi e finanziamenti; Creatività e problem solving; Strategie per la gestione di impresa; Stesura del business plan; per un totale di 9 ore. Le pillole formative (settembre ottobre) hanno fornito ai partecipanti nozioni di base circa: l utilizzo dei social network nella promozione di una start up; la creazione di un sito con wordpress per le start up; le nuove opportunità di finanziamento per le start up; per un totale di, ore. Complessivamente, in provincia di Rimini, sono state realizzate, ore di formazione, alle quali hanno partecipato giovani. Al termine dei laboratori è stato somministrato ai partecipanti un questionario di valutazione del percorso al fine di verificarne il gradimento e di ricevere indicazioni utili per i successivi laboratori. Confesercenti e CNA, le due associazioni di categoria che hanno offerto i percorsi formativi a Rimini, hanno somministrato ai ragazzi le proprie schede di valutazione, le quali differiscono fra loro. Tuttavia, è stato possibile esaminare congiuntamente domande, al fine di pervenire a una valutazione unica. Rispetto ai laboratori, è stato possibile analizzare le seguenti domande, comuni ai due questionari:. Il corso ha soddisfatto le sue aspettative iniziali?. Il corso era organizzato in modo soddisfacente?. È soddisfatto del materiale didattico fornito? In relazione ai docenti, le informazioni comuni ai due questionari che è stato possibile analizzare sono:. Competenza sugli argomenti trattati. Capacità di gestire l aula Le cinque domande prese in esame sono tutte a risposta chiusa e la valutazione era richiesta su una scala da a, dove rappresenta il minimo gradimento e quello massimo. Per quanto concerne la prima parte della formazione (marzo maggio ), è stato possibile analizzare i questionari di valutazione compilati al termine dei laboratori Self empowerment, Dall idea imprenditoriale al modello di business e Creatività e problem solving.

6 Complessivamente, la valutazione dei partecipanti ai suddetti laboratori è pienamente positiva, sia per quanto concerne i corsi, sia rispetto alle docenze. GRAFICO VALUTAZIONE DEI LABORATORI FORMATIVI - I PARTE VAL. ASS. 9 9 NR Il corso ha soddisfatto le sue aspettative iniziali? Il corso era organizzato in modo soddisfacente? È soddisfatto del materiale didattico fornito? Come si evince dal grafico, i tre aspetti dei laboratori presi in esame totalizzano valutazioni molto positive. Nello specifico, il punteggio medio relativo alla soddisfazione circa le aspettative iniziali è pari a.; all organizzazione dei corsi è pari a.; alla qualità e alla quantità del materiale didattico è pari a.. GRAFICO VALUTAZIONE DELLE DOCENZE - I PARTE VAL. ASS. 9 Competenza sugli argomenti trattati Capacità di gestire l aula Decisamente positive anche le valutazioni dei partecipanti ai laboratori sui docenti. Nello specifico, il punteggio medio relativo alla competenza circa gli argomenti trattati è pari a 9.; alla capacità di gestione dell aula è pari a 9..

7 Per quanto concerne la seconda parte della formazione (ottobre novembre ), i questionari pervenuti relativi ai corsi sono, mentre sono solo quelli relativi alle docenze, in quanto questo secondo questionario non è stato somministrato al termine di due laboratori. GRAFICO VALUTAZIONE DEI LABORATORI FORMATIVI - II PARTE VAL. ASS Il corso ha soddisfatto le sue aspettative iniziali? Il corso era organizzato in modo soddisfacente? È soddisfatto del materiale didattico fornito? Pur rimanendo più che sufficienti, le valutazioni pervenute sui laboratori della seconda parte sono lievemente inferiori rispetto a quelli di marzo maggio. Nello specifico, il punteggio medio relativo alla soddisfazione circa le aspettative iniziali è pari a.; all organizzazione dei corsi è pari a.; alla qualità e alla quantità del materiale didattico è pari a.. GRAFICO VALUTAZIONE SULLE DOCENZE - II PARTE VAL. ASS. 9 Competenza sugli argomenti trattati Capacità di gestire l aula Per quanto riguarda le docenze, le valutazioni dei partecipanti ai laboratori rimangono altamente positive.

8 Nello specifico, il punteggio medio relativo alla competenza circa gli argomenti trattati è pari a 9.; alla capacità di gestione dell aula è pari a 9.. Relativamente alle consulenze personalizzate, come già riportato in Tabella, sono 9 le persone che, nel riminese, si sono rivolte a CNA e Confartigianato per una valutazione della fattibilità della propria idea di impresa.. Cesena La formazione nel territorio di Cesena è stata organizzata dal Comune in collaborazione con l Informagiovani e Techné, una società consortile che si occupa di formazione sul lavoro, formazione al lavoro, formazione integrativa alla scuola di stato e orientamento e bilancio di competenze. Nel dettaglio, sono stati organizzati incontri formativi, nei quali sono state approfondite le seguenti tematiche: - Dall'idea al progetto consulenza progettazione; - Life skills; - Gli strumenti per l avvio di impresa; - Self-empowerment, orientamento, sviluppo life skills; - Comunicazione., marketing e comportamento del consumatore, branding e comunicazione visiva; - Gli adempimenti fiscali dell impresa; - Crowdfunding; per un totale di ore. Sono i giovani che hanno partecipato alle giornate formative; ragazzi, inoltre, hanno preso parte alle giornate dedicate alle consulenze personalizzate sulla stesura del business plan. Di questi, hanno frequentato almeno una giornata di formazione.. Faenza A Faenza, la cooperativa sociale RicercAzione associata del progetto ha organizzato laboratori formativi da gennaio a ottobre e offerto, ore di consulenza personalizzata. I laboratori Life skills e self empowerement e Cooperare per competere hanno approfondito le seguenti tematiche: Life skills; Motivazioni e selfskills; Costituzione e gestione; Mercato e marketing; per un totale di ore.

9 Complessivamente, ai laboratori di RicercAzione hanno preso parte persone. Inoltre, hanno richiesto una consulenza personalizzata e giovani hanno sia partecipato alla formazione sia richiesto un incontro individuale.. Lugo A Lugo è stato organizzato un incontro formativo della durata di ore dal titolo Dalla visione alla formula imprenditoriale, le fonti di opportunità innovative, i vantaggi di un business plan, le forze competitive, la fattibilità economica e finanziaria al quale hanno partecipato giovani del territorio. 9

10 . Business Academy Premium Business Academy Premium è la denominazione del percorso formativo rivolto esclusivamente ai vincitori del concorso di idee. I laboratori hanno approfondito prevalentemente tematiche gestionali, amministrativo-finanziarie e commerciali e hanno avuto luogo a Cesena. Sono state svolte giornate di formazione in plenaria (, ore) e, ore di consulenze personalizzate per un totale complessivo di, ore. Il percorso è stato condotto da una commercialista/fiscalista e da una docente di Amministrazione e controllo e di Business Plan II dell Università degli Studi di Bologna Alma Mater Studiorum, sede di Forlì. Alla Business Academy Premium hanno partecipato complessivamente giovani, distinti nella tabella seguente in base all attività svolta. TABELLA NUMERO TOTALE PARTECIPANTI ALLA BUSINESS ACADEMY PREMIUM SUDDIVISI PER ATTIVITÀ VAL. ASS. BUSINESS ACADEMY PREMIUM BUSINESS ACADEMY PREMIUM + FORMAZIONE CESENA BUSINESS ACADEMY PREMIUM + CONSULENZA CESENA BUSINESS ACADEMY PREMIUM + FORMAZIONE + CONSULENZA CESENA BUSINESS ACADEMY PREMIUM + FORMAZIONE RIMINI BUSINESS ACADEMY PREMIUM + FORMAZIONE FAENZA BUSINESS ACADEMY PREMIUM + CONSULENZA FAENZA TOTALE Nella prima giornata della Business Academy Premium è stato somministrato un questionario ai giovani e ai team vincitori al fine di rilevare le loro conoscenze ed esperienze pregresse, le aspettative rispetto al percorso e i loro bisogni formativi. GRAFICO CONOSCENZA PREGRESSA PARTECIPANTI BUSINESS ACADEMY PREMIUM VAL. ASS. Pianificazione e progettazione dell'iniziativa imprenditoriale Normativa e legislazione delle imprese, aspetti giuridico-legali e societari Principi e modalità di fund-raising Adempimenti fiscali, bilancio d'esercizio e finanza agevolata, accesso al credito nullo scarso sufficiente buono ottimo Comunicazione e marketing

11 Come si evince dal grafico, Principi e modalità di fundraising e Adempimenti fiscali, bilancio d'esercizio e finanza agevolata, accesso al credito risultano essere le due tematiche rispetto alle quali i team partecipanti necessitavano di maggior preparazione. Le stesse necessità sono ribadite alla domanda relativa al fabbisogno formativo e alle tematiche da approfondire durante le consulenze personalizzate. Nel grafico e nella tabella seguenti sono riportate le risposte pervenute. GRAFICO RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO FORMATIVO VAL. ASS Nel complesso, gli aspetti fiscali, quelli legali giuridico-legali, il fund raising e la comunicazione sono state le tematiche più richieste; meno rilevanti per i partecipanti invece il benchmarking a livello internazionale, la pianificazione e progettazione dell iniziativa imprenditoriale, l analisi del territorio e la valutazione dei rischi di impresa. Nella Tabella sono riportate le tematiche da trattare in sede di consulenza per ogni team, che confermano le necessità già evidenziate sopra.

12 TABELLA TEMATICHE DA APPROFONDIRE NELLE CONSULENZE PERSONALIZZATE TEAM TEMATICHE STATUTO E CONTRATTI; REVISIONE PIANO ECONOMICO; REALIZZAZIONE TECNICA/SVILUPPO SERVIZI; PROMOZIONE SUL TERRITORIO VALUTAZIONE FORMA GIURIDICA PIÙ ADEGUATA; SOSTENIBILITÀ ECONOMICA RICERCA INVESTITORI BUSINESS PLAN E BUSINESS MODEL; RICERCA INVESTITORI ANALISI DEL TERRITORIO; FUNDRAISING; CREAZIONE RETI; MARKETING; SOSTENIBILITÀ ECONOMICA RICERCA INVESTITORI COSTITUZIONE E SOSTENIBILITÀ IMPRESA; ANALISI DI MERCATO; CANALI DI FINANZIAMENTO; STRATEGIA DI MARKETING BILANCIO DI PREVISIONE ANNUALE E TRIENNALE; ATTO COSTITUTIVO E STATUTO DI IMPRESA; STRUTTURA ORGANIZZATIVA; COMUNICAZIONE 9 ASPETTI NORMATIVI TECNICI; COPERTURA FINANZIARIA E ASPETTI ECONOMICI ANALISI DEL TERRITORIO IN TERMINI DI TURISMO, WELLNESS E CULTURA; WEB E TECNOLOGIE ALTERNATIVE GRAFICO ESPERIENZA PREGRESSA PARTECIPANTI BUSINESS ACADEMY PREMIUM VAL. ASS. 9 Precedenti esperienze di creazione e sviluppo di start up Partecipazione ad altre selezione di idee Sì No Rispetto all esperienza pregressa dei partecipanti alla Business Academy Premium, se la metà dei giovani/team proponenti aveva già concorso su altri bandi, solo di questi avevano avuto un effettiva esperienza di creazione di una start up. Infine, il questionario era finalizzato a rilevare le aspettative dei giovani rispetto al percorso formativo della Business Academy Premium; nella tabella seguente sono riportate le risposte pervenute.

13 TABELLA ASPETTATIVE DEI PARTECIPANTI ALLA BUSINESS ACADEMY PREMIUM TEAM ASPETTATIVE SVILUPPO TEMATICHE INDICATE AMPLIARE E PERFEZIONARE NOZIONI; COLMARE VUOTI DI CONOSCENZA MIGLIORAMENTO BUSINESS PLAN; APPROFONDIMENTO STRATEGIA FINANZIARIA AGGIORNAMENTO BUSINESS PLAN; RICERCA DEGLI INVESTITORI CONSOLIDARE LA FATTIBILITÀ DEL PROGETTO D'IMPRESA; PIANIFICARE NEL DETTAGLIO (TEORICO) E NELLA PRATICA PROGETTUALE TUTTE LE FASI NECESSARIE PER RAGGIUNGERE IL REGIME DI IMPRESA OTTENERE GLI STRUMENTI PER TROVARE I FINANZIAMENTI NECESSARI ALL'AVVIO DELL'IMPRESA UN ALTO LIVELLO DI ISTRUZIONE NELLA FORMAZIONE DI GRUPPO RELATIVAMENTE AGLI ARGOMENTI CARDINE DELL'IMPRESA; NELLA FORMAZIONE INDIVIDUALE, UN CONFRONTO COSTRUTTIVO CON I CONSULENTI PER LAVORARE SUI PUNTI DEBOLI E FAR EMERGERE E RISALTARE GLI ASPETTI VINCENTI MAGGIORE CONOSCENZA E CONSAPEVOLEZZA DEL FARE IMPRESA; MAGGIORE SICUREZZA PERSONALE NELLO SVILUPPO DELLE PROPRIE IDEE; MIGLIORE ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO IN TEAM 9 CAPACITÀ DI REALIZZARE UN'IMPRESA; COMPETENZE TECNICHE ACQUISIZIONE E PERFEZIONAMENTO TECNICHE DI MARKETING Al termine della Business Academy Premium è stato somministrato un questionario finale di gradimento del percorso e di valutazione delle docenze. Sono pervenute le risposte di team, riportate nei grafici seguenti. La valutazione era richiesta su una scala da a, dove: -: per niente soddisfacente -: poco soddisfacente -: soddisfacente 9-: molto soddisfacente GRAFICO LIVELLO ATTUALE DI CONOSCENZA DELLE TEMATICHE DOPO AVER FREQUENTATO IL PERCORSO GRAFICO 9 LIVELLO DI SODDIFAZIONE ATTUALE RISPETTO ALLE ASPETTATIVE INIZIALI

14 GRAFICO LIVELLO DI SICUREZZA ATTUALE NELLA REDAZIONE IN AUTONOMIA DI UN BUSINESS PLAN PER LA PROPRIA START UP GRAFICO GLI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE IL CORSO SONO STATI INTERESSANTI? GRAFICO SODDISFAZIONE IN MERITO AGLI ASPETTI ORGANIZZATIVI GRAFICO SODDISFAZIONE COMPLESSIVA IN MERITO AL PERCORSO SVOLTO In generale, il percorso della Business Academy Premium è stato apprezzato dai giovani che vi hanno preso parte; si rileva comunque il giudizio negativo di un team rispetto al livello di conoscenza delle tematiche alla fine del percorso, di soddisfazione rispetto alle aspettative iniziale e in merito agli aspetti organizzativi. Inoltre, il questionario finale richiedeva una valutazione sulle due docenti della Business Academy Premium; nei grafici sottostanti sono riportate le risposte pervenute. Si noti che il totale dei rispondenti alla valutazione del docente è pari a e non a come la successiva.

15 GRAFICO VALUTAZIONE DOCENTE BUSINESS ACADEMY PREMIUM VAL. ASS. per niente soddisfacente poco soddisfacente soddisfacente molto soddisfacente NR GRAFICO VALUTAZIONE DOCENTE BUSINESS ACADEMY PREMIUM VAL. ASS. 9 per niente soddisfacente poco soddisfacente soddisfacente molto soddisfacente

PGN: 10345 del 5/2/2014. 1. Descrizione e obiettivi del Bando. 2. I soggetti promotori. 3. I premi e le fasi del concorso

PGN: 10345 del 5/2/2014. 1. Descrizione e obiettivi del Bando. 2. I soggetti promotori. 3. I premi e le fasi del concorso CONCORSO DI IDEE PGN: 10345 del 5/2/2014 1. Descrizione e obiettivi del Bando Il Comune di Cesena, in collaborazione con AICCON e i partner di progetto, indice il Concorso di Idee Impresa Creativa: missione

Dettagli

RELAZIONE FINALE SINTETICA

RELAZIONE FINALE SINTETICA RELAZIONE FINALE SINTETICA Indice 1. Premessa... 3 2. Descrizione sintetica del progetto.....errore. Il segnalibro non è definito.3 2.1 Obiettivo generale...3 2.2 Obiettivi specifici..3 2.3 Beneficiari...

Dettagli

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali Incubatore d impresa Per sostenere le nuove idee imprenditoriali PRESENTAZIONE DELLA BUONA PRATICA L alta mortalità delle imprese nei primi anni di vita è spesso dovuta a una scarsa programmazione prospettica

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

Il Progetto: SOS Giovani Lavoro Progetto Coordinato da Comune di Livorno

Il Progetto: SOS Giovani Lavoro Progetto Coordinato da Comune di Livorno Il Progetto: SOS Giovani Lavoro Progetto Coordinato da Comune di Livorno Data inizio: Marzo 2013 Data fine: Giugno 2014 1 Il progetto è suddiviso in 5 WorkPackage (WP) WP1 La Scuola e il Sistema produttivo

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

CONCORSO START CUP CAMPANIA EDIZIONE 2010 BANDO DI CONCORSO

CONCORSO START CUP CAMPANIA EDIZIONE 2010 BANDO DI CONCORSO CONCORSO START CUP CAMPANIA EDIZIONE 2010 BANDO DI CONCORSO Articolo 1 E' indetto il Concorso Start Cup Campania, competizione fra Progetti d'impresa che si propongono di sviluppare prodotti e/o processi

Dettagli

SCADENZA 7 DICEMBRE 2015. Art. 1 Finalità

SCADENZA 7 DICEMBRE 2015. Art. 1 Finalità AVVISO DI SELEZIONE PER INDIVIDUARE N. 20 ASPIRANTI IMPRENDITORI DA AMMETTERE AL PERCORSO GRATUITO DI ACCOMPAGNAMENTO ALL IMPRENDITORIALITA TALENT DRESSAGE SCADENZA 7 DICEMBRE 2015 Art. 1 Finalità La Camera

Dettagli

Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna

Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna Da un idea e progettazione del CAT (Centro di Assistenza Tecnica)

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

Progetto Formes. Confindustria Catanzaro: Un sostegno alle imprese no-profit. C onfindustria

Progetto Formes. Confindustria Catanzaro: Un sostegno alle imprese no-profit. C onfindustria Progetto Formes Confindustria Catanzaro: Un sostegno alle imprese no-profit C onfindustria Catanzaro, a conferma della sua particolare attenzione e sensibilità verso la sfera del sociale e con l obiettivo

Dettagli

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VERONA. MERCOLEDI 8 OTTOBRE 2014 Dalle ore 9,00 alle ore 19,00

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VERONA. MERCOLEDI 8 OTTOBRE 2014 Dalle ore 9,00 alle ore 19,00 OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VERONA INCONTRI E CONSULENZE GRATUITE PER ASPIRANTI E NEO IMPRENDITORI MERCOLEDI 8 OTTOBRE 2014 Dalle ore 9,00 alle ore 19,00 presso la Camera di Commercio

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MOSCA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2158 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MOSCA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di temporary manager da parte

Dettagli

ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA

ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA Un nuovo modo di vivere la progettazione sociale... ACCADEMIA DI PROGETTAZIONE SOCIALE MAURIZIO MAGGIORA Diventare «progettista sociale esperto» Torino, 14 marzo 2013 Agenda Accademia di Progettazione

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 14 dicembre 2015 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

La porta d accesso alle aziende

La porta d accesso alle aziende Laurea Magistrale Economia e Management La porta d accesso alle aziende Presidente: Prof. Maria Francesca Renzi (renzi@uniroma3.it) (lm.economia.management@uniroma3.it ) Indice Obiettivi Struttura e articolazione

Dettagli

Specializzati in micro, piccole e medie imprese

Specializzati in micro, piccole e medie imprese Specializzati in micro, piccole e medie imprese PRESENTAZIONE Chi siamo Siamo una società di consulenza con una consolidata esperienza in ambito finanziario e gestionale. Siamo professionisti qualificati

Dettagli

MAPPATURA DEI SERVIZI A SOSTEGNO DELLE START UP GIOVANILI REPORT DI SINTESI DEI RISULTATI

MAPPATURA DEI SERVIZI A SOSTEGNO DELLE START UP GIOVANILI REPORT DI SINTESI DEI RISULTATI MAPPATURA DEI SERVIZI A SOSTEGNO DELLE START UP GIOVANILI REPORT DI SINTESI DEI RISULTATI Sommario 1. Premessa... 3 2. Mappatura dei servizi a sostegno delle start up giovanili... 3 2.1 I risultati della

Dettagli

Lo sviluppo e la redazione di un Business Plan. Dr.ssa Michela Floris

Lo sviluppo e la redazione di un Business Plan. Dr.ssa Michela Floris Lo sviluppo e la redazione di un Business Plan Dr.ssa Michela Floris All impresa dall idea Dr.ssa Michela Floris 2 Il Business Plan Che cos è? Quale è la sua funzione? Chi sono i soggetti interessati?

Dettagli

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015 AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE Percorsi integrati per la creazione d imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono avviare

Dettagli

REPORT FINALE DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE

REPORT FINALE DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE REPORT FINALE DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE Indice Premessa... 2 Metodologia... 3 1. Verifica dei risultati previsti dal progetto... 4 1.1. Indicatori di realizzazione... 4 1.2. Indicatori di risultato...

Dettagli

Il supporto alle startup innovative in Emilia Romagna Ledi Halilaj Dipartimento Startup - Aster

Il supporto alle startup innovative in Emilia Romagna Ledi Halilaj Dipartimento Startup - Aster Il supporto alle startup innovative in Emilia Romagna Ledi Halilaj Dipartimento Startup - Aster Reggio Emilia, 04 Luglio 2014 ASTER Chi siamo ASTER è la società regionale che, dal 1985, promuove e supporta:

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza Settore Tutela dei Consumatori e degli Utenti Politiche di Genere e di Promozione delle Pari Opportunità INIZIATIVE REGIONALI

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015

CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 23/09/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 9 Adesioni al bando a sostegno delle start up: pochi giorni per

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

Ufficio IV. CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Ufficio IV. CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Al Capo del Dipartimento per l Istruzione SEDE Ai Direttori Generali

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Il presente Allegato è parte integrante del bando di concorso Giovani e Idee di Impresa 3 e non può essere modificato nella composizione delle sue parti. Ogni componente del gruppo

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

concretizza le potenzialità dei tuoi progetti

concretizza le potenzialità dei tuoi progetti concretizza le potenzialità dei tuoi progetti BusinessPlanCenter è un centro di servizi specializzato, che assiste e supporta professionalmente manager, imprenditori e aspiranti imprenditori nella pianificazione/valutazione

Dettagli

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress Bando di Concorso per le scuole superiori Concorso Social Innovation...in Progress 1. Presentazione La Fondazione ÈBBENE, in collaborazione con l Incubatore Certificato Consorzio Sol.CO Rete di imprese

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE

OPERAZIONI STRAORDINARIE IN BREVE Seges S.r.l., costituita a Trieste nel dicembre 1993, opera nel campo dei servizi reali alle imprese, ha il suo punto di forza nell accogliere al suo interno professionisti di esperienza e dedicati

Dettagli

L esperienza del Centro sperimentale di nuova imprenditorialità di Spoleto. Aosta 11 Marzo 2005 Corrado Diotallevi

L esperienza del Centro sperimentale di nuova imprenditorialità di Spoleto. Aosta 11 Marzo 2005 Corrado Diotallevi L esperienza del Centro sperimentale di nuova imprenditorialità di Spoleto Aosta 11 Marzo 2005 Corrado Diotallevi Indice Premessa chi siamo Gli incubatori d impresa modalità di accesso Il Centro sperimentale

Dettagli

IL TALENTO DELLE IDEE, edizione 2009-2010

IL TALENTO DELLE IDEE, edizione 2009-2010 UniCredit Group - Territorial Relations Department 18 dicembre 2009 Giovani Imprenditori di Confindustria PREMESSE GENERALI PROPOSTA PROGETTUALE E MODELLO DI RATING TIMELINE 2 PREMESSE GENERALI L OCSE

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off Scadenza 31 dicembre 2011 Scadenza intermedia: 30.04.2010 per servizi pre-incubazione Scadenza intermedia: 16.07.2010 per servizi incubazione Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

Programma Gioventù in Azione 2007-2013

Programma Gioventù in Azione 2007-2013 Programma Gioventù in Azione 2007-2013 Questionario rivolto agli Enti pubblici, Gruppi informali, Organizzazioni e Giovani partecipanti coinvolti nel Programma GiA in FVG Udine, 30 gennaio 2012 L indagine

Dettagli

LABORATORI DI CREAZIONE D IMPRESA E ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA DI NUOVE IMPRESE

LABORATORI DI CREAZIONE D IMPRESA E ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA DI NUOVE IMPRESE Servizio / Progetto Finalità / Obiettivi Destinatari LABORATORI DI CREAZIONE D IMPRESA E ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA DI NUOVE IMPRESE Il presente progetto ha due obiettivi generali: 1) Radicare nei giovani

Dettagli

REALIZZARE UN BUSINESS PLAN

REALIZZARE UN BUSINESS PLAN Idee e metodologie per la direzione d impresa Ottobre 2003 Inserto di Missione Impresa dedicato allo sviluppo pratico di progetti finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese. REALIZZARE UN

Dettagli

Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica

Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica Prof. Rosa Di Lorenzo Coordinatore del Consiglio Interclasse dei Corsi di Studio in Ingegneria Gestionale 1

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

CONCORSO START CUP CAMPANIA EDIZIONE 2015 BANDO DI CONCORSO

CONCORSO START CUP CAMPANIA EDIZIONE 2015 BANDO DI CONCORSO CONCORSO START CUP CAMPANIA EDIZIONE 2015 BANDO DI CONCORSO Articolo 1 E' indetto il Concorso Start Cup Campania, competizione fra Progetti d'impresa che si propongono di sviluppare prodotti e/o processi

Dettagli

Programmi di formazione e orientamento per gli istituti superiori della provincia di Pisa

Programmi di formazione e orientamento per gli istituti superiori della provincia di Pisa Programmi di formazione e orientamento per gli istituti superiori della provincia di Pisa Catalogo 2013/2014 La Camera di Commercio di Pisa attraverso le proprie aziende speciali è da sempre impegnata

Dettagli

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 Mission Il progetto fin dal 2001 si è posto un duplice obiettivo: offrire alle P.A. - in particolare alle amministrazioni locali

Dettagli

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 0 del 04.10.06 Parte prima Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Premessa: Un sistema integrato

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna Avviso prot. 16099 del 7 dicembre 2015

Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna Avviso prot. 16099 del 7 dicembre 2015 Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna Avviso prot. 16099 del 7 dicembre 2015 fac simile del modulo per la presentazione di progetto per la formazione degli Animatori Digitali, di cui al DDG

Dettagli

INDIRIZZO STUDI: TECNICO ALLA RICERCA E SVILUPPO SETTORE LEGNO

INDIRIZZO STUDI: TECNICO ALLA RICERCA E SVILUPPO SETTORE LEGNO PARTNER: ISTITUTO LUIGI GATTI- CONFARTIGIANATO MILANO- MONZA E BRIANZA INDIRIZZO STUDI: TECNICO ALLA RICERCA E SVILUPPO SETTORE LEGNO CLASSE QUINTA ELENCO AUTORI DOCUMENTO COGNOME NOME ENTE DI VENERE MARIA

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa 1. DESCRIZIONE E OBIETTIVO Coopstartup Puglia è un progetto di Legacoop Puglia per la nascita di nuove idee di impresa improntate

Dettagli

Un investimento nasce dallo spreco

Un investimento nasce dallo spreco Concorso Un investimento nasce dallo spreco Articolo 1 Definizione dell'iniziativa Il concorso Un investimento nasce dallo spreco, in linea con le decisioni europee di dichiarare il 2014 anno europeo contro

Dettagli

IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sito Web: www.ifsitalia.net

IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sito Web: www.ifsitalia.net Scheda n. 2 Alternanza Scuola Lavoro Il Progetto Rete telematica delle Imprese Formative Simulate-IFSper la diffusione dell innovazione metodologica ed organizzativa IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sito Web:

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 18 gennaio 2016 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

Bando per progetti creativi. Bando per la progettazione di iniziative enogastronomiche collegate ad eventi storico-culturali

Bando per progetti creativi. Bando per la progettazione di iniziative enogastronomiche collegate ad eventi storico-culturali Bando per progetti creativi Bando per la progettazione di iniziative enogastronomiche collegate ad eventi storico-culturali 1. Gli obiettivi di fondo La Repubblica di San Marino intende mobilitare le idee,

Dettagli

BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 1 AVEVO UN SOGNO E L HO REALIZZATO CON BIC LAZIO E LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA

BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 1 AVEVO UN SOGNO E L HO REALIZZATO CON BIC LAZIO E LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 1 AVEVO UN SOGNO E L HO REALIZZATO CON BIC LAZIO E LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 2 Nuove

Dettagli

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari Chi Siamo Il progetto Obiettivamente nasce con lo scopo di offrire una pronta risposta alle mutevoli richieste di credito da parte delle imprese, garantendo un servizio di consulenza sempre attento, innovativo

Dettagli

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di carattere informatico, per poter rilevare i fatti aziendali e quindi

Dettagli

TABELLA D ESPERIENZA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO L ACCREDITAMENTO. di cui all art. 6

TABELLA D ESPERIENZA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO L ACCREDITAMENTO. di cui all art. 6 TABELLA D ESPERIENZA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO L ACCREDITAMENTO di cui all art. 6 1 Tabella D: ESPERIENZA - SERVIZI PER IL LAVORO GENERALI OBBIGATORI Aree Funzionali I, II, III e IV Documenti da presentare

Dettagli

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA. MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA. MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA INCONTRI E CONSULENZE GRATUITE PER ASPIRANTI E NEO IMPRENDITORI MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 presso Albergo Novotel Via Ceccherini,

Dettagli

IMPRONTE SOCIALI Concorso di idee LA MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE

IMPRONTE SOCIALI Concorso di idee LA MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE IMPRONTE SOCIALI Concorso di idee LA MIGLIORE IDEA IMPRENDITORIALE ART. 1 PREMESSA La Cooperativa Sociale Studio e Progetto 2 ONLUS, con il contributo di UniCredit Foundation, nell ambito del Progetto

Dettagli

ANALISI DELLE PRESENZE E REPORT QUESTIONARIO SODDISFAZIONE DEI CORSISTI

ANALISI DELLE PRESENZE E REPORT QUESTIONARIO SODDISFAZIONE DEI CORSISTI Centro Territoriale per l Integrazione (AREA INTERCULTURA) DIREZIONE DIDATTICA STATALE Pierina Boranga - 1 CIRCOLO di Belluno Via Mezzaterra,45 Tel. 0437 913406 Fax913408 CORSO DI FORMAZIONE L APPROCCIO

Dettagli

Rev.1 del 30 maggio 2013. Il modello organizzativo

Rev.1 del 30 maggio 2013. Il modello organizzativo Rev.1 del 30 maggio 2013 Il modello organizzativo INDICE 1. Premessa 2. Missione 3. Sistema di responsabilità 4. Mappa dei processi 5. Mansionario 1. Premessa Un laboratorio congiunto di ricerca sui temi

Dettagli

Una carta vincente per il tuo futuro professionale RICERCA & INNOVAZIONE NEL SETTORE TESSILE TECNICO PER L INNOVAZIONE TESSILE MULTISETTORIALE

Una carta vincente per il tuo futuro professionale RICERCA & INNOVAZIONE NEL SETTORE TESSILE TECNICO PER L INNOVAZIONE TESSILE MULTISETTORIALE Progetto RESET Ricerca e Sviluppo nel Tessile del Futuro (Progetto finanziato dalla Regione Lombardia e dal Fondo Sociale Europeo nell ambito dell avviso pubblico per la realizzazione dell iniziativa Lombardia

Dettagli

Studio Coluccia Rossetti Dottori Commercialisti e Revisori contabili

Studio Coluccia Rossetti Dottori Commercialisti e Revisori contabili Modulo 0 Aree nelle quali operiamo Contrattualistica Internazionale Contabilità Generale Analitica Consulenza Tributaria Fiscale Certificazioni Processi Prodotti Perizie Giurate Organizzazione Produttiva

Dettagli

IL CONCORSO DELLE IDEE

IL CONCORSO DELLE IDEE Progetto Punto e Linea una rete di community hub nella periferia sud ovest di Milano In collaborazione con IL CONCORSO DELLE IDEE Il Consorzio SiR nell ambito del progetto propone: un concorso a sostegno

Dettagli

Programma Pistoia Social Business City PROGETTO FORMATIVO GIOVANI E SOCIAL BUSINESS: DIVENTARE ATTORI ATTIVI DEL CAMBIAMENTO.

Programma Pistoia Social Business City PROGETTO FORMATIVO GIOVANI E SOCIAL BUSINESS: DIVENTARE ATTORI ATTIVI DEL CAMBIAMENTO. Programma Pistoia Social Business City PROGETTO FORMATIVO GIOVANI E SOCIAL BUSINESS: DIVENTARE ATTORI ATTIVI DEL CAMBIAMENTO A.S. 2012/2013 Executive summary Il progetto formativo Giovani e Social Business:

Dettagli

La soddisfazione media complessiva

La soddisfazione media complessiva Nell'ottica del miglioramento continuo della qualità dell offerta formativa, il Settore "Studio, Organizzazione e Metodo - Formazione del Personale" implementa indagini di Customer Satisfaction (CS) finalizzate

Dettagli

Regolamento Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15

Regolamento Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15 Regolamento Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15 Il Premio ROTARY STARTUP è promosso dal Rotary Club Distretto 2072 Emilia Romagna e San Marino. Il Premio ROTARY STARTUP Edizione 2014-15 (d ora in poi

Dettagli

ALLEGATO 1. SCHEDE DEI SERVIZI di cui all art. 4

ALLEGATO 1. SCHEDE DEI SERVIZI di cui all art. 4 ALLEGATO 1 SCHEDE DEI SERVIZI di cui all art. 4 1 Sevizi per il lavoro generali obbligatori (Art. 4 co. 1) Area funzionale I coinvolte negli SPI - Illustrare i servizi offerti; - Informare sulla rete dei

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TOR VERGATA UN IDEA PER SUPPORTARE LA DESTINAZIONE ITALIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TOR VERGATA UN IDEA PER SUPPORTARE LA DESTINAZIONE ITALIA UN IDEA PER SUPPORTARE LA DESTINAZIONE ITALIA 22 Febbraio 2016 La nostra VISION La nostra MISSION Il supporto alle idee dei nostri laureati Il supporto alla formazione specialistica della Pubblica Amministrazione

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA. MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA. MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 OPEN DAY IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE A VENEZIA INCONTRI E CONSULENZE GRATUITE PER ASPIRANTI E NEO IMPRENDITORI MARTEDI 7 OTTOBRE 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 presso Albergo Novotel Via Ceccherini,

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER

Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER Donata Folesani IPR Finance for Innovation Area Manager, ASTER Contenuti dell intervento Chi siamo Start up innovative

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

Regolamento - Premio ROTARY Mantova Sud - STARTUP Innovativa a Vocazione Sociale

Regolamento - Premio ROTARY Mantova Sud - STARTUP Innovativa a Vocazione Sociale REGOLAMENTO Il Premio ROTARY STARTUP è promosso dal Rotary Club Mantova Sud. Il Premio ROTARY (SIAVS) Edizione 2015-16 (d ora in poi definito Premio) è destinato a startup innovative ad elevato contenuto

Dettagli

Task n. 5. Progetto formativo e presentazione piattaforma elearning T 5.1

Task n. 5. Progetto formativo e presentazione piattaforma elearning T 5.1 Task n. 5 Progetto formativo e presentazione piattaforma elearning T 5.1 Vers. N. 02 del 07/11/05 Progetto Life Ambiente ETICA PREMESSA...3 1. LA PIATTAFORMA ELEARNING MOODLE...3 2. STRUTTURA DEL PIANO

Dettagli

Randstad HR Solutions

Randstad HR Solutions Randstad HR Solutions PER GLI STITUTI SUPERIORI E LE UNIVERSITA full hr services outplacement politiche attive Il di Randstad Hr Solutions, società di Randstad Group Italia S.p.A., progetta e realizza

Dettagli

Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione

Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione Daniela Dodero Alessandro Broglio Susanna Mazzeschi Maggio 2007 Per un integrazione del sapere Politiche e processi per ottimizzare fonti, competenze e risorse della formazione INDICE La comprensione del

Dettagli

Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia

Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia 1. Presentazione Piano formativo Social Innovation in Learning e Concorso Social

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2012 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Giurisprudenza,

Dettagli

Progetto interprovinciale delle Associazioni degli Industriali delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino

Progetto interprovinciale delle Associazioni degli Industriali delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino Progetto interprovinciale delle Associazioni degli Industriali delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro Urbino Presentazione del progetto per le aziende Premessa Learning by doing" è il progetto

Dettagli

REPORT 2013 FABBISOGNI FORMATIVI AZIENDALI

REPORT 2013 FABBISOGNI FORMATIVI AZIENDALI REPORT 2013 FABBISOGNI FORMATIVI AZIENDALI - Area informatica - Area linguistica - Area commerciale e vendita - Area amministrazione e controllo - Area produzione e logistica - Area energia e ambiente

Dettagli

In fase iniziale, giugno/luglio 2011, si è resa necessaria soprattutto un attività di sensibilizzazione

In fase iniziale, giugno/luglio 2011, si è resa necessaria soprattutto un attività di sensibilizzazione Relazione annuale 26 maggio 2011 26 maggio 2012 L Ufficio Provinciale Giovani, servizio istituito dalla Provincia del Medio Campidano con l obiettivo di informare e supportare la popolazione giovanile

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEI GENITORI

LA VALUTAZIONE DEI GENITORI MONITORARE LA QUALITÀ LA VALUTAZIONE DEI GENITORI REPORT CONCLUSIVO Maggio 2013 Pagina 1 di 7 RILEVAZIONE CUSTOMER SATISFACTION GENITORI VII EDIZIONE PREMESSA Le classi coinvolte nell indagine di quest

Dettagli

Come gestire, controllare e aumentare le vendite

Come gestire, controllare e aumentare le vendite SEDE di FORLÌ - CESENA Via Dandolo 16/a - 47121 Forlì tel. 0543/370671 - fax 0543/24282 sede.forli@irecoop.it - www.irecoop.it Percorso di Crescita per Imprenditori e Manager Come gestire, controllare

Dettagli

FARETE Bologna, 9 settembre 2014

FARETE Bologna, 9 settembre 2014 Come finanzio l innovazione in azienda? FINANCER il Market Place della finanza per l innovazione e la crescita in Emilia- Romagna Donata Folesani Finance for Innovation IPR Dept. Manager, ASTER FARETE

Dettagli

START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA. Edizione 2012. Regolamento

START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA. Edizione 2012. Regolamento START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA Edizione 2012 Regolamento Definizione e obiettivi START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA Edizione 2012 è la business plan competition dell Emilia-Romagna finalizzata

Dettagli

Company Profile. Ideare Progettare Crescere

Company Profile. Ideare Progettare Crescere Company Profile Ideare Progettare Crescere La tua guida per l'accesso al mercato globale e per la gestione di modelli orientati al business internazionale P&F Technology nasce nel 2003 dall esperienza

Dettagli

PERCORSI INTEGRATI: DALLA CREATIVITÀ ALL IMPRESA

PERCORSI INTEGRATI: DALLA CREATIVITÀ ALL IMPRESA PERCORSI INTEGRATI: DALLA CREATIVITÀ ALL IMPRESA Indice Premessa Le idee da cui si parte Il percorso Il calendario Premessa Perché fare impresa? Creare impresa significa avere delle idee, un sogno nel

Dettagli

www.progettisociali.it

www.progettisociali.it CONSULENZA, PROGETTAZIONE, ASSISTENZA TECNICA ED INFORMAZIONE PER LA PROGRAMMAZIONE E L INNOVAZIONE SOCIALE, A FAVORE DI ENTI PUBBLICI, TERZO SETTORE, IMPRESE E CITTADINI www.progettisociali.it COSA È

Dettagli

BUSINESS PLAN NATURAL...MENTE SCUOLA

BUSINESS PLAN NATURAL...MENTE SCUOLA NATURAL...MENTE SCUOLA BUSINESS PLAN Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e per la Campania Direzione Generale Cosa è? Criteri di I livello

Dettagli

CORSO A CATALOGO 2011. Ente di Formazione Professionale Promoform. Caratteristiche del percorso formativo

CORSO A CATALOGO 2011. Ente di Formazione Professionale Promoform. Caratteristiche del percorso formativo Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Manager di organizzazioni no profit: creare,

Dettagli

Il percorso di smart coaching SMART INNO - SIPRO. Sveva Ruggiero Startup Area, ASTER S.Cons.P.A.

Il percorso di smart coaching SMART INNO - SIPRO. Sveva Ruggiero Startup Area, ASTER S.Cons.P.A. Il percorso di smart coaching SMART INNO - SIPRO Sveva Ruggiero Startup Area, ASTER S.Cons.P.A. Il percorso Costruito in base alle precedenti esperienze di Aster in materia di supporto alla creazione d

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli