SOS SALUTE. A CURA DI GVU PROMOZIONE E PUBBLICITÀ Allegato al numero odierno de La Gazzetta di Lecco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOS SALUTE. A CURA DI GVU PROMOZIONE E PUBBLICITÀ Allegato al numero odierno de La Gazzetta di Lecco"

Transcript

1 SOS SALUTE L A G U I D A D E G L I S P E C I A L I S T I A CURA DI GVU PROMOZIONE E PUBBLICITÀ Allegato al numero odierno de La Gazzetta di Lecco

2 SOS SALUTE LA GUIDA DEGLI SPECIALISTI 4 PREVENZIONE 24 MUSCOLO SCHELETRICO 8 CARDIOLOGIA 30 NEUROSCIENZE 9 DERMATOLOGIA 32 ORTOPEDIA INDICE DIETETICA E NUTRIZIONE FARMACEUTICA GINECOLOGIA SENOLOGIA MEDICINA ESTETICA MEDICINA DI MONTAGNA OTORINO LARINGOIATRIA PEDIATRIA SALUTE DENTALE UROLOGIA A CURA DI GVU PROMOZIONE E PUBBLICITÀ Allegato al numero odierno de La Gazzetta di Lecco Progetto grafico e impaginazione: Iniziative Editoriali, Lecco

3 PREVENZIONE Zero, cinque, trenta i numeri per star bene PREVENZIONE Con il check-up ti allunghi la vita Non fumare, fare attività fisica e mangiare sano: i trucchi per una salute di ferro Zero, cinque, trenta. Non sono numeri da giocare al lotto, nè un indovinello. Sono le cifre che non devono assolutamente mancare nella vostra giornata se volete potenziare il sistema immunitario e difendere così l organismo dalle malattie più comuni. Con i continui sbalzi di temperatura a cui siamo sottoposti specie nel cambio di stagione e il forte stress provocato dai frenetici ritmi quotidiani, è molto frequente vedere abbassarsi i livelli delle difese, costantemente minacciate da virus, batteri, funghi, parassiti e cellule tumorali. I più esperti immunologi internazionali concordano su una teoria messa a punto dall Università di Harvard, negli Stati Uniti. Primo consiglio: essere scettici di fronte ai miracoli pubblicizzati da farmaci, prodotti erboristici e ritrovati in genere. Non esistono pozioni magiche. L elisir per sentirsi in forma viene da noi, dai nostri stili di vita. Zero, come le sigarette che dobbiamo fumare. Cinque, come le porzioni di frutta e verdura - possibilmente di stagione - da consumarsi ogni giorno. Trenta, come i minuti di attività fisica da praticare al dì. Partiamo dal fumo: è ormai noto che questa abitudine è responsabile dell attivazione di fenomeni infiammatori che abbassano le nostre difese e aumentano la produzione di radicali liberi, contribuendo all invecchiamento precoce delle cellule. Passiamo poi all alimentazione: il consumo giornaliero di frutta e verdura stabilito in cinque porzioni è fondamentale per godere degli effetti benefici che i vegetali hanno sulla funzione delle cellule immunitarie di prima difesa situate nelle mucose. Infine il movimento: trenta minuti al giorno di corsa, camminata sostenuta, nuoto, aiutano a mantenere sotto controllo il peso corporeo. Nel tessuto adiposo di chi ha qualche chilo di troppo, infatti, si trovano con più frequenza cellule che attivano in modo inappropriato le nostre risposte immuni. L importante è non esagerare: allenarsi eccessivamente predispone a infezioni e malattie, perché l esercizio fisico fuori misura attiva citochine specifiche che rallentano le risposte immunitarie. Prevenire è meglio che curare. In ambito medico, mai detto fu più azzeccato. Insieme agli stili di vita sani, però, non dimentichiamo periodici esami di controllo, il cosiddetto check-up. Per essere sicuri che una macchina funzioni al meglio, c è bisogno di un tagliando con una certa regolarità. La stessa cosa vale per il nostro organismo: dobbiamo avere l accortezza di misurare alcuni importanti indicatori, vere spie che indicano se qualcosa non va. Ne sono un esempio gli esami del sangue, da effettuare una volta l anno. Su indicazione del proprio medico, la prescrizione può cambiare in base all età, al sesso, alle abitudini di vita (se si è fumatori ad esempio) e a malattie pregresse o ereditarie. A ciò si aggiungono poi altri controlli più mirati come l esame per l osteoporosi nelle donne e il test per la verifica delle condizioni dell aorta addominale nell uomo. Tra le prove da effettuare per la prevenzione di numerose malattie, il calcolo dell indice di massa corporea (Bmi). Questa misura si basa sul rapporto peso-altezza. Importante sia per l uomo che per la donna, anche il monitoraggio del colesterolo, soprattutto dopo i 45 anni. Se si è più giovani è bene controllare il valore soprattutto se si è diabetici, se si ha la pressione alta, se nella propria famiglia ci sono casi di malattie cardiache e se si fuma. Negli uomini, l età consigliata scende a 35 anni. Da non sottovalutare mai anche la pressione del sangue: questa è da ritenere alta - e dunque un campanello d allarme - se supera i valori 90/140. Altro esame in comune è lo screening per il tumore al colon retto, secondo le modalità previste dalle campagne promosse dall Asl. La lettera che invita a eseguire il test per la ricerca del sangue occulto fecale viene inviata a partire dal 50 anno di età, ma se un familiare ha già avuto problemi di questo tipo è bene consultare il proprio medico per anticipare i tempi. Questo semplice esame, del tutto indolore, può portare alla scoperta di adenomi o polipi, benigni o maligni, che è bene asportare in un successivo momento tramite colonscopia, prima che possano degenerare in tumore. Esami del sangue una volta all anno e adesione agli screening per prevenire gravi malattie 4 5

4 PREVENZIONE Pap test: 10 minuti per stare tranquille PREVENZIONE Tumore all utero, c è il vaccino L esame permette di individuare precocemente le lesioni al collo dell utero Pap test. Bastano 10 minuti per stare tranquille. È lo slogan scelto dall Asl di Lecco per la campagna di prevenzione del tumore del collo dell utero, una delle poche neoplasie verso cui è possibile attuare una diagnosi precoce in modo tale che la lesione risulti curabile. Questo risultato si raggiunge mediante l esecuzione periodica di un esame semplice, rapido e indolore, il pap test (esame citologico vaginale). Si tratta di un accertamento diagnostico fondato sull analisi delle cellule che si sfaldano dal collo dell utero, che viene visualizzato grazie a un apposito strumento (speculum). Queste cellule vengono prelevate e poi strisciate su un vetrino. Il pap test va ripetuto ogni tre anni ed è esente dal pagamento del ticket se eseguito rispettando questa scadenza. Per sottoporsi all esame non si devono avvertire sintomi particolari. Se questi compaiono, può significare che la malattia è già in fase di sviluppo. Occorre quindi effettuare il test in pieno benessere e in assenza di sintomi, poiché non aver mai fatto un pap test o trascurare per molto i controlli periodici rappresenta un importante fattore di rischio. In generale si consiglia a tutte le donne di sottoporsi alla visita dopo l inizio dell attività sessuale. Prima di andare dal ginecologo, non devono essere effettuate lavande vaginali o terapie locali nei giorni precedenti l esame. Il giorno prima è meglio evitare rapporti sessuali. Il pap test deve essere effettuato circa a metà ciclo, tra una mestruazione e la successiva, non provoca dolori o disturbi di alcun genere e un leggero sanguinamento dopo l esecuzione è del tutto normale. L esame citologico può essere effettuato presso i consultori famigliari dell Asl di Lecco, con sede a Bellano via Papa Giovanni XXIII, Introbio Località Sceregalli, Mandello del Lario via degli Alpini 1, Calolziocorte via Bergamo 8/10, Costa Masnaga via Papa Giovanni XXIII 2, Galbiate via Primo Maggio 1, Lecco via Tubi 43, Oggiono via Bachelet 7, Olginate via Cantù 1, Valmadrera via Casnedi 5, Casatenovo via Monteregio 15, Cernusco Lombardone via Spluga 49 e Olgiate Molgora via Aldo Moro 8/10. Azienda sanitaria locale Sevizio Famiglia Infanzia Età Evolutiva Via Tubi 43, Lecco Il Papilloma Virus (HPV) è un virus che si trasmette attraverso i rapporti sessuali. Esistono oltre 100 diversi tipi di HPV, alcuni dei quali sono legati allo sviluppo del tumore del collo dell utero (il 70% dei tumori è causato da HPV-16 e HPV-18). Nella maggior parte dei casi, le persone non si accorgono di aver contratto l infezione da HPV perché questa si risolve spontaneamente, ma in una donna ogni quattro il virus causa lesioni che possono evolvere verso il tumore. E stato dimostrato che il tumore del collo dell utero può verificarsi anche 20 anni dopo aver contratto l infezione attraverso il rapporto sessuale. Grazie al Pap-test, al quale tutte le donne devono sottoporsi dal momento dell inizio dell attività sessuale, si può rilevare precocemente la maggior parte delle lesioni del collo dell utero che potrebbero evolvere verso il tumore. Negli ultimi anni è stato reso disponibile un vaccino contro il Papilloma Virus, che non sostituisce il Pap-test, ma può affiancarsi ad esso nella prevenzione del tumore del collo dell utero. Il vaccino non cura l infezione, ma ha lo scopo di prevenirla, attraverso la produzione di anticorpi diretti verso i due tipi di HPV responsabili della maggior parte dei tumori (HPV-16 o HPV-18). Il vaccino è altamente efficace se somministrato prima che la persona contragga l infezione, cioè prima dell inizio dell attività sessuale. La campagna di prevenzione promossa dall Asl di Lecco si rivolge ogni anno alle bambine che abbiano compiuto 11 anni. Tre le dosi somministrate a distanza di tempo l una dall altra. Come tutti i vaccini, anche quello contro l HPV agisce riproducendo ciò che succede normalmente quando l organismo viene a contatto con il virus, il batterio o la tossina che causano la malattia. Il vaccino, infatti, è costituito da virus, batterio particelle di essi, comunque inattivati, cioè non in grado di provocare la malattia, ma capaci di stimolare il nostro sistema immunitario a produrre sostanze, chiamate anticorpi. Questi, una volta prodotti, proteggeranno l organismo da eventuali nuove infezioni. Con la vaccinazione, il soggetto è immunizzato contro quella specifica malattia. Centro Unico Vaccinazioni Asl di Lecco Tel Fax La causa della neoplasia è il virus HPV. Campagna di prevenzione per le adolescenti 6 7

5 CARDIOLOGIA Tecniche non invasive per un cuore sano DERMATOLOGIA Tintarella: sotto il sole con i solari giusti La valutazione si basa sulla ecocardiografia: così si visualizzano le strutture cardiovascolari Le cardiopatie costituiscono la principale causa di malattia e di morte negli uomini e nelle donne dei paesi industrializzati La prevenzione, la diagnosi precoce, il trattamento efficace e individualizzato e la formulazione della prognosi sono essenziali per allungare e migliorare la qualità della vita nei soggetti con cardiopatia sospetta o accertata. «Nella nostra clinica - spiega Massimo Pozzoli, cardiologo - stiamo sviluppando un programma che sia capace di attraversare i confini delle varie tecnologie e delle varie sub-specialità. Crediamo che la collaborazione dei professionisti e l integrazione di differenti tecniche diagnostiche sia essenziale per raggiungere l obiettivo di fornire un servizio veramente incentrato-sul paziente. Uno dei caposaldi della valutazione cardiologica non-invasiva è l ecocardiografia. Questa tecnica, utilizzando ultrasuoni, è capace di visualizzare le strutture cardiovascolari e le velocità dei flussi ematici al loro interno, con piani tomografici multipli. In questo modo è possibile quantificare le dimensioni e il funzionamento delle camere cardiache e delle valvole in tempo reale e senza esporre il paziente a radiazioni ionizzanti. Inoltre, questa tecnica è versatile e può essere utilizzata sia a riposo che in combinazione con uno stress fisico o farmacologico per indagare la riserva funzionale, l ischemia e la vitalità del muscolo cardiaco. Con la stessa metodica è possibile valutare le arterie periferiche. Le più complesse tecniche di immagine come la risonanza magnetica cardiovascolare o tomografia computerizzata sono state di recente introdotte nell armamentario cardiologico. Oltre a integrare le informazioni ottenute con l ecocardiografia, possono essere utilizzate per una più accurata caratterizzazione dei tessuti cardiaci e una visualizzazione non-invasiva dell albero coronarico, dell aorta e dei vasi periferici. Il clinico, in questo modo, è facilitato nell assumere le decisioni appropriate per prevenire, diagnosticare, curare e prevedere il decorso della maggior parte delle patologie cardiache. Le metodiche non-invasive sono destinate a espandersi e giocheranno un ruolo importante nel programma di cardiologia della nostra clinica». Dott. Massimo Pozzoli Specialista in Cardiologia Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel La stagione estiva è entrata nel vivo e la voglia di raggiungere in fretta un colorito dorato spinge a mettere in pratica comportamenti dannosi per la nostra pelle. «Basta guardarsi intorno durante una bella giornata di sole - commenta Davide Strippoli, dermatologo - per accorgersi che, purtroppo, molti consigli e messaggi sulla prevenzione vengono del tutto ignorati. Sul lago e nelle piscine, senza andare lontano, si trovano sempre persone intente a cospargersi oli e creme senza alcuna protezione. Così facendo, però, non si rendono conto di creare gravi danni all epidermide. Sono infatti sempre più numerosi i casi di tumori della pelle parallelamente a un abbassamento dell età dei soggetti tra i 30 e i 45 anni. Il 70% delle visite dermatologiche - continua lo specialista - avviene per controlli di nei o altre lesioni della pelle correlati all esposizione solare. Forse per molti non è ancora ben chiaro che il melanoma è un tumore in piena regola. Può diventare invasivo e se ne può morire se non viene diagnosticato precocemente. Ecco perché diventa fondamentale la prevenzione. Nella nostra provincia l incidenza del melanoma è particolarmente elevata, stimabile in oltre 20 nuovi casi all anno su 100mila abitanti. Oggi il melanoma rappresenta il 3% di tutti i tumori diagnosticati ed è al quinto posto tra tutte le neoplasie nella popolazione generale e al quarto posto nei giovani». La prima visita dermatologica specifica è consigliata in età scolare, da ripetere una volta all anno su indicazione dello specialista. È necessaria soprattutto se il paziente è potenzialmente più a rischio ad esempio per una possibile eredità genetica della malattia o, più semplicemente, perché si espone in modo più prolungato ai raggi solari durante tutto l anno, magari per motivi di lavoro. «Buona abitudine è anche l auto-osservazione - precisa Strippoli - Controllare sempre i propri nei, senza trascurare le sedi plantari: il campanello d allarme è dato dal cambio di forma o colore dei nei già esistenti o l insorgere di nuovi e di macchie scure. Per chi partirà per l estate, ma anche per chi si affiderà al nostro territorio per la tintarella, il consiglio è uno su tutti: utilizzare creme protettive medio-elevate, ovvero con fattore non sotto i 25, riapplicandola frequentemente». Dott. Davide Strippoli Specialista in Dermatologia Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel Utilizzare creme ad alta protezione e sottoporsi alla mappatura dei nei fin dall età scolare 8 9

6 DIETETICA E NUTRIZIONE Il magnesio, bio-regolatore del benessere DIETETICA E NUTRIZIONE Planerbe crea il Magnesio Premium Il suo utilizzo corretto e costante favorisce il recupero dell energia psico-fisica Un unico elemento dalle molteplici funzionalità. Per le sue caratteristiche, il Magnesio è definito l elemento della vita, della giovinezza e dell armonia. Il suo utilizzo corretto e costante favorisce il benessere generale attraverso l equilibrio e il recupero dell energia psico-fisica. L integrazione di Magnesio è fondamentale e indispensabile per attivare i più importanti processi biochimici del nostro organismo tra cui la digestione, il rilassamento da tensioni, la produzione di energia e il corretto metabolismo dei nutrienti della nostra dieta. Il magnesio aiuta a mantenere la piena attività e l elasticità di tutte le cellule - comprese quelle dell epidermide - contribuendo in modo significativo a dare un piacevole senso di rinnovata freschezza anche ai nostri punti maggiormente visibili, come la pelle del viso e del collo grazie anche all attività di quegli enzimi preposti alla pulizia delle scorie e delle tossine presenti nelle cellule del nostro corpo. Il Magnesio è definito anche l elemento della distensione, perché riduce irrigidimenti e blocchi, ricreando le condizioni di fluidità indispensabili a un buon funzionamento generale dell organismo. Anche i processi di remineralizzazione di ossa e denti, unghie e capelli, nonché una regolarizzazione degli impulsi nervosi, non sarebbero possibili senza il Magnesio, visto che il suo apporto è fondamentale per l assimilazione corretta e bilanciata di tanti altri minerali, in particolare del Calcio. Il Magnesio è presente in numerosi alimenti come cacao, cioccolata, frutta secca oleosa, legumi, verdure a foglie verdi fresche e cereali non raffinati. Ma è bene sapere che la cottura dei cibi può ridurre il contenuto oltre il 75%. Inoltre, molti aspetti della nostra vita, in primis lo stress, ne determinano una preoccupante carenza. Il Magnesio è anche chiamato il minerale del buon umore, in riferimento al periodo della vita legato alla menopausa. L utilizzo di Magnesio Premium, andando a lavorare sui neurotrasmettitori aiuta tantissimo a ristabilire quegli sbalzi di umore tipici di questo periodo. PLANERBE Image Multi Store MILANO - Tel distribuito in tutte le farmacie ed erboristerie specializzate - Magnesio Premium ideato da Planerbe è un Magnesio carbonato altamente titolato dosato sapientemente con Acido citrico, caratterizzato da un significativo valore di acidità (Ph pari a 5), concepito per favorire il miglior assorbimento nell organismo. Attraverso una capillare ricerca internazionale dei migliori ingredienti e dopo approfondite analisi di laboratorio, la miscela è stata ottimizzata per ottenere la più alta percentuale di valore di fabbisogno giornaliero raccomandato, pari a 270 milligrammi al giorno, ovvero ben il 72% del fabbisogno giornaliero previsto dalle normative ministeriali e comunitarie. L equilibrato dosaggio degli ingredienti ne fa un prodotto dal gusto estremamente gradevole al palato. Gli ingredienti di Magnesio Premium non contengono e non derivano da Ogm, non hanno subito irraggiamenti, inoltre, non sono stati utilizzati solventi organici nelle fasi di produzione. Inoltre il glutine è assente. Magnesio Premium è una miscela in polvere micronizzata a granulometria finissima, è solubile in acqua a temperatura ambiente e ha un gradevole e delicato gusto di limone. La bevanda così ottenuta è in grado di offrire un assorbimento veloce e risultati immediati rispetto alle assunzioni in pastiglie o in capsule. La peculiarità del Magnesio e in particolare di Magnesio Premium, è quella di permettere l assorbimento di tutti i minerali, senza Magnesio l assorbimento è quasi nullo, e in particolare quello del Calcio, di cui l alimentazione è ricca. Questa caratteristica fa sì che il prodotto può essere utile in caso di: nervosismo, ansia, stress, stipsi e irregolarità digestiva, crampi e tensioni muscolari, dolori articolari, osteoporosi e fragilità ossea. Utile in gravidanza e allattamento, attraverso il latte materno rallenta o elimina le colichette dei neonati. Un ruolo importante viene svolto da Magnesio Premium per quanto riguarda la sindrome premestruale, in questo caso si consiglia il suo utilizzo qualche giorno prima del ciclo, durante e qualche giorno dopo. E non dimentichiamo che il magnesio, permettendo l assimilazione del calcio è utile per tutte le persone che soffrono di formazione di calcolosi renale. Tutte le indicazioni riportate sono tratte dalla ricerca e dalla letteratura medica e fitoterapica, non rivestono valore terapeutico e non intendono sostituirsi al parere del proprio medico curante È una miscela in polvere micronizzata a granulometria finissima e solubile in acqua. La bevanda garantisce un assorbimento veloce 10 11

7 DIETETICA E NUTRIZIONE Perdere peso con la dieta personalizzata Le prescrizioni su misura permettono al paziente di correggere i propri errori L uomo è ciò che mangia diceva il filosofo Feuerbach. L individuo, sia che sia in buona salute o ammalato, ha bisogno di alimentarsi in maniera corretta, equilibrata e adeguata alle singole esigenze. In una visione olistica, di benessere complessivo, il dietista è l operatore sanitario che può aiutare a trovare e attuare la soluzione che meglio si adatta alle loro esigenze alimentari e nutrizionali. Non è quindi necessario essere ammalati per rivolgersi a un dietista. Ma se invece lo si è, il supporto dello specialista diventa fondamentale. Il dietista impegnato in ambito clinico elabora infatti piani dietetici personalizzati per i pazienti, monitorandoli costantemente e adeguandoli in relazione all andamento clinico. Naturalmente il suo è un ruolo essenziale anche in presenza di disturbi alimentari. In questi casi, il trattamento multidisciplinare è quello con maggiori percentuali di successo. Per questo motivo il dietista definisce il piano alimentare terapeutico-riabilitativo, lavorando in sinergia con altre figure professionali. Il mio aiuto professionale - spiega Silvia Marchesi, dietista - è rivolto a chiunque abbia necessità o voglia di imparare ad alimentarsi nel modo corretto, persone in sovrappeso o obese, persone che hanno bisogno di una dieta di supporto alla terapia farmacologica, persone con allergie o intolleranze. Il mio lavoro si basa principalmente sulla personalizzazione della dieta. Questo tipo di approccio è messo in pratica non solo dal rispetto dei dati individuali direttamente misurabili (altezza, peso, misure e pliche), ma soprattutto dall attenta osservazione di quelle caratteristiche comportamentali, lavorative e familiari che ci rendono diversi da qualsiasi altro individuo. Per permettere ai pazienti di ottenere risultati migliori e duraturi nel tempo credo sia meglio sostituire la classica dieta, che a volte può rivelarsi monotona e impersonale, con prescrizioni dietetiche costruite su misura che permettono al paziente di riconoscere e correggere gli errori alimentari senza stravolgere la vita nutrizionale e sociale. EDUCAZIONE ALIMENTARE DIETE PERSONALIZZATE VALUTAZIONE NUTRIZIONALE DIETOTERAPIA PER PERSONE SANE E CON PATOLOGIE (con prescrizione medica) STUDIO DI DIETETICA dietetica e nutrizione dietista SILVIA MARCHESI GROTTA DI SALE: I BENEFICI DEL MARE A POCHI PASSI DA CASA PROVATE UN ESPERIENZA UNICA Immergetevi nel sale, rilassatevi e respirate benessere. Questi sono solo alcuni benefici che proverete entrando in una Grotta di Sale, luogo accogliente nel quale passare piacevoli momenti di relax respirando tutti gli elementi benefici del mare. Una sola seduta di 40 minuti garantisce gli effetti benefici di ben 3 giorni di mare. I BENEFICI I benefici delle Grotte di Sale sono per tutti: bambini, anziani, donne in gravidanza, sportivi. HALOTERAPIA Il microclima tipico della Grotta di Sale è ricco di ioni negativi, chiamati anche ioni buoni, per tutta una serie di benefici che sono in grado di dare. Le loro proprietà sono svariate: dalla riduzione dell ansia al miglioramento dell umore, dall incremento delle capacità di concentrazione a una maggiore resistenza fisica. PASTURO via Roma, 5 cell

8 DIETETICA E NUTRIZIONE Basta rinunce con la dieta giusta dimagrire si può FARMACEUTICA Farmaci in casa, tutto ciò che devi sapere Un alimentazione equilibrata determina una perdita graduale di peso Se sei affetto da obesità o sovrappeso e vuoi iniziare una dieta dimagrante la dottoressa Daniela Limonta, medico chirurgo specialista in Scienza dell Alimentazione e Dietologia, può fornirti un aiuto prezioso. Grazie a una dieta personalizzata, che tenga conto della tua struttura fisica, delle tue abitudini di vita, dei tuoi gusti, è possibile perdere peso in modo graduale raggiungendo presto la forma perduta! Basta diete troppo restrittive, basta digiuni. È ora di dimagrire in modo sano. Nelle diete che elaboro ci spiega la dottoressa Limonta - non viene mai tolto nulla alla normale alimentazione. Ad esempio, pane e pasta saranno presenti a ogni pasto. Togliere pane e pasta non serve per dimagrire. Anzi, pasta e pane fanno parte della nostra normale alimentazione, toglierli significa rendere la dieta troppo restrittiva e difficile. In genere, le diete troppo restrittive vengono abbandonate dopo 2-3 settimane e determinano rapidamente il recupero del peso perso, spesso con i dovuti interessi. Le diete equilibrate invece determinano un calo di peso graduale e una volta raggiunto il peso forma il paziente non recupera più i chili persi. Inoltre continua la dottoressa è possibile iniziare trattamenti specifici per tutte le persone che soffrono di fame nervosa o emotiva. Molte persone infatti non mangiano per fame, ma per ansia, stress,rabbia, tristezza o solitudine: è la cosiddetta fame nervosa o emotional eating. Si tratta di una fame che spesso compromette il percorso dietologico. Infatti chi è affetto da fame nervosa non riesce a seguire in modo costante lo schema nutrizionale consigliato, perché si ritrova spesso a sfogare i propri dispiaceri col cibo. Patatine, caramelle, pane, focaccia, pizza, salumi, sono gli alimenti di maggior abuso per chi soffre di fame nervosa. In questi casi si può stabilire una terapia specifica che consisterà in percorsi personalizzati, strategie mirate e consigli comportamentali. Ottimi risultati si hanno con i nuovi percorsi di diet coaching. La dottoressa Limonta inoltre fornisce supporto nutrizionale per tutti i pazienti affetti da disturbi del comportamento alimentare quali anoressia nervosa e bulimia nervosa. Si elaborano diete personalizzate per cardiopatie, ipotiroidismo, dislipidemia (colesterolo alto), allergie e intolleranze alimentari, diete per gravidanza e diete per lo sportivo. Dottoressa Daniela Limonta Medico chirurgo specialista in Scienza dell Alimentazione e Dietologia Viale Montegrappa 10/D, Lecco Per appuntamenti: tel più comune nella conservazione dei farmaci? Non è l inosservanza L errore della data di scadenza, bensì il luogo in cui i medicinali vengono riposti. La maggior parte delle persone tende a sistemarli in bagno o in cucina. Nulla di più sbagliato. Ma la collocazione è solo uno dei tanti comportamenti scorretti in fatto di farmacia domestica. Secondo un recente sondaggio, infatti, un italiano su due dichiara di tenere pillole e sciroppi in bagno o in cucina, i posti peggiori per la loro conservazione perché luce, calore e umidità possono accelerare il processo di deterioramento. Sarebbe meglio tenere la propria scorta in camera da letto o in ripostiglio, in luoghi insomma più areati, possibilmente in un armadio chiuso a chiave, lontano dalla portata dei bambini. Una volta chiarito il posto adatto, diamo un occhiata al contenuto. Anche qui gli errori si sprecano. Le confezioni si accumulano, anche se i farmaci contengono lo stesso principio attivo e servono perciò a curare gli stessi malanni. Inoltre, spesso si buttano i foglietti illustrativi, si mischiano le scatolette per adulti e bambini e non si presta sufficiente attenzione alla scadenza. Il consiglio principale degli esperti è dunque quello di organizzare l armadietto in base alla composizione della famiglia. In ogni caso è sempre bene avere a portata di mano un kit di primo soccorso con garze, cerotti, disinfettante e termometro. Per tutti i farmaci preferire la versione generica: il principio attivo è lo stesso, ma il prezzo è decisamente più basso. Per successivi impieghi, può essere utile scrivere sulla confezione i consigli del medico per cui è stato prescritto il medicinale. Qualche accorgimento in più è richiesto dagli antibiotici. Molti intervistati ammettono di usarli di testa propria. Dopo averli acquistati e assunti dietro indicazione dello specialista, se rimangono in più, vengono spesso riutilizzati per curare altre patologie, magari dai sintomi simili, ma che con gli antibiotici non hanno nulla a che fare, come l influenza. Questa, essendo di origine virale e non batterica, non può essere curata con antibiotico. Tenere i medicinali in luoghi freschi e asciutti. Attenzione alle scadenze 14 15

9 FARMACEUTICA Francoli: tanti servizi, un unica farmacia GINECOLOGIA - SENOLOGIA Cosa fare se la cicogna non arriva Tra le proposte offerte, la consegna gratuita dei medicinali a domicilio C ortesia, professionalità e risparmio. Sono queste le parole chiave e le mission della farmacia del dottor Francesco Francoli a Mandello del Lario. Un servizio che in 33 anni di attività ha saputo cambiare in base alle esigenze della popolazione. «Il nostro obiettivo - spiega il dottor Francoli - è rispondere in modo più adeguato possibile ai bisogni reali e concreti dei nostri pazienti. Per questo, nel tempo, la nostra attività si è evoluta introducendo anche nuovi servizi. Tra questi, la consegna gratuita a domicilio dei medicinali: un modo per far risparmiare tempo e denaro, ma anche per andare incontro alle esigenze di chi ha difficoltà a spostarsi da casa anche per acquisti legati alla salute. Una richiesta moderna a cui abbiamo dato una risposta andando oltre quelle che sono le normali competenze della farmacia. Ma il presente e soprattutto il futuro della nostra professione richiedono flessibilità e senso di adattamento ai tempi che cambiano». Altro importante servizio offerto dalla farmacia Francoli è l autoanalisi che consiste nel prelevare al paziente una goccia di sangue capillare dal polpastrello anche senza prescrizione medica. «Nella nostra farmacia - continua il titolare - si possono effettuare in loco gli esami del colesterolo, dei trigliceridi, della glicemia e dei radicali liberi: i risultati sono sicuri, affidabili e veloci. Verificati con il medico prescrittore che indicherà le opportune iniziative terapeutiche. Gli esami sono eseguiti con apparecchiature moderne e omologate». Ma c è di più. «Il farmacista oggi deve essere in grado di ascoltare e dare consigli con grande professionalità - aggiunge il dottor Francoli - non solo per quanto riguarda la dispensazione dei medicinali tradizionali, ma anche nel campo dell omeopatia, della dermocosmesi, della veterinaria e di esigenze che cambiano a seconda del cliente che si ha davanti. Le richieste degli anziani sono logicamente molto diverse da quelle di una neo mamma, alla quale offriamo una vasta gamma di prodotti dalla gravidanza al parto e ai primi mesi del suo bambino. Inoltre, garantiamo il noleggio di apparecchiature elettromedicali, sempre più richieste. Il tutto con comodi parcheggi riservati alla clientela». Tra i punti di forza della farmacia Francoli, infine, il rapporto qualità-prezzo. «Specie di questi tempi - conclude il dottore - puntiamo a mettere in atto una politica di prezzi ridotti in risposta alle difficoltà economiche delle persone, purtroppo in evidente stato di difficoltà. Una scelta che ci rende competitivi, ma che ci vede fare la nostra parte in un momento in cui molti cittadini stanno attraversando un periodo di non facile risoluzione». Farmacia Francoli Via Manzoni 15, Mandello del Lario Tel U n bimbo tanto desiderato che tarda ad arrivare. Quando una coppia deve rivolgersi a uno specialista, dopo quanto tempo dalla ricerca di una gravidanza? «La specie umana - spiega Paola Maggioni, ginecologa specialista in Procreazione Medicalmente Assistita - è per natura poco fertile e anche le coppie che non hanno problemi clinici, hanno ogni mese solo il 20-25% di probabilità di ottenere una gravidanza. In linea di massima si consiglia di ricorrere al medico se dopo 18 mesi di rapporti regolari ancora la gravidanza non arrivasse. I tempi di attesa però non sono gli stessi in tutti i casi, poichè molto dipende dall età della donna. Dopo i anni la fertilità femminile si riduce per natura». Quali sono i fattori che possono ritardare la gravidanza? «L infertilità - risponde la specialista - è un fenomeno in crescita: in media una coppia su sette si rivolgerà al medico. L aumento è stato attribuito a diversi fattori come l età avanzata in cui si cerca il primo figlio, l uso di sostanze come gli steroidi anabolizzanti nello sport, l abuso di alcol, il fumo, le infezioni sessuali, l obesità o la magrezza eccessiva. Il primo passo da compiere è rivolgersi al proprio ginecologo che effettuata la visita può indicare la necessità di rivolgersi ad un collega esperto in questo campo. Questi, dopo un colloquio approfondito prescriverà degli esami mirati volti a individuare le cause. In base ai risultati degli esami e della diagnosi, lo specialista propone la cura più idonea per quella situazione. Se i farmaci da soli non bastano, è necessario considerare il ricorso alla procreazione medicalmente assistita. Le tecniche sono utilizzate nei casi in cui le sole terapie non raggiungano lo scopo, pertanto vengono definiti trattamenti di secondo livello. In ogni caso, queste procedure sono spesso molto coinvolgenti sul piano emotivo e richiedono a loro volta l uso di farmaci per stimolare adeguatamente l ovaio». Si passa quindi alla fecondazione in vitro. «L IVF - illustra la ginecologa - consente di far avvenire la fecondazione al di fuori della sede naturale, rappresentata dalle tube di Falloppio. Oggi, tuttavia, è utilizzata per i casi di infertilità in cui gli altri trattamenti abbiano fallito. L età della madre è un fattore importante per prevederne il successo. Molti medici limitano il trattamento a donne di età non superiore ai 42 anni. Infatti le probabilità di dare alla luce un bambino sano sono, per ogni ciclo: maggiori del 20% per donne di età compresa fra i 23 e i 35 anni; 15% fra i 36 e i 38 anni; 10% per età superiore ai 39 anni; 6% dai 40 anni in su». Dott.ssa Paola Maggioni Specialista in Ginecologia Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel L infertilità è un fenomeno in crescita: in media una coppia su sette si rivolge al medico 16 17

10 GINECOLOGIA - SENOLOGIA Tumore al seno, mammografia fondamentale MEDICINA ESTETICA Peli superflui, addio con il laser L esame è consigliato con cadenza annuale tra i 40 e i 50 anni, poi ogni mesi Il tumore più diffuso tra le donne è quello al seno. Frequente sì, ma identificabile precocemente, grazie all esame mammografico. «La mammografia - spiega Giuseppe Di Giulio, senologo - è un esame radiologico delle mammelle che consente di valutare la mammella nella sua completezza. Si esegue utilizzando appositi apparecchi, attualmente prevalentemente digitali, che consentono un netto risparmio della dose di irradiazione. Deve essere correttamente eseguita da personale tecnico dedicato e specializzato. Ha una elevata sensibilità per la diagnosi precoce dei tumori della mammella. Può essere eseguita anche in donne con protesi. Nelle mammelle dense deve essere sempre integrato da ecografia». Perché è così importante per una donna sottoporsi a tale esame? «La mammografia - risponde lo specialista - è l esame proponibile per la diagnosi precoce dei tumori della mammella e la diagnosi precoce, assieme alla adeguata terapia, aumenta la sopravvivenza nelle donne che si ammalano di tumore della mammella. L incidenza dei tumori della mammella è attualmente dell 8-10% nella popolazione femminile: significa che 8-10 donne su 100 sono destinate ad ammalarsi di tumore della mammella nella loro vita e quindi la diagnosi precoce diventa molto importante per la programmazione chirurgica e terapeutica». A che età una donna deve sottoporsi alla prima mammografia e con che frequenza va ripetuta? «Le donne attorno ai 40 anni devono sottoporsi a una prima mammografia per la prevenzione secondaria dei tumori - illustra Di Giulio - È consigliata mammografia con cadenza annuale tra i 40 e i 50 anni, poi ogni mesi». Cosa mette in evidenza? «La mammografia, con l integrazione dell ecografia quando occorre, può evidenziare opacità o distorsioni irregolari anche di piccolissime dimensioni che possono essere la prima spia di una lesione tumorale in fase iniziale - conclude lo specialista - Talora il tumore può rendersi evidente solo con microcalcificazioni più o meno irregolari». Sta al radiologo esperto di imaging senologico individuare correttamente la lesione e molto spesso occorre procedere a biopsia in regime ambulatoriale, per prelevare materiale da far analizzare all anatomo-patologo per la diagnosi di certezza. Dott. Giuseppe Di Giulio Specialista in radiologia Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel Tra le tecnologie moderne più utilizzate nella medicina estetica, il laser, utile a risolvere diversi problemi, dal trattamento dei peli superflui ai capillari delle gambe, all eliminazione di tatuaggi e macchie della pelle. «Nella mia attività - spiega Domenico Bertolini, medico estetico - utilizzo tre tipi di laser, tutti forniti dal massimo leader del settore (Candela). Quello impiegato per la depilazione definitiva è il laser alessandrite, l unico che elimina veramente il problema. La prima seduta consiste in una visita gratuita durante la quale il paziente viene valutato e si prevede un numero di sedute necessarie in base alla superficie cutanea da trattare. Questa può variare dalla zona del baffetto, all inguine, alla schiena, alle gambe. Ovunque, insomma, il cliente non voglia più sottoporsi a cerette o altri trattamenti non risolutivi. Nel caso delle donne è più una motivazione estetica, mentre per gli uomini spesso si tratta di sportivi, penso ai nuotatori o ai ciclisti. Il trattamento non è completamente indolore, ma del tutto sopportabile, si avverte come un pizzicotto. Inoltre il macchinario prevede il raffreddamento della cute prima dell emissione del laser. Il trattamento è indicato per chi ha i peli castani o neri, non per i biondi, in quanto si colpisce il bulbo pilifero, che viene distrutto dalla melanina contenuta. Sulla pelle non rimane alcun segno e le sessioni vengono ripetute a distanza di tre-cinque settimane in base alla ricrescita del pelo. Il laser, infatti, deve agire nel momento della crescita». Ottimi risultati si ottengono anche nella cura dei capillari degli arti inferiori e della couperose. «In questo caso si utilizza il macchinario Jag spiega Bertolini - con cui si creano delle micro-trombosi. In questo modo il sangue non può più passare e il capillare non viene più riconosciuto dall organismo, che lo elimina. Non si effettuano incisioni e non rimane alcun segno. Il paziente viene visto mediamente per una seduta al mese». Infine, lo switch-laser per eliminare macchie cutanee dovute all invecchiamento e i tatuaggi. «La macchina agisce colpendo il colore - precisa lo specialista - per questo è efficace sulle colorazioni scure (nero, blu, marrone) e non su quelle chiare (giallo, rosso). Il tatuaggio sbiadisce sempre più a ogni passaggio fino a sparire. Stessa cosa per le macchie causate da accumuli di melanina». Il dottor Bertolini propone inoltre trattamenti per il ringiovanimento della cute, filler con acido ialuronico per il riempimento delle rughe e la carbossiterapia per sciogliere la cellulite. Dott. Domenico Bertolini Medico Estetico Via Roma 73, Lecco - Tel Il trattamento è indicato per le persone castane. Sulla pelle non resta alcun segno 18 19

11 MEDICINA ESTETICA Rimodellare le forme con la liposcultura Si possono trattare con successo fianchi, glutei e addome La liposcultura è uno degli interventi in assoluto più richiesti ed effettuati in chirurgia estetica. Liposcultura e liposuzione vengono sovente accomunate, ma la differenza tra le due pratiche è nei volumi di tessuto adiposo asportati che sono modesti nel caso della liposcultura, ove si privilegia l atteggiamento di modellamento estetico. Il rispetto delle indicazioni è un elemento determinante nell approccio alla liposcultura. Pertanto, lungi pensare che un modesto aumento di peso occasionale possa essere indicazione all esecuzione della procedura. Peraltro, nel sesso femminile è frequente l aumento volumetrico in alcune aree in cui anche una dieta equilibrata non solo non ne determina la scomparsa, ma anzi ne può accentuare il difetto estetico. Tra queste, i fianchi, la regione sotto ombelicale dell addome, l interno cosce e la regione sotto i glutei, ma anche zone con accumuli adiposi o cellulitici dismorfici, come le ginocchia, le aree toraciche sottomammarie, la regione sotto ascellare. A differenza di quanto si pensi, le aree glutee sono difficilmente aggredibili. Previi alcuni esami ematici, tra cui soprattutto la coagulazione, la procedura chirurgica prevede un anestesia locale detta tumescente a cui si associa una sedo-analgesia leggera. Qualora vi fosse indicazione (alterazioni cicatriziali del viso e del corpo, aree con svuotamenti marcati, necessità di ristrutturare il viso sia in volume che in qualità della pelle) il tessuto adiposo prelevato può essere utilizzato, trattandolo sterilmente per il lipofilling. Il tessuto adiposo così trattato viene iniettato nelle aree interessate sfruttando oltre che l effetto volume anche la indiscussa presenza di cellule staminali che migliorano la qualità della pelle e le sue caratteristiche. La liposcultura e l eventuale lipofilling prevedono gestioni post operatorie differenti in cui viene privilegiato il riposo di alcuni giorni e il trattamento degli ematomi superficiali e profondi che vanno comunque a risoluzione completa in tempi variabili. Dott. Saturno Francesco R. Medico Chirurgo Specialista Anestesia e Rianimazione Medicina e Chirurgia d Urgenza Master in Medicina Estetica Perfezionamento in Fitoterapia e Fitofarmacologia Direttore Sanitario della DERMOMEDICAL ESTETICA s.a.s. Corso Europa Calolziocorte (LC) Tel Cell FITOCOSMESI - TRATTAMENTI ESTETICI PERSONALIZZATI ERBORISTERIA SALUTE e BELLEZZA di Comi Marilisa & C. s.a.s. Diplomata in Erboristeria presso l Università di Urbino CALOLZIOCORTE (LC) Corso Europa 40 - Tel

12 MEDICINA ESTETICA Tutte le virtù dell Ossigeno ozonoterapia MEDICINA DI MONTAGNA Sport e vacanze in quota: c è il medico Il trattamento non presenta effetti collaterali e permette di ottenere notevoli risultati Cos hanno in comune cellulite, ernia del disco, dolori articolari, tendiniti e intolleranze alimentari? Cause e sintomi completamente diversi, ma tutte queste patologie - e molte altre ancora - possono essere curate con l Ossigeno ozonoterapia. «L utilizzo medico dell ozono - spiega il Dr. Marco Spreafico, specialista in Biologia Clinica e Docente Master Universitario di II livello in Ossigeno ozonoterapia presso l Università di Pavia - agisce ad ampio spettro, non presenta effetti collaterali e permette di ottenere notevoli risultati. Prendiamo l esempio dell ernia del disco: l Ossigeno ozono terapia è l unica terapia medica che agisce direttamente sulla causa, disidratando, atrofizzando e riducendo l ernia, che in questo modo diminuisce la compressione sulle strutture nervose, senza avere perciò bisogno di ricorrere all intervento chirurgico. Le cure tradizionali, invece, agiscono solo sui sintomi, riducendo l infiammazione. Studi scientifici internazionali dimostrano che nel 75% dei casi trattati, l Ossigeno ozonoterapia rappresenta la risoluzione della patologia». La terapia si basa nella somministrazione di una miscela di ossigeno e ozono nell organismo secondo diverse modalità. La somministrazione può essere locale, se l ozono viene applicato tramite sacchetto, sistemica, cioè con micro-iniezioni intramuscolari, sottocutanea e intrarticolare oppure con autoemoinfusione, che prevede un prelievo di sangue a cui viene aggiunta la miscela di ossigeno-ozono prima di essere reinfuso. «Le applicazioni più diffuse - continua lo specialista - si hanno in ambito Osteoarticolare. La terapia viene utilizzata per il trattamento delle lombosciatalgie, per la cura di protusioni e ernie discali, per ridurre la sintomatologia dolorosa e infiammatoria nell artrosi del ginocchio e della colonna vertebrale cervicale e nelle periartriti della spalla, ma anche nella cura di infezioni batteriche e virali come nel caso del fuoco di sant Antonio e nelle infezioni da herpes virus. È dimostrato, infine, che l Ossigeno ozonoterapia ha un azione immunomodulante: nelle 72 ore successive al trattamento - per via ematica - l organismo produce potenti antivirali naturali che aiutano a combattere le infezioni». La terapia si rivela molto utile anche nel trattamento delle malattie dovute ai problemi circolatori correlati al diabete per evitare la necrosi dei tessuti. E ancora, l Ossigeno ozonoterapia viene utilizzata in ambiti come la Traumatologia sportiva e in campo estetico, per il trattamento della cellulite. Dr. Marco Spreafico Specialista in Biologia Clinica Tel Lecco Vercurago Bellano Lentate Sul Seveso Andare in montagna. Un attività piacevole, rilassante e che fa bene a spirito e corpo. Ma non per questo va sottovalutata. Anzi, avventurarsi per sentieri richiede una buona preparazione fisica e un attenta valutazione delle proprie condizioni di salute per evitare malori e infortuni. A questo pensa la medicina di montagna. «Un ramo scientifico che può sembrare molto specifico - spiega Luigi Festi, chirurgo toracico ed esperto di questa nuova disciplina emergente - ma che in realtà riguarda moltissime persone, appassionate o meno di montagna, che, per sport o vacanza, raggiungono quote sempre più alte anche grazie ai nuovi collegamenti che con facilità portano i turisti a oltre 2000/3000 metri. Una specialità che abbraccia più settori, dalla medicina generale, alla cardiologia alla pneumologia. In questi anni, le mutate condizioni climatiche e la crisi economica hanno spinto sempre più persone ad avvicinarsi alla montagna. Ma la domanda che dovremmo farci prima è: fino a che quota posso arrivare?». Per rispondere a quella che sembra una domanda quasi banale, serve invece una profonda conoscenza multidisciplinare. «È necessario - continua Festi - sapere cosa succede al corpo umano quando si sale di altitudine: la minore presenza di ossigeno può provocare alterazioni a livello respiratorio e cardiologico e possono subentrare malattie da freddo e congelamenti. Spesso, quando si prende una funivia, si avvertono mal di testa e senso di nausea, ma i sintomi, in alcuni soggetti, possono diventare più gravi. Per questo è importante fare delle valutazioni prima di partire, considerando patologie pre-esistenti, come diabete, ipertensione, asma, obesità. In base all anamnesi si può consigliare o meno di recarsi in montagna. Fino a metri le vette non sono di per sè pericolose, ma sempre più spesso, soprattutto in questa stagione, assistiamo a chiamate improprie di soccorso perché si affrontano camminate senza la giusta preparazione». Per tutte queste valutazioni, sta nascendo la nuova figura professionale del medico di montagna. «Che si colloca a metà tra il medico di Pronto soccorso e il soccorritore alpino, per fare in modo, attraverso un corretto approccio, che non si debba ricorrere nè all una nè all altra figura». Dott. Luigi Festi Specialista in Medicina di montagna, Chirurgia Generale e Toracica Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel Molto spesso i soccorritori devono intervenire per mancata preparazione fisica dell escursionista 22 23

13 MUSCOLO SCHELETRICO Il paziente al Centro della Salute Benefici nel trattamento delle algie a schiena, ginocchio, caviglia e piede Un unico centro dove poter trovare risposte professionali in diverse specialità mediche tra cui Neurochirurgia, Ortopedia, Traumatologia, Fisiatria, Otorinolaringoiatria, Oculistica, Scienze dell alimentazione e Psicologia. Non mancano poi importanti servizi di cura alla persona svolti dal tecnico audioprotesista e dal tecnico ortopedico. Ma il fiore all occhiello del Poliambulatorio medico Al centro della salute di Olgiate Molgora è rappresentato dalle cure fisioterapiche, ovvero l insieme delle metodiche messe in atto da uno specifico professionista, il fisioterapista, con la finalità di valutare e trattare le alterazioni soprattutto motorie prodotte da molteplici patologie ortopediche, traumatologiche, neurologiche. Grazie alla continua evoluzione di questa disciplina, oggi la riabilitazione è in grado di valutare e trattare il problema manifestato dal paziente in modo globale, contando sull interazione con altre figure mediche specialistiche. L obiettivo del servizio fisioterapico è offrire la massima qualità possibile al paziente, con lo scopo di prevenire le complicanze, eliminare il danno e, quando questo non è possibile, contenere e prevenire l aggravamento della malattia. La fisioterapia può intervenire portando benefici alle patologie di rachide, bacino, ginocchio, caviglia, piede, spalla, gomito e polso. La patologia più frequente è la lombalgia. Spesso il dolore è causato da una cattiva postura o da eccessive sollecitazioni come per esempio la moto, sforzi eccessivi o esercizi sbagliati che possono portare ad accumulare tensione sulla muscolatura della colonna vertebrale che, contraendosi eccessivamente, limita i movimenti e provoca il male. La lombalgia può essere un campanello d allarme che, se trascurato, può peggiorare e sfociare in protrusioni o ernie. I problemi lombari, se trattati con un accurata fisioterapia e successiva ginnastica posturale, possono essere risolti in modo ottimale e duraturo. I trattamenti migliori, proposti dal Poliambulatorio Al centro della salute, prevedono una prima fase strumentale (laser, magnetoterapia, correnti) seguita da massaggi, fisiochinesi, terapia assistita e ginnastica. Poliambulatorio Medico Centro Fisioterapico Via G. Garibaldi, 13 - Olgiate Molgora LC - Tel Cure fisioterapiche solo su appuntamento dalle 14,30 alle 19,30 Correnti: tens, ionoforesi Fisiokinesiterapia Ginnastica Propriocettiva Laserterapia Linfodrenaggio Manuale Magneto terapia Massoterapia Onde d urto Radarterapia Trazioni Ultrasuonoterapia Visite specialistiche Allergologia Chirurgia della Mano Fisiatria Neurochirurgia Ortopedia e Traumatologia Otorinolaringoiatria Oculistica Psicologia Scienza dell Alimentazione Altri servizi Audioprotesista Posturologia Tecnica Ortopedica DOVE SIAMO da Lecco: SP72, a Calco gira dx SS342 dir Como, a Olgiate M. 1 sem a sx, 2 via a sx da Erba: SS342, a Olgiate M.1 sem dx 2 via a sx da Merate: SS342 a Calco gira sx SS342 dir Como 1 sem sx 2 via a sx Da lunedì a venerdì / Tel Fax

14 MUSCOLO SCHELETRICO Riabilitazione, diffidate dalle «imitazioni» MUSCOLO SCHELETRICO Contro il mal di schiena c è la neurodinamica Chiedete sempre al professionista le sue credenziali e il suo percorso formativo Fisioterapia e riabilitazione: attenti agli abusivi A fronte di circa Fisioterapisti/Terapisti della Riabilitazione abilitati ad esercitare la professione, ci sono in Italia almeno personaggi, non altrimenti definibili che con il nome di millantatori, che senza essere edotti di cosa sia la Riabilitazione, né possedere titoli e prerogative per esercitarla, disinvoltamente praticano le loro sciagurate manipolazioni su sprovveduti quanto inconsapevoli cittadini (da un Documento dell Associazione Italiana Terapisti della Riabilitazione A.I.T.R., ora Associazione Italiana Fisioterapisti A.I.FI.). Il fenomeno è preoccupante, perché almeno il 5% degli italiani che giornalmente si affidano a interventi di Riabilitazione, incappando in sedicenti riabilitatori, subiscono danni gravi, talvolta addirittura irreversibili La falsa Riabilitazione non si annida solo presso compiacenti cliniche o studi privati, ma prospera spesso anche presso pubbliche strutture nosocomiali, create, invece, per salvaguardare al meglio la salute del cittadino (Fonte: documento A.I.T.R./A.I.FI.). Purtroppo il fenomeno dell abusivismo in Italia è molto diffuso. Le ragioni sono molte: dalla mancanza quasi totale di leggi che regolano il settore, all imponente business e indotto economico che attira falsi professionisti solo per un mero discorso di profitto. A pagarne il prezzo sono sempre i pazienti. Diffidate sempre da coloro che non hanno abilitazione o autorizzazione alcuna ad operare nel settore sanitario e da tutte quelle figure che non sono riconosciute dal Ministero della salute. Ogni qualvolta ci si appresta a prenotare una visita, chiedete al professionista le sue credenziali e il suo percorso formativo al fine di poter valutare se è abilitato o meno alla professione. Chiedete di mostrarvi il diploma di fisioterapia o di un titolo riconosciuto dal Ministero della salute, inoltre chiedete sempre la fattura. Ricordate che Oscar Wilde diceva che la salute è il primo dovere della vita, e il paziente, a mio avviso, ha il diritto di ricevere il miglior standard qualitativo possibile. Il fisioterapista deve accompagnare il paziente nel suo percorso riabilitativo, deve essere il suo mentore, rispondere a tutte le domande che gli vengono poste ed essere vicino nei momenti di difficoltà. Il fisioterapista deve lasciare il numero di cellulare affinchè possa essere contattato immediatamente da colui che ha bisogno in ogni momento. Questo è un vero professionista della riabilitazione. Dott.ssa FT. CO. Laura Barutta Corso Matteotti 9/B, Lecco Mobile / T ra le patologie muscoloscheletriche più diffuse spiccano la lombosciatalgia e la cervicobrachialgia, cause di dolori molto importanti per i pazienti. Per curarle, i fisioterapisti hanno a disposizione una nuova arma: la neurodinamica, ovvero la mobilizzazione del sistema nervoso. La tecnica si fonda sulla conoscenza approfondita del sistema nervoso centrale e periferico e sui meccanismi che determinano una sensazione dolorosa. «Il sistema nervoso - spiega Jacopo Pisati, fisioterapista e terapista manuale - è parte integrante del nostro movimento. Dal sistema nervoso centrale le informazioni viaggiano attraverso quello periferico fino a cute, organi, articolazioni, muscoli, vasi e nervi stessi. Tutto è innervato per poter inviare informazioni al cervello e ricevere impulsi. Esistono tuttavia particolari condizioni cliniche, ad esempio gli esiti di interventi chirurgici o prolungate limitazioni dei movimenti articolari o ancora condizioni di sofferenza accorse al nervo stesso come lesioni, compressioni, ernie discali con impronta radicolare, che possono comportare alterazioni tissutali e disfunzioni nello scorrimento tra il nervo e le strutture che lo circondano, alterando così la fluidità degli impulsi nervosi e provocando dolore, parestesie (formicolio, alterazione della sensibilità) e deficit motori». Ed ecco allora che entra in campo la neurodinamica, che si inserisce all interno del normale iter riabilitativo aggiungendo però ulteriori punti di vista e possibilità di trattamento. Attraverso movimenti selettivi, specifiche posture e trattamento manuale sul decorso del nervo si ha la possibilità di valutare e trattare il sistema nervoso, in particolare la componente periferica. «La specialità di Neurodinamica - chiarisce Pisati - detta anche mobilizzazione del sistema nervoso, permette al fisioterapista di ripristinare la corretta neurodinamicità delle radici, dei tronchi nervosi e dei nervi periferici, attraverso il ragionamento clinico e specifici esercizi manuali, movimenti selettivi (scorrimento, tensionamento e detensionamento), posture e autotrattamento. Tutto ciò comporta una riduzione della tensione e rilassamento del nervo (importante nei casi di dolore cronico), miglioramento degli scambi metabolici del sistema nervoso periferico e delle capacità elastiche del tessuto nervoso e sbrigliamento del nervo nei casi di conflitto con altre strutture». Dott. Jacopo Pisati Fisioterapista e Terapista Manuale Via Bovara 1/D, Valmadrera (LC) Tel La tecnica si fonda sulla conoscenza approfondita del sistema nervoso 26 27

15 CHIROPRATIC & HEALING CENTER Dr. PATRICK MURUGAN, MSc., DC., ND. CHIROPRACTOR (USA) LA CHIROPRATICA PUÒ AIUTARTI Un check-up chiropratico può essere l esame più importante che potrai fare. Rivolgiti al chiropratico se soffri di mal di testa, mal di schiena, dolore cervicale, formicolio, dolore alle gambe e alle braccia, sciatica, ernia del disco La Chiropratica è una scienza clinica nata negli Stati Uniti nel 1895, grazie a Daniel David Palmer che, con un trattamento manuale, restituì l udito a un uomo diventato sordo in seguito a un trauma alla spina dorsale. Esiste un legame tra la struttura della colonna vertebrale Un termine usato dai Chiropratici per descrivere un disallineamento di una o più vertebre all interno della colonna vertebrale, le quali provocano pressione sui nervi irritandoli. Agenti meccanici, chimici ed emozionali (stress giornaliero, cadute, sollevamento pesi, posizioni scorrette, errori alimentari, uso di alcool, sigarette e droghe, etc...), i quali indeboliscono il sistema neuromuscolo-scheletrico privandolo dell originario equilibrio. CENTRO POLISPECIALISTICO LECCHESE Corso Carlo Alberto, 76/b LECCO Tel COS È LA CHIROPRATICA LA SUBLUSSAZIONE e il funzionamento del sistema nervoso, per cui qualsiasi alterazione biomeccanica che coinvolga la colonna può causare un interferenza nella trasmissione dell impulso nervoso. Queste disfunzioni in Chiropratica vengono definite sublussazioni. SINTOMI CHE POSSONO INDICARE SUBLUSSAZIONE sciatica ernia del disco allergie cattiva postura perdita dell udito artrite scoliosi dolore alle anche formicolio disturbi agli occhi mal di testa asma dolore alle gambe e ai piedi enuresi notturna mal di collo e di schiena debolezza dolore alle articolazioni gamba corta dolore alle braccia/spalle irritabilità sistema immunitario nervosismo debole sinusiti sports injuries CHIROPRACTIC & HEALING CENTER Via Rosmini, 2/h LECCO Tel MUSCOLO SCHELETRICO Farmaci in profondità con la criopassterapia La risposta è nella Criopassterapia, specialità moderna eseguita dalla dottoressa Roberta Nolli, medico chirurgo specialista in Ortopedia e Traumatologia. «La Criopassterapia è un innovativo sistema laser - spiega la specialista - che permette la penetrazione transdermica dei farmaci, di vari pesi molecolari, calibrandone quantità e profondità. In questo modo, le sostanze possono arrivare anche fino a centimetri all interno dell organismo, raggiungendo così il punto in cui si sente dolore. Le cause delle algie possono essere dovute a diverse problematiche dell apparato muscolo-scheletrico, alla postura, a traumi. Prima di iniziare qualsiasi trattamento, ad ogni modo, è fondamentale un approccio olistico al paziente, ovvero completo, con un inquadramento generale. La visione della persona deve essere multidisciplinare e considerare diversi aspetti. Se un paziente si presenta con male al piede, non si deve guardare solo questo: la diagnosi e il trattamento possono cambiare in base all età, alle abitudini - ad esempio se si è sportivi o sedentari - all alimentazione, che può essere responsabile di infiammazione». Una volta fatta l anamnesi, si può iniziare la Criopassterapia. «Le patologie che possono essere trattate - chiarisce la dottoressa Nolli - sono le più varie, perché si possono utilizzare farmaci di diverso tipo e a diversa profondità. Utile, ad esempio, nella cura dei dolori che richiedono l uso degli antinfiammatori, oppure nel miglioramento di artrosi e osteoporosi. La penetrazione dei farmaci avviene attraverso un applicatore con gel in cui viene disciolto il medicinale, congelato a -18 gradi. La luce del laser attiva la sostanza, che si scioglie sulla pelle del paziente. Segue poi la fase di scansione: il laser fa diversi passaggi, con frequenza differente in base alla profondità che si vuole ottenere. L applicazione dura circa 30 minuti e normalmente si consigliano cicli che possono variare da 6 a 15 sedute. Possono essere trattate tutte le parti dell apparato muscoloscheletrico e articolare, ma la Criopassterapia può trovare utili risvolti anche in estetica, con l applicazione dell acido ialuronico sull epidermide». Qual è il vantaggio di questa terapia? «La terapia farmacologica per bocca si diffonde in tutto l organismo - risponde l esperta - mentre la Criopassterapia giunge mirata al punto da trattare. I farmaci assunti per via orale possono dunque essere somministrati in quantità minore». Dott.ssa Roberta Nolli Specialista in Ortopedia e Chirurgia della mano Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel Il laser permette alle sostanze di arrivare dritte alla fonte del dolore 29

16 NEUROSCIENZE Dolore alla mano? È il tunnel carpale NEUROSCIENZE Malattie del cervello: curarle è possibile Nella fase iniziale la patologia si manifesta con formicolio intenso Vi capita di svegliarvi di notte a causa di un intenso formicolio alla mano? Potrebbe non trattarsi di un problema di circolazione, bensì della sindrome del tunnel carpale. Si tratta di una malattia a elevatissima incidenza nella popolazione. Nella fase iniziale si manifesta con il tipico formicolio-bruciore alle prime quattro dita della mano, escluso il mignolo. Questa fase può durare anche degli anni, accentuandosi nelle stagioni fredde e attenuandosi d estate. La sindrome è progressiva e dopo un periodo più o meno lungo dal suo esordio, il disturbo si trasforma in dolore con interessamento di tutto il braccio fino alla spalla. Il tunnel carpale è uno stretto passaggio all interno del polso, costituito da un canale osseo e dal legamento traverso del carpo. Attraverso questo canale passano i tendini che comandano il movimento delle dita centrali della mano. Essendo uno spazio rigido, qualunque fenomeno che produca gonfiore dei tessuti all interno del tunnel causa la compressione delle strutture che passano all interno e lo schiacciamento del nervo mediano. Il tunnel carpale si manifesta in tre fasi. La prima è irritativa e si cura con farmaci e protezioni da freddo e umidità. La seconda, deficitaria, si presenta con dolore e diminuzione di sensibilità e forza. Segue la terza fase, paralitica, con perdita totale della sensibilità. A partire dal secondo step, il paziente necessita un trattamento chirurgico. L intervento viene eseguito in anestesia locale ambulatoriale con una piccola incisione di circa tre centimetri al palmo della mano. Si procede con la sezione del legamento traverso del carpo con allargamento del nervo mediano e, se necessario, con l asportazione del tessuto infiammatorio che avvolge i tendini dei flessori. Il paziente resta con la mano fasciata per circa otto giorni, durante i quali verrà incoraggiato a muovere le dita. Dopo l asportazione dei punti di sutura, si potrà usare la mano senza sforzi eccessivi. Dopo 15 giorni si esegue il controllo clinicoambulatoriale per apprendere le metodiche di riabilitazione da eseguire a domicilio per altri dieci giorni con l aiuto di creme antiinfiammatorie. U n esperienza nel campo delle Neuroscienze maturata in 35 anni di carriera all ospedale Manzoni di Lecco, oltre a una formazione internazionale conseguita nei migliori nosocomi italiani e stranieri. Tra i massimi esperti lecchesi nel campo neurochirurgico, il dottor Maurizio Pontiggia che oggi continua come libero professionista la sua attività di specialista in problemi legati a malattie del cervello, colonna spinale e nervi, occupandosi di diagnostica e terapia neurologica, effettuando approfondite analisi con Doppler transcranico per diagnosticare malattie cerebro-vascolari come l ictus, danni da colpo di frusta cervicale, emicrania. Inoltre, nel suo studio di via Solferino 15 a Lecco, si esegue l elettromiografia per accertare malattie dei nervi anche molto diffuse come il tunnel carpale e la nevralgia del trigemino. In particolare, l esame neurovascolare a ultrasuoni con Doppler transcranico (T.C.D.) si rende necessario per diagnosi, prevenzione e terapia delle malattie cerebrovascolari tra cui stroke, ictus cerebrali, attacchi ischemici transitori (Tia), Morbo di Alzheimer e demenze, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, cefalea, emicrania, vertigini. E ancora, stenosi delle arterie carotidi, emorragie e aneurismi cerebrali ed esiti di traumi cranici. Per sottoporsi a una visita neurochirurgica, generalmente il paziente manifesta sintomi caratteristici, quali un elevato dolore alla colonna vertebrale o a un arto, che può presentare anche formicolii e paresi. Queste ultime possono riguardare anche il viso, compreso il blocco della parola. Ma il neurochirurgo può intervenire anche in caso di sincope o deficit improvviso alla vista. Le condizioni neurochirurgiche includono principalmente lesioni o tumori del cervello, del midollo spinale e del sistema nervoso periferico. Il dottor Pontiggia ha al suo attivo oltre interventi chirurgici come primo operatore nel campo della chirurgia vertebrale discale e degenerativa, vascolare-cerebrale (aneurismi, malformazioni, stenosi carotidee), tumorale cerebrale e midollare, traumatologia cranio-encefalica e vertebro-midollare. Dal 1980, questi interventi sono stati eseguiti con l uso del microscopio operatorio e dai primi anni Novanta con le tecniche di endoscopia, neuronavigazione e protesica vertebrale. Inoltre, il neurochirurgo lecchese ha pubblicato 50 lavori scientifici su riviste nazionali e internazionali riguardanti il lavoro clinico svolto e i risultati ottenuti. Dott. Maurizio Pontiggia Specialista in Neuroscienze Via Solferino 15/A, Lecco - Tel I sintomi per sottoporsi a una visita sono dolori alla colonna, formicolii o paresi 30 31

17 ORTOPEDIA Tacchi troppo alti? Attenzione alla «cipolla» Costringere il piede in scarpe incongrue, sottopone al rischio di sviluppare l alluce valgo Chi bella vuol apparire, un poco deve soffrire. Ma attenzione agli effetti collaterali per la nostra salute, soprattutto per quella dei nostri piedi. I tacchi molto alti e le forme a volte bizzarre con cui gli stilisti realizzano le calzature all ultimo grido possono rappresentare un pericolo per le giovani donne attente alla moda. Costringere il piede, soprattutto la parte anteriore, in scarpe incongrue, sottopone al rischio di sviluppare l alluce valgo. «La predisposizione a veder crescere la deformità più nota come cipolla - spiega Vincenzo Langerame, specialista in Ortopedia e Traumatologia della clinica Mangioni di Lecco e della San Pio X di Milano - si manifesta precocemente nelle ragazze, proprio perché le scarpe femminili rendono a dir poco problematica la postura. Inizialmente viene considerato solo un difetto estetico, per poi diventare causa di fastidi e dolori alla deambulazione. L aspetto positivo è che l evoluzione della deformità del valgismo dell alluce non è particolarmente rapida, per cui il coinvolgimento delle altre dita si verifica negli anni successivi, come del resto l intensità del dolore e la limitazione funzionale che si aggravano di pari passo». Quando e come è meglio intervenire quindi? «Le pazienti che cominciano a notare cambiamenti estetici e funzionali ai loro piedi - risponde Langerame - non devono trascurare queste situazioni, ma consultare subito uno specialista, ricorrendo se necessario a una soluzione chirurgica con le nuove tecniche percutanee. Queste ultime hanno rivoluzionato l approccio alla soluzione chirurgica dell alluce valgo, dando una spinta molto significativa in direzione della chirurgia, vista come miglior mezzo per svolgere una buona prevenzione ed evitare il peggioramento della deformità. L assoluta mancanza di cicatrici, il dolore post operatorio in molti casi contenuto o addirittura assente già dal giorno successivo all intervento, il non uso di viti o mezzi metallici di sintesi e la guarigione affidata a un bendaggio elastico, rappresentano novità importanti per la paziente. Una scarpa dedicata con appoggio plantare permette di appoggiare il piede e camminare immediatamente dopo l intervento. La correzione della deformità che si effettua sull osso garantisce sia la permanenza del risultato ottenuto sia il non verificarsi delle recidive, frequenti invece con le tecniche tradizionali, che miravano a un ridimensionamento delle parti molli, senza correggere gli aspetti ossei della deformità». PRIMA Riceve per appuntamento: DOPO TECNICA PERCUTANEA MINI INVASIVA DELL ALLUCE VALGO E DITA A MARTELLO DR. VINCENZO LANGERAME Specialista in ortopedia e traumatologia Cell Mangioni Hospital Lecco Tel

18 OTORINOLARINGOIATRIA Naso chiuso? È tutta colpa dei «polipi» OTORINOLARINGOIATRIA Apnee del sonno, l esame si fa a casa L intervento avviene in endoscopia, in anestesia generale. La tecnica è mini-invasiva e garantisce degenze brevi Il naso chiuso. Non sempre solo un fastidio stagionale, ma per molti una vera e propria patologia dovuta alla presenza di polipi nella sede nasale. «La causa della poliposi - spiega Alberto Dragonetti, otorinolaringoiatra - non è ancora stata trovata. In genere è associata alla forma asmatica da rinite allergica, anche se, nella gran parte dei casi, non si trovano positività ai test allergologici. Sembra, insomma, vi sia una certa iperreattività dovuta a disordini immunitari, ma i polipi possono venire a chiunque, allergici o non». Quali sono i sintomi più comuni? «L ostruzione nasale - risponde lo specialista - e in seconda battuta, con l andare del tempo, la perdita di olfatto. Spesso la poliposi si associa a problemi polmonari, come l asma. Per questo chi soffre di problemi asmatici è bene che si sottoponga a una visita specialistica, per escludere di avere problemi nasali. Da qui la diagnosi, che oggi avviene con endoscopia nasale, esame diagnostico eseguito durante la visita, con una piccola fibra ottica di 3 millimetri introdotta delicatamente nelle fosse nasali, previamente anestetizzate con spray o garzine impregnate di anestetico vasocostrittore. La telecamera montata permette di visualizzare le cavità nasali e vedere se sono presenti polipi o altre anomalie del setto. La presenza di polipi viene poi accertata con una Tac senza mezzo di contrasto del massiccio facciale. L alta tecnologia odierna fa sì che la dose di radiazioni sia minima». Segue a questo punto la terapia. «Questa oggi è combinata: alla fase medica con la somministrazione di antibiotici, cortisone e spray nasali, si associa, nei casi più gravi, il trattamento chirurgico, a cui segue l uso del solo spray. Questo perché, non essendoci una causa vera e propria della patologia, possiamo solo agire sui sintomi. L intervento avviene in endoscopia, in anestesia generale. La tecnica è miniinvasiva e garantisce perciò degenze più brevi e minor dolore, evitando l inserimento dei tamponi nelle narici. L importante è che l intervento sia eseguito da mani esperte. La complicanza più importante è l emorragia, che viene però ben controllata. Esiste la possibilità di recidiva, ridotta proprio grazie alla combinazione medica e chirurgica: solo il 10% dei pazienti necessita di un successivo intervento». Dott. Alberto Dragonetti Specialista in Otorinolaringoiatria Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel Smettere di respirare di notte. È la sindrome delle apnee del sonno di tipo ostruttivo. «Si tratta di un disturbo della respirazione - spiega Alessandro Garbellini, otorinolaringoiatra - caratterizzato dal ripetersi di episodi di arresto della respirazione per un tempo superiore a 10 secondi e dalla conseguente discesa dei valori di ossigeno disciolto nel sangue. A soffrirne sono soprattutto gli individui di sesso maschile, over 45 e obesi». Ma come ci si accorge di soffrire di questa patologia? «I sintomi che devono far sospettare la presenza di un eventuale sindrome delle apnee del sonno - risponde lo specialista - sono la presenza di forte russamento, il riscontro da parte del partner di pause respiratorie durante il sonno, presenza di improvvisi risvegli nella notte, la tendenza alla salivazione sul cuscino e sonnolenza eccessiva durante il giorno. L importanza della diagnosi precoce di questa malattia è data dal fatto che questa determina una netta riduzione della qualità della vita in quanto può determinare deficit di concentrazione, di memoria, impotenza, tendenza ad avere colpi di sonno e depressione. Inoltre è stato dimostrato che i pazienti affetti da questa malattia rischiano di sviluppare un ipertensione arteriosa resistente alla comune terapia, malattie cardiache (aritmie, infarti acuti del miocardio, scompenso cardiaco destro) e ictus cerebrali». Come avviene la diagnosi e come si interviene per porre rimedio alla patologia? «Questa si basa sull esecuzione di un esame chiamato polisonnografia, che oggigiorno può essere eseguito comodamente nella maggior parte dei casi nel proprio letto - illustra Garbellini - Si porta a casa uno strumento a cui sono collegati dei sensori che, posti sulla pelle, permettono di registrare alcuni dati importanti come il numero di apnee, la percentuale di tempo in cui l individuo ha russato, la saturazione di ossigeno del sangue. Il trattamento dipende dalla gravità della patologia, che è chiarita dalla polisonnografia. Esistono un trattamento medico (CPAP, ortesi di avanzamento mandibolare, calo ponderale) e uno chirurgico, che hanno lo scopo di risolvere le condizioni anatomiche che favoriscono la chiusura delle vie aeree (deviazione del setto, ipertrofia dei turbinati, ipertrofia del palato molle, ipertrofia della base linguale, alterata posizione delle ossa mascellari e mandibolari). Specialista di riferimento per la valutazione del paziente e per la programmazione del trattamento chirurgico è l otorinolaringoiatra e in casi selezionati il chirurgo maxillo-facciale». Dott. Alessandro Garbellini Specialista in Otorinolaringoiatria e Patologia Cervico-Facciale Clinica San Martino Via Selvetta ang. Via Paradiso, Malgrate (Lc) Tel La patologia si manifesta con il ripetersi di episodi di arresto della respirazione per più di 10 secondi 34 35

19 PEDIATRIA Bimbi più sani con il latte della mamma PEDIATRIA Bambini, il pericolo è tra le mura di casa Alimento completo e ricco di nutrienti. Protegge dalle infezioni Le possibilità di ricovero in Pediatria o in Terapia intensiva neonatale sono notevolmente più basse per i piccoli che non vengono nutriti con latte artificiale, bensì con quello materno. Il latte della mamma è specie-specifico e come tale risulta essere il miglior alimento, ricco di sostanze nutritive e anticorpi. È completo e protegge da molte malattie e infezioni, soprattutto gastrointestinali, allergie, eczemi e dermatiti. Ma il latte non è solo un cibo: è un nutrimento affettivo che crea un legame particolare tra la mamma e il suo bambino. È accudimento, dialogo, accoglienza e linguaggio privilegiato del neonato che, per mezzo dell allattamento, nutre non solo il suo corpicino, ma anche i suoi bisogni fondamentali di contatto fisico, intimità, sostegno, vicinanza e conforto. Alcune madri, tuttavia, non allattano per vari motivi, spesso psicologici, andando incontro anche a costi non indifferenti visto che per la fornitura di latte artificiale si può arrivare a spendere anche 200 euro al mese. I primi periodi dopo il parto sono molto stressanti, ma non per questo si deve rinunciare a uno dei momenti più belli nella vita di una donna. A maggior ragione se si considera che è scientificamente provato che il latte materno fa bene e previene malattie. Quando una mamma è ben avviata all allattamento, i risultati sono visibili sia dal punto di vista della salute di mamma e neonato, sia dalla comodità di non dover sempre avere con sè biberon e preparati. Allattare al seno non significa inoltre perdere la propria vita sociale e ritrovarsi isolate, anzi, permette di uscire e incontrare altre persone senza doversi allontanare dal proprio bambino. L iniziativa Baby pit stop lanciata dall Organizzazione mondiale della sanità e dall Unicef serve proprio a promuovere questo stile di vita, favorendo la nascita di ambienti accoglienti per l allattamento materno negli ospedali, consultori, nidi ma anche in spazi pubblici commerciali e non, quali bar, farmacie, ristoranti, supermercati, biblioteche, università, stazioni, perché nessuna mamma debba più rinunciare ad attaccare il proprio bebè al seno. Per strada, al parco giochi, mentre fanno sport, i bambini corrono sempre il rischio di farsi male per la loro voglia di esplorare il mondo. Ma i pericoli più grandi si nascondono tra le mura domestiche. Cadute, avvelenamento per ingestione di sostanze tossiche, soffocamento per presenza di corpi estranei, danni da folgorazione. Ecco un semplice vademecum da seguire per una casa a misura di bimbo: 1 Le culle e i lettini dei neonati dovrebbero avere sponde abbastanza alte per evitare che il bambino possa, alzandosi in piedi, uscire da solo. Inoltre, le sbarre dovrebbero avere tra loro una distanza tale per cui il piccolo non possa infilarci dentro la testa rischiando di rimanere incastrato. 2 Mai lasciare incustodito il bimbo su una superficie elevata, come fasciatoio, tavolo, divano, letto mentre lo si sta magari cambiando. 3 In presenza di scale, già quando il bambino inizia a gattonare e fino a quando non avrà raggiunto una certa sicurezza nello stare in piedi, montare dei cancelletti in cima e sul fondo per impedirgli di avventurarsi da solo. 4 Sin dai primi mesi evitare di lasciare detersivi e prodotti tossici a portata di mano. I flaconi vanno collocati negli armadi più alti in modo tale che il bimbo non possa accedervi. Lo stesso vale per i medicinali. 5 Le prese dell impianto elettrico devono essere protette con appositi dispositivi di sicurezza. 6 I bimbi piccoli non dovrebbero mai rimanere soli in cucina e, in ogni caso, le pentole dovrebbero essere sempre collocate sul fuoco con il manico rivolto verso l interno. 7 Non lasciare mai gli elettrodomestici come ferro da stiro, robot da cucina, tritatutto a portata di mano e con la spina inserita nella presa di corrente. 8 Proteggere sempre il balcone con reti di plastica a maglia stretta, da collocare alle sbarre inferiori per impedire al bimbo di infilarvi la testa. Togliere dai terrazzi qualsiasi oggetto che potrebbe essere utilizzato per sporgersi. 9 Non lasciare mai scale, sedie e sgabelli sotto le finestre. 10 Acquistare i giocattoli in base all età del bambino, controllare il marchio di fabbrica e che non contengano sostanze tossiche. Un semplice decalogo per tenere i piccoli lontano dai guai 36 37

20 SALUTE DENTALE Dai denti da latte ai denti permanenti L igiene orale va insegnata ai bambini per consentire lo sviluppo corretto delle arcate dentali 38 Lo scopo di uno studio dentistico è proporre terapie e trattamenti che abbiano come obiettivo la cura e il benessere dei pazienti di ogni età. L Ambulatorio Dentistico Lecchese pone particolare attenzione alla salute dentale dei più piccoli. L igiene orale va insegnata ai bambini sin dagli inizi, quando hanno ancora i cosiddetti denti da latte (o denti decidui). Anche se questi sono destinati a cadere non vanno trascurati per due motivi: innanzitutto perché è essenziale che i piccoli imparino da subito l importanza della salute dentale e in secondo luogo perché curare i denti da latte consente lo sviluppo corretto delle arcate dentarie e dei futuri denti permanenti. L Ortodonzia è la branca dell odontoiatria che si occupa della prevenzione e del trattamento delle malposizioni dei denti e delle ossa mascellari. L ortodonzista esamina il profilo, i denti e la deglutizione del bambino, verifica come morde e che non ci siano carie sui denti insegnandogli le regole per il corretto lavaggio. Prepara poi un piano di trattamento personalizzato per ciascun bambino: da piccoli è più facile correggere la posizione di denti, mascella e mandibola perché sono in fase di crescita. La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali. Terapia chirurgica: si estraggono i denti che ostacolano l allineamento e l articolazione degli altri o la corretta posizione dento-facciale. Terapia meccanica: si attua attraverso l utilizzo di apparecchi attivi che agiscono con la loro forza quando viene attivata (con viti, archi, molle) e apparecchi passivi che sfruttano le forze masticatorie essendo di per sé inattivi (placca vestibolare, piano inclinato). L ortodontista è affiancato dal pedodonzista, che opera per prevenire l insorgenza di lesioni cariose dei denti da latte e intercettare eventuali malocclusioni. È importante conservare i denti da latte fino alla fuoriuscita dei permanenti intorno ai sei anni. Successivamente è bene effettuare la visita dal dentista almeno due volte l anno.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

PUNTA MOLINO Beach Resort & SPA

PUNTA MOLINO Beach Resort & SPA In Particolare... La nostra Palestra ed il Centro Benessere offrono i più completi servizi di qualità ed ultima tecnologia con completi trattamenti estetici. Un nuovo concetto nel quale potrà godere della

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Regalo n. 1. Keope MFV

Regalo n. 1. Keope MFV Regalo n. 1 Keope MFV Struttura ergonomica a risonanza propriocettiva: La vibrazione è la forza vitale. Nell'universo tutto vibra. Attraverso la vibrazione meccanica, con il corpo in completo scarico funzionale,

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli