News > Italia > Cultura - Lunedì 04 Agosto 2014, 17:00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "News > Italia > Cultura - Lunedì 04 Agosto 2014, 17:00"

Transcript

1 "L intellettuale..." Povera e nuda vai, lingua italiana? A tu per tu con Luca Serianni. Un idioma vivo che andrebbe maggiormente sostenuto nella sua diffusione all'estero" Annamaria Barbato Ricci Sulla lingua italiana, sono stata sempre un po revanscista. Certo, non da auspicare una guerra ideologica contro i suoi detrattori, manipolatori, persino un po assassini che, invece dell Uomo Ragno, hanno ammazzato il nostro parlar gentile. Qualche scaramuccia, frecciatina al curaro, risposta piccata, correzione saccente, consentitemelo, non l ho risparmiata. Certo, nel nostro Paese non avviene, come nell Inghilterra di altri tempi, d incasellare le persone per uso della lingua e accento, applicando loro una rigida e schifiltosa distinzione fra classi sociali. Ma pare che abbiamo dimenticato che, neanche cent anni fa, l italiano che parliamo oggi noi, quasi omogeneamente, era patrimonio solo di una parte esigua della popolazione. Soltanto che sta avvenendo il deplorevole fenomeno di una omologazione verso il basso, una depauperazione, una comunicazione scarnificata e disadorna, e non una promozione di quella matura e colta. Mi stava venendo in punta di dita l espressione propria della upper class e mi sono bacchettata da sola, perché in qualche modo stavo cadendo della trappola moderna del meticciato linguistico, figlio di una divorante anglicizzazione. Non mi sembra, infatti, questo il modo migliore per introdurre il mio ospite di oggi, che, senza lusinghe e con un pizzico di ammirazione, vorrei definire uno dei padroni dell Italiano. Luca Serianni, infatti, è ordinario di Storia della Lingua italiana all Università La Sapienza di Roma. Una docenza prestigiosa, ma che non basta a illustrarne i talenti: è Accademico della Crusca e dei Lincei -ovvero il vertice (vi confido il mio retro-pensiero: 'ahimé, vade retro top ') culturale nazionale- nonché uno dei vicepresidenti della Società Dante Alighieri, la fortezza per la diffusione della lingua italiana in Italia e all estero, spesso attiva in un deserto dei Tartari 1 / 5

2 politico. Ha scritto un infinità di opere e saggi su vari momenti della travagliata storia della nostra bella lingua quella del bel Paese dove l sì suona. Fa capolino il Padre Dante e non mi spiace chiamarlo in causa a proposito di Luca Serianni, perché mi sembra imprescindibile coinvolgerlo parlando di un autorevole studioso autore di una grammatica di riferimento; inoltre, da dieci anni, insieme a Maurizio Trifone, cura gli aggiornamenti del mitico Vocabolario della Lingua Italiana Devoto-Oli e con Pietro Trifone ha scritto un imprescindibile Storia della lingua italiana in tre volumi. Lo incontro nello stesso stato d animo di un adolescente (sta a cuccia, teenager!) che va a un appuntamento con il cantante a cui è devota (avete visto che sono riuscita a parafrasare il vocabolo fan?), ovvero col batticuore ammirato di chi converserà di un argomento che le sta a cuore con colui che ne è profeta e enciclopedico conoscitore. Prima d incontrarlo, avevo esplorato l arcipelago di Facebook per scoprire se si parlava di lui. C è persino un gruppo che lo plaude, argomentando così la propria fondazione: «Lui, il Prof. Luca Serianni... l'unico che rispiega da capo le cose fatte in un'ora». «L'unica persona che ha imparato la parola "merda" in modo dotto perché da piccolo era un bambino educato». «L'unico che arrossisce e fugge timido quando gli studenti gli tributano un meritatissimo applauso». «L'unico che non vi farà pentire di aver scelto un suo corso. L'unico che, accademico dei Lincei, accademico della Crusca, membro della Società Dante Alighieri, cattedratico dello Studium Urbis, è sempre disponibile e pronto a uscirsene con una battuta». «Se anche voi lo considerate uno dei migliori prof. della Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza, questo è il gruppo che fa per voi! ;)» Se questo dicono di lui i suoi studenti, vado sul sicuro! Il professor Serianni, grande didatta, col suo fare fra il sommesso e l ironico, conduce la conversazione con la semplicità di chi veramente è un fuoriclasse sui problemi della nostra lingua, oggi più che mai Povero e nudo vai, Italiano?. A suo dire, la situazione non è così tragica quanto pare a prima vista e secondo le prefiche di professione, sempre pronte a stracciarsi le vesti sull' o tempora, o mores'... Di fronte a un decadimento e a un impoverimento dell uso dell italiano, possiamo qualificarlo una lingua morta o moribonda? Certamente no. Una lingua può dirsi morta o estinta quando non c è una comunità di parlanti; e forse neanche son morte le lingue considerate tali come il latino o il greco antico, giacché ancora oggi sono studiate nelle scuole. Fra le circa seimila lingue note al mondo, specie in Africa e in Oriente, vi sono alcune che non contano oltre i cento parlanti. Quelle sì che sono a 2 / 5

3 rischio di morte! Fra una tecnologia anglofona e un abuso di scorciatoie nella scrittura delle parole (ad esempio, un perché involutosi in xché ), non si corre il pericolo di imbruttire irrimediabilmente la nostra lingua? In realtà, l allarme paventa una situazione più diffusa di quanto realmente accada. Gli usi di abbreviativi sono, in realtà, circoscritti a sms e comunicazioni veloci, indi adeguati al contesto. Non dimentichiamo, poi, di trovarci di fronte a un fenomeno che affonda le sue radici nei secoli: gli studiosi hanno trovato nei manoscritti medioevali formule simili, ad esempio una P crociata che significava per. Se ora si ricorre ad abbreviazioni, lo si fa per risparmiare sul tempo. Nel Medioevo, quando i manoscritti erano un bene di lusso, lo si faceva per economizzare sulla costosa pergamena, nonché anche in quel caso sul tempo e la fatica degli amanuensi. C è chi propone di inserire l italiano nel patrimonio immateriale sottoposto alla tutela dell UNESCO. Lei che ne pensa? Pur simpatizzando a livello emotivo con una proposta di tal genere, sotto il profilo scientifico obietto che le lingue si proteggono da sole, semplicemente parlandole. Per il sardo si pone un problema diverso, in quanto si tratta di un idioma che insiste in una specifica enclave, ma che patisce di un pericolo di estinzione dovuto al fatto che non c è quasi una sua trasmissione da una generazione all altra. La lingua italiana nel patrimonio immateriale tutelato dall UNESCO? Nella lista approntata nel corso della sua 32.ma sessione della Conferenza Generale dell UNESCO del 2003 a Parigi, la lingua italiana potrebbe certamente inserirsi, in quanto si parla esplicitamente, al punto a) dell articolo 2 di tradizioni e espressioni orali, incluso il linguaggio, intesi come veicolo del patrimonio culturale intangibile. Attualmente, però, gli elementi italiani inseriti fra i 327 complessivi sono 5: l Opera dei Pupi siciliani, il canto a tenore sardo, l arte del violino a Cremona, la dieta mediterranea e le macchine a spalla, come la Macchina di Santa Rosa a Viterbo e i Gigli di Nola. Ciò non avviene per la lingua italiana proprio perché non si trova in pericolo di estinzione o di perdita delle tradizioni. Forse, una simile tutela andrebbe meglio indirizzata al basco, che è isolato dalle altre famiglie linguistiche indo-europee. L Italiano si trova, invece, nelle medesime condizioni di qualunque altra civiltà che possa rivendicare specificità culturali o tradizionali, come il polacco, l ungherese e le tante altre lingue che non hanno assetti veicolari come l inglese, il francese, lo spagnolo, il tedesco, l arabo. Sul fronte europeo, io vedrei un unica tutela, rivolta a tutte le altre lingue dei Paesi dell Unione che non rientrino nelle tre utilizzate come lingue di lavoro comunitarie (inglese, francese, tedesco): occorrerebbe finanziare corsi di queste lingue per tutelarle e dar loro respiro e sostegno conoscitivo paritario presso i cittadini dell Ue. Può diagnosticarci lo stato di salute dell Italiano nel mondo? L Italiano è la quarta lingua studiata al mondo nei Paesi anglofoni e la quinta negli altri e mediamente è più studiata di russo, cinese, arabo e portoghese. Si tratta di una posizione di grande rilievo a cui l Italia arriva per forza propria, della sua storia e del fascino (mi prude nella tastiera la parola appeal) che irradia a livello planetario. C è del genio anche nella nostra 3 / 5

4 lingua. Purtroppo un genio lasciato incolto dalla mancanza di sostegni finanziari. I francesi, ad esempio, investono molto nella divulgazione linguistica all estero, con campagne pubblicitarie, una capillare rete di scuole; lo stesso avviene per tedeschi e spagnoli. Gli stanziamenti pubblici destinati a Alliance Française e al Goethe Institut, la nostra Società Dante Alighieri non se li sogna neppure. Anche se si è molto spesa in termini di cambio di strategie per ottimizzare la propria azione. In che senso? Ad esempio, lanciando il PLIDA, (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri), che è un insieme di opportunità a disposizione di chi apprende, insegna, promuove l'italiano. Tale progetto si declina in certificazione d'italiano come lingua straniera, aggiornamento degli insegnanti, risorse e progetti didattici, assistenza linguistica a migranti e cittadini immigrati, materiali didattici ALMA PLIDA. Migliaia di persone ogni anno sostengono gli esami PLIDA nei 266 Centri della Dante Alighieri. L azione promozionale svolta all estero, inoltre, si svolge attraverso l autofinanziamento delle sedi locali e ciò è indice di entusiasmo, senso della missione; ma, nel contempo, occorre garantire la qualità dell insegnamento somministrato, compito svolto attraverso il PLIDA. Quale è la parola italiana che più aborre? Fra quelle diffuse all estero ed entrate nella comprensione globalizzata, come ciao, pizza, primadonna, certamente mafia : non ci fa onore anche perché esistono società criminali altrettanto estese e sanguinarie, che utilizzano altre denominazioni, in Paesi diversi, come il Giappone o la Russia, ma anche indicandole, si fa sempre ricorso al vocabolo mafia. E quella che preferisce? Ciao, perché indica socialità, come tutti i saluti, ma ha saputo diventare un saluto universale. Lo avrebbe potuto essere Hola!, invece ha prevalso ciao forse perché trasmette una percezione positiva dell italiano da stereotipo, quello meridionale, espansivo e in grado di crearsi velocemente reti amicali. Un po ha contribuito anche la nostra emigrazione che, però, non ha riguardato, specie quella post-unitaria, soltanto i territori del Sud. Partivano, per sfuggire ad una vita grama, anche veneti e piemontesi; prova lampante è l origine dell attuale Pontefice, argentino con radici piemontesi. Cosa leggere, per riconciliarsi con l italiano, assorbirlo in una forma corretta? La prima risposta che mi viene in mente, in virtù della mia attrazione per la geopolitica, riguarda la rivista Limes, ove si trovano articoli di buon livello e scritti in un italiano corretto e scorrevole, dotato di chiarezza ed efficacia comunicativa. Per la narrativa, suggerirei almeno due dei libri della cinquina dell ultimo Premio Strega (lui sì che li ha letti, essendo nel Comitato scientifico della Fondazione Bellonci, organizzatrice del Premio e Amico della Domenica' votante per diritto), quelli del vincitore, Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti e di Giuseppe Catozzella Non dirmi che hai paura. Per la saggistica, consiglio sempre di approfondire i temi di geopolitica e di storia, specie del periodo che preferisco, l Ottocento e, nello specifico, gli 4 / 5

5 Powered by TCPDF (www.tcpdf.org) News > Italia > Cultura - Lunedì 04 Agosto 2014, 17:00 anni della nascita dello Stato nazionale italiano che furono anche quelli in cui cominciò a unificarsi pure la lingua. Ovvero, anche se non furono fatti gli Italiani, fu fatto l Italiano? Dopo il 1861, la lingua divenne uno strumento espressivo davvero condiviso, attraverso la diffusione della scolarizzazione, almeno a livello della scuola primarie; i grandi rimescolamenti derivanti dall immigrazione interna; l urbanizzazione che portò alla crescita delle città a discapito dei mille campanili; la leva obbligatoria. Poi, una volta entrati nel 900, le fasce dialettofone trassero grande giovamento dalla diffusione prima della Radio e poi della Televisione. A proposito di dialettofonia, quale è il dialetto più radicato? L ultima indagine a nostra disposizione, realizzata dall ISTAT ormai otto anni fa, nel 2006, ha testimoniato che sono i veneti in genere a servirsene in percentuale rimarchevole, anche nei rapporti al di fuori dalle mura domestiche. Si tratterebbe di una scelta intenzionale, per le ragioni ideologiche note. Al Sud, se il dialetto prevale, non dipende da un fatto identitario, quanto di sviluppo socio-culturale meno spiccato. C è un enclave in cui si parla diffusamente l italiano ed è quella di Puglia e Basilicata. Stanno perdendo forza le comunità alloglotte? Certamente no, ad esempio quella di tradizione tedesca dell Alto Adige, in quanto tutelata da una legislazione nazionale molto avanzata che ne riconosce tutti i diritti. Poi vi sono le altre penisole linguistiche che hanno un cordone ombelicale al di fuori dai confini nazionali, come lo sloveno parlato in Friuli o il francese in Val d Aosta. Una legge del 1999 tutela il Sardo, a cui abbiamo già fatto cenno e il friulano. Infine, vi sono lingue che stanno perdendosi giacché i parlanti se ne distaccano più facilmente dall uso, come l albanese, proprio di aree specifiche di Molise, Calabria e Sicilia e il Grico di alcuni centri del Salento. Come immaginerebbe una riforma dell insegnamento dell italiano nelle scuole? Interverrei in due direzioni: assocerei il tema al riassunto, che è una pratica fortemente educativa; allargherei la lettura anche alle opere della letteratura contemporanea, stimolando alla comprensione di ciò che è scritto e qui soccorre appunto la sintesi, possibile solo se si è compreso il testo -. L ironia è ancora viva nella letteratura italiana? Si tratta di un espressione dell uso maturo della lingua, che presuppone distacco dall emotività dei fatti e anche esperienza. I giovani il più delle volte non ce l hanno e, molto spesso, neanche gli adulti. Almeno questa, non toglietecela per decreto ministeriale 5 / 5

Tema: E giusto che il corso magistrale in comunicazione presso la nostra facoltà sia in inglese?

Tema: E giusto che il corso magistrale in comunicazione presso la nostra facoltà sia in inglese? Tema: E giusto che il corso magistrale in comunicazione presso la nostra facoltà sia in inglese? Posizione del gruppo: CONTRO Composizione del gruppo: Michele Petrucci 73604 Valentina Viandante 74093 Corinne

Dettagli

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LA NOSTRA IDENTITÀ Liceo Linguistico Regina Mundi Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti Siamo impegnati a verificare

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe)

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) Liceo linguistico REGINA MUNDI «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) OBIETTIVI DEL LICEO LINGUISTICO Il percorso del liceo linguistico è indirizzato

Dettagli

Catania, i 111 anni della Scuola Svizzera

Catania, i 111 anni della Scuola Svizzera Catania, i 111 anni della Scuola Svizzera di Agnese Maugeri - 23, mag, 2015 http://www.siciliajournal.it/catania-i-111-anni-della-scuola-svizzera/ di Agnese Maugeri Catania Nel cuore della città etnea

Dettagli

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 PREMESSA Il progetto annuale è stato definito secondo il modello di programmazione per sfondo integratore. Il GIRO D

Dettagli

Certifica il tuo Italiano. La lingua per conoscere e farsi conoscere

Certifica il tuo Italiano. La lingua per conoscere e farsi conoscere Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Certifica il tuo Italiano. La lingua per conoscere e farsi conoscere

Dettagli

Alliance française di Verona. 5 dicembre 2014. Intervento del Console generale di Francia a Milano Olivier Brochet

Alliance française di Verona. 5 dicembre 2014. Intervento del Console generale di Francia a Milano Olivier Brochet Alliance française di Verona 5 dicembre 2014 Intervento del Console generale di Francia a Milano Olivier Brochet Madame la Présidente de l Alliance française, Egregio Sindaco, Rappresentanti del ministero

Dettagli

Livello A2. Unità 8. Le certificazioni di italiano L2. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 8. Le certificazioni di italiano L2. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 8 Le certificazioni di italiano L2 In questa unità imparerai: quali sono le certificazioni per la lingua italiana a descrivere al passato e a parlare delle azioni abituali al passato come

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350 Camera dei Deputati 81 Senato della Repubblica Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 040) Migliaia 0 0 10 0 20 300 30 Piemonte 0,0 Valle

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

EGLI O LUI? Lezione del 31 ottobre 2014 Fonti: G. Antonelli, Comunque anche Leopardi diceva le parolacce; Luca Serianni, Italiani scritti

EGLI O LUI? Lezione del 31 ottobre 2014 Fonti: G. Antonelli, Comunque anche Leopardi diceva le parolacce; Luca Serianni, Italiani scritti EGLI O LUI? Lezione del 31 ottobre 2014 Fonti: G. Antonelli, Comunque anche Leopardi diceva le parolacce; Luca Serianni, Italiani scritti Parlando dei principali tratti del neostardard, abbiamo menzionato

Dettagli

Lezione 9. Tema: La comunicazione interculturale. Parte I. 1ª parte:

Lezione 9. Tema: La comunicazione interculturale. Parte I. 1ª parte: Lezione 9 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

Valorizzare la diversità linguistica delle classi

Valorizzare la diversità linguistica delle classi Valorizzare la diversità linguistica delle classi I.C. Andrea Zanzotto Caneva Scuola Primaria di Sarone Classi 1 a 2 a 3 a Gruppo 1 Formatrice: Dott. ssa Graziella Favaro Insegnanti curatori: Enrico Colomberotto

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

Guida didattica all unità 2 In libreria

Guida didattica all unità 2 In libreria Destinazione Italiano Livello 3 Guida didattica all unità 2 In libreria 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che può

Dettagli

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso?

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? Livello A2 Unità 10 La costituzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? - Ciao Carlo, in questi giorni l Italia festeggia i 150 anni di unità e naturalmente

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Senigallia nord Mercantini Primaria Classe IV C Docente Isabella Bruni

Istituto Comprensivo Statale Senigallia nord Mercantini Primaria Classe IV C Docente Isabella Bruni Istituto Comprensivo Statale Senigallia nord Mercantini Primaria Classe IV C Docente Isabella Bruni Mappa Concettuale CREOLIZZAZIONE = RELAZIONE di ELEMENTI ETEROGENEI provenienti da DIVERSITÀ CULTURALE

Dettagli

DITALS: Certificazione in Didattica dell Italiano a Stranieri

DITALS: Certificazione in Didattica dell Italiano a Stranieri DITALS: Certificazione in Didattica dell Italiano a Stranieri 4 35 3 25 2 15 1 5 29 192 121 142 69 64 Candidati esami DITALS 1994-214 5 492 629 336 87 144178293 939 1356 183 1893 21 2475 3838 Dott.ssa

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 17 Il Centro Territoriale Permanente In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui Centri Territoriali Permanenti per l istruzione e la formazione in età adulta parole

Dettagli

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

LE AVVENTURE DI PINOCCHIO LE AVVENTURE DI PINOCCHIO Esercizi UNITà IV www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 La storia di Pinocchio col Grillo-Parlante, dove si vede come i ragazzi cattivi hanno a noia di sentirsi correggere

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2014-2015

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2014-2015 SCUOLA DI ITALIANO CORSI 2014-2015 RO MA FI REN ZE BO LO GNA MI LA NO LA LINGUA E LA CULTURA ITALIANA COME PATRIMONIO UNIVERSALE DELL UMANITÀ! Gli studiosi più accreditati dicono che la lingua italiana

Dettagli

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere Ministero dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per lo Sviluppo dell Istruzione Servizio per l Automazione Informatica e l Innovazione Tecnologica EDS Servizio di Consulenza all

Dettagli

Paese (croce) ITALIA x FRANCIA ROMANIA AUSTRIA SENEGAL. Ideologie, stereotipi, pregiudizi (ruolo dei mass media, della politica,..

Paese (croce) ITALIA x FRANCIA ROMANIA AUSTRIA SENEGAL. Ideologie, stereotipi, pregiudizi (ruolo dei mass media, della politica,.. SCHEDA UNITA DI APPRENDIMENTO I diritti di cittadinanza per i migranti Paese (croce) ITALIA x FRANCIA ROMANIA AUSTRIA SENEGAL Nome dell Organizzazione Nome dell autore CISV Piera Gioda Tema (croce) Global

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Test preliminari: candidati e ammessi per regione

Test preliminari: candidati e ammessi per regione Test preliminari: candidati e ammessi per regione A013 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE LOMBARDIA 182 101 TRENTINO ALTO-ADIGE 51 32 VENETO 126 76 LIGURIA 54 36 EMILIA ROMAGNA 110 67 TOSCANA 158 101 UMBRIA

Dettagli

DESCRIZIONE DOCUMENTO: PROVA DI VERIFICA DELLA COMPRENSIONE DEL TESTO NARRATIVO - LIVELLO LINGUISTICO B1

DESCRIZIONE DOCUMENTO: PROVA DI VERIFICA DELLA COMPRENSIONE DEL TESTO NARRATIVO - LIVELLO LINGUISTICO B1 NOME FILE: ITA_B1_Mia-nonna-Sonia_testo CODICE DOCUMENTO: S ITA B B1 S2 27 DESCRIZIONE DOCUMENTO: PROVA DI VERIFICA DELLA COMPRENSIONE DEL TESTO NARRATIVO - LIVELLO LINGUISTICO B1 La prova è indirizzata

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Il Mezzogiorno nel mercato globale: Opportunità e Sfide Intervento dell On. Sig. Min. Gianfranco Miccichè

Il Mezzogiorno nel mercato globale: Opportunità e Sfide Intervento dell On. Sig. Min. Gianfranco Miccichè ASPEN Il Mezzogiorno nel mercato globale: Opportunità e Sfide Intervento dell On. Sig. Min. Gianfranco Miccichè Taormina, 15 ottobre 2005 Uno dei tormentoni che, negli ultimi anni, ha caratterizzato il

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA CASA DEL BAMBINO ABBADIA LARIANA PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL PICCOLO PRINCIPE Non si vede bene che col cuore. L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint-

Dettagli

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2014-2015

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2014-2015 SCUOLA DI ITALIANO CORSI 2014-2015 RO MA FI REN ZE BO LO GNA MI LA NO LA LINGUA E LA CULTURA ITALIANA COME PATRIMONIO UNIVERSALE DELL UMANITÀ! Gli studiosi più accreditati dicono che la lingua italiana

Dettagli

B U R R O? LINGUE. z e r o

B U R R O? LINGUE. z e r o B U R R O? 18 LINGUE inconvenienti z e r o 1996 nasce 2000 nasce 2004 nasce con 5 lingue IT bimbi 2006 festeggia 10 anni con 12 lingue 2007 apre la seconda sede in Torino Certificato UNI EN ISO 9001:2000

Dettagli

Gli europei e le lingue

Gli europei e le lingue Speciale Eurobarometro 386 Gli europei e le lingue SINTESI Rispetto alla popolazione dell'ue, la lingua più parlata come lingua madre è il tedesco (16%), seguita da italiano e inglese (13% ciascuna), francese

Dettagli

CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca)

CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca) CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca) e SOCIETA DANTE ALIGHIERI Comitato di Campobasso VISTA la legge 9 maggio

Dettagli

CORSI DI LINGUA ITALIANA 2014-2015 RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO

CORSI DI LINGUA ITALIANA 2014-2015 RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI DI LINGUA ITALIANA 2014-2015 RO MA FI REN ZE BO LO GNA MI LA NO LA LINGUA E LA CULTURA ITALIANA COME PATRIMONIO UNIVERSALE DELL UMANITÀ! Gli studiosi più accreditati dicono che la lingua italiana

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN!

UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN! Scuola dell Infanzia Ad Onore degli Eroi UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN! LABORATORIO DI APPROCCIO ALLA LINGUA INGLESE PER I BAMBINI DI CINQUE ANNI Anno Scolastico 2013-2014 Anno Scolastico 2013-2014

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

1 MODULO STEREOTIPO E PREGIUDIZIO

1 MODULO STEREOTIPO E PREGIUDIZIO 1 MODULO STEREOTIPO E PREGIUDIZIO Tempo di realizzazione delle attività Incontro di un ora Obiettivi Far scoprire ai ragazzi la diversità e l unicità di ogni essere umano Favorire la conoscenza e la maggior

Dettagli

SCEGLIERE CON CONSAPEVOLEZZA. Come i genitori possono aiutare i figli in questo percorso

SCEGLIERE CON CONSAPEVOLEZZA. Come i genitori possono aiutare i figli in questo percorso SCEGLIERE CON CONSAPEVOLEZZA Come i genitori possono aiutare i figli in questo percorso Dott.ssa Cinzia Ginevri Blasi Orientare significa... Porsi in una condizione di ascolto Indicare un percorso Garantire

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

CANZONI: NIVEL INTERMEDIO: LAURA PAUSINI: NON C È

CANZONI: NIVEL INTERMEDIO: LAURA PAUSINI: NON C È ESCUELA OFICIAL DE IDIOMAS OVIEDO CENTRO DE AUTOAPRENDIZAJE IDIOMA: ITALIANO PRÁCTICA: COMPRENSIÓN ORAL NIVEL: NIVEL INTERMEDIO MATERIAL: CINTA / CUESTIONARIO / SOLUCIONES TEMA: PREPOSIZIONI/ LESSICO Grande

Dettagli

Guida didattica all unità 11 Raccontami

Guida didattica all unità 11 Raccontami Guida didattica all unità 11 Raccontami 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 11, indicando una possibile scansione delle diverse tipologie

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx Prove di cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq Italiano L2 per studenti della scuola primaria wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui

Dettagli

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Laurea triennale in

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Laurea triennale in Servizi per il Corso di Laurea FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE TEST DI VALUTAZIONE Nel sito Web dell Università sono liberamente fruibili test on line di lingua straniera (francese, inglese,

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Convegno Cristina Rossi 2012 Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Paolo Guiddi Anna Granata http://www.youtube.com/watch?v=sqflj Wp2EMk&feature=relmfu Donare il sangue Forma di inclusione?

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 27

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 27 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 27 N.B. I resoconti stenografici delle sedute di ciascuna indagine conoscitiva seguono una numerazione indipendente. COMITATO PER LE QUESTIONI

Dettagli

FAQ - Corso di laurea in Mediazione Linguistica Interculturale SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE sede di Forlì (ex SSLMIT)

FAQ - Corso di laurea in Mediazione Linguistica Interculturale SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE sede di Forlì (ex SSLMIT) FAQ - Corso di laurea in Mediazione Linguistica Interculturale SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE, TRADUZIONE E INTERPRETAZIONE sede di Forlì (ex SSLMIT) N. DOMANDE RICORRENTI Risposta 1 È una Scuola privata?

Dettagli

Le classi multiculturali Esperienze sul campo

Le classi multiculturali Esperienze sul campo PROFESSIONALITÀ DOCENTE E TRASFORMAZIONI IN ATTO Le classi multiculturali Esperienze sul campo Arcangela Mastromarco Docente referente del Polo StarT1 1 La classe è già una comunità di diversi 2 Le classi

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

IN QUESTURA UNITÁ 7. Asare: Buongiorno. È questo l ufficio per stranieri? Impiegato: Sì, è la Questura; ma l qfficio

IN QUESTURA UNITÁ 7. Asare: Buongiorno. È questo l ufficio per stranieri? Impiegato: Sì, è la Questura; ma l qfficio IN QUESTURA Asare: Buongiorno. È questo l ufficio per stranieri? Impiegato: Sì, è la Questura; ma l qfficio stranieri non è qui; che cosa deve fare? Asare: Devo fare il permesso di soggiorno. Impiegato:

Dettagli

CREATIVE. Newsletter Numero 03 HANDMADE THINKING

CREATIVE. Newsletter Numero 03 HANDMADE THINKING Newsletter Numero 03 Contenuto: La fase di Test è finita! Pensiero Creativo e Formazione Continua Testimonianze dalla fase di Test Le industrie Culturali e Creative (ICC) La fase di Test è finita! La fase

Dettagli

Classificazione delle lingue

Classificazione delle lingue Classificazione delle lingue è necessario un criterio un criterio potrebbe essere il numero dei parlanti; secondo una organizzazione che si chiama Linguasphere, le lingue più parlate del mondo sono le

Dettagli

Associazione Culturale LA SCOSSA PRESENTA. Il Cammino Della Musica

Associazione Culturale LA SCOSSA PRESENTA. Il Cammino Della Musica Associazione Culturale LA SCOSSA PRESENTA Il Cammino Della Musica a cura di Andrea Zuin www.ilcamminodellamusica.it Mentre camminavo per l America Latina in cerca di musica (vedi la pagina web), ho conosciuto

Dettagli

RAPPORT DE STAGE Erasmus Placement. Romano Summa

RAPPORT DE STAGE Erasmus Placement. Romano Summa RAPPORT DE STAGE Erasmus Placement Febbraio Giugno 2012 Bibliothèque du département d Italien et de Roumain Université Paul-Valéry, Montpellier III Romano Summa Il mio primo contatto con la biblioteca

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

1. Linguistica teorica e sociolinguistica

1. Linguistica teorica e sociolinguistica 1. Linguistica teorica e sociolinguistica Sociolinguistica: lo studio della lingua in rapporto con la società la linguistica teorica si basa su «idealizzazioni» e ha come oggetto principale di studio il

Dettagli

TFA A.A. 2014/2015 - PIANO DI STUDIO AREA DISCIPLINARE LINGUE

TFA A.A. 2014/2015 - PIANO DI STUDIO AREA DISCIPLINARE LINGUE TFA A.A. 2014/2015 - PIANO DI STUDIO AREA DISCIPLINARE LINGUE Area Comune Linguistica L/LIN02 Principi operativi di glottodidattica Laboratori pedagogico didattici 6 30h 30h AA46 Lingua e civiltà straniera

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

PORTFOLIO DEGLI APPRENDIMENTI

PORTFOLIO DEGLI APPRENDIMENTI PORTFOLIO DEGLI APPRENDIMENTI - 1 - INTRODUZIONE Il «Portfolio degli apprendimenti» è uno degli strumenti di valutazione che saranno adoperati durante la formazione CINCO. È stato ideato per essere sostanzialmente

Dettagli

QUINTO VOLUME: GENITORI E INSEGNATI

QUINTO VOLUME: GENITORI E INSEGNATI QUINTO VOLUME: GENITORI E INSEGNATI La motivazione e la creatività, bambini disattenti e iperattivi, integrare gli alunni stranieri nella scuola a cura di Marco Rossi Doria Presentazione Tutti i bambini

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

TFA - fabbisogno posti. Friuli Venezia G. Emilia Romagna. Campania. Calabria. Lazio

TFA - fabbisogno posti. Friuli Venezia G. Emilia Romagna. Campania. Calabria. Lazio classe di concorso classe di concorso/ accorpamenti Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia G. Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana

Dettagli

dagli antichi non è casuale, mentre in francese è detto berceuse, nana per spagnoli e portoghesi, Wiegenlied per i tedeschi. La parola «dormire» per

dagli antichi non è casuale, mentre in francese è detto berceuse, nana per spagnoli e portoghesi, Wiegenlied per i tedeschi. La parola «dormire» per Incantesimi La ninna nanna è, assieme all allattamento, il mezzo più efficace per conciliare il sonno di un bimbo. Per questo può essere utile conoscerla e averne numerosi esempi. Le più belle ninne nanne

Dettagli

Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni

Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni Elaborazione generale dei risultati dei questionari sulla lettura. Prime riflessioni Coordinamento di Feljeu : Caterina Colonna, Anna Cornacchia, Annalisa Divincenzo Finalità della ricerca Il sondaggio

Dettagli

LEZIONE 3 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 3 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI Nella lezione scorsa, Gabriella Stellutti ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano, dal punto di vista dell apprendente. In questa lezione abbiamo ricevuto la Prof.ssa Roberta Ferroni

Dettagli

NUOVA EVANGELIZZAZIONE NELLA SOCIETA GLOBALIZZATA. TESTIMONIANZA Predicare dai tetti Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Antonio Riboldi Vescovo

NUOVA EVANGELIZZAZIONE NELLA SOCIETA GLOBALIZZATA. TESTIMONIANZA Predicare dai tetti Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Antonio Riboldi Vescovo NUOVA EVANGELIZZAZIONE NELLA SOCIETA GLOBALIZZATA TESTIMONIANZA Predicare dai tetti Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Antonio Riboldi Vescovo Che sia urgente 1 evangelizzazione ad ogni uomo che è sulla terra,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI STUDIARE L ITALIANO IN UNA UNIVERSITÀ MEDITERRANEA 1 Perché scegliere Cagliari? Situata al centro del golfo degli angeli, che si apre

Dettagli

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA Introduzione. Nei film del Neorealismo, spesso gli attori non parlano in italiano standard, ma parlano in dialetto. Cosa sono i dialetti? Come sono nati? 1. Dal latino

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 6 SPEDIZIONI PACCHI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 SPEDIZIONE PACCHI DIALOGO PRINCIPALE A- Ehi, ciao Marta. B- Ohh, Adriano come stai?

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Gruppo Scolastico Internazionale Francesco Veccia

Gruppo Scolastico Internazionale Francesco Veccia the world in your hands. Gruppo Scolastico Internazionale Francesco Veccia www.istitutonobel.com Via Aldo Moro, 222 FROSINONE ITALY Tel/Fax (+39) 0775 88 40 59 segreteria@istitutonobel.com GRUPPO SCOLASTICO

Dettagli

Il morbus anglicus nell italiano di oggi Lezione del 7 novembre 2014

Il morbus anglicus nell italiano di oggi Lezione del 7 novembre 2014 Il morbus anglicus nell italiano di oggi Lezione del 7 novembre 2014 [Fonti: A. Castellani, Morbus anglicus; C. Giovanardi-R. Gualdo, Inglese-italiano 1-1; E. Picchiorri, intervista a Tullio De Mauro;

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

- 1 reference coded [2,51% Coverage]

<Documents\bo_min_10_F_18_ita_stu> - 1 reference coded [2,51% Coverage] - 1 reference coded [2,51% Coverage] Reference 1-2,51% Coverage Potrebbe essere. Tu dimmi quello che ti viene in mente, quello che mi viene in mente è che questa, la

Dettagli

Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente

Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente In un bel libro di qualche anno fa Cormac McCarthy immagina un uomo e un bambino, padre e figlio, che spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

IL DISTURBO AUTISTICO

IL DISTURBO AUTISTICO LEZIONE: DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

L Albania fa scuola - l esperienza di Carolina a Tirana

L Albania fa scuola - l esperienza di Carolina a Tirana L Albania fa scuola - l esperienza di Carolina a Tirana Author: Adela Kolea Category: Cultura, Interviste Date: 13 ottobre 2013 Carolina Castagna, figlia del noto ed amatissimo conduttore televisivo, Alberto

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO LINGUISTICO DEI CITTADINI STRANIERI

ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO LINGUISTICO DEI CITTADINI STRANIERI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO LINGUISTICO DEI CITTADINI STRANIERI A cura della dr.ssa Enrica Corti 1. Indagine biblio-emerografica Lo studio Ials2, organizzato dall'ocse per la rilevazione del livello

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino Carissimi alunni, gentili genitori, questo opuscolo è stato pensato per far conoscere l offerta formativa della nostra scuola a

Dettagli