Executive Master. Tax Compliance Internazionale. Edizione III, aggiornata alla luce delle novità 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Executive Master. Tax Compliance Internazionale. Edizione III, aggiornata alla luce delle novità 2015"

Transcript

1 Executive Master Tax Compliance Internazionale Edizione III, aggiornata alla luce delle novità 2015 Presentazione L'impegno del G20, dell'ocse e dell'ue, dietro l'impulso degli USA, sia nel ridisegnare la strategia della lotta all'evasione fiscale a livello internazionale, rendendola più sinergica, sia in termini di moral suasion, puntando su progetti di autodenuncia volontaria da parte dei contribuenti e sullo "scambio automatico di informazioni", sta producendo effetti concreti. Anche la Svizzera ha effettuato scelte di politica fiscale importanti per la piazza finanziaria. I fronti sui quali si sta lavorando sono: 1. Doppia imposizione internazionale, assistenza amministrativa e scambio automatico di informazioni Dal 2009, la Svizzera applica integralmente lo standard dell'ocse sull'assistenza amministrativa in materia fiscale. A febbraio 2013, è entrata in vigore la Legge sull'assistenza amministrativa fiscale, per cui sono possibili domande raggruppate secondo lo standard internazionale. La Svizzera, inoltre, ha firmato la Convenzione multilaterale dell'ocse e del Consiglio d'europa sulla reciproca assistenza amministrativa in materia fiscale e fa parte della cerchia di Paesi rappresentati nel comitato direttivo e nel gruppo Peer Review del Forum Globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni in questioni fiscali, il cui scopo è quello di verificare che lo standard internazionale sia rispettato e applicato uniformemenete a livello internazionale. Il 19 marzo 2015, la Svizzera e l'ue hanno parafato un Accordo che prevede l'introduzione dello standard globale per lo scambio automatico di informazioni in materia fiscale. Dal 2017, inizierà il lavoro di rilevazione dei dati dei conti per effettuare, dal 2018, lo scambio degli stessi. Il Consiglio Federale ha avviato due consultazioni concernenti gli aspetti normativi per l'introduzione dello scambio automatico internazionale di informazioni in ambito tributario. 2. FATCA Il 2 giugno 2014, è entrato in vigore l'accordo di cooperazione tra la Svizzera e gli USA per l'applicazione agevolata della normativa FATCA, la cui legge di attuazione è entrata in vigore con effetto al 30 giugno dello stesso anno. 1

2 L'8 ottobre 2014 è stato approvato un mandato di negoziazione con gli USA sul passsaggio dal modello 2 al modello 1, attinente i soggetti i cui dati possono essere comunicati alle Autorità fiscali statunitensi. 3. BEPS (Base Erosion and Profit Shifting) Nel dicembre 2015, dovrebbe avvenire la pubblicazione della terza e ultima parte del progetto, il cui obiettivo è la lotta contro l'erosione della base imponibile e il trasferimento degli utili verso giurisdizioni che prevedono un'imposizione fiscale debole o nulla. Le ricadute sul diritto fiscale societario svizzero sono numerose e importanti, tra cui la Riforma dell'imposizione delle imprese. In tale contesto si inserisce la parafatura, avvenuta il 20 giugno 2014, dell'intesa tra Svizzera e UE sull'imposizione delle imprese. La conseguenza di questi sviluppi potrebbe essere un auspicato miglioramento dell'accesso ai mercati di altri Paesi. Seguirà un adeguamento delle normative interne che coinvolgerà sia la gestione complessiva del rapporto cross - border con il cliente, sia l'attività di consulenza patrimoniale e aziendale: l'importanza di una riformulazione del modello di consulenza al cliente straniero è imprescindibile per lo sviluppo del business finanziario. Un cambiamento di questa portata implica un passaggio obbligato, costituito dalla percezione dei mutamenti internazionali in atto, dei possibili impatti interni e delle opportunità che si presenteranno. Il percorso Tax Compliance Internazionale, fortemente orientato all'aggiornamento, ha l'obiettivo di rispondere a queste esigenze: il consolidamento di competenze e la progettazione di soluzioni specialistiche in stretta aderenza ai temi regolamentari rappresenta un primo step sia per l'implementazione di un processo di gestione e controllo attivo del rischio fiscale, al fine di evitare il coinvolgimento del professionista in operazioni fiscalmente irregolari, sia per la concretizzazione di opportunità di business. 2

3 Obiettivi Al termine del percorso, il partecipante, per quanto concerne la conoscenza: - ha approfondito gli aspetti importanti per la propria attività professionale attinenti una gestione corretta della relazione d affari transfrontaliera, alla luce delle evoluzioni internazionali in ambito fiscale; per quanto concerne la comprensione: - è in grado di valutare le implicazioni concrete dei cambiamenti che stanno avvenendo a livello internazionale, prospettando le conseguenze operative che ne deriveranno nell'ambito della gestione del rapporto con il proprio cliente; per quanto concerne l applicazione: - può delineare delle soluzioni al proprio cliente adatte all attuale contesto e conformi alla normativa interna e internazionale, nel rispetto degli obiettivi del cliente stesso. Destinatari Compliance, Consulenza clientela private banking, Consulenza clientela retail Banking, Consulenza clientela aziendale, Fiscal e Financial planning, Fiduciario finanziario, Fiduciario commercialista, Professionista di diritto privato, Professionista di diritto pubblico Contenuti Il programma si articola in 8 corsi per un totale di 60 ore. In uno spirito di massima flessibilità, viene data la possibilità di iscriversi a uno o più corsi di specifico interesse. Viene garantito un puntuale e costante aggiornamento dei contenuti e dei singoli interventi in funzione delle evoluzioni in atto e delle novità che durante il corso potrebbero subentrare C1 - Fiscalità svizzera internazionale: evoluzioni in atto 1. Il progetto BEPS (Base Erosion and Profit Shifting) 1.1. Struttura del progetto, principi informatori e cronologia 1.2. Impatto sull evoluzione del diritto fiscale internazionale 1.3. Conseguenze dirette sul diritto interno svizzero 1.4. I primi risultati 3

4 2. La prevenzione dell abuso dei Trattati internazionali (Action 6 BEPS) 3. La cooperazione fiscale internazionale: le evoluzioni in atto e la portata pratica delle conseguenze 3.1. Il Forum globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni in questioni fiscali (Forum globale) 3.2. Il processo di rafforzamento degli strumenti di collaborazione nel contesto internazionale in ambito fiscale 3.3. Il ruolo della Svizzera e le conseguenze sull evoluzione del diritto interno 3.4. Le principali tipologie di scambio di informazioni 3.5. Limiti e condizioni allo scambio di informazioni (reciprocità, equivalenza, sussidiarietà) 4. Le Convenzioni internazionali 4.1. Il Modello OCSE di Convenzione contro la doppia imposizione 4.2. Le Convenzioni multilaterali (la Convenzione sulla mutua assistenza in campo fiscale e le modifiche attinenti lo scambio di informazioni bancarie) 4.3. Il sistema dei Trattati USA 5. Le fonti comunitarie C2 - Accertamento della residenza fiscale in ambito internazionale 1. L accertamento della residenza fiscale delle persone fisiche nell ordinamento svizzero 2. I soggetti (persone fisiche) con doppia residenza presunta: art. 4 Modello OCSE e Convenzione contro la doppia imposizione, Svizzera e Italia a confronto 3. Relocation 3.1. Requisiti minimi richiesti 3.2. Processo per l ottenimento del permesso 3.3. Tassazione ordinaria vs. tassazione "globale" (e "globale modificata") 3.4. Recupero delle imposte estere alla fonte 3.5. Corretta asset allocation per un globalista 3.6. Aspetti immobiliari Acquisto di immobili (procedura, costi, conseguenze fiscali, finanziamenti, ecc.) Legge federale sull'acquisto di fondi da parte di persone all'estero (LAFE) Detenzione diretta vs. società immobiliare 4. L accertamento della residenza fiscale delle persone giuridiche nell ordinamento svizzero 5. La residenza nel caso dei gruppi di imprese 4

5 6. Trasferimento della residenza dall Italia alla Svizzera delle persone fisiche (relocation) 6.1. Effettività del trasferimento secondo la normativa italiana 6.2. Controlli da parte dell Amministrazione finanziaria italiana: casi di disconoscimento 6.3. Giurisprudenza italiana C3 - La stabile organizzazione: prospettive di modifica 1. La stabile organizzazione in ambito convenzionale 1.1. La stabile organizzazione materiale e personale nel Modello OCSE 2. Discussion Draft Beps Action 7: «Prevent the artificial avoidance of Pe status»: la rimodulazione dell'art. 5 del Modello OCSE 3. I principi generali di attribuzione dei profitti alla Stabile organizzazione sulla base del Modello OCSE 3.1. Coordinamento con le Convenzioni stipulate dalla Svizzera 4. La stabile organizzazione e il commercio elettronico 4.1. La tassazione dell e - commerce: sviluppi OCSE e nazionali 5. La stabile organizzazione di società estere in Svizzera C4 - Fiscalità finanziaria internazionale 1. Lo schema di Convenzione per: 1.1. dividendi - confronto con il regime previsto dalla Direttiva Madre - Figlia e con l'art. 15 della Convenzione CH - UE in materia di tassazione dei redditi da risparmio; 1.2. interessi e royalties - confronto con la Direttiva sulla tassazione di interessi e canoni 1.3. capital gains 2. Coordinamento e conseguenze dell'applicazione delle CDI stipulate dalla Svizzera 2.1. Overview dell'imposizione alla fonte dei redditi corrisposti da soggetti svizzeri (imposta preventiva) 2.2. Dividendi transfrontalieri (la procedura di notifica nella prassi e recenti sviluppi giurisprudenziali) 2.3. Alcune particolarità svizzere nelle operazioni di M&A: - la prassi delle vecchie riserve - la trasposizione internazionale - la liquidazione parziale indiretta internazionale 5

6 C5 - Il beneficiario effettivo in ambito internazionale 1. Il"beneficial owner" in ambito internazionale 2. IV direttiva antiriciclaggio 3. Raccomandazioni GAFI 3.1. Recepimento delle raccomandazioni GAFI in Svizzera. Revisione dell ordinanza FINMA 4. Modello OCSE e prospettiva di modifica 5. Le clausole antiabuso previste nelle CDI nel caso della beneficial ownership e coordinamento con la normativa interna 6. Diverse tipologie di strutture intermedie: dalle holdings ai trusts C6 - Pianificazione societaria internazionale. Conformità fiscale delle scelte di business 1. Il progetto BEPS e le conseguenze sull'operatività delle società 2. I redditi di impresa multinazionale e il corporate tax planning 2.1. Profili fiscali degli investimenti esteri delle imprese multinazionali 2.2. L'impresa che opera attraverso una stabile organizzazione 2.3. Il corporate tax planning internazionale: una visione sistematica anche alla luce dei BEPS 3. I prezzi di trasferimento 3.1. I presupposti soggettivo e oggettivo del fenomeno 3.2. La concreta applicazione dell'arm's Length Principle 3.3. Aggiornamento in rapporto ai lavori dell'ocse per l'adozione di un Modello di Transfer pricing documentation "standardizzato" 3.4. Prevenzione e risoluzione delle controversie in materia di transfer pricing - gli strumenti di prevenzione delle controversie - le procedure di risoluzione delle controversie previste a livello internazionale 4. Le operazioni transfrontaliere di riorganizzazione delle imprese 4.1. I modelli di riorganizzazione e gli effetti a livello internazionale 4.2. Gli orientamenti più recenti dell'ocse 5. Forme di consolidamento mondiale degli imponibili e la base imponibile consolidata comune per le imposte sulle società CCCTB a livello UE 6. L'Aggressive Tax Planning: le iniziative di contrasto a livello internazionale 7. Prospettive di riforma dell'imposizione delle imprese in Svizzera nell'attuale contesto internazionale 6

7 C7 - Scambio di informazioni e strumenti di cooperazione internazionale 1. Cooperazione internazionale in ambito fiscale e in ambito penale - fiscale 2. Strumenti previsti a livello internazionale e svizzero 3. Standard OCSE per l'assistenza amministrativa in materia fiscale 4. Contenuto tecnico dello standard OCSE e confronto con quanto previsto dal FATCA 5. Lo scambio di informazioni su richiesta e strumenti di tutela del cliente 6. La Direttiva 2011/16/UE e la cooperazione amministrativa nel settore fiscale 7. La Convenzione del Consiglio d'europa 1988/2010 riguardante la cooperazione internazionale tra Autorità fiscali 8. Coordinamento con il diritto svizzero vigente e i progetti di revisione 9. Inquadramento e contestualizzazione della Legge Federale sull'assistenza amministrativa internazionale in materia fiscale (LAAF) 10. Cooperazione internazionale riguardante la punibilità del riciclaggio del provento di frodi fiscali aggravate 11. Ricadute dalla cooperazione internazionale in materia fiscale riguardo ai contribuenti svizzeri C8 - US International Taxation e Accordi Svizzera - USA 1. Overview sui principi fondamentali di fiscalità statunitense in funzione dell'operatività cross - border del consulente finanziario svizzero 1.1. Principi di assoggettamento fiscale 1.2. La residenza fiscale 1.3. L imposta sul reddito delle persone fisiche 1.4. La Corporate Tax 2. Verifiche e accertamenti da parte dell'autorità fiscale statunitense 3. Clausola sullo scambio di informazioni nella CDI Svizzera - USA 4. Accordo Svizzera - USA in materia penale 5. Applicazione del Programma USA del 29 agosto 2013 per le banche svizzere della categoria 2, denominato "Non Prosecution Agreement 6. Tutela dei dipendenti di banche svizzere in conformità alla Legge Federale sulla protezione dei dati 7. Accordi Svizzera - USA: il Foreign Account Tax Compliance Act (FATCA) 7.1. Definizioni e analisi operativa dei contenuti principali 7.2. Tempistiche 7.3. Ambito di applicazione soggettivo e oggettivo 7.4. Raccolta dei dati e reportistica della clientela 7

8 7.5. Particolarità del Modello di Accordo tra Svizzera e USA 7.6. Applicazione delle imposte statunitensi 8. Problematiche operative e di business 8.1. Obblighi di autorizzazione della US Security and Exchange Commission (SEC) da parte dell'intermediario svizzero 8.2. I fattori per l'implementazione dei Modelli operativi in funzione della complessità organizzativa FATCA 8.3. Impatti sugli intermediari e sull'industria dell'asset management - La revisione dei sistemi informativi - I contratti con la clientela 8.4. Soluzioni applicative Didattica Lezione frontale in aula con esercitazioni e case studies, simulazioni Documentazione Sul sito del CSB, verrà aperta un area riservata a disposizione dei partecipanti dell intero percorso. Nell area riservata, verranno predisposte: - le fonti normative di riferimento; - giurisprudenza e prassi, utili alla comprensione delle lezioni; - documentazione aggiuntiva, che arricchirà quanto distribuito in aula; - indicazione di testi e manuali utili per la preparazione all esame finale. Aggiornamento continuo Ai partecipanti iscritti all intero percorso verrà data la possibilità, durante lo svolgimento del corso, di partecipare gratuitamente a convegni organizzati dal Centro di Studi Bancari. L indicazione delle iniziative per le quali viene prevista questa opportunità, verrà effettuata direttamente dal Centro di Studi Bancari ai partecipanti stessi. Il criterio con cui verranno scelti i convegni sarà l affinità tematica rispetto ai contenuti del percorso. 8

9 Docenti - Toni Atrigna, Dott. Comm. e Revisore dei Conti, Professore di Diritto del mercato finanziario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università di Brescia, Partner, Atrigna & Partners Studio Legale Associato, Milano - Paolo Bernasconi, Responsabile dell Area di diritto bancario e finanziario, Centro di Studi Bancari, Vezia, Professore titolare em. di Diritto internazionale dell economia all'università di San Gallo; avvocato e notaio, Bernasconi Martinelli Alippi & Partners, Lugano - Emidio Cacciapuoti, LL.M. Partner, SJ Berwin LLP, Milano - Sharon Cina, Avv. Sharon Cina, Perito fiscale presso i Servizi centrali della Divisione delle Contribuzioni, Bellinzona - Martina Cemovic, US Tax Manager- Executive Advisory, PricewaterhouseCoopers AG, Zurigo - Paolo De Capitani di Vimercate, Avvocato, Socio Studio Uckmar, Associazione professionale, Milano e Genova, New York Bar, Ricercatore a tempo determinato in diritto tributario presso l Università di Brescia, Dipartimento di Giurisprudenza - Miriam Dell Era, MAS SUPSI in Tax Law, Ispettrice fiscale Ufficio tassazione, Lugano - Matteo Gamboni, Manager, Tax & Legal Services, PricewaterhouseCoopers SA, Lugano - Frédéric Gante, Già capo servizio, Divisione affari di diritto fiscale internazionale e di doppia imposizione, Amministrazione federale delle contribuzioni, Berna, Avv., Python & Peter, Berna - Carlo Garbarino, Avv., Prof. di Diritto Tributario, Università Bocconi, Milano - Sebastiano Garufi, Avv., Talenture Advisory SA, Lugano, Docente di Diritto Tributario, Università Bocconi di Milano, Milano - Edward F. Greco, Avv., LL.M, Socio, Studio Greco e Associati, Milano e Lugano - Giordano Macchi, Dipl. Math. ETH, Lic.sc.econ., MAS SUPSI in Tax Law, Vicedirettore Divisione delle Contribuzioni, Bellinzona - Stelio Pesciallo, Avv., già Capo servizio giuridico per la Svizzera meridionale, UBS SA, Manno - Lars Schlichting, Avv., Partner, KPMG SA, Lugano - Luca Soldati, Lic. Oec. HEC, Esperto fiscale diplomato, Partner, S&A Tax & Audit SA, Lugano - Mario Tenore, Dottore Commercialista, Studio Maisto e Associati, Milano, LL.M. in International Taxation, Dottore di Ricerca in Diritto tributario, Università di Vienna e di Salerno, Salerno - Luigi Vinciguerra, Col. t.st, Nucleo Polizia Tributaria Guardia di Finanza, Capo Ufficio Operazioni, Torino 9

10 Durata 60 ore Date e orari Dal 21 ottobre 2015 al 16 dicembre 2015 Esame I partecipanti all'executive Master "Tax Compliance Internazionale" possono ricevere il diploma con certificazione del Centro di Studi Bancari, se superano con una nota sufficiente o maggiore l'esame finale, per il quale si rinvia al rispettivo regolamento Quote Membri Altri ABT, FTAF Corso completo (60 ore) CHF CHF Esame CHF CHF Singoli corsi C1 Fiscalità svizzera internazionale: evoluzioni in atto (4 ore) CHF CHF C2 Accertamento della residenza fiscale in ambito internazionale CHF CHF (8 ore) C3 La stabile organizzazione: prospettive di modifica (8 ore) CHF CHF C4 Fiscalità finanziaria internazionale (8 ore) CHF CHF C5 Il beneficiario effettivo in ambito internazionale (4 ore) CHF CHF C6 C7 Pianificazione societaria internazionale Conformità fiscale delle scelte di business (8 ore) Scambio di informazioni e strumenti di cooperazione internazionale (8 ore) CHF CHF CHF CHF C8 US International Taxation e Accordi Svizzera - USA (12 ore) CHF CHF Iscrizione Entro il Informazioni Maddalena Biondi Telefono :

11

12 Executive Master "Tax Compliance Internazionale" Giorno Giorno Carnevale San Giuseppe Lunedì di Pasqua OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO MARZO Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Orario Corso Orario Corso 1 gio 1 dom Ognissanti 1 mar 1 ven Capodanno 1 lun 1 mar 2 ven 2 lun 2 mer m - p C6 2 sab 2 mar 2 mer m E 3 sab 3 mar 3 gio 3 dom 3 mer 3 gio Vacanze di Natale 4 dom 4 mer 4 ven 4 lun 4 gio 4 ven 5 lun 5 gio 5 sab 5 mar 5 ven 5 sab 6 mar 6 ven m - p C2 6 dom 6 mer Epifania 6 sab 6 dom 7 mer 7 sab 7 lun 7 gio 7 dom 7 lun 8 gio 8 dom 8 mar Immacolata 8 ven 8 lun 8 mar 9 ven 9 lun 9 mer 9 sab 9 mar 9 mer 10 sab 10 mar 10 gio m - p C7 10 dom 10 mer 10 gio 11 dom 11 mer 11 ven 11 lun 11 gio 11 ven 12 lun 12 gio m - p C3 12 sab 12 mar 12 ven 12 sab 13 mar 13 ven 13 dom 13 mer 13 sab 13 dom 14 mer 14 sab 14 lun 14 gio 14 dom 14 lun 15 gio 15 dom 15 mar m - p C8 15 ven 15 lun 15 mar 16 ven 16 lun m - p C4 16 mer m C8 16 sab 16 mar 16 mer 17 sab 17 mar 17 gio 17 dom 17 mer 17 gio 18 dom 18 mer 18 ven 18 lun 18 gio 18 ven 19 lun 19 gio 19 sab 19 mar 19 ven 19 sab 20 mar 20 ven 20 dom 20 mer 20 sab 20 dom 21 mer p C1 21 sab 21 lun 21 gio 21 dom 21 lun 22 gio 22 dom 22 mar 22 ven 22 lun 22 mar 23 ven 23 lun p C5 23 mer 23 sab 23 mar 23 mer 24 sab 24 mar 24 gio 24 dom 24 mer 24 gio 25 dom 25 mer 25 ven Natale 25 lun 25 gio 25 ven 26 lun 26 gio 26 sab Santo Stefano 26 mar 26 ven 26 sab 27 mar 27 ven 27 dom 27 mer 27 sab 27 dom Vancanze autunnali 28 mer 28 sab 28 lun 28 gio 28 dom 28 lun 29 gio 29 dom 29 mar 29 ven 29 lun 29 mar 30 ven 30 lun 30 mer 30 sab 30 mer 31 sab 31 gio 31 dom 31 gio Corsi Orari delle lezioni m = C1 Fiscalità svizzera internazionale: evoluzioni in atto C2 Accertamento della residenza fiscale in ambito internazionale m = C3 La stabile organizzazione: prospettive di modifica p = C4 Fiscalità finanziaria internazionale m/p = C5 Il beneficiario effettivo in ambito internazionale C6 Pianificazione societaria internazinale. Conformità fiscale delle scelte di business C7 Scambio di informazini e strumenti di cooperazione internazionale C8 US International Taxation e Accordi Svizzera - USA Orario Esame E Esame finale N.B. Il calendario potrà subire delle modifiche che saranno comunicate ai partecipanti in tempo utile

CAS in Compliance management

CAS in Compliance management CAS in Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito

Dettagli

Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione

Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione Presentazione Negli ultimi anni il settore finanziario ha compreso come la gestione del rischio costituisca

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

ALLAN LAPORTE Staff - Tax Compliance. certified public accountants tax & financial advisors. allan.laporte @funaro.com. www.funaro.

ALLAN LAPORTE Staff - Tax Compliance. certified public accountants tax & financial advisors. allan.laporte @funaro.com. www.funaro. certified public accountants tax & financial advisors www.funaro.com certified public accountants tax & financial advisors CHI SIAMO Funaro & Co. è uno studio di Certified Public Accountants e Dottori

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

10. Panoramica del sistema fiscale svizzero.

10. Panoramica del sistema fiscale svizzero. 10. Panoramica del sistema fiscale svizzero. Il sistema fiscale svizzero riflette l assetto federale del Paese, composto da 26 cantoni sovrani con circa 2 551 comuni indipendenti (al 1º gennaio 2011).

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLA FRANCIA

DICHIARAZIONE DELLA FRANCIA Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 17 aprile 2015 (OR. fr) Fascicolo interistituzionale: 2013/0025 (COD) 7768/15 ADD 1 REV 1 NOTA PUNTO "I/A" Origine: Destinatario: Oggetto: Segretariato generale

Dettagli

MANUALE DELL OCSE SULLA SENSIBILIZZAZIONE ALLA CORRUZIONE AD USO DEI VERIFICATORI

MANUALE DELL OCSE SULLA SENSIBILIZZAZIONE ALLA CORRUZIONE AD USO DEI VERIFICATORI CENTRE FOR TAX POLICY AND ADMINISTRATION ORGANISATION FOR ECONOMIC CO-OPERATION AND DEVELOPMENT MANUALE DELL OCSE SULLA SENSIBILIZZAZIONE ALLA CORRUZIONE AD USO DEI VERIFICATORI OECD Bribery Awareness

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

CIRCOLARE N. 30/E. Roma, 11 agosto 2015

CIRCOLARE N. 30/E. Roma, 11 agosto 2015 CIRCOLARE N. 30/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 agosto 2015 OGGETTO: Legge 15 dicembre 2014, n. 186, concernente Disposizioni in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all estero

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Etica: valore e concretezza L Etica non è valore astratto ma un modo concreto per proteggere l integrità dei mercati finanziari e rafforzare

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo (Fondazione) Atto di fondazione Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 web1486 / 04.2012

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli