Mario Maffi, Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari. Americana. Storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mario Maffi, Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari. Americana. Storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z"

Transcript

1 Mario Maffi, Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari Americana Storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z

2 La casa editrice, esperite le pratiche per acquisire i diritti di riproduzione delle immagini, rimane a disposizione di quanti avessero a vantare ragioni in proposito. (sito & estore) Facebook il Saggiatore editore il Saggiatore S.p.A., Milano 2012 Pubblicato in accordo con Grandi & Associati, Milano

3 Americana

4

5 Sommario Introduzione 13 A 21 Acri (160) 22 Actors Studio 23 Adamo americano 24 Alamo 26 Alien 27 Almanacchi 31 Amistad (e altri ammutinamenti) 32 Appalachia 35 Apple pie 38 Appomattox (e Ricostruzione) 39 Aquile solitarie 40 Architetture 43 Armi 47 Atlantico nero 51 B-B-Q 54 Back of the bus (o dei diritti civili) 55 Banane 59 Barataria 61 Barbie 64 Baseball 66 Basketball 68 Battelli a vapore 71 Bayou 72 Bebop 73 Bidoni della spazzatura 75 Big Apple 78 Big One e altre catastrofi 79 Bisbee e Butte 82 Boardwalk (Atlantic City) 84 Bordertowns 85 Bowery (New York) 87 Bowie Knife 90 Braceros 91 Broadway-I (o del teatro) 93 Broadway-II (o del musical) 96 Bronx (New York) 98 Caccia alle streghe 101 Cajun 103 Camelot 105 Campbell 108 Campi di detenzione 110 Cappucci bianchi 112 Carpetbaggers 113 Casa Simpson 115 Case stregate 118 Casi celebri 119 Castro (San Francisco) 124 Cataloghi 126 Central Park (New York) 129 Chewing-gum 132 Chicanos 133 Chinatown 135 Cinture 138

6 Città nude 139 Città sulla collina 141 Cittadine fantasma 142 Cittadine modello 145 Cittadine museo 147 Clam chowder (e altre zuppe) 149 Coca-Cola 151 Codice Hays 154 Colt & Winchester 155 Comics (Yellow Kid, Krazy Kat e gli altri) 157 Company town 160 Conestoga e prairie schooner 163 Coney Island (New York) 164 Congo Square (New Orleans) 166 Covenant 170 Cowboy 172 Crocevia 176 Dallas 178 Ddt (e primavere silenziose) 180 Department stores 181 Deserti 183 Destino manifesto 185 Dime novels 186 Diner 189 Disastri 191 Disneyland 194 Disordini 196 Dixie 200 Dollaro 200 Downtown 202 Drive-in 204 Dust Bowl 206 E.R. (o della sanità) 209 Eccezionalismo 212 Echo Park (Los Angeles) 213 Economia domestica 215 Edge cities 217 Enola Gay 218 Espatriati ed esuli 220 Esplorazioni 223 Esposizioni universali 227 Etnicità 229 Famiglie Ad(d)ams 233 Flamingo Hotel (Las Vegas) 234 Flappers 236 Football americano 238 Forte gelato (e altri -glish) 240 Frontiera 242 Fsa (o Fotografie della Grande depressione) 245 Furori (o Scritture della Grande depressione) 248 Gang 251 Gated communities 253 Gateway Arch (St. Louis) 254 Generazioni 257 Gentrification 261 Geremiade 263 Gettysburg 265 Gibson Girls 266 Gilded Age 267 Golden Gate Bridge (San Francisco) 272 Gotico americano 274 Graceland & Neverland 276 Grand Canyon 279 Grand Hotels 281 Grande depressione 283 Grandi pianure 287 Grandi tele 290 Grand Ole Opry (o della country music) 292 Grattacieli 295 Greenwich Village 298 Grunge (Seattle) 300 Guerra civile 302 Guerre indiane 305 Guide per emigranti 310 Gumbo e jambalaya 312 Halloween 315 Hamburger & fast food 316 Hardboiled 319 Harlem (New York) 322 Harley Davidson 325 Harpers Ferry 327 Hawaii 329 Haymarket Square (Chicago) 332 High School 334 Hollywood/land (Los Angeles) 337 Hoover (aspirapolveri, ma non solo) 339

7 Indian Mounds 343 Isole 343 Ivy League 345 Jazz Age 350 Jeans 352 Jim Crow (o della segregazione) 353 Kelvinator (frigoriferi e altro ancora) 355 Kfc (Kentucky Fried Chicken) 356 Kkk (Ku Klux Klan) 357 Kleenex e Tampax 361 K.O. 362 Kodak 366 Kosher 367 Kwanza 370 Levees 372 Liberty Bells 373 Linea del colore 374 Little Bighorn (1876) 376 Lobby & caucus 377 Louisiana Purchase (Acquisto della Louisiana) 381 Lower East Side (New York) 382 Maccartismo 385 Main Street 388 Mall 390 Marshmallows 392 Mason-Dixon Line 393 Melting pot 395 Menlo Park 397 Minstrel show 398 Miscegenation 401 Mississippi Delta 403 Model T 405 Molly Maguires 408 Motel 410 Movement 411 Muckrakers 415 Nerds 418 Newport Folk Festival (o della musica folk) 419 Niagara 422 Nuovo mondo 424 Nuyorican 428 Nylon 430 Occhi indiscreti (o della fotografia sociale) 433 Oil! 436 O.K. 439 Okies 440 Olimpo americano 441 Ombre gialle 445 Ombre rosse 447 Oro! 450 Oz 454 Pageants 456 Passing 458 Peanuts 461 Pesci gatto (e altri animali mitici) 463 Phi Beta Kappa 467 Piccole città 469 Piccole donne 471 Piccole donne crescono 474 Piccoli uomini 477 Pinkerton Detective Agency 479 Piste e sentieri 480 Plymouth Rock 485 Pony Express 486 Popcorn 487 Porch 489 Porkopolis 490 Posse e vigilantes 493 Potlatch e Pow Wow 495 Progetto Manhattan 496 Proibizionismo 498 Promontory Point (o delle ferrovie) 501 Pueblos (Santa Fe e Taos) 504 Quakers, Shakers, Mormons (e altre denominations) 507 Quilt 512 Radio 515 Rags to riches 518 Ragtime & Honky Tonk 520 Rap 522 Red Scare 524 Redneck 526

8 Ringraziamento 528 Rivolte di schiavi 529 Rivoluzione americana 533 Robber barons 536 Robot (e SF) 539 Rodeo 543 Roswell (e Area 51) 544 Route 66 e Highway Rushmore 549 Sachem e sagamore 551 Salem 553 Saloon 555 Sand Creek (1864) e Wounded Knee (1890) 557 Sandwich e hot dog 558 Sbarre 560 Scimmie alla sbarra 564 Sciopero! 565 Sciroppo d acero 573 Seneca Falls (o del femminismo) 574 Serie tv 576 Silicon Valley 582 Skeleton Canyon 585 Skid Row 586 Southern belle e (Steel) magnolia 586 Splendide guerricciole 589 Spoon River (o dei cimiteri) 591 Stagecoach 595 Stampede 595 Stelle e strisce 596 Stonewall 598 Storyville 601 Strani frutti 602 Strip 605 Suburbs 607 Supereroi 610 Surf (& skate) 613 Tacchino 616 Tall tale 617 Tea Party 620 Teatri viventi 622 Teddy Bear 623 Televangelisti 624 Tendoni da circo 626 Teoria del complotto 628 Three Mile Island (o del nucleare) 630 Tin Pan Alley 632 Tombstone, Abilene, Dodge City 634 Tranquillanti 636 Triangle Shirtwaist Company (New York 1911) 639 Trickster e con-men 640 Trout fishing (o della pesca) 644 Tuskegee 646 Uncle Sam 648 Underground Railroad 649 Union Station (Kansas City) 651 U.S.A. 653 Vagabondi 656 Vampiri 658 Vaudeville 660 Veterani 662 Vicksburg 665 Vie d acqua 666 Vietnam 669 Waco, Columbine e dintorni 674 Wall Street 679 Wanted!-i 681 Wanted!-ii 687 Wasp 691 Watergate 692 Watts Towers (Los Angeles) 694 Wells Fargo 696 «Which Side Are You On?» 696 Whiskey 699 White City (Chicago) 701 Wild West Show 705 Wilderness 708 Wobblies 711 World Trade Center (New York) 714 Xerox & Apple 717 Yankee 720 Yoghi (Yellowstone, Yosemite e altri parchi) 721 Ziegfeld Follies 725 Ziti, zeppole e capocollo 726

9 Zoot suit 728 Zucche e cocomeri 730 Zydeco (o dei fagiolini) 731 Zzv 732 I testi 733 La musica 749 I film 755

10

11 Introduzione Si fa presto a dire «America». Tutti sembrano conoscerla, molti l hanno vista dal vero, i più in immagine (e come non vederla? i film, le fotografie, le pubblicità, la televisione), oppure l hanno sentita in musica e canzoni (e come non sentirla? il blues, il jazz, il rock, e l enorme resto). Molti l immaginano o la ricordano, oppure ne conoscono a tasselli la geografia fisica, sociale, culturale: forse sanno dirvi dov è Los Angeles e dov è Mineola, dove corre la faglia di Sant Andrea e dove nasce il Colorado River, che cosa vollero dire la Ricostruzione e il Proibizionismo, la «guerra della Contea di Johnson» e la carica di San Juan Hill, che cosa scrissero Henry James e David Foster Wallace e Charlotte Perkins Gilman e Phillis Wheatley, che cosa fu «Camelot» e chi furono i «baroni predatori», che cos è un saguaro e che cosa un bayou, che cosa un marshmallow e che cosa un Kelvinator. Oppure no: l ignorano, e non gl importa gran che di saperlo, al di là dell eco che risuona quando si pronuncia questo o quel nome o fatto. Molti l amano di un amore infantile, senza confini, che non accetta contestazioni o critiche (c è pur sempre un «ma» da contrapporvi, e dopo quello un altro, e un altro ancora); altrettanti la odiano di un odio intenso e totalizzante, senza remissioni (e la realtà di ieri e di oggi, in parecchi suoi aspetti, non fa che complicare le cose). Poi, però: che cos è l «America»? dove sta l «America»? è proprio questa l «America», quella che si crede di conoscere o che si vorrebbe, amandola e odiandola, «coabitandola» per scelta o di necessità? sta proprio là dove si crede e s immagina? O forse sta altrove, un «altrove» difficile da collocare, arduo da riconoscere? In fondo, che cosa capitò a Cristoforo Colombo, che ci s imbatté mentre cercava altro («È stato bellissimo scoprire l America. Ancor più bello sarebbe stato mancarla», Mark Twain)? E che cosa capita all immigrato clandestino che guada di notte il Rio Bravo rischiando la vita in cerca di qualcosa di piccolo ed enorme («So che amore e fortuna saranno miei / da qualche parte oltre il confine», Bruce Springsteen)? Ebbe a scrivere Waldo Frank, scrittore e critico, in un epoca fra gli anni venti e gli anni trenta del Novecento in cui l identità del paese era soggetta a continue, brusche trasformazioni: «Andiamo tutti in cerca dell America, e nel cercarla la creiamo». Si fa presto a dire «America». Come ogni altro paese (ma forse con una nettezza più evidente, con contorni più taglienti, per il fatto di essere, o di essere stata per più d un secolo, nel bene come nel male, un punto di riferimento obbligato), l «America» non è quel blocco unico che vorrebbe tanta parte di un ostinata falsa coscienza corrente, incapace di vedere la complessità

12 14 Americana e la fluidità, le fratture e le contraddizioni, le spaccature profonde sotto la superficie. Che invece ci sono e sempre si fanno sentire e vedere: affiorano di colpo, si allargano e si ricompongono, per correre di nuovo, a lungo, là sotto, e poi riaffiorare (davvero impreviste?), facendo saltare la crosta, la corazza. E allora per qualche tempo ci s interroga: «Ma come? da dove vengono queste strane tensioni? queste incomprensioni? questi moti subitanei? questi individui e questi gruppi? queste ombre lunghe? È davvero questa l America?». Per quasi quarant anni, ho cercato di insegnare che cos è l «America», da quando nacque nell immaginario europeo per trasformarsi in territorio di conquista, a quando divenne Stati Uniti d America fino a un oggi che la vede in declino. Non so se ci sono riuscito: proprio l invadenza della sua cultura, riflesso della potenza d un secolo e più, la rende a volte inafferrabile, indicibile, ostica al contatto che afferra una sorta di grande Moby Dick in perpetua navigazione sulle rotte oceaniche, la cui cattura può voler dire, al contempo, un drammatico naufragio Eppure, la frequente, rinnovata sorpresa, colta negli occhi degli studenti nell arco di quei quasi quarant anni, mi ha detto che, forse, sì, una percezione più articolata di questa storia, società, cultura, è passata attraverso le parole pronunciate come credo sia passata attraverso le parole scritte nei libri con cui ho cercato di sentire, afferrare e trasmettere ciò che andavo scoprendo dell «America». E allora, a un certo punto, c è stato il bisogno di un contenitore in cui versare i numerosi ingredienti diversi, isolandoli prima a uno a uno, per meglio fissarli, definirli, inquadrarli, e farli poi interagire tra loro: non con l impossibile e tracotante obiettivo di «dire l America», di «dir tutto sull America», ma di cogliere, sulla base anche di suggestioni, orientamenti, manie e interessi personali, almeno una parte di quella complessità che è in sé affascinante ed eloquente, si tratti di questo o di qualunque altro paese (storia, società, cultura, ecc.). Un tentativo in cui ho coinvolto (un po capitano Achab) tre giovani e brillanti studiosi (Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari), che nell ultimo decennio hanno collaborato con me, nelle aule e nei corridoi di un Accademia che li ha conosciuti e riconosciuti solo in maniera precaria, troppo precaria, nonostante i vigorosi contributi che hanno offerto alla materia. E insieme ci siamo imbarcati. In un testo famoso quanto controverso (Classici americani, del 1924), l inglese D.H. Lawrence, che conosceva l «America» da par suo e a modo suo, con malcelata ironia individuava nel «lavoro dell idraulico» e nella «salvezza del mondo» le «due grandi specialità americane». Come dire: la disposizione pragmatica, fattuale, quotidiana e comune, e l afflato progettuale, spesso retoricamente ambiguo o ambiguamente missionario: i due estremi, i due ossimori, i due poli in opposizione dialettica, della società e cultura di quel paese. Con le voci che seguono, abbiamo cercato di rilevare e disegnare il territorio intermedio, accidentato, variegato, traboccante di grandi slanci e fascinosi paesaggi a volte e, altre volte, di oscure tragedie e odiosi risvolti senza dimenticare, senza trascurare quei due estremi, ma scavando anche in essi, a nervi scoperti. Lo abbiamo fatto, non nell illusione di distendere sull intero territorio le pagine di questo dizionario un po così, perché sarebbe stato impossibile e anche inutile: lo abbiamo fatto piuttosto sulla base di quanto ciascuno di noi e noi quattro insieme abbiamo sentito come essenziale, utile, rivelatore, o anche solo urgente perché poco noto, o sconcertante, o emozionante per noi stessi (una sfida, se volete) stimolati da una frase di Henry Miller («ricordati di ricordare») e da un verso di Leslie Marmon Silko, scrittrice di origini pueblo («senza le storie non possediamo niente»), che andrebbero sempre tenuti a mente. Lo abbiamo fatto in base alle nostre passioni (o, viceversa, antipatie), che come sempre risultano selettive: ci troverete molto Mark Twain, per esempio, per quel suo sguardo rivelatore in quanto lucido e polemico delle contraddizioni del paese e della sua cultura; ci troverete molta geografia

13 Introduzione 15 (non quanto avremmo voluto, a dir il vero!), perché, come ebbe a scrivere il poeta Charles Olson nel 1947, «il fatto centrale per l uomo nato in America» è lo «spazio» (scritto maiuscolo), «una terra maledettamente vasta fin dagli inizi»; ci troverete la cultura popolare e di massa, la cultura materiale, nel loro dinamico interagire, nel loro continuo ribollire e traboccare, nel loro alimentare e ossigenare ciò che ancora ci si ostina a chiamare «cultura alta» (whatever that means); parecchi episodi e movimenti collettivi, e pochi individui (e quei pochi «sottomessi» a scenari più ampi), perché così ci è parso necessario, anche per rovesciare il luogo comune sull «individualismo americano»; e gli sconosciuti e i dimenticati (fatti e persone) piuttosto che i noti; e così via, di passione in passione (di antipatia in antipatia). Ci siamo dati fin dagli inizi un limite temporale (grosso modo, la metà degli anni settanta del Novecento, con inevitabili e ovvi sforamenti), per non caricare troppo di attualità e contemporaneità un esplorazione che richiede sempre e comunque un certo distacco prospettico: per meglio cogliere la topografia che ci sta davanti. Abbiamo cercato di fondere l «America» (tra virgolette: la dimensione mitica, retorica, con cui, volenti o nolenti, abbiamo a che fare) e gli Stati Uniti d America (senza virgolette: l oggettività, la concretezza, senza escludere la lettura e l interpretazione personale). Abbiamo discusso ogni singola voce fra di noi, e poi insieme le abbiamo riviste a una a una (con il prezioso contributo di una lettrice attenta come Laura Grandi e grazie all entusiastica pazienza di Luca Formenton e alla cura di Chiara Girolami), prendendoci per ciascuna d esse la responsabilità individuale di ciò che s è cercato, trovato e proposto. E abbiamo lavorato nella consapevolezza che tanto sarebbe rimasto anche così fuori dei nostri percorsi e discorsi: cose piccole e cose grandi, certo. Com è inevitabile, come avviene in ogni viaggio alla ricerca di qualcosa. Ne è venuto fuori non una storia degli Stati Uniti e nemmeno una storia della cultura o della letteratura americane; non un dizionario biografico; non un repertorio: è venuto fuori un insieme di voci che è in realtà un succedersi di storie di racconti lunghi e corti, ridenti e dolenti, legati gli uni agli altri pur nella loro individualità (di soggetti, come pure di scrittura e di approccio). È venuto fuori quel che scoprirete nelle pagine che seguono. È stato entusiasmante, è stato divertente, è stato difficilissimo. Com è giusto. E speriamo che così sia anche per chi ci leggerà: che si appassioni, che si diverta, che si esalti e s infuri, che si lasci afferrare dalle complessità, dalle difficoltà, dalle contraddizioni, dalle bellezze come dalle brutture. Ora, la caccia è aperta, alle omissioni, agli errori e alle imprecisioni: per esse, in anticipo ci cospargiamo il capo di cenere. P.S.: Due parole sul titolo, non semplice da trovare. Lo sappiamo: è già stato usato (da Elio Vittorini per la sua celebre antologia del 1942); ma in altri tempi e contesti, e con altri contenuti. Abbiamo pensato che fosse il più adatto ad «abbracciare» questo nostro libro e crediamo che Vittorini sarebbe stato d accordo. Mario Maffi novembre 2011 ottobre 2012

14

15

16

17

18

19 A Nell alfabeto culturale statunitense, la lettera «A» contempla tanti e diversi volti: è l iniziale di America, di Adamo americano ( ), di Arte Eppure la lettera A più famosa della letteratura del Nuovo mondo è probabilmente il brandello di stoffa rossa ornato d oro e cucito sul petto di Hester Prynne, nel romanzo di Nathaniel Hawthorne La lettera scarlatta (1850). In una grande stanza al secondo piano della vecchia dogana di Salem, un narratore che somiglia molto allo stesso Hawthorne racconta di essersi imbattuto in un antica pergamena, fra le cui pagine trova un pezzo di tessuto rosso a forma di A. I fogli in cui è avvolta la stoffa raccontano la storia di Hester che, giunta dall Europa nella Salem puritana della fine del XVII secolo precedendo l anziano marito (il luciferino Roger Chillingworth), commetterà adulterio con il pastore locale Arthur Dimmesdale e avrà da questi una figlia, Pearl. La punizione inflitta dalla comunità a Hester è l obbligo di indossare sempre una A scarlatta cucita sul petto, sia per il peccato commesso, sia per non aver mai voluto rivelare l identità del suo amante. Dopo la morte di Dimmesdale, ucciso da un attacco di cuore subito dopo aver chiamato a sé Hester e Pearl e aver confessato la propria colpa dinanzi all intera comunità, Hester lascerà Salem con la figlia. Vi farà ritorno da sola anni dopo, e qui si dedicherà a opere di carità, divenendo un punto di riferimento per emarginati e bisognosi. Alla sua morte, Hester verrà seppellita accanto a Dimmesdale: la lapide comune a ricordo delle loro vite recherà incisa a sua volta quella A che la coppia aveva reso simbolo delle loro travagliate esistenze. La lettera scarlatta racchiude in sé molteplici significati: nelle intenzioni dei ministri che hanno condannato Hester indica ovviamente l Adulterio, il tradimento e non solo nei confronti del marito, ma soprattutto dell intera comunità, delle sue ferree regole e delle sue rigide gerarchie di genere. Agli occhi del lettore tuttavia, la A diverrà anche il simbolo della forza della protagonista, capace (Able) e ammirevole (Admirable) nella sua ferma e coraggiosa accettazione del ruolo di Altro. Attraverso la sua condotta esemplare e le opere di beneficienza, l Adultera Hester si trasfigura nel racconto quasi in un Angelo: per questo forse è l unica a non venir bruciata dal fuoco che la lettera scarlatta sembra sprigionare quel fuoco che anche il narratore avverte al contatto con la stoffa quando, nella soffitta, accosta il brandello di tessuto al corpo. Il rosso, il fuoco, le colpe reali e presunte, la condanna, la punizione e l espiazione: co-

20 22 Acri (160) me non vedere nella parabola di Hester una storia che va ben oltre la fiction? A cominciare ovviamente dalle fiamme su cui, nell isteria collettiva di fine Seicento, vennero portati al rogo proprio in quel di Salem eretici (e ancor più eretiche) accusati di stregoneria. E più in generale, come non vedere dietro a quella lettera la violenza nei confronti di tutti coloro che, fin dagli albori della storia americana, erano considerati Altro ( Alien) Native Americans, schiavi, donne, dissidenti religiosi e politici e per cui le fiamme, reali e metaforiche, erano sempre in agguato? Forse allora, a dispetto delle intenzioni della comunità, la A che Hawthorne cuce sul petto di Hester non è lo stigma di un peccato individuale, ma l emblema delle colpe della società: non la A di Adulterio, ma la A di un America repressiva fino alla violenza, in grado di marchiare e recidere i corpi e le vite degli Altri, dentro e fuori dalle pagine di un libro. Bibliografia Sacvan Bercovitch, The Office of the Scarlet Letter, Johns Hopkins University Press, Baltimore Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta (1850), Einaudi, Torino C. SCHIA. Acri (160) Allo sguardo europeo, una mappa geopolitica degli Stati Uniti appare come una sorta di piano geometrico: al di là dei monti Appalachi ( Appalachia), le linee di confine tra i diversi stati disegnano le forme squadrate dei cassetti di un archivio. Per non dire delle piante delle città americane, carte millimetrate fatte di blocchi perfettamente regolari in cui sembra impossibile perdersi. Tanta precisione catastale deriva dal famoso «reticolo» (grid) proposto da Thomas Jefferson e approvato dal Congresso Continentale con il nome di Land Ordinance (alla base del Public Land Survey System) nel Si tratta di una razionalizzazione territoriale senza precedenti e consiste nell organizzazione amministrativa del paese in rettangoli di 6 miglia quadrate, a loro volta suddivisi in unità di 160 acri, l equivalente di 64 ettari, e in appezzamenti via via più piccoli, misurati sul quadrato (i 160 acri sono ¼ di ¼ di una sezione). Il tutto sorvolando sulla configurazione naturale di un paese che, scorporato in tante scatole, potrà essere più facilmente messo in vendita e comprato. Se l intera espansione verso ovest sarà scandita dal «reticolo» grazie allo Homestead Act, la legge del 1862 che garantisce 160 acri a chiunque voglia coltivarli al prezzo di un dollaro e venticinque ad acro, ancora più popolari nella storia del paese saranno i 40 acri dei lotti di terreno appaltati alle ferrovie ( Promontory Point) e dei «40 acri e un mulo» destinati, sulla carta, agli ex schiavi neri resi liberi a Guerra civile ( ) conclusa (1865) e ricordati oggi, provocatoriamente, dalla casa di produzione cinematografica 40 Acres and a Mule Filmworks del regista afroamericano Spike Lee. Di fronte all enorme varietà climatica e geologica nordamericana i 160 acri nella mediterranea California non sono certo equiparabili a quelli dell arido Wyoming, le rigide partiture dello Homestead Act mostreranno presto i loro limiti sulla pelle dei tanti contadini trasformati in coloni indipendenti. Alle prese con siccità cicliche, terreni poco irrigui e altri flagelli naturali, gli «homesteaders» falliranno economicamente e saranno spesso costretti a migrare altrove, secondo un copione che si ripeterà, su scala ancora più vasta, durante la Dust Bowl ( ), negli anni trenta del Novecento. Paradigmatica, in questo senso, è la vicenda dei fattori del Kansas a cui, nel 1874, complice una biblica invasione di cavallette, non resta che abbandonare le proprie terre al motto di: «Di Dio ci siam fidati, nel Kansas siam scoppiati».

21 Actors Studio 23 Bibliografia Andro Linklater, Misurare l America. Come gli Stati Uniti d America sono stati misurati, venduti e colonizzati, Garzanti, Milano Ted Steinberg, Down to Earth. Nature s Role in American History, Oxford University Press, New York C. SCAR. Actors Studio L intensa fragilità di Marlon Brando in Un tram che si chiama desiderio (1951) e Fronte del porto (1954), l aristocratico distacco di Ann Bancroft ne Il laureato (1967), la versatilità di Al Pacino, capace di dare corpo ai freddi gangster calcolatori de Il padrino (1972) o Scarface (1983) ma anche allo sconfitto protagonista di Paura d amare (1991), il pathos tragico di Kim Stanley ne La divina (1958): sono solo alcune delle performance che hanno reso popolari gli attori passati attraverso il laboratorio teatrale dell Actors Studio, fondato nel 1947 a New York dal regista Elia Kazan ( Caccia alle streghe), dall attore Robert Lewis e dalla regista e produttrice teatrale Cheryl Crawford. I tre avevano preso parte, negli anni trenta, al collettivo teatrale del Group Theatre ( Teatri viventi) e, con il nuovo laboratorio, intendevano riproporre quanto di prezioso era nato in quell esperimento, evitando al contempo di ripetere gli errori che avevano portato alla sua dissoluzione. L Actors Studio, che, dopo alcuni trasferimenti, fissò la sede definitiva in una ex chiesa presbiteriana nella 44ª Strada Ovest, si propose come laboratorio dedicato al perfezionamento tecnico per attori, i quali sarebbero stati liberi di seguire le rispettive carriere. L obiettivo principale era poi quello di evitare di avventurarsi in produzioni dispendiose che difficilmente avrebbero generato un ritorno economico soddisfacente. La continuità tra le due esperienze fu cementata quando, a causa dei numerosi impegni a Broadway ( ) e in seguito a Hollywood, Kazan si avvide di non poter garantire continuità all insegnamento e chiese la collaborazione di Lee Strasberg, uno dei fondatori, insieme alla Crawford e a Harold Clurman, del Group Theatre nel Entrambi di origine ebraica e cresciuti nel Lower East Side ( ), dove erano rimasti affascinati dal teatro yiddish ( Kosher), Strasberg e Clurman avevano seguito i corsi tenuti nel 1925 da Richard Boleslavskij, un allievo di Konstantin Stanislavskij, il direttore del Teatro d Arte di Mosca famoso per il metodo di recitazione che aveva rivoluzionato il palcoscenico. Ed erano convinti che il solco tracciato dalla scuola russa fosse la direzione da seguire: nonostante i buoni riscontri commerciali, infatti, il teatro statunitense soffriva ancora per la scarsa professionalità degli attori, i quali spesso, a causa dei ritmi serrati del cartellone stagionale, avevano pochissimo tempo per imparare una parte e sviluppare un intesa tra di loro. Selezionato un gruppo di attori a cui prospettarono poca fama e pochi soldi, ma in compenso un esperienza professionale ricca e appagante, il gruppo andò in ritiro per tutta l estate in una fattoria del Connecticut, dove iniziò a lavorare e a vivere come in una sorta di comune. Nella reclusione bucolica, la compagnia si concesse il lusso di provare a lungo, esplorando nuove strade per affrontare le parti e prescindendo dai trucchi del mestiere a cui ricorreva la maggior parte dei professionisti. Sulla spinta di Strasberg, agli attori venne chiesto di lavorare sulla memoria affettiva, ovvero di rintracciare il coacervo di emozioni causate da determinate situazioni e usarlo per creare il personaggio. Un altro punto importante era l improvvisazione, che aveva lo scopo di liberare l attore dalla tirannia del testo scritto, stimolarne la creatività e dare corpo ai sentimenti come componente determinante dell azione fisica sul palcoscenico. La prima messa in scena, nell autunno se-

22 24 Adamo americano guente, fu The House of Connelly, dramma in stile cechoviano di Paul Green. La notorietà arrivò qualche anno dopo, quando la stretta collaborazione con il drammaturgo Clifford Odets partorì i successi Aspettando Lefty (1935) e Svegliati e canta! (1935), opere dal forte contenuto sociale che sfruttavano le risorse del gruppo per dare forma ad affreschi di vita collettiva. Le ristrettezze finanziarie, la scarsità di buoni copioni e alcune polemiche sul reale insegnamento del maestro Stanislavkij (l attrice Stella Adler aveva incontrato di persona il regista a Mosca, e questi le aveva rivelato di ritenere la memoria affettiva ormai superata), insieme alle offerte di Hollywood, contribuirono a dissolvere il gruppo sul finire del decennio. Messe da parte le vecchie ruggini, Strasberg si calò con foga nella nuova avventura, impostando i corsi non sull insegnamento di tecniche, ma sulla risoluzione di problemi concreti, lavorando su parti e ruoli specifici. Oltre alla memoria affettiva e all improvvisazione, Strasberg puntò sul lato sensoriale e «animale» della performance, invitando gli attori a tenere conto delle condizioni atmosferiche e ambientali precisate nella sceneggiatura e sui momenti privati quegli istanti in cui il personaggio si trovava da solo in scena. Ai corsi di recitazione si affiancarono lezioni di scherma, dizione, movimento e anche un laboratorio di scrittura al cui interno si sperimentò la stesura di opere a partire dalla collaborazione tra drammaturghi e attori: Hatful of Rain (1955) di Michael Gazzo, Zoo Story (1958) di Edward Albee e Notte dell Iguana (1961) di Tennessee Williams furono sviluppate durante le sessioni del laboratorio. Lunga è la lista degli alunni passati sotto la tutela di Strasberg, e non sempre l esperienza fu positiva. Basti per tutti il caso di Marylin Monroe: l attrice frequentò per un anno (1955) l Actors Studio, dove si sottopose con diligenza alle cure del maestro. Secondo il regista Billy Wilder, ciò le fu fatale: «Prima Marylin era come un equilibrista inconsapevole del vuoto che le stava sotto. Dopo l Actors Studio si è resa conto del vuoto». Così, tutt altro che «svampita» come invece la si volle dipingere anche fuori della finzione, perse per sempre la spontaneità e la freschezza. E forse qualcosa di più. Bibliografia Mel Gordon, Il sistema di Stanislavskij: dagli esperimenti del Teatro d Arte alle tecniche dell Actors Studio, Marsilio, Venezia Foster Hirsch, A Method To Their Madness: the History of the Actors Studio, W.W. Norton, New York S.M.Z. Adamo americano Se fin dagli inizi l America si pone come terra promessa, paradiso ritrovato, giardino dell Eden, allora lì ci sarà anche un Adamo (quanto a Eva, le cose sono più complesse). Escluso che possa essere un indiano (che semmai diviene presto incarnazione del demonio), quell Adamo specie a partire dagli inizi dell Ottocento, quando ormai si può parlare di nazione americana si svilupperà, sul piano culturale, attraverso un processo di aggregazione di caratteri, reali e fantastici, in cui la letteratura giocherà un ruolo primario. Istintivo, coraggioso, incorrotto, ingegnoso, semplice e generoso, nemico delle false complessità del vivere civile e urbano, amico della natura di cui conosce ogni segreto, capace di parlare la lingua di piante, animali e indigeni, amante degli spazi aperti, in rapporto contraddittorio con i Native Americans (e con le donne: dunque, per lo più scapolo), ribelle e insofferente di perbenismo, autorità costituite, normative calate dall alto, diffidente nei

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera.

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. OLYCOM INTERVISTA Ennio Morricone A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. Il 16 giugno Ennio Morricone è a Monza nei Giardini di Villa Reale per

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Camera con vista. di Edoardo E. Macallè. NIKKAIA Strategie. 7 aprile 2013. per il fine settimana

Camera con vista. di Edoardo E. Macallè. NIKKAIA Strategie. 7 aprile 2013. per il fine settimana Camera con vista per il fine settimana di Edoardo E. Macallè 7 aprile 2013 NIKKAIA Strategie 1 L ultima volta: Quel che vedete qui sopra è un articolo dell aprile 1911, tratto dal New York Times, ed il

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Giorni 1-3: New York. Giorni 4-5: San Francisco. Giorno 6: Yosemite National Park

Giorni 1-3: New York. Giorni 4-5: San Francisco. Giorno 6: Yosemite National Park VIAGGIO DI NOZZE ATTILIO & BARBARA NEGLI IU-ESS-EI LUGLIO AGOSTO 2016 Giorni 1-3: New York La nostra luna di miele partirà dalla Grande Mela. New York è sicuramente la meta più battuta degli States, il

Dettagli

Paolo Beneventi David Conati

Paolo Beneventi David Conati Paolo Beneventi David Conati L animazione teatrale costituisce un momento molto importante della formazione di tutti, non solo dei bambini ma anche degli adulti. IMPARIAMO LE REGOLE Il teatro è soprattutto

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

L immaginario tecnologico 2

L immaginario tecnologico 2 L immaginario tecnologico 2 Storia dell Informatica e della Comunicazione Digitale Federico Gobbo federico.gobbo@uninsubria.it Università dell Insubria, Varese CC Alcuni diritti riservati. A.A. 2009-10

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

E un grande illusionista, Cees Nooteboom, un maestro nella creazione di effetti di rispecchiamento, di eco, di rifrazione. I suoi romanzi sono abili

E un grande illusionista, Cees Nooteboom, un maestro nella creazione di effetti di rispecchiamento, di eco, di rifrazione. I suoi romanzi sono abili POSTFAZIONE 389 390 E un grande illusionista, Cees Nooteboom, un maestro nella creazione di effetti di rispecchiamento, di eco, di rifrazione. I suoi romanzi sono abili costruzioni in cui il lettore viene

Dettagli

La nostra luna di miele. Angeles, ci abbandoniamo al pensiero del nostro tanto sognato. E dopo il fatidico Sì. Il nostro Hotel Loews Santa Monica

La nostra luna di miele. Angeles, ci abbandoniamo al pensiero del nostro tanto sognato. E dopo il fatidico Sì. Il nostro Hotel Loews Santa Monica E dopo il fatidico Sì La nostra luna di miele Sognando California, le note di un famoso refrain ci tornano improvvisamente in mente mentre, in volo verso l eccentrica Los Angeles, ci abbandoniamo al pensiero

Dettagli

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech Dopo il Silenzio Di Pietro Grasso Presentazione di regia Di Alessio Pizzech Dopo la significativa esperienza di Per non Morire di mafia, tratto dall omonimo libro, che dopo il fortunato battesimo Spoletino

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

X edizione de I Colloqui Fiorentini Nihil Alienum Alessandro Manzoni Sentir, riprese, e meditar. Intervista Raffaele Cavalluzzi 1

X edizione de I Colloqui Fiorentini Nihil Alienum Alessandro Manzoni Sentir, riprese, e meditar. Intervista Raffaele Cavalluzzi 1 XedizionedeIColloquiFiorentini NihilAlienum AlessandroManzoni Sentir,riprese,emeditar IntervistaRaffaeleCavalluzzi 1 ValerioCapasa:«Sentiremeditar»puòsintetizzarel approcciodimanzoniallarealtàsottoilvigilesostegnodella

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA KazimirMalevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione.

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione. Un film racconta una serie di azioni che delle persone compiono in determinate situazioni. Per iniziare a scrivere una sceneggiatura bisogna avere un idea di cosa si vuol far fare a queste persone, ai

Dettagli

«Amore non è guardarsi a vicenda, ma guardare insieme nella stessa direzione» (Antoine De Sanit-Exupèry) Il viaggio di nozze. Valeria e Marcello

«Amore non è guardarsi a vicenda, ma guardare insieme nella stessa direzione» (Antoine De Sanit-Exupèry) Il viaggio di nozze. Valeria e Marcello «Amore non è guardarsi a vicenda, ma guardare insieme nella stessa direzione» (Antoine De Sanit-Exupèry) Il viaggio di nozze di Valeria e Marcello Crociera e... Stati Uniti Dubrovnik Santorini Il nostro

Dettagli

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Prima Lezione Come nasce una storia Il materiale necessario ad uno scrittore Il corso che viene presentato, di

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 24 giorni Dall 7 Agosto al 30 Agosto 2016

U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 24 giorni Dall 7 Agosto al 30 Agosto 2016 U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 24 giorni Dall 7 Agosto al 30 Agosto 2016 PROGRAMMA DI VIAGGIO GIORNO 1 7 agosto - Italia - Los Angeles Partenza da Milano o Roma. Arrivo a Los Angeles previsto

Dettagli

Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC)

Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC) Tesi di Laurea: Per un archivio scolastico della memoria. Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC) Lorena Maugeri Indice PREMESSA pag.4 PARTE PRIMA: MIGRAZIONI pag.12 Cap. I.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 23 giorni Dall 11 giugno al 3 luglio 2016

U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 23 giorni Dall 11 giugno al 3 luglio 2016 U.S.A in CAMPER I grandi parchi dell Ovest 23 giorni Dall 11 giugno al 3 luglio 2016 PROGRAMMA DI VIAGGIO GIORNO 1 11 giugno - Italia - Los Angeles Partenza da Milano o Roma. Arrivo a Los Angeles previsto

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI LINGUA CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO ALUNNO 1 PROVA DI COMPRENSIONE DEL TESTO Leggi

Dettagli

L UMANITA E I SUOI ARCHETIPI

L UMANITA E I SUOI ARCHETIPI IL LINGUAGGIO URBANO Il concetto di arte scivola un pò sempre a secondo dei tempi e delle mode culturali. Oggi scivola malamente anche in nome di uno scaltro mercato creando confusione e spaesamento. Come

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

T r a n s e u r o p A

T r a n s e u r o p A T r a n s e u r o p A EDIZIONI a cura di errico buonanno introduzione di chiara gamberale io, chiara e l oscuro t r a n s e u r o p a inaudita big La collana si propone di mostrare il laboratorio segreto

Dettagli

UGUALI MA DIVERSI In viaggio con La nuvola blu

UGUALI MA DIVERSI In viaggio con La nuvola blu LA LUNA AL GUINZAGLIO Presenta UGUALI MA DIVERSI In viaggio con La nuvola blu Laboratorio teatrale per le scuole primarie sul tema della tolleranza e della diversità DESCRIZIONE Ci sono molti modi per

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE Conversazioni e consigli di dieci famiglie italiane Disegni di Alfredo Pompilio Dellisanti MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE (Conversazioni

Dettagli

Le traduzioni italiane di letteratura danese, una breve storia

Le traduzioni italiane di letteratura danese, una breve storia Le traduzioni italiane di letteratura danese, una breve storia Prima di affrontare questa storia molto concisa delle traduzioni italiane di letteratura danese va fatta una precisazione: per letteratura

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Scrittore americano, autore di testi teatrali, saggista, ritrae in dettaglio la vita nell America contemporanea.

Scrittore americano, autore di testi teatrali, saggista, ritrae in dettaglio la vita nell America contemporanea. Scrittore americano, autore di testi teatrali, saggista, ritrae in dettaglio la vita nell America contemporanea. Tocca temi come le guerre nucleari, lo sport, la televisione, la complessità dei linguaggi,

Dettagli

Michelangelo Antonioni, nato a Ferrara nel 1912, studiò per diventare direttore di documentari e lavorò, tra gli altri, con Roberto Rossellini.

Michelangelo Antonioni, nato a Ferrara nel 1912, studiò per diventare direttore di documentari e lavorò, tra gli altri, con Roberto Rossellini. Michelangelo Antonioni, nato a Ferrara nel 1912, studiò per diventare direttore di documentari e lavorò, tra gli altri, con Roberto Rossellini. Iniziò la sua carriera con il documentario breve Gente del

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

ELENCO MATERIALE DI SCIENZE

ELENCO MATERIALE DI SCIENZE ELENCO MATERIALE DI SCIENZE Disney - Esplora: tutto il mondo delle Scienze L acqua (ed. De Agostini Disney - Esplora: tutto il mondo delle Scienze Il pianeta Terra (ed. De Disney - Esplora: tutto il mondo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

È scontato che, di questi tempi, nei discorsi dei politici, sui media, si

È scontato che, di questi tempi, nei discorsi dei politici, sui media, si queste istituzioni n. 158-159 luglio-dicembre 2010 La crisi, il futuro, e i giovani di Laura balbo È scontato che, di questi tempi, nei discorsi dei politici, sui media, si porti l attenzione sugli effetti

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

BERNARI FOTOGRAFO. ENRICO BERNARD Roma

BERNARI FOTOGRAFO. ENRICO BERNARD Roma BIBLIOTECA DI RIVISTA DI STUDI ITALIANI INEDITI BERNARI FOTOGRAFO ENRICO BERNARD Roma Tra quelli che Bernari definiva autoironicamente i miei mille mestieri, scrittore, giornalista, sceneggiatore, traduttore,

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

I cinesi, i cinesi, i cinesi

I cinesi, i cinesi, i cinesi I cinesi, i cinesi, i cinesi Si fa un gran parlare dei cinesi. Stanno invadendo tutto, dicono. Naturalmente da un punto di vista economico. Si sono adeguati al mercato globale, hanno accettato le regole

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Documentario 70anni ANICA soggetto di Annarita Campo

Documentario 70anni ANICA soggetto di Annarita Campo Documentario 70anni ANICA soggetto di Annarita Campo Il documentario inizia con una panoramica dei luoghi più significativi di Roma: il Colosseo, Piazza San Pietro, Trinità dei Monti, Fontana di Trevi,

Dettagli

Gli sposi ringraziano tutti per aver contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno :

Gli sposi ringraziano tutti per aver contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno : Il Viaggio di Nozze di Mara e Alessandro Gli sposi ringraziano tutti per aver contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno : Canada, Usa e Polinesia Benvenuti in Canada! Partiamo alla volta

Dettagli

Ma come si spiega una tale crescita? Quali sono i v antaggi (ed eventualmente i limiti) di un seminario così popoloso?

Ma come si spiega una tale crescita? Quali sono i v antaggi (ed eventualmente i limiti) di un seminario così popoloso? Da 1200 a 12.000 partecipanti in dieci anni. Sono queste le cifre impressionanti del corso Sprigiona il Potere che è in Te di motivazione personale di Anthony Robbins, uno dei massimi eventi formativi

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

testo di Roberto Mutti 10 aprile - 4 maggio 2008

testo di Roberto Mutti 10 aprile - 4 maggio 2008 F L O R E N C E D I B E N E D E T T O S T R E E T W I S E M A N H A T T A N testo di Roberto Mutti 10 aprile - 4 maggio 2008 I L S O L E A R T E C O N T E M P O R A N E A V O L U M E XI NEW YORK, UN PALCOSCENICO

Dettagli

PREMESSA. Inseg Chi è che piange? Bamb. E Francesca! Inseg. Perché piangi? Bamb. C è una mosca.! Sigh sigh

PREMESSA. Inseg Chi è che piange? Bamb. E Francesca! Inseg. Perché piangi? Bamb. C è una mosca.! Sigh sigh PREMESSA Le occasioni che i bambini hanno di vivere il contatto con la natura sono poche, soprattutto vivendo in città. Tuttavia, se lasciati liberi di muoversi anche in un piccolo giardino come quello

Dettagli

Buone Feste e Felicissimo 2015

Buone Feste e Felicissimo 2015 Il Presidente e tutto il Consiglio di Amministrazione augurano a tutti i campeggiatori un felicissimo 2015 con la speranza di una vita serena per le vostre famiglie e per tutte le persone a voi care. L

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Siamo un cambiamento in cammino

Siamo un cambiamento in cammino Scuola Primaria Paritaria Sacra Famiglia PROGETTO EDUCATIVO ANNUALE 2013 2014 Siamo un cambiamento in cammino Uno di fianco all altro, uno di fronte all altro Il percorso educativo di quest anno ci mette

Dettagli

ad un altro rito: la preparazione della donna al matrimonio attraverso la purificazione di un bagno di vapore. (marusca)

ad un altro rito: la preparazione della donna al matrimonio attraverso la purificazione di un bagno di vapore. (marusca) Il sacrificio al Sole è un vero e proprio rito di iniziazione, anche questo presente presso tutte le civiltà del passato e ancora presente tra noi in forme prevalentemente simboliche. Nel film si assiste

Dettagli

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012.

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. di Giacomo Fabiani e Vera Facchinutti, 5 F Sull'onda della moda esplosa negli ultimi anni degli studi sui servizi

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 SOMMARIO CAPITOLO 1 I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7 CAPITOLO 2 Il volto è la maschera rivelatrice 21 CAPITOLO 3 I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 CAPITOLO 4 Le parole

Dettagli

Francesca Marzilla Rampulla

Francesca Marzilla Rampulla Con Eufrosina, edito da Dario Flaccovio, Licia Cardillo Di Prima abbandona l ambientazione provinciale dei suoi precedenti racconti per trasferirsi nella Palermo del XVI Secolo, ai tempi della dominazione

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI Nel laboratorio vengono presentati e analizzati, attraverso la sperimentazione di materiali e tecniche

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna)

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) 29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) Foto e diagramma: http://www.faenzashiatsu.it/ Il giorno 29 Maggio viene rinvenuto un interessante cerchio nel grano nella frazione Granarolo, comune di

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare 1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare LA GABBIANELLA E IL GATTO Messaggio: -importanza della diversità -diversità come ricchezza -rispetto dell altro -sostegno del gruppo nella

Dettagli

JOHN Q TITOLO ORIGINALE

JOHN Q TITOLO ORIGINALE JOHN Q John Q Nick Cassavetes Denzel Washington Robert Duvall, Anne Heche 10 Maggio 2002 JOHN Q F r e s c o d i O S C A R p e r TRAINING DAY, con John Q. DENZEL WASHINGTON debutta direttamente al numero

Dettagli

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO 1 IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO Nonostante il progresso della conoscenza e delle tecnologie sappiamo ancora molto poco sul funzionamento del nostro cervello e sulle sue possibilità tanto che, fra gli

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Collegamento con discipline scuola primaria. Cittadinanza e costituzione. Storia/ cittadinanza e costituzione. Cittadinanza e costituzione

Collegamento con discipline scuola primaria. Cittadinanza e costituzione. Storia/ cittadinanza e costituzione. Cittadinanza e costituzione IL SE e L ALTRO Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. Sviluppa il senso dell identità personale,

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

PAOLA ANNONI Media Kit. www.scusateiovado.com

PAOLA ANNONI Media Kit. www.scusateiovado.com PAOLA ANNONI Media Kit www.scusateiovado.com CHI SONO Una viaggiatrice. Mi piacerebbe poter dare solo questa definizione perché solo in viaggio mi sento nel mio habitat naturale. Nata da padre comasco

Dettagli