X 02/2014 Caffè Moak S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "X 02/2014 Caffè Moak S.p.A."

Transcript

1 X 02/2014 Caffè Moak S.p.A.

2

3 moakpins I personaggi della moak generaction fuggono dalle illustrazioni della campagna adv e diventano icone delle moak pins, le nuove spille a bottone di for[me]moak. In moak pins ciascuno potrà identificarsi o riconoscere qualcuno a cui regalarla. Applicate al risvolto di una giacca, su una t-shirt o su una bag, le spillette porteranno un po di leggerezza e di ironia tra amici e colleghi. l articolo a pagina 5 The moak generaction characters fly off the ad campaign illustrations and become moak pin icons, the new for[me]moak pin buttons. With the moak pins, everyone can identify oneself or recognize someone and use it as a gift. Applying them on a jacket lapel, on a shirt or on a bag, the pins will bring a bit of lightness and irony among friends and colleagues. on page 5

4 Quanto freneticamente la tecnologia e l innovazione abbiano cambiato nel giro di poco tempo abitudini e metodi radicati da anni, lo possiamo constatare tutti i giorni. Se mi fermo a pensare al giorno in cui realizzai quel piccolo sogno di fondare una mia torrefazione, comprendo bene quanto nel tempo siano cambiate le cose, dal modo di fare impresa al modo di pensare del consumatore. Ricordo anche l entusiasmo di alcuni quando in produzione arrivava una nuova tostatrice di caffè e il panico di altri che dovevano fare i conti con un nuovo sistema di macchinari. Ogni cambiamento è giovamento, dicevano le nostre nonne. E oggi non posso che confermarlo. A volte serve raccontare e ricordare, per comprendere come si sia arrivati ad essere ciò che si è oggi. Ricordare ad esempio che i valori umani non possono essere scavalcati dalla tecnologia, ma che si può fare innovazione rispettando le regole della qualità, del servizio e della cortesia. Regole spesso dimenticate, le stesse che trent anni fa si leggevano nei manuali del buon imprenditore e che oggi, più che mai, vanno applicate e per i quali Moak vuole dare un continuo supporto ai proprio clienti e partner. Portavoce spesso è il barista, che ha il contatto più diretto e frequente con il cliente, sempre più attento alla qualità e al buon servizio. La scelta di un ottima miscela o l ampia offerta di un menu di caffè diversi possono essere la carta vincente per un locale. Anche nelle ore di punta non si può prescindere dal buon servizio e dalla cortesia; l organizzazione del personale, la loro formazione rappresentano le stellette che il barista indossa, insieme alla capacità di essere innovativi nel modo di fare e di comunicare. Il mio è anche un invito ad avere più fiducia ed ottimismo, un invito a non rimanere troppo ancorati ai vecchi sistemi, perché mentre pensiamo a cosa potremmo fare, il mondo attorno a noi è già cambiato. Il Presidente Giovanni Spadola Commenta su Twitter l editoriale con l hashtag #caramoak. Seguici

5 In copertina: moak pins in reverse Partner Spedizione poste italiane - cod.sap. n DCB Centrale/PT Magazine iscriz. R.O.C.n valida dal 18/03/ Aut. Trib. Modica n.218/2013 VG - Notizie n.2/2013. Direttore Responsabile: Sara Di Pietro Redazione: Sara Di Pietro, Foto: for[me]moak. Coordinamento grafico: for[me]moak Art work: for[me]moak Editore: Moak Holding S.p.A. Viale delle Industrie s.n Modica (RG) tel mail: Azienda con sistema qualità certificato da ISO 9001/14001 Stampa in esclusiva per Moak Holding S.p.A. a Soveria Mannelli (CZ) A norma dell art. 7 della legge n. 196/03 il destinatario può avere accesso ai suoi dati, chiederne la modifica o la cancellazione oppure opporsi scrivendo a: Moak Holding S.p.A. - Viale delle Industrie s.n Modica (RG) - Italy X 02/2014 Caffè Moak S.p.A Pod s kit Concorsi Moak 2014 Moak lancia la prima edizione di Fuori Fuoco Caffè Storico Il Bicerin Al Bicerin Note di caffè e musica al Music Street di Milano Moak apre le porte ai concessionari esteri. L azienda punta alle grandi catene food Chef e Pasticceri interpretano il caffè Moak Eros Picco e Andrea Besuschio Moakpeople contest Caffè da leggere Le piccole e medie imprese ci salveranno dalla crisi. Intervista a Paolo Preti Design, ironia e funzionalità nelle opere ceramiste di Andrea Branciforti Il caffè Moak in viaggio verso il Polo Sud con Pietruccio Montalbetti I giovani architetti guardano alle aziende come modello di professionalità. Food & Drink Experience. Il barman diventa anche chef Marianna Di Martino, dalla Sicilia a New York. Caffè e Salute Proteggetevi dal sole con il caffè Caffè e dintorni Lo stile di arredare. Il bar in valigia Cocktail al caffè [ the sign moak ] 03

6 Pod s kit Chi progetta ha il compito di creare un prodotto che abbia una precisa funzione e identità. For[me] moak segue anche il processo inverso: da un oggetto già esistente ne svela i suoi molteplici usi. Tra oggetti e contesti esiste una forte relazione: l utilizzo può cambiare a secondo dell ambiente o della circostanza in cui colloco l oggetto stesso, rendendolo così versatile. Lo facevano le nostre nonne che, finiti i biscotti, conservavano la scatola per destinarla a porta bottoni. Perchè allora non pensare a come il bicchierino di plastica o la bustina di zucchero, contenute nel kit per cialde moak, possano trasformarsi in altro? Niente più utensili e bilance, ma una nuova forma di misura. Lo stesso bicchiere, da cui prima avete bevuto il vostro caffè e la bustina di zucchero possono essere utilizzati anche per dosare le giuste quantità di ingredienti per preparare ottimi dessert. Nasce così un nuovo pod s kit, ideato e progettato da for[me]moak. Il pack cambia veste e suggerisce tre ricette, distinguibili dalle tre diverse cromie di ciascuna confezione. Ogni kit contiene 60 bicchierini di plastica, 60 bustine di zucchero e 60 palettine. Destinato alla linea cialde, il nuovo moak pod s kit nasce dall idea che for[me]moak ha nel pensare le cose, di come lo stesso oggetto, cambiato il contesto - dal bar a casa e viceversa - possa assumere nuove forme di utilizzo e insospettabili funzioni. 04 [ X 02/2014 ]

7 MOAK PINS La prima forma di espressione dell uomo sono state le immagini. Un modo di comunicare, seppur appartenente all era preistorica, che dopo millenni è ancora efficace, sintetico ed universalmente comprensibile. E se il potere delle immagini sta nel fatto che il loro messaggio arrivi prima delle parole, perché non utilizzarlo per dire qualcosa di sé o degli altri? La bella, la bestia, la vamp e la suocera. Sono alcuni dei personaggi catturati da for[me]moak dalla campagna adv moak generaction per renderli icone delle moak pins, le nuove spille a bottone black and white, dove ciascuno potrà identificarsi o riconoscere un amico o il proprio capo. Dieci i personaggi illustrati, tre le misure disponibili. Una o molteplici le combinazioni da applicare al risvolto di una giacca, sulla maglietta o su una bag. Il linguaggio delle icone è ironico ed immediato. I personaggi, illustrati con tratti decisi e uno stile caratterizzante, rispecchiano alcuni volti della nostra società, con le sue contraddizioni e le sue diversità, dove l alternativo condivide un caffè con il conformista, la bella con la bestia, la vamp con la suocera. Un universo monocromatico per portare un po di leggerezza e di ironia tra colleghi, parenti e amici o semplicemente per rendere spiritoso e cool un accessorio moda o un grembiule. A dar colore e armonia saranno le reazioni di chi le riceve o più vistosamente tessuti o cover su cui attaccare le proprie moak pins. disponibili su store.caffemoak.com Brano consigliato per la lettura di questo articolo: My generation - The Who [ the sign moak ] 05

8 Concorsi Moak 2014 Moak lancia la prima edizione di Fuori Fuoco di Sara Di Pietro Non potete fare affidamento ai vostri occhi se la vostra immaginazione è fuori fuoco.(mark Twain) Al via la prima edizione di Fuori Fuoco, il concorso internazionale di fotografia, promosso da Caffè Moak in collaborazione con Archinet, che da quest anno affiancherà l ormai affermato premio Letterario Moak. Una nuova finestra nel progetto Moak Cultura, che da anni promuove nuove forme d arte e crea opportunità per giovani artisti di emergere nel panorama culturale nazionale ed internazionale. Il progetto Moak Cultura spiega Annalisa Spadola, direttore Marketing di Caffè Moak è nato con un duplice obiettivo: diffondere cultura attraverso le diverse forme d arte e offrire ai giovani la possibilità di far conoscere le proprie capacità in campo creativo e culturale. Una possibilità che in questi anni e con grandi risultati abbiamo dato a giovani scrittori e aspiranti registi e che vogliamo estendere anche agli appassionati di fotografia, considerata oggi una nuova disciplina la cui immediatezza comunicativa e l evoluzione digitale ne hanno fatto la forma espressiva delle nuove generazioni. Caffè e nuovi miti sarà il tema della prima edizione di Fuori Fuoco. Fotografi, professionisti e amatoriali potranno raccontare o documentare attraverso le mutazioni sociali di cui siamo attori e spettatori; i modelli di oggi, i simboli che danno corpo a sogni e passioni, gli obiettivi più o meno raggiungibili che si trasformano in vere e proprie ossessioni. Il termine ultimo per l invio delle immagini, esclusivamente in formato digitale, è il prossimo 15 luglio. La giuria, i cui nomi saranno svelati prima della scadenza del bando, sarà rappresentata da nomi illustri della fotografia, affermati fotografi e membri di Aiap (associazione italiana design della comunicazione visiva) e di Adi (associazione per il disegno industriale) di cui Moak è partner. Il vincitore, che riceverà un premio in danaro, sarà svelato durante la serata di premiazione l 11 ottobre Tutte le foto selezionate dalla giuria saranno invece divulgate e promosse da Caffè Moak in tutto il mondo, attraverso mostre, eventi o campagne pubblicitarie. info fuori-fuoco.com facebook.com/fuorifuocomoak 06 [ X 02/2014 ]

9 CAFFÈ LETTERARIO MOAK Un vero e proprio scouting di giovani scrittori e di chi, già affermato, aspira alla pubblicazione e divulgazione dei propri manoscritti purché il tema sia quello del caffè. L arduo compito anche quest anno spetta alla giuria della XIII edizione del Caffè Letterario Moak, il concorso nazionale di narrativa promosso da Caffè Moak in collaborazione con Archinet. Per l edizione 2014 Moak ha voluto rendere omaggio alla memoria di William Shakespeare, drammaturgo e poeta inglese del 500, per il quale quest anno si celebrano i 450 anni dalla sua nascita. Si concorre inviando un racconto inedito dove il caffè è indiscusso protagonista. La deadline è la mezzanotte del 23 giugno Il nome del vincitore sarà svelato durante la serata di premiazione il prossimo 11 Ottobre che, come ogni anno, si terrà negli spazi del nuovo centro direzionale Moak. Tutti i racconti selezionati, invece, saranno pubblicati nell antologia 2014 I racconti del caffè. Ancora celati, invece, i nomi della giuria e del Presidente che dovranno valutare le opere pervenute e giudicarle per l originalità, l attinenza al tema e lo stile di scrittura. Tra questi saranno selezionati cinque finalisti, che concorreranno al premio di vincitore dell edizione Il Concorso Letterario Moak, che ogni anno raccoglie sempre più adesioni, rappresenta una importante vetrina per giovani scrittori, che grazie al loro talento potranno emergere nel panorama nazionale della letteratura. Una opportunità per loro, ma anche per Moak di promuovere e sostenere arte e cultura. Il bando completo e le news sul concorso sono disponibili sul sito o accedendo alle pagine di facebook e twitter agli indirizzi e Brano consigliato per la lettura di questo articolo: See how a white negro flies - Out of Focus [ the sign moak ] 07

10 Caffè Storico Il Bicerin Al Bicerin di Corrado Passarello Il detto nella botte piccola c è il buon vino calza a pennello se si pensa a uno dei caffè storici più piccoli del mondo, Al Bicerin, situato nel cuore di Torino in Piazza della Consolata molto vicino al mercato di Porta Palazzo e non distante dal Duomo di Torino. Il piccolo bistrot apre nel 1763 e raggiunge ben presto la fama che lo accompagna fino ad oggi, ottenuta grazie ad una deliziosa bevanda a base di caffè, cioccolata calda e schiuma di latte, che darà il nome al locale: il Bicerin. Un gustoso mix che deriva dall evoluzione della bavareisa d origine settecentesca e composta da caffè, cioccolato, latte e sciroppo, che all epoca ebbe parecchio successo. Il Bicerin 08 [ X 02/2014 ]

11 viene oggi servito in bicchieri di cristallo senza manico (denominati appunto bicerin ) e a lume di candela. Sebbene gli ingredienti siano solo tre e molto semplici, il vero segreto rimangono le dosi, note unicamente ai proprietari del locale. Un vero e proprio filtro magico che ha ottenuto in breve tempo un grande successo e che viene emulato anche da altri caffè della città, tuttavia con risultati diversi. L originale bicerin si beve solo in questo piccolo locale di tre metri per cinque con solo otto tavolini in marmo, che negli anni non si è espanso in varie sale e per tale motivo nel tempo di un bicerin era possibile osservare la presenza di persone di classi sociali estremamente diverse. Un Caffè pubblico davvero democratico ed una bevanda nazionale da piccola patria, amato indifferentemente dai cocchieri e dai viveurs, dalle sartine e dalle signore (Tuttocittà 1990). Al suo interno erano soliti sostare personaggi di spicco come Alexandre Dumas, Giacomo Puccini, Silvio Pellico, Friedrich Nietzsche ed ancora figure come il grande statista Cavour e Italo Calvino. Una vera e propria tana di artisti. Il locale al tempo fu aperto da un uomo ma poco dopo l esercizio passò in mano ad un gruppo di donne e da generazioni è gestito dalla stessa famiglia. Tale conduzione tutta al femminile ha permesso al locale di esser frequentato anche dal gentil sesso, un fatto non comune all epoca quando i bar erano per lo più di dominio maschile. Una caratteristica unica e peculiare che diede Al Bicerin un impronta di garbo e delicatezza. Un luogo raro e assolutamente degno di nota, consigliato per chi fa tappa a Torino e desidera immergersi nel gusto e nella tradizione del Bicerin, ma anche delle golose cioccolate calde e del denso zabaione. Brano consigliato per la lettura di questo articolo: Torino - Operaja Criminale [ the sign moak ] 09

12 Note di caffè e musica al Music Street di Milano di Corrado Passarello La strada è il più grande teatro del mondo. La citazione di Danilo Rossi, prima viola della Filarmonica della Scala, è stata lo spot per il grande evento Music Street che si è tenuto in Piazza Gae Aulenti, nel nuovo centro vitale di Milano. Ai piedi della modernissima Torre Unicredit, il grattacielo più alto d Italia, protagonista è stata la musica, in un mix originale tra genere classico, pop e rock. Una performance collettiva, presentata da dj Linus, dove per la prima volta si sono esibiti insieme cinque artisti di strada scelti attraverso un contest online e cinque musicisti dell Orchestra Filarmonica della Scala. Un evento a cui ha partecipato anche Caffè Moak in collaborazione con Feltrinelli RED, il nuovo point food&culture che serve le miscele moak. Nella maestosa piazza, ai piedi della Torre Unicredit, Moak, con il supporto di Pedrali ha allestito un vero e proprio bar on the road, offrendo al numeroso pubblico presente la migliore qualità delle proprie miscele e la degustazione di cioccolata calda. Una magica serata tra le note della musica e quelle dell aroma del caffè, per celebrare i quindici anni di Unicredit e una partnership con la Filarmonica della Scala, con l obiettivo di avvicinare un genere musicale considerato d elite ad un pubblico più vasto. Un messaggio condiviso da Moak, da sempre sensibile a promuovere arte e cultura e a sostenere giovani talenti. 10 [ X 02/2014 ] Brano consigliato per la lettura di questo articolo: Road to nowhere - Dark Horses

13 Moak apre le porte ai concessionari esteri. L azienda punta alle grandi catene food a cura della redazione Alessandro Spadola Anche quest anno si è svolto l ormai consueto appuntamento con il Meeting Concessionari Estero, nella sede del centro direzionale Moak. Oltre cinquanta i partner provenienti dai Paesi che distribuiscono le miscele Moak nel mondo. Per l edizione 2014 presenti anche i nuovi concessionari che hanno ampliato il network estero: Taiwan, Stati Uniti, Iraq, Australia, Siria e Montenegro. Una ulteriore espansione che dimostra come l azienda confermi la volontà di investire in nuovi mercati, potenziando la rete distributiva e renderla il più possibile competitiva su tutti i fronti. Gli interventi che si sono susseguiti nel corso della giornata hanno permesso di offrire una panoramica dei risultati raggiunti nel 2013 e degli obiettivi fissati per il 2014 e per gli anni a seguire. Nell intervento di apertura dei lavori, il direttore generale di Caffè Moak Alessandro Spadola ha confermato il trend di crescita dei mercati esteri che nel 2013 ha permesso di ritornare sui livelli di fatturato della quota export dell anno precedente. Spadola ha inoltre presentato uno degli obiettivi del 2014: puntare l attenzione sui grandi gruppi internazionali. Oggi ha spiegato il direttore generale di Moak grazie agli investimenti di innovazione del sistema produttivo e alle certificazioni che l azienda ha ottenuto negli ultimi anni, siamo pronti per presentarci alle grandi catene food del panorama internazionale, dove contiamo di entrare con il nostro prodotto che rappresenta il vero espresso italiano e che mantiene alta, ancora oggi, la qualità della produzione artigianale. Sul tavolo dei relatori i responsabili commerciali e di for[me]moak hanno sottolineato l importanza di rendere sempre più solido e collaborativo il rapporto di partnership tra Moak e i concessionari, garantendo loro il supporto logistico e quello dell area marketing, che ha permesso di rafforzare l immagine del brand nel mondo. Il meeting è stata anche l occasione per avere un confronto più diretto e umano tra l azienda e i suoi partner, la possibilità di fornire nuove nozioni a tutti i partecipanti e nuovi stimoli per affrontare, nonostante la crisi, nuove sfide di mercato. Brano consigliato per la lettura di questo articolo: Sing this all together - The Rolling Stones [ the sign moak ] 11

14 Chef e Pasticceri interpretano il caffè Moak Eros Picco e Andrea Besuschio di Sara Di Pietro Accanto ai migliori chef saranno i maestri pasticceri d Italia a mostrarci come il nostro ingrediente preferito possa assumere innumerevoli ruoli nell arte culinaria e dolciaria. Espresso, in polvere o in chicchi, a renderlo protagonista saranno Eros Picco del Ristorante Innocenti Evasioni e il maestro pasticcere Andrea Besuschio. Un intreccio tra l utilizzo dei prodotti del territorio e una buona dose di creatività. È la cucina di Eros Picco, Chef del Ristorante Innocenti Evasioni. A pochi passi da viale Certosa a Milano, un giardino in stile Zen accoglie gli ospiti, che possono curiosare tra i profumi e i sapori di una cucina che osa abbinamenti inusuali. Lombatina di agnello e melanzana al caffe ingredienti per 4 persone: 2 lombatine di agnello, 1 melanzana viola, 50g caffè in polvere, 50g salsa di carne di agnello, qb burro chiarificato, aglio, timo, maggiorana, sale Maldon. Preparazione. L agnello: preparare la costoletta di agnello eliminando le parti grasse superflue. In una pentola aggiungere del burro chiarificato, uno spicchio d aglio e un rametto di timo. Lasciare scaldare. Quando si raggiunge il punto di fumo, eliminare l aglio e le erbe. Rosolare la costoletta su tutta la sua superficie. Una volta rosolata, mettere la costoletta per circa 20 minuti in forno ad una temperatura di circa 100 C. Portare a bollore la salsa di agnello ed emulsionarla con poco olio extra vergine di oliva. La melanzana: pelare la melanzana. Tagliare delle fette di circa 3 cm di spessore. In una pentola antiaderente versare poco olio extra vergine. Rosolare la melanzana sui due lati. Salare e pepare. Panare un lato della melanzana con la polvere di caffè. Conservare al caldo. Completamento del piatto:tagliare le costolette di agnello.in un piatto di portata disporre le costolette di agnello salate e pepate. Disporre ora la fetta di melanzana tenendo la parte al caffè verso l alto. Terminare con germogli freschi e patate croccanti 12 [ X 02/2014 ]

15 La grande passione di Andrea Besuschio è il cioccolato. Figlio d arte - l omonima pasticceria di Abbiategrasso risale al 1845 ha saputo creare una vera e propria boutique di prodotti dolciari innovativi, rivolti ad una pasticceria moderna. Tra le sue realizzazioni signature, oltre alle creazioni di cioccolato come il Porfido o Zeropuntouno, spiccano in vetrina dessert legati alla tradizione come la Tegola o il Crakelè ai marroni di Cuneo. Una filosofia, quella di unire tradizione e innovazione, che a noi piace tanto. Così come il dolce al caffè che gli abbiamo chiesto di preparare e adatto alle grandi occasioni. Isotta Per il Sablè Ingredienti: 360 g burro, 6 g sale, 270 g zucchero a velo, 90 g farina di nocciole, 3 uova, 180 g farina 00, 525 g farina 00, 15g caffè polvere Moak. Procedimento: Portare il burro a pomata, aggiungere sale, zucchero a velo, farina di nocciole, uova e la quantità più piccola di farina (180 g). Impastare senza montare e quando l impasto è omogeneo aggiungere la restante farina. Stendere l impasto e cuocere a 160 C. Per la crema di mandorle Ingredienti: 760 g burro, 760 g zucchero a velo, 760 g farina di mandorle, 75 g di fecola, 8 uova Procedimento: portare il burro a pomata. Aggiungere lo zucchero a velo, la fecola e la farina di mandorle setacciate; aggiungere un uovo per volta senza montare l impasto. Per la composta di barbabietola e lampone Ingredienti: 800 g polpa di barbabietola, 200 g polpa di lamponi, 100 g zucchero e 20 g di pectina Nh, 500 g zucchero. Procedimento: portare le polpe a 60 C, aggiungere la piccola parte dello zucchero con la pectina precedentemente miscelata. Portare ad ebollizione, aggiungere il restante zucchero e riportare a ebollizione. Far bollire per 2/3 minuti Per la ganache montata caffè Moak Ingredienti: 460 g panna, 90 g chicchi di caffè Moak, 45 g zucchero invertito, 45 g glucosio, 315 g copertura bianca, 690 g panna liquida fredda Procedimento: scaldare i chicchi di caffè a 160 C per 3 minuti. Metterli in infusione per 10 minuti in 460 g di panna liquida tiepida. Filtrare e ripesare il liquido in modo da avere ancora i 460 g di panna. Scaldare aggiungendo lo zucchero invertito e il glucosio.versare lentamente al centro della copertura bianca, sciolta precedentemente, formando un composto elastico e brillante. Terminare l emulsione con la restante panna. Aggiungere la panna liquida fredda, mixare il tutto e filmare a pelle e lasciare una notte in frigorifero. Il giorno seguente montare in planetaria il composto. Per la barbabietola candita Ingredienti per sciroppo: 1 lt acqua, 550 g zucchero semolato, 1 kg barbabietola Procedimento: fare uno sciroppo con acqua e zucchero portate a bollore e versare sulla barbabietola, precedentemente tagliata a cubetti 1x1 cm. Filmare il contenitore a pelle e mettere in frigorifero a 4 C. Il giorno seguente scolare, recuperare lo sciroppo, aggiungere 110 g di zucchero e portare a bollore e versare sui cubetti di barbabietola. Filmare a pelle e riporre in frigorifero a 4 C. Ripetere lo stesso procedimento per altre 6 volte. Brano consigliato per la lettura di questo articolo: Cook it - Cookin on 3 burners [ the sign moak ] 13

16 bartolomeotrovato Scicli - Italy cix_lb Caltagirone - Italiy thelinesm Satu Mare - Romania martinasiclari1 Reggio Calabria - Italy zazy12 Satu Mare - Romania #moakpeople contest Condividete con noi un caffè al giorno. Le migliori foto e i volti più simpatici scelti fra quelli inviati.

17 Caffè da leggere in collaborazione con Il caffè visto come alimento di prima necessità, che non può mancare in dispensa e nelle provviste. Un libro-diario che racconta, attraverso gli occhi di una nonna, una Italia che, nonostante tutto, può ancora sperare in un cambiamento. Sale, zucchero e caffè di Bruno Vespa Ad ispirare l ultimo libro di Bruno Vespa è nonna Aida. Una nonna che faceva di nascosto provviste di sale, zucchero e caffè per non lasciarsi sorprendere da imprevedibili emergenze come quelle della guerra. Nel ricordo di questa donna straordinaria, Vespa racconta la storia d Italia dalle rovine della guerra ai recenti sussulti imposti, alla politica dalla condanna di Berlusconi, nella sua personalissima visione, prima di spettatore e poi, fin da giovanissimo, di testimone professionale di settant anni di vita nazionale. I sacrifici di un Paese in ginocchio, la morte prematura del padre, la rinascita e il miracolo economico vissuti nel microcosmo della provincia, il ruolo decisivo di una scuola in cui l autorità del sapere assicurava agli insegnanti una posizione centrale nella società. La prima giovinezza sacrificata a un giornalismo troppo precoce, la diffidenza verso Roma e poi l abbandono al suo fascino irresistibile. Un diario a cuore aperto per conoscere meglio i chiaroscuri di quello che - nonostante tutto - rimane un grande Paese, con il diritto alla speranza. L autore Collana: I libri di Bruno Vespa Edizioni: Mondadori Anno: 2013 Numero di pagine: 448 Prezzo: 16,15 euro ISBN: Bruno Vespa ha deciso di raccontare un pezzo della storia del nostro Paese scegliendo una chiave autobiografica. Dalle incursioni notturne nel lettone dell amatissima nonna Aida, dove cercar rifugio dai brutti sogni, all infanzia all Aquila, nell Italia della ricostruzione, alla gavetta giornalistica nella redazione locale del Tempo, al concorso nazionale per radio telecronisti del 1968 in cui si classificò al primo posto e in seguito al quale venne assegnato al telegiornale, per poi diventare un osservatore delle vicende - non solo politiche - italiane, fino alla più stringente attualità. Una storia personale fatta di molti incontri (con i potenti ma anche con gente comune), di forti emozioni e di esperienze epocali, che è anche la ricostruzione di tanta parte della storia e del costume del nostro Paese. [ the sign moak ] 15

18 Le piccole e medie imprese ci salveranno dalla crisi. Intervista a Paolo Preti di Sara Di Pietro Se negli ultimi anni molte delle imprese italiane per sopravvivere hanno scelto di allearsi con le multinazionali, oggi forse non è questa la strada da seguire. Per Paolo Preti, Professor delle Organizzazioni delle Piccole e Medie Imprese dell Università Sda Bocconi, a salvare l Italia saranno proprio le imprese di piccola e media dimensione, quelle ancora legate al territorio e di proprietà familiare. Una visione che ci rassicura, soprattutto per chi ancora batte i pugni per salvaguardare e preservare il vero made in italy. Ad avere un ruolo da protagonista è il consumatore, che, nonostante sia più consapevole ed informato, reputa gli acquisti sempre meno affidabili e vuole tornare a fidarsi del bar e della bottega sotto casa. Negli ultimi mesi i media affermano che i prodotti made in italy nel settore food ci salveranno dalla crisi economica. Possiamo sperarci? Il food in Italia ha una grandissima importanza e può tracciare la strada che tutte le aziende dovranno seguire per portare il Paese fuori dalla crisi. La strada è quella che io chiamo dell impresa forte. Lo slogan è fare meglio quello che si è sempre fatto rendendolo visibile. Le piccole imprese non possono competere sull economia di scala, devono trasformare quello che per molti può essere un limite in una opportunità: la piccola dimensione come regno della qualità. Altro aspetto è la specializzazione. Il meglio a cui siamo obbligati per competere è l esito soltanto di una specializzazione sempre più spinta, oltre al saper fare innovazione anche nei settori maturi, purchè sia di tipo incrementale, ovvero quella dei piccoli passi. Le piccole e medie imprese hanno sempre alla guida imprenditori che amano il fare, dove l unica difficoltà è riuscire a comunicarlo nel modo giusto. In Italia abbiamo bisogno di gente che aiuti la diffusione, che porti in giro i prodotti, che ne parli bene, li faccia trovare vicino ai potenziali consumatori, in tutto il mondo. Se vogliamo competere con le multinazionali dobbiamo farlo con le armi della piccola impresa, che punta sulla qualità, saper far bene il proprio mestiere, avere una storia alle spalle fatta di persone. Paolo Preti 16 [ X 02/2014 ]

19 A proposito di gente che parli bene dei nostri prodotti, recentemente si è posta l attenzione su una nuova community: i food-evangelist. Chi sono e come si comportano? Avere dei pionieri che testano, sperimentano e che ne parlino vuol dire diffondere conoscenza. Il vero food evangelist, però, secondo me non è quello che va in giro a parlare di mestiere. Mi piacerebbe piuttosto che si creasse un modello tripadvisor per il settore alimentare, un giudizio che arrivi dal basso e non dall alto. Non una professione che inevitabilmente prima o poi innesca una lobby. Qualcuno che dia vita ad un mezzo sul web dove ciascuno possa dare un giudizio non pilotato. È ovvio che ce ne vorrebbero almeno cento di giudizi per ciascun prodotto, tra quelli negativi e quelli positivi, per avere un feedback quanto più veritiero. Unico limite potrebbe essere quello del giudizio espresso secondo i propri gusti. Il consumatore italiano, rispetto al passato, è sempre più attento ed informato. Quanto è consapevole di ciò che acquista? Il vero problema è fidarsi. Nessuno è profondo conoscitore di tutto ed essere informati non sempre chiarisce le idee. Il consumatore può fidarsi delle certificazioni, del prodotto che espone il marchio made in Italy, ma la vera fiducia deriva da un rapporto di lungo periodo tra chi produce e chi acquista. È quella fatta di rapporti personali, che nel mercato globalizzato è difficilissimo ottenere. Ecco perché è importante il forte attaccamento al territorio. In qualunque settore le piccole e medie imprese non ha quasi mai sede nei capoluoghi, ma nei piccoli centri di provincia, dove i rapporti sono consolidati, dove la famiglia da sempre ha operato; lì vivono i collaboratori, lì c è un rapporto stretto con le banche del territorio. Chi fa bene il proprio lavoro emerge. Sopravvive chi non vuole puntare ai grandi numeri, ma ai rapporti personali. Il bar sotto casa che serve le trecento persone che abitano in zona, matura rapporti di lungo periodo e quindi crea fiducia. Un rapporto quindi, quello tra chi acquista e chi produce, sempre più diretto. Quanto hanno inciso i social network? Oggi tutti sono amici sui social network, ma tutti sono chiusi in camera da soli e non hanno un amico vero. Senza dubbio è un ottimo strumento. Dal punto di vista personale su facebook si può rafforzare un legame, ma non aspettarsi di avere nuovi amici veri. Dal punto di vista del marketing posso rafforzare la comunicazione e sfruttare questo mezzo come passaparola grazie a chi ha avuto modo di conoscere il mio prodotto o servizio e lo promuove e divulga liberamente in rete. Brano consigliato per la lettura di questo articolo: A good idea at the time - Ok Go [ the sign moak ] 17

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA COME DEFINISCE LA QUALITÀ DI UNA BEVANDA CALDA? Esigenze per la macchina da caffè del futuro. Il piacere di una deliziosa bevanda aggiunge qualità in

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Egregio Collega, Qual è la migliore copertura di cioccolato al latte? Quali sono le sue potenzialità? oppure Che sapore assume quando utilizzato in

Dettagli

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit.

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. DIDATTICA ALLA PIOPPA Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. La nostra proposta dida,ca nasce dalla voglia di infondere passione e rispe3o verso la natura e gli animali,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Guida ai Corsi. www.unicaffe.com

Guida ai Corsi. www.unicaffe.com Guida ai Corsi indice p.06 p.08 p.12 p.36 p.61 p.66 Mappa della proposta formativa Alta Formazione Corsi di Formazione Corsi Divulgativi Informazioni e numeri utili Progetti editoriali In illy si pensa

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

*** IL WEEKEND IN UN CLICK ***

*** IL WEEKEND IN UN CLICK *** 1 di 5 20/05/2014 13.12 home Cultura Natura Cibo In breve l'archivio della rivista chi siamo contatti English News *** IL WEEKEND IN UN CLICK *** Profumi, sapori e scorci indimenticabili. E' l'idea che

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

un gioco di acquisti e costruzioni

un gioco di acquisti e costruzioni un gioco di acquisti e costruzioni Creato da Ben Haskett Illustrazioni di Derek Bacon La storia........ 2 Obiettivo del gioco........ 3 Componenti... 3 Preparazione..... 4 Come giocare...... 6 Carte costruzione.........

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli