PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE"

Transcript

1 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ESERCIZIO 2013 Attività e Obiettivi Gestionali Anno 2013 GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA, PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE Responsabile Machetti Duccio Il servizio Gestione economica, finanziaria, programmazione, provveditorato e controllo di gestione comprende: attività di programmazione; attività di gestione; attività di salvaguardia degli equilibri di bilancio e ricognizione dello stato di attuazione dei programmi attività relative al controllo di gestione attività di rilevazione e dimostrazione dei risultati di gestione servizio economato rapporti con l organo di revisione economico-finanziaria rapporti con la Corte dei Conti coordinamento, raccolta e trasmissione dati relativi al federalismo fiscale coordinamento gestione del Patto di Stabilità. Nelle attività di programmazione, svolte nel rispetto degli indirizzi stabiliti dagli organi politici, in collaborazione con i responsabili dei servizi, alla ragioneria sono assegnati compiti di coordinamento, raccolta del materiale e produzione degli elaborati da sottoporre all approvazione degli organi competenti. I principali atti di programmazione da produrre nel corso di ogni esercizio sono i seguenti: Bilancio di Previsione (art. 162 D. Lgs. 267/2000) Bilancio Pluriennale (art. 171 D. Lgs. 267/2000) Relazione Previsionale e Programmatica (art. 170 D. Lgs. 267/2000) Piano Esecutivo di Gestione (art. 169 D. Lgs. 267/2000) L attività di gestione del bilancio comprende le registrazione degli accertamenti di entrata e degli impegni di spesa e l emissione degli ordinativi di incasso e pagamento e le altre operazioni meglio specificate nella descrizione degli obiettivi. Il servizio ragioneria esercita il controllo degli equilibri di bilancio nel corso dell esercizio attraverso la costante verifica dei flussi di entrata e di spesa, mantenendo nelle variazioni di bilancio l equilibrio finanziario, tutti gli equilibri stabiliti in bilancio per la copertura delle spese correnti e per il finanziamento degli investimenti, nel rispetto delle norme contenute nel D. Lgs. 267/2000. La ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi viene effettuata ai sensi dell art. 193 del D. Lgs. 267/2000 in collaborazione con i responsabili degli altri servizi. La rilevazione e la dimostrazione dei dati della gestione avviene attraverso il Rendiconto della Gestione composto dal Conto del Bilancio, Conto del Patrimonio e Relazione al rendiconto della Gestione.

2 Ai fini di una corretta programmazione e rilevazione dei risultati di gestione sono affidati al servizio compiti inerenti l aggiornamento dell inventario. La gestione economica del personale comprende: il calcolo dei benefici contrattuali derivanti da contratti collettivi di lavoro sia nazionali che decentrati a livello di ente; emissione dei relativi ordinativi di incasso e pagamento; denunce e predisposizione dei ruoli e versamento dei contributi previdenziali e degli oneri fiscali; ulteriori pratiche in materia di gestione economica del personale. A seguito dell affidamento della gestione stipendi all Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana, i compiti elencati nella convenzione saranno svolti da quest ultimo Ente, restando a carico del servizio ragioneria le comunicazioni di variazione delle retribuzioni, sia a seguito di applicazione di benefici contrattuali che per la corresponsione del salario accessorio o altre competenze che saranno liquidate dai responsabili dei servizi. Oltre alle attività sopra indicate il servizio ragioneria è incaricato della gestione dei rapporti finanziari con il Consorzio Forestale dell Amiata, al quale è stata affidata la gestione dei boschi di proprietà comune, comprese le procedure di vendita dei lotti. Al servizio Gestione economica, finanziaria, programmazione, provveditorato e controllo di gestione sono assegnati i seguenti obiettivi, da realizzare utilizzando criteri di efficienza ed efficacia e nel rispetto dei termini fissati da disposizioni di legge e regolamenti: a) attività programmatiche: redazione del bilancio di previsione, del bilancio pluriennale e della relazione previsionale e programmatica entro il termine del 31 dicembre dell anno precedente o entro quello fissato da specifiche disposizioni in caso per legge; predisposizione di proposte di deliberazione relative alla determinazione di aliquote di imposta, tasse e tariffe da applicare per l esercizio successivo; coordinamento dei servizi per la raccolta dati necessari a produrre gli elaborati sopra indicati; messa a disposizione dell organo di revisione degli elaborati per la revisione economico-finanziaria. b) attività di gestione: assunzione degli impegni di spesa sui fondi assegnati al servizio; accertamento delle entrate non assegnate agli altri servizi; tenuta della contabilità finanziaria (registrazione accertamenti e impegni ed emissione degli ordinativi di incasso e pagamento); contabilità I.V.A.; rapporti finanziari con il Consorzio Forestale dell Amiata; emissione e registrazione di fatture per prestazioni di servizi o forniture effettuate a terzi; registrazione delle fatture ricevute per forniture o prestazioni di servizi effettuate da terzi a favore del comune e trasmissione delle stesse al servizio competente per la liquidazione; rapporti con il tesoriere comunale (attualmente sulla base di una convenzione stipulata in data 26/01/2010, il servizio di Tesoreria è affidato al Monte dei Paschi di Siena Spa fino al 31/12/2014); tenuta e aggiornamento dell inventario;

3 predisposizione di bozze di regolamenti in materia di contabilità da sottoporre all approvazione degli organi competenti; convocazione delle commissioni consiliari bilancio e regolamenti per l esame degli atti di loro competenza; pratiche di pensione, indennità di fine servizio e T.F.R.; emissione di ordinativi di incasso e pagamento; liquidazione missioni al personale dipendente; predisposizione ruoli e versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e degli oneri fiscali. A seguito di affidamento del servizio stipendi all Unione compete al servizio l onere della comunicazione, entro il giorno 5 di ogni mese, all Unione di eventuali variazioni stipendiali da contabilizzare nei vari mesi, sulla base degli atti di variazioni contrattuali o liquidazioni di competenze pervenute, nel mese precedente, dai responsabili dei servizi del comune; rimborsi personale comandato; c) attività di salvaguardia degli equilibri di bilancio e ricognizione dello stato di attuazione dei programmi: variazioni al bilancio annuale e pluriennale nel rispetto del pareggio finanziario e degli equilibri stabiliti in bilancio per la copertura delle spese correnti e per il finanziamento degli investimenti; predisposizione, in collaborazione con i responsabili degli altri servizi, della proposta di deliberazione per la verifica dello stato di attuazione dei programmi e del permanere degli equilibri di bilancio ai sensi del comma 2, art. 193 del D. Lgs. 267/2000. In caso di esito negativo il servizio dovrà fornire attività di supporto all amministrazione per la rapida predisposizione dei provvedimenti necessari al riequilibrio. d) attività relative al controllo di gestione: attività di supporto alla struttura operativa alla quale è affidato il controllo di gestione. e) attività di rilevazione e dimostrazione dei risultati di gestione: predisposizione del Rendiconto della gestione (Conto del bilancio e Conto del Patrimonio). f) servizio economato: nel servizio sono comprese le attività di anticipazione, liquidazione spese economali, rimborso, resa del conto e predisposizione della proposta di deliberazione di parifica da parte della Giunta Comunale. g) rapporti con l organo di revisione economico-finanziaria: si tratta dell attività di messa a disposizione del Revisore dei Conti di tutti gli elaborati e documenti necessari per consentire l esercizio dell attività di revisione. j) rapporti con la Corte dei Conti: si tratta dell invio nei termini assegnati dalla Magistratura contabile del rendiconto della gestione per via telematica, dei conti degli agenti contabili, della compilazione ed invio di questionari e documenti relativi alla gestione contabile dell Ente. k) coordinamento, raccolta e trasmissione dati relativi al federalismo fiscale: in relazione all entrata in vigore del federalismo fiscale è stato affidato alla Società per gli studi di settore s.p.a. (SOSE) l incarico di acquisire dagli Enti locali i dati necessari a definire i fabbisogni standard. La rilevazione dei fabbisogni avviene mediante la compilazione di una serie questionari attraverso il sito internet della SOSE, che in successive scadenze rilevano costi e notizie statistiche relativi a servizi o gruppi di servizi rilevabili dal rendiconto Il servizio finanziario è incaricato della

4 distribuzione dei questionari, della raccolta dei dati forniti dagli altri servizi, della suddivisione nelle voci di dettaglio riportate nei questionari dei dati aggregati rilevabili dal rendiconto 2009 e del successivo invio. Le risorse strumentali a disposizione sono composte da: n 3 P.C. collegati in rete all unità centrale nella quale sono installati i programmi di gestione e agli altri P.C. presenti in ogni posto di lavoro. n 3 stampanti laser di cui n 1 a colori; n 1 stampante ad aghi. Le risorse umane a disposizione del servizio ragioneria sono rappresentate dai seguenti dipendenti comunali : Machetti Duccio Cat. D Pos. economica D/6 Nominato con decreto del Sindaco Responsabile del servizio finanziario con compiti di coordinamento del servizio, programmazione, controllo degli equilibri di bilancio, rendiconto della gestione, gestione dei mutui passivi, rapporti con l organo di revisione economico-finanziaria e con la Corte dei Conti. Bellini Gina Cat. C Pos. Economica C5 Economo comunale. Con provvedimento del responsabile del servizio è stata nominata responsabile del procedimento nelle seguenti materie: a) Gestione del servizio economato e di produzione del rendiconto, ai sensi dell art. 233 del D. Lgs. 267/2000; b) Contabilità I.V.A.- tenuta registri e relativi adempimenti; c) Emissione registrazione e trasmissione fatture di vendita; d) Registrazione fatture di acquisto e trasmissione agli uffici competenti per la liquidazione; e) Gestione Professionisti; f) Mandati di pagamento; g) Reversali di incasso e controllo dei crediti del comune; h) Controllo delle determinazioni di impegno atti di liquidazione e atti aventi rilevanza contabile; i) Economo comunale - con compiti di gestione del servizio economato e di produzione del rendiconto, ai sensi dell art. 233 del D. Lgs. 267/2000; Il personale dell ufficio parteciperà a corsi di formazione, seminari e convegni per consentire il costante aggiornamento sulle novità normative in materia di contabilità e gestione del personale, privilegiando quelli organizzati dalla scuola Sfel di Grosseto con la quale il comune associato, che organizza attività di formazione mirata alle necessità del momento e a costi altamente competitivi. Per quanto concerne la formazione per l impiego dei programmi dei programmi forniti dalla Kibernetes. si continuerà utilizzare l assistenza dei tecnici della stessa Società sia partecipando a corsi collettivi organizzati dalla stessa che richiedendo l intervento dei tecnici sul posto di lavoro. Il servizio Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali comprende le attività amministrative relative alla gestione dei tributi comunali e dei proventi delle lampade votive, attraverso: L aggiornamento annuale delle banche dati; Il calcolo degli imposti dovuti dai contribuenti per ogni tributo o entrata patrimoniale; L emissione degli elenchi necessari per la formazione degli avvisi di pagamento;

5 Il controllo dei versamenti spontanei per i tributi non riscuotibili a mezzo ruolo; Il controllo delle dichiarazioni originarie e di variazione; L emissione degli avvisi d accertamento e di rimborso dei tributi non dovuti. Per il corrente esercizio, al Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali, sono assegnati i seguenti obiettivi: a) I.M.U. Il D.L. 06/12/2011, n. 201, convertito con modificazioni nella legge 22/12/2011, n 214, ha subito una sostanziale modifica dalla legge finanziaria per l anno 2013 andando a disciplinare ex novo i rapporti finanziari tra comune e stato che di fatto ha dato una nuova previsto l anticipazione su tutto il territorio nazionale, a decorrere dall anno 2012 e fino al 2014, dell imposta municipale propria di cui agli articoli 8 e 9 del D.Lgs 23/2011 in forma sperimentale impone all'ufficio uno sforzo non ordinario; la tempistica dell'anticipazione combinata con una rideterminazione delle entrate di fonte statale assegna all'ufficio il compito non facile di determinare in maniera puntale il gettito riveniente da detto cespite. Per fa ciò è necessario, partendo dalla base imponibile ici, produrre molteplici elaborazioni per comprendere appieno gli effetti sulle diverse tipologie di contribuenti derivanti dall applicazione di diverse aliquote. Se questo sarà il compito più impellente, parallelamente ad esso, dovrà essere predisposto il regolamento comunale al fine di disciplinare alcune fattispecie impositive che il legislatore ha voluto lasciare all'autonomia di ogni singolo ente. Dalla scadenza del primo versamento in acconto di giugno l'ufficio dovrà lavorare, di concerto con la società fornitrice del sistema informatico, alla costruzione della banca dati relativa. b) TARES Il DL 6 dicembre 2011, n. 201, ha introdotto con decorrenza la Tares che è il nuovo tributo legato al servizio d igiene ambientale. A causa della sua impostazione è stato necessario procedere alla totale riclassificazione delle posizioni contributive ex Tarsu che ha portato al risultato finale in cui le utenze domestiche erano articolate in base alla numerosità del nucleo famigliare e quelle non domestiche nelle ventuno categorie previste per gli enti della dimensione demografica del comune di Santa Fiora. Una volta terminata detta classificazione, che ha impegnato l ufficio per tutti i primi mesi dell anno 2013 precedenti l approvazione del bilancio di previsione, l ente è stato in grado di determinare le tariffe. Sulla base delle stesse l ente ha proceduto alla elaborazione, con il supporto della società che fornisce il software, delle fatture e l invio ai contribuenti dei modelli di pagamento. Dovranno quindi essere acquisite tutte le variazioni che sollecitate dalle fatture i contribuenti presenteranno in particolare per quanto riguarda la composizione del nucleo famigliare che incidendo in maniera determinate sull importo del tributo i cittadini hanno l interesse a dichiararlo esattamente. Essendo un tributo applicato per la prima annualità presenterà tutte le difficoltà gestionali che si possono incontrare proprio in sede di prima applicazione per cui è lecito dedicare allo stesso tutte le attenzioni necessarie in termini di tempo / lavoro. Dopo le prime riscossioni che avverranno tramite F-24 dovranno essere acquisiti nel gestionale utilizzato i singoli versamenti ed avere quindi la possibilità di poter sollecitare chi non ha adempiuto al suo obbligo. Come si evince da questa breve presentazione l ufficio sta assiduamente lavorando per rendersi autonomo nella fase di gestione ordinaria del tributo. c) I.C.I. TARSU Detti tributi comunali hanno cessato la loro vigenza il 31 dicembre rispettivamente dell anno 2011 e 2012 e sostituiti, nella sostanza, da IMU e TARES quindi nel corso del 2013 è previsto di

6 concludere l attività di verifica e controllo dell annualità 2008, già iniziata lo scorso anno, ed iniziare quelle per le annualità successive. Tutta l attività sarà condotta in piena autonomia da parte dell ufficio che già negli esercizi precedenti ha dato piena dimostrazione di poter portare a termine una puntuale e significativa attività d accertamento che proprio in ragione della sua qualità non ha generato contenzioso d) IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Nel 2013 il servizio è gestito in concessione da parte della Etruria Servizi Srl. e) T.O.S.A.P.: Come per la pubblicità nell anno 2013 sarà esercitata la normale attività di rilascio delle autorizzazione e controllo dei versamenti. f) LAMPADE VOTIVE: La gestione del servizio è nuovamente gestita in economia dall anno Le attività inerenti il servizio previste nell anno 2013 sono le seguenti: Aggiornamento della banca dati con le nuove richieste di allacciamento, di distacco e voltura delle utenze; Verifica, in collaborazione con l ufficio tecnico comunale, della corrispondenza delle utenze allacciate con quelle presenti in banca dati Emissione delle bollette, per l anno 2010, contenenti l elenco analitico delle sepolture per le quali viene richiesto il canone, con allegato bollettino di conto corrente compilato da utilizzare per il pagamento; Registrazione sul sistema informatico dei bollettini di pagamento; Identificazione dei soggetti che non hanno provveduto al pagamento dei canoni e invio di lettere di sollecito assegnando un termine oltre il quale si provvederà alla riscossione in forma coattiva e/o al distacco dell utenza. h) Aggiornamento professionale sarà garantito tramite l associazione all ANUTEL e favorita la massima partecipazione del personale appartenente all area ai corsi di formazione ritenuti di particolare interesse privilegiando quelli gratuiti. Le risorse strumentali a disposizione sono composte da: n 1 P.C. collegati in rete all unità centrale nella quale sono installati i programmi di gestione e agli altri P.C. presenti in ogni posto di lavoro. n 1 stampante laser; Le risorse umane a disposizione del Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali sono rappresentate dai seguenti dipendenti comunali di ruolo: Machetti Duccio Cat. D Pos. economica D/6 Responsabile del servizio. Lorenzoni Maria Pia Cat. C Pos. Economica C5. Con provvedimento del responsabile del servizio è stata nominata responsabile del procedimento nelle gestione dei tributi ed entrate patrimoniali

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE Settore CENTRO RESPONSABILITA' Categoria TEOLDI SILVIA D3G RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE ordinaria PROGRAMMAZIONE: BILANCIO/PEG/PDO 2 GESTIONE: INVENTARIO 3 GESTIONE: BILANCIO/PEG/PDO RENDICONTAZIONE: RENDICONTO

Dettagli

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE

SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE ALLEGATO 1 PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI E DELLA PERFORMANCE - PAROP SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE

Dettagli

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE SETTORE 2 RESPONSABILE LINDIRI DANIELA DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA NONNIS GINO D ISTRUTTORE DIRETTIVO CONTABILE RAGIONERIA GRAMAI ANNARELLA

Dettagli

Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO

Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento NR 1 DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO Predisposizione del bilancio di previsione e dei relativi allegati

Dettagli

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Responsabile settore: Mara Fabbiani Telefono: 0522 610 214 e mail: m.fabbiani@comune.castelnovo-nemoti.re.it Dotazione organica Loretta Marciani Rossella Tognetti

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA. Determinazione

COMUNE DI SANTA FIORA. Determinazione ORIGINALE Determinazione n 18 in data 11/03/2014 COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO Area Amministrativa Determinazione Oggetto: SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA AI PROGRAMMI GESTIONALI PER L'ANNO

Dettagli

Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE. Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni

Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE. Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni COMUNE DI VICCHIO Piano Esecutivo di Gestione Anno 2011 Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni COORDINAMENTO, PROGRAMMAZIONE

Dettagli

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO Oggetto della fornitura: FORNITURA DI SOFTWARE, FORMAZIONE ED ASSISTENZA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI

Dettagli

C O M U N E D I P O N T E C A G N A N O F A I A N O PROVINCIA DI SALERNO

C O M U N E D I P O N T E C A G N A N O F A I A N O PROVINCIA DI SALERNO Albo Pretorio online n. Registro Pubblicazione pubblicato il C O M U N E D I P O N T E C A G N A N O F A I A N O PROVINCIA DI SALERNO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE O G G E T T O ORIGINALE N. Approvazione

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia Oggetto: Parere del Responsabile dell Area Economico-Finanziaria ai sensi dell art. 153 del D.Lgs 267/2000. Bilancio di previsione anno 2014. Bilancio Pluriennale 2014/2016. Il sottoscritto Stefano Baldoni,

Dettagli

Comune di Campofiorito (Provincia di PALERMO)

Comune di Campofiorito (Provincia di PALERMO) SERVIZI FINANZIARI e TRIBUTARI Indirizzo: Via Antonio Gramsci n. 90 Telefono: 091 8466212 Fax 091 8466429 Referente: CORSO Giusto Servizio: CONTABILITÀ BILANCIO PREDISPOSIZIONE ATTI PROGRAMMATICI: BILANCIO

Dettagli

COMUNE DI GALLIERA PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2012

COMUNE DI GALLIERA PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2012 COMUNE DI GALLIERA PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2012 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RESPONSABILE dott.ssa PIRANI CATIA SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RESPONSABILE: Pirani Catia ASSESSORE REFERENTE: Vergnana

Dettagli

COMUNE DI GALLIERA PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2015

COMUNE DI GALLIERA PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2015 COMUNE DI GALLIERA PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2015 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RESPONSABILE dott.ssa PIRANI CATIA SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RESPONSABILE: Pirani Catia ASSESSORE REFERENTE: Vergnana

Dettagli

TABELLA RELATIVA AL REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI del SERVIZIO CONTABILITA'

TABELLA RELATIVA AL REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI del SERVIZIO CONTABILITA' ELENCO DEI PROCEDIMENTI del SETTORE III TABELLA RELATIVA AL REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI del SERVIZIO CONTABILITA' DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO STRUTTURA ORGANIZ- ZATIVA COMPETENTE RESPONSABILE

Dettagli

UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA

UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA Ufficio Supporto adempimenti fiscali Responsabile dei procedimenti sotto elencati i dipendenti Lipira Giuseppina

Dettagli

COMUNE DI MANIACE PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI MANIACE PROVINCIA DI CATANIA COMUNE DI MANIACE PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI TASSE - VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE ONERI DIRITTI - SPESE - RISCOSSIONE COATTIVA. 1 I N D I C E

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30 TRIBUTI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RAG. SERRA PIER GIORGIO Tel. 0782-847006 847077 e-mail ragioneria@comune.orroli.ca.it N.d. Rimborsi di somme non dovute per tributi a ruolo e non a ruolo 90 Domande

Dettagli

IL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITA

IL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITA IL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 41 del 15.05.2008 ed in vigore dal 03.06.2008 Il nuovo Regolamento di Contabilità del Comune di Montecatini Terme,

Dettagli

SERVIZIO 1 RESPONSABILE SIG.RA LUISA GALLINI. MAIL: ragioneria.tributi@comune.marcignago.pv.it

SERVIZIO 1 RESPONSABILE SIG.RA LUISA GALLINI. MAIL: ragioneria.tributi@comune.marcignago.pv.it TABELLA A1 Descrizione procedimento SERVIZIO 1 RESPONSABILE SIG.RA LUISA GALLINI MAIL: ragioneria.tributi@comune.marcignago.pv.it Termine conclusione procedimento (gg.) Attivazione procedimento (/istanza)

Dettagli

C O M U N E DI C A S T R O Provincia di Lecce

C O M U N E DI C A S T R O Provincia di Lecce C O M U N E DI C A S T R O Provincia di Lecce Ufficio: RAGIONERIA SETTORE PROPONENTE: PROPOSTA DI DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 11-11-2013 N.51 Oggetto: APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE PREVISIONALE

Dettagli

STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI. Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA. Art.

STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI. Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA. Art. Pagina 1 di 5 STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA Art. 72 La programmazione di bilancio 1. La programmazione dell'attività

Dettagli

Soluzioni Halley S.r.l. via Gregaria, 50 82020 PIETRELCINA (BN)

Soluzioni Halley S.r.l. via Gregaria, 50 82020 PIETRELCINA (BN) Spett.le c.a. Sindaco Segretario Comunale Responsabile servizi Oggetto: Soluzioni Halley DIVISIONE SERVICE Spettabile Ente, siamo lieti di comunicare che è operativa la DIVISIONE SERVICE della Soluzioni

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

SCADENZIARIO MAGGIO 2013

SCADENZIARIO MAGGIO 2013 SCADENZIARIO MAGGIO 2013 a cura di Eugenio Piscino e Claudia Giraudo Lo scadenziario è aggiornato al d.l. n. 35 del 8 aprile 2013. 02 MAGGIO (essendo il 01 maggio festivo il termine è fissato al 2 maggio

Dettagli

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO TALONE Telefono 0667667159 Fax 0667667157 E-mail a.talone@provincia.roma.it Nazionalità ITALIANA Data di nascita 08/01/1967 ESPERIENZA LAVORATIVA Nome

Dettagli

OBIETTIVI ANNO 2014 Codice: 1 Denominazione: VERIFICA AREE FABBRICABILI AI FINI ICI E CONTROLLO PER RECUPERO EVASIONE ANNI 2009 2010-2011

OBIETTIVI ANNO 2014 Codice: 1 Denominazione: VERIFICA AREE FABBRICABILI AI FINI ICI E CONTROLLO PER RECUPERO EVASIONE ANNI 2009 2010-2011 OBIETTIVI ANNO 2014 Codice: 1 Denominazione: VERIFICA AREE FABBRICABILI AI FINI ICI E CONTROLLO PER RECUPERO EVASIONE ANNI 2009 2010-2011 Descrizione dell obiettivo: A differenza del controllo delle AF

Dettagli

Città di Fabriano CONSIGLIO COMUNALE

Città di Fabriano CONSIGLIO COMUNALE ( 174 20/11/2012) Oggetto: VARIAZIONE AL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 - ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO Premesso: IL - che con iberazione Consiglio Comunale n. 56 26/07/2012

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. N. 20 del 31/01/2015. Oggetto: Assunzione impegno di spesa per emissione bollettazione TARI anno 2014. CIG.

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. N. 20 del 31/01/2015. Oggetto: Assunzione impegno di spesa per emissione bollettazione TARI anno 2014. CIG. Repubblica Italiana CITTÀ DI MAZARA DEL VALLO Settore : 2 Gestione delle Risorse Servizio : Entrate e Tributi Ufficio : Tari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE INDIVIDUATO CON DETERMINAZIONE DEL SINDACO N. 177

Dettagli

ALLEGATI INDICATI DAL PUNTO 9.3 DEL PRINCIPIO CONTABILE CONCERNENTE LA PROGRAMMAZIONE DI BILANCIO

ALLEGATI INDICATI DAL PUNTO 9.3 DEL PRINCIPIO CONTABILE CONCERNENTE LA PROGRAMMAZIONE DI BILANCIO NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO ARMONIZZATO Il Comune di Sesto San Giovanni ha aderito, con deliberazione di Giunta n. 291 del 24 settembre 2013, ai sensi dell art.36 del D.Lgs.n.118/2011, come modificato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE Allegato alla deliberazione C.C. n 25 del 9 novembre 2009 Art.1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO. Determinazione

COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO. Determinazione COPIA Determinazione n 17 in data 10/07/2013 COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO Area dei Servizi Finanziari Determinazione Oggetto: IMPEGNO DI SPESA PER SERVIZIO SPEDIZIONE AVVISI TARES Copia

Dettagli

XX COMUNITA MONTANA DEI MONTI SABINI - 02037 POGGIO MOIANO RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO

XX COMUNITA MONTANA DEI MONTI SABINI - 02037 POGGIO MOIANO RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO XX COMUNITA MONTANA DEI MONTI SABINI - 02037 POGGIO MOIANO RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO ANNO 2014 RELAZIONE DELL ORGANO ESECUTIVO AL RENDICONTO DI GESTIONE 2014 Articolo 231

Dettagli

Comune di Marzano Appio (Prov. Caserta) e-mail ragioneria.marzano@libero.it - Tel. 0823/929216 Fax 0823/929220

Comune di Marzano Appio (Prov. Caserta) e-mail ragioneria.marzano@libero.it - Tel. 0823/929216 Fax 0823/929220 Comune di Marzano Appio (Prov. Caserta) e-mail ragioneria.marzano@libero.it - Tel. 0823/929216 Fax 0823/929220 SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO Servizio Tributi DETERMINAZIONE N 7 DEL 19/02/2013 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3

COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3 COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3 DETERMINA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 33 del 22/02/2011 OGGETTO: Determinazione risorse anno

Dettagli

TRIBUTI. cimini.loredana@comune.albaadriatica.te.it

TRIBUTI. cimini.loredana@comune.albaadriatica.te.it TRIBUTI n. PROVVEDIMENTO- DENOMINAZIONE 1 Richiesta chiarimenti sull applicazione dei tributi comunali 30 2 Liquidazione e accertamento dei tributi dal giorno della denuncia del cittadino o della segnalazione

Dettagli

Il bilancio degli enti locali

Il bilancio degli enti locali Il bilancio degli enti locali - Introduzione - I principi - La struttura del bilancio - Armonizzazione dei bilanci degli enti locali attenzione :fase di traduzione nel bilancio delle scelte politiche Tipologie

Dettagli

SCADENZIARIO GIUGNO 2013

SCADENZIARIO GIUGNO 2013 P SCADENZIARIO GIUGNO 2013 a cura di Eugenio Piscino e Claudia Giraudo Lo scadenziario è aggiornato al d.l. n. 35 del 8 aprile 2013. 1 GIUGNO Denuncia mensile Trasmettere, entro il corrente mese, telematicamente

Dettagli

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010 COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (TRAPANI) Relazione sullo stato di realizzazione dell attività programmata nell anno 2010 1 - LA LETTURA DEI RISULTATI DELLA GESTIONE 1.1 - Il risultato della gestione di competenza

Dettagli

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P. 81024 cod Fisc: 80004330611 Partita IVA 00136920618

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P. 81024 cod Fisc: 80004330611 Partita IVA 00136920618 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE/2013 Delibera n. 36 del 25/07/2013 Oggetto: Approvazione dell ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato 2012 della Relazione e Programmatica e del Bilancio Pluriennale

Dettagli

COMUNE DI MONTEFIORINO

COMUNE DI MONTEFIORINO COMUNE DI MONTEFIORINO PROVINCIA DI MODENA C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE CONVENZIONE SERVIZIO " BENE COMUNE - PACCHETTO INTEGRATO" OFFERTO DA POSTE ISTALIANE S.P.A. PER ACCONTI TARES: - PROVVEDIMENTI

Dettagli

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia REGOLAMENTO CONTABILITA

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia REGOLAMENTO CONTABILITA COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia REGOLAMENTO DI CONTABILITA INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI pag. Art. 1 - Contenuto del regolamento 4 Art. 2 - Responsabili dei servizi 4 TITOLO II - FORMAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia tel. 0383/88101 - FAX 0383/886182 e-mail: info@comune.bressanabottarone.pv.it SERVIZIO 2 ECONOMICO FINANZIARIO SEGRETERIA ANNO 2014 Sistema di programmazione

Dettagli

COMUNE DI NEMBRO Provincia di Bergamo

COMUNE DI NEMBRO Provincia di Bergamo COMUNE DI NEMBRO Provincia di Bergamo DELIBERA N. 16 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ASSEGNAZIONE INCARICO PER RECUPERO CREDITI ARRETRATI - SOCIETA' ICM CREDIT MANAGEMENT

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze

Comune di Signa Provincia di Firenze Prot. 13693 Signa li 13/10/2015 Al Sindaco Assessore al Bilancio Segretario Generale SEDE OGGETTO: RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI AI SENSI DELL ART. 147-ter DEL D.LGS 267/2000. UFFICIO

Dettagli

COMUNE DI CALCINAIA Provincia di Pisa

COMUNE DI CALCINAIA Provincia di Pisa COMUNE DI CALCINAIA Provincia di Pisa D E L I B E R A Z I O N E del C O N S I G L I O C O M U N A L E COPIA N 19 del 18/04/2013 OGGETTO: TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI "TARES". SERVIZIO DI

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

3 SETTORE AFFARI GENERALI E FINANZIARI Dirigente Dr. Renzo Mostarda

3 SETTORE AFFARI GENERALI E FINANZIARI Dirigente Dr. Renzo Mostarda 3 SETTORE AFFARI GENERALI E FINANZIARI Dirigente Dr. Renzo Mostarda Procedimenti comuni a tutto il OGGETTO DEL NORMATIVA DI N. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO PROCEDIMENTO RIFERIMENTO RESPONSABILE DEL PROVVEDIMENTO

Dettagli

TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere

TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere TITOLO I Area amministrativa I/1 AFFARI ISTITUZIONALI I/1.1 I/1.2 I/1.3 I/1.4 I/1.5 I/1.6 I/1.7 I/2

Dettagli

Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014

Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014 Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014 La scadenza ordinaria per l approvazione del bilancio di previsione è stabilita al 31 dicembre di ogni anno (art. 151 del D. Lgs. n. 267/2000). Entro tale

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA (Testo aggiornato al 13/07/2015)

REGOLAMENTO DI CONTABILITA (Testo aggiornato al 13/07/2015) REGOLAMENTO DI CONTABILITA (Testo aggiornato al 13/07/2015) A CURA DI: PAOLO GROS, ROCCO FESTA, MARCO SIGAUDO REGOLAMENTO DI CONTABILITA Sommario CAPO I ASPETTI GENERALI... 6 TITOLO I FINALITA E CONTENUTO...

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 4 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 4 Del 21.01.2010 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO

Dettagli

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

IL CONSIGLIO DIRETTIVO Oggetto: Esame ed approvazione del rendiconto generale 2014 IL CONSIGLIO DIRETTIVO VISTO il Rendiconto Generale 2014 che è costituito dai seguenti documenti: Conto di bilancio (Rendiconto Finanziario Decisionale

Dettagli

OGGETTO. VARIAZIONE DI RIEQUILIBRIO E ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 E DI VERIFICA DELLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI

OGGETTO. VARIAZIONE DI RIEQUILIBRIO E ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 E DI VERIFICA DELLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI OGGETTO. VARIAZIONE DI RIEQUILIBRIO E ASSESTAMENTO DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 E DI VERIFICA DELLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: con delibera del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI UNIONE MONTANA ALTA VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio n. 1 del 07.01.2013 1 CAPO I PRINCIPI GENERALI INDICE Art. 1 Oggetto

Dettagli

RESPONSABILE Dr. FABIO SCUPOLA

RESPONSABILE Dr. FABIO SCUPOLA RESPONSABILE Dr. FABIO SCUPOLA L Ufficio Ragioneria è preposto all espletamento degli obblighi istituzionali inerenti la predisposizione dei bilanci e le dichiarazioni fiscali, sulla base delle registrazioni

Dettagli

Regolamento del sistema di controlli interni (art.147 e ss. del T.U.E.L.)

Regolamento del sistema di controlli interni (art.147 e ss. del T.U.E.L.) COMUNE DI PORTO SAN GIORGIO (PROVINCIA DI FERMO) Alleg.B Regolamento del sistema di controlli interni (art.147 e ss. del T.U.E.L.) Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 5, in data 28.01.2016

Dettagli

COMUNE DI CORDOVADO. Provincia di Pordenone ESERCIZIO 2012 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI AREA FINANZIARIA/AMMINISTRATIVA

COMUNE DI CORDOVADO. Provincia di Pordenone ESERCIZIO 2012 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI AREA FINANZIARIA/AMMINISTRATIVA COMUNE DI CORDOVADO Provincia di Pordenone ESERCIZIO 2012 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI AREA FINANZIARIA/AMMINISTRATIVA U.O. PROGRAMMAZIONE-BILANCIO-TRIBUTI-SERVIZIO PERSONALE Coordinatore Responsabile:

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO. Determinazione

COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO. Determinazione COPIA Determinazione n 21 in data 21/07/2012 COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO Area dei Servizi Finanziari Determinazione Oggetto: INCARICO ALLO STUDIO COMMERCIALE RAG.FLORI PIERLUIGI PER LA

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO

COMUNE DI SALICE SALENTINO COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2009 CENTRO DI RESPONSABILITA IV ECONOMICO - FINANZIARIO - TRIBUTI RESPONSABILE: Dott. Domenico CACCIATORE COMUNE DI

Dettagli

Rendiconto di Gestione 2014

Rendiconto di Gestione 2014 ALLEGATO 12 Comune di Riccione Rendiconto di Gestione 2014 Altri quadri contabili Assessore al Bilancio Dott. Roberto Monaco Dirigente al Bilancio Dott.ssa Cinzia Farinelli INCASSI PER CODICI GESTIONALI

Dettagli

CITTÀ DI NARDÒ Provincia di Lecce ******** SETTORE II ECONOMICO FINANZIARIO

CITTÀ DI NARDÒ Provincia di Lecce ******** SETTORE II ECONOMICO FINANZIARIO CITTÀ DI NARDÒ Provincia di Lecce ******** ECONOMICO FINANZIARIO Ufficio Ragioneria e Controllo di Gestione Si occupa di: Programmazione e bilancio Predisposizione dei progetti, dei bilanci annuali e pluriennali

Dettagli

COMUNE DI PINASCA. Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27

COMUNE DI PINASCA. Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 ORIGINALE COMUNE DI PINASCA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 OGGETTO: Imposta Unica Comunale (IUC). Approvazione del Regolamento per la disciplina generale dell'imposta

Dettagli

Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU

Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU L entrata in vigore, dal 1 gennaio 2012, dell IMU impone ai Comuni un notevole sforzo organizzativo e strutturale. Infatti, oltre agli adempimenti formali

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Agenzia Speciale APOF- IL

Agenzia Speciale APOF- IL Agenzia Speciale APOF- IL Provincia di Potenza Relazione dell organo di revisione sulle proposte di bilancio di previsione 2012 e di bilancio pluriennale 2012_2014 con i relativi documenti allegati L organo

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Tributi - Contenzioso SETTORE : Pisanu Anna Franca. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 18/12/2014. in data

COMUNE DI SESTU. Tributi - Contenzioso SETTORE : Pisanu Anna Franca. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 18/12/2014. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Tributi - Contenzioso Pisanu Anna Franca DETERMINAZIONE N. in data 2417 18/12/2014 OGGETTO: IUC - Approvazione elenco contribuenti TARI 2014. Accertamento di entrata

Dettagli

CITTA DI AULLA DETERMINAZIONE N 277 DEL 04/03/2015

CITTA DI AULLA DETERMINAZIONE N 277 DEL 04/03/2015 CITTA DI AULLA Medaglia d Oro al Merito Civile Provincia di Massa Carrara 3 SETTORE AFFARI GENERALI E FINANZIARI DETERMINAZIONE N 277 DEL 04/03/2015 OGGETTO: Acquisto software per la gestione del tributo

Dettagli

Approvazione di bilancio e allegati da parte del Consiglio (31/12)

Approvazione di bilancio e allegati da parte del Consiglio (31/12) 87083 Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche Altri documenti preventivi Processo di formazione del preventivo Predisposizione dello schema di bilancio da parte dell esecutivo esecutivo. Processo:

Dettagli

COMUNE DI URBINO. Segreteria Generale REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI URBINO * * * APPROVATO

COMUNE DI URBINO. Segreteria Generale REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI URBINO * * * APPROVATO COMUNE DI URBINO Segreteria Generale REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI URBINO * * * APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n. 59 del 25

Dettagli

Codice ente 10082 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Codice ente 10082 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI COMUN NUOVO PROVINCIA DI BERGAMO Codice ente 10082 DELIBERAZIONE N. 55 in data: 03.08.2015 Soggetta invio capigruppo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI _MOLINO DEI TORTI Provincia di _Alessandria PARERE DEL REVISORE DEI CONTI SULLA PROPOSTA DI: riapprovazione BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI Espresso il _07/07/2014 Richiesta

Dettagli

Prospetto dei dati SIOPE (Incassi)

Prospetto dei dati SIOPE (Incassi) Prospetto dei dati Prospetto dei dati (Incassi) Esercizio : 2014 Voci di : ENTRATA Mese di : Dicembre Calcolato su : REVERSALI Titolo 1 - Entrate tributarie 1101 ICI - IMU riscossa attraverso ruoli 569,81

Dettagli

A Il D.Lgs. 77/1995 e il D.Lgs. 267/2000

A Il D.Lgs. 77/1995 e il D.Lgs. 267/2000 Finanza, contabilità e revisione economico-finanziaria Sommario 1 L ordinamento contabile: fonti normative. 2 Il regolamento di contabilità. 3 Gli strumenti della programmazione finanziaria. 4 Il rendiconto

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Copia Albo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 50 OGGETTO : BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO ANNO 2015 - IMPOSTA COMUNALE SULLA

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano Regolamento generale delle entrate comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 8 del 25.01.1999 Modificato con deliberazioni del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI NEGRAR Provincia di Verona

COMUNE DI NEGRAR Provincia di Verona COPIA COMUNE DI NEGRAR Provincia di Verona Settore Contabile Determinazione Tributi Numero 13 Del 25-07-13 - Reg. Generale 352 Oggetto: TRIBUTI. CIG. ZA70AB34D3. AFFIDAMENTO BOLLETTAZIONE E RENDICONTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI * SETTORE RAGIONERIA - FINANZE - TRIBUTI - ECONOMATO *

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI * SETTORE RAGIONERIA - FINANZE - TRIBUTI - ECONOMATO * COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI * SETTORE RAGIONERIA - FINANZE - TRIBUTI - ECONOMATO * SCHEMA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE * PROT. N 21051 DEL 15/06/2010 UFFICIO ISTRUTTORE: RAGIONERIA * CAPO SETTORE:

Dettagli

VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO

VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Verbale n. 2/2014 VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Il giorno 18 del mese di aprile dell anno 2014 alle ore 10,15 il sottoscritto Dott. Damiano

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N -006 GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE FINANZIARIE RESPONSABILE DOTT. GIULIO PINCHETTI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione formale avverrà in sede di P.E.G.,

Dettagli

Area 2 BILANCIO, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Settore Bilancio Unità organizzativa Responsabile: Ufficio Bilancio e contabilità economico patrimoniale

Area 2 BILANCIO, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Settore Bilancio Unità organizzativa Responsabile: Ufficio Bilancio e contabilità economico patrimoniale Area 2 BILANCIO, PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Settore Bilancio Unità organizzativa Responsabile: Ufficio Bilancio e conomico patrimoniale PROCEDIMENTO Bilancio preventivo e consuntivo e relative variazioni

Dettagli

PIANO DELLA PERFORMANCE

PIANO DELLA PERFORMANCE COMUNITÀ MONTANA DEI MONTI SABINI TIBURTINI CORNICOLANI PRENESTINI ENTE PUBBLICO LOCALE REGIONE LAZIO PROVINCIADI ROMA Via Tiburtina, n 2 00019 Tivoli (RM) CF 86000680586 CCP 55302004 Tel 0774/314712-3

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO PRINCIPI GENERALI SULL AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ 1. L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ In quanto ente pubblico istituzionale l INPS è regolato dai principi della L. 70/1975 che ha

Dettagli

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni (art. 147 del TUELL 267/2000, modificato dal D.L. 174/2012 convertito nella legge 213/2012) INDICE Parte 1^ Premesse generali Art. 1 Finalità e ambito

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di BUCINE Provincia di Arezzo REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Allegato alla delib. C.C. n. 13 del 14.03.2006. Art. 1 OGGETTO

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI Armonizzazione dei sistemi contabili D.Lgs.118/2011 CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 Cristina CHIANTIA dottori commercialisti Massimo STRIGLIA

Dettagli

RESPONSABILE DOTT. FABIO SCUPOLA

RESPONSABILE DOTT. FABIO SCUPOLA RESPONSABILE DOTT. FABIO SCUPOLA L Ufficio Ragioneria è preposto all espletamento degli obblighi istituzionali inerenti la predisposizione dei bilanci e le dichiarazioni fiscali, sulla base delle registrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento di contabilità, adottato in applicazione dell art. 71 terdecies della Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40

Dettagli

C O M U N E D I S A N S I R O Provincia di Como

C O M U N E D I S A N S I R O Provincia di Como C O M U N E D I S A N S I R O Provincia di Como SERVIZIO AMMINISTRATIVO E CONTABILE N. 65 del 27-03-2012 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO PER LA COMPILAZIONE E TRASMISSIONE MODELLO 770 - TRIENNIO FISCALE

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31/12/2008 - Rendiconto Finanziario al 31/12/2008 - Conto Economico Consuntivo al 31/12/2008

Dettagli

COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari. 3 Settore FINANZIARIO

COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari. 3 Settore FINANZIARIO COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari 3 Settore FINANZIARIO Dirigente ad interim: Responsabile del potere sostitutivo: Dirigente extra dotazione organica art. 110, c.2, DLGS 267/2000 - Responsabile Ufficio

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA

FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA FUNZIONIGRAMMA DEL FONDO PENSIONI SICILIA Allegato alla Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 8 del 15 settembre 2010 AREA AFFARI GENERALI Compiti di segreteria del Direttore Attività di segreteria

Dettagli

Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE

Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE SOMMARIO Art. 1 - Principi generali Pag. 3 Art. 2 - Esercizi Pag.

Dettagli

Agenzia regionale per le adozioni internazionali Decreti dal n. 101 del 1 dicembre 2015 al n. 116 del 29 dicembre 2015.

Agenzia regionale per le adozioni internazionali Decreti dal n. 101 del 1 dicembre 2015 al n. 116 del 29 dicembre 2015. REGIONE PIEMONTE BU9 03/03/2016 Agenzia regionale per le adozioni internazionali Decreti dal n. 101 del 1 dicembre 2015 al n. 116 del 29 dicembre 2015. Allegato Decreto 01 dicembre 2015, n. 101 Fondo economale

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali COGNOME E NOME ORARIO MANSIONI ATTRIBUITE Sigla DI BIASE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU COMUNE DI CHIOMONTE Provincia di Torino SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: ICI E TARSU Approvato dal C.C. nella seduta del 20 Dicembre 20008 con atto n 40/08

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Estratto DETERMINAZIONE N. 379 del 28/10/2013 Proposta n. 379 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI E ADEMPIMENTI CONNESSI ANNI 2014/2017 A FAVORE DELLA DITTA ENTI SERVICE SRL DI

Dettagli

UNIONE COLLINE MATILDICHE (Provincia di Reggio nell'emilia)

UNIONE COLLINE MATILDICHE (Provincia di Reggio nell'emilia) UNIONE COLLINE MATILDICHE (Provincia di Reggio nell'emilia) BILANCIO DI 2015 - UNIONE COLLINE MATILDICHE - bilancio di previsione 2015 - ENTRATE Codice Cen. Descrizione bilancio Cst 2015 2016 0 100 9000

Dettagli