Milano 22 dicembre 2014 NEWS FISCALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano 22 dicembre 2014 NEWS FISCALI"

Transcript

1 Milano 22 dicembre 2014 NEWS FISCALI Con l entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 175, c.d. Decreto semplificazioni fiscali, dal prossimo 13 dicembre andranno a regime molte modifiche alla fiscalità, introdotte relativamente alle persone fisiche, alle società e alla fiscalità internazionale. Nello specifico, intendiamo riepilogare le misure principali del decreto, alcune delle quali attive a partire dal 1 gennaio 2015: Dal 2015 via alla dichiarazione precompilata Il Governo ha introdotto nuove modalità per offrire assistenza ai contribuenti per la predisposizione delle dichiarazioni dei redditi e per il calcolo delle relative imposte. Dal 2015 infatti per tutti i contribuenti con redditi di lavoro dipendente e assimilati e redditi di pensione, è prevista la predisposizione del mod. 730 precompilato. Nello specifico: entro il 7 marzo, i sostituti d imposta dovranno inviare i modelli Cud, all Agenzia delle Entrate, la quale procede con la precompilazione della dichiarazione utilizzando le informazioni già in suo possesso, come le dichiarazioni degli anni precedenti o i dati relativi agli atti del registro, le informazioni sui redditi erogati a dipendenti e pensionati trasmesse dai sostituti d imposta, nonché i dati relativi ad alcune spese sostenute dai contribuenti che danno diritto a detrazioni o deduzioni, comunicati dagli enti esterni; entro il 15 aprile, l Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei cittadini i modelli di Dichiarazione precompilati, disponibili in via telematica o con apposita delega tramite un CAAF; entro il 7 luglio di ogni anno, i contribuenti potranno decidere di accettare la dichiarazione o procedere con delle correzioni, qualora i dati siano errati o incompleti. Resta ferma la possibilità di presentare la dichiarazione dei redditi autonomamente compilata, con le modalità ordinarie. In tal caso o nel caso di modifica al precompilato fornito dall Agenzia delle Entrate, i controlli formali saranno indirizzati all intermediario CAF o professionista abilitato, chiamato a rispondere direttamente in caso di errore. Resta fermo il controllo nei confronti del contribuente delle condizioni che danno diritto alle detrazioni, deduzioni e agevolazioni. Nuovi limiti e operatività di omaggi e sponsorizzazioni Con il decreto sulle semplificazioni fiscali è stato introdotta, per le spese di rappresentanza, la possibilità di detrarre l Iva sulle spese sostenute per l acquisto di beni di costo unitario non superiore a 50 (in luogo dell attuale limite pari a 25,82). Il decreto è intervenuto sulla disciplina IVA degli omaggi, uniformando ai fini della detrazione il limite già previsto per l'iva, pari a 25,82 euro, a quello stabilito ai fini delle imposte sui redditi, pari a 50 euro. Sono indeducibili le spese che eccedono tale limite, ad esclusione delle spese relative a beni distribuiti gratuitamente di valore unitario non superiore a 50 euro che sono in ogni caso deducibili. Si considerano spese di rappresentanza anche ai fini dell IVA quelle definite dal D.M. 19 novembre 2008, emanato in attuazione dell art. 108, comma 2, TUIR.

2 L agenzia delle Entrate al fine di fornire ulteriori chiarimenti in merito al valore unitario delle spese di rappresentanza, alla deducibilità degli omaggi autoprodotti e alla rilevanza del valore di mercato, ha pubblicato la Risoluzione n. 27/E/2014. Esecuzione dei rimborsi IVA L art. 13 del D. Lgs. N. 175/14 disciplina l esecuzione dei rimborsi IVA, difatti per rimborsi inferiori a euro, sarà necessario presentare esclusivamente la Dichiarazione IVA, senza altre formalità, innalzando la soglia da e euro. Per crediti Iva superiori a euro è necessario che la dichiarazione IVA/istanza di rimborso infrannuale abbia il visto di conformità e che sia accompagnata da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti che il richiedente non ha ridotto, nel corso dell esercizio significativamente la sua consistenza patrimoniale, e nello specifico che il patrimonio netto, la consistenza degli immobili non siano diminuiti oltre il 40% e l attività non sia cessata né ridotta. Per le società di capitali non quotate, è necessaria una dichiarazione sostitutiva che attesti che non risultino cedute azioni o quote della società stessa per un ammontare superiore al 50% del capitale sociale. Infine ai fini del rimborso, è necessario che siano stati eseguiti i versamenti dei contributi previdenziali e assicurativi. Per crediti Iva superiori a euro, per «soggetti a rischio», è necessaria la garanzia della polizza fidejussoria (vecchia disciplina). Sono considerati a rischio i soggetti passivi che esercitano attività d impresa da meno di due anni e i soggetti passivi a cui sono stati notificati negli ultimi due anniavvisi di accertamento o di rettifica. La garanzia è prestata per una durata pari a tre anni dall esecuzione del rimborso Per i tempi di rimborso, nessuna novità, 3 mesi dalla presentazione della dichiarazione. Dichiarazioni d intento novità e aggiornamenti. Tra le semplificazioni fiscali, l art. 20 disciplina la comunicazione all agenzia delle entrate, dei dati contenuti nelle dichiarazioni d intento. Nello specifico per tutte le operazioni senza applicazione dell imposta da effettuare a decorrere dal 1 gennaio 2015, i dati relativi alle lettere d intento ricevuti non dovranno più essere comunicati all Amministrazione Finanziaria dal fornitore dell esportatore abituale, ma direttamente dall esportatore abituale. Con provvedimento del 12/12/14 del Direttore dell Agenzia delle Entrate, (prot /2014) è stato approvato il modello per la dichiarazione d intento oltre alle modalità e termini di presentazione della dichiarazione. L Agenzia delle Entrate rilascerà a quest ultimo una ricevuta telematica, da trasmettere al proprio fornitore, con la dichiarazione d intento, prima di effettuare l operazione. Il cedente o prestatore provvederà, infine, a riepilogare, nella dichiarazione annuale Iva, i dati contenuti nelle dichiarazioni d intento ricevute. I termini entro cui applicare la modalità di presentazione delle lettere d intento, decorrono entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo. Pertanto, così come indicato nel provvedimento dell Agenzia delle Entrate, fino all 11 febbraio 2015, gli operatori, ai sensi dell articolo 3, comma 2, della legge 22 luglio 2000, n. 212, possono consegnare o inviare la dichiarazione d intento al proprio cedente o prestatore secondo le modalità vigenti anteriormente

3 alla emanazione del presente provvedimento. In tal caso il fornitore non dovrà verificare l avvenuta presentazione della dichiarazione d intento all Agenzia delle Entrate. Gli operatori possono tuttavia avvalersi del sistema di presentazione in via telematica dal giorno di pubblicazione sul sito internet dell Agenzia delle Entrate. Per le dichiarazioni d intento consegnate o inviate secondo le attuali modalità, che esplicano tuttavia effetti anche per operazioni poste in essere successivamente all 11 febbraio 2015, vige l obbligo, a partire dal 12 febbraio 2015, di trasmettere le dichiarazioni in via telematica e di riscontrare l avvenuta presentazione della dichiarazione all Agenzia delle Entrate. Entro 120 giorni dall entrata in vigore della presente disposizione, l Agenzia delle Entrate mette a disposizione dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la banca dati delle dichiarazioni d intento per dispensare dalla consegna in dogana della copia cartacea delle predette dichiarazioni e delle ricevute di presentazione. Comunicazione delle operazioni intercorse con paesi black list Con l approvazione definitiva del Decreto Legislativo sulle semplificazioni fiscali si modificano le comunicazioni con i paradisi fiscali. In particolare l obbligo di comunicazione telematica all Agenzia delle Entrate, delle operazioni con operatori residenti in paesi a fiscalità privilegiata diviene annuale, e non più mensile/trimestrale. Inoltre la soglia minima per cui diventerà obbligatoria la comunicazione non sarà più pari a 500 euro, ma si innalza a euro, inteso come importo complessivo annuale. Richiesta di autorizzazione per effettuare operazioni intracomunitarie - VIES L art. 22 del decreto semplificazioni prevede che chi esprime la volontà di compiere operazioni intracomunitarie in sede di inizio attività o in un momento successivo sarà immediatamente iscritto al VIES. Inclusione pertanto immediata nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, senza obbligo di attendere 30 giorni dalla richiesta all Agenzia delle Entrate, per cominciare ad operare. Prevista la presunzione che il soggetto passivo non intende più effettuare operazioni intracomunitarie, qualora non abbia presentato alcun elenco riepilogativo per 4 trimestri consecutivi, successivi alla data di inclusione nella banca dati. L Agenzia delle Entrate procede all esclusione della partita Iva dal Vies, previo invio di apposita comunicazione al soggetto passivo. Quanto sopra anche in caso di dati di identificazione Iva incompleti o inesatti. L Agenzia delle Entrate emana un provvedimento di cessazione della partita Iva, e provvede all esclusione della stessa dal Vies. Semplificazione elenchi intrastat servizi Tra le semplificazioni fiscali, l art. 23 apporta modifiche al contenuto degli elenchi riepilogativi relativi alle prestazioni di servizi diverse da quelle di cui agli artt. 7-quater e 7-quinquies del D.P.R. 633/1972, rese nei confronti di soggetti passivi stabiliti in un altro Stato dell Unione Europea e quelle da questi ultimi ricevute.

4 L obiettivo principale è quello di ridurre il contenuto informativo alle sole notizie concernenti i numeri di identificazione Iva delle controparti, il valore totale delle relative prestazioni, il codice identificativo del tipo di prestazione resa o ricevuta e il Paese di pagamento. Non è, invece, prevista la modifica della normativa di riferimento, rappresentata dall art. 50, co. 6, del D.P.R. 633/1972, secondo cui i contribuenti presentano in via telematica all Agenzia delle Dogane gli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari, nonché delle prestazioni diverse da quelle di cui agli artt. 7-quater e 7-quinquies del D.P.R. 633/1972, rese nei confronti di soggetti passivi stabiliti in un altro Stato della Comunità, e quelle da questi ultimi ricevute. L articolo 25 disciplina invece le sanzioni in caso di omissione o inesattezza dati statistici degli elenchi intrastat che vengono applicate una sola volta per ogni elenco intrastat mensile inesatto o incompleto a prescindere dal numero di transazioni mancanti o riportate in modo errato nell elenco stesso. Responsabilità solidale negli appalti Con l entrata in vigore in data 13 dicembre u.s., del D. Lgs. 175/2014 (Decreto semplificazioni fiscali), si modifica ulteriormente il regime di responsabilità solidale negli appalti, disciplinata con il DL 223/2006, che introduceva il vincolo di solidarietà sia per l IVA che per le ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente. Nel 2013 l art. 50 del DL 69 aveva abrogato la solidarietà in materia di IVA, lasciando la sola responsabilità solidale per le ritenute fiscali. Con l art. 28, comma 1 del D. Lgs. 175/2014 è stata abrogata definitivamente anche la responsabilità sulle ritenute fiscali e si è meglio definita la responsabilità retributiva (art. 29 del D. Lgs. 276/2003), per la quale, in caso di appalto, il committente datore di lavoro è obbligato in solido con l appaltatore e gli eventuali subappaltatori, entro due anni dalla cessazione dell appalto, a corrispondere i trattamenti retributivi, le quote di TFR, i contributi previdenziali e i premi INAIL ai lavoratori dipendenti e parasubordinati. Se il committente sostituto d imposta paga i redditi di cui sopra, sarà inoltre tenuto agli adempimenti a carico del sostituto d imposta (conguagli, detrazioni d imposta, compensazioni da 730, detassazioni, addizionali, presentazione del 770 e versamento delle ritenute). A tal fine, il committente, coobbligato con appaltatore e subappaltatori, è chiamato in giudizio, ed è legittimato ad esercitare azione di regresso nei loro confronti. Difatti il giudice, accertata la responsabilità solidale, può agire nei confronti del committente solo dopo l infruttuosa escussione del patrimonio dell appaltatore e dei subappaltatori. Rispetto al DL 223/2006 che prevedeva una responsabilità automatica del committente/appaltatore per le ritenute non versate dall appaltatore/subappaltatore, l art. 29 del decreto semplificazioni fa scattare il vincolo solidale solo dopo l accertamento della responsabilità da parte del giudice. Altra sostanziale differenza è legata alla dichiarazione sostitutiva ai fini della responsabilità solidale, prevista con il DL 223/2006 ed eliminata con il nuovo decreto semplificazioni. Tale dichiarazione sostitutiva rappresentava una esimente ai fini della responsabilità solidale, che garantiva al committente l effettuazione dei versamenti dovuti dall appaltatore/subappaltatore. Si specifica che tale responsabilità solidale non si estende ai privati. Ritenute operate ad agenti e rappresentanti L'art.27, che fornisce disposizioni riguardanti le ritenute sugli agenti, sostituendo il settimo comma dell'articolo 25-bis del decreto del Presidente della Repubblica n. 600/1973.

5 La modifica riguarda i criteri, i termini e le modalità per la presentazione della dichiarazione. La trasmissione della dichiarazione per la richiesta della ritenuta in misura ridotta, pari al 20% dell'ammontare delle provvigioni può avvenire anche tramite posta elettronica certificata, in caso di impiego in via continuativa dell'opera di dipendenti o di terzi. La dichiarazione non potrà avere limiti di tempo e sara' valida fino a revoca ovvero fino alla perdita dei requisiti da parte del contribuente. L'omissione della comunicazione comporta l'applicazione delle sanzioni amministrative da 258 a euro (art. 11, del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471, e successive modificazioni). Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario Tel:

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI lì, 20 dicembre 2014 Articolo 1 - Dichiarazione dei redditi precompilata Dal 2015, entro il 15 aprile di ciascun anno, l Agenzia delle Entrate renderà disponibile telematicamente

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 17 Dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Decreto Legislativo 21 novembre 2014 nr. 175, cosiddetto Semplificazione fiscale e dichiarazione dei

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI OGGETTO: Circolare 19.2014 Seregno, 12 novembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 30 Ottobre 2014 in via definitiva il Decreto Legislativo contenente disposizioni

Dettagli

Il Decreto Semplificazioni

Il Decreto Semplificazioni Paola Costa Il Decreto legislativo n. 175/2014, in attuazione della delega in materia di semplificazioni fiscali, introduce il Modello 730 precompilato per lavoratori dipendenti e pensionati e numerose

Dettagli

Al via le semplificazioni fiscali. Esaminato il decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali

Al via le semplificazioni fiscali. Esaminato il decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali Fiscal Flash La notizia in breve N. 114 23.06.2014 Al via le semplificazioni fiscali Esaminato il decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730

Dettagli

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il Consiglio dei ministri ha approvato in data 30 ottobre 2014 il Decreto delegato

Dettagli

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Operatori che intrattengono rapporti con l estero - semplificazioni IVA in vista Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DLgs. di semplificazione

Dettagli

Newsletter n. 4/2014. Milano, 30 Dicembre 2014

Newsletter n. 4/2014. Milano, 30 Dicembre 2014 CPASSOCIATI Via Agnello, 8 Milano 20121 C.F. e P.Iva 12532720153 Tel. +39 02 796141 Fax +39 02 796142 info@cpassociati.com www.cpassociati.com Milano, 30 Dicembre 2014 Newsletter n. 4/2014 Nella speranza

Dettagli

Decreto Legislativo n. 175 Semplificazioni fiscali le principali novità

Decreto Legislativo n. 175 Semplificazioni fiscali le principali novità Ai Gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 10 del 17 Dicembre 2014 Decreto Legislativo n. 175 Semplificazioni fiscali le principali novità Abbiamo fatto il possibile per semplificare i termini e i concetti,

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO

CIRCOLARE DELLO STUDIO Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Studio Paolo Simoni Dottori Commercialisti Associati

Studio Paolo Simoni Dottori Commercialisti Associati Dott. Paolo Simoni Dott. Grazia Marchesini Dott. Alberto Ferrari Dott. Federica Simoni Rag. Lidia Gandolfi Dott. Francesco Ferrari Dott. Enrico Ferra Dott. Agostino Mazziotti Bologna, 16/12/2014 Ai Signori

Dettagli

Circolare 25. del 3 dicembre 2014. DLgs. 21.11.2014 n. 175 Decreto Semplificazione fiscale - Novità in materia di IVA. INDICE

Circolare 25. del 3 dicembre 2014. DLgs. 21.11.2014 n. 175 Decreto Semplificazione fiscale - Novità in materia di IVA. INDICE Circolare 25 del 3 dicembre 2014 DLgs. 21.11.2014 n. 175 Decreto Semplificazione fiscale - Novità in materia di IVA. INDICE 1 Premessa...2 2 Credito IVA annuale e infrannuale - modalità di rimborso...2

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Semplificazioni fiscali Premessa Con il Consiglio dei Ministri che si è riunito venerdì 20 giugno sono state introdotte moltissime novità: è stato infatti esaminato, in via preliminare, il decreto

Dettagli

Oggetto. Sommario. Contenuto. Informativa 41/2014

Oggetto. Sommario. Contenuto. Informativa 41/2014 I n f o r m a t i v a d e l 14 n o v e m b r e 2014 P a g. 1 di 5 Informativa 41/2014 Oggetto IL DECRETO SULLE SEMPLIFICAZIONI FISCALI Sommario Capo I: Semplificazioni per le persone fisiche; Capo II:

Dettagli

Circolare N. 160 del 3 Dicembre 2014

Circolare N. 160 del 3 Dicembre 2014 Circolare N. 160 del 3 Dicembre 2014 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.Lgs. semplificazioni fiscali (D.Lgs. n. 175 del 21.11.2014 pubblicato in GU n. 277 del 28.11.2014) Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Decreto sulle Semplificazioni Fiscali

Decreto sulle Semplificazioni Fiscali Decreto sulle Semplificazioni Fiscali Il decreto legislativo n. 175 del 21 novembre 2014 in materia di semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata ( Decreto Semplificazioni Fiscali

Dettagli

Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali)

Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali) CIRCOLARE dicembre 2014: Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali) Riepiloghiamo brevemente le novità più rilevanti introdotte dal Decreto Legislativo n 175/2014,

Dettagli

CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - Il decreto semplificazioni fiscali e le altre novità di periodo - Le principali novità:

CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - Il decreto semplificazioni fiscali e le altre novità di periodo - Le principali novità: PAGINA 1 CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - Il decreto semplificazioni fiscali e le altre novità di periodo - 29 Dicembre 2014 Indice: Le principali novità 1 Riduzione del tasso di interesse legale 1 Estinzione

Dettagli

Il Decreto semplificazioni

Il Decreto semplificazioni Circolare 1/2015-C del 8.01.2015 Il Decreto semplificazioni Con il D.Lgs. n. 175 del 21.11.2014 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 277 del 28.11.2014 ed entrato in vigore il 13 dicembre 2014, il Governo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. N. 7786/2016 Approvazione della Certificazione Unica CU 2016, relativa all anno 2015, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

1-2015. Quaderni Fiscali 1-2015. Legge di stabilità 2015 - Novità in tema di Iva

1-2015. Quaderni Fiscali 1-2015. Legge di stabilità 2015 - Novità in tema di Iva 1-2015 Quaderni Fiscali 1-2015 Legge di stabilità 2015 - Novità in tema di Iva Masaccio, Il tributo, 1425, affresco. Firenze, chiesa del Carmine, Cappella Brancacci Aggiornamento e approfondimento in area

Dettagli

LE (PROSSIME) SEMPLIFICAZIONI FISCALI

LE (PROSSIME) SEMPLIFICAZIONI FISCALI INFORMATIVA N. 194 17 LUGLIO 2014 NOVITÀ LE (PROSSIME) SEMPLIFICAZIONI FISCALI Artt. 1 e 7, Legge n. 23/2014 Schema D.Lgs. (Atto Camera n. 99) Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato, in via

Dettagli

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2013 dell Ufficio

Dettagli

Video Fisco 17 dicembre 2014. Il Rent to buy; Tutte le novità del D.L. semplificazioni. a cura di Andrea Scaini e Sandro Cerato

Video Fisco 17 dicembre 2014. Il Rent to buy; Tutte le novità del D.L. semplificazioni. a cura di Andrea Scaini e Sandro Cerato Video Fisco 17 dicembre 2014 Il Rent to buy; Tutte le novità del D.L. semplificazioni a cura di Andrea Scaini e Sandro Cerato 1 Rent to buy Nuova forma contrattuale Dottrina e fisco a cura di Andrea Scaini

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 11/14 Legnago, 16.12.2014 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - OMAGGI: NUOVE REGOLE Per gli acquisti di beni destinati

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONE FISCALE VERSIONE INTEGRALE DELLA BOZZA PRESENTATA DAL GOVERNO TUTTI I 34 ARTICOLI INDICE SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO

DECRETO SEMPLIFICAZIONE FISCALE VERSIONE INTEGRALE DELLA BOZZA PRESENTATA DAL GOVERNO TUTTI I 34 ARTICOLI INDICE SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO DECRETO SEMPLIFICAZIONE FISCALE VERSIONE INTEGRALE DELLA BOZZA PRESENTATA DAL GOVERNO TUTTI I 34 ARTICOLI INDICE SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SEMPLIFICAZIONI FISCALI

Dettagli

Si tramette Circolare con le novità fiscali più rilevanti del Decreto semplificazioni approvato di recente.

Si tramette Circolare con le novità fiscali più rilevanti del Decreto semplificazioni approvato di recente. Ai gentili Clienti Loro sedi Altavilla Vicentina 09/12/2014 Si tramette Circolare con le novità fiscali più rilevanti del Decreto semplificazioni approvato di recente. Gli argomenti trattati soni i seguenti:

Dettagli

SEMPLIFICAZIONI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA

SEMPLIFICAZIONI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO PRINCIPALI NOVITÀ DEL D.LGS. 21 NOVEMBRE 2014, N. 175 SEMPLIFICAZIONI FISCALI E DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA GIANCARLO MODOLO Cernusco sul Naviglio-Milano

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI DECRETO LEGISLATIVO 21 novembre 2014, n. 175. Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e 87 della

Dettagli

Novità in materia di Rimborsi IVA

Novità in materia di Rimborsi IVA Circolare 4 del 2 febbraio 2015 Novità in materia di Rimborsi IVA INDICE 1 Premessa...2 2 Ambito applicativo...2 3 Rimborsi di importo fino a 15.000,00 euro...3 4 Rimborsi di importo superiore a 15.000,00

Dettagli

NOVITA IVA 2015. Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone

NOVITA IVA 2015. Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone NOVITA IVA 2015 Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone 1 NOVITA IVA 2015-BLACK LIST ART.21 Comunicazione delle operazioni intercorse con i Paesi black-list Con riferimento alla nozione di importo

Dettagli

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 Sandra Migliaccio (Agenzia delle Entrate - DR Piemonte Ufficio Fiscalità Generale) Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 1 L utilizzo del credito IVA Compensazione verticale Rimborso del

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI Ambrosia Corporate Solutions Newsletter DECRETO SEMPLIFICAZIONI DECRETO LEGISLATIVO 21 NOVEMBRE 2014, N.175 SEMPLIFICAZIONE FISCALE (14G00190) G.U. Serie Generale n. 277 del 28/11/2014 Entrata in vigore

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2012 dell Ufficio

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA In presenza di un credito IVA risultante dalla dichiarazione annuale al contribuente è concesso di scegliere tra: il riporto all anno successivo con utilizzo

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

SPESE DI VITTO E ALLOGGIO LAVORATORI AUTONOMI

SPESE DI VITTO E ALLOGGIO LAVORATORI AUTONOMI CIRCOLARE N. 26/2014 Reggio Emilia, lì 4 dicembre 2014 Ai Signori ed alle Società in indirizzo OGGETTO: Principali novità del decreto (D. Lgs. n. 175 del 21.11.2014). Via G. Gutenberg,

Dettagli

CIRCOLARE N. 9/2014. del 26 novembre 2014

CIRCOLARE N. 9/2014. del 26 novembre 2014 CIRCOLARE N. 9/2014 del 26 novembre 2014 OGGETTO: PRINCIPALI NOVITA FISCALI E CONTABILI INTRODOTTE NEGLI ULTIMI MESI A) DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI Con il Decreto Semplificazioni,

Dettagli

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010 Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 8 del 15 marzo 2010 Modelli INTRASTAT - Recepimento

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI APPALTO

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI APPALTO LA RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI APPALTO In questa Circolare 1. Premessa 2. La responsabilità solidale fiscale 3. La responsabilità solidale retributiva / contributiva 1. PREMESSA Come noto

Dettagli

Decreto sulle semplificazioni fiscali.

Decreto sulle semplificazioni fiscali. Decreto sulle semplificazioni fiscali. Il Governo, il 20 giugno scorso, ha dato il via ad uno schema di decreto legislativo contenente disposizioni in materia di semplificazioni fiscali, in attuazione

Dettagli

Oggetto: SEMPLIFICAZIONI FISCALI NOVITA IVA E IMPOSTE INDIRETTE

Oggetto: SEMPLIFICAZIONI FISCALI NOVITA IVA E IMPOSTE INDIRETTE Legnano, 24 novembre 2014 Alle imprese assistite Oggetto: SEMPLIFICAZIONI FISCALI NOVITA IVA E IMPOSTE INDIRETTE COMUNICAZIONE BLACK LIST - MODIFICATA LA PERIODICITÀ E LA SOGLIA MINIMA AL DI SOTTO DELLA

Dettagli

PRINCIPALI NOVITÀ DEL D.LGS. 21 NOVEMBRE 2014, N. 175 SEMPLIFICAZIONE FISCALE E DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA

PRINCIPALI NOVITÀ DEL D.LGS. 21 NOVEMBRE 2014, N. 175 SEMPLIFICAZIONE FISCALE E DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA INCONTRI DEL MARTEDÌ PRINCIPALI NOVITÀ DEL D.LGS. 21 NOVEMBRE 2014, N. 175 SEMPLIFICAZIONE FISCALE E DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA Milano, 2 dicembre 2014 a cura di Giancarlo Modolo MODELLO 730

Dettagli

Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari

Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari Artt. 13, 14 e 15, d.lgs. 21 novembre 2014, n. 175 Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata di Leda Rita Corrado

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Il Decreto Legislativo n 175 del 21 Novembre 2014, detto anche Decreto Semplificazioni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 13 Dicembre 2014, prevede una

Dettagli

Decreto Semplificazioni

Decreto Semplificazioni CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter 18 dicembre 2014 Decreto Semplificazioni D.Lgs. n. 175 del 21 novembre 2014 INDICE Premessa 3 1. Dichiarazione dei redditi precompilata (art. 1) 3 2. Trasmissione

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

Decreto Semplificazioni

Decreto Semplificazioni Dr. Anton Pichler Dr. Walter Steinmair Dr. Helmuth Knoll Sparkassenstraße 18 Via Cassa di Risparmio I-39100 Bozen Bolzano T 0471.306.411 F 0471.976.462 E info@interconsult.bz.it I www.interconsult.bz.it

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

Le (annunciate) semplificazioni fiscali

Le (annunciate) semplificazioni fiscali Le (annunciate) semplificazioni fiscali a cura del Dott. Giorgio Gavelli Studio Sirri-Gavelli-Zavatta & Associati 2 Recentemente, il Consiglio dei Ministri ha approvato, in via preliminare, lo SCHEMA DEL

Dettagli

- conferendo apposita delega ad un centro di assistenza fiscale o ad un professionista abilitato;

- conferendo apposita delega ad un centro di assistenza fiscale o ad un professionista abilitato; Rag. Dott. Adriano Sorci Federico Sorci Commercialisti e Revisori Legali Avv. Alessandro Matteo Schippa Sorci adrianosorci@integraassociati.it federicosorci@integraassociati.it Valeria Tocchio Avvocati

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 12.12.2014 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT EMISSIONE DELLA FATTURA PER I SERVIZI EXTRATERRITORIALI - MODALITA D INTEGRAZIONE DELLE FATTURE ESTERE PER I SERVIZI GENERICI RESI AD OPERATORI

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino Casablanca http://www.lslex.com Circolare Monotematica Decreto Semplificazioni Data: 09 dicembre 2014 Indice

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE VI COMMISSIONE FINANZE E TESORO. Roma, 24 Luglio 2014

SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE VI COMMISSIONE FINANZE E TESORO. Roma, 24 Luglio 2014 SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE VI COMMISSIONE FINANZE E TESORO Roma, 24 Luglio 2014 INDAGINE CONOSCITIVA SUGLI ORGANISMI DELLA FISCALITA E SUL RAPPORTO TRA CONTRIBUENTI E FISCO A.G. n.99 Schema di decreto

Dettagli

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127 Circolare 23 del 28 settembre 2015 Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127 INDICE 1 Premessa... 2 2 Regime opzionale per la trasmissione

Dettagli

prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali-

prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali- Roma 2 dicembre 2014 prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI CIRCOLARE N. 8 Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali- E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA P Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro CT con le relative

Dettagli

Professionista e collaborazione di un familiare. ISEE e dichiarazione sostitutiva unica (DSU) Esportazioni improprie e uscita dei beni dall'ue

Professionista e collaborazione di un familiare. ISEE e dichiarazione sostitutiva unica (DSU) Esportazioni improprie e uscita dei beni dall'ue Circolare informativa Ultime novità fiscali Professionista e collaborazione di un familiare Sentenza Corte Cassazione 24.10.2014, n. 22628 È soggetto ad IRAP il lavoratore autonomo che nell esercizio dell

Dettagli

Oggetto: Semplificazioni fiscali

Oggetto: Semplificazioni fiscali Oggetto: Semplificazioni fiscali La dichiarazione dei redditi precompilata (artt. 1-5) Con la pubblicazione del decreto in oggetto è stata ufficialmente definita l'operazione, in sperimentazione, della

Dettagli

Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro

Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro A cura della Redazione Directio Certificazione Unica: le risposte dell'agenzia delle entrate al Telefisco 2015, Videoforum Italia Oggi e Forum lavoro Quesito n. 1 - CU e Ravvedimento operoso Rispetto all

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI: NOVITÀ PER AZIENDE, PROFESSIONISTI E LAVORATORI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI: NOVITÀ PER AZIENDE, PROFESSIONISTI E LAVORATORI Modena, 03 dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI: NOVITÀ PER AZIENDE, PROFESSIONISTI E LAVORATORI D.Lgs n. 175 del 21 novembre 2014 È stato pubblicato sulla G.U. n. 277 del 28 novembre 2014 il

Dettagli

RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011

RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 Con la presente informativa, si ricordano ai clienti le regole generali per chiedere il rimborso del credito IVA 2011. Dallo scorso anno a seguito

Dettagli

PASSAGGIO DALLA DICHIARAZIONE CARTACEA ALLA DICHIARAZIONE TELEMATICA

PASSAGGIO DALLA DICHIARAZIONE CARTACEA ALLA DICHIARAZIONE TELEMATICA Centro Telematico PASSAGGIO DALLA DICHIARAZIONE CARTACEA ALLA DICHIARAZIONE TELEMATICA La legge 662/1996, collegata alla finanziaria 1997, ha conferito al Governo una delega per emanare decreti legislativi

Dettagli

Oggetto: LE SEMPLIFICAZIONI FISCALI DOPO L APPROVAZIONE DEFINITIVA

Oggetto: LE SEMPLIFICAZIONI FISCALI DOPO L APPROVAZIONE DEFINITIVA Legnano, 22 Dicembre 2014 Alle imprese assistite Oggetto: LE SEMPLIFICAZIONI FISCALI DOPO L APPROVAZIONE DEFINITIVA Recentemente il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo definitivo del Decreto contenente

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 Martedì 15 ottobre Fatture e autofatture di importo inferiore a euro 300,00 Annotazione dell'eventuale documento cumulativo delle fatture

Dettagli

N. 42519 /2016 protocollo

N. 42519 /2016 protocollo N. 42519 /2016 protocollo Modificazioni alle istruzioni del modello Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod. 730-4 resi disponibili dall Agenzia delle entrate, approvate

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

Mondo fiscale. ottobre 05. www.sidasrl.it

Mondo fiscale. ottobre 05. www.sidasrl.it CONCESSIONARI IMPORTI DOVUTI ALL AMMINISTRAZIONE MONOPOLI DI STATO D.M. 7 dicembre 2004 RECUPERO DI CREDITI TRIBUTARI ASSISTENZA RECIPROCA D.M. 22 luglio 2005, n. 179 VALUTE ESTERE ACCERTAMENTO CAMBIO

Dettagli

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI L art. 21, DL n. 78/2010, al fine di contrastare l evasione fiscale e le frodi in materia di IVA, ha introdotto un nuovo adempimento, quello di comunicare telematicamente

Dettagli

QUESITI FORUM LAVORO 2015 L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE

QUESITI FORUM LAVORO 2015 L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE QUESITI FORUM LAVORO 2015 * * * L AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE 1. Stampa progressivo certificazione Ai fini della compilazione della dichiarazione precompilata, il numero di progressivo della certificazione

Dettagli

LE NOVITA DI INIZIO ANNO INTRODOTTE DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DALLA LEGGE DI STABILITA

LE NOVITA DI INIZIO ANNO INTRODOTTE DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DALLA LEGGE DI STABILITA Circolare n. 1/2015 Del 21.01.2015 LE NOVITA DI INIZIO ANNO INTRODOTTE DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DALLA LEGGE DI STABILITA Il Decreto Semplificazioni e la Legge di stabilità hanno introdotto alcune

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato. Prot.2015/4793 Approvazione del modello 770/2015 Semplificato, relativo all anno 2014, con le istruzioni per la compilazione, concernente le comunicazioni da parte dei sostituti d imposta dei dati delle

Dettagli

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2014 IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI: L IMPATTO SULL OPERATIVITA DELLO STUDIO

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2014 IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI: L IMPATTO SULL OPERATIVITA DELLO STUDIO UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2014 IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI: L IMPATTO SULL OPERATIVITA DELLO STUDIO VITTO E ALLOGGIO DEL PROFESSIONISTA PAGATI DAL COMMITTENTE FORNITORE Emette fattura

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

Piacenza, 04 Settembre 2015 Alle Cooperative in indirizzo

Piacenza, 04 Settembre 2015 Alle Cooperative in indirizzo SERVIZIO FISCALE Piacenza, 04 Settembre 2015 Alle Cooperative in indirizzo Prot. n. 105 Oggetto: NUOVO MODELLO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO IVA Provv. Direttore Agenzia

Dettagli

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA-

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Fiscalità Edilizia SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Febbraio 2015 INDICE Premessa... 3 Compensazione credito IVA... 3 Rimborsi IVA Le nuove regole dal 2015...

Dettagli

soggetti ex artt. 73 e 74, TUIR (società di capitali, cooperative, Enti pubblici, ecc.).

soggetti ex artt. 73 e 74, TUIR (società di capitali, cooperative, Enti pubblici, ecc.). Pesaro, lì 15 aprile 2013 CIRCOLARE n. 08/2013 1- La responsabilità nei contratti di appalto e subappalto; 2- Da quest anno l INPS non invierà più i bollettini INPS gestione commercianti - artigiani; 3-

Dettagli

I N F O R M A T I V A

I N F O R M A T I V A 1 / 5 Confartigianato Imprese Vercelli - Unione Artigiani di Vercelli largo D Azzo, 11 13100 Vercelli Tel. 0161 282401 Fax 0161 282435 C.F. 80005340023 Partita 01777520022 www.artigiani.vc.it e-mail: info@artigiani.vc.it

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Incentivi acquisto eco-veicoli Dati forniti dal contribuente indagato per evasione Decreto Ministero Sviluppo Economico 11.1.2013 È stato pubblicato sulla G.U.

Dettagli

RECENTI NOVITÀ FISCALI

RECENTI NOVITÀ FISCALI Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 8 aprile 2013. Aliquota manutenzione impianti di riscaldamento Risoluzione Agenzia Entrate 4.3.2013, n. 15/E Amministratore di condominio Sentenza Corte Cassazione 5.3.2013,

Dettagli

OGGETTO: Dlgs semplificazioni fiscali alla luce dei chiarimenti forniti dall Agenzia delle Entrate con circolare 31/E del 30 dicembre 2014

OGGETTO: Dlgs semplificazioni fiscali alla luce dei chiarimenti forniti dall Agenzia delle Entrate con circolare 31/E del 30 dicembre 2014 SPECIALE DECRETO SEMPLIFICAZIONI del 05/01/2015 Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi OGGETTO: Dlgs semplificazioni fiscali alla luce dei chiarimenti forniti dall Agenzia delle Entrate con circolare 31/E del 30

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi. Circolare n 2/2015 del 20/01/2015

Ai gentili Clienti Loro sedi. Circolare n 2/2015 del 20/01/2015 Ai gentili Clienti Loro sedi Circolare n 2/2015 del 20/01/2015 La Legge di Stabilita 2015 ( L. 23/12/2014 N 190) e il Decreto legislativo sulle Semplificazioni (D. lgs 21/11/2014 n 175) hanno portato molte

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

Circolare Nr. 401/2014. Oggetto: Tributi Iva Dichiarazioni d intento Termine dell 11 febbraio 2015 Istruzioni dell Agenzia delle Entrate.

Circolare Nr. 401/2014. Oggetto: Tributi Iva Dichiarazioni d intento Termine dell 11 febbraio 2015 Istruzioni dell Agenzia delle Entrate. Circolare Nr. 401/2014 Genova, 16 dicembre 2014 La Confetra comunica quanto segue: Oggetto: Tributi Iva Dichiarazioni d intento Termine dell 11 febbraio 2015 Istruzioni dell Agenzia delle Entrate. E disponibile

Dettagli

Studio Tarcisio Bologna

Studio Tarcisio Bologna NUOVI TERMINI PER L ASSISTENZA FISCALE In attesa della pubblicazione definitiva del modello 730/2015 con le relative istruzioni, la presente Informativa ripercorre le principali scadenze, nonché i vari

Dettagli

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI CIRCOLARE N. 08 DEL 05/03/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI

Dettagli

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE Circolare 28 del 12 dicembre 2014 Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa... 3 2 Precompilazione dei modelli 730 da parte dell Agenzia

Dettagli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli. 9/2015 Gennaio/9/2015 (*) Napoli 23 Gennaio 2015

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli. 9/2015 Gennaio/9/2015 (*) Napoli 23 Gennaio 2015 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 9/2015 Gennaio/9/2015 (*) Napoli 23 Gennaio 2015 Con Provvedimento n. 159941 del 15 dicembre 2014, l'agenzia delle Entrate, a seguito

Dettagli

Bologna, 17 dicembre 2014. Circolare n. 12/2014. Oggetto: novità del Decreto semplificazioni fiscali. Gentile cliente,

Bologna, 17 dicembre 2014. Circolare n. 12/2014. Oggetto: novità del Decreto semplificazioni fiscali. Gentile cliente, Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Filippo Foresti Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Valentina

Dettagli

Fiscal Flash N. 29. Lettere d intento: nuova procedura al via. La notizia in breve 10.02.2015

Fiscal Flash N. 29. Lettere d intento: nuova procedura al via. La notizia in breve 10.02.2015 Fiscal Flash La notizia in breve N. 29 10.02.2015 Lettere d intento: nuova procedura al via Dal 12.02 il fornitore obbligato a verificare via Web la presentazione telematica delle lettere d intento Categoria:

Dettagli

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017 del 6 Novembre 2015 Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017 Secondo quanto previsto dal DLgs. 127/2015, tutti i soggetti passivi IVA possono

Dettagli

Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015

Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015 Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015 Il nuovo modello CU (Provvedimento n. 4790/E del 15.01.2015, circolare ASSONIME n. 4 del 19.02.2015) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ASSONIME,

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli