CARTA DEI SERVIZI. La Questura dialoga con i Cittadini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI. La Questura dialoga con i Cittadini"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI La Questura dialoga con i Cittadini La Questura di Macerata, al fine di ottimizzare le attività di Istituto e semplificare maggiormente, migliorandole, le interrelazioni con il cittadino, ha istituito l'ufficio Relazioni con il Pubblico. Tale nuova articolazione, oggi operante in tutte le Questure d'italia, in adesione alle direttive del Ministero dell'interno, tende a stabilire un rapporto più diretto con l'utenza, rendendo disponibile un'ampia modulistica che,grazie alle informazioni esplicative ed alle indicazioni contenute, consente al pubblico di esercitare con rapidità e chiarezza i propri diritti. La Carta dei Servizi informa l'utenza su: " Ufficio Relazioni con il Pubblico " Passaporti, " Autorizzazioni in materia di armi, " Autorizzazioni in materia di polizia in genere, " Stranieri, " Minori, " Concorsi. Per queste ed altre materie PUÒ ESSERE CONSULTATO IL SITO INTERNET Commissariato di Pubblica Sicurezza CIVITANOVA MARCHE VIA G. D'Annunzio,14/16 Tel. O Reparti e Specialità dislocati nella provincia SEZIONE POLIZIA POSTALE MACERATA PIAZZA OBERDAN,2 TEL

2 SEZIONI POLIZIA STRADALE MACERATA VIA dei Velini,174 TEL CIVITANOVA MARCHE VIA Carducci, 75/77 TEL PORTO RECANATI VIALE Gramsci,61 TEL CAMERINO VIA Mosse,17 TEL

3 Sommario Carta dei Servizi UFFICIO RELAZIONI con il PUBBLICO (U.R.P.) " ORARIO SERVIZIO TELEFONICO " INFORMAZIONI UFFICIO PASSAPORTI " ORARI SPORTELLO " INFORMAZIONI GENERALI " RILASCIO DEL PASSAPORTO " CERTIFICATO DI NASCITA PER L'ESPATRIO DEI MINORI DI ANNI 15 (c.d. "lasciapassare") " PASSAPORTO COLLETTIVO UFFICIO PORTO D'ARMI " ORARI SPORTELLO " NULLA OSTA D'ACQUISTO O AD EREDITARE ARMI (art. 35 TULPS) " TRASPORTO ARMI (art. 34 TULPS) " DENUNCIA DETENZIONE ARMI E MUNIZIONI (art. 38 TULPS) " LICENZA PER LA COLLEZIONE DI ARMI COMUNI DA SPARO (art. 10 Legge 110/75) " LICENZA PER LA COLLEZIONE DI ARMI ANTICHE, ARTISTICHE O RARE DI IMPORTANZA STORICA ( D.M. Int ) " LICENZA DI PORTO DI FUCILE PER USO DI CACCIA (art. 42 TULPS) " LICENZA DI PORTO DI FUCILE PER L'ESERCIZIO DELLO SPORT DEL TIRO A VOLO (Legge 323/69) " LICENZA DI PORTO DI FUCILE PER USO ZOOTECNICO (art. 2 Legge 110/75) " LICENZA TRASPORTO ARMI SPORTIVE (Legge 85/ 1986) " ESPORTAZIONE TEMPORANEA DI ARMI A SCOPO VENATORIO (D.M. 24/ 11/ 1978) " ESPORTAZIONE TEMPORANEA DI ARMI PER GARE SPORTIVE (D.M. 24 / 11/ 1978) " CARTA EUROPEA ARMA DA FUOCO (D.L.vo 30/12/ 1992 N.527) " IMPORTAZIONE ARMI DA PAESI EXTRACOMUNITARI (art. 31 TULPS) " ESPORTAZIONE DEFINITIVA DI ARMI VERSO PAESI EXTRACOMUNITARI (art. 31 TULPS) " MOVIMENTAZIONE ARMI IN AMBITO COMUNITARIO ACCORDO PREVENTIVO AL TRASFERIMENTO (art.11 (4) Direttiva CEE 91/477/CEE) " IMPORTAZIONE DEFINITIVA " AUTORIZZAZIONE AL TRASFERIMENTO (art. 11(2) Direttiva 91/477/CEE) " ARMI AD ARIA COMPRESSA "CON MODESTA CAPACITA' OFFENSIVA " (Legge n.526, Decreto Ministero dell'interno n.362) UFFICIO LICENZE " ORARI SPORTELLO " LICENZA IN MATERIA DI OGGETTI PREZIOSI (COMMERCIO e/o PRODUZIONE) " LICENZA PER AGENZIA D'AFFARI (Vendita all'asta - recupero crediti - agenzia matrimoniale) " AUTORIZZAZIONE PER L'ATTIVITA' DI ESERCIZIO DELLE SCOMMESSE (art.88 T.U.L.P.S.) " INSTALLAZIONE DI APPARECCHI TERMINALI UTILIZZABILI PER LE COMUNICAZIONI ANCHE TELEMATICHE (art.7 D.L. 27/07/05 nr.144 convertito in Legge ,n.155)

4 (Licenza per internet point, Phone Center, servizio fax che utilizza tecnologia voip) " NULLA OSTA ATTIVITA' DI FOCHINO (art.8,comma 3, D.L.27/07/05 nr.144 convertito in Legge ) " NULLA OSTA VOLO DA DIPORTO/SPORTIVO (art.12 D.P.R.404/1988 e successive modificazioni) UFFICIO IMMIGRAZIONE MACERATA UFFICIO IMMIGRAZIONE CIVITANOVA MARCHE PERMESSI DI SOGGIORNO PER CITTADINI EXTRACOMUNITARI " INFORMAZIONI GENERALI " DOVE CHIEDERE PER IL PERMESSO/CARTA DI SOGGIORNO " ELENCO DEI PERMESSI DI SOGGIORNO DA RICHIEDERE PER MEZZO KIT " ELENCO DEI PERMESSI DI SOGGIORNO CHE DEVONO ESSERE PRESENTATI DIRETTAMENTE ALLO SPORTELLO DELL'UFFICIO IMMIGRAZIONE " RINNOVO PERMESSI DI SOGGIORNO " CARTA DI SOGGIORNO " DIVIETI E REVOCHE " COSTO DEL PERMESSO/CARTA DI SOGGIORNO " IL KIT PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PERMESSO DI SOGGIORNO " DOPO LA SPEDIZIONE DEL KIT " CITTADINI COMUNITARI

5 MODULISTICA (scaricabile da file allegati) UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (U.R.P.) scaricabili dal link " MODULO ACCESSO AGLI ATTI " MODULO RECLAMO " MODULO QUALITA' DEI SERVIZI UFFICIO PASSAPORTI scaricabili dal link " RILASCIO/RINNOVO PASSAPORTO " ATTO DI ASSENSO COESERCENTE LA POTESTA' GENITORIALE " CERTIFICATO DI NASCITA PER L'ESPATRIO MINORI ANNI 15 " MODULO LEGALIZZAZIONE FOTO MINORE ANNI 16 DA ISCRIVERE SU PASSAPORTO " DOMANDA DI ISCRIZIONE SU PASSAPORTO COLLETTIVO " ATTO DI ASSENSO ALL'ISCRIZIONE SU PASSAPORTO COLLETTIVO DEL COESERCENTE POTESTA' GENITORIALE " ISTANZA DEI GENITORI PER ISCRIZIONE DI UN FIGLIO MINORE SU PASSAPORTO COLLETTIVO UFFICIO PORTO D'ARMI scaricabili dal link " MODULO CESSIONE ARMI " ISTANZA NULLA OSTA ACQUISTO /EREDITA' ARMI " DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO NOTORIO " ISTANZA TRASPORTO ARMI " DENUNCIA DETENZIONI ARMI E MUNIZIONI " ISTANZA COLLEZIONE ARMI COMUNI DA SPARO " ISTANZA COLLEZIONE ARMI ANTICHE, ARTISTICHE, RARE " ISTANZA RILASCIO/RINNOVO LICENZA PORTO DI FUCILE PER USO CACCIA " ISTANZA RILASCIO/RINNOVO LICENZA PORTO DI FUCILE PER USO SPORTIVO (TIRO A VOLO) " ISTANZA ESPORTAZIONE TEMPORANEA ARMI(SCOPO VENATORIO/SPORT.) " CARTA EUROPEA ARMI DA FUOCO " MODULO ACCORDO PREVENTIVO(IMPORTAZIONE DEFINITIVA) UFFICIO LICENZE " LICENZA IN MATERIA DI OGGETTI PREZIOSI (COMMERCIO e/o PRODUZIONE) " LICENZA PER AGENZIA D'AFFARI (Vendita all'asta - recupero crediti - agenzia matrimoniale) " ISTANZA LICENZA PER L'ESERCIZIO DI SCOMMESSE " ISTANZA LICENZA PER INTERNET POINT, PHONE CENTER ECC. " ISTANZA PER NULLA OSTA ALL'ATTIVITA' DI FOCHINO " NULLA OSTA VOLO DA DIPORTO/SPORTIVO (art.12 D.P.R.404/1988 e successive modificazioni) UFFICIO IMMIGRAZIONE " DICHIARAZIONE DI PRESENZA

6 UFFICI QUESTURA U.R.P. UFFICIO RELAZIONI con il PUBBLICO (U.R.P.) Orario L'U.R.P. si trova in Piazza della Libertà 15. Attualmente, in via provvisoria a causa di lavori di ristrutturazione, effettua un servizio esclusivamente telefonico al nr.0733/ dalle ore 9.00 alle ore dal lunedì al venerdì. Informazioni generali: L'ufficio per le Relazioni con il Pubblico(URP) risponde ad una duplice esigenza: dare veste istituzionale alla cultura della trasparenza amministrativa e della qualità dei servizi e inoltre fornire uno strumento organizzativo adeguato alle esigenze di attuazione delle funzioni di comunicazione istituzionale e contatto con i cittadini. In particolare all'urp sono assegnate funzioni di informazione : " sulle disposizioni normative, sulle attività e i servizi dell'amministrazione di appartenenza e in particolare sull'organizzazione della Questura, sulla dislocazione degli Uffici, sugli orari di ricevimento dell'utenza; " Accesso agli atti; " Reclami " Suggerimenti sul miglioramento dei servizi erogati; " Comunicazione interna; " Modulistica per la presentazione delle istanze nonché dichiarazioni sostitutive.

7 PASSAPORTI Modulistica: " Domanda passaporto: Mod.308 scaricabile dal sito scaricabile dal link " Dichiarazione per minori di anni 16 da iscrivere sul passaporto(legalizzazione foto) ) scaricabile dal link " dichiarazione di accompagno per accompagnatori minore anni 10 scaricabile dal sito scaricabile dal link " Atto di assenso(all.a) scaricabile dal link " Certificato di nascita per l'espatrio dei minori di anni 15 (c.d. "lasciapassare") (All.B) scaricabile dal link " Passaporto collettivo (All.C) scaricabile dal link Informazioni generali: Dove richiedere il passaporto Per ottenere il rilascio del passaporto o le autorizzazioni amministrative inerenti l'espatrio di minori ci si può rivolgere: " alla Questura " al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitanova Marche " all'ufficio anagrafe del comune di residenza " all'ufficio postale Il passaporto ordinario elettronico è valido dieci anni ed è quello richiesto dagli USA. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito alla voce passaporti o informarsi all'ufficio Passaporti o all'ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) della Questura. I minori per potersi recare negli U.S.A. ed usufruire del programma Visa - Waiver Program, devono avere un passaporto personale. Tempi:il passaporto viene di norma rilasciato in circa 15 giorni dalla data di ricezione da parte della Questura della documentazione.

8 Caratteristiche delle foto Le fotografie da allegare alla richiesta possono essere legalizzate presso i suddetti Uffici se gli interessati vi si presentano personalmente con un documento di riconoscimento valido al seguito. NON devono essere firmate. NON devono essere DIGITALI. Le fotografie devono avere le seguenti caratteristiche: " Foto a colori 4,0 x 4,0 (n.b.: IL VISO NON DEVE OCCUPARE PIU' DEL 70% DELLA FOTO) " Sfondo bianco " Vista frontale " Senza ombre e riflessi " Senza occhiali con montature vistose AVVERTENZE Il passaporto ordinario, qualora sia stato rilasciato per un periodo inferiore a dieci anni, può essere rinnovato,prima o dopo la scadenza, per un periodio complessivamente non superiore a dieci anni dalla data di rilascio. Se già si possiede un passaporto rilasciato negli ultimi 10 anni,anche se scaduto,occorre sempre allegarlo all'atto della richiesta o allegare,se del caso, la relativa denuncia di smarrimento o furto. TIMBRO BILINGUE A partire dall'11 novembre 2007, i cittadini stranieri in entrata ed in uscita dalla Libia sono tenuti ad esibire, attraverso un apposito timbro, la traduzione in lingua araba dei dati anagrafici risultanti dal passaporto all'interno dello stesso. Le Questure in possesso del necessario timbro bilingue sono, allo stato attuale: Roma, Milano, Palermo, Bari, Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Torino e Venezia. Il passaporto così predisposto deve essere presentato al momento della richiesta di visto d'ingresso presso l'ambasciata libica a Roma (Ufficio Popolare della Jamahiria Araba Libica Popolare Socialista). Per il "timbro bilingue" il richiedente può utilizzare il modulo 308 barrando la voce timbro bilingue.

9 Documentazione occorrente per: RILASCIO DEL PASSAPORTO Per richiedente senza figli minori di anni 18 " Domanda (Mod.308 scaricabile dal link in carta semplice (se il richiedente risiede nel comune di Macerata, la domanda va presentata direttamente all'ufficio passaporti; nella ipotesi,invece, che il richiedente risieda nel comune di Civitanova Marche la domanda potrà essere presentata direttamente a questo Ufficio ovvero,in alternativa, tramite il Commissariato P.S. di Civitanova Marche; per i residenti negli altri Comuni la domanda potrà essere presentata sia direttamente all'ufficio passaporti ovvero,in alternativa, tramite i Comandi Stazione Carabinieri competenti e presso i rispettivi uffici anagrafe. " 2 fotografie formato 4,0 x 4,0 a colori uguali e recenti di cui una legalizzata in carta semplice e l'altra da applicare sul passaporto; " 1 marca per concessioni governative per passaporti da Euro 40,29. " ricevuta di versamento della somma di Euro 44,66 per il libretto con 32 pagine o di euro 45,62 per il libretto con 48 pagine effettuato sul c/c postale nr , intestato al Ministero dell' economia e delle Finanze-Dipartimento del Tesoro con causale"importo per il rilascio del passaporto elettronico". " passaporto scaduto in restituzione ove il richiedente ne sia intestatario " Copia fotostatica della carta d'identità del richiedente,ovvero, in subordine, di altro documento d'identità ed originale al seguito per la legalizzazione della foto. Per richiedente con figli minori degli anni 18 aggiungere alla documentazione di cui al punto precedente Atto di assenso(all.a) sottoscritto dal coesercente la potestà genitoriale (la firma deve essere apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione dell'atto di assenso previa esibizione di un documento di riconoscimento ovvero,in alternativa, l'assenso può essere inoltrato già firmato dal genitore assenziente, allegando fotocopia di un documento di identità). Il richiedente che, avendo figli minorenni, non ottenga l'assenso dell'altro genitore necessita dell'autorizzazione del Giudice Tutelare individuato sulla base del luogo di residenza del minore, tenuto conto dell'ambito territoriale della circoscrizione del Tribunale da cui dipende l'ufficio del Giudice Tutelare. Nella provincia di Macerata,il giudice tutelare è operante presso il Tribunale di Macerata,presso il Tribunale di Camerino e presso la Sezione distaccata di Civitanova Marche del Tribunale di Macerata. Nel caso di minore residente all'estero l'atto di assenso deve essere rilasciato dalle Autorità Consolari competenti per territorio di residenza del minore. Non è necessaria l'autorizzazione dell'altro genitore qualora il richiedente sia titolare esclusivo della potestà genitoriale sul figlio minore.

10 Per richiedente minorenne " Domanda((Mod.308 scaricabile dal sito in carta semplice sottoscritta da entrambi i genitori; " 2 fotografie formato 4,0 x4,0 a colori uguali e recenti di cui una legalizzata in carta semplice e l'altra da applicare sul passaporto; " 1 marca per concessioni governative per passaporti da Euro 40,29. " ricevuta di versamento della somma di Euro 44,66 per il libretto con 32 pagine o di euro 45,62 per il libretto con 48 pagine effettuato sul c/c postale nr ,intestato al Ministero dell' economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro con causale"importo per il rilascio del passaporto elettronico". " passaporto scaduto in restituzione ove il richiedente ne sia intestatario N.B.:Sul passaporto del minore di anni 10 è obbligatorio indicare il nome degli accompagnatori (dichiarazione di accompagno scaricabile dal link Per religiosi missionari " Domanda (Mod.308 scaricabile dal sito carta semplice (ove il richiedente risieda nel comune di Macerata, la domanda va presentata direttamente all'ufficio passaporti; nella ipotesi,invece, che il richiedente risieda nel comune di Civitanova Marche potrà essere presentata direttamente a questo Ufficio ovvero,in alternativa, tramite il Commissariato P.S. di Civitanova Marche; per i residenti negli altri Comuni la domanda potrà essere presentata sia direttamente all'ufficio passaporti ovvero,in alternativa, tramite i Comandi Stazione Carabinieri competenti ed i rispettivi Uffici Anagrafe. " 2 fotografie formato 4,0 x4,0 a colori uguali e recenti di cui una legalizzata in carta semplice e l'altra, da applicare sul passaporto; " attestato rilasciato dai superiori dell'ordine Religioso legalmente riconosciuto dal quale risulti la qualità di missionario, la sede di missione e la durata della stessa. Iscrizione sul passaporto dei figli minori di anni 16 Figli minori sino ad anni 10 Il genitore richiedente dovrà presentare istanza scritta da compilarsi su apposito modello (mod.308 scaricabile dal sito avendo cura di riempire gli spazi riservati all'iscrizione dei figli minori con nome/cognome/data e luogo di nascita/cittadinanza dei minori da iscrivere. Atto di assenso (All.A) sottoscritto dal coesercente la potestà genitoriale (la firma deve essere apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione del presente atto di assenso previa esibizione di un documento di riconoscimento ovvero in alternativa, l'assenso può essere inoltrato già firmato dal genitore assenziente, allegando fotocopia di un documento di identità dell'assenziente).

11 Figli minori dai 10 ai 16 anni. I genitori richiedenti dovranno presentare istanza scritta da compilarsi su apposito modello (mod.308 scaricabile dal sito avendo cura di riempire gli spazi riservati all'iscrizione dei figli minori con nome/cognome/data e luogo di nascita/cittadinanza della prole da iscrivere. 2 foto formato tessera per ciascun minore da iscrivere, di cui una legalizzata in carta semplice. (Modulo per foto minore di anni 16 scaricabile dal sito Atto di assenso (All.A) sottoscritto dal coesercente la potestà genitoriale (la firma deve essere apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione del presente atto di assenso previa esibizione di un documento di riconoscimento ovvero in alternativa,l'assenso può essere inoltrato già firmato dal genitore assenziente, allegando fotocopia di un documento di identità dell'assenziente) scaricabile dal sito CERTIFICATO DI NASCITA PER L'ESPATRIO DEI MINORI DI ANNI 15 (c.d. "lasciapassare") I minori di anni 15 possono recarsi all'estero nei casi previsti dalla Legge utilizzando come documento valido per l'espatrio un certificato di nascita e cittadinanza italiana convalidato dall'ufficio Passaporti. I genitori dovranno inoltrare richiesta scritta da compilarsi su apposito modello(all.b) che potrà essere ritirato presso la Questura, presso il Commissariato competente per territorio o presso gli uffici anagrafe o scaricabile dal sito Alla domanda dovrà essere allegato un certificato di nascita e cittadinanza italiana, rilasciato esclusivamente dall'anagrafe di residenza, con foto del minore e fotocopia dei documenti d'identità dei richiedenti esercenti la potestà genitoriale.

12 Passaporto Collettivo Il passaporto collettivo consente l'espatrio nei Paesi Esteri che ne riconoscono la validità Possono essere iscritti sul passaporto collettivo da un minimo di 5 persone ad un massimo di 50.Il passaporto collettivo può essere rilasciato per motivi turistici, religiosi, sportivi ecc.. Il passaporto collettivo è valido per il solo viaggio richiesto. Il richiedente, capogruppo maggiorenne, titolare di passaporto individuale in corso di validità, dovrà presentare: " Domanda in carta semplice diretta alla Questura di Macerata nella quale il capogruppo indica riportante i seguenti dati: " Nulla Osta di una agenzia di gruppo "A"; " passaporto individuale del capogruppo; " versamento da Euro 2,58 per ogni partecipante (esclusi il capogruppo e i minori di anni 10) da corrispondere in marche per concessioni governative per passaporti preferibilmente in unica soluzione; " ricevuta di versamento da Euro 5,50 sul c/c nr intestato alla Questura di Macerata causale "costo del passaporto collettivo". Al capogruppo verranno rilasciate 4 copie del passaporto collettivo che dovranno essere compilate con l'elenco dei nominativi dei componenti del gruppo in stampatello o a macchina e successivamente riconsegnate all'ufficio allegando: Ogni singolo iscritto dovrà allegare: " Domanda di iscrizione in carta semplice su modello (All.C) scaricabile dal sito " fotocopia documento di identità valido per ogni partecipante; Per i partecipanti con figli minori: " Atto di assenso (All.D).sottoscritto dal coesercente la potestà genitoriale (la firma deve essere apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione del presente atto di assenso previa esibizione di un documento di riconoscimento ovvero in alternativa,l'assenso può essere inoltrato già firmato dal genitore assenziente, allegando fotocopia di un documento di identità dell'assenziente) scaricabile dal sito Per i partecipanti minori: " Domanda di iscrizione (All.E) in carta semplice sottoscritta da entrambi i genitori esercenti la potestà genitoriale (la firma deve essere apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione del presente atto di assenso previa esibizione di un documento di riconoscimento ovvero in alternativa,l'assenso può essere inoltrato già firmato dal genitore assenziente,allegando fotocopia di un documento di identità dell'assenziente). scaricabile dal sito

13 Sede & Orario Per casi particolari,non contemplati, rivolgersi: " UFFICIO PASSAPORTI Piazza Libertà n.15, Lunedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì, dalle ore alle ore " UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (U.R.P.) Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

14 ARMI -CACCIA Autorizzazioni in materia Armi NULLA OSTA D'ACQUISTO O AD EREDITARE ARMI (art. 35 TULPS) I titolari di licenza di porto d'armi di pistola e/o di fucile non necessitano di nulla osta per l'acquisto di armi che debbono, tuttavia, essere denunciate. Il nulla osta all'acquisto è una licenza rilasciata dalla Questura ed autorizza all'acquisto, ai soli fini di detenzione in casa, di armi e munizioni. Occorre inoltrare: " istanza in bollo (All.A) da Euro 14,62, indirizzata alla Questura,da presentarsi al Commissariato o al Comando Stazione Carabinieri competente per territorio, specificando in caso di acquisto i motivi dell'acquisto e comprensiva di autocertificazione di residenza e stato di famiglia scaricabile dal sito " certificato comprovante l'idoneità psicofisica,rilasciata dall'azienda Sanitaria Locale ovvero da medici militari o della Polizia di Stato in bollo " 1 marca da bollo da Euro 14,62 Qualora si intenda detenere anche munizioni: " abilitazione al maneggio delle armi (che si prova con l'esibizione del congedo per "fine ferma" del servizio militare o con l'attestato rilasciato, dopo un corso e un esame, da una Sezione di Tiro a Segno Nazionale) In caso di eredità occorre altresì allegare: " dichiarazione sostitutiva di atto notorio indicante tutti gli eredi(all.a1); scaricabile dal sito " dichiarazione autografa degli altri eredi che acconsentono all'acquisizione dell'arma da parte del dichiarante(allegare fotocopia del documento di identità di ciascun erede); " denuncia di detenzione delle armi ereditate in originale. Il nulla osta autorizza il beneficiario al trasporto dell'arma acquistata dall'armeria al luogo di detenzione dell'arma o, in caso di cessione tra privati, il trasporto tra i rispettivi luoghi di detenzione ed è spendibile su tutto il territorio nazionale.

15 Trasporto Armi - (art. 34 TULPS) E' una licenza rilasciata dalla Questura ed autorizza al trasporto di armi comuni e parti di esse (intendendo per parti di armi le canne, le carcasse, i carrelli, i fusti, i tamburi, le bascule e i caricatori). L'autorizzazione deve essere richiesta da coloro che non sono titolari di licenze idonee al trasporto delle armi,ma anche dai titolari di porto d'armi in corso di validità qualora debbano trasportare un numero di armi superiore a sei. Occorre inoltrare alla Questura,ove va presentata per i residenti nel capoluogo, ovvero negli altri Comuni, presso il Commissariato di P.S. o, in assenza,presso il Comando Stazione Carabinieri competente per territorio: " istanza di rilascio autorizzazione in bollo da e.14,62 indicando la località di partenza e di destinazione delle armi, la descrizione dei materiali (tipo e matricola) e il motivo del trasporto copia della denuncia dell'arma che si intende trasportare (All.B) scaricabile dal sito

16 Denuncia Detenzione DENUNCIA DETENZIONE ARMI E MUNIZIONI (art. 38 TULPS) L'acquisto dell'arma va subito denunciato alla Questura per i detentori nel capoluogo, ovvero negli altri Comuni,al Commissariato di P.S. o,in assenza, al Comando Stazione Carabinieri competente per territorio, i quali ne fanno annotazione nel registro delle armi. Anche le munizioni vanno denunciate. Si possono detenere, col solo obbligo della denuncia, fino a tre (3)armi comuni da sparo, fino a sei(6) armi classificate da tiro per uso sportivo,fino a otto ( 8 )armi antiche artistiche, storiche o rare e un numero illimitato di armi da caccia. (Legge n.157) Si possono detenere fino ad un massimo di 200 cartucce per pistola o rivoltella e nr.1500 cartucce per armi da caccia a palla unica. Non sussiste obbligo di denuncia per le sole cartucce a pallini nel numero massimo di 1000 (comunque in cumulativo max nr.1500 cartucce). Con le stesse modalità va ripetuta la denuncia nel caso di trasferimento dell'arma e delle munizioni in altro luogo di detenzione, anche nell'ambito dello stesso Comune. Occorre inoltrare: " istanza (All.C) scaricabile dal sito indirizzata alla Questura,o al Commissariato o al Comando Stazione Carabinieri competente per territorio allegando: 1. in caso di acquisto dall'armeria:modulo di cessione dell'arma al dichiarante 2. in caso di acquisto o cessione gratuita da privato :dichiarazione di cessione dell'arma al dichiarante, con fotocopia del documento d'identità del cedente e denuncia di detenzione dell'arma. 3. in caso di variazione di residenza: denuncia di detenzione precedentemente presentata.

17 Licenze per collezioni LICENZA PER LA COLLEZIONE DI ARMI COMUNI DA SPARO (art. 10 Legge 110/75) Occorre inoltrare alla Questura,ove va presentata per i residenti nel capoluogo, ovvero negli altri Comuni, presso il Commissariato di P.S. o, in assenza,presso il Comando Stazione Carabinieri competente per territorio: " istanza di rilascio licenza collezione in bollo da e.14,62 comprensiva di autocertificazione di residenza e stato di famiglia " 1 marca da bollo da Euro 14,62 " certificazione in bollo comprovante l'idoneità psicofisica, rilasciata all'azienda Sanitaria Locale ovvero da medico militare o della Polizia di Stato " copia delle denunce delle armi da inserire in collezione se già in possesso del richiedente o,per armi non inserite in collezione, documentazione come per denuncia detenzione. Non si possono detenere munizioni per le armi in collezione. Non si può detenere più di un arma con lo stesso numero di Catalogo Nazionale delle Armi AI SENSI E PER GLI EFFETTI DI CUI AGLI ARTT. 9 E 38 DL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLI SICUREZZA, APPROVATO CON R.D. 18 GIUGNO 1931, N.773 E ART.20 DELLA LEGGE 18 APRILE 1 LA DETENZIONE DELLE ARMI INSERITE NELLA COLLEZIONE ARMI COMUNI E' REGOLAMENTATA IN RELAZIONE AL NUMERO DI ARMI POSSEDUTE (fino a cinque, da sei a quindici, da sedici a trenta, superiori a trentuno). LICENZA PER LA COLLEZIONE DI ARMI ANTICHE, ARTISTICHE O RARE DI IMPORTANZA STORICA ) Sono considerate armi antiche quelle ad avancarica e quelle fabbricate anteriormente al Si possono detenere, con obbligo di sola denuncia, armi antiche, artistiche o rare in numero non superiore a otto. Per la detenzione di armi in numero superiore, occorre munirsi della licenza per la collezione. Occorre inoltrare alla Questura,ove va presentata per i residenti nel capoluogo, ovvero negli altri Comuni, presso il Commissariato di P.S. o, in assenza,presso il Comando Stazione Carabinieri competente per territorio: " istanza in bollo da e.14,62 comprensiva di autocertificazione di residenza e stato di famiglia " 1 marca da bollo da Euro 14,62

18 " certificazione in bollo comprovante l'idoneità psicofisica, rilasciata all'azienda Sanitaria Locale ovvero da medico militare o della Polizia di Stato " copia della denuncia delle armi da inserire in collezione, se già in possesso del richiedente o,per armi non inserite in collezione, documentazione come per denuncia detenzione. La licenza è permanente e costituisce titolo di acquisto e di trasporto per le sole armi antiche artistiche o rare.

19 Licenza Caccia LICENZA DI PORTO DI FUCILE PER USO DI CACCIA (art. 42 TULPS) Rilascio : Occorre inoltrare alla Questura,ove va presentata per i residenti nel capoluogo, ovvero negli altri Comuni, presso il Commissariato di P.S. o, in assenza,presso il Comando Stazione Carabinieri competente per territorio: " istanza (All.D)in bollo da e.14,62 comprensiva di autocertificazione di residenza e stato di famiglia scaricabile dal sito " certificato in bollo di abilitazione all'esercizio venatorio rilasciato dall'ufficio Provinciale della Caccia. " abilitazione al maneggio delle armi (che si prova con l'esibizione del congedo di fine ferma del servizio militare o con l'attestato rilasciato, dopo un corso e un esame, da una sezione del Tiro a Segno Nazionale) " certificato medico in bollo di idoneità psicofisica al porto di fucile per uso caccia,in bollo, rilasciato dall'azienda Sanitaria Locale ovvero da medici militari o da sanitari della Polizia di Stato " due fotografie uguali e recenti formato tessera, di cui una legalizzata " 1 marca da bollo da Euro 14,62 da apporre sulla licenza " attestazione di versamento di Euro 1,23 sul c/c postale n.3616 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato - Sezione di Macerata - causale del versamento:costo libretto porto fucile - Questura " attestazione di versamento della tassa della concessione governativa di Euro 173,16 sul c/c postale nr.8003 intestato all'ufficio del Registro Tasse Concessioni Governative Roma " attestazione di versamento della tassa regionale di Euro 84,00 Rinnovo Per il rinnovo di licenza e libretto uso caccia, dopo sei anni,occorre inoltrare alla Questura,ove va presentata per i residenti nel capoluogo, ovvero negli altri Comuni, presso il Commissariato di P.S. o, in assenza,presso il Comando Stazione Carabinieri competente per territorio:

20 " istanza (All.D)in bollo da e.14,62 comprensiva di autocertificazione di residenza e stato di famiglia scaricabile dal sito " certificato medico di idoneità psicofisica al porto di fucile per uso caccia rilasciato dall'azienda Sanitaria Locale ovvero da medici militari o della Polizia di Stato. " due fotografie uguali e recenti formato tessera, di cui una legalizzata " marca da bollo da Euro 14,62 da apporre sulla licenza " attestazione di versamento di Euro 1,23 sul c/c postale nr.3616 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato - Sezione di Macerata - causale del versamento: costo libretto porto fucile -Questura " attestazione di versamento di Euro 173,16 sul c/c postale nr.8003 intestato all'ufficio del Registro Tasse Concessioni Governative Roma " licenza e libretto scaduti

L. 21 novembre 1967, n. 1185 (1). Norme sui passaporti (1/a) (1/circ). Disposizioni generali

L. 21 novembre 1967, n. 1185 (1). Norme sui passaporti (1/a) (1/circ). Disposizioni generali L. 21 novembre 1967, n. 1185 (1). Norme sui passaporti (1/a) (1/circ). Disposizioni generali 1. Ogni cittadino è libero, salvi gli obblighi di legge, di uscire dal territorio della Repubblica, valendosi

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n.394 1, Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha realizzato il servizio di inoltro Telematico delle domande

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

1 In luogo di Ministro/Ministero del tesoro e di Ministro/Ministero del bilancio e della programmazione economica,

1 In luogo di Ministro/Ministero del tesoro e di Ministro/Ministero del bilancio e della programmazione economica, L 04/01/1968 Num. 15 Legge 4 gennaio 1968, n. 15 (in Gazz. Uff., 27 gennaio 1968, n. 23). -- Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme 12 3 Preambolo (Omissis).

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 20 giugno 2012, n. 79 Misure urgenti per garantire la sicurezza dei cittadini, per assicurare la funzionalita' del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e di altre strutture dell'amministrazione

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Funzione Pubblica Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE Certificati addio: dal 7 marzo le amministrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art.

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. 21 legge 241/90) Al Sindaco del Comune di. Il sottoscritto Cognome Nome Codice

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

Presentazione. DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per i Servizi Demografici Area AIRE

Presentazione. DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per i Servizi Demografici Area AIRE Presentazione Facilitare l accesso ai servizi ai cittadini, sia residenti in Italia che all estero, rappresenta uno degli obiettivi fondamentali dell Amministrazione Pubblica. Esso è ispirato al principio

Dettagli

Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme.

Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. LEGGE 4 gennaio 1968, n. 15 (1). Norme sulla documentazione amministrativa e sulla legalizzazione e autenticazione di firme. ART. 1. (Produzione e formazione, rilascio, conservazione di atti e documenti).

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

AIRE: ANAGRAFE ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO LEGGE 470/88 SULL'ISCRIZIONE ALL'AIRE

AIRE: ANAGRAFE ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO LEGGE 470/88 SULL'ISCRIZIONE ALL'AIRE AIRE: ANAGRAFE ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO LEGGE 470/88 SULL'ISCRIZIONE ALL'AIRE La iscrizione all'aire e' obbligatoria se la durata prevista per il soggiorno all' estero e' superiore ai dodici mesi.

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

LA BLUE CARD E GLI ALTRI CASI PARTICOLARI DI INGRESSO AL DI FUORI DELLE QUOTE O CON QUOTE SPECIFICHE

LA BLUE CARD E GLI ALTRI CASI PARTICOLARI DI INGRESSO AL DI FUORI DELLE QUOTE O CON QUOTE SPECIFICHE LA BLUE CARD E GLI ALTRI CASI PARTICOLARI DI INGRESSO AL DI FUORI DELLE QUOTE O CON QUOTE SPECIFICHE Nell ambito delle norme del testo unico sull immigrazione (D.lgs. n. 286/98) dedicate all ingresso ed

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

LA LEGGE E LE ARMI. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata.

LA LEGGE E LE ARMI. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Marte ZANETTE T.S.N. LECCE LA LEGGE E LE ARMI Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Le leggi vigenti - Nozione di arma La legge penale stabilisce che per armi si intendono: quelle da sparo e tutte

Dettagli

IL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI

IL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI IL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI N. 850 di concerto con il Ministro dell'interno, il Ministro della giustizia, il Ministro dello sviluppo economico, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

LE CATEGORIE DI VISTI PER LE AZIENDE E GLI OPERATORI ITALIANI INTERESSATI AD AVVIARE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI NEGLI STATI UNITI

LE CATEGORIE DI VISTI PER LE AZIENDE E GLI OPERATORI ITALIANI INTERESSATI AD AVVIARE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI NEGLI STATI UNITI LE CATEGORIE DI VISTI PER LE AZIENDE E GLI OPERATORI ITALIANI INTERESSATI AD AVVIARE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI NEGLI STATI UNITI Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE MODULARIO TRASPORTI 29OTT010046 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE DOMANDA PER IL RILASCIO DELLA PATENTE DI GUIDA

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003 Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Vi informiamo che l art. 7 del d.lgs.196/03 conferisce agli interessati l esercizio

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ'

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' AL COMUNE DI Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 19 commi

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale Art. 1 Servizio di Polizia Municipale 1. I comuni svolgono le funzioni di polizia locale. A tal fine, può essere appositamente

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DEL COMUNE

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DEL COMUNE COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DEL COMUNE 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

Linee Guida Expo Milano 2015 in materia di ingresso e soggiorno degli stranieri

Linee Guida Expo Milano 2015 in materia di ingresso e soggiorno degli stranieri 2 Linee Guida Expo Milano 2015 in materia di ingresso e soggiorno degli stranieri Il presente documento 1 è stato predisposto dal progetto La Mobilità Internazionale del Lavoro in collaborazione con il

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Principi Generali Art. 2 Oggetto del Regolamento Art. 3 Diritto di informazione

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia REGOLAMENTO COMUNALE SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia REGOLAMENTO COMUNALE SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia REGOLAMENTO COMUNALE SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 44 del 27/09/2007 S O M M A

Dettagli

REGOLAMENTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA

REGOLAMENTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA REGOLAMENTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA CAPO I OGGETTO DEL DIRITTO D ACCESSO 1. OGGETTO DEL REGOLAMENTO E DEFINIZIONI 1. Al fine di favorire

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Rev. 1.0 28/10/2014 Pagina 1 di 10 AMTPG17 REVISIONE 1.0 REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Norma UNI EN ISO 9001: 2008 DOCUMENTO REDATTO DA Azienda Mobilità e Trasporti SpA

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail. COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.it bollo di 16,00 da apporre solo se si richiedono copie conformi Al Responsabile

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

I certificati anagrafici

I certificati anagrafici I certificati anagrafici I certificati anagrafici sono rilasciati dal Comune di residenza e attestano le risultanze delle iscrizioni nell'anagrafe della popolazione residente (APR) e degli italiani residenti

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

Modulo "Dichiarazione di residenza" per soggetti senza fissa dimora abituale

Modulo Dichiarazione di residenza per soggetti senza fissa dimora abituale ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 12/02/2013 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/34613-modulo-dichiarazione-di-residenza-persoggetti-senza-fissa-dimora-abituale Autori: Modulo "Dichiarazione di residenza"

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Il I 0002590-25/01/2012-SCCLA-Y28PREV-A

Il I 0002590-25/01/2012-SCCLA-Y28PREV-A VIST A la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante «Nuove nonne in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti ~t201~ e successive modifiche e integrazioni ed, in particolare,

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Modulistica per richiedere le agevolazioni tariffarie di cui alla L.R. n.22/98, da utilizzarsi a cura dei minori non deambulanti, comprendente:

Modulistica per richiedere le agevolazioni tariffarie di cui alla L.R. n.22/98, da utilizzarsi a cura dei minori non deambulanti, comprendente: Modulistica per richiedere le agevolazioni tariffarie di cui alla L.R. n.22/98, da utilizzarsi a cura dei minori non deambulanti, comprendente: Modello finalizzato a richiedere per la 1 volta la tessera

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli