XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G. Doping... p. 16 SOMMARIO. Varo della p. 19. Porto Lido... p.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G. Doping... p. 16 SOMMARIO. Varo della 555... p. 19. Porto Lido... p."

Transcript

1

2 2 XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G. Editoriale SOMMARIO XXXVIII Coppa d'autunno... p.3 La Prima volta... p.4 Hannibal... p anni Pietas Julia... p.8 E triste ascoltare le cronache sportive quando non fanno altro che parlare di corruzione ma lo è ancora di più quando gli stessi comunicatori dinanzi alle decisioni della giustizia sportiva minimizzano, quasi che la colpa di quanto accaduto sia dei giudici e non degli imputati, ciechi dinanzi all evidenza pur di non dispiacere ai manovratori. Tutto ciò crea delle perplessità, invita a riflettere chi ha sempre creduto nella lealtà, negli ideali sportivi e morali, chi ha sempre riassunto il dovere in una sola parola: SERVIRE. Fortunatamente il nostro sport dilettantistico e noi volontari siamo fuori da queste intricate ed assurde vicende e questo rincuora e rende più sereni. Non è tutto nero ciò che ci circonda. In questi giorni leggendo mi sono imbattuto nel pensiero di un anonimo filosofo, mi ha tanto colpito che ve ne rendo partecipi Ogni giorno è come una tela tessuta dai vari doveri quotidiani. Ogni minuto è come il filo di questa tela. E pochissima cosa, in un tessuto, un filo; ma il tessuto non è bello se tutti i fili non sono al loro posto. BUON VENTO V.A. SOMMARIO Nautilia... p.10 Dame del Mare... p.11 Coppa Città di Muggia... p.13 Snipe... p. 14 Laser Master... p.15 Doping... p. 16 Appuntamenti Sub... p. 17 Raduno Tecnico... p. 18 Varo della p. 19 Porto Lido... p. 21 Imes... p. 21 Baia di Sistiana... p. 22 Appuntamenti in Mare... p. 22 Agenzia del Mare... p. 23 Appuntamenti nel Golfo... p. 23 UNDICESIMA VELA ANNO XVII NUMERO 76 R.N.S DIRETTORE RESPONSABILE VINCENZO ACCIARINO REDAZIONE COMITATO XIII ZONA PIAZZALE ATLETI AZZURRI TEL./FAX 040/ EDITORE ZENIT - TRIESTE HANNO COLLABORATO: Federica Finco Giorgio Ret Gualberto Niccolini Italo Soncini Antonio Tommasi Maurizio Turrini Tullio Giraldi Tullio Sain Vin cenzo Acciarino Walter Grassi FOTO Vincenzo Acciarino Giuseppe Rodolfi foto Balbi Massimiliano Ceschia Walter Zugna Publifoto Soc. Nautica S.N.P.J. INSERZIONI SOC. NAUTICHE LITOGRAFIA ZENIT VIA RIVALTO, 1 - TRIESTE RESP.SIG.WALTER GRASSI TEL. 040/ FAX 040/ STAMPA Tipografia ZENIT - TRIESTE FOTO DI COPERTINA: STV - SNPJ Editoriale

3 XXXVIII Coppa D'Autunno "Barcolana" Tra la fine dell estate e l inizio d autunno si rinnovano nel nostro scenografico golfo i due più importanti appuntamenti velici, dai match races alla Barcolana, che fanno sembrare Trieste una città della Nuova Zelanda. Ed in effetti, come ben ha rilevato persino Francesco de Angelis, proprio queste acque sarebbero ben più adatte di quelle di Valencia per ospitare le finali di Luis Vuitton Cup e della Coppa America. Accontentiamoci frattanto della nostra magica Barcolana, nata come festosa manifestazione di chiusura della stagione ve- lica per stare tutti assieme, tra club fratelli, e divenuta via via sempre più affollata. Cominciarono i monfalconesi ed i friulani, poi i veneti, gli austriaci, gli sloveni ed i croati. Un giorno si presentò al via Gardini con il suo leggendario Moro di Venezia e da allora sempre più maxi yacht e sempre più skippers di fama. E chi non ricorda Paul Cayard, il leggendario che ebbe paura della bora? E così si giunge all era di Alfa Romeo che quest anno si presenta in nuova versione, da trenta nodi, e c è anche chi tenterà di metterla in difficoltà. Qualcuno ritiene che queste presenze inquinino lo spirito della Barcolana. No, non è vero. le danno più lustro e fama con la loro maestosità emergente sopra le migliaia di vele raggruppate. Lo spirito rimane ed è assicurato dai tanti concorrenti felici di partecipare ed eventualmente in grado di ingaggiare la barca del vicino di ormeggio. L importante è esserci perchè la più grande festa velica del Mediterraneo possa perpetuarsi. Gualberto Niccolini 3 XXXVIII Coppa D'Autunno

4 4 La Prima Volta Dell' Esercito Italiano XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G. La Prima Volta Dell' Esercito Italiano alla Barcolana Lo sport ha invaso ormai ogni settore della vita dei giovani, e gli adulti, che si occupano di pedagogia, comprendono quanto sia importante inculcare e favorire nei ragazzi l amore per qualsiasi tipo di attività agonistica, sono sicuro che con questo spirito si è svolto, presso il Circolo Ufficiali del Presidio di Trieste, il briefing per concordare le ultime operazioni relative alla partecipazione di un equipaggio dell Esercito Italiano alla 38esima COPPA D AU- TUNNO BARCOLANA. Il Gen. Andrea CASO, Cte del Cdo Reclutamento e Forze di Completamento Regionale Friuli Venezia Giulia, con un evidente fervore, ha illustrato, ad un uditorio altrettanto coinvolto, il perché dell eccezionale evento ed il programma delle manifestazioni che faranno da cornice all avvenimento, ha ringraziato la S.T.V. per la disponibilità nell ospitare l imbarcazione messa a disposizione da Cino RICCI, Alpino e Carrista onorario, e tutti coloro che, con entusiasmo, hanno offerto la loro collaborazione per il felice esito di questa partecipazione. Si sono susseguiti vari interventi fra cui quello del Presidente della SVBG NOVEL- LI che ha espresso la sua soddisfazione per il lustro e l eco della partecipazione alla regata di un equipaggio rappresentativo della prima Forza Armata d Italia. Per meglio evidenziare lo spirito di questa attività, pubblichiamo, integralmente, quanto scritto dai sostenitori dell iniziativa: La prima partecipazione dell Esercito alla Barcolana avviene alla 38 edizione, per mettere alla prova, anche in un campo non familiare alla nostra Forza Armata, gli uomini che da sempre ne costituiscono l elemento centrale. Dimostrazione dell importanza che riveste la partecipazione dell Esercito all evento, viene fornita dallo skipper che guiderà la nostra formazione, Cino RICCI, che ha offerto la sua disponibilità a rappresentare, anche con la propria imbarcazione, l Esercito Italiano. Non meno fondamentale si è rivelato il contributo che altri amici ci hanno fornito per gareggiare, sicuri che i nostri uomini sapranno cogliere un risultato importante. La caratteristica peculiare, che contraddistingue la partecipazione dell Esercito a questa prossima edizione dell evento velico, è costituita dalla componente equipaggio, formato esclusivamente da personale della Forza Armata in servizio o in quiescenza. L impronta di visibilità, che si intende offrire al grande pubblico, è tesa a costituire un ulteriore impulso trainante all arruolamento di personale volontario, illustrando in modo esaustivo le molteplici attività dei nostri reggimenti con la partecipazione di personale delle varie armi e specialità. Gen. B. Andrea CASO La Società Velica di Barcola e Grignano organizzatrice della Barcolana, la regata più aperta e più numerosa al mondo, è lieta di annoverare tra gli iscritti alla 38esima edizione l imbarcazione dell Esercito Italiano. La condurrà Cino Ricci, un icona del mondo della vela italiano e un grande amico della Società che ho l onore di presiedere. Non si contano gli Enti e le istituzioni pubbliche che fanno a gara per essere presenti a questa grande festa del mare. Il motto di tutti coloro che amano il mare è : C ero anch io. A partire da quest anno lo potrà fare proprio anche l Esercito Italiano! ing. Gastone Novelli Dopo la Marina e l Aviazione, anche l Esercito Italiano sale sulla barca a vela per competere in regata. Non è ancora uno scontro diretto, ma la Barcolana insegna: la prima partecipazione, la festa e poi, come le ciliegie... una tira l altra! Per ora pochi (ma buoni) poi, chissà un Gruppo Vela, istruttori, barche e...una disciplina in più per affinare il carattere, lo spirito di corpo, l orgoglio di distinguersi. Ecco perché ho deciso di accettare l invito del Comando RFC del Friuli Venezia Giuliva a fare lo skipper su una barca che vedrà per l occasione alcuni Ufficiali che, normalmente, gestiscono i vertici delle nostre F.A.. Sarà sicuramente un esperienza entusiasmante. Cino Ricci

5 In attesa di vedere in mare barca ed equipaggio ve ne anticipiamo la composizione: - Skipper: Sig. Cino Ricci (ex alp. e cr. onorario ); - Gen. C.A. Cosimo D Arrigo (U. Gen. di cavalleria spec. cr.); - Gen. D. Wladimiro Alexitch (U. Gen. di cavalleria); - Gen. B. Umberto Caparro (U. Gen. f. granatiere ); - Prof. Gino Gerosa (cardiochirurgo ed ex allievo della Scuola Militare della Nunziatella); - Ten. Col. Ennio Luzziatelli (U. di artiglieria); - Mar. Ca. Marco Pelanda (Su. Paracadutista). Nel condividere l entusiasmo dei promotori ed in attesa della partenza, la redazione ringrazia per averla fatta partecipe di questa eccezionale esperienza ed augura BUON VENTO. Vincenzo ACCIARINO 5 La Prima Volta Dell' Esercito Italiano

6 6 DAL RIPARTE ANCHE QUEST ANNO A MONFALCONE La Promozione Invernale al Marina Hannibal 01/10/2006 RIPARTE ANCHE QUEST ANNO AL MARINA HANNIBAL DI MON- FALCONE LA PROMOZIONE INVERNALE PER IL RIMESSAGGIO A TERRA DELLE IMBARCAZIONI. IL PACCHETTO COMPRENDE 6 MESI A TERRA, UN ALAGGIO, UN VARO, IL LAVAGGIO DEL FONDO E IL NOLEGGIO DELL INVASO LA PROMOZIONE E VALIDA FINO AL 31/12/2006. PROMOZIONE BARCOLANA 2006: SCONTI FINO AL 50% ALL ORMEGGIO PER I GIORNI CHE PRECEDONO LA MANIFESTAZIONE. POSSIBILITA DI PERNOTTAMEN- TO NEI BUNGALOW DEL MARINA HANNIBAL. INAUGURATA DA POCO E SEMPRE ATTIVA LA NUOVA CABINA DI VERNICIATU- RA (600mq) A disposizione per eventuali chiarimenti o informazioni: Federica Finco Marina Hannibal S.r.l.via Bagni Nuova, Monfalcone - Italia 45 47'.04 N '.25 E tel fax HANNIBAL

7 XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G. 7

8 8 XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G. SOCIETA NAUTICA PIETAS JULIA 120 ANNI MA... NON LI DIMOSTRA Il Club Nautico Pietas Julia nasce il 14 agosto 1886 a Pola, da cui prende l antico nome latino ed è quindi uno dei più antichi circoli nautici italiani. Si dedicherà, come si evince dall atto costitutivo, alla pratica degli sport della voga e della vela, ma la chiara connotazione patriottica filo italiana lo rendono subito inviso alle autorità austriache a cui queste terre erano assoggettate. I difficili rap- Bari, Roman Beltrame, Bruno Puia, i fratelli Gigante, Gianni Polonio, Attilio De Grassi, Carlo Alessandrino e tanti altri. Anche nella vela, la flotta del circolo si fa più numerosa ed agguerrita mettendo in campo di regata imbarcazioni dai nomi prestigiosi per l epoca come: Tartini, Mimi, Eros, Euro, Caprera, Argia e naturalmente la splendida Elly (già Liebling) di proprietà del presidente rolla a cui partecipa numerosa la cittadinanza che cerca un po di distrazione dopo tanta angoscia. Improvvisamente l esplosione di numerose mine ammassate sulla spiaggia, provoca una strage. Un centinaio di morti e decine di feriti gettano nel lutto e nello sconforto una comunità già tanto provata. Pochi mesi dopo, il 21 gennaio 1947, la Pietas Julia ammainerà il glorioso guidone e seguirà nella via dell esilio la quasi totalità dei conterranei. S.N. Pietas Julia porti con l Imperial Regio Governo culmineranno allo scoppio della Grande Guerra, quando vengono internati come sovversivi il presidente Oscar Rossi e altri membri del Consiglio direttivo e la Società viene sciolta d autorità. Alla fine del conflitto, rientrati i reduci, la P.J. riprende la sua attività e comincia una tenace opera di ricostruzione e di modernizzazione. Anche dal punto di vista agonistico è in quegli anni che la Società cresce e si distingue per l impegno sportivo e civile. Nel periodo aureo che va dal 1926 al 1946 emergono nelle specialità remiere atleti di grandissimo valore, come Alberto Flaccio, Giovanni Pinat, Ettore Mirk, Leopoldo Rossi. La Vela, bollettino mensile della Federazione scriverà: Le vittorie della Pietas Julia sono infinite. Fa di ciò fede il magnifico medagliere ed i moltissimi trofei Ancora una volta sarà un conflitto mondiale a segnare pesantemente la storia della Società. Nel 1946, pur nei dolori del dopoguerra si festeggiano i sessanta anni di vita; molti dei giovani non sono tornati dal fronte ed i bombardamenti hanno arrecato gravi danni anche agli impianti sportivi. A ciò si aggiunge il clima di incertezza sul futuro politico dei territori occupati d Istria e Dalmazia. In un atmosfera greve, si cerca di reagire organizzando una manifestazione sportiva dinnanzi la sezione velica di Verga- Pur nella drammatica contingenza, un gruppetto di soci fedelissimi riescono a far giungere fortunosamente a Trieste, gli armi e pochi altri effetti della Società in attesa di tempi migliori. E grazie alla tenacia ed all attaccamento di questi, il 13 giugno 1948 a Marina Nuova di Panzano presso Monfalcone, la Pietas Julia riprende ufficialmente vita. E una grande prova di carattere, ma le difficoltà e gli ostacoli da affrontare non sono ancora finiti: la sede è inadeguata (un vecchio capannone) le risorse modeste, i nuovi soci poco numerosi. L attività si limita al settore remiero senza rilevanti velleità agonistiche. E solo nel 1961 che grazie all entusiasmo ad all intraprendenza di Guido Bernetti si attua la nuova, ennesima svolta della P.J. con il trasferimento nella baia di Sistiana, in un edificio messo a disposizione dal principe Raimondo di Torre e Tasso. Bernetti, eletto presidente in quello stesso anno, imprime alla Società una nuova impronta di dinamismo e vitalità: il numero dei soci salirà da 90 a 230 in soli due anni ed anche i risultati di rilievo, anche nazionale, non tarderanno ad arrivare. La nuova sistemazione durerà sino al 1972, quando viene ultimata la costruzione della nuova sede: la stessa di oggi.

9 mondiale di 420 femminile. Nel 1998 e 1999 Mattia Pressich conquista due titoli italiani e due mondiali in classe optimist. Il 2000 vede il J24 di Planine vincitore del campionato italiano, mentre nel 2003 nella stessa classe conquista il titolo europeo e quello mondiale. Nel 2005 infine, l equipaggio P.J. Planine Budinich si aggiudicano il campionato italiano Hobbie Cat e Francesca Komatar è la prima classificata femminile al campionato italiano classi olimpiche su Europa. Oggi, compiuti i 120 anni di vita la Pietas Julia continua instancabile la sua attività; allena una squadra agonistica di 35 giovani atleti, ed anche fra i meno giovani la pratica attiva dell agonismo è sana consuetudine. Gestisce una scuola di vela prestigiosa e frequentatissima. A riconoscimento dell impegno è stata insignita dal CONI del Collare d Oro al Merito Sportivo per l anno ANTONIO TOMMASI Gli anni a seguire vedranno la P.J. in continua crescita. L attività velica prenderà il sopravvento su altre discipline quali il canottaggio ed il nuoto pur praticati a lungo e con successo, sino a che verranno messe da parte per ragioni di inadeguatezza degli spazi disponibili. Gli anni a seguire vedranno la Società presente su tutti i campi di regata con giovani atleti di valore, sia su derive che su cabinati. Vanno ricordati i primi posti di Maurizio Planine ai campionati italiani Hobbie Cat nel 1988 e 1990 ed il primo posto sempre nel1988 ai campionati europei. Nel 1990 Adriano e Giuliano Chiandussi sono campioni italiani di 420; nel 1991 l equipaggio Neri Raffaelli vincono li campionato italiano femminile 420. Nel 1995 è vittorioso al campionato italiano Hobbie Cat l equipaggio Borghi Peraino. Nel 1996 è la volta delle gemelle Elisa e Chiara Boschin di vincere sia il titolo sia italiano che Vele e Marine del Nostro Mare Presso la sala Victoria della Stazione Marittima Molo Bersaglieri 3 Mostra dal 30 settembre al 14 ottobre aperta dalle ore 8,30 alle 12 e dalle ore 15 alle 20 S.N. Pietas Julia

10 10 Ad 19 a EDIZIONE DI NAUTILIA 19 a EDIZIONE DI NAUTILIA UN IMPORTANTE APPUNTAMENTO ANNUALE IN ADRIATICO 28 ottobre - 5 novembre Aprilia Marittima di La tisana (UD) alle porte di Lignano, un intera località nata quasi esclusivamente per il turismo nautico di qualità, e con strutture d avanguardia, tutti i dealers e i brokers stanno già pianificando gli appuntamenti espositivi del prossimo autunno. Ed è infatti tra ottobre e dicembre che si concretizzano le principali trattative di acquisto e di vendita d imbarcazioni sia nuove sia usate. Immediatamente dopo il mitico Salone di Genova s inserisce l appuntamento con il Nautilia, il salone delle imbarcazioni usate, e non solo, che da vent anni catalizza l attenzione degli operatori e del pubblico della Mitteleuropa. I Cantieri di Aprilia seppero proporre la loro formula, ed emuli dei più grandi saloni europei - primo fra tutti Dusseldorf presentarono le imbarcazioni all asciutto, nonostante avessero l acqua vicina e la disponibilità di centinaia, anzi, migliaia di ormeggi. Mentre le altre località importanti desistevano, anno dopo anno Nautilia consolidava la propria proposta acquisendo sempre più ampi consensi di pubblico e di operatori. Arrivare alla soglia dei vent anni, significa avere alle spalle una lunga tradizione e quindi anche un notevole impegno da rispettare per non deludere le legittime aspettative dei 20 mila ospiti che, puntualmente alla fine di ottobre, accorrono all Aprilia Marittima per cercare l occasione da non perdere o semplicemente per curiosare e aggiornare le proprie conoscenze nautiche. Anche quest anno anticipano gli organizzatori Eugenio Toso e Stefano Rettondini potremmo contare su un numero cospicuo d imbarcazioni, dai medi e grandi yachts a vela e a motore fino ai piccoli natanti carrellabili e auspichiamo di superare le 400 imbarcazioni in esposizione. Ed accanto alle imbarcazioni ci saranno, come ogni anno, i rivenditori di motori marini, accessoristica, sistemi elettronici di navigazione, attrezzature di sicurezza, società di Leasing ed editoria nautica specializzata, tutto quanto, insomma, rappresenta il fascino e l interesse dell andar per mare. Ci troviamo ad una svolta in cui Nautilia sta notevolmente progredendo e assume una dimensione impegnativa nella quale ci riesce particolarmente oneroso inserire altri importanti impegni. Per una nostra precisa scelta quest anno non abbiamo inserito eventi collaterali che distolgono la clientela da quello che è il business principale e cioè vendere barche. Abbiamo perciò scelto di concentrare tutti i nostri sforzi e soprattutto le nostre risorse economiche alla sola Fiera affinché gli espositori possano ulteriormente incrementare le vendite a realizzare il massimo profitto dalla Manifestazione; infatti il Nautilia si è sempre distinto dalle altre Mostre dalla grande quantità di imbarcazioni vendute già durante la Fiera. Non più eventi collaterali dunque proseguono gli organizzatori, ma verrà invece data la massima attenzione a tutto ciò che permette ai giovani di avvicinarsi alla nautica, ad esempio tutte le scuole della regione Friuli Venezia Giulia potranno far visitare gratuitamente la Fiera agli studenti. L appuntamento del NAUTI- LIA 2006 con il pubblico italiano e straniero è stato fissato dal 28 ottobre al 5 novembre nei piazzali dei Cantieri di Aprilia, dove oltre 50 brokers esporranno le loro migliori occasioni per onorare l acronimo della Mostra: nautica-utilis, e cioè la nautica profittevole, la nautica che conviene. Organizzazione: ENTE FIERA CANTIERI DI APRILIA Via del Coregolo LATISANA loc.aprilia (ud) Tel. 0431/53060 Fax 0431/53431

11 BISNONNA SORELLA METTE IN RIGA TRENTA SORELLINE TANTO PIÙ GIOVANI Sul nostro golfo la 9 a edizione Dame del mare Angelica IV e Aglaia primeggiano nella Sciarelli I buongustai dello Yachting d alto lignaggio, che resiste nei secoli, sono grati ai generosi custodi di quelle splendide opere d arte marinara che nacquero e tuttora vivono in acque marine da tre secoli. Da metà del cauto secolo 1800, al cinico produttore di guerre e massacri 1900, all inquieto e nevrotico inizio di questo nostro I fedeli custodi dell indistruttibile passione velica ci hanno fatto vedere, sul nostro capriccioso Golfo, giornate che apparivano tolte dalle tele impressionistiche dei Monet e dei Renoire, con visioni di vele col picco policrome sul mare; mancavano solo le eleganti damigelle sulle rive, coi capi protetti da bianchi ombrellini ricamati. La IX edizione del raduno Dame del Mare per barche d antico fusto che l AIVE (assoc i a z i o n e in-ternazionale vele antiche) si è compiaciuta di assegnare allo YcAdriaco quale suo.fiduciario per tenere uniti gli appassionati di questa specializzazione elitaria nautica dell intera area geografica dell Est Mediterraneo, ha riportato grande interesse agonistico. E evento che unisce storia arte marinara, cantieristica del legno e gusto sportivo in un clima quasi onirico. Affascina chi ha la fortuna dì ammirare su un golfo bello come il nostro spettacoli che simili vascelli,.anche per le fogge delle vele e i loro colori offrono agli spettatori. Questa edizióne, dedicata a un illustre socio dello YcA, Arrigo MODUGNO, ha goduto anche di speciali generosità climatiche: cielo d azzurro terso, sole quasi estivo, che si specchiava in mare mosso da bora. sui 30 nodi durante la prima giornata, sui. 25 nella seconda che talune vele col picco hanno tenuto in pieno altre.tipo Marconi, hanno dovuto terzarolare e a prua mandare fiocchi ridotti. Ma quegli equipaggi che, come i 5 della bisnonna Sorella, varata a portmouth nel 1858, dovevano scattare su una decina di manovre tutte manuali, non sono mai mancati agli scatti dei bordeggi per la gioia dell armatore pirota: due timonieri alternatisi alla barra, Gianni Cossi e il capohornista Dany De grassi, ai teli d albero e di prua Paolo Vatta, Walter Cagnatto e Piero Fornasaro. In varea guidone YcA. In plancia della nave giuria Pier Maria Giusteschi, segretario generale e rigoroso notaro AIVE, si bea, col Presidente Gefter Wondric, delle marinaresche tattiche, soprattutto, di bolina, nei duelli fra Sorella e Roberta III, stesso guidone, barca di E. Terzi, mentre Jardine di Michelazzo dello YcLignano è costantemente buon terzo. Fra gli yacht Classici Maria Giovanna, di Grippo Belfi (CVFPV) tiene a bada vigorosamente gli altri 5 della classe APM infer. 155, con due traguardi e un secondo, seguito da Airone V, di.curtolo (D.N. Sistiana) e da Sahrazad di Alunni della STV. Nei classici APM superiori o uguali a 155, 1 Attica di Zarattini (STV); 2 Incoronata, di Luca tel li (YCA), 3 Merope di Petronio (LNI TS). Sulla. stessa palestra naturale hanno giostrato per due giornate altri splendidi vascelli che la matita del triestino Carlo Sciarrelli, ha disegnato ispirandosi all antico e realizzati da superstiti maestri d ascia dalle mani meravigliose, degni di affiancarsi ; alle sorella dei secoli scorsi.una ventina di barche divise in due categorie. Questi i rispettivi podi. CATE- GORIA A: 1 Angelica IV,.Cazzaniga. (CNR), 2 Angelica III, Fontanot (idem), 3 Tiziana IV, Battistin (YCA). CATEGORIA B:1 Aglaia, Galletti (SNPJ), 2 Sahrazad, Alunni Barbarossa (STV), 3 Aspasia,Treviso(AICS). ITALO SONCINI 11 Dame del mare

12 12 XI VELA - NOTIZIARIO REGIONALE TECNICO SPORTIVO DELLA XIII ZONA F.V.G.

13 Coppa Città di Muggia Trofeo Suraci settembre 2006 Sabato 16 settembre, effettuate 3 prove, vento di bora medio 14 nodi con raffiche a 20 nodi. Tutti gli equipaggi si sono comportati egregiamente nonostante qualche scuffia degli equipaggi più leggeri. La domenica le condizioni meteo non sono promettenti per la quasi totale assenza di vento. Dopo un tentativo di posizionare il campo di regata e un accenno di borino il comitato di regata manda gli equipaggi a terra senza poter disputare le due prove di giornata previste. La coppa Città di Muggia viene assegnata alla Società Velica Barcola Grignano Il Trofeo Pino Suraci viene assegnato alla Società Velica Barcola Grignano 13 Classifiche: Snipe 1 Rochelli F. Semec S.V.B.G 2 Longhi S. Papa A. S.T.V. 3 Stefani G. Zerial A. S.V.B.G Favretto S. Mocnik S.V.B.G. 2 Debelis A. Kralj S SIRENA C.N. TRIESTINO 3 Cunial M. Quintavalle F. GDV LNI GRADO Laser-St 1 Cerni P. S.V.B.G 2 Fabi P. Y.C. LIGNANO 3 Alberico D. S.V.B.G Laser-Rd 1 Ciampalini J Y.C. ADRIACO 2 Clapcich F. S. N. PIETAS JULIA 3 Ferialdi H. C. V.MUGGIA Laser Salateo G. S.N. PIETAS JULIA 2 Giraldi C. S.N. PIETAS JULIA 3 Micol T. S.N. PIETAS JULIA Europa 1 Scrazzolo M. C. V. MUGGIA 2 Zugna F. C. V. MUGGIA 3 Ceschiutti G SIRENA C.N. TS. ARTICOLO: PIETRO ZUGNA C.D.V.M. FOTO: WALTER ZUGNA Coppa Città di Muggia

14 14 SNIPE TRICOLORE AI LAZIALI POGGI-BOCCATO NELLA PIÙ ANTICA DERIVA A TRIESTE L Italiano SNIPE sulle nostre acque L italiano assoluto 2006 Snipe, sul nostro sempre capric-cioso golfo è tornato a cogliere risultati di oggettiva rilevanza. L armoniosa collaborazione dei due più antichi circoli velici locali, lo Yacht Club Adriaco e la Triestina della vela, squisitamente dilettantistici e uniti nella difesa di barche di universale diffusione, qui allignate dagli anni Venti in poi e apportatrici di lustro allo yachting azzurro, ha ottenuto significativa conferma da questo evento; manifestazione tonificante il vasto settore dei derivisti un pò svigorito. Schierati nella Sacchetta 57 Beccaccini, scafi sempre a spigoli che l americano Crosby disegnò nel lontano 1931, ora però fabbricate con materiale aggiornatissimo, non più con vele di Dacron ma con teli trasparenti tagliati e cuciti in aristocra-tici atelier; governati da equipaggi ricchi di passione da ogni parte d Italia, più tre stranieri (1 brasiliano, due croati); 39 maschi ingentiliti da 18 donne, due di esse al timone. Cinque giornate di gara. Nelle prime quattro il vento s è fatto attendere ma ha largito sempre forza da 6 a 12 nodi da Ponente-Libeccio con sporadiche oscillazioni, sufficienti a consentire andature portanti e di bolina. Campi sorvegliati da staff di rigorosi giudici su geometrie in mare predisposte dai d.s. Grevatin e Tesei (YCA) e Ulcigrai (STV). Concorrenti corret-tissimi, avvezzi alla classe, vari Over 40 d età. In concreto divari tecnici evidenziati appena dopo il quarto giorno, prescindendo dalle danze brasiliane di Alex Diaz Paradeda in coppia con la barcolana Sabrina Schifanno, degnissima partner. Insieme 2 volte primi, 4 volte terzi, più un 13 naturalmente scartato.ma, stranieri, non rientrano nel titolo, come le altre due barche croate. Degli altri, con pieno diritto di graduatoria, nel gruppo dei 10 bussanti al vertice, erano 9 del nostro golfo. Solo 5 vantano traguardi isolati e uno due secondi. Saranno decisive la prove del terzo giorno: 2 traguardi ai laziali poi 3,4,5,5. Basta così: è tricolore 2006 già a questo punto. Oro dunque a Giampiero Poggi e Silvia Boccato del lago di Bracciano, alle falde del Cimino; Poggi più marinaro che lacuale,è noto anche come statista. Subito dopo viene il barcolano Michele Paoletti,figlio d arte (papa Diego), due volte olimpico e in odore per Pechino (salve deviazioni professionali). Michele, con Benedetta Nicolich, punta tutto sulla finale che salterà per pioggia. Ha nel sacco 3 secondi, più 4,6,7. Anche con un primo resterebbe con il non disprezzabile argento. Diamo la lode agli altri 8 della decina: il bronzo al plurititolato monfalconese Enrico Michel con Francesca Cappello:4,1,8,6,5,2. Quarti i barcolani Fabio Rochelli-Daniela Semec dopo lotta senza quartiere con un triestino che non ha bisogno di aggettivi: Giorgio Brezich, in gara con Lucio Penso, superato da Rochelli di soli 8 decimi di punto. Chiudono la decina dell italiano 2006: Fantoni-Elisabetta Macchini (SVOC), Tomsic-Mocilnik (Nautica Grignano), Longhi-Piccinini (STV), Bojan e Vlado Grego (Galeb, Croazia)fuori titolo e Perini- Daniela Berto (C,N. Chioggia). ITALO SONCINI

15 La Pietas Julia ha festeggiato i suoi 120 anni ospitando velisti da tutt Italia 32 Campionato Italiano Laser Master Nei giorni settembre si sono confrontati nelle acque antistanti la Baia di Sistiana atleti dai 35 anni in su raggruppati nelle categorie Apprendisti, Master, Grand Master e Great Grand Master. Un autentica festa della vela combattuta però con la grinta e la determinazione delle grandi sfide. Nelle due prove della prima giornata si sono già delineati i probabili vincitori. Nella seconda giornata 3 prove con un bel vento costante sono emerse decisamente le posizioni di Andrea Ravioli e dell atleta locale Andrea Nevierov. La terza giornata splendida per il sole, ma senza vento, ha lasciato tutti a terra ma la regata con cinque prove disputate su sei è comunque riuscita. 15 I risultati: Standard Grand Master: Alberto Ferrari Circolo Nautico Marconi Master: Pino Ritucci Circolo Canottieri Napoli Apprendisti: Luigi Ravioli Sezione Vela Guardia di Finanza (1 assoluto) 1 degli stranieri: Mauro Lentini (Svizzera) Radial Great Grand Master: Roberto Paolieri Circolo Nautico Quercianella 1 Femmina : Marina Senni Società Velica di Barcola e Grignano 1 Assoluto : Alessio Marinelli Circolo Velico Porto Civitanova Fra gli atleti locali da segnalare un ottimo secondo assoluto di Andrea Nevierov e il sesto di Giulio Tarabocchia. La pubblicazione è consultabile sul sito Internet: Laser Master

16 Doping: un problema risolto? 16 Doping Tullio Giraldi Due famosi atleti americani di successo sono stati recentemente trovati positivi ai test antidoping, e sono andati incontro a pesanti squalifiche; Floyd Landis, vincitore del Tour de France, ed il campione dei 100 metri Justin Gatlin. Il test cui sono stati trovati positivi è un esame delle urine in cui viene misurato il rapporto tra la concentrazione di testosterone e di epitestosterone; lo scopo di tali misure è quello di determinare se siano stati assunti i cosiddetti steroidi anabolizzanti, efficaci nell aumentare la massa muscolare e le prestazioni sportive, ma proibiti a causa dei gravi rischi alla salute che derivano dal loro impiego. Questo test viene eseguito in quanto la ricerca diretta del testosterone presenta una grande variabilità che la rende impraticabile, mentre il rapporto testosterone/epitestosterone è notevolmente costante tranne nel IN ESCLUSIVA ALLA LIBRERIA ITALO SVEVO Edizioni Zenit caso di assunzione indebita; questo è stato quanto determinato nei casi citati, con numeri improvvisamente andati alle stelle rispetto i valori costanti regolarmente misurati per i due atleti. Restano aperte le polemiche nate con i due casi sulle possibili cause per l innalzamento del rapporto incriminato, diverse dell assunzione impropria di steroidi anabolizzanti, come anche il senso di assunzioni di breve durata (come potrebbe essere quella dei casi considerati) quando gli anabolizzanti sono stati sinora considerati richiedere assunzioni prolungate per poter causare gli effetti ricercati sulla prestazione sportiva. Varie voci si sono levate in seguito alla notorietà degli atleti coinvolti. Da una parte è stato fatto rilevare che aspetti costitutivi di alcuni atleti possono rendere conto delle loro straordinarie prestazioni sportive. Lo sciatore di fondo finlandese Eero Mäntyranta, vincitore di due medaglie d oro alle Olimpiadi del 1964, è stato trovato possedere naturalmente una mutazione nel gene dell eritropoietina che lo porta a produrre naturalmente il 50 % in più di globuli rossi. Analogamente, per i corridori dell Africa orientale è stato dimostrato che le loro gambe pesano in media 400 grammi meno di quelle di atleti danesi con cui sono stati confrontati, con un risparmio energetico derivante durante la corsa del 8 per cento che porta a conseguenze molto marcate in termini di prestazioni. Di conseguenza, è stata riproposta l idea di differenziare in ciascuno sport gli atleti non solo sulla base del sesso, dell età, o del peso corporeo, come già avviene, ma anche sulla base di caratteristiche genetiche specifiche per singoli sport, che mettano alla pari i diversi atleti, quantomeno per quanto riguarda le loro caratteristiche corporee fisiche; resterebbe non affrontato in questo modo quanto le differenze psichiche possano giocare nel determinare il campione con la loro combinazione con le caratteristiche fisiche dei soggetti. A fronte di questo approccio, è stata avanzata l idea di lasciare la competizione aperta a tutti gli atleti, qualunque sia lo loro costituzione fisica, ma di lasciare aperta la possibilità di correggere le loro differenze di costituzione individuale con l impiego di farmaci; in alte parole, di liberalizzare il doping. Per inciso, ciò in parte avviene con l ormone della crescita, che oggi può legalmente essere somministrato negli Stati Uniti a bambini con bassa statura idiopatica, cioè in pratica produrre un più elevato numero di giovani alti che costituiscono poi un bacino numericamente più esteso in cui attingere nuovi giocatori di pallacanestro. Possibili interventi restrittivi equi sono comunque di difficile ideazione; basti ad esempio porsi la domanda se sarebbe corretto escludere un giocatore di pallacanestro perché ha assunto ormone della crescita per aumentare la propria statura, quando campioni come Pavel Podkolzin o Sun Ming Ming devono la loro alta statura ad elevate quantità dell ormone della crescita prodotte dalla loro ipofisi a causa di uno stato morboso di quella ghiandola. E ciò è anche evidente per gli atleti che si allenano in quota, o soggiornano in ambienti a ridotta pressione atmosferica (azioni non proibite), per aumentare naturalmente la loro eritropoietina e quindi i globuli rossi, che dovrebbero essere differenziati da coloro che si iniettano direttamente (azione proibita) eritropoietina. Il problema che si pone una volta di più è quindi quello della protezione della salute degli atleti, ed in questo contesto lo studioso di etica Julian Savulescu dell Università di Oxford, e Bennet Foddy dell Università di Melbourne, hanno recentemente avanzato la proposta di liberalizzare quelle forme di doping che senza danneggiare la salute degli atleti (ipotesi tutta da dimostrare) possono metterli in condizione di confrontarsi alla pari in un contesto in cui vengono ridotti i rischi propri della competizione gra-

17 zie all uso stesso dei farmaci. Resta tutta da dimostrare la possibilità di verificare le condizioni indicate dai due studiosi, che appaiono ipotetiche, generiche e teoriche nella loro formulazione. Questa proposta sembra poi dimenticare due fattori critici per ogni sport; i fans ed i genitori. I fans di uno sport assumono in generale che i competitori siano puliti. Come è stato detto in una trasmissione televisiva tedesca durante l ultimo Tour de France, il pubblico si aspetta una gara sportiva, non uno spettacolo che dimostra i risultati delle industrie farmaceutiche. Molti genitori probabilmente terrebbero i loro figli lontani da sports in cui i risultati possano essere ottenuti esclusivamente con il ricorso a farmaci ritenuti sicuri (fino a quando poi non venga verificato il contrario); alcuni commentatori ritengono che vi sia un calo del numero di giovani praticanti l atletica leggera riconducibile agli scandali di famosi atleti con pesanti squalifiche per doping. Una perfetta risposta a questi argomenti è contenuta in una battuta dell attore inglese Paul Merton, quando ha risposto ad un convinto difensore della tesi che gli atleti avrebbero dovuto essere lasciati liberi di usare tutti i metodi per migliorare le loro prestazioni sportive: Ottimo, da parte mia scelgo una motocicletta. Preoccupa inoltre l ulteriore trasferimento dei progressi della medicina genetico-molecolare al mondo dello sport, con la minaccia incombente del doping genico. Minaccia tanto reale, che la WADA già proibisce (accanto alle manipolazioni farmacologiche, chimiche e fisiche) espressamente anche il doping genico. Nei topi, l ingegnerizzazione genetica ha permesso di indurre l aumento del numero di fibre muscolari, rendendo capaci i topi così ingegnerizzati di effettuare una corsa continua di durata doppia rispetto animali di controllo, e dotandoli di resistenza all obesità anche in assenza di esercizio fisico. Oltre alla dimensione tecnica ed alla preoccupazione per la salute, appare più che giustificata una preoccupazione etica. In relazione al nuoto, appare ben centrata la vignetta apparsa nella rubrica della posta della rivista inglese New Scientist, con il fumetto; Forse è meglio che lo lasciamo vincere. Non è possibile d altro canto non ricordare ancora una volta le caratteristiche straordinarie dello sport della vela, che si accompagnano ad un immagine positiva presente nell immaginario collettivo della vela quale pratica sportiva ecologica, rispettosa dell ambiente quanto del benessere psico-fisico dei praticanti. Questo quadro corrisponde alla rarità dei casi di positività al doping riscontrati nei controlli a sorpresa effettuati negli ultimi anni in ossequio alle normative vigenti. Positività derivante, come già ricordato, dalla leggerezza del non aver notificato l assunzione di medicamenti assunti dietro prescrizione medica, o dall aver fumato marjhuana o hascisch in ambito extra-sportivo con gra- ve sottovalutazione di tutte le serie conseguenze derivanti dall essere identificati positivi ai cannabinoidi assunti anche lungo tempo prima di una manifestazione sportiva. In questo contesto desidero ricordare quanto sia fondamentale il ruolo che gli istruttori, allenatori e medici sportivi (federali, di zona e di club) assieme agli stessi dirigenti dei circoli, hanno nel fornire l informazione necessaria agli atleti, non dimenticando anche il ruolo svolto dalle famiglie, specie nei confronti degli agli atleti minorenni che richiedono e meritano particolari attenzioni. Con l obiettivo, assolutamente realistico, di mantenere e rendere ulteriormente godibile al maggiore numero di praticanti, un ambiente ed una pratica sportiva sana e pulita, ideale per l estesa serie di benefici derivante dalla sua pratica. 8 Rassegna FotoVideoSub MAGIESOTTOACQUA Il Sub Sea Club Trieste organizza l ottava Rassegna FotoVideoSub MAGIESOTTOACQUA che si svolgerà presso la piscina terapeutica Acquamarina dal 23 ottobre al 30 novembre Sarà esposta la Mostra Internazionale di fotosub Vodan La foto è di B. Ohlen vincitore del Concorso Vodan. Tullio Giraldi Appuntamenti del Sub Sea Club 30 NATALE SUB Quest anno il 26 dicembre il Natale Sub raggiungerà la sua trentesima edizione. La manifestazione, curata dal Sub Sea Club Trieste, si svolgerà in Piazza Unità d Italia alle ore ed è diventata un appuntamento tradizionale per tutti quelli che operano sul mare, sia che siano sportivi, sia per quelli che con esso lavorano, ed è inserito nel calendario degli eventi del Comune di Trieste. 17 Sub Sea Club

18 18 RADUNO TECNICO RADUNO TECNICO ZONALE 2006 Anche questo anno, come è tradizione da molti anni a Farra D Alpago -Lago di Santa Croce, è stato organizzato il Raduno Tecnico Zonale. Alcune Società, che promuovono la vela giovanile, non hanno ritenuto opportuno essere presenti con i loro atleti, è stato un vero peccato, in quanto durante il raduno sì sviluppano momenti di socializzazione, di svago e quello che è più importante si sviluppa la parte tecnico agonistica di ogni atleta. Per questi raduni viene richiesto alla Federazione Italiana Vela la collaborazione, di tecnici qualificati per le Classi 420, Europa e Laser, mentre per gli Qptimist sono ritenuti validissimi gli Istruttori zonali. Claudio Bolens, ritenendo che il Lago di Santa Croce sia una ottima palestra di vela, organizza per Classe 420, dei raduni Nazionali convocando i più promettenti equipaggi, inoltre è una valida ragione, per gli Istruttori zonali convocati, per avere un proficuo aggiornamento sulla Classe. Questi raduni hanno inoltre lo scopo di verificare la conoscenza delle tecniche di regata, del regolamento,del comportamento e quello che più conta il confronto degli atleti, con altri istruttori in modo da acquisire nuovi elementi e confrontarli con quelli di propria conoscenza. Il programma, che si prefigge la Zona, e quello di cercare di incrementare l attività di promozione giovanile, migliorare ed assistere gli atleti delle Classi di Interesse Federale. Di massima il programma della giornata tipo e il seguente: 07.15, Sveglia preparazione atletica ( insegnare a fare la ginnastica). Viene rilevato nella maggioranza dei ragazzi la carenza della preparazione fisica colazione, ci ritroviamo tutti in aula per visionare le assunzioni dei filmati fatti durante gli esercizi eseguiti in acqua il giorno prima.. Molte sono le carenze rilevate nei fondamentali individuali, sopra tutto nei giovanissimi che vengono evidenziati agli interessati pranzo, leggero quasi dietetico trasferimento alla base nautica, dove in acqua vengono ripetuti gli esercizi sui fondamentali e successive regate barche in acqua, rientro in albergo, cena, aula, vengono proiettati i filmati dell allenamento e discusse eventuali proteste tutti nelle loro stanze per la notte. PRIMA SETTIMANA 18/23 GIUGNO CLASSE 420 Istruttori Tecnico Federale Claudio Bolens Coadiuvato da Matita Antonaz, Stefano Del Neri, con funzione di preparatore atletico, Roberto Manzan, e Tarcìsio Segantin Presenti 14 equipaggi invitati dalla Federazione Italiana Vela e dodici zonali. Sono state disputate 8 prove con una classifica. I primi 10 equipaggi disputano, azzerando la classifica precedente, il primato nel gruppo gold risultano vincitori assoluti Kosuta Sirnon e Farneti. Condizioni ideali di vento da 12 a 18 nodi. SECONDA SETTIMANA 25/30 GIUGNO CLASSI: LASER ED EUROPA Istruttori: Raffaele Ravaglia e Maja Stavnicki Classe Europa Jacopo Ferrari, Larissa Nevierov, Manuel Vlacich e Segantin: Laser Radiai e 4.7 TERZA SETTIMANA 2/7 LUGLIO CLASSE OPTIMIST CADETTI PARZIALE TAVOLE A VELA Istruttori: Davide Poliscale, Livio Maran, Roberto Manzan, Sara lugovaz e Tarcisio Segantin Classe Optimist Cadetti, T.V. Ezio Ferin QUARTA SETTIMANA 9/14 LUGLIO CLASSE OPTIMIST JUNIORES Istruttori : Dragan Gasic, Marko Milan, Roberto Manzan, Vischi Massimo, Paola Pascolo, Giacomo De Gavardo e Tarcisio Segantin Tullio Sain FORNIRAD

19 Varo della deriva federale 555FIV 25 Anniversario del Circolo Velico Duino Si è svolto martedì 29 agosto, alle ore 18.00, presso il Porticciolo di Duino, con la preziosa collaborazione del ristorante Al Cavalluccio, alla presenza dei Soci, delle Istituzioni e delle Autorità il varo della deriva federale 555FIV, acquistata grazie al generoso contributo della Fondazione CRTrieste, imbarcazione che dà modo al nostro Circolo di proseguire nella promozione dell attività velica, dedicata sia ai giovani che agli adulti. La cerimonia avviene nel 25 anno di fondazione del Circolo Velico Duino. Sono intervenuti e si ringraziano: la Fondazione CRTrieste rappresentata dallo Studio Sandrinelli, il Presidente Provinciale Stelio Borri del CONI, il Presidente Giorgio Brezich della XIII Zona FIV, la fiduciaria del CONI per Duino Aurisina Rosa Ida Lucchese, il Sindaco ed il Vicesindaco di Duino Aurisina, la Capitaneria di Porto di Trieste, i Carabinieri e la Polizia Marittima di Duino, il Presidente Augusto Re David dell Unione Stampa Sportiva Italiana. Pur non fisicamente presenti hanno portato i loro migliori saluti il Principe Carlo della Torre e Tasso ed il Rettore Abrioux del Collegio del Mondo Unito dell Adriatico. L Associazione venne costituita il 25 giugno 1981 per diffondere l attività delle tavole a vela. Nacque da un gruppo di amici, appassionati di windsurf, che condividendo l amore per il mare, fondarono 25 anni fa il Windsurf Club Duino. Considerata la successiva introduzione di altre discipline veliche, l Assemblea dei Soci, in data 7 marzo 1986, deliberò la modifica della denominazione sociale in CIRCOLO VELICO DUINO. Il 21 maggio 2005 la denominazione sociale è stata ulteriormente modificata in Circolo Velico Duino Associazione sportiva dilettantistica. L Associazione si conforma alle norme e alle direttive del CONI, nonché allo Statuto ed ai Regolamenti della Federazione Italiana Vela. La sede sociale trova ospitalità nella Casa Rurale di Duino, grazie alla concessione del Comune di Duino Aurisina. Il guidone sociale è costituito da un fondo blu e rosso 19 Varo della 555FIV

20 20 Varo della deriva federale 555FIV con strisce bianche a forma di W. I soci iscritti al Circolo sono circa 120. Per far parte dell Associazione in qualità di socio Ordinario, il candidato deve presentare domanda controfirmata da due soci proponenti, con almeno un anno di anzianità. Attualmente, il canone sociale è di 50 Euro l anno, comprensivi di tessera FIV. Ciò garantisce comunque un ottimo rapporto qualità / prezzo, fattore che in questo momento è particolarmente importante. Il Circolo ha in gestione gli ormeggi del Porticciolo di Duino, considerato uno dei più bei porticcioli della costa triestina. Purtroppo, i pochi posti a disposizione non riescono a soddisfare le numerose richieste pervenute nel corso degli anni, facendo sì che i tempi d attesa siano molto lunghi. Per quanto riguarda l attività velico sportiva, il Circolo negli ultimi anni si è indirizzato verso la promozione di corsi di scuola vela, che a partire da oggi saranno svolti con la deriva federale 555FIV, dedicata a corsi collettivi sia per i giovani, che per gli adulti. Straordinaria la presenza di tutte le Istituzioni ed Autorità, nonché l incontro fra tutti i quatto Presidenti che si sono susseguiti in questi primi 25 anni. Bruno Leghissa, socio fondatore e primo Presidente, Marino Vittor, Fabio Furlani e Maurizio Turrini, attuale Presidente, al quale spetta l onere e l onore di traghettare il Circolo verso nuove rotte. IL PRESIDENTE Maurizio Turrini Varo della 555FIV

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ Questo documento deve essere letto congiuntamente all allegato estratto del Regolamento delle attrezzature per lo sport della vela nel quale sono definiti alcuni

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI,

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, Nuove tematiche IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, CLASSI DI SOSTANZE VIETATE MARIA GRAZIA RUBENNI Specialista in Medicina dello Sport, FIGC, Firenze Il termine doping sta ad indicare nel sapere

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta FAQ 1) Come si entra in Guardia di Finanza? Risposta 2) Quali sono i limiti di età per partecipare ai concorsi? Risposta 3) Quali titoli di studio occorrono per partecipare ai concorsi? Risposta 4) Si

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli