I nostri prodotti: per i giovani clienti e i soci

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I nostri prodotti: per i giovani clienti e i soci"

Transcript

1 Periodico trimestrale Registrazione n. 203/2008 del 01/02/2008 Tribunale di Venezia Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% CN5 VE #02 // LUGLIO 2010 A Scandolara aperta la nostra 17 a filiale Intervista a Federico Dal Corso Direttore amministrativo OFA I nostri prodotti: per i giovani clienti e i soci Silvia Tasso Una giovane donna in Consiglio di Amministrazione

2 la banca // a scandolara aperta la nostra 17 a filiale > 05 la banca // i primi risultati 2010 > 07 incontri // presentato il bilancio d esercizio 2009 > 09 IO SOCIO presso Banca Santo Stefano via Fapanni Martellago (Ve) Tel il personaggio // federico dal corso > 13 iniziative e prodotti // per giovani clienti e soci > 17 IL socio // silvia tasso > 21 Direttore Responsabile: Federica Zanata Direttore Editoriale: Raffaele D Errico rubriche // itinerari > la foce dello zero ad altino...25 // tradizioni e sapori > pasta fredda alle erbe aromatiche...29 // appuntamenti > da giugno a ottobre...31 Redazione: Daniela Gambato Progetto grafico: Agenzia Tratti Tipografia: Litocenter srl - Limena (PD)

3 E D I T O R I A L E La capitalizzazione di fiducia Onorato Zanata Presidente di Banca S. Stefano // È di qualche tempo fa la notizia che Apple, una fra le maggiori aziende di informatica, avrebbe raggiunto il 2 posto al mondo (subito dopo il colosso dell energia Exxon-Mobil) per entità di capitalizzazione in borsa, superando la fantastica cifra di 241 miliardi di dollari (circa 195,5 miliardi di euro o - più semplicemente - oltre miliardi di lire). La notizia poi è stata ridimensionata precisando che con quella valutazione Apple si classificherebbe solo al 3 posto. Ma come si determina il valore di borsa di una società? Si potrebbe pensare al solo valore materiale dell azienda (immobili, impianti, terreni, marchi e brevetti, magazzino, titoli ecc.). Si tratta invece del prezzo che gli investitori sono disposti a pagare per acquisire l azienda. Questo prezzo tiene conto solo parzialmente del valore materiale: il grosso della valutazione dipende dalle prospettive economiche di quell azienda, dalla sua capacità di stare sul mercato. In altri termini dalla fiducia degli investitori sulle capacità di chi è alla guida ed in essa opera. Questo determina la quotazione di un azione. Di conseguenza il valore complessivo dell azienda si ottiene moltiplicando il prezzo di una azione per il numero di azioni emesse. Svolgevo queste riflessioni mentre preparavo la relazione per l assemblea di maggio. Infine - visti i tempi ed anche i risultati di tante consorelle - abbiamo presentato un buon bilancio. Penso però che l aspetto più importante di cui possiamo andare fieri con i nostri soci è la capacità dimostrata di saper gestire l azienda e le garanzie che possiamo offrire per il futuro. Questo non significa che non ci saranno momenti difficili: significa solo che se questi arriveranno, noi saremo in grado di affrontarli al meglio. Il nostro mercato sono i nostri soci ed i nostri clienti: con queste prospettive pensiamo di avere da loro un ottima capitalizzazione di fiducia.

4 PAG. 4 la banca

5 la banca A Scandolara aperta la nostra 17 a filiale Giorno prescelto per l inaugurazione di Scandolara, il 25 aprile, anniversario della Liberazione. Ma anche festa di San Marco e data tradizionale per l omaggio del bocolo. Per festeggiare la prima filiale in provincia di Treviso (che in realtà era già operante da un paio di mesi), si sono date appuntamento oltre 200 persone: numerose, per una realtà abitativa di circa 1000 abitanti. Presenti il Presidente di Banca Santo Stefano, Onorato Zanata, il Sindaco di Scandolara, Mirco Feston, il Direttore Generale della Banca, Francesco Beninato, il Parroco, don Giuseppe Mazzoccato e il Vice direttore della Federazione delle BCC, Maurizio Bragato. Aprendo gli interventi, il presidente Zanata ha ricordato che l apertura della nuova filiale è ultima tappa di un percorso iniziato nel 1963, quando pochi, lungimiranti soci diedero vita a quella che allora si chiamava Cassa rurale e artigiana. Oggi - ha spiegato Zanata - il territorio in cui operiamo copre 34 comuni nelle province di Venezia, Padova e Treviso. Siamo presenti sia nei maggiori centri, come Venezia e Mestre, che in quelli più piccoli. Viviamo un momento difficile per la nostra economia - ha proseguito Zanata - Questo rende ancora più ambiziosa la prova alla quale ci accingiamo aprendo una nuova filiale, qui a Scandolara. La nostra forza sta in un rapporto bancario diverso... noi possiamo giocare un ruolo fondamentale perché rappresentiamo un modello differente di banca, nel modo concreto di operare e di porci in relazione con i clienti. Il sindaco Feston, nel suo discorso, io socio #02 // LUGLIO 2010

6 la banca ha espresso soddisfazione per l apertura della nuova filiale. Per il nostro paese - ha affermato - è una nuova attività che non occupa spazio in centro storico, ma ne è al servizio. A noi interessa chi si insedia nel territorio, non chi lo occupa; voi siete nel territorio, quindi siete una realtà produttiva e spero che sappiate finanziare i bisogni veri della nostra collettività. Quindi - ha concluso - mi auguro che il vostro insediamento sia al servizio delle nostre famiglie e delle nostre imprese. Gli ha risposto il Direttore di Banca Santo Stefano, Francesco Beninato, confermando che l Istituto intende essere vicino alle persone, alle imprese agricole, artigianali e commerciali: Vogliamo acquisire la vostra fiducia ha concluso Beninato, dopo aver ricordato che i suoi primi passi come operatore bancario li aveva mossi, vent anni prima, proprio nell area di cui Scandolara è parte. I numeri del credito cooperativo in Veneto sono stati ricordati da Bragato: in Veneto nell ultimo anno le BCC hanno assunto più di 150 persone e contano su una rete di 630 sportelli e 117 mila soci. Quanto a Banca Santo Stefano - ha aggiunto Bragato - si tratta di una realtà che è cresciuta più della media del nostro sistema. A benedire la nuova attività è stato don Mazzoccato che ha spiegato che i soldi sono del diavolo, ma anche della Provvidenza: dipende da come si usano. Quindi la visita ai locali della nuova filiale, in pieno centro, serviti da ampi parcheggi. E in filiale, le numerose signore presenti hanno ricevuto, dono della Banca, un freschissimo bocolo. Poi, tutti a merenda, a degustare i formaggi, gli affettati, i risotti, le carni, le fritture, i vini preparati per l occasione sui tavoli allestiti nello spazio antistante la Banca. PAG. 6

7 la banca I primi risultati 2010 L andamento positivo di Banca Santo Stefano, presentato a maggio all assemblea dei soci (della quale diamo conto in questo numero di IoSocio), è proseguito anche nei primi mesi del Non che manchino le difficoltà per le famiglie e le imprese, non che la crisi economica sia passata; ma la Banca, mantenendo ed anzi accentuando il suo rapporto con il territorio, ha saputo acquistare nuovi spazi: Stiamo aumentando le nostre quote di mercato, nonostante le difficoltà obiettive che tutti conosciamo - spiega il Direttore generale, Francesco Beninato - questo è un dato molto importante. Alla base di questi risultati ci sono alcuni punti fermi: il rapporto diretto, continuo, delle nostre filiali e in generale di tutta la Banca, con la clientela e l offerta diversificata di prodotti. Per i primi cinque mesi del 2010 i principali indicatori dell andamento dell Istituto sono tutti positivi. Innanzitutto sono cresciuti di numero i soci ed i clienti. I soci hanno superato il traguardo delle 2 mila unità: a maggio erano arrivati a 2.016, con 151 nuove adesioni (più 8,09%) rispetto a fine anno. Quanto alla clientela, il numero dei conti correnti era, a fine maggio, ormai prossimo alle 17 mila unità, con una crescita in termini assoluti di 691 e in termini percentuali di 4,34 punti. Si tratta di dati importanti, per una banca che vive del rapporto con la gente, con un territorio al quale destina la totalità della raccolta. E veniamo ai volumi: la raccolta diretta con la clientela è cresciuta, a fine maggio, di 4,76 punti su fine 2009, arrivando a sfiorare i 650 milioni. Oltre alla raccolta diretta, è aumentata anche l indiretta, del 7,69%. All interno dell indiretta, è andata bene sia l amministrata (più 6,15%) che la gestita (più 9,60%). In totale la raccolta indiretta sfiorava, a fine maggio, i 110 milioni. Complessivamente la raccolta con la clientela ha raggiunto un livello record per Banca Santo Stefano: quasi 755 milioni. Bene anche gli impieghi. Nonostante le difficoltà complessive dell economia, alle quali la nostra area di operatività non sfugge, gli impieghi nei primi cinque mesi dell anno hanno raggiunto i 655 milioni, più 31,5 milioni in termini assoluti e più 5,04 in percentuale. Questa crescita degli impieghi - commenta Beninato - è la migliore conferma dell attenzione per l economia del territorio in un momento di difficoltà. Oggi l attività commerciale della Banca si caratterizza per una gamma di prodotti e servizi più ampia che in passato, interpretando da una parte l evoluzione del ruolo di banca al servizio di una realtà locale, dall altro venendo incontro a precise esigenze e aspettative della clientela - spiega Beninato -. Ciò permette al settore commerciale di ritagliare la consulenza e l offerta su misura del proprio segmento di clientela. L aumento dei conti correnti e dei contatti con i clienti sono assieme il risultato di questa impostazione e la premessa per poter avere un ruolo ancor più incisivo e dinamico in futuro. io socio #02 // LUGLIO 2010

8 PAG. 8 incontri

9 incontri 16 maggio 2010 Presentato il Bilancio d Esercizio 2009 Domenica 16 Maggio i soci della nostra banca, si sono ritrovati come sempre al Ristorante Antica Postumia di Vedelago per l ascolto della relazione e l approvazione del bilancio di esercizio Numerosi i presenti che hanno prestato molta attenzione a quanto illustrato dal Presidente Onorato Zanata. Il ha affermato Zanata - è stato un anno molto importante per lo sviluppo della Banca. Il totale dell attivo ha raggiunto, al 31 dicembre, 774, 9 milioni di euro, contro i 690, 3 milioni di inizio anno, con incremento del 12,3%. Con un certo orgoglio il Presidente ha annunciato che i soci di Banca Santo Stefano hanno raggiunto quota 2016 e le previsioni sono di continua crescita. Tra le novità di quest anno e che avevamo già accennato nel numero scorso, la nascita della Fondazione Banca Santo Stefano, che ha già ottenuto il riconoscimento pubblico e che contribuirà ancora di più a concretizzare la presenza della Banca nella società in cui opera. L ultimo aspetto della relazione degli amministratori, quella che riguarda il io socio #02 // LUGLIO 2010

10 incontri collegamento con la base sociale e le comunità locali. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre messo in atto, ormai da tempo, diverse iniziative per promuovere alcuni obiettivi. Ne ricordiamo alcuni: L istituto del ristorno ai soci, che ha visto quest anno la distribuzione di altri euro nominali; Le varie iniziative per i giovani: il bonus di 500 euro per ogni figlio di socio, i prestiti agevolati, gli zaini per gli scolari, i buoni libri per gli studenti, le borse di studio, gli stage aziendali; L accordo con Banca degli Occhi - rinnovato quest anno - per l esame gratuito della vista; La pubblicazione della rivista IoSocio che vi informa sulla vita della Banca; La collaborazione con ACLI per la dichiarazione dei redditi gratuita a soci pensionati, con appuntamenti gestiti dalla banca. Il dott. Alessandro Bonzio, presidente del Collegio Sindacale ha dato poi lettura alla redazione del Collegio. Un saluto ai presenti da parte della Federazione Veneta è stato rivolto dal Dr. Andrea Bologna. Ha infine preso la parola il Direttore Generale Francesco Beninato per alcuni approfondimenti sulla gestione della Banca. Prima dell approvazione del Bilancio alcuni hanno espresso un loro parere sulla gestione della Banca. PAG. 10

11 incontri Riportiamo, in seguito, un estratto che il Socio Guido De Nobili ha esposto in Assemblea e che ci ha chiesto di pubblicare: Ho seguito con particolare interesse, durante l Assemblea dei Soci, la lettura della Relazione di Bilancio di Esercizio da parte del Presidente della Banca Onorato Zanata e l intervento del Direttore Generale Francesco Beninato che ha focalizzato con chiarezza gli aspetti più significativi dell assetto organizzativo aziendale. Nel mio breve intervento ho illustrato all Assemblea certe considerazioni che ritengo di significativo interesse per la Banca, che ho il piacere di ribadire in qualità di socio, nonché di giornalista. Ho posto attenzione sull assetto organizzativo laddove, nella relazione, viene dato rilievo al criterio praticato per il percorso formativo del personale, in rapporto ai rispettivi ruoli, nell intento di garantire alla clientela un servizio qualificato di operatori preparati alla sfida competitiva del mercato. Ho espresso apprezzamento sul fatto che la nostra Banca usa praticare il criterio di insegnamento impegnando (ma direi anche investendo) maggiore tempo di preparazione nel processo formativo, rispetto ad altri istituti bancari. Ho appreso con compiacimento come la Santo Stefano rivolga particolare attenzione e stia praticando un ringiovanimento dei quadri, con particolare riguardo verso quelli di primo livello, con giusta attenzione anche alla qualità dei titoli di studio. Ma ancora di più mi ha entusiasmato la larga ed intelligente apertura verso l assunzione, in crescita, della componente femminile. È inoltre l indicazione che ho inteso esprimere all attenzione dei Responsabili dell Istituto. Quella, cioè, di stimolare i giovani dipendenti ad esercitare le proprie capacità di convincimento verso le persone che fanno parte delle loro amicizie e conoscenze, facendo opera di promozione per indurle a diventare correntisti. Non è la grandezza del c/c quella che conta, ma l ingresso dell unità, per piccola che possa essere, nel tessuto della banca. Valga l esempio spicciolo del chicco di grano seminato che si moltiplica producendo la spiga per poi estendersi al campo. È ormai lontana l epoca durante la quale veniva privilegiata l aspirazione al conseguimento del posto in banca o negli uffici pubblici. Lo sostiene con particolare entusiasmo volto alla valorizzazione delle forze giovani ed alla giusta valorizzazione del femminile chi, come il sottoscritto, conta l età di 88 anni appena. io socio #02 // LUGLIO 2010

12 PAG. 12 il personaggio

13 il personaggio A cura di Federica Zanata Si parla molto di passaggio generazionale e spesso non lo si fa in modo positivo. Sfatiamo questa forma di pensiero citando l esempio di un giovane trentacinquenne, in azienda di famiglia da quasi 10 anni, che ha saputo innovare e far crescere la propria realtà a fianco del padre. FEDERICO DAL CORSO 10 anni in azienda a fianco del padre > Federico, parliamo un po di Ofa. Di cosa si occupa questa realtà? OFA è un azienda che da oltre trent anni è presente nel settore alberghiero, della ristorazione, delle comunità e delle industrie, con un ampia gamma di prodotti, attrezzature e servizi professionali in grado di soddisfare le diverse esigenze di igiene dei vari ambienti: dalla cura e manutenzione di tutti i tipi di pavimenti, alla pulizia ed igiene degli interni, dalla neutralizzazione degli odori, alla sanificazione, disinfestazione e derattizzazione dei locali alimentari, dal lavaggio manuale o automatico delle stoviglie e dei tessuti, all arredo dell ambiente bagno con i vari io socio #02 // luglio 2010

14 il personaggio dispenser e relativi prodotti di consumo e tutti gli articoli monouso in carta, plastica e alluminio, per il catering e la cucina. > Ci racconti qualcosa di lei Ho terminato gli studi di economia aziendale a Cà Foscari nel 2000, anche se già dal 1998 avevo iniziato la mia gavetta in Ofa. Ho cominciato dal magazzino, per passare poi all amministrazione soltanto dopo la laurea, iniziando il mio percorso di conoscenza di ogni reparto aziendale e delle problematiche annesse. > Come è stato il suo ingresso in azienda? Diciamo che non è stato indolore. Inizialmente, lavorare a stretto contatto con mio padre ha generato qualche conflitto, dovuto in primis alla mia voglia di innovare accostata ad una ancora mia scarsa maturità sul piano delle conoscenze lavorative, in secondo luogo, i cambiamenti che proponevo imponevano una messa in discussione di schemi mentali, che potevano avere radici anche profonde e che rispecchiavano il gap generazionale che ci divide. È stato un cammino intenso, complesso ma collaborativo e formativo, anche sul piano personale, che ci ha portato oggi a raggiungere un soddisfacente equilibrio ed una piena unità di visione, importante per dirigere qualsiasi azienda, con grande soddisfazione da parte di entrambi. > Ha avuto fin da piccolo l idea di lavorare in Ofa? Si, anche se l idea che ti fai da bambino è sempre un po distorta. Ho scelto un percorso di studi coerente con la mia voglia di contribuire alla crescita dell azienda di famiglia ed, avendo mio padre uno spirito fortemente commerciale, è stata una decisione naturale specializzarmi in tematiche gestionali/organizzative, proprio per colmare quegli aspetti fino ad ora più carenti e favorire così uno sviluppo aziendale più equilibrato. > Qual è a suo avviso il valore aggiunto che i giovani oggi possono portare in azienda? Parlo della mia esperienza. Essendo Ofa una realtà dinamica, in continua evoluzione e crescita, i ritmi interni sono molto elevati. Soprattutto negli anni passati, si imponeva un focus predominante sulle azioni commerciali e si lasciava poco spazio alla riflessione ponderata, alla pianificazione strategica e operativa e la maggior parte delle decisioni venivano prese d impulso si navigava a vista insomma! Da parte mia ritengo di essere riuscito ad imporre questa progettualità che fino a qualche tempo fa mancava, rafforzando il controllo dell attività di ogni reparto in ogni sua fase, con enormi benefici in termini di qualità di servizio al cliente, ma non solo, anche sotto il profilo della riduzione dello stress interno legato alle varie mansioni. Le procedure aziendali oggi sono ben codificate ed ognuno sa perfettamente cosa fare in ogni situazione. In generale, quindi, posso dire che il valore aggiunto che PAG. 14

15 il personaggio può portare la nuova generazione è senza dubbio energia e motivazioni fresche e innovazione, conseguente alla valutazione di una realtà esistente, ma da nuovi ed interessanti punti di vista. I nostri padri sono dei self made man ed hanno avuto minori possibilità di studio e quindi minori conoscenze di tematiche e tecniche strutturate ed evolute, nei campi più disparati (logistica, marketing, informatica, produzione, ecc), che hanno fatto la fortuna di grandi realtà economiche e che nel tempo sono diventati oggetto di insegnamento scolastico. D altro canto però, sono detentori di una conoscenza fondamentale che nessuna scuola potrà mai insegnarti e cioè l esperienza fatta sul campo. Se ci sarà fertilità di ascolto reciproco, rispetto e valorizzazione delle rispettive competenze, le due generazioni sapranno mescolare sinergicamente le proprie conoscenze ed attitudini in un alchimia vincente. > A suo avviso cosa differenzia questa generazione di imprenditori da quella passata? Sicuramente la generazione dei nostri padri ha una soglia del sacrificio maggiore. In parte questo è fisiologico perché le condizioni di vita sono migliorate enormemente, dall altra parte i genitori hanno una pericolosa tendenza all iperprotettività verso i propri figli. Inoltre è più smaliziata, vanta una personalità più irruenta e granitica, ma questa è una conseguenza diretta dell esperienza > Si dice spesso che i figli non sono all altezza dei padri. È d accordo? Non è che le nuove generazioni non siano all altezza dei padri, in generale è il contesto economico che è cambiato radicalmente, diventando estremamente complesso: mentre una volta l Italia era tutta da costruire e per emergere bastava aver voglia di fare, oltre ovviamente ad un minimo di capacità, oggi lo scenario è completamente diverso. I mercati sono saturi, la concorrenza, non sempre limpida, è agguerritissima, i mercati sono estremamente dinamici e mutevoli, anche per via della globalizzazione e presentano spesso delle difficoltà alle quali, a volte, neppure l esperienza dei padri riesce a trovarvi soluzione, vedi le numerose chiusure a cui purtroppo assistiamo ogni giorno. Inoltre, i contesti normativi, burocratici e fiscali in cui l azienda deve muoversi sono diventati dei terreni paludosi ed insidiosi. Non dimentichiamo, infine, che il giovane entra in una macchina aziendale già avviata e modellata sulle abilità e caratteristiche del fondatore ed inizialmente deve faticare non poco per integrarsi e trovare lo spazio utile per apportare il proprio contributo. Per essere vincente deve avere la capacità di inserirsi in un sistema già esistente senza subirlo passivamente, riuscendo allo stesso tempo a creare innovazione. Oggi un figlio può ritenere di aver raggiunto un buon risultato, se riuscirà a mantenere e migliorare quello che ha ricevuto in dote > Che suggerimento si sente di dare ad un giovane che sta per entrare nell azienda del padre? Impegno, costanza, precisione e spirito di sacrificio come prima cosa. Bisogna poi saper ascoltare i consigli di chi ne sa di più, con buona dose di autocritica, oltre ad essere degli attenti osservatori. Non è opportuno poi, focalizzarsi su singole mansioni o su quello che la tua attitudine ti porta a fare meglio. È necessario fare un percorso globale all interno dell azienda, per conoscerne ogni minima sfumatura ed avere l umiltà di partire dal basso, perché un attività si costruisce dalle basi. Svestirsi da subito dei panni del figlio del titolare, che certo non aiuta a guadagnarsi la stima, il rispetto e nemmeno la simpatia dei dipendenti e colleghi. La credibilità e la leadership devi conquistartele sul campo e questo è quello che ho cercato di fare fino ad oggi. io socio #02 // luglio 2010

16 iniziative & prodotti PAG. 16

17 iniziative & prodotti I nostri PRODOTTI per i giovani clienti e i soci Dalla culla, o quasi. Fino alla soglia dei 27 anni. Sono numerosi i prodotti che Banca Santo Stefano offre al mondo dei giovani, per avvicinarli al risparmio, per aiutarli ad effettuare acquisti consapevoli e utili, per permettere loro di fruire di servizi bancari di qualità a costi contenuti. Se poi il cliente diventa socio, i vantaggi crescono. io socio #02 // LUGLIO luglio 2010

18 iniziative & prodotti Per la primissima infanzia e fino alla maggiore età c è, ad esempio, il deposito libero al portatore Risparmio Amico. Si tratta del classico libretto di risparmio che nonni, genitori, parenti ecc. possono aprire per un bimbo o una bimba. Risparmio Amico oggi offre condizioni di vantaggio, trattandosi di un prodotto con finalità sociali: nessun costo di libretto né spese annuali di chiusura, 24 operazioni gratuite all anno, un interesse di 0,75 punti. Per chi ha più di 14 anni, ma non è ancora maggiorenne, c è invece Primoconto : nessuna spesa per la tenuta trimestrale, per la chiusura annuale, operazioni gratuite illimitate. E un tasso di interesse di 0,50 punti. L intestatario del conto corrente è la persona non ancora maggiorenne; ovviamente, l attivazione del conto deve essere sottoscritta da chi esercita la potestà genitoriale. Grazie a Primoconto, l intestatario può ottenere prestiti per favorire l accesso allo studio o per l acquisto del personal computer. Al raggiungimento della maggiore età da parte del titolare, il rapporto viene modificato; si procede alla stipula di un nuovo contratto adeguato alle caratteristiche ed esigenze del neo maggiorenne. La naturale prosecuzione di Primoconto si chiama Conto Start. È un prodotto pensato proprio per i neo maggiorenni, che possono usufruirne fino al compimento dei 27 anni. Conto Start ha caratteristiche in parte diverse rispetto a Primoconto. Infatti le spese per le operazioni, per la tenuta trimestrale e per la chiusura annuale non sono più gratuite, ma collegata al conto c è una carta di debito, quella sì è gratuita, come pure nessuna spesa viene addebitata per il servizio di Home Banking, InBank, che è comprensivo dell utilissimo token per la sicurezza. Il titolare di Conto Start può richiedere PAG. 18

19 iniziative & prodotti prestiti personali agevolati. E grazie all Inbank può operare dal proprio PC senza doversi recare in banca. In sintesi, il Conto Start offre lo stesso pieno pacchetto di servizi di un conto corrente a condizioni di forte vantaggio legate alla giovane età del contraente. Per la Banca si tratta di un investimento su un rapporto che si evolverà e consoliderà nel tempo. Il finanziamento che è possibile ottenere per l accesso allo studio arriva a 750 euro, con un tasso di interesse estremamente basso. Per il computer invece si può arrivare a finanziare l acquisto per un importo fino a euro. Quanto ai finanziamenti personali previsti da Conto Start, l importo massimo è di euro, per una durata di 36 mesi. prelievi bancomat e relativo canone, invio estratto. I bonifici costano 1,5 euro se normali, 0,50 se telematici. In caso di richiesta di internet banking, il token è gratuito. Infine, per i prestiti stipulati entro quest anno il Prestito Socio prevede che tasso a debito e spese di istruttoria siano ridotti del 20% (per il tasso il taglio si riferisce allo spread applicato al tasso di riferimento PER TUTTA LA DURATA DEL MUTUO). Chi poi decidesse di diventare socio della Banca, può ottenere ulteriori significative agevolazioni. Le abbiamo già illustrate diffusamente nell ultimo numero di IoSocio del Ma le ricordiamo ancora, sinteticamente. I giovani tra i 18 e i 30 anni che diventano soci possono accedere al conto socio che, per loro, prevede un canone trimestrale di 9 euro (gratuito fino alla fine del 2010) con operazioni in conto corrente illimitate gratuite, nessuna spesa per blocchetto assegni, chiusura annuale, carta di credito, io socio #02 // LUGLIO 2010

20 PAG. 20 IL SOCIO

21 il socio Non ancora quarantenne, SILVIA TASSO: una giovane donna in Consiglio di Amministrazione laureata in architettura a Venezia, Silvia Tasso è tra le new entry nel Consiglio d amministrazione di Banca Santo Stefano. Poco più di un anno fa, venne eletta dall assemblea dei soci, assieme a Piero Meneghetti e Marco Michieletto. Un anno: dunque, è tempo di un primo bilancio dell esperienza di consigliere. io socio #02 // LUGLIO 2010

22 Bilancio positivo: È senza dubbio un esperienza molto positiva, per diversi motivi. Fare il consigliere è impegnativo, e richiede molte energie e responsabilità. Per me è stata una sfida, che mi sto impegnando a vincere, quotidianamente. È un esperienza che fa crescere, approfondisce la conoscenza del territorio da un osservatorio diverso e ci arricchisce del grande senso di socialità rivolto alla nostra comunità. Si tratta di un esperienza positiva anche per altri fattori. Ad esempio, stando in Consiglio ho toccato con mano quanto l attenzione per il territorio sia importante, quanto venga considerata una priorità, nell operatività della Banca e quanto sia l impegno per essere sempre più vicini ed attenti all ambiente in cui operiamo. Conoscevo già questi principi poiché la mia famiglia è da molti anni cliente della Banca: ma vedere dall interno, quanto questa Banca si impegni per essere vicina alla gente mi ha colpito positivamente. Mi ha anche favorevolmente stupita il clima di collaborazione, di dialogo che c è tra consiglieri: ho trovato armonia e rispetto, condizioni ottimali per poter discutere e confrontarsi sempre in modo costruttivo. E poi, ho trovato molta attenzione per le giovani generazioni, per il loro futuro. E questo non può che farmi piacere. Silvia Tasso è architetto professionista, con studio a Martellago, dove collabora anche con il padre ed il fratello nella gestione di attività immobiliari. Giovani ed edilizia sono le realtà che segue con particolare attenzione: L edilizia rappresenta una consistente parte dell attività della Banca, quanto a impieghi, spiega. La Banca ha sempre sostenuto questo settore e continua a sostenerlo anche adesso che i tempi sono certamente più difficili e richiedono ancora maggiore attenzione da parte degli operatori professionali. Per capire quanto pesa l edilizia, bisogna pensare anche all indotto; inoltre, gran parte degli immobili acquistati, magari con un mutuo, sono nuove costruzioni. E molti degli acquirenti sono coppie giovani, con un lungo futuro lavorativo davanti a loro. PAG. 22

23 IL SOCIO In sintesi, l edilizia è sempre stata un volano per l economia. A maggior ragione la sosteniamo adesso, seppur in modo oculato ed attento. Infatti - spiega Tasso - erogare credito alle imprese non basta: il credito va dato a chi sa operare bene in termini professionali, non a chi specula. Qui entra in scena la qualità della nostra Banca. Innanzitutto, la conoscenza del territorio e delle dinamiche in atto ci permettono di essere interlocutori delle imprese, del mercato. Oggi, ad esempio, è diventato importante il comparto delle ristrutturazioni, dell usato e giustamente vi prestiamo grande attenzione. Inoltre siamo molto attenti alle situazioni specifiche. Lavoriamo con i piedi ben piantati a terra, attenti a non strozzare le imprese e pronti anche a rinunciare all utile nel breve termine. In cambio chiediamo impegno, serietà, dimostrazioni di professionalità e capacità. Vogliamo essere a fianco delle imprese, oltre che erogare credito; proprio per questo come Banca abbiamo potenziato l ufficio crediti e di vigilanza dei crediti. La stessa logica ci guida nel rivolgerci ai giovani. Sono il nostro futuro, come società e anche come Banca e ne siamo consapevoli. Qualche cifra: tra i soci di Banca Santo Stefano quelli sotto i 35 anni sono 353, su un totale di poco superiore alle 2 mila unità; e tra i clienti i giovani sotto i 40 anni su quasi 22 mila; circa uno su quattro. Le cifre dicono che i giovani, o quantomeno le persone sotto i 40 anni, sono molto numerosi tra i clienti e i soci di Banca Santo Stefano. E vogliamo che queste percentuali aumentino. Nei loro confronti il nostro non è un approccio consumistico: noi vogliamo essere al loro fianco soprattutto per aiutarli a sviluppare i loro progetti di vita futura, costruirsi la casa, costituire o portare avanti un attività, puntando soprattutto sulla coscienza del lavoro e sul senso di responsabilità. Queste sono le principali garanzie e motivazioni che chiediamo in cambio della nostra disponibilità a costruire, insieme, un futuro solido e migliore, non solo per loro, ma anche per le generazioni future e per la collettività. io socio #02 // LUGLIO 2010

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est indipendentista ma anche italiano Il Gazzettino, 17.03.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Negli UFFICI. 28 settembre 2010

Negli UFFICI. 28 settembre 2010 Negli UFFICI Come si fa 28 settembre 2010 Dai suggerimenti ai benefici Alcuni sono di facile attuazione, altri sono complessi o/e onerosi economicamente. Ovviamente non è necessario adottarli tutti e subito

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Food Cost e gestione informatizzata della cucina. Marco Terrile 2008 ChefMaTe - Software per la Ristorazione 1

Food Cost e gestione informatizzata della cucina. Marco Terrile 2008 ChefMaTe - Software per la Ristorazione 1 Food Cost e gestione informatizzata della cucina 1 Determinazione e controllo dei costi La locuzione economie di scala è usata in economia per indicare la relazione esistente tra aumento della scala di

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli