Comune di Coreglia Antelminelli. Presentazione proposta di Regolamento di Polizia Urbana Incontro con i cittadini 25 settembre 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Coreglia Antelminelli. Presentazione proposta di Regolamento di Polizia Urbana Incontro con i cittadini 25 settembre 2015"

Transcript

1 Comune di Coreglia Antelminelli Presentazione proposta di Regolamento di Polizia Urbana Incontro con i cittadini 25 settembre 2015

2 La condivisione delle idee Il Comune di Coreglia Antelminelli ha ritenuto di procedere seguendo un percorso che prevede cinque passaggi fondamentali

3 La condivisione delle idee 1. Stesura di una bozza di regolamento di Polizia Urbana da parte degli Uffici Comunali 2. Prima analisi della bozza da parte dei soggetti politici 3. Presentazione dell ipotesi di Regolamento ai cittadini 4. Acquisizione delle eventuali proposte e loro valutazioni 5. Stesura del regolamento definitivo e sua approvazione

4 La condivisione delle idee Le fasi 3 e 4 coinvolgono i cittadini del Comune, e costituiscono un momento essenziale per la stesura definitiva del documento Quella di questa sera è la terza fase: presentazione dell ipotesi di regolamento al fine di consentire ad ognuno di esprimere le proprie proposte che verranno successivamente valutate

5 E un documento di cui si dotano i Comuni, al fine di garantire un ordinata convivenza civile, che consente il pieno esercizio dei propri diritti nel rispetto della comunità di Coreglia Antelminelli prescrivendo norme di comportamento nelle varie materie di cui il regolamento tratta

6 Si pone quindi l obiettivo di contemperare gli interessi del singolo con le esigenze collettive

7 Il Regolamento è suddiviso in XI titoli ognuno dei quali disciplina una materia Il regolamento NON SI SOSTITUISCE alla normativa nazionale e regionale sulle materie trattate ma ne costituisce eventualmente una specificazione

8 Titolo I: Disposizioni Generali Comprende gli articoli da 1 al 3 Art. 1 Finalità Il regolamento disciplina comportamenti ed attività comunque influenti sulla vita della comunitàcittadina al fine di salvaguardare la convivenza civile, la sicurezza dei cittadini, la piùampia fruibilitàdei beni comuni, e di tutelare la qualità della vita, dell ambiente e del patrimonio pubblico

9 Titolo I: Disposizioni Generali Art. 2 Funzioni di vigilanza e accertamento delle violazioni Spetta alla Polizia Municipale ed alle altre forze di polizia nonchéa soggetti specificatamente individuati dall Autoritàcomunale anche a seguito di specifiche convenzioni

10 Titolo I: Disposizioni Generali Art. 3 Ambito di applicazione Il regolamento si applica sul territorio comunale

11 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Comprende gli articoli da 4 a 11 Art. 4 delle occupazioni Fornisce la definizione di spazio pubblico e ne prescrive il suo utilizzo

12 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Comprende gli articoli da 4 a 11 Art. 5 occupazioni di spazio pubblico con tavoli, sedie e veicoli in esposizione Fornisce prescrizioni sull occupazione degli spazi pubblici da parte di pubblici esercizi nonché di veicoli adibiti ad attività di propaganda

13 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Art. 6 addobbi, striscioni e drappi privi di messaggi pubblicitari Indica le modalità di installazione e di comunicazione

14 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Art. 7 Luminarie Indica le modalitàdi installazione e di comunicazione conformandosi alla normativa vigente in tema di installazione di impianti elettrici

15 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Art. 8 Occupazioni di sede stradale ponteggi e accantieramenti Fornisce le prescrizioni sia dal punto di vista autorizzativo, sia per quanto riguarda le modalità di installazione, accesso anche a soggetti diversamente abili nonchéper impedire l accesso ai minori

16 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Art. 9 Operazioni di svuotamento e spurgo dei pozzi neri Indica modalità e orari per eseguire questi interventi

17 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Art. 10 Atti vietati su suolo pubblico Indica, con un elenco dalla lettera a) alla lettera s) quali sono gli atti e le attività non consentite sul suolo pubblico

18 Titolo II: Spazi ed aree pubbliche Art. 11 Atti vietati nei parchi urbani, nelle aree verdi attrezzate e nei giardini pubblici o di uso pubblico Indica, con un elenco dalla lettera a) alla lettera k) quali sono gli atti e le attività non consentite in queste aree

19 Titolo III: Norme di tutela del patirmonio Comprende gli articoli 12 e 13 Art. 12 Patrimonio pubblico e arredo urbano Fornisce la definizione di arredo urbano prescrivendo comportamenti vietati soprattutto in ordine all accesso, alla sosta ed al danneggiamento

20 Titolo III: Norme di tutela del patirmonio Art. 13 accesso alle strutture sportive pubbliche Fornisce indicazioni sulle modalità di accesso e di permanenza all interno delle strutture sportive pubbliche

21 Titolo IV: Nettezza e decoro degli spazi pubblici Comprende gli articoli dal 14 al 18 Art. 14 Del decoro dei fabbricati, delle aree nonché di pertinenze e manufatti in genere Fornisce prescrizioni sul decoro e la manutenzione degli edifici

22 Titolo IV: Nettezza e decoro degli spazi pubblici Art. 15 Sgombero neve Fornisce indicazioni sulle modalitàdi sgombero della neve eventualmente effettuata da privati su aree pubbliche nonché sulla sicurezza delle persone

23 Titolo IV: Nettezza e decoro degli spazi pubblici Art. 16 nettezza del suolo pubblico Fornisce prescrizioni sulla necessità di provvedere alla pulizia del suolo pubblico a seguito di carico e scarico merce e da parte di esercizi commerciali nella gestione dei rifiuti

24 Titolo IV: Nettezza e decoro degli spazi pubblici Art. 17 Abbandono dei rifiuti Fornisce prescrizioni sulle modalità di smaltimento di rifiuti soprattutto in relazione al corretto conferimento

25 Titolo IV: Nettezza e decoro degli spazi pubblici Art. 18 Panni e tappeti su finestre e balconi Fornisce prescrizioni sullo scuotimento di panni e tappeti sulla pubblica via

26 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Comprende gli articoli dal 19 al 25 Art. 19 Prevenzione incendi ed infortuni Fornisce prescrizioni sull accensione di fuochi soprattutto specificando distanze da immobili e vie di comunicazione e conformandosi alla normativa regionale in materia

27 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Art. 20 Emissione di odori, gas, vapori e fumo Fornisce prescrizioni sull utilizzazione di attrezzature che possono diffondere odori, gas e quant altro possa recare disturbo alla comunità

28 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Art. 21 Detenzione di materiale infiammabile Fornisce prescrizioni sulle modalità di detenzione di materiali infiamabili, conformandosi alla normativa sulla prevenzione degli incendi

29 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Art. 22 Oggetti mobili su balconi, davanzali o in esposizione su suolo pubblico Fornisce prescrizioni sulle modalità di esposizione di oggetti mobili che possono essere soggetti a cadute accidentali od a stillicidio di liquidi sul suolo pubblico

30 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Art. 23 Rami e siepi sporgenti sulla pubblica via Fornisce prescrizioni sulla manutenzione delle siepi e dei rami sporgenti sulla pubblica via, conformandosi alle disposizioni del codice della strada

31 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Art. 24 Segnalazioni per verniciature Prescrive l obbligo di segnalare situazioni tali che possano ingenerare danni nei passanti a seguito di verniciature e imbiancature

32 Titolo V: Tutela ambientale e sicurezza Art. 25 Lotta agli insetti nocivi o molesti Fornisce prescrizioni sulla detenzione all esterno di materiale che possa favorire l incremento della presenza di insetti nocivi o molesti

33 Titolo VI: Della quiete pubblica Comprende gli articoli 26 e 27 Art. 26 Impianti di climatizzazione e condizionamento d aria Fornisce prescrizioni per la corretta installazione di detti impianti al di fuori degli immobili

34 Titolo VI: Della quiete pubblica Comprende gli articoli 26 e 27 Art. 27 Uso di cannoncini antigrandine e dissuasori sonori Fornisce prescrizioni per il correttu uso di strumenti che possano ingenerare disturbo alla quiete pubblica

35 Titolo VII: Polizia annonaria Comprende gli articoli 28 e 36 Art. 28 commercio su area pubblica in forma itinerante e non: prescrizioni e obblighi Fornisce prescrizioni per chi effettua la vendita itinerante effettuato sia su area pubblica che privata

36 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 29 Esposizione dei prezzi Fornisce prescrizioni per chi effettua attivitàdi vendita in relazione all esposizione dei prezzi praticati al fine di consentire all utente di conoscere l esatto costo delle merci poste in vendita

37 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 30 Insendiamento di sexy shop ed esposizione di riviste pornografiche Fornisce prescrizioni per l apertura di sexy shop nonché per chi effettua la vendita di riviste o simili a contenuto pornografico, al fine di impedirne la visione dall esterno dell esercizio ed impedirne la consultazione a minori all interno dei singoli esercizi

38 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 31 Occupazione per esposizione di merce Fornisce prescrizioni per l esposizione della merce posta in vendita su aree soggette a pubblico passaggio, al fine della corretta fruibilità degli spazi pubblici da parte dei cittadini

39 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 32 Accattonaggio e questue Vieta l accattonaggio e la questua sia in forma fissa che itinerante

40 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 33 Raccolta fondi Disciplina le modalità di raccolta fondi da parte dei soggetti autorizzati, disciplinandone anche le modalità di esecuzione e di comunicazione preventiva

41 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 34 Raccolta di indumenti, stracci, carta ed altro da parte di associazioni o enti benefici Fornisce prescrizioni sui soggetti autorizzati ad effettuare tale tipo di attivitànonchéper le modalità di raccolta

42 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 35 Suonatori ambulanti e girovaghi Fornisce prescrizioni sulle modalitàdi esercizio di tali attività

43 Titolo VII: Polizia annonaria Art. 36 Distributori di carburante Fornisce prescrizioni sull esposizione dei prezzi praticati negli impianti di distribuzione di carburante al fine di consentire agli utenti di conoscere preventivamente l effettivo costo dei prodotti petroliferi

44 Titolo VIII: Custodia e circolazione degli animali domestici o addomesticati Comprende gli articoli dal 37 al 40 Art. 37 Custodia e tutela degli animali Fornisce prescrizioni sulla custodia degli animali nonché sugli obblighi che incombono sui proprietari/detentori conformandosi alla normativa in materia

45 Titolo VIII: Custodia e circolazione degli animali domestici o addomesticati Art. 38 Circolazione dei cani Fornisce prescrizioni sulla conduzione dei cani sulle aree pubbliche nonché sulle dotazioni necessarie al fine evitare l imbrattamento del suolo

46 Titolo VIII: Custodia e circolazione degli animali domestici o addomesticati Art. 39 Volatili Fornisce prescrizioni per prevenire l eccessivo incremento delle popolazioni di volatili che possono creare problemi igienico sanitari sul territorio comunale

47 Titolo VIII: Custodia e circolazione degli animali domestici o addomesticati Art. 40 Divieto di introduzione animali nei locali di produzione, vendita e somministrazione di generi alimentari Fornisce prescrizioni per l accesso in locali dove sono presenti generi alimentari, conformandosi alla normativa vigente

48 Titolo IX: Attività agricole e tenuta giardini Comprende gli articoli 41 e 42 Art. 41 Concimazioni e diserbanti Fornisce prescrizioni per l utilizzo di concimi e diserbanti

49 Titolo IX: Attività agricole e tenuta giardini Art. 42 Puliza fossati Fornisce prescrizioni per la pulizia e la manutenzione di fossati di raccolta delle acque al fine di limitare il rischio di straripamenti nonché la sicurezza della circolazione stradale

50 Titolo X: Spettacoli Viaggianti Comprende gli articoli 43 e 44 Art. 43 Spettacoli viaggianti Fornisce prescrizioni per l allestimento di spettacoli viaggianti e per la pulizia delle aree dove avvengono le attività di intrattenimento

51 Titolo X: Spettacoli Viaggianti Art. 44 Carovane Fornisce prescrizioni per le carovane al seguito di spettacoli viaggianti, vietando, nel contempo, la permanenza sul territorio comunale di carovane di nomadi

52 Titolo XI: Sanzioni Comprende gli articoli dal 45 al 47 Art. 45 Sanzioni Indica le modalità di irrogazione delle sanzioni, conformandosi a quanto previsto dalla normativa vigente

53 Titolo XI: Sanzioni Art. 46 Sanzioni accessorie Indica le modalità di irrogazione delle sanzioni accessorie a quelle pecuniarie, quali, il sequestro amministrativo, l obbligo di sospendere o cessare l attività, il ripristino dello stato dei luoghi, conformandosi a quanto previsto dalla normativa vigente

54 Titolo XI: Sanzioni Art. 47 Entrata i vigore ed abrogazioni Indica l entrata in vigore del regolamento nonché l abrogazione dei provvedimenti comunali in contrasto

REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. : Finalità Art. 2 : Funzioni di vigilanza e accertamento delle violazioni Art. 3 : Ambito di applicazione TITOLO II SPAZI

Dettagli

Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE. Parchi e Giardini pubblici

Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE. Parchi e Giardini pubblici Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE Parchi e Giardini pubblici Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 49 del 9/07/2014 1 INDICE GENERALE REGOLAMENTO COMUNALE PARCHI E GIARDINI

Dettagli

COMUNE DI NARNI REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO

COMUNE DI NARNI REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO All. A) COMUNE DI NARNI REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO TITOLO I NORMATIVA GENERALE Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina lo svolgimento dell attività all

Dettagli

INDICE. TITOLO III NORME DI TUTELA DEL PATRIMONIO..9 Art. 13 Patrimonio pubblico ed arredo urbano 9 Art. 14 Utilizzo della piscina comunale.

INDICE. TITOLO III NORME DI TUTELA DEL PATRIMONIO..9 Art. 13 Patrimonio pubblico ed arredo urbano 9 Art. 14 Utilizzo della piscina comunale. REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI.... 5 Art. 1 Scopo del Regolamento..5 Art. 2 Funzioni di vigilanza e accertamento delle violazioni....5 Art. 3 Ambito di applicazione...5

Dettagli

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate Provincia di Vicenza Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate (approvato con deliberazione consiliare n. 28 del 13.03.2007) FINALITA Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare,

Dettagli

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo REGOLAMENTO PER IL DECORO ESTETICO AMBIENTALE, L ARREDO URBANO, LA SICUREZZA. Approvato con delibera consiliare n. 4 del 11/05/2012 ARTICOLO 1. OGGETTO Il presente

Dettagli

SANZIONE 25,00 50,00 105,00

SANZIONE 25,00 50,00 105,00 Abbandono, scarico e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo da parte di privati ART. 192 Comma 1, in relazione all art.255 Comma 1 D.Lgs.152/2006 ART 18,p ART 44 ART 45, b, d ART 51 Rifiuti

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

NUOVO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA NUOVO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA NORME PER LA SICUREZZA URBANA e per LA QUALITA DELLA VITA ALLEGATO PARTE INTEGRANTE DELLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. DEL. 1 Regolamento Comunale di Polizia Urbana

Dettagli

REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI

REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI COMUNE DI TRASACCO Provincia dell Aquila Area di Vigilanza Attività Produttive Servizi Informatici REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 8

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO -TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Definizioni e Normativa

Dettagli

Regolamento Comunale di Polizia Urbana

Regolamento Comunale di Polizia Urbana INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1: Finalità Art. 2: Funzioni di vigilanza e accertamento delle violazioni Art. 3: Ambito di applicazione TITOLO II - SPAZI ED AREE PUBBLICHE Art. 4: Delle occupazioni

Dettagli

TARIFFE COSAP Aggiornamento - Deliberazione Commissario Straordinario n. 48 del 05.03.2010 (a decorrere dal 01.01.2010)

TARIFFE COSAP Aggiornamento - Deliberazione Commissario Straordinario n. 48 del 05.03.2010 (a decorrere dal 01.01.2010) TARIFFE COSAP Aggiornamento - Deliberazione Commissario Straordinario n. 48 del 05.03.2010 (a decorrere dal 01.01.2010) OGGETTO UNITA DI MISURA TARIFFA EURO TARIFFA OCCUPAZIONI PERMANENTI DI SUOLO, SOTTOSUOLO

Dettagli

COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (provincia di Padova)

COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (provincia di Padova) ORIGINALE Ordinanza n 20 Del 15/07/2015 COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (provincia di Padova) Prot. n. 7170 OGGETTO: ORDINANZA PER PREVENIRE COMPORTAMENTI A DANNO DELLA SICUREZZA E DELL ORDINE PUBBLICO

Dettagli

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE Allegato alla deliberazione consigliare n.29 del 10.05.2001 PARTE PRIMA - NORME GENERALI

Dettagli

COMUNE DI SUZZARA Provincia di Mantova

COMUNE DI SUZZARA Provincia di Mantova Provincia di Mantova REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 28 DEL 09.05.2013 TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1: Finalità Art. 2: Funzioni

Dettagli

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO DEL DECORO URBANO

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO DEL DECORO URBANO COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO DEL DECORO URBANO Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 119/26 in data 07/12/2010 TITOLO I PRINCIPI E DEFINIZIONI Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art.

Dettagli

Regolamento Comunale. di Polizia Urbana. - NOVI di MODENA -

Regolamento Comunale. di Polizia Urbana. - NOVI di MODENA - Regolamento Comunale di Polizia Urbana - NOVI di MODENA - Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 60 del 29.07.2010 in vigore dal 31.8.2010 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI...1 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO

REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO COMUNE DI CASTENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 30.10.2012 1 TITOLO I NORMATIVA GENERALE

Dettagli

Comune di Casella REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA. Approvato con deliberazione G.C. n. 11 del 24.5.2005

Comune di Casella REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA. Approvato con deliberazione G.C. n. 11 del 24.5.2005 Comune di Casella REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA Approvato con deliberazione G.C. n. 11 del 24.5.2005 In vigore dal 27 luglio 2005 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI art. 1 Finalità art. 2 Funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TUTELA IGIENICO-SANITARIA DEL SERVIZIO PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI 2 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2 ART.

REGOLAMENTO PER LA TUTELA IGIENICO-SANITARIA DEL SERVIZIO PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI 2 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2 ART. REGOLAMENTO PER LA TUTELA IGIENICO-SANITARIA DEL SERVIZIO PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI 2 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2 ART. 2 - TUTELA SANITARIA DEL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO 2 ART. 3 - DISINFEZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO TUTELA IGIENICO-SANITARIA SERVIZIO SMALTIMENTO RIFIUTI

REGOLAMENTO TUTELA IGIENICO-SANITARIA SERVIZIO SMALTIMENTO RIFIUTI REGOLAMENTO TUTELA IGIENICO-SANITARIA SERVIZIO SMALTIMENTO RIFIUTI Approvato con delibera di C.C. n.28 del 12/09/1983 Art.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento ha per oggetto la tutela igienico-sanitaria

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI COMUNE DI TORINO DI SANGRO C.A.P. 66020 PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI (Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 12.11.2013) Art. 1 OGGETTO DEL

Dettagli

COMUNE DI PERO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA TEMPORANEE NEL PERIODO DI EXPO 2015 INDICE

COMUNE DI PERO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA TEMPORANEE NEL PERIODO DI EXPO 2015 INDICE COMUNE DI PERO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA TEMPORANEE NEL PERIODO DI EXPO 2015 INDICE 1. Finalità del regolamento 2. Definizione di attività temporanee e tipologie consentite 3. Deroghe

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA ANNONARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA ANNONARIA ALLEGATO A) Allegato alla delibera di Consiglio Comunale n. 95 del 24/07/2007 REGOLAMENTO DI POLIZIA ANNONARIA Art. 1 - Principi generali Art. 2 - Finalità Art. 3 - Recepimento, funzione attuativa e integrativa

Dettagli

Regolamento Comunale per l esercizio delle arti di strada

Regolamento Comunale per l esercizio delle arti di strada COMUNE DI MONTEPULCIANO Provincia di SIENA Regolamento Comunale per l esercizio delle arti di strada approvato con D.C.C. n. 10 del 30.3.2015 www.comune.montepulciano.si.it INDICE Pag. 2 - Art. 1 - Ambito

Dettagli

NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO

NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO Comune di Rovereto Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO Approvato con deliberazione del Consiglio comunale 20.07.1992, n. 290 Allegato n. 7 del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI NARNI Provincia di Terni

COMUNE DI NARNI Provincia di Terni COMUNE DI NARNI Provincia di Terni REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 FINALITA ART. 2 OGGETTO ED AMBITO DI APPLICAZIONE ART. 3 ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TITOLO

Dettagli

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI U NIONE DEI COMUNI L O M B ARDA DELLA VALLETTA P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI Approvato con deliberazione dell Assemblea n. 15 del 29/07/2014

Dettagli

COMUNE DI CASCIA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA. - Approvato con delibera del C.C. n. 57 del 30 novembre 2012

COMUNE DI CASCIA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA. - Approvato con delibera del C.C. n. 57 del 30 novembre 2012 COMUNE DI CASCIA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA - Approvato con delibera del C.C. n. 57 del 30 novembre 2012 - Modificato con deliberazione C.C. N. 7 del 22 marzo 2013 INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario.

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario. 1 Regolamento per la concessione delle aree disponibili per l installazione dei Circhi, delle Attività dello spettacolo viaggiante e dei Parchi di divertimento. ART. 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO 1- Il presente

Dettagli

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE ART. 1 - Manifestazione Fera di Usei La F.I.D.C. sezione di Canzo, nel rispetto e fatto salvo quanto previsto dalla normativa in materia di commercio, col presente

Dettagli

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto 1.1. II presente

Dettagli

Comune di Roure Provincia di Torino. Regolamento di Polizia Urbana

Comune di Roure Provincia di Torino. Regolamento di Polizia Urbana Comune di Roure Provincia di Torino Regolamento di Polizia Urbana 1 INDICE TITOLO I Disposizioni generali Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Finalità Oggetto e applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DELL ECOCENTRO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DELL ECOCENTRO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DELL ECOCENTRO Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13.03.2003 con deliberazione n 9 2 CAPITOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 - Obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO Piazza San Rocco 9/a 20186 MOTTA VISCONTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI (PIATTAFORMA

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO SPECIFICO INERENTE LE DISCARICHE DI II^ CATEGORIA DI TIPO A IN COMUNE DI CONEGLIANO LOCALITA BORGO PERINOT E CAL DELL EBREO

REGOLAMENTO TECNICO SPECIFICO INERENTE LE DISCARICHE DI II^ CATEGORIA DI TIPO A IN COMUNE DI CONEGLIANO LOCALITA BORGO PERINOT E CAL DELL EBREO CITTA DI CONEGLIANO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO TECNICO SPECIFICO INERENTE LE DISCARICHE DI II^ CATEGORIA DI TIPO A IN COMUNE DI CONEGLIANO LOCALITA BORGO PERINOT E CAL DELL EBREO - Approvato con

Dettagli

REGOLAMENTO ESPOSITORI

REGOLAMENTO ESPOSITORI REGOLAMENTO ESPOSITORI ART.1 Denominazione e organizzazione Il festival internazionale dell ambiente e dell ecologia Ecocity Expo 2014 è organizzata dall associazione no profit Città Ecocompatibile. La

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA A DOMICILIO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI E DEI BENI DUREVOLI DI CONSUMO AD USO DOMESTICO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA A DOMICILIO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI E DEI BENI DUREVOLI DI CONSUMO AD USO DOMESTICO COMUNE DI CERVESINA Provincia di Pavia REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA A DOMICILIO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI E DEI BENI DUREVOLI DI CONSUMO AD USO DOMESTICO Approvato con deliberazione C.C. n.7 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCO GIOCHI COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCO GIOCHI COMUNALE PROVINCIA DI VERCELLI Piazza XXVII Aprile n.1 - C.A.P. 13030 0161. 730123 FAX 0161. 720991 www.comune.greggio.vc.it E-MAIL greggio@cert.ruparpiemonte.it Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 35

Dettagli

C O M U N E D I A L A ----------------------- Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ALA

C O M U N E D I A L A ----------------------- Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ALA C O M U N E D I A L A ----------------------- Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ALA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 dd. 24.05.1996

Dettagli

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN COMUNE DI PREONE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN Approvato con delibera C.C. n. 30 del 29 giugno 2012 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO POLIZIA URBANA

REGOLAMENTO POLIZIA URBANA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Approvato con deliberazione consiliare n. 75 del 30.11.2006 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI pag. Art.1: Scopo del regolamento 4 Art.2: Funzioni di vigilanza e accertamento

Dettagli

Regolamento Comunale di POLIZIA URBANA

Regolamento Comunale di POLIZIA URBANA Comune di San Piero a Sieve Provincia di Firenze Regolamento Comunale di POLIZIA URBANA APPROVATO CON DELIBERAZIONE CC N. 25/28.6.2005 ENTRATO IN VIGORE IL 28.7.2005 Pagina 1 di 20 INDICE TITOLO I : DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI LAMPEDUSA E LINOSA PROVINCIA DI AGRIGENTO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N. 37 DEL 22.08.

COMUNE DI LAMPEDUSA E LINOSA PROVINCIA DI AGRIGENTO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N. 37 DEL 22.08. COMUNE DI LAMPEDUSA E LINOSA PROVINCIA DI AGRIGENTO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N. 37 DEL 22.08.2015 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Finalità ed oggetto 1. Il

Dettagli

COMUNE DI SESTO FIORENTINO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA NORME PER LA CIVILE CONVIVENZA IN CITTA'

COMUNE DI SESTO FIORENTINO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA NORME PER LA CIVILE CONVIVENZA IN CITTA' COMUNE DI SESTO FIORENTINO REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA NORME PER LA CIVILE CONVIVENZA IN CITTA' Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. del / / SOMMARIO TITOLO I Art. 1 Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

CARTA DEL DECORO URBANO

CARTA DEL DECORO URBANO Comune di VIMODRONE Assessorato all Ambiente CARTA DEL DECORO URBANO VIMODRONE è la nostra CASA. RISPETTIAMOLA! LA CARTA DEL DECORO URBANO Vimodrone è la nostra casa L idea della Carta nasce dalla volontà

Dettagli

Comune di Avigliana. Disciplinare

Comune di Avigliana. Disciplinare Comune di Avigliana Provincia di Torino Disciplinare Mercato riservato all esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli gestito da Federazione Coldiretti Torino ai sensi del d.m.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL TERRITORIO COMUNALE. Approvato con deliberazione di C.C. n. 66 del 30.11.1999. Comune di Cusano Milanino

Dettagli

R E G O L A M E N T O D I P O L I Z I A M U N I C I P A L E approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.125 del 22.04.

R E G O L A M E N T O D I P O L I Z I A M U N I C I P A L E approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.125 del 22.04. R E G O L A M E N T O D I P O L I Z I A M U N I C I P A L E approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.125 del 22.04.2004 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Finalità) Art. 2 (Funzioni di

Dettagli

Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 1 Informazioni sui rischi. Fascicolo Sicurezza. Allegato scheda 1

Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 1 Informazioni sui rischi. Fascicolo Sicurezza. Allegato scheda 1 Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 1 Informazioni sui rischi Fascicolo Sicurezza Allegato scheda 1 INFORMAZIONI SUI RISCHI Informazione sui rischi presenti durante le fasi di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI COMUNE DI MONTEGALLO (Provincia di Ascoli Piceno) Frazione Balzo Piazza Taliani n 5 63094 Montegallo (AP) Tel.0736.806122 Fax 0736.806102 P. Iva 00357070440 E mail infoposta@comune.montegallo.ap.it Sito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI UTILIZZO E TUTELA DELLE AREE VERDI

REGOLAMENTO COMUNALE DI UTILIZZO E TUTELA DELLE AREE VERDI REGOLAMENTO COMUNALE DI UTILIZZO E TUTELA DELLE AREE VERDI Approvazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 52 in data 28/12/2010 Deliberazione divenuta esecutiva immediatamente. Pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. ART. 1 - CAMPO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti immobili di proprietà comunale:

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA

COMUNE DI BASTIA UMBRA COMUNE DI BASTIA UMBRA!"#$%&&%'#&# ()'!%&&%'#&# ART. 1 - CAMPO D'APPLICAZIONE... 6 ART. 2 FINALITÀ... 6 ART. 3 - PREVENZIONE DELLA PRODUZIONE DI RIFIUTI... 6 ART. 4 - RECUPERO DEI RIFIUTI... 7 ART. 5 DEFINIZIONI...

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Comune di Vazzola Provincia di Treviso REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 01 Art. 02 Art. 03 Finalità Definizioni Disciplina del sistema sanzionatorio TITOLO II

Dettagli

COMUNE DI ANDORNO MICCA. Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE

COMUNE DI ANDORNO MICCA. Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE COMUNE DI ANDORNO MICCA Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 23.06.2014 ART. 1 Il

Dettagli

C O M U N E DI M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MANTOVA SESSIONE ORDINARIA

C O M U N E DI M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MANTOVA SESSIONE ORDINARIA C O M U N E DI M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MANTOVA Prima Convocazione Seduta Pubblica SESSIONE ORDINARIA N. 26 della delibera R.D. N. 9707/2012

Dettagli

Regolamento Comunale di Polizia Urbana

Regolamento Comunale di Polizia Urbana Comune di Zibido San Giacomo Provincia di Milano 20080, Piazza Roma 17 - C.F. 80102330158 - P. IVA 05067450154 Regolamento Comunale di Polizia Urbana INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1: Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA COMUNE di GAVARDO Allegato A REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Approvato con deliberazione del C.C. n. 128 del 15 dicembre 2009 Pubblicato all Albo Pretorio Comunale dal 1 marzo 2010 al 16 marzo 2010 PROPOSTA

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO COMUNE DI RECOARO TERME COMUNE DI CORNEDO VICENTINO COMUNE DI CASTELGOMBERTO COMUNE DI BROGLIANO COMUNE DI TRISSINO

COMUNE DI VALDAGNO COMUNE DI RECOARO TERME COMUNE DI CORNEDO VICENTINO COMUNE DI CASTELGOMBERTO COMUNE DI BROGLIANO COMUNE DI TRISSINO COMUNE DI VALDAGNO COMUNE DI RECOARO TERME COMUNE DI CORNEDO VICENTINO COMUNE DI CASTELGOMBERTO COMUNE DI BROGLIANO COMUNE DI TRISSINO REGOLAMENTO DI TUTELA DEL DECORO URBANO DELLA VALLE DELL AGNO approvato

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE DI USO DEL VERDE pubblico TITOLO I Ambito di Applicazione - Disposizioni Generali ART.1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l uso

Dettagli

COMUNE di TRIUGGIO. Regolamento Comunale di Polizia Urbana

COMUNE di TRIUGGIO. Regolamento Comunale di Polizia Urbana COMUNE di TRIUGGIO Regolamento Comunale di Polizia Urbana Approvato con Delibera di C.C. n 41 del 29/11/2006 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO V CUSTODIA E CIRCOLAZIONE DEGLI ANIMALI Art. 36 Diritti

Dettagli

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP.

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. FIERA DI SAN GIUSEPPE EDIZIONE 2010 AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE

Dettagli

INDICE. TITOLO I Disposizioni generali. TITOLO II Sicurezza e qualità dell ambiente urbano

INDICE. TITOLO I Disposizioni generali. TITOLO II Sicurezza e qualità dell ambiente urbano INDICE TITOLO I Disposizioni generali Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Finalità Oggetto e applicazione Definizioni Concessioni e autorizzazioni Vigilanza Sanzioni TITOLO

Dettagli

Approvato con Deliberazione di C.C. n. 20 del 15.3.04 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I LA POLIZIA COMUNALE

Approvato con Deliberazione di C.C. n. 20 del 15.3.04 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I LA POLIZIA COMUNALE 1 di 49 Approvato con Deliberazione di C.C. n. 20 del 15.3.04 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I LA POLIZIA COMUNALE Art. 1 (Disciplina della polizia comunale) 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL DECORO E DELL IGIENE AMBIENTALE

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL DECORO E DELL IGIENE AMBIENTALE COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL DECORO E DELL IGIENE AMBIENTALE Approvato con delibera del C.C. n 30 del 05/05/2010 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2

Dettagli

COMUNE di CICAGNA. Registro Generale n. 1 ORDINANZA DEL SINDACO N. 1 DEL 22-01-2016

COMUNE di CICAGNA. Registro Generale n. 1 ORDINANZA DEL SINDACO N. 1 DEL 22-01-2016 COMUNE di CICAGNA PROVINCIA di GENOVA Viale Italia, 25 16044 CICAGNA C.F. 00945110104 P.I. 00174060996 Tel. 0185 92103/92130/971154 Telefax 0185 929954 e-mail SINDACO: sindaco@comune.cicagna.ge.it PEC

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA COMUNITÀ COLLINARE AREE PREGIATE DEL NEBBIOLO E DEL PORCINO CORSO VALSESIA N 112 13045 GATTINARA (VC) e-mail sportellounico@comunitacollinare.it Tel 0163.826697 Fax 0163.825925 REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA COMUNE DI MALEGNO Provincia di Brescia Unione degli Antichi Borghi di Vallecamonica REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Approvato con delibera C.C. n. 36 del 27/09/2012 Via Donatori di Sangue n 1 - c.a.p. 25053

Dettagli

COMUNE DI CAFASSE Provincia di Torino

COMUNE DI CAFASSE Provincia di Torino COMUNE DI CAFASSE Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FRUIZIONE DELLE AREE GIOCO PUBBLICHE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 29/05/2015 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI GHILARZA. Provincia di Oristano

COMUNE DI GHILARZA. Provincia di Oristano COMUNE DI GHILARZA Provincia di Oristano Regolamento Comunale per la tutela del benessere della popolazione canina domestica e la disciplina della convivenza tra l uomo e l animale Approvato con deliberazione

Dettagli

CAPO IX DISPOSIZIONI FINALE Art. 71 ENTRATA IN VIGORE

CAPO IX DISPOSIZIONI FINALE Art. 71 ENTRATA IN VIGORE UNIONE DEI COMUNI DI BASIANO E DI MASATE PROVINCIA DI MILANO SETTORE POLIZIA LOCALE REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA APPROVATO CON DELIBERA DI C.U. N 37 DEL 29.11.2006 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI E RIFERIMENTI

Dettagli

R E G O L A M E N T O D I P O L I Z I A U R B A N A

R E G O L A M E N T O D I P O L I Z I A U R B A N A COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia R E G O L A M E N T O D I P O L I Z I A U R B A N A Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 27 del 28 giugno 2007 INDICE TITOLO 1 : DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI PARCHI COMUNALI

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI PARCHI COMUNALI COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI PARCHI COMUNALI Art. 1 Oggetto 1. Le rme del presente regolamento han lo scopo di promuovere la funzione sociale, ricreativa e didattica

Dettagli

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA Regolamento Comunale per l utilizzo dei parchi e delle aree verdi comunali Approvato con delibera del Consiglio Comunale del 27/4/2012 Art. 1 FINALITA Il presente

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN STRADA (Provincia di LODI) REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA

COMUNE DI SAN MARTINO IN STRADA (Provincia di LODI) REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA COMUNE DI SAN MARTINO IN STRADA (Provincia di LODI) REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA Adottato con deliberazione del consiglio comunale n.74 del 20.12.2007 in vigore dal 1.5.2008 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA LA LONGA. Provincia di Udine

COMUNE DI SANTA MARIA LA LONGA. Provincia di Udine COMUNE DI SANTA MARIA LA LONGA Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI E RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 1 ART. 2 DISCIPLINA DELLA POLIZIA URBANA DIREZIONE

Dettagli

COMUNE DI FAVARA (Provincia di Agrigento)

COMUNE DI FAVARA (Provincia di Agrigento) COMUNE DI FAVARA (Provincia di Agrigento) Ordinanza n. 235 del 21/11/2014 Prot. n. 50795 del 21/11/2014 OGGETTO: Servizio di raccolta dei Rifiuti solidi urbani domestici nel centro urbano modifica ed integrazione

Dettagli

PRONTUARIO VIOLAZIONI AL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA AGGIORN ATO CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N.230 DEL 24/09/2008

PRONTUARIO VIOLAZIONI AL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA AGGIORN ATO CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N.230 DEL 24/09/2008 PRONTUARIO VIOLAZIONI AL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA AGGIORN ATO CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N.230 DEL 24/09/2008 Art. ART.7 COMPORTAMENTI VIETATI REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA PAGAMENTO IN

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA. Struttura Organizzativa Vigilanza U.O. Territoriale e Decentramento REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

COMUNE DI PERUGIA. Struttura Organizzativa Vigilanza U.O. Territoriale e Decentramento REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA COMUNE DI PERUGIA Struttura Organizzativa Vigilanza U.O. Territoriale e Decentramento REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 182 del 12.12.2011 Modificato con

Dettagli

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER L OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE E L APPLICAZIONE DEL CANONE

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER L OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE E L APPLICAZIONE DEL CANONE COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER L OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE E L APPLICAZIONE DEL CANONE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 28/7 in data 31/03/2008 INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI

COMUNE DI POGGIBONSI COMUNE DI POGGIBONSI REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA NORME PER LA CIVILE CONVIVENZA IN CITTA' ALLEGATO PARTE INTEGRANTE DELLA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 91 DEL 23/12/2011 All.A) TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Città di Novi Ligure

Città di Novi Ligure Città di Novi Ligure REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL TEATRO CIVICO PAOLO GIACOMETTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 in data 5/6/2006. Articolo 1 Finalità Il Comune si avvale

Dettagli

COMUNE DI CALATABIANO ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI

COMUNE DI CALATABIANO ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI COMUNE DI CALATABIANO Provincia di Catania ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI da eseguire in economia (1) o tramite il servizio economato o da affidare a trattativa privata 1 Addobbi CATEGORIE MERCEOLOGICHE

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI DETENZIONE ANIMALI, VENDITA PICCOLI ANIMALI, TOILETTE PER CANI E GATTI

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI DETENZIONE ANIMALI, VENDITA PICCOLI ANIMALI, TOILETTE PER CANI E GATTI All Ufficio S.U.A.P. del COMUNE DI PONZA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI DETENZIONE ANIMALI, VENDITA PICCOLI ANIMALI, TOILETTE PER CANI E GATTI ai sensi dell art. 19 L. 241/90 e D.P.R. 8

Dettagli

Città di Benevento. Ufficio Ambiente. REGOLAMENTO Di igiene e tutela dell ambiente

Città di Benevento. Ufficio Ambiente. REGOLAMENTO Di igiene e tutela dell ambiente Città di Benevento Ufficio Ambiente REGOLAMENTO Di igiene e tutela dell ambiente INDICE ARTICOLO 1 Campo di applicazione ARTICOLO 2 Finalità ARTICOLO 3 informazioni e comunicazioni all utente ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE COMUNE DI ANACAPRI (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE Approvato con delibera di C.C. n. 23 del 21.04.2010 Art. 1 - Esercizio di noleggio

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA LA CITTà E I DIRITTI LO STATUTO PER I CITTADINI REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA Approvato con delibera consiliare n. 13 del 11/02/2002 Modificato con delibera consiliare n.

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO COMUNE DI PODENZANA REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO APPROVAZIONE DELIBERA C.C. N. 3 DEL 09/04/2014 Il Parco del Gaggio è dotato di una struttura polivalente composta da n. 6 immobili,

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO. Regolamento di polizia urbana

COMUNE DI CARNAGO. Regolamento di polizia urbana COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento di polizia urbana Approvato con deliberazione di C.C. n. 39 del 29.06.1993 COMUNE DI CARNAGO c.a.p. 21040 Piazza Gramsci, 3 C.F./P.IVA 00308180124 INDICE

Dettagli

ORDINANZA PER L ESERCIZIO DELL ARTE IN STRADA NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIVA DEL GARDA IL SINDACO

ORDINANZA PER L ESERCIZIO DELL ARTE IN STRADA NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIVA DEL GARDA IL SINDACO COMUNE DI RIVA DEL GARDA PROVINCIA DI TRENTO CAP 38066 Telefoni (0464) 573888 - Telefax (0464) 552410 Codice Fiscale 84001170228 Partita I.V.A. 00324760222 Prot.n. 2006022128 ORDINANZA PER L ESERCIZIO

Dettagli

COMUNE DI MORINO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO CONDOMINIALE

COMUNE DI MORINO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO CONDOMINIALE COMUNE DI MORINO PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO CONDOMINIALE APPROVATO CON DELIBERA C.C. 13 DEL 26.01.2000 TITOLO I PREMESSE Art 1. Ambito di applicazione Il presente regolamento trova applicazione

Dettagli

vt.it integrazioni, DM

vt.it integrazioni, DM Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 01010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www.comune.marta. vt.it Regolamento sulla gestione dell ecocentro comunale per la raccolta

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ALLEGATO A alla Delibera del Consiglio Comunale n. 37 del 28/12/2015 COMUNE DI SCORRANO. (Provincia di Lecce) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Eguaglianza

Dettagli

Segnalazione Certificata di inizio attività

Segnalazione Certificata di inizio attività 0Spett.le COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE Servizi Culturali e Turistici 51028 SAN MARCELLO Pistoiese OGGETTO: SCIA per attività di pubblico spettacolo ed intrattenimento art. 68, 69 e 80 TULPS. Il sottoscritto,

Dettagli

CITTA DI NICOTERA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA. (Modificato con Verbale di Deliberazione della Commissione Straordinaria n. 10 del 24.03.

CITTA DI NICOTERA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA. (Modificato con Verbale di Deliberazione della Commissione Straordinaria n. 10 del 24.03. CITTA DI NICOTERA REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA (Modificato con Verbale di Deliberazione della Commissione Straordinaria n. 10 del 24.03.2011) 1 Indice generale TITOLO I: DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Finalità

Dettagli

TITOLO II NETTEZZA E DECORO DEGLI SPAZI ED AREE PUBBLICHE

TITOLO II NETTEZZA E DECORO DEGLI SPAZI ED AREE PUBBLICHE COMUNE DI S. MARGHERITA LIGURE Provincia di Genova REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 70 del 27.11.2007 INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL VERDE

REGOLAMENTO D USO DEL VERDE REGOLAMENTO D USO DEL VERDE TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 1 Il presente Regolamento disciplina l uso e la fruizione degli spazi verdi nel territorio della Città di San Giuliano Milanese, di seguito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PARCO URBANO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PARCO URBANO COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP 90024 Via Salita Municipio, 2 tel. 0921644076 fax 0921644447 P. Iva 00475910824 - www.comune.gangi.pa.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PARCO URBANO

Dettagli