COMUNE DI MASSA Gabinetto del Sindaco. Medaglia d Oro al Merito Civile. CARTA DEI SERVIZI dell URP. edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MASSA Gabinetto del Sindaco. Medaglia d Oro al Merito Civile. CARTA DEI SERVIZI dell URP. edizione"

Transcript

1 COMUNE DI MASSA Gabinetto del Sindaco Medaglia d Oro al Merito Civile

2 Presentazione Presentare la Carta dei Servizi dell Urp è ormai diventato un appuntamento immancabile per l Amministrazione comunale. Dopo sette anni, questa infatti è la settima, la Carta dei Servizi dell Urp si può considerare a tutti gli effetti uno strumento indispensabile a disposizione dei cittadini per essere sempre a conoscenza di quelli che sono i loro diritti di utenti. La comunicazione, l informazione e la partecipazione sono stati negli ultimi anni obiettivi prioritari dell amministrazione, realizzati attraverso nuove reti e dando corpo a nuovi strumenti per tenere aggiornati i cittadini e sviluppare l interazione tra l ente e il pubblico. In questa nuova vogliamo quindi porre l accento su due servizi in particolare: la Newsletter dell Urp e il progetto Massa Città Per quanto riguarda la Newsletter l Urp ha potenziato il servizio incrementando l invio delle comunicazioni da una a due volte al mese per cercare di essere costantemente vicino agli utenti informandoli degli eventi e delle iniziative promosse dall amministrazione. Ma l elemento di maggiore interesse è senza dubbio l attivazione del progetto Massa Città che costituisce una novità assoluta nella gestione delle segnalazioni, un sistema semplice ed efficace attraverso il quale i cittadini possono interagire con l amministrazione e gli altri istituti coinvolti nel progetto, seguendo passo dopo passo lo sviluppo della segnalazione fino all esito finale grazie ad un numero ticket che il sistema assegna in automatico. Il sistema, gestito dall URP, si pone quindi come valore aggiunto con il duplice obiettivo di migliorare la qualità dei servizi già offerti e di ampliare gli interventi a favore di un rapporto sempre più vicino ai cittadini. Dirigente settore Gabinetto del Sindaco Dr. Massimo Bertozzi

3 Indice Il quadro normativo pag. 2 Criteri fondamentali pag. 2 L ufficio Relazioni con il Pubblico pag. 4 La sede pag. 5 La qualità e il miglioramento continuo pag. 6 Le attività pag. 8 Gli strumenti pag. 9 Il diritto di accesso pag. 11 Le segnalazioni dei cittadini pag. 12 Le indagini di Customer Satisfaction pag. 13 Indagine di Customer Satisfaction 2012 pag. 14 Proposte e suggerimenti per il miglioramento dei servizi pag. 15 Gli standard e gli obiettivi della qualità pag. 16 Pubblicazione, distribuzione, aggiornamento pag. 18 1

4 Il quadro normativo La presente Carta dei Servizi è stata elaborata sulla base delle seguenti normative: Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 27 gennaio 1994 (Direttiva Cassese): Principi sull erogazione dei servizi pubblici. Legge 11 luglio 1995, n. 273: Misure urgenti per la semplificazione dei procedimenti amministrativi e per il miglioramento dell efficienza delle pubbliche amministrazioni. Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286 (Capo III, art. 11): Riordino e potenziamento dei meccanismi e strumenti di nnoniloraggio e valutazione dei costi, dei rendimenti e dei risultati dell attività svolta dalle amministrazioni pubbliche, a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59. Criteri fondamentali Uguaglianza ed imparzialità L URP organizza ed eroga i propri servizi in modo da garantire pienamente l uguaglianza per tutti i cittadini senza distinzioni di sesso, età, etnia, fede religiosa, opinione politica, condizione sociale, lingua, nazionalità. L URP, altresì, si impegna a prestare particolare attenzione nei confronti dei cittadini appartenenti alle fasce sociali più deboli. Gli operatori sono tenuti a svolgere l attività secondo criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità. 2

5 Cortesia e disponibilità Il personale si impegna affinché il rapporto con l utenza sia improntato al massimo rispetto, alla cortesia ed alla disponibilità all ascolto dei cittadini. A tal proposito l Amministrazione intraprende, periodicamente, adeguate attività formative al fine di favorire atteggiamenti relazionali positivi nei confronti dell utenza. Continuità L URP si impegna ad offrire i propri servizi in maniera continuativa e con regolarità nei giorni e negli orari stabiliti dall ente. In caso di eventuali interruzioni temporanee o funzionamento irregolare del servizio, l URP adotta tutte le misure necessarie al fine di ridurre la durata delle irregolarità ed arrecare il minimo disagio all utenza. Partecipazione L URP rappresenta il primo punto di contatto tra i cittadini e l Annministrazione comunale, e come tale semplifica il rapporto tra cittadini, territorio e istituzioni mettendo a disposizione informazioni e modulistica per l accesso ai servizi, garantendo altresì la partecipazione alla prestazione del servizio sia per tutelare il diritto alla corretta erogazione del servizio stesso, sia per instaurare un rapporto di collaborazione con i cittadini. Tutela In caso di violazione da parte dei principi descritti, nonché di mancato rispetto degli impegni assunti con la presente Carta dei Servizi, il cittadino può presentare un reclamo al Responsabile di Gestione della Qualità (RGQ), il quale avrà cura di attivare la procedura di reclamo con l apertura di eventuali azioni correttive. L URP garantisce al cittadino risposta su eventuali azioni correttive intraprese e sui tempi di attuazione delle stesse. 3

6 L Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) Nel 1989 il Comune di Massa ha istituito l Ufficio Informazioni, struttura destinata a fornire, attraverso la consultazione di banche dati, informazioni di primo livello sui servizi dell Amministrazione. Seguendo il percorso legislativo dal 90 ad oggi l Ufficio ha sviluppato le proprie competenze allargandole alla sfera della comunicazione e alla gestione dei reclami, instaurando rapporti di collaborazione con altri enti; conseguentemente il processo ha portato all evoluzione naturale dell Ufficio Informazioni in Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), la cui attività è disciplinata dalla legge 7 giugno 2000, n.150 (Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni). L URP svolge le seguenti funzioni (art.8 della legge 150/2000): garantisce l esercizio dei diritti di informazione, di accesso agli atti e di partecipazione agevola l utilizzo dei servizi offerti ai cittadini, anche attraverso l informazione sulle disposizioni normative e amministrative, e l informazione sulle strutture e sui compiti dell amministrazione promuove l adozione di sistemi di interconnessione telematica e coordina le reti civiche attua, mediante l ascolto dei cittadini e la comunicazione interna, i processi di verifica della qualità dei servizi e di gradimento degli stessi da parte degli utenti garantisce la reciproca informazione fra l ufficio per le relazioni con il pubblico e le altre strutture operanti nell amministrazione, nonché fra gli uffici per le relazioni con il pubblico delle varie amministrazioni. L Urp ha quindi l obiettivo primario di garantire la piena attuazione dei diritti d informazione e di partecipazione dei cittadini, singoli ed associati, alle attività dell Ente e la finalità di promuovere la comunicazione interna favorendo la diffusione e condivisione delle informazioni agli uffici e servizi dell amministrazione quale strumento di sviluppo organizzativo. 4

7 La sede Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) Comune di Massa Via Porta Fabbrica, Massa L Ufficio Relazioni con il Pubblico è collocato al piano terra del palazzo comunale in un locale facilmente accessibile, raggiungibile agevolmente e libero da barriere architettoniche; in tale spazio si svolgono le attività di amministrazione attiva in maggior contatto con i cittadini. L Ufficio Relazioni con il Pubblico è dotato di spazi e strumentazioni adeguate a consentire sia le attività che richiedono la comunicazione diretta o telefonica con il pubblico (front office), che il contemporaneo svolgimento dei compiti e delle funzioni di supporto alle informazioni, all effettivo esercizio dei diritti di accesso e di partecipazione nonché alla progettazione ed alla realizzazione di iniziative di ricerca, monitoraggio, innovazione organizzativa e sviluppo telematico delle informazioni istituzionali (back office). Contatti Tel Fax PEC (Posta Elettronica Certificata) del Comune di Massa: Orari di apertura da lunedì a venerdì martedì e giovedì anche L URP si impegna a comunicare tempestivamente qualsiasi variazione di orario mediante pubblicazione sul sito Internet, gli Organi di Informazione, apposita cartellonistica o altri strumenti ritenuti idonei a favorire una corretta informazione all utenza. 5

8 L organigramma DIRIGENTE Massimo Bertozzi RESPONSABILE GESTIONE QUALITà Scarpecci Rosanna FRONT OFFICE Bardini Sabrina Cucciniello Sabina Scarpecci Rosanna BACK OFFICE Scarpecci Rosanna Cucciniello Sabina La qualità e il miglioramento continuo L Ufficio Relazioni con il pubblico ha ottenuto la certificazione del sistema di qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001 ad ottobre 2005, confermando la riemissione del certificato ogni triennio a seguito di audit da parte del prestigioso ente DNV Italia. Durante questo percorso il campo di applicazione della certificazione di qualità è stato esteso includendo la progettazione quale attività ulteriore, meritevole di essere inserita sul certificato stesso. L implementazione di un sistema di gestione della qualità impone come obiettivo costante il miglioramento continuo dei servizi erogati, e quindi l adozione di soluzioni tecnologiche, organizzative e procedurali più funzionali al raggiungimento degli obiettivi prefissati. L URP individua nella Carta dei Servizi un valido strumento per garantire il mantenimento degli impegni di efficienza ed efficacia nei confronti dei propri utenti. La Politica e gli Obiettivi per la Qualità sono documenti che costituiscono parte integrante del Manuale di Gestione per la Qualità in conformità alla norma UNI EN ISO Con questi documenti si stabiliscono i risultati da raggiungere e le risorse necessarie, nonché le strategie per tenere sotto controllo il conseguimento degli obiettivi. La Politica per la Qualità L Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Comune di Massa si impegna a svolgere attività di informazione e di comunicazione che pongono al centro dell interesse il cittadino, singolo o associato. Mission è quella di affermare l identità e l immagine dell amministrazione come guida per una strategia orientata ai servizi improntati alla qualità e alla soddisfazione dei bisogni dei cittadini. 6

9 Luogo di ascolto per eccellenza, l URP semplifica il rapporto tra cittadini, territorio e istituzioni avanzando proposte di interventi dirette a migliorare i processi di erogazione dei servizi. La mission si realizza mediante le seguenti attività: Illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni normative ed amministrative utilizzando gli strumenti ed i canali comunicativi che di volta in volta si reputano più idonei e flessibili a garantirne l efficacia con l obiettivo di facilitarne l applicazione. Assicurare e promuovere l informazione sulle strutture sui servizi territoriali nonché sulla loro attività mediante la creazione di una rete con i vari enti esterni con l obiettivo di agevolare l accesso ai servizi pubblici. Divulgare funzioni, obiettivi e standard di qualità, diritti dei cittadini nei confronti della fruizione dei servizi erogati, definiti nella DELL URP, adottata con atto di Giunta Comunale n. 284 del 16 novembre 2006, strumento destinato ad essere periodicamente aggiornato con l obiettivo di instaurare un rapporto partecipato e collaborativo con l utenza. Attuare processi di verifica del funzionamento dei servizi erogati mediante l ascolto dei cittadini ed il continuo sviluppo della comunicazione interna con l obiettivo di ridurre il numero dei reclami. Monitorare, in maniera continua e sistematica, la qualità dei servizi erogati mediante la misurazione, l analisi e la valutazione delle performance, ed ottenere un feedback sulla qualità dei servizi forniti, rendendo i risultati disponibili per il pubblico con l obiettivo di definire azioni di miglioramento. Annualmente, a seguito di Riesame da parte del Dirigente, vengono definiti gli obiettivi per la qualità, diffusi e condivisi con tutto il personale. Il raggiungimento ed il mantenimento di tutti gli obiettivi sarà costantemente perseguito attraverso attività di formazione ed informazione delle risorse umane, finalizzata sia alla valorizzazione delle attitudini personali sia all accrescimento di conoscenze e competenze professionali per migliorare l efficienza del servizio ai cittadini. L Amministrazione ritiene che il pieno coinvolgimento delle risorse umane sia fondamentale per ottenere una condivisione degli obiettivi generali dell ente. Pertanto si impegna a diffondere e a promuovere la qualità dell organizzazione. Gli Obiettivi per la Qualità Ogni anno vengono definiti, quantificati e misurati obiettivi in relazione alla qualità del servizio fornito, alla soddisfazione del Cliente, al miglioramento continuo del Sistema di Gestione della Qualità. 7

10 Le attività Il servizio si articola essenzialmente in due ambiti: il Front Office che è il luogo dove i cittadini sono ascoltati e ottengono risposte ai loro quesiti, ed il Back Office che è il luogo dove si elaborano le informazioni e i programmi delle iniziative di comunicazione. L URP svolge attività di: 1. Ascolto attivo e relazionale del cittadino. 2. Comunicazione esterna rivolta ai cittadini, alla collettività e agli altri Enti presenti sul territorio. 3. Comunicazione interna rivolta alla struttura comunale. Le principali aree di erogazione del servizio sono: Accesso L URP ha il compito di agevolare in qualsiasi modo il rapporto tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini garantendo l accesso alle informazioni sui servizi, sui procedimenti, sulle attività istituzionali, agli atti ed ai documenti amministrativi dell ente, nonché provvedendo alla distribuzione di modulistica, di materiale informativo su eventi ed iniziative, programmi del Comune e di altri enti o associazioni operanti sul territorio. Comunicazione L URP promuove e realizza iniziative di comunicazione pubblica per garantire la conoscenza di normative, strutture pubbliche e servizi erogati. Inoltre attiva rapporti con le altre strutture di informazione e comunicazione presenti sul territorio per condividere le banche dati e progettare campagne di sensibilizzazione mirate. Fondamento di una efficace attività di relazioni esterne dell Amministrazione è la comunicazione interna, intesa come l insieme di tutti i processi comunicativi interni all organizzazione dell ente. A tal proposito l URP contribuisce, in collaborazione con gli altri uffici e servizi, all organizzazione dei flussi informativi interni attraverso l ascolto e la verifica delle esigenze del cittadino. L URP si impegna a predisporre azioni comunicative improntate sulla massima chiarezza e semplicità al fine di assicurare l effettiva comprensione da parte dei cittadini cui si rivolge la comunicazione. 8

11 Monitoraggio L URP è il Front Office per eccellenza, il primo punto di contatto dei cittadini con il Comune e, in quanto tale, raccoglie, analizza e filtra le segnalazioni dei cittadini monitorando costantemente disservizi e malfunzionamenti, anche con lo scopo di avanzare proposte per migliorare le procedure di erogazione dei servizi. L URP, inoltre, al fine di migliorare il rapporto tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini attiva sistemi di valutazione e monitoraggio della qualità ed efficienza dei servizi erogati, rilevando bisogni e preferenze mediante l ascolto degli utenti. Gli strumenti Per lo svolgimento delle attività di informazione e di comunicazione l URP utilizza gli strumenti più idonei e flessibili per assicurarne la conoscenza e garantirne l efficacia. Lo sportello L attività di Front Office, nell orario di apertura al pubblico, è svolta da personale adeguatamente formato e addestrato alla cultura dell ascolto e alla relazione con l utenza. Si realizza mediante il contatto diretto allo sportello o indiretto mediante utilizzo del telefono, di un numero verde, della posta elettronica, del fax. L attività viene svolta fornendo in modo chiaro e completo tutte le informazioni necessarie all attivazione di una procedura: indicazione dell Ufficio o servizio cui rivolgersi, orari di apertura al pubblico, responsabile del procedimento, modulistica, documentazione da presentare, descrizione dell iter del procedimento. Il sito internet: L URP gestisce i contenuti del sito web del Comune di Massa. Sul sito Internet sono a disposizione dei cittadini: le informazioni sui vari procedimenti e relativa modulistica la composizione degli organi istituzionali del Comune gli avvisi di gara e le notizie sulle aggiudicazioni degli appalti i bandi di concorso e/o di selezioni pubbliche le informazioni sulla città, i monumenti principali, i trasporti le informazioni su eventi culturali, sociali, sportivi, il tempo libero i regolamenti comunali e le principali Ordinanze di pubblico interesse le delibere di Giunta e di Consiglio vari link a siti utili vari forum di discussione servizi on line piani e progetti dell ente. 9

12 La bacheca All interno del locale è installata un ampia bacheca destinata all affissione di locandine promozionali relative ad eventi, servizi, corsi di formazione professionale, offerte di lavoro, programmi culturali, sociali, sportivi, comunicazioni di interesse collettivo. Il materiale affisso viene tenuto costantemente sotto controllo al fine di un aggiornamento continuo delle informazioni. Gli espositori L URP raccoglie ed organizza materiale informativo ed illustrativo vario sulla città, che mette a disposizione dell utenza in espositori: piantine, guide turistiche, orari dei trasporti pubblici locali, elenco delle strutture ricettive. Inoltre, negli espositori, è possibile trovare brochure su programmi culturali (rassegne teatrali, mostre, concerti, ecc.), corsi di formazione, master, concorsi letterari ed eventi vari. II maxi schermo TV All interno del locale è collocato un TV al plasma 50 pollici con schermo rivolto all esterno che viene utilizzato per la diffusione di brevi comunicati di pubblica utilità e per la promozione sul territorio di eventi particolari. Mediante la proiezione di diapositive in sequenza i cittadini vengono informati su scadenze tributarie, riunioni del Consiglio comunale, nuovi servizi, eventi di particolare rilievo, risultati di consultazioni elettorali, comunicazioni sulla viabilità. La Newsletter È un servizio on line gratuito a disposizione di tutti i cittadini che vogliono ricevere informazioni su quanto avviene in città, direttamente alla propria casella di posta elettronica. La Newsletter, di regola, ha cadenza mensile e viene inviata entro la prima settimana del mese. In alcuni periodi particolarmente ricchi di iniziative o di novità l URP si impegna ad inviare ulteriori Newsletter nell arco del mese stesso. Per riceverla è necessario iscriversi compilando l apposito modulo presente sul sito Internet all indirizzo Una volta compilato il modulo di iscrizione il richiedente riceve una mail per confermare l iscrizione. Questa procedura è necessaria per evitare iscrizioni non espressamente richieste dall interessato. Ai sensi del Decreto Legislativo 196/2003 (Tutela della privacy) i dati personali richiesti per la registrazione saranno utilizzati esclusivamente per la fruizione del servizio richiesto. In ogni momento, chi non desidera più ricevere la Newsletter, ha diritto di cancellarsi utilizzando la procedura contenuta in ogni Newsletter o mediante collegamento alla pagina web presente sul sito internet del Comune. 10

13 II diritto di accesso Il diritto di accesso è disciplinato dalla Legge 241/90 modificata dalla Legge 15/2005 e regolamentato dal DPR 184/2006. L URP garantisce a tutti i cittadini l esercizio del diritto di accesso alle informazioni e agli atti e documenti amministrativi, favorendo la conoscenza delle leggi e delle norme che regolano tale diritto. Il diritto di accesso è il potere di esaminare i documenti e di estrarne copia. La presa visione dei documenti è gratuila; il rilascio di copia è invece subordinato al rimborso delle spese di riproduzione e di ricerca stabilile dall Amministrazione e disponibili presso l URP. Il diritto di accesso può essere esercitato da chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale, giuridicamente rilevante rispetto al documento di cui si è chiesto l accesso. Come esercitare il diritto di accesso È necessario che il richiedente indichi elementi che possono individuare l atto richiesto, specificare l interesse connesso alla richiesta del documento, dimostrare la propria identità. Le modalità per richiedere l accesso ad un atto/documento amministrativo possono essere le seguenti: in via informale: mediante anche una semplice richiesta verbale all Ufficio dell Amministrazione competente a formare l atto conclusivo o che lo detiene stabilmente, se non risultano esistere soggetti controinteressati, cioè soggetti che dall esercizio del diritto di accesso vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza. in via formale: qualora non sia possibile l accoglimento immediato della richiesta o sorgano dubbi sulla legittimità del richiedente, sulla sussistenza dell interesse, sull accessibilità del documento, il cittadino è invitato a presentare domanda di accesso formale all Ufficio Protocollo del Comune. 11

14 Le segnalazioni dei cittadini La legge 150 del 2000 individua nell Ufficio Relazioni con il Pubblico uno dei principali strumenti organizzativi attraverso cui le amministrazioni pubbliche possono assolvere ai loro compiti di comunicazione e relazione con il pubblico: tra questi vi è quello di garantire al cittadino la possibilità di partecipare ed accedere all attività della pubblica amministrazione attraverso il coinvolgimento e l aggiornamento costante rispetto agli iter dei procedimenti amministrativi, ma anche attraverso l accoglimento delle segnalazioni sui servizi erogati. Attività strettamente collegata all ascolto dei cittadini, la gestione delle segnalazioni rappresenta un azione importante e fondamentale per le organizzazioni e le amministrazioni: in primo luogo consente di migliorare il servizio alla luce delle considerazioni provenienti dal cittadino, predisponendo rimedi e azioni correttive o preventive; in secondo luogo permette di migliorare la soddisfazione e il consenso attorno alla stessa organizzazione e ai servizi/prodotti erogati, diventando così un modo per migliorare e monitorare più in generale la qualità dei servizi nonché per diffondere l immagine di un organizzazione attenta alle esigenze e ai feedback dei suoi utenti/clienti. Il sistema Massa Città Da giugno 2012 il Comune ha adottato un sistema multimediale interattivo per le segnalazioni su problemi del territorio, gestito dall URP in qualità di operatore centrale. Attraverso questo sistema i cittadini possono interagire con l amministrazione utilizzando vari canali per segnalare ad esempio buche sulla strada, guasti alla pubblica illuminazione, problemi inerenti la manutenzione del verde pubblico ed altro. In che modo segnalare Oltre ai contatti il cittadino ha a disposizione le seguenti modalità: inviando un sms al numero telefonando al numero verde per via web all indirizzo utilizzando il sistema touch screen dei totem installati in città. La ricevuta al cittadino Ogni segnalazione, da qualsiasi canale provenga, è dotata di un proprio identificativo (o Ticket) che il cittadino può ricevere lasciando il proprio recapito telefonico cellulare. Il Ticket della segnalazione aperta può essere utilizzato per accedere al sistema tramite sito internet del Comune nella sezione dedicata al progetto Massa Ciità e seguire lo stato di avanzamento della segnalazione effettuata. 12

15 Le indagini di Customer Satisfaction L URP acquisisce periodicamente le valutazioni dei cittadini circa la qualità dei servizi offerti mediante indagini di Customer Satisfaction allo scopo di monitorare la qualità dei servizi stessi, impegnandosi a ricercare tutte le condizioni possibili volte a migliorare il rapporto con l utenza. L indagine viene realizzata su un campione calcolato sulla base dell affluenza media mensile degli utenti che si rivolgono alto sportello. Di norma to strumento utilizzato per tali rilevazioni è un questionario, rigorosamente anonimo, che comprende una serie di domande, a risposta chiusa, su alcuni aspetti ed elementi tangibili considerati importanti per l erogazione dei servizi. Il questionario è sempre disponibile presso l URP ed anche on line sul sito internet. L indagine mira ad evidenziare lo scostamento tra la qualità attesa e la qualità percepita al fine di far emergere eventuali criticità e, di conseguenza, intraprendere azioni per migliorare i servizi erogati. Oltre alle valutazioni espresse per ogni singola domanda, il cittadino può fornire indicazioni, suggerimenti utili a migliorare il servizio che verranno posti all attenzione del dirigente al fine di definire nuovi obiettivi da raggiungere. I dati raccolti ed elaborati sono inseriti in un report finale e presi in esame nel Rapporto sullo Stato del Sistema di Gestione della Qualità. L analisi dei risultati viene utilizzata per pianificare azioni di miglioramento. L URP si impegna a rendere noti gli esiti dell indagine periodica mediante pubblicazione sul sito Internet e sulla presente Carta. La scala dei valori 1:5 Legenda 1 = Pessimo 2 = Insufficiente 3 = Sufficiente 4 = Buono 5 = Ottimo 13

16 Indagine di Customer Satisfaction 2012 % Utenti che hanno espresso un giudizio > 3 scala 1:5 LA STRUTTURA utenti soddisfatti della chiarezza della segnaletica 79,8 % utenti soddisfatti della facilità di accesso 84,2 % utenti soddisfatti dell accoglienza dell ambiente 88,8 % utenti soddisfatti dell organizzazione degli spazi 78,9 % utenti soddisfatti della tutela della riservatezza 71,8 % IL SERVIZIO ALLO SPORTELLO utenti soddisfatti dell orario di apertura 80,8 % utenti soddisfatti del tempo di attesa allo sportello 92,7 % utenti soddisfatti della completezza delle informazioni 89,8 % utenti soddisfatti della disponibilità di materiale informativo 81,6 % utenti soddisfatti della disponibilità di modulistica 85,7 % IL PERSONALE utenti soddisfatti della cortesia del personale 97,8 % utenti soddisfatti della disponibilità all ascolto 96,6 % utenti soddisfatti della competenza 92,7 % utenti soddisfatti della capacità di risolvere i problemi 85,6 % IL SERVIZIO TRAMITE INTERNET utenti soddisfatti della semplicità di consultazione 73,5 % utenti soddisfatti della completezza delle informazioni 75,4 % GIUDIZIO COMPLESSIVO anno 2011 anno 2012 utenti che hanno espresso giudizio buono e ottimo 94,0 % 91,6 % 14

17 Proposte e suggerimenti per il miglioramento dei servizi Con la Carta dei Servizi, il Comune di Massa promuove la partecipazione dei cittadini al miglioramento continuo dei servizi e garantisce modi e forme per inoltrare suggerimenti e osservazioni. Ha proposte o idee da suggerire? data firma Grazie per la collaborazione! 15

18 Gli standard e gli obiettivi della qualità L URP del Comune di Massa ha individuato alcuni standard in base ai quali il cittadino può verificare la qualità dei servizi erogati. Gli standard di qualità indicano il livello da rispettare nell erogazione del servizio in relazione a determinati fattori. Indicatori di qualità Accesso al servizio orario di apertura tempo medio di attesa alto sportello tempo di risposta alla richiesta Attività di informazione e di comunicazione: servizio erogato allo sportello Attività di informazione e di comunicazione: servizio erogato mediante sito internet puntualità di aggiornamento del materiale affisso in bacheca disponibilità di materiale promozionale negli espositori all interno disponibilità di modulistica disponibilità di Regolamenti per la consultazione semplicità di consultazione completezza delle informazioni disponibilità di modulistica on line tempo di aggiornamento dati pubblicazione documenti Segnalazioni dei cittadini inoltro al servizio competente % di risposte al cittadino 16

19 In caso di non rispetto degli standard garantiti il cittadino può presentare reclamo al Responsabile di Gestione della Qualità e attivare così la procedura di reclamo che prevede l applicazione di eventuali azioni correttive, la definizione dei tempi per la risoluzione del problema e la conseguente risposta al cittadino. Dati 2012 Obiettivi 29 ore settimanali mantenimento 3 minuti mantenimento immediato mantenimento controllo quotidiano soddisfazione utenza 81%* mantenimento mantenimento 100% mantenimento 100% mantenimento soddisfazione utenza 73 %* mantenimento soddisfazione utenza 75 %* mantenimento 160 moduli 100% entro 2 gg. dalla ricezione dei dati mantenimento contestuale alla pubblicazione all Albo Pretorio mantenimento il giorno stesso della ricezione nota: servizio attivato a giugno % * La percentuale degli utenti che hanno espresso una valutazione più che positiva (buono-ottimo) alla domanda. 17

20 Pubblicazione distribuzione, aggiornamento L URP si impegna a pubblicare, con cadenza annuale, la versione integrale della Carta dei Servizi, completa dei risultati delle indagini di soddisfazione dell utenza. La Carta dei Servizi è consultabile presso l URP ed è distribuita gratuilamente ai cittadini che ne fanno richiesta. È consultabile sul sito Internet: Nel corso dell anno di riferimento, qualora intervenissero modifiche sostanziali, la versione telematica della Carta verrà aggiornata in tempo reale. 18

21 Medaglia d Oro al Merito Civile COMUNE DI MASSA Gabinetto del Sindaco 19

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi Regolamento per il funzionamento dell Ufficio relazioni con il Pubblico Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale N.128 del 15.09.2005 SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera PROVINCIA DI MATERA Regolamento per il funzionamento dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni dell Ufficio Relazioni

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI

CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI Comune di Modena Settore Sistemi Informativi Comunicazione e Servizi Demografici Servizio Comunicazione e Relazione con i Cittadini Allegato

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P.

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P. Provincia Regionale di Catania denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 Carta dei servizi Ufficio U.R.P. Palazzo Minoriti Via Etnea, 67 95124 Catania Come si accede ai servizi

Dettagli

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. (art. 8 c. 2 della Legge n. 150/2000) Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche

Dettagli

CRITERI GENERALI SUL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONI E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI SANTADI

CRITERI GENERALI SUL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONI E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI SANTADI CRITERI GENERALI SUL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONI E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI SANTADI ART. 1 FINALITA E OBIETTIVI Il Comune di Santadi con le seguenti modalità gestionali intende riconoscere

Dettagli

Carta dei servizi Dell ufficio Relazioni con il pubblico

Carta dei servizi Dell ufficio Relazioni con il pubblico Allegato parte integrante - 1 Direzione Organizzazione Sistemi informativi Telematica Servizio Comunicazione educazione alla sostenibilità e strumenti di partecipazione Carta dei servizi Dell ufficio Relazioni

Dettagli

Facoltà di Lettere Filosofia Segreterie Studenti

Facoltà di Lettere Filosofia Segreterie Studenti REV. N.2 del 26 02 2010 Carta dei Servizi - Facoltà di Lettere Filosofia Segreterie Studenti NUMERO VERDE DELL ATENEO 800904084 PREMESSA Nel dibattito in corso sulle modalità con le quali l Università

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Rev.: 6 Data ultimo aggiornamento: 22 settembre 2014 N.B. le modifiche effettuate sono evidenziate in corsivo

CARTA DEI SERVIZI. Rev.: 6 Data ultimo aggiornamento: 22 settembre 2014 N.B. le modifiche effettuate sono evidenziate in corsivo CARTA DEI SERVIZI Premessa La procedura di appalto pubblico, ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, deve rispettare i principi di libera concorrenza,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Ambito Servizi al Lavoro. ISO 9001 cert. N. 5673/1

CARTA DEI SERVIZI. Ambito Servizi al Lavoro. ISO 9001 cert. N. 5673/1 CARTA DEI SERVIZI Ambito Servizi al Lavoro ISO 9001 cert. N. 5673/1 INDICE CERTIFICATO ISO 9001:2008..... 3 1. COS E LA CARTA DEI SERVIZI... 4 1.1 Caratteristiche di questa carta... 4 2. NORME E PRINCIPI...

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Premessa:

CARTA DEI SERVIZI. Premessa: CARTA DEI SERVIZI Premessa: La Carta dei Servizi è uno strumento utile al cittadino per essere informato sulle caratteristiche del servizio offerto, sulla organizzazione degli uffici comunali, sugli standards

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DI 2BITE - 2011

LA CARTA DEI SERVIZI DI 2BITE - 2011 LA CARTA DEI SERVIZI DI 2BITE - 2011 PREMESSA 2bite adotta questa Carta dei Servizi in osservanza dei principi stabiliti dalla direttiva sulla qualità e carta dei servizi di telecomunicazione stabiliti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI, DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI, DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI, DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI (approvato con Delibera del Consiglio Direttivo n. 31 del 23 Dicembre 2014) Principi generali L Automobile

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA INDICE ART. 1 - DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE ART. 2 - UFFICI COMPETENTI PER LA

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA. Ai sensi della legge 150/2000

REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA. Ai sensi della legge 150/2000 REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA Ai sensi della legge 150/2000 Art 1. Principi generali La Provincia di Forlì - Cesena, attraverso

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA ART 1 Principi generali: oggetto e finalità Il Comune di Ancona, con il presente regolamento, disciplina le attività d

Dettagli

Carta della qualità dei servizi

Carta della qualità dei servizi MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Direzione Generale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali ed il Diritto d'autore Carta della qualità dei servizi Biblioteca 2008 I. PRESENTAZIONE CHE COS

Dettagli

DELLA SEGRETERIA CENTRO DIDATTICO DI INGEGN

DELLA SEGRETERIA CENTRO DIDATTICO DI INGEGN Pag. 1 di 7 DELLA SEGRETERIA CENTRO DIDATTICO DI INGEGN Carta dei Servizi - SERVIZIO SCAMBI DIDATTICI INTERNAZIONALI NUMERO VERDE DELL ATENEO 800904084 RIA CARTA DEI SERVIZI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

Dettagli

SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE. Carta di Qualità dei Servizi

SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE. Carta di Qualità dei Servizi SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE Carta di Qualità dei Servizi Presentazione del servizio 1. Presentazione generale Il SUE (Sportello Unico per l'edilizia) - art. 5 D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico

Dettagli

IL SERVIZIO INFORMAHANDICAP

IL SERVIZIO INFORMAHANDICAP CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI ROVIGO IL SERVIZIO INFORMAHANDICAP 1. OBIETTIVO DEL SERVIZIO L obiettivo primario del Servizio è quello di migliorare l intervento nelle politiche sociali promuovendo, anche

Dettagli

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI. Carta della qualità dei servizi

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI. Carta della qualità dei servizi MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Biblioteca Carta della qualità dei servizi 2007 I. PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI La Carta della qualità dei servizi risponde all

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015 2017 1 1 Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

Sommario. Premessa... 3. 1. Obiettivi... 4. 2. Soggetti coinvolti... 6. 3. Erogazione del servizio informativo... 7

Sommario. Premessa... 3. 1. Obiettivi... 4. 2. Soggetti coinvolti... 6. 3. Erogazione del servizio informativo... 7 Carta dei Servizi Sommario Premessa... 3 1. Obiettivi... 4 2. Soggetti coinvolti... 6 3. Erogazione del servizio informativo... 7 4. Descrizione operativa del servizio... 9 5. Compiti e responsabilità

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI A N N O 2 0 1 2. V i a F r a t e l l i C e r v i, 6 2 / 6 4-2 7 0 1 0 S I Z I A N O ( P V )

CARTA DEI SERVIZI A N N O 2 0 1 2. V i a F r a t e l l i C e r v i, 6 2 / 6 4-2 7 0 1 0 S I Z I A N O ( P V ) CARTA DEI SERVIZI A N N O 2 0 1 2 V i a F r a t e l l i C e r v i, 6 2 / 6 4-2 7 0 1 0 S I Z I A N O ( P V ) SOMMARIO PREMESSA. 3 PRESENTAZIONE DELL AZIENDA.. 4 PRINCIPI FONDAMENTALI.. 4 LIVELLI DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 511031/2004 del 01/03/2005 Preambolo IL CONSIGLIO PROVINCIALE Visto l art. 117, comma

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE Approvato con deliberazione commissariale n. 335/05 pubblicata all albo pretorio dal 10/4/05 al 26/4/05 Ripubblicato dal 4/5/05 al 19/5/05 CAPO

Dettagli

Comune della Spezia Cdr 0213. SCHEDA COMUNICAZIONE UFFICIALE AL PUBBLICO (Carta dei Servizi standard)

Comune della Spezia Cdr 0213. SCHEDA COMUNICAZIONE UFFICIALE AL PUBBLICO (Carta dei Servizi standard) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO AL PUBBLICO Tipologia del servizio al pubblico: L Informa Giovani è un Servizio Pubblico che promuove l informazione, l orientamento e la partecipazione attraverso un piano integrato

Dettagli

2015 CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

2015 CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO 2015 CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO 1 1. Chi siamo 2. La carta dei servizi 3. A chi ci rivolgiamo 4. I nostri servizi 5. Modalità di accesso 6. Attuazione e controllo 7. Dove siamo 2 1. CHI SIAMO C.C.S. è

Dettagli

DELLA SEGRETERIA CENTRO DIDATTICO DI INGEGN

DELLA SEGRETERIA CENTRO DIDATTICO DI INGEGN Pag. 1 di 6 DELLA SEGRETERIA CENTRO DIDATTICO DI INGEGN Carta dei Servizi - Facoltà di Ingegneria Segreterie Studenti NUMERO VERDE DELL ATENEO 800904084 RIA CARTA DEI SERVIZI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SEGRETARIATO SOCIALE PROFESSIONALE DEL COMUNE DI AVELLINO PIANO DI ZONA AMBITO A3

REGOLAMENTO DEL SEGRETARIATO SOCIALE PROFESSIONALE DEL COMUNE DI AVELLINO PIANO DI ZONA AMBITO A3 REGOLAMENTO DEL SEGRETARIATO SOCIALE PROFESSIONALE DEL COMUNE DI AVELLINO PIANO DI ZONA AMBITO A3 ART.1 ISTITUZIONE DEL SEGRETARIATO SOCIALE PROFESSIONALE DI AMBITO In conformità al quadro normativo definito

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

Codice Etico. Gennaio 2010

Codice Etico. Gennaio 2010 Codice Etico Gennaio 2010 ( SOMMARIO ) CAPO I IL VALORE DEL CODICE ETICO Pag. 2 CAPO II DESTINATARI E AMBITO DI APPLICAZIONE Pag. 2 CAPO III MISSIONE Pag. 3 CAPO IV STRUMENTI DI ATTUAZIONE DELLA MISSIONE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL SERVIZIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE

CARTA DEI SERVIZI DEL SERVIZIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE CARTA DEI SERVIZI DEL SERVIZIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE RISORSE UMANE PREMESSA PER MEGLIO RISPONDERE ALLE ESIGENZE DEGLI UTENTI CHE SI RIVOLGONO AL COMUNE DI CIVITAVECCHIA, IL SERVIZIO ORGANIZZAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013-2014-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013-2014-2015 Via Guido Rossa, 1 40033 Casalecchio di Reno (BO) Tel 051.598364 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013-2014-2015 Approvato con determinazione Amministratore Unico n. 20 del 20/12/2013

Dettagli

COMUNICAZIONE AZIENDALE

COMUNICAZIONE AZIENDALE Pag. 1/8 Redatto: E. Brichetti Versione: 01 Data emissione: Ottobre 2014 Firma Data Rivisto: Approvato: M.L. Orler M.L. Orler Distribuito a: Personale CLA e Parti Interessate esterne all Azienda Pag. 2/8

Dettagli

CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA Destinazione DOCUMENTAZIONE ACCREDITAMENTO ISTITUTO SITO WEB ISTITUTO 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 POLITICA DELLA QUALITA La scelta di dotarsi di un sistema di gestione

Dettagli

QUESTURA DI CHIETI UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

QUESTURA DI CHIETI UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO QUESTURA DI CHIETI UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REGOLAMENTO INTERNO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO E MISURE ORGANIZZATIVE SUL DIRITTO DI ACCESSO CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto del regolamento.

Dettagli

Carta dei Servizi e Carta dei Diritti dell Utente

Carta dei Servizi e Carta dei Diritti dell Utente PROVINCIA DI COSENZA SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO ORIENTAMENTO E FABBISOGNO FORMATIVO via Panebianco, 274 Cosenza tel. e fax 0984 393157 Carta dei Servizi e Carta dei Diritti dell Utente Approvata

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DEL C.D.R. MOBILITA

LA CARTA DEI SERVIZI DEL C.D.R. MOBILITA LA CARTA DEI SERVIZI DEL C.D.R. MOBILITA La Carta dei Servizi trova fondamento dalla direttiva emanata dal Presidente del Consiglio dei Ministri nel gennaio 1994. Essa costituisce uno dei principali supporti

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 INDICE RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE Impegno della Direzione Attenzione focalizzata al cliente Politica della Qualità Obiettivi della Qualità Soddisfazione del cliente

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

PROGETTO DI INDAGINE DI CITIZEN SATISFACTION

PROGETTO DI INDAGINE DI CITIZEN SATISFACTION PROGETTO DI INDAGINE DI CITIZEN SATISFACTION PARLA CON NOI (Approvato con delibera di Giunta Provinciale n. 85 del 16/03/2007) Fernanda Marotti Loredana Milito 2 INDICE 1. PERCHÉ MONITORARE L UTENZA DELL

Dettagli

Carta dei Servizi di accesso ad Internet e via S.p.A. Sommario

Carta dei Servizi di accesso ad Internet e via S.p.A. Sommario Carta dei Servizi di accesso ad Internet e via S.p.A. Sommario 1. Premessa 2. Parte Prima Principi Fondamentali 2.1 Eguaglianza 2.2 Imparzialità, obiettività e giustizia 2.3 Continuità del servizio 2.4

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DI ITS SERVIZI MARITTIMI E SATELLITARI INDICE

LA CARTA DEI SERVIZI DI ITS SERVIZI MARITTIMI E SATELLITARI INDICE LA CARTA DEI SERVIZI DI ITS SERVIZI MARITTIMI E SATELLITARI INDICE 1. ITS - SMS e la Carta dei Servizi...2 2. Chi siamo...2 3. I nostri principi...3 4. I nostri impegni...4 5. I nostri standard di qualità...5

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA

REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 64/2009, modificato con delibera C.C.n.61/2010 e con delibera C.C.n.109/2010 Art.1 Principi e strumenti. Il Comune

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

COMUNE DI CASTELLAR (Provincia di Cuneo) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014/2016.

COMUNE DI CASTELLAR (Provincia di Cuneo) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014/2016. COMUNE DI CASTELLAR (Provincia di Cuneo) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014/2016. Indice: Premessa 1. FONTI NORMATIVE 2. STRUMENTI 3. DATI DA PUBBLICARE 4. INIZIATIVE DI

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova Ministero per i Beni e le Attività Culturali CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova 2013 PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi risponde all esigenza di fissare principi

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

Ufficio di Segreteria LL.PP. e Ufficio Servizi Cimiteriali

Ufficio di Segreteria LL.PP. e Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia PIAZZA IX MARTIRI, 3 - C.A.P. 30034 TEL. 041-5628211 (centralino) FAX 041-422023 C.F. 00368570271 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - E-mail: info@comune.mira.ve.it

Dettagli

Gli Sportelli Polifunzionali e i Servizi Innovativi. Napoli, 28 febbraio 2012

Gli Sportelli Polifunzionali e i Servizi Innovativi. Napoli, 28 febbraio 2012 Gli Sportelli Polifunzionali e i Servizi Innovativi Napoli, 28 febbraio 2012 Gli Sportelli Polifunzionali Coordinamento Intersettoriale Relazioni con i Cittadini Il servizio Sportello Polifunzionale è

Dettagli

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per:

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per: CARTA DEI SERVIZI DELLO SPORTELLO AL PUBBLICO DELLA DIREZIONE URBANISTICA a cura di: Servizio supporto giuridico amministrativo P.O. Archivio e protocollo: d.ssa Isabella Anna Leonesi Rev. 1 del 30 dicembre

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità GENESIS LICEO DEL PARRUCCHIERE si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la realtà

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA. Settore Governo e Sviluppo del Territorio e dell Economia U.O. EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI PERUGIA

COMUNE DI PERUGIA. Settore Governo e Sviluppo del Territorio e dell Economia U.O. EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI PERUGIA Settore Governo e Sviluppo del Territorio e dell Economia U.O. EDILIZIA PRIVATA Carta dei servizi U.O. EDILIZIA PRIVATA Pagina 2 di 13 INDICE PREMESSA INTRODUZIONE Cos è la carta dei servizi A cosa serve

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI URPUFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Piazza Palazzo di Città 9a www.comune.torino.it/urp T

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI URPUFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Piazza Palazzo di Città 9a www.comune.torino.it/urp T UFFICIO PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI URPUFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Piazza Palazzo di Città 9a www.comune.torino.it/urp T 2014

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

INDICE PR 13 COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLE INFORMAZIONI 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4 RESPONSABILITÀ

INDICE PR 13 COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLE INFORMAZIONI 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4 RESPONSABILITÀ PAG 1 /7 INDICE 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4 RESPONSABILITÀ 5 MODALITÀ ESECUTIVE 5.1 Comunicazione verso l'esterno 5.1.1 Utenti dei corsi 5.1.2 Potenziali utenti 5.2

Dettagli

IL CAF DELLA CISL. Il posto giusto

IL CAF DELLA CISL. Il posto giusto Carta dei Servizi IL CAF DELLA CISL Il Caf Cisl opera per fornire ad iscritti, lavoratori e pensionati assistenza e consulenza completa e qualificata nel campo fiscale e delle agevolazioni sociali. Nato

Dettagli

COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo

COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012/2014 Premessa Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma

Dettagli

FINALITÁ GENERAZIONE VINCENTE

FINALITÁ GENERAZIONE VINCENTE GENERAZIONE VINCENTE Generazione vincente S.p.A. Agenzia per il Lavoro fa parte di un gruppo che dal 1997 offre soluzioni globali per lo sviluppo del mercato del lavoro. E la prima Agenzia per il Lavoro

Dettagli

Carta di Qualità dell offerta formativa

Carta di Qualità dell offerta formativa Carta di Qualità dell offerta formativa Livello strategico Politica della Qualità della HOLLYWOON & FASHION SRL La HOLLYWOON & FASHION SRL definisce la propria politica della Qualità come segue: essere

Dettagli

Monitoraggio Programmi Triennali della Trasparenza e Delibera n. 2/2012. Aprile 2012

Monitoraggio Programmi Triennali della Trasparenza e Delibera n. 2/2012. Aprile 2012 Monitoraggio Programmi Triennali della Trasparenza e Delibera n. 2/2012 1 Aprile 2012 Le amministrazioni, in sede di prima adozione del Programma per la trasparenza e l integrità, hanno prestato una maggiore

Dettagli

Processo rispettato. Si rimanda alla visione dei risultati dei questionari di customer satisfaction. Gestione del colloquio informativo

Processo rispettato. Si rimanda alla visione dei risultati dei questionari di customer satisfaction. Gestione del colloquio informativo FATTORI DI QUALITA DEL SERVIZIO INFORMAGIOVANI Orario del servizio 5 giorni di apertura settimanale per un totale di 30 ore con possibilità di appuntamento negli orari di servizio Servizio operativo al

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona

CARTA DEI SERVIZI. SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona CARTA DEI SERVIZI SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona 1 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno degli strumenti che un organizzazione utilizza per dare informazioni sulle attività che

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità dell azienda è redatto in ottemperanza alle seguenti fonti normative: D.Lgs

Dettagli

Disciplinare sulla gestione dei reclami, suggerimenti e segnalazioni dei cittadini nei confronti dell Amministrazione Comunale di Ancona

Disciplinare sulla gestione dei reclami, suggerimenti e segnalazioni dei cittadini nei confronti dell Amministrazione Comunale di Ancona Disciplinare sulla gestione dei reclami, suggerimenti e segnalazioni dei cittadini nei confronti dell Amministrazione Comunale di Ancona Approvato con Delibera di Giunta n 372 del 9 ottobre 2012 Art. 1

Dettagli

COMUNE DI TICINETO. (Provincia di Alessandria) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. PERIODO 2014-2016

COMUNE DI TICINETO. (Provincia di Alessandria) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. PERIODO 2014-2016 COMUNE DI TICINETO (Provincia di Alessandria) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. PERIODO 2014-2016 Approvato con D.G.C. n. 10 del 31/01/2014 1. PREMESSA Il Decreto legislativo 14 marzo

Dettagli

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA ALLEGATO C PROVINCIA DI MANTOVA SETTORE RISORSE SVILUPPO ORGANIZZATIVO E AFFARI ISTITUZIONALI AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA 1 Mattiamoci la faccia: customer sui L ente ha già attivato un sistema di

Dettagli

Carta dei Servizi Biblioteca Civica

Carta dei Servizi Biblioteca Civica Carta dei Servizi Biblioteca Civica CS V1 Rev. 1 PRINCIPI FONDAMENTALI La biblioteca pubblica, servizio informativo e documentario di base della comunità, è un istituzione che concorre a garantire il diritto

Dettagli

PROMOZIONE LAVORO SERVIZI AL LAVORO

PROMOZIONE LAVORO SERVIZI AL LAVORO COOPERATIVA SOCIALE DI SOLIDARIETÀ PROMOZIONE LAVORO CARTA SERVIZI SERVIZI AL LAVORO Ente accreditato per la Formazione Superiore presso la Regione Veneto con Decreto 854 del 08/08/2003 Ente accreditato

Dettagli

LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO ARTISTICO REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI

LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO ARTISTICO REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI (Delibera del Consiglio d Istituto n 429 del 07/12/2012 ) (allegato 8 al Regolamento di Istituto) PREMESSA Il presente atto disciplina le modalità di esercizio del

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI del Centro Servizi CISL (C.S.C.) SRL Verona agg. 29/10/2015 PRINCIPI ISPIRATORI

CARTA DEI SERVIZI del Centro Servizi CISL (C.S.C.) SRL Verona agg. 29/10/2015 PRINCIPI ISPIRATORI Art.1 SCOPO DELLA CARTA PRINCIPI ISPIRATORI La Carta dei Servizi del Centro Servizi CISL s.r.l. informa ogni utente su: Allo stesso tempo, i cittadini e le cittadine possono verificare il livello qualitativo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Premessa PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma della P.A. impongono agli Enti Locali il controllo e la

Dettagli

COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013)

COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) All.B) COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione dell aggiornamento del Programma Triennale per la trasparenza

Dettagli

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane.

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO 1 SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE P R O G E T T O UFFICIO STAMPA E SUPPORTO UFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI 1 MOTIVAZIONI La funzione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione

Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' art. 10 d. lgs. 33/2013 Sommario Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione... 1 1. Procedimento di elaborazione

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA CITTA DI ORBASSANO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 Indice Premessa pag. 3 1. Riferimenti normativi pag. 3 2. Finalità del Programma pag. 3 3 Il sito istituzionale del

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (allegato Delibera Giunta n. 4 del 02.02.2015) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione del Programma Triennale per la

Dettagli

Comune di Azzate. Provincia di Varese. - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2

Comune di Azzate. Provincia di Varese. - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2 Comune di Azzate Provincia di Varese INDICE: - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2 - Le principali aree di erogazione del servizio URP------------------------p.

Dettagli

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF A cura del GAV 1 Cosa è stato fatto: Il GAV ha : - Somministrato a tutto il personale un questionario per la raccolta di informazioni in merito ai

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina

Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina Rev 02 del 31.12.07 File Carta dei servizi Pagina 1 di 10 Informazioni generali Informazioni generali La Carta dei Servizi

Dettagli

Carta dei servizi demografici

Carta dei servizi demografici Approvata con deliberazione Giunta Comunale n. 19 del 21/03/2013 Carta dei servizi demografici INDICE 1. Finalità della carta dei servizi 2. I servizi demografici (breve descrizione) 3. Accesso al servizio:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini

COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini Sistema di valutazione della performance individuale del personale dipendente Allegato 2 1 di 9 Oggetto della valutazione Il sistema di valutazione della performance

Dettagli