REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 480 del O G G E T T O

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 480 del O G G E T T O"

Transcript

1 REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 480 del O G G E T T O Approvazione del nuovo Atto Aziendale dell Azienda ULSS n. 6 Vicenza. Definizione delle modalità e dei tempi di applicazione. Proponente: Servizio Affari Legali e Amministrativi Generali Anno Proposta: 2014 Numero Proposta:

2 Il Direttore del Servizio Affari Legali e Amministrativi Generali riferisce: Con nota in data 30 gennaio 2014 (prot. 6259/Saleg) questa Azienda ULSS n. 6 ha trasmesso alla Direzione Regionale per l Area Sanità e Sociale la proposta di nuovo Atto Aziendale approvata con Deliberazione del Direttore Generale n. 52 del 29 gennaio 2014, in ottemperanza alla D.G.R. n del con la quale la Regione Veneto, nel recepire alcune modifiche di carattere innovativo richieste dalla V Commissione Consiliare e collegate all emanazione della D.G.R. n del relativa alle nuove schede di dotazione ospedaliera e territoriale, aveva ritenuto opportuno revocare la precedente D.G.R. n. 975 del , riapprovando le Linee Guida per la predisposizione dell atto aziendale ed assegnando alle aziende il nuovo termine del 31 gennaio 2014 per la trasmissione della proposta di nuovo atto alla Direzione Regionale per l Area Sanità e Sociale. Con nota in data 28 febbraio 2014 (prot /E.900) il Direttore Generale dell Area Sanità e Sociale, al termine dell istruttoria effettuata dai competenti uffici regionali in merito al contenuto della proposta di nuovo atto aziendale, ha chiesto a questa Azienda di inserire, nel testo dell atto medesimo, alcune modifiche. Con Deliberazione del Direttore Generale n. 251 del 03 aprile 2014 questa ULSS ha recepito tutte le osservazioni formulate con la predetta nota del 28 febbraio 2014, riapprovando il testo dell atto aziendale e dei suoi allegati e provvedendo quindi alla trasmissione della documentazione in Regione con nota del (prot /2014). Con nota in atti del 22 aprile 2014 la Direzione Regionale Controlli, Governo e Personale SSR ha trasmesso a questa Azienda copia del Decreto del Direttore dell Area Sanità e Sociale n. 76 del 17 aprile 2014, avente ad oggetto Approvazione dell atto aziendale dell ULSS n. 6 Vicenza. DGR n del 10 dicembre 2013 : con detto Decreto la Regione ha approvato, senza prescrizioni, il testo dell atto aziendale proposto da questa Azienda con Delibera 251/2014 e trasmesso all Area Sanità e Sociale con nota prot. n /2014. Va, peraltro, rappresentato che la Direzione Controlli, Governo e Personale del SSR ha segnalato, con nota a margine del succitato Decreto Dirigenziale n. 76/2014, che in base alla DGR 2271/2013 la Funzione Controllo Interno è una struttura dedicata, che opera in modo completamente autonomo, rapportandosi direttamente con la Direzione Strategica, per cui si ritiene che la previsione di un gruppo di lavoro permanente con funzioni di internal audit (previsione contenuta nella proposta di atto aziendale approvata con precitata Delibera 251/20014) non sia coerente con le prescrizioni della succitata D.G.R.. Posto quanto sopra, si ritiene di recepire detta indicazione, modificando il testo dell Allegato n. 11 dell Atto aziendale ( Articolazione ed attuazione della Funzione di Controllo Interno nell ambito dell ULSS n. 6 Vicenza ) nei termini richiesti dalla Regione. Inoltre, facendo seguito alle intenzioni espresse nella proposta di atto aziendale trasmessa alla Regione e da quest ultima approvata, è volontà della Direzione aziendale di istituire, in sostituzione dei tre dipartimenti amministrativi previsti dal precedente atto aziendale, due nuovi dipartimenti amministrativi così denominati: Dipartimento Area giuridico-economica, comprendente il Servizio Risorse Umane e Relazioni Sindacali, il Servizio Finanziario e Fiscale, il Servizio Affari Legali e Amministrativi Generali, 2

3 il Servizio per il controllo di gestione e la Direzione amministrativa ospedaliera e per le strutture private accreditate; Dipartimento Area tecnica ed acquisti, comprendente il Servizio Approvvigionamenti, il Servizio Appalti e Public E-Procurement, il Servizio Tecnico Patrimoniale Progetti e Logistica e il Servizio per l Informatica Generale e l Ingegneria Clinica. Corre l obbligo di precisare, peraltro, che allo stato attuale non sussistono le condizioni giuridiche ed organizzative per una applicazione del nuovo atto aziendale nella sua interezza, motivo per cui risulta indispensabile avviare una fase di transizione che consenta di dare attuazione al medesimo con gradualità, nel rispetto delle norme generali e contrattuali e delle procedure aziendali in materia di nomine ed incarichi. In quest ottica si intende approvare il documento denominato Tabella esplicativa degli effetti del nuovo atto aziendale rispetto all organizzazione preesistente e relativa tempistica, nel quale sono descritti tempi e modalità di attuazione delle modifiche introdotte dal nuovo atto aziendale rispetto all assetto organizzativo preesistente. In particolare, nel documento in questione, che contempla unicamente le strutture oggetto di modifica ad opera del nuovo atto di organizzazione, sono riportati la denominazione della struttura interessata (colonna 1), la descrizione degli effetti del nuovo atto aziendale su detta struttura (colonna 2), la decorrenza di tali effetti (colonna 3) e le conseguenze del nuovo assetto organizzativo rispetto agli incarichi dirigenziali (colonna 4). Nell ambito della fase di transizione di cui si è detto sopra, l Azienda procederà a realizzare le condizioni organizzative e normative necessarie a garantire la piena operatività del nuovo atto aziendale nei termini seguenti: A. avvio delle procedure per la nomina dei componenti dei nuovi comitati di dipartimento ospedalieri e dei nuovi direttori di dipartimento ospedalieri; nelle more della conclusione delle procedure in questione l attività di coordinamento svolta dai direttori di dipartimento è garantita dal Direttore dell UOC di Direzione Medica, funzione organizzativo-gestionale; B. avvio delle procedure per la nomina dei componenti dei nuovi comitati di dipartimento amministrativi e dei nuovi direttori di dipartimento amministrativi; nelle more della conclusione delle procedure in questione l attività di coordinamento svolta dai direttori di dipartimento è garantita dal Direttore Amministrativo; C. avvio delle procedure per la nomina dei nuovi coordinatori di dipartimento; D. avvio delle procedure per il conferimento degli incarichi di direzione delle UU.OO.CC. di nuova istituzione e di quelle prive di titolare; E. avvio delle procedure per la nomina dei Responsabili delle UOS-VD di nuova istituzione attraverso selezione interna per titoli e colloqui; F. avvio delle trattative sindacali preordinate alla revisione dei contratti integrativi aziendali per l Area della dirigenza medico-veterinaria e per l Area della dirigenza SPTA nella parte relativa alle modalità di conferimento degli incarichi; 3

4 G. avvio delle trattative sindacali finalizzate alla rigraduazione delle funzioni; H. avvio delle procedure per la nomina del Direttore del Dipartimento di Prevenzione, il cui incarico è scaduto a seguito dell insediamento del nuovo Direttore Generale avvenuto in data e successivamente prorogato; nelle more della conclusione della procedure in questione l incarico viene ulteriormente prorogato sino alla nuova nomina; I. avvio delle procedure per la nomina del Direttore del Dipartimento di Salute Mentale, il cui incarico è scaduto e successivamente prorogato; nelle more della conclusione della procedura in questione l incarico viene ulteriormente prorogato sino alla nuova nomina; J. avvio delle procedure per la nomina del Direttore del Dipartimento per le Dipendenze; nelle more della conclusione della procedura in questione l incarico, da ultimo prorogato con delibera n. 270/2014, viene ulteriormente prorogato sino alla nuova nomina; K. ricognizione complessiva delle Unità Operative Semplici, degli incarichi di alta specializzazione e degli incarichi di posizione organizzativa, il tutto finalizzato ad una revisione in termini qualiquantitativi dei medesimi; nelle more della conclusione di detta revisione vengono confermati le strutture e gli incarichi attualmente esistenti e risultanti dagli allegati n. 3, 4 e 5 della presente delibera. Da ultimo, al fine di assicurare la piena e completa attuazione del nuovo atto aziendale, la Direzione strategica intende incaricare gli attuali Responsabili delle strutture aziendali di porre in essere tutte le attività e le iniziative necessarie a favorire il passaggio dall attuale assetto organizzativo a quello delineato nel nuovo atto aziendale nel più breve tempo possibile. Alla luce di quanto sin qui esposto, si propone di procedere all approvazione del nuovo atto aziendale, dandovi applicazione nei modi e nei tempi sin qui descritti. Il medesimo Direttore ha attestato l avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in relazione alla sua compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale in materia; I Direttori Amministrativo, Sanitario e dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale hanno espresso il parere favorevole per quanto di rispettiva competenza. Sulla base di quanto sopra IL DIRETTORE GENERALE DELIBERA 1. di approvare il nuovo Atto Aziendale dell U.L.SS. n. 6 Vicenza (parte descrittiva e n. 13 allegati) nel testo allegato alla presente deliberazione di cui costituisce parte integrante ed essenziale (allegato 1); 4

5 2. di approvare il documento denominato Tabella esplicativa degli effetti del nuovo atto aziendale rispetto all organizzazione preesistente e relativa tempistica, allegato alla presente deliberazione di cui costituisce parte integrante ed essenziale (allegato 2); 3. di avviare le procedure descritte in premessa ai punti da A. a K., nei termini e con le modalità ivi previsti che qui si intendono integralmente riportati; 4. di confermare, nelle more della conclusione della procedura di revisione di cui al punto I. delle premesse, le Unità Operative Semplici e i relativi incarichi dirigenziali indicati nell elenco allegato alla presente delibera quale sua parte integrante ed essenziale (allegato 3); 5. di confermare, nelle more della conclusione della ricognizione di cui al punto I. delle premesse, gli incarichi di alta specializzazione indicati nell elenco allegato alla presente delibera quale sua parte integrante ed essenziale (allegato 4); 6. di confermare, nelle more della conclusione della ricognizione di cui al punto I. delle premesse, gli incarichi di posizione organizzativa dell area del Comparto indicati nell elenco allegato alla presente delibera quale sua parte integrante ed essenziale (allegato 5); 7. di stabilire, al fine di garantire una continuità nell esercizio delle attività anche oltre la fase di transizione, che in caso di vacanza dell incarico di direzione del Dipartimento di Prevenzione, di direzione dei dipartimenti afferenti all Area ospedaliera, di direzione dei dipartimenti afferenti all Area del Territorio e di direzione dei dipartimenti afferenti all Area amministrativa, l attività di coordinamento delle UU.OO. afferenti a detti dipartimenti è assicurata, rispettivamente, dal Direttore Sanitario, dal Direttore unico della funzione ospedaliera, dal Direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale e dal Direttore Amministrativo; 8. di incaricare i Responsabili delle strutture aziendali di porre in essere tutte le attività e le iniziative necessarie a favorire il passaggio dall attuale assetto organizzativo a quello delineato nel nuovo atto aziendale più breve tempo possibile; 9. di pubblicare la presente deliberazione all albo on line dell Azienda. ***** 5

6 Parere favorevole, per quanto di competenza: Il Direttore Amministrativo (F.to per Dr. Roberto Toniolo Dr.ssa Maria Zanandrea) Il Direttore Sanitario (F.to Dr. Francesco Buonocore) Il Direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale (F.to Dr. Paolo Fortuna) IL DIRETTORE GENERALE (F.to Ing. Ermanno Angonese) Il presente atto è eseguibile dalla data di adozione. Il presente atto è proposto per la pubblicazione all Albo on-line dell Azienda con le seguenti modalità: Oggetto e contenuto Copia del presente atto viene inviato in data odierna al Collegio Sindacale (ex art. 10, comma 5, L.R , n. 56). IL RESPONSABILE PER LA GESTIONE ATTI DEL SERVIZIO AFFARI LEGALI E AMMINISTRATIVI GENERALI Vicenza, Copia conforme all originale, composta di n. amministrativo. Vicenza, fogli (incluso il presente), rilasciata per uso IL RESPONSABILE PER LA GESTIONE ATTI DEL SERVIZIO AFFARI LEGALI E AMMINISTRATIVI GENERALI 6

7 Prot. N AL DIRETTORE GENERALE Le trasmetto con proposta di adozione l allegato schema di delibera, la cui premessa costituisce la relazione-proposta di questo Servizio/Ufficio. Attesto l avvenuta regolare istruttoria della pratica e la sua compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale disciplinante la materia e/o la fattispecie. OGGETTO DELLA DELIBERAZIONE Approvazione del nuovo Atto Aziendale dell Azienda ULSS n. 6 Vicenza. Definizione delle modalità e dei tempi di applicazione. Vicenza, Il Direttore/Dirigente Si attesta la congruità del presente atto agli indirizzi e obiettivi dipartimentali. Data Il presente atto è pervenuto al Servizio Finanziario e Fiscale. La presente proposta è stata correttamente imputata al conto. Data Il presente atto è pervenuto al: Il Direttore del Dipartimento Il Direttore del Servizio - Direttore Amministrativo il - Direttore Sanitario il - Direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale il Note: Gestione Atti del Servizio Affari Legali e Amministrativi Generali Si attesta che la presente proposta di delibera è pervenuta a questa Sezione da parte del Servizio proponente il giorno Il Responsabile Adottato il al n. Il Responsabile ========================================================================= 7