PROGRAMMI CORSI A.A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI CORSI A.A. 2010-2011"

Transcript

1 PROGRAMMI CORSI A.A I PROGRAMMI DEI CORSI MANCANTI VERRANNO COMUNICATI NON APPENA RESI DISPONIBILI DAI DOCENTI. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI PRIMA DI PREPARARE E SOSTENERE GLI ESAMI DEVONO PRENDERE CONTATTO CON I DOCENTI. E' CONSIGLIABILE CONTATTARE I DOCENTI ANCHE PRIMA DI RECARSI PRESSO LA SEDE DEL RICEVIMENTO. SEGUE L ELENCO DEI DOCENTI E DEI CORSI IN ORDINE ALFABETICO PER DOCENTE: COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE A.A AMICARELLI FERNANDA INDIRIZZO (per i Docenti strutturati, indicare l ubicazione della propria stanza all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA DI BASE ED APPLICATA (COPPITO I, 4 PIANO) PROFESSORE ORDINARIO MATERIA D INSEGNAMENTO ORARIO DI RICEVIMENTO RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI BIOLOGIA APPLICATA ALL ATTIVITA PSICHICA 0862/ BREVE CURRICULUM VITAE Fernanda Amicarelli è laureata in Scienze Biologiche. Ricercatore universitario nel SSD BIO-13 (Biologia Applicata) fino a Marzo 2002, presso la facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell Università degli Studi di L Aquila Dal 1 marzo 2002 viene inquadrata nel ruolo di professore di II fascia nel SSD BIO-13 (Biologia Applicata) presso la Facoltà di Scienze MM FF NN dell Università degli Studi di L Aquila. Dal 1 Agosto 2005 Fernanda Amicarelli si trasferisce nella neo-attivata Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi di L Aquila. Dal 1 ottobre 2006 Fernanda Amicarelli è Professore Ordinario nel SSD BIO-13 (Biologia Applicata), presso la Facoltà di Psicologia dell Ateneo Aquilano. Le sue ricerche riguardano principalmente lo studio dei meccanismi molecolari alla base di deficit cognitivi età dipendenti e della infertilità. Insegna nel corso di laurea triennale in Scienze Psicologiche Applicate (Indirizzo Psicobiologia del Comportamento) nei seguenti corsi: Biologia Applicata all Attività Psichica e nel corso integrato Psiconeuroendocrinologia e Genetica del Comportamento modulo Biologia e Genetica del comportamento. E inoltre docente nel corso integrato Neurobiologia Cellulare e Psicofarmacologia, modulo Basi cellulari e molecolari della cognizione presso la laurea magistrale in Psicologia Applicata, Clinica e della Salute Indirizzo Neuroscienze Cognitive. PROGRAMMA DEL CORSO D INSEGNAMENTO

2 (con l indicazione dei libri di testo consigliati) MODULO: BIOLOGIA APPLICATA La cellula come unità strutturale e funzionale della materia vivente. Cellule procariotiche ed eucariotiche. Organismi mono- e pluricellulari. Compartimentazione della cellula eucariotica. La membrana plasmatica: struttura e funzioni. Meccanismi di trasporto di membrana. Esocitosi ed endocitosi. I mitocondri: struttura e funzioni. Il reticolo endoplasmatico. L apparato di Golgi. Il citoscheletro. Il nucleo. La matrice extracellulare. Gli acidi nucleici. Testi consigliati: Chieffi et alli (2000). Biologia e Genetica. Ed. EdiSES. Solomon et al. (V edizione) Elementi di Biologia Ed. EDISES Per approfondimenti: Alberts et alii (2005). L essenziale di biologia molecolare della cellula. Bologna: Ed. Zanichelli. MODULO: BASI PSICOBIOLOGICHE DELL ATTIVITA MOTORIA E BASI PSICOBIOLOGICHE DELL ATTIVITA PSICHICA Comunicazioni cellulari. Recettori. Meccanismi di trasduzione del segnale. La biologia del neurone e delle cellule della glia. I canali ionici. Le basi molecolari del potenziale di membrana a riposo. I canali voltaggio dipendenti e l'insorgenza del potenziale d azione. La trasmissione sinaptica. Sinapsi elettriche, le giunzioni comunicanti: ultrastruttura e funzione. Sinapsi chimiche: struttura e funzione. Vescicole sinaptiche e meccanismo di rilascio dei neurotrasmettitori. Genesi del potenziale post-sinaptico. Neurotrasmettiori eccitatori e neurotrasmettitori inibitori. Recettori ionotropici e recettori metabotropici:ultrastruttura e funzione. La trasmissione sinaptica controllata da secondi messaggeri. Plasticità sinaptica: modificazione a breve termine dell efficacia sinaptica, sensibilizzazione e depressione sinaptica. Meccanismi di liberazione dei neurotrasmettitori. Messaggeri chimici: neurotrasmettitori a basso peso molecolare e peptidi. Le basi nervose della percezione e del movimento. Testi consigliati: D. Purves et al. NEUROSCIENZE (Terza edizione italiana condotta sulla quarta edizione americana) Zanichelli E.R. Kandel, J.h. Schwartz, T.M. Jessel "PRINCIPI DI NEUROSCIENZE" Editore: CEA (Testo di consultazione)

3 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE A.A AMICARELLI FERNANDA INDIRIZZO (per i Docenti strutturati, indicare l ubicazione della propria stanza all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA DI BASE ED APPLICATA (COPPITO I, 4 PIANO) PROFESSORE ORDINARIO MATERIA D INSEGNAMENTO BASI CELLULARI E MOLECOLARI DELLA COGNIZIONE ORARIO DI RICEVIMENTO Mercoledì dalle 15,00 alle 16,30. RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI 0862/ BREVE CURRICULUM VITAE Fernanda Amicarelli è laureata in Scienze Biologiche. Ricercatore universitario nel SSD BIO-13 (Biologia Applicata) fino a Marzo 2002, presso la facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell Università degli Studi di L Aquila Dal 1 marzo 2002 viene inquadrata nel ruolo di professore di II fascia nel SSD BIO-13 (Biologia Applicata) presso la Facoltà di Scienze MM FF NN dell Università degli Studi di L Aquila. Dal 1 Agosto 2005 Fernanda Amicarelli si trasferisce nella neo-attivata Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi di L Aquila. Dal 1 ottobre 2006 Fernanda Amicarelli è Professore Ordinario nel SSD BIO-13 (Biologia Applicata), presso la Facoltà di Psicologia dell Ateneo Aquilano. Le sue ricerche riguardano principalmente lo studio dei meccanismi molecolari alla base di deficit cognitivi età dipendenti e della infertilità. Insegna nel corso di laurea triennale in Scienze Psicologiche Applicate (Indirizzo Psicobiologia del Comportamento) nei seguenti corsi: Biologia Applicata all Attività Psichica e nel corso integrato Psiconeuroendocrinologia e Genetica del Comportamento modulo Biologia e Genetica del comportamento. E inoltre docente nel corso integrato Neurobiologia Cellulare e Psicofarmacologia, modulo Basi cellulari e molecolari della cognizione presso la laurea magistrale in Psicologia Applicata, Clinica e della Salute Indirizzo Neuroscienze Cognitive.

4 PROGRAMMA DEL CORSO Biologia cellulare degli elementi che compongono il sistema nervoso (neuroni, glia, cellule ependimali, endotelio, altre cellule specializzate) Comunicazione e trasmissione di segnali tra cellule del sistema nervoso; caratteristiche morfo-funzionali delle giunzioni sinaptiche, cross-talk paracrino e iustacrino glia-glia e glia-neurone Neurodegenerazione e possibilita di riparazione del tessuto e della funzione nervosa: apoptosi.e cellule staminali Le neurotrofine ed i meccanismi di trasduzione del segnale da esse indotti.. Principali tecniche utilizzate in laboratori di neurobiologia: colture primarie neuronali a breve termine; colture di linee cellulari neuronali e astrocitarie; tecniche per lo studio dell espressione genica.. Attivita' seminariale: gli studenti presenteranno a turno uno-due articoli tratti dalla letteratura scientifica recente da concordare con il docente, la valutazione della presentazione concorrera' al voto finale. Testi consigliati: D. Purves et al. NEUROSCIENZE (Terza edizione italiana condotta sulla quarta edizione americana) Zanichelli E.R. Kandel, J.h. Schwartz, T.M. Jessel "PRINCIPI DI NEUROSCIENZE"Editore: CEA (Testo di consultazione)

5 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE - A.A BISTI SILVIA INDIRIZZO AL QUALE INVIARE EVENTUALI COMUNICAZIONI (per i Docenti strutturati, indicare, ove possibile, l ubicazione della propria sede all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA Coppito II (terzo piano B4-11) PO CORSO DI LAUREA ED INDIRIZZO MATERIA D INSEGNAMENTO (corso e/o laboratorio) Sviluppo del sistema nervoso ORARIO DI RICEVIMENTO Mercoledi RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI / BREVE CURRICULUM VITAE Laurea in Scienze Biologiche, Università degli Studi di Pisa : Assistente "ad horas" presso l'istituto di Fisiologia Umana dell'università degli Studi di Pisa. dal 1971: Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l'istituto di Neurofisiologia del C.N.R.- Pisa : Capo Reparto del Reparto Comportamento dell'istituto di Neurofisiologia del C.N.R. - Pisa :Primo Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l'istituto di Neurofisiologia del C.N.R.- Pisa (ottobre-dicembre) Direttore Sostituto dell'istituto di Neurofisiologia del C.N.R. - Pisa Professore Straordinario di Fisiologia (ragr. E04A) Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di L Aquila Professore Ordinario di Fisiologia (BIO 09) Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di L Aquila presente Professore Ordinario di Fisiologia (BIO 09) Facoltà di Biotecnologie, Università di L Aquila presente Preside della Facoltà di Biotecnologie Soggiorni all'estero per collaborazione scientifica "Institut fuer Hirnforschung" dell'università di Zurigo (Svizzera). Borsa E.T.P., Dr. M.C. Hepp (Permanenza 1 mese) "Department of Anatomy" dell'università della Pennsylvania, Philadelphia (U.S.A.). Borsa della Sloan Foundation. Prof. J.M. Sprague "Neuroanatomical Laboratory" del Max-Planck-Institut fuer Psychiatrie, Muenchen (Rep. Fed. Ted.). Borsa E.T.P. Ha collaborato con il Prof. H. Hollaender.

6 1982 "Neuroanatomical Laboratory" del Max-Planck-Institut fuer Psychiatrie, Muenchen (Repubblica Federale Tedesca). Visiting scientist. Ha collaborato con il Prof. H. Hollaender 1984 "Institut d'anatomie" dell'università di Losanna (Svizzera). Visiting scientist. Ha collaborato con il Prof. G.M. Innocenti 1985 "Department of Psychology" dell'università della California, Davis (U.S.A.). Visiting scientist. Ha collaborato con il Prof. L. Chalupa 1987 "Department of Physiology" Johns Hopkins Medical School, Baltimora (U.S.A.). Ha collaborato con il Prof. G.F. Poggio 1997 "Center for Neuroscience" dell'università della California, Davis (U.S.A.). Visiting scientist. Ha collaborato con il Prof. L. Chalupa. 1998(settembre) (ottobre-marzo) 2002 (febbraio) NSW Retinal Dystrophy Research Center, Dept. of Anatomy and Histology, University of Sydney. Ha collaborato con il Prof. J. Stone (febbraio-marzo) ARC Centre of Excellence in Visual Science CNS Stability and Degeneration Group Research School of Biological Sciences The Australian National University, Canberra (Prof. J. Stone) 2009 ARC Centre of Excellence in Vision and Save Sight Institute and Discipline of Physiologygy University of Sydney (Prof. J. Stone and Dr. D. Protti) E' stata invitata a partecipare a numerosi simposi nazionali ed internazionali, ha diretto il XIX Corso della Scuola Internazionale di Biofisica, Erice, E stata referee di progetti di ricerca e di lavori scientifici per riviste internazionali di largo impatto. Dal 2005 è partner del ARC Center of Excellence in Visual Science AU Interessi scientifici: studio del sistema visivo e dei meccanismi di analisi e trasduzione dell informazione dalla retina alle aree corticali. Studio dei meccanismi di sviluppo pre e postnatale. Studio dei meccanismi neuro degenerativi retinici ed applicazione di strategie neuro protettive in modelli animali ed in pazienti. PROGRAMMA DEL CORSO Induzione e formazione della struttura neurale; Neurogenesi e migrazione cellulare; Determinazione cellulare; Coni di crescita, formazione delle sinapsi, morte programmata, fattori neurotrofici, esperienza precoce e periodi critici nello sviluppo delle varie modalità sensoriali (vista, udito, gusto, olfatto, somatosensoriale). Principi di apprendimento durante lo sviluppo. LIBRI DI TESTO CONSIGLIATI Kandell Schwartz Jessel Fondamenti delle neuroscienze e del comportamento Purves Augustine Fitzpatrick Katz LaMantia McNamara Neuroscienze Zigmond Bloom Landis Roberts Squire Sviluppo del Sistema Nervoso

7 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE A.A. 2010/2011 BRASINI MAURIZIO INDIRIZZO (per i Docenti strutturati, indicare l ubicazione della propria stanza all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA DOCENTE A CONTRATTO MATERIA D INSEGNAMENTO ORARIO DI RICEVIMENTO PER STUDENTI PSICOTERAPIA INDIVIDALE E TEORIA DEL CAMBIAMENTO PRIMA O DOPO L ORARIO DELLE LEZIONI BREVE CURRICULUM VITAE Laurea in psicologia sperimentale Dottorato in psicologia generale e sperimentale Specializzazione in psicoterapia ad orientamento sistemico-relazionale Esperienza didattica pluriennale Consulente in marketing e ricerche di mercato. PROGRAMMA DEL CORSO D INSEGNAMENTO (con l indicazione dei libri di testo consigliati) Il corso intende stimolare una riflessione sulla psicoterapia in una prospettiva storico-critica. A tal fine, si propone una analisi comparativa dei principali orientamenti psicoterapeutici e delle concezioni ad essi sottese: dell uomo, dell apparato psichico, del suo sviluppo, del suo funzionamento normale e patologico, delle modalita di intervento terapeutico (cura) e della concezione di cambiamento che esso propone. Il testo di esame e il seguente: Lorenzo Cionini (a cura di) Psicoterapie - modelli a confronto Ed. Carocci. Ulteriori letture facoltative per approfondimenti tematici saranno indicate durante lo svolgimento delle lezioni.

8 SCHEDA DOCENTE - A.A COGNOME E NOME INDIRIZZO AL QUALE INVIARE EVENTUALI COMUNICAZIONI (per i Docenti strutturati, indicare, ove possibile, l ubicazione della propria sede all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA CASALBORE ALESSANDRA Docente a contratto CORSO DI LAUREA ED INDIRIZZO MATERIA D INSEGNAMENTO (corso e/o laboratorio) ORARIO DI RICEVIMENTO PER STUDENTI CLT in Scienze Psicologiche Applicate Pedagogia interculturale Prima e dopo l orario di lezione BREVE CURRICULUM VITAE Alessandra Casalbore (1981) ha conseguito, nel 2010, un dottorato in pedagogia presso l'università degli Studi di Roma Tre. Presso la stessa Università collabora con il CREIFOS (Centro di ricerca sull'educazione interculturale e la formazione allo sviluppo) e con la cattedra di Pedagogia sociale. I suoi interessi vertono principalmente sul campo di studi della pedagogia interculturale e dell'educazione degli adulti. Ha pubblicato diversi articoli e saggi sui temi dell'integrazione degli studenti stranieri nella scuola italiana. Programma del corso PROGRAMMA DEL CORSO Introduzione alla pedagogia interculturale: origini, sviluppi, teorie e metodi. L emigrazione italiana e l immigrazione in Italia: due storie a confronto. L educazione interculturale nella scuola italiana. Società multiculturale e società interculturale. La revisione del curriculum scolastico in una prospettiva interculturale. Diversi modelli di integrazione: assimilazione, coesistenza, convivenza da partner. Etnicità e cultura. Il razzismo. La scuola e la diversità delle culture. La doppia identità degli studenti stranieri.

9 LIBRI DI TESTO CONSIGLIATI (corso da 6 cfu) - A. Sayad, La doppia assenza. Dalle illusioni dell'emigrato alla sofferenza dell'immigrato, Cortina, Milano, 2002; - M. Fiorucci (a cura di), Una scuola per tutti. Idee e proposte per una didattica interculturale delle discipline, Franco-Angeli, Milano, 2008; - P. A. Taguieff, Il razzismo. Pregiudizi, teorie, comportamenti, Cortina, Milano, (corso da 4 cfu) - M. Fiorucci (a cura di), Una scuola per tutti. Idee e proposte per una didattica interculturale delle discipline, Franco-Angeli, Milano, 2008; - P. A. Taguieff, Il razzismo. Pregiudizi, teorie, comportamenti, Cortina, Milano, Di seguito le modalità in cui sarà svolto l esame di: Pedagogia interculturale: Test scritto composto da 32 domande a risposta chiusa (per ogni domanda sono previste 4 risposte, di cui solo una giusta). Tempo per la compilazione del compito: 45 minuti. Valutazione: ogni risposta corretta è un punto, la risposta sbagliata o mancante vale 0 punti. Per avere la lode occorre rispondere correttamente a 31 o 32 domande. È possibile incrementare il voto finale con una tesina facoltativa. La tesina è un resoconto ragionato di una esperienza interculturale o un saggio critico su uno degli argomenti trattati nei testi. La tesina deve essere un lavoro di gruppo, lunghezza massima 10 cartelle. Votazione tesina: 0-3 punti. La tesina deve essere consegnata almeno 10 giorni prima dalla data in cui si vuole sostenere l esame. Pedagogia della marginalità e della devianza: Chi porta il programma dell anno scorso del Prof. Puglielli, nella sessione di giugno luglio, sosterà l esame oralmente. Chi porta il programma di questo anno di Pedagogia interculturale deve attenersi alle indicazioni sopradescritte. Per qualsiasi dubbio o perplessità potete contattare la docente tramite o la Dott.ssa Veronica Riccardi (cultrice della materia):

10 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE - A.A CATALDI MADONNA LUIGI INDIRIZZO AL QUALE INVIARE EVENTUALI COMUNICAZIONI (per i Docenti strutturati, indicare, ove possibile, l ubicazione della propria sede all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA Facoltà di Psicologia - Coppito Professore ordinario CORSO DI LAUREA ED INDIRIZZO MATERIA D INSEGNAMENTO (corso e/o laboratorio) ORARIO DI RICEVIMENTO RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI Triennale Filosofia e teoria del linguaggio Dopo le lezioni BREVE CURRICULUM VITAE Laurea nel Soggiorno di ricerca in Germania dal 1982 al 1988 con diverse borse di studio. Ricercatore nel Professore associato nel 2000 e professore ordinario nel Docente di Storia della filosofia nella Facoltà di Psicologia dell Università dell Aquila dal Ermeneutiche a confronto: PROGRAMMA DEL CORSO nel corso saranno passate in rassegna alcune concezioni-modello riguardo alla natura e al funzionamento dell interpretazione: dall interpretazione come condizione esistenziale dell uomo all interpretazione come tecnologia per la comprensione di testi e discorsi; dall ermeneutica filosofica all intenzionalismo. Testo per l esame: AA. VV., Ermeneutica, Milano, Cortina Editore, 2003

11 COGNOME E NOME INDIRIZZO AL QUALE INVIARE EVENTUALI COMUNICAZIONI (per i Docenti strutturati, indicare, ove possibile, l ubicazione della propria sede all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA SCHEDA DOCENTE - A.A CATALDI MADONNA LUIGI DI GREGORIO MARIO Facoltà di Psicologia - Coppito Professori ordinari CORSO DI LAUREA ED INDIRIZZO MATERIA D INSEGNAMENTO (corso e/o laboratorio) ORARIO DI RICEVIMENTO RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI C.L. Magistrale Fondamenti di etica e deontologia professionale Prof. Cataldi Madonna: dopo le lezioni Prof. Di Gregorio: Per appuntamento Prof. Cataldi Madonna: Prof. Di Gregorio: Prof. Cataldi Madonna: BREVE CURRICULUM VITAE Prof. Di Gregorio: (raggiungibile anche su facebook) Prof. Luigi Cataldi Madonna: Laurea nel Soggiorno di ricerca in Germania dal 1982 al 1988 con diverse borse di studio. Ricercatore nel Professore associato nel 2000 e professore ordinario nel Docente di Storia della filosofia nella Facoltà di Psicologia dell Università dell Aquila dal Prof. Mario Di Gregorio Prof Ordinario di Storia della Scienza, Univ. L Aquila, Visiting Professor, Univerity of Cape Town, Sudafrica. Pubblicazioni prevalentemente in inglese su Darwin, evoluzionismo, opera lirica. PROGRAMMA DEL CORSO

12 LIBRI DI TESTO CONSIGLIATI I testi per il corso di Fondamenti di etica del prof Cataldi Madonna sono: John Stuart Mill Utilitarismo e Saggio sulla liberta ; Cesare Beccaria Dei delitti e delle pene

13 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE - A.A CATALUCCI ALESSIA INDIRIZZO AL QUALE INVIARE EVENTUALI COMUNICAZIONI (per i Docenti strutturati, indicare, ove possibile, l ubicazione della propria sede all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA Docente a contratto CORSO DI LAUREA ED INDIRIZZO MATERIA D INSEGNAMENTO (corso e/o laboratorio) ORARIO DI RICEVIMENTO Psicologia applicata, clinica e della salute, indirizzo Neuroscienze cognitive modulo di Tecniche di neuroimmagine, corso integrato Tecniche applicate alle neuroscienze cognitive RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI BREVE CURRICULUM VITAE - Laureata in Medicina e Chirurgia presso l'università degli Studi dell'aquila il 28 Settembre 1995, con votazione di 110/110 e lode. - Abilitata all'esercizio della professione di Medico Chirurgo nel Maggio 1996, presso l'università degli Studi dell'aquila. - Ha conseguito la specializzazione in Radiodiagnostica e Scienze delle Immagini con votazione 50/50 e lode, il 5 Novembre 1999, presso l'università degli Studi dell Aquila. - Dirigente Medico ex I livello della disciplina di Radiologia dal 16 Giugno 2000 a tutt'oggi, ove presta servizio presso l U.O.C. di Neuroradiologia del PO San Salvatore dell Aquila.. - Docente presso la Scuola di Specializzazione di Radiodiagnostica e Scienze delle Immagini dell Università degli Studi di L Aquila dall A.A. 2002/ Ha conseguito il Master di II livello in Neuroradiologia presso L Università degli Studi dell Aquila nell AA Ha conseguito il titolo di Fellowship in Neuroradiology presso la European Society of Neuroradiology/ European School of Neuroradiology il 5 Ottobre Autore e coautore di 148 tra pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e abstract; coautore di 2 monografie. PROGRAMMA DEL CORSO Le radiazioni: principi fisici e caratteristiche delle radiazioni utilizzate in diagnostica per immagini: radiazioni ionizzanti e non ionizzanti. Caratteristiche essenziali delle principali tecniche e metodiche utilizzate in diagnostica per immagini. La Risonanza Magnetica morfologica e funzionale. principi fisici; cenni di anatomia dell encefalo e anatomia funzionale dell encefalo.

14 Tecniche di elaborazione di RM funzionale. Applicazioni di RM funzionale. Il materiale didattico verrà prodotto a lezione. LIBRI DI TESTO CONSIGLIATI

15 SCHEDA DOCENTE A.A COGNOME E NOME CIFONE MARIA GRAZIA INDIRIZZO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA (per i Docenti strutturati, indicare l ubicazione SALUTE COPPITO II della propria stanza all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA PROFESSORE ORDINARIO SSD MED/04 PATOLOGIA GENERALE MATERIA D INSEGNAMENTO CL Triennale Corso di Psiconeuroimmunologia ORARIO DI RICEVIMENTO MARTEDI : ORE RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM BREVE CURRICULUM VITAE Cognome: CIFONE Nome: MARIA GRAZIA Data di nascita: 5 novembre 1956 Luogo di nascita: CARACAS (Venezuela) Posizione attuale: professore ordinario di Patologia Generale (MED/04), Facolta' di Medicina e Chirurgia, Universita' degli Studi di L'Aquila diploma di Maturita' Scientifica presso il Liceo Scientifico "Venezuela" (Caracas) si iscrive al primo anno del corso di laurea in Scienze Biologiche presso l'universita' degli Studi di L'Aquila. 1975/78 studentessa interna presso l'istituto di Biologia Generale dell'universita' degli Studi di L'Aquila Laurea in Scienze Biologiche con voti 110/110 e lode presso l'universita' degli Studi di L'Aquila, discutendo una tesi sperimentale, relatore Prof. D. Botti. 1979/81 Tirocinio pratico presso l'istituto di Patologia Generale della Facolta' di Medicina e Chirurgia dell'universita' di L'Aquila, diretto dal Prof. P.U. Angeletti Iscrizione all'ordine Nazionale dei Biologi Vincitrice del concorso a Ricercatore Universitario, per il gruppo discipline n. F04A, presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell'universita' degli Studi di L'Aquila Ottiene la conferma nel ruolo di Ricercatore Universitario Vincitrice del Concorso a Professore Associato per il gruppo F04A di Immunopatologia, posto che ricopre tuttora presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'università di L'Aquila Direttore della Scuola Diretta a Fini Speciali per Dirigenti e Docenti di Scienze Infermieristiche 1996 Ottiene la conferma nel ruolo di Professore Associato Vincitrice del Concorso a Professore Ordinario per il SSD MED/04, posto che ricopre tuttora presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di L Aquila 1998/99 Presidente del Diploma Universitario in Scienze Infermieristiche Presidente del Corso di Laurea in Infermieristica 2002 Ottiene la conferma nel ruolo di Professore Ordinario per il SSD MED/ Eletta Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia per il triennio Eletta nuovamente Preside della Facoltà di Medicina e chirurgia per il quadriennio

16 2007/ /2011. ATTIVITA SCIENTIFICA PRINCIPALI LINEE DI RICERCA: Principali linee di ricerca: 1) Studio degli effetti delle radiazioni elettromagnetiche a frequenza estremamente bassa sui sistemi biologici 2) Studio degli effetti di metalli pesanti sul sistema immunitario umano 3) Caratterizzazione del segnale apoptotico in numerosi sistemi cellulari, normali o trasformati, in seguito a stimoli diversi (anticorpi monoclonali diretti verso strutture di superficie, citochine, glucocorticoidi). 4) Ruolo dell ossido nitrico nell attivazione, nelle funzioni e nella regolazione di cellule, normali e trasformate, del sistema immunitario. 5) Caratterizzazione dei meccanismi alla base degli effetti anti-infiammatori e anti-tumorali in vitro e in vivo di numerosi agenti farmacologici. 6) Ruolo dell apoptosi nell AIDS e nelle patologie infiammatorie croniche dell intestino. 7) Caratterizzazione biomolecolare di gliomi umani ad elevato grado di malignità: potenziali applicazioni di nuovi approcci immunoterapici. 8) Caratterizzazione dei meccanismi biomolecolari alla base della lipolisi Laser-indotta Autrice di oltre 100 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali (Fonte Entrez-Pubmed: vedi Cifone MG, Cifone G, Grazia Cifone). PROGRAMMA DEL CORSO D INSEGNAMENTO (con l indicazione dei libri di testo consigliati) La psiconeuroimmunoendocrinologia (PNEI) Il sistema immunitario come macrosistema Il sistema immunitario e la psiche La comunicazione PNEI La modulazione del network umano: Ambiente fisico e sociale e immunità La modulazione del network umano: Alimentazione e attività fisica e immunità Stress emozionale, malattie infettive e guarigione delle ferite Depressione e risposta immunitaria I disordini alimentari e il sistema immunitario PNEI e cancro PNEI e invecchiamento La medicina integrata Materiale didattico fornito dal docente PSICONEUROENDOCRINOIMMUNOLOGIA Francesco Bottaccioli (Edizioni red!)

17 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE A.A COFINI VINCENZA INDIRIZZO (per i Docenti strutturati, indicare l ubicazione della propria stanza all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA MATERIA D INSEGNAMENTO ORARIO DI RICEVIMENTO RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI EDIFICIO DELTA 6 STANZA N.222 C\O Ospedale regionale San Salvatore Ricercatore confermato Statistica e Psicometria A fine lezione oppure il Mercoledì Ore Previo appuntamento telefonico o via ALTRI RECAPITI Si consiglia di consultare la piattaforma e- learning di ateneo (http://www.didattica.univaq.it/moodle/) BREVE CURRICULUM VITAE Vincenza Cofini è laureata in Scienze Statistiche ed Attuariali presso l'università degli Studi "La Sapienza" di Roma, conseguendo la votazione di 110/110. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Statistica Medica e Metodologia Epidemiologica presso l Università degli Studi di L Aquila. Ha conseguito il Master di II Livello in Epidemiologia, organizzato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi dell Aquila e dall Istituto Superiore di Sanità. Dal 2002 al 2005 ha prestato servizio quale Ricercatore Universitario, per il settore Med-01 - Statistica Medica, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi dell Aquila. Dal 1 agosto 2005 presta servizio presso la Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi dell Aquila. E membro del comitato etico della ASL Avezzano-Sulmona-L Aquila in qualità di esperto in Biostatistica. L ambito di ricerca principale è rappresentato dalla epidemiologia e programmazione sanitaria. Attualmente è vicereferente per la Regione Abruzzo del sistema di sorveglianza PASSI coordinato dall Istituto Superiore di Sanità cui è stata affidata dal CCM (Centro Nazionale per il controllo e la prevenzione delle malattie) del Ministero della Salute. Collabora in progetti di ricerca di interesse nazionale (PASSI COMETES) ed internazionale (Progetto MICRODIS L AQUILA, Progetto TERENCE) PROGRAMMA DEL CORSO D INSEGNAMENTO (con l indicazione dei libri di testo consigliati) PROGRAMMA STATISTICA E PSICOMETRIA 2010/2011 (8 CFU) Concetto di misura in psicologia e strumenti di misura Principi di psicometria: Attendibilità e validità delle misure Il concetto di validità in psicologia La classificazione delle variabili Le scale di misura: La rilevazione dei dati: tecniche del questionario Le distribuzioni di frequenza semplici e doppie

18 Le rappresentazioni grafiche Gli indici di tendenza centrale Gli indici di variabilità Distribuzione normale e standardizzazione delle misure Trasformazione delle misure Analisi delle tabelle di contingenza Le relazioni tra variabili: Il coefficiente di correlazione di Bravais-Pearson Il coefficiente di correlazione tra ranghi Il coefficiente di correlazione punto biseriale Il coefficiente di correlazione tra variabili dicotomiche La regressione semplice Le proprietà elementari della probabilità, assiomi e teoremi fondamentali I concetti di: variabile casuale e di distribuzione teorica di probabilità La distribuzione Normale e Normale Standardizzata (uso delle tavola) La distribuzione Binomiale (uso tavole) La curva normale standardizzata e uso delle relative tavole Altre distribuzione di probabilità (F, Chi2, t) e uso delle relative tavole Cenni alla teoria dei campioni, parametri e statistiche, distribuzioni campionarie Stima puntuale e intervallare La costruzione delle ipotesi statistiche e loro controllo: errori di I e II specie La regione critica e intervalli di confidenza I test statistici parametrici e non parametrici per medie e frequenze, nel caso di un campione e due campioni. La verifica delle ipotesi sui coefficienti di correlazione Analisi della varianza ad un criterio di classificazione. Analisi della varianza. modello a più fattori. Testi di riferimento 1. Ercolani A.P. Areni A. Leone L. Statistica per la psicologia Vol.I. Fondamenti di psicometria e statistica descrittiva. Il Mulino, Ercolani A.P. Areni A. Leone L. Statistica per la psicologia Vol.II. Statistica inferenziale e analisi dei dati. Il Mulino, Testi consigliati per le esercitazioni a scelta dello studente Ercolani AP, Areni A, Cinanni V. Problemi risolti di statistica applicata alla psicologia. Milano, LED (1999). Areni A, Scalisi TG, Bosco A. Esercitazioni di psicometria. Elsevier MAsson, Link utili Ipertesto di statistica Calcoli on-line (il link a questa pagina offre il collegamento a centinaia di siti per calcoli on-line): Statistics and Research Methods Workshops, in psychology: shops/stats_wrk.html Reverse significance (come arrivare dal p al t, z, F, r, chi2) (calcolo on-line): MODALITA' DI ESAME: L esame prevede una prova scritta, con quiz a risposta : 5 domande da 3 punti, 5 domande da 2 punti, 5 domande da 1 punto (è vivamente consigliato l uso della calcolatrice). La prova orale è facoltativa, su richiesta dello studente, può essere effettuata se la prova scritta è stata superata con 18/30.

19 COGNOME E NOME SCHEDA DOCENTE - A.A. 2010/2011 COFINI VINCENZA INDIRIZZO AL QUALE INVIARE EVENTUALI COMUNICAZIONI (per i Docenti strutturati, indicare, ove possibile, l ubicazione della propria sede all interno dell Ateneo) POSIZIONE ACCADEMICA EDIFICIO DELTA 6 STANZA N.222 C\O Ospedale regionale San Salvatore Ricercatore confermato CORSO DI LAUREA ED INDIRIZZO MATERIA D INSEGNAMENTO (corso e/o laboratorio) ORARIO DI RICEVIMENTO RECAPITO TELEFONICO PER STUDENTI PER STUDENTI CL Triennale Laboratorio di Metodologia della ricerca epidemiologica (modulo) MERCOLEDI PREVIO AVVISO PER ALTRI RECAPITI Si consiglia di consultare la piattaforma e- learning di ateneo (http://www.didattica.univaq.it/moodle/) BREVE CURRICULUM VITAE Vincenza Cofini è laureata in Scienze Statistiche ed Attuariali presso l'università degli Studi "La Sapienza" di Roma, conseguendo la votazione di 110/110. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Statistica Medica e Metodologia Epidemiologica presso l Università degli Studi di L Aquila. Ha conseguito il Master di II Livello in Epidemiologia, organizzato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi dell Aquila e dall Istituto Superiore di Sanità. Dal 2002 al 2005 ha prestato servizio quale Ricercatore Universitario, per il settore Med-01 - Statistica Medica, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi dell Aquila. Dal 1 agosto 2005 presta servizio presso la Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi dell Aquila. E membro del comitato etico della ASL Avezzano-Sulmona-L Aquila in qualità di esperto in Biostatistica. L ambito di ricerca principale è rappresentato dalla epidemiologia e programmazione sanitaria. Attualmente è vicereferente per la Regione Abruzzo del sistema di sorveglianza PASSI coordinato dall Istituto Superiore di Sanità cui è stata affidata dal CCM (Centro Nazionale per il controllo e la prevenzione delle malattie) del Ministero della Salute. Collabora in progetti di ricerca di interesse nazionale (PASSI COMETES) ed internazionale (Progetto MICRODIS L AQUILA, Progetto TERENCE),

20 PROGRAMMA DEL CORSO Il corso ha l obiettivo di introdurre le principali strategie per la realizzazione di una ricerca epidemiologica con l applicazione delle tecniche e delle metodologie della statistica descrittiva ed inferenziale. Il concetto di scienza Il processo di ricerca Comunicazione, etica della ricerca Introduzione all epidemiologia: Definizioni, cenni storici, storia naturale delle malattie Concetto di rischio e prevenzione, Le fonti epidemiologiche, Misure di frequenza degli eventi: Rapporti, proporzioni e tassi, Prevalenza, Incidenza, Tasso di attacco, Tasso di mortalità La valutazione del rischio: Rischio relativo, Odds ratio Studi epidemiologici Studi epidemiologici descrittivi Studi epidemiologici analitici Studi epidemiologici sperimentali I test diagnostici: Sensibilità, specificità I sistemi di sorveglianza epidemiologica MODALITA DI ESAME Per studenti frequentanti: Valutazione della preparazione e della discussione di lavori elaborati sotto la guida della docente. Per studenti non frequentanti: Prova scritta con quiz a risposta multipla LIBRI DI TESTO CONSIGLIATI Pier Luigi Lopalco, Alberto Eugenio Tozzi. Epidemiologia facile. Il pensiero scientifico editore.

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015 BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli