5/2013. Rivista dell allevamento della Bruna. Gestione. Incontri. Info. Dati sulla salute. Iscrizione viaggio USA. Iscrizione MT Zugo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "5/2013. Rivista dell allevamento della Bruna. Gestione. Incontri. Info. Dati sulla salute. Iscrizione viaggio USA. Iscrizione MT Zugo"

Transcript

1 5/2013 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna Gestione Dati sulla salute Info Iscrizione MT Zugo Incontri Iscrizione viaggio USA

2 Punto di vista Sommario Misurare e migliorare Le organizzazioni di successo si distinguono, primo perché sanno dove vogliono arrivare, secondo perché sono motivate a cambiare qualche cosa e a utilizzare il loro margine di manovra e terzo perché creano le necessarie competenze e gli strumenti per mettere in atto questa buona volontà. Gestione 3 Inizio della registrazione dei dati sulla salute 4 Monitoraggio della salute Info 6 Iscrizione MT Zugo 7 Pensionamenti 8 Vincitore concorso sondaggio dei clienti 8 Novità sul sito internet 9 Da direzione e comitato 9 Novità sul bollettino accompagnatore 10 Salute degli unghioni 11 Produzione di latte basata sulla superficie inerbita Portrait 12 Denzo Tschona, la vedetta della mandria 13 La pazienza come chiave del successo 14 Giornata della Bruna a Hofmatt Incontri Gotthard Open 17 Vetrina della Bruna appenzellese 18 Iscrizione al viaggio degli allevatori in America La registrazione dei dati sulla salute è oggi una necessità indispensabile. Con la registrazione dei dati sulla salute e quindi con la possibilità di selezionare degli animali più robusti, le organizzazioni d allevamento seguono l obiettivo di migliorare la redditività degli effettivi, di produrre alimenti di qualità ineccepibile e di garantire a lungo temine la concorrenzialità della genetica svizzera. Sarebbe però scorretto dire che la salute delle lattifere svizzere sia cattiva. Le cifre sulla qualità del latte di consumo svizzero non temono paragoni internazionali. L utilizzo piuttosto elevato di antibiotici per la mammella rispetto agli altri paesi europei è però una parte del prezzo che paghiamo per raggiungere questo livello. La Norvegia ha mostrato che è possibile migliorare la salute della mammella e la redditività con una simultanea riduzione dell utilizzo di antibiotici. Le banche dati sulla salute degli animali e la selezione su caratteri della salute sono degli importanti fattori per raggiungere questi obiettivi. Solo chi misura e paragona regolarmente è in grado di produrre fatti e di migliorarsi. Chi è in grado di mostrare, con fatti, di essere sulla giusta via, può agire al posto di reagire ampliando così il suo margine di manovra. Nell edizione tedesca 19 Liste Top dei tori IA 34 Vacche da kg latte 38 Glarona 42 Dalle regioni 47 Calendario delle manifestazioni Martin Reist, veterinario In copertina: Jongleur Paula CH sull azienda di Walter Eugster, Heiden, si gode uno dei rari raggi di sole di questa primavera. Foto: Braunvieh Schweiz Braunvieh Schweiz Chamerstrasse 56, 6300 Zugo 2 razzabrunach n. 5 giugno 2013

3 Gestione Inizio della registrazione dei dati sulla salute MARTIN RUST, Braunvieh Schweiz La registrazione dei dati sulla salute è iniziata. Gli attuali esami funzionali del latte sono completati. Con questo progetto si vuole raggiungere una selezione di bovine più robuste e quindi una migliorazione della redditività. A lungo termine, la registrazione dei dati sulla salute permetterà di calcolare dei valori genetici per i caratteri di salute una possibilità per rafforzare la genetica svizzera a livello internazionale. Gli adattamenti necessari sulla banca dati sono avvenuti inizio giugno. Da subito è possibile registrare i dati sulla salute tramite BrunaNet sotto il menu «registro trattamenti». Con la registrazione delle diagnosi e dei trattamenti su BrunaNet si risponde alle disposizioni dell Ordinanza sui medicamenti veterinari; al posto della registrazione manuale, i dati sono registrati elettronicamente. (per es. mammella) 2. esito semplice (per es. mastiti) 3. esito esteso (per es. mastite acuta) permette una registrazione dettagliata. Il terzo livello con l esito esteso è facoltativo. Cliccando su «scelta» sotto nome medicamenti si apre una lista con tutti i medicamenti del compendio di medicamenti veterinari i medicamenti utilizzati di recente sono iscritti all inizio della lista. Nel Come funziona la registrazione? La registrazione su BrunaNet è suddivisa in tre registri: i trattamenti, la registrazione e il giornale delle scorte. Sotto trattamenti si possono richiamare tutti i trattamenti e tutte le diagnosi registrate. Con degli appositi filtri è possibile effettuare delle ricerche secondo gli animali, un lasso di tempo o una diagnosi. Anche i termini di attesa e le rispettive date di liberazione sono indicate. I trattamenti registrati possono essere modificati o cancellati in caso di registrazione erronea. Il giornale dei trattamenti può essere scaricato in versione PDF per la stampa o in versione Excel per un utilizzo ulteriore. Nel registro «registrazione» è possibile registrare i nuovi trattamenti. A questo scopo si scegli l animale in questione (clic su +). Il sistema a tre livelli: 1. organo n. 5 giugno 2013 razzabrunach 3

4 Gestione caso si utilizza un prodotto non presente nella lista (per es. un prodotto omeopatico) è possibile aggiungerlo cliccando (clic su «registrare nuovo medicamento»). Per rispondere alle disposizioni dell Ordinanza sui medicamenti veterinari è necessario registrare tutti i trattamenti avvenuti sull azienda. Con la funzione «aggiungere animale» è possibile aggiungere un animale che non si trova sulla lista dell effettivo (per es. un vitello d ingrasso). Nel giornale delle scorte è possibile gestire la farmacia di stalla. Cliccando su «nuovo» si possono registrare i medicamenti acquistati. Su «registrare la consumazione» si indicano le quantità utilizzate. Per il momento si rinuncia alla registrazione automatica del consumo. Anche il giornale delle scorte può essere scaricato in formato PDF o Excel. Perché registrare i dati sulla salute? In una prima fase si tratta di imparare a conoscere il sistema e di registrare un ampio numero di dati. Per le aziende di testaggio, secondo contratto, la registrazione è obbligatoria proprio le figlie di tori di testaggio sono di particolare interesse. L esempio austriaco mostra che con la registrazione generalizzata dei dati sulla salute è possibile calcolare dei valori genetici per i caratteri di salute (per es. stabilità metabolica). A corto termine, l utilità per l allevatore è l utilizzo dei dati nell ambito dell assistenza veterinaria dell effettivo. In questo campo saranno sviluppati degli strumenti che daranno delle indicazioni per la cura degli animali e il loro foraggiamento. [4] Monitoraggio della salute: una storia di successo CHRISTA EGGER-DANNER, ZuchtData, Vienna Sei anni fa, su iniziativa di Rinderzucht AUSTRIA, è stato lanciato il progetto Monitoraggio della salute bovina assieme a partner dal campo della ricerca e dell allevamento. Nel 2013 sono attesi i primi valori genetici sulla salute nell ambito della stima dei valori genetici comune Austria / Germania. L evitare le malattie e un precoce riconoscimento e trattamento sono importanti per una produzione animale redditizia. All inizio del progetto nel 2006, per utilizzare l esistente obbligo di documentazione per la registrazione dei dati sulla salute, è stato utilizzato il giustificativo dei medicamenti come base di partenza. Il giustificativo è stato ampliato con un codice di diagnosi a due livelli. Sono registrati l identità dell animale, la diagnosi codificata, la data di diagnosi, il codice del veterinario (opzione) e informazioni sulla prima diagnosi dei giustificativi dei medicamenti. Esame funzionale dati sulla salute Quasi tutte le federazioni d allevamento austriache hanno deciso si integrare la registrazione dei dati sulla salute nel programma zootecnico e negli esami funzionali. L esperienza ha mostrato che diagnosi con trattamenti senza termini d attesa non possono essere sempre registrate mediante il giustificativo dei medicamenti. Nel 2012, per completare i dati sulla salute, è stata introdotta la registrazione di osservazioni riguardanti la nascita; come la retenzione della secondina o la febbre da latte. Fino ad una registrazione generale dei dati sulla salute sarà necessario ancora molto lavoro di sensibilizzazione. Come per la registrazione delle inseminazioni o del decorso del parto, anche la registrazione dei dati sulla salute dovrebbe diventare una normalità nell ambito degli esami funzionali. La tabella 1 mostra che la maggior parte delle diagnosi registrate per le lattifere sono in relazione a disturbi 4 razzabrunach n. 5 giugno 2013

5 Gestione della fertilità e disturbi riproduttivi (ca. 40%), seguiti dalle malattie alla mammella. I disturbi del metabolismo aumentano con l aumentare del numero di lattazione. La parte delle malattie agli unghioni è stabile su tutte le lattazioni. Nel 2012, la parte di bovine con almeno un disturbo alla fertilità era di 26.1%, quella delle bovine con almeno una malattia alla mammella era di 18.9% e quella dei disturbi al metabolismo era sui 6.0% delle bovine. Cosa porta la registrazione dei dati di diagnosi? Differenti studi mostrano che il miglioramento zootecnico della salute degli animali può essere raggiunto in maniera più efficiente con la registrazione diretta di caratteri come mastiti o altri caratteri, basata sulle informazioni della malattia (Odegard et al. 2003; Heringstad et al. 2007). Nel campo della fertilità, come cifre per la riproduzione, erano a disposizione solo le indicazioni sulle inseminazioni e sui parti. Ora, con i dati delle diagnosi sulla retenzione della secondina e altri disturbi precoci della fertilità o cisti, sono a disposizione delle informazioni più dettagliate. Nella salute della mammella, la mastite è il carattere principale. Il numero di cellule è uno strumento importante soprattutto per la registrazione delle mastiti croniche. Le mastiti acute non sono sufficientemente documentate con il numero di cellule fra trattamento e prossimo controllo del latte può trascorre diverso tempo. Miglioramento della gestione della mandria L utilizzo dei dati di diagnosi ha l effetto economico più rapido quando queste informazioni, completate con i dati dagli attuali esami funzionali, sono utilizzati per l analisi mirata di potenziali di miglioramento. La considerazione di simili dati in liste d azione aiuta a prevenire le malattie per esempio con un avvertimento su una febbre da latte avvenuta durante un parto precedente. In questa maniera è possibile preparare eventuali misure. Queste informazioni possono essere utilizzate nell ambito del servizio di salute animale. Tabella 1: ripartizione delle diagnosi registrate secondo le lattazioni in % (Egger-Danner et al. 2012) Diagnosi 1. latt. 2. latt. 3. latt. 4. latt. > 5. latt. disturbi alla fertilità infiammazione all utero calore nascosto cisti retenzione della secondina malattie puerperali malattie alla mammella mastite acuta mastite cronica disturbi al metabolismo febbre da latte chetosi malattie agli unghioni patereccio, Mortellaro ulcera della pianta altri eventuali problemi nella salute degli animali e le rispettive cause. In questa maniera è possibile lanciare misure mirate per il miglioramento della salute degli animali e rispondere meglio alle esigenze su qualità, prevenzione della salute e trasparenza nella produzione alimentare, sempre più richieste dai consumatori. La grande attenzione internazionale per questo progetto è un utile campagna a favore dell immagine dell allevamento austriaco e il buon stato di salute è un importante criterio per la grande richiesta internazionale di animali d allevamento austriaci. La registrazione dei dati di diagnosi è molto semplice. Con l introduzione di nuove misure giungono sovente anche nuove paure, dubbi e riserbi. Le basi per un lavoro zootecnico di successo sono dati attendibili dagli esami funzionali. Per progredire a livello di fitness e di salute sono importanti i dati sulla salute. Anche il contadino è responsabile di fornire i rispettivi dati utilizzabili. Animali sani sono la base per una produzione redditizia di latte. Quali altri passi sono importanti? Per ottenere dei valori genetici sulla salute di giovani tori testati genomicamente e di tori testati in progenie è molto importante avere una registrazione generalizzata su tutto il territorio dei dati sulla salute. Dal 2010 si lavora in questo campo anche a Baden-Württemberg e Baviera. Un altro passo importante sarà l integrazione dei valori genetici sulla salute nei valori genetici totali. Conclusione La registrazione dei dati sulle diagnosi e il loro utilizzo nella selezione, la gestione della mandria e nel servizio di salute animale aiuta a riconoscere precocemente n. 5 giugno 2013 razzabrunach 5

6 Info Contributo al trasporto dei tori OSKAR GRÜTER, Braunvieh Schweiz È giunto nuovamente il momento dell iscrizione dei tori per il mercato dei tori riproduttori di Zugo il 4 e 5 settembre e per l asta del 5 settembre. Quest anno è previsto un contributo al trasporto di franchi 50 per i tori giovani e franchi 100 per quelli anziani. Estratto dal regolamento tori - i tori devono essere nati prima del 1 gennaio l ascendenza deve essere provata su almeno 2 generazioni con animali di razza Bruna. - figli discendenti da genitori portatori della tara ereditaria aracnomelia o Weawer, saranno accettati solo se un test genetico o di marcatori ha provato l assenza di queste tare ereditarie. - il padre del toro deve essere un toro del libro genealogico. - la madre del toro deve essere una vacca del libro genealogico con almeno una lattazione in corso o conclusa. Tori di età superiore agli 11 mesi devono avere un anello al naso. Braunvieh Schweiz si riserva il diritto di mantenere in stalla animali senza anello. I tori non possono essere cattivi. Chi sarà Mister MT quest anno? Nuovo: contributo al trasporto I regolamenti e i formulari d iscrizione per tori e per animali dell asta si trovano sul sito oppure possono essere richiesti al segretariato di Braunvieh Schweiz, Chamerstrasse 56, 6300 Zugo (telefono , fax ). Gli utenti BrunaNet possono iscrivere gli animali tramite ExpoNet. Nella casella osservazioni, si prega di iscrivere in vendita se il toro è offerto in vendita, rispettivamente Bio se il toro proviene da un azienda Bio. Termine d iscrizione Le iscrizioni per tutti gli animali devono essere inoltrate a Zugo entro il 31 luglio. La tassa d iscrizione per i tori è di franchi 30. per gli animali con sangue BS. Per i tori BO, l iscrizione è gratuita poiché la tassa è ripresa dal programma di promozione BO. Da quest anno i tori ottengono un contributo al trasporto di franchi 50 per i tori giovani e di franchi 100 per i tori di età superore ai due anni. La provvigione di vendita corrisponde a 3% del prezzo di vendita. L associazione Vacca Madre Svizzera non effettua più delle valutazioni dei tori da carne. Estratto dal regolamento dell asta L asta di Zugo è aperta a giovani vacche, manze gravide, animali giovani e vitelli. - gli animali gravidi devono essere coperti con un toro di razza Bruna iscritto al libro genealogico. - le vacche possono essere al massimo in 3 a lattazione. - gli animali devono corrispondere all obiettivo zootecnico della razza Bruna svizzera e presentare un valore latte di almeno 100 (stato: valutazione di aprile). - figlie discendenti da genitori portatori della tara ereditaria aracnomelia o Weawer, saranno accettate solo se un test genetico o di marcatori ha provato l assenza di queste tare ereditarie. La tassa d iscrizione per gli animali dell asta è di franchi 50., la provvigione di vendita corrisponde a 3% del prezzo di vendita. Il trasporto degli animali dell asta è gratuito per i venditori. Il trasporto sarà ripreso da VIANCO, sponsor del mercato dei tori riproduttori di Zugo. Annunciate i vostri animali di qualità all asta di Zugo. L esperienza mostra che i prezzi raggiunti sono molto interessanti. agenda eventi Braunvieh Schweiz mercato dei tori Zugo 6 razzabrunach n. 5 giugno 2013

7 Info Pensionamenti LUCAS CASANOVA, Braunvieh Schweiz Questa primavera, ben tre collaboratori di Braunvieh Schweiz vanno in pensione. Beat Imfeld, Willy Schmid e Heidi Flury, in totale, hanno lavorato 119 anni per la federazione una prestazione incredibile! I tre hanno così trascorso praticamente l intera carriera professionale presso Braunvieh Schweiz. Con il loro ingaggio per gli allevatori della razza Bruna Svizzera hanno marcato la nostra organizzazione. A tutti un sincero grazie e tanta fortuna per questo nuovo periodo di vita. Beat Imfeld Beat ha iniziato il suo ingaggio presso la Federazione svizzera allevamento bovini bruni il 1 novembre 1969 all età di 21 anni. Fine aprile, dopo 44 anni di servizio, è giunto il momento del suo pensionamento. Nel 1969, Neil Armstrong è stato il primo uomo sulla luna. Questo paragone illustra i notevoli cambiamenti avvenuti in questo periodo. Anche il lavoro di Beat ha subito notevoli cambiamenti. I certificati d ascendenza, per esempio, erano inizialmente scritti ancora con la macchina da scrivere e le informazioni dovevano essere raccolte da numerose schede. Anche il parco macchine di Beat ha seguito una netta evoluzione. Dalla stampante a matrice, a quella Offset, fino alle moderne stampanti a colori Beat ha prodotto i cataloghi per esposizioni con differenti tecnologie. Beat ha provato anche la sua notevole creatività con il suo ingaggio come fotografo. Soprattutto a esposizioni si poteva notare la sua passione per la razza Bruna, così pure sugli alpi e i monti, dove trascorre una buona parte del suo tempo libero. Willy Schmid Willy ha iniziato il suo lavoro presso Braunvieh Schweiz il 1 settembre I primi compiti comprendevano la gestione dei tori in deposito e lavori in relazione alle famiglie d allevamento e i premi di custodia. Seguirono compiti nel campo dell accoppiamento intenzionale. Con l introduzione della DLC nel 1992 arrivò anche un cambiamento nel lavoro di Willy che grazie al suo occhio per gli animali divenne presto capo esperto DLC e fino a giugno 2000, come Sire Analyst, era responsabile per l accoppiamento intenzionale e l acquisto di tori. Con il suo lavoro come capo esperto DLC, Willy ha ottenuto numerosi complimenti, ma anche critiche. I successi raggiunti con la sua squadra di esperti sono notevoli. Si pensa per esempio all eccezionale qualità morfologica che la nostra razza ha presentato in dicembre a San Gallo oppure all intenso lavoro durante l armonizzazione internazionale della DLC. Heidi Flury Heidi Flury ha iniziato il suo lavoro in gennaio Fine giugno, dopo 37 anni presso Braunvieh Schweiz, arriverà il suo giorno di pensionamento. Heidi ha seguito tutta l evoluzione dei documenti d ascendenza dalle matrici, alle schede a buchi, fino ai moderni sistemi informatici. Heidi era responsabile per la corretta registrazione dei dati anagrafici e dell esame funzionale del latte. n. 5 giugno 2013 razzabrunach 7

8 Info Vincitore del concorso al sondaggio dei clienti JÖRG HÄHNI, Braunvieh Schweiz L allevatore del vitello, Martin Zimmermann, Cham ZG, e il vincitore Josef Vogt, Hagenbuch ZH, alla consegna del premio Present Alba (d.s.). Josef Vogt e la sua famiglia erano ben contenti al momento del ritiro della loro vincita a Cham, ZG. La vitella Alba è una figlia di Present. La madre Bongolo Yakima ha partorito con 26 mesi e in 82 giorni ha prodotto 2000 kg latte con 3.90% grasso e 3.54% proteine. Gli allevatori possono esprimere la loro opinione Il sondaggio 2013 presso i clienti era combinato con un concorso. Il presidente Markus Zemp ha estratto come vincitori i fratelli Vogt, Hagenbuch ZH tra gli oltre 1000 formulari ritornati. Sono contento di questa vincita. Mai fino ad ora ho vinto un premio simile. Penso che sia molto importante poter esprimere la propria opinione e così contribuire a migliorare l allevamento della razza Bruna, aggiunge Josef Vogt. I fratelli Vogt gestiscono un azienda lattifera con 50 bovine brune. Anche la federazione stima l importanza delle opinioni degli allevatori. Diverse volte è già capitato che dalle idee e consigli ottenuti è stato possibile sviluppare nuovi servizi per l allevamento della razza Bruna. [18] Sito Internet Braunvieh Schweiz MARGRITH SCHULER, Braunvieh Schweiz Regolamenti delle esposizioni disponibili sul calendario delle manifestazioni Sul nostro sito, sotto agenda > calendario delle manifestazioni, offriamo un servizio gratuito per gli organizzatori di esposizioni di bovine e di aste. Da subito è inoltre possibile pubblicare anche il regolamento dell esposizione. Questo documento sarà integrato nel calendario delle esposizioni. Si prega gli organizzatori di esposizioni o di aste di inviare il regolamento in formato PDF a: Classifiche di esposizioni sul sito di Braunvieh Schweiz Da subito è inoltre possibile pubblicare le classifiche delle esposizioni sotto agenda > classifiche esposizioni. Le classifiche sono archiviate per la durata di due anni. Si prega gli organizzatori di esposizione di inviare le classifiche in formato PDF a [13] News degli allevatori SAMUEL CADALBERT, Braunvieh Schweiz Brown Heaven Glenn Fantasy vince la New York Spring Show a Syracuse Il 14 aprile si è tenuta a Syracuse l annuale esposizione primaverile New York Spring Show. L azienda Brown Heaven Farm, Quebec, Canada vinse tre categorie con animali discendenti da padri svizzeri: una figlia di Jet nelle categorie delle manze e nei concorsi delle vacche Jongleur Butterfly e Glenn Fantasy. Il giudice Robert Wagner ha infine nominato Brown Heaven Glenn Fantasy come campionessa della NY Spring Show. Con VG 89 in prima lattazione, Glenn Fantasy ha raggiunto la nota massima in Canada. Jo-Dee Wonderment Nuclear raggiunge il miglior prezzo all asta Elite Dairy Il 27 aprile si è svolta la seconda Elite Dairy. Sono stati venduti 116 lotti che hanno raggiunto un prezzo medio di 4340 $. Jo-Dee Wonderment Nuclear (VG 89), una figlia della conosciuta Valligrove Jetway Nora (2E93), la campionessa alla World Dairy Expo 2007, ha raggiunto il miglior prezzo. Per Sunshine Genetics, Nuclear valse la somma di $. [20] 8 razzabrunach n. 5 giugno 2013

9 Info Da direzione e comitato Seduta del 7 maggio 2013 Comunicazioni dalla direzione - Evento del giubileo 10 anni lista di gestione aziendale: Il si terrà il 10 evento della lista di gestione aziendale. Questa manifestazione del giubileo sarà organizzata sull azienda della Certosa Ittigen. - Classifiche delle esposizioni sul sito di Braunvieh Schweiz: La direzione ha approvato la pubblicazione delle classifiche nel campo «Agenda» sul sito della federazione. Come gli altri documenti, le classifiche saranno archiviate per due anni. Le classifiche devono essere inviate a Braunvieh Schweiz in formato PDF. - Seduta con l IGBS: Il comitato di gestione si è incontrato il 16 aprile con i rappresentanti dell IGBS. Sono state discusse differenti richieste e domande. Grande importanza è stata posta su questioni nel campo della selezione genomica. - Mostre di famiglie d allevamento: Quest anno sono state presentate molte famiglie d allevamento maschili e premi di custodia. Delle sei famiglie d allevamento maschili è stato possibile classificarne quattro in classe A e due in classe B. Inoltre sono stati valutati 14 premi di custodia. Sei di questi hanno raggiunto la classe A e otto la classe B. 18 delle 20 collezioni erano di razza Bruna Originale. Sulla piazza espositiva Willigen dei fratelli Winterberger e Andreas Anderegg sono stati presentati cinque gruppi (3 FA maschili / 2 PC). Comunicazioni dal comitato - Scelta dei tori: La seduta della commissione tecnica genetica, con la scelta dei tori, era molto positiva. La tendenza per il carattere latte è molto positiva. È stato possibile classificare tori con buone produttività e buona morfologia. I tori che attualmente attendono un risultato mostrano che in futuro sarà possibile classificare altri ottimi razzatori. - Conti annuali 2012: Il comitato ha approvato i conti annuali 2012 all attenzione dell assemblea dei delegati. Il risultato annuale ha permesso di contabilizzare un notevole importo del rinnovo della sede della federazione direttamente come spesa. - Regolamento mercato dei tori di Zugo: Il regolamento dell asta del MT Zugo 2013 e il regolamento MT Zugo 2013 sono stati approvati. Da quest anno sarà concesso un contributo al trasporto dei tori. Tra le categorie dei tori RB e dei tori BO sarà nominato un Mister MT e anche un Junior Mister MT. Le informazioni dettagliate si trovano sul regolamento a disposizione sul sito Le informazioni sull iscrizione degli animali si trovano a pagina 6 della presente edizione. Metodo di misura sul bollettino accompagnatore OSKAR GRÜTER, Braunvieh Schweiz Da inizio Maggio è in uso un bollettino accompagnatore leggermente adattato. In basso al foglio, si trova il campo per l indicazione del metodo di misura. In questo campo è ora iscritto anche l attuale contatore del latte registrato sull azienda. Inoltre è iscritta la data dell ultimo esame del contatore. Se il latte è pesato con la bilancia, le due righe restano vuote. In caso di cambiamento di contatore del latte, rispettivamente in caso di passaggio dal metodo di misura manuale a quello meccanico, il controllore deve porre una crocetta nella casella altro contatore del latte. Si prega di prestare attenzione che presso Braunvieh Schweiz, questa notifica è necessaria solo per le aziende principali. Per controlli sugli alpi (bollettino accompagnatore d alpeggio) non è necessario effettuare delle iscrizioni nella casella metodo di misura. Annuale controllo dei contatori del latte Secondo le disposizioni sul controllo del latte, le aziende che utilizzano dei contatori del latte meccanici o elettronici devono sottoporli ad un esame annuale effettuato da un istanza di controllo omologata. Il doppio del rapporto di controllo deve essere inviato alla rispettiva federazione d allevamento. Le organizzazioni d allevamento hanno l obbligo di chiedere all allevatore di effettuare il controllo periodico degli apparecchi in caso di mancanza del relativo rapporto di controllo. n. 5 giugno 2013 razzabrunach 9

10 Info Salute degli unghioni: dermatite digitale Philipp Kohler, Vetsuisse, Berna Stadio precoce (M1) acuto (M2) transizione (M3) cronico (M4) La malattia è stata scoperta nel 1974 dal professore italiano Mortellaro dal quale deriva il nome malattia di Mortellaro. Questa malattia si è rapidamente diffusa in Europa e in Nord America diventando un grosso problema. Uno studio effettuato in Svizzera mostra che nel 2011, circa 70% delle mandrie e 20% degli animali individuali erano colpiti da dermatite digitale. Fattori della malattia L agente patogeno della malattia è un batterio e quindi è possibile la trasmissione da animale ad animale. Diventa così particolarmente importante non introdurre animali colpiti in una mandria sana. Per l apparizione della malattia sono comunque necessari altri fattori come una cattiva cura degli unghioni, stress o pavimenti sporchi. Solo in queste condizioni, l agente patogeno è in grado di moltiplicarsi e quindi provocare la malattia. Gli stadi della malattia La dermatite digitale può essere suddivisa in quattro stadi (vedi tabella) dei quali tutti sono infettivi il contagio può avvenire quindi anche da animali che non zoppicano. caratteri piccoli rossori a livello del tallone spesso nessun azzoppamento ferita rossa e rotonda molto dolorosa peli lunghi irti al bordo spesso azzoppamento inizio guarigione della ferita spesso termine dell'azzoppamento ferita completamente coperta da una crosta di regola riconoscibile per tutta la vita Terapia La terapia del singolo animale è relativamente facile e può essere effettuata, dopo la cura degli unghioni e un accurata pulizia, con una pomata Mineral-Chelat (chiedere al veterinario). Il grande problema di questa malattia è che una volta entrata nell effettivo è estremamente difficile eliminarla completamente. Nuovi casi scoppiano in continuazione e il tempo necessario per il trattamento degli animali è elevato. La misura preventiva principale è quindi di evitare di introdurre la malattia negli effettivi. Prevenzione Per evitare di introdurre la malattia negli effettivi è necessario conoscere le differenti fonti: - acquisto di animali malati - esposizioni - stalle di commercianti - alpeggio Prima dell acquisto è necessario controllare che gli animali siano liberi da Mortellaro. In caso di sospetto, è consigliato analizzare attentamente gli unghioni degli animali in un apposito stand. Se si è incerti, non si dovrebbe acquistare l animale. Animali malati non dovrebbero essere presentati a esposizioni per non mettere in pericolo gli altri animali esposti e le rispettive aziende. Nel 2012, durante un esame fatto a esposizioni, 10% degli animali erano colpiti da dermatite digitale. La cura degli unghioni è una delle principali misure preventive per degli unghioni sani. La persona che cura gli unghioni deve però rispettare le regole d igiene (personale e utensili) per non introdurre la malattia da un azienda colpita a un azienda sana. Stadio precoce (M1) della dermatite digitale. Stadio acuto (M2) della dermatite digitale. 10 razzabrunach n. 5 giugno 2013

11 Info Produzione di latte basata sulla superficie inerbita MICHAEL EUGSTER, Braunvieh Schweiz La politica agraria è al centro delle discussioni. I seguenti pilastri otterranno dei contributi: paesaggio culturale, sicurezza alimentare, qualità del paesaggio e sistemi di produzione. Molto discussi sono i contributi della colonna sistemi di produzione per una produzione di latte e carne basata sulle superfici inerbite. Durante una conferenza organizzata alla scuola superiore a Zollikofen si è tenuto un dibattito su questo tema. 80% di foraggio da prati e pascoli In primo luogo si tratta di produrre latte e carne principalmente con erba dei prati e pascoli indigeni. La proposta concreta del Consiglio federale prevede che in regione del piano, la razione dovrebbe essere composta di circa 80% di foraggio proveniente da prati e pascoli (erba fresca, insilata o essiccata) e il 90% della razione da foraggio di base (erba, silomais, barbabietole, patate, ecc.). In regione di montagna sono previste delle misure più severe. Il 90% della razione dovrebbe essere composta di foraggio provenirne da prati e pascoli. Miglior crescita a livello europeo Il rispetto di queste direttive dovrebbe essere controllato tramite Suissebilan. L osservazione di queste direttive è ricompensata con 200 franchi per ettaro SAU. Aziende d allevamento, di vacche madri o con produzione lattiera estensiva non dovrebbero avere problemi a rispondere a queste condizioni. Aziende d ingrasso di bestiame grosso e aziende lattifere con produzione più intensiva potrebbero avere maggiori difficoltà e si tratterà di valutare se un cambiamento di foraggiamento è redditizio. Prime stime indicano che circa 30% delle aziende potrebbero partecipare a questo programma. Il professor Peter Thomet è un pioniere della produzione di latte e carne basata sulla superficie inerbita. La Svizzera è il paese con la miglior crescita di erba in tutta Europa. Dobbiamo utilizzare questa qualità, commenta Thomet. I produttori di foraggi non sono lieti della direzione presa. Questo tipo di produzione non è efficiente e porta ad un ulteriore ecologizzazione dell agricoltura, dice Samuel Geissgühler della UFA. Le posizioni sono quindi chiare. I gruppi interessati hanno ora tempo fino in autunno per esprimersi sulle misure previste. Dalle discussioni al congresso è stato possibile notare che le organizzazioni agricole vogliono soprattutto diminuire la soglia 80%-90%. Al principio di una produzione basata sulle superfici inerbite, non si dovrebbe cambiare nulla. Verificare la strategia aziendale Con l introduzione di un contributo per la produzione basata sulle superfici inerbite, sarà sensato per molte aziende di verificare la propria strategia aziendale. Gli allevatori della razza Bruna dispongono in ogni casi di animali in grado di raggiungere buone produttività in ogni direzione produttiva. La Bruna è perfettamente adatta per tutte le direzioni produttive. Impressum Equipe redazionale Jörg Hähni, direzione Michaela Meier, amministrazione Oskar Grüter, dipartimento selezione Madeleine Berweger, Qualitas Martin Rust, dipartimento selezione Ulrich Schläpfer, traduzioni, impaginazione Stampa e spedizione Multicolor Print AG Sihlbruggstrasse 105a, 6341 Baar Tel , Fax Inserzioni industriali AgriPromo Ulrich Utiger, Sandstr.88, 3302 Moosseedorf Tel , Fax Inserzioni per allevatori Braunvieh Schweiz Amministrazione inserzioni su «razzabrunach» Chamerstrasse 56, 6300 Zugo Tel , Fax Termine d inserzione 3 settimane prima della pubblicazione Abbonamento Fr. 30. per anno, estero Fr. 55. Tiratura venduta attestazione WEMF Date di pubblicazione martedì 22 gennaio 2 martedì 19 febbraio 3 martedì 19 marzo 4 martedì 30 aprile 5 martedì 4 giugno 6 martedì 30 luglio 7 martedì 27 agosto 8 martedì 24 settembre 9 martedì 5 novembre 10 martedì 17 dicembre n. 5 giugno 2013 razzabrunach 11

d i s u c c e s s o i n t u t t o i l m o n d o Svizzera. Naturalmente.

d i s u c c e s s o i n t u t t o i l m o n d o Svizzera. Naturalmente. Schweiz Switzerland Suisse Svizzera Suiza Svizra Швейцарская Genetica svizzera di successo in tutto il mondo Svizzera. Naturalmente. vedere innamorarsi comprare profittare! 2 Genetica svizzera di successo

Dettagli

Un second crop oltre ogni aspettativa

Un second crop oltre ogni aspettativa Prince Un second crop oltre ogni aspettativa Per i tecnici, i dati di second crop di Prince sono andati oltre ogni più rosea aspettativa, ma per molti allevatori in Italia non sono stati altro che una

Dettagli

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business Latte di ottima qualità prodotto, imbottigliato e venduto sempre all interno della stessa filiera. Un esempio felice di come una adeguata nutrizione degli animali, insieme a un oculata gestione della stalla

Dettagli

LowInputBreeds. Rivista dell allevamento della Bruna. Nuovi VG Nuovi tori IA. Iscrizione viaggio degli allevatori 4/2015. Allevamento p. 4. Info p.

LowInputBreeds. Rivista dell allevamento della Bruna. Nuovi VG Nuovi tori IA. Iscrizione viaggio degli allevatori 4/2015. Allevamento p. 4. Info p. 4/2015 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna Allevamento p. 4 LowInputBreeds Info p. 10 Nuovi VG Nuovi tori IA Info p. 3 Iscrizione viaggio degli allevatori Viaggio degli allevatori Dalle cascate

Dettagli

2. Sviluppo tecnico Pag. 2. 3. Struttura del programma Pag. 2. 4. Menù principale Pag. 3. 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag.

2. Sviluppo tecnico Pag. 2. 3. Struttura del programma Pag. 2. 4. Menù principale Pag. 3. 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag. CINICINNATO: 1. Hardware e software Pag. 2 2. Sviluppo tecnico Pag. 2 3. Struttura del programma Pag. 2 4. Menù principale Pag. 3 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag. 3 6. Statistiche tecniche

Dettagli

5/2014. Rivista dell allevamento della Bruna. Allevamento. Info. Info. Conferenza europea. Iscrizione MT Zugo. Nuovo servizio FERTALYS

5/2014. Rivista dell allevamento della Bruna. Allevamento. Info. Info. Conferenza europea. Iscrizione MT Zugo. Nuovo servizio FERTALYS 5/2014 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna Allevamento Conferenza europea Info Nuovo servizio FERTALYS Info Iscrizione MT Zugo Scorpi la Germania del Nord Viaggia con Braunvieh Schweiz Ditta

Dettagli

16.1 Generalità. 16.1.1 Caratteristiche degli allevamenti

16.1 Generalità. 16.1.1 Caratteristiche degli allevamenti 16 L utile lordo di stalla Generalità Calcolo dell Uls La disponibilità di foraggi L utile lordo di stalla nell allevamento dei bovini da latte L utile lordo di stalla nell allevamento dei bovini da carne

Dettagli

EMbio Sas // via Althing 41 // 39031 Brunico (BZ) // tel: 0474-530222 // web: www.microrganismi-efficaci.it // info@embio.it

EMbio Sas // via Althing 41 // 39031 Brunico (BZ) // tel: 0474-530222 // web: www.microrganismi-efficaci.it // info@embio.it Massimo rendimento delle mucche da latte possibilmente con il minimo stress Contraddizione o realtà? Relazione nell ambito della conferenza EM a Olten (CH), ottobre 2004 Dipl. Ing. Agr. ETH Ueli Rothenbühler

Dettagli

Rapporto di gestione 2011

Rapporto di gestione 2011 Rapporto di gestione 2011 Bild: 21 x 9 cm Braunvieh Schweiz Chamerstrasse 56 6300 Zugo Tel. 041 729 33 11 Fax 041 729 33 77 info@braunvieh.ch www.braunvieh.ch 1 Braunvieh Schweiz rapporto di gestione 2011

Dettagli

Ordinanza concernente l allevamento di animali

Ordinanza concernente l allevamento di animali Ordinanza concernente l allevamento di animali 916.310 del 7 dicembre 1998 (Stato 5 dicembre 2006) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 10, 24 capoverso 1, 144 capoverso 2, 145 capoverso

Dettagli

La gestione zootecnica del gregge

La gestione zootecnica del gregge La gestione zootecnica del gregge Introduzione Per una corretta gestione del gregge l azione zootecnica è incisiva negli allevamenti stanziali o semi-stanziali Dove si possono controllare i seguenti aspetti

Dettagli

Sommario. Ricerca e sviluppo riguardo la razza Bruna. Punto di vista

Sommario. Ricerca e sviluppo riguardo la razza Bruna. Punto di vista 6/2013 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna Allevamento Progetti della razza Bruna Info Famiglie d allevamento Incontri Iscrizione concorsi OLMA Punto di vista Sommario Ricerca e sviluppo

Dettagli

Rimettiamo le vacche al centro di GIOVANNI DE LUCA

Rimettiamo le vacche al centro di GIOVANNI DE LUCA Luciano e Mauro Comino hanno ribaltato l allevamento di famiglia situato a Rocca de Baldi (Cn) per abbattere i costi di alimentazione e ridare spazio alle foraggere aziendali. Tagliando sul silomais e

Dettagli

Nuovi VG nuovi tori IA

Nuovi VG nuovi tori IA 7/2013 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna Gestione Crescita aziendale Info Nuovi VG nuovi tori IA Incontri Mercato dei tori di Zugo Punto di vista Sommario Crescita aziendale: non scordare

Dettagli

Viaggio di istruzione in Israele

Viaggio di istruzione in Israele Viaggio di istruzione in Israele dal 17 al 22 luglio 2012 www.tredi-italia.it Introduzione Nelle pagine seguenti troverete alcune note e fotografie che sono il riassunto del viaggio che i tecnici di Tredì

Dettagli

Fattoria Reale di Torcino

Fattoria Reale di Torcino Fattoria Reale di Torcino ALLEVAMENTI BUFALINI GRUPPO GAROFALO Incontro formativo del 20 novembre 2014 dott. agr. Roberto Napolano FATTORIA REALE DI TORCINO CIORLANO (CE) Ex allevamento di bovine da latte

Dettagli

GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO

GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO Giugno 2014 1 2 3 SINTETICO COLLETTIVO DI SPECIE E RAZZA Il sintetico collettivo è una elaborazione dei dati provenienti dalle singole produttrici di una medesima specie/razza.

Dettagli

TITOLO V COMPRAVENDITA DI PRODOTTI. Cap. I Prodotti della Zootecnia. a) Bovini da vita, da latte, da macello COMMERCIO DEL BESTIAME

TITOLO V COMPRAVENDITA DI PRODOTTI. Cap. I Prodotti della Zootecnia. a) Bovini da vita, da latte, da macello COMMERCIO DEL BESTIAME TITOLO V COMPRAVENDITA DI PRODOTTI Cap. I Prodotti della Zootecnia a) Bovini da vita, da latte, da macello Sommario COMMERCIO DEL BESTIAME BOVINI Art. 1 - Forma del contratto. Art. 2 - Termini e condizioni

Dettagli

I sistemi di valutazione a indice aziendale

I sistemi di valutazione a indice aziendale BENEERE ANIMALE METODO IBA, INDICE DI BENEERE DELL ALLEVAMENTO Misurare il benessere aiuta gestione e produzione Determinare il benessere in stalla mediante un sistema di valutazione consente di rilevare

Dettagli

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria La superficie catastale di un'azienda ad indirizzo cerealicolo-zootecnico con allevamento di bovini da latte, è pari a ettari 50.75.25 completamente destinati a seminativo e foraggere. Il candidato, descritta

Dettagli

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha SCHEDA FERGUSON L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha comportato un adeguamento degli strumenti utili a valutare l efficienza e la redditività delle

Dettagli

augura Buone Feste Attitudine alla caseificazione Nuovi VG Nuovi tori IA EXPO Swissgenetics Rivista dell allevamento della Bruna 10/2014

augura Buone Feste Attitudine alla caseificazione Nuovi VG Nuovi tori IA EXPO Swissgenetics Rivista dell allevamento della Bruna 10/2014 10/2014 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna augura Buone Feste Allevamento p. 3 Attitudine alla caseificazione Info p. 8 Nuovi VG Nuovi tori IA Incontri p. 22 EXPO Swissgenetics Punto di

Dettagli

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione Andrea Quaglino ANABORAPI Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese Razza specializzata da carne Groppa doppia

Dettagli

INDICAZIONI NORMATIVE PER LE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON METODO BIOLOGICO

INDICAZIONI NORMATIVE PER LE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON METODO BIOLOGICO INDICAZIONI NORMATIVE PER LE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON METODO BIOLOGICO BOVINI DA LATTE PRINCIPI GENERALI: l allevamento zootecnico viene considerato come complementare alla produzione vegetale dell azienda

Dettagli

La qualità del latte passa dalle proteine

La qualità del latte passa dalle proteine La qualità del latte passa dalle proteine Il prezzo pagato agli allevatori in Italia si basa su formule per calcolare un eventuale premio, rispetto a una qualità stabilita. La gestione dell alimentazione,

Dettagli

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Agricoltura Biologica e Biodiversità Veneto Agricoltura, Corte Benedettina 20 febbraio 2013 Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica ricerca e sperimentazione in zootecnia biologica attività

Dettagli

Una storia di successo con un futuro

Una storia di successo con un futuro Una storia di successo con un futuro scool è stato lanciato nell estate 2002. Il primo momento culminante è stato per scool l iscrizione nel libro Guinness dei record come la più grande manifestazione

Dettagli

RELAZIONE DEL PROGRAMMA DAIRY PLAN C21

RELAZIONE DEL PROGRAMMA DAIRY PLAN C21 Bertoli Andrea Matr: 790934 RELAZIONE DEL PROGRAMMA DAIRY PLAN C21 Supporti avanzati per la gestione dell allevamento (SUPAG) 1 INTRODUZIONE Tutti i settori della zootecnia italiana, in particolar modo

Dettagli

4/2012. Nuovi valori genetici Nuovi tori IA Fertilità delle lattifere

4/2012. Nuovi valori genetici Nuovi tori IA Fertilità delle lattifere 4/2012 Nuovi valori genetici Nuovi tori IA Fertilità delle lattifere sommario attualità 4/2012 Stima dei valori genetici aprile 2012 4 News per gli allevatori 5 Nuovi tori nell offerta IA 6 Controllo superiore

Dettagli

Due elementi chiavi per il successo finanziario

Due elementi chiavi per il successo finanziario Due elementi chiavi per il successo finanziario Litri di Latte Venduti Il latte marginale venduto ogni giorno supera il latte marginale per vacca Salute della Mandria Top 10 (11) priorità per un allevamento

Dettagli

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal...

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal... MODELLO A Al Comune di. OGGETTO: D. Lgs. n. 60/98 - Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di imprenditore agricolo a titolo principale al fine di ottenere una concessione edilizia in area

Dettagli

EU Concerted Action - GIFT. Indici e obiettivo di fertilità nel moderno allevamento di bovini da latte. Caratteri funzionali

EU Concerted Action - GIFT. Indici e obiettivo di fertilità nel moderno allevamento di bovini da latte. Caratteri funzionali Verona 10 Febbraio 006 Indici e obiettivo di fertilità nel moderno allevamento di bovini da latte Alessandro Bagnato Dipartimento Veterinaria per la Sicurezza Alimentare Università degli Studi di Milano

Dettagli

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A.

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. S W Strenghts (Punti di forza): ciò che l azienda è capace di fare bene Weaknesses (Punti di debolezza): ciò che l azienda non è capace di fare bene

Dettagli

Piemontese, più muscolo e meno parti difficili

Piemontese, più muscolo e meno parti difficili Piemontese, più muscolo e meno parti difficili Al meeting nazionale della razza il Centro genetico Anaborapi ha presentato i risultati delle ricerche per il miglioramento dei capi. E ha proposto un regime

Dettagli

Sostenibilità economica dei pavimenti in gomma

Sostenibilità economica dei pavimenti in gomma COLLABORAZIONE SATA ANALISI DEI COSTI E DEI VANTAGGI ECONOMICI E PRODUTTIVI Sostenibilità economica dei pavimenti in gomma di Alessandro Gastaldo, Marzia Borciani, Marisanna Speroni Le malattie podali

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

3/2012. FAQ selezione genomica Bovine brune longeve

3/2012. FAQ selezione genomica Bovine brune longeve 3/2012 FAQ selezione genomica Bovine brune longeve sommario attualità 3/2012 Attualità dal sessaggio dello sperma 4 Domande e risposte sulla 5 selezione genomica Nuove abbreviazioni per valori genetici

Dettagli

La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti. Alfonso Zecconi

La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti. Alfonso Zecconi La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti Alfonso Zecconi Whittlestone 1958 A questo stadio dello sviluppo dell industria la2ero- casearia, due sono le cose più importan8: 1. Migliorare

Dettagli

la newsletter degli allevatori n. 6 GIUGNO 2015 - Periodico dell Associazione Allevatori del FVG

la newsletter degli allevatori n. 6 GIUGNO 2015 - Periodico dell Associazione Allevatori del FVG BOVININews la newsletter degli allevatori n. 6 IUNO 2015 - eriodico dell ssociazione llevatori del FV sommario BCC CREDITO COOERTIVO LE ECCELLENZE DELL ZOOTECNI FRIULN D EXO SEZIONE REIONLE LLEVTORI RZZ

Dettagli

Bilanci aziendali e LCA di aziende da latte

Bilanci aziendali e LCA di aziende da latte L IMPRONTA ANIMALE Valutazione dell Impatto Ambientale della Zootecnia Fiera Agricola - Verona. 3 Febbraio 2012 Bilanci aziendali e LCA di aziende da latte G.Matteo Crovetto Alberto Tamburini DSA Università

Dettagli

la newsletter degli allevatori n. 11 NOVEMBRE 2013 - Periodico dell Associazione Allevatori del FVG BCC CREDITO COOPERATIVO

la newsletter degli allevatori n. 11 NOVEMBRE 2013 - Periodico dell Associazione Allevatori del FVG BCC CREDITO COOPERATIVO la newsletter degli allevatori n. 11 NOVEMBRE 2013 - eriodico dell ssociazione llevatori del FV sommario Rigutto nadal IT021001371987 ID 991 RK 97 nadal 100% MONTBELIRDe MMMELL 120 LTTE + 868 K EMILIO

Dettagli

',6&,3/,1$5(9$/87$=,21,*(1(7,&+(3(5/$352'8=,21(',&$51( 3(5)250$1&(7(6768//$5$==$%29,1$5(1'(1$

',6&,3/,1$5(9$/87$=,21,*(1(7,&+(3(5/$352'8=,21(',&$51( 3(5)250$1&(7(6768//$5$==$%29,1$5(1'(1$ ',6&,3/,1$5(9$/87$=,21,*(1(7,&+(3(5/$352'8=,21(',&$51( 3(5)250$1&(7(6768//$5$==$%29,1$5(1'(1$ VALUTAZIONE GENETICA IN STAZIONE PER LA PRODUZIONE DI CARNE ART. 1 Come previsto dalle Norme Tecniche, la Rendena

Dettagli

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Agricoltura Biologica e Biodiversità Corte Benedettina 27 febbraio 2012 ricerca e sperimentazione in zootecnia biologica attività dimostrative..? sperimentazione

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario. www.informatoreagrario.it

Edizioni L Informatore Agrario. www.informatoreagrario.it www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA COMUNE DI Prot. n. Data di presentazione AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA OGGETTO: D. Legislativi n. 99 del 29/3/2004 e n. 101/05 Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

Esempio di una scuderia insignita del marchio PSA

Esempio di una scuderia insignita del marchio PSA FOGLIO INFORMATIVO PSA ANIMALI DA REDDITO STALLE A MISURA DI ANIMALE E A COSTI CONTENUTI / TKS 2.4 Esempio di una scuderia insignita del marchio PSA La stalla e i box maternità. Marchio distintivo valido

Dettagli

Cascina Mon ache Radiotermometr o più sms

Cascina Mon ache Radiotermometr o più sms STALLE IN PRIMO PIANO Il dispositivo permette di misurare la temperatura corporea della bovina tramite sonda vaginale. E di segnalare all allevatore, via sms, la rottura delle acque e dunque l inizio del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI AGRONOMO E FORESTALE JUNIOR SECONDA SESSIONE 2008 PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1: Si illustri il ruolo

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

Ottimizza i costi di alimentazione e migliora la produzione di latte.

Ottimizza i costi di alimentazione e migliora la produzione di latte. Ottimizza i costi di alimentazione e migliora la produzione di latte. Stazioni di alimentazione DeLaval FSC40 e FSC400 La soluzione giusta per te...... ogni giorno Stazioni di alimentazione DeLaval FSC40

Dettagli

Spiegazioni per l utilizzazione dei formulari Assicurazione Qualità Latte

Spiegazioni per l utilizzazione dei formulari Assicurazione Qualità Latte Spiegazioni per l utilizzazione dei formulari Assicurazione Qualità Latte La salute delle mammelle, l utilizzazione e l approvigionamento di medicamenti veterinari e la pulizia degli impianti di mungitura

Dettagli

Le mastiti costano molto all allevatore

Le mastiti costano molto all allevatore INDAGINE IN 6 SALLE DI VACCHE DA LAE Le mastiti costano molto all allevatore A seconda della frequenza e della gravità le mastiti possono comportare perdite di reddito fino a oltre 2. euro in un allevamento

Dettagli

Nuovi VG Nuovi tori IA

Nuovi VG Nuovi tori IA 4/2013 razzabrunach Rivista dell allevamento della Bruna Allevamento Famiglie di vacche Info Nuovi VG Nuovi tori IA Info Regina della razza Bruna Punto di vista Sommario Allevamento 3 Influsso delle famiglie

Dettagli

1. Che cosa è Beefnet?

1. Che cosa è Beefnet? Manuale Contenuto 1. Che cosa è Beefnet? pag. 2 2. Password e login pag. 3 3. Interfaccia utente pag. 4 4. Inbox pag. 5 5. Dati aziendali pag. 6 6. Effettivo di animali pag. 7 7. Monte pag. 9 8. Ordinazioni

Dettagli

SELEZIONE: VALUTAZIONE E SCELTA DEI RIPRODUTTORI

SELEZIONE: VALUTAZIONE E SCELTA DEI RIPRODUTTORI SELEZIONE: VALUTAZIONE E SCELTA DEI RIPRODUTTORI Il miglioramento genetico degli animali di interesse zootecnico è basato sulla scelta dei riproduttori. La valutazione dei riproduttori si può distinguere

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI

PROVINCIA DI VERCELLI PROVINCIA DI VERCELLI Piano Operativo Provinciale Anno 2007 LEGGE REGIONALE N. 63/78 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI ART. 15/A CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE SULL ACQUISTO DI GIOVANE

Dettagli

Macchine più grandi e con più elettronica

Macchine più grandi e con più elettronica Così i tecnici del Crpa interpretano lo sviluppo della meccanizzazione nella raccolta dei foraggi Foraggicoltura/2 Macchine più grandi e con più elettronica Di questo ed altro abbiamo parlato con alcuni

Dettagli

Costi di produzione, prezzo del latte

Costi di produzione, prezzo del latte ASSEMBLEA APROLAV (TREVISO) 21 MAGGIO 2014 Costi di produzione, prezzo del latte Alberto Menghi (a.menghi@crpa.it) Centro Ricerche Produzioni Animali Desideria Scilla A.Pro.La.V. Le domande Il prezzo del

Dettagli

La Pezzata Rossa nel mondo

La Pezzata Rossa nel mondo La Pezzata Rossa nel mondo La P.R.I. appartiene al gruppo di razze che fanno riferimento alla popolazione Simmental, numericamente una fra le più importanti nel mondo; diverse stime indicano che la consistenza

Dettagli

GAIA Note metodologiche

GAIA Note metodologiche GAIA Note metodologiche Questo documento tecnico, disponibile solo in formato elettronico sul sito internet di GAIA, è stato redatto A. Giampaolo sulla base di un documento di analisi di G. Seroglia 2008

Dettagli

a cura del Settore Economia, Mercati e Competitiva

a cura del Settore Economia, Mercati e Competitiva Progetto AGRICONFRONTI EUROPEI a cura del Settore Economia, Mercati e Competitiva Il progetto intende mettere a confronto la situazione dell agricoltura veneta con quella di altri paesi dell Unione Europea

Dettagli

Associazione Regionale Allevatori della Sicilia. Consorzio Provinciale Allevatori Ragusa

Associazione Regionale Allevatori della Sicilia. Consorzio Provinciale Allevatori Ragusa Associazione Regionale Allevatori della Sicilia Consorzio Provinciale Allevatori Ragusa 40^ FIERA AGROALIMENTARE MEDITERRANEA Ragusa 26-28 settembre 2014 40^ Mostra Regionale del Libro Genealogico della

Dettagli

Recenti Studi sulla Zootecnia da Latte nel Veneto Corte Benedettina Legnaro 15/12/2010

Recenti Studi sulla Zootecnia da Latte nel Veneto Corte Benedettina Legnaro 15/12/2010 Recenti Studi sulla Zootecnia da Latte nel Veneto Corte Benedettina Legnaro 15/12/2010 Il 15 dicembre scorso l ARAV in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Animali dell Università di Padova, ha

Dettagli

LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas

LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas LIFE + 2009 - Achieving good water QUality status in intensive Animal production areas Action 6 : Evaluation of economic and environmental sustainability of improved management strategies Deliverable 6:

Dettagli

COS È UNA STAZIONE DI ALIMENTAZIONE? Con questo sistema non porti l alimentazione al suino, ma è il suino stesso che viene verso l alimentazione

COS È UNA STAZIONE DI ALIMENTAZIONE? Con questo sistema non porti l alimentazione al suino, ma è il suino stesso che viene verso l alimentazione Tutto sulla stabulazione in gruppo con stazioni di alimentazione COS È UNA STAZIONE DI ALIMENTAZIONE? Con questo sistema non porti l alimentazione al suino, ma è il suino stesso che viene verso l alimentazione

Dettagli

dg precisionfeeding per ulteriori dettagli visita: www.dinamicagenerale.com

dg precisionfeeding per ulteriori dettagli visita: www.dinamicagenerale.com IL SISTEMA è un sistema innovativo che consente all allevatore di distribuire una razione equilibrata ai propri animali, come programmata dal nutrizionista, grazie all analisi degli ingredienti utilizzati

Dettagli

Sommario. La zecca 05. La borreliosi 06. La meningoencefalite da zecche 07

Sommario. La zecca 05. La borreliosi 06. La meningoencefalite da zecche 07 Attenzione, zecche! Sommario La zecca 05 La borreliosi 06 La meningoencefalite da zecche 07 Misure profilattiche 08/09 Prevenire le punture di zecche Evitare la trasmissione degli agenti patogeni Vaccinazione

Dettagli

CLASSE 74/A - ZOOTECNIA E SCIENZA DELLA PRODUZIONE ANIMALE. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi

CLASSE 74/A - ZOOTECNIA E SCIENZA DELLA PRODUZIONE ANIMALE. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 74/A - ZOOTECNIA E SCIENZA DELLA PRODUZIONE ANIMALE Programma d'esame CLASSE 74/A - ZOOTECNIA E SCIENZA DELLA PRODUZIONE ANIMALE Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 74/A - ZOOTECNIA

Dettagli

Osservazione retrospettiva e analisi dei dati raccolti in due allevamenti bovini

Osservazione retrospettiva e analisi dei dati raccolti in due allevamenti bovini Osservazione retrospettiva e analisi dei dati raccolti in due allevamenti bovini Osservazione retrospettiva e analisi dei dati raccolti in due allevamenti bovini situati nella zona del parmigiano reggiano

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Analisi economica sull'uso dei pavimenti in gomma per le stalle di bovini da latte Descrizione estesa del risultato Le malattie podali rappresentano un grave problema nell

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

Indagine in allevamento e impostazione prove sperimentali

Indagine in allevamento e impostazione prove sperimentali Seminario Pavimentazioni innovative nelle stalle per vacche da latte Aspetti tecnici, sanitari ed economici e confronto con soluzioni tradizionali e impostazione prove Alessandro Gastaldo, CRPA - Reggio

Dettagli

MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE. Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea

MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE. Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea Nazione Italia Francia Grecia Israele Portogallo Spagna Tunisia n. pecore 6.104.900 1.235.000

Dettagli

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q)

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q) BILANCIO AZIENDALE Calcolare il beneficio fondiario (Bf) di un azienda agraria cerealicola-zootecnica, ordinaria, avendo a disposizione i seguenti dati: - Superficie totale 40 ha; superficie improduttiva

Dettagli

La vacca da l atte oggi tra produzione e riproduzione

La vacca da l atte oggi tra produzione e riproduzione DOSSIER / LE GRANDI TENDENZE La solidità economica delle aziende zootecniche è un obiettivo possibile. Ma per raggiungerlo non è sufficiente far crescere le performance produttive delle bovine: si devono

Dettagli

Agribrands Europe Italia S.p.A. Ottobre 2001 MANZART. Cod. 121 D NOTA TECNICA. Linea Bovini Latte - Codice DI 3267 1A

Agribrands Europe Italia S.p.A. Ottobre 2001 MANZART. Cod. 121 D NOTA TECNICA. Linea Bovini Latte - Codice DI 3267 1A Agribrands Europe Italia S.p.A. Ottobre 2001 MANZART Cod. 121 D NOTA TECNICA Linea Bovini Latte - Codice DI 3267 1A MANZART: L ARTE DI ALLEVARE MANZE FORTI E ROBUSTE AL MINORE COSTO Il Programma Purina

Dettagli

Fiera Internazionale del Bovino da Latte 2012. Incontri B to B. Padiglione Francia. Cremona, 25>28 ottobre 2012. Padiglione 2/ I 200-201-202

Fiera Internazionale del Bovino da Latte 2012. Incontri B to B. Padiglione Francia. Cremona, 25>28 ottobre 2012. Padiglione 2/ I 200-201-202 Fiera Internazionale del Bovino da Latte 2012 Incontri B to B Cremona, 25>28 ottobre 2012 Padiglione Francia Padiglione 2/ I 200-201-202 w w w.ubifrance.fr Organizzato da: Véronique DESCAMPS Conseiller

Dettagli

Masserie Giovannelli

Masserie Giovannelli Masserie Giovannelli La forza della famiglia rurale 1 L azienda Masserie Giovannelli si trova a 1.000 msl nel Comune di Cercemaggiore in provincia di Campobasso, zona riconosciuta come Sito di Interesse

Dettagli

Si dispone dei seguenti alimenti: Limiti max consigliati Kg/capo/giorno

Si dispone dei seguenti alimenti: Limiti max consigliati Kg/capo/giorno Per usufruire, senza difficoltà, dell applicazione per il calcolo della razione per vacche da latte proponiamo questo esempio, indicando le procedure per giungere alla soluzione. ESEMPIO: Calcolo razione

Dettagli

Associazione Italiana Allevatori

Associazione Italiana Allevatori Pag.I Sommario Generalità...1 Descrizione del Progetto PUMA...1 Suddivisione del Progetto PUMA in Moduli...1 PUMA Net...2 Prerequisiti per l accesso al sistema PUMA...3 Accesso al sistema...6 Primo collegamento...7

Dettagli

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti Fasi essenziali di un programma di selezione intrarazza 1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione 3.Registrazione fenotipi e parentele 4.Valutazioni genetiche 5.Programmazione

Dettagli

Torino, 10 aprile 2015 Numero 14

Torino, 10 aprile 2015 Numero 14 Torino, 10 aprile 2015 Numero 14 Confagricoltura Piemonte agli allevatori: Aspettate a firmare nuovi accordi sul prezzo del latte Il 31 marzo scorso è cessato il regime delle quote latte. La situazione

Dettagli

1 / 20 Analisi statistiche Rapporto annuale 2014, analisi relativa a tutta la Svizzera Informazioni e moduli di richiesta: www.ilprogrammaedifici.

1 / 20 Analisi statistiche Rapporto annuale 2014, analisi relativa a tutta la Svizzera Informazioni e moduli di richiesta: www.ilprogrammaedifici. 1 / 20 Analisi statistiche Rapporto annuale 2014, analisi relativa a tutta la Svizzera Informazioni e moduli di richiesta: www.ilprogrammaedifici.ch 2 / 20 05.01.2015 Centro nazionale di prestazioni, Ernst

Dettagli

Iscrizione e condizioni per i giovani per un soggiorno in Germania

Iscrizione e condizioni per i giovani per un soggiorno in Germania Iscrizione e condizioni per i giovani per un soggiorno in Germania Su mandato della Evangelisches Bauernwerk, Agriviva si occupa di registrare e trasmettere le iscrizioni. Con l iscrizione, accetto che

Dettagli

I foraggi tornano al centro della gestione aziendale

I foraggi tornano al centro della gestione aziendale I foraggi tornano al centro della gestione aziendale L Associazione regionale allevatori del Piemonte punta su un cambio nella gestione agronomica delle aziende da latte. In nome del greening e della sostenibilità

Dettagli

RISULTATI AL SECONDO ANNO DI ATTIVITA

RISULTATI AL SECONDO ANNO DI ATTIVITA STUDIO DELL EFFICIENZA PRODUTTIVA E RIPRODUTTIVA DELLE VACCHE DA CARNE DI RAZZA MARCHIGIANA E STIMA DEL SUO VALORE ECONOMICO RISULTATI AL SECONDO ANNO DI ATTIVITA Progetto Studio dell efficienza produttiva

Dettagli

Linee di mangimi per vacca da latte. Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo

Linee di mangimi per vacca da latte. Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo Linee di mangimi per vacca da latte Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo Indice Perfecta. Perfetto equilibrio tra fonti proteiche naturali per la migliore efficienza produttiva

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALLEVATORI DEL CAVALLO RAZZA HAFLINGER ITALIA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALLEVATORI DEL CAVALLO RAZZA HAFLINGER ITALIA ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALLEVATORI DEL CAVALLO RAZZA HAFLINGER ITALIA Ufficio Centrale del Libro Genealogico FIRENZE DISCIPLINARE DELLE MOSTRE UFFICIALI DI LG E DEL RADUNO/MERCATO CONCORSO SATLLONI VALIDO

Dettagli

Mato Grosso: Razza Valdostana, la nuova genetica latte-carne conquista il Brasile.

Mato Grosso: Razza Valdostana, la nuova genetica latte-carne conquista il Brasile. Mato Grosso: Razza Valdostana, la nuova genetica latte-carne conquista il Brasile. Per le sue caratteristiche morfologiche e climatiche è stata prescelta la Municipalità di Chapada dos Guimarães/MT per

Dettagli

Punto cruciale: le zoppie. Tipologie di pavimento. Analisi economica. 38/2009 supplemento a L Informatore Agrario STRUTTURE STALLE

Punto cruciale: le zoppie. Tipologie di pavimento. Analisi economica. 38/2009 supplemento a L Informatore Agrario STRUTTURE STALLE Quanto costa il pavimento giusto Per valutare il costo di un pavimento, oltre all investimento iniziale, vengono calcolate le lesioni podali e le conseguenti perdite di ricavo per manodopera e minori performance

Dettagli

Progetto MeetBull (per una filiera carne 100% italiana)

Progetto MeetBull (per una filiera carne 100% italiana) Progetto MeetBull (per una filiera carne 100% italiana) Per diminuire la dipendenza di ristalli dall estero, stringere una forte alleanza tra produttori di carne & latte e valorizzare il #madeinitaly!

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Riproduzione - aspetti ginecologici; La trasformazione morfologica in adulto (pubertà) avviene nei cani in un periodo che può variare dai 6 ai 24 mesi a seconda della razza e della taglia. Il pieno sviluppo

Dettagli

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte 69^ FIERA INTERNAZIONALE DEL BOVINO D LATTE Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte Dott.ssa Paola Amodeo Specialista SATA Sistemi Alimentari e Qualità degli Alimenti ARAL - Ass Reg

Dettagli

LA RAZZA BOVINA MARCHIGIANA

LA RAZZA BOVINA MARCHIGIANA LA RAZZA BOVINA MARCHIGIANA Cenni storici La razza bovina Marchigiana deriva dal bovino dalle grandi corna che giunse in Italia nel anno 500 d.c. a seguito delle invasioni barbariche. Inizialmente nelle

Dettagli

L innovazione al servizio dell allevatore Medria sorveglia i vostri animali e vi informa con un SMS

L innovazione al servizio dell allevatore Medria sorveglia i vostri animali e vi informa con un SMS L innovazione al servizio dell allevatore Medria sorveglia i vostri animali e vi informa con un SMS Rilevamento dei calori Controllo del parto www.medria.fr M.Gesmond, utilizzatore HeatPhone e Vel Phone

Dettagli

Paratubercolosi nell allevamento della bovina da latte Conoscerla per combatterla

Paratubercolosi nell allevamento della bovina da latte Conoscerla per combatterla Sezione di Lodi Sezione di Piacenza (CRN per la paratubercolosi) Associazione provinciale allevatori Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Lodi Paratubercolosi nell allevamento della bovina da

Dettagli

Sostenibilità ambientale nell allevamento bovino da latte

Sostenibilità ambientale nell allevamento bovino da latte DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI Piacenza, 11 febbraio 2014 Sostenibilità, opportunità e criticità nella filiera latte post 2015 Sostenibilità ambientale nell allevamento bovino da latte G.

Dettagli

DISCIPLINARE DEL LIBRO GENEALOGICO DELLE RAZZE BOVINE CHAROLAISE E LIMOUSINE. Art.1

DISCIPLINARE DEL LIBRO GENEALOGICO DELLE RAZZE BOVINE CHAROLAISE E LIMOUSINE. Art.1 DISCIPLINARE DEL LIBRO GENEALOGICO DELLE RAZZE BOVINE CHAROLAISE E LIMOUSINE Art.1 1. Ai sensi dell articolo 3 della Legge 15 gennaio 1991 n. 30 sulla disciplina della riproduzione animale, il libro Genealogico

Dettagli

I formaggi del Bitto STORIE E TRADIZIONI. Comune di Albaredo per San Marco

I formaggi del Bitto STORIE E TRADIZIONI. Comune di Albaredo per San Marco I formaggi del Bitto STORIE E TRADIZIONI Comune di Albaredo per San Marco I formaggi del Bitto STORIE E TRADIZIONI Comune di Albaredo per San Marco 4 I prodotti tipici fanno parte della tradizione locale

Dettagli

Azienda Agricola Biologica La Tranquilla

Azienda Agricola Biologica La Tranquilla Azienda Agricola Biologica La Tranquilla Dove nascono i veri fuoriclasse 1 L Azienda agricola L'azienda biologica La Tranquilla, costituita grazie ai fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, si

Dettagli